LimeWire, dossier sulla RIAA

I legali del popolare client P2P vorrebbero obbligare aziende come Amazon e Apple a portare in aula documenti dettagliati sui rispettivi rapporti con l'industria discografica. Sarebbero fondamentali per evitare spremiture eccessive

Roma – C’è chi ha sottolineato come LimeWire non abbia proprio intenzione di riposare in pace . I rappresentanti legali del popolare client P2P hanno infatti chiesto ad un giudice di Washington D.C. di emanare una particolare ingiunzione che obblighi una serie di soggetti terzi a rivelare nei dettagli i propri rapporti con l’industria statunitense del disco .

Tipologie di contratto, ricevute di pagamento delle royalty, libri contabili, persino le registrazioni di quelle comunicazioni interne sui rapporti con l’industria discografica. I documenti richiesti dai legali di LimeWire sarebbero così necessari ad evitare che la RIAA veda soddisfatta la sua richiesta di risarcimento pari ad 1 miliardo di dollari .

Una cifra stratosferica, ipotizzata dagli alti rappresentanti dell’industria discografica in vista di una nuova udienza che verrà probabilmente spostata al prossimo aprile . Il giudice Debra Freeman aveva tuttavia contenuto gli esosi intenti della RIAA. Le due parti in causa dovranno portare in aula un campione di dati relativi ad 80 brani e 20 album per poi proporre un metodo di calcolo basato sugli effettivi danni arrecati all’industria musicale.

LimeWire vorrebbe ora trascinare nel caso aziende terze come Amazon e Apple, obbligandole a consegnare al giudice tutti quei documenti utili a comprendere meglio i rapporti commerciali con l’industria discografica . L’azienda di Jeff Bezos preferirebbe non entrare nel caso LimeWire, lasciando alle due parti in causa il compito di stabilire quanto succo stillerà dalla spremitura del client P2P.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paradox scrive:
    Non è una questione di soldi!!!
    Spero che si sia compreso che non è un problema di costi. La risoluzione ha solo importanza strategica, come la costruenda rete di satelliti gps, come gli arsenali militari, come le centrali atomiche, come gli acceleratori di particelle, come tutte quelle infrastrutture che potresti comprare all'estero per meno soldi ma che se sei un paese che vuol contare, ti costruisci da solo la tecnologia necessaria. La Russia vuol contare ed ha tutte le carte in regola per poterlo ottenere. Noi dobbiamo andare a rimorchio, in quasi tutti i campi dell'economia.
    • Darwin scrive:
      Re: Non è una questione di soldi!!!

      Noi dobbiamo andare a rimorchio, in quasi tutti i campi dell'economia.Questo succede perchè non facciamo le cose per bene.
  • pippo75 scrive:
    Ma i vantaggi quali sono?
    Far passare una PA a Linux, quali vantaggi potrebbe portare?In una scuola potrebbero essere di tipo didattico, sopratutto per quelle di indirizzo informato e programmazione.Un grosso ente potrebbe voler tutto sotto il proprio controllo ( OS compreso ).Ma tolto questo, il resto?
    • Darwin scrive:
      Re: Ma i vantaggi quali sono?
      1) Riduzione costi delle macchine.Oggi come oggi tutte le postazioni pubbliche devono aggiornare i propri computer, spesso ancora efficienti, per mantenersi al passo con i nuovi prodotti Microsoft, sempre più avidi di risorse.Con la migrazione a Linux questi costi vengono abbattuti, in quanto i computer possono continuare il loro ciclo di vita in quanto perfettamente funzionanti.2) Abbattimento dei costi di licenzaAcquistare le licenze di Windows e Office è una spesa enorme da affrontare. Di solito non ci si rende conto, in quanto una licenza singola di Windows costa in confronto una stupidaggine.Prova invece a fare due calcoli:Windows 7 Professional= 299 a licenzaOra, moltiplicalo per 5000 postazioni. Il risultato è di 1495000 spesi.(ovviamente è un conto basato su un numero di postazioni basso. Se provi a farlo per tutte le postazioni della PA italiana, esce un numero incalcolabile di euro che buttiamo nel XXXXX).Ora somma la licenza di Office 2010 Home & Business (non ho messo la Professional altrimenti addio...): 379 l'una. Moltiplica anche questo per 5000 postazioni e ottieni 1895000 , che sommate ai precedenti della licenza di Windows, fanno un totale di: 3390000 per soli 5000 computer.Aggiungici a questo i costi delle licenze degli altri programmi d'ufficio e il gioco è fatto.Ovviamente, i conti li ho fatti ad occhio e croce. Non prentendo di essere preso in parola, è naturale che ci sono accordi. Ma il prezzo da pagare comunque è alto.3) Riduzione dei costi di manutenzioneLa manutenzione dei computer è obbligatoria, qualsiasi OS viene installato, ma con Windows lo è ancora di più. E non scherzo. Una volta, al CAAF erano ferme alcune postazioni per un virus e c'erano i tecnici che stavano sistemando le piattaforme. È assurdo! Inoltre ci sono server delle PA che avvolte vanno in downtime per aggiornamenti o manutenzione. Con Linux questo non succede. I server con Linux hanno uptime di anni.4) TrasparenzaL'uso di standard aperti permette una trasparenza nell'acquisizione di documenti pubblici.Io, ad esempio, uso GNU/Linux. Se prendo un documento da un sito della PA, o lo devo prendere in formato PDF (non sempre disponibile) oppure lo devo prendere in formato Microsoft Office (che non sempre è decodificabile allo stesso modo dell'applicazione nativa).Inoltre i documenti scritti con gli standard aperti sono retro-compatibili con le versioni precedenti dell'applicativo.Se io salvo un documento con Office 2010 e poi lo voglio aprire con Office XP, lo posso fare solo se il documento l'ho salvato nel vecchio formato e nonostante questo non sarà leggibile allo stesso modo di come lo si leggerebbe su Office 2010. Questo è un problema enorme, in quanto c'è il rischio di perdita di documenti pubblici. E le PA lo sanno, ecco perchè non aggiornano molto facilmente.
      • Uau scrive:
        Re: Ma i vantaggi quali sono?
        Sei ignorante in modo esagerato, ai limiti del ridicolo ormai.Mai sentito parlare di licenze a volume?Sai cosa sono? Sono proprio quelle che rendono il passaggio a Cessux (TM) non conveniente e hanno fatto tornare quasi TUTTI indietro da Cessux (TM) a Windows!Lo sai ad una PA (così come ad una grande azienda) quanto costa Windows + Office? Una manciata di (dipende dal numero di postazioni)!!!Non sai un C@ZZO, ti riempi la bocca di sogni e propositi.Finiscila.
        • Darwin scrive:
          Re: Ma i vantaggi quali sono?
          - Scritto da: Uau
          Sei ignorante in modo esagerato, ai limiti del ridicolo ormai.Insulto di bassa qualità che non merita risposta da un troll come te.Te lo ripeto, visto che hai 15 anni (FinalCut ha giustamente suggerito di dartene 5...è probabile che abbia ragione) torna a studiare e smettila di fare il fan boy.Altro che chiami CESSUX, qualcosa che non conosci e che probabilmente non hai mai usato. Se sei ignorante di informatica, non è un problema di UNIX ma è colpa tua. Apri i libri e impara l'informatica.
          Sono proprio quelle che rendono il
          passaggio a Cessux (TM) non conveniente Non conveniente? (rotfl) (rotfl)Dove l'hai letta sta fesseria? Su microsoft.com, immagino...
          e hanno
          fatto tornare quasi TUTTI indietro da Cessux (TM)
          a Windows!Quasi TUTTI??? Chi sono?? Intendi: Paul Allen e Bill Gates? (rotfl) (rotfl)
          Lo sai ad una PA (così come ad una grande
          azienda) quanto costa Windows + Office? Una
          manciata di (dipende dal numero di
          postazioni)!!!Sisi, Microsoft le licenze VLK di Windows e Office le dà in omaggio con le patatine, per abbassare i costi. (rotfl) (rotfl)
          Non sai un C@ZZO, ti riempi la bocca di sogni e
          propositi.E tu di case history FALSI della Microsoft.
          Finiscila.Che c'è, ti innervosisci? Serve del maalox?[img]http://www.mentecritica.net/wp-content/uploads/20061120-maalox_plus.jpg[/img]O magari una camomilla?[img]http://www.fanospesa.altervista.org/negozio/images/bonomelli_filtro_14.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 12.49-----------------------------------------------------------
      • pippo75 scrive:
        Re: Ma i vantaggi quali sono?

        Oggi come oggi tutte le postazioni pubbliche
        devono aggiornare i propri computerPerchè?
        ancora efficienti, per mantenersi al passo con i
        nuovi prodotti Microsoft, sempre più avidi di
        risorse.E per quale motivo devono avere sempre l'ultima versione del programma MS?
        Con la migrazione a Linux questi costi vengono
        abbattuti, in quanto i computer possono
        continuare il loro ciclo di vita in quanto
        perfettamente funzionanti.Mentre usando altre soluzioni questo pensi sia impossibile?

        Prova invece a fare due calcoli:
        Windows 7 Professional= 299 a licenza
        Ora, moltiplicalo per 5000 postazioni. Il
        risultato è di 1495000 spesi.300 euro a licenza, ti hanno bidonato, sopratutto per 5000 postazioni.
        Ora somma la licenza di Office 2010 Home &
        Business (non ho messo la Professional altrimenti
        addio...): 379 l'una. Moltiplica anche questo
        per 5000 postazioni e ottieni 1895000 Quanto costa OpenOffice per windows?
        Aggiungici a questo i costi delle licenze degli
        altri programmi d'ufficio e il gioco è fatto.Che sicuramente per Linux li offre la ditta che li produce a gratis.
        Ovviamente, i conti li ho fatti ad occhio e
        croce. Non prentendo di essere preso in parola, è
        naturale che ci sono accordi. Ma il prezzo da
        pagare comunque è alto.Perchè pensi che usando Una debian tutti lavorino gratis?
        piattaforme. È assurdo! Inoltre ci sono server
        delle PA che avvolte vanno in downtime per
        aggiornamenti o manutenzione. Con Linux questo
        non succede. I server con Linux hanno uptime di
        anni.Parli per esperienza?
        L'uso di standard aperti permette una trasparenza
        nell'acquisizione di documenti pubblici.E secondo te l'uso di standard aperti dipende dal OS che si usa?
        Io, ad esempio, uso GNU/Linux. Se prendo un
        documento da un sito della PA, o lo devo prendere
        in formato PDF (non sempre disponibile) oppure lo
        devo prendere in formato Microsoft Office (che
        non sempre è decodificabile allo stesso modo
        dell'applicazione nativa).I programmi su OS diversi da distro linux non possono usare formati aperti?
        Inoltre i documenti scritti con gli standard
        aperti sono retro-compatibili con le versioni
        precedenti dell'applicativo.E cosa c'entra il sistema operativo?
        Se io salvo un documento con Office 2010 e poi lo
        voglio aprire con Office XP,e chissenegrega di MS office.
        2010. Questo è un problema enorme, in quanto c'è
        il rischio di perdita di documenti pubblici. E le
        PA lo sanno, ecco perchè non aggiornano molto
        facilmente.Comincia cambiare programma, se sbagli a comperare una lampadina, butti via anche il lampadario?Ma le sbandierate soluzione web-based, metti tutto sul server e sul client usi l'Os che meglio ti aggrada?
        • Darwin scrive:
          Re: Ma i vantaggi quali sono?
          - Scritto da: pippo75

          Oggi come oggi tutte le postazioni pubbliche

          devono aggiornare i propri computer
          Perchè?È spiegato più in basso.

          ancora efficienti, per mantenersi al passo con i

          nuovi prodotti Microsoft, sempre più avidi di

          risorse.
          Perchè il supporto scade

          Con la migrazione a Linux questi costi vengono

          abbattuti, in quanto i computer possono

          continuare il loro ciclo di vita in quanto

          perfettamente funzionanti.

          Mentre usando altre soluzioni questo pensi sia
          impossibile?Con Windows, decisamente no.
          300 euro a licenza, ti hanno bidonato, sopratutto
          per 5000
          postazioni.Infatti ho scritto dopo che ho fatto calcoli a occhio. So benissimo che ci sono accordi, ma il costo è comunque alto.

          Ora somma la licenza di Office 2010 Home &

          Business (non ho messo la Professional
          altrimenti

          addio...): 379 l'una. Moltiplica anche questo

          per 5000 postazioni e ottieni 1895000

          Quanto costa OpenOffice per windows?Gratuito. Quello di Oracle in versione commerciale lo trovi quìhttps://shop.oracle.com/pls/ostore/product?p1=oracleoffice&sc=ocom_openoffice
          Che sicuramente per Linux li offre la ditta che
          li produce a
          gratis.Non dico questo. Ma su Linux non hai già speso migliaia di euro per una licenza di Windows e Office. E se lo fai usando RHEL e SLE i costi sono comunque inferiori.
          Perchè pensi che usando Una debian tutti lavorino
          gratis?Non ho parlato di costi del personale.
          Parli per esperienza?Dato di fatto. Linux non ha bisogno di andare in downtime dopo gli aggiornamenti. A meno di upgrade totale del kernel, ma di solito si sceglie il backport dei moduli.
          E secondo te l'uso di standard aperti dipende dal
          OS che si
          usa?Non direttamente. Ma chi usa Windows, nella maggioranza dei casi sceglie anche l'adozione di Office.
          I programmi su OS diversi da distro linux non
          possono usare formati
          aperti?Si. Ma si tende ad usare formati Microsoft per comodotà.
          E cosa c'entra il sistema operativo?È tutto un circolo vizioso...
          Comincia cambiare programma, se sbagli a
          comperare una lampadina, butti via anche il
          lampadario?Se ci sono lampadari migliori, si.
          Ma le sbandierate soluzione web-based, metti
          tutto sul server e sul client usi l'Os che meglio
          ti
          aggrada?Pensi che ad una azienda faccia comodo mettere tutto sul web? io non credo...
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            Perchè il supporto scadesmettono di creare aggiornamenti, per il supporto tecnico invece ti rivolgi a terzi.
            Non dico questo. Ma su Linux non hai già speso
            migliaia di euro per una licenza di Windows e
            Office. E se lo fai usando RHEL e SLE i costi
            sono comunque inferiori.Perchè quando parli di windows dai per scontato che si debba usare MsOffice? Solo per questo i tuoi calcoli sono sballati.

            Perchè pensi che usando Una debian tutti
            lavorino

            gratis?
            Non ho parlato di costi del personale.io parlavo di chi sviluppa programmi per OS open, pensi che questi programmi siano tutti gratis?
            Dato di fatto. Linux non ha bisogno di andare in
            downtime dopo gli aggiornamenti. A meno di
            upgrade totale del kernel, ma di solito si
            sceglie il backport dei moduli.Facendo finta che sia vero, quanti server hanno bisogno di essere sempre attivi? D'accordo che c'è gente che vorrebbe sempre attiva anche la xbox.
            Non direttamente. Ma chi usa Windows, nella
            maggioranza dei casi sceglie anche l'adozione di
            Office.Facciamo finta che sia vero, pensi che office sia l'unico programma al mondo?Io devo essere una mosca bianca, uso windows e openoffice.

            I programmi su OS diversi da distro linux non

            possono usare formati

            aperti?
            Si. Ma si tende ad usare formati Microsoft per
            comodotà.Formati Microsoft? Prendiamo ad esempio il programma per il catasto, MS che formato fornisce?
            Pensi che ad una azienda faccia comodo mettere
            tutto sul web? io non
            credo...Non mi intendo molto, ma ci sono soluzioni web locali, Intranet.Diventi indipendente dal sistema operativo, perchè fissarsi solo su linux quando si possono avere OS alternativi.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: pippo75
            smettono di creare aggiornamenti, per il supporto
            tecnico invece ti rivolgi a
            terzi.Non ci sono aggiornamenti ufficiali. Non puoi rivolgerti a nessuno. O aggiorni ad una versione col supporto ufficiale o cambi OS.
            Perchè quando parli di windows dai per scontato
            che si debba usare MsOffice? Solo per questo i
            tuoi calcoli sono
            sballati.Perchè nella stragrande maggioranza dei casi è così.
            io parlavo di chi sviluppa programmi per OS open,
            pensi che questi programmi siano tutti
            gratis?Quello è un caso a parte. Io non ho mai detto che è tutto gratis. Io ho detto che ai costi della licenza dell'OS, devi aggiungerci anche le altre licenze. Su Linux se usi una soluzione gratuita eviti il costo della licenza del sistema operativo. Poi se ci sono valide alternative open source e gratuite degli applicativi specifici, ben vengano.
            Facendo finta che sia vero, quanti server hanno
            bisogno di essere sempre attivi? D'accordo che
            c'è gente che vorrebbe sempre attiva anche la
            xbox.I server devono sempre offrire il servizio. Il serverino domestico o quello di una piccola azienda può anche non farlo. Ma chi offre servizi deve tenere aperto esso 24/24 e 7/7.
            Facciamo finta che sia vero, pensi che office sia
            l'unico programma al
            mondo?
            Io devo essere una mosca bianca, uso windows e
            openoffice.Tu. Ma non tutti sono mosche bianche come te.
            Formati Microsoft? Prendiamo ad esempio il
            programma per il catasto, MS che formato
            fornisce?Io ho parlato di documenti pubblici. Quelli specifici come il 730 ecc sono un altro paio di maniche.
            Non mi intendo molto, ma ci sono soluzioni web
            locali,
            Intranet.

            Diventi indipendente dal sistema operativo,
            perchè fissarsi solo su linux quando si possono
            avere OS
            alternativi.Perchè va a quel paese la privacy e a molte aziende questo non va bene.
            perchè fissarsi solo su linux
            quando si possono avere OS alternativi.Perchè è più supportato di un *BSD-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 13.50-----------------------------------------------------------
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            Non ci sono aggiornamenti ufficiali. Non puoi
            rivolgerti a nessuno. O aggiorni ad una versione
            col supporto ufficiale o cambi
            OS.Considrando che XP è durato dal 2001 ed è ancora supportato, mi dici un OS con un supporto di pari durata?Ricapitoliamo i vantaggi di usare Distro Linux sono- non paghi la licenza windows- puoi installare openoffice- i server stanno accesi 24h su 24, compresi quelli di ufficio usati per il backup.- ci sono programmi open sourceTolto il server, vantaggi effettivi non ne vedo. Non è che i problemi sono quelli esterni al PC.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: pippo75
            Considrando che XP è durato dal 2001 ed è ancora
            supportato, mi dici un OS con un supporto di pari
            durata?RHEL offre un supporto più o meno alla pari.Windows XP è un capitolo a parte. Microsoft ha DOVUTO aumentare il supporto, altrimenti sarebbe out.
            Ricapitoliamo i vantaggi di usare Distro Linux
            sono

            - non paghi la licenza windows

            - puoi installare openofficeQuesto è possibile anche su Windows. Ma nella stragrande maggioranza dei casi non avviene. Su GNU/Linux OpenOffice.org è già incluso nella distro.
            - i server stanno accesi 24h su 24, compresi
            quelli di ufficio usati per il
            backup.

            - ci sono programmi open sourceQuesta è una cosa relativa.
            Tolto il server, vantaggi effettivi non ne vedo.Miglior supportoCiclo di vita delle macchine più duraturoMeno costiPiù sicurezza e affidabilitàNessun problema di retro-compatibilità e massima portabilità delle applicazioni.Se questi per te non sono vantaggi, non so che dirti.L'unico svantaggio è che i finti teNNici rimangono disoccupati, visto che c'è spazio SOLO per veri sistemisti.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: pippo75
            è come dire che la pallavolo e è calcio sono
            uguale, dopotutto usano entrambi un
            pallone.Un paragone stupido e che non ha senso...
            pensa che sciocco che sono stato io, ogni tanto
            andavo a chiedere se c'era qualcosa di complesso
            nella gestione, se c'è qualcosa che non
            comprendete ditelo, vedremo di
            semplificare.
            Vita semplificata agli altri, migliore servizio (
            che pollo che sono stato
            ).Il lavoro di ricompilazione del software lo fa il sistemista, non tu.
            Nel frattempo non ho ancora ricevuto la risposta
            su come questo linux possa dare un servizio
            migliore ( tolto il server, openoffice e la
            licenza di windowsIo te ne ho date e quelle che ti ho dato sono più che confermate.
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            Il lavoro di ricompilazione del software lo fa il
            sistemista, non
            tu.E a calcio mando giocare Zorzi ( dopotutto il pallone lo usava ).Parli per esperienza? Con che programma hai provato? Come hai fatto? Che compilatore era?
            Io te ne ho date e quelle che ti ho dato sono più
            che
            confermate.Devo averle perse, potresti ripostarle, grazie.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: pippo75
            Parli per esperienza? Con che programma hai
            provato? Come hai fatto? Che compilatore
            era?Si, parlo per esperienza. Prendi un qualsiasi sorgente e un compilatore, io uso GCC perchè uso GNU/Linux, ma tu puoi usare qualsiasi compilatore...
            Devo averle perse, potresti ripostarle, grazie.Leggi le risposte precedenti...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 16.57-----------------------------------------------------------
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: pippo75

            Parli per esperienza? Con che programma hai

            provato? Come hai fatto? Che compilatore

            era?
            Si, parlo per esperienza. Prendi un qualsiasi
            sorgente e un compilatore, io uso GCC perchè uso
            GNU/Linux, ma tu puoi usare qualsiasi
            compilatore...Mi spieghi come si compila VirtualDub per gnu/linux usando GCC, sembra che non sia cosi facile.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: pippo75
            Mi spieghi come si compila VirtualDub per
            gnu/linux usando GCC, sembra che non sia cosi
            facile.Ogni software open dispone di ottima documentazione inerente anche alla sua compilazione. Leggi e compila...
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            Ogni software open dispone di ottima
            documentazione inerente anche alla sua
            compilazione. Leggi e
            compila...Hai capito la domanda?
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: pippo75
            Hai capito la domanda?Io si, mi hai chiesto come si compila VirtualDub e io ti ho risposto di conseguenza.Hai letto la documentazione, se si capiresti che il software è per windows...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 17.13-----------------------------------------------------------
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?


            Hai letto la documentazione, se si capiresti che
            il software è per
            windows...quindi l'affermazione "... Prendi un qualsiasi sorgente e un compilatore.."è incompleta.Dovevi scrivere " Prendi un qualsiasi sorgente portatile e progettato per essere multipiattaforma e un compilatore che permette di compilare detto sorgente"E se tutto va bene hai il programma pronto.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: pippo75
            quindi l'affermazione "... Prendi un qualsiasi
            sorgente e un
            compilatore.."

            è incompleta.

            Dovevi scrivere " Prendi un qualsiasi sorgente
            portatile e progettato per essere
            multipiattaforma e un compilatore che permette di
            compilare detto
            sorgente"
            E se tutto va bene hai il programma pronto.o ti rivolgi alle alternative oppure usi i layer di compatibilità-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 17.28-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            o ti rivolgi alle alternative dai su, fai pena ormai. Abbattuto con le tue stesse armi. Inutile frignare e pestare i piedi. Hai detto una cagata, non è che appellandoti ai sacri layer di compatibilità ne vieni fuori...colpito e affondato.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: maranric
            dai su, fai pena ormai. Abbattuto con le tue
            stesse armi. Inutile frignare e pestare i piedi.
            Hai detto una cagata, non è che appellandoti ai
            sacri layer di compatibilità ne vieni
            fuori...colpito e
            affondato.Cosa non ti è chiaro nel concetto "se quel software non è disponibile o ne usi uno alternativo oppure usi un layer di emulazione"? Lo so che su Windows questi concetti non esistono...siete abituati alla mediocrità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 19.48-----------------------------------------------------------
          • Uau scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Darwin
            Il lavoro di ricompilazione del software lo fa il
            sistemista, non
            tu.
            Questa dove l'hai letta? Sul manuale delle giovani marmotte? :|Sei il numero uno dei cazzari, nessuno è ai tuoi livelli complimenti!(rotfl)
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Uau
            Questa dove l'hai letta? Sul manuale delle
            giovani
            marmotte?Trollata scarsa, degna di te...
            Sei il numero uno dei cazzari, nessuno è ai tuoi
            livelli
            complimenti!Bravo...meno male che ci sei tu che porti la verità (rotfl)
          • Uau scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Darwin
            Trollata scarsa, degna di te...
            Ma si lo sanno tutti che il tipico lavoro del sistemista è la ricompilazione del software! Lo sviluppatore d'altra parte passa il suo tempo a configurare router e firewall!È tutto così chiaro e limpido nella tua mente, i ragionamenti non fanno una piega. EPIC FAIL! Ormai stai delirando, dopo tante XXXXXXX non ti rendi più conto di ciò che scrivi...è ora di mandare in ferie i tuoi neuroni, hanno già dato troppo direi.Saluti e addio!
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Se il software, dopo aver aggiornato il sistema operativo, ha bisogno di una ricompilazione, chi la fa? A casa mia, la farebbe il tecnico dell'azienda visto che sono anche specializzati in quello.Quando il software è distribuito solo con il codice sorgente, la compilazione la fai tu! Studia, che dimostri di non saperne nulla...
            Ormai stai delirando, dopo tante XXXXXXX non ti
            rendi più conto di ciò che scrivi...Continui imperterrito a fare figure di m***a...complimenti
            è ora di
            mandare in ferie i tuoi neuroni, hanno già dato
            troppo
            direi.Almeno li ho usati per darti lezioni, visto che sei ignorante in materia
            Saluti e addio!Ma quando ca**o te ne vai?? Dici sempre saluti e addio, ma stai sempre qua collezionare figuracce....ma sparisci...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 19.10-----------------------------------------------------------
          • climbing on mirrors scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            [img]http://calciospettacolo.myblog.it/media/00/01/1235597680.jpg[/img]
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Hai cambiato nick?
          • Mangiafuoco scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            ha posto un esempio utopico...ma sei un troll di bassa lega...certe cose non le comprendi
          • Uau scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Mangiafuoco
            ha posto un esempio utopico...ma sei un troll di
            bassa lega...certe cose non le
            comprendiSi, si certo.....Sistemista che compila i sorgenti ==marmotte che incartano la cioccolata == EPIC FAIL! Un solo post per sXXXXXXXrsi a vita direi...(rotfl) (rotfl)
          • Mangiafuoco scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Uau
            Si, si certo.....
            Sistemista che compila i sorgenti ==Lui non ha parlato di compilazione, bensì di ri -compilazione dei sorgenti, in caso di problemi del software sul sistema operativo installato. Lì c'è ben poco da fare (specie se, come ha specificato, il software è distribuito in SOLI sorgenti, come avviene in SourceForge.) Non è che chiami lo sviluppatore e lo fai venire in azienda...), in quel caso può tranquillamente intervenire il tecnico che è specializzato nella manutenzione dei computer...come ti ho detto prima, era solo un caso utopico ...Prima di trollare, leggi i post e cerca di capirne il senso. Altrimenti collezionerai solo figuracce...
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Fiber
            ma falla finita che sono circa 8 gg che scrivi
            una manicata di fesserie Certo certo. Anche tu rosichi per il fatto che qualcuno ha voluto migrare da Windows a Linux?
            da dove sei uscito tu? da Ciao Darwing di Paolo
            Bonolis dei tempi dei trogloditi ?Trollata scarsa.
            no no...io dico che invece che dai piccoli fan
            Linus alla Sandra Milo arrivi da Io Canto di
            Gerry Scotti su Canale 5?Come sopra.Ritenta fiber, sarai più fortunato
          • Fiber scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: Fiber

            ma falla finita che sono circa 8 gg che scrivi

            una manicata di fesserie
            Certo certo. Anche tu rosichi per il fatto che
            qualcuno ha voluto migrare da Windows a
            Linux?


            da dove sei uscito tu? da Ciao Darwing di Paolo

            Bonolis dei tempi dei trogloditi ?
            Trollata scarsa.


            no no...io dico che invece che dai piccoli fan

            Linus alla Sandra Milo arrivi da Io Canto di

            Gerry Scotti su Canale 5?
            Come sopra.

            Ritenta fiber, sarai più fortunatotrovati una donnabye
          • Fiber scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: krane
            Come ti dico gia' dall'altra parte dovresti
            evitare di dare risposte cosi' tecniche, poiche'
            non tutti potrebbero capirle, va bene che siamo
            in un forum di tecnici ma non
            esagerare.

            E non preoccuparti, la russia terra' sempre i
            suoi servizi principali su windows, tipo tutte
            quelle
            botnet.studia che sei sempre in tempo per impararehttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3066297&m=3066992#p3066992se evitaste di partecipare solo a trasmissioni come Io canto di Gerry Scotti su Canale 5 diventereste adulti eliminando il solito e patetico infantilismo da asilo nido in classico stile piccolo fan LinuS (rotfl)(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 09.26-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 09.26
            --------------------------------------------------Ma una volta, una volta che non dovesse correggersi (rotfl)
          • Fiber scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: krane

            Gia' dimenticavo le autocitazioni, se la mettiamo
            su questo piano ti posso rispondere punto per
            punto guarda
            :

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3020002&m=302http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064451&m=3067000#p3067000
          • krane scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: krane




            Gia' dimenticavo le autocitazioni, se la
            mettiamo

            su questo piano ti posso rispondere punto per

            punto guarda

            :




            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3020002&m=302


            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064451&m=306(rotfl)
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Ma tu non eri quello che diceva che Windows aveva avuto SOLO due bug sfruttabili da remoto?(rotfl) (rotfl)Non eri anche quello che diceva che ASLR era imbucabile?(rotfl) (rotfl)http://www.hwfiles.it/news/due-0day-exploit-usati-insieme-impensieriscono-gli-esperti-di-sicurezza_34919.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 15.44-----------------------------------------------------------
          • Fiber scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 15.44
            --------------------------------------------------no io sono quello che ha sempre scritto che i sistemi di protezione per la sicurezza su Windows sono plurimi.....primo Dep + ASLR per mitigare l'expolit sulla vulnerabilità del software.. poi l'account Limitato su Xp o Standard o con UAC + Password su WIndows Vista e WIndows 7 che blocca l'installazione sul sistema di qualsiasi SOFTWARE, software malevolo idem con patate e per ultimo l'antimalware con firme, euristica e rilevazione in the cloud in real time dove avrei scritto io che DEP + ASRL sono inviolabili per mitigare la funzionalita di un exploit?mettimi i linik dove avrei scritto le boiate che paventi che voglio leggerle (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3035174
          • Fiber scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Darwin
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3035174leggihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3035174&m=3036456#p3036456 quell' exploit non bypassava il sistema di mitigazione/antiexploit DEP + ASLR...quell'exploitnon ho scritto che tutti i possibili codici exploit inventati ogni volta, ovvero i piu' sofisticati e complessi ( molto rari ) non possano farlo se io scrivo in Italiano parlando in inerenza al contesto di quella news e tu non lo capisci nn posso farci nulla senonche' consigliarti di ristudiare la grammatica cosi' come l'analisi logica ... il soggetto, il predicato + anche il lessico e la sintassi :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 16.29-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Fiber
            se io scrivo in Italiano parlando in inerenza al
            contesto di quella news e tu non lo capisci nn
            posso farci nulla senonche' consigliarti di
            ristudiare la grammatica cosi' come l'analisi
            logica ...non ne ho bisogno. grazie del consiglio.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: Fiber

            se io scrivo in Italiano parlando in inerenza al

            contesto di quella news e tu non lo capisci nn

            posso farci nulla senonche' consigliarti di

            ristudiare la grammatica cosi' come l'analisi

            logica ...
            non ne ho bisogno. grazie del consiglio.da quello che mi volevi mettere in bocca mettendo i link a quei post invece ne hai bisogno eccome ...capisci Roma per Toma a quanto pareun buon ripasso ti fara' bene ..e nn solo di grammatica ma anche di sicurezza informatica ...per esser meno ridicolo anche sulle immani fesserie che hai scritto qua' (ghost)http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064451&m=3067295#p3067295(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 16.41-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Fiber
            un buon ripasso ti fara' bene ..e nn solo di
            grammatica ma anche di sicurezza informaticaDi sicurezza informatica? Sentiamo...perchè? Perchè penso che UAC sia una presa per il c**o?
          • Fiber scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: Fiber

            un buon ripasso ti fara' bene ..e nn solo di

            grammatica ma anche di sicurezza informatica
            Di sicurezza informatica? Sentiamo...perchè?
            Perchè penso che UAC sia una presa per il
            c**o?tu nn pensi, tu pontifichi come il Papa che e' ben diversovai a lavorare in Silicon Valley a muovere il mondo informatico che nn capirebbe niente.. capiscono solo tu ed i piccoli fan LinuS ..alla Sandra Milo (rotfl)cosa aspetti ? ti stanno aspettando la ..lavorerai per quello che PENSI .....nn lo sai come stanno aspettando solo te che pensi ...ahuauahahua-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 17.45-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Che bella trollata, ricca di argomenti interessanti.Complimenti si vede che sei un grande lavoratore in ambito informatico (rotfl)Scommetto che queste battute te le stanno suggerendo i russi che usano il tuo PC da remoto...ah no scusa. Windows ha avuto solo due bug nella sua storia sfruttabili da remoto, quindi devono essere frutto della tua mente :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 18.55-----------------------------------------------------------
          • Fiber scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 18.55
            --------------------------------------------------rettifico: se hai 15 anni e' gia' anche fin tropposei un disco che gira...ripeti sempre le stesse frasi fatte come i bimbi infantili ..te l'ho detto che a cantare a io Canto di Gerry Scotti ( dato che i piccoli fan di Sandra Milo nn esiste piu' ) poi impari sempre le solite parole e le ripeti sempre come un disco che gira ...imperterrito cambia dischi...vai a fare il Dj ahuauaauh
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Fiber
            rettifico: se hai 15 anni e' gia' anche fin troppoBattuta riciclata. Inizi a essere noioso. :(Tra l'altro visto che usi "nn" al posto di "non" come i bimbiXXXXXXX fa capire che quello di 15 anni sei tu, non io. :DStrano che UAC non ti abbia avvertito che stai trollando in modo patetico.È proprio una pu**anata di tool, ti dà l'autorizzazione anche per trollare.
            sei un disco che gira...ripeti sempre le stesse
            frasi fatte come i bimbi infantiliLa verità fa male eh?
            te l'ho detto che a cantare a io Canto di Gerry
            Scotti ( dato che i piccoli fan di Sandra Milo nn
            esiste piu' ) poi impari sempre le solite parole
            e le ripeti sempre come un disco che gira
            ...imperterritol'hai già detto.Forse sei tu che devi cambiare disco.
          • Uau scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            [img]http://images3.wikia.nocookie.net/__cb20080626123812/nonciclopedia/images/2/28/Marmotta.gif[/img]
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Salutami quei simpatici ragazzi russi che usano il tuo computer...Byebye monkeyboy
          • Uau scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Il fatto che tu pensi che chiunque lavori con Windows sia solo capace a fare "clicca-clicca" è proprio il motivo per cui quelli come me umiliano sempre e regolarmente quelli come te.Ci sottovalutate e quindi, al momento giusto, non possiamo far altro che mettervelo in quel posto...Ho usato anche io Debian e Slackware, ho ricompilato anche io (ormai 10 anni fa) il kernel, così come mi ricompilavo i pacchetti di quasi tutti i software/driver. Per circa un anno Debian è stato il mio unico OS. Non c'ho trovato nulla di difficile, solo tanta incoerenza e tanto tempo decisamente perso in cose INUTILI. Da qui il passaggio a Windows, avrà anche una stabilità inferiore (non sempre vero), dovrò anche stare attento a ciò che installo (per me difficoltà 0), ma ho ottenuto un vantaggio impagabile: non perdo più tempo inutilmente in STRONZ@TE.Questione di scelte e gusti no? Ma tu illuditi pure e continua a credere che chiunque lavori con Windows lo fa solo per il clicca-clicca ;-) Così facendo non fai altro che fomentare il tuo status di rosicone .
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Uau
            Il fatto che tu pensi che chiunque lavori con
            Windows sia solo capace a fare "clicca-clicca" è
            proprio il motivo per cui quelli come me umiliano
            sempre e regolarmente quelli come
            te.Io non ho mai sottovalutato nessuno. Semplicemente mi danno fastidio le persone che prendono posizioni da fan boy.Se vuoi una discussione amichevole e costruttiva io sono ben disposto, a patto che non si trolli altrimenti mi comporto di conseguenza.
            Ho usato anche io Debian e Slackware, ho
            ricompilato anche io (ormai 10 anni fa) il
            kernel, così come mi ricompilavo i pacchetti di
            quasi tutti i software/driver. Per circa un anno
            Debian è stato il mio unico OS. Non c'ho trovato
            nulla di difficile, solo tanta incoerenza e tanto
            tempo decisamente perso in cose INUTILI.Se l'hai usate davvero questo ti fa onore.Il fatto che Debian e Slackware siano così è derivato da una loro filosofia.Ci sono distro più automatiche che si comportano come Windows facilitando le operazioni ai più niubbi.
            Da qui
            il passaggio a Windows, avrà anche una stabilità
            inferiore (non sempre vero), dovrò anche stare
            attento a ciò che installo (per me difficoltà 0),Se vieni da una Debian è naturale.Il discorso stabilità è derivato anche dall'uso che si fa del computer.
            ma ho ottenuto un vantaggio impagabile: non perdo
            più tempo inutilmente in
            STRONZ@TE.Neanche io ne perdo. Solo che non piace che l'OS faccia le cose al posto mio.
            Questione di scelte e gusti no? Ma tu illuditi
            pure e continua a credere che chiunque lavori con
            Windows lo fa solo per il clicca-clicca ;-)Te l'ho detto sopra. Io non mi illudo di nulla. Conosco gente che usa Windows ed è veramente un genio. È solo questione di gusti.A me non piacciono semplicemente i fan boy.A me piace l'obbiettività. Ci sono cose che apprezzo di Windows, come ci sono cose che apprezzo di OS X, come ci sono cose che disprezzo di Linux.
            Così facendo non fai altro che fomentare il tuo
            status di
            rosicone .Io non sono un rosicone. Mi dispiace. A me non me ne frega nulla se usi Windows o meno. L'importante è che non si faccia FUD come quello relativo all'impossibilità di una migrazione.
          • Uau scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Ora che il "troll mode" è OFF (sia da parte mia, che tua) posso dirti quello che penso davvero di questa migrazione: non la ritengo assolutamente impossibile, e non sarebbe una cattiva idea dal punto di vista, ad esempio, della sicurezza se andasse in porto (per uno stato come la Russia in particolare).Ma il mondo, per interessi economici di varia natura, gira con Microsoft (che piaccia o no).Questo, IMHO , farà si che molto difficilmente la migrazione andrà in porto con una buona percentuale di successi, perché si arriverà ad un punto in cui la "non convenienza" della migrazione si farà evidente e verrà rallentata se non addirittura fermata e invertita.Forse, per essere più realistico, il progetto dovrebbe essere pensato a 10 anni e non a 4 come hanno fatto; la probabilità di sucXXXXX sarebbe altamente superiore nonché i costi e gli investimenti meglio ammortizzati.Non dimentichiamoci che in Russia moltissima gente soffre ancora la fame.
          • maranric scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            Considrando che XP è durato dal 2001 ed è ancora
            supportato, mi dici un OS con un supporto di pari
            durata?Il supporto durerà fino al 2014 e l'upgrade a Seven per le PA costa una sciocchezza. Senza contare che finito il supporto, se l'azienda ha una solida infrastruttura per la sicurezza non è che sia tutto sto dramma.
            - puoi installare openofficequesto lo si puo' fare anche su Windows, ovviamente, quindi non è un vantaggio strettamente di linux
            - i server stanno accesi 24h su 24, compresi
            quelli di ufficio usati per il
            backup.I server non stanno in ufficio...e sono già spessissimo con s.o Linux.Niente di nuovo quindi.
            - ci sono programmi open source...NON ci sono programmi open source per la PA. Non ha senso parlare di un programma GRATIS se NON ESISTE.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: maranric
            Il supporto durerà fino al 2014 e l'upgrade a
            Seven per le PA costa una sciocchezza. Senza
            contare che finito il supporto, se l'azienda ha
            una solida infrastruttura per la sicurezza non è
            che sia tutto sto
            dramma.Affiancare Windows e solida infrastruttura è un ossimoro...
            questo lo si puo' fare anche su Windows,
            ovviamente, quindi non è un vantaggio
            strettamente di
            linuxL'ho detto anche io...
            ...NON ci sono programmi open source per la PA.
            Non ha senso parlare di un programma GRATIS se
            NON
            ESISTE.I programmi non devono per forza di cose essere opensource.Comunque hai verificato prima di dire che non esistono?
          • maranric scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            Perchè il supporto scadequello per windows Xp scade nel 2014. E anche senza supporto il pc funziona comunque correttamente, non è che muore di colpo
            Infatti ho scritto dopo che ho fatto calcoli a
            occhio.calcoli sbagliati che potevi evitare di fare
            Non ho parlato di costi del personale....che pero' esistono
            Non direttamente. Ma chi usa Windows, nella
            maggioranza dei casi sceglie anche l'adozione di
            Office.Migrare Office è una cosa. Migrare Windows un'altra.
            È tutto un circolo vizioso...caduto dopo esserti arrampicato sugli specchi eh?
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: maranric
            quello per windows Xp scade nel 2014. E anche
            senza supporto il pc funziona comunque
            correttamente, non è che muore di
            colpoSolo gli incoscienti usano un OS senza patch di sicurezza...ma ovviamente tu queste cose non le calcoli...
            calcoli sbagliati che potevi evitare di fareSbagliati, ma che tutti coloro che migrano fanno.
            ...che pero' esistonoBeh per formare gente competente il sacrificio ci vuole, altrimenti saremmo tutti teNNici...
            Migrare Office è una cosa. Migrare Windows
            un'altra.Non hai capito il senso...
            caduto dopo esserti arrampicato sugli specchi eh?No quello lo stai facendo tu, parlando di cose che non conosci...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 17.02-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            Solo gli incoscienti usano un OS senza patch di
            sicurezza...ma ovviamente tu queste cose non le
            calcoli...Tu non sai come stanno le cose quindi è inutile risponderti. Esistono diversi workaround per arginare eventuali bug di sicurezza. Esistono applicativi che girano esclusivamente su Windows 2000 : basta creare una wlan che blocchi la macchina e puoi usarla senza alcun problema di sicurezza.
            No quello lo stai facendo tu, parlando di cose
            che non
            conosci...Io lavoro in una PA, tu che fai nella vita?
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: maranric
            Tu non sai come stanno le cose quindi è inutile
            risponderti. Esistono diversi workaround per
            arginare eventuali bug di sicurezza. Esistono
            applicativi che girano esclusivamente su Windows
            2000 : basta creare una wlan che blocchi la
            macchina e puoi usarla senza alcun problema di
            sicurezza.Ottimo metodo per continuare ad usare software non supportato e non protetto, risparmiando sulle licenze :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 17.10-----------------------------------------------------------
        • maranric scrive:
          Re: Ma i vantaggi quali sono?

          Perchè?Ti assicuro che i pc vengono usati fino alla morte : se sono lenti vengono aggiornati il piu' possibile (aumento ram, cambio hard disk etc, formattati se hanno windows incasinato etc) e quando diventano naturalmente troppo vecchi lo sono anche per linux. Quindi Linux non dà nuova vita proprio a niente. E come con Windows, le nuove distribuzioni di Linux richiedono piu' risorse (provate a mettere l'ultima versione di, che so, ubuntu, su un p3 800mhz...nel migliore dei casi non parte)
          E per quale motivo devono avere sempre l'ultima
          versione del programma
          MS?già già
          Mentre usando altre soluzioni questo pensi sia
          impossibile?appunto
          300 euro a licenza, ti hanno bidonato, sopratutto
          per 5000
          postazioni.Lui spara cagate senza avere una minima idea di quello che dice
          Quanto costa OpenOffice per windows?OpenOffice è un discorso a parte : io stesso ho fatto risparmiare un po' di licenze per testare l'uso di OpenOffice. Migrare da office a openoffice è MOLTO DIVERSO dal migrare Windows a Linux.
          E secondo te l'uso di standard aperti dipende dal
          OS che si
          usa?appunto
          Ma le sbandierate soluzione web-based, metti
          tutto sul server e sul client usi l'Os che meglio
          ti
          aggrada?come dicevo in altri post, questo è l'unico spiraglio di luce nel progetto migrazione
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: maranric
            quando diventano naturalmente troppo vecchi lo
            sono anche per linux. Davvero? (rotfl) (rotfl)
            Quindi Linux non dà nuova
            vita proprio a niente. E come con Windows, le
            nuove distribuzioni di Linux richiedono piu'
            risorse (provate a mettere l'ultima versione di,
            che so, ubuntu, su un p3 800mhz...nel migliore
            dei casi non
            parte)Ubuntu è progettata per i destop più recenti.Vuoi resuscitare un pc? ArchLinux, Gentoo, Slackware, DamnSmallLinux ecc.Hai detto una fesseria colossale.Non parlare di Linux perchè stai facendo una brutta figura, perchè dimostri di non saperne un accidente.
            già giàGià già cosa?
            Lui spara cagate senza avere una minima idea di
            quello che
            diceTu invece su Linux hai detto cose veritiere, giusto?
            OpenOffice è un discorso a parte : io stesso ho
            fatto risparmiare un po' di licenze per testare
            l'uso di OpenOffice. Migrare da office a
            openoffice è MOLTO DIVERSO dal migrare Windows a
            Linux.Anche quello è fattibile, dipende dalla volontà e dalle competenza che evidentemente non hai.
            come dicevo in altri post, questo è l'unico
            spiraglio di luce nel progetto
            migrazioneGià...a Windows Azure immagino :D
          • maranric scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?

            Ubuntu è progettata per i destop più recenti.Come Windows 7 insomma...che pero' gira anche sui netbook
            Vuoi resuscitare un pc? ArchLinux, Gentoo,
            Slackware, DamnSmallLinuxe cosa caspita ci faccio con una DamnSmall? Il pc deve essere USABILE. Senno' tanto vale tenersi il buon vecchio Windows 2000 no?
            Tu invece su Linux hai detto cose veritiere,
            giusto?Esatto
            Anche quello è fattibile, dipende dalla volontà e
            dalle competenza che evidentemente non hai.Ah beh, nessuno al mondo è riuscito a fare una migrazione ed è colpa mia?
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: maranric

            Ubuntu è progettata per i destop più recenti.

            Come Windows 7 insomma...che pero' gira anche sui
            netbookAnche Ubuntu lo fa.
            e cosa caspita ci faccio con una DamnSmall? Il pc
            deve essere USABILE. Senno' tanto vale tenersi il
            buon vecchio Windows 2000 no?Non conosci DamnSmall evidentemente...
            EsattoSisi, si è visto...lo conosci proprio bene...
            Ah beh, nessuno al mondo è riuscito a fare una
            migrazione ed è colpa
            mia?In germania il progetto continua, in brasile anche e in russia lo si sta attuando...non è fallito nulla a differenza di quello che speri...
      • maranric scrive:
        Re: Ma i vantaggi quali sono?

        ahahahahahahahah anche tu sei convinto che
        Windows te lo diano in regalo nei pacchetti delle
        patatine? (rotfl)
        (rotfl)con i soldi della migrazione la PA si compra licenze per i prossimi 150 anni
        Non è il PC che va lento, ma il sistema
        operativo. Non è che tutti abbiamo problemi di
        registro,
        sai?anche perchè quelli si risolvono, sono le rogne intrinseche di cui parlava torvalds che rallentano tutto che sono ben piu' problematiche da risolvere
        Come fai a dirlo?ah occorre mettere in dubbio anche questo? mettiamo Ubuntu 10 su un P3 1000mhz e vediamo cosa succede?
        L'hai mai usato? NO
        Allora non fai testo...proprio perchè l'ho usato ho capito che non è pronto per la PA.
        E serve un pacchetto di compatibilità? Ma stiamo
        scherzando??? Servono palliativi per aprire un
        documento...sveglia!!il pacchetto lo si puo' lanciare in widespread da active directory (che ha 1000 piu' funzioni del povero samba), viene installato automaticamente sulle postazioni prescelte senza che l'utente se ne accorga. Facile ed immediato.
        • Darwin scrive:
          Re: Ma i vantaggi quali sono?
          - Scritto da: maranric
          con i soldi della migrazione la PA si compra
          licenze per i prossimi 150
          anniSisi, magari nel mulino che vorresti (rotfl) (rotfl)
          anche perchè quelli si risolvono, sono le rogne
          intrinseche di cui parlava torvalds che
          rallentano tutto che sono ben piu' problematiche
          da
          risolvereQuali sarebbero le rogne di Torvalds? Te lo ripeto, Linus parlava di volere u kernel minimale, ma ciò ad oggi non è possibile in quanto la dotazione hardware e la configurazione per le architetture lo rende molto più grande.Inoltre, caro il mio trollone che non sa di cosa parla, la pesantezza è limitata AI SOLI SORGENTI! Già perchè quando lo si compila il kernel non ha una dimensione enorme e prestazioni scarse. Anzi lo stesso XP non regge i confronti sia nel boot che nello scheduler. Ma ripeto, non sei un informatico e queste cose non le sai...Prendi articoli a caso senza leggerli e fai figure di m***a....bravo :D

          Come fai a dirlo?

          ah occorre mettere in dubbio anche questo?
          mettiamo Ubuntu 10 su un P3 1000mhz e vediamo
          cosa succede?Ti stai fissando su Ubuntu perchè non sai cosa dire.Te l'ho detto, non conosci Linux e quindi evita di dire fesserie.Ubuntu è progettata per i desktop più moderni.Ci sono tantissime distribuzioni (e te le ho anche elencate) che ti permettono di resuscitare vecchi computer ancora efficienti.Tra l'altro esistono anche Xubuntu e Lubuntu che sono Ubuntu con interfacce più leggere, progettate per pc più obsoleti.Hai fatto una nuova figura di m***a. Non sai di cosa parli, abbi il buon senso di tacere.
          proprio perchè l'ho usato ho capito che non è
          pronto per la PA.Dalle tue affermazioni confermo che non l'hai mai usato. Perchè se alludi che XP è più performante significa che tu GNU/Linux non l'hai neanche visto in fotografia.
          il pacchetto lo si puo' lanciare in widespread da
          active directory (che ha 1000 piu' funzioni del
          povero samba), viene installato automaticamente
          sulle postazioni prescelte senza che l'utente se
          ne accorga. Facile ed
          immediato.Raggiri il discorso....Te lo ripeto: Perchè usare palliativi?
          active directory (che ha 1000 piu' funzioni del
          povero samba)ahahahahahahhahahahahah anche questo è vero nel mulino che vorresti (rotfl) (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2011 19.04-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            Modificato dall' autore il 09 gennaio 2011 19.04
            --------------------------------------------------
        • Darwin scrive:
          Re: Ma i vantaggi quali sono?
          - Scritto da: maranric
          con i soldi della migrazione la PA si compra
          licenze per i prossimi 150
          anniSisi certo. Questo è vero nel mulino che vorresti (rotfl) (rotfl)
          anche perchè quelli si risolvono, sono le rogne
          intrinseche di cui parlava torvalds che
          rallentano tutto che sono ben piu' problematiche
          da
          risolvereQuali sono le rogne?Torvalds parlava di codice pesante, ma ciò è limitato ai soli sorgenti.Inoltre egli diceva che Linux non era come se lo fosse immaginato.Ma ciò è normale vista la sua natura monolitica e le implementazioni di cui gode.Al di là di questo, comunque i team di sviluppo compilano il kernel su misura per le esigenze delle varie distro. Il kernel compilato risultà alla fine meno di un terzo dei sorgenti iniziali.
          ah occorre mettere in dubbio anche questo?
          mettiamo Ubuntu 10 su un P3 1000mhz e vediamo
          cosa succede?Ubuntu parte. Windows 7 non so...Comunque ti stai fissando su Ubuntu quando ti ho elencato distribuzioni più adatte per quel tipo di macchine.Inoltre esistono anche altre varianti di Ubuntu: Xubuntu e Lubuntu.Esse sono progettate per pc più obsoleti.Documentati altrimenti la brutta figura non te la toglie nessuno.
          proprio perchè l'ho usato ho capito che non è
          pronto per la PA.Diciamo che non è pronta la gente che lo deve usare.I finti teNNici non possono lavorare. Serve gente competente
          il pacchetto lo si puo' lanciare in widespread da
          active directory (che ha 1000 piu' funzioni del
          povero samba), ahahahahahahahahahahah anche questo è vero nel mulino che vorresti (rotfl)
          viene installato automaticamente
          sulle postazioni prescelte senza che l'utente se
          ne accorga. Facile ed
          immediato.Hai raggirato il discorso.Perchè usare palliativi per un documento pubblico, che tra l'altro non è portabile su altre piattaforme?
          • maranric scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?


            active directory (che ha 1000 piu' funzioni del

            povero samba),
            ahahahahahahahahahahah anche questo è vero nel
            mulino che vorresti
            (rotfl)Ok se non sai la differenza tra AD e Samba è anche inutile proseguire.Quando trovi una PA migrata fai un fischio ok? Non una che soffoca tra tentativi e tra speranze...una che sia migrata del tutto.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: maranric
            Ok se non sai la differenza tra AD e Samba è
            anche inutile
            proseguire.Prova a documentarti al posto di trollare
            Quando trovi una PA migrata fai un fischio ok?
            Non una che soffoca tra
            tentativi e tra speranze
            una che sia migrata del tutto.I link te li abbiamo portati-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 16.05-----------------------------------------------------------
      • Darwin scrive:
        Re: Ma i vantaggi quali sono?
        - Scritto da: maranric
        "http://www.linuxqualityhelp.it/supporto/viewtopicTra l'altro quest'articolo che tu ti affanni a portare è stato scritto dall'"obbiettivo" Maruccia che su PI ha sempre mostrato una forte simpatia per la tua m***a che reputi sistema operativo e anche al copia-incolla con Google Translate. Basta leggere come ha impostato quell'articolo...Ma torniamo a noi,Linus dice:""Troviamo i bug con la stessa velocità con cui li implementiamo - rivela il coder - anche se continuiamo ad aggiungere codice". In quanto allo stato-mongolfiera del Pinguino, dice Torvalds, nessuno al mondo può oramai farci niente: "Non dico che sia una situazione accettabile - sostiene - Accettabile ed evitabile sono due cose diverse. È inaccettabile ma è probabilmente anche inevitabile ".http://www.oneopensource.it/23/09/2009/linus-torvalds-il-kernel-linux-e-grande-e-pesante/Come ti ho detto le implementazioni che lo hanno reso pesante sono comunque RELEGATE al solo codice sorgente.I kernel compilati, inclusi nelle distribuzioni, sono di gran lunga inferiori al sorgente, visto che non tutte le opzioni disponibili vengono compilate. Le distro compilano il kernel su misura e la moltitudine di driver che torvalds fa indirettamente notare, viene compilata come modulo pertanto non intacca l'immagine del kernel vera e propria che rimane sempre snella.Per concludere e smorzare la tua inutile pagliacciata, Linus ha specificato chiaramente, che Linux non era più il kernel minimale e snello da lui immaginato .Ciò però è inevitabile visto la sua natura monolitica e la sua continua evoluzione.Esso infatti è nato come un insieme di assembly che girava su uno userland MINIX e ora è il kernel con il supporto hardware più vasto e che nonostante questo conserva una stabilità senza pari. Per non parlare delle infrastrutture sicurezza disponibili: prova a studiare il funzionamento delle infrastrutture pathname-based AppArmor e TOMOYO e di SELinux che è MAC Address-based, sviluppata da National Security Agency, che fino ad oggi è difficile se non impossibile bypassare. E impara già che ci sei a capire il funzionamento dell' "-fstack-protector".Dopo cerca di imparare anche che significa in termini di codice la portabilità su quasi tutte le architetture esistenti e il supporto di quasi tutte le periferiche disponibili sul mercato, non diventando bloat-ware come accade su NT. Nonostante questo i componenti deprecati, col tempo, vengono comunque abbandonati e rimossi dalla mainline.Solo allora forse inizierai a capire perchè i SORGENTI sono così grandi. Nonostante questo, ripeto, il kernel compilato è molto più piccolo.Il mio (ed è un ricompilato) ad esempio è composto dal kernel di 2.1 MB e da driver esterni che pesano 14 MB, per un totale di ben 16.1 MB. È ancora pesante?Se vuoi guardare il kernel originale: esso pesava 5.2 MB di kernel base e ben 68.2 MB di driver esterni.In qualsiasi modo tu lo voglia guardare, le dimensioni del kernel compilato sono irrisorie.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2011 12.15-----------------------------------------------------------
        • Uau scrive:
          Re: Ma i vantaggi quali sono?
          Se togli un po' di XXXXX da una montagna di XXXXX....otterrai solo una XXXXX un po' più piccola caro il mio troll! (troll)Ma ora ti lascio, io che sono uno sviluppatore ho giusto, giusto da configurare un firewall e un sistema VOIP della Cisco. Il tipico lavoro da sviluppatore dove lavori tu vero?(rotfl) (rotfl)
          • Darwin scrive:
            Re: Ma i vantaggi quali sono?
            - Scritto da: Uau
            Se togli un po' di XXXXX da una montagna di
            XXXXX....otterrai solo una XXXXX un po' più
            piccolaSisi, rosichi così tanto che non riusciresti a trovare un equivalente infrastruttura di sicurezza a quelle che ti ho citato. O forse pensi che DEP+ASLR+UAC riescano a fare lo stesso? (rotfl) (rotfl)
            caro il mio troll!
            (troll)Il bue che da cornuto all'asino...
            Ma ora ti lascio, io che sono uno sviluppatore ho
            giusto, giusto da configurare un firewall e un
            sistema VOIP della Cisco. Il tipico lavoro da
            sviluppatore dove lavori tu
            vero?Sei così troll che non hai nemmeno capito il senso...Comunque, dai, tranquillo. Lo so che ti è sembrato strano. Lo so, perchè da voi, quando ci sono problemi, l'unica soluzione è la formattazione...
            (rotfl) (rotfl)sei così ignorante in materia, che l'unica cosa che puoi fare è ridere da solo...
  • Mattia scrive:
    Anche Google va con linux!
    Qualcuno che vuole contraddire l'affermazione che il backend di grandi installazioni come il citato google, o facebook abbia server e non solo che girano con FLOSS, perchè non potrebbe una pubblica amministrazione? Tenete conto che da un pò di tempo agli impiegati basterebbe un solo browser per fare il 99% del lavoro, manco necessiterebbe di OpenOffice.Gli impieghi scientifici sono troppo specifici a priori e dipende dal costruttore dell'apparecchio il SO più conveniente che ha scelto, ma cosa centra con un sistema centralizzato come quello di cui parlano i russi?Come se si volesse affermare che il progetto è fallito perchè poi 100.000 impiegati russi hanno comunque il PC (terminale) con win7, che per una questione di immagine Microsoft gli ha svenduto pur di non affondare... tanto produrre un DVD costa 1 euro, e se lo quasi-regalano a 2 euri hanno comunque guadagnato di più di quanto non facevano ai tempi in cui c'erano centinaia di milioni di copie pirata.
    • Uau scrive:
      Re: Anche Google va con linux!
      - Scritto da: Mattia
      Qualcuno che vuole contraddire l'affermazione che
      il backend di grandi installazioni come il citato
      google, o facebook abbia server e non solo che
      girano con FLOSS, perchè non potrebbe una
      pubblica amministrazione?
      Gestire una PA (sterminata come quella russa poi) è enormemente più complesso rispetto a gestire un'azienda, anche se grande, come Google.I motivi sono svariati e piuttosto ovvi, ne trovi una minima parte nei chiarissimi commenti di maranric.Il "genio" che ha convinto Putin a investire in questo suicidio sarebbe da spedire quanto prima in un Gulag...prima che possa fare altri danni!Leggiteli, smetti di sognare e cerca di capire come funziona il mondo.E' un consiglio!
      • Darwin scrive:
        Re: Anche Google va con linux!
        Il mondo funziona solo con Aero e con il click click? Allora stiamo messi bene....(rotfl) (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 gennaio 2011 19.46-----------------------------------------------------------
      • infame scrive:
        Re: Anche Google va con linux!
        - Scritto da: Uau

        Leggiteli, smetti di sognare e cerca di capire
        come funziona il
        mondo.può anche darsi che ci sia qualcuno a cui il vostro mondo di m... non stia bene, non ti ha sfiorato l'idea?
      • Mattia scrive:
        Re: Anche Google va con linux!

        Gestire una PA (sterminata come quella russa poi)
        è enormemente più complesso rispetto a gestire
        un'azienda, anche se grande, come
        Google.
        I motivi sono svariati e piuttosto ovvi, ne trovi
        una minima parte nei chiarissimi commenti di
        maranric.
        Il "genio" che ha convinto Putin a investire in
        questo suicidio sarebbe da spedire quanto prima
        in un Gulag...prima che possa fare altri
        danni!

        Leggiteli, smetti di sognare e cerca di capire
        come funziona il
        mondo.
        E' un consiglio!Uau ascolta! Perché non hai registrato il marchio anche su questo post?Forse "Gulag" è già stato registrato dal tuo predeXXXXXre Iosif Vissarionovič Dugavili (TM)?
      • poiuy scrive:
        Re: Anche Google va con linux!

        Gestire una PA (sterminata come quella russa poi) è enormemente più complesso rispetto a gestire un'azienda, anche se grande, come Google.Mi sfugge il nesso tra la difficoltà di gestire una PA e windows. In quale modo usare prodotti windows renderebbe più facile la gestione delle infrastrutture informatiche della Pubblica Amministrazione?Mi sfugge il nesso tra la procedura di rinnovo di carta di identità e la necessità di Office (o se preferisci windows).Tra l'altro le problematiche che, secondo l'articolo, la Russia vole affrontare sono concettuali e indipendenti da Microsof/Apple/Linux.Stabilire i formati di scambio comuni, ad esempio, è importante e indipendentemente dal software che usi. Visto che esistono dei formati open e in via di standardizzazione, probabilmente è bene valutarli. Se poi ti piace Office e le utilizzi sono fatti tuoi. Quando mi mandi il documento da te creato, però, vedi di convertirlo nel formato giusto.Poco tempo fa:A: "Open Office è una XXXXX!".B: "Perché?"A: "Al lavoro c'è solo quello... quando salvo un documento sulla pennetta a casa poi non me lo apre, mi devo ricordare di salvarlo diversamente."
        • Darwin scrive:
          Re: Anche Google va con linux!
          - Scritto da: poiuy
          Mi sfugge il nesso tra la difficoltà di gestire
          una PA e windows. In quale modo usare prodotti
          windows renderebbe più facile la gestione delle
          infrastrutture informatiche della Pubblica
          Amministrazione?Perchè lui non sa usare altro che sistemi clicca clicca, non gli va di documentarsi e denigra i sistemi più usati in ambito di produzione.
          Mi sfugge il nesso tra la procedura di rinnovo di
          carta di identità e la necessità di Office (o se
          preferisci
          windows).Stessa cosa di prima.
          Tra l'altro le problematiche che, secondo
          l'articolo, la Russia vole affrontare sono
          concettuali e indipendenti da
          Microsof/Apple/Linux.
          Stabilire i formati di scambio comuni, ad
          esempio, è importante e indipendentemente dal
          software che usi. Visto che esistono dei formati
          open e in via di standardizzazione, probabilmente
          è bene valutarli. Se poi ti piace Office e le
          utilizzi sono fatti tuoi. Quando mi mandi il
          documento da te creato, però, vedi di convertirlo
          nel formato
          giusto.Hai sprecato fiato. Tanto il suo cervello da fan boy non gli permette di capire.
          Poco tempo fa:
          A: "Open Office è una XXXXX!".
          B: "Perché?"
          A: "Al lavoro c'è solo quello... quando salvo un
          documento sulla pennetta a casa poi non me lo
          apre, mi devo ricordare di salvarlo
          diversamente."Oppure:A: "Linux è una XXXXX"B: "Perchè?"A: "Ho fatto Cntrl+Alt+Canc e non succede niente. Con Windows lo faceva."
        • maranric scrive:
          Re: Anche Google va con linux!

          Mi sfugge il nesso tra la difficoltà di gestire
          una PA e windowsNon è che perchè a te sfugge allora non esista...
          In quale modo usare prodotti
          windows renderebbe più facile la gestione delle
          infrastrutture informatiche della Pubblica
          Amministrazione?per la PA ci sono dei pacchetti software (testati e collaudati da anni da diverse aziende) che girano esclusivamente in windows e interagiscono con ALTRI pacchetti software che girano su windows e sfruttano determinate configurazioni su driver scritti per windows.
          Mi sfugge il nesso tra la procedura di rinnovo di
          carta di identità e la necessità di Office (o se
          preferisci
          windows).Perchè la gestione di una PA non è la letterina stampata dall'impiegata di turno, è questo che non vi entra bene in testa. Per stampare una XXXXXXXta, va bene sia Office che OpenOffice..ti sfugge che per gestire tutto non si usa Office. Non è office il fulcro del mondo.Non è che tu vai in Comune e l'impiegata apre un foglio Word, scrive il tuo nome e cognome e altri dati e ti stampa la carta di identità e poi salva il file in formato .doc. Ti incollo una piccolissima porzione di quello che fa un noto applicativo per la gestione dei comuni...tanto per farti capire che non basta levare office e mettere openoffice per gestire un comune. Assegni Nucleo FamiliareTabella Dati FiscaliCodifica TariffeTabella Codici TrattamentoParametri Calcolo DM quadro BParametri Calcolo DM quadro DParametri Stampa Mod. Vers.(F24)Impostazioni UtenteQuote SindacaliCodici Banche - Tipologia PagamentiCodifica Posto di LavoroCodifica Regioni e ProvinceCodifica ComuniTabella Descrizione MandatiTabella Collegamento FinanziariaDescrizioni Causali Mandati/ReversaliTabella Voci CedolinoRaggruppamento Voci per RiepilogoParametri di Stampa CedolinoCodici SIOPE particolariVoci ONAOSIVoci maggiorazione 18%Voci tredicesimaCodifica Causali Libro unicoTabele GeneraliContratti RetributiviTabella Ritenute ContributiveTabella Contributi ArretratiTabella AstensioniStampa Contratti RetributiAnagrafica EnteAnagrafica DipendenteAnagrafica ErediIntroduzione Progressivi InizioStampa Progressivi InizioGest.Imp.Cassa Pensioni A.P.Anagrafica IntermediariAnagrafica FirmatariAnag. Fondi Previdenza Complem.Arretrati Fondo TesoreriaVerifiche e ControliConsultazione ProgressiviStampa Progressivi MensiliProgressivi Voci CedolinoSituaz.Aliquote MedieSituazione Date RegistrateSituazione Detrazioni/DeduzioniSituazione Tabelle Collegamento PFControllo Mensilità ElaborateSituazione VariazioniSituaz.Variazioni detrazioni figliSituazioni Posizioni INAILELABORAZIONI MENSILIPrecalcolo Voci MensiliStampa Controllo TariffeSituazione Ore (straordin.)Inserimento Voci PrecalcoloCaricamento su Comun.MensiliStampa Allegato per DeliberaApplicazioni ContratualiGestione delle RetribuzioniGestione Arretrati ContrattoGestione Conguaglio TariffeApplicazione PEOGestione Arretrati PEOGestione Conguaglio Tariffe PEOElaborazione CedoliniFormazione Voci FisseComunicazioni Mensili CumulateGestione AstensioniComunicazioni Mensili IndividualiCalcolo CedoliniControllo CedoliniCancellazione CedoliniGestione FerieGestione Causali Libro unicoCalcolo Modeli MensiliControllo Elaborazione MensileCalcolo DM 10Versamenti INPDAPCalcolo Dati FiscaliControllo DM 10Controllo Dati FiscaliGestione Stampe MensiliStampa Cedolini su laserStampa Cedolini - altreInvio Email CedolinoStampa Controllo CedoliniProspetto Trattenute FisseRiepilogo Voci MensiliStampa Modello F24Denuncia Mens./Dich.Pagam.(All.2-3)Riepilogo MandatiAllegato ai MandatiDistinta BancaCedolini vidimati/Libro unicoELABORAZIONI ANNUALIRiepiloghi e VerificheRiepilogo Generale DipendentiStampa Verifica AnnualeRiepilogo IrapGestione Certif. Fiscale Previd.Calcolo CertificazioneGestione Certificazione Dati FiscaliGestione Certificazione INPS(Dip.)Gestione Certificazione INPS(Coll.)Gestione Certificazione INPDAPGestione Certificazione IPOSTStampa CertificazioneStampa Totali EmensStampa Totali DMAInvio Email CertificazioneConguaglio Annuale Altri Datori Lav.Gestione Oneri DeducibiliVerifica conguagli addizionaliGestione Certif.Fisc. Anni Prec.Calcolo Dati INPDAP x CudGestione Dati INPDAPCalcolo Dati INPS (ex O1M)Gestione Dati INPSStampa Dati INPSCalcolo Certificazione FiscaleGestione Certificazione FiscaleStampa Certificazione FiscaleCalcolo Mod. 101 (fino 1996)Gestione Mod. 101 (fino 1996)Stampa Mod. 101 (fino 1996)Certificato Riscatto RicongiunzioniAssistenza FiscaleAnagrafica CAFTrasferimento Dati Modello 730Gestione Rimborsi VersamentiGestione Mod 770 SemplificatoCalcolo Dati Assicurativi INAILcontinuo? Ah, parti dal presupposto che non esiste NIENTE del genere che giri su Linux. E il software che fa questo non è neppure tra i piu' complessi.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            non ho mai visto un tale massacro di pinguini!li hai stesi uno dopo l'altro, complimenti.(c64)
          • pabloski scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            toh sei tornato dovella? :D ....vacanze andate male? (rotfl)comunque più giù ho scritto una replica alle affermazioni dell'amico sopra, facendogli notare che lui fa i conti in tasca alla gente senza nemmeno sapere di che gente si tratta
          • nome e cognome scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: pabloski
            comunque più giù ho scritto una replica alle
            affermazioni dell'amico sopra, facendogli notare
            che lui fa i conti in tasca alla gente senza
            nemmeno sapere di che gente si
            trattaho letto, ho letto.....caro collione alias pabloski!ma quando ho visto i tuoi deliri sui software per le p.a. (è di questo che si parla) e quando hai menzionato python non ho potuto far altro che sorridere. :D
          • pabloski scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            python non va bene? dovresti parlarne con Cesare de Mauro, articolisti di hwupgrade, programmatore tra i migliori in Italia e grande utilizzatore di pythonlui fa software enterprise in python e tu che sei un supertennico non lo sapevi?
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: pabloski
            python non va bene? dovresti parlarne con Cesare
            de Mauro, articolisti di hwupgrade, programmatore
            tra i migliori in Italia e grande utilizzatore di
            python

            lui fa software enterprise in python e tu che sei
            un supertennico non lo
            sapevi?No. Perchè lui usa solo il .NET (rotfl) (rotfl)
          • pabloski scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            lui usa solo crysis, lo conosciamo tutti qui su PI, ha fatto più figuracce lui che il mago do Nascimiento :D
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • pabloski scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Quindi tu vedi come via d'uscita il porting delle
            applicazioni? Quale sarà la ditta (magari non
            russa) disposta ad aprire il proprio codice
            (codice chiuso su cui lei mangia e guadagna) per
            far felice la grande madre
            Russia?
            ancora una volta mi sembra di parlare con qualcuno che vive in Russia ed è addentro alle dinamiche della PA russa....che ne sai che software stanno usando adesso? probabilmente sarà software prodotto nel loro Paese com'è per tutte le PA del mondo quando si parla di gestionali e poi che ne sai che non è già multipiattaforma? inoltre il governo russo parla di 4 anni per la migrazione e in 4 anni si possono fare tantissime cose....ripeto la domanda: "ti trovi nella PA russa per cui puoi confermare quali sono i piani del governo?"una volta disponibile il software non ci sono impedimenti al deploying di linux nella PA
            Non credo, non sarebbe certo una novità...anche
            nella PA italiana ci sono parecchi server linux,
            idem nelle università...la rivoluzione è portare
            linux dalla parte dell'utente. E' in questo che
            non vedo alcuna speranza (a parte la possibilità
            di sfruttare esclusivamente applicazioni web non
            dipendenti da windows...questo è l'unico
            spiraglio di
            luce)
            ti faccio notare che anche in Italia lentamente ma inesorabilmente linux sta entrando sui desktop di molte aziende ed enti pubblici....ci sono esempi di tutto rilievo tra cui l'Istituto Nazionale di Geofisica, quello di Vulcanologia ed altri ancora
            WOW! Grande! Tipo questo vero?
            http://sg24.innovare24.it/prodotti_soluzioni/suite
            Guarda un po' in basso cosa c'è scritto
            La versione Web
            * acXXXXX tramite Internet Explorer 5.5 e
            successivi
            * compilazione illimitata senza restrizioni
            no parla di quella usspidap e comunque hai presente vero che quell'acXXXXX tramite IE non implica alcunchè? alcune piattaforme usano activex ed è vero ma la maggior parte usa java e quell'avviso, se presente, è meramente un cimelio storico di un'epoca in cui l'interoperabilità era inesistente
            Questo vale per n-mila altre web application
            della PA.
            alcune ma non tutte

            ne sia che Putin non vuole implementare una

            versione ad hoc di Wine per far girare alcuni

            software Windows? ( Putin può farlo perchè ha

            acXXXXX ai sorgenti di Windows

            )

            te l'ha detto lui personalmente? ;)
            e a te l'ha detto lui personalmente che usa software scritti per windows magari da aziende occidentali? io ho fatto un'ipotesi, tu continui a fare affermazioni categoriche senza avere la più pallida idea di come gestiranno la transizione

            software nullo e devono correre per colmare il

            gap con la

            concorrenza

            esistono da quasi 20 anni?
            i software per windows phone esistono da 20 anni? non mi pare proprio (rotfl)
            Guarda che nessuno dice che l'idea sia malvagia.
            Non vedo pero' perchè dovrebbe riuscire la Russia
            dove ha fallito la Germania. Credi che tuttiperchè la Russia non è la Germania, ha molti petrodollari, ha la volontà di farlo, non è legata agli USA nè commercialmente nè militarmente e soprattutto vede negli USA un nemico da tenere fuori dai propri confini
            siano così felici di versare denaro per codice
            chiuso e software microsoft? Tuttavia le PA hanno
            bisogno di qualcosa che FUNZIONI e che non crei
            problemi. In ambito Windows esistono parecchiedefinisci "funzioni" e "non crei problemi"....linux con i software utili alla PA secondo te crea problemi? ti faccio notare che le incompatibilità hardware esistono anche per windows anche se meno rispetto a linux e che però windows ha una storia di crash ( 2 giorni fa hanno risolto quello del sistema informativo del Ministero di Giustizia, se ne è parlato anche al TG ) e soprattutto è un sistema estremamente problematico sul fronte sicurezzaanche questi sono problemi e sono costi che devi sostenere
            soluzioni che funzionano e soprattutto esiste già
            un'infrastruttura in grado di offrire competenze
            e know-how in caso di necessità. Comunque staremoma la Russia questo non ce l'ha, o meglio deve rivolgersi all'estero per avere supporto....per loro è più facile e remunerativo costruire un'infrastruttura per il know-how nazionale che poi gli permetterà di liberarsi di costi, ingerenze esterne e problemi derivanti dal dover avere a che fare con una multinazionale USA
            a vedere, se si accontentano di migrare una
            ridottissima parte del parco macchine, quello è
            senz'altro
            realizzabile.ma infatti non hanno detto che lo faranno domani, hanno parlato di una lenta migrazione che durerà 4 anni o forse di piùuna migrazione del genere si può fare se si pianifica tutto in maniera coerente
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Ma tu credi che chi stia progettando questa migrazione sia un idiota?Guarda che non si parla dell'italia dove si fanno fare operazioni di grandi responsabilità al primo ignorante che passa...Inoltre il brasile ha già effettuato la migrazione a Linux sia nelle PA che nelle scuole. Perchè la russia non dovrebbe riuscirci?Credi che una volta fatta la migrazione, le software house non costruiranno software per linux? Credi che lasceranno questo business ai concorrenti?Ma dove vivi?
            In ambito Windows esistono parecchie soluzioni che funzionano e
            soprattutto esiste già un'infrastruttura in grado di offrire competenze
            e know-how in caso di necessità.La formazione del personale ovviamente fa parte del piano di migrazione.Visto che sei un tecnico, si presume che anche tu abbia fatto dei corsi di formazione sui software da te elencati e abbia ricevuto una certificazione di sistemista Microsoft.O sei un TeNNico che è diventato tale perchè sapeva fare click click? Perchè in questo caso, possiamo diventare tutti teNNici...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 16.54-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Inoltre il brasile ha già effettuato la
            migrazione a Linux sia nelle PA che nelle scuole.Io non ci credo. A meno che tu non possa provare quello che dici con una fonte..un link..
            Perchè la russia non dovrebbe
            riuscirci?se ha fallito la Germania (che per la cronaca ha un PIL 3 volte piu' grande di quello russo) sono pessimista per quanto riguarda la Russia. Specie ora che il comunismo non è piu' quello di una volta.
            Credi che una volta fatta la migrazione, le
            software house non costruiranno software per
            linux?una volta fatta la migrazione? se mia nonna avesse le ali sarebbe un aeroplano..
            Credi che lasceranno questo business ai
            concorrenti?

            Ma dove vivi?nella REALTA'. Tu che vivi nella fantasia continua pure a ipotizzare un mondo fatto di Linux. Sarà il 2011 l'anno di Linux? Ogni anno la stessa cagata :)
            La formazione del personale ovviamente fa parte
            del piano di
            migrazione.Io non intendevo la formazione del personale che USA il software, ma di chi fa assistenza. E ahimè infrastrutture del genere non si creano con uno schiocco di dita.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Io non ci credo. A meno che tu non possa provare
            quello che dici con una fonte..un
            link..http://www.ossblog.it/post/1997/il-brasile-migra-50000-pc-a-linuxLa migrazione è iniziata nel 2003 e nel 2007 è iniziata la nuova ondata di migrazione.Leggi anche quì...http://punto-informatico.it/3053793/PI/News/brasile-linux-studenti.aspx
            se ha fallito la Germania (che per la cronaca ha
            un PIL 3 volte piu' grande di quello russo) sono
            pessimista per quanto riguarda la Russia. Specie
            ora che il comunismo non è piu' quello di una
            volta.Quanto contano le pressioni di Microsoft secondo te?
            una volta fatta la migrazione? se mia nonna
            avesse le ali sarebbe un
            aeroplano..E se tu avessi le conoscenze che spacci di avere, non staresti trollando...
            nella REALTA'. Tu che vivi nella fantasia
            continua pure a ipotizzare un mondo fatto di
            Linux. Sarà il 2011 l'anno di Linux? Ogni anno la
            stessa cagata
            :)Già. Il 2010 non doveva essere l'anno di Microsoft? :D
            Io non intendevo la formazione del personale che
            USA il software, ma di chi fa assistenza.Ovviamente era sottointeso...
            E ahimè
            infrastrutture del genere non si creano con uno
            schiocco di
            dita.Nessuno ha parlato di migrare dall'oggi al domani. Ma se le cose le si vogliono fare, le si fanno
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            La migrazione è iniziata nel 2003 e nel 2007 è
            iniziata la nuova ondata di
            migrazione.

            Leggi anche quì...
            http://punto-informatico.it/3053793/PI/News/brasilSbadiglio, altro link, altra zappa sui piedi"Il Ministero della Pubblica Istruzione del Brasile ha stretto un accordo con Mandriva per l'utilizzo della distro Linux all'interno di tutte le scuole nel paese"PA non è scuolaMigrare a linux una scuola non significa migrare la PA.E' così difficile da capire? La PA brasiliana NON è migrata a Linux. Sono migrate delle scuole, non la PA. Proprio perchè PA NON è uguale a scuola. Per l'alunno che apre un mspaint e disegna un quadrato rosso esiste la possibilità di fare la stessa cosa con Linux. Nella PA non si disegnano quadrati rossi, e attualmente non si puo' gestire con linux. Serve un disegnino anche qui?
            Quanto contano le pressioni di Microsoft secondo
            te?Zero. Se contassero non sarebbe neppure stato approvato un progetto (in verità ce n'erano piu' di uno) per la migrazione.
            Già. Il 2010 non doveva essere l'anno di
            Microsoft?
            :DCerto che no. Per salire in vetta bisogna essere in fondo alla classifica...e visto che Microsoft è ahimè sempre al top, è sempre il suo anno. Quale sarà l'anno di linux? quello in cui passerà dallo 0,9 al 1,1 % di diffusione?
            Nessuno ha parlato di migrare dall'oggi al
            domani. Ma se le cose le si vogliono fare, le si
            fannoin Germania non mancava nè la volontà nè i soldi. "We were naive" "siamo stati ingenui.." hanno detto. Alla duecentesima sprangata sui denti hanno capito che sono stati ingenui...ROTFL
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Gli altri ti hanno risposto abbondantemente, quindi evito post ripetitivi.
            Certo che no. Per salire in vetta bisogna essere in fondo alla
            classifica...e visto che Microsoft è ahimè sempre al top, è sempre il suo
            anno.Veramente è sempre l'anno dei malware di Windows (rotfl) (rotfl)
            Quale sarà l'anno di linux? quello in cui passerà dallo 0,9 al 1,1%
            di diffusione? Prova a uscire di casa e vedrai che molte delle cose che usi sono basate su Linux.Comunque, dalle tue affermazioni (tra l'altro hai quotato solo uno dei due link) capisco che tu non sei affatto un tecnico. Se solo un troll che come Uau si spaccia per informatico...magari sei anche la stessa personabyebye monkeyboy (rotfl) (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 18.18-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            -
            Prova a uscire di casa e vedrai che molte delle
            cose che usi sono basate su
            Linux.e questo cosa *azzo c'entra con i pc desktop della PA da migrare?
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Leggi la tua trollata e capirai il senso della risposta...
          • zuzzurro scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            E il link prima lo hai letto?Poveretto.
          • pabloski scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Io non ci credo. A meno che tu non possa provare
            quello che dici con una fonte..un
            link..
            posso aiutarti io....c'è una pagina ufficiale ( un pò poco aggiornata in verità ) sul linux.org ( http://www.linux.org/info/linux_govt.html )c'è la buon vecchia wikipedia con una pagina davvero ben fatta http://en.wikipedia.org/wiki/Linux_adoptionpoi ovviamente c'è sempre google http://www.google.com/search?q=brazil+linux+migration che descrive vecchie e nuove migrazioni
            se ha fallito la Germania (che per la cronaca ha
            un PIL 3 volte piu' grande di quello russo) sono
            pessimista per quanto riguarda la Russia. Specie
            ora che il comunismo non è piu' quello di una
            volta.
            quella della Germania è una leggenda metropolitana, nel senso che non è stato il governo tedesco a richiedere la migrazione di tutti i lander ma è stata la municipalità di Monaco ad avviare questo progetto pilotai risultati sono stati abbastanza buoni se si considera che 1/5 dei pc della PA di Monaco montano linux....nemmeno windows è arrivato dov'è in 2 giorni
            nella REALTA'. Tu che vivi nella fantasia
            continua pure a ipotizzare un mondo fatto di
            Linux. Sarà il 2011 l'anno di Linux? Ogni anno la
            stessa cagata
            :)
            quest'affermazione è tipica di un fanboy se permetti....l'anno di linux c'è stato già tanti anni fa e se sei onesto non puoi non ammetterlo....linux esiste ovunque con l'eccezione del mondo pc che è ancora dominato da windowsandroid non è forse linux? i vari linux embedded non sono forse linux? vxworks che ha 1/3 del mercato embedded in mano di cui il 70% è linux e il restante 30% vxworks non ti dice niente?spero che tu non abbia un telefono sirio a causa tua perchè altrimenti sei a contatto col pinguino 24 ore su 24
            Io non intendevo la formazione del personale che
            USA il software, ma di chi fa assistenza. E ahimè
            infrastrutture del genere non si creano con uno
            schiocco di
            dita.linux è in giro a pieno ritmo da 15 anni, il tempo di formare l'assitenza c'è stato....capisco che in un certo mondo anche aziendale si preferisce vedere solo ms, ma là fuori ci sono un mucchio di aziende che sviluppano soluzioni linux ed offrono assistenza per piattaforme linuxti faccio notare che proprio la Russia ha già avviato senza troppo clamore un proXXXXX di migrazione del suo apparato scolastico a linux ben 3 anni fa e contemporaneamente finanziato lo sviluppo di ALTLinux, distribuzione tutta russai russi non sono esattamente dei novellini in quanto a programmazione e conoscenza di linux....ma senza andare troppo lontano, ti faccio notare che anche in Italia si usa linux per la didattica nelle università ad indirizzo informatico....questo dovrebbe chiudere il discorso circa la disponibilità di know-how
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            posso aiutarti io....c'è una pagina ufficiale (
            un pò poco aggiornata in verità ) sul linux.org (
            http://www.linux.org/info/linux_govt.htmlquesto link è deprimente...ovvero descrive ahimè quanto sia drammaticamente ridicola la diffusione di linux...dove dice "The city government of Berlin announced in early December, 2005 that they would be migrating " would be...ecco qua un altro bel PROPOSITO di azione..perchè tutti questi condizionali? "announced in late October 2005 that they would be migrating 7,000 desktop systems to Linux. " anche qui un bel would be...anche qui, ottimi propositi, belle intenzioni ma a noi interessa il FATTO compiuto, non l'ipotesi di attuazione."that they would be migrating their servers from Windows NT to Red Hat Enterprise Linux. " ahaha altro would be.... mi fermo qui ok?
            poi ovviamente c'è sempre google
            http://www.google.com/search?q=brazil+linux+migrat...e torniamo al brasile che migra le scuole. Anche in Italia c'è il progetto FUSS di Bolzano che ha migrato delle scuole a linux.Pensate tutti che una scuola sia Pubblica Amministrazione?
            tutti i lander ma è stata la municipalità di
            Monaco ad avviare questo progetto
            pilotaprogetto pilota che è fallito. Prima di avviare altri progetti *identici* bisognerebbe chiedersi perchè è fallito miseramente.
            i risultati sono stati abbastanza buoni se si
            considera che 1/5 dei pc della PA di Monaco
            montano linux....dopo 7 anni di lavoro sono stati migrati 1/5 dei pc della PA. Quindi tipo tra 30anni migreranno tutti giusto? ROTFL
            nemmeno windows è arrivato dov'è
            in 2
            giorniWindows e Linux hanno piu' o meno la stessa età
            anni fa e se sei onesto non puoi non
            ammetterlo....linux esiste ovunque con
            l'eccezione del mondo pc che è ancora dominato da
            windowssi sta proprio parlando del mondo pc pero'.
            mucchio di aziende che sviluppano soluzioni linux
            ed offrono assistenza per piattaforme
            linuxe nessuna di queste si occupa di software per PA.
            migrazione del suo apparato scolastico a linuxOssignore ma è una tara mentale o cosa?UNA SCUOLA NON e' "Pubblica Amministrazione"Altrimenti vai a farti fare una carta di identità o un certificato di morte in una scuola no?
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            http://www.google.com/search?q=brazil+linux+migrat

            ...e torniamo al brasile che migra le scuole.
            Anche in Italia c'è il progetto FUSS di Bolzano
            che ha migrato delle scuole a
            linux.
            Pensate tutti che una scuola sia Pubblica
            Amministrazione?Visto che non sai leggerehttp://www.ossblog.it/post/1997/il-brasile-migra-50000-pc-a-linuxhttp://www.key4biz.it/News/2003/11/27/Internet/Linux_seduce_il_Brasile_Lula_sceglie_il_software_libero_per_la_PA.html
            dopo 7 anni di lavoro sono stati migrati 1/5 dei
            pc della PA. Quindi tipo tra 30anni migreranno
            tutti giusto? Tempo di mandare in pensione i finti teNNici come te...
            ROTFLLe tue affermazioni fanno ridere anche te. Sono contento. :D
            Windows e Linux hanno piu' o meno la stessa etàSolo che Windows viene imposto. Linux no, è libera scelta.
            si sta proprio parlando del mondo pc pero'. Ma tu cambi a seconda di come ti conviene? Prima dici che Linux in azienda è diffuso, poi dici che è scarso, poi fai puro FUD...
            e nessuna di queste si occupa di software per PA.Infatti, si occupano di recuperare i computer fermi a causa dell'ennesimo crash di Windows (rotfl)
            Ossignore ma è una tara mentale o cosa?
            UNA SCUOLA NON e' "Pubblica Amministrazione"
            Altrimenti vai a farti fare una carta di identità
            o un certificato di morte in una scuola
            no?Ti ho già postato il link. Ma come si dice: non c'è più sordo di chi non vuol sentire....
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            http://www.ossblog.it/post/1997/il-brasile-migra-5
            http://www.key4biz.it/News/2003/11/27/Internet/Linahahah oddio! questa sì che è una EPIC FAIL! Hai postato un link del 2003 (siamo nel 2011!!!) dove leggo "Linux seduce il Brasile. Lula sceglie il software libero per la P.A."...peccato che già nel 2007 hanno tirato il freno a mano, con grandi lacrimoni...eh poveri, sono stati ingenui...http://www.linux.com/archive/feed/59637Altra legnata sui denti! Ops, dicevi che il Brasile aveva già migrato la sua PA con sucXXXXX a Linux? straROTFL!! Se non sapete come stanno le cose evitate di farvi dare le sberle sul coppino ;)
            Solo che Windows viene imposto. Linux no, è
            libera
            scelta.A chi viene imposto Windows? tutti quelli che se lo trovano preinstallato solo libero di installarsi Linux. Hanno la loro libera scelta. E rimangono liberamente con Windows.
            Ma tu cambi a seconda di come ti conviene? Prima
            dici che Linux in azienda è diffuso, poi dici che
            è scarso, poi fai puro
            FUD...Non ho mai detto che non è diffuso in azienda, è diffuso in *certi ambiti* specifici che NON SONO i pc desktop. Si sta parlando di migrazione di pc desktop.
            Ti ho già postato il link. Ma come si dice: non
            c'è più sordo di chi non vuol
            sentire....ehm..con quel link ti sei preso a pesci in faccia da solo..contento tu :)
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric

            Solo che Windows viene imposto. Linux no, è

            libera

            scelta.

            A chi viene imposto Windows?Chiedilo alla commissione anti-trust dell'unione europea...
            E rimangono liberamente con
            Windows.Certo, i finti informatici come te sicuro...
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Chiedilo alla commissione anti-trust dell'unione
            europea...ah ecco, quindi hanno bloccato la vendita di Windows vero? Fammi sapere quando ti svegliano dal coma eh
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            ok sei proprio ignorante in materia....Conosci il caso Microsoft contro Be, Inc.Se non lo conosci, informati.
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Conosci il caso Microsoft contro Be, Inc.
            Se non lo conosci, informati.Per la serie : "non so piu' dove sbattere la testa e scrivo cose a caso"
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Per la serie : "non so piu' dove sbattere la
            testa e scrivo cose a
            caso"Senti guarda, te lo dico amichevolmente: collega il cervello prima di scrivere
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Quoto in tutto...- Scritto da: pabloski
            dunque, quali sarebbero questi blocchi
            insormontabili che impediscono la migrazione a
            linux?La gente come lui..
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_adozione_di_software_libero
          • ascallonis scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            nella REALTA'. Tu che vivi nella fantasia
            continua pure a ipotizzare un mondo fatto di
            Linux. Sarà il 2011 l'anno di Linux? Ogni anno la
            stessa cagata
            :)http://www.focus.com/fyi/information-technology/50-places-linux-running-you-might-not-expect/
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            http://www.focus.com/fyi/information-technology/50anche qui, solita manfrina...The city of Munich, Germany has "chosen to migrate its 14,000 desktops to a free Linux distribution, rather than a commercial version of the open source operating system" according to a 2005 ZD Net report. Sappiamo bene com'è finita vero? Tu lavori? Credo che il tuo datore di lavoro voglia che tu ESEGUA e FINISCA un lavoro...non è sufficiente il tuo buon proposito di volerlo fare.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Sappiamo bene com'è finita vero? Tu lavori? Credo
            che il tuo datore di lavoro voglia che tu ESEGUA
            e FINISCA un lavoro...Appunto passano a Linux. Perchè vogliono lavorare.Se tu giochi a solitario non è un problema di Linux.
            non è sufficiente il tuo
            buon proposito di volerlo
            fare.Ma nemmeno il tuo FUD
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Appunto passano a Linux. Perchè vogliono lavorare.nella PA lavorano di già. E' proprio per questo che si PRETENDE da Linux di poter lavorare allo stesso modo. Ed è sempre per questo che nessuno è mai riuscito a migrare una PA.
          • ascallonis scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric

            Appunto passano a Linux. Perchè vogliono
            lavorare.

            nella PA lavorano di già. E' proprio per questo
            che si PRETENDE da Linux di poter lavorare allo
            stesso modo. Ed è sempre per questo che nessuno è
            mai riuscito a migrare una
            PA.In Spagna l'hanno fatto (regione Extremadura) ma a quanto pare si sono dimenticati di comunicartelo. Io ci ho provato mandandoti un link ma ti sei fermato a Monaco... peggio per te... non c'e peggior sordo di chi non vuol sentire.
          • pabloski scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            infatti ha sorpreso pure me....uno gli posta link ( visto che chiedi sempre link, mi ricorda qualcuno :D ) e lui si ferma solo ed esclusivamente sul presunto flop di Monaco ( notare che nemmeno il direttore del progetto parla di flop ma anzi parla di sucXXXXX )
          • ascallonis scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: pabloski
            infatti ha sorpreso pure me....uno gli posta link
            ( visto che chiedi sempre link, mi ricorda
            qualcuno :D ) e lui si ferma solo ed
            esclusivamente sul presunto flop di Monaco (
            notare che nemmeno il direttore del progetto
            parla di flop ma anzi parla di sucXXXXX
            )Le PA italiane sono il suo orticello, se dovessero cambiare sistema addio raccolto, dovrebbe rimboccarsi e le maniche e riseminare. Troppo rischioso, meglio strombazzare in giro che non si puo' fare.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: ascallonis
            Le PA italiane sono il suo orticello, se
            dovessero cambiare sistema addio raccolto,
            dovrebbe rimboccarsi e le maniche e riseminare.
            Troppo rischioso, meglio strombazzare in giro che
            non si puo'
            fare.Ma quali PA. Quello non è un tecnico. Uno che spara simili scempiaggini non può essere un tecnico informatico...lui sta all'informatica quanto Microsoft sta alla libera concorrenza
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: pabloski
            infatti ha sorpreso pure me....uno gli posta link
            ( visto che chiedi sempre link, mi ricorda
            qualcuno :D ) e lui si ferma solo ed
            esclusivamente sul presunto flop di Monaco (
            notare che nemmeno il direttore del progetto
            parla di flop ma anzi parla di sucXXXXX
            )Tra l'altro quello che lui dice non è mai realmente esistito. Questo perchè non c'è stato un FLOP. In Germania la battuta d'arresto c'è stata per colpa della normativa sui brevetti e Wiipedia lo diceva benissimo, ma visto che è un troll, lui non è in grado di leggere.http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_adozione_di_software_libero
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Scelta? altro propositoBolzano : solite scuolePuf, solita bolla di sapone, scoppiata senza neppure impegnarmi tanto.Provaci ancora, Lassie
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            azz sei peggio di quelli che negano l'Olocausto ehChe affermazioni costruttive...si vede che sei un tecnico...

            Questo perchè non c'è stato

            un FLOP. In Germania la battuta d'arresto c'è

            stata per colpa della normativa sui brevetti

            assolutamente no. Hanno detto loro stessi di
            esser stati INGENUI.
            Documentati.Cosa non ti è chiaro di:"Intorno alla metà del 2004 il progetto ha subito un brusco arresto in occasione della possibile approvazione da parte del parlamento europeo della normativa sui brevetti software in Europa. I timori sono dettati dai rischi che nel codice del software libero possano essere presenti violazioni di brevetto, e secondo alcuni studi si andrebbe da poche decine a 238, di cui alcuni Microsoft. Per definire meglio la situazione è stata commissionato ad un gruppo di esperti legali, tra cui Bernhard Frohwitter, esperto in proprietà intellettuali, uno studio dell'impatto che la decisione europea avrebbe sul progetto. In seguito ai pareri rassicuranti uniti al sostegno del governo tedesco e alla determinazione degli ideatori, il progetto è quindi ripreso, sebbene con forti ritardi ed è tuttora in corso"Ma non era fallito il progetto? (rotfl)
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            ideatori, il progetto è quindi ripreso, sebbene
            con forti ritardi ed è tuttora in
            corso"

            Ma non era fallito il progetto? (rotfl)Il progetto è fallito perchè anche se non è stato dichiarato "fallimento" non c'è progresso. Evidentemente non c'è fine alla voglia di spreco, butteranno altri milioni di euro, per cercare di giustificare in qualche modo quelli già spesi.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Il progetto è fallito perchè anche se non è stato
            dichiarato "fallimento" non c'è progresso.
            Evidentemente non c'è fine alla voglia di spreco,
            butteranno altri milioni di euro, per cercare di
            giustificare in qualche modo quelli già
            spesi.Ti stai arrampicando sugli specchi...
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_adozione_di_software_liberoLeggiti Wikipedia...
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: Darwin
            http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_ado

            Leggiti Wikipedia...Ti ho gia' risposto sopra, è l'ennesimo link che ti prende a sberle :)
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            evita di rispondere se non leggi quello che c'è scritto
          • ascallonis scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Tu sei di coccio!!!In total they now have some 80000 desktop PCs running Linux. Of them, 66000 are in schools and education centers and the rest, 14000, are in other public administration buildings. Although not 100% of all Extremadura's public administration departments have been switched to Linux desktops, this numbers certainly indicate that they are in the right path to reaching this goal.Almeno sai leggere?
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Linux desktops, this numbers certainly indicate
            that they are in the right path to reaching this
            goal.

            Almeno sai leggere?Certo, e dire che l'extremadura è passata all'open source fa ridere visto che 66mila pc su 80 sono migrati nelle SCUOLE. Per fare una proporzione bisogna vedere quali sono rimasti a windows...e ancora di piu' bisogna vedere se questi 14mila pc girano con linux oppure con windows + software open (tipo openoffice)Basta informarsi un po' su questo SUCXXXXX della regione spagnola no?http://www.wired.com/gadgets/pcs/news/2006/12/72246già nel 2006 leggo : Even the most ambitious open source initiative in Europe to date -- a massive project begun several years ago by the local government in the Extremadura region of Spain -- has seen only mixed success.Ecco qua, smorzati i toni..e siamo nel 2006. Nel 2011 silenziosamente saranno tornati a windows. Se così non fosse, avremmo visto i tappi da bottiglia stappata ovunque ;) (se i linari si esaltano per un proposito, figuriamoci per un reale sucXXXXX..che pero' non c'è mai stato)
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Nel
            2011 silenziosamente saranno tornati a windows.
            Se così non fosse, avremmo visto i tappi da
            bottiglia stappata ovunque ;)Ci speri eh??? rosicone :D
          • ascallonis scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Certo, e dire che l'extremadura è passata
            all'open source fa ridere visto che 66mila pc su
            80 sono migrati nelle SCUOLE. Per fare una
            proporzione bisogna vedere quali sono rimasti a
            windows...e ancora di piu' bisogna vedere se
            questi 14mila pc girano con linux oppure con
            windows + software open (tipo
            openoffice)
            Basta informarsi un po' su questo SUCXXXXX della
            regione spagnola
            no?
            http://www.wired.com/gadgets/pcs/news/2006/12/7224
            già nel 2006 leggo :
            Even the most ambitious open source initiative in
            Europe to date -- a massive project begun several
            years ago by the local government in the
            Extremadura region of Spain -- has seen only
            mixed
            success.

            Ecco qua, smorzati i toni..e siamo nel 2006. Nel
            2011 silenziosamente saranno tornati a windows.
            Se così non fosse, avremmo visto i tappi da
            bottiglia stappata ovunque ;) (se i linari si
            esaltano per un proposito, figuriamoci per un
            reale sucXXXXX..che pero' non c'è mai
            stato)Trollone, nel 2010 hanno presentato la nuova versione del SO desktop, le precedenti erano la 2009, la 2008 e la 2006.Di tornare indietro non se ne parla, vanno avanti e perfezionano il progetto con rilasci di nuovo software e vantaggi progressivi.Anche se non tutte le macchine sono state migrate non vedo dove stia il problema, non e' che prima fossero tutte windows inside, ragion per cui adesso potrebbero temporaneamente essercene diverse non linux inside.Per quanto riguarda le migrazioni nelle scuole, ti ricordo invece che e' fondamentale per una migrazione incominciare proprio dalle scuole, evitando che tra dieci o quindici anni i futuri impiegati delle PA si ritrovino a pensare che windows faccia girare il mondo e che senza sia impossibile vivere.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Tra l'altro, diceva che a monaco si era fermato tutto e invece non era vero tanto che ha risposto in modo ridicolo, se non l'hai vista leggiti la sua risposta (rotfl)E diceva anche che non esistono software per apparechiature opedaliere er linux quando invece non è cosi. E questo sito, lo dimostra http://www.gefrat.it/è solo un troll di bassa lega...
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            http://www.gefrat.it/

            è solo un troll di bassa lega...ehm...hai linkato un generico sito che vende elettromedicali (di tutte le marche, tra l'altro) e altro..che c'entra questo con linux? poco sangue al cervello?
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Tu hai detto che gli elettromedicali non erano compatibili e io ti ho dimostrato che il software in corredo lo è...leggi prima di trollare..
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Non è che perchè hai individuato un raro caso di elettromedicale linux
            compliant che automaticamente lo sono tutti, anzi, hai beccato
            l'eccezione alla regola. Io ti ho dimostrato che nello stesso sito che
            hai tentato di portare a tuo favore vendono elettromedicali di tutti i
            tipi, il 95 % dei quali supporta solo windows.Veramente la maggior parte è stand alone...anche tu hai trovato un caso unico...Con la differenza che tu ti affannavi a dire che negli ospedali e nelle PA non si può migrare...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2011 09.38-----------------------------------------------------------
          • ascallonis scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric


            http://www.focus.com/fyi/information-technology/50

            anche qui, solita manfrina...
            The city of Munich, Germany has "chosen to
            migrate its 14,000 desktops to a free Linux
            distribution, rather than a commercial version of
            the open source operating system" according to a
            2005 ZD Net report.


            Sappiamo bene com'è finita vero?Ho postato una pagina con 50 esempi, solo un troll del tuo calibro poteva rispondere in questo modo.
            Tu lavori? Credo
            che il tuo datore di lavoro voglia che tu ESEGUA
            e FINISCA un lavoro...non è sufficiente il tuo
            buon proposito di volerlo
            fare.Per mia fortuna il datore di lavoro sono io e sono io che ho deciso che i server e i pc devono girare con GNU/Linux: nessun obolo alla MS, downtime ridotti a zero, sicurezza alle stelle, massima produttivita' e professionalita'.Come vedi il mondo non e' solo quello che conosci tu.
          • pippo75 scrive:
            Re: Anche Google va con linux!


            http://www.focus.com/fyi/information-technology/50niente a confronto con questohttp://toolbar.netcraft.com/site_report?url=http://www.bing.comO.T. LimXXXXXXXXsua a Gnome, Perché non rimettono la conferma nella cancellazione dei file.Questo è già un problema che mi può bloccare il passaggio a linux, lo so che il file finisce nel cestino, ma questo può causare problemi da non poco con altri ( già convincere gli altri ad abbandonare Windows sarà dura ).Ripartire con LXDE. ( che 2 balls ).
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: pippo75
            O.T. LimXXXXXXXXsua a Gnome, Perché non rimettono
            la conferma nella cancellazione dei
            file.Compi due click (uno per aprire il menu a tendina e l'altro per selezionare SPOSTA NEL CESTINO) per fare quell'operazione. Si presuppone che tu sappia cosa stai facendo...
            Questo è già un problema che mi può bloccare il
            passaggio a linux, lo so che il file finisce nel
            cestino, ma questo può causare problemi da non
            poco con altri ( già convincere gli altri ad
            abbandonare Windows sarà dura
            ).Eh si. Come farà la Pubblica Amministrazione a passare a linux? (rotfl) (rotfl)
            Ripartire con LXDE.Riparti accendendo il cervello. Funziona...
            ( che 2 balls ).Già. Trollate in modo così spudorato e scontato, che siete noiosi...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2011 22.45-----------------------------------------------------------
          • pippo75 scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Compi due click (uno per aprire il menu a tendina
            e l'altro per selezionare SPOSTA NEL CESTINO) per
            fare quell'operazione. Si presuppone che tu
            sappia cosa stai facendo...Io so come si fa, ma persone che vedono il PC una volta al mese possono avere qualche difficoltà.Alcuni DM mi danno la possibilità di scegliere se chiedere conferma oppure no, Gnome non da questa possibilità.Qualcuno per errore cancella un file e poi non sa come ripristinarlo, gli dico "ti attacchi" e lui mi risponde "ciao, cercati un altro" ( e visto che sono volontari .... ).Io sono cosi sciocco che ogni tanto faccio delle domande del tipo "se c'è qualcosa che trovate scomodo, ditelo, nel mio piccolo farò in modo di migliorare la situazione, se si lavora meglio la resa è maggiore "E questo indipendentemente dalle se..e mentali sul sistema operativo.
            Eh si. Come farà la Pubblica Amministrazione a
            passare a linux? (rotfl)
            (rotfl)Considerando che non conosci la situazione, il tuo giudizio pensa che possa essere veramente azzeccato.

            Ripartire con LXDE.
            Riparti accendendo il cervello. Funziona...Leggi il punto precedente ( magari chiamo il sistemista per far ricompilare :) )

            ( che 2 balls ).
            Già. Trollate in modo così spudorato e scontato,
            che siete noiosi...Dare un giudizio senza conoscere i fatti è arrogante.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: pippo75
            Io so come si fa, ma persone che vedono il PC una
            volta al mese possono avere qualche
            difficoltà.
            Alcuni DM mi danno la possibilità di scegliere se
            chiedere conferma oppure no, Gnome non da questa
            possibilità.
            Qualcuno per errore cancella un file e poi non sa
            come ripristinarlo, gli dico "ti attacchi" e lui
            mi risponde "ciao, cercati un altro" ( e visto
            che sono volontari ....
            ).La competenza non è un optional.La conoscenza del computer è un requisito obbligatorio per chi lavora in una PA.
            Io sono cosi sciocco che ogni tanto faccio delle
            domande del tipo "se c'è qualcosa che trovate
            scomodo, ditelo, nel mio piccolo farò in modo di
            migliorare la situazione, se si lavora meglio la
            resa è maggiore
            "E fai benissimo. Ma questo però non deve esulare dall'essere competenti in materia.
            Considerando che non conosci la situazione, il
            tuo giudizio pensa che possa essere veramente
            azzeccato.La situazione italiana è chiara a tutti purtroppo.
            Leggi il punto precedente ( magari chiamo il
            sistemista per far ricompilare :)
            )Trollata scontata. Impegnati di più.


            ( che 2 balls ).

            Già. Trollate in modo così spudorato e scontato,

            che siete noiosi...

            Dare un giudizio senza conoscere i fatti è
            arrogante.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            E visto che in tre persone ti abbiamo riportato dati, mentre tu fai solo chiacchere penso che un bel:EPIC FAIL! non te lo levi nessuno....Ciao, troll che si finge teNNico... (rotfl) (rotfl) è stato un piacere aver contribuito ad averti fatto fare una bella figura di m***a
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: Darwin
            E visto che in tre persone ti abbiamo riportato
            dati, mentre tu fai solo chiacchere penso che un
            bel:
            EPIC FAIL! non te lo levi nessuno....Purtroppo non basta linkare e chiudersi gli occhi sperando che la cosa abbia avuto un certo effetto. Bisogna LEGGERE l'articolo. Ed ecco che il brasile non ha migrato una cippa della sua PA.Ed ecco che quello della Germania è stato un flop.Ed ecco che vengono a galla gli altarini. Sìsì Linux è su router e su firewall...ma non è nei pc desktop delle PA. E nemmeno nei pc desktop di tutto il mondo. Fa male, fa fastidio ma ahimè è così.Liberissimo di chiuderti occhi e orecchie, pestare i piedi e dire che non è vero..purtroppo per te i dati alla mano sono impietosi.
            averti fatto fare una bella figura di
            m***aun altro pinguino che scappa? ;)
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            - Scritto da: Darwin

            E visto che in tre persone ti abbiamo riportato

            dati, mentre tu fai solo chiacchere penso che un

            bel:

            EPIC FAIL! non te lo levi nessuno....

            Purtroppo non basta linkare e chiudersi gli occhi
            sperando che la cosa abbia avuto un certo
            effetto. Bisogna LEGGERE l'articolo.

            Ed ecco che il brasile non ha migrato una cippa
            della sua
            PA.
            Ed ecco che quello della Germania è stato un flop.
            Ed ecco che vengono a galla gli altarini.
            Sìsì Linux è su router e su firewall...ma non è
            nei pc desktop delle PA. E nemmeno nei pc desktop
            di tutto il mondo. Fa male, fa fastidio ma ahimè
            è
            così.
            Liberissimo di chiuderti occhi e orecchie,
            pestare i piedi e dire che non è vero..purtroppo
            per te i dati alla mano sono impietosi.



            averti fatto fare una bella figura di

            m***a

            un altro pinguino che scappa? ;)Una sola cosa: Leggili i link. Nei link che ti ho postato c'è scritto chiaramente che dal 2003 al 2007 sono passate ben 50.000 Workstation e ben altri 300.000 postazioni erano in programma. Più chiaro di così non so spiegartelo. Forse tornare a scuola, ti farebbe bene.
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Una sola cosa: Leggili i link. Nei link che ti ho
            postato c'è scritto chiaramente che dal 2003 al
            2007 sono passate ben 50.000 Workstationpc nelle scuole? chissene?
            e ben
            altri 300.000 postazioni erano in programma. certo certo...erano in programma. Perchè non dicono che altre 35miliardi di postazioni erano in programma? anche io ho in programma di diventare miliardario, forte eh?
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            pc nelle scuole? chissene? Anche quella è cosa pubblica...non sono solo gli uffici del comune che contano nella migrazione.
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Anche quella è cosa pubblica...non sono solo gli
            uffici del comune che contano nella
            migrazione.La migrazione è possibile SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per ambiti scolastici. E' un pelino diverso dal dire che ANCHE le scuole fanno parte della cosa pubblica. E' come vedere uno con 100 fratture, emorragie ovunque, dilaniato dopo un incidente stradale e tu gli curi un'unghia incarnita. Poi ti si fa notare che non hai fatto praticamente niente e tu dici "Sì ma anche l'unghia incarnita fa parte del corpo" Occorre essere obiettivi : migrare una scuola (dove per scuola spessissimo si intende l'aula di informatica e NON l'infrastruttura scuola) è un granello di sabbia a confronto della migrazione di una PA.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            La migrazione è possibile SOLO ed ESCLUSIVAMENTE
            per ambiti scolastici.Giusto. Hai ragione. È solo possibile lì. E sai perchè lo dico? Perchè se tutti passassero a Linux non avrebbero più bisogno di finti tecnici come te che devono "riparare" le macchina a causa di virus o aggiornamenti mal riusciti (rotfl) (rotfl)http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_adozione_di_software_libero
          • pippo75 scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Giusto. Hai ragione. È solo possibile lì. E sai
            perchè lo dico? Perchè se tutti passassero a
            Linux non avrebbero più bisogno di finti tecnici
            come te che devono "riparare" le macchina a causa
            di virus o aggiornamenti mal riusciti (rotfl)
            (rotfl)Non so in Russia, ma se i loro problemi sono questi posso dire: beati loro.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: pippo75
            Non so in Russia, ma se i loro problemi sono
            questi posso dire: beati
            loro.Infatti bisognerebbe fare come hanno fatto in brasile e dal 2015 in russia. Migrazione forzata e obbligatoria al software libero.
          • ascallonis scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric

            Anche quella è cosa pubblica...non sono solo gli

            uffici del comune che contano nella

            migrazione.

            La migrazione è possibile SOLO ed ESCLUSIVAMENTE
            per ambiti scolastici.

            E' un pelino diverso dal dire che ANCHE le scuole
            fanno parte della cosa pubblica. E' come vedere
            uno con 100 fratture, emorragie ovunque,
            dilaniato dopo un incidente stradale e tu gli
            curi un'unghia incarnita. Poi ti si fa notare che
            non hai fatto praticamente niente e tu dici "Sì
            ma anche l'unghia incarnita fa parte del corpo"

            Occorre essere obiettivi : migrare una scuola
            (dove per scuola spessissimo si intende l'aula di
            informatica e NON l'infrastruttura scuola) è un
            granello di sabbia a confronto della migrazione
            di una
            PA.Extremadura in SpagnaIn total they now have some 80000 desktop PCs running Linux. Of them, 66000 are in schools and education centers and the rest, 14000, are in other public administration buildings. Although not 100% of all Extremadura's public administration departments have been switched to Linux desktops, this numbers certainly indicate that they are in the right path to reaching this goal.
          • pabloski scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            ma chi te l'ha detto che in Brasile non hanno migrato niente?basta leggersi questa pagina http://en.wikipedia.org/wiki/Linux_adoption e si trovano un bel pò di esempi di organizzazione che ADESSO stanno usando linuxil fatto che banche, enti militari, aziende privati come IBM stiano usando linux non è niente per te? e non venirmi a dire che la PA è più complessa (rotfl)
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Io ci ho rinunciato.....è come parlare ad un mulo....anzi forse i muli ti capiscono meglio...
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            il fatto che banche, enti militari, aziende
            privati come IBM stiano usando linux non è niente
            per te? e non venirmi a dire che la PA è più
            complessausare linux in certi ambiti non significa migrare. Anche la PA italiana usa Linux in certi ambiti. Quante volte devo ripetere le stesse cose?
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            usare linux in certi ambiti non significa
            migrare. Anche la PA italiana usa Linux in certi
            ambiti. Quante volte devo ripetere le stesse
            cose?E noi quante volte dobbiamo dimostrarti che la migrazione ad una piattaforma di gran lunga migliore è possibile?
          • visitor scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: Darwin

            Ciao, troll che si finge teNNico... (rotfl)
            (rotfl) è stato un piacere aver contribuito ad
            averti fatto fare una bella figura di
            m***aA me non è sembrato che abbia fatto una figuraccia anzi ha fatto un'analisi molto obiettiva e in buona parte realistica.E lo dico da amante di Linux (uso suse da 10 anni ormai).Però non sono quello che voi definite fanboy quindi forse ho un punto di vista diverso dal vostro.Saluti.
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            A me non è sembrato che abbia fatto una
            figuraccia anzi ha fatto un'analisi molto
            obiettiva e in buona parte
            realistica.Grazie, credo che abbiano capito un po' tutti a che livello di disperazione è Darwin..rode ma qui è tutto nero su bianco
            E lo dico da amante di Linux (uso suse da 10 anni
            ormai).da notare che io non ho nulla contro Linux, lo uso anche a livello aziendale, va bene per certi specifici lavori, pretendere di sostituirlo a Windows nella PA fa ridere, per gli n-mila motivi che ho elencato.
          • ascallonis scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric

            A me non è sembrato che abbia fatto una

            figuraccia anzi ha fatto un'analisi molto

            obiettiva e in buona parte

            realistica.

            Grazie, credo che abbiano capito un po' tutti a
            che livello di disperazione è Darwin..rode ma qui
            è tutto nero su
            biancoIl bue che da del cornuto all'asino.

            E lo dico da amante di Linux (uso suse da 10
            anni

            ormai).

            da notare che io non ho nulla contro Linux, lo
            uso anche a livello aziendale, va bene per certi
            specifici lavori, pretendere di sostituirlo a
            Windows nella PA fa ridere, per gli n-mila motivi
            che ho
            elencato.Nessuno dei motivi da te elencati e' sufficiente per affermare che le PA non potrebbero migrare e gli esempi postati sono li' a dimostrartelo.Impresa difficile? Certo che si ma sicuramente non impossibile e certamente auspicabile.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Non c'è più sordo di chi non vuol sentire...è inutile.Contro i troll, l'unico rimedio è l'indifferenza.Visto che non è in grado di portare argomentazioni, credo sia inutile continuare...
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Nessuno dei motivi da te elencati e' sufficiente
            per affermare che le PA non potrebbero migrare e
            gli esempi postati sono li' a
            dimostrartelo.Nessuna PA è mai migrata. Linux esiste da quasi 20 anni.E' sufficiente per essere scettici sull'ennesimo PROPOSITO di migrazione?
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            Nessuna PA è mai migrata. Linux esiste da quasi
            20
            anni.
            E' sufficiente per essere scettici sull'ennesimo
            PROPOSITO di
            migrazione?Proprio nessuna?http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_adozione_di_software_libero
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Proprio nessuna?
            http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_adoSono tutti PROPOSITI, mozioni di impegno...svegliatiHo gia' risposto piu' sopra a questo ennesimo link autogol
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            te lo ripeto: evita di rispondere se non leggi i link
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: visitor
            A me non è sembrato che abbia fatto una
            figuraccia anzi ha fatto un'analisi molto
            obiettiva e in buona parte
            realistica.Beh considerando che non ha portato UN dato, mentre in tre persone nel giro di pochi minuti gliene abbiano portati...credo che la figura di m***a sia una cosa scontata.
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!

            Beh considerando che non ha portato UN dato,
            mentre in tre persone nel giro di pochi minuti
            gliene abbiano portati...ahaha i dati della migrazione delle scuole? ah già, quando ho fatto notare che una scuola non è una PA mi è stato risposto "eh beh..anche la scuola è cosa pubblica su..." ahahahahah mamma mia!!
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: maranric
            ahaha i dati della migrazione delle scuole? ah
            già, quando ho fatto notare che una scuola non è
            una PA mi è stato risposto "eh beh..anche la
            scuola è cosa pubblica su..." ahahahahah
            mamma
            mia!!No i dati che ti ha abbiamo portato sono ben altri. Ma tu sei un troll. È già molto se sai leggere.http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_adozione_di_software_libero
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Scelta? altro propositoBolzano : solite scuoleAL MONDO non interessano i "PROPOSITI" , conta il raggiungimento dell'obiettivo. Nel migliore dei casi sono riusciti a migrare office a openoffice...per tutto il resto sono scarpate in faccia, spiace ma è così.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            E a Monaco?Non era fallito il progetto?Sei andato per caso a vedere se in quelle città si è ritornati a Windows?Se così fosse Wikipedia lo avrebbe detto tranquillamente...ma forse non sai che pesci pigliare e fai trollate ad capzum-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 16.20-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            - Scritto da: Darwin
            E a Monaco?
            Non era fallito il progetto?Sì, è fallito. Se l'obiettivo era migrare 15mila pc e ne sono stati migrati solo 3mila (con una spesa a dir poco spaventosa) il progetto è fallito. Stop. Non c'è nient'altro da aggiungere.
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            wikipedia però dice che il progetto continua....chi avrà ragione?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 16.45-----------------------------------------------------------
          • western scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            ma basta con 'sta storia!!! Le PA hanno bisogno di gente che sa lavorare, non di TUTTI quei cialtroni semianalfabeti che non sanno fare assolutamente niente. Che assumano personale qualificato una volta tanto, invece dell'amico e del parente rimbambito di turno.. Allora forse si potrà parlare di PA come di qualcosa di utile e non del carrozzone di caproni mantenuti quale è... I problemi non nascono dalle strutture informatiche, quanto dagli emeriti idioti che le usano!!
          • Darwin scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            è quello che ho cercato di fargli capire anche io....purtroppo dobbiamo mantenere questi incapaci finti sistemisti.Ora capisco perchè il nostro paese è l'ultima ruota del carro nella UE. Con tutta questa gente...
          • poiuy scrive:
            Re: Anche Google va con linux!


            Mi sfugge il nesso tra la difficoltà di gestire

            una PA e windows
            Non è che perchè a te sfugge allora non esista...Era una domanda retorica che sottolinea la confusione che fai tra una architettura (funzionalità software e hardware necessario) complicata e windows. E' un po' come confondere il concetto di database con Access (o MySql se preferisci). Sono due livelli logici differenti. Alla fine del progetto deciderai che DB usare, non mentre pensi il servizio che vuoi offrire.

            In quale modo usare prodotti

            windows renderebbe più facile la gestione delle

            infrastrutture informatiche della Pubblica

            Amministrazione?
            per la PA ci sono dei pacchetti software (testati e collaudati da anni da diverse aziende) che girano esclusivamente in windows e interagiscono con ALTRI pacchetti software che girano su windows e sfruttano determinate configurazioni su driver scritti per windowsE ci sono, come qualcuno ti ha fatto notare, anche soluzione server-client che si basano sul protocollo HTTP (Web Applications, se preferisci).Un cittadino che ha bisogno di un servizio userà un browser, non uno dei mille programmini di cui parli.Frammentare i servizi in tanti programmi "che girano esclusivamente in windows" e che magari non girano nelle versioni più nuove di windows (e quelle vecchie vengono dismesse) non è una buona soluzione. E' più una patch che funziona ora e non domani.Cosa succede quando uno di questi programmi non funziona più e la ditta che lo ha fatto non esiste più e il codice sorgente non lo hai o non è utilizzabile? Questo è un caso che mi è capitato, non una elucubrazione da pinguino.Ecco cosa ti sfugge: linux è solo una delle specifiche del progetto (così come lo è windows). Quello che si tenta di fare è pensare delle soluzioni per offrire dei servizi al cittadino. E per fare questo servono architetture pensate, non programmini che, cito, "girano su windows e sfruttano determinate configurazioni su driver scritti per windows".L'uso di soluzioni basate su open-source è una specifica dettata da considerazioni politiche e strategiche, ma anche da considerazioni del tipo che possedere il codice e il knowledge di un programma è molto meglio che averne solo la licenza.
          • zuzzurro scrive:
            Re: Anche Google va con linux!
            Mi hai impressionato.Veramente.:D :D :D :D
  • MacBoy scrive:
    Linux è l'ideale per le PA
    L'ho sempre detto. E a me piacciono i Mac.Una volta ben configurato con i 2-3 programmi che servono, con l'hardware testato e scelto per lui, senza che l'utente abbia possibilità di smanettarci sopra, è l'ideale. D'altra parte anche Windows funziona decentemente (ma non altrettanto bene di Linux) solo in quel modo. Ma windows, e tutto quello che c'è intorno, si PAGA. E questo non ha senso.Era ora che qualche governo imponesse Linux come standard a livello centrale.Dispiace invece vedere l'Italia, ma anche la UE, essere prona a M$. E poi lamentarsi o infliggergli ogni tanto ridicole multe.
    • FinalCut scrive:
      Re: Linux è l'ideale per le PA
      - Scritto da: MacBoy
      L'ho sempre detto. E a me piacciono i Mac.

      Una volta ben configurato con i 2-3 programmi che
      servono, con l'hardware testato e scelto per lui,
      senza che l'utente abbia possibilità di
      smanettarci sopra, è l'ideale. D'altra parte
      anche Windows funziona decentemente (ma non
      altrettanto bene di Linux) solo in quel modo. Ma
      windows, e tutto quello che c'è intorno, si PAGA.
      E questo non ha
      senso.

      Era ora che qualche governo imponesse Linux come
      standard a livello
      centrale.
      Dispiace invece vedere l'Italia, ma anche la UE,
      essere prona a M$. E poi lamentarsi o
      infliggergli ogni tanto ridicole
      multe.Quoto al 100%(apple)(linux)
    • shevathas scrive:
      Re: Linux è l'ideale per le PA
      - Scritto da: MacBoy
      L'ho sempre detto. E a me piacciono i Mac.

      Una volta ben configurato con i 2-3 programmi che
      servono, con l'hardware testato e scelto per lui,
      senza che l'utente abbia possibilità di
      smanettarci sopra, è l'ideale. D'altra parte
      anche Windows funziona decentemente (ma non
      altrettanto bene di Linux) sinceramente nel caso d'uso che hai presentato non vedo differenze di comportamento fra win, linux o mac. Bene o male devi usarli per far girare software su hadware testato e basta.
      solo in quel modo. Ma
      windows, e tutto quello che c'è intorno, si PAGA.
      E questo non ha
      senso.
      si paga anche tutto quello che c'è intorno a linux se per quello, se si considera il costo globale del software alla fine la spesa delle licenze per win+office sarà più o meno uno 0.1% delle spese per i software della PA.
      Era ora che qualche governo imponesse Linux come
      standard a livello
      centrale.in tal caso il governo dovrebbe "standardizzare" linux e imporre il 100% di compatibilità con lo standard scelto, chiamiamolo PA-Linux. Domanda stupida: chi paga il porting delle applicazioni, la gestione del repository ed il mantenimento della distribuzione PA-Linux?
      Dispiace invece vedere l'Italia, ma anche la UE,
      essere prona a M$. E poi lamentarsi o
      infliggergli ogni tanto ridicole
      multe.se vuoi la risposta basta pensare semplicemente quanto costerebbe far riscrivere il software che serve alla PA e che esiste attualmente in formato win in formato linux. Basta fare due conti e si vede che nel caso generale si rischia di spendere 100 per tentare di risparmiare 1.
      • krane scrive:
        Re: Linux è l'ideale per le PA
        - Scritto da: shevathas
        - Scritto da: MacBoy

        L'ho sempre detto. E a me piacciono i Mac.

        Una volta ben configurato con i 2-3 programmi

        che servono, con l'hardware testato e scelto

        per lui, senza che l'utente abbia possibilità

        di smanettarci sopra, è l'ideale. D'altra

        parte anche Windows funziona decentemente (ma

        non altrettanto bene di Linux)
        sinceramente nel caso d'uso che hai presentato
        non vedo differenze di comportamento fra win,
        linux o mac. Bene o male devi usarli per far
        girare software su hadware testato e basta.Ad esemprio non prendere virus leggendo un file .rtf ?

        solo in quel modo. Ma windows, e tutto

        quello che c'è intorno, si PAGA.

        E questo non ha senso.
        si paga anche tutto quello che c'è intorno a
        linux se per quello, se si considera il costo
        globale del software alla fine la spesa delle
        licenze per win+office sarà più o meno uno 0.1%
        delle spese per i software della PA.E dobbiamo buttarlo via ?

        Era ora che qualche governo imponesse Linux

        come standard a livello centrale.
        in tal caso il governo dovrebbe "standardizzare"
        linux e imporre il 100% di compatibilità con lo
        standard scelto, chiamiamolo PA-Linux. Domanda
        stupida: chi paga il porting delle applicazioni,Gli stessi che pagano attualmente lo sviluppo delle applicazioni ?
        la gestione del repository ed il mantenimento
        della distribuzione PA-Linux?Quello sarebbe un piccolo investimento che porterebbe ad un enorme risparmio rispetto all'attuale sistema di installazione del software su windows, che deve avvenire postaizone per postazione.

        Dispiace invece vedere l'Italia, ma anche

        la UE, essere prona a M$. E poi lamentarsi

        o infliggergli ogni tanto ridicole multe.
        se vuoi la risposta basta pensare semplicemente
        quanto costerebbe far riscrivere il software che
        serve alla PA e che esiste attualmente in formato
        win in formato linux. Basta fare due conti e si
        vede che nel caso generale si rischia di spendere
        100 per tentare di risparmiare 1.Non vedo perche', visto che il software delle PA e' in continua evoluzione e viene sviluppato gia' ora, basterebbe solo fae in modo che lo sviluppo ponga maggiore attenzione al multipiattaforma.
        • shevathas scrive:
          Re: Linux è l'ideale per le PA

          Ad esemprio non prendere virus leggendo un file
          .rtf
          ?
          proprio con l'rtf è alquanto difficile pigliare virus.


          solo in quel modo. Ma windows, e tutto


          quello che c'è intorno, si PAGA.


          E questo non ha senso.


          si paga anche tutto quello che c'è intorno a

          linux se per quello, se si considera il costo

          globale del software alla fine la spesa delle

          licenze per win+office sarà più o meno uno 0.1%

          delle spese per i software della PA.

          E dobbiamo buttarlo via ?



          Era ora che qualche governo imponesse Linux


          come standard a livello centrale.


          in tal caso il governo dovrebbe "standardizzare"

          linux e imporre il 100% di compatibilità con lo

          standard scelto, chiamiamolo PA-Linux. Domanda

          stupida: chi paga il porting delle applicazioni,

          Gli stessi che pagano attualmente lo sviluppo
          delle applicazioni
          ?
          Nel caso di applicazioni fatte sviluppare dalla PA avrebbe senso, nel caso di applicazioni proprietarie acquistate invece potrebbero esserci rogne a chiedere ai produttori il rilascio di una versione linux o costruire un software OS che faccia le stesse cose.

          la gestione del repository ed il mantenimento

          della distribuzione PA-Linux?

          Quello sarebbe un piccolo investimento che
          porterebbe ad un enorme risparmio rispetto
          all'attuale sistema di installazione del software
          su windows, che deve avvenire postaizone per
          postazione.
          esiste la possibilità di installazione via Active Directory. Configuri il server e ogni postazione installa tranquillamente il software che stabilisci. Ovviamente la creazione di un AD ha senso se si hanno molte macchine.


          Dispiace invece vedere l'Italia, ma anche


          la UE, essere prona a M$. E poi lamentarsi


          o infliggergli ogni tanto ridicole multe.


          se vuoi la risposta basta pensare semplicemente

          quanto costerebbe far riscrivere il software che

          serve alla PA e che esiste attualmente in
          formato

          win in formato linux. Basta fare due conti e si

          vede che nel caso generale si rischia di
          spendere

          100 per tentare di risparmiare 1.

          Non vedo perche', visto che il software delle PA
          e' in continua evoluzione e viene sviluppato gia'
          ora, basterebbe solo fae in modo che lo sviluppo
          ponga maggiore attenzione al
          multipiattaforma.sarebbe un proXXXXX mooolto lento e poco efficiente.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            Ad esemprio non prendere virus leggendo un file

            .rtf ?
            proprio con l'rtf è alquanto difficile pigliare
            virus.Gira da anni, e ultimamente se ne e' parlato anche qui: http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1742919



            solo in quel modo. Ma windows, e tutto



            quello che c'è intorno, si PAGA.



            E questo non ha senso.


            si paga anche tutto quello che c'è intorno a


            linux se per quello, se si considera il costo


            globale del software alla fine la spesa delle


            licenze per win+office sarà più o meno uno


            0.1% delle spese per i software della PA.

            E dobbiamo buttarlo via ?



            Era ora che qualche governo imponesse Linux



            come standard a livello centrale.


            in tal caso il governo dovrebbe


            "standardizzare" linux e imporre il 100% di


            compatibilità con lo standard scelto,


            chiamiamolo PA-Linux. Domanda stupida: chi


            paga il porting delle applicazioni,

            Gli stessi che pagano attualmente lo sviluppo

            delle applicazioni ?
            Nel caso di applicazioni fatte sviluppare dalla
            PA avrebbe senso, nel caso di applicazioni
            proprietarie acquistate invece potrebbero esserci
            rogne a chiedere ai produttori il rilascio di una
            versione linux o costruire un software OS che
            faccia le stesse cose.Basta aggiungere specifiche per i bandi di acquisto, o pensi che esce l'impiegato e si rivolge al negozietto sotto l'ufficio ?


            la gestione del repository ed il mantenimento


            della distribuzione PA-Linux?

            Quello sarebbe un piccolo investimento che

            porterebbe ad un enorme risparmio rispetto

            all'attuale sistema di installazione del

            software su windows, che deve avvenire

            postaizone per postazione.
            esiste la possibilità di installazione via Active
            Directory.Questo vorrebbe dire avere un'active directory grande come l'italia, con tutte le macchine della PA collegate in un'unica sottorete comune; improponibile se vuoi ti spiego i motivi.
            Configuri il server e ogni postazione
            installa tranquillamente il software che
            stabilisci. Ovviamente la creazione di un AD ha
            senso se si hanno molte macchine.Ma in questo caso sono troppe, inoltre stai proponendo praticamente di esporre active in internet.



            Dispiace invece vedere l'Italia, ma anche



            la UE, essere prona a M$. E poi lamentarsi



            o infliggergli ogni tanto ridicole multe.


            se vuoi la risposta basta pensare


            semplicemente quanto costerebbe far riscrivere


            il software che serve alla PA e che esiste


            attualmente in formato win in formato linux.


            Basta fare due conti e si vede che nel caso


            generale si rischia di spendere


            100 per tentare di risparmiare 1.

            Non vedo perche', visto che il software delle

            PA e' in continua evoluzione e viene sviluppato

            gia' ora, basterebbe solo fae in modo che lo

            sviluppo ponga maggiore attenzione al

            multipiattaforma.
            sarebbe un proXXXXX mooolto lento e poco
            efficiente.E perche' mai ? In molti settori e' pratica comune e porta solo a vantaggi, perche' in questo caso dovrebbe essere meno efficiente secondo te ?
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Gira da anni,ha senso parlare di un bug patchato quasi 3 anni fa?
            Basta aggiungere specifiche per i bandi di
            acquisto, o pensi che esce l'impiegato e si
            rivolge al negozietto sotto l'ufficio
            ?non puoi fare bandi per cose che non esistono
            Questo vorrebbe dire avere un'active directory
            grande come l'italia, con tutte le macchine della
            PA collegate in un'unica sottorete comune;beh Active Directory esiste già in tantissime PA, l'installazione di pacchetti iniettata ai client del dominio è cosa nota, facile e veloce.
            Ma in questo caso sono troppe, inoltre stai
            proponendo praticamente di esporre active in
            internet.AD sono praticamente sempre collegate a internet, dovra' pur aggiornarsi no? La sicurezza del dominio è compito del sistemista di rete.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric

            Gira da anni,
            ha senso parlare di un bug patchato quasi 3 anni
            fa?Pare sia tornato in auge, ma se ne preferisci altri e' pieno...

            Basta aggiungere specifiche per i bandi di

            acquisto, o pensi che esce l'impiegato e si

            rivolge al negozietto sotto l'ufficio ?
            non puoi fare bandi per cose che non esistonoStrano, pensavo si facessero apposta, hai presente i bandi per costruire dighe ? E' la legge della domanda a cui risponde l'offerta.

            Questo vorrebbe dire avere un'active directory

            grande come l'italia, con tutte le macchine

            della PA collegate in un'unica sottorete comune;
            beh Active Directory esiste già in tantissime PA,Ma sono tante AD diverse, una per ogni sede.
            l'installazione di pacchetti iniettata ai client
            del dominio è cosa nota, facile e veloce.Ma non fuori da una intranet.

            Ma in questo caso sono troppe, inoltre stai

            proponendo praticamente di esporre active in

            internet.
            AD sono praticamente sempre collegate a internet,Ma non in un'unica intranet.
            dovra' pur aggiornarsi no? La sicurezza del
            dominio è compito del sistemista di rete.Si, uno per ogni sede che poi puo' essere replicato, ma i numeri della PA sono troppo grandi per un'unica gestione centralizzata.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            Se il software è scritto in C/C++ o meglio in python non si deve riscrivere da zero nulla.Nel caso in cui si usasse python il software girerà tranquillamente.Nel caso in cui si usasse C/C++ il software sarà portabile senza alcuno sforzo. Basterà poi affiancare all'header windows.h (che compila il software con le librerie grafiche di Windows) l'header da usare: gtk.h o qt.hNon si riscrive nulla. Il porting è più semplice di quanto tu possa pensare.
          • Fiber scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: Darwin
            Se il software è scritto in C/C++ o meglio in
            python non si deve riscrivere da zero
            nulla.
            Nel caso in cui si usasse python il software
            girerà
            tranquillamente.
            Nel caso in cui si usasse C/C++ il software sarà
            portabile senza alcuno sforzo. Basterà poi
            affiancare all'header windows.h (che compila il
            software con le librerie grafiche di Windows)
            l'header da usare: gtk.h o
            qt.h

            Non si riscrive nulla. Il porting è più semplice
            di quanto tu possa
            pensare.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064451&m=3067389#p3067389(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: Fiber
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ridi da solo per le tue stesse str****te? Stai messo proprio bene :D
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Gira da anni, e ultimamente se ne e' parlato
            anche qui:
            http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=174
            peccato che non sia un virus.

            Basta aggiungere specifiche per i bandi di
            acquisto, o pensi che esce l'impiegato e si
            rivolge al negozietto sotto l'ufficio
            ?
            In teoria, in pratica se un ipotetico software, ad esempio, per la pianificazione della logistica dei trasporti pubblici esiste solo per windows cosa acquisti ?

            esiste la possibilità di installazione via
            Active

            Directory.

            Questo vorrebbe dire avere un'active directory
            grande come l'italia, con tutte le macchine della
            PA collegate in un'unica sottorete comune;
            improponibile se vuoi ti spiego i
            motivi.
            Si vede subito che sarebbe stupido. Basta un unico repository da cui i sistemisti prelevano i pacchetti di interesse e istruiscono la propria AD per installare solo ed esclusivamente quelli.

            Ma in questo caso sono troppe, inoltre stai
            proponendo praticamente di esporre active in
            internet.
            e perché mai AD dovrebbe essere esposto in internet ?

            E perche' mai ? In molti settori e' pratica
            comune e porta solo a vantaggi, perche' in questo
            caso dovrebbe essere meno efficiente secondo te
            ?principalmente per due motivi:a) esistono gazzillate di software scritto per windows e usato nella PA, riscriverlo affinché sia multipiattaforma avrebbe un bel po' di costi.b) lo sviluppo di un software multipiattaforma potrebbe avere costi maggiori di sviluppo e di mantenimento rispetto ad uno monopiattaforma.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            In teoria, in pratica se un ipotetico software,
            ad esempio, per la pianificazione della logistica
            dei trasporti pubblici esiste solo per windows
            cosa acquisti
            ?Fai una richiesta di porting su linux. Se l'azienda rifiuta o ti rivolgi ad un altra. Quando si tratta di fare soldini, le aziende rispondo sempre alle richieste.
            Si vede subito che sarebbe stupido. Basta un
            unico repository da cui i sistemisti prelevano i
            pacchetti di interesse e istruiscono la propria
            AD per installare solo ed esclusivamente
            quelli.Su Linux sarebbe anche più facile costruire un repository privato ed esclusivo per le PA.
            a) esistono gazzillate di software scritto per
            windows e usato nella PA, riscriverlo affinché
            sia multipiattaforma avrebbe un bel po' di
            costi.Costi che si affrontano se si vuol fare una migrazione.
            b) lo sviluppo di un software multipiattaforma
            potrebbe avere costi maggiori di sviluppo e di
            mantenimento rispetto ad uno
            monopiattaforma.Se ad esempio è scritto in python il costo della portabilità è quasi zero.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Fai una richiesta di porting su linux. e ti ridono in faccia.
            Se
            l'azienda rifiuta o ti rivolgi ad un altra.certi software non li puoi scrivere in una settimana. O hai acXXXXX al progetto del software, e non solo ai sorgenti, o altrimenti ti attacchi.
            Quando si tratta di fare soldini, le aziende
            rispondo sempre alle
            richieste.
            e allora come mai poche aziende portano i loro software per linux se c'è da far soldi ? non è che l'investimento per il porting sia maggiore del ricavato dalla vendita delle licenze per la versione linux ?
            Su Linux sarebbe anche più facile costruire un
            repository privato ed esclusivo per le
            PA.
            irrilevante. Io come sistemista devo scegliere e selezionare i pacchetti da installare. Anche se fossi su linux mi creerei un repository interno in modo da essere sicuro che i pacchetti vengano aggiornati quando voglio io e in contemporanea da tutte le macchine. Da questo punto di vista non c'è alcuna differenza fra win e linux.
            Costi che si affrontano se si vuol fare una
            migrazione.
            costi che possono renderti troppo onerosa una migrazione.
            Se ad esempio è scritto in python il costo della
            portabilità è quasi
            zero.Peccato che siano scritti in C/C++ e spesso si appoggino a librerie win32.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            e ti ridono in faccia.Se il software lo paghi, le aziende non ridono.
            certi software non li puoi scrivere in una
            settimana.Nessuno ha detto che si migra in una settimana.
            O hai acXXXXX al progetto del
            software, e non solo ai sorgenti, o altrimenti ti
            attacchi.O paghi una azienda per un porting.
            e allora come mai poche aziende portano i loro
            software per linux se c'è da far soldi ? non è
            che l'investimento per il porting sia maggiore
            del ricavato dalla vendita delle licenze per la
            versione linux
            ?Dipende sempre dalla richiesta di porting.
            irrilevante. Io come sistemista devo scegliere e
            selezionare i pacchetti da installare. Anche se
            fossi su linux mi creerei un repository interno
            in modo da essere sicuro che i pacchetti vengano
            aggiornati quando voglio io e in contemporanea da
            tutte le macchine. Da questo punto di vista non
            c'è alcuna differenza fra win e
            linux.Beh non proprio. La gestione degli applicativi su Linux è sostanzialmente orientata all'uso di repository.Se hai Ubuntu poi puoi usare gratuitamente launchpad.
            costi che possono renderti troppo onerosa una
            migrazione.Si ma comunque costi affrontabili.
            Peccato che siano scritti in C/C++ e spesso si
            appoggino a librerie
            win32.Beh il porting comunque non è molto complesso. Il C di per se è portabile.L'unica vera "fatica" è il porting in gtk (usate anche su software per windows) o qt
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: shevathas

            e ti ridono in faccia.
            Se il software lo paghi, le aziende non ridono.si torna sempre al discorso iniziale, i costi. Licenza win disponibile prezzo X, licenza lin da creare: passi fra un anno e paghi 20*X 8)


            certi software non li puoi scrivere in una

            settimana.
            Nessuno ha detto che si migra in una settimana.


            O hai acXXXXX al progetto del

            software, e non solo ai sorgenti, o altrimenti
            ti

            attacchi.
            O paghi una azienda per un porting.
            se hai acXXXXX al progetto, altrimenti devi far sviluppare un software con le stesse funzionalità del software di origine, compresi i costi di analisi e progettazione. In pratica spendi da 100 a 1000 volte il costo di una singola licenza.
            Dipende sempre dalla richiesta di porting.
            il gatto che si morde la coda.

            Peccato che siano scritti in C/C++ e spesso si

            appoggino a librerie

            win32.
            Beh il porting comunque non è molto complesso. Il
            C di per se è
            portabile.
            L'unica vera "fatica" è il porting in gtk (usate
            anche su software per windows) o
            qtporting, testing, bugfix, riprogettazione dell'interfaccia. Raramente si tratta di roba veloce ed economica.
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Se il software lo paghi, le aziende non ridono....e allora torniamo punto e a capo. Se il software bisogna pagarlo, che filosofia open è? Finisci con la dipendenza da microsoft per iniziare una dipendenza dall'azienda che ti fa il porting? Tanto vale tenersi windows allora (visto che la licenza è un costo irrisorio rispetto al costo di una migrazione)
            O paghi una azienda per un porting.senza sorgenti non porti niente (e non contemplo il mondo del "pressappoco"), senza contare che sarebbe pure illegale. E anche con i sorgenti non è una passeggiata.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            ...e allora torniamo punto e a capo. Se il
            software bisogna pagarlo, che filosofia open è?Open Source non vuol dire gratis.
            Finisci con la dipendenza da microsoft per
            iniziare una dipendenza dall'azienda che ti fa il
            porting?Un conto è l'OS, un conto è il software applicativo.
            Tanto vale tenersi windows allora (visto che la
            licenza è un costo irrisorio rispetto al costo di
            una
            migrazione)Si ma superiore rispetto ad una licenza Linux Enterprise.
            senza sorgenti non porti niente (e non contemplo
            il mondo del "pressappoco"), senza contare che
            sarebbe pure illegale. Illegale? Gli accordi con le aziende servono a questo.
            E anche con i sorgenti non è una passeggiata.Non è vero.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            Gira da anni, e ultimamente se ne e' parlato

            anche qui:
            http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=174
            peccato che non sia un virus. Gli exploit diventano spesso virus.

            Basta aggiungere specifiche per i bandi di

            acquisto, o pensi che esce l'impiegato e si

            rivolge al negozietto sotto l'ufficio ?
            In teoria, in pratica se un ipotetico software,
            ad esempio, per la pianificazione della logistica
            dei trasporti pubblici esiste solo per windows
            cosa acquisti ?Intanto spingi perche' i prossimi lo siano, e' utile a tutti l'interoperabilita' ed il non essere costretti a fornirsi da un'unico operatore.


            esiste la possibilità di installazione


            via Active Directory.

            Questo vorrebbe dire avere un'active directory

            grande come l'italia, con tutte le macchine

            della PA collegate in un'unica sottorete comune;

            improponibile se vuoi ti spiego i motivi.
            Si vede subito che sarebbe stupido. Basta un
            unico repository da cui i sistemisti prelevano i
            pacchetti di interesse e istruiscono la propria
            AD per installare solo ed esclusivamente quelli.Quindi quello che linux puo' gia' fare in modo completamente automatico.

            Ma in questo caso sono troppe, inoltre stai

            proponendo praticamente di esporre active in

            internet.
            e perché mai AD dovrebbe essere esposto in
            internet ?Perche' altrimenti i sistemisti di ogni sede devono prendere il pacchetto e distribuirlo via AD sulla singola sede.

            E perche' mai ? In molti settori e' pratica

            comune e porta solo a vantaggi, perche' in

            questo caso dovrebbe essere meno efficiente

            secondo te ?
            principalmente per due motivi:
            a) esistono gazzillate di software scritto per
            windows e usato nella PA, riscriverlo affinché
            sia multipiattaforma avrebbe un bel po' di
            costi.Ma ne esistono altre gazzillate in via di scrittura.
            b) lo sviluppo di un software multipiattaforma
            potrebbe avere costi maggiori di sviluppo e di
            mantenimento rispetto ad uno monopiattaforma.Perche' mai dovrebbe ?
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Quindi quello che linux puo' gia' fare in modo
            completamente
            automatico.La cosa è automatizzata anche in windows. Scegli cosa lanciare in widespread e lo somministri
            Perche' altrimenti i sistemisti di ogni sede
            devono prendere il pacchetto e distribuirlo via
            AD sulla singola
            sede.e che problema è? Non a caso ci sono sistemisti per ogni PA e non un unico master sistemista a capo di tutte..
            Ma ne esistono altre gazzillate in via di
            scrittura.tu dici? un'azienda che vuol intraprendere un percorso difficile come la programmazione di software per PA, lo fa per poter mangiare...ed ecco che sviluppa a pagamento su windows. Per l'onore o l'esercizio di stile quali sarebbero queste gazzillate di software in via di scrittura?
            Perche' mai dovrebbe ?bastano 2 conti per arrivare a questa affermazione eh
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            tu dici? un'azienda che vuol intraprendere un
            percorso difficile come la programmazione di
            software per PA, lo fa per poter mangiare...ed
            ecco che sviluppa a pagamento su windows.Ma chi ha detto che chi sviluppa su Linux lo fa gratuitamente?
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            Ma non per questo la migrazione è impossibile, come cercava di dire maranric
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: Darwin
            Ma non per questo la migrazione è impossibile,
            come cercava di dire
            maranricdipende da quali sono gli obiettivi reali della russia. Se son di dedicarsi all'autarchia informatica allora la migrazione è conveniente in ogni caso. Se invece è una semplice ripicca contro lo zio bill allora si stanno comportando come il tipo che si tagliava i testicoli per fare dispetto alla moglie.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            O semplicemente vogliono passare al software libero.Ora un conto è dire che non è conveniente. Se ne potrebbe parlare tranquillamente, un conto è dire che è impossibile.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: Darwin
            O semplicemente vogliono passare al software
            libero.
            Ora un conto è dire che non è conveniente. Se ne
            potrebbe parlare tranquillamente, un conto è dire
            che è
            impossibile.Qui nessuno dice che togliere win e piazzare linux in ogni dove sia impossibile, semplicemente stiamo dicendo che i costi di una simile migrazione sarebbero enormi e sproporzionati rispetto ai vantaggi che si avrebbero.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: Darwin

            O semplicemente vogliono passare al software

            libero.

            Ora un conto è dire che non è conveniente. Se ne

            potrebbe parlare tranquillamente, un conto è

            dire che è impossibile.
            Qui nessuno dice che togliere win e piazzare
            linux in ogni dove sia impossibile, semplicemente
            stiamo dicendo che i costi di una simile
            migrazione sarebbero enormi e sproporzionati
            rispetto ai vantaggi che si avrebbero.I costi sarebbero, secondo me, esattamente pari al continuo acquistare e scrivere software sempre nuovo, cosa che accade abitualmente.I vantaggi sarebbero non essere legati ad un'unico fornitore e poter prendere il meglio dai vari mondi.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            I costi sarebbero, secondo me, esattamente pari
            al continuo acquistare e scrivere software sempre
            nuovo, cosa che accade
            abitualmente.
            è errato. Mantenere un software già scritto e già ampiamente testato ha dei costi, che possono essere rilevanti, ma minori rispetto al creare un software ex novo. Basta pensare al mondo informatico: quanti software rivoluzionari, che non fossero aggiornamenti di software esistenti, sono usciti negli ultimi 5 anni ?
            I vantaggi sarebbero non essere legati ad
            un'unico fornitore e poter prendere il meglio dai
            vari
            mondi.purtroppo il non essere legato ad un unico fornitore è meramente utopistico. La complessità del sorgente diventa essa stessa una barriera all'ingresso di altri competitor. Partendo da zero devi considerare un notevole investimento in ore uomo per essere capace di mettere le mani su un software di media complessità (più di 50K righe di codice), e chi dovrebbe pagare quell'investimento ? Alla fine, sorgente o non sorgente, gli unici capaci di metterci sopra le mani sono gli autori del software o quasi.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            I costi sarebbero, secondo me, esattamente pari

            al continuo acquistare e scrivere software

            sempre nuovo, cosa che accade abitualmente.
            è errato. Mantenere un software già scritto e già
            ampiamente testato ha dei costi, che possono
            essere rilevanti, ma minori rispetto al creare un
            software ex novo.Quello che non comprendi e' che la pubblica amministrazione e' un continuo rinnovo del software, ogni volta che esce qualche novita' c'e' da scrivere montagne di cose. Pensa alla gestione delle carte di identita' elettroniche, mica pensi che si usi lo stesso sw di quelle cartacee ?
            Basta pensare al mondo informatico: quanti
            software rivoluzionari, che non fossero
            aggiornamenti di software esistenti, sono usciti
            negli ultimi 5 anni ?Da quando i software della PA sono rivoluzionar ?

            I vantaggi sarebbero non essere legati ad

            un'unico fornitore e poter prendere il

            meglio dai vari mondi.
            purtroppo il non essere legato ad un unico
            fornitore è meramente utopistico.Forse nel tuo mondo. E' sempre stato cosi' prima del monopolio microsoft e lo sara' anche dopo, il multipiattaforma e l'uso di formati standard sono concetti che ti sfuggono proprio eh ?
            La complessità del sorgente diventa essa stessa
            una barriera all'ingresso di altri competitor.Tu non sei un programmatore vero ?Hai mai usato librerie multipiattaforma ? Che differenza trovi nel linkare windows.h o gtk.h ?
            Partendo da zero devi considerare un notevole
            investimento in ore uomo per essere capace di
            mettere le mani su un software di media
            complessità (più di 50K righe di codice), e
            chi dovrebbe pagare quell'investimento ? Quello che descrivi viene fatto in continuo, ogni volta che c'e' qualche novita' nella pubblica amministrazione, ragioni come fosse gia' tutto scritto invece e' un continuo movimento e un continuo scrivere nuove applicazioni.
            Alla fine, sorgente o non sorgente, gli
            unici capaci di metterci sopra le
            mani sono gli autori del software o
            quasi.Ma che programmatore sei ?!?!?!
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Quello che non comprendi e' che la pubblica
            amministrazione e' un continuo rinnovo del
            software, ogni volta che esce qualche novita'
            c'e' da scrivere montagne di cose. Pensa alla
            gestione delle carte di identita' elettroniche,
            mica pensi che si usi lo stesso sw di quelle
            cartacee
            ?
            pensi che venga scritta ex novo tutta l'applicazione di gestione dei dati anagrafici da parte del comune o che venga affiancato al modulo che gestisce la stampa della carta cartacea un modulo per la preparazione della carta elettronica ?
            Forse nel tuo mondo. E' sempre stato cosi' prima
            del monopolio microsoft e lo sara' anche dopo, il
            multipiattaforma e l'uso di formati standard sono
            concetti che ti sfuggono proprio eh
            ?


            La complessità del sorgente diventa essa stessa

            una barriera all'ingresso di altri competitor.

            Tu non sei un programmatore vero ?
            Hai mai usato librerie multipiattaforma ? Che
            differenza trovi nel linkare windows.h o gtk.h
            ?
            tu saresti in grado di mettere da subito le mani in un software di 50.000 righe mai visto prima e magari scrivere un aggiornamento critico ?
            Quello che descrivi viene fatto in continuo, ogni
            volta che c'e' qualche novita' nella pubblica
            amministrazione, ragioni come fosse gia' tutto
            scritto invece e' un continuo movimento e un
            continuo scrivere nuove
            applicazioni.
            è un continuo aggiornare ed espandere vecchie applicazioni, raramente ho visto applicazioni eliminate e riscritte completamente ex novo.

            Alla fine, sorgente o non sorgente, gli

            unici capaci di metterci sopra le

            mani sono gli autori del software o

            quasi.

            Ma che programmatore sei ?!?!?!ops avevo dimenticato di aggiungere: in maniera veloce ed economica. Mettere mano al codice scritto da altri, per quanto possa essere ben commentato, non è mai semplice o immediato. Ne devi perdere di tempo per capire come funziona e quale sia la logica alla base. E il tempo impiegato si paga...
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            Quello che non comprendi e' che la pubblica

            amministrazione e' un continuo rinnovo del

            software, ogni volta che esce qualche novita'

            c'e' da scrivere montagne di cose. Pensa alla

            gestione delle carte di identita' elettroniche,

            mica pensi che si usi lo stesso sw di quelle

            cartacee ?
            pensi che venga scritta ex novo tutta
            l'applicazione di gestione dei dati anagrafici da
            parte del comuneNo, ovviamente quella e' gia' multipiattaforma e non credo proprio giri su un desktop ma su un grosso serve unix o chi per esso.
            o che venga affiancato al modulo che
            gestisce la stampa della carta cartacea un
            modulo per la preparazione della carta
            elettronica ?Vedi: appunto sui desktop basta riscrivere il modulo che gestisce la stampa.

            Forse nel tuo mondo. E' sempre stato cosi'

            prima del monopolio microsoft e lo sara'

            anche dopo, il multipiattaforma e l'uso di

            formati standard sono concetti che ti

            sfuggono proprio eh ?


            La complessità del sorgente diventa essa


            stessa una barriera all'ingresso di altri


            competitor.

            Tu non sei un programmatore vero ?

            Hai mai usato librerie multipiattaforma ? Che

            differenza trovi nel linkare windows.h o gtk.h ?
            tu saresti in grado di mettere da subito le mani
            in un software di 50.000 righe mai visto prima e
            magari scrivere un aggiornamento critico ?E' quello il lavoro di un programmatore, non e' che tutti vivono insieme al loro programma che poi muore con loro.

            Quello che descrivi viene fatto in continuo,

            ogni volta che c'e' qualche novita' nella

            pubblica amministrazione, ragioni come fosse

            gia' tutto scritto invece e' un continuo

            movimento e un continuo scrivere nuove

            applicazioni.
            è un continuo aggiornare ed espandere vecchie
            applicazioni, raramente ho visto applicazioni
            eliminate e riscritte completamente ex
            novo.Io diverse.


            Alla fine, sorgente o non sorgente, gli


            unici capaci di metterci sopra le


            mani sono gli autori del software o


            quasi.

            Ma che programmatore sei ?!?!?!
            ops avevo dimenticato di aggiungere: in maniera
            veloce ed economica. Mettere mano al codice
            scritto da altri, per quanto possa essere ben
            commentato, non è mai semplice o immediato. Ne
            devi perdere di tempo per capire come funziona e
            quale sia la logica alla base. E il tempo
            impiegato si paga...E di nuovo... Ma tu pensi che ad ogni programma corrisponda un programmatore ? Non funziona affatto cosi'.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA


            o che venga affiancato al modulo che

            gestisce la stampa della carta cartacea un

            modulo per la preparazione della carta

            elettronica ?

            Vedi: appunto sui desktop basta riscrivere il
            modulo che gestisce la
            stampa.
            e cosa te ne fai di un singolo modulo linux da affiancare ad una marea di moduli per windows ?In realtà i software per la preparazione delle carte di identità sono quelli più facilmente migrabili di piattaforma.

            tu saresti in grado di mettere da subito le mani

            in un software di 50.000 righe mai visto prima e

            magari scrivere un aggiornamento critico ?

            E' quello il lavoro di un programmatore, non e'
            che tutti vivono insieme al loro programma che
            poi muore con
            loro.
            non hai risposto alla mia domanda.

            E di nuovo... Ma tu pensi che ad ogni programma
            corrisponda un programmatore ? Non funziona
            affatto
            cosi'.lo so, spesso corrispondono molti programmatori coordinati in gruppi di sviluppo. Ma il succo del mio discorso era semplicemente:anche se ho i sorgenti di una applicazione non è detto che il modificarla per adattarla sia sempre ed in ogni caso più economico del cambio di applicazione. E' una decisione da valutare attentamente caso per caso.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas


            o che venga affiancato al modulo che


            gestisce la stampa della carta cartacea un


            modulo per la preparazione della carta


            elettronica ?

            Vedi: appunto sui desktop basta riscrivere il

            modulo che gestisce la stampa.
            e cosa te ne fai di un singolo modulo linux da
            affiancare ad una marea di moduli per windows ?Inizio...
            In realtà i software per la preparazione delle
            carte di identità sono quelli più facilmente
            migrabili di piattaforma.Appunto, allora perche' non iniziare a farlo, calcolando anche che molti device nell'arco di qualche anno potrebbero non essere x86.


            tu saresti in grado di mettere da subito


            le mani in un software di 50.000 righe mai


            visto prima e magari scrivere un


            aggiornamento critico ?

            E' quello il lavoro di un programmatore, non

            e' che tutti vivono insieme al loro programma

            che poi muore con loro.
            non hai risposto alla mia domanda. Si, sarei in grado, non senza difficolta' perche' non e' il mio lavoro principale, un programmatore vero con esperienza lo fa tranquillamente perche' e' proprio quello il suo lavoro.

            E di nuovo... Ma tu pensi che ad ogni programma

            corrisponda un programmatore ? Non funziona

            affatto cosi'.
            lo so, spesso corrispondono molti programmatori
            coordinati in gruppi di sviluppo. Ma il succo
            del mio discorso era semplicemente: anche se ho
            i sorgenti di una applicazione non è detto che
            il modificarla per adattarla sia sempre
            ed in ogni caso più economico del cambio di
            applicazione. E' una decisione da valutare
            attentamente caso per caso.Ovviamente, ma non sopravvalutare la difficolta', se un programmatore avesse le difficolta' che dici sarebbe come se un contadino avesse paura di sXXXXXrsi con la terra.
          • Mattia scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA


            In realtà i software per la preparazione delle

            carte di identità sono quelli più facilmente

            migrabili di piattaforma.

            Appunto, allora perche' non iniziare a farlo,
            calcolando anche che molti device nell'arco di
            qualche anno potrebbero non essere
            x86.Infatti. I desktop, tra pochi anni, porebbero essere quasi tutti ARM a basso consumo con un software minimalista e tutto poggiato sui server...
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Si, sarei in grado, non senza difficolta' perche'
            non e' il mio lavoro principale, un programmatore
            vero con esperienza lo fa tranquillamente perche'
            e' proprio quello il suo
            lavoro.
            non è una questione di difficoltà quanto una questione di tempo da impiegare per essere in grado di conoscere il funzionamento di quel software.
            Ovviamente, ma non sopravvalutare la difficolta',
            se un programmatore avesse le difficolta' che
            dici sarebbe come se un contadino avesse paura di
            sXXXXXrsi con la
            terra.la difficoltà di mettere le mani su un software non è una difficoltà legata alla conoscenza del linguaggio di programmazione e delle librerie. Facendo un parallelo con le case in alcuni casi diventa più economico demolire per ricostruire che tentare di ristrutturare la casa, e in ogni caso l'ingegnere chiamato a decidere per prima cosa dovrà accedere al progetto e capire come questo sia stato realizzato dall'impresa non è che viene la prima volta e sa già quali pilastri spostare e quali tramezzi realizzare.Per i software vale la stessa cosa, prima di metterci le mani sopra devi studiare come funzionano, come sono intrecciate routine e come interagiscono fra loro le parti di codice, e questo richiede tempo non è un qualcosa di immediato.Questi comunque son problemi legati più al mantenimento del codice e all'ingegneria del software che alle mere competenze di un programmatore.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            Si, sarei in grado, non senza difficolta'

            perche' non e' il mio lavoro principale, un

            programmatore vero con esperienza lo fa

            tranquillamente perche' e' proprio quello il

            suo lavoro.
            non è una questione di difficoltà quanto una
            questione di tempo da impiegare per essere in
            grado di conoscere il funzionamento di quel
            software.E' tempo normalmente considerato da chi gestisce il progetto, e non e' tanto come paventi.

            Ovviamente, ma non sopravvalutare la

            difficolta', se un programmatore avesse le

            difficolta' che dici sarebbe come se un

            contadino avesse paura di sXXXXXrsi con la

            terra.
            la difficoltà di mettere le mani su un software
            non è una difficoltà legata alla conoscenza del
            linguaggio di programmazione e delle librerie.Esatto e' tutta una questione di esperienza del programmatorem, un programmatore scafato le difficolta' che tu paventi non le ha perche' e' quello il suo mestiere.
            Facendo un parallelo con le case in alcuni casi
            diventa più economico demolire per ricostruire
            che tentare di ristrutturare la casa, e in ogni
            caso l'ingegnere chiamato a decidere per prima
            cosa dovrà accedere al progetto e capire come
            questo sia stato realizzato dall'impresa non è
            che viene la prima volta e sa già quali pilastri
            spostare e quali tramezzi realizzare.L'ingegnere guarda il progetto e sa come e' stato strutturato l'edificio, quindi puo' fare calcoli per spostare pilastri e realizzare tramezzi.Perche' parte del suo lavoro e' leggere i progetti.
            Per i software vale la stessa cosa, prima di
            metterci le mani sopra devi studiare come
            funzionano, come sono intrecciate routine e come
            interagiscono fra loro le parti di codice, e
            questo richiede tempo non è un qualcosa di
            immediato.Ovvio, ma questo tempo dipende esclusivamente dall'abilita' del programmatore, ed il mestiere del programmatore e' proprio quello di intervenire su programmi poiche' non tutti hanno il lusso di divere con un'applicazione tutta la vita, anzi quasi nessuno.
            Questi comunque son problemi legati più al
            mantenimento del codice e all'ingegneria del
            software che alle mere competenze di un
            programmatore.Ma tu sei dell'ambietne ? Si direbbe di no...
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            E' tempo normalmente considerato da chi gestisce
            il progetto, e non e' tanto come
            paventi.
            il tempo è denaro. Più un software è complesso maggiore è il tempo da usare per capire come funziona. Maggiore è il tempo maggiori sono i costi.

            Esatto e' tutta una questione di esperienza del
            programmatorem, un programmatore scafato le
            difficolta' che tu paventi non le ha perche' e'
            quello il suo
            mestiere.
            ho i miei dubbi che un programmatore scafato riesca in tempi rapidi a coordinare la gestione di software molto complessi, parliamo di progetti con milioni di righe di codice. In quei casi hai bisogno di un intero staff di persone, ovvero maggiori costi.
            L'ingegnere guarda il progetto e sa come e' stato
            strutturato l'edificio, quindi puo' fare calcoli
            per spostare pilastri e realizzare
            tramezzi.attività che prendono tempo ovviamente.
            Perche' parte del suo lavoro e' leggere i
            progetti.
            non sto dicendo che non sappia leggere i progetti, sto dicendo che a seconda del progetto per leggerlo non ci può impiegare solo un'ora.

            Ovvio, ma questo tempo dipende esclusivamente
            dall'abilita' del programmatore, ed il mestiere
            del programmatore e' proprio quello di
            intervenire su programmi poiche' non tutti hanno
            il lusso di divere con un'applicazione tutta la
            vita, anzi quasi
            nessuno.
            ovviamente. Il fatto è che il gruppo che ha inizialmente sviluppato l'applicazione parte avvantaggiato rispetto alla concorrenza, sa già dove mettere le mani e come mettere le mani sopra il codice rispetto a gente che vede quel sorgente per la prima volta. Logicamente chiedere a loro delle modifiche avrà un costo minore rispetto a chiederle a qualche programmatore che non ha mai visto il codice. Di fatto sei legato al gruppo iniziale e se vuoi sganciarti da loro devi pagare ad altri programmatori il tempo impiegato per studiare e capire come funziona il codice. Semplicemente è una questione di costi e di confronto fra il costo di chiedere modifiche e personalizzazioni alla SH che aveva inizialmente scritto il codice rispetto al chiederle ad una che non aveva mai visto il codice.
            Ma tu sei dell'ambietne ? Si direbbe di no...e invece si, mi sembra invece che tu non tenga conto della complessità di molti software attualmente utilizzati e che creda che i software siano fatti da poche righe di codice. Purtroppo non è così
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            E' tempo normalmente considerato da chi gestisce

            il progetto, e non e' tanto come paventi.
            il tempo è denaro. Più un software è complesso
            maggiore è il tempo da usare per capire come
            funziona. Maggiore è il tempo maggiori sono i
            costi.E allora ?Quando fai un preventivo conti quel tempo, come tutti gli altri, e non e' certo quello che porta via i maggiori quanti di tempo, ne portera' via una maggior parte all'inizio per ogni risorsa inserita nel progetto ma e' normale. Quando assumi qualcuno gli ordini di imparare a memomia la mappa della ditta prima di venire al lavoro in modo che non perda tempo quando deve andare a prendere qualcosa o alle macchinette del caffe ?

            Esatto e' tutta una questione di esperienza del

            programmatorem, un programmatore scafato le

            difficolta' che tu paventi non le ha perche' e'

            quello il suo mestiere.
            ho i miei dubbi che un programmatore scafato
            riesca in tempi rapidi a coordinare la gestione
            di software molto complessi, parliamo di progetti
            con milioni di righe di codice. In quei casi hai
            bisogno di un intero staff di persone, ovvero
            maggiori costi.E' ovvio, anche se devi costuire una casa grande hai bisogno di piu' muratori o piu' tempo rispetto ad una casa piccola.

            L'ingegnere guarda il progetto e sa come e'

            stato strutturato l'edificio, quindi puo' fare

            calcoli per spostare pilastri e realizzare

            tramezzi.
            attività che prendono tempo ovviamente.Cosi' tanto "ovviamente" che mi chiedo perche' tu cada dalle nuvole.

            Perche' parte del suo lavoro e' leggere i

            progetti.
            non sto dicendo che non sappia leggere i
            progetti, sto dicendo che a seconda del
            progetto per leggerlo non ci può impiegare
            solo un'ora.E' ovvio, anche se devi costuire una casa grande hai bisogno di piu' muratori o piu' tempo rispetto ad una casa piccola.

            Ovvio, ma questo tempo dipende esclusivamente

            dall'abilita' del programmatore, ed il mestiere

            del programmatore e' proprio quello di

            intervenire su programmi poiche' non tutti hanno

            il lusso di divere con un'applicazione tutta la

            vita, anzi quasi nessuno.
            ovviamente. Il fatto è che il gruppo che ha
            inizialmente sviluppato l'applicazione parte
            avvantaggiato rispetto alla concorrenza,A meno che non fossero tutti cococo :D
            sa già dove mettere le mani e come mettere le
            mani sopra il codice rispetto a gente che vede
            quel sorgente per la prima volta. Direi che e' oltre l'ovvio & banale, quindi ?
            Logicamente chiedere a loro delle modifiche
            avrà un costo minore rispetto a chiederle a
            qualche programmatore che non ha mai visto
            il codice. Di fatto sei legato al gruppo
            iniziale e se vuoi sganciarti da loro devi
            pagare ad altri programmatori il tempo
            impiegato per studiare e capire come funziona
            il codice.Anche quando cambi medico dovra' leggersi la tua documentazione, anche se cambi meccanico ci mettera' un po' a capire quali sono i "rumorini" caratteristici della tua auto; non per questo la gente non cambia medico o meccanico se si trova male con il precedente.
            Semplicemente è una questione di costi e di
            confronto fra il costo di chiedere modifiche e
            personalizzazioni alla SH che aveva inizialmente
            scritto il codice rispetto al chiederle ad una
            che non aveva mai visto il codice.Si chiama "il mio fornitore abituale" e se questi nn mi piace e lo desidero cambiare e' ovvio che ci sara' un costo in termini di tempo e denato, ma non la tragGGgedia che paventi.

            Ma tu sei dell'ambietne ? Si direbbe di no...
            e invece si, mi sembra invece che tu non tenga
            conto della complessità di molti software
            attualmente utilizzati e che creda che i software
            siano fatti da poche righe di codice. Purtroppo
            non è cosìEvidentemente hai a che fare con i classici sparagestionali VB che oltre ad usare il wizard senza leggere il codice che questo produce non vanno.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            E allora ?
            Quando fai un preventivo conti quel tempo, come
            tutti gli altri, e non e' certo quello che porta
            via i maggiori quanti di tempo, ne portera' via
            una maggior parte all'inizio per ogni risorsa
            inserita nel progetto ma e' normale. Quando
            assumi qualcuno gli ordini di imparare a memomia
            la mappa della ditta prima di venire al lavoro in
            modo che non perda tempo quando deve andare a
            prendere qualcosa o alle macchinette del caffe
            ?
            dipende: se deve fare da fattorino per le consegne urgenti sarebbe gradito.

            E' ovvio, anche se devi costuire una casa grande
            hai bisogno di piu' muratori o piu' tempo
            rispetto ad una casa
            piccola.
            benissimo. Certi software che girano per la PA sotto windows non sono case, sono grattacieli, e schiodarli costa tanti soldini. Così tanti da rendere l'inserimento di linux una perdita secca e non un risparmio, anche considerando i costi di licenza di windows.

            ovviamente. Il fatto è che il gruppo che ha

            inizialmente sviluppato l'applicazione parte

            avvantaggiato rispetto alla concorrenza,

            A meno che non fossero tutti cococo :D
            in quel caso l'unica soluzione è un 'rm -rf *' e fare tutto exnovo. Per fortuna o purtroppo. :s
            Anche quando cambi medico dovra' leggersi la tua
            documentazione, anche se cambi meccanico ci
            mettera' un po' a capire quali sono i "rumorini"
            caratteristici della tua auto; non per questo la
            gente non cambia medico o meccanico se si trova
            male con il
            precedente.
            dipende sempre da quanto ti costa, gli esempi che porti sono cambiamenti che tutto sommato hanno un costo basso. Se ci pensi la gente cambia più spesso la posizione del divano di casa o le foderine della macchina che la posizione dei tramezzi o il colore dei sanitari.

            Si chiama "il mio fornitore abituale" e se questi
            nn mi piace e lo desidero cambiare e' ovvio che
            ci sara' un costo in termini di tempo e denato,
            ma non la tragGGgedia che
            paventi.
            fai qualche esempio con cifre.
            Evidentemente hai a che fare con i classici
            sparagestionali VB che oltre ad usare il wizard
            senza leggere il codice che questo produce non
            vanno.I moduli SAP non credo siano scritti in VB.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            E allora ?

            Quando fai un preventivo conti quel tempo, come

            tutti gli altri, e non e' certo quello che porta

            via i maggiori quanti di tempo, ne portera' via

            una maggior parte all'inizio per ogni risorsa

            inserita nel progetto ma e' normale. Quando

            assumi qualcuno gli ordini di imparare a memomia

            la mappa della ditta prima di venire al lavoro

            in modo che non perda tempo quando deve andare a

            prendere qualcosa o alle macchinette del caffe ?
            dipende: se deve fare da fattorino per le
            consegne urgenti sarebbe gradito.Anche in quel caso e' ovvio che servira' del tempo perche' entri nel ciclo di produzione, e' ovvio e normale.

            E' ovvio, anche se devi costuire una casa grande

            hai bisogno di piu' muratori o piu' tempo

            rispetto ad una casa piccola.
            benissimo. Certi software che girano per la PA
            sotto windows non sono case, sono grattacieli, e
            schiodarli costa tanti soldini. Così tanti da
            rendere l'inserimento di linux una perdita secca
            e non un risparmio, anche considerando i costi di
            licenza di windows.In parte, i software vanno aggiornati, tanti software che vanno sotto IE6 andranno aggiornati comunque, vogliamo commettere gli stessi errori del passato o fare le cose per bene questa volta ? Fare le cose per bene significa standardizzazione e staccarsi dai fornitori.


            ovviamente. Il fatto è che il gruppo che ha


            inizialmente sviluppato l'applicazione parte


            avvantaggiato rispetto alla concorrenza,

            A meno che non fossero tutti cococo :D
            in quel caso l'unica soluzione è un 'rm -rf *' e
            fare tutto exnovo. Per fortuna o purtroppo.
            :sBha, in realta' capita spessissimo purtroppo ultimamente.

            Anche quando cambi medico dovra' leggersi la tua

            documentazione, anche se cambi meccanico ci

            mettera' un po' a capire quali sono i "rumorini"

            caratteristici della tua auto; non per questo la

            gente non cambia medico o meccanico se si trova

            male con il precedente.
            dipende sempre da quanto ti costa, gli esempi che
            porti sono cambiamenti che tutto sommato hanno un
            costo basso. Se ci pensi la gente cambia più
            spesso la posizione del divano di casa o le
            foderine della macchina che la posizione dei
            tramezzi o il colore dei sanitari.Che abbiamo un costo basso rispetto al discorso di prima lo dici tu, anzi facciamo cosi: dimmi le percentuali dei costi se li conosci cosi' bene.

            Si chiama "il mio fornitore abituale" e se

            questi nn mi piace e lo desidero cambiare e'

            ovvio che ci sara' un costo in termini di

            tempo e denato, ma non la tragGGgedia che

            paventi.
            fai qualche esempio con cifre.Io non faccio il programmatore, ho cercato di spiegare il problema ad amici che lo fanno, ma mi dicono che e' semplicemente parte del lavoro di programmazione. Ma il tempo dedicatovi puo' arrivare al massimo al 5-10% dello scrivere un programma altrettanto grande.

            Evidentemente hai a che fare con i classici

            sparagestionali VB che oltre ad usare il wizard

            senza leggere il codice che questo produce non

            vanno.
            I moduli SAP non credo siano scritti in VB.Bhe, veramente il SAP DCOM Connector e' fatto apposta per permettere l'interoperabilità tra componenti SAPcomponenti COM (scritti in lin- guaggi come Visual Basic, C++ o altro).
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            E' un costo come gli altri, fa parte del ciclo di
            sviluppo di un software e non e' niente di
            trascendeltale, non capisco perche' tu lo
            consideri
            tale.esistono applicativi Siemens per la PA il cui sviluppo è costato vagonate di milioni di euro e il cui costo (sia per la vendita software che per l'assistenza) è altrettanto caro. Immaginare che un team di russi sia in grado di fare cio' che ha fatto una multinazionale (con un organico e potenza economica da paura) in parecchi anni è eccessivamente ottimistico.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            esistono applicativi Siemens per la PA il cui
            sviluppo è costato vagonate di milioni di euro e
            il cui costo (sia per la vendita software che per
            l'assistenza) è altrettanto caro. Immaginare che
            un team di russi sia in grado di fare cio' che ha
            fatto una multinazionale (con un organico e
            potenza economica da paura) in parecchi anni è
            eccessivamente
            ottimistico.E beh dove sarebbe la tragedia nel migrare a Linux?
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            E beh dove sarebbe la tragedia nel migrare a
            Linux?E' come affidare l'appalto per la costruzione di carroarmato a una ditta che produce tricicli per bambini. La probabilità di sucXXXXX è talmente limitata dal rendere opportuna la parola "impossibile".
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            E' come affidare l'appalto per la costruzione di
            carroarmato a una ditta che produce tricicli per
            bambini.Ma cosa stai dicendo?Hai fatto un paragone totalemente assurdo.
            La probabilità di sucXXXXX è talmente
            limitata dal rendere opportuna la parola
            "impossibile".Questo è quello che pensi tu...
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            Qui nessuno dice che togliere win e piazzare
            linux in ogni dove sia impossibile,Si vede che non hai letto tutti i post. ;)È stato detto (e puoi trovarne conferma) che la migrazione È possibile SOLO nelle scuole. Affermazione che lascia il tempo che trova.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: shevathas

            Qui nessuno dice che togliere win e piazzare

            linux in ogni dove sia impossibile,
            Si vede che non hai letto tutti i post. ;)
            È stato detto (e puoi trovarne conferma) che la
            migrazione È possibile SOLO nelle scuole.
            Affermazione che lascia il tempo che
            trova.è possibile ovunque, a patto di trovare abbastanza soldi 8)
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            è possibile ovunque, a patto di trovare
            abbastanza soldi
            8)Su questo siamo d'accordo.Infatti nessun paese ha migrato dall'oggi al domani. Si fa una migrazione lenta, a seconda del budget disponibile ;)
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Infatti nessun paese ha migrato dall'oggi al
            domani.Rettifica : nessun paese ha migrato.Non c'è riuscito nessuno (i tuoi link sono solo delibere e propositi di fare qualcosa, a me interessano i fatti, non le utopie) e anche ora MANCA quel surplus che rende possibile l'impossibile.E' come il progetto di un aereo : Io ti dico che volare è impossibile..tu (giustamente) dici che volare è possibile..pero' io ti faccio notare che tu non hai nè le ali, nè il motore, hai solo uno sgabello. Virtualmente è possibile volare, ma nella realtà del tuo sgabello è impossibile. Magari in un futuro molto prossimo le cose cambieranno..nel futuro immediato non vedo spiragli di luce. Comunque non tollero che mi si dia del fanboy pro-microsoft estremo, io qualche anno fa ho provato addirittura a introdurre qualche pc linux nella PA dove lavoro. Kubuntu 6.0 era troppo pesante per un P3 800mhz 256mb di ram (sistema dove Win2000 invece andava benissimo) e anche togliendo KDE e mettendo XFCE i tempi per fare qualsiasi cosa erano biblici. Il client linux IBM (una specie di client access per Linux) per la connessione client ad AS400 sembrava un clone handicappato di quello per windows... Ho lasciato perdere, la gente non aveva tempo nè voglia di provare l'esperimento. Dovendo permetter loro di lavorare, ho ributtato su windows 2000 col solito client access e tutto è tornato operativo.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            Rettifica : nessun paese ha migrato.Ancora.....tutti i paesi che trovi scritti su wikipedia hanno già intrapreso la migrazione.Mettiti il cuore in pace una buona volta..

            e mettendo XFCE i tempi per fare
            qualsiasi cosa erano biblici. Il client linux IBM
            (una specie di client access per Linux) per la
            connessione client ad AS400 sembrava un clone
            handicappato di quello per windows...Ma se XFCE è nato per essere usato su PC anche più scarsi di quello...Chissà come era stata configurata la distribuzione...
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Ma se XFCE è nato per essere usato su PC anche
            più scarsi di
            quello...l'ho messa per quello eh
            Chissà come era stata configurata la
            distribuzione...ho soppresso qualche proXXXXX ma era come spingere un pachiderma nel fango, il tempo di risposta era insopportabile.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            l'ho messa per quello ehSisi ne sono sicuro. C'è gente che installa XFCE su 128MB di RAM e funziona benissimo e tu non ci sei riuscito con un P3 800MHZ e 256MB. :DRipeto: chissà come era configurata la distro...
            ho soppresso qualche proXXXXX ma era come
            spingere un pachiderma nel fango, il tempo di
            risposta era
            insopportabile.Dai smettila, perchè devi trollare così spudoratamente...almeno abbi più inventiva. Non ci crede nessuno (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 19.13-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Ripeto: chissà come era configurata la distro...Non mi pagano per gli esperimenti. Se con Windows2000 il pc era già ok, il fatto di dover tunizzare una Kubuntu per renderla usabile mi sembrava già sufficiente per abbandonare il progetto. Il mio obiettivo non era rianimare un moribondo ma sostituire un atleta con uno di pari bontà.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            Non mi pagano per gli esperimenti. Se con
            Windows2000 il pc era già ok, il fatto di dover
            tunizzare una Kubuntu per renderla usabile mi
            sembrava già sufficiente per abbandonare il
            progetto.Kubuntu non è nata per quel tipo di desktop. Ma in quante lingue ti devo dire che ci sono distro specifiche per quel compito?Bisogna informarsi prima di compiere qualsiasi operazione. Non lo sapevi?
            Il mio obiettivo non era rianimare un
            moribondo ma sostituire un atleta con uno di pari
            bontà.Ci sono altre distro per questo...
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            DamnSmall? Fa ridere ehMa tu sai che DamnSmall offre tutto ciò che serve ad un desktop pur essendo installata su una chaivetta USB? Credo di no...
            sottolinearti che FINCHE' Linux rimane una
            piccolissima nicchia del mercato pc desktop, sarà
            impossibile per lui avere la seppur minima
            attenzione da parte di
            tutti.Allora se si migra il numero pc desktop sale.Ma quì poi dirai che la migrazione è impossible.Pertanto la realtà è che sei tu che non vuoi che si alzi il numero di piattaforme linux sui desktop. Perchè se così fosse dovresti rifare un corso di formazione Linux certificato. Non ti va proprio eh?
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            si alzi il numero di piattaforme linux sui
            desktop. Perchè se così fosse dovresti rifare un
            corso di formazione Linux certificato. Non ti va
            proprio
            eh?Ha parlato quello che dice che Samba 4 è paragonabile ad Active Directory! Documentatihttp://wiki.samba.org/index.php/Samba4#Current_Status"Samba 4 is currently not yet in a state where it can replace existing production deployments."Ecco qua, smontata in 3 secondi la tua "valida alternativa" ad AD
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            Documentati
            http://wiki.samba.org/index.php/Samba4#Current_Sta
            "Samba 4 is currently not yet in a state where it
            can replace existing production
            deployments."

            Ecco qua, smontata in 3 secondi la tua "valida
            alternativa" ad
            ADSe avessi letto tutto il wiki avresti notato che Samba4 è in stato di sviluppo. Questo non significa che AD non sia sostituibile.
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Se avessi letto tutto il wiki avresti notato che
            Samba4 è in stato di sviluppo.guarda che hai tirato fuori tu Samba 4 eh Non è che te ne puoi lavar le mani dicendo che è in sviluppo
            Questo non
            significa che AD non sia
            sostituibile....e torniamo al punto di partenza. Io ti dimostro che non esistono alternative e tu mi dici che comunque il software è sostituibile...sostituibile con software che NON c'è. Tu mi dici che si potrebbe scrivere software alternativo...ebbene PRIMA si verifichi l'esistenza di software alternativo e POI si parli di migrazione. Tutti invece hanno la tendenza a partire con la migrazione e a porsi DOPO la domanda sull'esistenza/fattibilità del software. Ed ecco uno dei motivi per cui poi le migrazioni si arenano o falliscono.
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Ti ho sempliemente detto che Samba 4 è in stato
            di sviluppo, ma questo non vuol dire che Active
            Directory non abbia alternative. Che alternative ha? (visto che Samba è ancora in stato di sviluppo)
            sostituibile. Il mondo ha vissuto senza Windows e
            continuerà a farlo. Windows non è indispensabile
            all'umanità.All'umanità forse no (dove comunque il 92 % del pc usa windows), alla PA sì
            Ormai giri la frittata come più ti pare...
            Prima dici che non esistono software e quindi non
            si può migrare,esatto
            poi dici che bisogna cercare
            alternative (se esistono) e poi si può migrare,....e visto che non ci sono alternative (e non sono fattibili a costi sostenibili come ti diceva anche shevathas) non c'è alcuna contraddizione
            poi dici che Linux non è per le PA.Questo è chiaro, non è per le PA.
            Smettila.
            Ormai si è capito che stai solo trollando perchè
            ti rode che i paesi che vogliono migrare a Linux
            lo stanno facendo abbandonando quell'aborto di
            Windows.A me non rode proprio nulla, è l'ennesimo buco nell'acqua. Windows aborto? Intanto permette al mondo di lavorare e il 99 % di quelli che ne parlano male sputano nel piatto dove mangiano
            Il porting per le applicazioni delle PA nella
            stragrande maggioranza dei casi non è una cosa
            molto difficile, visto che non sono software
            complessi, mi fermo qui, finchè continuerai a pensare che la PA gira sulle spalle della segretaria che fa la sua letterina con office non se ne viene fuori.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            All'umanità forse no (dove comunque il 92 % del
            pc usa windows), alla PA
            sìAlla TUA PA. Negli altri paesi già elencati, come la Russia, NO.
            esattoE il porting non è un problema.
            ....e visto che non ci sono alternative (e non
            sono fattibili a costi sostenibili come ti diceva
            anche shevathas) non c'è alcuna
            contraddizioneLa spesa vale l'impresa. La risposta è SI. Perchè quello che spendi oggi lo risparmi domani. Ma si vede che in italia si è troppo poco lungimiranti e l'andazzo di questo paese lo dimostra.
            Questo è chiaro, non è per le PA. La Russia dice tutt'altro...forse per la tua PA.
            A me non rode proprio nulla, è l'ennesimo buco
            nell'acqua. Windows aborto? Intanto permette al
            mondo di lavorare e il 99 % di quelli che ne
            parlano male sputano nel piatto dove
            mangianoE il 90% di quelli che ne parlano bene o sono fan boy o sono coloro che non hanno visto le alternative o che le hanno viste ma solo perchè non gli va di documentarsi le denigrano.
            mi fermo qui, finchè continuerai a pensare che la
            PA gira sulle spalle della segretaria che fa la
            sua letterina con office non se ne viene
            fuori.Questo è ciò che tu hai scritto:Assegni Nucleo FamiliareTabella Dati FiscaliCodifica TariffeTabella Codici TrattamentoParametri Calcolo DM quadro BParametri Calcolo DM quadro DParametri Stampa Mod. Vers.(F24)Impostazioni UtenteQuote SindacaliCodici Banche - Tipologia PagamentiCodifica Posto di LavoroCodifica Regioni e ProvinceCodifica ComuniTabella Descrizione MandatiTabella Collegamento FinanziariaDescrizioni Causali Mandati/ReversaliTabella Voci CedolinoRaggruppamento Voci per RiepilogoParametri di Stampa CedolinoCodici SIOPE particolariVoci ONAOSIVoci maggiorazione 18%Voci tredicesimaCodifica Causali Libro unicoTabele GeneraliContratti RetributiviTabella Ritenute ContributiveTabella Contributi ArretratiTabella AstensioniStampa Contratti RetributiAnagrafica EnteAnagrafica DipendenteAnagrafica ErediIntroduzione Progressivi InizioStampa Progressivi InizioGest.Imp.Cassa Pensioni A.P.Anagrafica IntermediariAnagrafica FirmatariAnag. Fondi Previdenza Complem.Arretrati Fondo TesoreriaVerifiche e ControliConsultazione ProgressiviStampa Progressivi MensiliProgressivi Voci CedolinoSituaz.Aliquote MedieSituazione Date RegistrateSituazione Detrazioni/DeduzioniSituazione Tabelle Collegamento PFControllo Mensilità ElaborateSituazione VariazioniSituaz.Variazioni detrazioni figliSituazioni Posizioni INAILELABORAZIONI MENSILIPrecalcolo Voci MensiliStampa Controllo TariffeSituazione Ore (straordin.)Inserimento Voci PrecalcoloCaricamento su Comun.MensiliStampa Allegato per DeliberaApplicazioni ContratualiGestione delle RetribuzioniGestione Arretrati ContrattoGestione Conguaglio TariffeApplicazione PEOGestione Arretrati PEOGestione Conguaglio Tariffe PEOElaborazione CedoliniFormazione Voci FisseComunicazioni Mensili CumulateGestione AstensioniComunicazioni Mensili IndividualiCalcolo CedoliniControllo CedoliniCancellazione CedoliniGestione FerieGestione Causali Libro unicoCalcolo Modeli MensiliControllo Elaborazione MensileCalcolo DM 10Versamenti INPDAPCalcolo Dati FiscaliControllo DM 10Controllo Dati FiscaliGestione Stampe MensiliStampa Cedolini su laserStampa Cedolini - altreInvio Email CedolinoStampa Controllo CedoliniProspetto Trattenute FisseRiepilogo Voci MensiliStampa Modello F24Denuncia Mens./Dich.Pagam.(All.2-3)Riepilogo MandatiAllegato ai MandatiDistinta BancaCedolini vidimati/Libro unicoELABORAZIONI ANNUALIRiepiloghi e VerificheRiepilogo Generale DipendentiStampa Verifica AnnualeRiepilogo IrapGestione Certif. Fiscale Previd.Calcolo CertificazioneGestione Certificazione Dati FiscaliGestione Certificazione INPS(Dip.)Gestione Certificazione INPS(Coll.)Gestione Certificazione INPDAPGestione Certificazione IPOSTStampa CertificazioneStampa Totali EmensStampa Totali DMAInvio Email CertificazioneConguaglio Annuale Altri Datori Lav.Gestione Oneri DeducibiliVerifica conguagli addizionaliGestione Certif.Fisc. Anni Prec.Calcolo Dati INPDAP x CudGestione Dati INPDAPCalcolo Dati INPS (ex O1M)Gestione Dati INPSStampa Dati INPSCalcolo Certificazione FiscaleGestione Certificazione FiscaleStampa Certificazione FiscaleCalcolo Mod. 101 (fino 1996)Gestione Mod. 101 (fino 1996)Stampa Mod. 101 (fino 1996)Certificato Riscatto RicongiunzioniAssistenza FiscaleAnagrafica CAFTrasferimento Dati Modello 730Gestione Rimborsi VersamentiGestione Mod 770 SemplificatoCalcolo Dati Assicurativi INAILSsono software ad alti livelli di elaborazione, come quelli di ricerca? No.Tra l'altro nella maggiorparte o sono certificati o sono software che creano moduli, come il 730. Quindi mi spieghi quale sarebbero gli ostacoli?
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            peccato che i software di un laboratorio di
            ricerca siano molto, ma molto, più semplici e
            lineari di quelli gestionali per la PA. Per le
            simulazioni numeriche oramai esistono ottime
            librerie standard multipiattaforma e che la
            maggior parte dei software si appoggiano a
            queste. Peccato non esista qualcosa di
            comparabile per la gestione fiscale dei
            dipendenti o per la gestione dei cespiti di un PA
            medio/grossa. Per non parlare poi di gestione
            integrata del trasporto pubblico urbano o della
            gestione del ciclo di raccolta dei
            rifiuti.Si ma si tratta di porting non di riscrittura. Non si deve riscrivere nulla, a meno che non siano stati realizzati in .NET (e anche in questo caso il lavoro non è esagerato per il porting su Mono).
            Volendo si può far sviluppare soluzioni software
            OS per questo ma quanto costerebbe la
            realizzazione di tali software ? quanto verrebbe
            a costare il mantenimento ? quanto grande
            dovrebbe essere la base di utenti per rendere
            vantaggiosa l'adozione di questa alternativa
            rispetto all'acquisto di un prodotto closed
            preparato da una qualche SH ? Spesso facendo i
            conti e verificando i costi della migrazione si
            vede che rimane più economico e vantaggioso, nel
            breve e medio termine, rimanere con
            windows.Si ma proprio ragionando così questo paese non va avanti. Non si può pensa a medio o a breve termine, bisogna pensare a lungo termine. Questo la Russia lo sta facendo e ha intenzione di migrare.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Si ma si tratta di porting non di riscrittura.
            Non si deve riscrivere nulla, a meno che non
            siano stati realizzati in .NET (e anche in questo
            caso il lavoro non è esagerato per il porting su
            Mono).
            il porting si può fare se chi ha scritto inizialmente il software ha interesse a farlo, ma anche supponendo di avere i sorgenti completi e tutta la documentazione riguardo all'analisi del software ci sarebbe da lavorare abbastanza per il porting. Come minimo ci sarebbe da ripetere una gran parte della fase di test sulla nuova piattaforma.
            Si ma proprio ragionando così questo paese non va
            avanti. Non si può pensa a medio o a breve
            termine, bisogna pensare a lungo termine. Questo
            la Russia lo sta facendo e ha intenzione di
            migrare.si può ragionare a lungo termine ma quanto questo termine deve essere lungo ? 10 anni in informatica sono un era geologica. Se pianifichi investimenti con termini troppo lunghi rischi di sprecare i soldi perché ci sono altissime possibilità di finire ad investire in tecnologie oramai obsolete. Riguardo alla russia vediamo cosa riuscirà a realizzare e con quali costi.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            il porting si può fare se chi ha scritto
            inizialmente il software ha interesse a farlo, ma
            anche supponendo di avere i sorgenti completi e
            tutta la documentazione riguardo all'analisi del
            software ci sarebbe da lavorare abbastanza per il
            porting. Come minimo ci sarebbe da ripetere una
            gran parte della fase di test sulla nuova
            piattaforma.Hai ragione. E io non metto in dubbio le fasi di testing e anche gli interessi di una software house.Ma non credi che un governo che vuole migrare prenda accordi preventivamente con le SH per il porting dei software?
            si può ragionare a lungo termine ma quanto questo
            termine deve essere lungo ? 10 anni in
            informatica sono un era geologica. Se pianifichi
            investimenti con termini troppo lunghi rischi di
            sprecare i soldi perché ci sono altissime
            possibilità di finire ad investire in tecnologie
            oramai obsolete.Questo è giusto. Ma non si può neanche pianificare per il giorno dopo. Altrimenti si rischia di perdere competitività e si rischia di andare incontro a sprechi.
            Riguardo alla russia vediamo cosa riuscirà a
            realizzare e con quali
            costi.Questo è indubbio.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            Xubuntu e Lubuntu sono l'ideale per certi desktop-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 19.29-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: Darwin
            Xubuntu e Lubuntu sono l'ideale per certi desktopperò: quanto costa il tempo-uomo per "ottimizzare" la distribuzione per usare il vecchio PC; diciamo X ? quanto costa un PC nuovo, diciamo Y ? Se X è comparabile con Y spesso conviene acquistare un PC nuovo visto che avresti sia hw nuovo, e in garanzia, che un PC più potente da usare anche per applicazioni "pesanti"
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            però: quanto costa il tempo-uomo per
            "ottimizzare" la distribuzione per usare il
            vecchio PC; diciamo X ? quanto costa un PC nuovo,
            diciamo Y ? Se X è comparabile con Y spesso
            conviene acquistare un PC nuovo visto che avresti
            sia hw nuovo, e in garanzia, che un PC più
            potente da usare anche per applicazioni
            "pesanti"Non credo che per creare certificati serva un quad-core...
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Non credo che per creare certificati serva un
            quad-core......ed ecco che si ritorna all'idea che la PA si limiti a stamparti un certificato.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            ...ed ecco che si ritorna all'idea che la PA si
            limiti a stamparti un
            certificato.Se servisse tutta questa potenza di calcolo, non acquistereste banali desktop, ma andreste alla ricerca di workstation (per altro molto costose) e dotereste i computer di OS a 64 bit e nella stragrande maggioranza dei casi con Linux visto che sono assai competitivi in ambito enterprise.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 gennaio 2011 17.39-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Se servisse tutta questa potenza di calcolo, non
            acquistereste banali desktop, ma andreste alla
            ricerca di workstation (per altro molto costose)esistono pc con 10-15 applicativi (spesso avviati contemporaneamente) che stressano parecchio il pc...e occorre quindi un pc discretamente recente per non far bestemmiare l'utenza.
            e dotereste i computer di OS a 64 bit e nella
            stragrande maggioranza dei casi con Linux visto
            che sono assai competitivi in ambito
            enterprise.a che serve andare da un estremo all'altro? O pc di XXXXX o workstation costosissime?
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            esistono pc con 10-15 applicativi (spesso avviati
            contemporaneamente) che stressano parecchio il
            pc...e occorre quindi un pc discretamente recente
            per non far bestemmiare
            l'utenza.Ovviamente in questi casi son d'accordo anche io. Ma aggiornare tutti i pc della PA è uno spreco, visto che non tutti hanno bisogno di tantissima potenza di calcolo.
            a che serve andare da un estremo all'altro? O pc
            di XXXXX o workstation
            costosissime?Era un esempio esagerato per farti capire che la potenza di calcolo estrema non serve a nulla in quegli ambiti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 gennaio 2011 18.30-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Se servisse tutta questa potenza di calcolo, non
            acquistereste banali desktop, ma andreste alla
            ricerca di workstation (per altro molto costose)
            e dotereste i computer di OS a 64 bit e nella
            stragrande maggioranza dei casi con Linux visto
            che sono assai competitivi in ambito
            enterprise.non sequitur. Semplicemente se lo sbattimento per far funzionare un PC "vecchio" con una distro da configurare costa quanto un PC nuovo conviene comprare un PC nuovo. Con il vantaggio di avere una macchina con due o tre anni di garanzia, oltre ad avere hw con meno rischi di "rottura", semplicemente
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            però: quanto costa il tempo-uomo per
            "ottimizzare" la distribuzione per usare il
            vecchio PC;Hai colto perfettamente il fulcro del mio esperimento. Windows 2000 installato permette a un vecchio pc di essere usabile ad una buona velocità. Se Xubuntu invece è pachidermico e devo morire per alleggerirlo, si parte già col piede sbagliato. A suo tempo quando chiesi consiglio in un Ng di linari, mi dissero di overcloccare la cpu (che era bloccata cmq) o di aumentare la ram....e allora grazie tante, è come consigliare di prendere una strada in discesa ad uno che ha un'auto che non cammina..
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            Hai colto perfettamente il fulcro del mio
            esperimento. Windows 2000 installato permette a
            un vecchio pc di essere usabile ad una buona
            velocità. Se Xubuntu invece è pachidermico e devo
            morire per alleggerirlo, Pachidermico ahahahahahahahahahahahSmettila per favore...ora stai trollando in modo osceno.Ti ho detto che funziona anche su 128 MB di RAM e tu lo chiami pachidermico con 512 MB. Di la verità, non l'hai mai usato e lo stai dimostrando.
            si parte già col piede
            sbagliato. A suo tempo quando chiesi consiglio in
            un Ng di linari, mi dissero di overcloccare la
            cpu (che era bloccata cmq) o di aumentare la
            ram....Overclockare la cpu? ahahahahahahahaahahRibadisco quanto detto sopra: TU NON HAI MAI USATO XUBUNTU.
            e allora grazie tante, è come consigliare
            di prendere una strada in discesa ad uno che ha
            un'auto che non
            cammina..E se l'auto che cammina è Windows 2000, stiamo freschi...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 gennaio 2011 17.36-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            E se l'auto che cammina è Windows 2000, stiamo
            freschi...e torniamo al confronto di partenza : se io sostituisco Windows 2000, lo devo fare con qualcosa di *immediatamente* pronto (non voglio dover ottimizzare niente...nè a livello hardware nè a livello software..quindi niente ricompilazioni dedicate per proXXXXXre nè altro) che mi garantisca una velocità ed un'efficienza pari o superiore. Se già qui c'è uno stallo, non ha neppure senso porsi gli altri problemi (driver, software bla bla)
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            e torniamo al confronto di partenza : se io
            sostituisco Windows 2000, lo devo fare con
            qualcosa di *immediatamente* pronto (non voglio
            dover ottimizzare niente...nè a livello hardware
            nè a livello software..quindi niente
            ricompilazioni dedicate per proXXXXXre nè altro)Non devi ottimizzare nulla a livello software...Non devi ottimizzare nulla a livello hardware (quello lo fai con windows)La ricompilazione è un qualcosa di totalmente inutile visto che il kernel linux ha una dotazione sterminata.Mi puoi portare una documentazione inerente a questi problemi?Riprovaci ancora..
            che mi garantisca una velocità ed un'efficienza
            pari o superiore.Già il fatto che definisci Windows 2000 più efficiente di una distro Linux....
            Se già qui c'è uno stallo, non
            ha neppure senso porsi gli altri problemi
            (driver, software bla
            bla)Driver? Quali problemi di driver?Quando fai affermazioni cerca di documentare...
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Non devi ottimizzare nulla a livello software...
            Non devi ottimizzare nulla a livello hardware
            (quello lo fai con
            windows)Ehm, questo lo hai detto tu il 10/1/2010 - 18.48"Chissà come era stata configurata la distribuzione." Deciditi..c'è o non c'è qualcosa da fare?
            Mi puoi portare una documentazione inerente a
            questi
            problemi?prendi un P3 800mhz 256 MB ram e carica una Xubuntu e vedrai tu stesso
            Già il fatto che definisci Windows 2000 più
            efficiente di una distro
            Linux....anche di fronte all'evidenza saresti in grado di arrampicarti sugli specchi..se anche ti facessi un video diresti che ho fatto qualche artifizio per rendere piu' lento il pc con linux, se non vuoi credermi non è un problema
            Driver? Quali problemi di driver?
            Quando fai affermazioni cerca di documentare...ah già...dimenticavo la tara mentale per cui insistete nel dire che tutto l'hardware del mondo è linux compliant
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            Ehm, questo lo hai detto tu il 10/1/2010 - 18.48

            "Chissà come era stata configurata la
            distribuzione."

            Deciditi..c'è o non c'è qualcosa da fare?Si può dedurre che:- O volevi una configurazione particolare- O non l'hai installataXubuntu out-of-the-box FUNZIONA. Poi se vuoi configurare un applicativo specifico (come un server o un servizio specifico, è questo che intendevo) è un altro paio di maniche
            prendi un P3 800mhz 256 MB ram e carica una
            Xubuntu e vedrai tu
            stessoTi garantisco che funziona anche su PC più scarsi di RAM. Provato di persona.Proprio perchè le conosco ti ripeto che Xubuntu con quel PC girerebbe in modo decente.
            anche di fronte all'evidenza saresti in grado di
            arrampicarti sugli specchi..se anche ti facessi
            un video diresti che ho fatto qualche artifizio
            per rendere piu' lento il pc con linux, se non
            vuoi credermi non è un
            problemaQuale evidenza scusa?Ti ho risposto che Xubuntu è progettata per essere installata anche con 64MB di RAM e usata su un mino di 128 MB e tu mi dici che non la fai funzionare su 512MB o su 256MB? Ma per favore...
            ah già...dimenticavo la tara mentale per cui
            insistete nel dire che tutto l'hardware del mondo
            è linux
            compliantPuoi portare una documentazione appropriata? Altrimenti sei solo parole...E te lo ripeto.Queste affermazioni dimostrano che non hai mai usato quella distro.Anche perchè all'inizio hai parlato di Ubuntu, poi Xubuntu, poi Kubuntu, poi avevi 256 MB di RAM, poi 512 MB...sei il solito trollone
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Xubuntu out-of-the-box FUNZIONA. Poi se vuoi
            configurare un applicativo specifico (come un
            server o un servizio specifico, è questo che
            intendevo)ah perchè io ho mai detto di voler configurare un server o un servizio specifico su un pc rottame come quello del mio test?
            su un mino di 128 MB e tu mi dici che non la fai
            funzionare su 512MB o su 256MB? Ma per
            favore...quando mai ho parlato di 512MB? se non ti ricordi quello che scrivo cosa caspita rispondi a fare?
            Puoi portare una documentazione appropriata?Prima dite che bisogna scegliere hardware compatibile, poi mettete in dubbio che esista hardware incompatibile. E' anche grazie a queste contraddizioni che Linux a livello desktop è in fase di morte apparente da quasi 20 anni
            poi Xubuntu, poi Kubuntu, poi avevi 256 MB di
            RAM, poi 512 MB...dove ho scritto di avere 512 MB? E' tutto nero su bianco, inventare non serve a niente
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            ah perchè io ho mai detto di voler configurare un
            server o un servizio specifico su un pc rottame
            come quello del mio
            test?Ti ho appena detto che out-of-the-box funziona. Poi se si vogliono fare configurazioni particolari è un altro conto.
            Prima dite che bisogna scegliere hardware
            compatibile, poi mettete in dubbio che esista
            hardware incompatibile. E' anche grazie a queste
            contraddizioni che Linux a livello desktop è in
            fase di morte apparente da quasi 20
            anniNon hai portato la documentazione richiesta...
            E' tutto nero su bianco, inventare non serve a
            nienteInventare? Ma sei tu che hai inventato le situazioni impossibili con distro che nemmeno conosci per il sol fatto di screditare un sistema operativo che non apprezzi...
          • maranric scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Non hai portato la documentazione richiesta...qualsiasi cosa io dica tu non mi credi quindi, a che pro perdere tempo?
            Inventare? Ma sei tu che hai inventato le
            situazioni impossibili con distro che nemmeno
            conoscinon parlo per sentito dire, e proprio perchè ero fiducioso ho fatto l'esperimento. E ripeto : già sarebbe stato difficilissimo convincere l'utente ad usare qualcosa di *diverso*, figuriamoci se il qualcosa di diverso è peggiore di quello che c'era.
            per il sol fatto di screditare un sistema
            operativo che non
            apprezzi...Mai detto di non apprezzare...gestisco un ftp con PureFTPD e va benone. Ho solo detto che per certi ambiti Linux non è assolutamente pronto nè usabile.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: maranric
            qualsiasi cosa io dica tu non mi credi quindi, a
            che pro perdere
            tempo?Se porti una documentazione inerente puoi provare quello che dici....parole campate in aria non servono a nulla...
            non parlo per sentito dire, e proprio perchè ero fiducioso ho fatto
            l'esperimento. E ripeto : già sarebbe stato difficilissimo convincere
            l'utente ad usare qualcosa di *diverso*, figuriamoci se il qualcosa di
            diverso è peggiore di quello che c'era. Sul convincimento sono d'accordo, ma sul sistema peggiore no. Non c'è OS peggiore di Windows. Sotto tutti i punti di vista..
            Mai detto di non apprezzare...gestisco un ftp con PureFTPD e va benone.
            Ho solo detto che per certi ambiti Linux non è assolutamente pronto nè
            usabile.Lo usa gente che non sa capire la differenza tra un browser e un lettore multimediale, figurati...
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: Darwin

            - Scritto da: shevathas


            Qui nessuno dice che togliere win e piazzare


            linux in ogni dove sia impossibile,

            Si vede che non hai letto tutti i post. ;)

            È stato detto (e puoi trovarne conferma) che la

            migrazione È possibile SOLO nelle scuole.

            Affermazione che lascia il tempo che

            trova.
            è possibile ovunque, a patto di trovare
            abbastanza soldi
            8)Continui a non spiegare perche' dovrebbe essere piu' costoso programmare usando le librerie di windows piuttosto che librerie multipiattaforma.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Continui a non spiegare perche' dovrebbe essere
            piu' costoso programmare usando le librerie di
            windows piuttosto che librerie
            multipiattaforma.il programmare costa lo stesso. quello che fa la differenza è nella fase di test e di supporto.Devi bene o male ripetere i test per ogni piattaforma tu intenda supportare.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            Continui a non spiegare perche' dovrebbe essere

            piu' costoso programmare usando le librerie di

            windows piuttosto che librerie multipiattaforma.
            il programmare costa lo stesso. quello che fa la
            differenza è nella fase di test e di supporto.
            Devi bene o male ripetere i test per ogni
            piattaforma tu intenda supportare.Che rispetto agli altri costi mi sembra ben poca cosa, soprattutto rispetto al vantaggio un domani di poter essere slegati da monopoli si software che hardware.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Che rispetto agli altri costi mi sembra ben poca
            cosa, soprattutto rispetto al vantaggio un domani
            di poter essere slegati da monopoli si software
            che
            hardware.hai l'illusione di essere slegato ma in realtà le catene permangono, la barriera e il legame è proprio la complessità del software: mettere, partendo da zero, le mani su software formati da milioni di righe di codice non è immediato e neppure economico. Prova a chiedere ad una software house quanto costa un aggiornamento di un software esistente; pur avendo il sorgente sono cifre decisamente rilevanti.Non parliamo poi della libertà dall'hw. Come mai non siamo passati tutti a sistemi a 64bit puri ? non è che la riscrittura di molte applicazioni a 32, e talvolta ancora a 16, costi enormemente rispetto ai vantaggi dei 64 bit ?
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            Che rispetto agli altri costi mi sembra ben

            poca cosa, soprattutto rispetto al vantaggio

            un domani di poter essere slegati da monopoli

            si software che hardware.
            hai l'illusione di essere slegato ma in realtà le
            catene permangono, la barriera e il legame è
            proprio la complessità del software: mettere,
            partendo da zero, le mani su software formati da
            milioni di righe di codice non è immediato e
            neppure economico. Prova a chiedere ad una
            software house quanto costa un aggiornamento di
            un software esistente; pur avendo il sorgente
            sono cifre decisamente rilevanti.E' quello il lavoro del programmatore. Stai parlando di contadini che hanno paura di sXXXXXrsi con la terra...
            Non parliamo poi della libertà dall'hw. Come mai
            non siamo passati tutti a sistemi a 64bit puri ?
            non è che la riscrittura di molte applicazioni a
            32, e talvolta ancora a 16, costi enormemente
            rispetto ai vantaggi dei 64 bit ?Perche' non c'e' nessuna intenzione di acquistare macchine nuove se non e' strettamente indispensabile; e per far girare interfacce client non lo e'.
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: shevathas


            Che rispetto agli altri costi mi sembra ben


            poca cosa, soprattutto rispetto al vantaggio


            un domani di poter essere slegati da monopoli


            si software che hardware.


            hai l'illusione di essere slegato ma in realtà
            le

            catene permangono, la barriera e il legame è

            proprio la complessità del software: mettere,

            partendo da zero, le mani su software formati da

            milioni di righe di codice non è immediato e

            neppure economico. Prova a chiedere ad una

            software house quanto costa un aggiornamento di

            un software esistente; pur avendo il sorgente

            sono cifre decisamente rilevanti.

            E' quello il lavoro del programmatore. Stai
            parlando di contadini che hanno paura di
            sXXXXXrsi con la
            terra...
            perché ? non ho detto che non sia impossibile ho semplicemente detto che può costare molto. Puoi avere quanti contadini vuoi prontissimi a sXXXXXrsi le mani con la terra, ma dubito che riusciranno a renderti conveniente la coltivazione di una pietraia rispetto all'importazione di grano da un'altra parte.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: shevathas



            Che rispetto agli altri costi mi sembra ben



            poca cosa, soprattutto rispetto al vantaggio



            un domani di poter essere slegati da



            monopoli si software che hardware.


            hai l'illusione di essere slegato ma in realtà


            le catene permangono, la barriera e il legame


            è proprio la complessità del software: mettere,


            partendo da zero, le mani su software formati


            da milioni di righe di codice non è immediato


            e neppure economico. Prova a chiedere ad una


            software house quanto costa un aggiornamento


            di un software esistente; pur avendo il


            sorgente sono cifre decisamente rilevanti.

            E' quello il lavoro del programmatore. Stai

            parlando di contadini che hanno paura di

            sXXXXXrsi con la terra...
            perché ? non ho detto che non sia impossibile ho
            semplicemente detto che può costare molto.E io ti dico: e' uno dei costi che viene considerato normalmente e non e' cosi' alto.Mi sembra che tu sostenga che se porti la macchina dal meccanico gli devi pagare un corso di ingegneria del modello specifico di auto. Non e' cosi': e' un meccanico quindi in 10 minuti trovera' lo spinterogeno anche se su quel modello di auto e' in un posto diverso dal solito.
            Puoi avere quanti contadini vuoi prontissimi
            a sXXXXXrsi le mani con la terra, ma dubito
            che riusciranno a renderti conveniente la
            coltivazione di una pietraia rispetto
            all'importazione di grano da un'altra
            parte.E dall'altra parte hanno ottenuto le coltivazioni per magia secondo te ? O hanno semplicemente tolto le pietre per ottenere terra coltivabile come e' prassi ? O magari pensi che abbiamo trovato i campi fertili gia' divisi in quadrati e dissodati ?
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            E dall'altra parte hanno ottenuto le coltivazioni
            per magia secondo te ? O hanno semplicemente
            tolto le pietre per ottenere terra coltivabile
            come e' prassi ? O magari pensi che abbiamo
            trovato i campi fertili gia' divisi in quadrati e
            dissodati
            ?dipende dal campo. Un campo nella pianura padana credo sia più facile da coltivare di uno sulla vetta del cervino.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            E dall'altra parte hanno ottenuto le

            coltivazioni per magia secondo te ? O

            hanno semplicemente tolto le pietre per

            ottenere terra coltivabile come e'

            prassi ? O magari pensi che abbiamo

            trovato i campi fertili gia' divisi

            in quadrati e dissodati ?
            dipende dal campo. Un campo nella pianura padana
            credo sia più facile da coltivare di uno sulla
            vetta del cervino.Ma secondo te se assumi un gruppo di contadini professionisti e gli dici di tirare su un campo coltivato questi si mettono a polemizzare e ti consigliano di importare la verdura da altrove o ti chiedono "dov'e' il terreno?"e cominciamo a lavorare ?
          • shevathas scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA

            Ma secondo te se assumi un gruppo di contadini
            professionisti e gli dici di tirare su un campo
            coltivato questi si mettono a polemizzare e ti
            consigliano di importare la verdura da altrove o
            ti chiedono "dov'e' il terreno?"e cominciamo a
            lavorare
            ?lavorano, semplicemente un limone del cervino mi viene a costare 20 al chilo contro 1 dei limoni importati dalla sicilia.
          • krane scrive:
            Re: Linux è l'ideale per le PA
            - Scritto da: shevathas

            Ma secondo te se assumi un gruppo di contadini

            professionisti e gli dici di tirare su un campo

            coltivato questi si mettono a polemizzare e ti

            consigliano di importare la verdura da altrove o

            ti chiedono "dov'e' il terreno?"e cominciamo a

            lavorare ?
            lavorano, semplicemente un limone del cervino mi
            viene a costare 20 al chilo contro 1 dei limoni
            importati dalla sicilia.Ti verrano a costare 200E, poiche' oltre alle maggiore ore di lavoro necessarie a dissodare avrai anche dovuto trasportare sul cervino via elicottero trattori e personale.
      • maranric scrive:
        Re: Linux è l'ideale per le PA

        vede che nel caso generale si rischia di spendere
        100 per tentare di risparmiare
        1.Esatto. Purtroppo pero' i cantinari questi conti non li fanno...e dopo una valanga di soldi buttati, dicono "siamo stati ingenui". Bisognerebbe gambizzare chi fa lo studio di fattibilità...quello che, dopo essersi sbrodolato con tutti i media per la lodevole iniziativa, si trova con la schiena sudata a dover addossare la colpa agli altri per la propria incompetenza valutativa.
        • Darwin scrive:
          Re: Linux è l'ideale per le PA
          - Scritto da: maranric
          Esatto. Purtroppo pero' i cantinari questi conti
          non li fanno...e dopo una valanga di soldi
          buttati, dicono "siamo stati ingenui".
          Bisognerebbe gambizzare chi fa lo studio di
          fattibilità...quello che, dopo essersi sbrodolato
          con tutti i media per la lodevole iniziativa, si
          trova con la schiena sudata a dover addossare la
          colpa agli altri per la propria incompetenza
          valutativa.Quindi i russi sono cantinari e persona che hanno una incompetenza valutativa.... :D
  • Christian Di Giovanni scrive:
    Finalmente!
    E' ora che ci sia libertà di scelta...basta con le imposizioni e le allodole di microsoft! Avanti con linux!!!! libertà per tutti;-)
    • maranric scrive:
      Re: Finalmente!
      - Scritto da: Christian Di Giovanni
      E' ora che ci sia libertà di scelta...basta con
      le imposizioni e le allodole di microsoft! Avanti
      con linux!!!! libertà per
      tutti;-)in Svizzera dopo 9 anni di tentativi e milioni di euro buttati hanno deciso di tornare a Microsoft. In Germania idem. Mi spieghi perchè in Russia il progetto dovrebbe funzionare? ;)
      • krane scrive:
        Re: Finalmente!
        - Scritto da: maranric
        - Scritto da: Christian Di Giovanni

        E' ora che ci sia libertà di scelta...basta

        con le imposizioni e le allodole di microsoft!

        Avanti con linux!!!! libertà per tutti;-)
        in Svizzera dopo 9 anni di tentativi e milioni di
        euro buttati hanno deciso di tornare a Microsoft.
        In Germania idem. Mi spieghi perchè in Russia
        il progetto dovrebbe funzionare?
        ;)Perche' avrebbe dovuto funzionare tutto perfettamente al primo tentativo ?Va bene la qualita' di linux, ma non esageriamo, qualcuno che si butta a sperimentare serve per andare avanti.
        • maranric scrive:
          Re: Finalmente!
          tutti esaltati, tutti trionfanti, i linari che si abbracciavano etc...peccato che la realtà sia stata diversaNell'articolo si parlava di 2005 come hanno di svolta..e invece nel 2006 nulla è cambiatohttp://punto-informatico.it/1664808/PI/News/monaco-partorisce-suo-linux.aspxe iniziano le perplessità....si arriva quindi al 2010http://punto-informatico.it/2837880/PI/News/monaco-ingenua-marcia-del-pinguino.aspxSì, hai letto bene...l'INGENUA MARCIA DEL PINGUINO. Dopo 6 anni di tentativi e una valaga di soldi BUTTATI si sono accorti di voler costruire una montagna con un badile rotto. Linux non è pronto neppure per l'utenza desktop privata (è sotto l' 1 % di diffusione mondiale), pretendere che sia pronto per la PA è un'assurda follia.Se ne accorgeranno presto i russi e torneranno indietro sui loro passi.SalutiRIC
          • krane scrive:
            Re: Finalmente!
            tutti esaltati, tutti trionfanti, i linari
            che si abbracciavano etc...peccato che la realtà
            sia stata
            diversa
            Nell'articolo si parlava di 2005 come hanno di
            svolta..e invece nel 2006 nulla è
            cambiato
            http://punto-informatico.it/1664808/PI/News/monaco
            e iniziano le perplessità....si arriva quindi al
            2010
            http://punto-informatico.it/2837880/PI/News/monaco

            Sì, hai letto bene...l'INGENUA MARCIA DEL
            PINGUINO. Dopo 6 anni di tentativi e una valaga
            di soldi BUTTATI si sono accorti di voler
            costruire una montagna con un badile rotto. Linux
            non è pronto neppure per l'utenza desktop privata
            (è sotto l' 1 % di diffusione mondiale),
            pretendere che sia pronto per la PA è un'assurda
            follia.
            Se ne accorgeranno presto i russi e torneranno
            indietro sui loro
            passi.
            Saluti
            RIC
          • maranric scrive:
            Re: Finalmente!

            Ma tu pensi che quando si e' iniziata
            l'informatizzazione delle pa anni fa tutto sia
            andato liscio alla prima
            ?un conto è fare un investimento di miliardi di euro e SAPERE che prima o poi avro' un risultato. Un conto è iniziare alla cieca, senza sapere dove si arriva. Ben sapendo tra l'altro che tutti i tentativi precedenti sono miseramente falliti (e quando dico falliti non intendo falliti al 40 % del progetto, intendo falliti allo 0,5 % del completamento del progetto)
          • krane scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: maranric

            Ma tu pensi che quando si e' iniziata

            l'informatizzazione delle pa anni fa tutto sia

            andato liscio alla prima ?
            un conto è fare un investimento di miliardi di
            euro e SAPERE che prima o poi avro' un risultato.Secondo le dichiarazioni dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico i grandi cambiamenti nella pubblica amministrazione sono un viaggio, non una destinazione .Ma magari tu ne sai di piu'.
            Un conto è iniziare alla cieca, senza sapere
            dove si arriva. Ben sapendo tra l'altro che tutti
            i tentativi precedenti sono miseramente falliti
            (e quando dico falliti non intendo falliti al 40
            % del progetto, intendo falliti allo 0,5 % del
            completamento del progetto)Ma secondo te la prima volta avevano queste certezze ? E pensi sia andata in modo tanto diverso ?Ancora adesso ci sono centinaia di progetti in corso di cui molti destinati al fallimento e decine di ditte hanno chiuso in passato tentando di riorganizzare la pubblica amministrazione. Non e' una questione di sistema operativo ma appunto di esperienza e sperimentazione.
      • collione scrive:
        Re: Finalmente!
        ma chi te l'ha detto che in Germania sono tornati indietro? a me risulta solo un caso in Svizzera, in cui hanno appaltato ad amici degli amici e poi non hanno mai messo mano all'infrastrutturainvece a me risulta che PSA ha migrato 300.000 postazioni a linuxaltro che indietro, questi vanno avantie tanto perchè tu lo sappia in Telecom ed Enel si usa solo linux
        • Uau (TM) scrive:
          Re: Finalmente!
          - Scritto da: collione

          e tanto perchè tu lo sappia in Telecom ed Enel si
          usa solo
          linuxTelecom!!!!!!???????Non è che apporti un grande esempio di qualità lo sai vero?Ora tutto è più chiaro.... :D
          • krane scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: collione

            e tanto perchè tu lo sappia in Telecom

            ed Enel si usa solo linux
            Telecom!!!!!!???????
            Non è che apporti un grande esempio di qualità lo
            sai
            vero?
            Ora tutto è più chiaro....
            :DNon sei mai stato nei laboratori di ricerca Telecom Italia vero ?
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: krane

            Non sei mai stato nei laboratori di ricerca
            Telecom Italia vero
            ?Telecom no ma Fastweb si.Facile poi avere laboratori avanzati e fare i "fighi" (una volta poi, non certo ora) quando chi paga è il cittadino con le tasse.Peccato che questo non sia servito a niente, causa incapacità a tutti i livelli dell'azienda, e non a caso siamo quelli messi peggio in Europa quanto a banda larga, connettività e tariffe.Da quando l'azienda è stata pseudo-privatizzata poi è ancora peggio...Vuoi vedere livelli davvero avanzati e allo stesso tempo efficienti? Fatti un giro da Fastweb e poi ne riparliamo.
          • krane scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: krane

            Non sei mai stato nei laboratori di ricerca

            Telecom Italia vero ?
            Telecom no ma Fastweb si.
            Facile poi avere laboratori avanzati e fare i
            "fighi" (una volta poi, non certo ora) quando chi
            paga è il cittadino con le tasse.
            Peccato che questo non sia servito a niente,
            causa incapacità a tutti i livelli dell'azienda,
            e non a caso siamo quelli messi peggio in Europa
            quanto a banda larga, connettività e tariffe.
            Da quando l'azienda è stata pseudo-privatizzata
            poi è ancora peggio...E tutto questo immagino da quando usano linux vero ? (rotfl)
            Vuoi vedere livelli davvero avanzati e allo
            stesso tempo efficienti? Fatti un giro da Fastweb
            e poi ne riparliamo.Mai sentiti nominare, dove si trovano ?
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: krane

            Mai sentiti nominare, dove si trovano ?Hai presente dov'è l'Indocina?Bisogna andare a Lugano e poi sempre dritto!!
          • krane scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: krane

            Mai sentiti nominare, dove si trovano ?
            Hai presente dov'è l'Indocina?
            Bisogna andare a Lugano e poi sempre dritto!!Wow, devono essere proprio famosi se ricordi la strada a memoria.
          • Darwin scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: Uau (TM)
            Telecom no ma Fastweb si.Si con google maps.... (rotfl) (rotfl)Immagino quindi che se fastweb usa windows, qualche minuto/ora di downtime per gli aggiornamenti di Windows ti sarà capitato (rotfl) (rotfl)
          • collione scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: Uau (TM)
            Telecom!!!!!!???????
            Non è che apporti un grande esempio di qualità lo
            sai
            vero?
            Ora tutto è più chiaro....

            :Dcerto, perchè tu quando telefoni usi Redmondcom vero? (rotfl)tutti a spalare fango su Telecom, ma intanto se non fosse con loro non potresti nemmeno postare i tuoi inutili commenti
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: collione

            tutti a spalare fango su Telecom, ma intanto se
            non fosse con loro non potresti nemmeno postare i
            tuoi inutili
            commentiFibra ottica?Fastweb?Per fortuna non ho a che fare coi prodotti scadenti di telecess italia
          • The Bishop scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: collione

            Fibra ottica?
            Fastweb?

            Per fortuna non ho a che fare coi prodotti
            scadenti di telecess
            italiaSai vero dove vanno a collegarsi costoro ???Bravo, hai indovinato: alla rete Telecom Italia !!!
          • maranric scrive:
            Re: Finalmente!

            Sai vero dove vanno a collegarsi costoro ???

            Bravo, hai indovinato: alla rete Telecom Italia
            !!!Fastweb ha una rete proprietaria, non dipende da Telecom. Anche io non uso Telecom, uso Interoute Communication che non è neppure lontana parente di Telecom. Se poi vi fa comodo credere che tutta Italia è figlia di Telecom fate pure eh
          • collione scrive:
            Re: Finalmente!
            ti ha risposto già Bishop, quindi non infierisco oltrema documentarsi un pò no eh!?!la fibra di fastweb? e quanto copre? il 3% dell'Italia? e gli altri che fanno? s'attaccano alla tavoletta del ces? :D
          • Uau scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: collione
            la fibra di fastweb? e quanto copre? il 3%
            dell'Italia? e gli altri che fanno? s'attaccano
            alla tavoletta del ces?
            :DL'importante è che copra dove sono io, del resto della Repubblica delle Banane diciamo che me ne sbatto abbondamentemente (per essere gentile).Per quanto mi riguarda Telecom, con tutti i suoi dipendenti peracottai, può anche fallire domani. È stata e tuttora è uno dei più grossi danni dell'Italia.;-)
          • Darwin scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: Uau
            Per quanto mi riguarda Telecom, con tutti i suoi
            dipendenti peracottai, può anche fallire domani.
            È stata e tuttora è uno dei più grossi danni
            dell'Italia.

            ;-)Proprio come per la Microsoft :D
        • maranric scrive:
          Re: Finalmente!

          invece a me risulta che PSA ha migrato 300.000
          postazioni a
          linuxLink? tanto per verificare che non sia l'ennesima scuola elementare dove 10 pc sono stati girati a linux (l'ho fatto anche io con un collega..e ora nessuno usa l'aula di informatica con linux)
          e tanto perchè tu lo sappia in Telecom ed Enel si
          usa solo
          linuxE questa è una XXXXXXXta grande come un pianeta
          • collione scrive:
            Re: Finalmente!
            - Scritto da: maranric

            invece a me risulta che PSA ha migrato 300.000

            postazioni a

            linux

            Link? tanto per verificare che non sia l'ennesima
            scuola elementare dove 10 pc sono stati girati a
            linux (l'ho fatto anche io con un collega..e ora
            nessuno usa l'aula di informatica con
            linux)
            http://www.computerweekly.com/Articles/2007/01/31/221499/Peugeot-Citro235n-rolls-out-desktop-Linux.htmhai cambiato di nuovo nick? :D

            e tanto perchè tu lo sappia in Telecom ed Enel
            si

            usa solo

            linux

            E questa è una XXXXXXXta grande come un pianetalink? sei in grado di smentirmi?no perchè io ti posso zittire partendo dagli header http dei siti di telecom, fino a cubovision e il telefono sirio, tutti rigorosamente linux inside :Dper il resto, se sei il supertennico che dici di essere, non dev'essere difficile per te visitare qualche sede di telecom per verificare di persona GET THE FACTS (rotfl)
          • maranric scrive:
            Re: Finalmente!

            http://www.computerweekly.com/Articles/2007/01/31/

            hai cambiato di nuovo nick? :DIo non ho mai cambiato nick...e poi da bravo collione ti sei dato la zappa sui piedi : quel link parla di 20mila e NON di 300mila come hai riportato tu poco sopra (per quello ti chiedevo il link..che ha giustamente smentito la tua XXXXXta) e inoltre nell'articolo è solo riportato il PROPOSITO di migrazione..e di questi PROPOSITI la rete ne è piena. Anche a Monaco avevano il PROPOSITO di migrare 10mila pc...idem in Svizzera.. Visto che non c'è alcun articolo piu' recente che dimostri che questa dolorosa migrazione di PSA è avvenuta, è lecito pensare che sia finito tutto a puttane come tutto il resto.
            link? sei in grado di smentirmi?chiama il 187, chiedi gli operatori se stanno usando un terminale con Windows o Linux. E dopo che hai preso la bastonata sui denti torna eventualmente qui a riferire.
            no perchè io ti posso zittire partendo dagli
            header http dei siti di telecom, straLOL ma che c'entra?!?! E' la scoperta dell'acqua calda che Linux sia presente su server, nella gestione di siti internet e in dispositivi embedded. Stiamo parlando del lato desktop per l'uso da parte dei singoli impiegati..non girare la frittata che è tutto nero su bianco
            fino a
            cubovision e il telefono sirio, tutti
            rigorosamente linux inside
            :De che c'entra il linux inside? E' come se uno avesse un'azienda con 100 pc con windows collegati a un router con linux embedded e tu mi dicessi che l'azienda usa linux!! Linux è usato da TUTTI in maniera trasparente ma qui si stava parlando di PC ad uso utente, non di linux "in qualche dispositivo" !!
            GET THE FACTS (rotfl)Sei stato piastrellato su tutti i fronti, c'hai poco da ridere ;)
      • zuzzurro scrive:
        Re: Finalmente!
        Perchè sono più bravi e belli.
  • pippo75 scrive:
    Errore nel titolo o nell'articolo
    Oppure incongruenza mega-galattica.Il titolo dice:"Russia, solo Linux entro il 2015"L'articolo dice:"....verso sistemi operativi open source, come Linux"quindi anche altri sistemi, non "Solo Linux", quindi Haiku, BSD, .......
    • Darwin scrive:
      Re: Errore nel titolo o nell'articolo
      - Scritto da: pippo75
      Oppure incongruenza mega-galattica.

      Il titolo dice:

      "Russia, solo Linux entro il 2015"

      L'articolo dice:
      "....verso sistemi operativi open source, come
      Linux"

      quindi anche altri sistemi, non "Solo Linux",
      quindi Haiku, BSD,
      .......Haiku è ancora allo stato di Alpha e *BSD oltre l'ambito server sono inutilizzabili.Comunque concordo. Incongruenza articolo/titolo
  • Findi scrive:
    quando i soldi finiscono....
    prevedo un abbassamento di prezzo per licenze ms dedicate agli enti governativi che faranno un pò di terrorismo, come questi....tutto qui.....nessun "anno di linux"!Segnate anche questo commento!
    • collione scrive:
      Re: quando i soldi finiscono....
      guarda che linux si sta diffondendo rapidamente in tutti i settori compresi quelli dominati storicamente da windowshttp://www.zdnet.com/blog/btl/red-hat-vs-windows-for-server-share-the-battle-just-heating-up/42997?tag=content;feature-rotohttp://www.formtek.com/blog/?p=1643
      • ruppolo scrive:
        Re: quando i soldi finiscono....
        - Scritto da: collione
        guarda che linux si sta diffondendo rapidamente
        in tutti i settori compresi quelli dominati
        storicamente da
        windows

        http://www.zdnet.com/blog/btl/red-hat-vs-windows-f

        http://www.formtek.com/blog/?p=1643Linux è fermo:http://marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=9&qpcustom=Linux-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 gennaio 2011 12.18-----------------------------------------------------------
        • Micio scrive:
          Re: quando i soldi finiscono....
          Che ci vuoi fare Ruppolo il suo nickname dice tutto di lui ;)
          • collione scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: Micio
            Che ci vuoi fare Ruppolo il suo nickname dice
            tutto di lui
            ;)anche il tuo dice tutto caro lecco-micio
          • zuzzurro scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            Wow! un miniME di Ruppolo!
        • attonito scrive:
          Re: quando i soldi finiscono....
          Modificato dall' autore il 05 gennaio 2011 12.18
          --------------------------------------------------come vengono rilevate le percentuali? interrogando gli user agent dei pc che si connettono ai siti? questionario porta a porta?se al sito xyz mi ci nollego dal lavoro con XP ma al sito qwe mi ci connetto da casa con linux, la il sito xyx e' monitorato ma il sito qwe no nlo e', ecco le che i dati no sono affidabili e sballano.
          • maranric scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....

            se al sito xyz mi ci nollego dal lavoro con XP ma
            al sito qwe mi ci connetto da casa con linux, la
            il sito xyx e' monitorato ma il sito qwe no nlo
            e', ecco le che i dati no sono affidabili e
            sballano.i dati sono affidabilissimi (marketshare subisce anche controlli di qualità da altre aziende...e non sono tutti prezzolati microsoft come fa comodo credere), sono confermati anche da diversi altri studi di settori, tu stesso se cerchi sondaggi simili troverai lo stesso preciso identico risultato. Linux rotea da anni sotto l' 1 % e non esiste nessun sito o indagine che si permetta di smentire questo dato. E visto che Linux è stato creato 18 anni fa FA riflettere questo dato. Se ognuno è libero di scegliere e il 92 % sceglie di pagare (o mettere craccato..) windows piuttosto che mettere GRATIS Linux evidentemente c'è un perchè.
          • krane scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric

            se al sito xyz mi ci nollego dal lavoro con

            XP ma al sito qwe mi ci connetto da casa con

            linux, la il sito xyx e' monitorato ma il

            sito qwe no nlo e', ecco le che i dati no

            sono affidabili e sballano.
            i dati sono affidabilissimi (marketshare subisce
            anche controlli di qualità da altre aziende...e
            non sono tutti prezzolati microsoft come fa
            comodo credere), sono confermati anche da diversi
            altri studi di settori, tu stesso se cerchi
            sondaggi simili troverai lo stesso preciso
            identico risultato. Linux rotea da anni sotto l'
            1 % e non esiste nessun sito o indagine che si
            permetta di smentire questo dato.
            E visto che Linux è stato creato 18 anni fa FA
            riflettere questo dato. Se ognuno è libero di
            scegliere e il 92 % sceglie di pagare (o mettere
            craccato..) windows piuttosto che mettere GRATIS
            Linux evidentemente c'è un perchè.Libero di scegliere ???Con il preinstallato windows ad ogni angolo ? Ti fanno pure credere che sia omaggio, visto solo in francia c'e' voluta la sentenza dei giudici per far si che sul cartellino del prezzo del pc comparisse il prezzo di windows insieme a quello degli altri componenti ?
          • maranric scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....

            Libero di scegliere ???sì esatto, libero di scegliere. L'utente vuole un pc USABILE e quindi vuole Windows. Io li vendo i computer, tutti i netbook con linux mi sono tornati indietro con la richiesta di buttar su Windows (e successivo pentimento visto che la versione con Windows costava tipo 25 euro in piu' mentre una licenza dopo costa molto di piu'). Uno che compra uno scanner, vuole scansionare. Non deve diventare di colpo programmatore con bash sempre in primo piano alla ricerca della configurazione ideale..non vuole frugare nei forum per vedere se qualche disperato ha trovato la soluzione e non vuole incrociare le dita per la ricompilazione del kernel o per testare una nuova configurazione da editare con nano. VUOLE poter usare lo scanner, tutto qui.
            Con il preinstallato windows ad ogni angolo ?Linux esiste da 18 anni. L'utente che prova Linux poi torna indietro a Windows. Non è che Linux sia chiuso in un'ampolla magica e sia all'oscuro del mondo eh Fa figo dire di averlo...poi quando non si riesce a scansionare con un multifunzione perchè i driver sono mal supportati iniziano le bestemmie. Dopo un tot di bestemmie, si torna a windows.
            Ti
            fanno pure credere che sia omaggio, visto solo in
            francia c'e' voluta la sentenza dei giudici per
            far si che sul cartellino del prezzo del pc
            comparisse il prezzo di windows insieme a quello
            degli altri componenti
            ?C'è stata una questione simile anche in Italia...HP (o Acer?) mi pare rimborsi una trentina di euro per chi non vuole Windows. Una cifra irrisoria rispetto al tempo impiegato per far funzionare qualsiasi cosa in Linux.
          • krane scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric

            Libero di scegliere ???
            sì esatto, libero di scegliere. L'utente vuole un
            pc USABILE e quindi vuole Windows. Io li vendo i
            computer, tutti i netbook con linux mi sono
            tornati indietro con la richiesta di buttar su
            Windows (e successivo pentimento visto che la
            versione con Windows costava tipo 25 euro in piu'
            mentre una licenza dopo costa molto di piu'). Uno
            che compra uno scanner, vuole scansionare. Non
            deve diventare di colpo programmatore con bash
            sempre in primo piano alla ricerca della
            configurazione ideale..non vuole frugare nei
            forum per vedere se qualche disperato ha trovato
            la soluzione e non vuole incrociare le dita per
            la ricompilazione del kernel o per testare una
            nuova configurazione da editare con nano. VUOLE
            poter usare lo scanner, tutto qui.Con hardware supportato la configurazione e' anche piu' immediata che con widnows, il problema e' semplicemente acquistare hw supportato; hai mai provato a far funzionare su seven uno scanner scsi ?

            Con il preinstallato windows ad ogni angolo ?
            Linux esiste da 18 anni. L'utente che prova Linux
            poi torna indietro a Windows. Non è che Linux sia
            chiuso in un'ampolla magica e sia all'oscuro del
            mondo eh Fa figo dire di averlo...poi quando non
            si riesce a scansionare con un multifunzione
            perchè i driver sono mal supportati iniziano le
            bestemmie. Dopo un tot di bestemmie, si torna a
            windows.


            Ti

            fanno pure credere che sia omaggio, visto solo
            in

            francia c'e' voluta la sentenza dei giudici per

            far si che sul cartellino del prezzo del pc

            comparisse il prezzo di windows insieme a quello

            degli altri componenti

            ?

            C'è stata una questione simile anche in
            Italia...HP (o Acer?) mi pare rimborsi una
            trentina di euro per chi non vuole Windows. Una
            cifra irrisoria rispetto al tempo impiegato per
            far funzionare qualsiasi cosa in
            Linux.
          • maranric scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....

            E' vero, hanno anche dei sistemisti in grado di
            configurare le macchine e scegliere di acquistare
            hw
            compatibile.Se compatibile significa che "puo' girare sotto Linux" allora NON esiste hardware compatibile in certi campi. Ti ho fatto l'esempio dell'affrancatore e dell'apparecchio elettromedicale per le urine..potrei portarti anche l'Examiner (software che gira su windows per il check delle auto) nelle officine o altro...a questo punto, quando NON ESISTE hardware linux compliant, che si fa? Si sviluppa hardware russo guidabile con driver free linux?
            scritto in modo poco lungimirante come gia'
            detto.Purtroppo c'è anche la questione hardware, vedi sopra
          • krane scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric

            E' vero, hanno anche dei sistemisti in grado di

            configurare le macchine e scegliere di

            acquistare hw compatibile.
            Se compatibile significa che "puo' girare sotto
            Linux" allora NON esiste hardware compatibile in
            certi campi.La cosa vale per tutti i sistemi operativi, tanto e' vero che le aziende e le pubbliche amministrazioni tengono stretto XP, il cui supporto pero' terminera' l'anno prossimo, che faranno allora ?
            Ti ho fatto l'esempio
            dell'affrancatore e dell'apparecchio
            elettromedicale per le urine..potrei portarti
            anche l'Examiner (software che gira su windows
            per il check delle auto) nelle officine o
            altro...a questo punto, quando NON ESISTE
            hardware linux compliant, che si fa? Si sviluppa
            hardware russo guidabile con driver free linux?Ma siamo sicuri che esista software russo che gira sotto windows al momento ? Com'e' la situazione la' che tu sappia ? Qual e' il loro attuale livello di informatizazione e quanto sono legati a un SO piuttosto che ad un altro ?

            scritto in modo poco lungimirante come gia'

            detto.
            Purtroppo c'è anche la questione hardware, vedi
            sopraAl momento riguardo all'ardware XP e' il campione, ma a breve non sara' piu' supportato, anche se noi per interfacciarci alle centraline delle auto dobbiamo usare linux perche' la gestione degli adattatori USB - seriali sotto XP o vista e' assolutamente pessima soprattutto a livello di prestazioni.
          • maranric scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....

            La cosa vale per tutti i sistemi operativi, tanto
            e' vero che le aziende e le pubbliche
            amministrazioni tengono stretto XP, il cui
            supporto pero' terminera' l'anno prossimo, che
            faranno allora
            ?L'anno prossimo è il 2014 per caso? http://notebookitalia.it/microsoft-windows-xp-supporto-fino-al-2014-2642.html
            Ma siamo sicuri che esista software russo che
            gira sotto windows al momento ?attualmente tutto gira sotto windows, per quello parlano di volere la migrazione. Sottolineo che il concetto di base è ammirabile, sono scettico sul risultato.
            Al momento riguardo all'ardware XP e' il
            campione, ma a breve non sara' piu' supportato,a breve? il 2014 non è domani...e comunque non è che dopo il 2014 esplodono automaticamente tutti i pc con windows xp..semplicemente non saranno disponibili update sulla sicurezza. Tuttavia nel 2014 saranno già passati tutti a windows 7 e quindi il problema sarà tutto sommato irrilevante.
            anche se noi per interfacciarci alle centraline
            delle auto dobbiamo usare linux perche' la
            gestione degli adattatori USB - seriali sotto XP
            o vista e' assolutamente pessima soprattutto a
            livello di
            prestazioni.Basta usare direttamente una scheda seriale no?
          • Darwin scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric
            L'anno prossimo è il 2014 per caso?
            http://notebookitalia.it/microsoft-windows-xp-suppInfatti c'è ancora tempo per virus, crash delle postazioni dopo gli aggiornamenti ecc.
            a breve? il 2014 non è domani...e comunque non è
            che dopo il 2014 esplodono automaticamente tutti
            i pc con windows xp..Per quello ci ha già pensato Sasser (rotfl) (rotfl)
            semplicemente non saranno
            disponibili update sulla sicurezza. Tuttavia nel
            2014 saranno già passati tutti a windows 7 e
            quindi il problema sarà tutto sommato
            irrilevante.Ergo, butterete macchine perfettamente funzionanti solo perchè Windows 7 richiede il triplo dei requisiti per fare quello che si dovrebbe fare normalmente.Totò diceva: http://www.youtube.com/watch?v=S8JdwcDkwlI
            Basta usare direttamente una scheda seriale no?Migrare direttamente a Linux, no?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 17.00-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric

            La cosa vale per tutti i sistemi operativi,

            tanto e' vero che le aziende e le pubbliche

            amministrazioni tengono stretto XP, il cui

            supporto pero' terminera' l'anno prossimo,

            che faranno allora ?
            L'anno prossimo è il 2014 per caso?
            http://notebookitalia.it/microsoft-windows-xp-suppGia, dimenticavo che 7 non vende e richiede troppa potenze par essere installato sui tablet.

            Ma siamo sicuri che esista software russo che

            gira sotto windows al momento ?
            attualmente tutto gira sotto windows, per quello
            parlano di volere la migrazione. Sottolineo che
            il concetto di base è ammirabile, sono scettico
            sul risultato.Quindi tu sai come e' strutturata la pubblica amministrazione russa e che programmi si utilizzano ?

            Al momento riguardo all'ardware XP e' il

            campione, ma a breve non sara' piu' supportato,
            a breve? il 2014 non è domani...e comunque non è
            che dopo il 2014 esplodono automaticamente tutti
            i pc con windows xp..semplicemente non saranno
            disponibili update sulla sicurezza. Tuttavia nel
            2014 saranno già passati tutti a windows 7 e
            quindi il problema sarà tutto sommato irrilevante.Si, come tutti dovevano passare a windows 7 entro il 2008.

            anche se noi per interfacciarci alle centraline

            delle auto dobbiamo usare linux perche' la

            gestione degli adattatori USB - seriali sotto XP

            o vista e' assolutamente pessima soprattutto a

            livello di prestazioni.
            Basta usare direttamente una scheda seriale no?Quindi non hai mai lavorato per grandi clienti ! Ora e' chiaro !Come tutte le grandi ditte abbiamo accordi commerciali che non ci sonsentono di scendere sotto l'ufficio a comprare i pc nel primo negozio.
          • maranric scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....

            Gia, dimenticavo che 7 non vende e richiede
            troppa potenze par essere installato sui
            tablet.hai detto che il supporto terminava l'anno prossimo, ti ho fatto notare che invece dura fino al 2014. E' colpa mia se tu "ti dimentichi che" ?
            Quindi tu sai come e' strutturata la pubblica
            amministrazione russa e che programmi si
            utilizzano
            ?se girassero già sotto linux migrerebbero verso cosa?
            Quindi non hai mai lavorato per grandi clienti !
            Ora e' chiaro
            !
            Come tutte le grandi ditte abbiamo accordi
            commerciali che non ci sonsentono di scendere
            sotto l'ufficio a comprare i pc nel primo
            negozio.esiste qualcuno che non è in grado di fornire una scheda seriale?! Grande distribuzione o negozio sotto l'ufficio TUTTI hanno una scheda seriale da vendere eh
          • Darwin scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric
            hai detto che il supporto terminava l'anno
            prossimo, ti ho fatto notare che invece dura fino
            al 2014. E' colpa mia se tu "ti dimentichi che" ?Dopo si butteranno i computer per migrare a Windows 7, vero?Che spreco di denaro...
          • maranric scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....

            Dopo si butteranno i computer per migrare a
            Windows 7,
            vero?
            Che spreco di denaro...Ho visto girare dignitosamente Windows 7 anche su pc di 4-5 anni..sono ottimista :)
          • Darwin scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric
            Ho visto girare dignitosamente Windows 7 anche su
            pc di 4-5 anni..sono ottimista
            :)Certo certo. Windows 7 gira dignitosamente mentre si pappa un terzo della memoria ram (su 1 GB) solamente guardando il desktop.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 19.00-----------------------------------------------------------
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric

            Gia, dimenticavo che 7 non vende e richiede

            troppa potenze par essere installato sui

            tablet.

            hai detto che il supporto terminava l'anno
            prossimo, ti ho fatto notare che invece dura fino
            al 2014. E' colpa mia se tu "ti dimentichi che" ?



            Quindi tu sai come e' strutturata la pubblica

            amministrazione russa e che programmi si

            utilizzano

            ?

            se girassero già sotto linux migrerebbero verso
            cosa?


            Quindi non hai mai lavorato per grandi clienti !

            Ora e' chiaro

            !

            Come tutte le grandi ditte abbiamo accordi

            commerciali che non ci sonsentono di scendere

            sotto l'ufficio a comprare i pc nel primo

            negozio.

            esiste qualcuno che non è in grado di fornire una
            scheda seriale?! Grande distribuzione o negozio
            sotto l'ufficio TUTTI hanno una scheda seriale da
            vendere
            ehSu portatile ? Abbiamo anche noi lo stesso problema...
          • Darwin scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            http://www.gefrat.it/Quì le apparecchiature medicali sono compatibili anche con Linux...Te lo ripeto, ti arrampichi sugli specchi...
          • maranric scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....

            Quì le apparecchiature medicali sono compatibili
            anche con
            Linux...Quello è un sito che vende elettromedicali DI TUTTE LE MARCHE. Come caspita puoi dire che sono tutti compatibili con Linux? prova a chiamarli e vedrai che risate si fanno! Ti conviene non postare piu' link, ogni link che posti è un calcio che ti dai da solo negli zebedei
          • Darwin scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric
            Quello è un sito che vende elettromedicali DI
            TUTTE LE MARCHE. Come caspita puoi dire che sono
            tutti compatibili con Linux? prova a chiamarli e
            vedrai che risate si fanno!

            Ti conviene non postare piu' link, ogni link che
            posti è un calcio che ti dai da solo negli
            zebedeiPreso uno a caso:Holter di Eventi ECG / Loop Recorder "BEAM"CARATTERISTICHE TECNICHEDIMENSIONI E PESO 91 x 67 x 25 mm., 102 grammi batteria inclusaALIMENTAZIONE Solo una batteria standard ministilo da 1,5 VoltCAPACITA' DI MEMORIA Fino a 128 eventi da 15 secondi (max. 58 minuti);nella modalità "Loop" l'ECG può essere registrato per unmassimo di 3 minuti prima e 3 minuti dopo l'eventoDURATA REGISTRAZIONE 40 giorni in modalità "Event", 10 giorni in modalità "Loop"METODO DI MISURA Mediante elettrodi integrati o in alternativa tramiteil cavo paziente a tre fili incluso nella confezioneRANGE DI MISURA Da 0 a 300 mmHg; sist.: 60-290 mmHg;diast.: 30-195 mmHg; puls.: 30-240 bpm.PROGRAMMAZIONE La durata degli eventi è programmabile dall'operatore(da 15 secondi a tre minuti prima e dopo l'evento) medianteil software in dotazioneTASTO START Per la registrazione degli eventiINTERFACCIA Bluetooth, per il trasferimento diretto al PC mediante ilSoftware e linterfaccia USB Bluetooth-stick E-HealthSOFTWARE Per qualsiasi PC basato su Windows 2000sp4 / XP / Vista,MAC OS x 10.4 o superiore, Linux (proXXXXXri Intel / AMD)compreso nella dotazione di base con possibilità di verifica,archivio, stampa e confronto "real time" dei dati archiviati.Il tutto in lingua italiana!
          • Darwin scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            Ti ho già risposto....
          • collione scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....
            - Scritto da: maranric
            sì esatto, libero di scegliere. L'utente vuole unwhat? ma da che manicomio sei uscito? (rotfl)ti impongono una cosa preinstallato e tu dici che sei libero di scegliere? ormai voi fanboy delle finestre avete sovvertito pure la logica (rotfl)
            pc USABILE e quindi vuole Windows. Io li vendo idefinisci il termine USABILE
            computer, tutti i netbook con linux mi sono
            tornati indietro con la richiesta di buttar su
            Windows (e successivo pentimento visto che ladell e asus dicono il contrario, parlando di percentuali di resa uguali a windows e giurano che il 30% dei netbook là fuori monta linux
            che compra uno scanner, vuole scansionare. None quindi? con linux infili lo scanner e cominci a scansionare
            deve diventare di colpo programmatore con bash
            sempre in primo piano alla ricerca dellabash? ma di che parli?
            forum per vedere se qualche disperato ha trovato
            la soluzione e non vuole incrociare le dita per
            la ricompilazione del kernel o per testare unaricompilazione? guarda che nessuno ricompila più il kernel
            Linux esiste da 18 anni. L'utente che prova Linux
            poi torna indietro a Windows. Non è che Linux siae questa statistica dove l'hai presa? io per esempio non sono tornato indietro
            si riesce a scansionare con un multifunzione
            perchè i driver sono mal supportati iniziano le
            bestemmie. Dopo un tot di bestemmie, si torna a
            windows.
            di quali multifunzione stai parlando? no perchè io ho una epson e va perfettamente
            cifra irrisoria rispetto al tempo impiegato per
            far funzionare qualsiasi cosa in
            Linux.bene, adesso hai detto le tue cose antilinux, ma a questo punto ti chiedo di quali periferiche stiamo parlando?se quello che dici è la verità non avrai problemi a fare nomi e cognomi, così magari possiamo pure smentirtiparlando di fantomatici problemi di linux con l'hardware è parlare di aria fritta se non si dice qual'è l'hardware che non vaa me funziona pure kinect sotto linux, pensa un pò
          • pippo75 scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....


            Libero di scegliere ???Non so come funzionano gli appalti in Russia, ma penso che siano liberissimi, fai una gara di appalto nella quale specifichi che il SO non deve essere fornito e poi metti quello che vuoi.
          • nome e cognome scrive:
            Re: quando i soldi finiscono....

            se al sito xyz mi ci nollego dal lavoro con XP ma
            al sito qwe mi ci connetto da casa con linux, la
            il sito xyx e' monitorato ma il sito qwe no nlo
            e', ecco le che i dati no sono affidabili e
            sballano.http://it.wikipedia.org/wiki/Campionamento_statistico
        • collione scrive:
          Re: quando i soldi finiscono....
          Modificato dall' autore il 05 gennaio 2011 12.18
          --------------------------------------------------il tuo cervello è fermoci arrivi a capire che netapplications prende i dati dai siti web? e che quindi in quelle statistiche non ci sono minimamente i server aziendali ( che è poi quello di cui io stavo parlando ) ?
      • nome e cognome scrive:
        Re: quando i soldi finiscono....
        - Scritto da: collione
        guarda che linux si sta diffondendo rapidamente
        in tutti i settori compresi quelli dominati
        storicamente da
        windows

        http://www.zdnet.com/blog/btl/red-hat-vs-windows-f

        http://www.formtek.com/blog/?p=1643E' vero, è vero... lo dimostrano anche i dati di net application...http://marketshare.hitslink.com/os-market-share.aspx?qprid=9DA febbraio 2009 a Dicembre 2010 linux è balzato dallo 0.98 allo 0.96 con una variazione percentuale di un incredibile -3%.
  • paolo del bene scrive:
    paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
    Lei Raffaella, ha mai partecipato ad alcuna conferenza di Richard Matthew Stallman ? mi viene il dubbio che Lei scriva su argomenti che non conosce, perchè altrimenti non avrebbe scritto già 4 errori:con il termine linux si identifica il kernelcon il termine GNU/linux si identifica il sistema operativoGNU/linux è un sistema operativo Software LiberoGNU/linux non è un sistema operativo Open Sourcecome giornalista è tenuta a riportare notizie corrette e se ha dubbi, o lascia stare o cerca i canali ufficiali dove può apprendere quanto le ho appena detto.la invito dunque a leggersi http://www.gnu.org http://www.fsf.orghttp://fsfe.org http://fsf.org.in http://www.fsffrance.org/index.en.htmlhttp://www.fsfla.org/svnwikihttp://badvista.org http://defectivebydesign.org http://stallman.orginoltre la invito a leggersi http://paolodelbene.pbworks.com/FrontPageRichard Matthew Stallman fondatore del Progetto GNU'S Not Unix, su cui si basa il 90% del sistema operativo GNU/linux, non ha mai parlato di Open Source o gratis.Negli ultimi anni la community di GNU/linux ha preso le distanze anche da quel Software che non è Libero, e dunque decisero di fare delle nuove distribuzioni di GNU/linux che si chiamano:GNU/linux Blag, GNU/linux Dragora, GNU/linux Dynebolic,GNU/linux gNewSense, GNU/linux Kongoni, GNU/linux Musix,GNU/linux Trisquel, GNU/linux Ututo, GNU/linux Venenuxci sono poi ancora altri sistemi operativi come GNU/Darwin in sostituzione a Mac Os X e GNUSTEP,in sostituzione ai vari FreeBSD, NetBSD, OpenBSD ci sono: GNU/KFreeBSD, GNU/NetBSD.tutti questi sistemi operativi sono 100% Software Libero e dunque non sarà possibile scaricae packages che sono Software non Libero, perchè nei repositories non ci sono quei packages che vengono identificati come restricted packages.sono distribuzioni GNU/linux 100% Software Libero ed altri sistemi operativi 100% Software Libero che non hanno alcuna voglia di incorporare restricted packages, non vogliono esser dominati dalle multinazionali, infatti anche GNU/linux DebIan annunciò recentemente che con il passaggio a Squeeze 3.0, il kernel linux sarà privo di restricted packages.dunque sono le altre distribuzioni che stanno andando in questa direzione e non certo le distribuzioni 100% Software Libero che le stanno imitando.comunque ho lasciato fuori un altro sistema operativo che invece è 100% Software Libero ed è anche GPLv3: FreeVMS@^
    • shevathas scrive:
      Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage

      Negli ultimi anni la community di GNU/linux ha
      preso le distanze anche da quel Software che non
      è Libero, e dunque decisero di fare delle nuove
      distribuzioni di GNU/linux che si
      chiamano:
      (...)
      sono distribuzioni GNU/linux 100% Software Libero
      ed altri sistemi operativi 100% Software Libero
      che non hanno alcuna voglia di incorporare
      restricted packages, non vogliono esser dominati
      dalle multinazionali, infatti anche GNU/linux
      DebIan annunciò recentemente che con il passaggio
      a Squeeze 3.0, il kernel linux sarà privo di
      restricted
      packages.
      è una scelta, ma nell'ottica di inserire i sistemi linux nell'ambito professionale può essere una scelta (auto)castrante. Potrei avere necessità di usare un driver proprietario, per il mio lavoro l'alternativa open potrebbe non aver raggiunto un livello di maturità tale da poter essere considerata di qualità comparabile con quella closed.Logicamente quindi mi rivolgerò ad alternative closed e gli investimenti andranno per la maggior parte verso il closed.
    • attonito scrive:
      Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
      - Scritto da: paolo del bene
      Lei Raffaella, ha mai partecipato ad alcuna
      conferenza di Richard Matthew Stallman ? mi viene
      il dubbio che Lei scriva su argomenti che non
      conosce, perchè altrimenti non avrebbe scritto
      già 4 errori:Paolo, ti ammiro ma la tua e' una battaglia persa in partenza.Si prende un articolo in inglese, lo si fa macinare da google translator, si rappezza alla bella e meglio qua' e la' e poi lo si posta su PI. Qeusto e' l'andazzo, non puoi pretendere precisione ed accurartezza.Peccato perche questa sembrava promettere bene... credo sparira' a breve, come Del Rosso.
    • Maramaldo scrive:
      Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
      Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa Stallman sul free software (come se non lo sapessimo), non ho capito cosa contesti alla Raffaella, che è tanto brava e simpatica. (love)
      • Federica mi stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel nasino grazioso ispira pensierini sconci.
        • Mangiafuoco scrive:
          Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
          - Scritto da: Federica mi stima
          - Scritto da: Maramaldo

          Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa

          Stallman sul free software (come se non lo

          sapessimo), non ho capito cosa contesti alla

          Raffaella, che è tanto brava e simpatica.

          (love)

          Essù dai ammettilo: pure a te quel nasino
          grazioso ispira pensierini
          sconci.sXXXXXccione :D
      • Federica mi stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel nasino grazioso ispira certi pensierini sconci
      • Federica ti stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
      • Federica vi stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage

        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
      • Federica ci stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
      • Federica si stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
      • Federica mi stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
      • Federica mi stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
      • Federica mi stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
      • Federica mi stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)- Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
      • Federica mi stima scrive:
        Re: paolodelbene.pbworks.com/FrontPage
        - Scritto da: Maramaldo
        Scusa, ma a parte il report su ciò che pensa
        Stallman sul free software (come se non lo
        sapessimo), non ho capito cosa contesti alla
        Raffaella, che è tanto brava e simpatica.
        (love)Essù dai ammettilo: pure a te quel grazioso nasino ispira certi pensierini sconci
  • Linuxx scrive:
    E vaii
    Così potranno visitare i siti XXXXX senza prendersi i virus !
    • VincenzoPE scrive:
      Re: E vaii
      - Scritto da: Linuxx
      Così potranno visitare i siti XXXXX senza
      prendersi i virus
      !Si... con tutte bionde h
      180cm e occhi azzurri
    • Darwin scrive:
      Re: E vaii
      - Scritto da: Linuxx
      Così potranno visitare i siti XXXXX senza
      prendersi i virus
      !Così i vostri amici russi potranno entrare nei vostri computer e ridere meglio di voi fanboy microsoft....
  • falcone scrive:
    Buona occasione
    In Rissia hanno molti programmatori di qualità e grandi risorse finanziarie, e potranno dare un impulso potente allo sviluppo.Speriamo solo che poi distribuiscano quello che fanno...
  • FinalCut scrive:
    Bene ma non basta
    La notizia mi fa piacere ma non è tutto rose e fiori.Significa solo che Linux viene scelto come strumento commodity per la PA (ottima cosa), non significa che abbia raggiunto un grado di usabilità tale per essere pronto per il grande pubblico.Però è sicuramente una notizia che non farà piacere a quel panzone di Ballmerd... (apple)(linux)
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Bene ma non basta

      Però è sicuramente una notizia che non farà
      piacere a quel panzone di
      Ballmerd...Neanche a jobs, suppongo...
      • FinalCut scrive:
        Re: Bene ma non basta
        - Scritto da: uno qualsiasi

        Però è sicuramente una notizia che non farà

        piacere a quel panzone di

        Ballmerd...

        Neanche a jobs, suppongo...E uno stica'... non ce lo metti?(apple)(linux)
    • maranric scrive:
      Re: Bene ma non basta

      strumento commodity per la PA (ottima cosa), non
      significa che abbia raggiunto un grado di
      usabilità tale per essere pronto per il grande
      pubblico.Non lo è neppure per la PA. Le uniche migrazioni riuscite sono quelle di qualche scuola elementare..dove i bambini giustamente riescono a scrivere con linux+openoffice piuttosto che su windows con office. La migrazione è riuscita perchè i prerequisiti da soddisfare erano quelli e tanti saluti a tutti. Per una PA è tutto un altro discorso. Finchè non ci saranno applicativi web davvero "standard" (rarissimi) non ha neppure senso parlare di migrazione verso linux.
      • Fai il login o Registrati scrive:
        Re: Bene ma non basta
        - Scritto da: maranric
        Finchè non ci saranno applicativi
        web davvero "standard" (rarissimi) non ha neppure
        senso parlare di migrazione verso
        linux.Davvero! Xò loro il problema se lo risolvono scrivendoseli gli applicativi web standard. Almeno così mi pare di capire dove dice: "ci dovrà essere una risorsa centrale per i dipartimenti e le agenzie per scaricare il software gratuito... ... L'idea del piano in corso di attuazione è sicuramente quella distimolare l'economia domestica con la creazione di maggiori opportunità per le imprese IT locali per sviluppare e offrire supporto software e servizi di gestione." E non è poi una brutta idea!
        • shevathas scrive:
          Re: Bene ma non basta

          Davvero! Xò loro il problema se lo risolvono
          scrivendoseli gli applicativi web standard.il problema si riduce sempre ad una questione di costi: quanto costa costruire e mantenere l'applicativo su linux invece che acquistare le licenze dell'applicativo windows ?
          Almeno così mi pare di capire dove dice: "ci
          dovrà essere una risorsa centrale per i
          dipartimenti e le agenzie per scaricare il
          software gratuito... ... L'idea del piano in
          corso di attuazione è sicuramente quella
          distimolare l'economia domestica con la creazione
          di maggiori opportunità per le imprese IT locali
          per sviluppare e offrire supporto software e
          servizi di
          gestione." potrebbe essere ma, per esperienze quando le cifre in ballo sono alte, chi riesce ad entrare nel mercato e a rimanerci sono i grossi, gente del tipo RedHat o IBM, le piccole software house al più lavorano come sub sub sub appaltatati. Anche perché certi requisiti che vengono chiesti come garantire assistenza 24/7 sono semplicemente impossibili per piccole strutture.
          E non è poi una brutta idea!
          • krane scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: shevathas

            Davvero! Xò loro il problema se lo risolvono

            scrivendoseli gli applicativi web standard.
            il problema si riduce sempre ad una questione di
            costi: quanto costa costruire e mantenere
            l'applicativo su linux invece che acquistare le
            licenze dell'applicativo windows ?Ma qualcuno sa se in russia, visto che stiamo parlando della notizia, l'applicativo in russo c'e' per windows ?Qualcuno sa com'e' l'attuale sistema informatico della PA russa ? Se c'e' o e' da costriuire ?

            Almeno così mi pare di capire dove dice: "ci

            dovrà essere una risorsa centrale per i

            dipartimenti e le agenzie per scaricare il

            software gratuito... ... L'idea del piano in

            corso di attuazione è sicuramente quella

            distimolare l'economia domestica con la

            creazione di maggiori opportunità per le

            imprese IT locali per sviluppare e

            offrire supporto software e servizi di

            gestione."
            potrebbe essere ma, per esperienze quando le
            cifre in ballo sono alte, chi riesce ad entrare
            nel mercato e a rimanerci sono i grossi, gente
            del tipo RedHat o IBM, le piccole software house
            al più lavorano come sub sub sub appaltatati.
            Anche perché certi requisiti che vengono chiesti
            come garantire assistenza 24/7 sono semplicemente
            impossibili per piccole strutture.

            E non è poi una brutta idea!
          • collione scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: shevathas
            il problema si riduce sempre ad una questione di
            costi: quanto costa costruire e mantenere
            l'applicativo su linux invece che acquistare le
            licenze dell'applicativo windows
            ?
            e quali sono i costi delle licenze windows? e quanto costa avere nei computer della propria pubblica amministrazione sistemi operativi americani con tanto di backdoor made in Fort Meade?
          • VincenzoPE scrive:
            Re: Bene ma non basta


            e quali sono i costi delle licenze windows? e
            quanto costa avere nei computer della propria
            pubblica amministrazione sistemi operativi
            americani con tanto di backdoor made in Fort
            Meade?Certamente molti software proprietari hanno delle backdoor conosciute solo dai produttori. Ma se i russi non sono stupidi, credo che nei settori "sensibili" fanno già uso di software libero... solo che molti, tanti terminali quasi puri ;-) hanno comunque Win.
          • VincenzoPE scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: VincenzoPE



            e quali sono i costi delle licenze windows? e

            quanto costa avere nei computer della propria

            pubblica amministrazione sistemi operativi

            americani con tanto di backdoor made in Fort

            Meade?

            Certamente molti software proprietari hanno delle
            backdoor conosciute solo dai produttori. Ma se i
            russi non sono stupidi, credo che nei settori
            "sensibili" fanno già uso di software libero...
            solo che molti, tanti terminali quasi puri ;-)
            hanno comunque
            Win.... oltretutto credo che pure gli USA, e molti altri... negli stessi settori di cui sopra facciano uso di software libero adattato all'uso specifico... sono certo che compilino con GCC ;-) e non con VisualStudio.NET
          • collione scrive:
            Re: Bene ma non basta
            la NSA usa notoriamente linux nei suoi network, tanto che hanno inventato selinux però bisogna ammettere che la Russia al massimo potrebbe cacciare ms, gli USA invece possono fargli il c**o a strisceil problema vero è che le infrastrutture IT sono talmente complesse che è difficile fare una seprazione netta tra quello che va protetto con soluzioni software verificate e verificabili e quello che puoi lasciare in balia del software closed di turnoè il solito problema delle reti e cioè che un solo anello debole ti frega tutta la rete
          • Fai il login o Registrati scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: shevathas
            il problema si riduce sempre ad una questione di
            costi: quanto costa costruire e mantenere
            l'applicativo su linux invece che acquistare le
            licenze dell'applicativo windows
            ?Guarda, non sempre la questione economica è preponderante. Questi vogliono sganciare la propria infrastruttura informatica dagli U.S.A. (cosa che x me ogni stato con un minimo di sale in zucca dovrebbe fare). Te lo vedi, in caso di crisi o conflitto, uno stato con la propria rete informatica con delle backdoor del nemico?
            potrebbe essere ma, per esperienze quando le
            cifre in ballo sono alte, chi riesce ad entrare
            nel mercato e a rimanerci sono i grossi, gente
            del tipo RedHat o IBM, le piccole software house
            al più lavorano come sub sub sub appaltatati.
            Anche perché certi requisiti che vengono chiesti
            come garantire assistenza 24/7 sono semplicemente
            impossibili per piccole
            strutture.Hai sicuramente + esperienza di me nel campo e stando così le cose hai sicuramente ragione. Però tenendo conto di quanto ti dicevo qua sopra, dici che una volta che i programmi (con i relativi sorgenti) ci sono, sarebbe impossibile per una grande software house nazionale o un consorzio di piccole aziende (che potrebbero essere anche creati apposta per lo scopo) prendere a mano il tutto?Ciao
          • shevathas scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Hai sicuramente + esperienza di me nel campo e
            stando così le cose hai sicuramente ragione. Però
            tenendo conto di quanto ti dicevo qua sopra, dici
            che una volta che i programmi (con i relativi
            sorgenti) ci sono, sarebbe impossibile per una
            grande software house nazionale o un consorzio di
            piccole aziende (che potrebbero essere anche
            creati apposta per lo scopo) prendere a mano il
            tutto?
            non c'è niente di impossibile a livello teorico, ma possono rimanere delle impossibilità a livello pratico. Brutalmente più un software è lungo e complesso maggiore è il numero di ore-uomo che servono per mantenerlo e svilupparlo, quindi maggiore è il numero di addetti che servono per lavorarci sopra, oltre a del personale per il coordinamento e la gestione di questi ultimi. Tutto si riduce ad un ragionamento su costi e vantaggi. Concludendo più è grosso e complesso il software, più deve essere grossa e complessa la struttura per lo sviluppo e la gestione. Ecco perché molte piccole aziende, anche in caso di prodotti OS, finiranno inevitabilmente tagliate fuori.
          • maranric scrive:
            Re: Bene ma non basta

            il problema si riduce sempre ad una questione di
            costi: quanto costa costruire e mantenere
            l'applicativo su linux invece che acquistare le
            licenze dell'applicativo windowsPartiamo dal presupposto che fare un applicativo Y (che faccia quel che fa l'applicativo X) è una cosa tutt'altro che immediata..ci sono software house che da molti anni lavorano su un loro prodotto, è assurdo pensare che 4 programmatori russi riescano a colmare un know-how del genere. Se pero' qualcuno riesce a sviluppare un tool che funzioni, sicuramente non lo fara' gratis..e non lascera' che il software venga scopiazzato da altri. Quindi avremo ancora altro closed source a pagamento..e si ritorna al punto di partenza (non si è dipendenti da microsoft ma dalle aziende che fanno questo software). Se invece sono le stesse ditte che fanno software per Windows a tentare un porting a Linux (avendo gia' in mano i sorgenti..), allo stesso modo chiederanno lo stesso obolo nel mondo Linux. Anche ipotizzando una specie di grandissima cooperativa informatica di programmatori a direzione statale, non avrebbe alcun senso (da parte dello Stato Russia) spendere miliardi di dollari per poi cedere il proprio lavoro a chiunque. A tutto cio' va aggiunta la storica incompatibilità linux per driver e periferiche varie e la minestra è pronta (un software che deve gestire al millimetro la creazione di etichette per provette di laboratorio NON puo' comunicare con driver pressappochisti come quelli scritti dai volenterosi programmatori linux..e potrei fare mille esempi)In definitiva : E' bello ma allo stato attuale delle cose NON si puo' fare.
          • krane scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric

            il problema si riduce sempre ad una questione di

            costi: quanto costa costruire e mantenere

            l'applicativo su linux invece che acquistare le

            licenze dell'applicativo windows
            Partiamo dal presupposto che fare un applicativo
            Y (che faccia quel che fa l'applicativo X) è una
            cosa tutt'altro che immediata..ci sono software
            house che da molti anni lavorano su un loro
            prodotto, è assurdo pensare che 4 programmatori
            russi riescano a colmare un know-how del genere.In russia ci sono gia' prodotti per windows in russo che fanno quello che serve alle PA ?Com'e' la situazione attuale delle PA russe ?
            Se pero' qualcuno riesce a sviluppare un tool che
            funzioni, sicuramente non lo fara' gratis..e non
            lascera' che il software venga scopiazzato da
            altri. Quindi avremo ancora altro closed source a
            pagamento..e si ritorna al punto di partenza (non
            si è dipendenti da microsoft ma dalle aziende che
            fanno questo software). Se invece sono le stesse
            ditte che fanno software per Windows a tentare un
            porting a Linux (avendo gia' in mano i
            sorgenti..), allo stesso modo chiederanno lo
            stesso obolo nel mondo Linux. Anche ipotizzando
            una specie di grandissima cooperativa informatica
            di programmatori a direzione statale, non avrebbe
            alcun senso (da parte dello Stato Russia)
            spendere miliardi di dollari per poi cedere il
            proprio lavoro a chiunque. A tutto cio' va
            aggiunta la storica incompatibilità linux per
            driver e periferiche varie e la minestra è pronta
            (un software che deve gestire al millimetro la
            creazione di etichette per provette di
            laboratorio NON puo' comunicare con driver
            pressappochisti come quelli scritti dai
            volenterosi programmatori linux..e potrei fare
            mille
            esempi)
            In definitiva : E' bello ma allo stato attuale
            delle cose NON si puo'
            fare.
          • dlindlon scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric

            il problema si riduce sempre ad una questione di

            costi: quanto costa costruire e mantenere

            l'applicativo su linux invece che acquistare le

            licenze dell'applicativo windows

            Partiamo dal presupposto che fare un applicativo
            Y (che faccia quel che fa l'applicativo X) è una
            cosa tutt'altro che immediata..ci sono software
            house che da molti anni lavorano su un loro
            prodotto, è assurdo pensare che 4 programmatori
            russi riescano a colmare un know-how del genere.Ma non saranno 4 e non dovranno vivere con le donazioni, quindi nessuna assurdita'.
            Se pero' qualcuno riesce a sviluppare un tool che
            funzioni, sicuramente non lo fara' gratis..e non
            lascera' che il software venga scopiazzato da
            altri. Quindi avremo ancora altro closed source a
            pagamento..e si ritorna al punto di partenza (non
            si è dipendenti da microsoft ma dalle aziende che
            fanno questo software).E se invece sviluppassero per conto del governo, che paga e decide di farne quel che vuole del proprio software?
            Se invece sono le stesse
            ditte che fanno software per Windows a tentare un
            porting a Linux (avendo gia' in mano i
            sorgenti..), allo stesso modo chiederanno lo
            stesso obolo nel mondo Linux. Anche ipotizzando
            una specie di grandissima cooperativa informatica
            di programmatori a direzione statale, non avrebbe
            alcun senso (da parte dello Stato Russia)
            spendere miliardi di dollari per poi cedere il
            proprio lavoro a chiunque.Non cambia nulla, lo stato ci guadagnerebbe comunque.
            A tutto cio' va
            aggiunta la storica incompatibilità linux per
            driver e periferiche varie e la minestra è pronta
            (un software che deve gestire al millimetro la
            creazione di etichette per provette di
            laboratorio NON puo' comunicare con driver
            pressappochisti come quelli scritti dai
            volenterosi programmatori linux..e potrei fare
            mille
            esempi)Fesseria gigante.
            In definitiva : E' bello ma allo stato attuale
            delle cose NON si puo'
            fare.Questa supera la precedente.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric
            E invece rimarra' l'ennesimo buco nell'acqua.
            Questo perchè la Russia fa parte del mondo..e il
            mondo gira con Windows.Davvero? Google, Facebook, NASA, Samsung, IBM, HP ecc. sono isolate? Sono morte?I firewall, i router, gli elettrodomestici e i lettori del digitale terrestre, su cosa sono basati? Su Windows Phone 7?Oggi per caso è la fiera delle XXXXXXXte gratuite?
            Vi sono n-mila situazioni in cui ci sono degli
            standard "de facto" ..se la Russia fa uno
            standard tutto suo rimane una cosa isolata e
            muore
            lì.Windows non è uno standard. Anzi, Microsoft corrompe affinchè i consorzi dei vari standard chiudano gli occhi.
            Devo mettere
            questo apparecchio in una struttura con solo
            Linux..che faccio? Chiedo a un'altra ditta russa
            di produrre un elettromedicale linux
            compliant?Mai sentito parlare di layer di compatibilità?
            Linux esiste da 18 anni. L'idea della migrazione
            è VECCHIA. Perchè nessuno c'è mai riuscito? Te lo
            sei chiesto
            questo?Mai sentito del brasile? mai sentito che la nasa usa RHEL e Fedora e NetBSD sulla stazione spaziale internazionale?Mai sentito che Google ha estirpato Windows dalle workstation?Credi che tutte le aziende usino server Windows? Forse non sei uscito mai di casa...
          • Uau scrive:
            Re: Bene ma non basta
            Mi sembra tanto che tu stia mettendo in bocca a maranric tante cose che non ha mai scritto (ex. "Credi che tutte le aziende usino server Windows?"). Diciamo giusto che ha scritto più o meno l'opposto, fai un po' tu!Inoltre quando scrivi "Nel resto è solo una piccola nicchia per finti sistemisti.", non so se dover ridere o piangere davanti a tale affermazione ridicola e sbagliata; la realtà nel mondo server è ben diversa da come tu e i tuoi amici mezze calzette la descrivete (diciamo che più o meno è un 50%/50% - Cessux/Windows):Ti classifico come tipico linaro scarso (l'ennesimo).Il solito millantatore della presunta superiorità di Cessux (TM).Voto 0+Ritenta pure ma sii meno ridicolo per piacere.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: Uau
            Mi sembra tanto che tu stia mettendo in bocca a
            maranric tante cose che non ha mai scritto (ex.
            "Credi che tutte le aziende usino server
            Windows?"). Diciamo giusto che ha scritto più o
            meno l'opposto, fai un po'
            tu!Io non metto in bocca parole a nessuno. Lui ha dato una affermazione falsa .
            Inoltre quando scrivi "Nel resto è solo una
            piccola nicchia per finti sistemisti.", non so se
            dover ridere o piangere davanti a tale
            affermazione ridicola e sbagliata; la realtà nel
            mondo server è ben diversa da come tu e i tuoi
            amici mezze calzette la descrivete (diciamo che
            più o meno è un 50%/50% -
            Cessux/Windows):Chiami Linux XXXXX e Windows lo lasci col suo bel nome? Peccato che la realtà sia ben altra....io comunque non parlavo solo di Linux.Solaris, AIX, HP-UX e i *BSD te li sei scordati?Windows Server invece lo trovi solo al CES..solo li può stare...
            Ti classifico come tipico linaro scarso
            (l'ennesimo).
            Il solito millantatore della presunta superiorità
            di CessuxTu non sei nemmeno classificabile...si e no hai 15 anni e pensi ancora che Windows sia il miglior sistema operativo al mondo, solo perchè ti mostra le trasparenze Aero...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 gennaio 2011 19.13-----------------------------------------------------------
          • Uau scrive:
            Re: Bene ma non basta
            Mmmmh....ancora non ci siamo.Ti tolgo il + per la storia dei 15 anni...troppo vecchia, non fa ridere!Voto 0
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: Uau
            Mmmmh....ancora non ci siamo.
            Ti tolgo il + per la storia dei 15 anni...troppo
            vecchia, non fa
            ridere!
            Voto 0Infatti non deve far ridere. Ti deve solo invitare a studiare, perchè dimostri di non saperne nulla a rigurardo.Se pensi che Windows sia superiore a tutti, spiega le tue ragioni e poi vediamo....ma visto che non ne hai, dubito fortemente che tu lo faccia...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 gennaio 2011 19.38-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Se pensi che Windows sia superiore a tutti,
            spiega le tue ragioni e poi vediamo....ma visto
            che non ne hai, dubito fortemente che tu lo
            faccia...superiore a tutti è una frase senza senso. Che win attualmente sia il software desktop meglio supportato e con maggiore dotazione di software ludico o lavorativo destinato agli utenti finali è un fatto difficilmente contestabile.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: shevathas
            Che
            win attualmente sia il software desktop meglio
            supportato
            e con maggiore dotazione di software
            ludico o lavorativo destinato agli utenti finali
            è un fatto difficilmente
            contestabile.Per il software ludico hai ragione. Per quello lavorativo non so.Io ho chiesto a maranric se era sicuro che gli applicativi delle PA fossero esclusivi, ma non è mai pervenuta risposta.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 15.34-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Per il software ludico hai ragione. Per quello
            lavorativo non
            so.ad esclusione di qualche settore di nicchia lo standard de facto per i programmi da utente è windows. Si è parlato fino alla nausea di autocad ma si può parlare anche di sofware per la grossa gestione logistica, la grossa gestione del personale....
            Io ho chiesto a maranric se era sicuro che gli
            applicativi delle PA fossero esclusivi, ma non è
            mai pervenuta
            risposta.nella PA la situazione è abbastanza variegata: ci sono i software fatti sviluppare ad hoc, negli anni, dalla PA, vengono usati gli stessi pacchetti commerciali che vengono usati dalle aziende, soprattutto a livello di PA grosse, ci si trova software fatto sviluppare custom, ci son pacchetti proprietari per lo svolgimento dei compiti specifici di una PA. Non ci son solo impiegati con il PC e la suite da ufficio.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: shevathas
            nella PA la situazione è abbastanza variegata: ci
            sono i software fatti sviluppare ad hoc, negli
            anni, dalla PA, vengono usati gli stessi
            pacchetti commerciali che vengono usati dalle
            aziende, soprattutto a livello di PA grosse, ci
            si trova software fatto sviluppare custom, ci son
            pacchetti proprietari per lo svolgimento dei
            compiti specifici di una PA. Non ci son solo
            impiegati con il PC e la suite da
            ufficio.Si, ma questo non vuol dire che non ci siano soluzioni alternative.O che comunque non siano creabili.Quindi fare una affermazione come quella di maranric è puro e semplice FUD.
          • maranric scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Si, ma questo non vuol dire che non ci siano
            soluzioni
            alternative.No, non ci sono soluzioni alternative.
            O che comunque non siano creabili.Sono creabili certo, ma a che prezzo? e con che efficienza? e con che impatto sui dipendenti?
            Quindi fare una affermazione come quella di
            maranric è puro e semplice
            FUD.Sono realista. Magari tra 10 anni le cose saranno totalmente diverse e potro' essere piu' possibilista.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric
            Sono creabili certo, ma a che prezzo?Il prezzo del migrazione è una cosa affrontabile. Non tutto fin da subito, ma pian piano.
            e con che
            efficienza?Se intendi l'efficienza delle piattaforme, allora la migrazione è una miglioria dell'efficienza.
            e con che impatto sui dipendenti?La formazione tecnica è importante, indipendentemente dall'OS. Purtroppo in italia, la competenza è un optional.
            Sono realista. Magari tra 10 anni le cose saranno
            totalmente diverse e potro' essere piu'
            possibilista.Se le cose le si vogliono fare, le si fanno.
          • maranric scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Io ho chiesto a maranric se era sicuro che gli
            applicativi delle PA fossero esclusivi, ma non è
            mai pervenuta
            risposta.Non solo gli applicativi sono esclusivamente in ambito Windows, ma pure gli applicativi Web sono esclusivamente Internet Explorer 6-7 compliant.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric
            Non solo gli applicativi sono esclusivamente in
            ambito Windows,Ciò non vuol dire impossibilità di migrare, visto che il porting è fattibile...
            ma pure gli applicativi Web sono
            esclusivamente Internet Explorer 6-7
            compliant.Nella maggioranza dei casi è solo indicativa.Ci sono siti "Progettati per IE" ma che sono apribili anche con Chrome.
          • maranric scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Nella maggioranza dei casi è solo indicativa.
            Ci sono siti "Progettati per IE" ma che sonoIo non parlo di siti ma di applicativi web con activeX, testati con firefox 3.6 non vanno. Ci sono stati problemi mastodontici solo per riuscire ad avere la compatibilità da Ie6 a Ie7 e tu mi parli di portabilità a Linux..E' vergognoso che una applicazione web giri solo su Ie? Certo, sono il primo a dirlo...ma la realtà è questa.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric
            E' vergognoso che una applicazione web giri solo
            su Ie? Certo, sono il primo a dirlo...ma la
            realtà è
            questa.Ma se un governo/comune/provincia migra ad un'altra piattaforma, la realtà cambia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 19.17-----------------------------------------------------------
          • FinalCut scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: Uau
            Mmmmh....ancora non ci siamo.
            Ti tolgo il + per la storia dei 15 anni...troppo
            vecchia, non fa
            ridere!
            Voto 0Hai ragione, doveva dartene 5 di anni.(apple)(linux)
          • maranric scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Davvero? Google, Facebook, NASA, Samsung, IBM, HP
            ecc. sono isolate? Sono
            morte?Forse non cogli la differenza tra un s.o lato desktop e lato server. La migrazione di cui si parla in questo articolo è di pc desktop. Occorre fare un disegnino per capirlo?
            I firewall, i router, gli elettrodomestici e i
            lettori del digitale terrestre, su cosa sono
            basati? Su Windows Phone
            7?Vedi sopra. Stiamo parlando di pc desktop..quelli che usano gli utenti finali..non stiamo parlando di server per datawarehouse o altro..
            Oggi per caso è la fiera delle XXXXXXXte gratuite?qui il capomastro che tira cagate sei tu ehSi sta parlando di pc desktop end user. Windows è al 92 %. Linux è fermo sotto l' 1 %. Ora fa ridere che mi giri la polpetta parlando di router, firewall e siti web...si sta parlando di migrare i PC DESKTOP. E' su quelli che Linux làtita da 20 anni. Nessuno deve migrare un router (che è già linux) nè un firewall..Se la cosa non ti è chiara prendi un foglio e una matita,con la matita tira un segno e dividi quindi a metà il foglio, a destra scrivi PC DESKTOP, a sinistra scrivi "dispositivi linux embedded/server".Ecco noi stiamo parlando della parte destra del foglio. Ok?
            Windows non è uno standard. Windows ha imposto degli standard. Un produttore di hardware se vuol scrivere dei driver, deve sottostare a questi standard. Se anche per Linux fosse stato fatto UN SOLO standard, i produttori forse si sarebbero dati una mossa per venire incontro a linux.
            Mai sentito parlare di layer di compatibilità?Layer di compatibilità per un elettromedicale? Stai dando i numeri? E' lo stesso layer che posso stendere tra un sasso e un grattacielo
            Mai sentito del brasile?
            mai sentito che la nasa usa RHEL e Fedora e
            NetBSD sulla stazione spaziale
            internazionale?Vedi sopra. Qui nessuno dice che linux non esiste a livello aziendale, ESISTE eccome, e da diversi anni...ma solo dal lato server. Dove lavoro io c'è un bel server ftp aziendale, gira su linux. Purtroppo per te qui stiamo parlando di pc end user desktop. Ed è LI' che linux non esiste. Ancora una volta, stiamo parlando del lato destro del foglio..
            Mai sentito che Google ha estirpato Windows dalle
            workstation?su questo bisognerebbe aprire un altro thread.
            Credi che tutte le aziende usino server Windows?Active Directory gira su Linux? Hai una minima idea della diffusione planetaria del sistema dominio/active directory?
            Forse non sei uscito mai di
            casa...faccio assistenza informatica in una PA, io il naso ce l'ho dentro, per quello annuso cose veritiere e non XXXXXXXte.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric
            Forse non cogli la differenza tra un s.o lato
            desktop e lato server.Tu hai detto che il mondo gira con Windows e io ti ho risposto di conseguenza. Specifica prima dare risposte...
            La migrazione di cui si parla in questo articolo
            è di pc desktop. Occorre fare un disegnino per
            capirlo?In brasile che hanno fatto?
            Vedi sopra. Stiamo parlando di pc desktop..quelli
            che usano gli utenti finali..non stiamo parlando
            di server per datawarehouse o
            altro..Ripeto, tu hai detto che il mondo gira con Windows. Hai fatto una affermazione falsa e io ti ho risposto!

            Windows non è uno standard.

            Windows ha imposto degli standard. Un produttore
            di hardware se vuol scrivere dei driver, deve
            sottostare a questi standard. Se anche per Linux
            fosse stato fatto UN SOLO standard,Che XXXXXXX. Diglielo alla commissione Anti-Trust....
            i produttori
            forse si sarebbero dati una mossa per venire
            incontro a linux.Altra super-XXXXXXX. Abbiamo un supporto hardware ben più vasto di quello di Windows, supportiamo molte più architetture e la maggioranza dei driver video funziona a dovere. Il problema dei driver e dei programmi mancanti è solo una XXXXXXXta.I produttori non si danno da fare per Linux? Diglielo a Broadcom (se sai chi è), NVIDIA e ATI(rotfl) (rotfl)
            Layer di compatibilità per un elettromedicale?
            Stai dando i numeri?Se l'applicazione per Windows è compatibile può essere usata anche su Linux. Certo, bisogna vedere come gira. Magari gira di XXXXX, magari gira bene.In ogni caso, se uno stato, comune o provincia passa all'opensource gli accordi con le software house per la produzione di software specifici non sono un problema.

            Mai sentito del brasile?
            Vedi sopra. Qui nessuno dice che linux non esiste
            a livello aziendale,Il brasile è migrato nelle PA e nelle scuole.
            Active Directory gira su Linux? Samba 4
            faccio assistenza informatica in una PA, io il
            naso ce l'ho dentro, per quello annuso cose
            veritiere e non
            XXXXXXXte.Si vede....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 08.59-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: Bene ma non basta


            La migrazione di cui si parla in questo articolo

            è di pc desktop. Occorre fare un disegnino per

            capirlo?
            In brasile che hanno fatto?
            link ?
            Ripeto, tu hai detto che il mondo gira con
            Windows. Hai fatto una affermazione falsa e io ti
            ho
            risposto!
            direi più che altro volutamente frainteso.
            In ogni caso, se uno stato, comune o provincia
            passa all'opensource gli accordi con le software
            house per la produzione di software specifici non
            sono un
            problema.invece di dire che non sono un problema perché invece non si parla di tempi, costi per lo sviluppo e costi per la migrazione ? basta solo vedere le cifre in ballo per rendersi conto che le aziende che possono partecipare sono aziende con un fatturato abbastanza robusto; nelle gare per la PA le aziende partecipanti devono avere un fatturato comparabile con l'importo a base d'asta.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: shevathas
            link ?Il brasile ha iniziato la migrazione dal 2003 e ad oggi il proXXXXX è ancora attivo. Se cerchi nei post di questa discussione trovi tutti i link che ti servono.Tra l'altro è stato postato un link di wikipedia che mostra tutte le migrazioni effettuati in diversi paesi. Anche questo lo trovi nella discussione.
            direi più che altro volutamente frainteso.No. Io non ho mai messo in dubbio la scarsa diffusione nel lato desktop.Lui ha fatto una affermazione generica e io l'ho corretto.
            invece di dire che non sono un problema perché
            invece non si parla di tempi, costi per lo
            sviluppo e costi per la migrazione ? basta solo
            vedere le cifre in ballo per rendersi conto che
            le aziende che possono partecipare sono aziende
            con un fatturato abbastanza robusto; nelle gare
            per la PA le aziende partecipanti devono avere un
            fatturato comparabile con l'importo a base
            d'asta.Abbiamo detto anche che la migrazione non si fa dall'oggi al domani.I tempi variano a seconda del bugdet e degli accordi commerciali. Ma da quì a dire che è impossibile mi sembra esagerato...
          • maranric scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Il brasile ha iniziato la migrazione dal 2003 e
            ad oggi il proXXXXX è ancora attivo.dopo 8 anni annaspano ancora non sapendo che pesci pigliare.Questo è un TENTATIVO al quale non è stato ancora dato il colpo di grazia, NON è una migrazione!
            Tra l'altro è stato postato un link di wikipedia
            che mostra tutte le migrazioni effettuati in
            diversi paesi. di cui NESSUNA compiuta. Il migliore dei casi elencati (Monaco) gira ancora con l'80 % di pc con Windows...c'è poco da cantar vittoria se la somma per la migrazione è di 42milioni di euro... Pero' c'è da rallegrarsi: se si rompe uno dei 3mila pc con linux non sara' necessario acquistare una nuova licenza Windows (ammesso e non conXXXXX che quella tolta per far spazio a linux fosse una OEM)..e questo sì che è un bel risparmio! :DDDD
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            La migrazione continua, che tu lo voglia o no....[img]http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQDtsrQWP8CL_taePPNjKZtWlMwm_UzvEQU5xXhpwMLCkppdwFNqQ[/img]
          • maranric scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: Darwin
            La migrazione continua, che tu lo voglia o no....qua parla di progetto congelatohttp://www.webisland.net/article905.html
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric
            - Scritto da: Darwin
            qua parla di progetto congelato
            http://www.webisland.net/article905.htmlQua nohttp://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_adozione_di_software_libero#GermaniaFino a prova contraria, è più affidabile wikipedia...
          • shevathas scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: maranric

            - Scritto da: Darwin

            qua parla di progetto congelato

            http://www.webisland.net/article905.html

            Qua no
            http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_casi_di_ado

            Fino a prova contraria, è più affidabile
            wikipedia...Migrazione che continui o no, quanto hanno speso e quanto stanno spendendo per tenere in piedi due sistemi paralleli ? credo sia molto di più rispetto all'acquisto di un pugno di licenze win per i computer migrati. Piaccia o no linux nei desktop è ancora un sistema di nicchia snobbato, in quanto ha pochissimo mercato dalle aziende produttrici di software orientato ai desktop.
          • Mattia scrive:
            Re: Bene ma non basta
            State confondendo il software per i client ovvero i desktop, dove senza dubbio win e mac la fanno da padrone (anche se oramai basterebbe uno smartphone con Android) e che, però, interessa *zero* all'amministrazione russa, con i server, dove evidentemente i prezzi delle licenze sono altissimi! Provate a vedere quanto costa un database Oracle(TM) ;-)p.s. l'amministrazione russa pare sia tra le più corrotte (a prescindere dal pulpito da cui viene la predica), allora dovrebbero essere favorite le aziende brave nelle attività di lobbing.
          • Fiber scrive:
            Re: Bene ma non basta
            Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 08.59
            --------------------------------------------------provami allora che il mondo desktop non gira sotto OS Windows ma sotto Os LinuS come vorresti paventare (rotfl) dati aggiornati sono sempre ben accetti (rotfl)aspetto le tue prove con i dati matematici ...sperando che come prova non mi tiri fuori il solito miserabile 0,9% di share mondiale Linus lato Desktop (rotfl)(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 10.07-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: Fiber
            aspetto le tue prove con i dati matematici
            ...sperando che come prova non mi tiri fuori il
            solito miserabile 0,9% di share mondiale Linus
            lato Desktop
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)il solito trollone...Nessuno di noi ha detto che Linux domina il lato desktop.Io ho solo detto che NON è Windows che muove il mondo visto che non il lato desktop che fa muovere il mondo. Sono i server delle grandi compagnie a muoverlo. E se ti documenti capirai che sono TUTTI basati su OS Linux.Tra l'altro le statistiche sono approssimative visto che non si è contato le effettive macchine Linux in circolazione. Le statistiche nella stragrande maggioranza dei casi sono limitate all'acXXXXX ai siti web. Nel caso di Microsoft persino si tende a contare i PC venduti e questo non è una reale diffusione, visto che non tutti rimangono con Windows.Lui aveva fatto una affermazione generica che non va fatta, visto che è inesatta.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 15.29-----------------------------------------------------------
          • Fiber scrive:
            Re: Bene ma non basta
            Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 15.29
            --------------------------------------------------quindi i circa 2 miliardi di computer nel mondo con cui si produce quotidianamente in ogni attivita' lavorativa possibile immaginabile e che nel 92% sono con Windows e software professionali relativi sviluppati su Windows nn servirebbero a niente ed a produrre niente ?il mondo che lavora verrebbe mosso solo dai server con LinuS come OS ? quanto trolli su PI ragazzino mio (rotfl)(rotfl)(rotfl)avrai si e no 20 anni ..si vede che nn hai mai lavorato in vita tua auhahauauhauhauha
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: Fiber
            quindi i circa 2 miliardi di computer nel mondo
            con cui si produce quotidianamente in ogni
            attivita' lavorativa possibile immaginabile e che
            nel 92% sono con Windows e software professionali
            relativi sviluppati su Windows nn servirebbero a
            niente ed a produrre niente
            ?È diverso da dire che il mondo si muove con Windows.
            il mondo che lavora verrebbe mosso solo dai
            server con LinuS come OS ?Chi offre i servizi?Una workstation o un server?Se disattivi una workstation il mondo non si ferma, se disattivi un server interrompi un servizio. E se quel servizio si chiama Google Search Engine allora stai fresco.
            quanto trolli su PI ragazzino mio
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma senti un po chi parla :D
            avrai si e no 20 anni ..si vede che nn hai mai
            lavorato in vita tua Tu invece sei un lavoratore di vecchia date, vero? :D

            auhahauauhauhauhaBravo, ridi ridi.
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric
            Certo che è sostituibile...ma con cosa? Non certo
            con Linux. Se in tutto il pianeta il 92 % usa
            Windows e meno dell' 1 % usa Linux la cosa
            dovrebbe far riflettere sul perchè Windows NON E'
            sostituibile da
            Linux.Windows è usato solo in ambito desktop. Nel resto è solo una piccola nicchia per finti sistemisti.

            Cosa c'entrano gli utenti medi? L'organigramma

            del progetto non li contempla

            quindi nelle postazioni della PA abbiamo tutti
            utenti "non medi"?Se fossero medi sarebbe già una buona cosa.

            Se fosse per te l'uomo non avrebbe neppure

            provato a costruire gli

            aeroplani.

            ALT : se già tantissimi stati avessero provato a
            costruire un aeroplano e io avessi qualcosa in
            piu' da mettere in campo per far funzionare la
            cosa ALLORA avrebbe senso premere sullo sviluppo
            della cosa. Nel caso della Russia, cos'ha la
            Russia che non ha la Germania? Qual è il surplus
            che dovrebbe permettere un buon esito della
            faccenda?La volontà
            Mi dici qualcuno che in piccola scala c'è
            riuscito?Ti ho già risposto
          • paradox scrive:
            Re: Bene ma non basta
            Spero che si sia compreso che non è un problema di costi. La risoluzione ha solo importanza strategica, come la costruenda rete di satelliti gps, come gli arsenali militari, come le centrali atomiche, come gli acceleratori di particelle, come tutte quelle infrastrutture che potresti comprare all'estero per meno soldi ma che se sei un paese che vuol contare, ti costruisci da solo la tecnologia necessaria. La Russia vuol contare ed ha tutte le carte in regola per poterlo ottenere. Noi dobbiamo andare a rimorchio, in quasi tutti i campi dell'economia.
    • collione scrive:
      Re: Bene ma non basta
      definisci usabilità prima :D
    • ruppolo scrive:
      Re: Bene ma non basta
      - Scritto da: FinalCut
      La notizia mi fa piacere ma non è tutto rose e
      fiori.

      Significa solo che Linux viene scelto come
      strumento commodity per la PA (ottima cosa), non
      significa che abbia raggiunto un grado di
      usabilità tale per essere pronto per il grande
      pubblico.Non lo sarà mai.La PA russa farà la sua versione ad hoc, tutto qui.Ma del resto è questo l'uso corretto di Linux, si prende la base e si sviluppa un sistema ad hoc.
      Però è sicuramente una notizia che non farà
      piacere a quel panzone di
      Ballmerd...

      (apple)(linux)Quello ha già capito che aria tira, non per nulla si sta sbarazzando delle azioni MS.
      • FinalCut scrive:
        Re: Bene ma non basta
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: FinalCut

        La notizia mi fa piacere ma non è tutto rose e

        fiori.



        Significa solo che Linux viene scelto come

        strumento commodity per la PA (ottima cosa), non

        significa che abbia raggiunto un grado di

        usabilità tale per essere pronto per il grande

        pubblico.

        Non lo sarà mai.
        La PA russa farà la sua versione ad hoc, tutto
        qui.Infatti, Linux, così come lo conosciamo oggi, è condannato a delle nicchie specifiche.Un Android OS per desktop senza tutti gli errori fatti da Google però potrebbe prendersi un buon 30% del mercato ai danni di Microsoft ed il mondo informatico ne gioverebbe parecchio.Sembra strano che nessuno ci abbia pensato vedendo Mac OS X e ancora di più se si guarda Android...La cosa più comica è che tutti gli oltranzisti del free software se la prenderebbero in quel posto (e gli starebbe pure bene perché si perdona tutto tranne la stupida intransigenza dello stolto).Hai presente tipi come questo?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3062080&m=3064171#p3064171Il pezzo dopo " I linari resisteranno " è proprio quello di un estremista religioso, perfino i toni e le parole sono gli stessi.

        Però è sicuramente una notizia che non farà

        piacere a quel panzone di

        Ballmerd...



        Quello ha già capito che aria tira, non per nulla
        si sta sbarazzando delle azioni MS.Io spero che conservi la poltrona di comando il più a lungo possibile, se capisci cosa intendo ... ;)(apple)(linux)
        • Darwin scrive:
          Re: Bene ma non basta
          - Scritto da: FinalCut
          - Scritto da: ruppolo
          Infatti, Linux, così come lo conosciamo oggi, è
          condannato a delle nicchie
          specifiche.Non credo...le distribuzioni desktop come Ubuntu sono assolutamente usabili, nonostante a me facciano ribrezzo. Ciò lo dimostrano i sempre più affollati GNU/Linux Day. Un mondo fatto di FOSS e Apple sarebbe la soluzione al male Microsoft.
          La cosa più comica è che tutti gli oltranzisti
          del free software se la prenderebbero in quel
          posto (e gli starebbe pure bene perché si perdona
          tutto tranne la stupida intransigenza dello
          stolto).Ognuno ha le sue idee FinalCut. C'è chi come Stallman vuole solo software libero e c'è chi, come me, è disposto a convivenze (eccetto nel kernel Linux, li sono d'accordo con Stallman), se è strettamente necessario. Il software open-source porta vantaggi tecnici enormi. E questo le big lo hanno capito e piano piano stanno cambiando strada. Alla fine dei conti, se OS X è una piattaforma stabile e sicura lo deve allo sviluppo open ;)

          Quello ha già capito che aria tira, non per
          nulla

          si sta sbarazzando delle azioni MS.Ballmer è solo colui che si è sXXXXXto la faccia. Bill Gates ha tagliato la corda al momento opportuno, cioè quando la gente si è accorta che quella XXXXX di Windows non era l'unico OS disponibile. Quell'idiota di Gates ha arrecato danni enormi all'informatica e dovrebbe pagare per questo. Ballmer, nonostante il suo essere incompetente, ha cercato di porvi rimedio. Ha creato Windows 7, che malgrado non sia in grado di competere con gli altri, è comunque superiore di quegli aborti di XP e Vista.
          Io spero che conservi la poltrona di comando il
          più a lungo possibile, se capisci cosa intendo
          ...
          ;)Non credo. Il declino di Microsoft ormai è iniziato. Il suo era un impero di sabbia. È bastato un passo falso e tutto si sta sgretolando.Secondo me, farà la fine di SCO e di AT&T...e Ballmer lo ha già capito, pertanto si sta dando da fare per tagliare la corda.Credo che la prova del 9 sarà Windows 8.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 gennaio 2011 20.01-----------------------------------------------------------
          • FinalCut scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: FinalCut

            La cosa più comica è che tutti gli oltranzisti

            del free software se la prenderebbero in quel

            posto (e gli starebbe pure bene perché si perdona

            tutto tranne la stupida intransigenza dello

            stolto).
            Ognuno ha le sue idee FinalCut. C'è chi come
            Stallman vuole solo software libero e c'è chi,
            come me, è disposto a convivenze (eccetto nel
            kernel Linux, li sono d'accordo con Stallman), se
            è strettamente necessario. Il software
            open-source porta vantaggi tecnici enormi. E
            questo le big lo hanno capito e piano piano
            stanno cambiando strada. Alla fine dei conti, se
            OS X è una piattaforma stabile e sicura lo deve
            allo sviluppo openSi, ma chiunque dica che "Photoshop" non ce lo vuole su Linux perché è un software closed è uno stolto e stupido intransigente. Su questo non ci piove.(apple)(linux)
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: FinalCut
            Si, ma chiunque dica che "Photoshop" non ce lo
            vuole su Linux perché è un software closed è uno
            stolto e stupido intransigente. Su questo non ci
            piove.Su questo hai ragione. A me farebbe piacere se anche photoshop venisse su Linux. Certo io non lo userei visto che sono più propenso a GIMP e a software open, però quest'arrivo potrebbe convincere molte aziende, che fanno uso di quetso prodotto, che non hanno bisogno di pagare fior di denaro per una licenza Windows per lavorare seriamente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 08.18----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 08.18-----------------------------------------------------------
          • maranric scrive:
            Re: Bene ma non basta

            Non credo. Il declino di Microsoft ormai è
            iniziato. Il suo era un impero di sabbia. È
            bastato un passo falso e tutto si sta
            sgretolando.il 92 % dei pc del mondo gira con Windows. Se questo è declino..
          • Darwin scrive:
            Re: Bene ma non basta
            - Scritto da: maranric
            il 92 % dei pc del mondo gira con Windows. Se
            questo è
            declino..Certo, ma la vostra forzatura non durerà in eterno...Chiediti come mai Apple ha completamente polverizzato Microsoft nel 2010 con le vendite di iPhone e iPad.Chiediti come mai sempre più persone voglio passare a Mac e anche a Linux (sei mai stato ad un GNU/Linux Day?).Chiediti come mai sempre più gente è stanca del vostro OS.Quando avrai trovato le risposte a queste domande, avrai capito perchè il declino di Microsoft è iniziato. E anche i preparativi per la fuga di Ballmer ne sono una prova. L'ho detto in un altro topic e lo ripeto, Windows 8 è la prova del nove.Se sarà un flop, avete finito.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 09.01-----------------------------------------------------------
  • anonimo scrive:
    Sarà rimasto colpito da Stallman
    Stallman è stato diverse volte in Russia e sicuramente i suoi discorsi sulla libertà, sul Free Software inteso come software libero e non come "Per favore dittatore dammi una free vodka", devono aver molto colpito Putin e i russi in generale. Etica e libertà sono un po' il loro fiore all'occhiello.
    • evolutionai r scrive:
      Re: Sarà rimasto colpito da Stallman
      ...e madre Russia libererà il mondo dall'oppressione e riporterà la luce nelle menti ;-)
    • Ittiointerp rete scrive:
      Re: Sarà rimasto colpito da Stallman
      - Scritto da: anonimo
      Stallman è stato diverse volte in Russia e
      sicuramente i suoi discorsi sulla libertà, sul
      Free Software inteso come software libero e non
      come "Per favore dittatore dammi una free vodka",
      devono aver molto colpito Putin e i russi in
      generale. Etica e libertà sono un po' il loro
      fiore
      all'occhiello.O forse è solo ritorsione http://punto-informatico.it/3051240/PI/News/russia-ecologisti-non-sono-pirati.aspx
    • Uau (TM) scrive:
      Re: Sarà rimasto colpito da Stallman
      - Scritto da: anonimo
      Etica e libertà sono un po' il loro
      fiore
      all'occhiello.Libertà....libertà......Russia!!!!!!!!!Ahahahahahah!!!(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) Questo commento è davvero il più comico che abbia mai letto.Complimenti per la battuta.
      • Darwin scrive:
        Re: Sarà rimasto colpito da Stallman
        - Scritto da: Uau (TM)
        Questo commento è davvero il più comico che abbia
        mai
        letto.
        Complimenti per la battuta.Nono il più comico era quello di ballmer al ces 2010 sui tablet (rotfl) (rotfl)
  • Fai il login o Registrati scrive:
    E soprattutto...
    ...a Putin & friends non va molto a genio l'idea di avere un'infrastruttura informatica basata su codice che non conoscono e viene dalla "concorrenza"!
  • Jacopo Monegato scrive:
    ...
    http://images3.wikia.nocookie.net/__cb20071015155954/nonciclopedia/images/thumb/a/a7/Linux_communist.png/320px-Linux_communist.png
    • Funz scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Jacopo Monegato
      http://images3.wikia.nocookie.net/__cb200710151559Compagni! Iniziamo una bella Grande Guerra Patriottica contro questa gente qua!https://liberalsanity.info/wordpress/wp-content/uploads/2010/09/billgates_nazi.jpg-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2011 17.10-----------------------------------------------------------
      • evolutionai r scrive:
        Re: ...
        Scusa, ma cosa hanno in comune MS e nazi?
        • FinalCut scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: evolutionai r
          Scusa, ma cosa hanno in comune MS e nazi?I metodi... Mr. Ballmer picked up a chair and threw it across the room hitting a table in his office. Mr. Ballmer then said: "Fucking Eric Schmidt is a fucking pussy. I'm going to fucking bury that guy, I have done it before, and I will do it again. I'm going to fucking kill Google." .... Purtroppo è vero, M$ spesso ha sterminato (o tentato) i concorrenti con ogni mezzo lecito ma sopratutto illecito.
        • Funz scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: evolutionai r
          Scusa, ma cosa hanno in comune MS e nazi?E cosa hanno in comune Linux e i comunisti?
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: ...
            è di tutti e di nessuno
          • shevathas scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: evolutionai r

            Scusa, ma cosa hanno in comune MS e nazi?

            E cosa hanno in comune Linux e i comunisti?che chi è pronto a giurare che sia perfetto e che funzioni benissimo è chi non è obbligato ad usarlo.
          • Darwin scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: shevathas
            che chi è pronto a giurare che sia perfetto e che
            funzioni benissimo è chi non è obbligato ad
            usarlo.Non hanno niente in comune.
          • Funz scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: shevathas

            E cosa hanno in comune Linux e i comunisti?

            che chi è pronto a giurare che sia perfetto e che
            funzioni benissimo è chi non è obbligato ad
            usarlo.Mah, io lo uso, e non dico che sia perfetto e funzioni benissimo, ma che è ottimo e funziona bene.Il problema di Linux non dipende da Linux, ma da certe SW house che non scrivono per Linux. Se Valve rilasciasse Steam e certi giochi per Linux, ad esempio, il tempo che passo sulla partizione XP a casa calerebbe drasticamente...
  • zuzzurro scrive:
    Linux sta sparendo..
    Chi era il Macaco che aveva detto questa cosa in un altro post? Come si chiama ? Sad with you occomerazzosichiama?Eh, già.... (rotfl)
    • FDG scrive:
      Re: Linux sta sparendo..
      - Scritto da: zuzzurro
      Chi era il Macaco che aveva detto questa cosa in
      un altro post? Come si chiama ? Sad with you
      occomerazzosichiama?

      Eh, già.... (rotfl)We, il mio portatile è un mac e in ufficio sul desktop ho linux. Che hai da lamentarti tu???? ;)
      • zuzzurro scrive:
        Re: Linux sta sparendo..
        Non ti preoccupare, io non ho niente contro i Mac.Ho molto, molto, molto contro i fanboy (anche detti fUnboy) che metterebbero un sistema a caso (Mac, Windows, Linux) così, perchè a loro piace tanto :DEssendo che in un altro lunghissimo post c'era $mrprevisione e $lidoragioneperchèhalipadpiùlungodelmiochehodatoamionipote, nonchè $legaspaghitraloromanonidiscorsi che facevano 8come al solito) gli intenditori di informatica (tipo quello del Glen Grant... Gianni!), allora vorrei continuare la fantastica discussione alla luce di questo post.PS: in azienda sto per acquistarne due nuovi di MAc, per al grafica. Perdonato ora ;) ?
        • nodo scrive:
          Re: Linux sta sparendo..
          - Scritto da: zuzzurro
          Non ti preoccupare, io non ho niente contro i Mac.
          Ho molto, molto, molto contro i fanboy (anche
          detti fUnboy) che metterebbero un sistema a caso
          (Mac, Windows, Linux) così, perchè a loro piace
          tanto
          :D
          Visto che a tutti e tre i sistemi so far fare quello che mi serve , alla fine é una mera questione soggettiva. Almeno nel mio caso.Pero' a te piace credere che se usi Mac sei un fUnboy, vabbé
          • zuzzurro scrive:
            Re: Linux sta sparendo..
            - Scritto da: nodo
            - Scritto da: zuzzurro

            Non ti preoccupare, io non ho niente contro i
            Mac.

            Ho molto, molto, molto contro i fanboy (anche

            detti fUnboy) che metterebbero un sistema a caso

            (Mac, Windows, Linux) così, perchè a loro piace

            tanto

            :D



            Visto che a tutti e tre i sistemi so far fare
            quello che mi serve , Crysis gira su Mac e Linux?
            alla fine é una mera
            questione soggettiva. Appunto!
            Almeno nel mio
            caso.Uhm... non ti ho mai e dico mai visto prendere posizioni su critiche idiote a prodotti non-Melati...
            Pero' a te piace credere che se usi Mac sei un
            fUnboy,
            vabbéNo, non se lo usi.Se lo veneri.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux sta sparendo..
            - Scritto da: zuzzurro
            Crysis gira su Mac e Linux?Quì ci sono i test fatti. Non so se sono aggiornati all'ultima versione, ma può essere un buon punto di partenza.http://appdb.winehq.org/objectManager.php?sClass=application&iId=5880
          • zuzzurro scrive:
            Re: Linux sta sparendo..
            Ehm... era una battuta :D ---- ;)
        • Ener scrive:
          Re: Linux sta sparendo..
          il leggendario mito che per grafica e musica profffessionale ci vuole un méc altrimenti non sei un vero professionista.
          • Darwin scrive:
            Re: Linux sta sparendo..
            - Scritto da: Ener
            il leggendario mito che per graficagià....
            e musica
            profffessionale ci vuole un méc altrimenti non
            sei un vero
            professionista.purtroppo questo è un pensiero comune...su linux si potrebbe ottenere lo stesso risultato con kernel real-time (ottimo per la produzione musicale) e con software del calibro di Ardour
  • Uau (TM) scrive:
    Bah!
    La Vodka deve aver dato alla testa al nano amico dello psico-nano.Al 99% torneranno indietro, e quell' assolutamente entro diventerà un ci abbiamo provato, abbiamo buttato un sacco di soldi e alla fine ci siamo accorti che i costi sono il triplo, soprattutto quelli di gestione e di manutenzione !Linari salvatevi questo mio commento, tra 4 anni ne riparliamo e l'eco delle mie risate risuonerà fino alle più desolate lande della Siberia!
    • krane scrive:
      Re: Bah!
      - Scritto da: Uau (TM)
      La Vodka deve aver dato alla testa al nano amico
      dello psico-nano.
      Al 99% torneranno indietro, e
      quell' assolutamente entro diventerà
      un ci abbiamo provato, abbiamo buttato un
      sacco di soldi e alla fine ci siamo accorti che i
      costi sono il triplo, soprattutto quelli di
      gestione e di manutenzione !
      Linari salvatevi questo mio commento, tra 4 anni
      ne riparliamo e l'eco delle mie risate risuonerà
      fino alle più desolate lande della Siberia!Ok, segnato, ci sentiamo tra 4 anni.
      • krane scrive:
        Re: Bah!
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Uau (TM)

        La Vodka deve aver dato alla testa al nano amico

        dello psico-nano.

        Al 99% torneranno indietro, e

        quell' assolutamente entro
        diventerà

        un ci abbiamo provato, abbiamo buttato un

        sacco di soldi e alla fine ci siamo accorti che
        i

        costi sono il triplo, soprattutto quelli di

        gestione e di manutenzione !


        Linari salvatevi questo mio commento, tra 4 anni

        ne riparliamo e l'eco delle mie risate risuonerà

        fino alle più desolate lande della Siberia!

        Ok, segnato, ci sentiamo tra 4 anni.Aggiungo anche un appunto in google calendar va'... Gennaio 2015 con invio mail.
        • Uau (TM) scrive:
          Re: Bah!
          - Scritto da: krane

          Aggiungo anche un appunto in google calendar
          va'... Gennaio 2015 con invio
          mail.Bene!Mi piace la precisione ;-)
          • krane scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: krane

            Aggiungo anche un appunto in google calendar

            va'... Gennaio 2015 con invio

            mail.
            Bene!
            Mi piace la precisione ;-)Beh, potrai anche cominciare a ridere...Ma devi ammettere che preciso son preciso ;)
          • Leguleio scrive:
            Re: Bah!
            Non scrivevi più sul forum generale di discussione dal 10 settembre 2014.
          • krane scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: Leguleio
            Non scrivevi più sul forum generale di
            discussione dal 10 settembre 2014.1) Un appuntamento è un appuntamento-2) Ci sono i log per questo, non servono le tue sterili puntualizzazioni.3) E' pure sbagliato visto che qualche post ulteriore c'è stato ma cancellato.4) Sia in tema e contribuisca alla discussione in corso-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2015 12.14-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: Bah!

            3) E' pure sbagliato visto che qualche post
            ulteriore c'è stato ma
            cancellato.E non fatico a capire perché. 8)
          • krane scrive:
            Re: Bah!
            1) Ci ho messo anni a costruirmi la fama del vecchio acido e non la dismetterò certo per te.2) Mi ricordo di un post di 4 anni fa e vuoi che mi sia dimenticato che ti considero un inutile sciacqua discorsi ?- Scritto da: Leguleio

            3) E' pure sbagliato visto che qualche post

            ulteriore c'è stato ma

            cancellato.
            E non fatico a capire perché. 8)3) Mah, non me lo spiego proprio !!!4) E fattela 'na risata.
    • zuzzurro scrive:
      Re: Bah!
      Oh, finalmente un bel fUnboy di Microsoft.Scusami, ma per quanto è brutto sparare sulla croce rossa, per contratto con i Macachi devo dirti che fai veramente ridere i pollastri come tutti gli altri fUnboy :D .
      • Uau (TM) scrive:
        Re: Bah!
        - Scritto da: zuzzurro
        Oh, finalmente un bel fUnboy di Microsoft.
        Scusami, ma per quanto è brutto sparare sulla
        croce rossa, per contratto con i Macachi devo
        dirti che fai veramente ridere i pollastri come
        tutti gli altri fUnboy :D
        .Registrati e segnati il commento: fra 4 anni sarò io a ridere ;-)
        • zuzzurro scrive:
          Re: Bah!
          Poverino!Hai presente quanti PC in Russia? (rotfl)Senza contare che le aziende nel settore si adegueranno!!!In realtà te lo sto dicendo solo perchè rosiki (in quanto fanboy) e per ciò mi diverto (in quanto anche io uso Windows ma non solo).Proviamo con l'ultima opportunità per salvarti: impara ad usare ANCHE linux e sarai salvo!!! nel senso che non sarai più fanboy e potrai parlare finalmente di tante cose interessanti!
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: zuzzurro
            Poverino!
            Hai presente quanti PC in Russia? (rotfl)

            Senza contare che le aziende nel settore si
            adegueranno!!!
            Ahhhhhh proprio com'è sucXXXXX in Svizzera vero?http://www.h-online.com/open/features/A-crash-landing-for-Linux-1082048.htmlE pensare che gestire un piccolissimo cantone è ben più facile che gestire uno stato sterminato come la Russia....Eppure non ce l'hanno fatta e ora passano a Windows 7 ;-)Perché non ce l'hanno fatta? Non è solo colpa di linux che, nonostante la mediocrità, potrebbe anche essere sufficiente per le PA.La colpa è di chi ha gestito il progetto di migrazione: quelli bravi volevano troppo e si superavano i costi di Windows, allora hanno ripiegato sulle scamorze linare (animale tipico che popola la giungla di Punto Informatico) e il fallimento è servito. La Russia farà la stessa fine vedrai.
            In realtà te lo sto dicendo solo perchè rosiki
            (in quanto fanboy) e per ciò mi diverto (in
            quanto anche io uso Windows ma non
            solo).
            Non rosiko per niente, anzi, queste notizie su linux mi fanno solo sorridere (per la pietà ovviamente).
            Proviamo con l'ultima opportunità per salvarti:
            impara ad usare ANCHE linux e sarai salvo!!! nel
            senso che non sarai più fanboy e potrai parlare
            finalmente di tante cose
            interessanti!Lo uso già al lavoro (giusto per gestire qualche connessione NFSv4 che su Win ancora non va) e l'ho usato abbondantemente in passato: tutto tempo perso per il mio lavoro; sviluppare non significa incrociare le dita dopo gli update e sperare che la macchina parta ancora.
          • kralin scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: Uau (TM)

            Lo uso già al lavoro (giusto per gestire qualche
            connessione NFSv4 che su Win ancora non va) e
            l'ho usato abbondantemente in passato: tutto
            tempo perso per il mio lavoro; sviluppare non
            significa incrociare le dita dopo gli update e
            sperare che la macchina parta
            ancora.eh, se devi incrociare le dita, vuol dire che non sei poi così tanto bravo a lavorare che dici?io aggiorno in tutta tranquillità un parco macchine linux, sapendo quello che faccio, e (nota bene) non ho neanche bisogno di riavviare...la russia ha tutt'altra forza econimica e caratura diprogrammatori rispetto ad un cantone svizzero
          • zuzzurro scrive:
            Re: Bah!
            Che figo, guarda, non vedo l'ora che incomincino!
          • maranric scrive:
            Re: Bah!

            la russia ha tutt'altra forza econimica e
            caratura
            di
            programmatori rispetto ad un cantone svizzeroAnche in Germania (che non è proprio piccola come potenza economica) hanno gettato la spugna. L'idea base è chiaramente ottima (slegarsi dal monopolio di M$) ma è IRREALIZZABILE. Non si puo' fare. Tutto qui. E' apprezzabile che qualcuno voglia farsi del male provando ogni tanto a fare le migrazioni..ma è una partita persa in partenza perchè mancano proprio gli strumenti..e non si puo' sperare che un gruppo di programmatori russi riesca a colmare lacune profondissime e mancanza di software dedicato alla PA. Tralasciando i costi enormi per formazione etc, fa figo guardare un pc con linux e openoffice nella PA e urlare al mondo "Io sono libero da Microsoft!!"Dopo l'esultanza pero'...il vuoto. Si capisce subito che la licenza di Windows era già stata pagata (e non è neppure rivendibile)..quindi spianare il pc per mettere Linux non ha portato alcun guadagno. E molto piu' grave : si capisce da subito che le 1000 cose fattibili su windows (gestione cartelle cliniche per un ospedale..o per le carte di identità o anagrafe nei comuni e mille altre cose) non funzionano su Linux..e non esiste NIENTE di simile. I pochi applicativi web su Linux non vanno perchè sono sempre e solo IE7 compliant. Ed ecco che dovendo LAVORARE si ritorna a Windows. SalutiRIC
          • Darwin scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: maranric
            Anche in Germania (che non è proprio piccola come
            potenza economica) hanno gettato la spugna.Sisi come no...
            E' apprezzabile che qualcuno
            voglia farsi del male provando ogni tanto a fare
            le migrazioni..ma è una partita persa in partenza
            perchè mancano proprio gli strumenti..in realtà manca la competenza rosicone...
            puo' sperare che un gruppo di programmatori russi
            riesca a colmare lacune profondissime e mancanza
            di software dedicato alla PA.Mica sono tutti dei teNNici come te :D
            Tralasciando i costi enormi per formazione etc,
            fa figo guardare un pc con linux e openoffice
            nella PA e urlare al mondo "Io sono libero da
            Microsoft!!"In realtà si urla di gioia vista la qualità del prodotto adottato...
            Dopo l'esultanza pero'...il vuoto. Si capisce
            subito che la licenza di Windows era già stata
            pagata (e non è neppure rivendibile)..Esiste il rimborso della licenza...
            quindi
            spianare il pc per mettere Linux non ha portato
            alcun guadagno. E molto piu' grave : si capisce
            da subito che le 1000 cose fattibili su windows
            (gestione cartelle cliniche per un ospedale..o
            per le carte di identità o anagrafe nei comuni e
            mille altre cose) non funzionano su Linux..Ne sei sicuro? Hai prove dell'esclusività di quei software? No? E allora sei solo un trollone...
            e non
            esiste NIENTE di simile. Porti qualche documento a sostegno della tesi?
            I pochi applicativi web
            su Linux non vanno perchè sono sempre e solo IE7
            compliant.
            Ed ecco che dovendo LAVORARE si
            ritorna a Windows.Veramente si migra a Linux per lavorare.
            Saluti
            RICAppunto...vai vai..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2011 18.52-----------------------------------------------------------
          • zuzzurro scrive:
            Re: Bah!
            A parte le razzate sopra (la Russia al momento non è la Svizzera e se una cosa si deve fare stai certo che si farà :D), mi preoccupa questo:
            Lo uso già al lavoro (giusto per gestire qualche
            connessione NFSv4 che su Win ancora non va) e
            l'ho usato abbondantemente in passato: tutto
            tempo perso per il mio lavoro; Che è l'ammaestratore di conigli magici suppongo (rotfl)
            sviluppare non
            significa incrociare le dita dopo gli update e
            sperare che la macchina parta
            ancora.No, aspetta... gli ammaestratori di conigli magici di solito almeno schissare un tasto lo sanno fare... tu mi sa che sei un programmatore doNOT (se sapessi in cosa sto programmando io adesso verrebbe da ridere anche a te :D :D :D )!!!
          • Flavio scrive:
            Re: Bah!
            Infatti. Visto che mi dici questo perchè quando aggiorno 2 server (non cacchiate) windows 2003 in modo automatico mi si inchiodano sistematicamente dopo il riavvio per il termine dell'installazione e non rendono i dati accessibili ai client? Questo non è aggiornare e incrociare le dita? No, è sapere già che quelle 2 macchine NON funzionano dopo aver fatto gli aggiornamenti. Tocca riavviarli nuovamente a manina e verificare che funzionino. Ah, ho contattato Microsoft e mi ha detto: "...succede delle volte..."Grazie!
          • Darwin scrive:
            Re: Bah!
            Non ti sa rispondere, perchè lui configura server solo se hanno Windows Aero attivo e se la configurazione comporta tre click click (rotfl) (rotfl)
          • FDG scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: Uau (TM)
            Non rosiko per niente, anzi, queste notizie su
            linux mi fanno solo sorridere (per la pietà
            ovviamente).Eppure ci tieni tanto a scrivere i tuoi commenti...
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: FDG
            Eppure ci tieni tanto a scrivere i tuoi
            commenti... :-o
          • zuzzurro scrive:
            Re: Bah!
            Eh già bello!Guarda che sono io ad avere incominciato il flame! Merito io una risposta!!!Dimmi te se devi fare così :D
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: zuzzurro
            Eh già bello!
            Guarda che sono io ad avere incominciato il
            flame! Merito io una
            risposta!!!
            Dimmi te se devi fare così :DAppena finisco con il coniglio vediamo ;-)
          • zuzzurro scrive:
            Re: Bah!
            Ah ma allora mi hai letto ;)Però se non ti arrabbi finisce il divertimento :DDevi assolutamente imparare dai Macachi.
          • FDG scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: FDG

            Eppure ci tieni tanto a scrivere i tuoi

            commenti...

            :-oSi, annoiati pure... tieniti stretta quella XXXXX di wincess va...(troll)
          • collione scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: FDG
            Si, annoiati pure... tieniti stretta quella XXXXX
            di wincess
            va...

            (troll)e direi che il termine ci sta proprio a pannello visto che ieri ballmer era al CES :D
          • Darwin scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: collione
            e direi che il termine ci sta proprio a pannello
            visto che ieri ballmer era al CES
            :DIl suo habitat naturale (rotfl)[img]http://italyanker.files.wordpress.com/2007/10/designed_for_windows_xp.jpg?w=286&h=400[/img]Tant'è che ora esiste anche l'applicazionehttp://code.google.com/p/ruda/downloads/detail?name=wc.exe&can=2&q=Ovviamente Windows only (rotfl) (rotfl)
          • vampirla scrive:
            Re: Bah!

            Ahhhhhh proprio com'è sucXXXXX in Svizzera vero?
            http://www.h-online.com/open/features/A-crash-land
            Beh, pero' se pubblichi un link che sostiene la tua tesi dovresti anche leggerlo, prima. Tanto per esserne sicuri!
          • collione scrive:
            Re: Bah!
            ovviamente in pieno stile dovellesco si posta solo quello che convieneti ricordi quando tu ed altri andavate in giro a diffondere la panzana circa il flop di linux in Germania? ebbene era una balla colossale http://www.h-online.com/open/news/item/LiMux-project-management-We-were-naive-958824.htmle come puoi ben vedere alla fine si legge "Since the end of last year, test runs have, says Schießl, shown that the Linux client can be fully integrated into these heterogeneous environments. According to Schießl, the pilot projects have been successfully concluded."altro caso emblematico http://www.osor.eu/news/fr-car-manufacturer-peugeot-citroen-migrates-toperchè mai linux dovrebbe fallire in Russia se non ha fallito in Germania?faccio notare che la Russia ha i migliori programmatori, tecnici e ingegneri informatici del mondo
          • maranric scrive:
            Re: Bah!

            Germania? ebbene era una balla colossale
            http://www.h-online.com/open/news/item/LiMux-proje
            According to Schießl, the pilot projects have
            been successfully
            concluded."Ehm...forse non sai l'inglese..oppure non sai leggere fino in fondo :A total of 3,000 computers are running open source softwareAmmesso che questi 3mila computer usino TUTTO open source software (anche un pc con windows e open office è un pc che usa open source software), sono 3mila su 15mila. E' il 20 %. Quindi l'80 % usa ancora Windows. Se per te questo è un SUCXXXXX a distanza di 7 anni dall'inizio del progetto beh...allora non solo sei di parte, non sai neppure essere obiettivo.
          • Darwin scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: maranric
            Ehm...forse non sai l'inglese..oppure non sai
            leggere fino in fondo
            :
            A total of 3,000 computers are running open
            source
            software
            Ammesso che questi 3mila computer usino TUTTO
            open source software (anche un pc con windows e
            open office è un pc che usa open source
            software), sono 3mila su 15mila. E' il 20 %.
            Quindi l'80 % usa ancora Windows. Se per te
            questo è un SUCXXXXX a distanza di 7 anni
            dall'inizio del progetto beh...allora non solo
            sei di parte, non sai neppure essere
            obiettivo.la migrazione continua rosicone...[img]http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRFC8FXnnk9KxELmOqapjgpIXqP9a4Np_6K0JueUBi-ydp76c5-[/img]
          • paradox scrive:
            Re: Bah!
            Già, Linux è un sistema operativo tanto mediocre da far girare il 95% dei supercomputer più potenti del mondo! Vedi il sito http://top500.org/.
          • Darwin scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: paradox
            Già, Linux è un sistema operativo tanto mediocre
            da far girare il 95% dei supercomputer più
            potenti del mondo! Vedi il sito
            http://top500.org/.Dai non essere duro con lui.....lui pensava che girassero con Windows Server (rotfl) (rotfl)
    • Star scrive:
      Re: Bah!
      Fra 4 anni potrebbero averti già assunto nello staff di Zelig o Colorado :D
      • zuzzurro scrive:
        Re: Bah!
        LOL :D!Guarda gaspare è scappato lo assumo io! :DPerò la mia spalla deve saper almeno usare due sistemi operativi (vabbè, dai, almeno fare gli aggiornamenti)
        • nodo scrive:
          Re: Bah!
          - Scritto da: zuzzurro
          Però la mia spalla deve saper almeno usare due
          sistemi operativi (vabbè, dai, almeno fare gli
          aggiornamenti)Per poter colmare le tue lacune ? Col piffero ti arrangi :D
      • maranric scrive:
        Re: Bah!
        - Scritto da: Star
        Fra 4 anni potrebbero averti già assunto nello
        staff di Zelig o Colorado
        :D...e invece ha proprio ragione lui. Nessuno è riuscito ad effettuare una migrazione completa a Linux..e tutti i tentativi sono falliti miseramente con un dietro front vergognoso. Non è prevedibile nel breve termine una migrazione di questo tipo semplicemente perchè non esistono software open che riescano a fare quello che fanno attualmente quelli a pagamento. Fine della discussione. Chi dice il contrario parla per utopie o per leggende metropolitane, chi lavora nella P.A. non puo' far altro che accettare questa realtà.
        • Darwin scrive:
          Re: Bah!
          - Scritto da: maranric
          ...e invece ha proprio ragione lui. Nessuno è
          riuscito ad effettuare una migrazione completa a
          Linux..e tutti i tentativi sono falliti
          miseramente con un dietro front vergognoso. Non è
          prevedibile nel breve termine una migrazione di
          questo tipo semplicemente perchè non esistono
          software open che riescano a fare quello che
          fanno attualmente quelli a pagamento. Fine della
          discussione. Chi dice il contrario parla per
          utopie o per leggende metropolitane, chi lavora
          nella P.A. non puo' far altro che accettare
          questa
          realtà.Continua a sognare...
    • heheheh scrive:
      Re: Bah!
      - Scritto da: Uau (TM)
      La Vodka deve aver dato alla testa al nano amico
      dello
      psico-nano.
      Al 99% torneranno indietro, e
      quell' assolutamente entro diventerà
      un ci abbiamo provato, abbiamo buttato un
      sacco di soldi e alla fine ci siamo accorti che i
      costi sono il triplo, soprattutto quelli di
      gestione e di manutenzione
      !

      Linari salvatevi questo mio commento, tra 4 anni
      ne riparliamo e l'eco delle mie risate risuonerà
      fino alle più desolate lande della
      Siberia!Nel 2015 Ballmerd sarà attaccato al risciò (al posto dell'asino) di qualche mafioso della Triade, padrone dell'azienda che ora amministra, per portarlo a spasso per le strade di Shanghai.Altro che tornare a Winzozz.
    • Ubunto scrive:
      Re: Bah!
      - Scritto da: Uau (TM)
      La Vodka deve aver dato alla testa al nano amico
      dello
      psico-nano.
      Al 99% torneranno indietro, e
      quell' assolutamente entro diventerà
      un ci abbiamo provato, abbiamo buttato un
      sacco di soldi e alla fine ci siamo accorti che i
      costi sono il triplo, soprattutto quelli di
      gestione e di manutenzione
      !

      Linari salvatevi questo mio commento, tra 4 anni
      ne riparliamo e l'eco delle mie risate risuonerà
      fino alle più desolate lande della
      Siberia!Tu veramente non sai di cosa parli.Ma hai mai lavorato con programmatori russi / est-europei?Io sì, e la competenza di questa gente è veramente elevata, alcune mie conoscenze sono state contattate direttamente da Microsoft per i risultati *strabilianti* ottenuti con le loro stesse teconologie.Non ti parlo di gente che ha imparato "il suo" facendo "click qui e li", ma persone che veramente si fanno le ossa sul codice.Non è una questione di linux o windows (li usano entrambi), sono proprio dei nerd da medaglia d'oro alle olimpiadi.L'adozione di linux nelle scuole, nelle PA e presso la società più in generale non può che incrementare il numero di addetti con elevate capacità e competenze. Da un punto di vista russo è una scelta strategica, non una scelta di comodo, per affrancarsi da un dominio tecnologico che attualmente reca la targa USA.
      • ... scrive:
        Re: Bah!
        Sulla competenza degli informatici russi nulla da dire. Tutto vero.In ogni caso non sarà una passeggiata questo è poco ma sicuro.Sono curioso di vedere come andrà a finire. Sarebbe interessante che PI seguisse la cosa da vicino.Nel frattempo gli auguro di fare un buon lavoro.
      • vampirla scrive:
        Re: Bah!
        Tutto bello.Pero'... ecco, il sottoscritto, (sara' perche' sono un po' vamXXXXX) non e' molto interessato a nulla del genere: sono piu' interessato a portare quattro soldi a casa. Sai com'e'... tengo famiglia.Al di la' di tutte queste battaglie (ingrassare MS? Software libero?) la mia domanda e': quale soluzione mi da' la probabilita' di portare a casa i soldini anche in futuro?Gates&Ballmer li hanno gia' portati a casa. Mi accontento di meno, ma mi servono: chi ha una risposta/previsione?
        • max scrive:
          Re: Bah!
          probabilmente la previsione più accertata è:cambia lavoro, perché all' informatico gli rimangono solo 2 giorni di vita.io l'ho già fattociaoMaX
          • maranric scrive:
            Re: Bah!

            io l'ho già fattocosa? cambiato lavoro?
          • sky is the limit scrive:
            Re: Bah!
            - Scritto da: maranric

            io l'ho già fatto

            cosa? cambiato lavoro?si. È quello che dovresti fare anche te...
      • Mattia scrive:
        Re: Bah!

        Non ti parlo di gente che ha imparato "il suo"
        facendo "click qui e li", ma persone che
        veramente si fanno le ossa sul
        codice.
        Non è una questione di linux o windows (li usano
        entrambi), sono proprio dei nerd da medaglia
        d'oro alle
        olimpiadi.
        Infatti, sta tutto lì se non impari sbattendo ore e ore sui codici, anche se diventi un nerd e quindi fuori moda: rimani un "utonto" con il titolo di "informatico".
Chiudi i commenti