Lombardia, ADSL anche fuori dalle città

Ci prova la Regione in accordo con i principali operatori TLC. L'idea è di sviluppare le infrastrutture broad band anche in quelle zone fin qui escluse. Il miracolo entro tre anni


Milano – In prossimità delle elezioni e in seguito alle infinite proteste dei cittadini sul digital divide della banda larga, la Regione Lombardia ha fatto sapere di aver stretto un accordo con importanti operatori di telecomunicazioni per diffondere il broad band anche in quelle aree che fino a questo momento non hanno potuto beneficiarne .

Il protocollo di intesa a cui hanno finora aderito Telecom Italia, Wind, Fastweb, Albacom e Colt prevede che si lavori su un piano di progetti per l’ampliamento della copertura, con investimenti complessivi pari a circa 200 milioni di euro . L’idea di fondo è di portare l’ADSL al 95 per cento della popolazione e, per i rimanenti, attivare connettività wireless e satellitari.

Entro tre anni , questa la speranza delle aziende e della Regione, la banda larga dovrebbe essere disponibile nella totalità del territorio regionale.

“L’obiettivo – ha affermato il presidente della Regione, Roberto Formigoni – è dare la possibilità a circa 700mila cittadini lombardi di accedere alla banda larga, eliminando un fattore che ostacola la competitività”. Sono infatti 700mila circa i residenti lombardi che ad oggi sono esclusi dai progetti di investimento degli operatori, un fatto che si deve alla scarsa redditività delle zone meno densamente abitate ma che ora verrà compensata dall’intervento della Regione.

Alla presentazione del progetto si è fatto il punto sull’aggiornamento della rete esistente. Oggi in Italia sulle 10.400 centraline telefoniche attive ben 4.400 non sono connesse ad alta velocità con i backbone di telecomunicazione. Questo significa che il 10 per cento degli italiani non può disporre di broad band. Una situazione che oggi in Lombardia tocca circa un milione di persone.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sono passato a LINUX proprio per questo
    motivo!!!!!!!Secondo me windows non garantisce abbastanza privacy, non e' un sistema operativo robusto, costa troppo soldi ed inoltre non e' Open Source!!!!!!!LINUX 6 TU .......CHI PUO' DARTI DI +???????
  • Anonimo scrive:
    Microsoft's really hidden files!!!!!!!!!
    No, your name, address, and zip code aren't enough for the boys in Redmond.Our friend The Riddler writes: "There are folders on your computer that Microsoft has tried hard to keep secret. Within these folders you will find . . . [a log of all] the sites you have ever visited . . . [and] ALL of your e-mail correspondence -- even after you've erased them from your trashbin." Get explicit, step-by-step instructions for uncovering these "really hidden files," and prepare for a walk down memory lane that you didn't plan on.http://www.fuckmicrosoft.com/content/ms-hidden-files.shtml
  • Anonimo scrive:
    Uhmmmm....

    L'obiettivo originale di Microsoft era infatti quello di
    controllare e gestire, lei sola, tutti i dati raccolti attraverso
    questi servizi, trasformando di fatto Hailstorm (chiamato in
    seguito MS.NET My Services) e il servizio di autenticazione
    Passport nel centro di gravità per centinaia di milioni di
    utenti privati e aziendali.@^
  • Anonimo scrive:
    Grazie, me li gestisco da solo
    Diamo tutti i nostri dati personali ad una società americana!
  • Anonimo scrive:
    non siamo ridicoli...
    non mi piace che ci prendano in giro.Microsoft può fare quello che vuole: può fare promesse di onestà oppure no, ma in ogni caso nessuno può verificare quello che dice perchè nessuno conosce il codice dei suoi software (lo si può solo immaginare). Se rilasciassero tutto in modalità open source sarei già più tranquillo.Perchè non lo fanno? Di cosa hanno paura...?
  • ElfQrin scrive:
    Il problema non è tanto Microsoft
    o almeno lo è implicitamente: sarebbe interessante sviluppare un protocollo, un sistema aperto, che potrebbe essere implementato anche su altre piattaforme.Non ha senso che gli utenti Windows possano (o debbano) effettuare il log in a un sito in un certo modo, e tutti gli altri in un altro. Peraltro si riproporrebbe il problema di scrivere siti e applicazioni che debbano essere compatibili con più sistemi.Ma in ogni caso, anche qualora tale sistema fosse aperto, rimarrebbero tutti i dubbi riguardanti l'effettiva sicurezza (soprattutto se il sistema è progettato da Microsoft, che non ha mai brillato da questo punto di vista).
    • Federikazzo scrive:
      Re: Il problema non è tanto Microsoft
      hai detto una cosa interessantissima... per ME, TE e qualche altro forse. di certo non interesserà a M$, che del closed source ne ha fatto una religione.però chissà... magari da questo loro tentativo, qualcuno proverà a sviluppare un sistema simile ed "aperto"... (brevetti permettendo)
  • Anonimo scrive:
    Sul mio comp. il mio nome non esiste
    E' così, sul mio computer il mio nome non compare da nessuna parte. Se devo acquistare, compilo il form su pagina https, ma di dati personali non ne conservo proprio (al limite qualche curriculum nella cartella documenti).In questo modo nessun programma "spione" può catturarli....Figurarsi se installo questa spazzatura di M$...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sul mio comp. il mio nome non esiste
      -
      E' così, sul mio computer il mio nome non compare
      da nessuna parte.
      Figurarsi se installo questa spazzatura di M$...vallo a spiegare a chi si precipita a scrivere i dati dovunque!
  • seranto scrive:
    esiste già ROBOFORM
    E' PERFETTO!!Gestisce più identità contemporanemanete.Ha vinto vari premi per la sicurezza che da.La licenza si paga se si vuole utilizzare appieno senò anche nella versione free va che è una bomba!Microsoft..... no grazie
  • Anonimo scrive:
    notizia incompleta...
    ... quella completa è : "Windows gestirà i tuoi dati personali ANCHE SE NON VUOI"... perchè a certe cose o sei costretto o sei costretto...
  • Anonimo scrive:
    Comodita'
    E' buffo, qui leggo che qualcuno non vuole che MS faccia un software con il quale si possono gestire i dati personali sul PC. Il che non equivale a dare a MS i propri dati, ma non ci si pensa. Cosi' come non si pensa al fatto che questi dati gia' oggi sono in mano a decine di ditte italiane che in qualche caso sono assai piu' inquietanti di un software.Non so, forse sara' colpa delle luci basse in certe cantine, ma di certo a qualcuno gli e' scesa la vista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Comodita'
      - Scritto da: Anonimo
      E' buffo, qui leggo che qualcuno non vuole che MS
      faccia un software con il quale si possono
      gestire i dati personali sul PC. Il che non
      equivale a dare a MS i propri dati, ma non ci si
      pensa. Cosi' come non si pensa al fatto che
      questi dati gia' oggi sono in mano a decine di
      ditte italiane che in qualche caso sono assai
      piu' inquietanti di un software.
      Non so, forse sara' colpa delle luci basse in
      certe cantine, ma di certo a qualcuno gli e'
      scesa la vista.SHHHHHHHHHH zitto ora ti massacreranno, certe cose tielle per te
    • citrullo scrive:
      Re: Comodita'
      - Scritto da: Anonimo
      E' buffo, qui leggo che qualcuno non vuole che MS
      faccia un software con il quale si possono
      gestire i dati personali sul PC. Il che non
      equivale a dare a MS i propri dati, ma non ci si
      pensa. Cosi' come non si pensa al fatto cheCerto, ma dati i precedenti della "ditta" in questione, ci mettono niente a reperire tali dati... basterebbe un update :-$Ricordiamoci dell'index.dat.
      questi dati gia' oggi sono in mano a decine di
      ditte italiane che in qualche caso sono assai
      piu' inquietanti di un software.
      Non so, forse sara' colpa delle luci basse in
      certe cantine, ma di certo a qualcuno gli e'
      scesa la vista.
      • Federikazzo scrive:
        Re: Comodita'

        Ricordiamoci dell'index.dat.(scusate se vado OT)di cosa stai parlando? ti spiacerebbe illuminarmi? :|
        • citrullo scrive:
          Re: Comodita'
          Semplice, se navighi con IE, il file index.dat cresce, cresce, cresce...Anche se pulisci la cache e quant'altro, tutto cio' che hai fatto in rete resta in quel file, percio' se prendi quel file ti puoi fare un bel profilo di come hai navigato. Tutti i windows (che io sappia dal 98 in su) ce l'hanno. Non so se registra altro ma la navigazione di sicuro. Avevo letto sta cosa su una rivista e con un editor esadecimale l'ho aperto per vedere se era vero. Confermo. Per giunta sto file e' lockato e non lo puoi cancellare normalmenteOra ho un file cmd che da esecuzione automatica cancella tale file ogni volta che avvio/riavvio ma dovrebbe essere un pro forma visto che uso FF. Sotto 98 usavo un .bat
          • Anonimo scrive:
            Re: Comodita'
            - Scritto da: citrullo
            Semplice, se navighi con IE, il file index.dat
            cresce, cresce, cresce...anch'io ogni tanto uso IE ma sul mio mac index.dat non c'e'
    • Masque scrive:
      Re: Comodita'
      - Scritto da: Anonimo
      E' buffo, qui leggo che qualcuno non vuole che MS
      faccia un software con il quale si possono
      gestire i dati personali sul PC.ma sto softwarino, in sostanza, è la stessa cosa del Portachiavi di OS X?
      • scorpioprise scrive:
        Re: Comodita'
        - Scritto da: Masque

        - Scritto da: Anonimo

        E' buffo, qui leggo che qualcuno non vuole che
        MS

        faccia un software con il quale si possono

        gestire i dati personali sul PC.

        ma sto softwarino, in sostanza, è la stessa cosa
        del Portachiavi di OS X?Da come è descritto, si, sembra lo stesso, per quanto magari permetta (probabilmente) di inserire un numero di dati cosiddetti "sensibili" maggiore (cioè, inserire diversi dati in una sorta di carta d'identità) con la possibilità, IMHO, di poter essere impiegata come v-card di presentazione
  • Anonimo scrive:
    Neanche se mi ammazzano
    Darò mai i miei dati a Microsoft, e chiunque pensa di dare i propri dati a Bill o è pazzo o lo sta diventando.
  • Anonimo scrive:
    Linux non gestira' MAI i miei dati...
    ... personali! E con questo ho detto tutto !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non gestira' MAI i miei dati..
      - Scritto da: Anonimo
      ... personali!

      E con questo ho detto tutto !!!Le min****te è meglio dirle una alla volta....
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non gestira' MAI i miei dati...
      Vai a vedere alla USL, alle Poste, al Comune, ecc. che sistema operativo usano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux non gestira' MAI i miei dati...
        - Scritto da: Anonimo
        Vai a vedere alla USL, alle Poste, al Comune,
        ecc. che sistema operativo usano.Quello di ASSORRETE!
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux non gestira' MAI i miei dati..
        - Scritto da: Anonimo
        Vai a vedere alla USLWindows
        alle Poste,Una volta usavano OS/2, o forse le confondo con le fs?
        al Comune,Windows
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non gestira' MAI i miei dati..
      - Scritto da: Anonimo
      ... personali!

      E con questo ho detto tutto !e chissenefrega? ma la redazione non dovrebbe mettere interventi come questo nel forum degli ot e dei troll?
  • Anonimo scrive:
    Windows perdera' ANCHE i tuoi dati perso
    E' gia prevista persino la nuova funzione per facilitare il lavoro dei ladri, si chiama svuota il conto in automatico : appena ti registri, con un click un ladro qualunque puo' svuotarti il conto in banca, ed in cambio ricevi una versione beta di windows.
  • Anonimo scrive:
    Così sarà possibile farli sparire come..
    ..come è successo per i passeggeri del volo AA 77 che si e' schiantato contro il Pentagono: http://www.effedieffe.com/tasti/descrizione2.php?id=326&parametro=%20commenti
    • Anonimo scrive:
      Re: Così sarà possibile farli sparire come..
      Come no!Da www.attivissimo.net (noto sito di destra,filoamericano e già che ci siamo filosionista, no?)"Gli aerei erano vuoti e le liste dei passeggeri e delle vittime sono inventateChi sostiene questa ipotesi dimentica che le persone morte l'11 settembre 2001 sono morte anche persone molto ben conosciute, che sarebbe stato piuttosto difficile far "scomparire":A bordo del volo 11 dell'American Airlines, uno dei due lanciati contro il World Trade Center, è morto Danny Levin, cofondatore di Akamai Technologies. Akamai è una delle più importanti aziende di Internet in quanto offre tecnologie per rendere più veloce il traffico della Rete, utilizzate da tutti i principali siti commerciali (http://abcnews.go.com/sections/business/DailyNews/SILICON_INSIGHTS_BAJARIN_010913.html e http://www.akamai.com/html/en/ia/management_dl.html)Sempre sul volo 11 c'era la vedova dell'attore Anthony Perkins (quello di Psycho), Berinthia Berenson. La Berenson era anche la sorella dell'attrice Marisa Berenson (famosa per Barry Lyndon). Le sopravvivono i figli Elvis e Osgood Perkins (http://us.imdb.com/name/nm0073550/bio)Sul volo 77, schiantatosi contro il Pentagono, c'era anche Barbara Olson, moglie del sottosegretario alla Giustizia Ted Olson e commentatrice televisiva repubblicana (http://www.cnn.com/2001/US/09/11/pentagon.olson/).Le biografie di tutti i passeggeri del volo 77 sono presso http://www.cnn.com/SPECIALS/2001/trade.center/victims/AA77.victims.html. Tutte inventate?"
      • Anonimo scrive:
        Re: Così sarà possibile farli sparire come..

        Le biografie di tutti i passeggeri del volo 77
        sono presso

        http://www.cnn.com/SPECIALS/2001/trade.center/vict
        Tutte inventate?" Non tutte. Ma alcune (che risultano in più numericamente) aggiunte ad hoc alla lista dei passeggeri per farle sembrare morte.
  • Anonimo scrive:
    Io gestirò i dati personali di Microsoft
    Un mio progetto punta all'integrazione nei vestiti di una tecnologia che gestisca l'identità della Microsoft e semplifichi l'accesso sicuro ai fornitori e servizi on-line. Una sorta di tessserino di riconoscimento, che girerà però sulla giacca dei dipendenti Microsoft.
  • Anonimo scrive:
    come james bond
    Bill gates aspira a diventare come uno di quei personaggi megalomani e super ricchi che vogliono conquistare il mondo!
  • Anonimo scrive:
    Però ti aiuterà...
    ...a 'gestire' quelli dei tuoi figli..."Understand how your kids communicate online to help protect them"http://www.microsoft.com/athome/security/children/kidtalk.mspxA proposito... ma perchè "gestirà" al futuro ? Non lo ha sempre fatto ?
  • Anonimo scrive:
    Poverini
    "L'obiettivo originale di Microsoft era infatti quello di controllare e gestire, lei sola, tutti i dati raccolti attraverso questi servizi, trasformando di fatto Hailstorm (chiamato in seguito MS.NET My Services) e il servizio di autenticazione Passport nel centro di gravità per centinaia di milioni di utenti privati e aziendali."Questi credono ancora a babbo natale...
  • Silenx scrive:
    Windows gestirà i tuoi dati personali
    Scusate ma scritto cosi' sembra una minaccia a livello mondiale ....potevate mettere Windows "potra'" gestire ..... appena ho letto il titolo ci manca che mi prende un coccolone ....
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
      Concordo.Inoltre spero che la fornitura di tali dati non sarà indispensabile al corretto funzionamento del sistema, ma serva solo se uno vuole fruire dei servizi online che si interfacciano a quel tipo di passport.Cioè se voglio li do, se no no.
      • Silenx scrive:
        Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
        mha di questo passo credo che la M$ per andare sul sicuro obblighera' ai neonati di farsi tatuare una licenza microsoft appena nati, cosi vanno sul sicuro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
        certo, se non vuoi non sei obbligato,solo che il pc non funziona, e devi aspettare che la UE apra un'altra causa antitrust, per fare un WINDOWS O
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
      - Scritto da: Silenx
      Scusate ma scritto cosi' sembra una minaccia a
      livello mondiale ....
      potevate mettere Windows "potra'" gestire .....
      appena ho letto il titolo ci manca che mi prende
      un coccolone ....no no, anche col "potra'" la notizia mi causa comunque un involontario spasmo del braccio destro con relativo toccamento dei gioiellipotra' ? potrebbe ? ma soprattutto .... "gestire" ? da quando, anni fa', ho visto come "gestiva" bene la rubrica di outlook ho pensato bene di bypassare, cancellare, sradicare qualsiasi programma e add-on microsoft concernente la rete e/o la "gestione" di qualsiasi dato personale.Da allora ho trovato 2000 modi per raschiare via l'immondizia superflua e pericolosa che ci propinano assieme al sistema opertivo, ne trovero' sicuramente qualcuno per eliminare alla radice anche questa trovata ... e poi bill vada a millantare ai giudici antitrust che IE non si puo' togliere perche' e' troppo integrato nel sistema ... mi vien che ridere:D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
        per quanto mi riguarda puo' farsi i fattacci suoi windows, anche perche' oramai son 3 settimane giorno piu' giorno meno che windows non lo faccio partire neanche O_oPer carita', il passaggio win -
        linux non e' stato ne' facile ne' indolore ma adesso indeitro non torno (grazie wine, grazie cedega!), anche se ci ho messo un fottio di tempo solo a abilitare il DRI della raddyl'unica cosa che mi preoccupa e' che non vorrei certi servizi *necessitino* di un o/s windows su cui salvare tali dati...anche se non vedo molto realistico uno scenario " i dati li salviamo tutti sul tuo pc " , primo perche'a) l'utonto medio tira dentro ogni schifezza : se davvero tutti i dati sono salvati in locale, un trojan o un virus ci mette meno di nulla a rubarlib) un fulmine frigge l'hard disk dell'utente finale, non aveva un raid, non aveva nastri e backup vari. Cosa fa, si spara?Se passport aveva alla base un'idea decente (ammettiamolo, anche dal punto della sicurezza ha i suoi vantaggi, perosnlamente la vedo come una delle poche mosse azzeccate di microsoft dal 2000 in poi) questa mi sa di ca22atail tutto imo :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
          I difensori della privacy sono hanno criticato il progetto Hailstorm ed hanno vinto. I difensori di linux criticano questo nuovo progetto, ma perderanno. Avete problemi con windows? Siete troppo pochi per valere qualcosa.. 'azzi vostri!
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
            - Scritto da: Anonimo
            I difensori della privacy sono hanno criticato il
            progetto Hailstorm ed hanno vinto. I difensori di
            linux criticano questo nuovo progetto, ma
            perderanno. Avete problemi con windows? Siete
            troppo pochi per valere qualcosa.. 'azzi vostri!??? ma chissenefrega, gli ultimi ad aver problemi con questo progetto son proprio gli utenti GNU/Linux, in quanto sono i dati degli utenti windows ad esser gestiti da windows; contenti voi... ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
            anche perche' supponendo che SERVIRA' windows per poter usufruire di un servizio poco male...voglio dire, supponiamo che da domani per poter usare hotmail SERVA un o/s microsoft. Vabbe', mi installo Qemu ( www.google.com per chi non sa cosa e' ) , uso quei 30 secondi quel servizio , chiudo Qemu, torno usare il mio o/s con tranquillita'. Due balle eh, pero' la mia privacy e' salva...il fatto che siamo in pochi a SAPERE usare linux non implica che avremo problemi irrisolvibili, pensa solo al progetto Cedega :)il tutto nuovamente imo!
  • TADsince1995 scrive:
    Davvero sconcertante...
    Inutile specificare lo stupore e l'incredulità di fronte a una notizia di tale portata, ma mi rifiuto di credere che l'utenza arrivi a un così infimo livello di stupidità. Affidare i dati personali a chi? A Microsoft!?!?!?! Tra poco affideremo a Microsoft anche la revisione dell'auto, i nostri dati medici, le fatture da pagare, l'estratto conto della banca e chi ne ha più ne metta... Poi sta farsa di "mettere i dati sul pc dell'utente", certo e dato che non sapremo mai quello che Windows fa veramente, basterebbe una semplice chiamata di una funzione non documentata per spedire questi dati chissà dove... Io non so voi, sarò paranoico, ma mi vien da pensare a un certo libro di George Orwell...TAD
    • CamperOfDuty scrive:
      Re: Davvero sconcertante...
      - Scritto da: TADsince1995

      Inutile specificare lo stupore e l'incredulità di
      fronte a una notizia di tale portata, ma mi
      rifiuto di credere che l'utenza arrivi a un così
      infimo livello di stupidità. Affidare i dati
      personali a chi? A Microsoft!?!?!?! Tra poco
      affideremo a Microsoft anche la revisione
      dell'auto, i nostri dati medici, le fatture da
      pagare, l'estratto conto della banca e chi ne ha
      più ne metta... Poi sta farsa di "mettere i dati
      sul pc dell'utente", certo e dato che non sapremo
      mai quello che Windows fa veramente, basterebbe
      una semplice chiamata di una funzione non
      documentata per spedire questi dati chissà
      dove...

      Io non so voi, sarò paranoico, ma mi vien da
      pensare a un certo libro di George Orwell...

      TADQuoto!e poi: CUTma ha anche garantito che la tecnologia info-card "sarà più sicura di qualsiasi altro programma oggi utilizzato dagli utenti di PC per custodire i propri dati personali"CUTuhauhahua mi sembrano tanto le stesse parole di quando avevano annunciato xp.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Davvero sconcertante...

        uhauhahua mi sembrano tanto le stesse parole di
        quando avevano annunciato xp..... E anche le stesse di quando hanno fatto uscire il pluri-buggato Windows Server 2003....
        • Anonimo scrive:
          Re: Davvero sconcertante...
          - Scritto da: Anonimo
          E anche le stesse di quando hanno fatto uscire il
          pluri-buggato Windows Server 2003....Che bug ha? Me ne hanno parlato bene invece.
          • Anonimo scrive:
            Re: Davvero sconcertante...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            E anche le stesse di quando hanno fatto uscire il

            pluri-buggato Windows Server 2003....
            Che bug ha? Me ne hanno parlato bene invece.Ad esempio :Durante l'installazione di Content Management Server viene visualizzato il messaggio di errore "Microsoft Java VM 5.0 or Higher Required" (816717) http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;en-us;816717&Product=winsvr2003Visio Viewer 2002 potrebbe non funzionare correttamente nei computer basati su Windows Server 2003 (820857) http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;en-us;820857&Product=winsvr2003Dopo l'aggiornamento a Windows Server 2003 la funzionalità Pivotal Synchronization, per la sincronizzazione di Pivotal eRelationship 2000 con il servizio di Outlook, non viene avviata (816535) http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;en-us;816535&Product=winsvr2003Supporto per il processore AMD Opteron (824087) http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;en-us;824087&Product=winsvr2003Dopo il failover di un server virtuale Exchange su un altro nodo del cluster, l'utilizzo della CPU risulta inaspettatamente elevato (821264) http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;en-us;821264&Product=winsvr2003Durante l'aggiornamento a Windows Server 2003, l'elenco "Siti attendibili" non viene importato (816465)http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;en-us;816465&Product=winsvr2003PRB: Dopo l'abilitazione della crittografia compatibile con FIPS, non è più possibile visitare siti SSL (811834)
    • Anonimo scrive:
      Re: Davvero sconcertante...
      - Scritto da: TADsince1995

      Inutile specificare lo stupore e l'incredulità di
      fronte a una notizia di tale portata, ma mi
      rifiuto di credere che l'utenza arrivi a un così
      infimo livello di stupidità. Affidare i dati
      personali a chi? A Microsoft!?!?!?! Tra poco
      affideremo a Microsoft anche la revisione
      dell'auto, i nostri dati medici, le fatture da
      pagare, l'estratto conto della banca e chi ne ha
      più ne metta... Poi sta farsa di "mettere i dati
      sul pc dell'utente", certo e dato che non sapremo
      mai quello che Windows fa veramente, basterebbe
      una semplice chiamata di una funzione non
      documentata per spedire questi dati chissà
      dove...

      Io non so voi, sarò paranoico, ma mi vien da
      pensare a un certo libro di George Orwell...

      TADTi consiglio di cambiare lavoro e dedicarti alla vendita di giornali lungo le vie della tua città, saresti un ottimo "squillone", slogan e luoghi comuni ti sono familiari, faresti un sacco di soldi, ciao
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Davvero sconcertante...

        Ti consiglio di cambiare lavoro e dedicarti alla
        vendita di giornali lungo le vie della tua città,
        saresti un ottimo "squillone", slogan e luoghi
        comuni ti sono familiari, faresti un sacco di
        soldi, ciaoguarda io odio i luoghi comuni, mi infastidiscono, ma è anche sbagliato urlare al "luogo comune" per negare l'evidenza...TAD
      • Straha scrive:
        Re: Davvero sconcertante...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: TADsince1995



        Inutile specificare lo stupore e l'incredulità
        di

        fronte a una notizia di tale portata, ma mi

        rifiuto di credere che l'utenza arrivi a un così

        infimo livello di stupidità. Affidare i dati

        personali a chi? A Microsoft!?!?!?! Tra poco

        affideremo a Microsoft anche la revisione

        dell'auto, i nostri dati medici, le fatture da

        pagare, l'estratto conto della banca e chi ne ha

        più ne metta... Poi sta farsa di "mettere i dati

        sul pc dell'utente", certo e dato che non
        sapremo

        mai quello che Windows fa veramente, basterebbe

        una semplice chiamata di una funzione non

        documentata per spedire questi dati chissà

        dove...



        Io non so voi, sarò paranoico, ma mi vien da

        pensare a un certo libro di George Orwell...



        TAD

        Ti consiglio di cambiare lavoro e dedicarti alla
        vendita di giornali lungo le vie della tua città,
        saresti un ottimo "squillone", slogan e luoghi
        comuni ti sono familiari, faresti un sacco di
        soldi, ciaohemmmm..... ma una volta non si chiamavano "strilloni"???prima di parlare di "luoghi comuni" (coi quali peraltro tutti noi "comuni" mortali abbiamo a che fare), documentati sulla terminologia più opportuna da utilizzare per definire una professione.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Davvero sconcertante...

          hemmmm..... ma una volta non si chiamavano
          "strilloni"???

          prima di parlare di "luoghi comuni" (coi quali
          peraltro tutti noi "comuni" mortali abbiamo a che
          fare), documentati sulla terminologia più
          opportuna da utilizzare per definire una
          professione.....intendevo proprio "squilloni" (hai visto le virgolette o no?), è un misto tra strillone (uno che urla) e squillo (uno che vende una parte di sè)
          • Anonimo scrive:
            Re: Davvero sconcertante...
            - Scritto da: Anonimo


            hemmmm..... ma una volta non si chiamavano

            "strilloni"???



            prima di parlare di "luoghi comuni" (coi quali

            peraltro tutti noi "comuni" mortali abbiamo a
            che

            fare), documentati sulla terminologia più

            opportuna da utilizzare per definire una

            professione.....

            intendevo proprio "squilloni" (hai visto le
            virgolette o no?), è un misto tra strillone (uno
            che urla) e squillo (uno che vende una parte di
            sè)...ti sei salvato in corner...
    • Anonimo scrive:
      Re: Davvero sconcertante...
      Trollone.Vai a casa tu e il tuo linzozz.ZioBill(win)***no linux and no open source software were used for writing this post***- Scritto da: TADsince1995

      Inutile specificare lo stupore e l'incredulità di
      fronte a una notizia di tale portata, ma mi
      rifiuto di credere che l'utenza arrivi a un così
      infimo livello di stupidità. Affidare i dati
      personali a chi? A Microsoft!?!?!?! Tra poco
      affideremo a Microsoft anche la revisione
      dell'auto, i nostri dati medici, le fatture da
      pagare, l'estratto conto della banca e chi ne ha
      più ne metta... Poi sta farsa di "mettere i dati
      sul pc dell'utente", certo e dato che non sapremo
      mai quello che Windows fa veramente, basterebbe
      una semplice chiamata di una funzione non
      documentata per spedire questi dati chissà
      dove...

      Io non so voi, sarò paranoico, ma mi vien da
      pensare a un certo libro di George Orwell...

      TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Davvero sconcertante...
        Ziobill ringarza il cespuglio che se non era per lui adesso M$ sarebbe smembrata, come successe con Ma' Bell
    • Anonimo scrive:
      Re: Davvero sconcertante...
      Mi aspetto questo ed altro da un popolo bovino che ha eletto Bush in USA e Berlusconi in Italia.
  • Anonimo scrive:
    ah si
    non chiedevo di meglio! 0_o
  • Anonimo scrive:
    WINDOWS GESTIRà......
    ....STO PACCO di LUMUNI!!
  • Anonimo scrive:
    Windows gestirà i tuoi dati personali...
    Hmmm...sa di minaccia...ma certamente non avrà i miei.Bye, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
      - Scritto da: Segfault
      Hmmm...sa di minaccia...
      ma certamente non avrà i miei.Aggiungo una cosa sola... non so voi... ma quando sento cose del genere mi si drizza tutto il pelo...http://hackles.org/cgi-bin/archives.pl?request=90Bye, Luca
      • Silenx scrive:
        Re: Windows gestirà i tuoi dati personal
        - Scritto da: Segfault
        - Scritto da: Segfault

        Hmmm...sa di minaccia...

        ma certamente non avrà i miei.

        Aggiungo una cosa sola... non so voi... ma quando
        sento cose del genere mi si drizza tutto il
        pelo...
        http://hackles.org/cgi-bin/archives.pl?request=90

        Bye,
        Lucaogni tanto devono fare la loro sparata .... sarebbe brutto un mondo senza M$ ... e' come se al circo non ci fossero i pagliacci :D
  • Anonimo scrive:
    Vorrei vedere
    Si voglio proprio vedere gli imbecilli che glielo lasceranno fare.So gia' che saranno in tanti...
  • Anonimo scrive:
    Ma non imparano mai?
    Anche passport è stata una debacle.Microsoft non ha ancora imparato che alle persone non piace affidarsi totalmente a chicchessia per i loro dati personali?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non imparano mai?

      Anche passport è stata una debacle.

      Microsoft non ha ancora imparato che alle persone
      non piace affidarsi totalmente a chicchessia per
      i loro dati personali?L'idea sarebbe anche buona, dopotutto anche mozilla lo fa già per esempio, ma affidare i propri dati a un programma microsoft è sempre una cosa poco attraente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non imparano mai?
      Non è che non imparano, ma che ci provano sempre...
Chiudi i commenti