Lexmark s'arrende e ribassa le cartucce

A pochi giorni dalla sentenza sfavorevole sui ricambi non originali il produttore cerca una via per la riconquista del mercato delle cartucce abbassando i prezzi
A pochi giorni dalla sentenza sfavorevole sui ricambi non originali il produttore cerca una via per la riconquista del mercato delle cartucce abbassando i prezzi


Milano – Sono passati pochi giorni dalla sentenza con cui Lexmark negli States ha subìto una nuova sconfitta nel procedimento intentato dalla stessa azienda contro un produttore di cartucce compatibili non originali. Giorni che, a quanto pare, sono bastati per spingere l’azienda a tracciare una nuova rotta.

La strategia è segnata dall’annuncio arrivato nelle scorse ore secondo cui Lexmark abbasserà in modo consistente il prezzo delle sue cartucce di ricambio nell’area EMEA (Europa e Medio oriente). In questo modo l’azienda spera di poter competere maggiormente con i produttori di ricambi e refill alternativi che nel Vecchio Continente ormai da anni si vanno imponendo su diversi mercati. E’ lecito a questo punto attendersi a breve una mossa del tutto simile sul mercato americano.

La motivazione ufficiale dei ribassi è – stando alla nota diffusa dall’azienda – “l’impegno costante per rendere la stampa inkjet sempre più accessibile e conveniente”. Ma il ritocco in realtà non supera il 4 per cento, sebbene dal gennaio del 2003 ad oggi i prezzi dei ricambi Lexmark siano scesi complessivamente del 27 per cento in Europa.

Per esempio, la cartuccia nera Lexmark N. 70, che due anni fa aveva un prezzo al pubblico di 41,99 euro, ora viene proposta a 31,99 euro (Iva compresa). Nel suo listino, l’azienda ora offre dieci diverse cartucce nero e colore ad un prezzo inferiore ai 25 euro.

Ma Lexmark cerca anche di spingere sul fronte della qualità e nella nota ha sottolineato come dall’aprile dell’anno scorso abbia introdotto nei propri inchiostri la formula evercolor che descrive così: “Tramite un’esclusiva combinazione di pigmenti e coloranti, la tecnologia evercolor permette di stampare a casa fotografie di qualità professionale che mantengono le loro caratteristiche cromatiche fino a 65 anni se conservate sotto vetro”. I test sotto vetro sono stati condotti dalla Wilhelm Imaging Research su carta Lexmark Premium Photo basati sullo sbiadimento avvertibile con un’illuminazione di 450 lux per 12 ore al giorno (filtrata con vetro) e parametri WIR v.3.0 Endpoint Criteria Set.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 02 2005
Link copiato negli appunti