Lo smartphone flessibile di Samsung arriva nel 2017

Dopo tanti annunci e indiscrezioni, sembra che finalmente i tempi siano maturi. Resta da risolvere il rebus dell'alimentazione

Roma – Che fine hanno fatto i progetti di Samsung per gli smartphone “flessibili”, tanto acclamati negli ultimi mesi e poi caduti (forse) nel dimenticatoio? Sono in molti a chiedersi quanto manchi alla commercializzazione di molti dispositivi che avrebbero dovuto irrompere sul mercato ormai già da tempo . Eppure, tra tanti rumor e poche presentazioni, tutto sembra tacere. Ora, finalmente, uno spiraglio .

schermo flessibile di samsung

Il più atteso è sicuramente lo smartphone con schermo pieghevole. Già tre anni fa veniva dato per pronto entro il 2015 . Sembra che l’azienda abbia avuto qualche difficoltà non preventivata rispetto allo sviluppo degli schermi curvi e pieghevoli su cui era intenzionata a concentrarsi in via prioritaria. I display OLED della serie “Youm” erano effettivamente stati presentati già nel 2013 in occasione del CES di Las Vegas ma da allora gli sviluppi sono stati limitati. Probabilmente l’escamotage tecnico dei display sovrapposti non ha dato i frutti sperati: a questo punto non resta che attendere la nuova serie conosciuta con il nome in codice Project Valley che dovrebbe essere presentata nuovamente in occasione del Mobile World Congress a febbraio 2017. Ma si tratta ancora una volta di indiscrezioni.

Comunque non tutto tace. Samsung sta muovendo ulteriori passi e facendo ulteriori esercizi per perfezionare la sua tecnologia che probabilmente troveremo a breve negli scaffali dei negozi specializzati. Secondo Bloomberg la stessa tecnologia dovrebbe essere impiegata, oltre che in due nuovi smartphone anche per la creazione di nuovi dispositivi indossabili.

La tecnologia SuperAMOLED al momento viene impiegata, senza esprimere le sue massime potenzialità, nel Galaxy Note Edge ma anche nel recente Galaxy S7 edge, ma in questo caso la curvatura interessa soltanto i bordi laterali del dispositivo. Nulla a che vedere, ancora, con quella “piegatura totale” presentata in occasione del recente SID 2016 svoltosi a San Francisco. In tale occasione il nuovo display che di fatto è un pannello da 5,7 pollici con risoluzione FullHD ha uno spessore di appena 0,3mm e un peso di 5 grammi.

La flessibilità è in questo caso estrema. Non si tratta di piccole curvature ma la possibilità di arrotolare fisicamente il supporto al quale va comunque fissato il supporto per il touchscreen. Altro particolare ancora da affrontare consiste nella batteria: il prototipo presentato era alimentato esternamente. Questi particolari comporteranno sicuramente limitazioni o comunque renderanno necessari dei correttivi che ancora una volta potrebbero ritardare il rilascio.

Mirko Zago

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Silvio scrive:
    offerte zero rating
    Forse sarebbe stato utile introdurre l'argomento spiegando per bene cosa sono le offerte zero rating, quando nascono e chi le implementa (a livello nazionale e globale).Naturalmente sono tutte informazioni reperibili facilmente su internet e che però avrebbero reso più completo l'articolo.
Chiudi i commenti