L'inaccessibile conto online su Poste.it

Un altro lettore cerca di utilizzare il servizio online ma, ahilui!, la vecchia registrazione sul sito, avvenuta anni fa, blocca tutto. Non è il primo caso


Roma – Buongiorno, volevo segnalare un disservizio del Banco Posta Online. Circa 3 settimane fa ho aperto un Conto Banco Posta richiedendo contestualmente l’apertura del servizio Bancoposta online. Sapevo già che ci sarebbero stati dei problemi in quanto qualche anno fa mi ero già registrato sul sito ma non mi ricordavo più username e password.

A questo punto ho chiamato il numero verde 803160 e:

la prima chiamata si è risolta con l’apertura di una pratica da parte dell’assistenza tecnica che mi avrebbe inviato un telegramma (entro 2 giorni lavorativi) con il codice di attivazione del conto, con il quale avrei dovuto richiamare per risolvere il problema.

Ho fatto trascorrere i 2 giorni indicati ma del telegramma niente… allora ho richiamato il numero verde e mi è stato detto che la pratica è stata chiusa…a questo punto richiedo l’apertura di una nuova pratica.. il giorno successivo arriva il telegramma….

Felice come una pasqua chiamo e mi dicono che l’assistenza tecnica mi contatterà per la risoluzione del caso.. Ma come mai una collega in precedenza mi aveva detto tutt’altro?

Ormai sono trascorse 3 settimane e a fronte anche di 3 solleciti via mail non ho ancora ricevuto risposta.

Grazie per l’ascolto
Andrea B.

Gentile Andrea
La tua non è purtroppo la prima segnalazione del genere che arriva PI: a me è capitato di rinunciare in toto al conto Banco Posta dopo aver realizzato che Poste Italiane non era in grado di darmi dei tempi di risoluzione del problema. Anch’io come te non ricordo la password utilizzata per registrarmi al sito molti anni fa.
Di pratiche di “guasto” me ne hanno aperte tre, dopodiché ho inviato una richiesta-diffida di cancellazione dai loro archivi di tutti i miei dati in loro possesso appellandomi alla normativa sulla privacy. Posso dirti che correttamente non mi hanno fatto pagare quei 7 euro che non so bene perché si erano “accumulati” nel periodo intercorso tra apertura del conto e tentativo di utilizzo dello stesso via Internet.
Non è la prima segnalazione del genere , difficile dire in quanti siamo in questa situazione. Confidiamo in un interessamento di Poste?
Ciao! Paolo De Andreis

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Bastard Inside scrive:
    Recentemente, in Belgio...
    ...una TV non s'è andata a inventare (insomma, inventare, ci stanno andando vicino...) la secessione dei Fiamminghi?Eppure non mi sembra che abbiano arrestato nessuno, una democrazia non teme la satira.Se poi davvero lo hanno fatto per compiacere la Cina, quale sarà il prossimo passo? Negare l'asilo ai dissidenti che riescono a fuggire e consegnarli ai loro aguzzini?Disgustorama.
  • Orson Welles scrive:
    il bigbrother non ha senso dello humour
    L'impatto di una simile bufala non è manco lontanamente comparabile a quello scatenato da Orson Welles, che nel 1938 impanicò la gente con una radiocronaca dello sbarco alieno, cfr. http://www.instoria.it/home/guerra_mondi.htm..ciònonostante, a riprova che i tempi sono alquanto cambiati (e, sai che novità, per il peggio), c'è questa pronta reazione allo psicocrimine orwelliano di un burlone.D'altronde, quando sbarchi negli USA, ti domandano se intendi fare degli attentati - e se rispondi di sì, non solo non apprezzano l'ironia: è che proprio non la concepiscono. Come macchine idiote (genio chi definì il computer come "il cretino più veloce del mondo") non sanno stare allo scherzo e vedono minacce ovunque, reagendo di conseguenza.Si raccomanda di ripassare il film "WarGames", quello del sistema di difesa computerizzato che scambia una simulazione con la realtà - ma le testate nucleari che sta per lanciare in risposta a un attacco insussistente, sono vere eccome...e anche una riletturina veloce-veloce di "1984" non farebbe male, considerando quanto rapidamente va progredendo in tutto il mondo la censura di internet - alla faccia della millantata libertà di pensiero che starebbe a fondamento di tutte le democrazie, anche quelle esportate a suon di bombardamenti su civili inermi.
  • Anonimo scrive:
    non abbiamo elementi per giudicare...
    La notizia è senz'altro interessante. Giusto metterla in Punto Informatico visto che si toccano temi legati ai media digitali, siti, link eccetera.Altro è capirci qualcosa in una cultura così distante e con complesse dinamiche sociali che non conosciamo affatto.Inoltre vi si inserisce anche il rapporto tra Giappone e un'altra cultura altrettanto complessa (la Cina).Se avessero pubblicato in italia un finto sito della Repubblica che annuncia qualcosa di simile come l'avremmo presa?A voi uno sforzo di fantasia.Possibili titoli scandalosi:"L'Austria tenta di ripendersi Bressanone""La Slovenia invade la valle dell'Isonzo""Nizza finalmente redenta""Aerei leghisti atterrano a Fiume e riconquistano l'Istria al grido
    "Ma mi pare che ormai gli scandali di casa nostra riguardano soltanto tronchetti della felicità che si pappano le nostre infrastrutture, leggi salva-qualcuno, campagne elettorali che durano 5 anni meno un giorno...
  • Anonimo scrive:
    ma non è satira!
    la satira è un conto, la fabbricazione di notizie dannose e lo spoofing di un sito ne è un altro....anzi, sinceramente questo episodio è molto inquietante :| visto che i rapporti tra cina e giappone sono ben lontani dall'essere rosei...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non è satira!
      cos'e' satira lo decidi tu ?e i falsi quotidiani con scritto "tognazzi capo delle br" con cui mezza italia sghignazzava negli anni 70?e' il contesto che fa la differenza: falsi quotidiani allegati a un periodico satirico e' diverso da falsi quotidiani distribuiti nelle edicole, se poi ci fa ridere o meno dipende dal nostro senso dell'umorismo
      la satira è un conto, la fabbricazione di notizie
      dannose e lo spoofing di un sito ne è un
      altro....se le notizie dannose e fabbricate dovessero essere punite, la maggioranza dei giornalisti propriamente detti dovrebbe essere in galerainoltre non credo si possa parlare di spoofing se l'url e' diversasai che qualche anno fa in giappone una teenager che aveva fatto una fanzine satirica di un manga e' stata tenuta 2 settimane in galera in una citta' distante ?
      • NSA scrive:
        Re: ma non è satira!
        Inoltre sai cosa hanno combinato al mitico bobby fischer in giappone?Il giappone è un paese corrotto al piu alto grado.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma non è satira!
          Ovvero?
        • Anonimo scrive:
          Re: ma non è satira!
          - Scritto da: NSA
          Inoltre sai cosa hanno combinato al mitico bobby
          fischer in giappone?Il passaporto era stato invalidato dalle autorita' USA e all'aeroporto lo hanno fermato e arrestato.
          Il giappone è un paese corrotto al piu alto grado.Perche' fermano le persone con i passaporti invalidati?Sembrerebbe invece che siano fin troppo ligi da questo episodio, insomma vabbe che ti sta simpatico Fischer, ma se lo deduci da questo, deliri.
  • Anonimo scrive:
    beh, procurato allarme...
    in fondo c'e' da capirli
    • Anonimo scrive:
      Re: beh, procurato allarme...
      scarso senso dell'umorismomagari poi capita davveroo adirittura senza volerlo così facendo ha mandato all'aria un reale piano d'invasione cinese
    • Anonimo scrive:
      Re: beh, procurato allarme...
      - Scritto da: Anonimo
      in fondo c'e' da capirliBisognerebbe vedere la pagina come era fatta e il testo quale era esattamente.Comunque in Italia con procurato allarme se sei incensurato non vai in galera. Al massimo quando finisce il processo (se non va in prescrizione) sei condannato con sospensione della pena.
      • avvelenato scrive:
        Re: beh, procurato allarme...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        in fondo c'e' da capirli

        Bisognerebbe vedere la pagina come era fatta e il
        testo quale era esattamente.
        Comunque in Italia con procurato allarme se sei
        incensurato non vai in galera.
        Al massimo quando finisce il processo (se non va
        in prescrizione) sei condannato con sospensione
        della pena.sì comunque una ramanza gli sta bene. Non è certo la stessa cosa che diffondere in giro la notizia dello sbarco degli alieni.
        • Anonimo scrive:
          Re: beh, procurato allarme...
          - Scritto da: avvelenato

          sì comunque una ramanza gli sta bene. Non è certo
          la stessa cosa che diffondere in giro la notizia
          dello sbarco degli alieni.Eh, sì! Se parli dello sbarco degli alieni e riesci a farti credere sei un grande regista, ma se inventi una notizia più credibile ti mettono in prigione.
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...

            Eh, sì! Se parli dello sbarco degli alieni e
            riesci a farti credere sei un grande registaParagone insulso.Nessuno si e' convinto di sbarchi alieni da finzioni cinematografiche (nessuno sano di mente).I registi sono grandi per la realizzazione filmica, non perche' persuadono il prossimo che ci siano veri alieni.
            ma
            se inventi una notizia più credibile ti mettono
            in prigione.Se inventi una notizia credibile, hai creato una cosa diversa da una finzione cinematografica. Spacci per vero qualcosa, che puo' avere ripercussioni molto forti, invece il regista non lo fa, racconta verisimilmente una storia palesemente finta.La differenza e' abissale.Se poi la notizia credibile che spacci per vera, casca male, come in questo caso che rompe le palle a un governo severo che ha un vicino molto incazzevole, possono avvenire sgradevoli conseguenze.Ecco perche' Spielberg e molti altri registi non sono in prigione.
          • plus scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: Anonimo

            Eh, sì! Se parli dello sbarco degli alieni e

            riesci a farti credere sei un grande regista

            Paragone insulso.
            Nessuno si e' convinto di sbarchi alieni da
            finzioni cinematografiche (nessuno sano di
            mente).
            I registi sono grandi per la realizzazione
            filmica, non perche' persuadono il prossimo che
            ci siano veri alieni.Ok, allora vatti a rivedere la storia di "La guerra dei mondi" e poi ne riparliamo (parlo chiaramente della trasmissione radiofonica degli anni 50).

            ma

            se inventi una notizia più credibile ti mettono

            in prigione.

            Se inventi una notizia credibile, hai creato una
            cosa diversa da una finzione cinematografica.
            Spacci per vero qualcosa, che puo' avere
            ripercussioni molto forti, invece il regista non
            lo fa, racconta verisimilmente una storia
            palesemente finta.
            La differenza e' abissale.
            Se poi la notizia credibile che spacci per vera,
            casca male, come in questo caso che rompe le
            palle a un governo severo che ha un vicino molto
            incazzevole, possono avvenire sgradevoli
            conseguenze.
            Ecco perche' Spielberg e molti altri registi non
            sono in prigione.
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: plus

            - Scritto da: Anonimo


            Eh, sì! Se parli dello sbarco degli alieni e


            riesci a farti credere sei un grande regista



            Paragone insulso.

            Nessuno si e' convinto di sbarchi alieni da

            finzioni cinematografiche (nessuno sano di

            mente).

            I registi sono grandi per la realizzazione

            filmica, non perche' persuadono il prossimo che

            ci siano veri alieni.

            Ok, allora vatti a rivedere la storia di "La
            guerra dei mondi" e poi ne riparliamo (parlo
            chiaramente della trasmissione radiofonica degli
            anni 50).Ah be se per questo ci sono idioti che convincono altri idioti in merito agli alieni, accade continuamente.Ma io parlo del cinema, e saprai pur che cos'e'.E tu mi citi un caso di cronaca radiofonica, nato per giunta come trasmissione in formato di cronaca giornalistica, trasmessa via radio in un epoca in cui la radio era ancora un capisaldo delle comunicazioni e il pubbico assai poco smaliziato sulla fantasicenza!Mi pare proprio che vai a cercare un caso limite, ben lontano dal cinema - anche di quello molto anteriore agli anni '50 - che il pubblico cerca e va a vedere per godersi la finzione scenica.
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: Anonimo
            Paragone insulso.
            Scemenze.Senta, Lei, Uomo Senza Memoria, si è già dimenticato cosa fece Orson Welles con il suo adattamento radiofonico della "Guerra dei Mondi"?Legga qui:http://it.wikipedia.org/wiki/La_guerra_dei_mondi_(radio) Non mi pare che fu accusato di alcunchè ed incarcerato.Ora come la mettiamo?Saluti,byUlix
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: Anonimo


            http://it.wikipedia.org/wiki/La_guerra_dei_mondi_(Scusate il link spezzato, quello corretto è:http://it.wikipedia.org/wiki/La_guerra_dei_mondi_(radio) Saluti, byUlix
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: Anonimo


            Niente da fare, il browser non collabora oggi...copiate ed incollate il link aggiungendo la parentesi chiusa alla fine :) Saluti, by Ulix
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...

            Senta, Lei, Uomo Senza Memoria, si è già
            dimenticato cosa fece Orson Welles con il suo
            adattamento radiofonico della "Guerra dei Mondi"?Senta Lei Essere Incapace di Leggere, ha forse colto che il confronto era tra alieni nel cinema e notizie spacciate per vere? Welles fece un radioraccondo in formato cronaca, e allora che c'entra?Io parlo di cinema, che la gente si guarda e si gode per la finzione, e te di trasmissioni radiofoniche fatte in formato di cronaca giornalistica, finzione uguale, ma pubblico, strumento ed approccio nettamente diverso.Tanto per capire: lei sa cos'e'il cinema? Ci va? E quando ci va, si inganna? Crede agli alieni dopo i film di fantascienza?Rispondo io, no, non si inganna.E non perche' gli ET dei film sono gommosi o fatti troppo bene al computer "che si vede", ma perche' lei e' li per godersi lo spettacolo, e lei SA che e' uno spettacolo.Per cui confrontare un regista con uno che crea una notizia fasulla verisimile, e' come magiare sterco perche' ha il colore di cioccolata.A ognuno i suoi gusti.
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: Anonimo

            Senta Lei Essere Incapace di Leggere, ha forse
            colto che il confronto era tra alieni nel cinema
            e notizie spacciate per vere? Quale parte di "la notizia non parlava di finzione cinematografica". non Le è chiara, Essere Ignobile Indegno di Una Risposta?

            Welles fece un radioraccondo in formato cronaca,
            e allora che c'entra?C'entra si, fece scoppiare il panico.Fu procurato allarme.
            Io parlo di cinema, che la gente si guarda e si
            gode per la finzione, e te di trasmissioni
            radiofoniche fatte in formato di cronaca
            giornalistica, finzione uguale, ma pubblico,
            strumento ed approccio nettamente diverso.
            Lei dice scemenze.E' diverso.Si sta arrampicando sugli specchi.(la notizia parlava di cinema o "procurato allarme" come si diceva in altri post?)
            Tanto per capire: lei sa cos'e'il cinema? Ci va?
            E quando ci va, si inganna? Crede agli alieni
            dopo i film di fantascienza?Dati i precedenti Lei è fermo al paleolitico quindi si, lo so meglio di Lei cosa è il cinema.
            Rispondo io, no, non si inganna.Non si affanni.Dice troppe scemenze solo rispondendo per sè,perchè prendersi la briga di rispondere anche per altri?
            E non perche' gli ET dei film sono gommosi o
            fatti troppo bene al computer "che si vede", ma
            perche' lei e' li per godersi lo spettacolo, e
            lei SA che e' uno spettacolo.Ripeto: Quale parte di "la notizia non parlava di finzione cinematografica". non Le è chiara?
            Per cui confrontare un regista con uno che crea
            una notizia fasulla verisimile, e' come magiare
            sterco perche' ha il colore di cioccolata.
            A ognuno i suoi gusti.Ripeto per la terza volta:Quale parte di "la notizia non parlava di finzione cinematografica". non Le è chiara?E non risponda "Ma io parlavo di cinema" perchè è OT e non c'entra un mazza.Dimenticavo: dubito che Lei abbia mai visitato un cinema degno di questo nome.Saluti,byUlix
          • AnyFile scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: Anonimo

            Eh, sì! Se parli dello sbarco degli alieni e

            riesci a farti credere sei un grande regista

            Paragone insulso.
            Nessuno si e' convinto di sbarchi alieni da
            finzioni cinematografiche (nessuno sano di
            mente).Mi sa che parli senza sapere le cose.Ovviamente immagino che tu non c'eri quando Orwel ha trasmesso alla radio l'Invasione del mondo da parte dei marziani, ma forse ne hai sentito parlare.Migliaia di persone (e forse miglioni) si sono riversate in strada disperate.
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: AnyFile

            - Scritto da: Anonimo


            Eh, sì! Se parli dello sbarco degli alieni e


            riesci a farti credere sei un grande regista



            Paragone insulso.

            Nessuno si e' convinto di sbarchi alieni da

            finzioni cinematografiche (nessuno sano di

            mente).

            Mi sa che parli senza sapere le cose.

            Ovviamente immagino che tu non c'eri quando Orwel
            ha trasmesso alla radio l'Invasione del mondo da
            parte dei marziani, ma forse ne hai sentito
            parlare.Oh che noia di questi sciocchi, e siamo a tre.Non ti rispondo, leggiti le altre risposte.Ti chiedo solo questo.Dei milioni e milioni (non "miglioni") di libri, film e programmi TV di fantascienza, quanti ti hanno convinto dell'esistenza degli alieni?Tanto per capire se comprendi cosa sia la finzione - che tale e', e non persuade - che ti vai specificatamente a cercare nel cinema.
          • avvelenato scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: AnyFile



            - Scritto da: Anonimo



            Eh, sì! Se parli dello sbarco degli alieni e



            riesci a farti credere sei un grande regista





            Paragone insulso.


            Nessuno si e' convinto di sbarchi alieni da


            finzioni cinematografiche (nessuno sano di


            mente).



            Mi sa che parli senza sapere le cose.



            Ovviamente immagino che tu non c'eri quando
            Orwel

            ha trasmesso alla radio l'Invasione del mondo da

            parte dei marziani, ma forse ne hai sentito

            parlare.

            Oh che noia di questi sciocchi, e siamo a tre.
            Non ti rispondo, leggiti le altre risposte.
            Ti chiedo solo questo.
            Dei milioni e milioni (non "miglioni") di libri,
            film e programmi TV di fantascienza, quanti ti
            hanno convinto dell'esistenza degli alieni?
            Tanto per capire se comprendi cosa sia la
            finzione - che tale e', e non persuade - che ti
            vai specificatamente a cercare nel cinema.sì ma non stavamo parlando di quello. non pisciare fuori dal vaso, parlavamo di "procurato allarme". Non di cinema.
          • AnyFile scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: AnyFile





            - Scritto da: Anonimo




            Eh, sì! Se parli dello sbarco degli
            alieni e




            riesci a farti credere sei un grande
            regista







            Paragone insulso.



            Nessuno si e' convinto di sbarchi alieni da



            finzioni cinematografiche (nessuno sano di



            mente).





            Mi sa che parli senza sapere le cose.





            Ovviamente immagino che tu non c'eri quando

            Orwel


            ha trasmesso alla radio l'Invasione del mondo
            da


            parte dei marziani, ma forse ne hai sentito


            parlare.



            Oh che noia di questi sciocchi, e siamo a tre.

            Non ti rispondo, leggiti le altre risposte.

            Ti chiedo solo questo.

            Dei milioni e milioni (non "miglioni") di libri,

            film e programmi TV di fantascienza, quanti ti

            hanno convinto dell'esistenza degli alieni?

            Tanto per capire se comprendi cosa sia la

            finzione - che tale e', e non persuade - che ti

            vai specificatamente a cercare nel cinema.


            sì ma non stavamo parlando di quello.
            non pisciare fuori dal vaso, parlavamo di
            "procurato allarme". Non di cinema.gia' perche' Orwell ha fatto finta (come chi ha pubblicato la notizia) che la notizia fosse vera ... al cinema e nei libri di fantascenza questa cosa non e' stata fatta.
          • Anonimo scrive:
            Re: beh, procurato allarme...
            - Scritto da: avvelenato
            sì ma non stavamo parlando di quello.
            non pisciare fuori dal vaso, parlavamo di
            "procurato allarme". Non di cinema.Ah no? Io stavo rispondendo alle critiche mosse alle mie osservazioni su questo paragone:
            Eh, sì! Se parli dello sbarco degli alieni e
            riesci a farti credere sei un grande registaE sono seguite considerazioni su Orwell, la differenza tra quello che ha fatto lui e quello che avviene al cinema, diversi tipi di finzioni.Che e' quella faccia? Si capisco, hai scoperto che mentre badavi dove pisciano gli altri, ti sei bagnato i calzoni, come un pargoletto.
    • Anonimo scrive:
      Re: beh, procurato allarme...
      appunto, che e' ben diverso da "pirateria informatica" di cui e' stato accusato
Chiudi i commenti