LinuxNews/ OpenPortal, la nuova sfida italiana

In seno alla comunità Unixwave.org nasce un progetto tutto italiano per sviluppare una soluzione open source per la creazione di portali


Lo scopo del nuovo progetto lanciato dalla comunità open source italiana Unixwave.org è quello di creare una soluzione completamente open source e alternativa a PHPNuke per la realizzazione di portali.

Il progetto, che presto avrà una sua home page all’indirizzo openportal.unixwave.org , ha già fissato alcuni punti prioritari nello sviluppo delle funzionalità del software:

* Sistema di rotazione delle news per data in home page
* Indicizzazione delle news per sezioni e loro menu-link.
* Posta anonima e non delle news
* Registrazione utente per posta news
* Forum a folders multitopics anonimi e non
* Private folder utente registrato
* Home page e grafica sito amministrabile per ogni utente registrato.
* Home page personalizzata per ogni utente
* Integrazione Web-mail (in PHPNuke non c’è)
* Advertising e gestione banner
* Amministrazione integrale del sito via web
* Gestione headlines con RDF e XML
* Integrazione con Mailman
* Gestione indipendente dei blocchi sulle colonne
* Zona CVS
* Zona Download
* Zona FAQ
* Gestione grafica del sito “a temi”
* Statistiche differenziate per livello di utente
* Statistiche pubbliche
* Sistema sondaggi
* TOP news

Uno dei coordinatori del progetto, Giorgio Zoppi, ci ha fatto sapere che chiunque volesse proporre la sua collaborazione volontaria può contattarlo all’e-mail deneb@unixwave.org o seguire gli sviluppi sul sito dedicato di prossima apertura. Presto verrà lanciata anche un’apposita mailing list.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    l'idea e' buona ma...
    anche se come ribadito non e' certo nuova, l'idea rimane vuota.Il problema e' che ,oltre al fatto che non ci puo essere verifica sull'attendibilita' dei dati (evabbe'...) sarebbe almeno bene che il Budda avesse un minimo di scambio mail con colui che inserisce info... insomma parecchi link ke ho guardato (relativi alle webcam e agli adapter isdn per es) non hanno altre info che l'url del produttore e un piu o meno generico nome del hardware.Bisogna "costringere" sti utenti a mettere MOLTE piu info sul db... almeno quello :)che poi cosi, e' gia ,almeno in parte, garanzia che almeno non e' fuffa (ovvero almeno linux e la periferica l'utente che posta i dati dovrebbe averli :)Info prese chesso' da scanpci, cardctl , pnpdump , messages e quant'altro serve nel caso.Nonche un minimo di info su che sistema sta girando il tutto e se ha fatto cose particolari per fare andare la periferica in questione.
  • Anonimo scrive:
    A ZioBudda l'idea e' vecchia
    Un database con l'hardware compatibile linux e con interazione dell'utente gia' esiste da tempo:http://www.linuxhardware.net/con una semplice ricerca su google con le chiavi:linux hardware databasene ho trovati anche altri come per es: http://lhd.datapower.com
  • Anonimo scrive:
    Come funziona?
    Zio come fai? Compri tutti le periferiche e verifichi o vai sulla fiducia?Cioè se io vado sul sito e ti comunico che il mio tostapane è conpatibile mi aggiungi al database? :-)Ho esagerato ma si capisce il senso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come funziona?
      - Scritto da: Fabio
      Zio come fai? Compri tutti le periferiche e
      verifichi o vai sulla fiducia?Sulla fiducia...Anche perche' per inserire un prodotto devi essere registrato sul sito. Se mi inserisci una "cazzata" ti metto nella black list.
  • Anonimo scrive:
    W zio Budda...........
    Basta che poi non ci tradisci.....ciao
Chiudi i commenti