LulzSec, Internet è irresistibile

Torna in galera l'hacker in libertà vigilata Ryan Cleary: non ha saputo rispettare l'ordine di non utilizzare Internet

Roma – Il giovane Ryan Cleary, arrestato con l’accusa di aver partecipato attivamente agli attacchi informatici condotti dalla crew LulzSec, è tornato in prigione dopo che è stato trovato in violazione degli arresti domiciliari che gli erano stati concessi .

A tutela dei suoi arresti domiciliari vi era una cavigliera elettronica che gli imponeva di restare presso il suo domicilio, nonché l’ordine categorico a non avvicinarsi a nessun dispositivo connesso ad Internet .

Proprio questa imposizione sarebbe stata violata dal ragazzo che, nel corso delle vacanze natalizie, avrebbe inviato messaggi elettronici ad un altro membro di LulzSec, Hector Xavier Monsegur, meglio conosciuto come Sabu, che starebbe attualmente collaborando con le autorità. (C.T.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    Quando si dice...
    ..."fare la pipì fuori dal vaso"!Già gli utenti Android non sono propensi a cacciare il soldo, limitare poi l'offerta ai quattro gatti con Honeycomb significa non aver capito un fico secco della situazione del mercato relativa ai tablet.
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: Quando si dice...
      - Scritto da: ruppolo
      ..."fare la pipì fuori dal vaso"!

      Già gli utenti Android non sono propensi a
      cacciare il soldo, limitare poi l'offerta ai
      quattro gatti con Honeycomb significa non aver
      capito un fico secco della situazione del mercato
      relativa ai
      tablet.l'iniziativa è interessante. Abbonamento flat e acXXXXX illimitato a un buon numero di risorse. Avrà sucXXXXX? Non lo so, ma potrebbe. Forse sarebbe più utile proporre abonamenti flat a paniere (scelgo in base ai miei interessi).La scelta di Android? Evidenti motivi commerciali (policy Apple). E poi, al momento, l'iniziativa è da vedersi forse come una valutazione del possibile business. Se avrà sucXXXXX si espanderà.Per quel che mi riguarda, la mia biblioteca digitale mi offre una interessante edicola.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Quando si dice...
      A me (utente android) non interessa affatto una offerta del genere.L'acquisto dei contenuti è roba superata.
  • ziovax scrive:
    Ma perché?
    Delle merdXose app invece di un sano abbonamento fruibile da tutti i dispositivi con connessione ad internet ed un semplice browser?
    • Pavi scrive:
      Re: Ma perché?
      - Scritto da: ziovax
      Delle merdXose app invece di un sano abbonamento
      fruibile da tutti i dispositivi con connessione
      ad internet ed un semplice
      browser?Le app al momento sono più fruibili di un browser web per quanto riguarda multimedia da leggere/studiare.Prova a dare un'occhiata a questi:iBooks, iTunes U, Kindle Readerce ne sono altri, ma non ricordo il nome prima di un buon tè.
      • bubba scrive:
        Re: Ma perché?
        - Scritto da: Pavi
        - Scritto da: ziovax

        Delle merdXose app invece di un sano abbonamento

        fruibile da tutti i dispositivi con connessione

        ad internet ed un semplice

        browser?
        Le app al momento sono più fruibili di un browser
        web per quanto riguarda multimedia da
        leggere/studiare.

        Prova a dare un'occhiata a questi:
        iBooks, iTunes U, Kindle Reader

        ce ne sono altri, ma non ricordo il nome prima di
        un buon
        tè.A parte il bizzarro italiano, il modo di gran lunga piu' logico e fruibile di fornire una rivista digitale e' un bel TAR (o anche zip/rar a compressione zero) ripieno di JPG. OVVIAMENTE per l'industria questa banale soluzione e' troppo semplice e hasslefree per essere impiegabile... e devono fare le loro trappole di marketing+antifeature... ma tant'e'....
Chiudi i commenti