Londra, i cybercop chiedono più poteri

Non solo quelli di abbattere con ogni mezzo i siti del terrore ma anche di poter costringere chi detiene materiale cifrato a rivelarne le chiavi. Contro terrorismo e pornopedofilia


Londra – Colpire a distanza i siti che propagandano odio e terrore, annientare telematicamente le comunicazioni internet sospette, sabotare con gli strumenti dei cracker nel nome della Sicurezza e della lotta al Terrorismo. Questo è quanto hanno chiesto i cybercop inglese al premier Tony Blair e, in un documento pieno di “raccomandazioni”, ai parlamentari britannici.

In una lettera ufficiale si usano toni senza precedenti per raccontare le esigenze della polizia: Ken Jones, direttore dell’ Associazione degli Ufficiali di Polizia Britannici , ha parlato espressamente di misure speciali antiterrorismo , misure drastiche giustificate anche nelle parole di Jones dalla necessità di combattere la pornografia infantile e non solo le attività online di gruppi sovversivi e fondamentalisti religiosi. “Dobbiamo sopprimere ogni uso improprio di Internet”, si è spinto ad affermare Jones. E per farlo è necessaria cooperazione internazionale e la copertura della legge per azioni tese a mettere fuori uso le infrastrutture di comunicazione dei network terroristici.

I poliziotti britannici richiedono anche l’introduzione di nuovi reati , come quelli legati all'”uso improprio” di sistemi crittografici . Secondo quanto riportato dal The Guardian , i servizi di intelligence (MI5 ed MI6) e le forze dell’ordine hanno espresso la necessità di non avere alcun intralcio che possa limitare eventuali indagini antiterrorismo: “La natura della minaccia internazionale ci costringe a dover usare ogni mezzo possibile per proteggere i cittadini”, dichiarano fonti ufficiali.

Se le richieste degli organi di difesa nazionale verranno accolte dal parlamento, gli indagati che non forniranno password e codici per accedere a dati criptati verranno arrestati: un vuoto di memoria -volontario o meno- diventerà così un reato. Inoltre, i rappresentanti della polizia britannica hanno chiesto la creazione di una task force speciale che abbia strumenti e libertà d’azione per chiudere immediatamente siti sospetti. Un’arma in più nelle mani dello Stato nel nome del benessere della nazione.

Nonostante rimangano avvolti nel mistero i criteri che descrivono un uso improprio della Rete , Jones sottolinea che i nuovi superpoteri della polizia telematica “contribuiranno anche alla lotta contro la pornografia infantile su Internet”.

Queste proposte, sicuramente eccezionali e restrittive, vanno ad aggiungersi ad una serie di iniziative nazionali e comunitarie che puntano al controllo dei nuovi mezzi di comunicazione – una mossa necessaria, sostiene ancora Jones, “per sconfiggere il terrorismo e salvaguardare la sicurezza”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    FANNO BENE
    Non bisogna condividere, punto e basta. E' inutile che rispondete a questo post, tanto non passo a leggerlo, perché non capite niente voi che siete a favore del P2P.
    • Anonimo scrive:
      Re: FANNO BENE
      - Scritto da: Anonimo
      Non bisogna condividere, punto e basta. E'
      inutile che rispondete a questo post, tanto non
      passo a leggerlo, perché sono tropo inpegnatto a scaricare e suonerrie a 3 euri
  • Anonimo scrive:
    Sono contento di sta storia del p2p
    Scusate con tutta l'anima con ciò che sto per direVi pregoma in realtà mi sto rendendo conto che sta storia che hanno tirato fuori si sta rivelando un bene.ora mi spiego:ero preoccupato perchè sono e saranno sempre i giovani che danno inizio ai cambiamenti quando questi sono necessari (dal rinascimento agli anni 60 -a livello mondiale- e a livello nazionale la storia ne è anche + piena), e solo Dio sa quanto ora c'è ne sia bisogno.Gli artisti, poi, sono quelli che in queste situazioni stavano in testa alle folle (vabbe poi...e infatti sono cambiate le cose), ora, sta storia, sta unendo i giovani, li sta facendo riflettere, e sta facendo si che vedano veramente chi sono gli "artisti" di oggi (se non pedine usate, almeno beccamorti con l'unico interesse di andare a prendersi il sole con i soldi spillati, facendo musica rifatta e rifatta e rifatta, a poveri ragazzini).Io vi leggo, leggo i vostri treadh, e vedo nascere, crescere una sorta di coscienza comune che spero, mi auguro, prego, serva a cambiare le cose; che per come si stanno mettendo farebbero tremare gli scrittori di fantapolitica.Dai braccialetti ai dipendenti, al blocco delle e-mail pacifiste. Dal p2p (quando la siae ammazza gli artisti togliendogli pure l'anima) alla censura e al controllo televisivo (quelli scomodi...viaaa). Dai falsi rapporti che giustificano guerre (di cui cosa sappiamo veramente?) a incongruenze che fanno sospettare persino il peggio del peggio del peggio (e spero che non sia peggio).Cmq, volevo ringraziarvi.Un grazie ai giovani che stanno crescendo
  • Anonimo scrive:
    SIAE: Come ci spillano i soldi?
    realtà la SIAE è in cielo, in terra ed in ogni luogo. Un puro spirito che aleggia dappertutto, e che riesce a spillare soldi dai posti più impensabili. :@ :'(http://jack.logicalsystems.it/homepage/siae.asp
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    Un modo infido per metterti una backdoor
    " MPAA sottolinea anche come il suo "Parent Scan" non invii dati a nessuno, tantomeno ai detentori del diritto d'autore. L'idea di fondo, infatti, non è scovare chi detiene file illegalmente ma spingere le famiglie a liberarsene. "ahahahahah Bella questa!!!!Chissà perchè non l'hanno fatto anche per Linux e rilasciato opensource...Ma non prendeteci per il C*** !!!!!
  • Anonimo scrive:
    CI RISIAMO!!!!
    Ma perché sti pidocchi invece di buttare dei soldi a ste p*ttanate NON ABBASSANO I PREZZI??????? :@ :@ :@
  • Anonimo scrive:
    La mia coscienza..
    Ma se non l'hanno loro la coscienza di aggiustare le cose ovverosia abbassare i prezzi e non solo, a me chi me lo fà fare di non fare più p2p??La mia coscienza mi dice ...mandali a cagher..P.s. non c'e' bisogno di un prg per sapere quello che ho di illecito nel mio pc ......lo sò già da me a partire dal sociao vasco(pidocchio)ciao jovanotti(cuore a sinistra e portafoglio a dx con mano ben appiccicata sopra)solo per dirne 2ciao a tuttiClaudio
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia coscienza..

      ciao vasco(pidocchio)
      ciao jovanotti(cuore a sinistra e portafoglio a
      dx con mano ben appiccicata sopra)
      solo per dirne 2Puro Vangelo caro mio! Puro Vangelo!Case discografiche, cantanti furbacchioni, mandiamo tutti a vangare la terra!!!!Che tra l'altro in questo periodo ne ha anche bisogno.
  • Anonimo scrive:
    EHI, NON FUNZIONA
    Che programma scarso, sul mio pc non riesce ad aprire la partizione da 180GB di DriveCrypt, e così non trova neppure un file illegale. Che pena!cya
    • Anonimo scrive:
      Re: EHI, NON FUNZIONA
      riformattati l'HDD in 4 o 5 HDD più piccoli e poi ricopiaci tutto il contenuto, una volta fatto ciò basterà riinstallare il programmino tanto amato per la rilevazione dei file inlegali e così potrai verificare se sul tuo PC ci sono file potenzialmente inlegali e mi raccomando se li trovi cancellali tutti, non vogliamo persone con materiale copiato DAI LADRI, CHIARO?!!?P.S. Se poi sei un programmatore, e non vuoi ripartizionare il tuo HDD ti consiglio questo:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1085415&tid=1085024&p=1&r=PI#1085415:p
  • Anonimo scrive:
    I sorgenti...
    ...vabbè, i sorgenti non servono, è un programma che praticamente usa solo 3 funzioni FindFirst, FindNext e FindClose....a buon intenditore....
    • Anonimo scrive:
      Re: I sorgenti...
      - Scritto da: Anonimo
      ...vabbè, i sorgenti non servono, è un programma
      che praticamente usa solo 3 funzioni FindFirst,
      FindNext e FindClose....

      a buon intenditore....non è così riduttivo, anche io per gioco, in un thread precedente, ho postato un sorgente in Java, ma ovviamente non si tratta solo di chiamate a quelle tre api o similari... Il software dovrebbe essere in grado di analizzare anche le directory protette da parmessi superiori a quelli dell'utente corrente... Come si fa a bypassare quei permessi???? mi viene in mente un idea stile virus, ma non penso abbiano applicato un tale meccanismo, altrimenti....
      • Anonimo scrive:
        Re: I sorgenti...

        non è così riduttivo, anche io per gioco, in un
        thread precedente, ho postato un sorgente in
        Java, ma ovviamente non si tratta solo di
        chiamate a quelle tre api o similari... Il
        software dovrebbe essere in grado di analizzare
        anche le directory protette da parmessi superiori
        a quelli dell'utente corrente... Come si fa a
        bypassare quei permessi???? mi viene in mente un
        idea stile virus, ma non penso abbiano applicato
        un tale meccanismo, altrimenti....Basta che ne identifichi la presenza e che dica quali file o dir non sono analizzabili a causa dei permessi utente.Comunque sei vuoi stare tranquillo spedisci il tuo hard disk alla polizia postale ti faranno sapere :D :D :D
        • Anonimo scrive:
          Re: I sorgenti...
          PS:Simpatico il codice che hai postato, si dovrebbe farlo sempre cosi' e' moooolto piu' vicino all'utonto :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    A quando un software
    Per verificare e far abbassare IN AUTOMATICO i prezzi DA FURTO che hanno cd e dvd ed eliminare quei parassiti che ci marciano?Ed un software per ripulire LE LORO COSCIENZE? Ah, no mi sa che non potrà mai esistere PERCHE' SONO TROPPO SPORCHE E DIFFICILI DA PULIRE!!!!! :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: A quando un software
      o eliminare la loro bellissima publicità progresso che infilano davanti ad ogni film che compri originale in DVD?Ma cavolo, accesso che venga fatto al cinema, ma se stò guardando un DVD l'ho comprato perké me le devono menare ogni volta che lo infilo nel lettore? Secondo me questi dischi vogliono infilarmeli non nel lettore di DVD ...Comunque in realtà non capisco cosa ci sia da scandalizzarsi tanto sul fatto che la chiesa ora debba pagare per un po' di musica, stannosemplicemente facendo rispettare la legge. Sono anni che ci dicono chiaro e tondo che se ci si compra un DVD bisogna guardarselo in uno stanzino buio e senza che nessun altro possa godere dello spettacolo insisme a noi (nemmeno il nostro migliore amico o la nostra ragazza) e se vogliamo dirla tutta anche gli stereo sono inlegali, a meno che uno non viva in una villa tra i monti, altrimenti i vicini potrebbero accidentalmente ascoltare alcuni brani.:@:@:@
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando un software
        azz allora la street parade, e le discoteche,le feste di piazza e perche' non il cinema visto che il produttore del film ha pagato per avere i diritti e sul costo del biglietto del cinema sono compresi i diritti d'autore delle musiche?
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un software
          Le discoteche e i cinema certo che pagano, non devi stupirti di questo..pensa anche ad una cassetta che vai ad affittare per una serata, nel caso la perdessi o la rovinassi dovresti pagare dai 100 ai 250 euro, ed è questo il valore della cassetta una volta messe le tasse.Per quanto riguarda i locali (come la discoteca), un mio amico ha un pub e paga regolarmente la SIAE per la musica che manda, anche se a dir la verità non dichiare proprio tutta la musica che fa ascoltare, anche perké se lo facesse dopo la serata dovrebbe mandare tutte le cameriere a battere sui marciapiedi per recuperare i solti rubati dalla SIAE
  • Anonimo scrive:
    Vecchie glorie
    http://facciadipitale.interfree.it/immaginidallarete.htm :D :D :D ;) :$ 8)
  • Anonimo scrive:
    Non ci volevo crede!!!! LEGGETE QUI!!!!!
    La SIAE adesso pretende che la chiesa paghi un tot per trasmettere la musica ai propri fedeli!!!!!Io quando ho letto questa notizia (non sono cattolico) mi sono messo a piangere.Non tanto perche' mi dispiace per la chiesa (come dicevo sono ateo) ma perche' abbiamo proprio toccato il fondo...Quindi riassumendo, ogni chiesa,cappella, o chicchessia che volesse trasmettere la musica ai propri fedeli, dovra' pagare i copyright....ROBE DA APOCALISSE.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci volevo crede!!!! LEGGETE QUI!!!!!
      Per altre informazioni vi mando qui:http://www.macitynet.it/macity/aA22059/index.shtmlhttp://www.agenews.it/notizia.php?c=10&in=15248http://www.rockol.it/news.php?idnews=72525Buona lettura....
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci volevo crede!!!! LEGGETE QUI!
      Non e' la Siaehttp://punto-informatico.it/p.asp?i=54194
  • Anonimo scrive:
    Bene, buon segno
    Come ogni brutta e grossa bestia, man mano che si avvicina la sua fine, diventa più cattiva, pericolosa ed aggressiva, così le multinazionali dell'intrattenimento, forse rendendosi conto di aver sbagliato tutto, vedendo avvicinarsi tempi duri per loro, tirano calci sempre più forti.Hanno sbagliato tutto, perché chi è stato in grado di calvalcare l'onda della musica on-line, sta facendo soldi a palate (certo qual cosa va anche loro, ma non quanto vorrebbero), mentre chi come loro è rimasto legato al vecchio CD a 20?, vede riurre il proprio mercato.Quindi, bene.Avanti così. Ci vorrà ancora un po' di tempo, ma il mercato è cambiato, adesso bisogna che cambino gli attori (e le comparse, tipo un certo Urbani).
  • Anonimo scrive:
    E le loro COSCIENZE???
    Vabbè che i soldi non bastano mai, ma non si sono resi conto che hanno esagerato e sono odiati da tutti, prima di parlare di coscienze?Io vi chiedo solo di osservare: leggere tutti i forum che parlano dell'argomento, informarsi su ciò che è veramente il mondo della musica e dell'arte multimediale oggi:1° Motivo per cui sono odiati)Praticamente l'arte non esiste. c'è un'assoluto controllo su quella che è l'arte oggi, hanno fatto di tutto per fare in modo che fosse loro a comandare e fare le mode. C'è ormai un assoluto controllo su quelli che sono i gusti della gente, dato che i veri artisti erano troppo difficili da controllare....,invece i bellocci.Ma gli errori si pagano(ripeto:basta leggere i forum e gli articoli)2°)Oggi persino nella musica c'è il nipotismo. A chi non lo sappia:Vi siete mai chiesti quanto guadagnano coloro che fanno la musica delle pubblicità e cose del genere? Non sarebbe un problema se non fosse che entri nel giro solo se lo vogliono loro. è una vera e propria mafia, credetemi.3°) Avete mai sentito un artista parlare bene della SIAE? Praticamente anche quella è una vera e propria mafia, fanno guadagnare chi vogliono loro (cioè loro), e la cosa è molto più grave di quanto possa spiegare io qui (hanno fatto anche un servizio sulla RAI tempo fa).4) Ormai s'è parlato abbastanza di prezzi, non credo che io debba aggiungere altro.Quindi si ritrovano a non aver pienamente ragione, anche se sembra che la legge gliela dia, e oltretutto non hanno un immagine che gli fa onore(e io ho detto solo due cose, personalmente credo non meritano il mio tempo. ma forse se le cose cambiano magari ci guadagnano anche quei poveracci che vengono multati non proprio giustamente, ...e indirettamente anche loro, se solo cominciassero ad usare il cervello invece che le maniere forti -money per pagare chi fa le leggi-)Il discorso, forse, non è tanto che la gente si diverte a infrangere le leggi, (non vedo milioni di persone a rapinare banche, e se è troppo, rubare al mercato, ecc), ma forse è che in cuor suo protesta, visto che come altro potrebbe fare. Si puo mica organizzare manifestazioni per far abbassare i prezzi dei cd, o no?E per la frutta?Il formaggio?Gli affitti?La benzina?-PS: questo lo dico per quelli che dicono: "E allora fate cambiare legge! Falla cambiare tu se sei capace, babbeo! Può darsi che sia questo il modo per riportare una stabilità, chissà-Ora, se vogliono risolvere il problema, vadano incontro alla gente. Magari cercando di capire cosa vogliono i loro clienti, o COSA VOLEVANO I LORO EX-CLIENTI PRIMA CHE DIVENTASSERO TALI.E tutti felici.
    • Anonimo scrive:
      Re: E le loro COSCIENZE???
      - Scritto da: Anonimo
      3°) Avete mai sentito un artista parlare bene
      della SIAE? Praticamente anche quella è una vera
      e propria mafia, fanno guadagnare chi vogliono
      loro (cioè loro), e la cosa è molto più grave di
      quanto possa spiegare io qui (hanno fatto anche
      un servizio sulla RAI tempo fa).Lo trovate anche on-line:http://www.report.rai.it/servizio.asp?s=82
      • NSA scrive:
        Re: E le loro COSCIENZE???
        .............. ma favorisce i proprietari del mercato mondiale del disco, vale a dire la Emi, la Warner bros, la Sony, la Universal e la Bmg.....................cioe, quasi solo ad ebrei molto potenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: E le loro COSCIENZE???
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        3°) Avete mai sentito un artista parlare bene

        della SIAE? Praticamente anche quella è una vera

        e propria mafia, fanno guadagnare chi vogliono

        loro (cioè loro), e la cosa è molto più grave di

        quanto possa spiegare io qui (hanno fatto anche

        un servizio sulla RAI tempo fa).

        Lo trovate anche on-line:
        http://www.report.rai.it/servizio.asp?s=82sono le 3 di notte... e mi sono letto tutta questa lunga intervista....leggerla a quest'ora e' male. Perche vengono gli incubi.L'esistenza della SIAE e' oltraggiosa per l'essere umano.
        • Anonimo scrive:
          Re: E le loro COSCIENZE???


          sono le 3 di notte... e mi sono letto tutta
          questa lunga intervista....
          leggerla a quest'ora e' male. Perche vengono gli
          incubi.
          L'esistenza della SIAE e' oltraggiosa per
          l'essere umano.Cacchio mi hai fregato i diritti su come descrivere La SIAE quasi quasi ....P.s. Non avrei potuto farlo meglio...
      • Guybrush scrive:
        Re: E le loro COSCIENZE???
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        3°) Avete mai sentito un artista parlare bene

        della SIAE? Praticamente anche quella è una vera

        e propria mafia, fanno guadagnare chi vogliono

        loro (cioè loro), e la cosa è molto più grave di

        quanto possa spiegare io qui (hanno fatto anche

        un servizio sulla RAI tempo fa).

        Lo trovate anche on-line:
        http://www.report.rai.it/servizio.asp?s=82Ohhh chebbella notizia, finalmente qualcun altro che tiene nel suo bookmark quel link.Diffondete, diffondete che fate solo del bene.
        GT
    • The_GEZ scrive:
      Re: E le loro COSCIENZE???
      Ciao Anonimo !
      Vabbè che i soldi non bastano mai, ma non si sono
      resi conto che hanno esagerato e sono odiati da
      tutti, prima di parlare di coscienze?Le loro coscienze sono pulitissime ... non le usano mai ...
      • Anonimo scrive:
        Re: E le loro COSCIENZE???
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao Anonimo !


        Vabbè che i soldi non bastano mai, ma non si
        sono

        resi conto che hanno esagerato e sono odiati da

        tutti, prima di parlare di coscienze?

        Le loro coscienze sono pulitissime ... non le
        usano mai ...Difficile usufruire di qualcosa che non hai! =)))
        • Anonimo scrive:
          Re: E le loro COSCIENZE???
          La coscienza c'e' ma non tocca il portafoglioPersonalmente ritengo che i loro soldini li debbano spendere tutti in kemioterapia !
          • Anonimo scrive:
            Re: E le loro COSCIENZE???
            - Scritto da: Anonimo
            La coscienza c'e' ma non tocca il portafoglio
            Personalmente ritengo che i loro soldini li
            debbano spendere tutti in kemioterapia !Nooooooooo!!!! Devono soffrire di più: una bella cagarella che non passa nemmeno se prendono un camion di imodium!!!!!!E' possibile che se uno suona ed in una serata incassa 5.000 euro sti parassiti della SIAE a fine serata ti fanno rimanere SOLO con 1.500 euro?????? E poi i ladri sono gli altri......... :@
    • Anonimo scrive:
      Re: E le loro COSCIENZE???
      per la siae trovate anche quinetwarriors
      • Anonimo scrive:
        Re: E le loro COSCIENZE???
        http://netwarriors.blogspot.com/2004/10/siae.htmlsorry
      • Anonimo scrive:
        Re: E le loro COSCIENZE???
        Grazie a tuttiSono quello che ha dato il via al thread.PS: mi sono iscritto alla SIAE, avevo delle canzoni promettenti (almeno a quanto dicono, percarità, ma non è questo il punto) da buon artista, un pò stupido (in quanto idealista, e poco propenso ad abituarsi alla frase "Così va il mondo")quando ho cominciato a vedere come andavano le cose (e non ne avete idea) ho capito veramente perchè l'arte musicale di oggi è quella che è (trovate una descrizione di ciò che è la musica oggi, nella visione futuristica (?) di Orwell in "1984" -non credo di dover aggiungere altro, oltre i pensieri che vi nasceranno leggendo).Io ad ogni modo, come ripeto, da buon deficente (ma me ne vanto come potete vedere. ... non so se qualcuno a mai sentito parlare di principi..-cmq, ognuno ha i suoi valori-) ho mandato tutti a cagare.E non parlo solo di SIAE, ma se sapeste la verità forse non tocchereste i disci che escono oggi neanche se ve li regalassero. E cmq, non li ascoltereste con lo stesso gusto, questo ve l'assicuro.è una vergogna assoluta, e se qualcuno ha amato e ama la musica, e quello che ha dato, può capire quello che dico (...chi erano i Beatles).
        • Anonimo scrive:
          Re: E le loro COSCIENZE???
          - Scritto da: Anonimo
          Grazie a tutti
          Sono quello che ha dato il via al thread.
          PS: mi sono iscritto alla SIAE, avevo delle
          canzoni promettenti (almeno a quanto dicono,
          percarità, ma non è questo il punto) da buon
          artista, un pò stupido (in quanto idealista, e
          poco propenso ad abituarsi alla frase "Così va il
          mondo")quando ho cominciato a vedere come
          andavano le cose (e non ne avete idea) ho capito
          veramente perchè l'arte musicale di oggi è quella
          che è (trovate una descrizione di ciò che è la
          musica oggi, nella visione futuristica (?) di
          Orwell in "1984" -non credo di dover aggiungere
          altro, oltre i pensieri che vi nasceranno
          leggendo).
          Io ad ogni modo, come ripeto, da buon deficente
          (ma me ne vanto come potete vedere. ... non so
          se qualcuno a mai sentito parlare di
          principi..-cmq, ognuno ha i suoi valori-) ho
          mandato tutti a cagare.
          E non parlo solo di SIAE, ma se sapeste la verità
          forse non tocchereste i disci che escono oggi
          neanche se ve li regalassero. E cmq, non li
          ascoltereste con lo stesso gusto, questo ve
          l'assicuro.
          è una vergogna assoluta, e se qualcuno ha amato e
          ama la musica, e quello che ha dato, può capire
          quello che dico (...chi erano i Beatles).PS Volevo aggiungere. non è uno sfogo perchè non mi hanno pubblicato, al contrario, è che mi volevano pubblicare senza nessun rispetto per l'arte. (costruire un personaggio, cambiare parole che non vendevano, ecc). Questo lo possono fare con bambocci che cercano il successo, ma non con chi è cresciuto ascoltando King Crimson, Van Der Graaf Generator, Genesis, e leggendo Socrate, Nietzsche, Rimbaud, Baudelaire, e studiando Teologia persino nei cantieri.Oggi l'arte la si può trovare solo nelle cantine..ed è un peccato.tutto lì
          • Anonimo scrive:
            Re: E le loro COSCIENZE???
            - Scritto da: Anonimo
            mi hanno pubblicato, al contrario, è che mi
            volevano pubblicare senza nessun rispetto per
            l'arte. (costruire un personaggio, cambiare
            parole che non vendevano, ecc).
            Questo lo possono fare con bambocci che cercano
            il successo, ma non con chi è cresciuto
            ascoltando King Crimson, Van Der Graaf Generator,
            Genesis, e leggendo Socrate, Nietzsche, Rimbaud,
            Baudelaire, e studiando Teologia persino nei
            cantieri.
            Oggi l'arte la si può trovare solo nelle
            cantine..ed è un peccato.
            tutto lìEro a Roma il 13 giugno al concerto dei Van der Graaf Generator.Semplicemente meravigliosi, pensavo di essere il più giovane dato che il gruppo a cominciato a suonere nei primissimi anni '70.Invece c'erano persone di tutte le età.Che musica.....CiaoGrunch
    • Anonimo scrive:
      Re: E le loro COSCIENZE???
      http://snipurl.com/gjcx
  • Anonimo scrive:
    dir *.mp3 /s
    oppure un bel for, due righe in batch e l'hai fattocavolo che programma eccezionale
    • Anonimo scrive:
      Re: dir *.mp3 /s
      all'utenza (utonza) a cui si rivolge sto programma se vai vedere che scrivi "dir *.mpr /s" ti prende per un guru dell'informatica (e intanto pensa "ma che cacchio ha scritto quello? ma che e' sta finestra nera con ste strane scritte c:
      ??"
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: dir *.mp3 /s
      - Scritto da: Anonimo
      oppure un bel for, due righe in batch e l'hai
      fatto

      cavolo che programma eccezionalemaledetto, mi hai fregato la battuta! :D (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: dir *.mp3 /s
      - Scritto da: Anonimo
      oppure un bel for, due righe in batch e l'hai
      fatto

      cavolo che programma eccezionalea che serve? :D
  • Anonimo scrive:
    Si, "parental control" ...
    ... a casa mia, è mio padre che rompe le balle affinchè gli scarichi questo o quello ...
  • Anonimo scrive:
    'sto software è una cazzata
    prima di tutto mi sta trovando come illegali dei "pezzi" di un software che nemmeno assomigliato a un MP3, un AVi o simili.Poi mi sta segnalando che il download dell'Avi della partita di calcio che ho giocato domenica con gli amici è protetta da copyright :| e per finire mi dice che il file TITLE.WMA contenuto in C:WINDOWSSYSTEM32OOBEIMAGES è ILLEGALE :Alla fine sistema tutto dicendo che il programma non fa differenza fra legale e illegale e che si limita a segnalare i file per tipologia. Allora non bastava spiegare alla gente come fare un SEARCH con winblows ?
    • Anonimo scrive:
      Re: 'sto software è una cazzata
      - Scritto da: Anonimo
      prima di tutto mi sta trovando come illegali dei
      "pezzi" di un software che nemmeno assomigliato a
      un MP3, un AVi o simili.
      Poi mi sta segnalando che il download dell'Avi
      della partita di calcio che ho giocato domenica
      con gli amici è protetta da copyright :| e per
      finire mi dice che il file TITLE.WMA contenuto in
      C:WINDOWSSYSTEM32OOBEIMAGES è ILLEGALE :
      Alla fine sistema tutto dicendo che il programma
      non fa differenza fra legale e illegale e che si
      limita a segnalare i file per tipologia. Allora
      non bastava spiegare alla gente come fare un
      SEARCH con winblows ?ahahhahahhaahahha
    • argo scrive:
      Re: 'sto software è una cazzata
      - Scritto da: Anonimo
      Allora
      non bastava spiegare alla gente come fare un
      SEARCH con winblows ?puro zen
    • Anonimo scrive:
      Re: 'sto software è una cazzata
      - Scritto da: Anonimo[CUT]Scusa la domanda indiscreta... ma cosa avevi fumato quando hai deciso che era cosa saggia installare tale software?
      • NSA scrive:
        Re: 'sto software è una cazzata
        Un tale grande violinista ha esguito un brano 20 anni fa, e la casa discografica ancora ci mangia...che senso ha? Il violinista potrebbe essere morto.....Lo stesso vale per i beatles.....ma finitela pagliacci.
        • gattosiamese scrive:
          Re: 'sto software è una cazzata
          - Scritto da: NSA
          Un tale grande violinista ha esguito un brano 20
          anni fa, e la casa discografica ancora ci
          mangia...che senso ha? Il violinista potrebbe
          essere morto.....
          Lo stesso vale per i beatles.....ma finitela
          pagliacci.il violinista è morto purtroppo
          • Anonimo scrive:
            Re: 'sto software è una cazzata
            Son PAGLIACCI!!!!CHE MANGIANO SULLA SCHIENA DEGLI ARTISTI!!! PAGLIACCI!!!vogliono godere di reddite all'infinito!!!PAGLIACCI!!!:@:@:@
          • Anonimo scrive:
            Re: 'sto software è una cazzata
            - Scritto da: Anonimo
            Son PAGLIACCI!!!!CHE MANGIANO SULLA SCHIENA DEGLI
            ARTISTI!!! PAGLIACCI!!!vogliono godere di reddite
            all'infinito!!!PAGLIACCI!!!:@:@:@pagliacci? e perché? a me non fanno ridere, il vero nome per loro è un altro: LADRI
          • abbasso scrive:
            Re: 'sto software è una cazzata
            - Scritto da: gattosiamese

            - Scritto da: NSA

            Un tale grande violinista ha esguito un brano 20

            anni fa, e la casa discografica ancora ci

            mangia...che senso ha? Il violinista potrebbe

            essere morto.....

            Lo stesso vale per i beatles.....ma finitela

            pagliacci.
            il violinista è morto purtroppoCondoglianze alla famiglia.Tra l'altro anche i Beatles non stanno molto bene.==================================Modificato dall'autore il 27/07/2005 14.15.36
    • Anonimo scrive:
      9 --
      • shezan74 scrive:
        Re: 'sto software è una cazzata
        - Scritto da: Anonimo
        import java.io.*;
        import java.util.*;
        public class AgguantameErPtuP {GRANDIOSO :)))))
      • Anonimo scrive:
        Re: 'sto software è una cazzata
        - Scritto da: Anonimo
        Mi chiedo che utilità abbia un programma del
        genere. Metterlo nelle mani degli utenti è
        assoluta mancanza di responsabilità: quanti file
        perfettamente legali verranno cancellati perchè
        segnalati come "potenzialmente illegali"?Meglio! Così li ricompri!SPENDI COMPRA SPENDI COMPRAPAGA PAGA PAGA PAGAChi non compra è un sovversivo, eh... eh...CONSUMA CONSUMA CONSUMAIl babbeo che non consuma è inutile e le major potrebbero essere autorizzate ad eliminarlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: 'sto software è una cazzata
        looooooooooooooooooooooool :D
      • Anonimo scrive:
        Re: 'sto software è una cazzata
        tu devi essere un pazzo fare un software come questo senza firmare prima uncontratto con le major?Ma come si fa, se non avessi distribuito il codice adesso avreti potuto incassare almeno 20.000 euro per questo programma, caro mio tisei giocato una bella vacanza così ehehheP.S. Credi che per il loro magnifico programma non abbiano pagato nulla?
        • Anonimo scrive:
          Re: 'sto software è una cazzata
          - Scritto da: Anonimo
          tu devi essere un pazzo fare un software come
          questo senza firmare prima uncontratto con le
          major?

          Ma come si fa, se non avessi distribuito il
          codice adesso avreti potuto incassare almeno
          20.000 euro per questo programma, caro mio tisei
          giocato una bella vacanza così ehehhe

          P.S. Credi che per il loro magnifico programma
          non abbiano pagato nulla?tu non conosci il business... ( :-) :-) ) questa è solo una versione dimostrativa, la versione a pagamento oltre ad offrire una gradevole interfaccia grafica ti avvisa con il sonoro quando trova qualcosa di illecito e manda le e-mail alla polizia.... :-) :-) :-) (e con un codice segreto digitato su una label volendo ti formatta pure il disco...)
          • Anonimo scrive:
            Re: 'sto software è una cazzata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            tu devi essere un pazzo fare un software come

            questo senza firmare prima uncontratto con le

            major?



            Ma come si fa, se non avessi distribuito il

            codice adesso avreti potuto incassare almeno

            20.000 euro per questo programma, caro mio tisei

            giocato una bella vacanza così ehehhe



            P.S. Credi che per il loro magnifico programma

            non abbiano pagato nulla?

            tu non conosci il business... ( :-) :-) ) questa
            è solo una versione dimostrativa, la versione a
            pagamento oltre ad offrire una gradevole
            interfaccia grafica ti avvisa con il sonoro
            quando trova qualcosa di illecito e manda le
            e-mail alla polizia.... :-) :-) :-) (e con un
            codice segreto digitato su una label volendo ti
            formatta pure il disco...)Nella versione italiana appare faletti con lo spot: STANNE FUORI!!!!!!, poi ti viene installato uno screen saver con le facce di urbani e faletti, musichetta e scritta scorrevole: NO, NO, NO, NON SI FA!!!!!!! :s :s :| :|
          • Anonimo scrive:
            Re: 'sto software è una cazzata
            lo screen saver lo stanno facendo veramente... verrà installato nelle scuole...
  • Anonimo scrive:
    che sfiga!
    su linux non funziona il programma!questa non ci voleva! :P
    • Anonimo scrive:
      Re: che sfiga!
      - Scritto da: Anonimo
      su linux non funziona il programma!
      questa non ci voleva!
      :PDavvero! Da strapparsi i capelli per la disperazione! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: che sfiga!
        Proporrò di rilasciare i sorgenti come GPL :D Magari poi vi fregano anche con amule :p - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        su linux non funziona il programma!

        questa non ci voleva!

        :P

        Davvero! Da strapparsi i capelli per la
        disperazione! :D
    • gattosiamese scrive:
      Re: che sfiga!
      - Scritto da: Anonimo
      su linux non funziona il programma!
      questa non ci voleva!
      :P:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Un sw per autodenunciarsi...
    Noi siamo al sicuro. Siamo italiani ;)
  • Anonimo scrive:
    la metafora del vietato fumare
    situazione1:sotto ad un cartello vietato fumare c'è un tipo che fuma;reazione1:multa dall'ufficiale di turno ed esposizione al pubblico ludibrio ;situazione2:sotto ad un cartello vietato fumare c'è tre tipi che fumano parlando di investimenti in borsa;reazione2:l'ufficiale invita il gruppetto a non fumare;situazione3:sotto ad un cartello vietato fumare c'è un intero quartiere che fuma;reazione3:il quartiere si organizza e cerca di cambiare la legge.a voi le conclusioni
    • Anonimo scrive:
      Re: la metafora del vietato fumare
      - Scritto da: Anonimo
      situazione1:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è un tipo
      che fuma;
      reazione1:
      multa dall'ufficiale di turno ed esposizione al
      pubblico ludibrio ;
      situazione2:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è tre tipi
      che fumano parlando di investimenti in borsa;
      reazione2:
      l'ufficiale invita il gruppetto a non fumare;
      situazione3:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è un intero
      quartiere che fuma;
      reazione3:
      il quartiere si organizza e cerca di cambiare la
      legge.

      a voi le conclusioniUn po' come a napoli, sostituendo il "vietato fumare" con il "vietato rubare", ed il quartiere non si organizza per cambiare la legge ma per picchiare i carabinieri
      • argo scrive:
        Re: la metafora del vietato fumare
        - Scritto da: Anonimo

        Un po' come a napoli, sostituendo il "vietato
        fumare" con il "vietato rubare", ed il quartiere
        non si organizza per cambiare la legge ma per
        picchiare i carabiniericerto che potevi calibrare meglio l'esempio, ma il principio è lo stesso. ci sarebbe da precisare su come poco democraticamente, rispetto al p2p ed alla comunità internet, la camorra abbia costruito il proprio consenso.mentre le idee e gli strumenti di condivisione viaggiano su una libertà che è ricchezza, la camorra ha "sostituito" attraverso il vincolo della parentela e della "solidarietà di vicinato" la popolazione con se stessa. diveneno essa stessa, popolazione. popolazione ad una certa densità comorristica.il taglio del tuo esempio sottointende una valutazione totalmente negativa del fenomeno al pari di quello della delinquenza organizzata. lo trovo inconsistente, per un motivo che va aldilà della semplice constatazione morale delle differenze dei due fenomeni:gli utenti p2p NON si conoscono, essi rappresentano una quota della popolazione che è accomunata dalla scelta di usufruire di una certa libertà.la questione è molto complessa, il diritto d'autore in quanto tale è una cosa sacrosanta, ma il fare pagare come oro la cultura, per quanto sia "cultura d'intrattenimento" come la musica non è certo cosa buona e giusta.
        • Anonimo scrive:
          5 --
          • argo scrive:
            5 --
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: argo

            - Scritto da: Anonimo

            sempre i soliti discorsi
            vuol dire semplicemente che sono condivisi, non
            ti pare, anonimo?sono condivisi perché fa comodo pensarla così
          • argo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo

            sono condivisi perché fa comodo pensarla cosìperò è un fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: argo

            - Scritto da: Anonimo



            sono condivisi perché fa comodo pensarla così
            però è un fatto.Tante cose sono "un fatto", non vuol dire che siano giuste.
          • argo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            Tante cose sono "un fatto", non vuol dire che
            siano giuste.comprendendo nella lista anche certe "amenità morali" giustificate per "legge" .l'esempio del primo post non è peregrino. pensa agli uffici dove, magari fumavano quasi tutti, e, adesso, per legge sono a lavorare a rota. nella mia opinione c'è stata una grossa discriminazione nei confronti dei fumatori, si dovrebbe per legge garantire loro almeno uno spazio nello stabile, no?anyway: ma secondo te tra l'una e l'altra strada non è proprio possibile nessuna contrattazione?
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: argo

            - Scritto da: Anonimo

            Tante cose sono "un fatto", non vuol dire che

            siano giuste.
            comprendendo nella lista anche certe "amenità
            morali" giustificate per "legge" .
            l'esempio del primo post non è peregrino. pensa
            agli uffici dove, magari fumavano quasi tutti, e,
            adesso, per legge sono a lavorare a rota. nella
            mia opinione c'è stata una grossa discriminazione
            nei confronti dei fumatori, si dovrebbe per legge
            garantire loro almeno uno spazio nello stabile,
            no?No, primo perché la guerra al fumo è giusta. Secondo perché poi si ammalano e ti fanno causa lo stesso.
          • argo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            No, primo perché la guerra al fumo è giusta.
            Secondo perché poi si ammalano e ti fanno causa
            lo stesso.e cambi strategia così all'improvviso? tra un ma ed un però? impedire il fumo in certe condizioni va bene, la guerra indiscriminata al fumo no. sul fatto che ti fanno causa lo stesso c'è da dire che esiste una certa schizofrenia anche nella tolleranza di certi fenomeni prima portati come modelli, poi banditi come la peste. personalmente preferisco delle leggi migliori per il paese che beatmi del fregio di vivere in un paese salutista.
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: argo

            - Scritto da: Anonimo


            No, primo perché la guerra al fumo è giusta.

            Secondo perché poi si ammalano e ti fanno causa

            lo stesso.

            e cambi strategia così all'improvviso? tra un ma
            ed un però? impedire il fumo in certe condizioni
            va bene, la guerra indiscriminata al fumo no. E chi lo dice? Tu lo dici. Mi sono sorbito abbastanza fumo passivo che ne ho piene le tasche di queste stronzate. I fumatori sono le persone più egosite e maleducate del mondo, neanche se stai morendo la spengono la loro fottuta sigaretta. O se ne fregano oppure stanno lì con la loro retorica a giustificare il loro diritto al fumo.Il fumo è un vizio mica una necessità.Vogliono fumare? Fumino a casa loro!Allora io domani mi faccio venire il vizio del ping-pong e pretendo che mi venga data una stanza dove allenarmi quando voglio.
          • argo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: argo



            - Scritto da: Anonimo




            No, primo perché la guerra al fumo è giusta.


            Secondo perché poi si ammalano e ti fanno
            causa


            lo stesso.



            e cambi strategia così all'improvviso? tra un ma

            ed un però? impedire il fumo in certe condizioni

            va bene, la guerra indiscriminata al fumo no.

            E chi lo dice? Tu lo dici.
            Mi sono sorbito abbastanza fumo passivo che ne ho
            piene le tasche di queste stronzate. I fumatori
            sono le persone più egosite e maleducate del
            mondo, neanche se stai morendo la spengono la
            loro fottuta sigaretta. O se ne fregano oppure
            stanno lì con la loro retorica a giustificare il
            loro diritto al fumo. io sono un fumatore, ma non mi ritengo maleducato. chiedo sempre il permesso prima di accendermi una sigaretta in pubblico, e a lavoro non ho MAI fumato.c'è fumatore e fumatore.
            Il fumo è un vizio mica una necessità.Vogliono
            fumare? Fumino a casa loro!e perché? rispondi alla maleducazione con il confino? "vizio"? si è colpevoli di fumare?
            Allora io domani mi faccio venire il vizio del
            ping-pong e pretendo che mi venga data una stanza
            dove allenarmi quando voglio.ancora un distinguo: di fatto, sociologicamente parlando, il fumo è una retroattività: si fuma facendo altro. cos'altro puoi fare giocando a ping pong? parlando di apparenti furti tempo macchina: pensa che in giappone alcune aziende concedono una mezz'ora di pennichella ai lavoratori per fargli riprendere le forze.bella vita.==================================Modificato dall'autore il 27/07/2005 1.13.14
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: argo
            e perché? rispondi alla maleducazione con il
            confino? "vizio"? si è colpevoli di
            fumare?Sì il confino poveretti, tutti vittimisti voi fumatori. Massì riuniamoli tutti in uno stanzone insieme agli alcolizzati così sono tutti contenti. Uno fa un tiro e un altro si beve una tequila, così la libertà dell'individuo è salva! Tanto è come fare una dormitina in stile giapponese... Dormire e fumare sono la stessa cosa no?Lotta pure contro le majors della musica e poi dai i soldi alle majors del tabacco.Notte
          • argo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: argo

            e perché? rispondi alla maleducazione con il

            confino? "vizio"? si è colpevoli di

            fumare?

            Sì il confino poveretti, tutti vittimisti voi
            fumatori. Massì riuniamoli tutti in uno stanzone
            insieme agli alcolizzati così sono tutti
            contenti. uuu. che bella idea. provateci.
            Uno fa un tiro e un altro si beve una
            tequila, così la libertà dell'individuo è salva!
            Tanto è come fare una dormitina in stile
            giapponese... Dormire e fumare sono la stessa
            cosa no?no, appunto. lasciamo perdere.
            Lotta pure contro le majors della musica e poi
            dai i soldi alle majors del tabacco.tò. una grinza nel mio modo di essere. non l'avevo notata.

            Nottenotte.
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            dal presupposto che siamo ancora (per il momento) nazioni libere, sono liberi i cittadini di fumare, civilmente senza arrecare disturbo e rispettando le leggi vigenti ma con altrettanrto diritto a non essere discriminati coma dal signore che sta postando qua e la'.A proposito della tollernza caro signore se non le spiace io uso i mezzi pubblici per non sopportarmi il suo benzene, che peraltro fuma anche lei con equivalenza tra7 e 15 sigarette giornaliere a seconda delle citta....buon viaggio
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            Il fumo è un vizio mica una necessità.Vogliono
            fumare? Fumino a casa loro!
            Allora io domani mi faccio venire il vizio del
            ping-pong e pretendo che mi venga data una stanza
            dove allenarmi quando voglio.Sono completamente in accordo.E non dimentichiamo che oltretutto fumando rompi le palle al prossimo, e gli fai rischiare la salute.Mentre il ping pong e' bene.
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: argo

            - Scritto da: Anonimo



            sono condivisi perché fa comodo pensarla così
            però è un fatto.ùAnche il rifiuto della schiavitù fa comodo ai potenziali schiavi. Aboliamo il divieto?
          • NSA scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            Il diritto d'autore è una cosa sacrosanta? Perhce gli operai dela fiat non hanno una percentuale extra ogni volta che viene venduta una auto che hanno montato?Il lavoro va pagato una volta, al concerto.
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: NSA
            Il lavoro va pagato una volta, al concerto.Ah la favola del musicista che deve essere pagato solo al concerto. Questa oggi mancava e qualcuno la doveva mettere...
          • argo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: NSA
            Il diritto d'autore è una cosa sacrosanta? Perhce
            gli operai dela fiat non hanno una percentuale
            extra ogni volta che viene venduta una auto che
            hanno montato?
            Il lavoro va pagato una volta, al concerto.c'è differenza tra lavoro di "progettazione" e mandopera, secondo me.ed ancora, io non posso comporre, non esibirmi e guadagnare lo stesso? la musica è un lavoro che si basa su una firma, non puoi contestarlo. e la firma va in qualche modo tutelata nel RISPETTO DEL CONSUMATORE.psper la percentuale agli operai io farei favorevolissimo.==================================Modificato dall'autore il 27/07/2005 2.35.45
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare

          gli utenti p2p NON si conoscono, essi
          rappresentano una quota della popolazione che è
          accomunata dalla scelta di usufruire di una certa
          libertà.

          la questione è molto complessa, il diritto
          d'autore in quanto tale è una cosa sacrosanta, ma
          il fare pagare come oro la cultura, per quanto
          sia "cultura d'intrattenimento" come la musica
          non è certo cosa buona e giusta.Quello che non capisco è come mai si continui a scambiare la libertà con il furto. La libertà è di scaricare programmi, musica, video ecc non coperti da copyright. Se invece quello che uno scarica è soggetto al diritto d'autore si sta commettendo un furto, proprio come se si entrasse in un negozio e si portasse via un cd senza pagarlo. Certo che come modo di rubare è molto più "elegante", però resta il fatto che a chi cd (o film o software ecc) l'ha prodotto distribuito ecc non arriva nemmeno un centesimo, proprio come avviene nel più tradizionale dei furti.Poi mi potete ovviamente dire che i cd costano troppo; è vero! Non metto in dubbio che 21 euro per un cd siano un'esagerazione che molti (io compreso) non sono disposti a pagare. Il fatto è che, benchè non sia una cosa buona e giusta imporre un prezzo del genere, è nel pieno diritto delle società di distribuzione imporlo (a meno che non esista una qualche legge di cui non sono a conoscenza che definisce un prezzo massimo per i cd).Per soddisfare la nostra legittima voglia di musica l'unica cosa legale che possiamo fare è ascoltarci le internet radio (ce ne sono molte per tutti i gusti, anche gratis o cmq a prezzi bassi per avere una buona qualità) e poi comprare solo quei cd (o anche le singole canzoni visto che sta diventando possibile) che ci sembrano degni di stare su uno scaffale in casa nostra, magari quando il prezzo è un po' sceso.Mirko
    • Anonimo scrive:
      Re: la metafora del vietato fumare
      - Scritto da: Anonimo
      situazione1:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è un tipo
      che fuma;
      reazione1:
      multa dall'ufficiale di turno ed esposizione al
      pubblico ludibrio ;
      situazione2:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è tre tipi
      che fumano parlando di investimenti in borsa;
      reazione2:
      l'ufficiale invita il gruppetto a non fumare;
      situazione3:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è un intero
      quartiere che fuma;
      reazione3:
      il quartiere si organizza e cerca di cambiare la
      legge.

      a voi le conclusionisi è fa una legge per cui non solo non puoi fumare sotto quel cartello ma in nessun locale (pizzerie, pub, etc..)poi assisti a idiossie come quelle che vedo sempre al pub vicino casa mia.scena tipica:1:50 di notte (è importante notarlo altrimenti si può pensare che un pub sia pieno di bambinbi in carozzina costretti a respirare il fumo passivo)folla di persone che hanno preso una birra e sono fuori a berla pechè volevano anche fumare una sigaretta :anche quanto piove :
      • Anonimo scrive:
        Re: la metafora del vietato fumare
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        situazione1:

        sotto ad un cartello vietato fumare c'è un tipo

        che fuma;

        reazione1:

        multa dall'ufficiale di turno ed esposizione al

        pubblico ludibrio ;

        situazione2:

        sotto ad un cartello vietato fumare c'è tre tipi

        che fumano parlando di investimenti in borsa;

        reazione2:

        l'ufficiale invita il gruppetto a non fumare;

        situazione3:

        sotto ad un cartello vietato fumare c'è un
        intero

        quartiere che fuma;

        reazione3:

        il quartiere si organizza e cerca di cambiare la

        legge.



        a voi le conclusioni

        si è fa una legge per cui non solo non puoi
        fumare sotto quel cartello ma in nessun locale
        (pizzerie, pub, etc..)
        poi assisti a idiossie come quelle che vedo
        sempre al pub vicino casa mia.
        scena tipica:
        1:50 di notte (è importante notarlo altrimenti si
        può pensare che un pub sia pieno di bambinbi in
        carozzina costretti a respirare il fumo passivo)
        folla di persone che hanno preso una birra e sono
        fuori a berla pechè volevano anche fumare una
        sigaretta :

        anche quanto piove :in una c'ero anch'io. poi il vicino ha chiamato i carabinieri per lamentarsi dei rumori molesti. ad un certo momento è venuto un tipo vestito come i cattivi di matrix e ha fatto una multa a tutti. pensi che sia aria quella che respiri?
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare
          - Scritto da: Anonimo
          in una c'ero anch'io. poi il vicino ha chiamato i
          carabinieri per lamentarsi dei rumori molesti. Se la gente che va nei locale rompesse meno i coglioni ai vicini (sia prima che dopo il divieto del fumo) certe cose non accadrebbero.
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare
          Dopo anni passati da tutti i non fumatori in camere a gas(ovvero qualunque locale al chiuso(escluso il cinema,il teatro e poco altro),che si trasformava istantaneamente nella brughiera londinese,causa la nebbia causata dal fumo),adesso ci si deve anche sorbire il vittimismo dei fumatori?Il diritto a fumare non l'ha nessuno,non è sancito da nessuna carta o codice e giustamente viene concesso solo se non lede la salute altrui.Per una volta che viene fatta una legge sacrosanta,c'è una levata di scudi...Per la serie "Nessuno vede più in là del proprio orticello(ovvero: se la legge colpisce direttamente un mio interesse,faccio il diavolo a quattro,anche se la legge è giusta,se invece si minacciano valori più astratti con leggi assurde,chissenefrega...Bello...)".
          • argo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            Dopo anni passati da tutti i non fumatori in
            camere a gas(ovvero qualunque locale al
            chiuso(escluso il cinema,il teatro e poco
            altro),che si trasformava istantaneamente nella
            brughiera londinese,causa la nebbia causata dal
            fumo),adesso ci si deve anche sorbire il
            vittimismo dei fumatori?
            Il diritto a fumare non l'ha nessuno,non è
            sancito da nessuna carta o codice e giustamente
            viene concesso solo se non lede la salute altrui.
            Per una volta che viene fatta una legge
            sacrosanta,c'è una levata di scudi...Per la serie
            "Nessuno vede più in là del proprio
            orticello(ovvero: se la legge colpisce
            direttamente un mio interesse,faccio il diavolo a
            quattro,anche se la legge è giusta,se invece si
            minacciano valori più astratti con leggi
            assurde,chissenefrega...Bello...)".ma una via di mezzo. no?
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            Sembra proprio che non sia possibile. Che nessuno sia capace di darsi una regolata. Prima della legge, nei pub si fumava veramente troppo, avete mai fatto caso ai posacenere ? Cimiteri di cicche. C'era chi fumava una sigaretta dietro l'altra. Io stesso, come fumatore, ne ero infastidito.Saluti,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            Sembra proprio che non sia possibile. Che nessuno
            sia capace di darsi una regolata. Prima della
            legge, nei pub si fumava veramente troppo, avete
            mai fatto caso ai posacenere ? Cimiteri di
            cicche. C'era chi fumava una sigaretta dietro
            l'altra. Io stesso, come fumatore, ne ero
            infastidito.Ci potrebbero essere bar e locali per fumatori e per non fumatori. In altri stati è normale.Si potrebbe anche continuare a fumare nella prima e nell'ultima carrozza dei treni, che non sono attraversate "casualmente" da nessuno e non danno alcun fastidio. Alcuni gestori potrebbero anche essere meno tirchi, specialmente quelli che hanno duecento coperti e ottocento metri quadrati, e dividere in due il locale come prevede la legge. Togliere la sigaretta dopo il pasto o dopo il caffé a un fumatore accanito è solo una cattiveria gratuita e inutile.
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            per non fumatori. In altri stati è normale.Sì in Uganda è normale. Be' vacci a vivere in questi stati visto che là ti fanno fumare come un turco, uno in meno che ci catramizza i polmoni col fumo passivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            Sembra proprio che non sia possibile. Che nessuno
            sia capace di darsi una regolata. Prima della
            legge, nei pub si fumava veramente troppo, avete
            mai fatto caso ai posacenere ? Cimiteri di
            cicche. C'era chi fumava una sigaretta dietro
            l'altra. Io stesso, come fumatore, ne ero
            infastidito.

            Saluti,
            PiwiSe ti dà così fastidio tutto ciò nessuno ti obbliga ad andarci in questi benedetti pub. Ci sono tante altre cose che puoi fare: andare Cannes a selezionare i film per l'anno prossimo, costruire una barca e vincere la coppa America, fare un giro per i paesi del terzo mondo e poi raccontare l'esperienza un libro, fare scherzi telefonici e mandarli in onda su una radio privata svizzera, guardare un DVD...
    • Anonimo scrive:
      Re: la metafora del vietato fumare
      non è una idiozia. è la cosa più giusta.pur avendo 23 anni, io come tanti altri NON vuole ammorbarsi col vostro fumo schifosoergo più che giusto che andiate fuori dal locale.Nessuno vi obbliga ad uscire dal locale, cosi come nessuno vi obbliga a fumare. Chiaramente non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.... ergo finalmente adesso siete "invitati" per legge a rispettare il prossimo :)Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: la metafora del vietato fumare

        Se ti dà così fastidio tutto ciò nessuno ti obbliga ad
        andarci in questi benedetti pub. Ci sono tante altre
        cose che puoi fare: andare Cannes a selezionare i
        film per l'anno prossimo, costruire una barca e vincere
        la coppa America, fare un giro per i paesi del terzo
        mondo e poi raccontare l'esperienza un libro, fare
        scherzi telefonici e mandarli in onda su una radio
        privata svizzera, guardare un DVD...potresti fare lo stesso tu sai?
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare
          - Scritto da: Anonimo

          Se ti dà così fastidio tutto ciò nessuno ti
          obbliga ad
          andarci in questi benedetti pub. Ci
          sono tante altre
          cose che puoi fare: andare
          Cannes a selezionare i
          film per l'anno prossimo,
          costruire una barca e vincere
          la coppa America,
          fare un giro per i paesi del terzo
          mondo e poi
          raccontare l'esperienza un libro, fare
          scherzi
          telefonici e mandarli in onda su una radio

          privata svizzera, guardare un DVD...

          potresti fare lo stesso tu sai?Non sai di cosa parli...
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            L'anonimo che mi ha risposto legge ogni giorno cinquemila post a campione su P.I. per individuare quelli che ho scritto io e consigliarmi qualche alternativa nel caso io mi lamenti di qualcosa !Ma questa volta non ho bisogno di consigli, visti i prezzi che son venuti fuori nei locali, le alternative me le sono già trovate.Comunque, ti pare possibile che un non fumatore debba essere costretto a stare in mezzo alla nebbia, ricavandone probabili danni futuri ed un sicuro fastidio immediato ? La categoria dei fumatori è bistratta, certo, ma non può prendersela con i semplici non fumatori per questo. Cosa c'entrano se non vengono create le strutture a loro dedicate ? Ed infine, il loro danaro è buono tanto quanto quello dei non fumatori. Se ritengono d'essere vittima di qualche ingiustizia, ne tenessero conto prima di diventare clienti di certi esercizi commerciali .....Io ho da tempo abbandonato le sigarette, e sono passato con soddisfazione ai sigari. Di conseguenza fumo molto ma molto di meno, e, soprattutto, quando lo decido io, non quando lo decide il mio vizio. Però, non vado ad accendere un toscanello in mezzo ad una folla. Ciao,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: la metafora del vietato fumare
        - Scritto da: Anonimo
        Sì in Uganda è normale. Be' vacci a vivere in questi stati
        visto che là ti fanno fumare come un turco, uno in meno
        che ci catramizza i polmoni col fumo passivo.Veramente proprio nei paesi piu' civili esistono sale fumatori e non fumatori negli stessi locali, vedi UK, USA, Germania e Francia, giusto per citare degli esempi che ho potuto verificare in prima persona. La fantomatica "uganda" (ma secondo la tua mentalita' distorta avresti potuto mettere un "generico paese di negri" visto il rispetto che dimostri) invece non so come si regoli e manco mi interessa. Mi interessa notare invece il tuo atteggiamento : ok, non fumi e non ami il fumo perche' e' nocivo, direi che è sacrosanto. Ma non mi pare che ti si imponga di stare in un eventuale sala fumatori qualora venisse costruita nel ristorante dove mangi. Perche' devi rompere le balle a chi invece, cosciente di farsi male, lo fa lo stesso? Chi diavolo sei, Torquemada?!?!?!? Se uno fuma dove gli e' consentito e dove non da fastidio a nessuno PERCHE' MAI GENTE COME TE CHE NON VEDE A 3 CM DAL PROPRIO NASO DOVREBBE SFRANGIARGLI GLI ATTRIBUTI?!?!?Vai vai...
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Sì in Uganda è normale. Be' vacci a vivere in
          questi stati

          visto che là ti fanno fumare come un turco, uno
          in meno

          che ci catramizza i polmoni col fumo passivo.

          Veramente proprio nei paesi piu' civili esistono
          sale fumatori e non fumatori negli stessi locali,
          vedi UK, USA, Germania e Francia, giusto per
          citare degli esempi che ho potuto verificare in
          PERCHE' MAI GENTE COME TE CHE NON VEDE A 3 CM DAL
          PROPRIO NASO DOVREBBE SFRANGIARGLI GLI
          ATTRIBUTI?!?!?
          Vai vai...Ecco hai scritto un numero di fesserie che la metà basta. In america dipende da stato a stato, ci sono stati dove non puoi fumare neanche all'aperto se ti trovi su un'area pubblica.Vacci in america, giratela tutta poi vedi i fumatori disperati come te come vengono trattati. Quelli che hanno sfrangiato gli attributi e i polmoni semmai sono i fumatori disperati come te che se ne fregano della salute altrui... tanto a LORO PIACE FUMARE CHE IL RESTO DEL MONDO SCHIATTI.
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare
          A proposito d'america, sai che se sei fumatore hai difficolta' a prendere in affitto una casa e paghi di assicurazione sanitaria molto di piu' (sempre se l'assicurazione ti accetta)Vatti a fare un giro all'istituto dei tumori di Milano e vedere quanta gente giovane che piange poi la prossima volta forse ci penserai...e comunque non si capisce perche' il 70% della popolazione italiana non fumatrice debba anche pagare i costi ospedalieri di gente che deliberatamente fuma !
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            e comunque non si capisce perche' il 70% della
            popolazione italiana non fumatrice debba anche
            pagare i costi ospedalieri di gente che
            deliberatamente fuma !Beh, se è per questo io che non bevo sono comunque costretto a pagare anche per tutte le cure legate all'alcol o incidenti da esso causati , ma non mi metto a piangere dai...quello che dici non ha un gran senso!
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            che palle siete passati dal p2p alle sigarette aritake yourself
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            e comunque non si capisce perche' il 70% della

            popolazione italiana non fumatrice debba anche

            pagare i costi ospedalieri di gente che

            deliberatamente fuma !

            Beh, se è per questo io che non bevo sono
            comunque costretto a pagare anche per tutte le
            cure legate all'alcol o incidenti da esso causati
            , ma non mi metto a piangere dai...quello che
            dici non ha un gran senso!come no piangi perché per qualche ora nei locali pubblici e al lavoro non puoi bere.
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare

            e comunque non si capisce perche' il 70% della
            popolazione italiana non fumatrice debba anche
            pagare i costi ospedalieri di gente che
            deliberatamente fuma !per lo stesso motivo per cui un fumatore si accolla quelli di un imbecille al volante che falcidia la gente per strada, o quelli dovuti a chi mangia schifezze per una vita e finisce con un tumore al colon. Si chiama comunita', le persone hanno parecchi doveri e qlcuni DIRITTI tra questi c'e' quello che dice che di me stesso fo cio che voglio!!!altrimenti potremmo fare che con le tasse sulle sigarette (salate)paghiamo le cure per noi e con quelle delle merendine al colesterolo(pochissime) le vostre.per finre...se una cosa si puo' legalmente fare e' illegale discriminarla e soprattutto CHE VE NE FREGA A VOI SE FUMIAMO IN ZONE A NOI RISERVATE
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            per finre...se una cosa si puo' legalmente fare
            e' illegale discriminarla e soprattutto CHE VE NE
            FREGA A VOI SE FUMIAMO IN ZONE A NOI RISERVATEPerché siamo contrari alle camere a gas autorizzate.
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare
          complimenti IMMENSO :Dnetwarriors
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            complimenti IMMENSO :D

            netwarriorscomplimenti a te che hai scritto un commento IMMENSAMENTE inutile
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            complimenti IMMENSO :D



            netwarriors

            complimenti a te che hai scritto un commento
            IMMENSAMENTE inutile anche il tuo non e' da meno ma fatte gli affari tuoi
      • Anonimo scrive:
        Re: la metafora del vietato fumare
        cosa evidente e' che se il fumatore chiede di poter fumare senza dar fastidio deve poterlo fare...non a caso paga tasse sonore per il suo vizio LEGALE.ERGO sei "invitato" a portre rispetto prima di chiederlo, e soprattutto a non etichettare una categoria "fumatori" come irrispettosi.anche a me da noia il tuo benzene ma la macchina la usi lo stesso!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare
          - Scritto da: Anonimo
          cosa evidente e' che se il fumatore chiede di
          poter fumare senza dar fastidio deve poterlo
          fare...non a caso paga tasse sonore per il suo
          vizio LEGALE.
          Certo perché paghi la tassa hai il diritto di far venire agli altri il cancro, come no CERTO!!!
          ERGO sei "invitato" a portre rispetto prima di
          chiederlo, e soprattutto a non etichettare una
          categoria "fumatori" come irrispettosi.

          anche a me da noia il tuo benzene ma la macchina
          la usi lo stesso!!!HAHA non uso la macchina ma vado al lavoro in bici! Come vedi oltre che un fumatore sfegatato e menefreghista parli anche usando preconcetti con persone che non conosci.
        • Anonimo scrive:
          Re: la metafora del vietato fumare
          - Scritto da: Anonimo
          cosa evidente e' che se il fumatore chiede di
          poter fumare senza dar fastidio deve poterlo
          fare...non a caso paga tasse sonore per il suo
          vizio LEGALE.

          ERGO sei "invitato" a portre rispetto prima di
          chiederlo, e soprattutto a non etichettare una
          categoria "fumatori" come irrispettosi.

          anche a me da noia il tuo benzene ma la macchina
          la usi lo stesso!!!Finitela con questo vizio schifoso che oltretutto fa male alla vostra salute ed al vostro portafogli! Sarese molto più intelligenti se quei soldi li usaste per farvi del bene!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: la metafora del vietato fumare
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            cosa evidente e' che se il fumatore

            chiede di poter fumare senza dar

            fastidio deve poterlo fare... non a

            caso paga tasse sonore per il suo

            vizio LEGALE.

            ERGO sei "invitato" a portre rispetto

            prima di chiederlo, e soprattutto a

            non etichettare una categoria

            "fumatori" come irrispettosi.

            anche a me da noia il tuo benzene ma la

            macchina la usi lo stesso!!!
            Finitela con questo vizio schifoso che
            oltretutto fa male alla vostra salute ed al
            vostro portafogli! Sarese molto più
            intelligenti se quei soldi li usaste per
            farvi del bene!!!!E oltretutto con tutto quello che spendete in benzina finanziate le guerre in Iraq ed altrove.Fuma che fai meno male che andare in macchina.
    • Anonimo scrive:
      Re: la metafora del vietato fumare
      - Scritto da: Anonimo
      situazione1:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è un tipo
      che fuma;
      reazione1:
      multa dall'ufficiale di turno ed esposizione al
      pubblico ludibrio ;
      situazione2:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è tre tipi
      che fumano parlando di investimenti in borsa;
      reazione2:
      l'ufficiale invita il gruppetto a non fumare;
      situazione3:
      sotto ad un cartello vietato fumare c'è un intero
      quartiere che fuma;
      reazione3:Una squadra di non fumatori, dotata di lanciafiamme, lanciarazzi, mitragliatori, doppiette, ecc..., si avvicina al quartiere che fuma e fa una strage. Ebbasta con questo vizio di merda !Giggi
      • Anonimo scrive:
        Re: la metafora del vietato fumare
        che dire credo che i signori di questo quartiere, soprattutto armato di tolleranza verso il prossimo, sia utile nella nostra simpatica epoca......piu' che altro utile in cellule.... magari di OsamaVERGOGNA
  • Anonimo scrive:
    voglio quel software!!!!
    quasi quasi mando email a scuola e dico di installarlo su tutti i pc, dopo averlo messo sulle macchine mie e dei miei amici :D
  • Anonimo scrive:
    Hanno rotto
    Le associazioni dei discografici hanno rotto le palle alla gente con le loro denunce contro chi usa il p2p.Nessuno dovrebbe comprare un solo cd o musicassetta e farli fallire una volta per tutte.Forse così impareranno a non succhiare più solti agli artisti e agli utenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno rotto

      Forse così impareranno a non succhiare più solti
      agli artisti e agli utenti.da musicista: questa frase la condivido in toto :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Hanno rotto
        - Scritto da: Anonimo



        Forse così impareranno a non succhiare più solti

        agli artisti e agli utenti.

        da musicista: questa frase la condivido in toto :DEcco tu da musicista quale sei, non ti fa' incazzare che questi CRIMINALI A NORMA DI LEGGE si rubino una parte dei soldi grazie al tuo (sicuramente lo hai) TALENTO?Non ti fa' incazzare che questi CRIMINALI, si beccano una fetta del tuo LAVORO?Io fossi musicista, mi farei produrre da mio zio salumiere, piuttosto che da questi signorotti....
        • Anonimo scrive:
          Re: Hanno rotto
          - Scritto da: Anonimo

          Ecco tu da musicista quale sei, non ti fa'
          incazzare che questi CRIMINALI A NORMA DI LEGGE
          si rubino una parte dei soldi grazie al tuo
          (sicuramente lo hai) TALENTO?
          Non ti fa' incazzare che questi CRIMINALI, si
          beccano una fetta del tuo LAVORO?
          Io fossi musicista, mi farei produrre da mio zio
          salumiere, piuttosto che da questi signorotti....mi fa incazzare? di piu!!!mi hanno fatto così tanto incazzare da dire di "no" a dei contratti discografici che mi hanno proposto. Incredibile, il sogno del musicista è avere "un contratto discografico" ..e poi per le clausole di merda e da presa per il c*lo mi sono tirato indietro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno rotto
      - Scritto da: Anonimo
      Le associazioni dei discografici hanno rotto le
      palle alla gente con le loro denunce contro chi
      usa il p2p.
      Nessuno dovrebbe comprare un solo cd o
      musicassetta e farli fallire una volta per tutte.
      Forse così impareranno a non succhiare più solti
      agli artisti e agli utenti.Potete mandare la RIAA a casa di ogni utente di PC, potete blindare tutti i PC che volete ma dovete fare i conti con un piccolo particolare: che c'é semo rotti i coglioni!!!Siamo saturi di film, siamo saturi di musica, siamo saturi e basta!!! Saturi!!! Non compriamo più un cazzo!! Indipendentemente dal P2P!!!Discografico i tempi sono cambiati anche per te!!Basta col posto fisso!!! Devi diventare mobile!! Mobilità!! Oggi sei discografico, domani vieni in mezzo a una strada anche te!! Almeno ci facciamo compagnia.
Chiudi i commenti