Leonardo di Caprio e le fuoriserie elettriche

L'attore, già noto per il suo impegno ambientalista, fonda assieme a dei soci una squadra per gareggiare in Formula E già dal prossimo anno

leonardo di caprio e il team venturi gran prix Roma – L’attore Leonardo Di Caprio entra nel mondo delle corse automobilistiche: noto al pubblico per il suo impegno ambientalista, dimostrato anche guidando autovetture ibride tra i primi ad Hollywood, ora è entrato in società con la nota casa produttrice di vetture elettriche Venturi per gareggiare nella nuova Formula E varata dalla FIA per le gare tra monoposto con motore ecologico. La neonata Venturi Gran Prix Formula E farà base nel Principato di Monaco, e prenderà parte sin dal prossimo anno al calendario di 10 gare previste per la serie.

L’obiettivo di Di Caprio, al contrario di altri suoi colleghi più corsaioli , non è strettamente legato alla vittoria di qualche gara o del campionato: lo scopo del divo è quello di dare risalto alla vocazione all’efficienza ed ecologia incarnata dalle monoposto di Formula E , che saranno spinte da motori elettrici ma saranno a tutti gli effetti delle vere fuoriserie con prestazioni da brivido (la velocità di punta dovrebbe assestarsi sui 230km/h). I partner di Leonardo in questa avventura, i costruttori delle automobili Vetturi, sono ad esempio detentori del record di velocità su strada per vettura elettrica: 495 chilometri all’ora, un numero impressionante fatto registrare da un prototipo da 3mila cavalli denominato VBB-3.

La griglia di partenza del prossimo campionato Formula E comprende a questo punto ben 10 squadre: oltre alla citata Venturi ci sono due team statunitensi (Andretti e Dragon), due team britannici (Drayson e Virgin), il team tedesco Audi, il team giapponese Super Aguri, e quindi un team a testa per India (Mahindra), Francia (e.dams) e Cina (China Racing). Alcuni sono nomi celebri nel mondo delle corse , che fanno ben presagire per il prosieguo e la spettacolarità degli eventi: nel 2014 tutti correranno con vetture pressoché identiche, modellate su un prototipo definito dalla stessa organizzazione ( sviluppato con Renault, McLaren, Qualcomm e Dallara), ma già dalla seconda stagione 2015-2016 le squadre saranno invitate a presentare le proprie monoposto sulla falsa riga di quanto già accade ad esempio in Formula 1. Venturi ha già annunciato di essere intenzionata a sviluppare almeno un proprio propulsore, derivandolo da quello della già citata VBB-3.

Leonardo Di Caprio sarà uno dei testimonial più visibili di questo movimento che ruota attorno alla Formula E. Le gare si svolgeranno probabilmente tutte su circuiti cittadini, niente autodromi, dunque saranno un’ottima vetrina per la tecnologia delle auto elettriche: la speranza dell’attore è di promuovere l’adozione su larga scala di questo tipo di propulsori , che uniti a fonti di energia rinnovabili potrebbero contribuire decisamente all’abbattimento dell’inquinamento atmosferico e sonoro causato dal traffico su gomma.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marcos scrive:
    come il film terminator
    come il film terminatorle macchine occuperanno il pianeta e scomparira la vita sulla terrala razza umana diventerà un giocattolo usa e getta nelle mani dei robot super intelligentiper merito dei deficenti malati di telefonino(causa principale del cancro) - (andate a disintossicarvi)
  • tucumcari scrive:
    TCP/IP
    Questo pezzo dice che nel 1993/1994 i pionieri dovevano affrontare una serie di problemi di interoperatività, e... tira fuori propro il protocollo TCP/IP, una delle poche cose che erano già standard all'epoca! Complimenti!(rotfl)(rotfl)
    • krane scrive:
      Re: TCP/IP
      - Scritto da: tucumcari
      Questo pezzo dice che nel 1993/1994 i pionieri
      dovevano affrontare una serie di problemi di
      interoperatività, e... tira fuori propro il
      protocollo TCP/IP, una delle poche cose che erano
      già standard all'epoca!
      Complimenti!
      (rotfl)(rotfl)Vediamo chi l'ha scritto... Ah, ecco si spiega tutto.
      • frottolo scrive:
        Re: TCP/IP
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: tucumcari

        Questo pezzo dice che nel 1993/1994 i
        pionieri

        dovevano affrontare una serie di problemi di

        interoperatività, e... tira fuori propro il

        protocollo TCP/IP, una delle poche cose che
        erano

        già standard all'epoca!


        Complimenti!

        (rotfl)(rotfl)

        Vediamo chi l'ha scritto... Ah, ecco si spiega
        tutto.hahahah[img]http://c.punto-informatico.it/l/community/avatar/88f259036644425cb77e2ff78fbb3856/Avatar.gif[/img]hahahah
    • tucumcari scrive:
      Re: TCP/IP
      - Scritto da: tucumcari
      Questo pezzo dice che nel 1993/1994 i pionieri
      dovevano affrontare una serie di problemi di
      interoperatività, e... tira fuori propro il
      protocollo TCP/IP, una delle poche cose che erano
      già standard all'epoca!

      Complimenti!
      (rotfl)(rotfl)Quali pionieri?
    • vituzzo scrive:
      Re: TCP/IP
      Giusto per dare un po' di contesto, l'RFC 675 è del dicembre 1974:http://tools.ietf.org/html/rfc675Nel primo gennaio 1983 la migrazione da ARPANET a TCP/IP era completata:http://en.wikipedia.org/wiki/Internet_protocol_suite#Specification
      • tucumcari scrive:
        Re: TCP/IP
        - Scritto da: vituzzo
        Giusto per dare un po' di contesto, l'RFC 675 è
        del dicembre
        1974:
        http://tools.ietf.org/html/rfc675

        Nel primo gennaio 1983 la migrazione da ARPANET a
        TCP/IP era
        completata:
        http://en.wikipedia.org/wiki/Internet_protocol_suiInternet nel 1993/94 era giovane, ma non era così giovane come vuol far credere l'articolista. Secondo me parla solo del www, quello si era nato da poco nel 1993...
        • vituzzo scrive:
          Re: TCP/IP
          Ok se parliamo del World Wide Web si chiarisce tutto e si capisce anche la tempistica.
          • Leguleio scrive:
            Re: TCP/IP
            - Scritto da: vituzzo
            Ok se parliamo del World Wide Web si chiarisce
            tutto e si capisce anche la
            tempistica.forse è meglio dire che si parla di HTTP il www è una cosa diversa e riguarda HTML e "acXXXXXri vari" ovvero il funzionamento standard dei browsers e dei server (applicazioni) e tendenzialmente se ne occupa il W3C (di questo tipo di standard) mentre HTTP è un protocollo e gli standard (RFC) li scrive IETF.Tra le 2 cose c'è parecchia differenza.
    • tucumcari scrive:
      Re: TCP/IP
      - Scritto da: tucumcari
      Questo pezzo dice che nel 1993/1994 i pionieri
      dovevano affrontare una serie di problemi di
      interoperatività, e... tira fuori propro il
      protocollo TCP/IP, una delle poche cose che erano
      già standard all'epoca!

      Complimenti!
      (rotfl)(rotfl)ma se rileggi meglio l'articolo vedrai che ti sei immaginato la correlazione tra le due cose.
      • tucumcari scrive:
        Re: TCP/IP
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: tucumcari

        Questo pezzo dice che nel 1993/1994 i pionieri

        dovevano affrontare una serie di problemi di

        interoperatività, e... tira fuori propro il

        protocollo TCP/IP, una delle poche cose che
        erano

        già standard all'epoca!



        Complimenti!

        (rotfl)(rotfl)

        ma se rileggi meglio l'articolo vedrai che ti sei
        immaginato la correlazione tra le due
        cose.E tu ti sei immaginato di essere tucumcari! (rotfl)(rotfl)
    • ... scrive:
      Re: TCP/IP
      - Scritto da: tucumcari
      Questo pezzo dice che nel 1993/1994 i pionieri
      dovevano affrontare una serie di problemi di
      interoperatività, e... tira fuori propro il
      protocollo TCP/IP, una delle poche cose che erano
      già standard all'epoca!

      Complimenti!
      (rotfl)(rotfl)[img]http://static1.wikia.nocookie.net/__cb20071110053416/nonciclopedia/images/7/73/Canebd.jpg[/img]
Chiudi i commenti