Lo spam che accusa Telecom Italia

Riprodotta in migliaia di esemplari, diffusa a raffica da migliaia di utenti, da settimane gira un'email che accusa Telecom Italia di tutto e di più
Riprodotta in migliaia di esemplari, diffusa a raffica da migliaia di utenti, da settimane gira un'email che accusa Telecom Italia di tutto e di più


Roma – Gira da settimane più o meno in ogni anfratto digitale, in mailing list e newsgroup, nei forum di Punto Informatico e via dicendo. Viene inviata a chiunque, compresa la redazione di questo giornale, da utenti sempre diversi, sorpresi e indignati dal suo contenuto, eppure non la si potrebbe definire né una catena di Sant’Antonio né una classica bufala (hoax).

Si tratta di una email che denuncia con toni decisamente sopra le righe le bollette prodotte da Telecom Italia, accusando l’operatore dominante di tutto e di più e di lucrare con balzelli più o meno camuffati sull’uso del telefono da parte di mezza Italia. Se ci sono molti che hanno dubbi sulla veridicità dei contenuti, ce ne sono altrettanti che temono che il tutto corrisponda a verità.

La realtà dei fatti è che se una parte dell’attribuzione dei costi di cui si parla nell’email ha riscontri nella realtà, ce n’è un’altra che non ha nulla a che vedere con l’effettiva bollettazione. Nonostante ciò, superato l’allarme ingiustificato, questo frangente può essere l’occasione per chi ancora non l’avesse fatto di dare un’occhiata in profondità alla propria bolletta e verificare se tutti gli addebiti che vi sono inseriti si riferiscono a beni o servizi che si utilizzano davvero o di cui si ha bisogno. In caso contrario chiamare il 187 può essere la soluzione per un risparmio sulle future bollettazioni…

Ecco di seguito ampi estratti del lungo testo:

“Analizzando l’ultima bolletta del telefono che mi è arrivata ho notato che pago, oltre all’abbonamento e al costo delle telefonate, anche il NOLEGGIO ACCESSORI, il NOLEGGIO APPARECCHI TELEFONICI. Non volendo più pagare il noleggio apparecchi telefonici, non sapendo in che cosa consistesse il noleggio accessori e non sapendo in che cosa consistessero i servizi telefonici supplementari, ho chiamato il 187 per avere ulteriori informazioni, e ho scoperto che: IL NOLEGGIO ACCESSORI è una quota che si paga per LE PRESE TELEFONICHE installate in casa; IL NOLEGGIO APPARECCHI TELEFONICI è una quota che si paga per noleggiare il telefono, così ho domandato all’operatrice se potevo restituire il telefono, comprarne un altro e non pagare più il noleggio, e l'”operatrice mi ha risposto che si poteva restituire il telefono alla sede Telecom scritta sulla mia bolletta e non pagare così più il noleggio”.

A parte il noleggio telefonico, questione ben nota, l’affermazione secondo cui il noleggio accessori è una “quota per le prese telefoniche” non ha alcun riscontro presso il Call center di Telecom Italia con cui Punto Informatico ha approfondito i contenuti della missiva.

Ma le accuse che hanno preoccupato tanti lettori di questo giornale non finiscono qui.


“Un’ALTRA operatrice – continua la lettera – mi ha chiesto se gli apparecchi avessero più di tre anni, ho risposto di sì, mi ha chiesto il mio numero di telefono, mi ha chiesto a chi fosse intestata la linea e ha confermato che gli apparecchi avevano più di tre anni e mi ha detto che la Telecom non li accetta più e che quindi sarebbero diventati di mia proprietà e che dalla bolletta successiva io NON AVREI PIÙ PAGATO IL NOLEGGIO!”

Un’affermazione peregrina, in quanto Telecom Italia raccoglie anche i telefoni vecchi che vengono poi smaltiti a parte (sebbene Telecom non sembri controllare l’effettiva restituzione degli apparecchi). Quando si attiva un contratto, d’altra parte, Telecom Italia specifica con chiarezza quali sono i diritti e gli oneri in merito al noleggio dell’apparecchio.

“A questo punto – continua la lettera – sorge spontanea la domanda: “Scusi, ma tutti i soldi che ho pagato per il noleggio negli anni precedenti, come faccio a recuperarli?”.
L’operatrice mi ha risposto che non era possibile effettuare uno storno e RESTITUIRMI I SOLDI! Allora io ho chiesto conferma del fatto che il noleggio non viene più pagato solo se è il cliente a telefonare al 187 e avvisare che i suoi apparecchi hanno più di tre anni e l’operatrice mi ha risposto che non essendo un’operazione automatica ERA PROPRIO COSI’!”

“Non è ancora finita qui! – specifica la lettera – Dopo aver disabilitato il servizio ho chiesto se il discorso del noleggio che scade dopo tre anni valesse anche per IL NOLEGGIO ACCESSORI (cioè le banali prese telefoniche di plastica) e mi ha risposto di sì e mi ha chiesto se volevo togliere anche il noleggio accessori. E me lo chiede pure, certo che sì! Perché dovrei pagare per DUE PEZZI DI PLASTICA se ho il diritto a non pagare il loro noleggio?”

Secondo il Call center, non essendo le prese comprese negli accessori di un contratto telefonico standard anche questa accusa è priva di fondamento.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 07 2002
Link copiato negli appunti