L'MI6 britannico violato online

L'ex 007 Tomlinson riesce a bypassare la censura di Stato e dopo aver pubblicato il libro dei segreti dell'MI6 in Russia e averlo venduto tramite Amazon.com riesce a pubblicarlo online e a farne un caso

Londra – Il caso di Richard Tomlinson acquisisce nuovo spessore in Gran Bretagna, dove l’ex agente dei servizi segreti britannici MI6 è ormai inviso a molti colleghi e politici. Tomlinson è infatti riuscito a menare un fendente ai suoi ex datori di lavoro grazie ad Internet.

L’uomo è da tempo nel mirino dell’MI6 per il suo desiderio di pubblicare un volume autobiografico in cui racconta le sue esperienze di 007, un libro che a Londra non vorrebbero vedere in giro. Purtroppo per loro, però, Tomlinson ha ottenuto la pubblicazione di “The Big Breach” in Russia e oggi il volume è venduto da Amazon.com ed è tra i più acquistati.

Ora Tomlinson ha deciso di saltare il fosso e bypassare ulteriormente i divieti dando fuoco alle polveri del sito dedicato al libro , un sito in cui appaiono notizie sulla censura subita nonché ampi stralci “piccanti” del testo.

Va detto che proprio a causa della possibilità di reperire il testo online, un tribunale britannico nelle scorse ore ha dato il via libera al Sunday Times per la pubblicazione, nei prossimi numeri del giornale domenicale, di brani del volume di Tomlinson. Una sentenza che prende atto che, “una volta su Internet”, certe informazioni non sono più censurabili.

Già in altre occasioni le nuove tecnologie si erano rivelate fonte di guai per l’MI6, come nel caso del reiterato smarrimento da parte di alcuni 007 di notebook contenenti informazioni riservate…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    RE.RE.RE:non si deve dimenticare.
    Prova a guardare i filmati della domenica allostadio,leggi gli striscioni,ascolta i cori,contro i negri,gli ebrei,contro l'avversario ecc.ecc.Ti ricordi del nipote del vescovo,quello in tutamimetica che spaccava tutto,evidentemente non vedie non senti,o non vuoi sentire.Ti sembra un fattocivile che ogni domenica ci devono essere 10.000agenti a tenere a bada questa massa di teppistitutti rasati.E ora di finirla di giustificare deicomportamenti criminali facendoli passare per tifosportivo,non vedi che le persone normali evitanodi andare allo stadio.Una domenica si è visto untifoso con la svastica tatuata sulla testa,no,non ti preoccupare è solo un fans molto originale.Mi sa che non guardi bene le cose come stanno.
  • Anonimo scrive:
    stop violence
    www.skiele.com
  • Anonimo scrive:
    RAGAZZI NON DIMENTICHIAMO!!!!!!!
    DOBBIAMO RICORDARCI DI QUESTA TRAGEDIA X NON COMMETTERE IN FUTUTO GLI STESSI ERRORI!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Grazie a tutti coloro che ricordano.
    Molti popoli hanno subito e subiscono ancora oggi morte e distruzione.La Shoa' e' stata per il popolo ebraico una tragedia che, a tre generazioni di distanza, non riusciamo a digerire.E' presente nelle nostre menti, e non riusciamo a nasconderla dai nostri figli.Stamane mio figlio, di 8 anni, mi ha chiesto che cos'e' stata la Shoa'.Gli ho raccontato.So che da oggi la sua vita non sara' piu' la stessa.Ma che almeno capira' cosa puo' fare il razzismo e l'odio.Nel mio quartiere vivono molti africani.Li vedo.E li vedo soffrire.Quando mi capita di conoscerne qualcuno, gli dico sempre:"amico, so quello che provi. ti sono vicino con tutto me stesso.Quello che tu hai sulla pelle, io ce l'ho nel nome. e per questo hanno massacrato i miei avi".E lui capisce.E sorride, dicendo:"non ti preoccupare, non permetteremo che succeda MAI PIU'!".Ed insieme piangiamo e ridiamo.Della stupidita' del genere umano.L'unico messaggio che vorrei lasciare e':Insegnate ai vostri figli di quello che e' stato.Solo cosi' non potra' piu' accadere.shalom
  • Anonimo scrive:
    Bene...
    Esistono comunque molte persone, gente comune, che considerano la razza degli ebrei una razza dedita soltanto all'arricchimento, e che giudicano con troppa facilità la situazione in Medioriente... Speriamo in un futuro di pace. Io sono convinto che dipenda anche dall'attenzione che diamo alla nostra storia passata. Sono convinto che la leggerezza nel giudicare 'una razza' sia una delle pericolose banalità che portano facilmente alla violenza da parte di persone che poi si considerano nel giusto...Un non-ebreo(vicino col cuore alla loro sofferenza)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene...
      Mi associo. L'ipocrisia della gente non ha confini, prima piange al cinema guardando The Schinder'list (scusate se non è scritto giusto), poi sputaaddosso ad Israele dimenticando che tale nazioneè proprio il frutto di secoli di persecuzione esterminio, osando accusare un popolo per avercercato di sopravvivere fondando una nazione(e non mettendo bombe a casa di altri per motivi pseudo-religiosi...).Un mio personale plauso quindi a questa e a qualunque altra azione tesa a ricordare alla gente che cosa, con azioni od omissioni, abbiamoreso possibile. Nella speranza che non accadaancora.Giovi(non ebreo neppure io, ma filoebraico perspirito, comprensione e sentimenti).- Scritto da: anonimo
      Esistono comunque molte persone, gente
      comune, che considerano la razza degli ebrei
      una razza dedita soltanto all'arricchimento,
      e che giudicano con troppa facilità la
      situazione in Medioriente...

      Speriamo in un futuro di pace. Io sono
      convinto che dipenda anche dall'attenzione
      che diamo alla nostra storia passata. Sono
      convinto che la leggerezza nel giudicare
      'una razza' sia una delle pericolose
      banalità che portano facilmente alla
      violenza da parte di persone che poi si
      considerano nel giusto...

      Un non-ebreo
      (vicino col cuore alla loro sofferenza)
  • Anonimo scrive:
    Bravi
    Avete ragione non si deve dimenticare specie oggi con tendenze neo-nazista in molti paesi.ciao Francesco Da Riva
  • Anonimo scrive:
    COMPLIMENTI
    Trovare una sensibilita' del genere in un giornale informatico e' veramente straordinario.Il Giorno della Memoria sia per tutti un giorno per riflettere anche su quello che accade oggi.Shalom
    • Anonimo scrive:
      Re: COMPLIMENTI
      - Scritto da: Irvin
      Trovare una sensibilita' del genere in un
      giornale informatico e' veramente
      straordinario.

      Il Giorno della Memoria sia per tutti un
      giorno per riflettere anche su quello che
      accade oggi.

      ShalomMi associo a quanto detto da Irvin....Marco
  • Anonimo scrive:
    NON SI DEVE DIMENTICARE
    Se queste storie le insegnassero a scuola,di certoin giro per l'Europa non ci sarebbero tanti IDIOT-NAZISTI,specialmente alla domenica allo stadio.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON SI DEVE DIMENTICARE
      Questa corbelleria "dello stadio" te la potevi evitare, magari fossero loro il pericolo.Un ateo vicino a tutti coloro che soffrono.- Scritto da: uno che ricorda
      Se queste storie le insegnassero a scuola,di
      certo
      in giro per l'Europa non ci sarebbero tanti
      IDIOT-
      NAZISTI,specialmente alla domenica allo
      stadio.
Chiudi i commenti