LinuxNews/ Sconti ai LUG da LokiGames

Come tante società della Net-Economy anche LokiGames non naviga in buone acque. Ma intanto fa lo sconto del 50% sui propri giochi ai Linux User Group


LokiGames , come tante altre società del settore informatico, è costretta a tagliare dei posti di lavoro. Questo a causa dell’attuale debolezza del mercato, ma soprattutto perché la società australiana ha puntato tutto su di un piccolo mercato di nicchia, quello dei videogame per Linux.

Sono molti i titoli che la Loki ha portato sotto Linux: “Civilization: Call to Power”, “Myth II: Soulblighter”, ” Railroad Tycoon II”, “SimCity 3000 Unlimited”, “Descent3”, “Quake III Arena”, solo per citarne alcuni tra i più popolari.

Comunque il CEO dell’azienda crede fermamente nel suo progetto e cerca partner strategici.
Ma molto più interessante è il programma che la Loki ha in progetto per i LUG (Linux User Group).

La società ha recentemente annunciato di effettuare il 50% di sconto su tutti i propri prodotti. Ogni LUG può acquistare i giochi a condizione che siano acquistati direttamente dall’associazione e non dai singoli membri e che si ordinino almeno 10 copie per ogni titolo. E le spese di spedizione sono a carico della Loki! Un bel colpo.

A cura di
Soluzioni Open-Source

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    LI HANNO GIA' CANCELLATI..........................
    CHIUSO IL DISCORSO.
    • Anonimo scrive:
      Re: LI HANNO GIA' CANCELLATI..........................
      Alé- Scritto da: Alien
      CHIUSO IL DISCORSO.
      • Anonimo scrive:
        Re: LI HANNO GIA' CANCELLATI..........................
        - Scritto da: Darth Vader
        AléDARTH, NON AVRAI MICA INTENZIONE DI COMINCIARE A ROMPERE I MARONI STANOTTE.......... VEROOOOOOO.

        - Scritto da: Alien

        CHIUSO IL DISCORSO.
        • Anonimo scrive:
          Re: LI HANNO GIA' CANCELLATI..........................
          La madre dei rompimaroni è sempre incinta ;-)- Scritto da: Alien


          - Scritto da: Darth Vader

          Alé

          DARTH, NON AVRAI MICA INTENZIONE DI
          COMINCIARE A ROMPERE I MARONI
          STANOTTE.......... VEROOOOOOO.




          - Scritto da: Alien


          CHIUSO IL DISCORSO.
  • Anonimo scrive:
    Se e' vero che si cancellano va bene...
    ...se cosi' non fosse sarebbe un bell'autogol da parte di Big Blue e sarebbe giusto che pagasse i danni!
  • Anonimo scrive:
    Siamo all'Open Advertising
    Be' per un prodotto che non dà fatturato pretendevate mica una campagna pubblicitaria che costi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo all'Open Advertising
      - Scritto da: Darth Vader
      Be' per un prodotto che non dà fatturato
      pretendevate mica una campagna pubblicitaria
      che costi?BEH, CERTO NON DA' IL FATTURATO AL QUALE E' ABITUATO IL GIULLARE DI REDMOND DRAGANDO LE SACCOCCE A DESTRA ED A MANCA, PERO' CON UN MODESTO E ONESTO GUADAGNO, DA' IN CAMBIO UN ENORME ARRICCHIMENTO MENTALE DELLA GENTE LIBERA, COSA ALLA QUALE VOI PRETORIANI DI RERDMOND NON POTETE AVERE PERCHE' ORMAI ATROFIZZATI NELLE MENTI DALLE POLITICHE PREDATORIE ED OSCURANTISTE DEL VOSTRO PADRONE.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo all'Open Advertising
        Non ho padroni. Non parlare come uno di quei coglionazzi del centrosinistra o peggio dei centri sociali.L'amico di Redmond mi ha messo in condizione di avere un livello di vita da ceto medio sviluppando un SO che ha fatto esplodere il numero di PC in giro per le aziende e nelle case delle persone. Credi che se non ci fosse Windows i PC sarebbero così diffusi? Se sì vuol dire che sei un illuso.- Scritto da: Alien


        - Scritto da: Darth Vader

        Be' per un prodotto che non dà fatturato

        pretendevate mica una campagna
        pubblicitaria

        che costi?
        BEH, CERTO NON DA' IL FATTURATO AL QUALE E'
        ABITUATO IL GIULLARE DI REDMOND DRAGANDO LE
        SACCOCCE A DESTRA ED A MANCA, PERO' CON UN
        MODESTO E ONESTO GUADAGNO, DA' IN CAMBIO UN
        ENORME ARRICCHIMENTO MENTALE DELLA GENTE
        LIBERA, COSA ALLA QUALE VOI PRETORIANI DI
        RERDMOND NON POTETE AVERE PERCHE' ORMAI
        ATROFIZZATI NELLE MENTI DALLE POLITICHE
        PREDATORIE ED OSCURANTISTE DEL VOSTRO
        PADRONE.
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo all'Open Advertising
          - Scritto da: Darth Vader
          Non ho padroni. Non parlare come uno di quei
          coglionazzi del centrosinistra o peggio dei
          centri sociali.Caro Darth, come Tu certo oramai saprai, nono sono di nessun centro sociale, ma Tu, visto come ragioni e le cause che sposi, volente o nolente un PADRONE ce l'hai anche se, capisco, Ti scoccia ammetterlo. Il fatto è che quel PADRONE che hai, ti ha così ben condizionato che anche Tu ti vanti di essere un piccolo PADRONE che lucra su altri con prodotti tutto luccichio e poca sostanza, insomma; SPECHIETTI PER ALLODOLE.

          L'amico di Redmond mi ha messo in condizione
          di avere un livello di vita da ceto medio
          sviluppando un SO che ha fatto esplodere il
          numero di PC in giro per le aziende e nelle
          case delle persone. Credi che se non ci
          fosse Windows i PC sarebbero così diffusi?
          Se sì vuol dire che sei un illuso.Sono contento che Tu abbia un livello di vita da ceto medio, ma purtroppo sone del parere che te lo sei creato contribuendo ad arricchire il BUFFONE DI REDMOND, pare, vendendo o consulenziando sui suoi SPRODOTTI.Ammetto e riconosco che l' AMICO BILL, ha indubbiamente contribuito alla capillare diffusione dei COMPUTERS, e che ha avuto vista lunga PRIMA DI TUTTO PER LE SUE SACCOCCE, ma questo non è un demerito, demerito è il SURPLUS creato con pratiche PREDATORIE tendenti ad UCCIDERE LA CONCORRENZA, cose che sicuramente ha fatto stringendo accordi capestro, ed infatti è tutt'ora sotto processo.Se Tu applicassi tempo e la Tua intelligenza su LINUX e altro SW Open Source, Ti assicuro che manterresti il Tuo livello di vita attuale con in più p'arecchia soddisfazione personale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            Guarda che a me capita ogni tanto di trovarmi di fronte dei concorrenti che portano avanti la causa di Linux cercando di vendere soluzioni che competano con le mie. Ti garantisco che sono uno spettacolo patetico. Ogni due minuti dicono qualcosa del tipo "be' questa funzionalità non c'è ma forse modificando il codice oppure scrivendo un modulo ad hoc si potrebbe implementarla". La superiorità di quello che vendo è dato dalla facilità con cui le cose si fanno su un sistema operativo che non è un contenitore di applicazioni che con un improbo lavoro di integrazione mi creano una piattaforma su cui POI dovrò costruire la mia soluzione, ma una piattaforma che mi mette a disposizione dei servizi di base sui quali io costruisco la mia soluzione.- Scritto da: Alien
            Se Tu applicassi tempo e la Tua intelligenza
            su LINUX e altro SW Open Source, Ti assicuro
            che manterresti il Tuo livello di vita
            attuale con in più p'arecchia soddisfazione
            personale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Darth Vader
            Guarda che a me capita ogni tanto di
            trovarmi di fronte dei concorrenti che
            portano avanti la causa di Linux cercando di
            vendere soluzioni che competano con le mie.
            Ti garantisco che sono uno spettacolo
            patetico. Ogni due minuti dicono qualcosa
            del tipo "be' questa funzionalità non c'è ma
            forse modificando il codice oppure scrivendo
            un modulo ad hoc si potrebbe implementarla".Io non so quali applicativi o soluzioni Tu venda oppure come faccia ad avere un dialogo diretto con la Tua presunta concorrenza LINUX. Prendendo per vero ciò che Tu dici sui "patetici" che portano avanti la causa di LINX (come Tu la definisci), Ti posso solo rispondere che quei (presunti) concorrenti LINUX sono diciamo "alquanto" e quantomeno impreparati; farebbero bene ed andrebbero bene a commercializzare i prodotti del Tuo amico Bill; che non richiedono, come noto, grande competenza tecnica.
            La superiorità di quello che vendo è dato
            dalla facilità con cui le cose si fanno su
            un sistema operativo che non è un
            contenitore di applicazioni che con un
            improbo lavoro di integrazione mi creano una
            piattaforma su cui POI dovrò costruire la
            mia soluzione, ma una piattaforma che mi
            mette a disposizione dei servizi di base sui
            quali io costruisco la mia soluzione.Non so di cosa Tu stia parlando, quello che dici non è certo riferito ai SO Windows che sono un' accozzaglia di assiemaggio copiato da altri produttori.LINUX è oramai un SO per un uso affidabile come SERVER ENTERPRISE e completo per uso DESK-TOP sia domestico che d' ufficio.E' inutile che boccheggi nascondendoti dietro un dito e arrampicandoti sugli specchi; chi vivrà vedrà oppure RIDE BENE CHI RIDE ULTIMO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Alien

            Io non so quali applicativi o soluzioni Tu
            venda oppure come faccia ad avere un dialogo
            diretto con la Tua presunta concorrenza
            LINUX.Perché qualche volta il cliente ci mette a confronto.

            Non so di cosa Tu stia parlando, quello che
            dici non è certo riferito ai SO Windows che
            sono un' accozzaglia di assiemaggio copiato
            da altri produttori.
            LINUX è oramai un SO per un uso affidabile
            come SERVER ENTERPRISE e completo per uso
            DESK-TOP sia domestico che d' ufficio.Sto proprio parlando di Windows, invece.Mi rendo conto che la mia affermazione precedente è un po' criptica, quindi mi spiego meglio. Se hai voglia di leggere un po'.Supponi che io voglia creare soluzioni integrate per un cliente. Che ne so: un sistema per una catena di agenzie assicurative. Il cliente vuole che il sistema permetta ad un utente di loggarsi da qualsiasi workstation dell'agenzia usando lo stesso account, magari, per sicurezza, che voglia loggarsi con la sua smart-card invece che con username e password. L'applicazione che scriveranno sulla workstation si vuole che funzioni anche se la linea con il sistema centrale non funziona più, in modo da non perdere nemmeno una polizza perché le polizze sono il business del nostro cliente. Inoltre, siccome ho dei chioschi in giro per le fiere e negli aeroporti, e l'utente medio ha una conoscenza del SO paragonabile a quella di mia nonna, voglio che in caso di problemi il SO sia reinstallabile completamente semplicemente facendo il boot di una macchina attaccata in rete (senza fare più niente, nemmeno un clic) e che le applicazioni debbano essere installate just-in time a seconda di chi è l'utente (sia se è un promotore con il portatile sia se è un utente di passaggio in un chiosco). Tutto ciò coinvolge 8000 workstation.Bene con Windows 2000 tutto questo è possibile senza installare nulla più del sistema operativo e senza scrivere una sola riga di codice. Usando Active Directory, kerberos, group policy, remote installation service, MSMQ, Certificate Server, IIS faccio tutto quello che ho descritto sopra senza installare niente di più del sistema operativo perché tutte queste funzioni sono NEL sistema operativo. Così mi posso concentrare nella scrittura dell'applicazione e ci metto infinitamente meno.Con Linux (o un qualsiasi altro Unix) tutto quanto scritto sopra comporta un lunghissimo lavoro di selezione e poi integrazione di un sistema di SW distribution, un sistema di message enqueuing, un sistema kerberos, un certificate server, un directory service, un database, un web server. Poi devo scrivere un numero infinito di script per sincronizzare tra loro tutti questi pezzi. In questo modo ottengo una piattaforma sulla quale SOLO DOPO posso cominciare a scrivere la mia applicazione.Ti sto parlando di un caso reale; cioè un vero progetto per un vero cliente, che ovviamente non era un'assicurazione (per motivi di privacy ho cambiato il tipo di cliente). Secondo te quante persone erano necessarie per tutto il lavoro di integraazione di vari applicativi sul sistema Unix? Te lo dico io: 25 volte il numero di persone che hanno fatto il progetto su Windows. E i prodotti non erano nemmeno gratuiti perché Linux lo è ma gli altri prodotti non lo erano in quanto gli equivalenti prodotti Open Source mancavano delle funzionalità necessarie.Ecco dove Windows ha ancora un enorme vantaggio.Una piccola notazione: hai visto come dialoghiamo civilmente QUANDO NON URLI
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Darth Vader


            - Scritto da: Alien



            Io non so quali applicativi o soluzioni Tu

            venda oppure come faccia ad avere un
            dialogo

            diretto con la Tua presunta concorrenza

            LINUX.

            Perché qualche volta il cliente ci mette a
            confronto.




            Non so di cosa Tu stia parlando, quello
            che

            dici non è certo riferito ai SO Windows
            che

            sono un' accozzaglia di assiemaggio
            copiato

            da altri produttori.

            LINUX è oramai un SO per un uso affidabile

            come SERVER ENTERPRISE e completo per uso

            DESK-TOP sia domestico che d' ufficio.

            Sto proprio parlando di Windows, invece.

            Mi rendo conto che la mia affermazione
            precedente è un po' criptica, quindi mi
            spiego meglio. Se hai voglia di leggere un
            po'.

            Supponi che io voglia creare soluzioni
            integrate per un cliente. Che ne so: un
            sistema per una catena di agenzie
            assicurative. Il cliente vuole che il
            sistema permetta ad un utente di loggarsi da
            qualsiasi workstation dell'agenzia usando lo
            stesso account, magari, per sicurezza, che
            voglia loggarsi con la sua smart-card invece
            che con username e password. L'applicazione
            che scriveranno sulla workstation si vuole
            che funzioni anche se la linea con il
            sistema centrale non funziona più, in modo
            da non perdere nemmeno una polizza perché le
            polizze sono il business del nostro cliente.
            Inoltre, siccome ho dei chioschi in giro per
            le fiere e negli aeroporti, e l'utente medio
            ha una conoscenza del SO paragonabile a
            quella di mia nonna, voglio che in caso di
            problemi il SO sia reinstallabile
            completamente semplicemente facendo il boot
            di una macchina attaccata in rete (senza
            fare più niente, nemmeno un clic) e che le
            applicazioni debbano essere installate
            just-in time a seconda di chi è l'utente
            (sia se è un promotore con il portatile sia
            se è un utente di passaggio in un chiosco).
            Tutto ciò coinvolge 8000 workstation.

            Bene con Windows 2000 tutto questo è
            possibile senza installare nulla più del
            sistema operativo e senza scrivere una sola
            riga di codice. Usando Active Directory,
            kerberos, group policy, remote installation
            service, MSMQ, Certificate Server, IIS
            faccio tutto quello che ho descritto sopra
            senza installare niente di più del sistema
            operativo perché tutte queste funzioni sono
            NEL sistema operativo. Così mi posso
            concentrare nella scrittura
            dell'applicazione e ci metto infinitamente
            meno.

            Con Linux (o un qualsiasi altro Unix) tutto
            quanto scritto sopra comporta un lunghissimo
            lavoro di selezione e poi integrazione di un
            sistema di SW distribution, un sistema di
            message enqueuing, un sistema kerberos, un
            certificate server, un directory service, un
            database, un web server. Poi devo scrivere
            un numero infinito di script per
            sincronizzare tra loro tutti questi pezzi.
            In questo modo ottengo una piattaforma sulla
            quale SOLO DOPO posso cominciare a scrivere
            la mia applicazione.

            Ti sto parlando di un caso reale; cioè un
            vero progetto per un vero cliente, che
            ovviamente non era un'assicurazione (per
            motivi di privacy ho cambiato il tipo di
            cliente). Secondo te quante persone erano
            necessarie per tutto il lavoro di
            integraazione di vari applicativi sul
            sistema Unix? Te lo dico io: 25 volte il
            numero di persone che hanno fatto il
            progetto su Windows. E i prodotti non erano
            nemmeno gratuiti perché Linux lo è ma gli
            altri prodotti non lo erano in quanto gli
            equivalenti prodotti Open Source mancavano
            delle funzionalità necessarie.

            Ecco dove Windows ha ancora un enorme
            vantaggio.

            Una piccola notazione: hai visto come
            dialoghiamo civilmente QUANDO NON URLINon Ti posso controbattere produttivamente su qiesto campo specifico in quanto non è il mio mestiere.Ti posso solo dire che ho usato personalmente per diletto e per lavoro i diversi SO del DRAGASACCOCCE DI REDMOND, pagandoli sempre in originale e mai avendo installato copie dei suoi SO piratate.Ebbene, mi sono da circa un paio di anni a questa parte che le stesse cose le posso fare con LINUX (TUTTE) compresi i più disparati lavori di ufficio; solo per quanto riguarda il CAD con dei problemi che sono sicuro presto si risolveranno.Ebbene, mi sono accorto di avere dato al DRAGASACCOCCE DI REDMOND un sacco di soldi avendo avuto poco o nulla in cambio, con in più un sacco di minacce sui suoi contratti di licenza d'uso. Insomma, MI HA PROPRIO STUFATO.Per quanto riguarda il problema che Tu mia hai esposto e brillantemente risolto con WIN, Ti posso assicurare che conosco almenno un paio di presoncine che lo risolverebbero pure loro con LINUX, vista la sua modularità e portatilità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Alien
            Per quanto riguarda il problema che Tu mia
            hai esposto e brillantemente risolto con
            WIN, Ti posso assicurare che conosco almenno
            un paio di presoncine che lo risolverebbero
            pure loro con LINUX, vista la sua modularità
            e portatilità.
            Attenzione. Non ti sto dicendo che non si sarebbe risolto anche con Linux. Sono SICURO che si poteva. Non sono così integralista da non riconoscerlo. Il problema è di punto di partenza.Su Linux/Unix il SO è considerato un "contenitore" dentro al quale infilare un application server formato da un numero molto alto di pezzi diversi. Windows 2000 è invece una piattaforma che ha già dentro l'application server. Ovviamente non stiamo parlando del mio o del tuo PC di casa ma di sistemi server per grandi aziende. E non disconosco nemmeno che per task verticali tipo DB server o Web server Linux/Unix vadano benissimo. Ma anche tu devi riconoscere che il mondo reale non è fatto solo da server che fanno una sola cosa o da sistemi che hanno un solo punto di riferimento. Devi riconoscere che avere un SO che contiene directory service, remote installation server, sw distribution, message enqueuing, certificate server, web server, transaction server etc. etc. tutti integrati tra loro è un vantaggio per chi ha come mestiere scrivere applicazioni che hanno bisogno di tutte queste componenti sotto. E un sistema di home banking, un sito di e-commerce o l'infrastruttura di una rete commerciale di un'assicurazione sono sistemi complessi che hanno bisogno di tutte queste componenti che lavorino insieme.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Darth Vader


            - Scritto da: Alien

            Per quanto riguarda il problema che Tu mia

            hai esposto e brillantemente risolto con

            WIN, Ti posso assicurare che conosco
            almenno

            un paio di presoncine che lo
            risolverebbero

            pure loro con LINUX, vista la sua
            modularità

            e portatilità.


            Attenzione. Non ti sto dicendo che non si
            sarebbe risolto anche con Linux. Sono SICURO
            che si poteva. Non sono così integralista da
            non riconoscerlo. Il problema è di punto di
            partenza.

            Su Linux/Unix il SO è considerato un
            "contenitore" dentro al quale infilare un
            application server formato da un numero
            molto alto di pezzi diversi. Windows 2000 è
            invece una piattaforma che ha già dentro
            l'application server. Ovviamente non stiamo
            parlando del mio o del tuo PC di casa ma di
            sistemi server per grandi aziende. E non
            disconosco nemmeno che per task verticali
            tipo DB server o Web server Linux/Unix
            vadano benissimo. Ma anche tu devi
            riconoscere che il mondo reale non è fatto
            solo da server che fanno una sola cosa o da
            sistemi che hanno un solo punto di
            riferimento. Devi riconoscere che avere un
            SO che contiene directory service, remote
            installation server, sw distribution,
            message enqueuing, certificate server, web
            server, transaction server etc. etc. tutti
            integrati tra loro è un vantaggio per chi ha
            come mestiere scrivere applicazioni che
            hanno bisogno di tutte queste componenti
            sotto. E un sistema di home banking, un sito
            di e-commerce o l'infrastruttura di una rete
            commerciale di un'assicurazione sono sistemi
            complessi che hanno bisogno di tutte queste
            componenti che lavorino insieme.Darth, sono costretto a ripetermi, Ti assicuro che tutto quello che hai detto è risolvibilissimo anche con LINUX, caso mai il problema poi si sposterà nell' affidabilità e funzionalità complessiva del sistema senza crash, e qui Ti voglio.Poi possiamo spostare ed analizzare anche il problema sul lato costi complessivi sia di HD che di DO/SW con le relative installazioni e licenze, ed anche qui Ti voglio.Poi, ancora, si protrà analizzare il problema anche dal punto di vista dei costi di manutenzione, poi,...ecc.Rimane comunque il problema di fondo ineludibile, la profonda differenza filosofica tra i SO proprietari ed OPEN SOURCE per quanto riguarda l' affidabilità e la SICUREZZA nel vero senso della parola; cosa che i SO proprietari DIFFICILMENTE POTRANNO GARANTIRE, vedi BACKDOOR e altri TRUCCHETTI che vi si possono annidare all' insaputa dell' acquirente.Nei sistemi cosiddetti dai "GURU" informatici "MISSION CRRITICAL" il problema della SICUREZZA è e deve essere un FATTURE DI SCELTA FONDAMENTALE.Oramai il Kernel 2.4 di LINUX è assolutamente maturo ed affidabile sicuramente dal punto di vista della SICUREZZA, non per niente IBM ci investe sopra, ed anche HP mi risulta.Poi, oramai, in commercio girano da un pezzo SW per LINUX sia OPEN SOURCE che COMMERCIALI, quindi, tutti i campi produttivi di Ufficio, Scienza, Calcolo, ed anche Home, sono ben coperti da LINUX.Più i giorni passano, più LINUX ed i relativi SW a corredo vengono perfezionati e potenziati in modo esponenziale, vedi anche tutti i Driver che oramai vengono naturalmente rilasciati anche per LINUX.Insomma, voglio dire che ora almeno possiamo scegliere e nell' immediato futuro potremo scegliere ancora meglio.Credo proprio che MICROSOFT dovrà essere lei stavolta a non arroccarsi nella sua arroganza, ma trovare una sua nuova collocazione nel mercato per affrontare LINUX che oramai si può considerare una realtà, non tanto di minacia diretta a MICROSOFT, almeno per ora, ma potrebbe presto diventarlo se il vento degli umori della gente cambia ancora leggermente.Ogni impresa, che non sia una arrogante MULTINAZIONALE (vedi la fine che hanno dovuto fare le MULTINAZIONALI FARMACEUTICHE IN SUD AFRICA PER EVITARE UNA FIGURA DI MERDA), deve capire, e mi meraviglio che debba essere sottolineato, che alla fin della fiera chi decide il mercato è l' utente finale. Le multinazionali che hanno la pretesa di PILOTARE LORO IL MERCATO, sono destinate a finire a cartye e quarantotto, purtroppo dopo aver rovinato il mercato anche per anni.L' utente finale, anche se UTONTO, lo puoi bistrattare, trattare a pesci in faccia vendendogli merda per oro, ma alla fine, se si incazza, ed oggi, grazie ad INTERNET si può incazzare più in fretta in quanto le notizie corrono alla velocità della luce, dicevo se si incazza, in breve tempo può farti finire a carte e quarantotto, e non servono tutte le barriere legali difensive che hai sollevato per salvarti; tipo BSA, leggi Copiright, ecc.Quindi la questione, ripeto, è anche FILOSOFICA, ed abbraccia il modo di affrontare le cose e la vita; L' OPEN SOURCE è un modo completamente diverso di affrontare le cose rispetto a quello dei sistemi proprietari e questo implica anche la soluzione di problemi anche di etica Industriale, Sociale, e di etica Professionale per le persone.L' OPEN source, a suo modo, si può definire una rivoluzione del modo di affrontare la produzione ed i ricavi di opere intellettuali ristrette e limitate alla produzione di SW nel rispetto della libertà di circolazione del SW al pari della libertà di circolazione delle idee.Al contrario i SW proprietari salvaguardiano solo le tasche delle Multinazionali tipo MICROSOFT, rallentando ed impedendo una rapida evoluzione dei SW, quindi a scapito di una più rapida diffusione innovativa dei SW.Come vedi ancora, torniamo al problema che prima aveVi accennato; BILL GATES ha avuto il merito di dare il COMPUTER a tutti?Sì, direi in un primo tempo, poi con tuttte le barriere che ha messo per proteggere il suo Business anche con accordi commerciali predatori e da squalo, lo HA INDUBBIAMENTE RALLENTATO.A questo stato di cose la comunità OPEN SOURCE tenta di porvi rimedio, ma gli è necessario l' aiuto ed il sostegno di tutti, anche economico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Alien[megacut]
            A questo stato di cose la comunità OPEN
            SOURCE tenta di porvi rimedio, ma gli è
            necessario l' aiuto ed il sostegno di tutti,
            anche economico.Alien, su molte cose concordo con te ma la questione e' un'altra:nonostante tutti i suoi difetti WIN e' un sistema molto piu' maturo di Linux, che e' piu' giovane e deve ancora crescere soprattutto (adesso che c'e' un kernel "maturo") sul versante delle applicazioni tra le quali c'e' poca integrazione reciproca; Win ha invece su questo versante un'indiscutibile predominio perche' dietro c'e' piu' esperienza. Sono sicuro che se anche su Linux venisse implementata una soluzione application server integrata (magari basata su prodotti Open gia' esistenti) potremmo avere una soluzione competitiva con in piu' una maggiore sicurezza ed affidabilita' ma per ora NON ESISTE.In buiona sostanza il S.O. c'e' ed e' migliore sttrutturalmente ma non riesce ancora a coprire tutto lo spettro di applicazioni che copre Win. Deve crescere ancora su questo versante. Ma se queste cose sono richieste e Linux non le puo' fare con la stessa competitivita' ed efficenza e' ovvio che altri sistemi abbiano la meglio. Questione di tempo ma per certe cose si vede che ancora non e' il tempo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Alessandro


            - Scritto da: Alien
            [megacut]

            A questo stato di cose la comunità OPEN

            SOURCE tenta di porvi rimedio, ma gli è

            necessario l' aiuto ed il sostegno di
            tutti,

            anche economico.

            Alien, su molte cose concordo con te ma la
            questione e' un'altra:
            nonostante tutti i suoi difetti WIN e' un
            sistema molto piu' maturo di Linux, che e'
            piu' giovane e deve ancora crescere
            soprattutto (adesso che c'e' un kernel
            "maturo") sul versante delle applicazioni
            tra le quali c'e' poca integrazione
            reciproca; Win ha invece su questo versante
            un'indiscutibile predominio perche' dietro
            c'e' piu' esperienza. Sono sicuro che se
            anche su Linux venisse implementata una
            soluzione application server integrata
            (magari basata su prodotti Open gia'
            esistenti) potremmo avere una soluzione
            competitiva con in piu' una maggiore
            sicurezza ed affidabilita' ma per ora NON
            ESISTE.
            In buiona sostanza il S.O. c'e' ed e'
            migliore sttrutturalmente ma non riesce
            ancora a coprire tutto lo spettro di
            applicazioni che copre Win. Deve crescere
            ancora su questo versante. Ma se queste cose
            sono richieste e Linux non le puo' fare con
            la stessa competitivita' ed efficenza e'
            ovvio che altri sistemi abbiano la meglio.
            Questione di tempo ma per certe cose si vede
            che ancora non e' il tempo.PERFETTAMENTE D' ACCORDO, PIU' VOLTE HO DETTO 2 ANNI PER RAGGIUNGERE LA PIENA MATURITA', CONSIDERANDO LA CRESCITA DI LINUX DI TIPO ORAMAI ESPONEBZIALE.CIONONOSTANTE LINUX PUO' ENTRARE SIN DA ORA A PIENO TITOLO SIA NELLE NOSTRE CASE CHE NEI NOSTRI UFFICI; DALLA MANDRAKE 7.2.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Alien
            Darth, sono costretto a ripetermi, Ti
            assicuro che tutto quello che hai detto è
            risolvibilissimo anche con LINUX, caso mai
            il problema poi si sposterà nell'
            affidabilità e funzionalità complessiva del
            sistema senza crash, e qui Ti voglio.Ti sorprenderebbe quanto in effetti sia stabile una soluzione come quella che ti ho descritto. A dispetto di quanto la comunità anti-MS scrive Windows 2000 è un sistema che, configurato come si deve, è stabile tanto quanto Unix, VMS, etc.
            Poi possiamo spostare ed analizzare anche il
            problema sul lato costi complessivi sia di
            HD che di DO/SW con le relative
            installazioni e licenze, ed anche qui Ti
            voglio.In realtà il costo di hw, sw e licenze costituisce solo il 19% del costo di una macchina (dati di Gartner Group, certo non amica di Microsoft).
            Poi, ancora, si protrà analizzare il
            problema anche dal punto di vista dei costi
            di manutenzione, poi,...ecc.
            Rimane comunque il problema di fondo
            ineludibile, la profonda differenza
            filosofica tra i SO proprietari ed OPEN
            SOURCE per quanto riguarda l' affidabilità e
            la SICUREZZA nel vero senso della parola;
            cosa che i SO proprietari DIFFICILMENTE
            POTRANNO GARANTIRE, vedi BACKDOOR e altri
            TRUCCHETTI che vi si possono annidare all'
            insaputa dell' acquirente.
            Nei sistemi cosiddetti dai "GURU"
            informatici "MISSION CRRITICAL" il problema
            della SICUREZZA è e deve essere un FATTURE
            DI SCELTA FONDAMENTALE.
            Oramai il Kernel 2.4 di LINUX è
            assolutamente maturo ed affidabile
            sicuramente dal punto di vista della
            SICUREZZA, non per niente IBM ci investe
            sopra, ed anche HP mi risulta.
            Poi, oramai, in commercio girano da un pezzo
            SW per LINUX sia OPEN SOURCE che
            COMMERCIALI, quindi, tutti i campi
            produttivi di Ufficio, Scienza, Calcolo, ed
            anche Home, sono ben coperti da LINUX.
            Più i giorni passano, più LINUX ed i
            relativi SW a corredo vengono perfezionati e
            potenziati in modo esponenziale, vedi anche
            tutti i Driver che oramai vengono
            naturalmente rilasciati anche per LINUX.
            Insomma, voglio dire che ora almeno possiamo
            scegliere e nell' immediato futuro potremo
            scegliere ancora meglio.
            Credo proprio che MICROSOFT dovrà essere lei
            stavolta a non arroccarsi nella sua
            arroganza, ma trovare una sua nuova
            collocazione nel mercato per affrontare
            LINUX che oramai si può considerare una
            realtà, non tanto di minacia diretta a
            MICROSOFT, almeno per ora, ma potrebbe
            presto diventarlo se il vento degli umori
            della gente cambia ancora leggermente.
            Ogni impresa, che non sia una arrogante
            MULTINAZIONALE (vedi la fine che hanno
            dovuto fare le MULTINAZIONALI FARMACEUTICHE
            IN SUD AFRICA PER EVITARE UNA FIGURA DI
            MERDA), deve capire, e mi meraviglio che
            debba essere sottolineato, che alla fin
            della fiera chi decide il mercato è l'
            utente finale. Le multinazionali che hanno
            la pretesa di PILOTARE LORO IL MERCATO, sono
            destinate a finire a cartye e quarantotto,
            purtroppo dopo aver rovinato il mercato
            anche per anni.
            L' utente finale, anche se UTONTO, lo puoi
            bistrattare, trattare a pesci in faccia
            vendendogli merda per oro, ma alla fine, se
            si incazza, ed oggi, grazie ad INTERNET si
            può incazzare più in fretta in quanto le
            notizie corrono alla velocità della luce,
            dicevo se si incazza, in breve tempo può
            farti finire a carte e quarantotto, e non
            servono tutte le barriere legali difensive
            che hai sollevato per salvarti; tipo BSA,
            leggi Copiright, ecc.
            Quindi la questione, ripeto, è anche
            FILOSOFICA, ed abbraccia il modo di
            affrontare le cose e la vita; L' OPEN SOURCE
            è un modo completamente diverso di
            affrontare le cose rispetto a quello dei
            sistemi proprietari e questo implica anche
            la soluzione di problemi anche di etica
            Industriale, Sociale, e di etica
            Professionale per le persone.
            L' OPEN source, a suo modo, si può definire
            una rivoluzione del modo di affrontare la
            produzione ed i ricavi di opere
            intellettuali ristrette e limitate alla
            produzione di SW nel rispetto della libertà
            di circolazione del SW al pari della libertà
            di circolazione delle idee.
            Al contrario i SW proprietari salvaguardiano
            solo le tasche delle Multinazionali tipo
            MICROSOFT, rallentando ed impedendo una
            rapida evoluzione dei SW, quindi a scapito
            di una più rapida diffusione innovativa dei
            SW.
            Come vedi ancora, torniamo al problema che
            prima aveVi accennato; BILL GATES ha avuto
            il merito di dare il COMPUTER a tutti?
            Sì, direi in un primo tempo, poi con tuttte
            le barriere che ha messo per proteggere il
            suo Business anche con accordi commerciali
            predatori e da squalo, lo HA INDUBBIAMENTE
            RALLENTATO.
            A questo stato di cose la comunità OPEN
            SOURCE tenta di porvi rimedio, ma gli è
            necessario l' aiuto ed il sostegno di tutti,
            anche economico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo all'Open Advertising
          - Scritto da: Darth Vader
          L'amico di Redmond mi ha messo in condizione
          di avere un livello di vita da ceto medio
          sviluppando un SO che ha fatto esplodere il
          numero di PC in giro per le aziende e nelle
          case delle persone. Credi che se non ci
          fosse Windows i PC sarebbero così diffusi?mi dispiace contraddirti carissimo, ma la diffusione dei pc non e' certo dovuta a microsoft che ha reso facile l'uso dei pc. La diffusione dei pc e' dovuta al fatto che, potendoseli comporre come si voleva, i prezzi dell'hardware erano decisamente minori. altrimenti non mi fai proprio capire perche', mentre tutti quanti avevano il DOS, c'era qualcuno di nome macintosh e di nome amiga che avevano gia' desktop grafici di una semplicita' e di una integrazione spaventose per l'epoca, ma con un costo hardware decisamente troppo elevato. Prima le aziende, poi i privati, sono andati dove l'hardware costava poco, quindi pc, quindi dos e successivamente win. Se la diffusione dei computer fosse dovuta alla semplicita' d'uso, allora oggi saremmo pieni di macintosh e amiga.e io come vecchio utente amiga te lo posso testimoniare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising

            mi dispiace contraddirti carissimo, ma la
            diffusione dei pc non e' certo dovuta a
            microsoft che ha reso facile l'uso dei pc.
            La diffusione dei pc e' dovuta al fatto che,
            potendoseli comporre come si voleva, i
            prezzi dell'hardware erano decisamente
            minori.Si ma poi qualcosa doveva farci girare sopra la gente... altrimenti dopo aver composto tutto quell'HW, lo avremmo guardato in estasi contemplativa.C'era il DOS, tutti se lo scopiazzavano allegramente, poi venne win31, ecc. ecc. In quel senso MS ha portato il PC a casa, rendendolo preferibile ad altre soluzioni.
            dos e successivamente win. Se la diffusione
            dei computer fosse dovuta alla semplicita'
            d'uso, allora oggi saremmo pieni di
            macintosh e amiga.

            e io come vecchio utente amiga te lo posso
            testimoniare.Ubi maior minor cessat... diciamo che la MS ha visto un mercato dove altri hanno preferito conservare posizioni di nicchia. Se preferisci "chi non risica non rosica".Detto da uno che ha anche posseduto un amiga. Non un mac pero'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Krotal
            C'era il DOS, tutti se lo scopiazzavano
            allegramente, poi venne win31, ecc. ecc. non puoi certo venirmi a dire che il DOS era piu' user friendly di un desktop amiga...
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo all'Open Advertising
          - Scritto da: Darth Vader
          L'amico di Redmond mi ha messo in condizione
          di avere un livello di vita da ceto medio
          sviluppando un SO che ha fatto esplodere il
          numero di PC in giro per le aziende e nelle
          case delle persone. Credi che se non ci
          fosse Windows i PC sarebbero così diffusi?mi dispiace contraddirti carissimo, ma la diffusione dei pc non e' certo dovuta a microsoft che ha reso facile l'uso dei pc. La diffusione dei pc e' dovuta al fatto che, potendoseli comporre come si voleva, i prezzi dell'hardware erano decisamente minori. altrimenti non mi fai proprio capire perche', mentre tutti quanti avevano il DOS, c'era qualcuno di nome macintosh e di nome amiga che avevano gia' desktop grafici di una semplicita' e di una integrazione spaventose per l'epoca, ma con un costo hardware decisamente troppo elevato. Prima le aziende, poi i privati, sono andati dove l'hardware costava poco, quindi pc, quindi dos e successivamente win. Se la diffusione dei computer fosse dovuta alla semplicita' d'uso, allora oggi saremmo pieni di macintosh e amiga.e io come vecchio utente amiga te lo posso testimoniare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo all'Open Advertising
          - Scritto da: Darth Vader
          L'amico di Redmond mi ha messo in
          condizione di avere un livello di vita da ceto
          medio sviluppando un SO che ha fatto
          esplodere il numero di PC in giro per le
          aziende e nelle case delle persone. Credi
          che se non ci fosse Windows i PC
          sarebbero così diffusi?
          Se sì vuol dire che sei un illuso.**************************************************Se possiedi almeno 5000 azioni della microsoft sicuramente ti hanno aiutato ad entrare nel ceto medio, non è certo il suo s.o. che ti ha fatto entrare nel ceto medio. Mi spieghi qual'è il nesso tra semplicità d'uso di un s.o. e ceto medio? I pc si sono diffusi grazie al fatto che ibm non intentò causa a nessun costruttore di cloni, niente cloni made in taiwan niente esplosione di windows. E probabilmente si sarebbe affermato il mac o amiga, non certo quella zozzeria di dos with win 3.1.Leggiti questa, non è di molto tempo fa:?To create a new standard, it takes something that?s not just a little bit different, it takes something that?s really new and really captures people?s imagination and the Macintosh, of all the machines I?ve ever seen, is the only one that meets that standard.?Musica e parole di Bill Gateshttp://www.operatingsystems.net/kind/gates.htmCiao
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo all'Open Advertising
            - Scritto da: Vito
            Mi spieghi qual'è il nesso tra semplicità
            d'uso di un s.o. e ceto medio? Semplice. Più PC = Più Lavoro = Più soldi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo all'Open Advertising

      Be' per un prodotto che non dà fatturato
      pretendevate mica una campagna pubblicitaria
      che costi?Non da fatturato? O che, improvvisamente IBM è diventata un filantropo magnanimo contro quel 'cattivone' di Gates?E la presenza di IBM all'ultimo Futurshow (relativamente imponente per una fiera consumer, e COMPLETAMENTE dedicata ai prodotti basati su Linux)? Quella deve essergli costata un pochetto, come tutte le campagne pubblicitarie sui media tradizionali (Giornali, ad esempio...). Se veramente Linux non 'desse fatturato', tutti noi qui saremmo solo a giocare, non a lavorarci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo all'Open Advertising
        Guarda che non lo dico io. Lo dicono il CEO di SuSE che ha detto qualcosa del tipo: è ora che la comunità open source riconosca che, molto semplicemente, quello su linux non è un business in grado di generare utili. E dopo ciò ha licenziato anche delle persone. O VALinux che anche lei ha cominciato a licenziare.IBM non è affatto un filantropo. Sta investendo dei soldi nel tentativo di:1. combattere MS che è una sua concorrente2. prendere il controllo di linux, in quanto senza tale controllo non riuscirà portarlo dove vuole lei e a tirarci fuori degli utili3. affrancarsi da MS che oggi costituisce una grossa quantità di fatturato per IBM ma che che tuttavia è dipendente da un SO su cui IBM non ha controllo.- Scritto da: DPY

        Be' per un prodotto che non dà fatturato

        pretendevate mica una campagna
        pubblicitaria

        che costi?

        Non da fatturato? O che, improvvisamente IBM
        è diventata un filantropo magnanimo contro
        quel 'cattivone' di Gates?

        E la presenza di IBM all'ultimo Futurshow
        (relativamente imponente per una fiera
        consumer, e COMPLETAMENTE dedicata ai
        prodotti basati su Linux)? Quella deve
        essergli costata un pochetto, come tutte le
        campagne pubblicitarie sui media
        tradizionali (Giornali, ad esempio...). Se
        veramente Linux non 'desse fatturato', tutti
        noi qui saremmo solo a giocare, non a
        lavorarci.
  • Anonimo scrive:
    SONO BIODEGRADABILI...........................
    ....I GRAFFITI DI IBM PUBBLICITARI DI LINUX "PEACE - LOVE - LINUX".QUINDI NON INQUINANO NE' IMBRATTANO.QUESTA CAMPAGNA DENIGRATORIA CONTRO IBM MI SA' TANTO CHE E' MONTATA DA PRETORIANI DELLA MICROSOFT.
    • Anonimo scrive:
      Re: SONO BIODEGRADABILI...........................
      - Scritto da: Alien
      ....I GRAFFITI DI IBM PUBBLICITARI DI LINUX
      "PEACE - LOVE - LINUX".
      QUINDI NON INQUINANO NE' IMBRATTANO.
      QUESTA CAMPAGNA DENIGRATORIA CONTRO IBM MI
      SA' TANTO CHE E' MONTATA DA PRETORIANI DELLA
      MICROSOFT.Beh, mettiamola cosi: io ti faccio la cacca sullo zerbino di casa. Ma che ti frega, tanto e' biodegradabile. :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: SONO BIODEGRADABILI...........................
        - Scritto da: Tenente Ripley


        - Scritto da: Alien

        ....I GRAFFITI DI IBM PUBBLICITARI DI
        LINUX

        "PEACE - LOVE - LINUX".

        QUINDI NON INQUINANO NE' IMBRATTANO.

        QUESTA CAMPAGNA DENIGRATORIA CONTRO IBM MI

        SA' TANTO CHE E' MONTATA DA PRETORIANI
        DELLA

        MICROSOFT.

        Beh, mettiamola cosi: io ti faccio la cacca
        sullo zerbino di casa. Ma che ti frega,
        tanto e' biodegradabile.

        :-)HAI PROPRIO FATTO UN ESEMPIO BI MERDA. DATTI UNA REGISTRATA AI SINCRONISMI NEURONICI.AGGIUNGO, CHE SICURAMENTE I GRAFFICTI SARANNO STATI DISEGNATI IN SUPERFICI PREPOSTE.PER QUANTO RIGUARDA LA CACCA DEI CANI, TI POSSO DIRE CHE ODIO I CANI ED I PADRONI CHE PERMETTONO AI CANI DI CAGARE OVUNQUE. I CANI LI POSSO MANGIARE, I PADRONI, ANCORA NO.GRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    • Anonimo scrive:
      Re: SONO BIODEGRADABILI...........................
      - Eccerto perchè la Microsoft avrebbe paura di 4 scarabocchi sui muri...
      • Anonimo scrive:
        Re: SONO BIODEGRADABILI...........................
        - Scritto da: anna


        - Eccerto perchè la Microsoft avrebbe paura
        di 4 scarabocchi sui muri... HEI HEI HEI HEIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIMIA CARA, MICROSOFT DEVE, SE NON AVER PAURA, DEVE ORAMAI TENERE NELLA GIUSTA CONSIDERAZIONE LINUX E TUTTE LE INDUSTRIE HW/SW CHE COMINCIANO A FLIRTARE CON LUI 8IBM, HO, ECC. ECC.).CONSIGLIO A MICROSOFT NON CERTO A CAMBIARE FILOSOFIA CHE ORAMAI E' QUELLO CHE E' E CHE TUTTI CONOSCIAMO, MA DI PRENDERE IN CONSIDERAZIONE SERIA LINUX E L'OPEN SOURCE SENZA TRAMARE CONTRO LA COMUNITA' E LA FILOSOFIA OPEN SOURCE; TEMO CHE AVREBBE TUTTO DA PERDERE (VEDI SUDAFRICA E LE MULTINAZIONALI DI CARTELLO FARMACEUTICHE).QUESTO GRAZIE AD INTERNET ED ALLA MATURITA' INFORMATICA ORAMAI RAGGIUNTA ANCHE DAGLI UTONTI.
        • Anonimo scrive:
          Re: SONO BIODEGRADABILI...........................

          CONSIGLIO A MICROSOFT NON CERTO A CAMBIARE
          FILOSOFIA CHE ORAMAI E' QUELLO CHE E' E CHE
          TUTTI CONOSCIAMO, MA DI PRENDERE IN
          CONSIDERAZIONE SERIA LINUX E L'OPEN SOURCE
          SENZA TRAMARE CONTRO LA COMUNITA' E LA
          FILOSOFIA OPEN SOURCE; Mah.... io invece spero che non lo prenda proprio in considerazione. Ho invece paura che se cominciasse a metterci sopra le mani sarebbe l'inizio della fine.Solo un sospetto ma...
          • Anonimo scrive:
            Re: SONO BIODEGRADABILI...........................

            Mah.... io invece spero che non lo prenda
            proprio in considerazione. Ho invece paura
            che se cominciasse a metterci sopra le mani
            sarebbe l'inizio della fine.
            Solo un sospetto ma...l'hanno già fatto... www.mslinux.org p.s. non prendetelo troppo sul serio... :)))
    • Anonimo scrive:
      Re: SONO BIODEGRADABILI...........................
      Speriamo lo sia anche Linux.- Scritto da: Alien
      ....I GRAFFITI DI IBM PUBBLICITARI DI LINUX
      "PEACE - LOVE - LINUX".
      QUINDI NON INQUINANO NE' IMBRATTANO.
      QUESTA CAMPAGNA DENIGRATORIA CONTRO IBM MI
      SA' TANTO CHE E' MONTATA DA PRETORIANI DELLA
      MICROSOFT.
Chiudi i commenti