Lussemburgo, terra di minatori spaziali

Il Granducato si candida ad assumere il ruolo di guida nella nuova era della corsa all'oro spaziale. Il piano concreto anticipato nei mesi scorsi si sta mettendo in moto

Roma – Il Ministro dell’Economia del Lussemburgo, come anticipato nei mesi passati, ha lanciato una iniziativa volta a intavolare una strategia globale per lo sfruttamento minerario degli asteroidi .

Gli asteroidi quasi certamente rappresenteranno nel prossimo futuro quello che è stato il Klondike all’inizio del 900. Non deve quindi stupire se il 3 giugno sia avvenuto, entro gli opulenti confini dell’unico granducato al mondo, un summit volto alla creazione di una cordata di economie intenzionate a trasformare il concetto fantascientifico dello sfruttamento minerario extraterrestre in un business reale. Dal comunicato si evince l’intenzione di creare un chiaro corpo normativo in cui muoversi entro il 2017 che sia utile per tutti gli operatori, privati e nazionali, che vorranno spendersi nell’impresa.

Per dar vita all’iniziativa sono già stati cooptati Simon Pete Woden, ex NASA, e Jean-Jacques Dordain, ex ESA: i due, che hanno accumulato notevoli esperienze nelle più importanti stanze dei bottoni delle principali entità volte alla conquista dello spazio, dovranno quindi traghettare il Lussemburgo verso una nuova era in cui giochi da protagonista nel comparto. Faranno ciò attraverso la costituzione di una vera e propria “base europea” nei confini dello stato.

Intanto la Société nationale de crédit et d’investissement , importante realtà bancaria “statale” del Lussemburgo, sta fattivamente collaborando con la californiana Deep Space Industries investendo per perfezionare le tecnologie da impiegare.

Il fronte scientifico non attende certo quello economico: per settembre è previsto il lancio della sonda NASA OSIRIS-REx che preleverà da un asteroide un campione di materiale da riportare sulla Terra. Potrebbe non trascorrere troppo tempo, quindi, per l’inaugurazione della prima impresa di estrazione mineraria operante nello spazio.

effepì

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zucker Borg scrive:
    Anche questo finirà
    Per arrivare all'alba non c'è altra via che la notte.Per ora siamo a notte fonda.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: Anche questo finirà
      - Scritto da: Zucker Borg
      Per arrivare all'alba non c'è altra via che la
      notte.
      Per ora siamo a notte fonda.Eppure non ci crederai, ma vedrai quante pecore faranno i discorsi più disparati con quel bot. (rotfl)
Chiudi i commenti