L'interfaccia eSATA si fa... elettrizzante

La sempre più diffusa interfaccia di connessione beneficerà a breve di un aggiornamento che la renderà capace, al pari di USB e FireWire, di alimentare i dispositivi ad essa collegati

Beaverton (USA) – La giovane interfaccia eSATA , che sta divenendo un’opzione sempre più diffusa tra i produttori di drive esterni, fornisce una velocità di trasferimento dati nettamente superiore a quella di USB 2.0, ma a differenza di quest’ultima, non è in grado di alimentare i dispositivi ad essa collegati. Una lacuna che Serial ATA International Organization ( SATA-IO ), il consorzio che sviluppa e promuove gli standard SATA ed eSATA, è ora pronta a colmare.

Nella seconda metà dell’anno SATA-IO pubblicherà una nuova specifica, battezzata Power Over eSATA , che prevede la possibilità di far passare l’energia elettrica necessaria all’alimentazione di un singolo hard disk da 2,5 pollici attraverso lo stesso cavo utilizzato per il trasferimento dati.

“Oggi i dispositivi eSATA necessitano di un alimentatore esterno per funzionare. La nuova specifica SATA-IO eliminerà questo requisito fornendo l’elettricità per un singolo drive attraverso un cavo Power Over eSATA. Tale elettricità verrà attinta direttamente dal sistema host”, ha spiegato SATA-IO.

Purtroppo sembra che, al pari di USB, l’energia fornita da Power Over eSATA non sia sufficiente per alimentare dispositivi come drive ottici e hard disk da 3,5 pollici : ciò ne limiterà l’uso ai dispositivi mobili, come i già citati dischi da 2,5 pollici.

Sebbene SATA-IO non lo abbia specificato, è lecito supporre che i cavi previsti dalla nuova specifica potranno essere utilizzati anche con l’attuale interfaccia, ma in questo caso solo per il trasferimento dati.

Nel prossimo futuro lo standard eSATA dovrà affrontare la concorrenza di USB 3.0 e FireWire S3200 , due tecnologie pronte a moltiplicare le rispettive velocità di trasferimento dati.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mauro de benedetti scrive:
    Una delle migliori tariffe disponibili
    Premettendo che tutti sono convinti di avere il miglior operatore e la migliore tariffa, altrimenti come'e' ovvio cambierebbero gestore, devo dire che Super 5 e' la migliore tariffa disponibile sul mercato. IMHO.Prima pagavo 15 cent solo di scatto alla risposta, seguiti subito dal costo del primo minuto di conversazione anticipato: insomma un minuto mi costava 28 centAdesso con super5, appena rispondono parte lo scattone, 15 cent in un solo colpo, che durano 3 minuti, verso TUTTI ovviamente.Il tempo medio delle mie telefonate e' di circa 1.30/2 minuti.Per 15 cent quindi ho 3 minuti che sono piu' che sufficienti come detto per la maggior parte delle mie telefonate. Se sforo per 15 cent ho altri 3 minuti. 6 minuti per 30 cent! E cosi' via.....Costo? 3 euro al mese e l'obbligo di una ricarica, sempre al mese, che puo' essere minimo di 5 euro, massimo ovviamente di quanto si vuole.Totale mensile minimo di spesa: 8 euro per avere Super5.Se esiste di meglio fatemelo sapere!!
  • Ante Gar scrive:
    WOW! Che Multone...
    AHAHAHAHAHAH!!! 23.600 Euro!!!!!!Noccioline...
    • MetaMorph scrive:
      Re: WOW! Che Multone...
      Sarebbe ora che qualcuno "lì in alto" si rendesse conto che è ora di affibbiare multe (seriamente) proporzionate al fatturato dell'azienda: allora vedresti che domani mattina ti svegli senza più pubblicità del genere...Ma qui siamo in Italia, un'azienda può benissimo mettere nel suo bilancio la multa insieme alla pubblicità... e riuscire ad ottenere la plusvalenza, nel caso le andasse bene.Statemi bene...
Chiudi i commenti