L'iPhone con l'auto intorno

Al Salone dell'auto di Detroit si fa notare un prototipo Land Rover che non può fare a meno di un iPhone. Che fungerà addirittura da chiave di accensione

Roma – Se al giorno d’oggi è ormai normale pensare di avere un cellulare che funga da navigatore satellitare, lettore MP3, TV o macchina fotografica, sembra ancora futuribile la possibilità di utilizzarlo per viaggiare in automobile. Ma Land Rover ha ideato un’auto con la plancia predisposta per l’alloggiamento di uno smartphone, con il quale poter comandare alcune funzioni del veicolo. E non ha pensato ad un apparecchio qualsiasi, ma ad un iPhone .

la console L’ iPhone con l’auto intorno dovrebbe vedere la luce al Salone dell’auto di Detroit di gennaio, materializzandosi nello stand Land Rover con il concept LRX.

Come spiega la stessa azienda – oggi parte del gruppo Ford – l’auto sarà caratterizzata da abitabilità e interattività. E oltre ad un impianto HiFi-Car che integra una docking station per l’iPod, nell’abitacolo spicca la docking facility per l’iPhone, la cui interfaccia touchscreen – una volta inseritovi l’apparecchio – diventa parte integrante dei comandi dell’automobile.

Un elemento indispensabile, non tanto per sfruttare questa predisposizione per utilizzare il melafonino come telefono veicolare con vivavoce, quanto perché sul display dell’apparecchio campeggia addirittura il pulsante start che comanda l’avviamento del motore.

Si tratta comunque di un concept, ossia di un prototipo che deriva da un progetto ancora in corso di studio e con cui l’azienda intende mostrare una tecnologia utilizzabile, ma non ancora prevista per la produzione di serie. La sua eventuale introduzione prefigurerebbe un legame forzato tra la casa automobilistica, Apple e l’operatore esclusivista del Paese in cui l’auto viene venduta. È comunque verosimile pensare che l’ Apple features pack sia un optional ottenibile su richiesta e che, della stessa vettura, sia possibile avere anche la versione… unlocked .

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • TLH scrive:
    E se non ci fosse windows?
    Se non ci fosse windows, ma tutti usassero linux, freebsd, e altri sistemi su cui i virus, worm e le altre nefandezze non attecchiscono, che ne sarebbe di norton, mcafee, etc..?
    • Io blocco il P2P scrive:
      Re: E se non ci fosse windows?
      - Scritto da: TLH
      Se non ci fosse windows, ma tutti usassero linux,
      freebsd, e altri sistemi su cui i virus, worm e
      le altre nefandezze non attecchiscono, che ne
      sarebbe di norton, mcafee,
      etc..?Tutti i loro sviluppatori si sposterebbero a creare malware per altri sistemi.Non che manchino i niubbi che eseguono tutto.
      • Collagene scrive:
        Re: E se non ci fosse windows?
        - Scritto da: Io blocco il P2P
        - Scritto da: TLH

        Se non ci fosse windows, ma tutti usassero

        linux, freebsd, e altri sistemi su cui i virus,

        worm e le altre nefandezze non attecchiscono,

        che ne sarebbe di norton, mcafee, etc..?
        Tutti i loro sviluppatori si sposterebbero a
        creare malware per altri sistemi.Quindi secondo te attualmente non interessa a nessuno bucare i server che reggono la rete ? Hai indubbiamente un'idea chiara della cosa... (rotfl)
        Non che manchino i niubbi che eseguono tutto.E cio' nonostante i virus per gli altri sistemi non si diffondono... Sara' un caso ?
        • Io blocco il P2P scrive:
          Re: E se non ci fosse windows?
          - Scritto da: Collagene
          - Scritto da: Io blocco il P2P

          - Scritto da: TLH


          Se non ci fosse windows, ma tutti usassero


          linux, freebsd, e altri sistemi su cui i
          virus,



          worm e le altre nefandezze non attecchiscono,


          che ne sarebbe di norton, mcafee, etc..?


          Tutti i loro sviluppatori si sposterebbero a

          creare malware per altri sistemi.

          Quindi secondo te attualmente non interessa a
          nessuno bucare i server che reggono la rete ? Hai
          indubbiamente un'idea chiara della cosa...
          (rotfl)Dimmi in questo post, dove si parla di server "che reggono la rete" :| Mio dio non sai neanche di che parli.

          Non che manchino i niubbi che eseguono tutto.

          E cio' nonostante i virus per gli altri sistemi
          non si diffondono... Sara' un caso
          ?Non è un caso, è statistico-scientifica la spiegazione, ad esempio tu con ubuntu in mano eseguiresti un malware che io ti passo se ti dico che è un bel codec per un pornazzo...e data la tua immensa niubbaggine neanche sapresti dare un netstat -na per accorgerti che sei nelle mie mani.
  • TLH scrive:
    La paura per vendere
    Per movimentare l'economia uno dei tanti trucchi è quello di scatenare la paura, sentimento irrazionale che fa leva sulle menti e le mobilita.Ma per scatenare la paura bisogna trovare qualcosa che faccia paura. Ecco allora l'invenzione del "nemico". Che può essere il terrorismo, la malattia, un virus o una cyber war.La ricetta è pronta.Basta solo creare l'angoscia dell'attesa dell'avvenimento.Una guerra è imminente.La malattia si sta diffondendo.I terroristi stanno per attaccare.E la gente corre ai ripari, si muove, decide, compra, per difendersi e porre fine all'irrazionale sensazione suscitata dall'attesa.Anche se poi si scoprirà che niente ci sarà.E forse per questo allora l'evento lo si creerà artificialmente.
  • roberto scrive:
    bella gente seria, mcafee..
    gia, il mcafee che mi sono trovato sul pc del lavoro, tolto tutta la loro spazzatura meno che il firewall (per timore che mi crollasse il mio xp, visto che si sotituisce al firewall di xp..), ciononostante vuole lo stesso continuamente collegarsi per un inutile "upgrade" del virus pool, senza che mi sia possibile eliminargli il processo di upgrade.. bella gente seria, mcafee..
    • Mythos scrive:
      Re: bella gente seria, mcafee..
      Se queste sono le premesse, temo non esista prodotto in grado di sfidare le tue capacità..
    • Guybrush scrive:
      Re: bella gente seria, mcafee..
      Probabilmente non hai tolto tutto come pensavi.Ti tolgo un dubbio: puoi togliere anche il firewall e quello di windows tornera' operativo.Certo, MCafee non e' la voce piu' autoritaria, avrei preferito sentire la campana di Sophos, che e' un po' meno di parte.Pero' e' fuori di dubbio che le minacce telematiche stiano aumentando, basta vedere quanto spam riesce a passare nonostante i filtri bayesiani.Non c'e' giorno che passi senza che qualcuno dei programmi usati quotidianamente presenti qualche vulnerabilita'.Tienilo da conto quel firewall e tieni il sistema aggiornato.Saluti
      GT
      • TLH scrive:
        Re: bella gente seria, mcafee..
        O passa a Linux e risolvi i problemi in un sol colpo.
        • TLH scrive:
          Re: bella gente seria, mcafee..
          - Scritto da: TLH
          O passa a Linux e risolvi i problemi in un sol
          colpo.Giusto oggi ho aperto aMSN sulla mia Ubuntu e un utente ignoto mi ha mandato un file zippato chiedendomi se potesse mettere tale foto nel suo album.Io da ingenuo, mentre sto attento ad altre attività, apro il file zippato e scopro un bel file cammuffato ad estensione .jpg.Se avessi avuto windows magari lo avrei eseguito infettando il mio pc.Ma ho Linux e il file è stato per prima cosa riconosciuto come eseguibile nonostante l'estensione, facendomi chiaramente capire di cosa si trattasse! Anche se lo avessi eseguito (avviando wine) non avrebbe comunque arrecato alcun danno al sistema.Dialogando con l'utente che mi ha collezionato una simile sorpresa si è scoperto che la colpa non era sua bensì di un worm annidato nel suo messenger che distribuiva il suo codicillo infettante a tutti i suoi utenti: cose da pazzi, che accadono su windows.
  • Anonimo scrive:
    Ma sempre il CEO di McAfee?
    Ma siete amichetti? Tutte le volte spari titoloni "La nuova minaccia mondiale" "Guerre telematiche" e altre amenita' e poi si scopre che nasce tutto da un'intervista al CEO di una societa' specializzata in sicurezza informatica...sei veramente poco credibile!
  • asd! scrive:
    uffa
    Germania e Estonia sono state prese di mira dagli Hacker. L'italia non interessa nemmeno a loro :D Siamo ultimi pure come bersagli :D:D:D
  • TLH scrive:
    Oste com'è il vino?
    Oste com'è il vino? buono!!
  • omissis scrive:
    non sarà esagerato?
    intendo dire: ci sarà anche del vero in ciò che dicono, ma che un'azienda di sicurezza affermi che la rete è un colabrodo e che ci vanno grandissimi sbattoni per rimettere le cose a posto, mi sembra si chiami pubblicità "leggermente occultata" :P
  • Anonimo scrive:
    Giusto nell'altro articolo
    Dei ragazzi italiani istruiti in un'università italiana si sono classificati come dei pezzi da novanta per questa eventuale guerra, nè più nè meno come in passato molti grandissimi scienziati italiani stanno alle basi di moltissime armi del passato (vedi Fermi). Naturalmente qui non verranno cag...considerati neppure di striscio ed un giorno questi diventeranno degli ottimi mercenari al soldo delle nazioni straniere
    • pippo scopa scrive:
      Re: Giusto nell'altro articolo
      ... oppure verranno arrestati perchè scoprono la loro rete di zombie... in ogni caso, potenziale sprecato per l'italia..
      • Collagene scrive:
        Re: Giusto nell'altro articolo
        - Scritto da: pippo scopa
        ... oppure verranno arrestati perchè scoprono la
        loro rete di zombie... in ogni caso, potenziale
        sprecato per l'italia..Non dare del tuo agli altri...
Chiudi i commenti