L'utente guida, a rispondere ci pensa un software

Nessuna chiamata persa, massima concentrazione alla guida: il nuovo software si può usare solo se la macchina è completamente ferma, perché guida e cellulare non possono coesistere

Roma – Che parlare al cellulare sia rischioso è cosa nota : nonostante i divieti sembra comunque non diminuire il numero degli automobilisti che utilizzano il cellulare alla guida, con o senza dispositivi wireless. Cresce ancora il numero degli incidenti, ma dove non arrivano le leggi secondo i produttori può arrivare un software brevettato appositamente per disattivare il telefono mentre si guida, permettendo di effettuare solo le chiamate di emergenza.

un teen guida col cell Sviluppato dalla canadese Aegis Mobility , DriveAssist ricrea nel telefonino una sorta di assistente virtuale impegnato ad avvertire il chiamante che “l’utente da lei desiderato non può rispondere perché potrebbe essere impegnato alla guida”: tutto ciò è possibile grazie alla capacità del software di intuire che l’utente si muove ad una velocità consentita solo dall’utilizzo di un veicolo. Quando entra in funzione, DriveAssist smista le telefonate, fornendo al chiamante alcune opzioni come quella di lasciare un messaggio vocale, essere richiamati automaticamente, nonché quella di essere informati sulla posizione attuale del telefonino – e nel migliore dei casi – del proprietario, tramite il servizio GPS installato su alcuni modelli di cellulari o tramite l’identificazione della cella a cui il terminale è agganciato.

Va da sé che tali informazioni sono destinate solo ad una cerchia ristretta di persone, quali potrebbero essere i componenti del nucleo familiare. Stando a quanto si apprende dal sito di Aegis, le suddette opzioni sono configurabili: è quindi possibile gestirle a proprio piacimento, tenendo conto magari della priorità di alcune chiamate, permettendo così di inviare al guidatore messaggi di emergenza in cui è richiesto un contatto immediato.

Tante sono ancora le incognite sul prodotto annunciato di recente: al momento non si ha alcun elemento attendibile riguardo alla compatibilità con i modelli di telefoni già in commercio. Secondo alcune indiscrezioni il software sarà disponibile per device che supportano sistemi operativi come Symbian e Windows Mobile . Inoltre, per poter funzionare, il sistema deve essere adottato dal provider del servizio telefonico, il quale provvederà a rivenderlo al cliente: al momento non si possono stabilire con certezza cifre e costi. Sempre secondo i rumor circolati in rete a riguardo, il canone d’abbonamento mensile al servizio per un intero nucleo familiare dovrebbe – condizionale d’obbligo – oscillare dai 10 ai 20 dollari. Aegis Mobility ha inoltre stretto accordi economici con Nationwide , compagnia assicurativa statunitense, che offrirà sconti dal 3 al 10% sulle polizze assicurative delle famiglie che utilizzeranno il software.

Di sicuro il dispositivo va a posizionarsi sul sottile confine che divide l’idea di salvaguardare la sicurezza dal controllo automatico dei comportamenti umani: grazie all’accelerometro, il software entra in funzione ogni volta che la macchina si muove, impedendo di fatto di effettuare telefonate – salvo quelle di emergenza – con il veicolo in movimento. Ciò lo accomuna ad altri sistemi che obbligano il guidatore a proteggersi, come ad esempio il frenetico bip che risuona in alcune autovetture se al momento della partenza la cintura di sicurezza non è inserita. Stando a quanto dichiarato dal produttore, o si guida o si usa il telefono : a nulla servirebbero device wireless che permettono di parlare tenendo le mani sul volante, poiché il solo atto di seguire il filo della conversazione richiede molta della concentrazione che dovrebbe essere impiegata totalmente nella guida. Senza contare il condizionamento che ormai il cellulare instilla nella vita di molti, portandoli a scattare e a fiondarsi su qualsiasi cosa stia squillando. Di sicuro il libero arbitrio non è in discussione, l’intento di questo software non è quello di vietare, ma di condizionare le abitudini di chi si mette alla guida.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Geppino scrive:
    Era ora!
    Speriamo anche che inizino a certificare i siti!
  • Garlini Valter scrive:
    CanguroLibero.Com
    E' proprio il caso di dire... che sono saltati in gabbia !!!
  • asdsdasd scrive:
    fsdasdsd
    afafaf
  • cirk scrive:
    Il porno non è più il business n.1
    Chi ha cervello per capire (e non sia ipnotizzato dalla faccia del Che), capisce.Bye bye
  • pabloski scrive:
    Re: australia
    che intendi?per bloccarle o il fornitore dell'indirizzo email implementa filtri per bloccare lo spam oppure puoi usare quelli del lettore di postaa questo proposito Thunderbird ha un filtro bayesiano estremamente potente
    • miyamoto musashi scrive:
      Re: australia
      penso che intende dire: come mai vorrebbero bloccare me e non riescono a bloccare tutta questa immondizia che arriva verso me?!in effetti, i filtri utili, quelli per bloccare la spam, vanno installati sulle estremità finali... anche in questo caso un falso positivo sarebbe molto fastidioso
  • io si scrive:
    Re: australia
    http://shop.ebay.it/merchant/cdsat2006
  • dont feed the troll scrive:
    Re: australia
    perchè hai sputtanato il tuo indirizzo di posta in giro...
  • Giovanni63 scrive:
    Relakks
    Sono sempre più convinto che i 50 all'anno quale contributo richiesto da Relakks (www.relakks.com) siano un ottimo investimento.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Relakks
      Oh yeah :-P
    • Mr.God scrive:
      Re: Relakks
      - Scritto da: Giovanni63
      Sono sempre più convinto che i 50 all'anno quale
      contributo richiesto da Relakks (www.relakks.com)
      siano un ottimo
      investimento.E´ che lo usano ancora in pochi, ho fatto giá uno studio di incidenza sul traffico qualche mese fa...Non appena diventerá un problema verranno rallentate a morte se non bloccate le VPN PPTP...
      • Alfonso Maruccia scrive:
        Re: Relakks


        Verranno rallentate a morte se non bloccate le VPNE' improbabile, visto che le aziende ci lavorano con le VPN...
        • Mr.God scrive:
          Re: Relakks
          - Scritto da: Alfonso Maruccia


          Verranno rallentate a morte se non bloccate le
          VPN

          E' improbabile, visto che le aziende ci lavorano
          con le
          VPN...We Andy! :DLe aziende sottoscrivono un contratto business o consumer?! ;)
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Relakks
            E ai filtri secondo te gliene frega qualcosa del tipo di contratto o piuttosto badano al tipo di pacchetti di dati? :-P
          • Mr.God scrive:
            Re: Relakks
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            E ai filtri secondo te gliene frega qualcosa del
            tipo di contratto o piuttosto badano al tipo di
            pacchetti di dati?
            :-PNon so se leggerai questa risposta perché é di ieri..ma se mai lo facessi:ogni cliente che si autentica al servizio (quindi RADIUS) é inserito nel DB (altrimenti chi non paga si connette a sbafo?!), ebbene, dinamicamente ogni IP rilasciato puó essere categorizzato come si vuole.Si potrebbe dividere anche customer gold, silver, bronze o business gold, silver, bronze. Addirittua limitazioni dinamiche in base al carico per zona, etc etc.....Se parlo, é perché so, e quindi é legge :D
    • miyamoto musashi scrive:
      Re: Relakks
      ci sarebbe anche tor o sistemi affini, che prevedono la "collaborazione" tra diversi host... se si allargano queste reti o reti come freenet, forse c'è ancora una possibilità in questo sporco mondo.
      • Mr.God scrive:
        Re: Relakks
        - Scritto da: miyamoto musashi
        ci sarebbe anche tor o sistemi affini, che
        prevedono la "collaborazione" tra diversi host...
        se si allargano queste reti o reti come freenet,
        forse c'è ancora una possibilità in questo sporco
        mondo.Si, che vengano rallentate o bloccate le VPN :D
  • Felipe Ramos scrive:
    Australia
    Che bel paese... Qualcuno sa la quota degli australiani che usano internet?
    • soulista scrive:
      Re: Australia
      - Scritto da: Felipe Ramos
      Che bel paese...

      Qualcuno sa la quota degli australiani che usano
      internet?da stime recenti dovrebbero essere sui 22.000...
    • Australiano scrive:
      Re: Australia
      La rete negli ultimi anni si è diffusa enormemente, grazie ad una politica di diffusione che ha permesso la copertura di quasi tutte le zone rurali (e qui rurale significa davvero rurale...).I provider sono molti, con molte offerte calibrate per le varie esigenze, e mediamente il servizio è eccellente, con velocità impensabili in italia.
  • StarChild scrive:
    soluzione: disdirre i contratti
    Come da oggetto.
    • lufo88 scrive:
      Re: soluzione: disdirre i contratti
      Se leggi tutti gli ISP sono costretti ad applicare i filtri.Non è possibili disdire i contratti, è come dire "non compriamo più pane".Hanno il coltello dalla parte del manico purtroppo.....
      • StarChild scrive:
        Re: soluzione: disdirre i contratti
        Si, in effetti è vero anche questo, però senza internet non si muore di fame, e disdire il contratto, ossia fare proprio a meno di internet, è un segnale forte in modo che a fare pressione sul problema siano gli ISP stessi che probabilmente hanno più peso del singolo individuo.
        • il signor rossi scrive:
          Re: soluzione: disdirre i contratti
          - Scritto da: StarChild
          Si, in effetti è vero anche questo, però senza
          internet non si muore di fame,al giorno d'oggi sì, almeno nelle avanzate economie occidentali oggi con internet tutti ci lavorano, direttamente o indirettamente. Senza, si muore quasi sicuramente di fame.
          • lufo88 scrive:
            Re: soluzione: disdirre i contratti
            A parte l'uso per l'economia, il non usare internet è proprio quello che vogliono fare....
      • castigo scrive:
        Re: soluzione: disdirre i contratti
        - Scritto da: lufo88
        Se leggi tutti gli ISP sono costretti ad
        applicare i
        filtri.
        Non è possibili disdire i contratti, è come dire
        "non compriamo più
        pane".io di pane non ne ho mai comprato..... è grave??
        • lufo88 scrive:
          Re: soluzione: disdirre i contratti
          Ho fatto un esempio :) Anch0io non compro pane :DRiformulo:Non comprare più generi alimentari :)Va bene così? :)
          • castigo scrive:
            Re: soluzione: disdirre i contratti
            - Scritto da: lufo88
            Ho fatto un esempio :) Anch0io non compro pane :D
            Riformulo:
            Non comprare più generi alimentari :)
            Va bene così? :)meglio :De cmq sono stato senza internet per un po' di tempo causa trasferimento.è seccante, ma non lo paragonerei all'assenza di cibo ;)
    • ur9821 scrive:
      Re: soluzione: disdirre i contratti
      Disdirre?????
    • katoblepa scrive:
      Re: soluzione: disdirre i contratti
      Esatto.Boicottaggio su larga scala.Niente più abbonamenti "consumer" e gli passa la voglia....Il punto è che bisogna avere capacità di mobilitazione. Diversamente il popolo bue di cose come questa nemmeno se ne accorge....
  • anonimo scrive:
    destra totalitarista allo stato puro!
    Che dire? Questa è la vera destra totalitarista allo stato purissimo di propaganda, censura, siamo in pieno Orwell, grande fratello, fattoria degli animali, crimine mentale...
    • emanule scrive:
      Re: destra totalitarista allo stato puro!
      per la cronaca in australia dopo anni e anni di governo di destra è appena salita al potere la sinistra...meditate gente meditate
      • dont feed the troll scrive:
        Re: destra totalitarista allo stato puro!
        Evidentemente allora,in Australia come in Italia, tutta sta gran differenza tra destra e sinistra non c'è.
        • chojin scrive:
          Re: destra totalitarista allo stato puro!
          - Scritto da: dont feed the troll
          Evidentemente allora,in Australia come in Italia,
          tutta sta gran differenza tra destra e sinistra
          non
          c'è.Non mi sembra che non ci siano differenze visto che appena arrivata al potere la sinistra emana simili leggi in Australia, leggi che prima la destra australiana non si sognava di varare.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: destra totalitarista allo stato puro!
            quello che proprio no ncapisci, o non vuoi capire è che laburista di sinistra
          • chojin scrive:
            Re: destra totalitarista allo stato puro!
            - Scritto da: dont feed the troll
            quello che proprio no ncapisci, o non vuoi capire
            è che laburista di
            sinistraAh, sì, certo, come no. Appena un partito di sinistra fa qualcosa di sconveniente si viene a dire che non è più di sinistra, che non è la vera sinistra..ehh!Anche Prodi non era la vera sinistra, giusto ? Ma và! Ma guarda caso,ehh!
          • dont feed the troll scrive:
            Re: destra totalitarista allo stato puro!
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: dont feed the troll

            quello che proprio no ncapisci, o non vuoi
            capire

            è che laburista di

            sinistra

            Ah, sì, certo, come no.No, per saperlo basta avere un QI a 3 cifre e una cultura da scuola dell'obbligo.
            Appena un partito di
            sinistra fa qualcosa di sconveniente si viene a
            dire che non è più di sinistra, che non è la vera
            sinistra..ehh!
            Anche Prodi non era la vera sinistra, giusto ? Ma
            và! Ma guarda
            caso,ehh!Mah a parte che Prodi non ha fatto nulla di sconveniente (se non tirare nel governo Mastella), dire che è di sinistra dopo aver per 30 anni assunto incarichi per nome e per conto della Democrazia Cristiana, è veramente una forzatura degna di chi si forma politicamente guardando il tg di Emilio Fede.
          • chojin scrive:
            Re: destra totalitarista allo stato puro!
            - Scritto da: dont feed the troll
            Mah a parte che Prodi non ha fatto nulla di
            sconveniente (se non tirare nel governo
            Mastella), dire che è di sinistra dopo aver per
            30 anni assunto incarichi per nome e per conto
            della Democrazia Cristiana, è veramente una
            forzatura degna di chi si forma politicamente
            guardando il tg di Emilio
            Fede.Una forzatura cosa? La DC è diventata di sinistra oltre l' 80% dagli anni '70 in poi.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: destra totalitarista allo stato puro!
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: dont feed the troll

            Mah a parte che Prodi non ha fatto nulla di

            sconveniente (se non tirare nel governo

            Mastella), dire che è di sinistra dopo aver per

            30 anni assunto incarichi per nome e per conto

            della Democrazia Cristiana, è veramente una

            forzatura degna di chi si forma politicamente

            guardando il tg di Emilio

            Fede.

            Una forzatura cosa? La DC è diventata di sinistra
            oltre l' 80% dagli anni '70 in
            poi.Potevi dirlo subito che per te è di sinistra chiunque non sia un decerebrato di destra estrema.
          • chojin scrive:
            Re: destra totalitarista allo stato puro!
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: chojin

            - Scritto da: dont feed the troll


            Mah a parte che Prodi non ha fatto nulla di


            sconveniente (se non tirare nel governo


            Mastella), dire che è di sinistra dopo aver
            per


            30 anni assunto incarichi per nome e per conto


            della Democrazia Cristiana, è veramente una


            forzatura degna di chi si forma politicamente


            guardando il tg di Emilio


            Fede.



            Una forzatura cosa? La DC è diventata di
            sinistra

            oltre l' 80% dagli anni '70 in

            poi.

            Potevi dirlo subito che per te è di sinistra
            chiunque non sia un decerebrato di destra
            estrema.Hai capito tutto nel tuo palese estremismo di sinistra per cui ti senti un eletto..ehh!
          • Francesco Esse scrive:
            Re: destra totalitarista allo stato puro!
            DFTT
    • chojin scrive:
      Re: destra totalitarista allo stato puro!
      - Scritto da: anonimo
      Che dire? Questa è la vera destra totalitarista
      allo stato purissimo di propaganda, censura,
      siamo in pieno Orwell, grande fratello, fattoria
      degli animali, crimine
      mentale...Guarda che in Australia governa la sinistra! Il partito laburista australiano è al potere e nel 2007 ha sconfitto la destra.
    • xxx scrive:
      Re: destra totalitarista allo stato puro!
      Già infatti tutti sanno che in 1984 si narra di un totalitarismo di destra... e che il "Grande Fratello" descritto è un dittatore Nazista.Almeno si andasse a scuola prima di scrivere baggianate...
      • OOB scrive:
        Re: destra totalitarista allo stato puro!
        Se almeno tu sapessi CHI è Orwell, cosa ha fatto, cosa pensa.. capiresti che Orwell non ce l'aveva con la dittatura "di sinistra". Orwell se vogliamo guardarlo da un punto di vista politico era più a sinistra di Stalin (dopotutto era un trotzkista, ha combattuto anche nel POUM il Partido Obrero de Unificación Marxista). Orwell ce l'aveva con il controllo totale nel nome del "buon gusto" e della "morale", cioé proprio con ciò che sta succedendo ora in Australia (e guarda guarda proprio ciò che sta succedendo ora anche in Italia grazie ai cattolici - vedi leggi "sicurezza" con cui si dichiara la prostituzione reato penale), se la prese principalmente con lo stalinismo proprio perché egli era trotzkista. Inoltre, considerare i laburisti australiani "di sinistra" è come considerare il PD "comunista". Certo che se guardi il TG5, te lo fanno passare cosi, ma se hai un minimo di senso critico, non la bevi.
        • miyamoto musashi scrive:
          Re: destra totalitarista allo stato puro!
          purtroppo temo che le tue parole siano sprecate.una volta che la televisione ha compiuto il suo miracolo lobotomizzante, non ci sono parole né logica né fatti che tengano.purtroppo, lo dico con arroganza consapevole, diversi livelli culturali sono destinati a rimanere isole nel mare insolcabile della comunicazione.
          • ZioTano. scrive:
            Re: destra totalitarista allo stato puro!
            - Scritto da: miyamoto musashi
            purtroppo temo che le tue parole siano sprecate.
            una volta che la televisione ha compiuto il suo
            miracolo lobotomizzante, non ci sono parole né
            logica né fatti che
            tengano.
            purtroppo, lo dico con arroganza consapevole,
            diversi livelli culturali sono destinati a
            rimanere isole nel mare insolcabile della
            comunicazione.QUOTAZIONE IN TOTO!
    • Paolo P scrive:
      Re: destra totalitarista allo stato puro!
      veramente da un anno in Australia c'è un governo laburistahanno anche equiparato i laser verdi per astronomia alle armi comuni
  • MisterEmme scrive:
    Chi paga ?
    Sono ancora i cittadini australiani a pagare,dunque contenti loro.... (che hanno scelto liberamente i loro rappresentanti...):(
  • Stacy think positive scrive:
    Noi altri gli andiamo dietro a ruota
    Sicuramente gli andremo dietro come pecore, quali siamo da tempo immemore.
  • xWolverinex scrive:
    Re: Chi controllare il controllore?

    Io come padre sarei contento di sapere che i miei
    figli non posso essere portati a fare click in un
    sito porno in modo involontario, almeno fino alla
    maggio età, in cui potranno comprare le riviste
    in edicola.Tu, come padre, non dovresti delegare l'educazione dei tuoi figli ad altri, non dovresti lasciarli "soli" davanti ad uno strumento come internet, o come la televisione. Ed i porno in edicola se li compreranno ben prima dei 18 anni
    • Pierino23 scrive:
      Re: Chi controllare il controllore?
      una facile risposta di chi probabilmente non è padre.Altrimenti ti renderesti conto che non è possibile stare sempre con loro davanti al PC, se sono piccoli attorno ai 10 lo puoi ancora fare, poche ore alla settimana, magari non gli dai ancora Internet (come nel mio caso), ma verso il 14/15 non ci più stare perché sara uno strumento di studio se non di hobbie, si scambieranno le mai ad esempio. A quel punto saranno soli.Inutile dire che se ne hai più di uno (sempre come il mio caso) la cosa diventa, anche assumendo di essere sempre dietro le loro spalle a controllare, impossibile! Inoltre -caro il mio semplificatore- buona parte dei genitori lavorano al pomeriggio. Certo c'è molta educazione sotto, vanno seguiti e responsabilizzati per prevenire, MA anche involontariamente possono finire a vedere porcherie.Comunque qui si sta esulando dal problema, se io SO che LEGALMENTE un edicolante non gli può dare una rivista se non ha 18 anni, in Internet non esiste nulla del genere. Ci si potrebbe dilungare sul fatto che per una rivista serve uscire, mostrare la faccia, in Internet sei anonimo e bastano 3 secondi di un click. Una regolamentazione ci vorrebbe.Chi vuol capire capisca, il resto sono sterili polemiche.
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Chi controllare il controllore?
        Anche quando eravamo piccoli noi, non avevamo i genitori appresso h24, ma ci educavano, e non facevamo quello ch enon dovevamo fare, anche se non avevamo 2 carabinieri appresso.La verità è che questa nuova generazione di "genitori", intendiamoi proprio la tua, con la "scusa" degli impegni di lavoro, lascia ragazzini dagli 8 anni in sù da soli davanti a pc, console e tv per ore, fregandosene di cosa fanno, purchè non rompano le palle.Inutile nascondersi dietro un dito.Se oggi i ragazzini e i "gggiovani" sono vuoti, sena ideali, e con modelli dis riferimento tutti sballati, è perchè i genitori se ne sono bellamente strafregati.ps.Anche 30 anni fa i genitori lavoravano.
        • Guido Angeli scrive:
          Re: Chi controllare il controllore?
          - Scritto da: dont feed the troll
          Anche quando eravamo piccoli noi, non avevamo i
          genitori appresso h24, ma ci educavano, e non
          facevamo quello ch enon dovevamo fare, anche se
          non avevamo 2 carabinieri
          appresso.
          cazzata.Facevate il cazzo che volete, come tutti. L'educazione dà un'impronta, che il ragazzino sceglie di seguire o meno in base a tante altre variabili, come l'esempio dei coetanei o la tentazione
          La verità è che questa nuova generazione di
          "genitori", intendiamoi proprio la tua, con la
          "scusa" degli impegni di lavoro, lascia ragazzini
          dagli 8 anni in sù da soli davanti a pc, console
          e tv per ore, fregandosene di cosa fanno, purchè
          non rompano le
          palle.
          La verità è che nonostante la produttività sia aumentata, il lavoro non è diminuito, anzi. Dove prima una famiglia si reggeva bene su un solo stipendio, e il secondo era destinabile ai lussi, adesso con 2 spesso si tira a campare. Se sei costretto a fare straordinari per pagare il mutuo a tasso variabile, volente o nolente il figlio non riesci a controllarlo allo stesso modo di come si faceva 20 anni prima.
          Inutile nascondersi dietro un dito.
          Se oggi i ragazzini e i "gggiovani" sono vuoti,
          sena ideali, e con modelli dis riferimento tutti
          sballati, è perchè i genitori se ne sono
          bellamente
          strafregati.
          non diciamo cazzate. Non è solo colpa dei genitori, benché un minimo di responsabilità ci sia. E' che la società ha sfasciato un equilibrio famigliare che seppur sessista (uomo lavoratore e donna casalinga) funzionava per crescere i figli in maniera seguita.Anziché migliorare questo equilibrio, ad esempio garantendo la possibilità di sopravvivenza ad una famiglia in cui entrambi i genitori lavorano part-time, si è preferito far conferire alle aziende tutti i vantaggi dell'incremento produttivo negli ultimi anni. Il risultato è che nonostante dove un tempo servivano 50 persone e adesso ne bastano 5 per produrre lo stesso, la gente deve comunque lavorare le sue 40 ore alla settimana, e nonostante tutto tira a campare.
          ps.
          Anche 30 anni fa i genitori lavoravano.Dai, non puoi dire che sia la stessa cosa. Ricordo ad esempio che da bambino ero uno dei pochi ad avere una madre che lavorava, e invidiavo tutti i miei compagni di classe con la madre casalinga, che dava indubbiamente più attenzioni.Di lì a qualche anno ho saputo che hanno tutte cercato e trovato un impiego qualsiasi.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            Forse oggi la vita è un po' + complicata di 30 anni fa, è vero, ma forse è altrettanto vero che non bisogna confondere le cause con gli effetti.Se oggi la società vuole un maggior numero di ore da parte dei genitori passata fuori di casa, è altrettanto vero che per una sorta di egoismo sociale la famiglia non è + il fine ultimo, ma solo un accessorio.Quando mio padre e mia madre si spaccavano la schiena a lavoro, lo facevano per i figli, qualsiasi loro azione era votata a questo fine ultimo, e così tutti i gentiori di tutti i miei amici.Si puo' dire lo stesso oggi?E' la società che non ha + la famiglia come mattone fondamentale, o è la famiglia (per responsabilità di chi la regge) che ha perso questo ruolo, perchè ha perso il significato di un tempo?Capisco il poco tempo e la stanchezza (diamine lavoro anche io) ma quanti genitori oggi chiedono ai figli, cosa hanno fatto a scuola, se hanno fatto i compiti, come hanno impiegato il loro tempo libero?quanti genitori oggi conoscono gli amici dei loro figli?
          • Pierino23 scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            "piove, governo ladro""non c'è più la mezza stagione""non c'è più la famiglia"altre banalità?
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            sei tu l'esperto di banalità, fai tu.Ti sta a rodere tanto il sederino perchè hai perso il controllo dei tuoi figli, ma la colpa non è mia, caro il mio bel cafone.E ora perchè tu sei un fallimento come padre, ci vuoi imporre leggi naziste a tutti?Ma vai a ramengo, vai
          • MegaLOL scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            HAHAHAHA! Quanto mi diverte leggere i commenti infuriati di voi poveri sfigati! Il governo australiano ha rovesciato un'immensa, odorosa e grassa camionata di sterco di bufalo sulle vostre facce brufolose! (rotfl)HAHAHAHA! Sembrate un branco di bambini col moccio al naso sul piede di guerra perchè sono appena stati buttati fuori dal campetto dove giocherellavano e su cui sta per essere costruito un palazzo!Magari sognati di far saltare le ruspe, vero? Di armarvi di pistole ad acqua e mandare a casa gli operai! Invece non potete, guarda un po', non potete e se ci proverete vi manderanno a piangere da mammina con due ceffoni ben assestati.HAHAHAHA! Per l'internacchio è finita!
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            vaia vivere in Australia, no?Che problema c'è?Ah lì pero' per vivere bisogna lavorare, non so se ti ci troverai bene.
          • MegaLOL scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            HAHAHA! Quanto mi fai ridere. Io un lavoro già ce l'ho, e non mi pagano un tozzo di pane al mese come a voi sfigati con le vostre tastierine. (rotfl)E perchè dovrei trasferirmi in Australia? E' solo l'inizio, le regole arriveranno anche qui e non voglio perdermi le vostre scenate e i vostri pianti. (rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            - Scritto da: MegaLOL
            HAHAHA! Quanto mi fai rodere. Lo so.
          • Punisher scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            - Scritto da: MegaLOL
            HAHAHA! Quanto mi fai ridere. Io un lavoro già ce
            l'ho, e non mi pagano un tozzo di pane al mese
            come a voi sfigati con le vostre tastierine.
            (rotfl)

            E perchè dovrei trasferirmi in Australia? E' solo
            l'inizio, le regole arriveranno anche qui e non
            voglio perdermi le vostre scenate e i vostri
            pianti.
            (rotfl)Quando ti troverai la canna di un AK47 infilata nella narice destra riderai meno. (cylon)(rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            finchè è la narice...
          • miyamoto musashi scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            ahahahvi piace il capitalismo eh! evvài coi mutui, le carte di credito, i debiti e la finanza creativa!!
        • Pierino23 scrive:
          Re: Chi controllare il controllore?
          Ma come ti permetti a giudicare come IO educo i miei figli, che ne sai di come gestiamo videogiochi e PC? Ma va, dai, hai detto la tua caxxata, adesso dileguati."Quando punti il dito alla luna lo stolto (sì proprio tu) guarda il dito"
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            Innanzitutto, bel codone di paglia, "dileguati" lo vai a dire qualche tuo congiunto e non a me, con il quale non hai confidenza e pretendo EDUCAZIONE.In secundis, difronte a cotale maleducazione, arroganza e mancanza di rispetto per il prossimo, mi domando cosa mai tu possa insegnare ai tuoi figli.Infine, io parlavo di una "generazione" di genitori, e non di te in particolare, se ti va a fuoco la coda di paglia sono problemi solo tuoi.Sullo "stolto" soprassiedo.
          • xWolverinex scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            - Scritto da: dont feed the troll
            Innanzitutto, bel codone di paglia, "dileguati"
            lo vai a dire qualche tuo congiunto e non a me,
            con il quale non hai confidenza e pretendo
            EDUCAZIONE.

            In secundis, difronte a cotale maleducazione,
            arroganza e mancanza di rispetto per il prossimo,
            mi domando cosa mai tu possa insegnare ai tuoi
            figli.

            Infine, io parlavo di una "generazione" di
            genitori, e non di te in particolare, se ti va a
            fuoco la coda di paglia sono problemi solo
            tuoi.

            Sullo "stolto" soprassiedo.Beh uno con questa educazione credo bene che pretenda siano gli altri ad educare i propri figli. Scommetto che quando prenderanno la patente pretendera' che tutti gli altri automobilisti del mondo se ne rimangano dentro casa.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            - Scritto da: xWolverinex
            - Scritto da: dont feed the troll

            Innanzitutto, bel codone di paglia, "dileguati"

            lo vai a dire qualche tuo congiunto e non a me,

            con il quale non hai confidenza e pretendo

            EDUCAZIONE.



            In secundis, difronte a cotale maleducazione,

            arroganza e mancanza di rispetto per il
            prossimo,

            mi domando cosa mai tu possa insegnare ai tuoi

            figli.



            Infine, io parlavo di una "generazione" di

            genitori, e non di te in particolare, se ti va a

            fuoco la coda di paglia sono problemi solo

            tuoi.



            Sullo "stolto" soprassiedo.

            Beh uno con questa educazione credo bene che
            pretenda siano gli altri ad educare i propri
            figli. Scommetto che quando prenderanno la
            patente pretendera' che tutti gli altri
            automobilisti del mondo se ne rimangano dentro
            casa.E' il segno dei tempi.Ce n'è un monte di gente così, per la quale gli altri devono loro tutto e loro non devono niente a nessuno.Il risultato è sotto gli occhi di tutti, questo Paese e questo mondo diventano sempre + invivibili
          • xWolverinex scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?

            E' il segno dei tempi.
            Ce n'è un monte di gente così, per la quale gli
            altri devono loro tutto e loro non devono niente
            a
            nessuno.
            Il risultato è sotto gli occhi di tutti, questo
            Paese e questo mondo diventano sempre +
            invivibiliMia madre e' maestra alle scuole elementari... e le stesse cose che dice questo padre (ammettendo che sia il suo anno di nascita) se le sente ripetere non sai quante volte. Poi.. pero'... i loro figli se la fanno addosso in quinta... o sono dei "bulli" perche' sfogano a scuola quello che non fanno a casa.. o smessaggiano durante le lezioni e piangono se gli togli il telefono... o fanno i compiti con la calligrafia dei genitori (o sono bravissimi a imitare le scritture... o...) Oramai le maestre sono bravissime, vedendo il comportamento dei bambini, a dire che tipo di genitori hanno. Ed il bello e' che hanno sempre ragione i genitori. I maestri, gli educatori, contano meno di zero.
          • miyamoto musashi scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            a me pare che sei stato tu a sollevare la questione dalla quale si deduce che non sei in grado di garantire un certo tipo di educazione ai tuoi figli (per qualsivoglia motivo) e dunque ti fa piacere poterti affidare a strumenti "esterni" di controllo.da qui si traggono tutte le considerazioni del caso.come studioso di psicologia e sociologia e guardando certi genitori oggi come si "propongono" davanti ai loro figli durante eventi sociali, mi sento di affermare che buona parte della rovina dei figli è dovuta ai genitori (scusante: condizionati a loro volta dalla società costruita ad hoc per forgiare le generazioni future di pecore)
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Chi controllare il controllore?
        contenuto non disponibile
        • Pierino23 scrive:
          Re: Chi controllare il controllore?
          mha, di reale qui non so cosa ci sia.Certo che ci sono molti che predicano bene e razzolano male, vorrei sapere quanti padri qui stanno replicando.Comunque ognuno qui può dire quello che vuole, ma certamente io continuo a dire un'altra cosa che pare sfuggire ai molti che preferiscono la facile polemica: NON intendo impedire ai miei figli di fare quello che vogliono, voglio pure che sbaglino, fa bene, ma quello che non voglio è che dei siti cerchino di carpire la loro buona fede facendoli andare dove non vogliono andare e vedere contenuti che non sono pronti ancora a capire e giudicare. Io 10 anni fa sono stato portato ad un sito portno solo perché aveva lo stesso dominio di una nota azienda di game, vorrei sapere a chi rivolgermi per evitare che succeda.Io stesso, che vivo nel mondo reale, sono stato uno dei primi (il secondo credo) a ricevere un rimborso da un provider, tramite il garante della privacy, per aver ricevuto per spam con link a siti pornografici. Andavo bene che erano tutti in Italia, provider compreso, ma se fosse stato russo o bulgaro sarei stato a piedi.Nel mondo reale SO quali regole vi sono, SO a chi rivolgermi, ci sono delle regole, nella rete NO. E dico che non ci sono ancora, perché qualcuno si è accorto che qualcosa non va. Per ore le reazioni sono ingenue ed i metodi primitivi ed a forza bruta e saranno migliorati, ma la strada è questa. Io non vorrei una rete anarchica, mancano regole!Solo perchè non sono un costituzionalista non posso non esimermi di criticare un governo.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            Insomma: cattivo genitore, sessuofobo e pure leguleio.Alè.
          • Punisher scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            IO sono padre e ti garantisco che non permetterei (e non permetterò) a nessun ente governativo o commerciale di determinare il livello di accessibilità a internet che mio figlio deve avere. Mia moglie e io siamo perfettamente in grado di far fronte alla necessità.
          • Pierino23 scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            magari però invochi la polizia perchè faccia sparire gli spacciatori che si mettono davanti alla scuola dei tuoi figli
          • castigo scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            - Scritto da: Pierino23
            mha, di reale qui non so cosa ci sia.vuoi la realtà??eccoti servito:http://gongoro.blogspot.com/2008/08/come-stuprare-una-bambina-e-vivere.htmlqueste sono le leggi.italiane.è questa le realtà con la quale devi confrontarti, non l'insieme di buone intenzioni sbandierate dai vari partiti alla vigilia della truffa elettorale.e tu ti aspetti qualcosa di sensato da persone che sono in grado anche solo di tollerare una situazione simile??prima ti renderai conto che lo stato che invochi è la principale causa della disgregazione attuale e prima la smetterai di chiedere a gran voce il suo intervento.
            Comunque ognuno qui può dire quello che vuole, ma
            certamente io continuo a dire un'altra cosa che
            pare sfuggire ai molti che preferiscono la facile
            polemica: NON intendo impedire ai miei figli di
            fare quello che vogliono, anche perché non ci riusciresti ;)voglio pure che
            sbaglino, fa bene, ma quello che non voglio è che
            dei siti cerchino di carpire la loro buona fede
            facendoli andare dove non vogliono andare e
            vedere contenuti che non sono pronti ancora a
            capire e giudicare. Io 10 anni fa sono stato
            portato ad un sito portno solo perché aveva lo
            stesso dominio di una nota azienda di game,
            vorrei sapere a chi rivolgermi per evitare che
            succeda.a parte che il dominio proprio uguale non doveva essere, forse all'ICANN??
            Io stesso, che vivo nel mondo reale, sono stato
            uno dei primi (il secondo credo) a ricevere un
            rimborso da un provider, tramite il garante della
            privacy, per aver ricevuto per spam con link a
            siti pornografici. Andavo bene che erano tutti in
            Italia, provider compreso, ma se fosse stato
            russo o bulgaro sarei stato a
            piedi.

            Nel mondo reale SO quali regole vi sono, SO a chi
            rivolgermi, ci sono delle regole, nella rete NO.
            E dico che non ci sono ancora, perché qualcuno si
            è accorto che qualcosa non va. Per ore le
            reazioni sono ingenue ed i metodi primitivi ed a
            forza bruta e saranno migliorati, ma la strada è
            questa. Io non vorrei una rete anarchica, mancano
            regole!io invece la vorrei anarchica, perché anarchia non vuol dire assenza di regole, ma assenza di stato.
            Solo perchè non sono un costituzionalista non
            posso non esimermi di criticare un
            governo.con le stronzate che fanno non serve esserlo per rendersene conto ed esprimere delle critiche....
      • samu scrive:
        Re: Chi controllare il controllore?
        - Scritto da: Pierino23
        una facile risposta di chi probabilmente non è
        padre.

        Altrimenti ti renderesti conto che non è
        possibile stare sempre con loro davanti al PC, se
        sono piccoli attorno ai 10 lo puoi ancora fare,
        poche ore alla settimana, magari non gli dai
        ancora Internet (come nel mio caso), ma verso il
        14/15 non ci più stare perché sara uno strumento
        di studio se non di hobbie, si scambieranno le
        mai ad esempio. A quel punto saranno
        soli.a quel punto basta che cerchi su gooooogel e trovi dei software che fanno al caso tuo permettendoti di filtrare i contenuti che vede in base- alle tue credenze religiose- alle tue opinioni politiche- alle tue opinioni sessualiIn questo modo decidi tu cosa deve vedere tuo figlio e non lo stato e sopratutto permetti ad ognuno di fare le proprie scelte,io ne ho acquistato uno, ho passsato qualche ora a configurarlo e ora sono + tranquillo .Hai dubbio che quei programmi funzionino ? Informati e comprane uno che funzioni e comunque, chi ti garantisce che con dei filtri statali la sicurezza ci sia ? sono aggirabili anche quelli
        Comunque qui si sta esulando dal problema, se io
        SO che LEGALMENTE un edicolante non gli può dare
        una rivista se non ha 18 anni, in Internet non
        esiste nulla del genere.Invece esiste, dal disclaimer banale prima di entrare nel sito a sistemi di verifica dell'identita'.
        Una regolamentazione ci vorrebbe.
        ah e chi decide cosa e' giusto e cosa no ? io voglio che mio figlio cresca con idee aperte, non che vada in giro con gli amici a picchiare cinesi e a fare il bullo.
        Chi vuol capire capisca, il resto sono sterili
        polemiche.no, c'e' la via facile di dare in mano il tutto allo stato cosi' ti puoi lamentare e c'e' la responsabilizzazione .Il fare un figlio e' un atto meccanico di cui son capaci tuttiil crescerlo e' un'altra questione e non capisco perche' dobbiamo pagare tutti per la tua irresponsabilita'.
        • Pierino23 scrive:
          Re: Chi controllare il controllore?

          a quel punto basta che cerchi su gooooogel e trovi dei
          software che fanno al caso tuo permettendoti di
          iltrare i oh caspita? davvero??senti, lo so questo, e lo farò, lo farò nel ruoter più che nel PC, facilmente aggirabile
          Invece esiste, dal disclaimer banale prima
          di entrare nel sito a sistemi di verifica dell'identita'.questa è autoregolamentazione, utile ma non sufficiente
          ah e chi decide cosa e' giusto e cosa no?bravo merlo!e chi dice alla polizia cosa è giusto fare, non fare?chi dice al governo che leggi promulgare e come legiferare?Se la polizia ogni tanto picchia qualcosa che facciamo? la togliamo?se qualche legge favorisce i pochi, che fai? togli tutta il nostro sistema di governo?
          no, c'e' la via facile di dare in mano il tutto allo
          stato cosi' ti puoi lamentare e c'e' la
          responsabilizzazione .ancora chi non vuole capire!IO NON DEMANDO A NESSUNOGuarda come funziona uno stato democratico!!Solo perchè c'è la polizia, una costituzione e la legge nessuno si sogna di non educare i propri figli all'onestà. Pensaci prima di guidicare che non conosci.
          Il fare un figlio e' un atto meccanico di cui son capaci
          tutti
          il crescerlo e' un'altra questione e non capisco perche'
          dobbiamo pagare tutti per la tua irresponsabilita'.ma che ne sai di me? Esimiti da dire caxxate
          • samu scrive:
            Re: Chi controllare il controllore?
            - Scritto da: Pierino23


            ah e chi decide cosa e' giusto e cosa no?
            bravo merlo!
            e chi dice alla polizia cosa è giusto fare, non
            fare?c'e' una seria distinzione tra questioni di carattere legale e questioni di carattere morale magari fai qualche ricerchina sempre su goooogel ...
      • xWolverinex scrive:
        Re: Chi controllare il controllore?
        - Scritto da: Pierino23
        una facile risposta di chi probabilmente non è
        padre.Non per cattiveria ma nessuno costringe nessuno a diventare padre o madre. Soprattutto al giorno d'oggi prima di mettere in piedi una famiglia bisognerebbe anche valutare se ce se lo "puo' permettere" sotto ogni aspetto.. economico, di tempo,etc. Oppure sacrificare qualcosa per la famiglia, e non il contrario. Invece oggi (e ne sono la dimostrazione gli adolescenti attuali cresciuti a tv, consoles e maria de filippi) e' sempre la famiglia quella che viene trascurata anteponendogli il proprio ego. Ma non e' proprio cosi'. Chi sceglie di formare una famiglia dovrebbe essere ben consapevole che dovra' rinunciare a molte cose. Non si puo' avere la botte piena e la moglie ubriaca.
        Altrimenti ti renderesti conto che non è
        possibile stare sempre con loro davanti al PC, se
        sono piccoli attorno ai 10 lo puoi ancora fare,
        poche ore alla settimana, magari non gli dai
        ancora Internet (come nel mio caso), ma verso il
        14/15 non ci più stare perché sara uno strumento
        di studio se non di hobbie, si scambieranno le
        mai ad esempio. A quel punto saranno soli.A 14/15 anni ne sanno piu' di te e me messi insieme. E se non c'e' internet ci sono le edicole.. come c'erano quando ero 14enne io.
        Inutile dire che se ne hai più di uno (sempre
        come il mio caso) la cosa diventa, anche
        assumendo di essere sempre dietro le loro spalle
        a controllare, impossibile! Mah... che strano. Io ho una sorella e i miei ce l'hanno sempre fatta. Ci portavano a fare sport, giocavano con noi... Certo, non andavano dall'estetista, o se andavano in palestra si portavano anche noi. Se facevamo uno sport spesso facevamo lo stesso (a me il calcio non piaceva..).. ma non e' stato cosi' "impossibile".
        Inoltre -caro il mio
        semplificatore- buona parte dei genitori lavorano
        al pomeriggio. Certo c'è molta educazione sotto,
        vanno seguiti e responsabilizzati per prevenire,E si ritorna alle premesse iniziali.
        MA anche involontariamente possono finire a
        vedere porcherie.Le porcherie le vedono anche in tv da amici in poi. Quindi?
        Comunque qui si sta esulando dal problema, se io
        SO che LEGALMENTE un edicolante non gli può dare
        una rivista se non ha 18 anni, in Internet non
        esiste nulla del genere. Boiate. A 14 anni ti danno i pornazzi in edicola come se ne avessi 18. Cosi' come i siti "legali" non ti fanno entrare se non hai una carta di credito (e la carta di credito un 14enne non ce l'ha... o se ce l'ha direi che il genitore ha qualche problemino).
        Ci si potrebbe dilungare
        sul fatto che per una rivista serve uscire,
        mostrare la faccia, in Internet sei anonimo e
        bastano 3 secondi di un click. Una
        regolamentazione ci
        vorrebbe.See capirai.... in un mondo dove trovare un 14enne vergine e' grasso che cola si fanno proprio sti' problemi. Ma sono sottigliezze.
        Chi vuol capire capisca, il resto sono sterili
        polemiche.Siccome c'e' chi a 14 (o meno!) viene sfruttato nel lavoro nero (siti porno o schifezze illegali), aboliamo il lavoro (aboliamo tutto il porno e tutte le schifezze) !. E' questo cio' che tu dici. Per carita'... io sarei anche d'accordo !!! Invece di "combattere" quando si presentano le situazioni "illegali", blocchiamo tutto a monte. Stesso, identico ragionamento.
      • gerry scrive:
        Re: Chi controllare il controllore?
        - Scritto da: Pierino23
        una facile risposta di chi probabilmente non è
        padre.Genio, spiegami perchè i filtri non li hanno messi a chi li chiedeva ma a tutti indiscriminatamente.
        • Pierino23 scrive:
          Re: Chi controllare il controllore?
          perchè, come dico -e nessuno legge, scrivete, scrivete ma poi non leggete- che è un inizio errato, grossolano, a forza bruta, è una reazione ad una rete prima di regole, è più facile mettere filtri così alla caxxo che non mettere regole.
      • miyamoto musashi scrive:
        Re: Chi controllare il controllore?
        facile controrisposta per chi è padre e non vuole sentire i sensi di colpa...del resto non è colpa nostra, è colpa della società (capitalista!) che ci costringe a lavorare tanto per produrre tanto (per poter buttare tanto)...tutto ha un senso, il cerchio si chiude... stiamo costruendo il futuro sperimentando sulla pelle dei nostri figli con una lungimiranza pari a quella di cieco in un universo vuoto... e abbiamo pure buone scuse per giustificare i fallimenti.applausi per questa società vincente!
  • babelzeta scrive:
    cina docet
    ...prima o poi tutti seguiranno l'esempio della cina. purtroppo.
    • CCC scrive:
      Re: cina docet
      - Scritto da: babelzeta
      ...prima o poi tutti seguiranno l'esempio della
      cina.della cina e di altri...per esempio, senza andare lontano, dell'italia... che alla cina fa 2 a zero e palla la centro
      purtroppo.già
  • Gengis Khan scrive:
    Comunismo allo stato puro
    Che dire? Questo e il vero comunismo allo stato purissimo di propaganda, censura, siamo in pieno Orwell, grande fratello, fattoria degli animali, crimine mentale... Il comunismo, la vera malattia della liberta' ,quello che uccide le liberta' coi carri armati contro cittadini inermi, quello dei gulag in siberia, quello che impedisce di manifestare il dissenso, quello che affoga nel sangue la liberta' di pensiero, quello dei milioni di deportati in cina e russia per aver detto una parola di troppo...Tra parentesi l'Australia e' governata dalla sinistra e questa e' una sua simpatica trovata.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      parlare di "sinistra" nei paesi anglosassoni è veramente una forzatura di chi cerca di fare propaganda di destra, fatta da gente di destra, la cui preparazione culturale è nota ai +.a codesti anticomunisti chiederei di riflettere sulle libertà che c'erano nel caro ventennio che rimpiangono tanto.
      • pabloski scrive:
        Re: Comunismo allo stato puro
        azz c'era la libertà di tacere :Dcomunque è vero questo tizio non sa manco di cosa parlo, quando poi il comunismo impone come misura primaria la nazionalizzazione di tutte le attività e l'abolizione della proprietà privataa me queste sembrano solo bieche dittature di destra, le stesse dittature tante amate da Bush ( e infatti l'Australia è il delfino più fidato dell'America neocon )
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Comunismo allo stato puro
          Poi quando si dice che "i destri" sono ignoranti come capre, si risentono pure.
        • MegaLOL scrive:
          Re: Comunismo allo stato puro
          - Scritto da: Genoveffo il terribile

          Ahahahahahahaha .... alla faccia.
          Se eliminiamo fascismo e nazismo abbiamo
          eliminato la
          destra!!

          MAGARI!Si, perchè i Tories derivano dal fascismo. Tu ti masturbavi durante le lezioni di storia, vero? E te la sei pure presa perchè ti hanno bocciato.Tarzanello.
        • pabloski scrive:
          Re: Comunismo allo stato puro
          già certo come la sinistra italiana i cui membri sono tutti ex dipendenti di Goldman Sachs e prendono ordini dalla City di Londrama di che sinistra stiamo parlando? questa sinistra certo non è la sinistra di Leninle dittature di destra comunque ci sono state, il movimento fascista era di destra, quello nazista pure, del resto mi pare che un certo Adolfo ce l'aveva a morte con i comunisti o sbaglio?e nelle politiche sociali ed economiche non mi pare che fossero per l'abolizione della proprietà privata o sbaglio?
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            vaglielo a dire tu a quelli di forza nuova che il fascismo è di sinistra.Ah quando vai, voglio essere presente.
          • Francesco Esse scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            Io lo filmo e lo mando a Studiapereta.
        • miyamoto musashi scrive:
          Re: Comunismo allo stato puro
          basta che ne sei convinto tu.io citerei solo gaber: ma che cos'è la destra che cos'è la sinistra.alla fine non conta come etichetti la realtà.il nocciolo è però che nel mondo delle ideologie, la destra è affine alla realtà etichettata come "fascismo", "nazismo" etc. perché nel mondo delle ideologie la sinistra aborrisce la stato di polizia (tra le altri cose), che finisce per diventare sempre uno strumento di controllo (coatto) delle masse
          • chojin scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            - Scritto da: miyamoto musashi
            basta che ne sei convinto tu.
            io citerei solo gaber: ma che cos'è la destra che
            cos'è la
            sinistra.
            alla fine non conta come etichetti la realtà.
            il nocciolo è però che nel mondo delle ideologie,
            la destra è affine alla realtà etichettata come
            "fascismo", "nazismo" etc. perché nel mondo delle
            ideologie la sinistra aborrisce la stato di
            polizia (tra le altri cose), che finisce per
            diventare sempre uno strumento di controllo
            (coatto) delle
            masseLa sinistra ideologica adora solo il proprio stato di polizia contro cui non ha mai nulla da ridire. I dittatori di sinistra sono infatti grandi esempi ed idoli per i fanatici di sinistra.
      • chojin scrive:
        Re: Comunismo allo stato puro
        - Scritto da: dont feed the troll
        parlare di "sinistra" nei paesi anglosassoni è
        veramente una forzatura di chi cerca di fare
        propaganda di destra, fatta da gente di destra,
        la cui preparazione culturale è nota ai
        +.

        a codesti anticomunisti chiederei di riflettere
        sulle libertà che c'erano nel caro ventennio che
        rimpiangono
        tanto.La sinistra è tutta uguale in tutto il mondo, purtroppo per l'umanità. E' una enorme piovra che si autodefinisce "La Cosa 2" ..
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Comunismo allo stato puro
          - Scritto da: chojin
          - Scritto da: dont feed the troll

          parlare di "sinistra" nei paesi anglosassoni è

          veramente una forzatura di chi cerca di fare

          propaganda di destra, fatta da gente di destra,

          la cui preparazione culturale è nota ai

          +.



          a codesti anticomunisti chiederei di riflettere

          sulle libertà che c'erano nel caro ventennio che

          rimpiangono

          tanto.

          La sinistra è tutta uguale in tutto il mondoFalso, se fosse nel modno come in Italia non avremmo dittature, ma solo pantofolai scollegati dalle necessità della gente, avversi alle destre solo per facciata, ma di fatto amici delle stesse.Fortunatamente la "sinistra" NON è uguale in tutto il mondo.
      • Bastard Inside scrive:
        Re: Comunismo allo stato puro
        - Scritto da: dont feed the troll
        parlare di "sinistra" nei paesi anglosassoni è
        veramente una forzatura di chi cerca di fare
        propaganda di destra, fatta da gente di destra,
        la cui preparazione culturale è nota ai
        +.
        Hai esaminato tutta la gente di DX per affermare ciò?Il 6 politico anche alle capre chi lo chiedeva, DX o SX?
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Comunismo allo stato puro
          - Scritto da: Bastard Inside
          - Scritto da: dont feed the troll

          parlare di "sinistra" nei paesi anglosassoni è

          veramente una forzatura di chi cerca di fare

          propaganda di destra, fatta da gente di destra,

          la cui preparazione culturale è nota ai

          +.



          Hai esaminato tutta la gente di DX per affermare
          ciò?No, pero' caso strano 9 volte su 10 non capiscono e non sanno una beneamata.Come aberrazione statistica mi pare interessante.
          Il 6 politico anche alle capre chi lo chiedeva,
          DX o
          SX?Evidentemente tu non sei tra i +, la "preparazione culturale" non è una cosa che si misura con i voti.Che triste superficialità.
    • snem scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      Hai confuso la parola comunismo con totalitarismo.
    • homer68 scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      http://it.wikipedia.org/wiki/Comunismo"Per comunismo si intende in primo luogo una realtà sociale che presuppone la comunanza dei mezzi di produzione a cui si accompagna l'assenza dello stato."
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Comunismo allo stato puro
        contenuto non disponibile
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Comunismo allo stato puro
          Allora, per lo stesso tipo di ragionamento, potremmo dire che tutte le dittature, comprese quelle comuniste, sono fasciste.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            contenuto non disponibile
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            Credo che invece sia giusto ribadire che il comunismo in sè, come idea economica e come filosofia, non ha niente di sbagliato e che definirsi comunisti non comporti nessun amore per la privazione della libertà.Perchè il problema è che utlimamente c'è tanta voglia di riscrivere la storia, da parte di gente che ne ha necessità per rifarsi un nome, e si usano termini a sproposito come per esempio "comunista" come se fosse un insulto, mentre forse ha a che fare con il romanticismo di chi preferisce credere che l'essere umano sia migliore di quello che è.I termini sono importanti (come diceva qualcuno).
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            contenuto non disponibile
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: dont feed the troll

            Credo che invece sia giusto ribadire che il

            comunismo in sè, come idea economica e come

            filosofia, non ha niente di sbagliato e che

            definirsi comunisti non comporti nessun amore
            per

            la privazione della

            libertà.

            salvo poi che tutti coloro che sono arrivati al
            potere e hanno inserito nel nome della nazione
            che controllavano la parola 'comunista' hanno
            fatto il contrario esatto (ovvero lo stato è
            tutto il cittadino è
            nulla).
            Beh voglio dire, come scusa per avere il potere assoluto, ogni ideale è buono.C'è chi si definisce (definiva) comunista e c'è chi oggi (non 100 anni fa) si riempie la bocca della parola libertà, per ottenere lo stesso scopo. Vogliamo forse disprezzare il concetto di "libertà" solo perchè Berlusconi usa il termine libertà e i suoi derivati a spropoisto e per i suoi biechi fini?E' forse sbagliata la "guerra al terrorismo", solo perchè Bush e la sua amministrazione sciagurata ci si nasconde dietro per fare i loro porci comodi?

            I termini sono importanti (come diceva
            qualcuno).

            La realtà è ben più importante del termine.I termini servono a definirla.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            contenuto non disponibile
          • Snoopy scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Snoopy


            ..c'é scritto ed é chiaro, non é teorico.

            Se non è teorico, mi citi un'istanza?mah.. subuto dopo? un po' più sotto?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            contenuto non disponibile
          • Ursus Arctos scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            vuoi un esempio pratico, leggi la storia degli indiani di america, ti bastano come numero?qualsiasi tribù applicava l'assoluto comunismo teorico, anche con la natura. . .Per me si esagera troppo a criticareeil comunismo, l'opposto di comunismo non è destra!!!!è CAPITALISMO!!!l'opposto di comunitarismo e individualismo!!!l'opposto di democrazia(teorica) è totalitarismo(reale)!!!!
          • Giocatore110 scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            Dagli Appalacchi ad est la civiltà degli Nativi Americani era molto complessa e i nostri libri di storia spesso la saltano. Anche nelle zone desertiche dell'ovest c'erano società stabili, che si sono perse.E questo rimanendo nei soli Stati Uniti.Scendendo giù le società si facevano ancora più varie, sei sicuro che fossero esempi esatti di Comunismo teorico?
          • Snoopy scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro

            No, 'pare che un gruppo di tre persone in India
            abbia applicato il comunismo a si sia trovato
            bene' non è
            un'istanza.non pare, é. Non solo in india, in europa, negli stati uniti. E questo per quanto riguarda il mondo moderno e occidentale.
            Serve un paese con un milioncino di abitanti per
            vedere se
            funziona."Tu ti riferisci a dittature imposte dall'alto su larga scala"E' quello che cerco di dire, non funziona così. Dall'inizio dei tempi l'uomo ha vissuto in piccole comunità, adattate al territorio e alla loro particolare realtà, come qualsiasi piccolo villaggio africano, popolazioni della foresta dell'amazzonia, gruppi di mormoni, gruppo di fattorie negli stati uniti, piccola comunità di montagna in europa, comuni create negli anni 60 (per esempio ne esistono ancora in nord europa). Ci si adatta e ci si specializza per la propria realtà. E' un processo naturale! Non so per quale malato motivo uno ha il desiderio di sedersi ad un tavolo e decidere una realtà per tutti, non avendo minimamente idea delle realtà locali, e volerla imporre su larga scala. E' come vedere la cartina dell'africa, é divisa da righe, ma ti rendi conto? E' pura pazzia. Poi queste piccole non devono per forza isolarsi e restare isolate, ci si può spostare, commerciare, scambiare conoscenze e prodotti, evolversi. Ma ogni comunità é autonoma, conosce la propria realtà e le proprie esigenze, mica devi arrivare tu e dire come vivere, non esiste una soluzione, esistono tante piccole soluzioni per tante piccole realtà differenti.Il discorso che fai tu é come chi dice che il solare non può sostituire le altre fonti =
            il solare non funziona. Chi ha un fiume usa il fiume, chi ha il vento usa il vento, chi il sole il sole. Ci si adatta e ci si specializza. Ogni regione conosce le sue risorse e le sue peculiarità te non devi preoccuparti di fare un disegno divino per tutti.Il concetto é un po' come la svizzera, c'é la nazione e ci sono i cantoni, ogni cantone ha una realtà differente per questo ci sono si le autorità federali, ma poi per gli aspetti locali ci sono le autorità cantonali.
            Fin'ora non ha funzionato.
            A te l'onere del controesempio.
          • miyamoto musashi scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            un'istanza?ma guarda che esistono comunità la cui forma di "governo" è classificabile come comunismo.peccato che se queste entità (istanze) dovessero crescere fino a poter diventare un governo nazionale, arriverebbero i buoni capitalisti americagni a farli fuori in un modo o nell'altro, come hanno fatto con altre realtà in sudamerica.ah i buoni ameericagni sempre a difenderci dai pericoli del mondo!!del resto, anche se esistessero nel mondo nazioni comuniste, la propaganda riguardo al modo in cui si vive inquei posti ti avrebbe così pesantemente fritto il cervello che non accetteresti nessuna considerazione positiva, nemmeno se contrapposta a palesi negatività del nostro sistema (che scommetto difendi come "il migliore possibile"... dimostrando quanto tu sia pecora)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Comunismo allo stato puro
            contenuto non disponibile
        • miyamoto musashi scrive:
          Re: Comunismo allo stato puro
          cioè tu vorresti proiettare sull'intera società il comportamento di dittatori, i quali appunto hanno definito il loro governo comunista per puro opportunismo.reputo persone come te pericolose. le parole hanno dei significati. il fatto che un regime abbia interesse a travisarli non vuol dire che le generazioni future o persone in altre parti del mondo debbano adattarsi al significato desiderato dal dittatore di turno. questo vorrebbe dire cedere al regime e dargli ragione. E, cosa ancora più GRAVE, vuol dire ridurre lo spazio della dialettica.capisco che persone come te vorrebbero avere solo parole che hanno un corrispettivo oggetto fisico (come sedia, fuoco, computer) e rifuggono l'astrazione e i ragionamenti che non hanno oggetti materiali... ma devi rispettare chi, giustamente, reputa la capacità dell'essere umano di parlare di cose astratte come una caratteristica che ci rende diversi dagli scimpanzé, per esempio.
    • ale2000 scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      ah che brutta la confusione ideologica forzata...
    • Genoveffo il terribile scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      - Scritto da: Gengis Khan
      Che dire? Questo e il vero comunismo allo stato
      purissimo di propaganda, censura, siamo in pieno
      Orwell, grande fratello, fattoria degli animali,
      crimine mentale...


      Il comunismo, la vera malattia della liberta'
      ,quello che uccide le liberta' coi carri armati
      contro cittadini inermi, quello dei gulag in
      siberia, quello che impedisce di manifestare il
      dissenso, quello che affoga nel sangue la
      liberta' di pensiero, quello dei milioni di
      deportati in cina e russia per aver detto una
      parola di
      troppo...

      Tra parentesi l'Australia e' governata dalla
      sinistra e questa e' una sua simpatica
      trovata.Ecco il berlusconano di turno....Troll e disinformante.Prova a pensare agli ENORMI fallimenti e povertà dispensata dalla destra, fexxo.
    • CCC scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      - Scritto da: Gengis Khan
      Che dire? Questo e il vero comunismo allo stato
      purissimo di propaganda, censura, siamo in pieno
      Orwell, grande fratello, fattoria degli animali,
      crimine mentale...


      Il comunismo, la vera malattia della liberta'
      ,quello che uccide le liberta' coi carri armati
      contro cittadini inermi, quello dei gulag in
      siberia, quello che impedisce di manifestare il
      dissenso, quello che affoga nel sangue la
      liberta' di pensiero, quello dei milioni di
      deportati in cina e russia per aver detto una
      parola di
      troppo...

      Tra parentesi l'Australia e' governata dalla
      sinistra e questa e' una sua simpatica
      trovata.tra parentesi in australia il governo è praticamente FASCISTA...informati meglio prima di dire ca@@ate
    • miyamoto musashi scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      veramente quello di cui parli non è il vero comunismo; è l'implementazione di una forma di potere che si è autodefinata comunismo per accaparrarsi il consenso delle masse.è molto diverso.
    • Punisher scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      - Scritto da: Gengis Khan
      Che dire? Questo e il vero comunismo allo stato
      purissimo di propaganda, censura, siamo in pieno
      Orwell, grande fratello, fattoria degli animali,
      crimine mentale...


      Il comunismo, la vera malattia della liberta'
      ,quello che uccide le liberta' coi carri armati
      contro cittadini inermi, quello dei gulag in
      siberia, quello che impedisce di manifestare il
      dissenso, quello che affoga nel sangue la
      liberta' di pensiero, quello dei milioni di
      deportati in cina e russia per aver detto una
      parola di
      troppo...

      Tra parentesi l'Australia e' governata dalla
      sinistra e questa e' una sua simpatica
      trovata.Smettiamo di smenarcela con destra/sinistra, il risultato DENTRO QUESTO SISTEMA è sempre lo stesso indipendentemente dal finto manto ideologico di chi si trova temporaneamente al potere.
      • chojin scrive:
        Re: Comunismo allo stato puro
        - Scritto da: Punisher
        - Scritto da: Gengis Khan

        Che dire? Questo e il vero comunismo allo stato

        purissimo di propaganda, censura, siamo in pieno

        Orwell, grande fratello, fattoria degli animali,

        crimine mentale...





        Il comunismo, la vera malattia della liberta'

        ,quello che uccide le liberta' coi carri armati

        contro cittadini inermi, quello dei gulag in

        siberia, quello che impedisce di manifestare il

        dissenso, quello che affoga nel sangue la

        liberta' di pensiero, quello dei milioni di

        deportati in cina e russia per aver detto una

        parola di

        troppo...



        Tra parentesi l'Australia e' governata dalla

        sinistra e questa e' una sua simpatica

        trovata.

        Smettiamo di smenarcela con destra/sinistra, il
        risultato DENTRO QUESTO SISTEMA è sempre lo
        stesso indipendentemente dal finto manto
        ideologico di chi si trova temporaneamente al
        potere.Non è assolutamente vero. Se credi che siano tutti uguali e nulla cambi vivi sotto una roccia, purtroppo come tanti altri, troppi.
    • isaacrimor scrive:
      Re: Comunismo allo stato puro
      L'attuale governo vuole invertire il colore dei fili della batterie delle automobili: si è accorto che il polo positivo è rosso e quello del polo negativo è nero.
  • iniel scrive:
    Se la notizia venisse dalla Cina
    Se questa notizia fosse riferita alla Cina,sicuramente si griderebbe allo scandalo, alla censura di stato che vuole imbavagliare la libertà di informazione e impedire che "questioni" interne vengano diffuse all'estero con un punto di vista diverso da quello ufficiale.Ma proviene dalla occidentale e democratica Australia, tutto viene fatto per il bene dei cittadini e, soprattutto, dei bambini.Poco importa che le statistiche dicano che gli abusi sui minori siano commessi essenzialmente all'interno della cerchia familiare o dei parenti più prossimi. L'importante è che non vedano quelle immagini con tette e culi che possono essere rintracciate su internet. Non conosco i settimanali australiani, ma se sono come quelli italiani, bisognerebbe censurare la maggior parte delle copertine non solo dei settimanali di gossip, ma anche di quelli di informazione (panorama, espresso) o di divulgazione scientifica (Focus) che i genitori orgogliosamente esibiscono sul tavolino del salotto di casa.Mi viene il sospetto che siano piuttosto prove di "Grande Fratello" (quello di Orwell), in vista di un più accurato controllo delle coscienze e delle conoscenze.Il Grande Fratello si preoccupa molto della saluta mentale dei suoi "confratelli"
    • miyamoto musashi scrive:
      Re: Se la notizia venisse dalla Cina
      vero... una cosa su cui riflettere... purtroppo la società (occidentale) mi pare stia degenerando in follia pura e tutto a vantaggio di pochi pastori-lupo che pasciono le loro pecorelle a cui hanno insegnato a sentirsi smarrite.
  • lufo88 scrive:
    bello
    Veramente bello, ora però anche nella vita reale voglio che non si possa più dire fa*****, c****, f**a, s***o ecc. ecc.LA censura è inutile! Quelli che vogliono fare danni parleranno in codice. Ad esempio: mettete il cavolo nel forno (piazzate la bomba sotto l'obiettivo), mettete a 180° (accendete la bomba), lasciate cuocere per mezz'ora (mettete un timer di mezz'ora) e sfornate (scappate).Censura evitata, attentato assicurato.RIDICOLI!
  • korova scrive:
    La Cina è (sempre più) vicina!
    Come da titolo.Ci sono scarse speranza, la libertà, di informare, di controinformare e/o disinformare, ha fatto sempre paura. :-o :-o :p :-o(nolove)(apple)(apple)(anonimo)
  • Whishper scrive:
    Peccato che non era il Regno Unito
    Ho appena letto l'altra notiza del giorno. Se questo avveniva nel Regno Unito, bastava brevettare il filtro internet prima che passasse la legge, la realtà modificarla più di così...un appunto riguardo a che scrive di fascismo e antifascismo su questi forum:non sono fascista, ma mi piacerebbe che si usasse un po' più rispetto (non tanto, giusto un po'...) per questo termine. Perché? Permettetremi un paragone con la Cina. Tutti dicono che non c'è democrazioa. Questo perché c'è solo un partito. Però cnche lì ci sono elezioni (credo), ergo i cittadini possono votare chi vogliono (all'interno di un unico partito). Fintanto che la costituzione dice che non possono esistere partiti con un determinato nome, o che persone con un determinato cognome non possono entrare in italia (grazie al cielo questa è stata tolta recentemente!), io non mi sentirò mai libero. E con questo non sto affatto dicendo che li voterei. O che sarei amico degli ex regnanti. Ma che mi sentirei in un paese libero.
    • asvero panciatici scrive:
      Re: Peccato che non era il Regno Unito
      Capisco il punto, ma si deve fare una distinzione. Le persone con un certo cognome a cui ti riferisci sono i Savoia. Più precisamente non tutta la discendenza, solo i discendenti maschi del re a suo tempo esiliato, ovvero coloro che in base al precedente ordinamento (prima della costituzione) avrebbero potuto reclamare il titolo di re d'Italia. Il divieto non era una misura discriminatoria, dipendeva dal fatto che il re, e i suoi discendenti maschi non hanno mai accettato la legittimità della costituzione e queindi della Repubblica Italiana in se stessa. Hanno continuato a sostenere, quindi, che la costituzione della Repubblica fosse illegittima e a reclamare il trono, o almeno a non rinunciarci formalmente. Già da diversi decenni a queste persone era stata proposta l'abolizione dell'esilio in cambio della rinuncia formale alle loro pretese dinastiche, e al riconoscimento della costituzione come normali cittadini itlaiani. Hanno sempre rifiutato, e avrebbero quindi dovuto rimanere in esilio. Lasciandoli rientrare, come abbiamo fatto, senza rinunciare alla rivendicazione del loro diritto dinastico, anche se questo diritto non è stato ne sarà mai restituito, costituisce in qualche misaura una legittimazione delle loro pretese, e ciò scredita lo stato italiano.Ti ricordo tra l'altro che questi individui, oltre ad essersi dimostrati più volte una genia di debosciati indengni anche della semplice cittadinanza, hanno avuto recentemente anche la faccia tosta di richiedere la restituzione dei beni loro confiscati all'atto dell'esilio. Personalmente non mi sento affatto più libero per il fatto divivere in un paese il cui governo accetta compromessi di questo tipo. Al contrario, viste le circostanze verificatesi verso la fine della seconda guerra mondiale, ritengo che la fucilazione per alto tradimento sarebbe stata assai più opportuna dell'esilio.
      • Whishper scrive:
        Re: Peccato che non era il Regno Unito
        Concordo, quello che intendevo è l'approccio formale: piuttosto che una legge in cui s dice:"I Savoia sono esiliati lungo tutta la discendenza"preferirei:"Vengono esiliati tutti i cittadini che reclamano il diritto di regnare sugli italiani".Parimenti, secondo me non dovrebbe esserci un "E' vietato formare partiti con la parola Fascista" bensì "E' vietato promuovere leggi antisemitiche". Tra l'altro nella costtuzione già c'è. Quindi non capisco il perché si voglia impedire dei nomi, manco fossero sotto copyright!... L'importante non è il nome, ma la sostanza...E se anche avesse un senso, e alla gente piacesse, e lo vorrebbero votare TUTTI... metti che un tale partito abbia il 95% dei consensi (so che non è possibile, ma in linea teorica potrebbe...): è giusto vietarlo per partito preso?
  • guruji scrive:
    Fazioso !
    Dite quello che volete ma prima o poi un controllo ci vuole.Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è gente che si suicida per molestie ricevute in rete.Chi è contro i controlli è complice di queste tragiche morti e di tutte le attività delinquenti compiute su internet.Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti di far del male e la via di mezzo tra anarchia e dittatura sono le regole, e le regole sono l'essenza della DEMOCRAZIA.#########################################################Quello che dici è vero solo a metà, anzi un po' meno della metà. E' vero che la maggioranza degli umani sono dei mammaluchi che non conoscono lo strumento che hanno in mezzo alle orecchie (la mente) e la lasciano usare agli altri a loro piacimento.Domanda: Se io vi dico di suicidarvi in quanti di voi lo faranno ? Se siete molti qualcuno lo farà.Di chi è la colpa ? Se ne può discutere.Ora pensiamo a come usa la televisione il governicchio che si è insediato. Oppure anche la finta opposizione che c'è. Tutti d'accordo per creare un sistema che "ci trita". E' vero che ci vogliono regole ma l'imperativo è che siano operative a 360° altrimenta diventa il gioco dei tre bussolotti come sta accadendo ora.
    • pippo scrive:
      Re: Fazioso !
      Internet è la piazza. Se vai in giro puoi trovare di tutto. Sta a te che giri "scegliere" dove e come andare. Mettere i filtri è come stare in uno stato di polizia in cui tutti coloro che sono in strada sono continuamente controllati e perquisiti. La storia ci ha dimostrato gli stati di polizia sono liberticidi e degenerano velocemente; chi detiene un potere assoluto ne ha sempre abusato e sempre ne abuserà; è nell'ordine delle cose, nella natura umana. Oggi filtrano contenuti illegali o pornografici. Domani filtreranno il dissenso verso il potere. Mettete i filtri su internet e la rete diventerà come e peggio della TV.
    • Gengis Khan scrive:
      Re: Fazioso !
      Delirante! se al telefono qualcuno comunica dati di un attentato allora e' colpa del telefono e vanno censurate da un filtro verbale, tutte le parolacce ed i riferimenti ad attivita' illegali nelle telefonate?Pazzesco e orwelliano...Un controllo non ci vuole, non mi serve, mi ostacola, mi rallenta internet, mi priva di fonti, mi limita la liberta' e mi intralcia. E poi chi e' che lo dovrebbe controllare questo mega filtro? Dio? perche' degli uomini non mi fido di certo...
    • ale2000 scrive:
      Re: Fazioso !

      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.controlli non mi pare sia sinonimo di censura, controla sul vocabolario.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.sei demagogico e con un concetto distorto di democrazia, di bene e male e di chi e come li amministra...
      Domanda: Se io vi dico di suicidarvi in quanti di
      voi lo faranno ? Se siete molti qualcuno lo
      farà.perché, se fossero pochi farebbe differenza? facciamo il discorso elitario che accede al mezzo di comunicazione solo chi è ricco e bello, gli altri poveri e meno belli esclusi e zitti?usi il concetto di statistica per dimostare che più ce n'è, più male c'é.ma che razza di ragionamenti fai??
      Di chi è la colpa ? Se ne può discutere.quelli che lo faranno lo farebbero in ogni caso, prima o dopo, per debolezza!l'essere umano ama essere pecora, è la sua natura, dunque se tu dici a qualcuno di commettere cose sbagliate la colpa è tua - e sei dunque TU quello da censurare - così come di chi è così dissennato da darti retta - e NON sono i mezzi di comunicazione a dover essere censurati solo perché tu li usi male e qualcuno è così deficiente da darti retta.NON è MAI il mezzo il colpevole, ma chi lo usa in modo errato.hai un modo di ragionare da antica setta religiosa.
    • Might scrive:
      Re: Fazioso !
      Forse dovresti imparare a quotare a rispondere nel thread giusto, invece che riportare pezzi di testo con dei copia-incolla.Se avessi correttamente risposto con un post nel thread "democrazia=regole" di Giuseppe87, quatando opportunamente il suo delirante pensiero, non saresti stato frainteso come invece è accaduto.
    • asasa scrive:
      Re: Fazioso !
      - Scritto da: guruji
      ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.Ci sono centinaia di milioni di persone connesse ad internet, sarebbe molto più sorprendente se nessuno di loro si suicidasse.Per inciso, è ancora molto più facile essere uccisi da proprio figlio per 100 che suicidarsi per le molestie subite in rete.
    • Pierino23 scrive:
      Re: Fazioso !
      Clap stra-clapio quo ho detto la mia che è come la tua opinione ed è successo il finimondo.Il filtri sono aberranti ok ma sono una reazione forte a quello che c'è la fuori incontrollato.---sono stata fuorviato anch'io dal quoting-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2008 19.30-----------------------------------------------------------
  • pip scrive:
    tutto bello
    peccato che cosi' spingeranno sempre piu' gente nelle darknet o meglio ancora la gente si organizzera' con il wireless casalingo non controllato da provider e si mettera' in piedi reti parallele. e allora si saranno cazzi per tutti.
    • miyamoto musashi scrive:
      Re: tutto bello
      bell'idea! così ci si svincola anche da infrastrutture che un giorno potrebbero essere limitanti...
    • Get Real scrive:
      Re: tutto bello
      Non sarà possibile. Comportamenti del genere diverranno illegali, saranno promulgate leggi apposite e unità speciali di Polizia (magari anche privati) pattuglieranno le strade. Chi verrà scoperto sarà punito pesantemente in modo da terrorizzare gli altri e far loro capire che con la potenza dello Stato non si scherza.Non potete vincere, e non vincerete.
      • Punisher scrive:
        Re: tutto bello
        - Scritto da: Get Real
        Non sarà possibile. Comportamenti del genere
        diverranno illegali, saranno promulgate leggi
        apposite e unità speciali di Polizia (magari
        anche privati) pattuglieranno le strade. Chi
        verrà scoperto sarà punito pesantemente in modo
        da terrorizzare gli altri e far loro capire che
        con la potenza dello Stato non si
        scherza.
        E allora si inizia a sparare.
        Non potete vincere, e non vincerete.Boia chi molla (cylon)
        • Get Real scrive:
          Re: tutto bello
          - Scritto da: Punisher
          E allora si inizia a sparare.
          Quanta ingenuità. Hai forse armi in casa? Gli australiani no, gliele hanno vietate da tempo. Non hanno nulla con cui rivoltarsi e anche se lo facessero si troverebbero contro polizia ed esercito. A che serve il tuo fuciletto da caccia contro armi pesanti? Solo a farti ammazzare.

          Non potete vincere, e non vincerete.

          Boia chi molla (cylon)Ma chi non fa lo stupido vive.Comunque vedrai che quando arriverà il momento, ti chinerai anche tu.
  • iome scrive:
    Orriblile norizia
    orribile notizia! Se anche i paesi democratici si mettono a fare i censori c'è poco da stare allegri!Cari cittadini Australiani RIBELLATEVI! ... è in gioco la Vostra e la Nostra Libertà!
    • zah scrive:
      Re: Orriblile norizia
      - Scritto da: iome
      orribile notizia! Se anche i paesi democratici si
      mettono a fare i censori c'è poco da stare
      allegri!
      Cari cittadini Australiani RIBELLATEVI! ... è in
      gioco la Vostra e la Nostra
      Libertà!se il porno e vietato in TV, perchè deve essere accessibile in rete?ci sono ormai bambini di 9-10 anni drogati dal porno del web, oramai totalmente rincoglioniti e incapaci di creare relazioni socialichi ama il diritto e la libertà deve amare le regole. Chi invece non ama le regole, non ama nemmeno il diritto e la libertà ed è solo un frustrato anarchico che si nasconde dietro una parola di cui ha sempre travisato il valore: democraziala democrazia è il potere del popolo che elegge periodicamente una rappresentanza, la quale poi emette le leggichi non sta alle regole è solo un anarchico con manie di assolutezza
      • chojin scrive:
        Re: Orriblile norizia
        - Scritto da: zah
        - Scritto da: iome

        orribile notizia! Se anche i paesi democratici
        si

        mettono a fare i censori c'è poco da stare

        allegri!

        Cari cittadini Australiani RIBELLATEVI! ... è in

        gioco la Vostra e la Nostra

        Libertà!

        se il porno e vietato in TV, perchè deve essere
        accessibile in
        rete?

        ci sono ormai bambini di 9-10 anni drogati dal
        porno del web, oramai totalmente rincoglioniti e
        incapaci di creare relazioni
        sociali

        chi ama il diritto e la libertà deve amare le
        regole. Chi invece non ama le regole, non ama
        nemmeno il diritto e la libertà ed è solo un
        frustrato anarchico che si nasconde dietro una
        parola di cui ha sempre travisato il valore:
        democrazia

        la democrazia è il potere del popolo che elegge
        periodicamente una rappresentanza, la quale poi
        emette le
        leggi

        chi non sta alle regole è solo un anarchico con
        manie di
        assolutezzaAh, sì, in tv è vietato il porno ? Allora come mai è pieno di donne nude e volgarità di ogni tipo ovunque? Come mai giornali e riviste sono piene di donne nude e per essere chic anche di gay?Ehh!
  • Den Lord Troll scrive:
    fortuna che....
    [img]http://www.sagen.at/texte/gegenwart/IMAGES/kangaroos.jpg[/img]
  • Luther Blisset scrive:
    Nazismo allo stato puro
    Questi qui gli fanno una pippa a Sarkozy!Spero che questi filtri possano venire bucati al più presto.Se non troveranno un sistema efficace forse si stuferanno di spendere milioni e milioni.
    • francososo scrive:
      Re: Nazismo allo stato puro
      Condivido in pieno !Follia allo stato puro !
    • OldDog scrive:
      Re: Nazismo allo stato puro
      Certo che per essere una nazione nata da una colonia penale, sembra che sia rimasta impressa nel DNA una logica da secondini: nulla deve entrare, nulla deve uscire, se non lo decide la forza (pubblica?).Una nazione democratica DEVE essere diversa da una prigione, ma ormai hanno convinto sempre più cittadini che tutto viene fatto per il loro bene. Avete presente quei detenuti che, liberati dal carcere, sono talmente piegati psicologicamente da non saper vivere liberi e commettono qualche reato stupido pur di tornare - felici - dietro le sbarre?Non ci saranno partigiani a liberarci da queste dittature nuove: li chiameranno terroristi o li chiameranno hacker, arresteranno loro e noi saremo i nuovi servi. :(
      • XYZ scrive:
        Re: Nazismo allo stato puro
        - Scritto da: OldDog
        Certo che per essere una nazione nata da una
        colonia penale, sembra che sia rimasta impressa
        nel DNA una logica da secondini: nulla deve
        entrare, nulla deve uscire, se non lo decide la
        forza
        (pubblica?).

        Una nazione democratica DEVE essere diversa da
        una prigione, ma ormai hanno convinto sempre più
        cittadini che tutto viene fatto per il loro bene.


        Avete presente quei detenuti che, liberati dal
        carcere, sono talmente piegati psicologicamente
        da non saper vivere liberi e commettono qualche
        reato stupido pur di tornare - felici - dietro le
        sbarre?

        Non ci saranno partigiani a liberarci da queste
        dittature nuove: li chiameranno terroristi o li
        chiameranno hacker, arresteranno loro e noi
        saremo i nuovi servi.
        :(Quoto in pieno.
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Nazismo allo stato puro
        - Scritto da: OldDog
        Certo che per essere una nazione nata da una
        colonia penaleSarà per questo che ha per ministri delle gran teste di cazzo.
    • chojin scrive:
      Re: Nazismo allo stato puro
      - Scritto da: Luther Blisset
      Questi qui gli fanno una pippa a Sarkozy!
      Spero che questi filtri possano venire bucati al
      più
      presto.
      Se non troveranno un sistema efficace forse si
      stuferanno di spendere milioni e
      milioni.Attualmente in Australia governa la sinistra dalle ultime elezioni. Ecco i risultati.
      • rosinao cavalao scrive:
        Re: Nazismo allo stato puro
        Tontico!!!!
      • Punisher scrive:
        Re: Nazismo allo stato puro
        - Scritto da: chojin
        - Scritto da: Luther Blisset

        Questi qui gli fanno una pippa a Sarkozy!

        Spero che questi filtri possano venire bucati al

        più

        presto.

        Se non troveranno un sistema efficace forse si

        stuferanno di spendere milioni e

        milioni.

        Attualmente in Australia governa la sinistra
        dalle ultime elezioni. Ecco i
        risultati.O sei un fine umorista o purtroppo credi ancora alla propaganda della finta contrapposizione destra/sinistra.
      • Giocatore110 scrive:
        Re: Nazismo allo stato puro
        - Scritto da: chojin
        - Scritto da: Luther Blisset

        Questi qui gli fanno una pippa a Sarkozy!

        Spero che questi filtri possano venire bucati al

        più

        presto.

        Se non troveranno un sistema efficace forse si

        stuferanno di spendere milioni e

        milioni.

        Attualmente in Australia governa la sinistra
        dalle ultime elezioni. Ecco i
        risultati.E ti pare che in Australia e in Italia i Partiti siano uguali perchè stanno NELLO STESSO LATO DEL PARLAMENTO?Ma non cagare fuori dal cesso, va.
    • Tony G scrive:
      Re: Nazismo allo stato puro
      Prima di usare parole come Nazismo prova prima a leggere cosa singificava vivere sotto il vero Nazismo! Ignorante!
      • Fra Martino scrive:
        Re: Nazismo allo stato puro
        già puoi solo leggerelo per fortuna. dai pure dell'ignorante a chi vedi quando sei solo davanti ad uno specchio.
        • Fra Martino scrive:
          Re: Nazismo allo stato puro
          Una piccola nota: nazismo in italiano si scrive minuscolo. Visto che ciarli di ignoranza.
      • miyamoto musashi scrive:
        Re: Nazismo allo stato puro
        l'uso di analogie è sempre utile.il Nazismo (con la N maiuscola) come ci fu è ovvio che non potrà più ripresentarsi. ma altre forme di nazismo sì, eccome. quindi l'analogia aiuta a stare allerta.
    • HAL scrive:
      Re: Nazismo allo stato puro
      Forse non hai mai letto qualche libro di storia: eventi come la notte dei lunghi coltelli, o la notte dei cristalli ti dicono niente? E quello era solo l'inizio, altro che filtrare internet, allora si ammazzava la gente
      • PeeBee scrive:
        Re: Nazismo allo stato puro
        - Scritto da: HAL
        Forse non hai mai letto qualche libro di storia:
        eventi come la notte dei lunghi coltelli, o la
        notte dei cristalli ti dicono niente? E quello
        era solo l'inizio, altro che filtrare internet,
        allora si ammazzava la genteGià, ma prima della Notte dei Cristalli (Novembre 1938) o di quella dei Lunghi Coltelli (1934), i Nazisti bruciavano i libri (1933). Sembra che sia tu ad aver bisogno di un ripasso in storia. Si inizia sempre colpendo la cultura (libri o internet che sia), e si finisce ad ammazzarsi per le strade, tutto nel nome della sicurezza. D'altro canto, le vie dell'inferno sono sempre latricate di buone intenzioni.
  • Giuseppe87 scrive:
    democrazia = regole
    Dite quello che volete ma prima o poi un controllo ci vuole.Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è gente che si suicida per molestie ricevute in rete.Chi è contro i controlli è complice di queste tragiche morti e di tutte le attività delinquenti compiute su internet.Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti di far del male e la via di mezzo tra anarchia e dittatura sono le regole, e le regole sono l'essenza della DEMOCRAZIA.
    • Tre7colMort o scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.dico che 6 solo uno dei tanti rinco.
    • Alessandrox scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.Perche' della DITTATURA no?Evidentemente le prerogative della Democrazia sono altre.per esempio la partecipazione del popolo alla definizione delle regoleSei un po' ignorantello in fatto di Democrazia...STUDIA
      • again scrive:
        Re: democrazia = regole
        - Scritto da: Alessandrox
        - Scritto da: Giuseppe87

        Dite quello che volete ma prima o poi un

        controllo ci

        vuole.


        Perche' della DITTATURA no?
        Evidentemente le prerogative della Democrazia
        sono
        altre.
        per esempio la partecipazione del popolo alla
        definizione delle
        regole

        Sei un po' ignorantello in fatto di Democrazia...
        Quoto1) le regole ci devono essere, per esempio in italia la pubblicità è regolata, non si possono fre pubblicità di sigarette, non ci possono essere uomini o donne nudi, non possono fare pubblicità particolari categorie come gli avvocati o i medici... queste regole sono diverse da stato a stato... non è che perchè ci sono queste regole si può dire che in italia non c'è democrazia.2) l'australia è un paese democratico, avvengono elezioni, e il parlamento eletto ha considerato valido l'imposizione di filtri... la democrazia sta che magaria causa di questi filtri l'attuale maggioranza può perdere e i nuovi rappresentanti del popolo cambiare la legge. non vedo niente di antidemocatico...nota pesonale: anche io come padre e come fruitore di internet mi piacerebbe avere la possibilità di avere tali filtri... e.. non è detto che la maggior parte dei cittadini italiani la pensino come me... o quelli australiani...la "democrazia" non va confusa con la possibilità di fare checchè uno vuole (si chiama anarchia) in democrazia vale la maggioranza... e la maggioranza in australia ha eletto un parlamento che ha implementato i filtri...again....
        • Mor Taccio scrive:
          Re: democrazia = regole
          Vero, ma un conto è avere la possibilità di utilizzare i filtri (specialmente per minori o incapaci di intendere e di volere) un conto è appunto vederseli imporre senza possibilità di scelta (se il destinatario è maggiorenne e mediamente senziente).
          • again scrive:
            Re: democrazia = regole
            - Scritto da: Mor Taccio
            Vero, ma un conto è avere la possibilità di
            utilizzare i filtri (specialmente per minori o
            incapaci di intendere e di volere) un conto è
            appunto vederseli imporre senza possibilità di
            scelta (se il destinatario è maggiorenne e
            mediamente
            senziente).Sono daccordo, se fosse in me darei la possibilità di avere i filtri o meno...Il punto però era sulla "democraticità"...in italia la prostituzione è vietata per legge, ed è vietata a tutti, e non solo a chi non approva, la stessa cosa in australia... ma non per questo possiamo dire che poichè la prostituzione è vietata... non esiste democrazia in italia.Again
          • dont feed the troll scrive:
            Re: democrazia = regole
            - Scritto da: again

            in italia la prostituzione è vietata per leggeFalso, è vietato lo sfruttamento della stessa, non l'esercizio.E' vietato dare scandalo in pubblica piazza, se una si prostituisce in casa nessuno glielo impedisce.
        • miyamoto musashi scrive:
          Re: democrazia = regole
          tu come padre la prima cosa che devi fare è non far accedere a internet in generale tuo figlio da solo finché non è grande abbastanza. gli stai vicino e lo controlli tu e gli spieghi pure le cose. così non hai bisogno di filtri babysitter o di un "buon" governo che protegga l'"innocenza" di tuo figlio (chi protegge i figli dai genitori i quali hanno una probabiltà altissima di "trasmettere" i propri difetti?! ci dovrebbe essere un controllore che controlla i comportamenti dei genitori...)e lo stesso devi fare con la televisione. anzi, questa è meglio proprio che la butti dalla finestra, fai prima (non ti sei accorto di quale presa per il sedere sia il "bollino rosso", il "codice di autocontrollo" e così via? se sbraiti per il diavolo-internet, guardati anche dalla televisione, molto più subdola e dunque più pericolosa)
        • castigo scrive:
          Re: democrazia = regole
          - Scritto da: again
          - Scritto da: Alessandrox

          - Scritto da: Giuseppe87


          Dite quello che volete ma prima o poi un


          controllo ci


          vuole.





          Perche' della DITTATURA no?

          Evidentemente le prerogative della Democrazia

          sono

          altre.

          per esempio la partecipazione del popolo alla

          definizione delle

          regole



          Sei un po' ignorantello in fatto di
          Democrazia...



          Quoto

          1) le regole ci devono essere, per esempio in
          italia la pubblicità è regolata, non si possono
          fre pubblicità di sigarette, non ci possono
          essere uomini o donne nudi, non possono fare
          pubblicità particolari categorie come gli
          avvocati o i medici... queste regole sono diverse
          da stato a stato... non è che perchè ci sono
          queste regole si può dire che in italia non c'è
          democrazia.

          2) l'australia è un paese democratico, avvengono
          elezioni, e il parlamento eletto ha considerato
          valido l'imposizione di filtri... la democrazia
          sta che magaria causa di questi filtri l'attuale
          maggioranza può perdere e i nuovi rappresentanti
          del popolo cambiare la legge. non vedo niente di
          antidemocatico...

          nota pesonale: anche io come padre e come
          fruitore di internet mi piacerebbe avere la
          possibilità di avere tali filtri...

          e.. non è detto che la maggior parte dei
          cittadini italiani la pensino come me... o quelli
          australiani...

          la "democrazia" non va confusa con la possibilità
          di fare checchè uno vuole (si chiama anarchia ) sei un po' ignorantello pure tu, a quanto pare...ma google aiuta, ed anche tu puoi migliorare la tua cultura, evitando le definizioni errate che il regime ti ha messo in testa.sì, perché Anarchia NON vuol dire assenza di regole, ma di stato ;)in
          democrazia vale la maggioranza...cioè la dittatura del branco..... ops.... scusa, della maggioranza, volevo dire della maggioranza (rotfl)
          e la maggioranza in australia ha eletto un
          parlamento che ha implementato i
          filtri...

          again....certo, certo, le elezioni, la dddddemocrazia.... sai, anche le leggi razziali in germania furono votate da un parlamento democraticamente eletto ;)e vuoi un esempio di leggi democratiche??eccoti servito:http://gongoro.blogspot.com/2008/08/come-stuprare-una-bambina-e-vivere.htmlquesti sono i risultati che si possono avere con leggi votate da un parlamento democraticamente eletto :D
          • Pierino23 scrive:
            Re: democrazia = regole
            massì dai togliamo tutto, daitogliamo lo statovisto che siamo umani e che facciamo i nostri interessi in politica, economia, sesso, finanza e magari pure senza interessi secondari personali.ci troviamo a sbagliare.. togliamo lo stato (che è Anarchia, mi pare abbia detto qualche sapiente qui) ed allora sarà pure meglio cosìno giustizia, no organi legislativi, no organi esecutivi.. VIA TUTTI A SPASSOvisto che nessuno vuole ammettere che c'è un problema e per questo non si può neppure parlare di definire regole, lasciamo che tutti insozzino la rete con porno, pedo, sado, maso, bestia, bukakke, animal, bondage..tutto senza regole, che bello potremmo avere adgoogle ad con "pedofilia? chiamami" in piena libertà, bha! :(
    • visionx scrive:
      Re: democrazia = regole

      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su internet.hai ragione : propongo di bandire l'amore visto che tra suicidi, uxoricidi ecc...provoca un numero di perdite umane che non possiamo ignorare.
    • NON RISPONDETE scrive:
      Re: democrazia = regole
      Pessimo tentativo di trolling ._.Se volete fargli un dispiacere, non rispondetegli.
    • ABC scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.Ognuno si controlla da sé e come vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.C'è gente che si suicida anche senza internet, aboliamo anche la realtà?
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet....e chi scrive quello che scrivi tu, è complice della rinascita del fascismo.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.Quando gli altri scelgono quello che tu puoi vedere oppure no, si è in una dittatura, non in una democrazia.Meglio avere la libertà di parola e pagare il prezzo di un'"anarchia" sulla rete anche con i suoi usi criminali, piuttosto che non avere affatto questa libertà.
      • io io scrive:
        Re: democrazia = regole
        - Scritto da: ABC
        ...e chi scrive quello che scrivi tu, è complice
        della rinascita del
        fascismo.QUOTO!
    • rumenta scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.se hai problemi li hai anche senza internet, e ti suicidi pure se ti molestano per strada..... proibiremo alle persona di camminare in strada per tutelare una minoranza di ipersensibili.questa è democrazia!
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.perquisiremo tutti i cittadini ad ogni ora del giorno e della notte, non sia mai che qualcuno stia delinquendo.e se non ti sta bene, sei complice pure tu.questa è democrazia!
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.Anarchia non vuol dire assenza di regole, ma assenza di stato.purtroppo non hai studiato la lezione.la tua cultura è incompleta e da questo può derivare un danno per la collettività, potresti ferire una persona troppo sensibile e causarne il suicidio o, sempre per ignoranza, potresti favorire una qualsiasi attività criminale.pertanto sarai imprigionato onde evitare questi tuoi potenziali comportamenti antisociali.questa è democrazia.
    • OldDog scrive:
      Re: democrazia = regole
      Molestie ricevute in rete? Ma chi ti obbliga a restare dove ti molestano? Cambi casella postale, ti connetti con un altro nick... La gente viene molestata nella vita reale, aggredita, a volte scippata, picchiata, stuprata, fatta bersaglio di mobbing sul lavoro...La gente si suicida per ragioni ben più serie e complesse, ma se proprio dobbiamo sbrodolare sul forum, IMHO si suicida anche perché è fatta crescere fragile, dietro protezioni abnormi che non fanno maturare e non insegnano a gestire problemi e sconfitte nella vita reale.Parlate di crescita dei figli con un decente psicologo: vi dirà che il compito del genitore è capire quando tirarsi da parte e lasciare che il figlio impari a confrontarsi con il mondo non familiare. Non vi dirà che dovete leggergli la posta, sbirciare il diario personale, frugare nello zaino di nascosto, annusare i suoi vestiti, spogliarlo del suo diritto di essere persona e di diventare responsabile.
    • chojin scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.Regole non significa Grande Fratello. Hai le idee confuse.Vai a vivere in Cina, Cuba, Nord Corea o nella neo-URSS dello Zar Putin. Oppure nei paesi islamici.
      • savage empire scrive:
        Re: democrazia = regole

        Hai le idee confuse.
        Vai a vivere in Cina, Cuba, Nord Corea o nella
        neo-URSS dello Zar Putin. Oppure nei paesi
        islamici.ma vai a vivere in australia.
        • chojin scrive:
          Re: democrazia = regole
          - Scritto da: savage empire

          Hai le idee confuse.

          Vai a vivere in Cina, Cuba, Nord Corea o nella

          neo-URSS dello Zar Putin. Oppure nei paesi

          islamici.

          ma vai a vivere in australia.Adori le dittature e non si deve dire che sono tali? Tsk.
    • ABC bcd scrive:
      Re: democrazia = regole
      Caro GiuseppeComprendo il tuo punto di vista e capisco che tu trovi giusto quanto si sta facendo in Australia. Come sempre,però,i fatti vanno valutati ruotando loro intorno a 360° e non solo osservandoli per come vengono presentati. La rete,da quando è entrata a far parte della quotidianità di milioni di persone nel mondo,è diventata una reltà MOLTO scomoda per i pochi che del potere, hanno fatto un loro privilegio, a discapito provato e sotto gli occhi di tutti dei molti che invece il potere, nel bene e nel male, lo subiscono.Il termine democrazia è composto da due parole greche, che in termini semplici, dicono che il governo è una faccenda che spetta al popolo.Le democrazie che rispettano questo citerio nel mondo sono molto poche e per rispetto di quelle che lo fanno, non ti citerò quali sono, ma è molto facile documentarsi, guarda caso proprio attraverso Internet. L'Italia, manco a dirlo è una di quelle che si trovano sul fronte opposto, da tempo ormai immemore, con tutti i governi che sino ad ora ha avuto. Non è con la repressione che si ottengono risultati, camuffata da ipocrita e finta tutela del bene comune. Se realmente i "governi" fossero interessati al bene..."disinteressato" dei cittadini da cui vengono eletti, inizierebbbero a " costruire " il rispetto dell'esistenza di questi ultimi, sin dalla tenera età, premurandosi per prima cosa, che i genitori siano in grado di " fare " i genitori, educando i loro figli, per farne a loro volta, altrettanti genitori validi. La Famiglia, checchè de ne dica, è la BASE della formazione di ogni individuo di qualsiasi specie animale, già, perchè noi lo abbiamo scordato, ma siamo animali appartenenti alla specie dei mammiferi, bipedi, come le galline ed i polli di cui ci cibiamo. Il discorso è infinito, vorrei solo farti riflettere sul fatto, che per la libertà, sono morte inutilmente milioni di persone nel mondo, sempre e comunque per colpa di governi che hanno deciso che in quel momento, la tale nazione o il tale popolo, erano un pericolo per loro. Cosa si è risolto ?. Nulla e a distanza di sessant'anni e più dall'ultimo conflitto mondiale, siamo punto e a capo. La realtà è, che, per mantenere lo status di privilegio, chi ha il potere, non esita a vendere le paggiori fandonie, spacciate per bene infinito e purtroppo, ad oggi, il novanta per cento della popolazione mondiale, è ancora convinta che sia giusto così.Con sincera amicizia e rispetto per le TUE opinioni espresse.CordialmenteUn lettore di P.I. - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.
    • axl scrive:
      Re: democrazia = regole
      che tonto che sei,bigotto e moralista
    • Magenta scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci vuole.E ti pareva che non spuntava il solito dalla mente ottusa, che non ha compreso che si, i controlli sono importanti, ma quando si tratta di reati d'opinone (che ti chiami schifezze ma un altro chiama espressioni umane) sulla base di cosa decidiamo? Fosse per mia nonnna censureremmo rock e film horror. Chi decide? Tu o io?
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.Ce ne sono molti di piu' che si suicidano per problemi di abusi sul lavoro eppure non interveniamo impedendo a TUTTI di avere relazioni di lavoro per il timore che ALCUNI possano venirne colpiti negativamente.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su internet.Questo e' un vile e vigliacco modo di argomentare: "chi non e' d'accordo com me e' un porco" ci stai dicendo. Beh vai ad insultare la tua famiglia!!!Dimostri che 1) non consideri posizioni intermedie, io posso difendere un assassino senza che io sia favorevole a quello che fa.2) non vuoi argomentare!
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquentiE la censura e' il controllo dei nazisti.
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.Hai ragione e allora perche' non facciamo decidere il popolo invece che un manipoli di puritani bigotti, che scegliere regole per SE e non per TUTTI?Nella democrazia, TUTTI sono rappresentati, tutti decidono le regole.Ma se tu o io decidiamo un filtro alle idee altrui, non e' democrazia.Quindi anche tu dovresti essere contro simili metodi sbagliati di adozione delle regole, o sei COMPLICE di chi scavalca la democrazia per imporre censure?
    • Andonio scrive:
      Re: democrazia = regole
      Sicuramente per ignoranza e pirlaggine non si e' mai suicidato nessuno
    • xWolverinex scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci vuole.Perche'? Cosa c'e' che ti turba? Se ci sono cose che ti offendono evita di cercarle.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.Ci sono ragazze che diventano anorressiche per rispondere ai canoni della tv. E sono molte di piu' di quelle che si suicidano per molestie subite in rete (la cosa, poi, e' stata un pochino diversa).
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su internet.Ma non diciamo corbellerie. Internet e' semplicemente uno strumento di informazione e come tale va' usato. Scommetto che tu sei di quelli che lascia il figlio/a davanti alla televisione per ore e pretende che la televisione educhi il proprio figlio. Il ragionamento e' lo stesso. Spero che gli altri lavorino al posto tuo. Allora e' innegabile che il matrimonio e' la prima causa di divorzio al mondo. Aboliamo il matrimonio.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della DEMOCRAZIA.La tua liberta' finisce dove inizia la liberta' degli altri. Lo insegnano in seconda elementare. Se io voglio vedermi un sito porno con le peggio schifezze CHI SEI TU PER VIETARMELO? Se ti lamenti perche' tuo figlio/a ci va' PASSA PIU' TEMPO CON LORO, invede di demandare la loro educazione a terzi. Anarchia? Liberta' dei delinquenti di fare del male? Ma sei un ciellino ??? :s
    • Fra Martino scrive:
      Re: democrazia = regole
      giuseppe hai detto la tua: bon, l'articolo 21 è stato atteso. adesso su, a nanna! provocatore.
    • asvero panciatici scrive:
      Re: democrazia = regole
      Troppa gente parla di Anarchia senza sapere cos'è. - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: democrazia = regole
      Ora è chiaro che questo è trollaggio puro, ma la cosa veramente inquetante che di gente con idee così assurde, retrograde, superficiali e sostanzialmente idiote su cosa sia la libertà e quali siano i ruoli del potere sulla vita quotidiana, ce n'è veramente tanta, ha diritto di voto e spesso è pure la maggioranza.Prendete ad esempio chojin.
    • max59 scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.che ci siano schifezze tipo pedofilia è innegabile, però suicidarsi per molestie in rete lo ritengo improbabile, mica è il telefono che sanno dov'è casa(cylon)
    • CCC scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.o del FASCISMO???
    • miyamoto musashi scrive:
      Re: democrazia = regole
      questo vuol dire curare i sintomi in ogni caso.assolutamente inefficiente.se c'è gente che si suicida per molestie via rete, c'è un problema grave psicologico che non elimini mettendo campane di vetro, lo sposti solo da qualche altra parte, prima o poi rispunta fuori.l'unico modo per evitare truffe etc. su internet è diffondere la cultura informatica, l'alfabetizzazione informatica... esattamente come l'alfabetizzazione "letteraria" è stata utile (ed è utile) per le libertà individuali e per le democrazie.invece, guarda il caso, si preferisce costruire questi recinti in cui far belare beate le pecore che ringraziano pure...: grazie per aver costruito il necessario recinto contro i lupi. grazie del cane... grazie perché mi tosi... grazie perché mi mangi...eh già perché chi ha costruito il recenti è il lupo più temibile."tor" diventerà una necessità, come in cina...
    • Punisher scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.Simili regole sono l'essenza della DITTATURA. Ammesso e non concesso che ci sia gente come affermi tu, crepa in ultima analisi per selezione naturale il che non è necessariamente un male. (cylon)
    • soulista scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma prima o poi un
      controllo ci
      vuole.
      Su internet girano troppe schifezze e ormai c'è
      gente che si suicida per molestie ricevute in
      rete.
      Chi è contro i controlli è complice di queste
      tragiche morti e di tutte le attività delinquenti
      compiute su
      internet.
      Purtroppo l'anarchia è la libertà dei delinquenti
      di far del male e la via di mezzo tra anarchia e
      dittatura sono le regole, e le regole sono
      l'essenza della
      DEMOCRAZIA.Giusto: dovrebbe esserci un regola che IMPEDISCA ad un governo di spendere milioni e milioni di dollari in cazzate.
    • lettore scrive:
      Re: democrazia = regole
      - Scritto da: Giuseppe87
      Dite quello che volete ma ma te ne sbatti.dite quello che volete ma me ne frego, giusto?Democrazia è governo del popolo.Non sono certo che il popolo australiano abbia voluto quello. Semplicemente non ha fatto nulla, come nulla stiamo facendo noi, per tenere alzata la testa.
    • ZioTano. scrive:
      Re: democrazia = regole
      *****TROLL DETECTOR******* RATING 7/10Complimenti ottimo camuffamento!
  • alex scrive:
    soluzione semplice: Occhiali Monitor lcd
    Occhiali Monitor lcd 80" senza fili
  • Bars scrive:
    Attenzione, sono americani
    Attenzione, stiamo parlando di American Airlines, dunque personale statunitense, cioè puritano. Bisognerebbe appurare cosa siano queste situazioni sconvenienti. A dir bene considerano "pornografia" anche una sfilata di moda. E' gente dalla psiche malata.
  • gio scrive:
    basta un multone
    Basta fare una multa... del resto, se uno é seduto a fianco di un bambino e si mette a vedere un film v.m. 18 anni, é come se glielo stesse mostrando... non so quale sia la legislatura sui voli internazionali, ma credo che le leggi esistano lo stesso.
  • nanoBastardo scrive:
    Piccola soluzione
    Ciao,Vorrei proporre una soluzione semplice semplice, gia' utilizzata nelle videoteche: Area adulti.In diversi paesi di cui le compagnie battono bandiera e per cui i loro aerei sono sottoposti alle normi vigenti di quel paese, la fruizione della pornografia e' vietata per i minori e sono disposte pene per chi colposamente rende possibile far fruire ad un minore della pornografia. Basta applicare le norme gia' vigenti, il passeggero viene segnalato e denunciato alle forze dell'ordine del paese di cui il volo batte bandiera, non viene fatto scendere a destinazione bensi' viene riportato nel paese di cui il volo batte bandiera quando il velivolo ne fa ritorno e qui gli vengono anche addebitati gli altri voli che ha dovuto fare per giungere in quel luogo.Naturalmente poiche' io non sono affatto contrario alla fruizione di pornografia da parte di persone adulte, non vedo la difficolta' nella soluzione del problema, basta creare una zona di posti riservati agli adulti in cui invece si e' liberi nel fruire della pornografia.Ciao,
    • Cour scrive:
      Re: Piccola soluzione
      Cioè ristrutturare un aereo perchè qualcuno non riesce a stare senza farsi le pippe per 8 ore? ...
    • Fabio A. scrive:
      Re: Piccola soluzione
      Ma perché diamine dovrebbe essere illegale visionare materiale pornografico, ma non lo è praticamente mai visionare materiale violento??Il sesso fa parte della vita... è ALLA BASE della vita, per la miseria!
  • Della Sega Patito scrive:
    Niente da fa...
    Dove c'è internet c'è porno!Mi ricorda uno slogan :P
    • MegaJock scrive:
      Re: Niente da fa...
      - Scritto da: Della Sega Patito
      Dove c'è internet c'è porno!

      Mi ricorda uno slogan :PPiù che altro una canzone da "Avenue Q".The internet is for porn,The internet is for porn,Why d'ya think the 'net was born?Porn, porn, porn!
  • commerciale scrive:
    salviamo l'alitalia
    C'e' mercato? Ho un ideone, carichiamo alcune professioniste sugli aerei (e se ne trovano sembra non possano piu' esercitare in strada) che intrattengano i passeggeri, tutto compreso nel prezzo del volo. Sai quanta gente riprenderebbe a volare con alitalia?Per il resto al pornodipendente non c'e' limite, i filtri beccano e non beccano se uno e' determinato ti ciula, l'unica soluzione e' avere un serverino a bordo e quando tizio o caio esagera viene escluso dalla fruizione servizio per tutta la durata del volo dalla hostess o steward in base a un pannello di amministrazione di facile gestione che mostra le connessioni e chi naviga cosa (oltre una clausoletta contrattuale che dice, tu puoi usare internet a bordo ma se fai il porcello a titolo di danno all'immagine ci devi scucire un 1000 euro, e gli spieghi la cosa ben chiara).Ma forse e' meglio l'idea delle professioniste.
  • Umble Mumble scrive:
    Il miglior momento per craccare la NASA
    è in volo los angeles-londra, mentre gli altri passeggeri si intrattengono su porni e segamateriali, giù di terminale ed ssh.Ma gli aerei sono in NAT? (newbie)
    • kache scrive:
      Re: Il miglior momento per craccare la NASA
      - Scritto da: Umble Mumble
      è in volo los angeles-londra, mentre gli altri
      passeggeri si intrattengono su porni e
      segamateriali, giù di terminale ed
      ssh.
      Quoto!Anonimità perfetta, e la colpa la danno alla compagnia aerea... :D
  • lellykelly scrive:
    ma cribbio
    pure sugli aerei???in tutti i posti proprio li?non credo sia piacevole farsi beccare...e poi con il maggior afflusso di sangue nelle parti intime c'è più difficoltà di movimento, piuttosto vai in bagno con un dispositivo portatile tipo ipod touch e similaria e ci dai dentro senza fare la figura del grande collio...
  • paperoliber o scrive:
    Nuovi settori VM
    Beh! dopo i settori per fumatori faranno anche i settori vietati ai minori, dove stà il problema. Poi tanto la violenza e tette/culi li danno in tv tutti i giorni al telegiornale per cui di cosa si devono scandalizzare ???
    • Handou Satoshi scrive:
      Re: Nuovi settori VM
      - Scritto da: paperoliber o
      Beh! dopo i settori per fumatori faranno anche i
      settori vietati ai minori, dove stà il problema.
      Poi tanto la violenza e tette/culi li danno in tv
      tutti i giorni al telegiornale per cui di cosa si
      devono scandalizzare
      ???La mia liberta finisce dove comincia la tua...è una cosa chiamata civilta,è come se io mi togliessi scarpe e calze e te le appoggiassi addosso,in fondo che male c'è?Io sono un tipo pulito...Dai su,siamo seri e non bambini di 10 anni convinti di andare avanti con ideali da quattro soldi!La liberta va bene...ma fino a un certo punto.Poi se miindichi su quali canali di girono fanno le p***e o lo prendono nel c**o,cambio subito canale.PS non sono ammesse ne digitale terrestre ne satellite.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Nuovi settori VM
        - Scritto da: Handou Satoshi
        - Scritto da: paperoliber o

        Beh! dopo i settori per fumatori faranno anche i

        settori vietati ai minori, dove stà il problema.

        Poi tanto la violenza e tette/culi li danno in

        tv tutti i giorni al telegiornale per cui di

        cosa si devono scandalizzare ???
        La mia liberta finisce dove comincia la tua...è
        una cosa chiamata civilta,è come se io mi
        togliessi scarpe e calze e te le appoggiassi
        addosso,in fondo che male c'è?Io sono un tipo
        pulito...Dai su,siamo seri e non bambini di 10
        anni convinti di andare avanti con ideali da
        quattro soldi!La liberta va bene...ma fino a un
        certo punto.Poi se miindichi su quali canali di
        girono fanno le p***e o lo prendono nel
        c**o,cambio subito canale.Ma magari fossero scene cosi' esplicite... Sarebbe solo sano sesso, invece e' molto peggio: si esalta la prostituzione, si fa sembrare che la carriera la fanno gli stupidi che leccano il cu10, non c'e' niente di sbagliato nel sesso e' naturale, quello che non e' naturale e' che una bambina alle medie pensa di "diventare qualcuno" facendo la velina !!!
        PS non sono ammesse ne digitale terrestre ne
        satellite.Fede va bene ?
        • iUser scrive:
          Re: Nuovi settori VM
          - Scritto da: Nome e cognome
          - Scritto da: Handou Satoshi


          PS non sono ammesse ne digitale terrestre ne

          satellite.

          Fede va bene ?Tecnicamente fede dovrebbe stare sul satellite quindi no :D
        • lellykelly scrive:
          Re: Nuovi settori VM
          direi che ci sono altri problemi prima della pornografia, non vuol dire che non sia da affrontare, ma certamente c'è roba più urgente che non voler urtare la mente dei benpensanti.
      • The Bishop scrive:
        Re: Nuovi settori VM
        Studio Aperto :D- Scritto da: Handou Satoshi
        - Scritto da: paperoliber o

        Beh! dopo i settori per fumatori faranno anche i

        settori vietati ai minori, dove stà il problema.

        Poi tanto la violenza e tette/culi li danno in
        tv

        tutti i giorni al telegiornale per cui di cosa
        si

        devono scandalizzare

        ???

        La mia liberta finisce dove comincia la tua...è
        una cosa chiamata civilta,è come se io mi
        togliessi scarpe e calze e te le appoggiassi
        addosso,in fondo che male c'è?Io sono un tipo
        pulito...Dai su,siamo seri e non bambini di 10
        anni convinti di andare avanti con ideali da
        quattro soldi!La liberta va bene...ma fino a un
        certo punto.Poi se miindichi su quali canali di
        girono fanno le p***e o lo prendono nel
        c**o,cambio subito
        canale.
        PS non sono ammesse ne digitale terrestre ne
        satellite.
  • Anonimo Veneziano scrive:
    E se li hanno nell'HD?
    Cosa fai? Vai là, gli pigli il portatile e glielo lanci fuori dal finestrino?
    • lellykelly scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      gli tiri uno scapellotto nel collo
    • antonio scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      - Scritto da: Anonimo Veneziano
      Cosa fai? Vai là, gli pigli il portatile e glielo
      lanci fuori dal
      finestrino?Noooo! Lo fai scendere, ovviamente con il paracadute...
      • palle scrive:
        Re: E se li hanno nell'HD?
        - Scritto da: antonio
        - Scritto da: Anonimo Veneziano

        Cosa fai? Vai là, gli pigli il portatile e
        glielo

        lanci fuori dal

        finestrino?

        Noooo! Lo fai scendere, ovviamente con il
        paracadute...Ma anche senza...
    • nanoBastardo scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      - Scritto da: Anonimo Veneziano
      Cosa fai? Vai là, gli pigli il portatile e glielo
      lanci fuori dal
      finestrino?Che dire a chi ha fatto il commento che avrei fatto io...Quoto!!!;)
    • Giambo scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      - Scritto da: Anonimo Veneziano
      Cosa fai? Vai là, gli pigli il portatile e glielo
      lanci fuori dal
      finestrino?No, inserisci una chiavetta USB nel portatile egli intimi di copiarci sopra _tutto_ 8) :$
    • Max5588 scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      Scusa e con quale motivazioni tu priveresti un tuo cliente di un suo bene? questo ti fa una causa che nemmeno immagini negli USA!!!!motivi di sicurezza .. ordine pubblico ?! cosa?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: E se li hanno nell'HD?
        - Scritto da: Max5588
        Scusa e con quale motivazioni tu priveresti un
        tuo cliente di un suo bene? questo ti fa una
        causa che nemmeno immagini negli
        USA!!!!

        motivi di sicurezza .. ordine pubblico ?! cosa?Per turbativa dell'ordine pubblico!Evidentemente ci sarà il vicino di poltrona che risulterà infastidito dalla visione dei contenuti VM e chiamerà un'Hostess!E' Ovvio che se nessuno interviene il Tizio in questione si continuerà a guardare il filmato!
        • Fra Martino scrive:
          Re: E se li hanno nell'HD?
          Ma se Tizio ha il vizio che fai? Censuri? Vivi e lascia vivere, no? O possibile che sugli aerei pullulino sempre di bambini? (a dire il vero in qualunque situazione il retore/sofista quando deve argomentare ti tira fuori il bambino - come se fossimo tutti del moige)
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: E se li hanno nell'HD?
            - Scritto da: Fra Martino
            Ma se Tizio ha il vizio che fai? Censuri? Vivi e
            lascia vivere, no? O possibile che sugli aerei
            pullulino sempre di bambini? (a dire il vero in
            qualunque situazione il retore/sofista quando
            deve argomentare ti tira fuori il bambino - come
            se fossimo tutti del
            moige)Scusa non ho capito bene, hanno proibito il fumo sui mezzi pubblici? E allora proibiscano anche la visione di contenuti VM in pubblico!Tanto se nessuno è infastidito dalle immagini nessuno andrà dalla Hostes a rimostrare e quindi tutto continuerà come prima!Ricorda sempre che la tua libertà finisce dove inizia la mia! La libertà di non dover respirare il fumo altrui o di dover guardare immagini VM!
    • Fra Martino scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      No. Lo sequestri e lo consegni al capitano. Così si rilassa prima del landing.
    • Fra Martino scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      Per me le scempiaggini sono quelle che hai proposto. Vietare. Vietare. Vietare. Regole, regoline, regolette, regolucce. Ma voti centro sinistra?
    • Zeppelin scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      - Scritto da: Anonimo Veneziano
      Cosa fai? Vai là, gli pigli il portatile e glielo
      lanci fuori dal finestrino?https://www.youtube.com/watch?v=rI8Lwx7qZEA
    • Zeppelin scrive:
      Re: E se li hanno nell'HD?
      - Scritto da: Anonimo Veneziano
      Cosa fai? Vai là, gli pigli il portatile e glielo
      lanci fuori dal
      finestrino?[yt]rI8Lwx7qZEA[/yt]
  • anonimo scrive:
    eh tutti che guardano porno sugli aerei
    Io su certi voli italiani ho visto coppiette, anche di una certa età, fare le peggio cose davanti a tutti e questi si preoccupano dei film porno sugli aerei.
    • ichi scrive:
      Re: eh tutti che guardano porno sugli aerei
      - Scritto da: anonimo
      Io su certi voli italiani ho visto coppiette,
      anche di una certa età, fare le peggio cose
      davanti a tutti e questi si preoccupano dei film
      porno sugli
      aerei.Ma parli del club dei diecimila? (rotfl)
      • free_citzen scrive:
        Re: eh tutti che guardano porno sugli aerei
        - Scritto da: ichi
        - Scritto da: anonimo

        Io su certi voli italiani ho visto coppiette,

        anche di una certa età, fare le peggio cose

        davanti a tutti e questi si preoccupano dei film

        porno sugli

        aerei.

        Ma parli del club dei diecimila? (rotfl)dei diecimila inc**ati dal fallimento di alitaGlia? (newbie)
Chiudi i commenti