Lettera aperta al ministro Stanca

Tra le mail giunte in redazione riguardanti le ultime iniziative del Dipartimento all'Innovazione ne pubblichiamo una che propone delle alternative all'invio alle famiglie italiane di un libretto informativo sulla Società dell'Informazione


Roma – Egr. Ministro Stanca, mi chiamo Enrico Rubboli, ho letto della sua iniziativa “L’innovazione digitale per le Famiglie” dal sito internet del Dipartimento ed ho appreso dal comunicato stampa che sta preparando l’invio di questo libretto informativo in forma cartacea a 16 milioni di famiglie italiane. Le chiedo cortesemente di risparmiare l’invio di questo materiale cartaceo al mio indirizzo e di destinare il denaro risparmiato a computer per le scuole, che, molto spesso ancora non hanno a disposizione sale informatiche oppure sono costrette ad utilizzare computer obsoleti ed a lavorare in condizioni precarie.

Vorrei ricordarle che molte scuole, così come molti cittadini, vivono in zone non ancora coperte dai servizi di ADSL creando quindi cittadini e scuole di serie A e serie B. Immagino che già sia a conoscenza di questo visto che il suo ministero ha finanziato il progetto http://www.osservatoriobandalarga.it/ sul cui sito può leggere l’analisi dello stato italiano, ed in particolare il fatto che la copertura attuale è intorno al 86% contro la copertura del 100% di altri paesi come Belgio, Svizzera, Germania, Olanda ecc..

Per quanto riguarda i moduli di auto apprendimento informatico per gli studenti (MAIS) che sono pubblicizzati nel libretto, credo che si sarebbero dovuti realizzare conformemente alle specifiche WAI per
l’accessibilità in modo da non discriminarne l’uso ad utenti disagiati. Inoltre, sarebbe stato opportuno adottare nelle esercitazioni strumenti software liberi e non costosi software proprietari, in modo che chiunque avrebbe potuto trarre benefici dall’iniziativa indipendentemente dalla quantità di denaro spesa in strumenti informatici. Vorrei farle presente che esiste un’alternativa libera e gratuita chiamata Open Office che utilizza formati aperti ed è installabile su diversi sistemi operativi (e non limitata ai soli sistemi Microsoft).

Chiudo questo messaggio ricordandole alcune parole di Henry Ford: “C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti”.

Cordiali Saluti,
Enrico Rubboli

Gentile Enrico
giriamo la tua email al ministro Lucio Stanca che, va però ricordato, è stato il promotore della legge che porta il suo nome e che – anche se perfettibile come molte normative – è pensata proprio per garantire l’accessibilità delle risorse pubbliche in rete.
A presto, la redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maver scrive:
    risparmio energetico effetto serra
    8)Su questo sito mettono in vendita un dispositivo molto interessante che risolve più questioni contemporaneamente: www.standbystop.comCosticchia un po ma si ripaga risparmiando sulla bolletta energetica.Io lo comprato e funziona davvero avevo qualche dubbi a riguardo dei decoder ma funzionano bene quindi loggetto e promosso a pieni voti..
  • Anonimo scrive:
    io uso solo alogene.
    CDO
  • Anonimo scrive:
    Re: E il costo dei dispositivi rotti ?
    - Scritto da: Anonimo
    Facendo un rapido conto... 1 ora di utilizzo
    equivale a 40 giorni di standby, comprese le ore
    notturne durante le quali l'energia verrebbe
    comunque sprecata (con i metodi attuali di
    produzione).Di che "energia sprecata" vai parlando? Nessun produttore di energia "butta via" l'energia prodotta: gli impianti vengono regolati secondo la domanda e ci sono fior di tecnici che spendono il loro tempo a costruire la miglior previsione possibile per il consumo giornaliero, in modo da ottimizzare il piano di lavoro di ogni centrale.Ergo: se la rete chiede meno energia, se ne produce meno (riducendo la portata d'acqua dal bacino idroelettrico, o evitando di bruciare combustibili nelle termoelettriche).Comunque i danni da sovratensioni all'accensione sono decisamente meno probabili di quelli che patisce un apparato sempre acceso (in stand-by) se arriva nell'impianto di casa un disturbo dall'esterno (dalla rete elettrica principale, per guasto, temporale, errata manovra di impianti, ecc.) che riesca a superare le usuali protezioni d'impianto.Questo in normali condizioni d'uso...
  • Anonimo scrive:
    Argomenti a difesa dello stand-by
    Fino ad ora, in questo forum, ho letto roba di questo tipo:A: il consumo è irrilevanteB: è una funzione utile, evita i danni provocati dall'interruttore ON/OFFC: è una funzione utile, in standby un sacco (sic!) di apparecchi svolgono funzioni accessorieD: è una funzione comodaE: c'è ben altro a cui pensareF: è un cancro, ma il costo industriale per una riprogettazione del concetto sarebbe più elevato del risparmio ottenuto---Da semplice osservatore del fenomeno sociologico non entro nel merito del valore delle osservazioni, tuttavia vorrei far notare a chi si riconosce in queste tesi che non capisce una ma%%a di ingegneria ed economia...
    • Anonimo scrive:
      Re: Argomenti a difesa dello stand-by
      - Scritto da: Anonimo
      Fino ad ora, in questo forum, ho letto roba di
      questo tipo:Quoto e commento, visto che è comodo farlo con un riassunto...
      A: il consumo è irrilevantePoco o tanto, ma perchè ?!?!?
      B: è una funzione utile, evita i danni provocati
      dall'interruttore ON/OFFI casi sono 2:1) Il circuito principale è acceso, quindi i consumi non possono essere irrilevanti.2) Il circuito principale è spento, quindi l'ON/OFF, dannoso o meno che sia, c'è comunque...
      C: è una funzione utile, in standby un sacco
      (sic!) di apparecchi svolgono funzioni accessorieA parte un eventuale orologio interno, quali ?
      D: è una funzione comoda4 metri risparmiati fra la poltrona e il televisore ?
      E: c'è ben altro a cui pensareOttima argomentazione per non fare mai nulla...
      F: è un cancro, ma il costo industriale per una
      riprogettazione del concetto sarebbe più elevato
      del risparmio ottenutoBasta muovere i glutei per spegnere a mano le apparecchiature senza alcun costo industriale...Piuttosto mi chiedo un paio di altre cose... 1) Perchè molte apparecchiature hanno l'interruttore sul secondario invece che sul primario ? Questo, al pari dello stand-by, lascia il trasformatore in tensione aumentando i consumi e i rischi di un possibile corto-circuito.2) Perchè una qualsiasi sveglia a pile funziona per anni, mentre una sveglia alimentata a c.a. in caso di mancanza di alimentazione esaurisce la pila tampone in poche ore (tra l'altro spegnendo il display) ? Lo stesso dicasi per le segreterie telefoniche...
      • Fulmy(nato) scrive:
        Re: Argomenti a difesa dello stand-by
        - Scritto da: Anonimo
        1) Perchè molte apparecchiature hanno
        l'interruttore sul secondario invece che sul
        primario ? Questo, al pari dello stand-by, lascia
        il trasformatore in tensione aumentando i consumi
        e i rischi di un possibile corto-circuito.Potremmo parlare dei "piccoli ciaffi cazzuti" allora, quelli si che sono una vera fonte di sprechi, più dello standby.Come tutti sanno, si tratta della miriade di alimentatori di vario genere che ormai invadono case e uffici, tutti rigorosamente incompatibili tra di loro.Se si stabilisse uno standard, con al massimo tre o quattro diverse tensioni e un solo connettore per ciascuna tensione, credo si risolverebbero un po' di problemi.
  • Anonimo scrive:
    Scozzese senza frigo...
    Sapete perche uno Scozzese (o per i localpatrioti: Genovese) non compra mai un frigo?Perché ha paura che quando chiude la porta la lampadina dentro rimarrà comunque accesa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Scozzese senza frigo...
      - Scritto da: Anonimo
      Sapete perche uno Scozzese (o per i
      localpatrioti: Genovese) non compra mai un frigo?

      Perché ha paura che quando chiude la porta la
      lampadina dentro rimarrà comunque accesa...E' una stronzata (parafrasando Cambronne), conosco un sacco di scozzesi che comprano il frigo lo stesso ma che restituiscono la lampadina...
      • Anonimo scrive:
        Re: Scozzese senza frigo...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Sapete perche uno Scozzese (o per i

        localpatrioti: Genovese) non compra mai un
        frigo?



        Perché ha paura che quando chiude la porta la

        lampadina dentro rimarrà comunque accesa...

        E' una stronzata (parafrasando Cambronne),
        conosco un sacco di scozzesi che comprano il
        frigo lo stesso ma che restituiscono la
        lampadina...Ovviamente facendosi restituire il controvalore...Ma a parte questo, vi siete mai chiesti perchè hanno iniziato a costruire frigoriferi che era possibile aprire anche dall'interno ?
        • Fulmy(nato) scrive:
          Re: Scozzese senza frigo...
          - Scritto da: Anonimo
          Ovviamente facendosi restituire il controvalore...

          Ma a parte questo, vi siete mai chiesti perchè
          hanno iniziato a costruire frigoriferi che era
          possibile aprire anche dall'interno ?Perché ci sono stati scozzesi (e genovesi) che sono rimasti chiusi dentro nel tentativo di controllare se la lampadina si spegneva davvero?;)
  • Anonimo scrive:
    Re: E il costo dei dispositivi rotti ?

    Infine non dimentichiamoci il fatto piu'
    importante.(...)
    C'e' una sproporzione immane !Vediamo di capirci: se l'apparato consuma l'energia svolgendo la sua funzione, allora si può dire che "la spende bene" (non entro nel merito dei megawatt buttati nel cesso per il solo caso del litigio tra pappalardo e pappastami*chia a pappadomenicain...)Ma quando l'apparecchio è spento, NON svolge la sua funzione, quindi per definizione ogni suo consumo E' uno spreco.
    Ora dico... certamente anche una goccia e'
    importante.
    Ma finche' la somma di tutte (ma proprio TUTTE)
    le goccioline rimane insignificante rispetto al
    MARE degli sprechi, allora dovremmo rivolgere la
    nostra attenzione e sforzi verso altri problemi.
    Visto che per risolvere i problemi tempo e denaro
    sono risorse finite, impieghiamole al meglio.E' lo sport preferito dai mediterranei, non fare una cippa in quanto "c'è ben altro...".
    • Anonimo scrive:
      Re: E il costo dei dispositivi rotti ?

      Lo standby non e' affatto inutile.
      Per molti dispositivi e' una funzionalita' di
      sicurezza.
      Inoltre durante lo standby possono essere svolte
      diverse funzionalita' (ad esempio di DIAGNOSI o
      update).Bene. Fammi l'elenco delle apparecchiature di casa tua che fanno quello che dici tu.A casa mia nemmeno una.
      La capacita' per un dispositivo di rimanere
      "vigile" non e' solo comoda (perche' sempre
      "pronto all'uso")... per alcuni apparecchi e'
      essenziale.Attendo che tu dica che a casa tua hai un defibrillatore...
      (Pensa alla fiamma di *SICUREZZA* di una caldaia
      ;) )SICUREZZA!?!?!Quella che dici tu è la fiamma PILOTA, serve solo per innescare l'accensione della caldaia vera e propria.Non ha ALCUNA funzione di sicurezza, anzi...(la caldaia di casa mia ha ben 8 anni e non ha la fiamma pilota ma un accenditore piezoelettrico)
  • Anonimo scrive:
    In Italia ... Caterpillar
    In Italia la trasmissione radiofonica Caterpillar (in onda da lun a ven alle 18 su rai radio2) propone di consumare meno energia e tra le varie cose di spegnere lo stand-by.Per maggiori informazioni sull'iniziativa "mi illumino di meno" potete visitare il sito di Caterpillarhttp://www.radio.rai.it/radio2/caterueb2005/
    • Kheru scrive:
      Re: In Italia ... Caterpillar
      - Scritto da: Anonimo
      In Italia la trasmissione radiofonica Caterpillar
      (in onda da lun a ven alle 18 su rai radio2)
      propone di consumare meno energia e tra le varie
      cose di spegnere lo stand-by.eggià .. con sto freddo .. bisogna consumare meno corrente (stufette elettriche), consumare meno gas (acqua calda, riscaldamento, etc ), meno gasolio (teleriscaldamento) ... mah poi si schiatta dal freddo ... ma almeno si spreca meno ...lo sai che una stazione radio .. consuma di più di un led ? :P perché non la chiudiamo ... come anche la TV .. dopo quello che è successo in RAI domenica 22/set.Consumare meno un ca%%0 .. io pago quello che consumo se non ce la fanno a fornire un servizio (il gas dalla russia per il freddo) che si movessero il culo a investire nelle risorse energetiche alternative .. meno inquinanti e rinnovabili invece che rompere i cosiddetti nel "consumare meno" come se la gente .. consuma meno .. gratis :@
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia ... Caterpillar
      Grazie per la segnalazione... (lo scrivo giusto per pareggiare l'altro commento idiota: prima di dare la stura a vuote critiche da bar bisognerebbe informarsi)
  • Anonimo scrive:
    concorrenza... europeo... eh???
    "I portavoce dell'EST, tuttavia, ricordano che "sarà molto difficile raggiungere una soluzione di questo tipo senza incappare in una violazione delle norme dell'Unione Europea che salvaguardano la libertà di concorrenza sul mercato"ma che dicono?siamo sempre NOI che per adeguarci alle LORO norme produciamo in modo differente. quasi sempre (e questo è bello) hanno standard di sicurezza più alti perchè la loro popolazione ha a disposizione cose come le class action e può far vedere i sorci verdi ai produttori che ti causano danni alla salutead esempio le produzioni di materiali che non contengano nickel nella verniciatura sono standard se devi esportare verso gli usae pure per il cibo... avete visto la puntata di Report dove si trattava dell'olio? (vi prego di guardarla anche per vedere come si comporta il ministro Alemanno) ( qui: http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=93 e http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=158 )eppure per gli USA le etichette sono differentiinsomma... loro possono fare PARECCHIO di più quello che gli pare.contando poi che hanno una influenza incredibile sui nostri governi... ma che vogliono?
  • Anonimo scrive:
    Chicche su repubblica.it
    Dato che mi sembra ingiusto segnalare solo l'ignoranza di PI, con la chicca del lavoro espresso in W/s, volevo segnalare qualche chicca di repubblica sul medesimo argomento:http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scienza_e_tecnologia/standby/standby/standby.htmlPer repubblica un hi-fi acceso consuma in un anno 20 kWh. Questo fa un consumo medio pari a 2 Wh. Io non so dove repubblica trova hi-fi da 2 W di potenza :D :D Stessa cosa per i televisori. Una tv accesa per repubblica consuma circa 14 Wh :D :D Ora, io mi chiedo, come faccio a fidarmi di questi articoli quando è palese che vengono sparate cifre a caso?Vedi anche thread più sotto sulla potenza di un aereo. Questi buttano lì cifre che non sanno nemmeno cosa significano ma pretendono di "illuminarti" ogni volta su materie di cui non hanno idea.
    • skizzo scrive:
      Re: Chicche su repubblica.it
      Probabilmente si rifersicono al fatto che un apparecchio in standby consuma circa 2-4 W.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chicche su repubblica.it
        - Scritto da: skizzo
        Probabilmente si rifersicono al fatto che un
        apparecchio in standby consuma circa 2-4 W.Loro parlavano proprio di 20 kWh per un dispositivo acceso
    • Anonimo scrive:
      Re: Chicche su repubblica.it
      - Scritto da: Anonimo
      Per repubblica un hi-fi acceso consuma in un anno
      20 kWh. Questo fa un consumo medio pari a 2 Wh.
      Io non so dove repubblica trova hi-fi da 2 W di
      potenza :D :D E' evidente che nessuno tiene ACCESO un hi-fi per 365 giorni all'anno e 24 ore al giorno, giusto ? Ecco perchè è plausibilissimo che, mediamente, un hi-fi consumi 20 kWh/anno (es. hi-fi 150 W x 2,5 ore/settimana = 19,5 kWh/anno). Questo fa anche capire l'apparente assurdità del minore consumo dell'hi-fi acceso (20 kWh) rispetto al consumo per stand-by (60 kWh).

      Stessa cosa per i televisori. Una tv accesa per
      repubblica consuma circa 14 Wh :D :D Vedi sopra.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chicche su repubblica.it
      - Scritto da: Anonimo
      Dato che mi sembra ingiusto segnalare solo
      l'ignoranza di PI, con la chicca del lavoro
      espresso in W/s, volevo segnalare qualche chicca
      di repubblica sul medesimo argomento:
      http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scienza_e_
      Eh già chi non è un fisico nucleare come te è ignorante a priori. E dire che non la paghi nemmeno, la notizia di PI! Che ingratitudine...
      Ora, io mi chiedo, come faccio a fidarmi di
      questi articoli quando è palese che vengono
      sparate cifre a caso?
      Come fai a vivere in una società inesatta e non riconducibile a formule esatte? Ti suicidi? Chi sei per dire che le cifre sono sparate a caso?
      Vedi anche thread più sotto sulla potenza di un
      aereo. Questi buttano lì cifre che non sanno
      nemmeno cosa significano ma pretendono di
      "illuminarti" ogni volta su materie di cui non
      hanno idea.Quella degli aerei è stata detta dal governo britannico. Dio santo... che pignoleria acida... ma la vita sessuale come va? :)Nessuno pretende di illuminare. Probabilmente lo staff di PI ha solo svirgolato la definizione dei watt per ora. Suvvia, si tratta di un / al posto di un * !
      • Anonimo scrive:
        Re: Chicche su repubblica.it
        - Scritto da: Anonimo


        Eh già chi non è un fisico nucleare come te è
        ignorante a priori. Fisico nucleare? :s :s E' roba che alle superiori ti beccavi giustamente un tre in fisica se la dicevi. Facendo il dovuto paragone con la letteratura, misurare il lavoro in W/s è come dire che la Divina Commedia l'ha scritta il Petrarca. Ora è stato corretto, in ogni caso voleva essere un commento ironico, non certo acido.
        E dire che non la paghi
        nemmeno, la notizia di PI! Che ingratitudine...Scusa, e se anche è gratis non posso commentare certe chicche?
        Come fai a vivere in una società inesatta e non
        riconducibile a formule esatte? Ti suicidi? Chi
        sei per dire che le cifre sono sparate a caso?Si suppone che quando citi grandezze fisiche sai di ciò che stai parlando. Non confondi i metri con i kilometri, non misuri l'intensità di corrente elettrica in siemens, e via dicendo. In Italia sembra che si può sbagliare tranquillamente queste cose, tanto che differenza ci sarà mai tra W/s e Ws, mentre se non sai che Boito era uno scapigliato diventa una tragedia nazionale.Per il resto ovviamente ringrazio PI per la notizia, ipotizzo che sia stato un erore di battitura, anche se noto che questi erori avvengono un po' troppo frequentemente quando entra in gioco la fisica :) :)
  • ufo1 scrive:
    Riassunto delle puntate precedenti
    La questione ha un'aspetto...storico e motivato:Durante l'estate di non tempo fa, si inizia a "pompare" lo spropositato consumo energetico degli apparecchi stand by, ci si aggiunge "l'esoso" assorbimento dei... ventilatori (!) per finire (almeno questo è corretto) dell'avido assorbimento dei condizionatori.Dopo questa bella campagna informativa... zak un bell'aumento sulle bollette! L'energia costa!Ora si ritorna. Aggiungiamoci un Bin Laden che appare con le sue "minaccie" (post datate), che influisce stranamente sul trend petrolifero appena questo accenni a calare. Mettiamoci la Russia che ha freddo (strano d'inverno vero?), per cui il gas non arriva. Decreti per abassare la temperatura nelle case sui 18-19 °C (anche per quelli che usano legna? Sinceramente a me mi si gelano la punta delle dita a 18°C)Vuoi vedere che a breve avremo un bell'aumetno motivato in bolletta?
    • Anonimo scrive:
      Re: Riassunto delle puntate precedenti
      si si e' tutto un complotto giudaico-massonico per sfilarti i soldi di tasca, tranquillo non sei paranoico sono gli altri che complottano contro di te
  • eymerich scrive:
    Cagata pazzesca ...
    Querelle già vista in Italia ad opera dei vari beppegrilli ... si punta il dito contro un "nemico" (irrilevante, fra l'altro) per distogliere l'attenzione dai problemi veri ...Prima di pensare alle lucette ci sono 10.000 fonti di spreco, più importanti e tranquillamente eliminabili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cagata pazzesca ...

      Prima di pensare alle lucette Lucette?Mai guardato le targhette dei prodotti? Molti in "stand-by" consumano oltre i 10W. Quindi, ad esempio il tipico televisore sempre in attesa spreca all'anno oltre 90KWh. E ciò anche perchè NON sono progettati con attenzione per risparmiare in tale modalità.Moltiplica per quei cinquanta miglioni di elettrodomestici in stand-by che abbiamo quotidianamente in Italia e otterrati 4500 MWh di energia sprecata per la pigrizia di non premere il pulsante sull'apparecchio prima di sprofondare in poltrona.
      ci sono 10.000 fonti di spreco, più importanti e
      tranquillamente eliminabili.Altrettanto eliminabili e indolori degli stand-by spreconi? Quali, ad esempio?Ma anche se fosse, perchè non eliminare questo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Cagata pazzesca ...
        - Scritto da: Anonimo

        Prima di pensare alle lucette
        Lucette?
        Mai guardato le targhette dei prodotti? Molti in
        "stand-by" consumano oltre i 10W. Quindi, ad
        esempio il tipico televisore sempre in attesa
        spreca all'anno oltre 90KWh. E ciò anche
        perchè NON sono progettati con attenzione
        per risparmiare in tale modalità.
        Moltiplica per quei cinquanta miglioni di
        elettrodomestici in stand-by che abbiamo
        quotidianamente in Italia e otterrati 4500
        MWh di energia sprecata per la pigrizia di
        non premere il pulsante sull'apparecchio
        prima di sprofondare in poltrona.

        ci sono 10.000 fonti di spreco, più

        importanti e tranquillamente eliminabili.
        Altrettanto eliminabili e indolori degli stand-by
        spreconi? Quali, ad esempio?Ma che fine ha fatto quell'omino che a Portobello aveva presentato i trasformatori con autoritenuta ??? Quello si che era risparmio...
        Ma anche se fosse, perchè non eliminare questo?
        • soulista scrive:
          Re: Cagata pazzesca ...
          - Scritto da: Anonimo
          Ma che fine ha fatto quell'omino che a Portobello
          aveva presentato i trasformatori con autoritenuta
          ??? Quello si che era risparmio...sarà sul fondo del tirreno con due scarpe di cemento...
        • Anonimo scrive:
          Re: Cagata pazzesca ...
          - Scritto da: Anonimo
          Ma che fine ha fatto quell'omino che a Portobello
          aveva presentato i trasformatori con autoritenuta
          ??? Quello si che era risparmio...Scusa, puoi spiegare di cosa si trattava? Ho tentato una ricerca in Rete, ma senza risultati utiliGraziesyaochan@hotmail.com
      • ishitawa scrive:
        Re: Cagata pazzesca ...

        Ma anche se fosse, perchè non eliminare questo?perchè ormai la gente è abituata ad entrare in casa, prendere il telecomando e puf il tv si accende....e perchè in questi giorni di dibattiti, di ministri che dicono che va tutto bene, che occorre costruire centrali nuove, che bisogna risparmiare, di spot tv con ebeti che dannio testate ai frigoroferi, nessuno parla della cogenerazione mediante fotovoltaico?da anni funziona in germania e anche piu a nord !siamo 'o paese do sole o no? da noi dovrebbe funzionare alla grandema cosi l'enel ci perde qualche briciola e allora tutti zitti, ministri, giornalisti, tv.guai a far sapere al contadino.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Cagata pazzesca ...

          cogenerazione mediante fotovoltaico?Cosa c'entra la cogenerazione con il fotovoltaico?!?La prima è un modo più efficace di sfruttare i combustibili, il secondo un modo (ancora poco efficace) per ricavare energia elettrica dall'irraggiamento solare.
          • ishitawa scrive:
            Re: Cagata pazzesca ...
            - Scritto da: Anonimo

            cogenerazione mediante fotovoltaico?

            Cosa c'entra la cogenerazione con il
            fotovoltaico?!?

            La prima è un modo più efficace di sfruttare i
            combustibili, il secondo un modo (ancora poco
            efficace) per ricavare energia elettrica
            dall'irraggiamento solare.
            nel senso che da solo io con il mio fotovoltaico non riesco a generarmi tutta la corrente elettrica di cui ho bisogno, e quella in più la compro dall'enelse poi ci sono dei momenti in cui invece ne produco di più (es bella giornata estiva e io fuori) allora la vendo io all'enelse i termini non sono correttissimi, mi scuso, ma il succo è questonon è sicuramente LA soluzione, però potrebbe dare il suo contributo, ma dal ministro non una parola su questo
    • Anonimo scrive:
      Re: Cagata pazzesca ...
      - Scritto da: eymerich
      Querelle già vista in Italia ad opera dei vari
      beppegrilli ... si punta il dito contro un
      "nemico" (irrilevante, fra l'altro) per
      distogliere l'attenzione dai problemi veri ...Personalmente sono in grado di gestire più di un pensiero alla volta, nella mia zucca, quindi non trovo eccessivamente complesso e/o proibitivo prestare attenzione anche a questo.
      Prima di pensare alle lucette ci sono 10.000
      fonti di spreco, più importanti e tranquillamente
      eliminabili.Ah, ho capito, sei un fautore del "benaltrismo".Ricorda solo che la vostra dottrina fallisce per autodefinizione, in quanto postula che vi sia *sempre* "ben altro cui pensare"...
    • Anonimo scrive:
      Re: Cagata pazzesca ...
      prima di azionare la lingua, accendi il cervello ... non lasciarlo in stanby che tanto consuma lo stesso
    • SardinianBoy scrive:
      Re: Cagata pazzesca ...
      - Scritto da: eymerich
      Querelle già vista in Italia ad opera dei vari
      beppegrilli ... si punta il dito contro un
      "nemico" (irrilevante, fra l'altro) per
      distogliere l'attenzione dai problemi veri ...

      Prima di pensare alle lucette ci sono 10.000
      fonti di spreco, più importanti e tranquillamente
      eliminabili...anche lo standby - di per se insignificante - è solamente un'altra arma " di Distrazione di massa " per non conoscere o distogliere l'attenzione da altre cose/problemi + importanti !
      • Anonimo scrive:
        Re: Cagata pazzesca ...
        - Scritto da: SardinianBoy

        - Scritto da: eymerich

        Querelle già vista in Italia ad opera dei vari

        beppegrilli ... si punta il dito contro un

        "nemico" (irrilevante, fra l'altro) per

        distogliere l'attenzione dai problemi veri ...



        Prima di pensare alle lucette ci sono 10.000

        fonti di spreco, più importanti e
        tranquillamente

        eliminabili.

        ..anche lo standby - di per se insignificante - è
        solamente un'altra arma " di Distrazione di
        massa " per non conoscere o distogliere
        l'attenzione da altre cose/problemi + importanti
        !E vero! anche io sono un distratto di massa e fra le mie distrazioni ci sono anche quelle lucette rosse sempre accese, MA IL PROBLEMA E' UN'ALTRO!! ma non vi dico quale è che tanto non capireste!! eppoi sono talmente tanti gli altri problemi che non so di quale preoccuparmi per primo! Meglio che resti a fissare la lucetta rossa e a pensare a come spegnerla, meglio, molto meglio....uahahaha!!
  • Anonimo scrive:
    L'ho già detto e lo ripeto:
    Una singola partita di calcio serale spreca in illuminazione quello che tutti gli apparecchi in st-by del mio CONDOMINIO consumano in mezzo secolo. PRIMA facciano partite solo di giorno, e POI vengano a rompere i coglioni a me.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ho già detto e lo ripeto:
      - Scritto da: Anonimo
      Una singola partita di calcio serale spreca in
      illuminazione quello che tutti gli apparecchi in
      st-by del mio CONDOMINIO consumano in mezzo
      secolo. Ma il tuo condominio non produce poi gli introiti della partita!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ho già detto e lo ripeto:
        Hai ragione infatti la corrente nelle case arriva gratis. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: L'ho già detto e lo ripeto:
          - Scritto da: Anonimo
          Hai ragione infatti la corrente nelle case arriva
          gratis. :DNon arriva gratis nemmeno allo stadio.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ho già detto e lo ripeto:

        Ma il tuo condominio non produce poi gli introiti
        della partita!La partita produrrebbe gli stessi introiti se fatta durante il giorno.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'ho già detto e lo ripeto:

          La partita produrrebbe gli stessi introiti se
          fatta durante il giorno.non alla tv...
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ho già detto e lo ripeto:


            La partita produrrebbe gli stessi introiti se

            fatta durante il giorno.
            non alla tv...Affermazione tutta da dimostrare ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ho già detto e lo ripeto:
            - Scritto da: Anonimo


            La partita produrrebbe gli stessi introiti se


            fatta durante il giorno.

            non alla tv...

            Affermazione tutta da dimostrare ;-)Dimostrata dai fatti. E dagli abbonati SKY e Mediaset Premium.
          • gerry scrive:
            Re: L'ho già detto e lo ripeto:
            - Scritto da: Anonimo


            La partita produrrebbe gli stessi introiti se


            fatta durante il giorno.

            non alla tv...

            Affermazione tutta da dimostrare ;-)Beh, il mercoledì di giorno la gente lavora. E non puoi spostare la champions di domenica, a meno di eliminare il campionato.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ho già detto e lo ripeto:
            - Scritto da: gerry


            - Scritto da: Anonimo



            La partita produrrebbe gli stessi introiti
            se



            fatta durante il giorno.


            non alla tv...



            Affermazione tutta da dimostrare ;-)


            Beh, il mercoledì di giorno la gente lavora.
            E non puoi spostare la champions di domenica, a
            meno di eliminare il campionato.Però puoi cominciare a fare le partite di campionato di giorno, così limiti i problemi solo alle coppe e alle giornate di pioggia
      • Fulmy(nato) scrive:
        Re: L'ho già detto e lo ripeto:
        - Scritto da: Anonimo
        Ma il tuo condominio non produce poi gli introiti
        della partita!Questo lo posso considerare come la dimostrazione che il calcio NON è uno sport?
        • Anonimo scrive:
          Re: L'ho già detto e lo ripeto:
          Ragazzi, ma stiamo parlando di soldi o di energie non rinnovabili in esaurimento?Se è solo una questione di soldi, chiaro che l'incasso di uno stadio copre le spese di illuminazione.Se si parla di bilancio energetico, di risorse in esaurimento che dobbiamo importare a caro prezzo, di valuta che se ne va all'estero, di energia che viene spesa per attività sportive e non essenziali, il discorso è chiaramente differente.E' giusto spegnere apparecchiature elettriche in stand by.E' sacrosanto progettare apparecchiature che in stand by consumino poco - il mio stereo pubblicizza sulla scatola un consumo in stand by di 0.8 watt.Ma davvero, c'è molta ciccia da mordere altrove, vedasi anche a Report le strutture pubbliche con termosifoni a palla e finestre spalancate...
  • Anonimo scrive:
    Re: E il costo dei dispositivi rotti ?

    Visto che per risolvere i problemi tempo e denaro
    sono risorse finite, impieghiamole al meglio.Tempo ce n'e' abbastanza, e' la vita che e' breve.
  • pacionet scrive:
    Il vero motivo è questo ...
    Hanno paura dei decoder in standby ...ah ahhttp://news.leonardo.it/temi/Gb/29855.htmlandiamo bene ....
  • Gusbertone scrive:
    come sempre, complimenti!
    ogni volta che su queste pagine si tocca anche solo lontanamente un concetto fisico, si leggono cose da far rabbrividire... watt/ora? ma soprattutto in quanto tempo tutte queste tonnellate di carbone verrebbero consumate? perchè detto così non ha nessun significato.
    • Anonimo scrive:
      Re: come sempre, complimenti!
      - Scritto da: Gusbertone
      ogni volta che su queste pagine si tocca anche
      solo lontanamente un concetto fisico, si leggono
      cose da far rabbrividire... watt/ora?Speriamo che corrrrreggano domani :s :s
      ma
      soprattutto in quanto tempo tutte queste
      tonnellate di carbone verrebbero consumate?1 anno, da quello che ho capito io.
    • pacionet scrive:
      Re: come sempre, complimenti!
      Gus , avranno voluto scrivere Watt * Ora che ha un suo senso (è un'unità di misura dell'energia, Joule)
      • Gusbertone scrive:
        Re: come sempre, complimenti!
        Joule è un Watt per secondo ^^ cmq in passato se ne sono lette di certe da rimanere basiti, questo non è niente!
        • Anonimo scrive:
          Re: come sempre, complimenti!
          - Scritto da: Gusbertone
          Joule è un Watt per secondo ^^ cmq in passato se
          ne sono lette di certe da rimanere basiti, questo
          non è niente!vai in miniera, errori possono succedere
          • uguccione500 scrive:
            Re: come sempre, complimenti!
            Tutti sapientoni...ma perchè non scrivete voi qualcosa di costruttivo, invece di puntualizzare su quisquiglie e fesserie??? SAPIENTONI DELLA DOMENICA!
          • Anonimo scrive:
            Re: come sempre, complimenti!
            fesserie ?le unita' di misura sono piu' importanti dei numeri stessi, se fornisci dei numeri senza la giusta unita' di misura, come giornalista sei quanto meno negligente o ignorante, e fai venire nel lettore il forte sospetto di essere in mala fede
          • Anonimo scrive:
            Re: come sempre, complimenti!


            SAPIENTONI DELLA

            DOMENICA!

            Sempre meglio che essere gli ignoranti della
            settimana :)E ancora meglio che essere i pirla del mese.
        • pacionet scrive:
          Re: come sempre, complimenti!
          Vabè Joule è anche Watt * Ora perchè 1 ora = 3600 secondi quindi 1 Watt * Ora = 3600 Joule (che sono ancora Joule mi pare)
    • matcion scrive:
      Re: come sempre, complimenti!
      - Scritto da: Gusbertone
      ogni volta che su queste pagine si tocca anche
      solo lontanamente un concetto fisico, si leggono
      cose da far rabbrividire... watt/ora? ma
      soprattutto in quanto tempo tutte queste
      tonnellate di carbone verrebbero consumate?
      perchè detto così non ha nessun significato.Dai, non fare il pignolo... wi capiva che si parla di un'energia!Per il carbone, che ti frega in quanto tempo lo bruci? l'energia è sempre la stessa.
      • Anonimo scrive:
        Re: come sempre, complimenti!

        Per il carbone, che ti frega in quanto tempo lo
        bruci? l'energia è sempre la stessa. no comment... ma ti è chiara la differenza tra potenza ed energia?
        • Anonimo scrive:
          Re: come sempre, complimenti!
          - Scritto da: Anonimo


          Per il carbone, che ti frega in quanto tempo lo

          bruci? l'energia è sempre la stessa.

          no comment... ma ti è chiara la differenza tra
          potenza ed energia?sei un segaiolo. get a life.
      • Fulmy(nato) scrive:
        Re: come sempre, complimenti!
        - Scritto da: matcion
        Per il carbone, che ti frega in quanto tempo lo
        bruci? l'energia è sempre la stessa. A me pare il parametro più importante invece, dato che consumare una certa quantità di energia in un anno è ben diverso che consumarla in 10 anni.Per cui senza una indicazione temporale tutto il discorso non sta in piedi.
      • Anonimo scrive:
        Re: come sempre, complimenti!

        Per il carbone, che ti frega in quanto tempo lo
        bruci? l'energia è sempre la stessa. certo che con dei lettori come te, i giornalisti posso stare ben tranquilli, anche quelli che hanno studiato a paperopoli hanno un futuro assicuratoma ti rendi conto delle ca...te che stai dicendo ?
  • Anonimo scrive:
    Ci sono cose più importanti
    Ad esempio l'igiene pubblica.Gli/Le inglesi non fanno il bidét :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono cose più importanti
      Si ci sono cose piu' importanti, ma anche questa cosa dello standby e' importante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono cose più importanti
      Nemmeno io lo faccio. Il trucco sta nel cagare prima di farsi la doccia la mattina.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono cose più importanti
      - Scritto da: Anonimo
      Ad esempio l'igiene pubblica.
      Gli/Le inglesi non fanno il bidét :s sicuro che non siano i francesi ?!
      • vale56 scrive:
        Re: Ci sono cose più importanti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ad esempio l'igiene pubblica.

        Gli/Le inglesi non fanno il bidét :s

        sicuro che non siano i francesi ?!No sono gli inglesi, nei loro bagni il Bidet non esiste nemmeno
  • Anonimo scrive:
    Piuttosto
    Sostituite tutte le lampade ad incandescenza che avete con le lampadine a basso consumo! Quella è veramente energia sprecata che non serve a nulla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Piuttosto
      - Scritto da: Anonimo
      Sostituite tutte le lampade ad incandescenza che
      avete con le lampadine a basso consumo! Quella è
      veramente energia sprecata che non serve a nulla.Mi associo! L'ho fatto da anni e risparmio un mucchio di soldi. Anche le lampadine durano di più (ne ho una che risale a 15 anni fa!!!). A casa ho un mucchio di luce che rende tutti più allegri.Da fare assolutamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Piuttosto
      Hai più luce con un'opalina di un'alogena da 100 w? :o
      • Anonimo scrive:
        Re: Piuttosto
        - Scritto da: Anonimo
        Hai più luce con un'opalina di un'alogena da 100
        w? :o
        Le lampade alogene sono uno spreco enorme. Anche se hanno una bellissima luce, dal punto di vista energetico fanno schifo.
    • avvelenato scrive:
      Re: Piuttosto
      - Scritto da: Anonimo
      Sostituite tutte le lampade ad incandescenza che
      avete con le lampadine a basso consumo! Quella è
      veramente energia sprecata che non serve a nulla.dovrebbero proibire per legge le lampade ad incandescenza. Invece come vedi costano di meno e molta gente pensa di risparmiare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Piuttosto
        - Scritto da: avvelenato

        - Scritto da: Anonimo

        Sostituite tutte le lampade ad incandescenza che

        avete con le lampadine a basso consumo! Quella è

        veramente energia sprecata che non serve a
        nulla.


        dovrebbero proibire per legge le lampade ad
        incandescenza. Invece come vedi costano di meno e
        molta gente pensa di risparmiare.Mica tanto.L'altro giorno sono andato a comprare una lampada ad incandescenza (l'unica che ho in casa, in quanto quelle a risparmio energetico non entrano in quel portalampada) e l'ho pagata 1.50 Euro.All'Ikea trovi le lampade a risparmio energetico a 4 Euro la coppia (e anche meno se c'è un'offerta).La luce è calda come quella delle lampade ad incandescenza (mi ricordo delle prime lampade a risparmio energetico... la luce bianco-bluastra come quella del neon).Confermo il risparmio in bolletta.Viviamo in 3 in casa (con 2 pc portatili, router, switch di rete, boiler elettrico, televisore e lampade a risparmio energetico) e non spendiamo più di 50 Euro bimestrali.bye
        • Anonimo scrive:
          Re: Piuttosto
          In casa mia ho 3 lampade "tradizionali" e il resto sono tutte a basso consumo.Le 3 lampade tradizionali le ho sostituite molte volte in 10 anni. Quelle a basso consumo sono ancora tutte li al loro posto: comprai delle lampade della general electric, e le pagai a suo tempo circa 7.000 lire cadauna.Per quello che riguarda lo standby, mi volevo giusto attrezzare di amperometro casalingo, per capire quanto consuma casa mia "a vuoto" (incluso di frigorifero, di router, etc).Ho apparecchiature che non voglio rischiare di rovinare con l'arco dell'interruttore .. indi rimarranno in standby (vedi videoproiettore sim2); ma per il resto aggiungero' un certo numero di interruttori per spegnere gruppi di apparati con un interruttore: condizionatori, televisore et ammennicoli, computer mio et apparati, computer di mia figlia e apparati, e i vari caricabatteria di cellulari che sono quasi sempre attaccati al muro. Ignoro quanto consumino l'apricancello e il citofono, che credo siano sempre attaccati notte e giorno.Pero' prima voglio verificare con un amperometro quanto consumo davvero, e quanto mi costa fare i lavori necessari.
          • Anonimo scrive:
            Re: Piuttosto

            Ho apparecchiature che non voglio rischiare di
            rovinare con l'arco dell'interruttore .. indi
            rimarranno in standby (vedi videoproiettore
            sim2); Ommammamia... l'arco dell'interruttore...Ma che, siete tutti cinquantenni come me e avete vissuto gli "scarponi" CB da 1KW che quando li accendevi facevan fare -WHANG!- al coperchio (il mio si fletteva di diversi millimetri, giuro!) perchè c'eran condensatori ENORMI che si caricavano?Informatevi o, se siete capaci, provate: di transitori del genere non ce n'è più.
            ma per il resto aggiungero' un certo
            numero di interruttori per spegnere gruppi di
            apparati con un interruttore:(...)
            Pero' prima voglio verificare con un amperometro
            quanto consumo davvero, e quanto mi costa fare i
            lavori necessari.Tutti quelli che hanno già un interruttore: usalo.Costo dell'operazione: zero
          • Anonimo scrive:
            Re: Piuttosto
            - Scritto da: Anonimo
            Per quello che riguarda lo standby, mi volevo
            giusto attrezzare di amperometro casalingo, per
            capire quanto consuma casa mia "a vuoto" (incluso
            di frigorifero, di router, etc).

            Pero' prima voglio verificare con un amperometro
            quanto consumo davvero, e quanto mi costa fare i
            lavori necessari.ma non hai il contatore nuovo dell'enel ? .. quello digitale ???
        • avvelenato scrive:
          Re: Piuttosto
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: avvelenato



          - Scritto da: Anonimo


          Sostituite tutte le lampade ad incandescenza
          che


          avete con le lampadine a basso consumo!
          Quella è


          veramente energia sprecata che non serve a

          nulla.





          dovrebbero proibire per legge le lampade ad

          incandescenza. Invece come vedi costano di meno
          e

          molta gente pensa di risparmiare.

          Mica tanto.
          L'altro giorno sono andato a comprare una lampada
          ad incandescenza (l'unica che ho in casa, in
          quanto quelle a risparmio energetico non entrano
          in quel portalampada) e l'ho pagata 1.50 Euro.
          All'Ikea trovi le lampade a risparmio energetico
          a 4 Euro la coppia (e anche meno se c'è
          un'offerta).e io che ho detto? costano di meno, ma poi alla fin della fiera convengono pure di meno! Solo che c'è gente spilorcia che questi calcoli non li fa!
  • Anonimo scrive:
    Non mi torna qualcosa
    Si parla che lo "standby" del regno unito sia pari a 7 TWh all'anno, e questi 7 terawattora inquinano come 1,4 milioni di viaggi aerei a lunga distanza. Supponendo che a parità di wh un aereo o una centrale a carbone inquinino circa uguale, fa che ogni viaggio "consuma" 5 MWh. Supponendo una durata media di circa 5 h a viaggio, fa che la potenza media di un aereo tipo boeing è pari a 1 MW. Ad occhio è un po' poco. Qualcuno che ne sa di più potrebbe chiarire la questione?
    • Gusbertone scrive:
      Re: Non mi torna qualcosa
      la morale è che spesso certa gente è brava a riempirsi la bocca con questi confronti del menga... cmq la tua osservazione è arguta, e alla luce di questa anche a me sembra pochissimo, il motore a pistoni di un aereo della II seconda guerra mondiale aveva una potenza pari a circa 1500 cavalli, quindi siamo sui 2 MW...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi torna qualcosa
      Da alcuni report NASA, un 747 200 (non proprio all'ultimo grido, insomma) a Mach 0.9 (cruise speed) sviluppa circa 65MW.Ciaolt
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi torna qualcosa
        - Scritto da: Anonimo
        Da alcuni report NASA, un 747 200 (non proprio
        all'ultimo grido, insomma) a Mach 0.9 (cruise
        speed) sviluppa circa 65MW.

        Ciao

        ltQuindi diciamo che i dati sono sbagliati di un ordine di grandezza 50? Oppure un aereo inquina 50 volte quello che inquina una centrale *a carbone* a parità di MW? :s :s :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi torna qualcosa
      Se la buttiamo sul ferroviario siamo intorno ai 5 MW per una motrice tipo "caimano" o "tartaruga". Che tra l'altro, a 3000 V fanno circa 1600 A, alla faccia...Osso di Seppia
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi torna qualcosa

        Se la buttiamo sul ferroviario siamo intorno ai 5
        MW per una motrice tipo "caimano" o "tartaruga".
        Che tra l'altro, a 3000 V fanno circa 1600 A,
        alla faccia...Diobono, chissà quanto consuma il LED di standby di un treno!
        • Anonimo scrive:
          Re: Non mi torna qualcosa
          - Scritto da: Anonimo

          Se la buttiamo sul ferroviario siamo intorno ai
          5

          MW per una motrice tipo "caimano" o "tartaruga".

          Che tra l'altro, a 3000 V fanno circa 1600 A,

          alla faccia...

          Diobono, chissà quanto consuma il LED di standby
          di un treno!Ma rotfl
  • Anonimo scrive:
    Ci sono sprechi più grossi
    E' vero, gli standby sprecano molta energia, ma ci sono sprechi ancora più grandi, dentro e fuori le case.Vi faccio solo cue esempi.1 - L'illuminazione stradale sovrabbondante, con vecchie lampade che consumano un sacco e che si spreca per la maggior parte verso l'alto.2 - Impianti di riscaldamento accesi 24h su 24 con temperature impostate a 22-23°C (ne conosco parecchi, danarosi ai quali frega niente della bolletta men che meno dell'inquinamento). Tra l'altro ancor oggi, le case anche nuove vengono fatte per la maggioor parte senza alcun accorgimento per il risparmio energetico, con isolamenti quasi zero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono sprechi più grossi

      parecchi, danarosi ai quali frega niente della
      bolletta men che meno dell'inquinamento). Tra
      l'altro ancor oggi, le case anche nuove vengono
      fatte per la maggioor parte senza alcun
      accorgimento per il risparmio energetico, con
      isolamenti quasi zero.tanto in italia metteranno il nucleare e dell'inquinamento classico penso proprio che ce ne dovremo scordare, non perche' finira', ma in confronto alle scorie radioattive ...adesso ci hanno detto perfino di cuocere i cibi con i coperchi sulle pentole ...un pannello solare e un'elichina per ogni abitazione basterebbero di sicuro per arginare sprechi di questo tipo in inverno e in estate per rendersi quasi autosufficenti.ma se chi costruisce le case e' impegnato a comandare un paese invece di eseguire e eventualmente venir punito severamente se disubbidisce ... io a certi tipi li manderei a lavorare sul serio e con uno stipendio normale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci sono sprechi più grossi
        Elichina? Qua al nord il vento tira tre volte all'anno.. per il resto calma piatta. Posso concordare sui pannelli per l'acqua sanitaria. Ma per il resto..
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci sono sprechi più grossi
        Elichina e pannellino ......... Hai capito tutto se pensi che basti cosi poco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono sprechi più grossi
      - Scritto da: Anonimo
      1 - L'illuminazione stradale sovrabbondante, con
      vecchie lampade che consumano un sacco e che si
      spreca per la maggior parte verso l'alto.dimentichi quelli che schiattano per un filo scoperto (perdita???) di un palo della luce, o di collegamenti fatti alla caxxo di cane ... non ché dei veri vampiri che si attaccano alla rete elettrica condominiale e non pagano la bolletta.
  • Anonimo scrive:
    mah
    imparassero a guidare a destra...e a usare l'euro
  • Anonimo scrive:
    Massimo della vaccata !
    Il "paragonabile" consumo misurato in kWh indica che l'apparecchio sta spento molto di piu' di quanto non stia acceso.E quando sta spento ???Tipicamente di notte, quando almeno il 30% dell'energia prodotta finisce comunque nel cesso perche anche se DEVE essere prodotta non viene consumata.Quindi, nessun risparmio energetico ma solo una bolletta leggermente meno salata.P.S. a parte i fotoni del led, il resto comunque finisce trasformato in calore e contribuisce al riscaldamento della casa.Osso di Seppia
    • Gusbertone scrive:
      Re: Massimo della vaccata !
      sì ma la cosa più drammatica è che spesso la gente pensa che sia il led a consumare energia...
      • Anonimo scrive:
        Re: Massimo della vaccata !
        - Scritto da: Gusbertone
        sì ma la cosa più drammatica è che spesso la
        gente pensa che sia il led a consumare energia...Ma e' cosi! Il led e' un vampiro, per cui preferisco tenere la televisione accessa che il led.
        • Anonimo scrive:
          Re: Massimo della vaccata !
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Gusbertone

          sì ma la cosa più drammatica è che spesso la

          gente pensa che sia il led a consumare
          energia...

          Ma e' cosi! Il led e' un vampiro, per cui
          preferisco tenere la televisione accessa che il
          led.Ma tu sai quanto consuma un singolo LED o l'hai detto per fare una battuta?
          • Anonimo scrive:
            Re: Massimo della vaccata !
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Gusbertone


            sì ma la cosa più drammatica è che spesso la


            gente pensa che sia il led a consumare

            energia...



            Ma e' cosi! Il led e' un vampiro, per cui

            preferisco tenere la televisione accessa che il

            led.

            Ma tu sai quanto consuma un singolo LED o l'hai
            detto per fare una battuta?Perche', le due cose sono incompatibili?
    • Anonimo scrive:
      Anche i fotoni
      Anche i fotoni assorditi da ciò che è contenuto nella stanza diventano calore. Entropia. Tutto va nella direzione di diventare calore. Ovviamente la quantità di calore prodotta dai fotoni prodotti da un led è irrilevante elevato al cubo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Massimo della vaccata !
      - Scritto da: Anonimo
      Tipicamente di notte, quando almeno il 30%
      dell'energia prodotta finisce comunque nel cesso
      perche anche se DEVE essere prodotta non viene
      consumata.Quindi secondo te da qualche parte c'è un rubinettone (o interruttorone che dir si voglia) che scarica per terra l'energia che non viene consumata)?In realtà la rete reagisce al carico ed il feedback pilota le valvole delle centrali (idro, ma anche gas, nucle, ecc hanno delle valvole per il dosaggio del combustibile)Quindi, se non c'è carico si riduce il consumo. Semplice.
      • Anonimo scrive:
        Re: Massimo della vaccata !
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Tipicamente di notte, quando almeno il 30%

        dell'energia prodotta finisce comunque nel cesso

        perche anche se DEVE essere prodotta non viene

        consumata.

        Quindi secondo te da qualche parte c'è un
        rubinettone (o interruttorone che dir si voglia)
        che scarica per terra l'energia che non viene
        consumata)?

        In realtà la rete reagisce al carico ed il
        feedback pilota le valvole delle centrali (idro,
        ma anche gas, nucle, ecc hanno delle valvole per
        il dosaggio del combustibile)

        Quindi, se non c'è carico si riduce il consumo.
        Semplice.Peccato che tu non conosca proprio nulla di generazione di energia, una centrale termoelettrica ha tempi di spegnimento/accensione di circa 4/6 h per cui normalmente la centrale viene mantenuta ad un regime ridotto, ma genera sempre energia (non parliamo poi delle centrali nucleari in cui i tempi di on/off sono dell'ordine delle settimane!).Le uniche centrali che generano energia cosidetta "di punta" sono le centrali idroelettriche e le tutbine tutbo gas, non per nulla l'energia di queste centrali è considerata più nobile (ed è più cara) delle altre
        • Anonimo scrive:
          Re: Massimo della vaccata !


          Quindi, se non c'è carico si riduce il consumo.

          Semplice.

          Peccato che tu non conosca proprio nulla di
          generazione di energia, una centrale
          termoelettrica ha tempi di spegnimento/accensione
          di circa 4/6 h per cui normalmente la centrale
          viene mantenuta ad un regime ridotto, ma genera
          sempre energia (non parliamo poi delle centrali
          nucleari in cui i tempi di on/off sono
          dell'ordine delle settimane!).
          Le uniche centrali che generano energia cosidetta
          "di punta" sono le centrali idroelettriche e le
          tutbine tutbo gas, non per nulla l'energia di
          queste centrali è considerata più nobile (ed è
          più cara) delle altrePeccato che tu non conosca *veramente* proprio nulla di generazione energia...Una centrale termoelettrica (ma anche le altre) non vengono mai spente in quanto non accade *mai* che la richiesta scenda a zero...
  • liberx scrive:
    CIABATTE
    Io mi sono dotato di una quantita' di ciabatte con interruttore. Quando le spengo si spegne tutto, standby compreso (ma mi sa che la caldaia no, quella rimane sempre in stand by)
    • Anonimo scrive:
      Re: CIABATTE
      - Scritto da: liberx
      Io mi sono dotato di una quantita' di ciabatte
      con interruttore. Quando le spengo si spegne
      tutto, standby compreso (ma mi sa che la caldaia
      no, quella rimane sempre in stand by)Il fatto che tu non lo sappia mi porta a sospettare che tu non sappia neanche cosa hai collegato alle altre... magari le hai collegate tra di loro in un luuuuungo ed inutile link...Ma tu non lo sai ed allora vivi tranquillo :-)PS: scherzo, in realtà hai fatto bene, accertati che sia roba di qualità, però...
  • Anonimo scrive:
    Corrrrrreggere please
    7 TW/ora con 7 TWh.
Chiudi i commenti