LEGO convoca gli aspiranti roboprogettisti

L'azienda ha finalmente convocato i 100 progettisti che lavoreranno su Mindstorms NXT, tool programmabili per la creazione di piccoli automi. Gli sviluppatori sono stati selezionati grazie ad una candidatura totalmente online
L'azienda ha finalmente convocato i 100 progettisti che lavoreranno su Mindstorms NXT, tool programmabili per la creazione di piccoli automi. Gli sviluppatori sono stati selezionati grazie ad una candidatura totalmente online


Copenhagen – Appassionati di robotica di tutto il mondo, unitevi . Mindstorm NXT , il giocattolo ultratecnologico messo a punto da LEGO per rilanciare le sorti dell’azienda, è ormai pronto. La multinazionale del mattoncino ha terminato la selezione dei 100 aspiranti progettisti che seguiranno lo sviluppo dell’ ambizioso balocco a base di chip Bluetooth, interfacce USB e processori a 32bit.

L’insolita comunità di sviluppatori, nata dal felice incontro tra LEGO e filosofia etica dell’hacking , è nata dalla selezione di oltre 9.600 candidature provenienti da oltre 79 paesi. I roboprogettisti dovranno curare la parte hardware e software del prodotto, così come elaborare nuove idee e gestire i contatti con gli utenti. Più della metà dei progettisti sono giovanissimi: meno di 35 anni. La maggior parte dei candidati, inoltre, è residente negli Stati Uniti.

Tutto quanto avverrà su Internet, in nome di una prospettiva globale: i partecipanti avranno a disposizione una piattaforma collaborativa, organizzata per la condivisione di saperi, tecniche e strumenti. Il responsabile del progetto sarà Mitch Resnick, giovane talento del MIT : il team alle dipendenze di Resnick include anche un noto professore d’informatica di Berkeley , impegnato a 75 anni a scrivere il futuro dei mattoncini colorati, ora sempre più “intelligenti”.

Geoff Gray, uno dei roboprogettisti selezionati da LEGO ed intervistati da News.com , si è detto “molto soddisfatto che una compagnia di questo calibro pensi in maniera collaborativa e dimostri di essere così aperta ai contributi esterni”. Søren Lund, direttore del dipartimento robotico di LEGO, è ancora più ottimista: “Abbiamo in mente qualcosa di concettualmente simile a Flickr , ma applicato al settore della robotica”.

Gray, insieme ai colleghi, parteciperà a tutte le fasi di controllo qualità precedenti al completamento di Mindstorm. Le primissime versioni complete del giocattolo, pronte per la vendita al dettaglio, arriveranno nei negozi a partire dalla prossima estate ed avranno un prezzo indicativo di 230 euro a confezione. Niente male per chi volesse muovere i primi passi nell’affascinante mondo della robotica.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 03 2006
Link copiato negli appunti