Lite-On, DVD burner 20x entro l'anno

Il gigante taiwanese dei drive ottici ha annunciato che lancerà un veloce masterizzatore DVD entro l'anno. Nel frattempo rilascerà un modello 18x e le prime unità a laser blu
Il gigante taiwanese dei drive ottici ha annunciato che lancerà un veloce masterizzatore DVD entro l'anno. Nel frattempo rilascerà un modello 18x e le prime unità a laser blu

Taipei (Taiwan) – Mentre il mercato si prepara ad accogliere la nuova generazione di masterizzatori 18x, il colosso taiwanese Lite-On IT ha già annunciato il lancio, nel quarto trimestre dell’anno, di un’unità 20x . E così, nell’arco di tre soli trimestri, la velocità massima con cui è possibile scrivere un DVD salterà da 16x a 20x.

Nel corso dell’estate Lite-On inizierà invece la produzione in volumi del suo primo masterizzatore DVD 18x , una velocità inaugurata lo scorso febbraio da Plextor con il drive PX-760A . Il fatto che tra il rilascio di un modello 18x ed uno 20x passeranno solo pochi mesi, lascia presupporre che la meccanica alla base di entrambi sarà praticamente la stessa: non stupirebbe se le uniche differenze fossero a livello di firmware.

Nelle prossime settimane TSST , una joint venture tra Toshiba e Samsung, introdurrà un masterizzatore 18x capace di spingere la velocità di registrazione dei DVD-RAM a 12x .

Solo pochi anni fa molti produttori erano concordi nel considerare la velocità 16x come un limite difficilmente valicabile , soprattutto in termini di costi: le nuove unità necessitano infatti di motori più veloci e precisi e di più avanzati sistemi per la riduzione delle vibrazioni e del rumore. Evidentemente i produttori ritengono che il mercato dei DVD burner sia ancora sufficientemente florido da giustificare i nuovi investimenti: questo lo si deve anche al ritardo accumulato dai supporti ottici di nuova generazione , Blu-ray e HD DVD, che sbarcheranno sul mercato mainstream non prima di altri due o tre anni. Lite-On, ad esempio, lancerà i suoi primi drive a laser blu nella seconda parte dell’estate , ma rimarrà focalizzata sui DVD burner per almeno altri due anni.

Se dal punto di vista tecnologico la velocità di 20x suona impressionante, dal punto di vista pratico significa abbassare il tempo di masterizzazione di poche decine di secondi , e questo a patto di utilizzare media di ottima qualità.

Ai produttori spingere le performance serve a contrastare la caduta dei margini di guadagno , che con le attuali unità 16x hanno toccato un minimo storico: ciò spiega perché, nell’ultimo anno, diverse aziende abbiano unito le forze formando joint venture o fondendo le rispettive divisioni per la produzione di drive ottici.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 06 2006
Link copiato negli appunti