L'indagine TLC dell'Autorità TLC

Qual è la situazione del mercato dell'accesso ad internet? Quali sono le nuove problematiche? L'Autorità lo chiede a chiunque voglia dirglielo


Napoli – Qualcuno ha qualcosa da dire in merito all’attuale situazione del mercato dell’accesso ad internet, al ruolo e al comportamento degli operatori internet? Parli ora o taccia per sempre. Con questa battuta è possibile sintetizzare il senso della raccolta informazioni che l’ Autorità TLC intende concludere entro maggio per intervenire sul mercato dell’accesso italiano.

La nuova consultazione pubblica dell’Autorità TLC, che ricorre a questo importante strumento di raccolta-dati con una crescente frequenza, mira a fare il quadro della situazione dell’accesso prima dell’aggiornamento delle liste degli operatori “aventi significativo potere di mercato sul mercato dell’accesso ad internet”.

Ai sensi della legge sulla disciplina dell’accesso (59/2002), l’Autorità entro la fine del mese successivo, giugno, dovrà individuare quali sono gli “obblighi in capo a detti soggetti”, obblighi dai quali potrebbero discendere questioni “chiave”, come quelle legate alla qualità dei servizi offerti, alle tipologie tariffarie e via dicendo.

A potersi esprimere sulla questione inviando comunicazione all’Autorità TLC sono coloro che dispongono di licenza ad operare “nonché tutti i soggetti, portatori di interessi pubblici e privati e portatori di interessi diffusi, costituiti in associazioni e comitati, cui possa derivare pregiudizio dal provvedimento”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • blue water scrive:
    blu
    mi dispiace !!!
  • Fabio Martorana scrive:
    Bagheria
    Questo Post è pià antico della camminata a piedi.
  • Anonimo scrive:
    ci abbiamo creduto
    allora non ci credevo solamente io in blu? sono a dir poco addolorato della futura e travagliata comparsa del mio operatore mobile, e sono arrabbiato nel vedere che lo stato sta permettendo agli azionisti di giostrare in modo così poco chiaro la vendita dell'azienda! credete tutti che l'unica chance era il brekup? le offerta di anthill e tele2, dove li mettiamo?è chiaro che l'intenzione di tutti era di far sparire il quarto gestore per questioni di concorrenza! giocando spudoratamente sulla pelle di tutti i lavoratori di blu! grazie per avermi dato la possibilità di esprimere il mio sconcerto su questa faccenda!
  • Anonimo scrive:
    e per l'utente?
    questo per l'utente che comporta?
  • Anonimo scrive:
    call center
    Speriamo che cosi' il call center wind/infostrada funzioni.HO provato per una settimana, piu' volte al giorno e avevo sempre il messaggio "nessun peratore disponibile riprovi piu' tardi"
  • Anonimo scrive:
    Quando la concorrenza c'è ed è forte ...
    Quando la concorrenza c'è ed è forte, il nostro presidente del consiglio è un imprenditore come tutti gli altri, con i suoi bei fallimenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando la concorrenza c'è ed è forte ...
      - Scritto da: QSECOFR
      Quando la concorrenza c'è ed è forte, il
      nostro presidente del consiglio è un
      imprenditore come tutti gli altri, con i
      suoi bei fallimenti.Ah quando fallisce c'è concorrenza, quando riesce (sempre) non è merito suo... bella filosofia.
  • Anonimo scrive:
    L'unico che andava bene!
    E' l'operatore più conveniente, che (solo per citare un esempio ma ne potrei citare molti altri) ti fa chiamare tutti a tutte le ore a 195L/min(+iva), con tante offerte e promozioni realmente convenienti, non come le illusioni e le solo apparenti convenienze che hanno sempre offerto gli altri! Li ho provati tutti i nostri cari gestori, dal primo all'ultimo... e un servizio soddisfacente come quello di BLU non l'ho mai trovato in nessun altro. E ora me lo portano via. Proprio vero che in Italia se c'è qualcosa che va bene lo fanno tacere subito.E' triste sapere che verrò spedito a Wind, con quella scarsa ricezione e un sistema di messaggistica a dir poco nauseante... certo alla Tim di soldi non ne voglio più dare... son già troppi quelli che spilla ai suoi utenti con le sue tariffe. Per non parlare della Omnitel che si vanta tanto di essere un operatore innovativo ma che come tim ancora distingue i suoi utenti per fasce orarie (che tristezza... come la primissima Tim fascia rossa che di giorno costava 1950L/min +iva) che ladrate!Ormai credo sia troppo tardi perchè le cose cambino, era scontato che finisse così, un po' come aver sperato invano di vedere Baggio ai mondiali. Mi sento europeo... non italiano.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unico che andava bene!
      Forse troppo visto il passivo che ha accumulato..pensi che i soldi persi da Blu con tutte le promozioni e le tariffe stracciate ritornino dal cielo???
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unico che andava bene!
        No, secondo me il vero problema di Blu e' che era troppo all'avanguardia rispetto agli altri operatori, che ancora mandano avanto politiche di mercato stile anni '50, in un paese che per la stragrande maggiornaza dei casi e' in grado di recepire solo politiche di marketing in stile anni '30. Mi auguro soltanto che questo cambiamento non porti a fare discorsi del tipo: "vedi? Blu e' stata un fallimento, mentre gli altri hanno funzionato: quindi vuol dire chje la politica giusta e' quella degli altri operatori". Perche' non e' cosi'. Blu e' un sogno, e come tale deve rimanere ben presene in tutti noi affinche' si possa un giorno raggiungerlo, non importa se con un altro marchio.- Scritto da: Jan
        Forse troppo visto il passivo che ha
        accumulato..
        pensi che i soldi persi da Blu con tutte le
        promozioni e le tariffe stracciate ritornino
        dal cielo???
        • Anonimo scrive:
          Re: L'unico che andava bene!
          un sogno???ma di chi scusa???Il mondo reale è un'altra cosa. La telefonia e il mercato non sono un film
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unico che andava bene!
        No ... ma il processo decisionale degli italiani mi lascia alquanto perplesso... non sono così volpi come sembrano se in questi anni si son lasciati fidelizzare tanto dai vecchi operatori
        • Anonimo scrive:
          Re: L'unico che andava bene!
          Gia', ma bisogna considerare che cio' che piu' vogliamo e' di telefonare (i.e. traffico VOCE) a tariffe irrisorie e di scambiare piccole quantita' di dati quasi a gratis. I gestori potrebbero accontentarci: gli ammortamenti per le infrastrutture GSM sono infatti storia del passato.Ed invece no, che dilapidano multimegamiliardi per GPRS + l'obsoleto standard UMTS, mescolando il tutto, facendoci ricadere i costi sull'antico GSM.E noi tutti a stare zitti ed a pagare cifre "classiche", anziche' esigere il Quasi Gratis che tecnologicamente e' possibile col GSM.Rivendessero le licenze UMTS ad utopisti anonimi e ci lasciassero comunicare via etere a 30 lire/minuto!
  • Anonimo scrive:
    IL FUTURO CHE NON CI SARA'...
    Povera Blu, che fine misera. Ma per chi possiede blu (come il sottoscritto) che cosa accadra' !?Qualcuno me lo sa dire!?
    • Anonimo scrive:
      Re: IL FUTURO CHE NON CI SARA'...
      Nessun problema particolare. Gli utenti ed il marchio Blu verranno fagocitati da WIND. Per cui a tutti gli effetti dal tuo punto di vista cambierà solamente la copertura di rete. Considerato che wind non ha accordi di roaming la situazione potrebbe un po' peggiorare, in quanto Blu nonostante coprisse una piccola parte di territorio italiano si appoggiava in roaming su TIM. Tutto sommato dal punto di vista degli utenti non sarà un dramma. Lo sarà più per i dipendenti BLU.
      • Anonimo scrive:
        Re: IL FUTURO CHE NON CI SARA'...
        Disincantato wrote:
        Considerato che wind non ha accordi di roaming
        la situazione potrebbe un po' peggiorare [...]Non e' esatto: Wind ha tutt' ora 1 contratto con Omnitel Vodafone, nonostante abbia effettivamente perso quello con TIM.Riassumendo le rikieste di roaming x la rete GSM in Italia:TIM ==
        Nulla.Omnitel Vodafone ==
        Nulla.Wind ==
        Omnitel Vodafone.Blu ==
        TIM, Omnitel Vodafone (credo), Wind.
        • Anonimo scrive:
          Re: IL FUTURO CHE NON CI SARA'...

          Riassumendo le rikieste di roaming x la rete
          GSM in Italia:
          TIM ==
          Nulla.
          Omnitel Vodafone ==
          Nulla.
          Wind ==
          Omnitel Vodafone.
          Blu ==
          TIM, Omnitel Vodafone (credo), Wind.Blu ha perso il roaming con Wind e con Omnitel Vodafone. Per cui, nei punti in cui non è presente la copertura diretta, è disponibile solamente la copertura Tim.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL FUTURO CHE NON CI SARA'...
      direi nulla, perlomeno sul numero di telefono.propbabilemtne ti kambieranno le tariffe. boh...
    • Anonimo scrive:
      Re: IL FUTURO CHE NON CI SARA'...
      IPOTESI:All' inizio assolutamente nulla, dato ke a Wind daranno marchio, clienti ed 1 call-center, e ke Wind aveva gia' 1 contratto di roaming proprio con Wind (anzi, dato ke userete la rete Wind, andrete molto meno in raoming).In seguito (sicuramente dopo aver completato il processo di fusione con Infostrada-IOL) e' probabile ke Wind vorra' integrare definitivamente i clienti Blu; prima, ovviamente, dovra' pero' rendere omogenei i servizi offerti, cosi' da ridurre il tutto ad 1 mera formalita'.
      • Anonimo scrive:
        Re: IL FUTURO CHE NON CI SARA'...
        E avete pensato a chi aveva attive promozioni tipo 30 sms gratis al mese per sempre? O a chi aveva pagato per il blu ego? O per blu memory? O tanti altri servizi personalizzati blu?Credo che sul fronte dei clienti se ne sentiranno delle belle in futuro!
  • Anonimo scrive:
    [OT] UMTS
    Pensate che mondo idilliaco sarebbe oggi l'etere se i gestori non avessero bruciato migliaia di miliardi (di lire) per le concessioni UMTS! Potremmo telefonare quasi quasi GRATIS (1 lira/ ora, o qualcosa del genere) se i gestori non avessero voluto ad ogni costo credere nel futuro dei futuri. Oggi l'umts e' gia' alquanto obsoleto, e sembra gia' un 8086 a chi possiede un Pentium4. L'umts ha gia' subito svariati aggiornamenti ed oggi siamo nella situazione che l'umts approvato come standard (no so da chi) e' decine di volte piu' lento di quello che sarebbe meglio cominciare ad installare per avere servizi piu' decenti. Ecco dunque perche' le reti wireless-LAN si diffonderanno tra noi. Perche' pagare cari servizi umts quando esistono alternative praticamente gratuite (od almeno MOOLTO piu' convenienti)? Manager, manager, top manager, quanto rallentate con certe vostre idee lo sviluppo di questa nostra Italia!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] UMTS
      Questo perchè i manager non capiscono nulla di tecnologia.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] UMTS
        Domandina domandina: perche' allora si ostinano a prendere decisioni su questioni che non competono loro?
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] UMTS
          - Scritto da: pig imboccato
          Domandina domandina: perche' allora si
          ostinano a prendere decisioni su questioni
          che non competono loro?Rispostina rispostina: xè chiedono consulenza a dei laccaculo che dicono esattamente quello che i manager si vogliono sentir dire...
        • arianna sorio scrive:
          Re: [OT] UMTS
          va finito pero im sorry
  • Anonimo scrive:
    bene
    ve la siete cercata con l'UMTS, siete la prova che la macumba funziona!!!
  • Anonimo scrive:
    Cosa manca??!!!
    Caxzo, ma certo, nel piatto degli utenti non c'è invece un bel niente, anzi, già dalla sua nascita Blu ha sempre fatto il gioco dei suoi competitor (vedi UMTS), chissà perché?! E adesso per evitare che qualche altro reale competitor entri a far parte del gioco, la smembrano e la fagocitano, era un fantoccio, ma lo stato conniventesta a guardaree non fa niente.Stato furbo o deficiente,sempre a spese dell'utente.Questo è tutto gente. he he ah ah. (troppa pubblicità)
Chiudi i commenti