Lo smartphone modifica il cervello

Un nuovo studio evidenzia l'effetto dell'uso prolungato dei gadget mobile sul cervello, un organo plasmato dalla crescente adozione di terminali dotati di touch screen

Roma – I ricercatori dell’Istituto di Neuroinformatica dell’Università di Zurigo e del Politecnico Federale di Zurigo hanno studiato il comportamento del cervello tra gli utenti di smartphone con schermo touch, un tipo di dispositivo che a quanto pare è in grado di influenzare in maniera sensibile lo sviluppo e l’utilizzo delle diverse porzioni di corteccia cerebrale.

Lo studio è stato eseguito leggendo l’elettroencefalogramma (EEG) a 37 utenti di cellulari destrorsi , 26 dei quali in possesso di un terminale touch e 11 di feature phone con pulsanti fisici. Il risultato dello studio rivela che l’uso prolungato delle interazioni touch influenza l’attività del cervello, “accendendo” con un maggior quantitativo di segnali la parte della corteccia deputata al controllo dei pollici.

Chi usa gli smartphone con touch screen è in sostanza più allenato all’uso armonizzato di pollici e dita, dicono i ricercatori , e la capacità delle interazioni touch di modificare l’attività del cervello umano viene paragonata a quella delle esercitazioni dei musicisti impegnati a suonare il violino.

Gli esperti di Zurigo si sono detti “molto sorpresi” del livello di cambiamenti introdotti nel cervello dall’utilizzo degli smartphone con interfacce touch, una tecnologia sempre più diffusa che conferma ancora una volta la malleabilità della corteccia cerebrale in relazione alla pratica quotidiana.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kruks scrive:
    Formato eseguibile
    "Il codice realizzato viene compilato in formato eseguibile, mentre in separata sede verranno generati tutti i componenti singoli necessari all'acXXXXX del progetto da browser come HTML, PHP, CSS, XML e JavaScript."PHP no, il codice server side è appunto eseguibile, si hanno differenti opzioni di generazione: http (server standalone), cgi e fastcgi (appunto cgi), static (solo per pagine statiche, praticamente che rispondo al metodo GET)
  • Guerra scrive:
    omg
    probabilmente il ricercatore non conosce una FONDAMENTALE regola informatica, è chiamata regola titanic, dire che qualcosa è a prova di compromissione è come chiamare una nave inaffondabile, non fai in tempo a finire il primo viaggio....
  • Danilo scrive:
    il web ingrassa
    "La speranza è che il nuovo standard contribuisca anche a invertire il trend del Web attuale, che "ingrassa" a vista d'occhio"Ingrassa principalmente a causa delle immagini. L'ultima "moda" poi e' quella di creare siti con immagini enormi (che riempiono quasi totalmente lo schermo), icone enormi, ma quasi del tutto privi di contenuti testuali. Belli da vedere ma inutili.
    • Pietro scrive:
      Re: il web ingrassa
      - Scritto da: Danilo
      "La speranza è che il nuovo standard contribuisca
      anche a invertire il trend del Web attuale, che
      "ingrassa" a vista
      d'occhio"

      Ingrassa principalmente a causa delle immagini.
      L'ultima "moda" poi e' quella di creare siti con
      immagini enormi (che riempiono quasi totalmente
      lo schermo), icone enormi, ma quasi del tutto
      privi di contenuti testuali. Belli da vedere ma
      inutili.Web e TV stanno convergendo in unico prodotto, ogni resistenza è inutile
    • Pietro scrive:
      Re: il web ingrassa
      - Scritto da: Danilo
      "La speranza è che il nuovo standard contribuisca
      anche a invertire il trend del Web attuale, che
      "ingrassa" a vista
      d'occhio"

      Ingrassa principalmente a causa delle immagini.
      L'ultima "moda" poi e' quella di creare siti con
      immagini enormi (che riempiono quasi totalmente
      lo schermo), icone enormi, ma quasi del tutto
      privi di contenuti testuali. Belli da vedere ma
      inutili.Web e TV stanno convergendo in unico prodotto, ogni resistenza è inutile
    • Claudio scrive:
      Re: il web ingrassa
      Concordo, ma in parte.Una immagine, a volte, vale più di 100 parole.Perché utilizzare 50 righe testuali per descrivere un prodotto quando con una fotografia dettagliata posso fare meglio?Se invece parli dei social... sono perfettamente d'accordo.:-)
      • panda rossa scrive:
        Re: il web ingrassa
        - Scritto da: Claudio
        Concordo, ma in parte.
        Una immagine, a volte, vale più di 100 parole.
        Perché utilizzare 50 righe testuali per
        descrivere un prodotto quando con una fotografia
        dettagliata posso fare
        meglio?Perche' non fai meglio.Se nessuno ti spiega come leggere una immagine con le 50 righe di testo che non vuoi leggere, quell'immagine non serve proprio ad un tubo.
        • Leguleio scrive:
          Re: il web ingrassa


          Concordo, ma in parte.

          Una immagine, a volte, vale più di 100
          parole.

          Perché utilizzare 50 righe testuali per

          descrivere un prodotto quando con una
          fotografia

          dettagliata posso fare

          meglio?

          Perche' non fai meglio.
          Se nessuno ti spiega come leggere una immagine
          con le 50 righe di testo che non vuoi leggere,
          quell'immagine non serve proprio ad un
          tubo.Non so se l'utente Claudio si riferisse proprio a questo: le istruzioni per il montaggio di mobili IKEA, da anni, sono prive di testo. E così le istruzioni per installare un componente nel computer stazionario:http://imagescdn.tweaktown.com/content/3/8/3872_23_arctic_cooling_freezer_13_pro_cpu_cooler_review.jpgE non è nemmeno questione di web oppure cartaceo, quelle istruzioni sono sempre stampate su carta. È che i disegni sono più chiari, e così anche i grafici e i diagrammi.
          • che cazzata scrive:
            Re: il web ingrassa
            Ma non hai visto il testo in quello che hai link Ato?
          • Funz scrive:
            Re: il web ingrassa
            - Scritto da: Leguleio


            Concordo, ma in parte.


            Una immagine, a volte, vale più di 100

            parole.


            Perché utilizzare 50 righe testuali per


            descrivere un prodotto quando con una

            fotografia


            dettagliata posso fare


            meglio?



            Perche' non fai meglio.

            Se nessuno ti spiega come leggere una
            immagine

            con le 50 righe di testo che non vuoi
            leggere,

            quell'immagine non serve proprio ad un

            tubo.

            Non so se l'utente Claudio si riferisse proprio a
            questo: le istruzioni per il montaggio di mobili
            IKEA, da anni, sono prive di testo. E così le
            istruzioni per installare un componente nel
            computer
            stazionario:

            http://imagescdn.tweaktown.com/content/3/8/3872_23

            E non è nemmeno questione di web oppure cartaceo,
            quelle istruzioni sono sempre stampate su carta.
            È che i disegni sono più chiari, e così
            anche i grafici e i
            diagrammi.è che:1) un disegno lo fai una volta, un testo lo devi tradurre in N lingue2) la gente non sa leggere3) se sa leggere è facile che legga male4) se legge bene è facile che capisca male.E comunque c'è parecchia gente che non sa seguire le istruzioni IKEA, e pure io che ne ho montati tanti spesse volte faccio fatica e commetto errori.
      • Davidoff scrive:
        Re: il web ingrassa
        Il problema è che il visitatore tipo è molto diverso da quello degli esordi di internet. Poco informato e facile alla manipolazione (a livello di marketing) quindi qualche bella immagine ed un sito scintillante è utile a nascondere le magagne di un prodotto. Capita di parlare con persone che di un sito valutano il punto di verde del pulsante ma che non hanno idea delle basilari regole di usabilità. Usare un'immagine ad alta risoluzione per un'icona o per un pulsante è l'ennesimo sacrificio fatto sull'altare dei marchettari.Puoi ottimizzare il codice quanto vuoi ma se il grafico ti butta là 1Mb di immagini c'è poco da fare.Riguardo il potere espressivo delle immagini rispetto alle descrizioni testuali è innegabile ma le cose vanno mediate. Se cerco un tutorial per smontare un dispositivo (utilità zero se si ha un minimo di manualità) mi guardo un video e non una sequenza di immagini almeno la voce farà le veci del testo scritto.
      • KermiTLaNaN a scrive:
        Re: il web ingrassa
        - Scritto da: Claudio
        Concordo, ma in parte.
        Una immagine, a volte, vale più di 100 parole.
        Perché utilizzare 50 righe testuali per
        descrivere un prodotto quando con una fotografia
        dettagliata posso fare
        meglio?
        Se invece parli dei social... sono perfettamente
        d'accordo.

        :-)In realtà nei social le immagini ci stanno bene, condividere foto e video è una delle raggioni d'esistere dei social (FOTO HD che è meglio magari -.-)
Chiudi i commenti