L'xDSL che vola per l'Europa

In Italia sono solo alcune migliaia i fortunati fruitori delle nuove tecnologie a banda larga. Ma in Gran Bretagna e in Francia non stanno molto meglio. Leader è la Germania. Tutto o quasi in uno studio di Van Dusseldorp & Partners
In Italia sono solo alcune migliaia i fortunati fruitori delle nuove tecnologie a banda larga. Ma in Gran Bretagna e in Francia non stanno molto meglio. Leader è la Germania. Tutto o quasi in uno studio di Van Dusseldorp & Partners


Roma – Quanti sono gli utenti di tecnologie xDSL (ADSL, HDSL ecc.) in Italia? Stando alle dichiarazioni dei diversi fornitori, non si arriva che a qualche migliaia di abbonati, una situazione che dovrebbe comunque sbloccarsi in questi mesi, che stanno vedendo il rilancio delle offerte di questo tipo di connessioni..

Stando ad uno studio appena pubblicato dalla società di ricerca paneuropea Van Dusseldorp & Partners e realizzato assieme agli analisti di Screen Digest, il paese leader in Europa per le tecnologie xDSL è la Germania.

Questo si dovrebbe al fatto che all’xDSL Berlino è giunta prima di tutti gli altri e gode quindi di un vantaggio “temporale”. Per contrasto, l’avvento rapido delle tecnologie DSL in Germania viene attribuito allo stato non brillante delle infrastrutture di telecomunicazione. In Germania alla fine del 2000 si contavano, secondo gli esperti, 400mila utenti DSL e mille utenti di tecnologie cavo.

In Francia, il secondo mercato europeo dei sistemi DSL, gli utenti a fine 2000 erano 60mila e 122mila erano quelli che sfruttavano connessioni veloci via cavo. Un mercato maturo sul piano delle infrastrutture e dell’accesso come quello britannico, invece, si posizionava a fine 2000 solo al nono posto in Europa con 30mila abbonati DSL. E ci sono due paesi, Irlanda e Portogallo, nei quali nessuno dispone di xDSL.

Le previsioni degli analisti sono che entro il 2003 in Germania vi saranno 5 milioni di utenti DSL, contro il milione che ci si aspetta in Francia, Gran Bretagna e Olanda. Nel totale, in Europa si dovrebbero avere 13,3 milioni di utenti xDSL e 5,5 milioni di utenti cavo. E può forse essere considerato significativo che al momento l’Italia, per i suoi numeri ancora non entusiasmanti, non rientri nel conteggio previsionale…

Alberigo Massucci

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 03 2001
Link copiato negli appunti