L'elettronica svuota i Bancomat?

Si ripetono gli episodi di sofisticate clonazioni hi-tech dei Bancomat grazie a dispositivi elettronici piazzati sugli sportelli. I Carabinieri ai cittadini: cautela


Roma – Non si fermano le truffe organizzate ai danni di clienti e banche sfruttando il bancomat o, meglio, tecnologie avanzate che consentono di carpire i dati delle carte bancarie e i codici personali ed utilizzare le informazioni per svuotare conti. A Trento i Carabinieri hanno individuato e sgominato una banda accusata di aver clonato migliaia di Bancomat .

Secondo le forze dell’ordine, grazie a degli smagnetizzatori aggiunti sulle fessure dei Bancomat e a delle microcamere elettroniche piazzate sugli sportelli usati dagli utenti, i criminali erano in grado di individuare tutti i dati di proprio interesse.

Quanto successo a Trento ricorda da vicino quello che era già accaduto l’11 gennaio a Latina. L’associazione dei consumatori ADUC , che è intervenuta ieri sulla vicenda, ha ricordato come in quell’occasione “la polizia aveva sequestrato due piccoli marchingegni elettronici che, sistemati sul Bancomat, nei pressi della fessura dove si inserisce la carta, come fossero parte integrante della struttura, servivano a leggere e memorizzare i dati delle carte con cui si effettuavano i prelievi di contante presso quello sportello”.

All’epoca, gli esperti e l’ADUC avevano avvertito che questo genere di dispositivi elettronici erano probabilmente prodotti su vasta scala e che potevano essere utilizzati anche da altri truffatori, come appunto quelli di Trento, per mettere nel sacco le banche e i loro clienti.

I Carabinieri avvertono peraltro i cittadini di vigilare durante l’uso dei propri bancomat e attivare tecniche minime di protezione , come la copertura del tastierino numerico con una mano mentre con l’altra si digita il codice PIN di accesso.

Secondo ADUC ciò non basta: “Ogni anomalia o sospetto va segnalato alle autorità oltre che, potendolo fare, allo specifico sportello dove è stato rilevato. Meglio rischiare qualche segnalazione inutile che perderne qualcuna. Ma non basta. Il fenomeno è molto più pericoloso e diffuso di quanto si possa credere, e non basta la buona volontà e attenzione del singolo consumatore per farvi fronte. Occorre che anche le banche giochino un loro ruolo, con controlli continui anche nelle ore di chiusura degli uffici. Non basta una guardia giurata che passa due volte nelle ore notturne mettendo il bigliettino di certificazione del passaggio nella fessura della saracinesca. Ci vogliono controlli più frequenti e specifici, i cui costi la banca stessa si deve accollare: la garanzia di un sistema sicuro non puo’ che invogliare i consumatori ad usufruire più frequentemente del servizio, oltre che a scoraggiare i malviventi”.

Va detto che proprio a protezione dei Bancomat stanno fiorendo numerose iniziative di sicurezza, come progetti per l’integrazione di tecnologie biometriche per l’uso del diffusissimo servizio di prelievo contanti.

A proposito di biometria, infine, ieri si è parlato di un dispositivo di sorveglianza che il Governo sta studiando per combattere la violenza negli stadi, piattaforma di controllo che sarà basata sulla scansione del volto, per impedire l’accesso alle aree di gioco da parte dei tifosi diffidati dalla polizia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: PORTATILI

    Ed i portatili? Tu riesci a trovarmene uno
    senza Win?

    Saccente!Guarda, la Ideaprogress di Milano ti vende di serie i suoi portatili. ampiamente configurabili, senza windows, se non glielo chiedi tu specificamente di installarlo.. www.ideaprogress.it
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    Concetto culturale: processo negli u$a contro una delle colonnesimbolo e fosse poi il primo. Se poi qualcuno deve ergersiquale patron di Windows allora dovrebbe essere Steve Job enon Bill GatesL'intuizione: processi in italia per chi "possiede" l'informazione =annullati sia da leggi apposite o per vie "amministrative"Constatazione attuale: italia : u$a = formica : elefante, anche secon l'ultimo governo si sono fatti passi da gigante in tal sensoConclusione: a parole i fatti non si cambiano.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non del tutto sbagliato...
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Shurizen

    Daccordissimo che abbiano giocato col nome.
    Ma formalmente, ha piu' le sembianze di un
    vero marchio nonche' nome di fantasia
    Lindows, che non Windows, specialmente nei
    paesi anglofoni, per ovvi motivi. Finestre,
    come Farfalle, come Ciufoli, come Cazzi
    acidi non puo' diventare un marchio
    registrato.Fonte normativa, di grazia?Eh gia', perche' sulla base del diritto vigente hai ragione solo nell'ultimo caso (contrarieta' all'ordine pubblico e al buon costume) negli altri casi sono tutti validi marchi fintanto che sono nuovi e non descrittivi.Sul fatto che Windows sia debole perche' descrittivo suggerisco di guardare (contra) la risposta dell'USPTO:http://www.uspto.gov/web/offices/tac/tmfaq.htm#Application011Ed in ogni caso una ricerchina con google sul c.d. "secondary meaning" puo' essere illuminante.
    E li e' sempre e solo colpa delle
    istituzioni corrotte che gli anni scorsi
    hanno accettato e registrato il marchio
    Windows.
    Perche' avrebbero dovuto rifiutarlo?Gianluca
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora
    - Scritto da: Anonimo
    Con tutto il male che si può volere a
    M$, Lindows è una porcata.Non vedo perche' non abbia diritto di esistere.Quante porcate ci sono sugli scaffali dei negozi e nelle televendite?
  • Mechano scrive:
    Re: di fatto
    - Scritto da: Anonimo
    queste sono affermazioni palesemente
    ingenue; se vuoi visitare un monumento
    spesso e volentieri paghi e su quei soldi
    molti ci mangiano, se vuoi leggere un libro
    verosimilmente lo compri, se vuoi un disco
    lo compri, se vuo andare al cinema paghi,
    quindi la storia che tutto ciò che
    è cultura è patrimonio di
    tutti è solo una bella frase che
    viene smentita in continuazione.... L'accesso alla cultura e' libero in qualsiasi nazione democratica e civile, cosi' esistono le biblioteche. Anzi e' recente la diatriba sul far pagare oboli e tariffe per il prestito di libri presso le biblioteche a causa di pressioni da parte delle lobby degli editori. Ma e' uno dei diritti di ogni cittadino insieme ad assistenza sanitaria e all'istruzione. Dimmi una cosa, tua nonna ti ha fatto pagare per darti la ricetta dell'Amatriciana? E cosa penseresti se la tua vicina di casa ti chiedesse soldi per darti la ricetta del pasticcio di lasagne di cui senti il profumo quando le passi vicino la porta? Non si paga piu' per avere gli spartiti musicali di Bach o Bethoven, e che io sappia sono di diffusione libere Iliade, Odissea, Divina Commedia e tantissime opere ormai dichiarate PATRIMONIO DELL'UMANITA', sia perche' sono antiche e non c'e' nessuno che ne reclama i diritti, sia perche' ormai fanno parte della memoria e della conoscenza dei popoli della nostra era. Linux e' anch'egli PATRIMONIO DELL'UMANITA' perche' non ha un padrone, o e' meglio dire che i suoi padroni hanno deciso di rinunciare ad ogni diritto di sfruttamento in nome della diffusione e liberta' per chi lo riceve. Cosi' come le ricette di cucina sono patrimonio di una cultura e provenienti dalle tradizioni culinarie, e le opere classiche di musica e letterarie non hanno un padrone e quindi sono entrate a far parte di un patrimonio comune di cultura, allora anche Linux ne fa parte poiche' i loro autori hanno rinunciato a qualsiasi diritto di sfruttamento regalandolo all'umanita' insieme al diritto di modificarlo, usarlo e diffonderlo.Al contrario Windows e' un prodotto commerciale sfruttato commercialmente dal suo ideatore (e fin qui nulla di male) e che non potra' mai fregiarsi dell'appellativo di PATRIMONIO DELL'UMANITA', perche' chi lo acquista non ha diritti di sfruttamento, modifica e uso come con un'opera libera.

    Non ci sono interessi economici dietro
    le

    distribuzioni libere di GNU/Linux,

    RedHat, Suse, Mandrake, tutti benefattori
    vero? chi lavora al loro interno lavora
    gratis. Hai problemi a leggere? Io ho scritto "distribuzioni libere di GNU/Linux", a queste fanno parte tantissime distribuzioni come Debian, Slackware e loro derivate. RedHat, Suse e Mandrake sono dei distributori a valore aggiunto. Sono come un CD di Bethoven, o la divina commedia pubblicati da editori che ci mettono una copertina colorata ed una bella rilegatura e si fanno pagare per queste comodita' e abbellimenti. Ma nessuno mi vieta di scaricarmi versioni libere ed elettroniche di spartiti di Bethoven e la Divina Commedia al solo costo della connessione Internet.
    tutto giusto ma se chi distribuisce linux
    viola la legge deve essere processato,
    attenzione non dico che Linux deve essere
    processato, ma chi lo distribuisce si. Lindows non ha violato nessuna legge, ha solo scelto un nome che suona simile a Windows, giocando forse sporco, e la violazione di leggi ce la vede solo chi si sente spodestato o preso in giro da questa cosa, senza averne diritti poiche' il suo marchio in fondo e' un nome comune. Anzi a mio avviso ha maggior ragione di esistere il marchio Lindows, che sicuramente non e' un nome comune ed e' associabile ad un marchio di fantasia, che non Windows che in lingua inglese e' una parola comune che significa finestre.Il litigio e' molto ingarbugliato e per capire il quale bisognerebbe riuscire a capire quali generi di pressioni o corruzioni e riuscita a mettere in atto Micro$oft quando dopo il primo rifiuto dall'ufficio registrazione marchi americano, riusci' a farselo accettare al secondo tentativo. Cos'e' la parola comune "Finestre" ne frattempo ha cambiato di significato?--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
  • Anonimo scrive:
    Re: Non del tutto sbagliato...

    Io penso che quelli di Lindows se la siano
    cercata dall'inizio... Non lo potevano
    chiamare in una maniera diversa, con un nome
    che fosse anche più bello? Con la
    fama di M$, quel nome significa guai
    dall'inizio!Ma scusa eh... io non capisco: se MS avesse voluto tutelarsi in questo senso, avrebbe dovuto mettere il copyright su tutti i marchi che ruotano attorno al nome Windows, UNO PER UNO... A 'sto punto magari può anche far causa a Wind perchè utilizza metà del suo nome!Ma che si fottano!E poi i legali americani fanno i commentini tipo: secondo noi non è giusto che la commissione europea decida di andare controcorrente e multi MS impedendole di inserire il suo media player etc etc...Mo vedi che dobbiamo sottostare all'impero MS-USA...TSK...
  • Anonimo scrive:
    Re: di fatto

    Si ma quale regola ha violato Lindows?
    Anche se hanno giocato su una somiglianza,
    e' piu' un nome di fantasia ed ha maggior
    diritto di esistere Lindows che non Windows,
    soprattutto nei paesi anglofoni dove Windows
    e' una parola comune che non avrebbe dovuto
    essere accettata per la registrazione un
    marchio.in effetti il processo su cui si discute è per me una farsa, ma io rispondevo a chi sostiene che Linux deve essere difeso dai tribunali...
  • Anonimo scrive:
    Re: di fatto

    Niente di piu' falso!adesso vediamo...
    Linux e tutto il software libero sono un
    PATRIMONIO DELL'UMANITA', esattamente come
    gli scritti di filosofi e le composizioni di
    grandi musicisti del passato, come pitture e
    sculture dentro le chiese. Nessuno nella
    storia si e' mai sognato di far pagare per
    vedere la cappella sistina, e i costi dei
    biglietti per le visite a certe opere non
    sono a scopo di lucro ma per recupero spese
    di restauro e strutture di accoglienza.queste sono affermazioni palesemente ingenue; se vuoi visitare un monumento spesso e volentieri paghi e su quei soldi molti ci mangiano, se vuoi leggere un libro verosimilmente lo compri, se vuoi un disco lo compri, se vuo andare al cinema paghi, quindi la storia che tutto ciò che è cultura è patrimonio di tutti è solo una bella frase che viene smentita in continuazione....
    Non ci sono interessi economici dietro le
    distribuzioni libere di GNU/Linux, RedHat, Suse, Mandrake, tutti benefattori vero? chi lavora al loro interno lavora gratis.
    E Linux come tutte queste opere costa il
    tempo di un download o quello di una rivista
    in edicola.
    E solo chi necessita di servizi particolari
    paga per comprarne una distribuzione
    completa di tutti i fronzoli e l'assistenza.tutto giusto ma se chi distribuisce linux viola la legge deve essere processato, attenzione non dico che Linux deve essere processato, ma chi lo distribuisce si.
  • Anonimo scrive:
    Re: di fatto

    infatti il processo non è a carico di
    Linux, ma di Lindows, esattamente come i
    processi sono a carico di MS e non tanto di
    Windows...se chi vende Linux viola le regole
    è giusto che venga processato...Ok, vero, ma e' anche vero che M$ attacca Linux su tutti i fronti e Lindows e' solo uno di questi. Tra l'altro Lindows aveva gia' ottenuto di poter mantenere il proprio marchio per cui qui si sta solo cavillando. Inoltre non e' Linux che puo' violare le regole essendo di pubblico dominio e neppure avrebbe interesse ne quattrini da buttare per combattere Microsoft. Ma resta il fatto che Lindows ha un gran brutto (e stupido) nome, inoltre l'utenza interessata al prodotto non e' certo sprovveduta per cui se da domani cambiassero in "aria-fritta" non farebbe nessuna differenza. Dopotutto credo che un link all'eventuale nuovo nome troverebbe ospitalita' ovunque. Certo ci sono delle leggi ed in genere sono concepite per preservare il bene comune, il buon senso ha recepito che Linux rappresenta un bene comune, la legge e' un po' in ritardo, il magistrato invece?
  • Mechano scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    - Scritto da: Anonimo
    parli come un prete. sei tutto chiacchere ed
    esempiTu sei in grado di apportare esempi di cultura, profonde conoscenze o intuizioni filosofiche?--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
  • Anonimo scrive:
    Re: Senti chi parla.....
    già :|
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    - Scritto da: Anonimo
    Certo.....soprattutto i portatili, basta un
    attimo per trovarli senza sistema operativo
    installato.... gaggionon è vero quello che dici. io per esempio l'ho trovato il laptop a Viterbo e anche se è un compatibile (FisherPrice 8700 con p4 a 2.5) va benissimo. informarsi prima di parlare..
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    parli come un prete. sei tutto chiacchere ed esempi
  • Anonimo scrive:
    Re: GRAZIE GIUDICE, DAVVERO GRAZIE!
    Che poi il giudice considerati i fatti ha dimostrato che la salunga avendo stabilito che i linari devono soffrire. E' quasi probabile che abbia sentenziato in videoconferenza su un IS5 e sul desktop una strage di pinguini. E' trooooppo avanti il giudice. M$ standing still bellissima e immensa.
  • Mechano scrive:
    Re: di fatto
    - Scritto da: Anonimo
    Linux è un ottimo sistema operativo
    (o meglio mi verrebbe da dire che è
    un ottima filosofia operativa...) ma dietro
    di lui ci sono cmq degli interessi
    economici; questo lo rende dal punto di
    vista legale un SO come tutti gli altri che
    non può stare al di sopra delle
    leggi, quindi la tua affermazione è
    quantomeno discutibile.Niente di piu' falso!Linux e tutto il software libero sono un PATRIMONIO DELL'UMANITA', esattamente come gli scritti di filosofi e le composizioni di grandi musicisti del passato, come pitture e sculture dentro le chiese. Nessuno nella storia si e' mai sognato di far pagare per vedere la cappella sistina, e i costi dei biglietti per le visite a certe opere non sono a scopo di lucro ma per recupero spese di restauro e strutture di accoglienza.Non ci sono interessi economici dietro le distribuzioni libere di GNU/Linux, ci sono un bel po' di sanguisughe che ci girano intorno, e molti nemici che lo vorrebbero far sparire, ma successe a tanti nella storia, Galileo Galilei fu obbligato all'obiura, e anche Freud fu sbeffeggiato e satireggiato, ma sappiamo quanto siano grandi e le loro opere non sono coperte da copyright e non si paga che un onesto prezzo sui supporti per poterne fruire, cosi' come costa il biglietto di un museo poter appressare altre opere dell'ingegno.E Linux come tutte queste opere costa il tempo di un download o quello di una rivista in edicola.E solo chi necessita di servizi particolari paga per comprarne una distribuzione completa di tutti i fronzoli e l'assistenza.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
  • Mechano scrive:
    Re: di fatto
    - Scritto da: Anonimo
    infatti il processo non è a carico di
    Linux, ma di Lindows, esattamente come i
    processi sono a carico di MS e non tanto di
    Windows...se chi vende Linux viola le regole
    è giusto che venga processato...Si ma quale regola ha violato Lindows?Anche se hanno giocato su una somiglianza, e' piu' un nome di fantasia ed ha maggior diritto di esistere Lindows che non Windows, soprattutto nei paesi anglofoni dove Windows e' una parola comune che non avrebbe dovuto essere accettata per la registrazione un marchio.--Ciao. Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Non del tutto sbagliato...
    - Scritto da: Shurizen
    Io penso che quelli di Lindows se la siano
    cercata dall'inizio... Non lo potevano
    chiamare in una maniera diversa, con un nome
    che fosse anche più bello? Con la
    fama di M$, quel nome significa guai
    dall'inizio!Daccordissimo che abbiano giocato col nome.Ma formalmente, ha piu' le sembianze di un vero marchio nonche' nome di fantasia Lindows, che non Windows, specialmente nei paesi anglofoni, per ovvi motivi. Finestre, come Farfalle, come Ciufoli, come Cazzi acidi non puo' diventare un marchio registrato.E li e' sempre e solo colpa delle istituzioni corrotte che gli anni scorsi hanno accettato e registrato il marchio Windows.Motivo per cui le proteste e relative procedure legali tra i marchi Lindows e Windows siano invece passate nei paesi europei e comunque non anglofoni.Hai mai visto un tentativo di citare Lindows da parte di M$, andato a buon fine in Inghilterra, Nuova Zelanda, Australia, Hong Kong, Singapore, e paesi anglofoni del medio-oriente o sud-est asiatico o in Sudafrica? Manco negli USA gli hanno dato ragione.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
  • Mechano scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    - Scritto da: eagleone
    A grandi linee preferirei un Toshiba,
    però anche altre marche mi andrebbero
    bene, ne vorrei uno però con una
    scheda video con memoria dedicata.Ti piacciono gli Olidata?Hanno un display splendido, sicuramente migliore di marche ben piu' importanti. L'unica rogna e' che quasi tutti i modelli non hanno piu' il floppy. C'e' l'assistenza capillare in tutta Italia essendo un marchio italiano.Nei negozi non vendono i portatili senza Windoze, ma se lo ordini tramite tutti i suoi rivenditori appositamente per Linux, c'e' una persona in Olidata che ti testa una Suse recente e poi te lo riformattano e te lo spediscono vuoto. Ovviamente ti dicono che non ti possono certificare il buon funzionamento di tutto l'hardware (specie i win modem o il firewire), pero' e' possibile. Se vai nel sito Olidata o li contatti sono molto cortesi e ti daranno l'elenco di tutti i loro rivenditori.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
  • Anonimo scrive:
    Re: GRAZIE GIUDICE, DAVVERO GRAZIE!
    - Scritto da: Anonimo
    Ecco il senso: c'è stato un giudice
    americano che ha deciso quali processi sono
    legittimi in Europa, indipendentemente dagli
    attori.
    Non è difficile.Perché, se anche avesse deciso che non sono legittimi, cosa poteva fare?
  • Anonimo scrive:
    Re: stronzate
    - Scritto da: Anonimo
    Ascolta amico mio

    Se VUOI un pc senza OS, lo trovi. SE LO
    VUOI, lo trovi. Ovvio che se vai da
    Mediaworld e chiedi un pc che riporta "CON
    WINDOWS PREINSTALLATO" non te lo levano. Non
    ti va bene? Vai altrove, ci sono centinaia
    di negozi ovunque.Mi spieghi perche' non me lo devono levare se c'e' scritto nel contratto che se non ne accetto le condizioni il RIVENDITORE mi deve rimborsare?
    Il punto è che NESSUNO ti obbliga a
    usare Windows, a pagarlo, a "riceverlo con
    il PC". Se vuoi un sistema nudo e crudo su
    cui installare quello che ti pare, LO TROVI
    ECCOME.Se vuoi un assemblataccio sotto casa lo trovi sicuramente. Ma se a me dovesse piacere un computer di marca visto in un centro commerciale e non mi serve Win perche' non mi si deve togliere dato che ci sono altri sistemi operativi che funzionano comunque bene?Ed i portatili? Tu riesci a trovarmene uno senza Win? Saccente!
  • Shurizen scrive:
    Non del tutto sbagliato...
    Fermo restando che:1- Un giudice americano non DEVE avere ALCUNA influenza sull'UE, soprattutto in casi che si sovrappongono all'antitrust.2- Microsoft dovrebbe essere per legge obbligata a tacere, dopo le condanne che ha preso...Io penso che quelli di Lindows se la siano cercata dall'inizio... Non lo potevano chiamare in una maniera diversa, con un nome che fosse anche più bello? Con la fama di M$, quel nome significa guai dall'inizio!Un conto è chi Armani ci è nato, ma altri...
  • Anonimo scrive:
    Re: Comunque si dimentica che...
    No, fammi capire, se mi notificano un decreto ingiuntivo e propongo opposizione allora per non essere ipocrita etc. etc allora dovrei smettere di recuperare giudizialmente i miei crediti?!?!?Povera Italia, da Giustiniano in giu' si stanno rivoltando nella tomba....Gianluca
  • Anonimo scrive:
    Re: di fatto
    - Scritto da: Anonimo

    Linux è un ottimo sistema
    operativo

    (o meglio mi verrebbe da dire che
    è

    un ottima filosofia operativa...) ma
    dietro

    di lui ci sono cmq degli interessi

    economici; questo lo rende dal punto di

    vista legale un SO come tutti gli altri
    che

    non può stare al di sopra delle

    leggi, quindi la tua affermazione
    è

    quantomeno discutibile.

    Anche dietro acqua e aria ci sono interessi,
    nel senso che c'e' chi ti propone di
    comperare aria in bombole o lattine e idem
    per l'acqua, ma aria e acqua non hanno un
    padrone, al massimo qualcuno che si adopera
    per limitare il diritto altrui ad
    usufruirne.infatti il processo non è a carico di Linux, ma di Lindows, esattamente come i processi sono a carico di MS e non tanto di Windows...se chi vende Linux viola le regole è giusto che venga processato...
  • Anonimo scrive:
    Re: stronzate

    Se vuoi un sistema nudo e crudo su
    cui installare quello che ti pare, LO TROVI
    ECCOME.

    Informati, poi ne riparliamo.Si ma lui ha chiesto dove trovarlo, se non hai da passare info che gli rispondi a fare? Vuoi sottintendere che tu con la tua superiore intelligenza sai benissimo dove andare a cercarlo ma che lui non merita di venirne messo al corrente? Ma che ci guadagni a parte la figura meschina?
  • Anonimo scrive:
    Re: di fatto

    Linux è un ottimo sistema operativo
    (o meglio mi verrebbe da dire che è
    un ottima filosofia operativa...) ma dietro
    di lui ci sono cmq degli interessi
    economici; questo lo rende dal punto di
    vista legale un SO come tutti gli altri che
    non può stare al di sopra delle
    leggi, quindi la tua affermazione è
    quantomeno discutibile.Anche dietro acqua e aria ci sono interessi, nel senso che c'e' chi ti propone di comperare aria in bombole o lattine e idem per l'acqua, ma aria e acqua non hanno un padrone, al massimo qualcuno che si adopera per limitare il diritto altrui ad usufruirne.
  • Anonimo scrive:
    Re: di fatto
    - Scritto da: Anonimo
    Linux e' PATRIMONIO DELL'UMANITA'
    e come tale dovrebbe venire difeso e
    protetto in qualunque tribunale.Linux è un ottimo sistema operativo (o meglio mi verrebbe da dire che è un ottima filosofia operativa...) ma dietro di lui ci sono cmq degli interessi economici; questo lo rende dal punto di vista legale un SO come tutti gli altri che non può stare al di sopra delle leggi, quindi la tua affermazione è quantomeno discutibile.
  • eagleone scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    - Scritto da: Anonimo
    Colgo volentieri l'ironia del tuo post ma
    disgraziatamente non ho tempo neanche io di
    sbattermi per terze persone. Premesso che
    non sono un negoziante e premesso che non
    sono un intenditore di portatili, ti riporto
    un intervento di un utente che ha scrito
    poco fa:

    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=593952

    Buona ricerca.

    P.s.

    Se vuoi la pappa pronta, comprati quello che
    passa il convento. Sbattersi vuol dire
    trovare soluzioni. Non sbattersi e volere
    tutto subito significa scendere a
    compromessi.L'ironia del post era relativa in quanto, come ho detto, è veramente mio interesse aquistare un notebook "vuoto", comunque ho capito che alla fine hai parlato più per sparare sentenze che altro visto che "sul dove" aquistare un portatile senza installato un sistema operativo ne sai quanto e forse anche meno di me (e di altri).Per cui se è vero che "si fa prima a parlare senza sapere un cazzo", come dici tu, se alla fine non sai neanche tu dove prenderli quei computer e mi devi linkare il post di un'altro, che cazzo parli a fare?! :DQuesto senza cattiveria :), è solo una deduzione dei fatti. ;)O almeno, penso che che tu sia lo stesso del post a cui ho risposto, visto che in questo forum spesso non è facile identificare chi scrive, comunque il post dell'altro amico mi interessa relativamente perchè io "non voglio un sistema operativo installato", nemmeno SuSE.Ti ringrazio comunque per la risposta, cordiali saluti.Eagleone
  • Anonimo scrive:
    Comunque si dimentica che...
    Premessa tutto quello che segue è un vago ricordo di un "vekkio" articolo letto qui su P.I. e sono in procinto di andare a lavorare, quindi nn ho tempo pe documentare questo messagio; se qualke animna pia vorrà farlo gliene sarò grato./Premessa.Alla stessa M$ è stata fatta causa (da nn mi ricordo chi) per lo stesso motivo ma, perchè iss è ricco e putent, la M$ nn ha nemmeno voluto sentire.... addirittura controquerelando (se non ricordo male).Ora nn so se la causa è attualmente in atto (cmq è recente) Ma il punto è che l'ipocrisia e la falsità delle leggi nn è cosa nuova , La legge è uguale per tutti, i giudici no.....(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    Colgo volentieri l'ironia del tuo post ma disgraziatamente non ho tempo neanche io di sbattermi per terze persone. Premesso che non sono un negoziante e premesso che non sono un intenditore di portatili, ti riporto un intervento di un utente che ha scrito poco fa:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=593952Buona ricerca.P.s.Se vuoi la pappa pronta, comprati quello che passa il convento. Sbattersi vuol dire trovare soluzioni. Non sbattersi e volere tutto subito significa scendere a compromessi.
  • Anonimo scrive:
    stronzate
    Ascolta amico mioSe VUOI un pc senza OS, lo trovi. SE LO VUOI, lo trovi. Ovvio che se vai da Mediaworld e chiedi un pc che riporta "CON WINDOWS PREINSTALLATO" non te lo levano. Non ti va bene? Vai altrove, ci sono centinaia di negozi ovunque.Il punto è che NESSUNO ti obbliga a usare Windows, a pagarlo, a "riceverlo con il PC". Se vuoi un sistema nudo e crudo su cui installare quello che ti pare, LO TROVI ECCOME.Informati, poi ne riparliamo.
  • Anonimo scrive:
    Re: io la so diversamente
    Interessante, mi sai indicare la fonte della notizia (meglio ancora un link al testo del provvedimento)?Gianluca
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me

    ..va bene caro linux tu sei intoccabile e ms
    e' da affondare..Microsoft non deve essere distrutta, ma non c'e' dubbio che Linux appartenga a tutti, lo usano i capitalisti americani e i comunisti cinesi, non solo, grazie alla filosogfia GNU questi acerrimi nemici COLLABORANO. Allora forse Linux e GNU rappresentano qualcosa di piu' di un software non credi? Poi tu puoi bere birra e un altro vino, ma se qualcuno cerca di avvelenare l'acquedotto cosa fai? stai a guardare?
  • Anonimo scrive:
    io la so diversamente
    ...e non è certo storia nuova, è già più di una settimana che si sa:il giudice ha stabilito che la m$ gli può anche andare contro negli altri stati, ma così facendop perderebbe la possibilità di andare in appello negli usa...quindi, non mi pare tanto che la m$ ci guadagni...
  • Anonimo scrive:
    Re: di fatto

    anche quando infrange le leggi?
    Linux e' un OS, e va tutelato come qualsiasi
    altro OS.Come se la clinica Villa Pisquano specializzata in aborti intentasse una causa contro la Crocerossa. Me lo vedo il magistrato che sospende l'attivita' della Crocerossa perche' lui deve decidere nel merito. Ma io dico, se proprio uno muore dalla voglia di finire sui giornali, perche' non si limita ad ammazzare la moglie come fanno tutti?Ad ogni modo trovo il nome Lindows di estremo cattivo gusto e inoltre considerato che il salto dalla finestra ha prodotto delle vere e proprie stragi, io avrei optato come minimo per un nome che invitasse ad usare la porta. Lo so, non e' un'idea rivoluzionaria, ma si vive piu' a lungo.
  • Anonimo scrive:
    Re: GRAZIE GIUDICE, DAVVERO GRAZIE!
    - Scritto da: Anonimo


    Scusa, fammi capire....è legittima la
    causa europea contro Microsoft ma non quella
    di Microsoft contro Lindows?

    Secondo voi sono legittime solo le cause
    contro Microsoft, mi pare di capire.Ecco il senso: c'è stato un giudice americano che ha deciso quali processi sono legittimi in Europa, indipendentemente dagli attori.Non è difficile.Tit.
  • Anonimo scrive:
    Mike Row Soft insegna ...
    O ti compero o ti faccio la guerra.....:@
  • Anonimo scrive:
    Re: cretinate superatemi
    - Scritto da: Anonimo





    Informarsi no?

    Non sai nulla degli episodi e delle
    storie

    per farselo rifondare?

    Non sai nulla del fatto che se compri
    un PC

    completo te lo appioppano cmq e lo
    paghi lo

    stesso anche se non lo vuoi?



    Quello che non sa un cazzo sei tu! (e

    infatti ti sei subito sbrigato a farcelo

    capire)

    Veramente conosco aziende e negozi che, se
    lo chiedi, ti assemblano un PC e te lo
    vendono senza Windowsmi intrometto x citarne solo alcune:www.pcworld.it, www.bow.it, www.drako.it, www.chl.it........computer discount (stazione genova a milano), fiordaliso (ipercoop di milano) li vende con suse preinstallato (anche alcuni portatili)...volete che continuo??.... Il problema è
    un altro: 1 utente su 100 lo vuole senza
    Windows, diciamo che molti chiedono se non
    si può avere una copia per evitare di
    pagarlo...
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    - Scritto da: Anonimo
    Ma non diciamo cazzate. Vuoi un PC senza
    dentro il sistema operativo? Ne trovi, ne
    trovi. Certo se vai da Mediaworld e non hai
    tempo e voglia di sbatterti allora prendi
    quello che passa il convento. Ti hanno per
    caso obbligato a prendere un PC con Windows,
    l'ultima volta che hai messo piede in un
    negozio di informatica? Ecco, appunto. Vuoi
    un PC senza Windows? Cerca e lo troverai.
    Solo che si fa prima a parlare senza sapere
    un cazzo, vero?VERO!e poi questa storia giustifica ogni stronz*** sparata contro MS...Ogni causa contro ms e giusta (anzi ricopio da 1 post di questa notizia: le cause contro ms sono 1 dovere morale)... e ancora: linux e' 1 patrimonio mondiale e andrebbe difeso come tale......va bene caro linux tu sei intoccabile e ms e' da affondare..su smettetela di frullare con le vostre fedi su linux e siate obiettivi!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: di fatto
    - Scritto da: Anonimo
    Linux e' PATRIMONIO DELL'UMANITA'
    e come tale dovrebbe venire difeso e
    protetto in qualunque tribunale.anche quando infrange le leggi?Linux e' un OS, e va tutelato come qualsiasi altro OS.

    Certo non c'e' il bollino blu di qualche
    stupida e inutile organizzazione mondiale,
    ma come si puo' negare l'evidenza e magari
    pretendere rispetto?ci manca solo il bollino blu delle banane :(
  • Anonimo scrive:
    di fatto
    Linux e' PATRIMONIO DELL'UMANITA'e come tale dovrebbe venire difeso e protetto in qualunque tribunale.Certo non c'e' il bollino blu di qualche stupida e inutile organizzazione mondiale, ma come si puo' negare l'evidenza e magari pretendere rispetto?
  • Anonimo scrive:
    Re: GRAZIE GIUDICE, DAVVERO GRAZIE!
    no...le cause contro microsoft sono un dovere morale!
  • Anonimo scrive:
    Re: GRAZIE GIUDICE, DAVVERO GRAZIE!
    - Scritto da: Anonimo
    Ringraziamo per averci tenuto in
    considerazione.
    Sa, l'Europa non conta niente e ciò
    che dobbiamo fare deve essere guidato dalla
    Vostra illuminata saggezza.
    Non sia mai detto che noi possiamo agire in
    piena autonomia e indipendenza, mai faremmo
    uno sgarbo di tale levatura a Lor Signori.
    E già che ci siamo, per inciso,
    quando arriva l'ora in cui potrò
    andare al cesso? Sa, ho un bisogno
    impellente, ma mai e poi mai vorrei
    contravvenire alle direttive americane.
    E dove posso riporre il frutto del
    metabolismo?
    Forse sulla Statua della Libertà
    può farvi riflettere?

    Con *immutata* stima.

    Tit.Scusa, fammi capire....è legittima la causa europea contro Microsoft ma non quella di Microsoft contro Lindows?Secondo voi sono legittime solo le cause contro Microsoft, mi pare di capire.
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    - Scritto da: Anonimo
    Certo.....soprattutto i portatili, basta un
    attimo per trovarli senza sistema operativo
    installato.... gaggioNon soprattutto, ma SOLO i portatili. I desktop si trovano da qualsiasi assemblatore.
  • Anonimo scrive:
    Re: cretinate superatemi


    Informarsi no?
    Non sai nulla degli episodi e delle storie
    per farselo rifondare?
    Non sai nulla del fatto che se compri un PC
    completo te lo appioppano cmq e lo paghi lo
    stesso anche se non lo vuoi?

    Quello che non sa un cazzo sei tu! (e
    infatti ti sei subito sbrigato a farcelo
    capire)Veramente conosco aziende e negozi che, se lo chiedi, ti assemblano un PC e te lo vendono senza Windows. Il problema è un altro: 1 utente su 100 lo vuole senza Windows, diciamo che molti chiedono se non si può avere una copia per evitare di pagarlo...
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    Tu gli hai risposto meglio:DSXM
  • Anonimo scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    Certo.....soprattutto i portatili, basta un attimo per trovarli senza sistema operativo installato.... gaggio
  • Alessandrox scrive:
    Senti chi parla.....
    La Microsoft si serve di Stacy Drake come portavoce?Dovrebbe essere censurato o cambiare cognome!E' chiaramente troppo simile a ManDrake
  • eagleone scrive:
    Re: luoghi comuni venite a me
    - Scritto da: Anonimo
    Ma non diciamo cazzate. Vuoi un PC senza
    dentro il sistema operativo? Ne trovi, ne
    trovi. Certo se vai da Mediaworld e non hai
    tempo e voglia di sbatterti allora prendi
    quello che passa il convento. Ti hanno per
    caso obbligato a prendere un PC con Windows,
    l'ultima volta che hai messo piede in un
    negozio di informatica? Ecco, appunto. Vuoi
    un PC senza Windows? Cerca e lo troverai.
    Solo che si fa prima a parlare senza sapere
    un cazzo, vero?Ascolta, vorrei chiederti un piacere :), penso di avere trovato la persona giusta, tra pochi mesi vorrei aquistare un notebook e voglio incominciare a "guardarmi in giro" ;), ne vorrei uno con un Centrino (tecnologia adesso completamente supportata anche per Linux), però non me ne frega un cazzo di avere Windows preinstallato perchè non uso questo sistema operativo e non mi piace (con tutto il rispetto per chi gli piace, intendiamoci! :)), preciso che il computer mi serve vuoto perchè voglio installarci una distribuzione Linux.A grandi linee preferirei un Toshiba, però anche altre marche mi andrebbero bene, ne vorrei uno però con una scheda video con memoria dedicata.Ti interpello anche perchè non ho molto tempo a disposizione, per questo non posso sbattermi in 50.000 posti a cercarlo, e tantomeno andare a litigare con commessi o titolari di negozi per farmi rimborsare il sistema operativo, mi sapresti dire in zona Milano, Lombardia Ovest o Piemonte Est dove trovare dei notebook senza sistema operativo preinstallato?Sicuro che mi darai qualche buona dritta ti ringrazio anticipatamente! :)Eagleone
  • Anonimo scrive:
    cretinate superatemi
    - Scritto da: Anonimo
    Ma non diciamo cazzate. Vuoi un PC senza
    dentro il sistema operativo? Ne trovi, ne
    trovi. Certo se vai da Mediaworld e non hai
    tempo e voglia di sbatterti allora prendi
    quello che passa il convento. Ti hanno per
    caso obbligato a prendere un PC con Windows,
    l'ultima volta che hai messo piede in un
    negozio di informatica? Ecco, appunto. Vuoi
    un PC senza Windows? Cerca e lo troverai.
    Solo che si fa prima a parlare senza sapere
    un cazzo, vero?Informarsi no?Non sai nulla degli episodi e delle storie per farselo rifondare?Non sai nulla del fatto che se compri un PC completo te lo appioppano cmq e lo paghi lo stesso anche se non lo vuoi?Quello che non sa un cazzo sei tu! (e infatti ti sei subito sbrigato a farcelo capire)
  • Anonimo scrive:
    luoghi comuni venite a me
    Ma non diciamo cazzate. Vuoi un PC senza dentro il sistema operativo? Ne trovi, ne trovi. Certo se vai da Mediaworld e non hai tempo e voglia di sbatterti allora prendi quello che passa il convento. Ti hanno per caso obbligato a prendere un PC con Windows, l'ultima volta che hai messo piede in un negozio di informatica? Ecco, appunto. Vuoi un PC senza Windows? Cerca e lo troverai. Solo che si fa prima a parlare senza sapere un cazzo, vero?
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora
    - Scritto da: Anonimo
    Con tutto il male che si può volere a
    M$, Lindows è una porcata.E a te che t'impippa? Ti obbligano a usarlo? Te lo mettono preinstallato?Tit.
  • Anonimo scrive:
    GRAZIE GIUDICE, DAVVERO GRAZIE!
    Ringraziamo per averci tenuto in considerazione.Sa, l'Europa non conta niente e ciò che dobbiamo fare deve essere guidato dalla Vostra illuminata saggezza.Non sia mai detto che noi possiamo agire in piena autonomia e indipendenza, mai faremmo uno sgarbo di tale levatura a Lor Signori.E già che ci siamo, per inciso, quando arriva l'ora in cui potrò andare al cesso? Sa, ho un bisogno impellente, ma mai e poi mai vorrei contravvenire alle direttive americane.E dove posso riporre il frutto del metabolismo?Forse sulla Statua della Libertà può farvi riflettere?Con *immutata* stima.Tit.
  • Anonimo scrive:
    Era ora
    Con tutto il male che si può volere a M$, Lindows è una porcata.
Chiudi i commenti