L'Internet SCSI diventa open source

Intel ha reso le specifiche della sua tecnologia iSCSI open source, una mossa con cui spera di affrettare la conquista del ghiotto mercato del network storage in tempi molto brevi


Santa Clara (USA) – Intel ha annunciato di aver rilasciato le specifiche della tecnologia Internet SCSI (iSCSI) con licenza open source. Le specifiche iSCSI integrano la ben nota interfaccia SCSI con la tecnologia Ethernet per lo scambio di dati fra dispositivi utilizzando reti TCP/IP.

iSCSI, che consente alle aziende di implementare soluzioni di storage area network (SAN) molto più economiche di quelle basate sulla tipica tecnologia Fibre Channel, aspira ora a divenire uno standard di mercato per lo storage di rete delle piccole e medie aziende.

Secondo Intel, infatti, il rilascio delle specifiche open source consentirà ad iSCSI di divenire rapidamente uno standard di mercato, tanto che l’azienda ha assicurato che molto presto arriveranno in commercio i primi dispositivi di rete (switch, router, ecc.), fra questi anche prodotti Cisco, in grado di supportare la nuova tecnologia.

iSCSI è alla base delle nuove strategie di Intel per espandere il proprio dominio su di un campo più vasto di quello legato ai chip. Il network storage è un mercato in piena espansione, che fa gola a molti, ed Intel spera di conquistarne la fascia medio-bassa, quella che fra pochi anni mostrerà le cifre più interessanti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E se fregassero tutti
    Che ne direste se ce la mettessero nel di dietro con una alleanza? Non la vedo nemmeno tanto improbabile, sono in due che si combattono nel mercato soldoni spesi in pubblicità e comunque soldi spesi per la ricerca, invece io vedrei stra bene un WinUx o un LinWin !!!Che ne dite non sarebbe male la compatibilità di programmi di win e la sua ormai strafamosa interfaccia con la stabilità i linux FICO
    • Anonimo scrive:
      Re: E se fregassero tutti
      Siamo noi utenti a dover fregar loro e sopratutto a fregarcene di farci la guerra l'un l'altro per un sistema operativo (la classica guerra tra poveri ritorna sempre in ongi epoca)!!!!!!- Scritto da: Morfeus
      Che ne direste se ce la mettessero nel di
      dietro con una alleanza? Non la vedo nemmeno
      tanto improbabile, sono in due che si
      combattono nel mercato soldoni spesi in
      pubblicità e comunque soldi spesi per la
      ricerca, invece io vedrei stra bene un WinUx
      o un LinWin !!!

      Che ne dite non sarebbe male la
      compatibilità di programmi di win e la sua
      ormai strafamosa interfaccia con la
      stabilità i linux FICO
    • Anonimo scrive:
      Re: E se fregassero tutti
      E che ne dici invece se si smettesse di dare soldi della ricerca a Linux che li usa per fare la gara con i SO a pagamento per arrivare nelle grandi aziende?La ricerca deve servire a fornire idee alle aziende, non per far loro competizione. E' come se il ministero dell'agricoltura si mettesse a regalare i biscotti. Cosa direbbero Barilla e Ferrero?- Scritto da: Morfeus
      Che ne direste se ce la mettessero nel di
      dietro con una alleanza? Non la vedo nemmeno
      tanto improbabile, sono in due che si
      combattono nel mercato soldoni spesi in
      pubblicità e comunque soldi spesi per la
      ricerca, invece io vedrei stra bene un WinUx
      o un LinWin !!!

      Che ne dite non sarebbe male la
      compatibilità di programmi di win e la sua
      ormai strafamosa interfaccia con la
      stabilità i linux FICO
  • Anonimo scrive:
    Chiarimenti
    Mi riesce più facile programmare i computer che sono notoriamente stupidi che trasmettere un semplice messaggio ad altre persone che si presuppone siano capaci di intendere e di volere. Spiegazione del mio post: l'articolo di PI è chiaramente tendenzioso e indirizzato ad un pubblico "idealista" che scambia appunto l'uso di uno strumento come "portabandiera" o "identificazione" di una personalità altrimenti anonima, nulla. Il mio messaggio, e spero che stavolta sia recepito nella giusta maniera, è questo: non facciamo guerre di religione. Che ognuno usi lo strumento che più gli aggrada senza demonizzare l'altro o la casa che lo produce. Per quanto riguarda l' . Se tu pensassi di più a lavorare per mantenere una famiglia scopriresti che tanti vengono meno..ma probabilmente ti serve ancora qualche anno in più per capirlo. Senza rancore.
  • Anonimo scrive:
    Si, l'open source è l'unica via....per fallire:-)
    11 Aprile 2001Dopo sei mesi di speranze, si chiude definitivamente il progetto di Irdema di realizzare la prima consolle per videogiochi basata su Linux.La notizia è stata data dallo stesso John Gildred, presidente della società: "Non è venuto meno l'interesse per il progetto - ha detto Gildred - ma dobbiamo riconoscere che non siamo più in grado di trovare i fondi necessari a portare avanti l'operazione. Parte del personale è già stato licenziato, gli altri lasceranno Irdema entro la prossima settimana".Il progetto di creare un sistema per videogame basato su Linux aveva preso il via nel gennaio del 2000. Irdema avrebbe dovuto offrire anche un lettore Dvd, un sistema per la televisione interattiva e per Internet, e un lettore Mp3. L'uscita era prevista per la prossima estate, in vantaggio sul lancio della Xbox di Microsoft, e il prezzo sarebbe dovuto essere di circa 300 dollari."Al momento della presentazione del progetto, sull'onda dell'entusiasmo per il Nasdaq, non fu difficile per i promotori trovare i finanziamenti necessari all'avvio degli studi; le ultime crisi di Wall Street hanno frenato l'entusiasmo per l'alta tecnologia e Irdema non ha più trovato il denaro necessario a continuare lo sviluppo del prodotto, portato avanti da uno staff di circa 50 persone."La fine di Irdema comporta lo stop anche ai tanti sviluppatori che stavano preparando giochi per la consolle: basandosi su un sistema open source chiunque avrebbe potuto realizzare titoli per Irdema, vendendoli poi on line. Per il lancio della consolle sarebbe dovuta esser disponibile una serie di 30 giochi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, l'open source è l'unica via....per fallire:-)
      - Scritto da: Gianfranco
      11 Aprile 2001
      Dopo sei mesi di speranze, si chiude
      definitivamente il progetto di Irdema di
      realizzare la prima consolle per videogiochi
      basata su Linux. E' successo gia' altre volte.Il vantaggio dell'Open e' anche che qualcun altro ora puo' prendere in mano il progetto e riprovarci, e magare per puro caso riuscire, altrimenti qualcun altro ci riprova...Se il marchio Amiga avesse fatto lo stesso probabilmente non sarebbe nello stato in cui e' ora, visto soprattutto la comunita' di amighisti che ci sono ancora in giro (tra cui anc'io peraltro)
  • Anonimo scrive:
    C'è un problemino.......
    L'eterna sfida Linux-windows, qui perde i suoi connotati. Linux è sempre stato accusato di essere poco user-friendly, al contrario del rivale.Ma tale qualità, in un forno a microonde, per esempio, perde di significato, in quanto nessuno dovrà installare il SO, e la facilità d'uso dipenderà dai vari bottoncini del pannello. Per quanto riguarda la stabilità, possiamo presupporre che vista la poca quantità di righe di codice, possa essere considerata equale per entrambi. Possiamo considerarli praticamente "pari".Per l'inserimento nei dispositivi, l'azienda avrà a disposizione i tecnici sia in un caso, che nell'altro. Ed anche in questo caso, il risultato è di parità.Però... perchè allora una ditta dovrebbe scegliere un SW a pagamento, quando avrebbe le stesse funzionalità gratis, e potrebbe abbattere i costi di vendita ed essere più competitiva ripetto ad un rivale. M$ è battutta in partenza, ed è abbastanza ovvio, quiandi perchè si mette in gioco se per competere dovrà offrire il Sw gratuitamente?Probabilmente, il fatto che nel ipotetico futuro disegnatoci dai vari manager, in cui il frigo comunica con la lavatrice, la lavatrice con il televisore e tutto al telecomendo, l'uso di un sw non OpenSource porterà i possessori del frigo X con sw M$ a dover comperare anche il forno con sw M$, pena lo spezzarsi della catena dell'automatismo. Oppure il tutto gestibile da PC. Ma se non hai Windows installato.... hai hai hai.Quiandi basta legare a se 2/3 ditte leader nella produzione di elettrodomestici, far fare qualche errore a windows nel comunicare con elettrodomestici OpenSource, ecco che tutti gli altri dovranno adeguarsi al sistema "chiuso" ed a pagamento ideato da M$.Tutto IMHO, ovviamente, ma non riesco a trovare altro modo per imporre un sw a pagamento contro uno gratis, a parità di qualità, che penso sia raggiungibile tranquillamente da ambo i fronti.
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è un problemino.......
      E oltretutto, chi e' che si mette a modificareun kernel GPL per le proprie applicazioni embedded? Per il gusto di regalarlo in giro?
      • Anonimo scrive:
        Re: C'è un problemino.......
        La risposta alla tua domanda è semplice. Chi non ha un cacchio da fare. E sembra che su questo forum siano in molti:-) - Scritto da: Pogoboy
        E oltretutto, chi e' che si mette a
        modificare
        un kernel GPL per le proprie applicazioni
        embedded? Per il gusto di regalarlo in giro?
        • Anonimo scrive:
          Re: C'è un problemino.......
          - Scritto da: Gianfranco
          La risposta alla tua domanda è semplice. Chi
          non ha un cacchio da fare. E sembra che su
          questo forum siano in molti:-) C'e' anche un sacco di gente, pur non avendo un sacco da fare invece di tentare di capire com'e' fatto un SO preferisce contemplare le iconine, ma probabilmente il problema e' da imputare all'edicola sotto casa che non fornisce fumetti abbastanza interessati per tutti :)
          - Scritto da: Pogoboy

          E oltretutto, chi e' che si mette a

          modificare

          un kernel GPL per le proprie applicazioni

          embedded? Per il gusto di regalarlo in
          giro?Chiunque costruisca schede professionali per l'industria ad esempio ;) Controllori di macchine ecc...Piu' in generale chiunque ne abbia la necessita', avendo a disposizione i sorgenti, puo' farlo, senza chiedere consulenze ai proprietari del sistema chiuso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problemino lo hai tu....
      - Scritto da: l
      L'eterna sfida Linux-windows, qui perde i
      suoi connotati. Linux è sempre stato
      accusato di essere poco user-friendly, al
      contrario del rivale.Assolutamente vero.
      Ma tale qualità, in un forno a microonde,
      per esempio, perde di significato, in quanto
      nessuno dovrà installare il SO, e la
      facilità d'uso dipenderà dai vari bottoncini
      del pannello. Per quanto riguarda la
      stabilità, possiamo presupporre che vista la
      poca quantità di righe di codice, possa
      essere considerata equale per entrambi.No. Linux è molto più stabile di Win9x/ME ma non di Win2K.
      Possiamo considerarli praticamente "pari".
      Per l'inserimento nei dispositivi, l'azienda
      avrà a disposizione i tecnici sia in un
      caso, che nell'altro. Ed anche in questo
      caso, il risultato è di parità.
      Però... perchè allora una ditta dovrebbe
      scegliere un SW a pagamento, quando avrebbe
      le stesse funzionalità gratis, e potrebbe
      abbattere i costi di vendita ed essere più
      competitiva ripetto ad un rivale. M$ è
      battutta in partenza, ed è abbastanza ovvio,
      quiandi perchè si mette in gioco se per
      competere dovrà offrire il Sw gratuitamente?Questo non è del tutto vero. Tutte le aziende hanno anche la necessità di essere assistite da chi ti vende/regala il software. Le aziende dell'open-source stanno ora vivendo un momento positivo, però io reputo che l'assistenza, specie quella on-line, di Microsoft abbia già lasciato anni luce indietro quella di linux...
      Probabilmente, il fatto che nel ipotetico
      futuro disegnatoci dai vari manager, in cui
      il frigo comunica con la lavatrice, la
      lavatrice con il televisore e tutto al
      telecomendo, l'uso di un sw non OpenSource
      porterà i possessori del frigo X con sw M$ a
      dover comperare anche il forno con sw M$,
      pena lo spezzarsi della catena
      dell'automatismo. Oppure il tutto gestibile
      da PC. Ma se non hai Windows installato....
      hai hai hai.Qui hai detto una grossa cavolata invece. I sistemi operativi Microsoft hanno il pieno supporto per tutti (o quasi) i protocolli di rete che ci sono in giro (Kerberos in primis). Poi offre un grande supporto per i nuovi standard che si stanno rapidamente diffondendo: vedi SOAP e XML. Per non parlare della compatibilità con l'hardware. Quindi anche sulla scelta degli elettrodomestici MS vince Molto - 0.
      Quiandi basta legare a se 2/3 ditte leader
      nella produzione di elettrodomestici, far
      fare qualche errore a windows nel comunicare
      con elettrodomestici OpenSource, ecco che
      tutti gli altri dovranno adeguarsi al
      sistema "chiuso" ed a pagamento ideato da
      M$.Mi dispiace ma MS ha dato sempre la maggiore qualità nell'integrazione degli standard comuni nelle proprie applicazioni (vedi quelle del W3C). Guarda bene che microsoft ha modificato sempre gli standard rendendoli proprietari senza mai negare la possibilità di usare gli standard originali (vedi Javascript).
      Tutto IMHO, ovviamente, ma non riesco a
      trovare altro modo per imporre un sw a
      pagamento contro uno gratis, a parità di
      qualità, che penso sia raggiungibile
      tranquillamente da ambo i fronti.Detto questo io non voglio assolutamente dire di usare windows invece che linux. Io rimango sempre dell'ipotesi di utilizzare il sistema operativo che più fa comodo.
  • Anonimo scrive:
    Viva la competizione...
    Non sono pro e contro a nessuno... Credo che quando i dispositivi che conterranno i S.O. descritti nell'articolo diverranno di uso comune e avranno prezzi abbordabili per l'utente finale avrà poca differenza usare una marca o l'atra... Gran parte della stabilità e dell'affidabilità la fornirà l'hardware perciò le scelte si sposteranno alle varie marche costruttrici.Una cosa di indubbio valore è la competizione che si sta creando e sta andando avanti di pari passo.Non ci saranno scompensi di mercato come è successo per i sistemi operativi per home computer (dove Windows spadroneggia, per merito o no... non mi interessa).E questo è solo a nostro vantaggio...MaX
  • Anonimo scrive:
    Tabella comparativa
    Date un occhiata a questo link:http://www.homenetappliance.com/oschart.htmè una tabella comparativa di vari SO embedded, anche se non è molto aggiornata, può essere utile come panoramica generale.
  • Anonimo scrive:
    L'OpenSource e' l'unica via!!
    Il futuro deve essere OpenSource.L'informatica e' un patrimonio dell'umanita' come la scrittura.Non puo' essere in mano a Microsoft (ne a nessun altro padrone).Troppo rischioso, per chi opera nel mercato embedded, eleggere Microsoft a referente unico dello standard, visto anche lo "stile" di Bill Gates.Nessuno puo' negare che Microsoft si e' dimostrata finora abbastanza "stronza" quando si e' sentita minacciata nel suo assoluto monopolio (vedi netscape).
    • Anonimo scrive:
      Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)
      - Scritto da: Hermex
      Il futuro deve essere OpenSource.
      L'informatica e' un patrimonio dell'umanita'
      come la scrittura.Io sto per laurearmi in ing. Informatica, mi sono fatto il mazzo per 6 lunghi anni e intendo diventare progettista software. Tu pensi che mi metta a scrivere codice per mesi e mesi senza poi guadagnarci una lira perchè devo dare la mia conoscenza all'umanità?? Ci sono alcuni settori (come la ricerca, appunto) per può valere questa filosofia, ma scordati che la gente lavori gratis per far avere agli altri il loro mondo opensource.L'informatica NON E' un patrimonio dell'umanità ma è uno strumento per la risoluzione di problemi complessi. Gli strumenti senza le idee sono inutili, e le idee se non vengono "incoraggiate" muoiono a loro volta. Quindi pensaci bene prima di fare delle affermazioni del genere.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: L'OpenSource e' l'unica via? SI!!
        Carissimo prossimo ingegnere informatico,mi fa molto piacere che tu voglia diventare progettista software ma credo tu abbia le idee confuse. Cerco di fare un esempio!Se vado da un falegname e gli chiedo di realizzare un insieme di mobili che dovranno arredare una stanza in cui si svolgeranno attività particolari costui SENZA dover pagare roialties ad alcuno disegnerà e realizzerà ciò che mi serve facendomi pagare il materiale d'uso ed il costo d'ingegnerizzazione del progetto (in termini di tempo ed idee). Roberto ScognamilloSe qualche mese (o anno) dopo desidero apportare modifiche ai quei mobili potrebbe capitarmi che QUEL falegname non lavori più nella mia città ma potrò sempre rivolgermi ad un altro perchè il primo artigiano insieme ai mobili mi consegnò anche i disegni di montaggio (il codice sorgente!).Va da sé che, proprio per evitare di trovarmi in una situazione difficile, non avrei mai accettato che il primo falegname lavorasse per me senza rilasciarmi i disegni! Un informatico che voglia progettare software non credo abbia alcun interesse a partire da zero. Troverà sicuramente molto più conveniente non reinventare la ruota e quindi utilizzare pezzi di codice ampiamente conosciuto (semprecché non siano "patented" altrimenti dovrà pagare salatissime roialties) ed allora lo sbocco fisiologico è ricorrere al mondo OpenSource!. Ti sarà sempre possibile buttare giù alcune linee di codice che permettano di fare qualcosa che nessun altro aveva avuto la necessità di fare prima e gettarle in pasto alla comunità hacker per vedere se non sia possibile ottenere un codice più efficiente del tuo.Quello che bisogna togliersi dalla testa è che si possa realizzare qualcosa UNA SOLA VOLTA sperando di continuare a guadagnare pretendendo di vendere le nuove versioni contenenti modifiche che servono prevalentemente ad eliminare i bugs più che ad inserire nuove features veramente utili al cliente.Come stiamo assistendo alla riduzione di addetti nella grande e grandissima industria per l'introduzione di sistemi d'automazione (robots) così si assisterà, IMHO, alla riduzione di addetti nelle grandi software house a vantaggio del moltiplicarsi delle piccole che si ritaglieranno uno spazio di lavoro sempre maggiore divenendo vere e proprie "sartorie informatiche".
      • Anonimo scrive:
        Re: L'OpenSource e' l'unica via!!

        Io sto per laurearmi in ing. Informatica,Io sono solo a meta'.Sono daccordo con te che senza soldi non si muove nulla.Quello che voglio dire e' che almeno il SO dei PC deve essere open source.Il resto e' giusto che abbia un costo o dovremmo rinunciare alla qualita'.Mi domando:Puo' Bill Gates avere il potere di porre una backdoor su ogni PC del mondo?Puo' B.G. strangolare concorrenti piu' validi in virtu' della sua posizione di forza?Puo' B.G. determinare standard informatici spesso di dubbia qualita'?Visto che ad oggi puo' farlo, mi sembra che qualcosa non vada.L'open source e' un modo per ovviare a cio' ma se hai altre proposte benvengano.Ribadisco: come non ci puo' essere un brevetto sulla resistenza o il condensatore, cosi' il SO dei PC non puo' avere un padrone.Ciao e in bocca al lupoH.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)
        Nessuno ti chiede di dare gratuitamente il tuo lavoro, ma crtedo che nessuno ti paghi per riscrivere da zero algoritmi che altri hanno gia' scritto per te. Se non vuoi reinventare la ruota ogni volta che scrivi un sotware, devi appoggiarti al lavoro di aulcun altro. Quello che gia' esiste e che rapprensenta la base della conoscenza informatica E' DEFINITIVAMENTE patrimonio dell'umanita'.Cosi' come lo e' la divina commedia e cosi' come lo sono i motori a scoppio, le lampadine a incandescenza e tante altre cose.Se non sei daccordo con l'open source ela GPL semplicemente rifatti il lavoro gia' fatto da altri o p[aga licenze e royalties a chi ha cede il proprio lavoro in questo modo.MA SE MAI USERAI UN PEZZO DI SOFTWARE SOTTO GPL SOLO PER IL TUO TORNACONTO SENZA CONTRIBUIRE ALLO SVILUPPO DEL SOFTWARE LIBERO DA CUI HAI ATTINTO SEI IL PEGGIORE DEI LADRI perche' rubi a chi ti fa un dono grandissimo quele e' il tempo e l'intelligenza chiedendoti solo di contribuire a tua volta.Wishmerhill
        • Anonimo scrive:
          Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)
          Praticamente devi stare attento a non confondere OpenSource con GPL. E' abbastanza semplice quandi ci fai l'occhio.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)

        Io sto per laurearmi in ing. Informatica, mi
        sono fatto il mazzo per 6 lunghi anni e
        intendo diventare progettista software. Tu
        pensi che mi metta a scrivere codice per
        mesi e mesi senza poi guadagnarci una lira
        perchè devo dare la mia conoscenza
        all'umanità?? Forse perchè in questi 6 anni tu non hai fatto altro che conoscere qualcosa che altri avevano già pensato, permettendoti di imparare.Se tutti si fossero tenuti le idee per loro, ci sarebbero pochissimi luoghi dove poter imparare questi "segreti", e la conoscenza non sarebbe tale.Ti ritrovi come M$, che per lavorare con i SUOI prodotti paga stipendi da Fame ai suoi programmatori.Invece che creare piccole ditte, veramente in concorrenza, dove il più bravo guadagna di più, e dove lo scopo è adattare il singolo processo informatico al singolo processo produttivo, giocandosela sull'efficenza, sulla velocità del progetto, e non sul fatto di vivere di rendita tutta la vita.Probabilmente il tuo discorso di voler guadagnare è valido, e condiviso da molti, IMHO, ma il fatto che OpenSource vuoglia dire che dovrai lavorare Gratis.... penso proprio che dovresti ripensare alle tue idee.Probabilmente OpenSource vorrà dire meno soldi concentrati nelle tasche delle solite SoftwareHouse, e distribuiti in modo più uniforme.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)

        Io sto per laurearmi in ing. Informatica, mi
        sono fatto il mazzo per 6 lunghi anni e
        intendo diventare progettista software. Tu
        pensi che mi metta a scrivere codice per
        mesi e mesi senza poi guadagnarci una lirawww.trolltech.comtu pensi che questa gente non stia guadagnando niente, rilasciando il proprio lavoro opensource?risponditi da solo.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)
        Infatti si parlava di OpenSource, non di GPL (due cose ben diverse).
      • Anonimo scrive:
        Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)

        Io sto per laurearmi in ing. Informatica, mi
        sono fatto il mazzo per 6 lunghi anni e
        intendo diventare progettista software. Tu
        pensi che mi metta a scrivere codice per
        mesi e mesi senza poi guadagnarci una lira
        perchè devo dare la mia conoscenza
        all'umanità?? Ci sono alcuni settori (come
        la ricerca, appunto) per può valere questa
        filosofia, ma scordati che la gente lavori
        gratis per far avere agli altri il loro
        mondo opensource.
        L'informatica NON E' un patrimonio
        dell'umanità ma è uno strumento per la
        risoluzione di problemi complessi. Gli
        strumenti senza le idee sono inutili, e le
        idee se non vengono "incoraggiate" muoiono a
        loro volta. Quindi pensaci bene prima di
        fare delle affermazioni del genere.Se ragioni così era meglio che facessi l'idraulico, guadagnavi di più sicuramente (e tanto di più!!!)
        • Anonimo scrive:
          Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)

          Se ragioni così era meglio che facessi
          l'idraulico, guadagnavi di più sicuramente
          (e tanto di più!!!)I miei infatti me lo avevano proposto a suo tempo, il mio idraulico di fiducia gira in porsche.....:)
      • Anonimo scrive:
        Re: L'OpenSource e' l'unica via!! (??)
        - Scritto da: Pomy
        - Scritto da: Hermex

        Il futuro deve essere OpenSource.

        L'informatica e' un patrimonio

        dell'umanita' come la scrittura.

        Io sto per laurearmi in ing. Informatica, mi
        sono fatto il mazzo per 6 lunghi anni e
        intendo diventare progettista software. Tu
        pensi che mi metta a scrivere codice per
        mesi e mesi senza poi guadagnarci una lira
        perchè devo dare la mia conoscenza
        all'umanità?? Ci sono alcuni settori (come
        la ricerca, appunto) per può valere questa
        filosofia, ma scordati che la gente lavori
        gratis per far avere agli altri il loro
        mondo opensource.
        L'informatica NON E' un patrimonio
        dell'umanità ma è uno strumento per la
        risoluzione di problemi complessi.
        Gli strumenti senza le idee sono inutili, e le
        idee se non vengono "incoraggiate" muoiono a
        loro volta. Quindi pensaci bene prima di
        fare delle affermazioni del genere.Ma tu ci hai pensato bene prima di scrivere ???Prima dici che la gente non lavora gratis ecc...Poi che i computer sono solo strumenti.Poi che gli strumenti sono inutili senza le idee.E alla fine che ci vuole l'incoraggiamento ecc... Ma dov'e' l'incoraggiamento nell'uso di un mero strumento ? E M$ ti incoraggia a diventare un buon commerciale ?Ma a te programmare piace ? No Vuoi diventare un buon programmatore o un buon commerciale ?.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'OpenSource e' l'unica via!!
      Sei un illuso.Il fatto che la scrittura sia patrimonio dell'umanita` non significa che se scrivi un libro non te lo debba far pagare.Il diritto d'autore (a vario titolo) ha retto per migliaia di anni.Una volta la proprieta` intellettuale faceva diventare famosi (o potenti). Oggi fa guadagnare.Nessuno ti regala il pane, anche se la ricetta e` open...- Scritto da: Hermex
      Il futuro deve essere OpenSource.
      L'informatica e' un patrimonio dell'umanita'
      come la scrittura.
      Non puo' essere in mano a Microsoft (ne a
      nessun altro padrone).

      Troppo rischioso, per chi opera nel mercato
      embedded, eleggere Microsoft a referente
      unico dello standard, visto anche lo "stile"
      di Bill Gates.
      Nessuno puo' negare che Microsoft si e'
      dimostrata finora abbastanza "stronza"
      quando si e' sentita minacciata nel suo
      assoluto monopolio (vedi netscape).
  • Anonimo scrive:
    BeIA
    E' un peccato che nell'articolo non si sia parlato anche di BeIA, un SO per dispositivi embedded che sta riscuotendo un discreto successo fra le case costruttrici, fra le quali sony, compaq e philipsDate un occhiata a queste pagine per avere più informazioni: www.beia.com, www.scioncommunications.com/cs_be.htm, www.idevicebuilder.com/exhibitors2.htm, www.benews.com/story/3923, www.benews.com/story/3895, biz.yahoo.com/bw/010322/0120.html, www.evilla.com/html/index.html, www.benews.com/story/3883, www.benews.com/story/3753
    • Anonimo scrive:
      E QNX???
      Ragazzi quello che fa QNX in un floppy da 1.44 non lo fa nessuno.... e con una discreta interfaccia grafica
      • Anonimo scrive:
        Re: E QNX???
        - Scritto da: Alessandro

        Ragazzi quello che fa QNX in un floppy da
        1.44 non lo fa nessuno.... e con una
        discreta interfaccia grafica
        Non dimentichiamo di VxWorks...
        • Anonimo scrive:
          Re: E QNX???
          E pensare che tutto questo servira' a creare lavatrici che fanno pagare 100 lire ad ogni lavaggio e forni che scaricano le ricette via Internet. Che progresso :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: BeIA
      ma no, BeIA non e' per sistemi embedded, e' per le internet appliances.comunque, secondo me la Be non l'ha azzaccata proprio, puntando sulle IA; avrebbe avuto piu' successo con gli handheld.Certo che ragazzi, il BeOS e' una favola!- Scritto da: Rek
      E' un peccato che nell'articolo non si sia
      parlato anche di BeIA, un SO per dispositivi
      embedded che sta riscuotendo un discreto
      successo fra le case costruttrici, fra le
      quali sony, compaq e philips
  • Anonimo scrive:
    linux o windows? microwindows o nano-X!
    www.microwindows.org un progetto che porta le API di windows e di Xin pochi K di memoria, un layer multipiattaformaper le applicazioni embedded.Qualcuno vuole farci il porting delle QT/GTK?:)c'e' gia' il porting di Opera, Mozilla e Doom!ciao
  • Anonimo scrive:
    mi viene già da ridere:-)
    aspettando i commenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: mi viene già da ridere:-)
      ..e non hai torto visto il livello di demenzialità delle persone che scambiano lo strumento per il fine ultimo della loro vita. Usa e lascia usare..!- Scritto da: Gianfranco
      aspettando i commenti...
      • Anonimo scrive:
        Re: usa e fatti usare...
        - Scritto da: Stefano Mecchia

        ..e non hai torto visto il livello di
        demenzialità delle persone che scambiano lo
        strumento per il fine ultimo della loro
        vita. Usa e lascia usare..!La questione e' diversa: si tratta di scegliere se usare ed essere usati (-
        Micro$oft) o usare e basta (-
        ogni software libero...)Quindi, per favore, non ridere dei sogni e degli ideali degli altri. Altrimenti dovresti ridere dei rivoluzionari di francia del 18esimo secolo, dei rivoluzionari russi del 1917, dei neri d'america che hanno combattuto per la liberta', dei neri del sudafrica eccetera. Non esiste un sogno di liberta' che chicchesia possa permettersi di deridere.Se ti piace essere passivo spettatore del controllo della tua vita, per favore, non pretendere che lo siano gli altri. Nessuno ti impone linux, mentre qualcun'altro vorrebbe importi Windows...Wish
        • Anonimo scrive:
          Re: usa e fatti usare...
          Tutto il rispetto per Linux e i suoi ideali ma se ti senti un rivoluzionario francese o un indiano perchè sei contro MS allora hai qualche problema.Non rispondermi grazie.- Scritto da: wishmerhill
          - Scritto da: Stefano Mecchia



          ..e non hai torto visto il livello di

          demenzialità delle persone che scambiano
          lo

          strumento per il fine ultimo della loro

          vita. Usa e lascia usare..!


          La questione e' diversa: si tratta di
          scegliere se usare ed essere usati
          (-
          Micro$oft) o usare e basta (-
          ogni
          software libero...)

          Quindi, per favore, non ridere dei sogni e
          degli ideali degli altri. Altrimenti
          dovresti ridere dei rivoluzionari di francia
          del 18esimo secolo, dei rivoluzionari russi
          del 1917, dei neri d'america che hanno
          combattuto per la liberta', dei neri del
          sudafrica eccetera. Non esiste un sogno di
          liberta' che chicchesia possa permettersi di
          deridere.

          Se ti piace essere passivo spettatore del
          controllo della tua vita, per favore, non
          pretendere che lo siano gli altri. Nessuno
          ti impone linux, mentre qualcun'altro
          vorrebbe importi Windows...

          Wish
          • Anonimo scrive:
            Re: usa e fatti usare...
            GRANDE ALESSANDRO!!! D'accordo al mille per cento!!MaX!!!- Scritto da: Alessandro
            Tutto il rispetto per Linux e i suoi ideali
            ma se ti senti un rivoluzionario francese o
            un indiano perchè sei contro MS allora hai
            qualche problema.
            Non rispondermi grazie.

            - Scritto da: wishmerhill

            - Scritto da: Stefano Mecchia





            ..e non hai torto visto il livello di


            demenzialità delle persone che
            scambiano

            lo


            strumento per il fine ultimo della loro


            vita. Usa e lascia usare..!





            La questione e' diversa: si tratta di

            scegliere se usare ed essere usati

            (-
            Micro$oft) o usare e basta (-
            ogni

            software libero...)



            Quindi, per favore, non ridere dei sogni e

            degli ideali degli altri. Altrimenti

            dovresti ridere dei rivoluzionari di
            francia

            del 18esimo secolo, dei rivoluzionari
            russi

            del 1917, dei neri d'america che hanno

            combattuto per la liberta', dei neri del

            sudafrica eccetera. Non esiste un sogno di

            liberta' che chicchesia possa permettersi
            di

            deridere.



            Se ti piace essere passivo spettatore del

            controllo della tua vita, per favore, non

            pretendere che lo siano gli altri. Nessuno

            ti impone linux, mentre qualcun'altro

            vorrebbe importi Windows...



            Wish
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusa se ti rispondo...
            trova un solo passo del mio post in cui dico di sentirmi come un rivoluzionario francese o come un indiano e faro' pubblica ammenda. Parlavo di sogni ed ideali di liberta'. Ideali che nessuno ha il diritto di deridere, non importa cosa riguardino.wish
          • Anonimo scrive:
            Re: usa e fatti usare...
            - Scritto da: Alessandro
            Tutto il rispetto per Linux e i suoi ideali
            ma se ti senti un rivoluzionario francese o
            un indiano perchè sei contro MS allora hai
            qualche problema.Ti ho letto con attenzione e piu' ti ascolto piu' mi sembra evidente di come stai prendendo sottogamba un cambiamento culturale nel campo dell'informatica senza precedenti, linux in se' non c'entra niente... il movimento opensource cambiera' molte cose in molti ambiti dominati dalle grosse corporazioni e ne tu ne la microsoft potete farci assolutamente nulla, ti assicuro, ormai non si puo' piu' parlare nemmeno di "idealismo" (come elemento degradante come fai tu poi) perche' amico mio, il software e le specifiche proprietarie sono un retaggio del passato e sempre di piu' chi si nascondera' dietro questo paracadute volera' giu' ancora piu' velocemente (come mai ms ha rilasciato i src di wince 3 ai suoi partners? Idealismo?)
        • Anonimo scrive:
          Re: usa e fatti usare...

          del 1917, dei neri d'america che hanno
          combattuto per la liberta', dei neri delMi pare che si stiano confondendo le cose serie con i sistemi operativi. Proprio a causa di questepagliacciate faccio fatica a proporre Linux ai clienti paganti.
          ti impone linux, mentre qualcun'altro
          vorrebbe importi Windows...Poco male, tanto alla fine bsd li bastona entrambi.
        • Anonimo scrive:
          Re: usa e fatti usare...
          Anche solo il paragone e` ridicolo.Nessuno ti viene a puntare una pistola alla testa per obbligarti ad usare Windows o qualsiasi altro SW a pagamento di Microsoft o non.Qui c'e` sempre il solito dettaglio: c'e` chi usa il SW e vuole usarlo gratis. Mi spiegate cosa ha a che fare questo delirio del "tutto gratis" (musica, film, software) con la liberta`?Liberta` di cosa? Di rubare?- Scritto da: wishmerhill
          - Scritto da: Stefano Mecchia



          ..e non hai torto visto il livello di

          demenzialità delle persone che scambiano
          lo

          strumento per il fine ultimo della loro

          vita. Usa e lascia usare..!


          La questione e' diversa: si tratta di
          scegliere se usare ed essere usati
          (-
          Micro$oft) o usare e basta (-
          ogni
          software libero...)

          Quindi, per favore, non ridere dei sogni e
          degli ideali degli altri. Altrimenti
          dovresti ridere dei rivoluzionari di francia
          del 18esimo secolo, dei rivoluzionari russi
          del 1917, dei neri d'america che hanno
          combattuto per la liberta', dei neri del
          sudafrica eccetera. Non esiste un sogno di
          liberta' che chicchesia possa permettersi di
          deridere.

          Se ti piace essere passivo spettatore del
          controllo della tua vita, per favore, non
          pretendere che lo siano gli altri. Nessuno
          ti impone linux, mentre qualcun'altro
          vorrebbe importi Windows...

          Wish
          • Anonimo scrive:
            Re: usa e fatti usare...
            - Scritto da: Darth Vader
            Anche solo il paragone e` ridicolo.

            Nessuno ti viene a puntare una pistola alla
            testa per obbligarti ad usare Windows o
            qualsiasi altro SW a pagamento di Microsoft
            o non.

            Qui c'e` sempre il solito dettaglio: c'e`
            chi usa il SW e vuole usarlo gratis. Mi
            spiegate cosa ha a che fare questo delirio
            del "tutto gratis" (musica, film, software)
            con la liberta`?

            Liberta` di cosa? Di rubare?LIBERTA' DI NON FARSI DRAGARE LE SACCOCCE DAL BANDITO DRAGASACCOCCE DI REDMOND, LIBERTA' DI LIBERARSI UNA VOLTA PER TUTTE DEI PRETORIANI COME TE INTERESSATI A PORTARE ACQUA AL MULINO BIANCO DI REDMOND, LIBERTA' DAL DRAGA E DA TUTTA L' ACCOZZAGLIA DEI SUOI FIDI CANA DA GUARDIA, LIBERTA' DI USARE LINUX E MANDARE A ZAPPARE PRATI QUEI PRETORIANI PREZZOLATI DELLA BSA, DELLA SIAE & C., LIBERTA' DI SPENDERE I NOSTRI QUATTRINI DOVE CAZZO VOGLIAMO SENZA PIU' PAGARE TANGENTI AL DRAGA, ALLA SIAE & C.LIBERTA' DAI CONTRATTI DI LICENZA DEL DRAGA CHE SOLO UTONTI DISPERATI POSSONO ACCETTARE E FIRMARE.
          • Anonimo scrive:
            Re: usa e fatti usare...
            - Scritto da: Darth Vader
            Anche solo il paragone e` ridicolo.
            Nessuno ti viene a puntare una pistola alla
            testa per obbligarti ad usare Windows o
            qualsiasi altro SW a pagamento di Microsoft
            o non.Salvo poi la pubblica amministrazione darti i moduli in formato Doc, Xls.Stessa cosa per le info che scarichi dai siti web.
            Qui c'e` sempre il solito dettaglio: c'e`
            chi usa il SW e vuole usarlo gratis. Mi
            spiegate cosa ha a che fare questo delirio
            del "tutto gratis" (musica, film, software)
            con la liberta`?C'e' chi usa il software, ma vorrebbe anche scegliere che software usare.
            Liberta` di cosa? Di rubare?No, di scegliere.
      • Anonimo scrive:
        Re: mi viene già da ridere:-)


        ..e non hai torto visto il livello di
        demenzialità delle persone che scambiano lo
        strumento per il fine ultimo della loro
        vita. Usa e lascia usare..!Parole sante.Pensa che io, grazie all'intervento sul governo sulle assicurazioni, sono dovuto andare in negozio per spendere 200k per windows + 700k per Office, per poter leggere il documento in formato .xlsPerò ho scoperto che esistono dei programmi alternativi, che leggono anche il formato .xls (Tra questi NON sono presenti le versioni di Exel antecedenti a quella che ha creato il file)Mi dicono che uno di questi è StarOffice.Bene, posso ordinarlo alla Sun....ma ci mette troppo... così come scaricarlo dalla rete con la velocità del mio modem.... io devo cambiare assicurazione e voglio poter usufruire dell'informazione che il governo mi da, visto che chi ha pensato e realizzato tutta 'sta cosa, è stipendiato dalle mie tasse.In vendita non c'è, posso ordinarlo con le riviste specializzate... ma ci mette sempre troppo.Ma.... c'è un mio amico che ce l'ha.... bene, anzi, male, non posso duplicarlo.Stamattina ho sentito alla radio uno spot della BSA che diceva che duplicare software è illegale.Insomma.... io sono rispettoso delle leggi, e quindi mi comprerò windows+office. Totale 900.000 circa.Ma ora un mio amico mi dice che il Sw OpenSource si può duplicare.... quindi ho speso 900.000 per niente.... ma chi mi ridà i soldi che ho speso per nulla?
        • Anonimo scrive:
          Re: mi viene già da ridere:-)
          Mi riesce più facile programmare i computer che sono notoriamente stupidi che trasmettere un semplice messaggio ad altre persone che si presuppone siano capaci di intendere e di volere. Spiegazione del mio post: l'articolo di PI è chiaramente tendenzioso e indirizzato ad un pubblico "idealista" che scambia appunto l'uso di uno strumento come "portabandiera" o "identificazione" di una personalità altrimenti anonima, nulla. Il mio messaggio, e spero che stavolta sia recepito nella giusta maniera, è questo: non facciamo guerre di religione. Che ognuno usi lo strumento che più gli aggrada senza demonizzare l'altro o la casa che lo produce. Per quanto riguarda l' . Se tu pensassi di più a lavorare per mantenere una famiglia scopriresti che tanti vengono meno..ma probabilmente ti serve ancora qualche anno in più per capirlo. Senza rancore. - Scritto da: l





          ..e non hai torto visto il livello di

          demenzialità delle persone che scambiano
          lo

          strumento per il fine ultimo della loro

          vita. Usa e lascia usare..!

          Parole sante.
          Pensa che io, grazie all'intervento sul
          governo sulle assicurazioni, sono dovuto
          andare in negozio per spendere 200k per
          windows + 700k per Office, per poter leggere
          il documento in formato .xls
          Però ho scoperto che esistono dei programmi
          alternativi, che leggono anche il formato
          .xls (Tra questi NON sono presenti le
          versioni di Exel antecedenti a quella che ha
          creato il file)
          Mi dicono che uno di questi è StarOffice.
          Bene, posso ordinarlo alla Sun....ma ci
          mette troppo... così come scaricarlo dalla
          rete con la velocità del mio modem.... io
          devo cambiare assicurazione e voglio poter
          usufruire dell'informazione che il governo
          mi da, visto che chi ha pensato e realizzato
          tutta 'sta cosa, è stipendiato dalle mie
          tasse.
          In vendita non c'è, posso ordinarlo con le
          riviste specializzate... ma ci mette sempre
          troppo.
          Ma.... c'è un mio amico che ce l'ha....
          bene, anzi, male, non posso duplicarlo.
          Stamattina ho sentito alla radio uno spot
          della BSA che diceva che duplicare software
          è illegale.
          Insomma.... io sono rispettoso delle leggi,
          e quindi mi comprerò windows+office. Totale
          900.000 circa.
          Ma ora un mio amico mi dice che il Sw
          OpenSource si può duplicare.... quindi ho
          speso 900.000 per niente.... ma chi mi ridà
          i soldi che ho speso per nulla?

          • Anonimo scrive:
            Re: mi viene già da ridere:-)
            - Scritto da: Stefano Mecchia

            Mi riesce più facile programmare i computer
            che sono notoriamente stupidi che
            trasmettere un semplice messaggio ad altre
            persone che si presuppone siano capaci di
            intendere e di volere. Spiegazione del mio
            post: l'articolo di PI è chiaramente
            tendenzioso e indirizzato ad un pubblico
            "idealista" che scambia appunto l'uso di uno
            strumento come "portabandiera" o
            "identificazione" di una personalità
            altrimenti anonima, nulla. Il mio messaggio,
            e spero che stavolta sia recepito nella
            giusta maniera, è questo: non facciamo
            guerre di religione. Che ognuno usi lo
            strumento che più gli aggrada senza
            demonizzare l'altro o la casa che lo
            produce. Per quanto riguarda
            l' . Se tu pensassi di più a
            lavorare per mantenere una famiglia
            scopriresti che tanti vengono
            meno..ma probabilmente ti serve ancora
            qualche anno in più per capirlo. Senza
            rancore.
            - Scritto da: l Bene, continua pure la tua vita frustuata, priva di ideali, macchinone, casa al mare, buon lavoro e l'illusione di benessere....qual'e' la personalità nulla??Se nn ci fossero stati tanti sognatori, tanti rivoluzionari che han dedicato i propri sforzi per raggiungere i propri sogni di liberta'....beh....Non oso immaginare che in che mondo vivremmo, forse peggiore di quello in cui viviamo ora....Non è una questione di identificarsi in un qualcosa che ci faccia da "portabandiera", ma bensì una tenue speranza che ci porti alla liberta', la liberta di poter scegliere lo strumento da usare senza che ci venga imposto, la speranza che un settore che oramai fa parte della nostra vita (l'informatica) sia libero da imposizioni di mercato, e dai vincoli che oramai ci legano...P.s. Sono sposato, mi faccio il culo dalla mattina alla sera per mantenere la mia famiglia nonostante i miei da rivoluzionario, come diresti tu...e potranno passare tutti gli anni che vuoi...credo che i miei ideali rimarranno sempre gli stessi
Chiudi i commenti