Linux sui server europei di Fujitsu Siemens

Per sfruttare la crescente popolarità di Linux presso le aziende europee, il colosso fornirà in bundle con la sua linea di server Primergy la distribuzione Linux enterprise di SuSE

Roma – Fujitsu Siemens Computers e SuSE Linux hanno annunciato un’offerta congiunta che porterà alla disponibilità di server della famiglia Primergy con installato SuSE Linux Enterprise Server 8, il sistema operativo sviluppato dalla società tedesca per il mercato enterprise e le applicazioni mission-critical. L’offerta bundle include tutti i server Primergy, a partire dai sistemi entry-level monoprocessore fino ai server di fascia alta a 16 vie: questi sistemi sono tutti basati sui processori Xeon di Intel.

Le due partner hanno giustificato l’iniziativa commerciale con la volontà di rendere Linux maggiormente accessibile alle aziende europee, rispondendo così a quella che definiscono “una forte domanda di server ad alte prestazioni su piattaforma Linux”. Si tratta, dunque, di capitalizzare sul consenso che altri colossi del settore, IBM in testa, hanno contribuito a portare verso Linux.

Fujitsu Siemens afferma di essere la prima nel settore a calcolare il prezzo di assistenza per SuSe Linux Enterprise Server 8 secondo un sistema basato sulla capacità del server utilizzato: questo, a detta del colosso, dovrebbe portare ai clienti diversi benefici finanziari, specialmente per coloro che utilizzano server con uno o due processori.

“Il pacchetto messo a punto con SuSE Linux è particolarmente interessante per i nostri clienti”, ha dichiarato Bernd Bischoff, vicepresidente Sales, Marketing & Customer Service di Fujitsu Siemens Computers. “Consente, infatti, di ottenere soluzioni complete basate sui server Primergy e SuSE Linux Enterprise Server 8, da un unico vendor, riducendo così i costi e semplificando il processo d?ordine”.

SuSE spera che l’accordo con Fujitsu Siemens favorirà l’aumento della domanda di server Linux in Europa, un continente di cui la società tedesca è unica rappresentante all’interno del consorzio UnitedLinux (formato, come noto, da Conectiva, SCO Group e Turbolinux).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La mossa disperata di Novell.
    Quando nei sistemi operativi il supporto di rete era scadente o addirittura assente Novell ha creato uno standard de facto con la suite Netware facendola da padrona e guadagnando bene.Poi i sistemi operativi sono diventati più complessi integrando tutte le funzionalità che Netware fornisce come sovrastruttura del sistema operativo.Oggi Netware non ha più ragione di esistere per chi compra sistemi operativi commerciali in quanto essi integrano tutto ciò di cui si ha bisogno (e finalmente anche un taglio definitivo al proprietario novell IPX/SPX focalizzando sullo standard TCP/IP).E da qui parte la risposta di Novell: se chi compra WS2003 non sa che farsene di Netware avendo tra l'altro già speso parecchi soldi in licenze M$, chi invece opta per sistemi OpenSouce gratuiti potrebbe pensare di spendere una parte del budget disponibile per integrarli con i servizi di network management di Novell unendo la grande stabilità di Unix/Linux ad una maggior produttività di gestione per i sysadmin.L'importante è che non si senta più parlare di IPX/SPX, una palla al piede assurda per chi deve ancora far convivere sistemi IP e IPX.Tamerlano
    • Anonimo scrive:
      Re: La mossa disperata di Novell.
      Guarda che dalla versione di Netware 5.0 (1998) puoi fare a meno di IPX e usare SOLO TCP/IP. Perchè non fai un giro sul sito di Novell e vedi cosa offre Netware.
      • Anonimo scrive:
        Re: La mossa disperata di Novell.
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che dalla versione di Netware 5.0
        (1998) puoi fare a meno di IPX e usare SOLO
        TCP/IP. Perchè non fai un giro sul sito di
        Novell e vedi cosa offre Netware.Certo, e meno male, sarebbe stato un suicidio per Novell incapponirsi su IPX sfidando IP.Purtroppo vi sono però ancora aziende che sono costrette per ragioni di budget a far convivere entrambi i protocolli sulla stessa rete, un abominio dal punto di vista del sysadmin.Nota che CISCO ancora si ostina a inserire sui quiz CCNA capitoli interi su Novell IPX. IPX non è ancora morto purtroppo. Tamerlano
        • Anonimo scrive:
          Re: La mossa disperata di Novell.
          - Scritto da: Anonimo
          Certo, e meno male, sarebbe stato un
          suicidio per Novell incapponirsi su IPX
          sfidando IP.

          Purtroppo vi sono però ancora aziende che
          sono costrette per ragioni di budget a far
          convivere entrambi i protocolli sulla stessa
          rete, un abominio dal punto di vista del
          sysadmin.Anche perché ci sono ancora applicazioni che richiedo il protocollo IPX/SPX.Puoi sempre usare la modalità "IPX Compatibily Mode Driver" per incapsulare IPX/SPX all'interno di IP. In questo modo sulla rete transitano solo pacchetti IP. Devi avere un agent sul server e sui client il client32 in questa modalità. Oviamente IPX c'è ancora, solo più nascosto. Comunque Novell dal 1998 ha dato la possibilità di eliminare IPX/SPX, pertanto se qualcuno lo usa ancora avrà le use ragioni sia tecniche che non per usarlo, o per pianificare la migrazione.
          Nota che CISCO ancora si ostina a inserire
          sui quiz CCNA capitoli interi su Novell IPX.Penso che ad un sistemista non faccia male conosce IPX/SPX. Comunque con l'attuale versione del CCNA 640-607, IPX/SPX non è più richiesto come materia per tale certificazione.
          IPX non è ancora morto purtroppo. Non è il solo. Pultroppo incontro ancora reti con NetBeui.
          Tamerlano
          Massimiliano
          • Anonimo scrive:
            Re: La mossa disperata di Novell.

            Penso che ad un sistemista non faccia male
            conosce IPX/SPX. Comunque con l'attuale
            versione del CCNA 640-607, IPX/SPX non è
            più richiesto come materia per tale
            certificazione. C'è un capitolino del 640-607 riservato proprio a IPX e Novell SAP (protocollo che non ha un equivalente in TCP).I protocolli sono già tanti, dover perdere tempo prezioso per studiare anche quelli obsoleti è davvero demotivante... Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: La mossa disperata di Novell.
            - Scritto da: Anonimo

            C'è un capitolino del 640-607 riservato
            proprio a IPX e Novell SAP (protocollo che
            non ha un equivalente in TCP).
            I protocolli sono già tanti, dover perdere
            tempo prezioso per studiare anche quelli
            obsoleti è davvero demotivante... Mi risulta che è stato eliminato dal test, anche su http://www.cisco.com/en/US/learning/le3/le2/le0/le9/learning_certification_type_home.htmlnon se ne parla più. Sempre che non mi sbagli oppure la Cisco ha seguito la tua opinione/consiglio :-)
            TamerlanoCiao/73Massimiliano
          • Anonimo scrive:
            Re: La mossa disperata di Novell.

            Mi risulta che è stato eliminato dal test,
            anche su
            http://www.cisco.com/en/US/learning/le3/le2/l
            non se ne parla più. Cisco CCNA Exam #640-607 Certification Guide (3rd Edition)http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/1587200554/104-4437236-6815122?vi=glanceSe guardi la lista degli argomenti purtroppo IPX è ancora presente.Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: La mossa disperata di Novell.

            Cisco CCNA Exam #640-607 Certification Guide
            (3rd Edition)

            http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-

            Se guardi la lista degli argomenti purtroppo
            IPX è ancora presente.

            TamerlanoAl link che di segnalato due post sopra, su "Required Exam" trovi quello che viene richiesto per l'esame 640-607 e quindi le materie di studio.Il libro che hai seganlato è la 3 ed. che è uscito il 05/04/2002, come c'è anche scritto. Semplicemente l'attuale versione del esame 640-607 è più recente rispetto al libro. Se vai a vare l'esame adesso non ti vengono fatte domande sul IPX perchè non è più richiesto anche se lo hai studiato nel libro.Massimiliano
  • Anonimo scrive:
    Novell?
    Esiste ancora? A chi interessa? Cara Novell, ricordo quanto facevi pagare 15 anni fa per il tuo software.......Poi dicono di Microsoft.
    • fDiskolo scrive:
      Re: Novell?
      - Scritto da: Anonimo
      Esiste ancora? A chi interessa? Cara Novell,
      ricordo quanto facevi pagare 15 anni fa per
      il tuo software.......
      Poi dicono di Microsoft.invece mio caro lo usano ancora in molti.se ti sei fatto abbindolare dai fornitori di soluzioni M$ e' solo colpa tua.
      • Anonimo scrive:
        Re: Novell?
        Nella mia azienda si usava Novell.... non ti dico le volte che si è bloccato e la quantità di dati che abbiamo perso, nonché le problematiche di manutenzione. Senza contare i prezzi esorbitanti per le licenze (tipo qualche milione per ogni utente in più).Abbiamo penato per un paio d'anni, poi finalmente siamo passati ad una rete microsoft con fileserver su Mac e Mailserver su Linux.L'incubo Novell è finito.
        • Anonimo scrive:
          Re: Novell?
          - Scritto da: Anonimo
          Abbiamo penato per un paio d'anni, poi
          finalmente siamo passati ad una rete
          microsoft con fileserver su Mac e Mailserver
          su Linux.cos'è una "rete microsoft" ? usate netbeui al posto del tcp/ip? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Novell?
      sai quanto suona buffo il paragone?questo perche' tu non hai clienti che hanno tenuto netware 3.11 fino al 2000, senza mai fare manutenzione al server, solo perche' non era necessaria, se non le 2 volte in cui ha voluto ampliare l'hw, per avere hd piu' grandi. in mirroring su ide.poi ha caricato qualche patch.e ora sono passati altri 3 anni.Beh, se mai un giorno un sw m$ ti permettera' tanto, chiamami.Ah dimenticavo un dettaglio: non si e' mai fermato. In m$ dicono che e' impossibile realizzare un software che non crashi ogni 5.5 nanosecondi........ o che tu non debba ricomprare ex novo ogni 1-2 anni. Come m$ fa' i soldi e' palese dal suo bilancio, e lo sanno tutti:prodotti che talmente brutti che ti dicono solo di comprare quello dopo, quello nuovo per superare il problema che TI HA CREATO LA PATCH ...... altro che installare patch per risolverli...... torna a lavorare va', che se no' billy ti riduce la paga....
    • Anonimo scrive:
      Re: Novell?
      Rimani a giocare con i prodotti m$...e continua a pagare !
      • Anonimo scrive:
        Re: Novell?
        - Scritto da: Anonimo
        Rimani a giocare con i prodotti m$...e
        continua a pagare !Le reti Microsoft aziendali, a partire da Windows NT 4.0, restano le migliori attualmente in circolazione, per efficienza, semplicità d'uso compatibilità. E questo è un fatto.Perchè poi "giocare"? Se un SO ha icone e colori è un gioco?Penso che pochi apprezzino in pieno le potenzialità di Windows 2000 Server (per non parlare din Windows Server 2003).E cmq....smettetela di scrivere M$: a prescindere dal parere che uno puo avere, è cmq indice di infantilità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Novell?
      - Scritto da: Anonimo
      Esiste ancora? A chi interessa? Cara Novell,
      ricordo quanto facevi pagare 15 anni fa per
      il tuo software.......
      Poi dicono di Microsoft.Sono i soldi che ho speso più volentieri,Era "solamente" una suite office, la Novell 1.0WordPerfect, QuattroPro, Paradox e una varietà di altri programmi veamente ben fatti.L'ho usata per anni ed ancora ho tutti i floppy (si i floppy hai capito bene) e ogni tanto sono tentato di riutilizzarla.Una cosa fantastica, stabile, ben fatta, velocissima.Mai Microsoft ha raggiunto simili vette.Grunch
Chiudi i commenti