L'incidente del coccodrillo

Prima della morte del Pontefice molti hanno avuto modo di leggere in rete la notizia della sua morte. Errore veniale?
Prima della morte del Pontefice molti hanno avuto modo di leggere in rete la notizia della sua morte. Errore veniale?


Roma – Era il 22 aprile del 2002 quando un celebre servizio di informazione americano, lo Scripps Howard News Service, rese accessibile online una pagina con la notizia della morte dell’ex presidente americano Ronald Reagan, deceduto invece due anni più tardi. Ieri un errore simile è toccato ad AdnKronos : la pubblicazione online di una notizia ferale come l’annuncio della morte del Pontefice è stata data prima che ciò accadesse davvero.

A darne notizia sono numerosi lettori di Punto Informatico che hanno scritto in redazione raccontando l’accaduto e la sorpresa. In pratica, accedendo al sito di Google News , e inserendo “Papa” come keyword di ricerca, veniva restituita come prima notizia l’annuncio “Il Papa è morto”. Ma a quell’ora, parliamo del pomeriggio, il Pontefice era ancora vivo.

“Sono le 18.45 circa, torno a casa dal lavoro – scrive F. – mi connetto a internet e cerco informazioni sullo stato di salute del Papa.. apro il fido Google, digito Papa, do invio e leggo la triste notizia, ma non vedo riferimenti precisi all’ora.. penso di andare sulla pagina principale, digito www.adnkronos.com e con stupore vedo che sulla homepage non viene citata la notizia, soltanto che Navarro ne comunica la gravità della situazione..”

Inutile dire che a qualche ora dalla sua pubblicazione l’articolo è stato rimosso dalla stessa AdnKronos, un errore veniale dovuto a qualche clic di troppo che ha già tradito più volte importanti agenzie di mezzo mondo. Da segnalare, invece, che il decesso di Giovanni Paolo II è stato comunicato ai reporter via SMS ed e-mail, due tecnologie che hanno consentito di diffondere immediatamente la triste ma attesa notizia.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 04 2005
Link copiato negli appunti