Lo spam degli sciacalli della guerra

Viene diffusa persino ad indirizzi italiani una singolare lettera spammatoria che propone l'acquisto di maschere antigas. Il tutto condito da un sito che gestisce transazioni in modo non protetto


Roma – E’ intitolato a “Maskalert.com” uno degli esempi più?. singolari di spam contemporaneo, uno spam che sfrutta le tensioni e le paure generate dalla guerra americana all’Iraq per tentare di vendere, o dichiarare di vendere, maschere antigas.

Nella lettera, gonfia di un pesante HTML condito da foto e illustrazioni, una anziana signora informa che “Preferisco essere al sicuro che piangere… Questo prodotto porta pace a me e alla mia famiglia”. Un prodotto che secondo la mail sarebbe persino consigliato dal governo americano.

Seguono tre immagini di volti nascosti da maschere antigas, o prodotti che assomigliano ad esse, una breve descrizione tecnica dell’imballaggio che l’azienda maskalert.com si propone di spedire ovunque nel mondo e si spinge il tutto con il marchio non cliccabile “Homeland Security Advisory System: HIGH”. Un marchio che vorrebbe indurre l’utente a ritenere che il prodotto è in qualche modo adatto a respingere minacce che il dipartimento di stato americano ritiene elevate…

Gli “artisti” che (non) si nascondono dietro lo spam hanno poi confezionato un sito dal quale è possibile pagare per ottenere il… pacco, con una transazione che avviene in ambiente non protetto e peraltro senza alcuna garanzia o conferma d’acquisto. Un microlink informa però che “la tua privacy è protetta”. Basta crederci…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DoubleGJ scrive:
    MADDECHE'!!!
    LA BANDA LARGA NON ESISTE!!!!esiste solo sui nomi dei modello di connessioni offerte da vari provider(e non sulle prestazioni), all'atto pratico NON ESISTE (per noi)è uno schifoDoubleGJ
    • Anonimo scrive:
      Re: MADDECHE'!!!
      - Scritto da: DoubleGJ
      LA BANDA LARGA NON ESISTE!!!!
      esiste solo sui nomi dei modello di
      connessioni offerte da vari provider(e non
      sulle prestazioni), all'atto pratico NON
      ESISTE (per noi)

      è uno schifo

      DoubleGJLe tue affermazioni suonano ridicole... al di qua del firewall fastweb! =)))))
    • Anonimo scrive:
      Re: MADDECHE'!!!

      è uno schifo

      DoubleGJLa "vera" larga banda oltre a Internet avrebbe dovuto portare la televisione on-demand, il videotelefono e la videoconferenza in ogni casa, piu' una miriade di altri servizi.Per il momento ha solo portato il p-to-p.In bello e' che l'idea il italia c'era,sono stati fatti investimenti e lavori per posare la fibra ottica. Tutti fermi per poter sfruttare l'onda del protocollo ADSL.In fondo e' come aver gia' inventato in processore a 100 Ghz ed invece di offrirlo al mercato, cercare di massimizzare il profitto con uscite di processori molto piu' lenti ma progressivamente piu' veloci con lo scopo di fa comprare e ricomprare pc. :-(
      • Anonimo scrive:
        Re: MADDECHE'!!!

        La "vera" larga banda oltre a Internet
        avrebbe dovuto portare la televisione
        on-demand, il videotelefono e la
        videoconferenza in ogni casa, piu' una
        miriade di altri servizi.ed è infatti tutto ciò che hanno i clienti fastweb connessi in fibra ottica.viedo on demand, videotelefono e video conferenza
        • Anonimo scrive:
          Re: MADDECHE'!!!
          se vabbe'.. ma mi pare inutile e alquanto ridicolo parlare di fastweb confrontandolo con il FAST...Tra l'altro ricordo che Fastweb ha una serie di inconvenienti non sottovalutabili. Per quanto riguarda poi ADSL.. beh, è chiaro che è più lenta, ma per ora è meglio(linux)
      • DoubleGJ scrive:
        Re: MADDECHE'!!!
        scusa se in ritardoma non sapevo dell'esistenza del forum boxvolevo dirtiCAZZO QUANTO HAI RAGIONE!!!!mi trovi al 100% con teDoubleGJ
  • Anonimo scrive:
    Chissa' se lo brevettano :-)
    Pensate se adesso qualcuno avesse brevettato il tcp/ip e volesse le royalties.Se brevettano FAST, attendono che tutti lo usino e poi passano ad incassare chissa che business eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissa' se lo brevettano :-)
      Ehhhmmm... il tuo ragionamento non ha ragione di essere:le idee (in senso lato) per legge (vale in tutti i paesi del mondo) non possono essere brevettate, al massimo le tecnologie che le sfruttano.E nel campo delle idee rientrano:- formule matematiche.- formule fisiche.- algoritmi.Per quanto riguarda i programmi (o come in questo caso i protocolli), le società possono brevettare solo la "programmazione", intesa come una sequenza di linee di codice. Tanto per intenderci: Microsoft ha potuto brevettare COME è stato programmato Windows, ma non gli algoritmi... Se fosse stato altrimenti, non potrebbero esistere Linux, Unix, Solaris, OS2... etc.etc.Ergo: quando compri Windows paghi il programma e il lavoro che gli sta dietro, ma non per esempio i vari agoritmi di sorting utilizzati per la gestione dei dati...Quelli sono pubblici e li trovi su di un qualsiasi libro di informatica.
      • avvelenato scrive:
        Re: Chissa' se lo brevettano :-)
        tutto questo è molto bello, ma è valido in europa.in America gli uffici brevetti impazziscono... è lecito preoccuparsene..
        • Anonimo scrive:
          Re: Chissa' se lo brevettano :-)
          L'ufficio brevetti è uno solo in tutto il mondo e si trova a Bruxelles se non sbaglio; se ho cannato la città, sappi comunque che ha sede in Europa...Al max quelle che intendi tu, sono filiali americane, che in ogni caso saranno gestite dalla sede in Europa.Se brevetti un'invenzione, chiunque la voglia sfruttare, ti deve pagare; in qualsiasi parte del mondo si trovi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Chissa' se lo brevettano :-)
            dipende dall'estensione del brevettoio posso brevettare in italia e il brevetto vale solo in italiain UEo in tutto il mondo
    • Chernobyl scrive:
      Un'altro malato da radiazioni ?
      - Scritto da: Anonimo
      Pensate se adesso qualcuno avesse brevettato
      il tcp/ip e volesse le royalties.
      Se brevettano FAST, attendono che tutti lo
      usino e poi passano ad incassare chissa che
      business eh?guarda che qui si parla (anche) di aziende statali e non credo che faranno tutto a pagamento. Se la tua previsione fosse stata giusta 20 anni fà, il CERN ti faceva pagare il permesso di scrivere una pagina in html
  • Anonimo scrive:
    DVD in 5 secondi
    Il problema è come riuscire a far vedere ad un essere umano un film di 2 ore in 5 secondi......
  • Anonimo scrive:
    Ma se poi... [INTERESSANTE]
    Ho dsl fastweb, ero molto contento fino alle 13:24, quando la mia connessione a internet è morta. Due ore di telefonate coi tecnici, di prove, installa questo, disinstalla quello, prova a cliccare lì, ecc... ora sono connessio a inwind a 24000 bps!!!Per fortuna che a suo tempo provai e riprovai a configurare una connessione a 56k su fastweb, sennò manco a 24000bps andrei!BleahMorale: Cosa me ne faccio di questo protocollo se poi non riesco neanche ad andare con una adsl???
  • Anonimo scrive:
    E' una non notizia...
    Si sta parlando di un protocollo pensato per ottimizzare lo scambio di dati e migliorare ulteriormente il TCP/IP, protocollo già molto performante in termini di overhead.Considerando che ci sono voluti 20 anni per affermare come standard il TCP/IP a livello mondiale, i protocolli alternativi verranno usati solo su reti speciali universitarie o sulla futura Internet2.Per quanto riguarda il comune mortale la battaglia non si gioca sul protocollo che rimarrà il TCP/IP per altri 20 anni ma si gioca sulla quantità di banda effettiva messa a disposizione e che attualmente è distribuita col contagocce a caro prezzo dalle telecom.Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    grande risultato ma pericoloso
    Il risultato ottenuto è incredibilmente importante ma anche pericoloso. Chi non si ricorda la campagna di telecom con il famoso progetto Socrate nel nord italia? chilometri e chilometri di cavi in fibbra ottica per portare l'alta velocità nelle abitazioni poi abbandonato perchè si è trovata una tecnologia in grado di dare l'ADSL nelle case mantenendo il vecchio doppino.Il mio timore è che questo nuovo protocollo possa far slittare ulteriormente l'ammodernamento della rete fisica a scapito di pulizia e sicurezza. Spero che questo mio timore non trovi riscontro.
  • Anonimo scrive:
    passeranno 10 anni per l'utente
    prima che venga usato dalla massa passeranno 10-15 anni
  • Anonimo scrive:
    un cd in 5 secondi??
    la misura di 8.xx mbit di traffico va ponderata rispetto alla banda massima disponibile ,presumibilmente 10 mbit.il titolo dell'articolo la spara pesante ;)))dubito che con un modem 56k si possa scaricare un cd in meno di qualche ora .pollo
    • Anonimo scrive:
      Re: un cd in 5 secondi??
      ?E'chiaro che ci devono essere le condizioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: un cd in 5 secondi??

        E'chiaro che ci devono essere le condizioni.OK, ma perchè questi hanno messo il titolo dell'articolo che non centra nulla e fuoriviante!?!?...cosa si fa per un click in +...
        • Anonimo scrive:
          Re: un cd in 5 secondi??
          Ma te lo immagini trasmettere a quella velocita'??? Un altro mondo, non vedo l'ora.Gibbps. il titolo mi sembra che renda l'idea
          • Anonimo scrive:
            Re: un cd in 5 secondi??
            ragione l'altro utente, e' la solita sparata per far leggere l'articolo.Come al solito, PuntoInformatico non si smentisce mai nel scegliere titoli "alla caz.."
    • Anonimo scrive:
      Re: un cd in 5 secondi??
      ehm... hai letto male... non 8.xx (ottopuntoqualcosa) mbit ma 8.609 mbit... ottomilaseicentonove...
    • godzilla scrive:
      Re: un cd in 5 secondi??
      - Scritto da: Anonimo

      dubito che con un modem 56k si possa
      scaricare un cd in meno di qualche ora .

      polloinfatti si parlava di reti a 10 e 100 gigabit...
    • Anonimo scrive:
      Re: un cd in 5 secondi??
      - Scritto da: Anonimo
      la misura di 8.xx mbit di traffico va
      ponderata rispetto alla banda massima
      disponibile ,presumibilmente 10 mbit.
      il titolo dell'articolo la spara pesante ;)))
      dubito che con un modem 56k si possa
      scaricare un cd in meno di qualche ora .

      polloil tuo nick ti fa onore... rileggi per bene: ci sono almeno 3 cose errate nelle tue considerazioni
  • Anonimo scrive:
    checavolomenefacciosec'e'EUCD?
    che cavolo me ne faccio di una tecnologiaper scaricare DVD in 5 minuti se poi a farlorischio la galera?c'e' l'EUCD? C'e' la DMCA?e chissenefrega allora della banda largabyezThe Real Spatatrac!
    • Anonimo scrive:
      Re: checavolomenefacciosec'e'EUCD?
      - Scritto da: Anonimo
      che cavolo me ne faccio di una tecnologia
      per scaricare DVD in 5 minuti se poi a farlo
      rischio la galera?

      c'e' l'EUCD? C'e' la DMCA?

      e chissenefrega allora della banda larga
      Molta gente non ha capito un cazzo dell'EUCD e del DMCA (te compreso). Scaricare un DVD era illegale prima, lo è adesso e lo sarà domani.
      • avvelenato scrive:
        Re: checavolomenefacciosec'e'EUCD?
        l'illegalità è ben lontana dall'essere perseguibile attualmente, sotto certe sfere private soprattutto.ma si sta facendo pressione perchè l'applicazione della legge si avvicini alla legge stessa.ben venga.il commento dell'iniziatore comunque ha senso: le bande larghe si utilizzano per scaricare "contenuti", e oggigiorno c'è poca gente disposta ad accettare di pagare per essi (per vari motivi, alcuni dei quali non criticabili facilmente). avvelenato che se fosse un discografico, investirebbe sulle società che forniscono l'accesso ad internet (tanto per pararsi il 'ulo e vincere comunque, anche quando si perde)
    • Anonimo scrive:
      Re: checavolomenefacciosec'e'EUCD?
      - Scritto da: Anonimo
      che cavolo me ne faccio di una tecnologia
      per scaricare DVD in 5 minuti se poi a farlo
      rischio la galera?

      c'e' l'EUCD? C'e' la DMCA?

      e chissenefrega allora della banda largaSi parlava di ricerca scientifica, di trasferimento di dati IMPORTANTI, non di scambiare film. Il titolo "dvd in 5 secondi" serviva solo a far capire di che velocità si tratta. Ma è mai possibile che pensiate solo a voi stessi?
  • Anonimo scrive:
    dorsali Sonet
    beh ma le dorsali Sonet di tipo STS-48 raggiungono i 2400 Mbps, non mi sembra una novita sconvolgente
    • Anonimo scrive:
      Re: dorsali Sonet
      Cosa c'entra? :-) Anch'io se metto in parallelo qualche migliaio di doppini in rame ottengo una banda niente male ;-) Qui si sta parlando di ottimizzare il protocollo di trasferimento dati per sfruttare più a fondo le velocità fornite oggi dagli attuali mezzi di trasporto fisico: in questo modo è possibile diminuire il numero di cavi, abbassare i costi e permettere di aggregare, con lo stesso numero di cavi usati oggi, molta più banda. - Scritto da: Anonimo
      beh ma le dorsali Sonet di tipo STS-48
      raggiungono i 2400 Mbps, non mi sembra una
      novita sconvolgente
      • samu scrive:
        Re: dorsali Sonet
        - Scritto da: Anonimo
        Qui si sta parlando di ottimizzare ottimizzare ? ma se i carrier internazionalicontinuano a tunnelizzare tutto su ATM..che vuoi ottimizzare ...
        • Anonimo scrive:
          Re: dorsali Sonet
          Si come quando si diceva che su doppino era impossibile andare oltre la velocità di una comune linea ISDN. Poi è arrivato ADSL.
        • Anonimo scrive:
          Re: dorsali Sonet
          - Scritto da: samu

          - Scritto da: Anonimo


          Qui si sta parlando di ottimizzare

          ottimizzare ? ma se i carrier internazionali
          continuano a tunnelizzare tutto su ATM..
          che vuoi ottimizzare ...Ragazzi, ATM è una vera rete (con tutto un sistema di Operation Administration e Management), portarci su il TCP è un offesa al telecomunicazionista. Ma daltronde che vogliamo, Internet è una rete Best Effort senza priorità (non è detto che chi più paga abbia di più).Bye
          • Anonimo scrive:
            Re: dorsali Sonet
            ...tuttavia il futuro e' del TCP/IPComunque, secondo me in questo articolo e' stato commesso un grossolano errore di misura...
          • samu scrive:
            Re: dorsali Sonet
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: samu



            - Scritto da: Anonimo




            Qui si sta parlando di ottimizzare



            ottimizzare ? ma se i carrier
            internazionali

            continuano a tunnelizzare tutto su ATM..

            che vuoi ottimizzare ...

            Ragazzi, ATM è una vera rete ti dico solo una cosa ... 53 byte ... e 53 e' un numero primo ..ma per favore ..
    • shimitar scrive:
      Re: dorsali Sonet
      Il problema è che TCP si comporta estremamente male con le reti veloci e cno round trip time "lungo".Inoltre, il TCP funziona MALISSIMO per trasmettere pacchetti piccoli.Da test che ho fatto ho riscontrato che:- per pacchetti TCP < di 20kb tcp non và oltre 300mbit/sec E questo su una GBEthernet tra due macchine in loopback quindi con rtt minimo (
      • Anonimo scrive:
        Re: dorsali Sonet

        ps: sarebbe interessante sapere che carico
        di CPU impone questo protocollo FAST...FAST non è un protocollo per tutti (almeno per un po' di tempo).Per quanto riguarda l'utilizzo della CPU, beh tutto il PC deve esser in grado di gestire una tale quantità di dati, dall'HD alla RAM.
  • Anonimo scrive:
    state tranquilli...
    ...le compagnie telefoniche troveranno il modo di affossarlo...
    • AdessoBasta scrive:
      Re: state tranquilli...
      - Scritto da: Anonimo
      ...le compagnie telefoniche troveranno il
      modo di affossarlo...A me risulta che le compagnie telefoniche adottano senza problemi qualunque tecnologia che abbia un giusto rapporto tra costo e vantaggio, quello che continua ad affossarsi è il mio conto in banca ad ogni bolletta Telecom.
  • Anonimo scrive:
    cisco
    pensate al costo dei nuovi
Chiudi i commenti