Londra punta tutto sul riconoscimento facciale

Una tecnologia per l'identificazione automatica delle persone: così viene descritta la nuova piattaforma biometrica che punta ad un sistema globale di sicurezza. Contro terrorismo e criminalità


Londra – La polizia al servizio di Sua Maestà britannica sta lavorando su un sistema nazionale, completamente automatizzato, per il riconoscimento facciale di semplici cittadini, sospetti e criminali recidivi. Dopo il cosiddetto grande fratello stradale , il governo ha approvato lo studio di un database biometrico, unico nel suo genere, per l’archiviazione e l’analisi strutturale delle foto segnaletiche.

Sebbene di primo acchito possa suonare scontato e poco interessante, vista l’esistenza di un database nazionale delle immagini dei pregiudicati anche in Italia, l’archivio britannico sarà rivoluzionario : Geoff Whitaker, responsabile per l’innovazione biometrica nella polizia britannica, descrive il sistema come “il primo passo verso la nascita di una tecnologia per l’identificazione automatica delle persone”, interamente basato sulle caratteristiche univoche degli individui.

Questo perché l’archivio, finora indicato genericamente dalla stampa britannica come FIND, Facial Images National Database , terrà conto di tutti i dettagli appartenenti all’aspetto dei segnalati: dalla presenza di cicatrici a quella di tatuaggi, da eventuali dismorfismi fino all’assetto simmetrico del volto. Tutto quanto, persino microscopici particolari solitamente trascurati, verrà poi digitalizzato per eseguire controlli identificativi attraverso appositi software.

“Per il momento”, continua Whitaker, “il riconoscimento facciale non è tanto accurato quanto l’analisi delle impronte digitali o del DNA”. “Tuttavia”, aggiunge, “in futuro potrà diventare sempre più preciso e sempre più utile per identificare tutti quegli individui coinvolti in qualsiasi tipo d’investigazione”.

Il primo test del sistema verrà effettuato entro il primo semestre 2006. Successivamente verranno integrate tecnologie come il riconoscimento dell’iride per aumentarne drasticamente l’efficacia complessiva. Lo sviluppo del FIND è stato affidato alla Police Information Technology Organisation , un apposito ufficio governativo che si occupa d’integrare sistemi di controllo automatizzati all’interno delle odierne dinamiche investigative.

Le tecnologie di riconoscimento facciale sono ormai diffuse in tutto il mondo, specialmente nei paesi anglosassoni. Strumenti con il BioBouncer , pensati per tenere alla larga i soggetti pericolosi dalle discoteche e dai club privati, sono facilmente acquistabili ed installabili senza spese esorbitanti.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    AH AH AH NUOVA SFIDA PER I LINARI
    domani tutti su ebay a comprarle...e a fare a gara a ki ci installa prima un pinguo dentroah ah ah ah ci si diverte davvero con pocouhu hu hu un os fallimentare per del hardware fallimentarehuhuhu perdita di tempo(troll2)
    • mda scrive:
      Re: AH AH AH NUOVA SFIDA PER I LINARI
      - Scritto da: Anonimo
      domani tutti su ebay a comprarle...e a fare a
      gara a ki ci installa prima un pinguo dentro


      ah ah ah ah ci si diverte davvero con poco

      uhu hu hu un os fallimentare per del hardware
      fallimentare

      huhuhu perdita di tempo

      (troll2)Usa linux !
      • Anonimo scrive:
        Re: AH AH AH NUOVA SFIDA PER I LINARI
        - Scritto da: mda

        - Scritto da: Anonimo

        domani tutti su ebay a comprarle...e a fare a

        gara a ki ci installa prima un pinguo dentro





        ah ah ah ah ci si diverte davvero con poco



        uhu hu hu un os fallimentare per del hardware

        fallimentare



        huhuhu perdita di tempo



        (troll2)

        Usa linux !Non può, è Alessio Bibolotti.Il suo capo (Nano di Arcore) non permette l'uso di software comunista alle sue scimmiette...
    • Anonimo scrive:
      Re: AH AH AH NUOVA SFIDA PER I LINARI
      13 anni ?
  • Anonimo scrive:
    E quelle "Telecom"??
    Qui da me (città turistica) in centro hanno montato una specie di serra con 5 0 6 cabine del telefono (con sgabello) e una fantastica postazione internet.Ha funzionato si e no 6 mesi.Ora e' li, abbandonata, arancione.A parte che nella serra, d'estate, ti puo' venire un colpo da tanto caldo che c'e', navigare in quel coso e' praticamente impossibile!!!Una tortura!!Poi, mi chiedo, come avranno gestito il discorso "log dei dati"?Va che forse e' per questo che non e' attiva!Come fanno a prenderti i dati della carta di identità in un posto cosi?
    • Anonimo scrive:
      Re: E quelle "Telecom"??
      - Scritto da: Anonimo
      Va che forse e' per questo che non e' attiva!
      Come fanno a prenderti i dati della carta di
      identità in un posto cosi?E' una delle cose che grazie al Grande Fratello Pisanu ora non è più possibile utilizzare...
  • Anonimo scrive:
    vorrei una foto :-)
    si puote? :))
  • Anonimo scrive:
    Le ho usate...
    ...e posso dire che non hanno avuto successo, per quanto mi riguarda, per almeno 3 motivi:- quello detto dall'articolo: ci sono già cellulari, palmari, portatili, umts, wifi a fare concorrenza- sono scomode!!!! da usare giusto qualche minuto perchè dopo perdi la pazienza- sono anti-igeniche.... spesso così sporche da dare disgusto a guardale...
    • Anonimo scrive:
      Re: Le ho usate...
      - Scritto da: Anonimo
      ...e posso dire che non hanno avuto successo, per
      quanto mi riguarda, per almeno 3 motivi:
      - quello detto dall'articolo: ci sono già
      cellulari, palmari, portatili, umts, wifi a fare
      concorrenza
      - sono scomode!!!! da usare giusto qualche minuto
      perchè dopo perdi la pazienza
      - sono anti-igeniche.... spesso così sporche da
      dare disgusto a guardale...Gli inglesi non usano il bidét, sono abituati alla sporcizia.
    • Xnusa scrive:
      Re: Le ho usate...
      Io le ho usate solo due volte a Berlino.Non so come siano in generale, ma quelle che ho visto io invece erano pulitissime, molto funzionali e la navigazione era molto veloce.Con 1 ? (Oiro, come dicono i tedeschi), si naviga molto a lungo.Se ne trovano nei posti chiusi (come nei centri commerciali), ma anche in strada, sempre contrassegnate dall'onnipresente "T" rosa di Deutsche Telekom.E' ovvio che l'utilizzo è ristretto prevalentemente al turista, dato che gli abitanti della città preferiscono navigare da casa o dall'ufficio.- Scritto da: Anonimo
      ...e posso dire che non hanno avuto successo, per
      quanto mi riguarda, per almeno 3 motivi:
      - quello detto dall'articolo: ci sono già
      cellulari, palmari, portatili, umts, wifi a fare
      concorrenza
      - sono scomode!!!! da usare giusto qualche minuto
      perchè dopo perdi la pazienza
      - sono anti-igeniche.... spesso così sporche da
      dare disgusto a guardale...
Chiudi i commenti