Lindows alza bandiera bianca

Sotto le crescenti pressioni legali, Lindows.com preferisce restringere il fronte di guerra e cambiare per il mercato internazionale la sua ragione sociale e il nome del suo sistema operativo basato su Linux


San Diego (USA) – Respinta dal tribunale la richiesta con cui Lindows.com aveva cercato di fermare l'”assalto legale” lanciatole da Microsoft in Europa, la piccola società di San Diego ha deciso di alzare bandiera bianca e cambiare, al di fuori degli Stati Uniti, il proprio nome.

Con questa mossa Lindows.com spera di risolvere le otto cause legali aperte da Microsoft in Europa e in Canada e focalizzare i propri sforzi sul processo in corso negli Stati Uniti. Un processo da cui la mamma di LindowsOS si attende, viste le premesse, una sentenza a lei favorevole.

Il CEO di Lindows.com. Michael Robertson, ha recentemente spiegato in una lettera che “il solo modo per rispondere all’assalto di un colosso come Microsoft è quello di continuare a far crescere il nostro business”, e per farlo “siamo in procinto di scegliere un diverso nome per il nostro sito web e per i nostri prodotti”. Il nuovo nome, che verrà adottato in tutti i mercati al di fuori degli USA, verrà reso noto il 14 aprile.

Fra i nomi candidati a rimpiazzare quello attuale Robertson dice di preferire “lindos”, preferenza giustificata dal fatto che questo nome, a suo dire, ben si presta ad essere accompagnato da uno slogan un po’ canzonatorio: “perché è la W che causa tutti i problemi”.

Robertson ha ribadito che, secondo lui, la volontà di Microsoft è quella di fermare la diffusione di Linux e attaccare chiunque costituisca una minaccia “al suo monopolio nel desktop”. Si è anche detto fiducioso che “gli impiegati di Microsoft chiamati a testimoniare e le comunicazioni interne riveleranno le vere motivazioni” che hanno spinto il big di Redmond a far causa a Lindows.com.

“Lo scopo di queste azioni è molto semplice”, ha ribattuto il portavoce di Microsoft Stacy Drake. “Stiamo chiedendo a Lindows.com di cambiare il proprio nome e di competere sul mercato con un nome davvero suo, e non con uno che viola in modo evidente il nostro marchio di fabbrica”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    piccolo cantributo!
    int electoral_brogl() {if(winner == BUSH); else (winner = BUSH) return(winner) }
  • Anonimo scrive:
    Re: No totale ed assoluto al VotoElettro
    Mai sentito parlare di OpenSource? ;) (linux)
  • Anonimo scrive:
    No totale ed assoluto al VotoElettronico
    ....ancora per qualche migliaio di anni ASSOLUTAMENTE NO AL VOTO ELETTRONICO!!!!!Trufferebbero di sicuro !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo comodo

    Togliendo una cosa va via anche l'altra.Non posso che concordare al 100% con te. Olmo
  • sinadex scrive:
    Re: Troppo comodo
    e sopratutto se vada a modificare gli effetti del 90% visionato...
  • L u X scrive:
    Re: Troppo comodo
    - Scritto da: Anonimo
    Hehe in realtà non garantisce
    nulla.... tu vedi il codice, vedi che non ha
    robe sgradite, e ok. Ma poi sugli apparecchi
    c'è veramente quel codice? Per
    esserne sicuro dovresti prendere i sorgenti,
    visionarli, compilarli e poi metterli.
    Altrimenti potrebbero benissimo averti fatto
    vedere una cosa e averne messa dentro
    un'altra.Condivido pienamente la visione paranoica. Stesso discorso vale per quella societa' (di cui non faccio il nome ;) ) che rende pubblici (alle istituzioni governative che ne facciano richiesta) il 90% dei suoi sorgenti (tenendo per se un buon 10%).La domanda che sorge spontanea e'... "ma e' compilabile quel 90% da solo?" No? Allora, chi mi assicura che non mi stiano prendendo per i fondelli?Si? Ok, mi sta bene, vuol dire che quello e' veramente cio' che dice di essere.Rimane la curiosita' di sapere che ci sara' in quel 10% di codice segreto... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Troppo comodo
    Hehe in realtà non garantisce nulla.... tu vedi il codice, vedi che non ha robe sgradite, e ok. Ma poi sugli apparecchi c'è veramente quel codice? Per esserne sicuro dovresti prendere i sorgenti, visionarli, compilarli e poi metterli. Altrimenti potrebbero benissimo averti fatto vedere una cosa e averne messa dentro un'altra.DjMix
  • gerry scrive:
    Re: Troppo comodo
    - Scritto da: avvelenato
    condivido, a questo punto tanto vale
    l'iniziativa dell' "apertura" del sorgente
    di windows agli enti governativi (visto che
    in quel caso qualcuno che paga per i tecnici
    che visioneranno il codice c'è).In verità credo che questa iniziativa non sia rivolta alla diffusione del codice (che ha un utilità relativa), più che altro è una garanzia perchè tutti possano vedere come sono gestite le votazioni senza segreti.
  • avvelenato scrive:
    Re: Troppo comodo
    - Scritto da: Anonimo
    Gli esperti dovrebbero fare il lavoro...
    gratis? Ho la vaga impressione che possono
    scordarselo: la filosofia dell'open source
    è quella di consentire a tutti
    l'accesso al codice: chi si da da fare per
    migliorarlo è anche quello che
    potrà usarlo per i suoi scopi.
    Togliendo una cosa va via anche l'altra.condivido, a questo punto tanto vale l'iniziativa dell' "apertura" del sorgente di windows agli enti governativi (visto che in quel caso qualcuno che paga per i tecnici che visioneranno il codice c'è).
  • Anonimo scrive:
    Mai voto su piattaforma non open!
    Ma come possono pensare di trattare informazioni così delicate, le più delicate in assoluto per un paese democratico, con software che non sia open source?I brogli elettorali sono possibili anche con strumenti cartacei, ma come fidarsi di qualcuno che fa il software?Dovrebbe essere tutto, dal SO all'ultima applicazione, rigorosamente, open source, per potersi anche vagamente fidare di una cosa simile. Basta una piccola backdoor, per diventare potenzialmente dittatori del mondo.Mi sembra così assurdo...quale Paese potrebbe mai accettare una cosa simile? mmm... temo di immaginarne persino troppi...settolo
  • Anonimo scrive:
    Troppo comodo
    Gli esperti dovrebbero fare il lavoro... gratis? Ho la vaga impressione che possono scordarselo: la filosofia dell'open source è quella di consentire a tutti l'accesso al codice: chi si da da fare per migliorarlo è anche quello che potrà usarlo per i suoi scopi. Togliendo una cosa va via anche l'altra.
  • Santos-Dumont scrive:
    Andate in Brasile!
    Lì il voto elettronico esiste da tempo, è affidabile e a prova d'errore. (Infatti, cosa non molto risaputa, all'indomani delle polemiche sull'elezione di Bush jr., funzionari statunitensi si recarono in visita in Brasile per prendere visione del sistema elettorale elettronico brasiliano, considerato il più evoluto disponibile...)
Chiudi i commenti