L'OMS schiera IBM contro l'aviaria

Big Blue ha avviato una collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanità: fornirà le tecnologie informatiche necessarie allo studio dell'influenza aviaria

San Jose (USA) – IBM si schiera con le Nazioni Unite per sconfiggere l’incubo di una pandemia d’influenza aviaria. Big Blue fornirà apparecchiature e software all’ Organizzazione Mondiale della Sanità per il progetto Global Pandemic Initiative: si tratta del sistema IHII, Interoperable Healthcare Information Infrastructure , una piattaforma informatica realizzata per raccogliere ed analizzare dati biomedici provenienti da vari punti di raccolta in tutto il mondo.

La rete IHHI verrà utilizzata nel caso di una pandemia del virus H5N1, responsabile dell’influenza aviaria, e servirà da base-dati per STEM, Spatiotemporal Epidemiological Modeler , un sistema che crea modelli matematici per analizzare la diffusione geografica delle patologie virali. “Bisogna essere preparati all’eventualità di una pandemia”, dice il Dr. Richard Waldhorn, membro della Global Pandemic Initiative e ricercatore presso l’Università di Pittsburgh, negli USA.

“L’uso di questi strumenti tecnologici permette all’OMS di gestire gigantesche masse d’informazioni con estrema facilità”, dice Waldhorn. Le apparecchiature donate all’OMS, specifica una nota, sono già utilizzate in numerosi istituti di ricerca epidemiologica sparsi per tutto il mondo, soprattutto negli Stati Uniti, e sfruttano l’uso di supercomputer.

IBM ha iniziato a pensare all’influenza aviaria sin dal 2005, alle prime avvisaglie del terribile virus che, finora, colpisce quasi esclusivamente gli animali. “Abbiamo moltissimo da offrire alla ricerca biomedica”, dice Joe Jasinski, direttore del dipartimento medico di IBM, “e così il nostro impegno in prima linea scaturisce quasi da un obbligo nei confronti della società”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • donny mincuzzi scrive:
    geografia
    l'america è suddivisa in quante parti
  • Anonimo scrive:
    ...censura anche qui
    già, sembra che il moderatore di questo forum si diverta assai a censurare [solo che qui,in democrazia,si dice "Xare", magari con la scusa delle policy ] chi tenti da far notare flame, troll o che risponda sarcasticamente ai classici spaccab**le...c'è anche chi [il sottoscritto sempre ]lo indica chiaramente nel titolo, che il suo è un commento OT, ma nulla, è più importante mantenere le discussioni accese...vedihttp://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1487390&m_rid=0e relative risposte [sparite], ad esempio...ma è da un pò che noto 'sta storia, ma mai con i troll...ma del resto, è più importante il numero che la qualità. :(...ed ora cancellami, è già previsto.
    • Anonimo scrive:
      Re: ...censura anche qui

      vedi
      http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1487390&
      e relative risposte [sparite]Ma se il thread è ancora lì?????Non è che hai sbagliato link?
      • Anonimo scrive:
        Re: ...censura anche qui
        - Scritto da:

        vedi


        http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1487390&

        e relative risposte [sparite]

        Ma se il thread è ancora lì?????
        Non è che hai sbagliato link?fino a prima era tutto marchiato come "(X)troll"...da oggi in poi faccio gli screenshot.
  • Anonimo scrive:
    !!!BANNATO!!!
    :onon so se è un caso od altro...per puro spirito masochistico, mi sono recato sul sito in questione a ricercare:"Tiananmen 1989" e "Falungong", la prima mi ha dato esito negativo, e la seconda neanche mi è uscita la pag di errore...risultato? ora non riesco più ad accedervi, compare solo una pagina bianca!vabbè che " Laccesso a Baike è inoltre filtrato a livello di routing, così che molti utenti residenti al di là dei confini cinesi hanno grandi difficoltà ad effettuare ricerche allinterno dellenciclopedia "ma non pensavo bannassero con questa rapidità!!! :| :...che mer*a la censura...
    • Anonimo scrive:
      Re: !!!BANNATO!!!
      Ma hai fatto la ricerca in cinese? :s :s :s
      • Anonimo scrive:
        Re: !!!BANNATO!!!
        - Scritto da:
        Ma hai fatto la ricerca in cinese? :s :s :sno, ho dato per scontato che, come baidu, funzioni circa anche con i caratteri romanji ......effettivamente non è detto...peccato non possa rientrarci per riprovare... :s
        • Anonimo scrive:
          Re: !!!BANNATO!!!
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ma hai fatto la ricerca in cinese? :s :s :s

          no, ho dato per scontato che, come baidu,
          funzioni circa anche con i caratteri
          romanji ...in cinese si chiamano pinyin
          • Anonimo scrive:
            Re: !!!BANNATO!!!


            romanji ...

            in cinese si chiamano pinyin

            ha, è vero, " romanji " è jappo...ho imparato qlc, [img]http://homepage3.nifty.com/paradis/neko/nya_arigato.gif[/img]Arigato!
  • Santos-Dumont scrive:
    Bella enciclopedia...
    Tra statunitensi leccapiedi che giustificano lo spionaggio di George Cespuglio e il regime orwelliano cinese, é destinata a nascere una meravigliosa storia d'amore... E vissero tutti oppressi e contenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella enciclopedia...
      http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1486097&m_rid=0
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella enciclopedia...
      Tra questi due giganti di bassezze per fortuna emergono paesi democratici e sempre attenti alle liberta', alla verita' e alla tutela in qualunque forma, e comunque sempre e a prescindere, moralmente migliori come la nobile Italia e il fiero Brasile.Insomma per fortuna che ci siamo noi, con la nostra equilibrata obiettivita' eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella enciclopedia...
      Fai schifo. Almeno l'anello potevi levarlo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella enciclopedia...
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Tra statunitensi leccapiedi che giustificano lo
      spionaggio di George Cespuglio e il regime
      orwelliano cinese, é destinata a nascere una
      meravigliosa storia d'amore... E vissero tutti
      oppressi e
      contenti.In questi forum sei tra i primi a voler la censura dei messaggi :s :s
  • Kudos scrive:
    Licenze e plagi
    c'è una cosa che mi è sempre sfuggita: La licenza GPL (e simili) è oggettivamente riconosciuta a norma di legge a tutti i livelli, o è solo una "roba da cantinari" come dicono spesso gli ameni troll che vagano in questo forum?cioè ad esempio, se un programmatore cinese prende il codice di linux, lo modifica un pochino, lo compila, e vende l'OS spacciandolo per proprio, senza rilasciare sorgenti, è possibile punirlo? o è a discrezione dello stato in cui agisce?
    • Anonimo scrive:
      Re: Licenze e plagi
      Mi semnbra che la licenza di Wikipedia sia la Creative Commons, e non la General Public License
      • Anonimo scrive:
        Re: Licenze e plagi
        - Scritto da:
        Mi semnbra che la licenza di Wikipedia sia la
        Creative Commons, e non la General Public
        LicenseE' la GNU Free Documentation License (GFDL), affine alla GPL:http://www.gnu.org/copyleft/fdl.htmlIl testo della licenza in inglese:http://www.gnu.org/licenses/fdl.txtTraduzione non ufficiale in italiano:http://www.softwarelibero.it/gnudoc/gpl.it.txtCosa fare se pensi di aver trovato una violazione alla GPL, LGPL, GFDL (in inglese):http://www.gnu.org/licenses/gpl-violation.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Licenze e plagi
      E' possibile punirlo (il caso più eclatante è avvenuto in Germania), ma non certo in Cina.Ma da un certo punto di vista in Cina non ha (ancora) senso: la GNU GPL è nata per ripristinare il "pubblico dominio" in una struttura sociale che è derivata ad un punto tale da privatizzare i beni comuni (Sapere, Logica, DNA, Foreste, Acqua, Aria, etc), usando gli stessi strumenti legislativi (Copyright) che vengono utilizzati da alcuni per appropriarsi di ciò che è frutto dello sviluppo dell'umanità per garantire che rimangano all'umanità.La riduzione del Copyright da Vita+70anni a 20 anni secchi, se ci pensate, interesserebbe il software proprietario come il software libero.Se lo portate a zero, la distinzione scompare.In Cina in teoria la proprietà è dello Stato, ed infatti non fanno tanta distinzione tra copyright e copyleft. Che poi, come in un altro regime "comunista", tutti sono uguali, ma qualcuno è più uguale degli altri...
    • Anonimo scrive:
      Re: Licenze e plagi
      - Scritto da: Kudos
      c'è una cosa che mi è sempre sfuggita: La licenza
      GPL (e simili) è oggettivamente riconosciuta a
      norma di legge a tutti i livelli, o è solo una
      "roba da cantinari" come dicono spesso gli ameni
      troll che vagano in questo
      forum?

      cioè ad esempio, se un programmatore cinese
      prende il codice di linux, lo modifica un
      pochino, lo compila, e vende l'OS spacciandolo
      per proprio, senza rilasciare sorgenti, è
      possibile punirlo? o è a discrezione dello stato
      in cui
      agisce?Dipende dalla "compatibilità" della GPL con la legislazione del paese a cui fai riferimento. I paesi occidentali hanno tutti leggi abbastanza simili tra di loro relativamente al copyright e quindi "compatibili" con la GPL. La Cina chissà.
Chiudi i commenti