Liguria, banda larga per tutti

Lo promettono le autorità regionali e il ministro alle Comunicazioni: sul piatto 16 milioni di euro e un impegno di due anni. Nella regione mai più utenti e comuni senza broad band

Genova – Viste le recenti vicende politiche, il Governo non potrà neppure tentare di rispettare le sue promesse, quelle di un paese interamente coperto dalla banda larga entro la fine della legislatura, eppure qualche ultimo passo in clima elettorale viene fatto. Ieri a Genova le autorità liguri hanno firmato un protocollo di intesa con il ministero delle Comunicazioni per coprire la Liguria entro due anni con la banda larga .

In particolare nell’accordo di programma firmato dal presidente della Regione Claudio Burlando e dal ministro in carica delle TLC Paolo Gentiloni si parla di un investimento di 16 milioni di euro , 10 dei quali arriveranno da Roma, gli altri saranno invece stanziati proprio dalla Regione.

“Con l’accordo di oggi – ha dichiarato il Ministro – il Governo e la Regione si impegnano a portare tra circa due anni collegamenti a Internet veloce in tutta la Regione”. Si parla, in particolare, di una copertura al 99 per cento . Oggi la situazione non è delle più allegre: sono 99 i comuni liguri che non dispongono di banda larga, comuni nei quali vive digital divisa il 5 per cento della popolazione regionale.

Non si parla peraltro di una banda larga ultraveloce, ma si punta comunque ad attivare sistemi xDSL con banda da 2.048 kilobit al secondo in download e 512 in upload , molto più, comunque, di quanto oggi disponibile in molte aree.

La Liguria è una delle regioni più “complicate” dal punto di vista delle infrastrutture di rete per le sue particolarissime caratteristiche orografiche e non è un caso che nel programma di investimento si parli sì di fibra ottica ma non si escluda la realizzazione di sistemi wireless . Nei giorni in cui si svolge la gara per l’assegnazione delle licenze WiMax il pensiero corre inevitabilmente alle molte potenzialità di questa tecnologia, potenzialità che certo non interessano la sola Liguria ma che possono rivelarsi particolarmente significative proprio in aree del territorio come quello ligure. A questo proposito Gentiloni ha sottolineato che cavo e fibra sono essenziali ma che “le lacune più difficili da colmare” richiederanno senz’altro l’intervento del wireless.

“È un obiettivo di assoluto rilievo – ha anche affermato Gentiloni – perché nel 900 non essere nella rete idrica o nella rete elettrica significava essere esclusi dallo sviluppo economico. Oggi non avere accesso alla banda larga, a Internet veloce, vuol dire rischiare di essere esclusi dallo sviluppo”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco K scrive:
    Un riciclaggio della vecchia Nupedia
    Francamente Citizendium non appare altro che il "riciclaggio" di un vecchio progetto a cui ha lavorato Larry Sanger come redattore capo, ovvero Nupedia. Nupedia nei suoi tre anni di vita (2000-2003) produsse in tutto... ben 24 voci di enciclopedia! Questo progetto ha però avuto almeno un merito: avere fatto nascere Wikipedia come "ramo collaterale". L'esperimento riuscì talmente bene da soppiantare rapidamente il "genitore". Sanger ha più volte cercato di resuscitare al vecchia idea di Nupedia con vari nomi, l'ultimo dei quali è appunto Citizendium. Progetti destinati fatalmente a rimanere "sulla carta", ma che a quanto pare riescono - almeno in parte - nell'obiettivo di tenere a galla l'immagine di Sanger nei media.http://it.wikipedia.org/wiki/Nupedia
  • Il problema degli errori scrive:
    Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!

    Veniamo alla qualità:
    Decisamente ottima ed abbondante, specie nella
    versione USA, e se c'é qualche imprecisione,
    semplicemente la correggo! E questa è l'anima del
    prodotto Wikipedia. Se sei un autore e usi Wikipedia per scrivere/correggere/condividere articoli, allora sono d'accordo. Se invece sei un normale fruitore, un lettore, un utente qualsiasi insomma... la cosa è ben diversa. L'errore/imprecisione in questo caso diventa pericolosa, perchè il lettore la prende per buona (non è li per correggere ma per leggere e informarsi).Se per dire io cerco un articolo su un tumore benigno e trovo qualche info sbagliata (sintomi, possibili cure, patologie varie, ...), come so che sto leggendo un testo sbagliato? Leggo, prendo per buono il testo (magari lo stampo per poi dire "ma l'ho letto su Wikipedia...!" e sono tranquillo.Questo è il punto: il controllo e la revisione vanno bene ma a differenza di una enciclopedia, la gente legge gli errori. Le enciclopedie sono invece stra-controllate a priori, approvate, considerate "a posto" e POI stampate. Quindi le info che leggi sulla carta sono info verificate, dalla prima all'ultima. Cosa che su Wikipedia non è possibile fare.
    • abassign scrive:
      Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!
      Quello che affermi viene negato dal fatto oggettivo che le enciclopedie sbagliano almeno con la stessa frequenza degli errori trovati su Wikipedia.Lo stesso lettore può entrare in discussione ed eventualmente segnalare l'errore, se non vuole fare lui la modifica.Però una cosa mi stimoli a pensarla, perché non inserire un modulo di segnalazione da parte del lettore nei confronti di chi ha scritto, in Wiki è facile determinarlo. Una sorta di pulsantino da porre a fianco dell'edit. In effetti se uno non se la sente di scrivere in quanto non lo ha fatto mai, può benissimo segnalare.Spero che altri leggano questo post, potrebbe essere un argomento da trattare.Grazie per l'osservazione!
      • Il problema degli errori scrive:
        Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!

        Quello che affermi viene negato dal fatto
        oggettivo che le enciclopedie sbagliano almeno
        con la stessa frequenza degli errori trovati su
        Wikipedia.Non ho dati oggettivi alla mano per dimostrare quanto ho scritto prima... ma dici che la quantità di errori è la stessa (o peggiore) sulle encicolpedie cartacee? Secondo me no...
        Lo stesso lettore può entrare in discussione ed
        eventualmente segnalare l'errore, se non vuole
        fare lui la modifica.Si è vero... ma presupponi che il lettore sappia di cosa si sta parlando. Prendi il mio esempio (tumore benigno). Se sono un utente qualunque e non un medico/oncologo, non saprò mai quanti errori e quante inesattezze ci sono nell'articolo. Questo vale per qualsiasi argomento, se il lettore "ignora" l'argomento e usa Wiki per "imparare cose nuove".
        • Francesco scrive:
          Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!
          - Scritto da: Il problema degli errori
          Si è vero... ma presupponi che il lettore sappia
          di cosa si sta parlando. Prendi il mio esempio
          (tumore benigno).Se hai un tumore e invece di andare dal medico ti metti a leggere un'enciclopedia, il problema non è dell'enciclopedia, sei te che sei completamente fuori di senno! Su Wikipedia, ad esempio, c'è scritto grosso come una casa di NON prendere assolutamente per completamente affidabili le informazioni contenute, SPECIALMENTE in campo medico.E comunque ci sono parecchi medici che contribuiscono a wikipedia e che curano le voci di medicina.F
          • Il problema degli errori scrive:
            Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!

            Se hai un tumore e invece di andare dal medico ti
            metti a leggere un'enciclopedia, il problema non
            è dell'enciclopedia, sei te che sei completamente
            fuori di senno!Scusami ma cosa c'entra. Io non parlo di gente malata che si affida a Wikipedia per risolvere i problemi medici. Era un esempio a caso dai. Metti allora che io abbia l'hobby del modellismo e cerchi info su un galeone che voglio ricostruire... e magari le info sono errate e io sbaglio qualche dettaglio (la forma delle vele, il numero di cannoni, il tipo di polena, ... ). Se vado su Wiki è per cercare info, mica posso andarci sapendo che tanto può riportare degli errori, no? A questo punto tanto vale usare Wiki e lasciar perdere, perdonami.
            Su Wikipedia, ad esempio, c'è
            scritto grosso come una casa di NON prendere
            assolutamente per completamente affidabili le
            informazioni contenute, SPECIALMENTE in campo
            medico.Era un esempio, appunto. Credo che nessuno si affidi a Wikipedia quando si parla di sopravvivenza.
            E comunque ci sono parecchi medici che
            contribuiscono a wikipedia e che curano le voci
            di medicina.Come detto prima, il discorso che ho fatto io lo puoi applicare a qualsiasi settore/argomento. Se il presupposto è "comunque Wiki non è affidabile sempre e comunque", servirsene è potenzialmente problematico e rischioso, tutto li.
          • Francesco scrive:
            Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!
            - Scritto da: Il problema degli errori

            Se hai un tumore e invece di andare dal medico
            ti

            metti a leggere un'enciclopedia, il problema non

            è dell'enciclopedia, sei te che sei
            completamente

            fuori di senno!

            Scusami ma cosa c'entra. Io non parlo di gente
            malata che si affida a Wikipedia per risolvere i
            problemi medici. Era un esempio a caso dai. Metti
            allora che io abbia l'hobby del modellismo e
            cerchi info su un galeone che voglio
            ricostruire... e magari le info sono errate e io
            sbaglio qualche dettaglio (la forma delle vele,
            il numero di cannoni, il tipo di polena, ... ).Vedi, questo è proprio il punto. Uno non si deve MAI affidare ad una enciclopedia per ottenere informazioni di importanza critica. Nemmeno alla Britannica o alla Treccani. Tutte le enciclopedie, per la loro natura generica, vanno bene per avere informazioni generiche. Ad esempio, se voglio sapere grossomodo come è fatta una portaerei, per mia cultura personale, allora l'enciclopedia va bene, perché in fondo mi fa piacere sapere una cosa, ma non ne va della mia vita. Invece se devo costruire una portaerei, non cercherò certo le specifiche dell'acciaio su una enciclopedia!Non posso citare una enciclopedia (qualsiasi enciclopedia!) in un articolo scientifico, posso citarla per una ricerca delle medie, ma già alle superiori dovrei essere in grado di ottenere i dati dalla fonte primaria.
            Se vado su Wiki è per cercare info, mica posso
            andarci sapendo che tanto può riportare degli
            errori, no?Perché no? Ricercare informazioni è una tecnica complessa, non bisogna MAI fidarsi ciecamente di niente. Anche leggendo articoli scientifici specializzati, peer reviewed ed universalmente accettati si trovano degli errori, e bisogna sempre essere consapevoli che ci possono essere.

            Su Wikipedia, ad esempio, c'è

            scritto grosso come una casa di NON prendere

            assolutamente per completamente affidabili le

            informazioni contenute, SPECIALMENTE in campo

            medico.

            Era un esempio, appunto. Credo che nessuno si
            affidi a Wikipedia quando si parla di
            sopravvivenza.Lo spero :)

            E comunque ci sono parecchi medici che

            contribuiscono a wikipedia e che curano le voci

            di medicina.

            Come detto prima, il discorso che ho fatto io lo
            puoi applicare a qualsiasi settore/argomento. Se
            il presupposto è "comunque Wiki non è affidabile
            sempre e comunque", servirsene è potenzialmente
            problematico e rischioso, tutto
            li.Siamo d'accordo. Ma questo vale per tutto, non solo per Wikipedia. Ho sentito professori universitari dire stupidaggini madornali. Niente e nessuno è infallibile.F
          • abassign scrive:
            Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!
            Concordo, io faccio praticamente di mestiere di cercare informazioni di tipo tecnico/scientifico su Internet e devo dire che non è facile. Ma quando la facevo in una biblioteca di istituto non era facile lo stesso... anzi meno facile in quanto erano meno le informazioni che riuscivo a raggiungere.Per un paziente sicuramente è meglio un medico, ma se il caso è grave è meglio 2-3 medici di DIFFERENTI ospedali. Ho visto morire un amico per essersi affidato ai medici di un solo ospedale! Magari moriva lo stesso, ma l'errore medico è stato troppo evidente.Non è che c'è l'ho con i medici, mal'esempio del tumore non mi piace e chi guarda Wikipedia per i propri mali non ha capito niente di Wikipedia è un po' come se si recasse in una biblioteca universitari, leggesse un testo che più o meno tratta della sua malattia e poi ne tirasse le sue conclusioni, Senza un adeguata preparazione quali saranno ? Il testo magari è quasi sicura come qualità, magari suepriore a Wikipedia, ma ripeto quali saranno le sue deduzioni, giuste, affidabili ? Non credo..Gli strumenti della conoscenza vanno usati per ciò che sono e per ciò che servono, io se non avessi Wikipedia la dovrei inventare, peccato che qualcuno ha fatto prima... :) Ho nel mio dominio due Wiki per uso tecnico e divulgativo, seguo una rivista Wiki etc... Certo non tutte le informazioni inserite sono esatte, ma via via che le passo lo diventano sempre di più, sosotituendo con il Wiki anche i documenti, in quanto la sola possibilità di modificarli immediatamente e verificare le versioni è semplicemente fantastica.
  • ogrish forum scrive:
    Face the truth
    I "pezzi grossi" di wikipedia, almeno in Italia, sono dei grassoni sfigati brufolosi.
    • abassign scrive:
      Re: Face the truth
      Ti avrei quasi messo in segnalazione di un abuso, questa è una discussione piuttosto seria e vorrei che evitassi di inserire commenti di questo tenore!Comunque leggila e medita, stiamo cercando di portare una buona conoscenza anche a te!
    • Francesco scrive:
      Re: Face the truth
      Forse dovresti imparare a essere un po' più raffinato: così si capisce subito che sei un troll. Lo dico per te, eh, altrimenti poi non ti diverti.F
  • Homo Nostalgicu s scrive:
    Wikipedia: la negazione di Internet
    La Rete pre-settembrina doveva essere un mezzo di diffusione dell'informazione; informazione che doveva essere, almeno nelle intenzioni, distribuita e delocalizzata.Wikipedia (come anche i vari flickr, blogspot, wordpress, etc...) ha invece la filosofia opposta: anzichè diffondere informazione, la raccoglie e la centralizza.In questo modo, il proprietario del server può diventare proprietario dell'informazione.Internet non è più, da una quindicina d'anni, un mezzo di comunicazione o di informazione.E' un canale di vendita e uno strumento di controllo.;-)
    • anonimo01 scrive:
      Re: Wikipedia: la negazione di Internet

      Internet non è più, da una quindicina d'anni, un
      mezzo di comunicazione o di
      informazione.
      E' un canale di vendita e uno strumento di
      controllo.

      ;-)benevenuto nel web2.0
    • abassign scrive:
      Re: Wikipedia: la negazione di Internet
      Si vede che non sai che il contenuto è libero, ci sono server di altri che riportano più o meno integralmente parti di Wikipedia...Il fatto è che se prodotti come Firefox gestissero la loro area di deposito temporanea come area condivisa, ci potrebbe stare una sorta di Wikipedia p2p, completamente decentralizzata. In realtà ci sto pensando da tempo, ma non so come produrre l'informazione per avviare un dibattito in merito.
      • krane scrive:
        Re: Wikipedia: la negazione di Internet
        - Scritto da: abassign
        Si vede che non sai che il contenuto è libero, ci
        sono server di altri che riportano più o meno
        integralmente parti di
        Wikipedia...

        Il fatto è che se prodotti come Firefox
        gestissero la loro area di deposito temporanea
        come area condivisa, ci potrebbe stare una sorta
        di Wikipedia p2p, completamente decentralizzata.
        In realtà ci sto pensando da tempo, ma non so
        come produrre l'informazione per avviare un
        dibattito in merito.Prova a girare un po' qui: http://www.p2pforum.it/forum/
    • anoninona scrive:
      Re: Wikipedia: la negazione di Internet
      Bah, e tu sai proprio la storia di internet e degli iperlink: vatti a leggere la storia di vannevar bush e della sua creatura, il Memex.Di certo se chi critica Wikipedia ha argomentazioni come le tue, ovvero di critica verso il metodo Memex, dimostra implicitamente che W. sta raggiungendo il suo scopo...
      • Homo Nostalgicu s scrive:
        Re: Wikipedia: la negazione di Internet
        - Scritto da: anoninona
        Bah, e tu sai proprio la storia di internet e
        degli iperlink: vatti a leggere la storia di
        vannevar bush e della sua creatura, il
        Memex.
        Di certo se chi critica Wikipedia ha
        argomentazioni come le tue, ovvero di critica
        verso il metodo Memex, dimostra implicitamente
        che W. sta raggiungendo il suo
        scopo...Non ho bisogno di leggere.Io c'ero.E so come si scrive Hyperlink.;-)
        • anonimo01 scrive:
          Re: Wikipedia: la negazione di Internet


          Non ho bisogno di leggere.
          Io c'ero. :| nel 1945!? :o
          • anoninona scrive:
            Re: Wikipedia: la negazione di Internet
            Si sbaglia con le gemelle figlie del W. bush.ah, e poi scusa se ho sbagliato a scrivere hyperlink, come al solito chi è in torto guarda il dito e non la luna...
    • Hamlet scrive:
      Re: Wikipedia: la negazione di Internet
      - Scritto da: Homo Nostalgicu s
      La Rete pre-settembrina doveva essere un mezzo di
      diffusione dell'informazione; informazione che
      doveva essere, almeno nelle intenzioni,
      distribuita e
      delocalizzata.
      Wikipedia (come anche i vari flickr, blogspot,
      wordpress, etc...) ha invece la filosofia
      opposta: anzichè diffondere informazione, la
      raccoglie e la
      centralizza.da quando in qua wikipedia raccoglie, organizza l'informazione e non la diffonde?chi scrive un articolo come il tuo, evidentemente non comprende il ruolo importantissimo che svolge wikipedia per milioni di persone in ogni parte del mondonon è affatto la negazione di Internet: è l'evoluzione di Internetse a te non piace, non usarla: a molte persone piace e stiamo costruendo la più grande enciclopedia della storia (parlo di quela inglese, parlare di quella italiana e come sparare sulla croce rossa)Hamlethttp://technosoc.blogspot.com/
  • mex scrive:
    Wikipedia è solo un giornale di partito
    ...oltre che amatorialeCiò nonostante si trovano molti articoli buoni giacchè impossibili da politicizzare.Mi spiego... 2+2 ad esempio fa parte della cultura dell'uomo e difficilmente su wikipedia diventerà una cosa di sinistra, difficilmente sarà un'occasione da "centro sociale"per il rest: attualità, eventi, economia, storia, religione è tutto politicizzato a sinistra, sebbene quasi sempre in maniera amatoriale e scolasticabastano spesso davvero poche righe di lettura per capire che l'autore principale di un articolo non ha più di 20-22 anni e sta ancora al primo anno di letterela stessa natura di wikipedia è il trionfo, non solo degli amatori, ma anche del popolino ipnotizzato dalle ideologie di turno, che gioca a fare il grandebasta vedere che il 50% di tutta wikipedia e fatto di pseudo articoli informatici scritti da nerds e lameroniben venga wikipedia, ma non la si paragoni alla grandiosità di una vera enciclopedia
    • Francesco scrive:
      Re: Wikipedia è solo un giornale di partito
      - Scritto da: mex
      Mi spiego... 2+2 ad esempio fa parte della
      cultura dell'uomo e difficilmente su wikipedia
      diventerà una cosa di sinistra, difficilmente
      sarà un'occasione da "centro
      sociale"Ah, allora tu sei del partito che ci ritiene tutti comunisti. Va bene, ti segnamo nella colonna accanto a quelli che ci ritengono tutti fascisti.F
    • AlphaC scrive:
      Re: Wikipedia è solo un giornale di partito
      "una accusa senza argomentazioni è un insulta alla propria intelligenza e a quella degli altri"ci porti un esempio, una citazione di un articolo o di un paragrafo con tendenze bolsceviche?
    • Paolino scrive:
      Re: Wikipedia è solo un giornale di partito
      - Scritto da: mex
      ...oltre che amatoriale

      Ciò nonostante si trovano molti articoli buoni
      giacchè impossibili da
      politicizzare.Questo e' un grande valore. Peccato che ti contraddici dicendo che chi scrive sono dei ragazzotti semi-analfabeti e lameroni
      Mi spiego... 2+2 ad esempio fa parte della
      cultura dell'uomo e difficilmente su wikipedia
      diventerà una cosa di sinistra, difficilmente
      sarà un'occasione da "centro
      sociale"Fortunatamente neache tu riesci a politicizzare una cosa simile.
      per il rest: attualità, eventi, economia, storia,
      religione è tutto politicizzato a sinistra,
      sebbene quasi sempre in maniera amatoriale e
      scolasticaE quindi? Basta non leggere nulla di quanto citi.Wikipedia e' ottima per altro.
      bastano spesso davvero poche righe di lettura per
      capire che l'autore principale di un articolo non
      ha più di 20-22 anni e sta ancora al primo anno
      di
      lettereMolto piu' di quanto dimostri tu...
      la stessa natura di wikipedia è il trionfo, non
      solo degli amatori, ma anche del popolino
      ipnotizzato dalle ideologie di turno, che gioca a
      fare il
      grandeChe idiozia... il tuo partito ti dice di andare in giro a dire 'ste boiate???
      basta vedere che il 50% di tutta wikipedia e
      fatto di pseudo articoli informatici scritti da
      nerds e
      lameroniBel giudizio informato immagino... Li conosci tutti??:-D
      ben venga wikipedia, ma non la si paragoni alla
      grandiosità di una vera
      enciclopediaCosa avrebbe di "grandioso"?Che e' al 100% neutrale???O che e' politicizzata come piace a te?
    • next scrive:
      Re: Wikipedia è solo un giornale di partito
      wiki non è nata per sostituire la treccani.A me ha aiutato tantissimo in ambito lavorativo anche se, come dici tu, gli articoli sono scritti da 20 enni.Se trovi solo articoli tecnici scritti da nerd (meno male esitono!) dovresti solo ringraziarli. Perchè invece di criticare un lavoro ben fatto e utilissimo non alzi il culo e dai un tuo contributo?
      • Marco scrive:
        Re: Wikipedia è solo un giornale di partito
        Sono uno dei tanti 20enni (22 per l'esattezza) che scrive su wikipedia. Ma dopo aver fatto un liceo scientifico e 3 anni di università, sulla mia materia, con l'aiuto di decine di libri, possono tranquillamente scrivere un buona voce anche se non sono un guru del mio campo...quindi tutte queste generalizzazioni che dici fanno abbastanza ridere.Che poi wikipedia sia piena di 15enni che scrivono articoli sui pokemon o l'ultima serie televisiva è un dato di fatto, ma alla fine sono utili anche loro e sono potenziali autori delle voci del futuro.Per quanto riguarda la neutralità degli articoli, puoi stare certo che wikipedia resta imbattuta rispetto a qualsiasi enciclopedia e libro. Appena scrivi un'affermazione leggermente non neutrale stai certo che qualcuno verrà a riprenderti.
    • anonimo01 scrive:
      Re: Wikipedia è solo un giornale di partito

      Mi spiego... 2+2 ad esempio fa parte della
      cultura dell'uomo e difficilmente su wikipedia
      diventerà una cosa di sinistra, difficilmente
      sarà un'occasione da "centro
      sociale"psicoreato!2+2, a volte, =5.soprattutto per chi ha letto 1984.l'hai mai letto? o per caso hai paura che anche solo sentir parlare di tematiche di sinistra possa renderti come loro? (ghost)(ghost)(ghost) cmq rimane sempre il dubbio: ma il sapere è di sinistra? a sentire certe immondocazzate pare di si...
      per il rest: attualità, eventi, economia, storia,
      religione è tutto politicizzato a sinistra,
      sebbene quasi sempre in maniera amatoriale e
      scolasticate hai le paranoie;trova il modo di liberartene o sarai sempre un burattino nelle loro mani;
      bastano spesso davvero poche righe di lettura per
      capire che l'autore principale di un articolo non
      ha più di 20-22 anni e sta ancora al primo anno
      di
      letterequindi il problema non susiste: se sai di essere alle prese con un "principiante" valuterai per quello che leggi e con ancora più spirito critico;almeno, di solito è così, a meno che tu non abbia paura di sembrare "di sinistra" ( (ghost)(ghost)(ghost) ) per qualche bizzarro e predeterminato motivo...
      la stessa natura di wikipedia è il trionfo, non
      solo degli amatori, ma anche del popolino
      ipnotizzato dalle ideologie di turno, che gioca a
      fare il
      grande(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)detto da uno che ha paura dei komunisti kattivi che sbucano anche dai tombini(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)penso che qui dentro abbiamo tutti capito le tue preferenze elettorali :D
      basta vedere che il 50% di tutta wikipedia e
      fatto di pseudo articoli informatici scritti da
      nerds e
      lameroniti voglio vedere a configurare un nodo privoxy senza nerd, voglio proprio vedere quanto duri...
      ben venga wikipedia, ma non la si paragoni alla
      grandiosità di una vera
      enciclopediaevviva il Sapere Scritto Immutabile!Trionfi il Popolo Italiano!(rotfl)sappiamo anche tutti da dove arrivano treccani e company (1933) e chi li ha messi a fare quel che fanno (un povero bifolco decerebrato)...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 febbraio 2008 11.54-----------------------------------------------------------
  • anonimo01 scrive:
    Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!

    Veniamo alla qualità:
    Decisamente ottima ed abbondante, specie nella
    versione USA, e se c'é qualche imprecisione,
    semplicemente la correggo! E questa è l'anima del
    prodotto Wikipedia. Inutile lamentarsi Wikipedia
    funziona perché la conoscenza è un fatto dinamico
    e
    collaborativo!quoto.purtroppo questa cosa fa paura a molti...
    Posso dire che se Wikipedia ha dei problemi, sono
    principalmente problemi di crescita, ad
    esempio:

    1. Mancanza di skemi standard, magari
    modificabili, ma comunque predefiniti per la
    tipologia degli articoli in funzione della
    categorizzazione, che io inserirei subito prima
    di partire con l'articolo, che potrebbero dare
    una veste editoriale più omogenea, so che ci
    stanno lavorando in quanto Wikipedia avrà
    elementi di semantica, ma non credo che le idee
    in proposito siano ancora
    chiarissime.QUOTO! è orrido vedere articoli che parlano di cose simili ma con template totalmente diversi :(perdiana, dotatevi di standard! :@
    2. Inserimento di una area di pre pubblicazione
    (limbo), in modo da poter scrivere l'articolo
    senza che questi sia pubblicato come consolidato.
    Attenzione va mantenuta la possibilità di
    consultazione/modifica anche degli articoli in
    pre pubblicazione in modo di generare sempre
    contributi, solo che tali parti, possono essere
    visualizzate o non visualizzate, una sorta di
    area di "lavori in corso" dinamica. Infatti,
    spesso molti articoli sono tacciati di non
    affidabili in quanto sono ancora in fase di
    scrittura, ma non c'è modo di
    saperlo...idea molto buona...magari basterebbe cambiare lo sfondo della pagina o piazzarci un bel bannerone in cima...
    3. Utile sarebbe un robottino che si prenda cura
    di bho, gestione interna...

    4. Score su chi scrive, so ché ci stanno
    pensando, in modo che chi scrive meglio con meno
    contestazioni diventa più affidabile. Ovvio che
    questo dovrà in qualche modo registrarsi in
    questo modo si perderebbe l'anonimato. Ma poiché
    abbiamo parlato prima di una sorta di limbo per
    gli articoli in formazione, basta che chi sposta
    l'articolo da tale limbo all'area di
    pubblicazione sia uno che si è comunque loggato,
    non deve essere un controller percarità, quindi
    riconoscibile. Questo stimolerebbe tutti a
    loggarsi in quanto ciò li porterebbe ad avere la
    possibilità di pubblicazione evitando di
    aspettare uno che lo faccia per
    loro.per conciliare Anonimato e punteggio personale senza dover ricorrere a registrazioni, nomi utenti password e database, c'è la soluzione: Tripcode http://en.wikipedia.org/wiki/Tripcode ;)
    L'affidabilità, all'interno del
    campo del sapere, si muove a macchie, un ottimo
    conoscitore della materia lo è solo in certe aree
    della stessa, in altre aree può non essere
    assolutamente affidabile. Per questo nelle
    enciclopedie ci sono errori come ci sono in
    Wikipedia, solo che 4-5 anni fa, in wikipedia,
    c'erano 3-4 volte più errori che in una
    enciclopedia, ora siamo allo stesso livello. Più
    avanti non so, potrebbe darsi che la cosa non
    migliori in quanto la conoscenza, che è un fatto
    oggettivo, per il solo fatto di esistere, può
    contenere comunque una quantità media di errori e
    magari a tale quantità ci staimo avvicinando con
    gli attuali strumenti della conoscenza.teoreia molto interessante, grazie per l'hintbyez
  • Francesco scrive:
    Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!
    Grazie del tuo contributo, fa piacere vedere che qualcuno la pensa così! Solo una cosa tecnica:- Scritto da: abassign
    2. Inserimento di una area di pre pubblicazione
    (limbo), in modo da poter scrivere l'articolo
    senza che questi sia pubblicato come consolidato.È pratica comune preparare un articolo in una sottopagina della tua pagina utente (tutti la possono vedere), in modo da prepararlo con calma, chiedere la collaborazione di altri utenti e poi, quando è sufficientemente "maturo" spostarlo in ns0. Tra l'altro anche la cronologia viene trasferita, quindi risulterà a tutti gli effetti che hai contribuito in ns0.F
    • Marco scrive:
      Re: Wikipedia funziona e funziona pure bene!
      Per il punto 2 basta anche solo che aggiungi il template Work in Progressi {{WIP}} per segnalare che stai lavorando sull'articolo.Mentre per gli altri punti che segnali sono tutte cose in lavorazione. D'altronde Wikipedia sono per la legge dei grandi numeri non può che migliorare ogni giorno che passa.
  • babel-zeta scrive:
    5.300 vs 2.200.000
    come si fanno a fare paragoni? su citizendium non si trova un tubo, saranno anche voci di qualità ma sono pochissime.
  • Francesco scrive:
    Wikipedia: manuale di sopravvivenza
    Molti dicono che Wikipedia non è "libera" come dice di essere. Molti si lamentano perché Wikipedia ha delle regole. È vero, a volte le regole sono tante ed anche complicate, ma il problema principale è che spesso gli utenti che poi vengono a lamentarsi entrano in Wikipedia con la delicatezza di un elefante in una cristalleria.Wikipedia è libera. Tutti sono invitati ad entrare e partecipare.Ma immaginate di essere invitati a casa di alcune persone. NON potete entrare, sputare per terra, appiccicare il chewing gum sulla fronte del pupo, pulirvi le scarpe sulla tovaglia e intascarvi un soprammobile di Murano.A volte questa è l'impressione che fate se pretendete di iniziare a scrivere su Wikipedia come pare a voi, pensando che libertà voglia dire anarchia.Per conto mio, collaboro a Wikipedia da due anni. Ormai ho una certa esperienza, ma sono stato niubbo anch'io. Eppure nessuno mi ha mai bloccato, non ho mai provocato edit war ed ho sempre cercato di portare il mio modesto contributo a it.wiki,Potrete anche dirmi che adesso faccio parte della "cricca" o della "casta" (che, comunque, lo dico per chiarezza, NON ESISTONO), ma di sicuro due anni fa non ne facevo parte.Ecco quindi un paio di consigli per chi si avvicina a it.wiki:1) NON inserire COLLEGAMENTI ESTERNI finché non sei esperto ed hai capito bene le linee guida. I collegamenti esterni da it.wiki sono un modo facile per ottenere pubblicità, perché it.wiki è visitata da milioni di persone. Ma a noi non piace chi vuole farsi pubblicità gratuita.2) SCRIVI SEMPRE qualcosa nella casella "oggetto della modifica". Se sistemi l'ortografia anche un semplice "typo" o "fix" va bene, ma se fai una modifica sostanziale, spiega chiaramente il perché3) Se qualcuno annulla una tua modifica, NON annullare il rollback. Scrivi in pagina di discussione della voce per chiedere chiarimenti.4) EVITA di inserire nuove voci se sei alle primissime armi. Costruire una voce che sia in grado di integrarsi correttamente con l'enciclopedia richiede una certa esperienza.5) NON venire a lamentarti immediatamente dicendo che qualche regola o linea guida è sbagliata perché non rispetta la tua visione del mondo. Le linee guida attuali sono il frutto di anni di lavoro. Ci sono ampi margini di miglioramento e sono in continua evoluzione, ma prima di proporre modifiche, affinché esse siano sensate, è necessario aver compreso bene lo spirito della regola.Insomma, comincia col guardarti intorno, cerca di capire i meccanismi che regolano it.wiki e diventa sempre più audace. La comunità conta decine di migliaia di utenti, e darsi delle regole è necessario per la sopravvivenza del progetto e per la soddisfazione di tutti.F[[Utente:IngFrancesco]]PS Rilascio il testo sopra in doppia licenza GFDL e CC-BY-SA, nel caso remoto in cui qualcuno lo volesse riutilizzare
    • battagliacom scrive:
      Re: Wikipedia: manuale di sopravvivenza
      quello che tu dici è giusto, anche io ogni tanto collaboro con wikipedia, io sono molto giovane(14anni) e nella maggior parte dei casi mi limito solo a correggere gli errori di ortografia e cose del genere, ma anche se ci sono delle volte che mi diletto a scrivere anche delle altre cose che già conosco, la maggior parte sono solo dei chiarimenti, oppure sono pagine dedicate a riviste, ma non sono grandi articoli, ma mi piace collborare, credo che terrò in grande considerazione i consigli che hai scritto.Thank you
  • Nilok scrive:
    Disinformazione
    Ave.E' divertente osservare quanto si accapigliano per essere la più grande fonte di Disinformazione Planetaria!Consultare Wikkiwikki o Cityzender è come chiedere notizie dei vicini alla portinaia......A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
    • Senbee scrive:
      Re: Disinformazione
      Dillo subito che Wikipedia ti sta sugli zebedei a causa dell'ottima voce su Scientology (che la sputtana apertamente):http://it.wikipedia.org/wiki/Scientology
    • anonimo01 scrive:
      Re: Disinformazione
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      E' divertente osservare quanto si accapigliano
      per essere la più grande fonte di Disinformazione
      Planetaria!
      non preoccuparti che il primato è ben assicurato ad altri...
      Consultare Wikkiwikki o Cityzender è come
      chiedere notizie dei vicini alla
      portinaia......(rotfl)(rotfl)(rotfl)da che pulpito(rimosso ;) ) :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 febbraio 2008 15.58-----------------------------------------------------------
      • Paolino scrive:
        Re: Disinformazione

        da che pulpitoGrande! :-D(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Nilok scrive:
        Re: Disinformazione
        Ti ricordo che:"Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:sia in tema e contribuisca alla discussione in corso"A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.ithttp://it.youtube.com/user/Nilok1959
        • --- scrive:
          Re: Disinformazione

          "Prima di pubblicare un tuo commento assicurati
          che:
          sia in tema e contribuisca alla discussione in
          corso"MWAHAHAHAHAH ti brucia ancora eh? Devi subire in silenzio, impara a perdere con stile caro Nilok re degli arrampicatori sugli specchi ;)
      • Il problema degli errori scrive:
        Re: Disinformazione

        da che pulpito
        [img]http://i30.tinypic.com/28aj0hw.png[/img]Ma lol CHE FIGURA DI MERD/ ahahahahahahahaha !!!!
    • Paolino scrive:
      Re: Disinformazione
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      E' divertente osservare quanto si accapigliano
      per essere la più grande fonte di Disinformazione
      Planetaria!Per quello c'e' Scientology :-D
      Consultare Wikkiwikki o Cityzender è come
      chiedere notizie dei vicini alla
      portinaia......Meglio alla portinaia che da certe fonti...Ma questo dimostra la tua ignoranza e la tua presunzione di crederti superiore agli altri.Ci sono indubbiamente moltissimi articoli ben scritti, negare questo significa solo negare l'evidenza.
      • X333 scrive:
        Re: Disinformazione
        Wikipedia e' buona solo per l'informatica e poco altro,andiamo nella sezione storia ad esempio e se ne vedono delle belle...soprattutto se provi a correggere inesattezze storiche,o a toccare il vittimismo ebraico (tipo la storia della 2guerra mondiale)...
    • Il problema degli errori scrive:
      Re: Disinformazione
      È arrivato l'adepto di Sciemology a dire l'ennesima cazzata :)
    • Tuo Nonno scrive:
      Re: Disinformazione
      Nilok ha perfettamente ragione. Wikipedia è disinformazione.Infatti, per attingere da "fonti sicure" basta andare su Nonciclopedia:http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principale(rotfl)
  • Krik&Krok scrive:
    Cerca "Carlo Rubbia" su Citizendium e...
    Non lo trovi!e "John Kennedy" è un draft !"United States of America" è un draft !Ne deve fare ancora tanta di strada, Larry Sanger, prima di chiamare enciclopedia Citizendium !Ok, ok, forse Wikipedia avrà delle imprecisioni, essendo "opera imperfetta creata da esseri imperfetti", ma almeno si puo' usare come punto di partenza.E' ovvio che "l'ha detto wikipedia" è un approccio un po' ingenuo, ma lo è sicuramente di più dire l'ha detto la TV oppure l'ho letto sul giornale.Le verità assolute non esistono.... "anche questa"
    • Abusivo scrive:
      Re: Cerca "Carlo Rubbia" su Citizendium e...

      E' ovvio che "l'ha detto wikipedia" è un
      approccio un po' ingenuo, ma lo è sicuramente di
      più dire l'ha detto la TV oppure l'ho letto sul
      giornale.Quoto.Ed è tanto più vero per il "l'ho sentito a 'Striscia la Notizia'" che mi è capitato di sentire.
  • Enrico Giancipoli scrive:
    Affidabilità
    Nell'articolo non ho potuto sbilanciarmi troppo. Lo faccio qui in un commento.Credo che Wikipedia sia una fonte ragguardevole da cui attingere informazioni. Il problema è chi si affida *solo* a Wikipedia. Bisogna abituarsi ad uno spirito critico, bisogna abituarsi a verificare una stessa informazione da più fonti. Cross-verify, verifica trasversale. Se più fonti diverse riportano una stessa informazione, allora è molto più probabile che essa sia vera. Lo spirito critico deve insegnarci ad essere sempre e comunque scettici, con il beneficio del dubbio: cento fonti che riportano una stessa informazione possono sbagliare tutte e cento. Quindi Wikipedia va intesa come *una* fonte, non come l'una e la trina. Il lavoro di Citizendium è abbastanza interessante, si prendono loro la briga di cross-verificare le notizie e certificarne l'affidabilità. Tuttavia, ciò dissolve in buona parte la forza di Wikipedia, la possibilità di dare ognuno il proprio contributo libero. Per quanto possa crescere, una community elitaria sarà sempre una community elitaria, con i suoi pregi ed i suoi difetti. Con questo affermo e mi prendo la responsabilità di ribadirlo, Citizendium non arriverà mai ai numeri di Wikipedia. Magari avrà più qualità, ma sarà di sicuro a discapito della quantità. Il bello di Internet è di poter disporre di una quantità quasi illimitata di informazioni, impariamo ad usufruirne. Dopotutto, Internet è un mezzo di informazione, ed è il libero flusso di informazioni a fare di Internet uno strumento rivoluzionario. Lunga vita a Citizendium, ma lunga vita anche a Wikipedia ed a tutti coloro che fanno dell'informazione il pane quotidiano. Il sapere vi renderà liberi! Oh no, ho finito per diventare retorico :D
    • anoninona scrive:
      Re: Affidabilità
      Il problema di Citizendum è proprio questo: affidarsi ad un'unica fonte.Le varie fonti di w. sono proprio gli utenti!!!Il controllo sull'affidabilità di w. si può effettuare semplicemente guardando le discussioni e la cronologia della voce, nel 90% dei casi è più che affidabile.E se gli utenti imparassero questo, lo sarebbe ancor di più.È la sfida dell'open source: ti fidi di più di linux che ha il kernel costantemente sotto il controllo di 1.000.000 di programmatori anche (ma non solo) dilettanti o di windows che lo ha sotto il controllo di 100 persone?La risposta è negli aggiornamenti...
      • andros scrive:
        Re: Affidabilità

        Il controllo sull'affidabilità di w. si può
        effettuare semplicemente guardando le discussioni
        e la cronologia della voce, nel 90% dei casi è
        più che
        affidabile.
        E se gli utenti imparassero questo, lo sarebbe
        ancor di
        più.Stai indirettamente dando ragione a Enrico Giancipoli* "*una* fonte, non come l'una e la trina"i risultati sono buoni e se sento una parola sconosciuta e voglio avere un'idea di cosa è è ottima.Se utilizzo solamente wikipedia (ivi comprese discussioni e cronologia) per acquisire una conoscenza per me importante mi espongo a rischi* "Bisogna abituarsi ad uno spirito critico"Wikipedia, oltre alle varie informazioni, dovrebbe insegnare due cose:1: il progredire della conoscenza è fatto di tante cose,piccole e grandi, e tutti possono partecipare. Non occorreessere geni ma avere buona volontà, impegno e onestà mentale2: se tu puoi modificare una fonte puoi capire che le fontinon sono qualcosa di sacrale ma qualcosa da valutare e eventualmente da mettere in discussione. Se un utente wiki impara anche solo queste due cose da tutti gli articoli allora è splendido.
    • Krik&Krok scrive:
      Re: Affidabilità
      QUOTO, QUOTISSIMO !- Scritto da: Enrico Giancipoli
      Nell'articolo non ho potuto sbilanciarmi troppo.
      Lo faccio qui in un
      commento.

      Credo che Wikipedia sia una fonte ragguardevole
      da cui attingere informazioni. Il problema è chi
      si affida *solo* a Wikipedia. Bisogna abituarsi
      ad uno spirito critico, bisogna abituarsi a
      verificare una stessa informazione da più fonti.
      Cross-verify, verifica trasversale. Se più fonti
      diverse riportano una stessa informazione, allora
      è molto più probabile che essa sia vera. Lo
      spirito critico deve insegnarci ad essere sempre
      e comunque scettici, con il beneficio del dubbio:
      cento fonti che riportano una stessa informazione
      possono sbagliare tutte e cento.


      Quindi Wikipedia va intesa come *una* fonte, non
      come l'una e la trina. Il lavoro di Citizendium è
      abbastanza interessante, si prendono loro la
      briga di cross-verificare le notizie e
      certificarne l'affidabilità. Tuttavia, ciò
      dissolve in buona parte la forza di Wikipedia, la
      possibilità di dare ognuno il proprio contributo
      libero. Per quanto possa crescere, una community
      elitaria sarà sempre una community elitaria, con
      i suoi pregi ed i suoi difetti. Con questo
      affermo e mi prendo la responsabilità di
      ribadirlo, Citizendium non arriverà mai ai numeri
      di Wikipedia. Magari avrà più qualità, ma sarà di
      sicuro a discapito della quantità. Il bello di
      Internet è di poter disporre di una quantità
      quasi illimitata di informazioni, impariamo ad
      usufruirne.


      Dopotutto, Internet è un mezzo di informazione,
      ed è il libero flusso di informazioni a fare di
      Internet uno strumento rivoluzionario. Lunga vita
      a Citizendium, ma lunga vita anche a Wikipedia ed
      a tutti coloro che fanno dell'informazione il
      pane quotidiano. Il sapere vi renderà liberi! Oh
      no, ho finito per diventare retorico
      :D
    • Luther Blisset scrive:
      Re: Affidabilità
      E dove sta l'utilità di una fonte se devo preoccuparmi di scremare la possibilità di imprecisioni e vere e proprie caxxate?La summa dei problemi di internet in un solo sito.Il tempo oggi è prezioso come mai lo è stato prima.Wikipedia è un'enciclopedia e come tale si propone di accentrare il sapere per velocizzare le ricerche e l'apprendimento, fallendo miseramente.Va bene lo spirito critico, lo uso pure quando leggo un libro, ma la Wikipedia mi costringe a superare il confine e approdare nel mondo del sospetto.
      • gold scrive:
        Re: Affidabilità
        Che tristezza coloro che pretendono di avere la "verità". Su praticamente ogni concetto ci sono solo opinioni, una buona enciclopedia dovrebbe occuparsi di descriverle tutte. Se volete verità forse state cercando una religione. Provate con la bibbia.
      • fabianope scrive:
        Re: Affidabilità
        Luther,- Scritto da: Luther Blisset
        E dove sta l'utilità di una fonte se devo
        preoccuparmi di scremare la possibilità di
        imprecisioni e vere e proprie
        caxxate?...allora ti ripeto la domanda per le fonti "sicure": chi controlla i controllori?Simplicio sostiene che al mondo non c'e' persona piu' Affidabile di Tolomeo...Einstein (quello intelligente...) dice che Dio non Gioca a Dadi....Kronecker (nulla a che fare con Loacker) dice che Dio ha inventato i numeri naturali e che la trequarti l'ho invece inventata io...mah...se ti fidi di loro...contento tu...ah dimenticavo...la spiegazione di Galileo delle maree...per carita'!!! :=))
        La summa dei problemi di internet in un solo sito.
        Il tempo oggi è prezioso come mai lo è stato
        prima."I've not enough time time... too busy sucking on my dindon"(velvet underground, sister ray)IMHO la "voglia di avere tutto e subito" va a braccetto & amicizia con i bignamini e l'"ipse dixit".nobbuono come diceva Andy all'Altra Domenica...:=))auguri e ...torna agli epicicli!
      • AlphaC scrive:
        Re: Affidabilità
        perchè ti sei scelto quel nick se hai tendenze così reazionarie?
      • Paolino scrive:
        Re: Affidabilità
        - Scritto da: Luther Blisset
        E dove sta l'utilità di una fonte se devo
        preoccuparmi di scremare la possibilità di
        imprecisioni e vere e proprie
        caxxate?Quale e' la tua fonte allora?
        La summa dei problemi di internet in un solo sito.
        Il tempo oggi è prezioso come mai lo è stato
        prima.Il tuo non sembra :-D
        Wikipedia è un'enciclopedia e come tale si
        propone di accentrare il sapere per velocizzare
        le ricerche e l'apprendimento, fallendo
        miseramente.Quindi tu cosa usi come fonte assoluta di informazioni?
        • anonimo01 scrive:
          Re: Affidabilità

          Quindi tu cosa usi come fonte assoluta di
          informazioni?polygen :D :D :D
        • Luther Blisset scrive:
          Re: Affidabilità
          - Scritto da: Paolino
          Quindi tu cosa usi come fonte assoluta di
          informazioni?Rispondo a te, che dall'alto della tua arroganza rispondi a me in modo inutilmente sarcastico, quasi godessi a passare per spocchioso antipatico, per rispondere a tutti gli altri che mi hanno risposto, evidentemente colpiti nel vivo, convinti che il mio intervento significasse che si debba cercare una fonte assoluta di informazioni.E anzi, la tua risposta, la risposta di un, se non ho capito male, amministratore sulla it.wiki implicitamente rivendica alla wiki stessa il ruolo di fonte assoluta (e quindi infallibile) di informazioni.Quale meraviglioso ossimoro nel mettere insieme le risposte che ho ricevuto.Le fonti assolute di informazione non esistono, tutti dicono le loro caxxate.Ma il rapporto segnale/rumore sulla wikipedia è talmente basso da impormi di sospettare di qualunque parola.Nel leggerla si va ben oltre la legittima richiesta di senso critico di qualunque altro media, ben oltre la legittima aspettativa di mancanza di pigrizia mentale del lettore e si sconfina nell'inaffidabilità totale.Potrei a questo punto elencare una corposa serie di link della wiki con testi contenenti errori macroscopici, ma il mio tempo è prezioso.Buona fortuna con la vostra creatura, ne avrete bisogno.
          • Hamlet scrive:
            Re: Affidabilità
            - Scritto da: Luther Blisset
            Le fonti assolute di informazione non esistono,
            tutti dicono le loro
            caxxate.
            Ma il rapporto segnale/rumore sulla wikipedia è
            talmente basso da impormi di sospettare di
            qualunque
            parola.si vede che non conosci la wikipedia in lingua inglesepuoi farci esempi di voci in inglese con errori macroscopici, per favore? altrimenti la critica rischia di essere un pò troppo vaga...
    • AlphaC scrive:
      Re: Affidabilità
      - Scritto da: Enrico Giancipoli
      Nell'articolo non ho potuto sbilanciarmi troppo.
      Lo faccio qui in un
      commento.

      Credo che Wikipedia sia una fonte ragguardevole
      da cui attingere informazioni. Il problema è chi
      si affida *solo* a Wikipedia. Bisogna abituarsi
      ad uno spirito critico, bisogna abituarsi a
      verificare una stessa informazione da più fonti.
      Cross-verify, verifica trasversale. Se più fonti
      diverse riportano una stessa informazione, allora
      è molto più probabile che essa sia vera. Lo
      spirito critico deve insegnarci ad essere sempre
      e comunque scettici, con il beneficio del dubbio:
      cento fonti che riportano una stessa informazione
      possono sbagliare tutte e cento.
      Il bello di wikipedia è proprio questo, è un frontend a tante teste con informazioni e idee diverse che collaborano, quindi cercando su wikipedia ottengo un articolo che è stato creato in collaborazione limando ciò che poteva esserci di dubbio, lacosa di per sè è geniale, poi sono daccordo che è sempre meglio approfondire nei casi "spinosi", ma per questo ci sono i libri e i motori di ricerca no?Per dare una spolverata ad argomenti tecnici è una manna dal cielo cmq.
      Quindi Wikipedia va intesa come *una* fonte, non
      come l'una e la trina. Non è una sola fonte, la pluralità è insita nella logica di wikipedia...Il lavoro di Citizendium è
      abbastanza interessante, si prendono loro la
      briga di cross-verificare le notizie e
      certificarne l'affidabilità. Quindi partire da UNA fonte, verificarla e pubblicarla, non è molto diverso da una normale enciclopediaTuttavia, ciò
      dissolve in buona parte la forza di Wikipedia, anche tutta :-)la
      possibilità di dare ognuno il proprio contributo
      libero. Per quanto possa crescere, una community
      elitaria sarà sempre una community elitaria, con
      i suoi pregi ed i suoi difetti. Con questo
      affermo e mi prendo la responsabilità di
      ribadirlo, Citizendium non arriverà mai ai numeri
      di Wikipedia. Magari avrà più qualità, ma sarà di
      sicuro a discapito della quantità. Il bello di
      Internet è di poter disporre di una quantità
      quasi illimitata di informazioni, impariamo ad
      usufruirne.Certo hai ragione, anche se secondo me la qualità dell'informazione è un concetto più soggettivo che oggettivo, si può definire qualità il fatto di non sapere chi sta verificando e come piuttosto che potersi leggere le diatribe dietro agli articoli, facendosi una idea propria.
      • Marco scrive:
        Re: Affidabilità
        Boh ma io non vedo niente di nuovo sotto il sole. Me lo insegnavo alle elementari che quando si fa una ricerca bisogna valutare più fonti...ed una di queste fonti è wikipedia. Wikipedia ha il pregio di avere qualsiasi roba tu cerchi e di darti una base da cui partire: infatti molto spesso la voce, oltre ad essere buona, presenta un'ampia bibliografia e molte note a corredo. Ovviamente affidarsi solo a wikipedia è un suicidio, come lo è affidarsi solo alla Treccani o leggere solo un tipo di giornale. Ma questo si chiama senso critico e non ha niente a che fare con Wikipedia. Wikipedia è un mezzo e per sua natura, come tutti i mezzi è NEUTRALE. Poi sta all'uso che ne fa ognuno di noi farlo diventare un mezzo positivo o negativo.
    • taweka scrive:
      Re: Affidabilità
      - Scritto da: Enrico Giancipoli
      Nell'articolo non ho potuto sbilanciarmi troppo.
      Lo faccio qui in un
      commento.[...]
      Il lavoro di Citizendium è
      abbastanza interessante, si prendono loro la
      briga di cross-verificare le notizie e
      certificarne l'affidabilità. Tuttavia, ciò
      dissolve in buona parte la forza di Wikipedia, la
      possibilità di dare ognuno il proprio contributo
      liberoper non parlare della pedissequa riproposizione della cara vecchia autoreferenzialità. A questa stregua, non me ne faccio nulla
  • ROMA scrive:
    Grande Larry Sanger!!
    Complimenti per il progettone! Una enciclopedia gratuita e affidabile, non potevi fare di più! (beh, se non espanderla...) :) 8)
  • Nome e cognome scrive:
    Wikipedia è uno schifo...
    ...su Wikipedia un gruppetto genera il consenso... dunque sono sempre i soliti a decidere cosa pubblicare, cosa è "spam", cosa non è "enciclopedico" o degno di "notabilità".Certo, è la (così chiamata) comunità che sceglie: sempre i soliti, e guai agli altri utenti che osano contraddirli; chi lo fà rischia di venire bannato in 10 secondi... la comunità poi decide (sempre i soliti) se bannarti per sempre oppure no e la storia si ripete per ognuno che non è d'accordo con loro... questa è la grande community di it.wikipedia. Piuttosto che i template "E' enciclopedico?" da mettere nelle voci, dovrebbero creare i template "E' una enciclopedia?" da mettere in homepage.Invece le pagine sono sempre piene di vandalismi e parti errate o POV, ma va bene così, bisogna essere pazzi per utilizzare it.wikipedia. Wikipedia in inglese, è molto meglio. Ma Citizendium è meglio ancora. Almeno è più affidabile, senza dubbio.Su it.wikipedia c'è un sacco di spazzatura e poche cose utili. (100000 voci con i nomi dei comuni francesi, altre 100000 con i nomi dei meteoriti... e forse 200 pagine davvero utili e senza errori: una enciclopedia proprio completa!....).
    • Julia scrive:
      Re: Wikipedia è uno schifo...
      - Scritto da: Nome e cognome
      ...su Wikipedia un gruppetto genera il
      consenso... dunque sono sempre i soliti a
      decidere cosa pubblicare, cosa è "spam", cosa non
      è "enciclopedico" o degno di
      "notabilità".
      Certo, è la (così chiamata) comunità che sceglie:
      sempre i soliti, e guai agli altri utenti che
      osano contraddirli; chi lo fà rischia di venire
      bannato in 10 secondi... la comunità poi decide
      (sempre i soliti) se bannarti per sempre oppure
      no e la storia si ripete per ognuno che non è
      d'accordo con loro... questa è la grande
      community di it.wikipedia. Piuttosto che i
      template "E' enciclopedico?" da mettere nelle
      voci, dovrebbero creare i template "E' una
      enciclopedia?" da mettere in
      homepage.

      Invece le pagine sono sempre piene di vandalismi
      e parti errate o POV, ma va bene così, bisogna
      essere pazzi per utilizzare it.wikipedia.
      Wikipedia in inglese, è molto meglio. Ma
      Citizendium è meglio ancora. Almeno è più
      affidabile, senza
      dubbio.
      Su it.wikipedia c'è un sacco di spazzatura e
      poche cose utili. (100000 voci con i nomi dei
      comuni francesi, altre 100000 con i nomi dei
      meteoriti... e forse 200 pagine davvero utili e
      senza errori: una enciclopedia proprio
      completa!....).rosichi parecchio per uno che trova brutta una cosa e bella un'altra :-)ti hanno cacciato via perchè sei un vandalo eh? ;)o volevi mettere dentro il tuo gruppo musicale ;)
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Wikipedia è uno schifo...
        non ho mai partecipato a wikipedia (né come anonimo né come registrato, per niente), ho solo visto (e riportato) come funziona.(cylon)
        • franchissim o scrive:
          Re: Wikipedia è uno schifo...
          Se hai trovato degli errori (e sai che sono tali) correggili.Non credo che nessuno ti bannerà per questo, soprattutto apportando valide fonti come la stessa wikipedia.enQuando la consulto, se trovo imprecisioni, imperfezioni o italiano non corretto per sviste o altro, mi limito a portare il mio modestissimo contributo. Fai lo stesso e goditela.Bye
          • Ghettonized scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            - Scritto da: franchissim o
            Se hai trovato degli errori (e sai che sono tali)
            correggili.

            Non credo che nessuno ti bannerà per questo,
            soprattutto apportando valide fonti come la
            stessa
            wikipedia.en

            Quando la consulto, se trovo imprecisioni,
            imperfezioni o italiano non corretto per sviste o
            altro, mi limito a portare il mio modestissimo
            contributo. Fai lo stesso e
            goditela.

            Byeper me ad esempio è un errore la presenza di 10000 voci, rigorosamente tutte stub, riguardanti solo comuni piccolissimi, insignificanti (relativamente agli esistenti), e senza alcuna documentazione a parte quattro numero in croce.Io unificherei tutte queste voci in una lista, e stabilirei come linea guida che ogni comune per poter avere la sua pagina, debba in qualche modo meritarsela per rilevanza e per ricchezza della pagina proposta.Ma se fosse semplice come la fai te, dovrei potermi mettere subito adesso a cancellare le voci che ritengo inutili, creare questa lista dei comuni in sostituzione, scrivere una linea guida con tanto di template per la proposta di cancellazione di eventuali nuovi inserimenti che non lo rispettano. Se ritieni che sia davvero possibile, provalo, fallo e poi riportami il risultato.
          • anoninona scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            Questa è una tua opinione, un dato SOGGETTIVO. Il dato OGGETTIVO è che il comune di 100 abitanti ha la stessa dignità di quello di 3.000.000 di abitanti. Avrà meno notizie da fornirti, ma enciclopedicamente parlando, deve esistere. A me è capitato più di una volta di cercare piccolissimi comuni su w. per vedere dimensioni, localizzazione ed eventuali altre informazioni.Piccolo paragone: vai a cercare su un dizionario "uomo" e "bonariamente", la prima parola è una pagina intera di informazioni, la seconda è mezza riga (fonte: demauro online). bisognerebbe quindi cancellare bonariamente dal vocabolario?
          • Ghettonized scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            - Scritto da: anoninona
            Questa è una tua opinione, un dato SOGGETTIVO. Il
            dato OGGETTIVO è che il comune di 100 abitanti ha
            la stessa dignità di quello di 3.000.000 di
            abitanti.ma non è vero, non significa niente!dignità enciclopedica ad esempio, non ne hanno uguale.Se ad esempio dovresti realizzare un'enciclopedia molto sintetica, non metteresti ogni comune, priviligeresti le città da 3000000 abitanti, oppure quelle che si sono distinte per meriti storici, artistici, o altro.Se ogni volta che si preme il pulsante "una pagina a caso" vien fuori uno stub che NON contiene informazioni, allora la banfa dei millemila articoli presenti su wikipedia è solo una banfa!
            Avrà meno notizie da fornirti, ma
            enciclopedicamente parlando, deve esistere. A me
            è capitato più di una volta di cercare
            piccolissimi comuni su w. per vedere dimensioni,
            localizzazione ed eventuali altre
            informazioni.Eh, infatti secondo la mia idea tu avresti dovuto ottenere, come risultato della tua ricerca, una lista dei comuni piccolissimi, con tutti i dati relativi.
            Piccolo paragone: vai a cercare su un dizionario
            "uomo" e "bonariamente", la prima parola è una
            pagina intera di informazioni, la seconda è mezza
            riga (fonte: demauro online). bisognerebbe quindi
            cancellare bonariamente dal
            vocabolario?apparte chebonariamente essendo un aggettivo avverbizzato è naturale che sul dizionario c'è solo come riferimento, e se vai a cercare bonario, ci sono 3 righe.Ma è un paragone che non ha senso: prima di tutto un dizionario non è un'enciclopedia, e secondo io mica dico di cancellare definitivamente le voci, ma di accorpare tanti piccoli stub che contengono solo dati statistici e non enciclopedici, in una lista.
          • Ruggito di fuoco scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            - Scritto da: anoninona
            Questa è una tua opinione, un dato SOGGETTIVO. Il
            dato OGGETTIVO è che il comune di 100 abitanti ha
            la stessa dignità di quello di 3.000.000 di
            abitanti.Anche il mio quartiere ha la stessa dignità del comune di 100 abitanti. E noi siamo almeno un migliaio. Posso fare una voce per ogni quartiere della città?E posso anche fare una pagina per ogni cirscoscrizione?Hanno la stessa dignità, no?
          • Paolino scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            - Scritto da: Ghettonized
            - Scritto da: franchissim o

            Se hai trovato degli errori (e sai che sono
            tali)

            correggili.



            Non credo che nessuno ti bannerà per questo,

            soprattutto apportando valide fonti come la

            stessa

            wikipedia.en



            Quando la consulto, se trovo imprecisioni,

            imperfezioni o italiano non corretto per sviste
            o

            altro, mi limito a portare il mio modestissimo

            contributo. Fai lo stesso e

            goditela.



            Bye

            per me ad esempio è un errore la presenza di
            10000 voci, rigorosamente tutte stub, riguardanti
            solo comuni piccolissimi, insignificanti
            (relativamente agli esistenti), e senza alcuna
            documentazione a parte quattro numero in
            croce.Puoi aiutare. Man mano cresceranno.
            Io unificherei tutte queste voci in una lista, e
            stabilirei come linea guida che ogni comune per
            poter avere la sua pagina, debba in qualche modo
            meritarsela per rilevanza e per ricchezza della
            pagina
            proposta.Non e' funzionale. Se li metti in una lista, muore li...
            Ma se fosse semplice come la fai te, dovrei
            potermi mettere subito adesso a cancellare le
            voci che ritengo inutili, creare questa lista dei
            comuni in sostituzione, scrivere una linea guida
            con tanto di template per la proposta di
            cancellazione di eventuali nuovi inserimenti che
            non lo rispettano.E allora? Vuoi la rivoluzione, vuoi che la faccia qualcun altro per te.E vuoi togliere la possibilita' agli altri di sviluppare i comuni uno per uno.Oltretutto proponi una cosa che non funziona...
            Se ritieni che sia davvero possibile, provalo,
            fallo e poi riportami il
            risultato.Bravo... E perche' il tuo metodo dovrebbe essere il migliore.Per esempio per me non lo e'.Meglio lasciare i comuni con poche info che cresceranno pian piano. All'inizio tutto era stub. Se si usasse il tuo metodo nessuna voce si svilupperebbe
          • Ghettonized scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Ghettonized

            - Scritto da: franchissim o


            Se hai trovato degli errori (e sai che sono

            tali)


            correggili.





            Non credo che nessuno ti bannerà per questo,


            soprattutto apportando valide fonti come la


            stessa


            wikipedia.en





            Quando la consulto, se trovo imprecisioni,


            imperfezioni o italiano non corretto per
            sviste

            o


            altro, mi limito a portare il mio modestissimo


            contributo. Fai lo stesso e


            goditela.





            Bye



            per me ad esempio è un errore la presenza di

            10000 voci, rigorosamente tutte stub,
            riguardanti

            solo comuni piccolissimi, insignificanti

            (relativamente agli esistenti), e senza alcuna

            documentazione a parte quattro numero in

            croce.

            Puoi aiutare. Man mano cresceranno.
            come, da soli?

            Io unificherei tutte queste voci in una lista, e

            stabilirei come linea guida che ogni comune per

            poter avere la sua pagina, debba in qualche modo

            meritarsela per rilevanza e per ricchezza della

            pagina

            proposta.

            Non e' funzionale. Se li metti in una lista,
            muore
            li...
            ma non è vero, il motore di ricerca interno parsa le parole e restituisce la pagina. Basterebbe che chiunque cerchi un comune del quale non c'è una pagina propria, venga reindirizzato alla lista.I dati presenti sarebbero gli stessi.

            Ma se fosse semplice come la fai te, dovrei

            potermi mettere subito adesso a cancellare le

            voci che ritengo inutili, creare questa lista
            dei

            comuni in sostituzione, scrivere una linea guida

            con tanto di template per la proposta di

            cancellazione di eventuali nuovi inserimenti che

            non lo rispettano.

            E allora? Vuoi la rivoluzione, vuoi che la faccia
            qualcun altro per
            te.no, a me non me ne frega niente, io sono convinto che in wikipedia non siano attuabili rivoluzioni o cambiamenti VERI (che non siano correzioni davvero grossolane), e anche le aggiunte siano difficoltose e in balìa dell'arbitrio di netcop improvvisatisi censori.Un altro utente dissente, bene, l'onere della prova sta a chi fa l'affermazione.
            E vuoi togliere la possibilita' agli altri di
            sviluppare i comuni uno per
            uno.
            Oltretutto proponi una cosa che non funziona...
            1) non è vero che non funziona, non è stata provata quindi non puoi dirlo;2) chiunque può sviluppare un comune, ma deve avere del contenuto per svilupparlo.Non è che se pianti lì uno stub questo cresce da solo.

            Se ritieni che sia davvero possibile, provalo,

            fallo e poi riportami il

            risultato.

            Bravo... E perche' il tuo metodo dovrebbe essere
            il
            migliore.
            Per esempio per me non lo e'.
            Meglio lasciare i comuni con poche info che
            cresceranno pian piano. All'inizio tutto era
            stub. Se si usasse il tuo metodo nessuna voce si
            svilupperebbe1) non è vero che all'inizio era tutto stub.molte voci sono nate già belle corpose.inoltre, c'è da distinguere tra stub e stub.uno stub può essere un modo per avvertire: ho scritto quest'articolo ex novo, potrebbero esserci modifiche anche corpose da fare.Oppure può essere un metodo paraculistico per ampliare il numero di articoli su wikipedia, senza scrivere realmente alcun dato di rilevanza enciclopedica tale da meritarsi una pagina propria.No, perché, se io ne so qualcosa di un argomento, magari creo la pagina, ci metto pure il tag "stub", ma la prima preoccupazione che dovrebbe premermi è di dimostrare che quella pagina è degna di esistere a sé . E questo lo posso fare solo riempiendola fin da subito di ogni informazione rilevante che posseggo. E se non ne posseggo abbastanza, vuol dire che non sono abbastanza ferrato sull'argomento, meglio non scrivere niente che iniziare un abbozzo sperando che lo continuino gli altri.perché? lo spiego nel punto 2.2) il fatto che un articolo esista o meno come stub non influenza la sua possibile esistenza futura come articolo definito. Voglio dire, non c'è nessuna legge che stabilisce che un'articolo stub (di quelli senza info rilevanti) ha più probabilità di diventare un'articolo non stub, piuttosto che lo stesso articolo venga direttamente scritto in forma non stub.Ti faccio un esempio:tu, non sai niente di Legnano a parte ciò che hai letto su una lista di numeri: posizione, demografia, sindaco, ecc.Dopo qualche settimana io sarò interessato a partecipare al progetto Comuni, e verrò a cercare l'articolo su Legnano, e se non lo troverò o lo troverò incompleto, lo scriverò/amplierò scrivendo della sua storia, della battaglia di legnano, del palio, delle fabbriche, di Napoleone che ha fatto costruire il sempione, della FIAL, delle biciclette, cazzy&mazzy.Allora, ci sono 2 casi:caso A:tu non scrivi nessun articolo perché le info che hai, quei 4 numeri, non li trovi enciclopedici a sufficienza.Dopo qualche settimana arrivo io e creo l'articolo ex novo, mettendoci anche i dati numerici (che sono di facile reperibilità) visto che rispecchia le linee guida del progetto Comuni.Caso B.tu scrivi lo stub: Legnano è un comune della provincia di milano, ha 56000 abitanti, blabla.Dopo qualche settimana, arrivo io e ci metto tutto il resto.Da un lato, non cambia niente. (quindi come vedi se l'enciclopedia deve crescere non crescerà certo a colpi di stub inutili)Dall'altro, in un caso hai un'enciclopedia con notevole rumore di fondo, che compromette anche la sua credibilità visto che nei 400k e rotti articoli, fan numero sia gli articoli buoni, sia quelli inutili, e quindi dai una percezione di inutilità generale all'enciclopedia, cosa che secondo me è un peccato dal momento che comunque trovo il progetto encomiabile.
          • Sbisolo scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            Il dubbio fra cancellare o lasciare gli stub, stabilire una soglia minima, ecc.. c'è fin dagli inizi. È vero che non tutto è nato stub ma è anche vero che ci sono ottime voci nate di un paio di righe e cresciute per piccole aggiunte. Alcune voci classificate come stub, in realtà sono complete ma brevi solo perché di un certo argomento non si conosce molto di più.Anche il dibattito se creare una lista di comuni contenente quelli dove le informazioni sono poche si è svolto "tanto" tempo fa ma si è poi deciso di creare una voce per ognuno per vari motivi, per esempio:1) i comuni italiani sono oltre 8000 ma una pagina di 8000 righe è poco utilizzabile senza l'ausilio di un DB o similari (figuriamoci i 36000 francesi)2) aggiungere anche poche notizie (che poi sono quelle di una enciclopedia classica) richiede comunque la creazione della pagine, quindi perché non creare già uno scheletro per tutte le voci?3) i dati presenti anche per la più scarna delle voci sui comuni sembrano pochi a causa della disposizione degli stessi e a volte poco rappresentabili in una lista come la collocazione fisica.
        • figo! scrive:
          Re: Wikipedia è uno schifo...
          - Scritto da: Nome e cognome
          non ho mai partecipato a wikipedia (né come
          anonimo né come registrato, per niente), ho solo
          visto (e riportato) come
          funziona.(cylon)hai solo visto come funziona? evidentemente non ci vedi bene... wikipedia è una delle cose piu' utili e meglio funzionanti del web, un portale che uso sia per lavoro sia per studio... tu che uso -non- ne fai?
        • Paolino scrive:
          Re: Wikipedia è uno schifo...
          - Scritto da: Nome e cognome
          non ho mai partecipato a wikipedia (né come
          anonimo né come registrato, per niente), ho solo
          visto (e riportato) come
          funziona.(cylon):-DMai partecipato, eppure sai come funziona...Per sentito dire???? :-D
          • Marco scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            Se non hai partecipato come fai a sapere come funziona? Va beh lasciamo stare i troll...Comunque anch'io preferisco che ci siano anche tutti i piccolissimi comuni francesi, è sempre un'informazione in più. Se ad esempio mi dicono che un tal scrittore francese è nato in quel comune, so che su wikipedia lo trovo e posso vedere dov'è e sapere quanti abitanti ha. E comunque gli stub sono messi proprio perchè si ritiene che prima o poi qualcuno li amplierà. E magari fra 10 anni tutte le voci di quei comuni francesi avranno una bella pagina ricca di informazioni...
          • Francesco scrive:
            Re: Wikipedia è uno schifo...
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Nome e cognome

            non ho mai partecipato a wikipedia (né come

            anonimo né come registrato, per niente), ho solo

            visto (e riportato) come

            funziona.(cylon)

            :-D
            Mai partecipato, eppure sai come funziona...
            Per sentito dire???? :-DProbabilmente ha letto come funziona tra gli accuratissimi commenti di Punto Informatico :)F
Chiudi i commenti