Ma dove sono oggi i phreakers?

Breve viaggio di Punto Informatico tra gli alchimisti della telefonia: il movimento più antico dell'underground telematico continua a mutare e oggi smanetta su VoIP, Bluetooth e Wi-Fi


Esperto utente della Rete, con le orecchie e gli occhi puntati sulle ultimissime novità, Punto Informatico incontra quello che si definisce un “phreaker del 2000”: computer palmare dotatissimo, laptop ed un arsenale di telefoni cellulari. Questa è la moderna incarnazione di Captain Crunch, un ragazzo con meno di 30 anni, studente di ingegneria ed appassionatissimo di tecnologie digitali. Naturalmente non ha un nome – ci limiteremo a chiamarlo “Signor P”.

Punto Informatico: Quale è la tua definizione di phreaking? Ha senso parlare di phreaking nel 2005?
Signor P: Il problema non è il senso del “fare phreaking”. Il problema è come farlo. Il senso rimane sempre il solito: divertirsi con la tecnologia ed eventualmente risparmiare (risata). Sono cambiate troppe cose e non esiste nulla di ciò che interessava ai phreakers dei bei tempi andati. Tutto è digitalizzato! Tutto viaggia tramite TCP/IP e tutti hanno una connessione ADSL. Il phreaker del futuro dovrà essere in grado di parlare il linguaggio di Internet e saper piegare a piacimento le tecnologie attuali.

PI: Vuoi dire che il “movimento” ha un futuro? In quale direzione?
P: Voglio dire: se il phreaking si basa sulla passione per gli strumenti di telecomunicazione, adesso si è aperto un nuovo scenario per tutti gli appassionati. Basti pensare alla comunicazione wireless tra computer. Offre più possibilità di divertimento una semplice rete urbana wifi che qualsiasi chiamata internazionale fatta in passato con il bluebox ( un apparecchio in grado di ricreare il fischio a 2600hz – ndr ). Con le reti senza fili si apre una nuova dimensione tutta da esplorare.

PI: Ma non si tratta più di “telefonia”. Non si tratta più di phreaking, quindi?
P: E’ l’evoluzione naturale del phreaking del passato. Non ha più senso parlare di linee terrestri. Tutte le comunicazioni puntano all’etere. Non è un mistero. E tutto converge verso una unica piattaforma basata su Internet. Lo ripeto: il phreaking si evolve, non muore. Segue semplicemente le tecnologie. Ad esempio ci sarà da divertirsi non appena il VoIP prenderà finalmente piede…

PI: Sono queste le tecnologie più amate dai phreakers moderni…
P: Senza dubbio, ripeto, tutto ciò che è senza fili. Wi-Fi e Bluetooth sono tra le tecnologie più insicure mai create. Non è male neanche divertirsi con i telefonini: da circa 5-6 anni sono stati “dissezionati” i vari GSM e compagnia bella. Con l’UMTS e la nuova generazione di telefoni è un altro discorso: ancora si tratta di una novità e va studiata. Nonostante questo, in Italia esistono molte persone che si divertono a “taroccare” i telefoni, personalizzando e cambiando il software interno. Allo stesso modo i phreaker di oggi cercano di proteggere l’anonimato nella telefonia, cosa sempre più difficile.

PI: A tuo parere in Italia si muove ancora qualcosa nel mondo phreaking, e a che livello?
P: Fino ad una decina di anni fa era facile trovare gente che si collegava in PPP passando dal Costa Rica, ad esempio (ride). Ora non più. Gli anni d’oro del phreaking in Italia erano gli stessi anni delle BBS e di Fidonet. Poi è svanito tutto.
Adesso ci ritroviamo in occasioni come i vari Hackmeeting . Esistono poi manifestazioni come il DefCon in cui si ritrova la crema della crema dei phreaker e degli hacker da tutto il mondo.

PI: Ha davvero senso quindi considerare phreaking e hacking come due termini distinti come spesso si tende a fare?
P: Più simili di quanto la stampa solitamente schiamazzi. Hacker è associato ai criminali. Phreaker, boh, probabilmente nessuno l’ha mai sentito neanche dire (ride). Ma nessuno dei due nomi significa criminale. Un criminale non ama la tecnologia, un criminale la usa per farci soldi. E quel che dico si può interpretare in molte maniere (ride).

Intervista a cura di Tommaso Lombardi


Roma – L’origine del termine “phreaker” risale alla fine degli anni sessanta. In quel periodo l’informatica e le nuove tecnologie digitali stavano sbocciando, tingendosi progressivamente di venature politiche. La nascita del fenomeno “hacking” è rintracciabile esattamente in questi anni fatti di fresca ed autentica curiosità per i calcolatori e la programmazione: i “phone freakers” erano gli antesignani degli hacker che hanno posto le basi della moderna informatica. Personalità geniali, spesso criptiche ed ombrose, che reclamavano la libertà di comunicazione in quel travagliato frangente della storia americana.

Gruppi di studenti appassionati di tecnologia e telefoni iniziarono a spuntare dappertutto, come funghi. Steve Jobs e Steve Wozniak, futuri fondatori della Apple, iniziarono una gloriosa carriera professionale partendo dal movimento dei phreakers , nato a sua volta da una scatola di cereali . Già: una scatola di cereali “Captain Crunch”. All’interno, in omaggio, il più grande incubo mai affrontato dalla telefonia mondiale: un piccolo fischietto di plastica. Questo simpatico gadget, dal suono particolarissimo, era in grado di creare perfettamente un tono a 2600hz.

Il tono permetteva di ingannare le centraline telefoniche e garantiva chiamate illimitate e gratuite in tutto il mondo. Grazie al leggendario phreaker John Draper , passato alla storia come “Captain Crunch”, l’uso dei 2600hz si diffuse in tutti gli USA. I phreaker cercavano, per la prima volta nella storia, di scavalcare i confini nazionali per toccare luoghi lontani: con loro, il globo diventò immediatamente più piccolo. Nonostante la tecnica adoperata fosse illegale, per la prima volta nella storia le persone furono in grado di comunicare a bassissimo costo in tutto il pianeta.

30 anni dopo i leggendari 2600hz di Captain Crunch, la situazione globale della telefonia è completamente mutata: nell’attuale società delle reti sono in pochi a porsi il problema di comunicare liberamente, scavalcando distanze e confini. Sembra che i phreaker abbiano ormai esaurito la propria funzione storica.

Abbiamo già tutto quello che i phreaker degli anni sessanta potevano agognare e sognare: possenti e veloci infrastrutture digitali, telefonia avanzata ed addirittura senza fili. Il mondo è cambiato ed un John Draper dei tempi andati avrebbe non pochi giramenti di testa, spaesato e sommerso da troppe possibilità: DSL, VoIP, connettività WiMax…

Ma che fine hanno fatto gli eredi del glorioso movimento nato negli USA? Sono ancora vivi e si adeguano alle mode ed alle tecnologie.

T.L.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Piuttosto di questo..
    Piuttosto di questo ho visto un pc l'altro giorno in un negozio..che con un contributo statale (per persone da un certo reddito in giu naturalmente) di 200 euro e con linux e openoffice dentro costava solo 99 euro.. ed era tipo un 2,5 ghz neanche male.. ottimo per un giovane.. Non vi sembra fose piu sensato come esempio di PC open source a prezzi competitivi?!
  • Anonimo scrive:
    in usa vendono un Dell a 300 dollari
    che cambiandoli in euro dovrebbero essere circa 240 euro...altro che pc economico a 800 euro!!!www.yahoo.com c'e la pubblicita!!!leggere per credere...
  • Anonimo scrive:
    Io dopo aver conosciuto Linux...
    ...son tornato a Windows.Dopo notti insonni a configurare scanner e tristi giornate a leggermi pagine e pagine di documentazione per far funzionare samba,mentre gli altri miei amici erano fuori a divertirsi,ho deciso di tornare da Zio Bill.Si vive una volta sola,e non sprecherò di certo il mio tempo libero a compilarmi l'ultima kernel.Al diavolo il pinguino.Un giorno se diventerà + addomesticabile ci riproverò.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
      - Scritto da: Anonimo
      ...son tornato a Windows.

      Dopo notti insonni a configurare scanner e tristi
      giornate a leggermi pagine e pagine di
      documentazione per far funzionare samba,mentre
      gli altri miei amici erano fuori a divertirsi,ho
      deciso di tornare da Zio Bill.
      Si vive una volta sola,e non sprecherò di certo
      il mio tempo libero a compilarmi l'ultima kernel.

      Al diavolo il pinguino.

      Un giorno se diventerà + addomesticabile ci
      riproverò.Fai bene : Windows e- user frendly... Linux gli amici gli scieglie meglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
        - Scritto da: Anonimo
        Fai bene : Windows e- user frendly... Linux gli
        amici gli scieglie meglio. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Forse non ha la stessa avvedutezza con i professori delle elementari.
        • Anonimo scrive:
          Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Fai bene : Windows e- user frendly... Linux gli

          amici gli scieglie meglio.
          ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
          Forse non ha la stessa avvedutezza con i
          professori delle elementari.Mai detto infatti.
    • Anonimo scrive:
      Slackweristi
      Ecco i risultati della sporca propaganda degli slackweristi talebani che sostengono la loro distro obsoleta.Bravi continuate a dire ai novellini che slackware è meglio, slackware è un cesso! Una distro senza un tool di configurazione, senza documentazione, senza un tool decente per quei fottuti tgz che non funzionano mai.
      • Anonimo scrive:
        Re: Slackweristi
        - Scritto da: Anonimo
        Ecco i risultati della sporca propaganda degli
        slackweristi talebani che sostengono la loro
        distro obsoleta.
        Bravi continuate a dire ai novellini che
        slackware è meglio, slackware è un cesso! Una
        distro senza un tool di configurazione, senza
        documentazione, senza un tool decente per quei
        fottuti tgz che non funzionano mai.non biasimare troppo i linuxiani, in particolare gli slackwaristi. E' solo selezione naturale: i buoni dentro, gli INCAPACI fuori.
      • Anonimo scrive:
        Re: Slackweristi
        - Scritto da: Anonimo
        Ecco i risultati della sporca propaganda degli
        slackweristi talebani che sostengono la loro
        distro obsoleta.
        Bravi continuate a dire ai novellini che
        slackware è meglio, slackware è un cesso! Una
        distro senza un tool di configurazione, senza
        documentazione, senza un tool decente per quei
        fottuti tgz che non funzionano mai.Slackware e' la migliore distro che ho provatoI tool non servono ci vole solo un po' di pratica e tutto fila perfettamente liscio.Certo non e' adatta ad uno che usa Windows solo per giocare. In questo caso gli consiglirei di passare alla playstation.
        • Anonimo scrive:
          Re: Slackweristi
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Ecco i risultati della sporca propaganda degli

          slackweristi talebani che sostengono la loro

          distro obsoleta.

          Bravi continuate a dire ai novellini che

          slackware è meglio, slackware è un cesso! Una

          distro senza un tool di configurazione, senza

          documentazione, senza un tool decente per quei

          fottuti tgz che non funzionano mai.

          Slackware e' la migliore distro che ho provato
          I tool non servono ci vole solo un po' di pratica
          e tutto fila perfettamente liscio.

          Certo non e' adatta ad uno che usa Windows solo
          per giocare. In questo caso gli consiglirei di
          passare alla playstation.Quoto.Io ho entrambe: slackware e playstarion (2)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
      Hai dei problemi evidentemente : ho configurato samba in 5 minuti e dalla rete windows mi sogliavano tranquillamente e viceversa.E' un file e basta, ripeto : hai dei seri problemi
    • Anonimo scrive:
      Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
      - Scritto da: Anonimo
      ...son tornato a Windows.

      Dopo notti insonni a configurare scanner e tristi
      giornate a leggermi pagine e pagine di
      documentazione per far funzionare sambaSamba?!? E che c'hai una rete mista? Come utente domestico?!?Sei un sistemista? Che non sa far funzionare linux? Allora è meglio che esci con gli amici e cambi lavoro...
      gli altri miei amici erano fuori a divertirsi,ho
      deciso di tornare da Zio Bill.
      Si vive una volta sola,e non sprecherò di certo
      il mio tempo libero a compilarmi l'ultima kernel.Povero trollino, la giovinezza si fugge tutta via...
      • Anonimo scrive:
        Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        ...son tornato a Windows.



        Dopo notti insonni a configurare scanner e
        tristi

        giornate a leggermi pagine e pagine di

        documentazione per far funzionare samba

        Samba?!? E che c'hai una rete mista? Come utente
        domestico?!?

        Sei un sistemista? Che non sa far funzionare
        linux? Allora è meglio che esci con gli amici e
        cambi lavoro...


        gli altri miei amici erano fuori a divertirsi,ho

        deciso di tornare da Zio Bill.

        Si vive una volta sola,e non sprecherò di certo

        il mio tempo libero a compilarmi l'ultima
        kernel.

        Povero trollino, la giovinezza si fugge tutta
        via...Io non sono un sistemista e non ne ho le competenze.E samba l'ho configurato una sola sola volta nella mia vita e devo dire che e' stato incredibilmente facile. 15 min (partendo praticamente da zero) e tutto funzionava.quidi... non mi sembri uno molto pratico con l'informatica (Quella vera e non le balle di Zio Bill)
        • Anonimo scrive:
          Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
          - Scritto da: Anonimo
          Io non sono un sistemista e non ne ho le
          competenze.
          E samba l'ho configurato una sola sola volta
          nella mia vita e devo dire che e' stato
          incredibilmente facile. 15 min (partendo
          praticamente da zero) e tutto funzionava.Rileggi meglio il mio intervento (le parti del primo post quotate mica sono mie!)Non dubito che un non-sistemista possa configurare samba. Mi stupisce il contrario, però, cioè che uno che ha necessita' di configurare samba (cioè hai una qualche rete mista o esigenze di networking particolari) abbia difficolta' con linux!!
          quidi... non mi sembri uno molto pratico con
          l'informatica (Quella vera e non le balle di Zio
          Bill)Può anche darsi (non sono un guru) ma tu hai problemi di comprensione nel leggere due interventi e capire chi-dice-cosa, direi che è peggio :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Io dopo aver conosciuto Linux...

            Rileggi meglio il mio intervento (le parti del
            primo post quotate mica sono mie!)OK te lo concedo .... ho quotato male !!
          • Anonimo scrive:
            Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
            Sono quello del post iniziale.Ma la piantate di raccontare favole?!?Samba in 5 minuti?Ma non dite eresie per favore!...che basta vedere su Google le migliaia di richieste sui forum italiani e internnazionali!Tra l'altro: non sono affatto un sistemista: volevo solo configurare la mia piccola LAN domestica tra computer fisso e quello portatile.Con Windows c'ho impiegato 15 minuti,con Linux ci sono pagine e pagine di documentazione in inglese.O vogliamo parlare della connessione GPRS internet col telefonino da portatile?Anche li',niente da fare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io dopo aver conosciuto Linux...

            Samba in 5 minuti?Ma non dite eresie per
            favore!...che basta vedere su Google le migliaia
            di richieste sui forum italiani e
            internnazionali!

            Tra l'altro: non sono affatto un sistemista:
            volevo solo configurare la mia piccola LAN
            domestica tra computer fisso e quello portatile.
            Con Windows c'ho impiegato 15 minuti,con Linux ci
            sono pagine e pagine di documentazione in
            inglese.Per una piccola LAN casalinga Samba si configura in 2 minuti: solitamente basta aggiungere l'utente Windows con smbpasswd ed è fatta.Ci sono pagine e pagine di documentazione perché Samba è molto potente e può fare ben più che gestire un paio di directory condivise (ad esempiò può fare il domain controller di una rete mista win/linux).Tanto per la cronaca anche con Windows è un attimo creare una LAN casalinga, ma non bastano certo 2 click per creare una rete di medio-grandi dimensioni.
          • citrullo scrive:
            Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
            Anche io ho una situazione simile. Lan casalinga con serverino Linux, desktop e portatile e Samba si fa in poco tempo. Caso diverso con Win***Xp che mi ha fatto dannare per mettere in condivisione due cartelle. Ho poi scoperto che era colpa del firewall di Windos.No sono un patito di Linux ma apprezzo la sua semplicità. Si proprio semplicità, basta aprire un file e fai di tutto. Con Windows o fa tutto lui o ti attacchi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
            Ecco bravi,allora cercate di farmi tornare tra i lidi linuxiani spiegandomi come si fa. (geek)Sul portatile ho un dual/boot Fedora Core 3/Win XP e sul fisso per ora,Win XP Media Center.Su Fedora ho installato SWAT,su Win del fisso dopo aver cliccato pannello di controllo-
            sistema-
            id di rete...dopo che devo fare?Mi compare su win del fisso su risorse di rete l'icona Samba Server(Localhost) ma non mi fa accedere.Che username e password devo metterci?Quelle di root di Fedora sul portatile?Spiegatemi un po' visto che i vostri colleghi linuxiani sono avari in spiegazioni...
          • Anonimo scrive:
            Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
            - Scritto da: Anonimo
            Ecco bravi,allora cercate di farmi tornare tra i
            lidi linuxiani spiegandomi come si fa. (geek)Premetto che non ho XP ma Win2000 Pro e che allora avevo usato Debian 3.0. Di conseguenza, non posso essere certo al 100% che quanto segue risolverà il tuo problema.Supponiamo che il tuo utente Win sia "pippo" con password "pippopippo" e che tu abbia creato in Linux un utente pippo (con la sua bella /home/pippo), ti basta digitare il comandosmbpasswd pippoTi verrà chiesta la password. Inserisci quella che usi in Windows (in questo caso "pippopippo"). Fai un restart del demone smbd ed è fatta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
            ...aggiungo:questo perché l'installazione default di Samba in Debian prevede l'abilitazione a vedere la propria home directory da una macchina remota Windows e basta aggiungere agli utenti di Samba l'utente Windows che si utilizza.Non ho mai provato Fedora e neppure SWAT, visto che trovo più pratica la shell ed eventualmente editare i file di configurazione manualmente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
      - Scritto da: Anonimo
      ...son tornato a Windows.

      Dopo notti insonni a configurare scanner e tristi
      giornate a leggermi pagine e pagine di
      documentazione per far funzionare samba,mentre
      gli altri miei amici erano fuori a divertirsi,ho
      deciso di tornare da Zio Bill.
      Si vive una volta sola,e non sprecherò di certo
      il mio tempo libero a compilarmi l'ultima kernel.

      Al diavolo il pinguino.

      Un giorno se diventerà + addomesticabile ci
      riproverò.Sono pienamente d'accordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
      Io uso Linux appena da un paio d'anni, in fuga dal pessimio Windows ME! Non vedo però perchè se uno ha difficoltà con Linux, se non altro perchè poche aziende lo supportano ufficialmente, gli si debba dare dell'idiota! L'essere user-friendly secondo me è un vantaggio non un difetto! Il problema di Winzozz è che l'essere user-friendly non nasconde altri gravi problemi(instabilità,scarsa sicurezza,questione delle licenze e della politica di Micro$old,ecc...).Non so quale distribuzione abbia provato il nostro amico. Io ho provato davvero solo Mandriva e Suse e ho avuto praticamente zero problemi con l'hardware e per l'uso che ne faccio (internet+multimedia+openoffice+gimp) va benissimo.Il bello di Linux è poter scegliere la distro più adatta a se, da quelle più "automatizzate" alle puriste come debian o slackware ;-)
      • Anonimo scrive:
        Sei un comico
        - Scritto da: Anonimo
        Io uso Linux appena da un paio d'anni, in fuga
        dal pessimio Windows ME! Non vedo però perchè se
        uno ha difficoltà con Linux, se non altro perchè
        poche aziende lo supportano ufficialmente, gli si
        debba dare dell'idiota! L'essere user-friendly
        secondo me è un vantaggio non un difetto! Il
        problema di Winzozz è che l'essere user-friendly
        non nasconde altri gravi
        problemi(instabilità,scarsa sicurezza,questione
        delle licenze e della politica di
        Micro$old,ecc...).
        Non so quale distribuzione abbia provato il
        nostro amico. Io ho provato davvero solo Mandriva
        e Suse e ho avuto praticamente zero problemi con
        l'hardware e per l'uso che ne faccio
        (internet+multimedia+openoffice+gimp) va
        benissimo.
        Il bello di Linux è poter scegliere la distro più
        adatta a se, da quelle più "automatizzate" alle
        puriste come debian o slackware ;-)ROTFL, sei un comico...ti sei dimenticato il Jargon per Linux -
        Linuc$ :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
      Io uso Linux appena da un paio d'anni, in fuga dal pessimo Windows ME! Non vedo però perchè se uno ha difficoltà con Linux, se non altro perchè poche aziende lo supportano ufficialmente, gli si debba dare dell'idiota! L'essere user-friendly secondo me è un vantaggio non un difetto! Il problema di Winzozz è che l'essere user-friendly non nasconde altri gravi problemi(instabilità,scarsa sicurezza,questione delle licenze e della politica di Micro$old,ecc...).Non so quale distribuzione abbia provato il nostro amico. Io ho provato davvero solo Mandriva e Suse e ho avuto praticamente zero problemi con l'hardware e per l'uso che ne faccio (internet+multimedia+openoffice+gimp) va benissimo.Il bello di Linux è poter scegliere la distro più adatta a se, da quelle più "automatizzate" alle puriste come debian o slackware ;-)
    • Akiro scrive:
      Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
      de gustibusio piuttosto che favorir un monopolio preferisco "sbattermi" un po' di più, ma forse mi sbatto di natura in quanto di solito l'hardware spesso è riconosciuto.. salvo eccezioni (che chiaramente esistono anche su windows...).(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io dopo aver conosciuto Linux...
      hai ragione non una ma 100 volte! Uso linux *nix da una vita, ma su linux il fatto che ci sia grande liberta' ed indipendenza sta diventando un problema di competitivita.Insomma, su linux tutti possono scrivere codice e programmi come vogliono, le regole sono poche sopratutto per tutto quello che e' fuori dal kernel! Tutta questa liberta si sta trasformando in anarchia (e la licenza GPL di stallman non aiuta neanche un po). Invece di sviluppare cose nuove senza preoccuparsi del fatto che poi per installare il programma da 30kb devo avere una mole di 30Mb di librerie dietro, dovrebbero cominciare a mettersi d'accordo su come migliorare l'integrazione delle applicazioni tra loro e la coerenza nel funzionamento e - non ultimo - nell'aspetto. Non e' possibile che per fare copia e incolla da un programma ad un altro devo sapere prima se i due programmi sono tra loro compatibili. Finche la LSB non verra' adottata a maggioranza, Microsoft avra' sempre meriti maggiori, uno tra tutti: l'integrazione.Come vedete non siamo tutti TALEBANI :-)- Scritto da: Anonimo
      ...son tornato a Windows.

      Dopo notti insonni a configurare scanner e tristi
      giornate a leggermi pagine e pagine di
      documentazione per far funzionare samba,mentre
      gli altri miei amici erano fuori a divertirsi,ho
      deciso di tornare da Zio Bill.
      Si vive una volta sola,e non sprecherò di certo
      il mio tempo libero a compilarmi l'ultima kernel.

      Al diavolo il pinguino.

      Un giorno se diventerà + addomesticabile ci
      riproverò.
  • Anonimo scrive:
    In Italia c'è bisogno di una rivoluzione
    Una rivoluzione culturale.Una rivoluzione che ribalti i vecchi concetti di lavoro che ci hanno inculcato per loro particolaristici interessi il padroni e le multinazionali.Il futuro è Open Source antrimenti non ci sarà pi+ futuro per le nuove generazioni.Ma, come tutte le rivoluzioni, non è possibile che siano indolori, quiandi vanno cacciati tutti i vecchi rintronati incapaci di rinnovarsi e che si oppongono al nuovo.Vanno cacciati per far posto ai giovani su nuove basi etiche di lavoro, e vanno CACCIATI anche tutti quelli che hanno appoggiato e appoggiano ancora il WC-CLOSED che ha contribuito sensibnilmenta a portare al disastro attuale economico, morale, intellettivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia c'è bisogno di una rivoluzione
      - Scritto da: Anonimo
      Una rivoluzione culturale.non ne vedo l'esigenza... si sta così bene in italia al punto che i tipi come te hanno auto privata, non lavorano e passano tutto il giorno a dire cavolate anarchiche su punto-informatico
      Una rivoluzione che ribalti i vecchi concetti di
      lavoro che ci hanno inculcato per loro
      particolaristici interessi il padroni e le
      multinazionali.guarda che la rivoluzione industriale è finita da un po'...oggi fortunatamente esistono i sindacati che evidentemente non conosci evidentemente qualcuno ti sta sfruttando di brutto, ecco la tua frustrazione sessantottina
      Il futuro è Open Source antrimenti non ci sarà
      pi+ futuro per le nuove generazioni.ma vai c******* ... io e tantissimi miei amici cooetanei under 30 lavoriamo benissimo nell'IT senza porci il problema di usare prodotti open o closedil futuro è nella nostra testolina, non farti fregare un'altra volta dai comunisti catastrifistici e apocalittici... quelli di buono non combineranno mai niente
      Ma, come tutte le rivoluzioni, non è possibile
      che siano indolori, quiandi vanno cacciati tutti
      i vecchi rintronati incapaci di rinnovarsi e che
      si oppongono al nuovo.qui l'unico ad opporti sei tu, e sinceramente non ho capito a cosa ti opponi realmente
      Vanno cacciati per far posto ai giovani su nuove
      basi etiche di lavoro, e vanno CACCIATI anche
      tutti quelli che hanno appoggiato e appoggiano
      ancora il WC-CLOSED che ha contribuito
      sensibnilmenta a portare al disastro attuale
      economico, morale, intellettivo.oddio, anche questo è andato :-s
      • Anonimo scrive:
        Re: In Italia c'è bisogno di una rivoluzione
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Una rivoluzione culturale.

        non ne vedo l'esigenza... si sta così bene in
        italia al punto che i tipi come te hanno auto
        privata, non lavorano e passano tutto il giorno a
        dire cavolate anarchiche su punto-informaticoCerto! Te di sicuro che stai bene. Devi essere una parasita fancazzista!

        Una rivoluzione che ribalti i vecchi concetti di

        lavoro che ci hanno inculcato per loro

        particolaristici interessi il padroni e le

        multinazionali.

        guarda che la rivoluzione industriale è finita da
        un po'...

        oggi fortunatamente esistono i sindacati che
        evidentemente non conosci

        evidentemente qualcuno ti sta sfruttando di
        brutto, ecco la tua frustrazione sessantottinaSi vede proprio che sei RINTRONATO. Infatti non sto parlando di riviluzione "industriale", cosa obsoleta e idiota ormai, ma sto parlando di RIVOLUZIONE CULTURALE, cosa ben è elevata.

        Il futuro è Open Source antrimenti non ci sarà

        pi+ futuro per le nuove generazioni.

        ma vai c******* ... io e tantissimi miei amici
        cooetanei under 30 lavoriamo benissimo nell'IT
        senza porci il problema di usare prodotti open o
        closed

        il futuro è nella nostra testolina, non farti
        fregare un'altra volta dai comunisti
        catastrifistici e apocalittici... quelli di buono
        non combineranno mai nienteVoi lavorate indifferentemete con il WC-CLOSED e con l' Open Sorcio ), ma non credo che gente come voi lavori con l' Open Sorcio........ndr) xchè siete degli intetti, xchè mancate di "stile", xchè siete dei poveracci istituzionalizzati.

        Ma, come tutte le rivoluzioni, non è possibile

        che siano indolori, quiandi vanno cacciati tutti

        i vecchi rintronati incapaci di rinnovarsi e che

        si oppongono al nuovo.

        qui l'unico ad opporti sei tu, e sinceramente non
        ho capito a cosa ti opponi realmente


        Vanno cacciati per far posto ai giovani su nuove

        basi etiche di lavoro, e vanno CACCIATI anche

        tutti quelli che hanno appoggiato e appoggiano

        ancora il WC-CLOSED che ha contribuito

        sensibnilmenta a portare al disastro attuale

        economico, morale, intellettivo.

        oddio, anche questo è andato :-sVoi siete parte del GRUPPO che sarà cacciato a calci in culo e non ci sarà sindacato che vi difenderà xchè siete vecchi e, peggio ancora, obsoleti.Voi siete il freno x l' Italia, andate in pensione o emigrate altrove.
  • Anonimo scrive:
    L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati delle
    P.A. saranno all' altezza del compito?????Io so per certo che molti impiegati delle Pubbliche Amministrazioni hanno impiegato ANNI per imparare ad usare windows + office......................................Adesso col software Open Source quanti anni occorreranno ?????
    • Anonimo scrive:
      Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d
      - Scritto da: SturmTruppen
      P.A. saranno all' altezza del compito?????
      Adesso col software Open Source quanti anni
      occorreranno ?????Basta LICENZIARE tutti i lavativi ritardati mentali e assumerne di nuovi con i cervelli ancora senza croste.Semplice la soluzione come vedi.
      • TPK scrive:
        Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: SturmTruppen

        P.A. saranno all' altezza del compito?????


        Adesso col software Open Source quanti anni

        occorreranno ?????
        Basta LICENZIARE tutti i lavativi ritardati
        mentali e assumerne di nuovi con i cervelli
        ancora senza croste.
        Semplice la soluzione come vedi.Quindi la tesi secondo la quale l'open source non crea nuovi posti di lavoro e' ottimistica.Non solo non ne crea, ma ne distrugge!
        • Anonimo scrive:
          Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d
          - Scritto da: TPK

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: SturmTruppen


          P.A. saranno all' altezza del compito?????




          Adesso col software Open Source quanti anni


          occorreranno ?????

          Basta LICENZIARE tutti i lavativi ritardati

          mentali e assumerne di nuovi con i cervelli

          ancora senza croste.

          Semplice la soluzione come vedi.

          Quindi la tesi secondo la quale l'open source non
          crea nuovi posti di lavoro e' ottimistica.
          Non solo non ne crea, ma ne distrugge!E che ci trovi di strano? Ormai qui come siamo ridotti per poter dare un futuro ai giovani su nuove basi bisogna cacciare a calci in culo le vecchie croste!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d
        - Scritto da: Anonimo
        Basta LICENZIARE tutti i lavativi ritardati
        mentali e assumerne di nuovi con i cervelli
        ancora senza croste.
        Semplice la soluzione come vedi.Dirigentello 30enne ad impiegato 50enne:D: "Mi dispiace, devo licenziarti, ho assunto dei nuovi impiegati 20enni che faranno il tuo lavoro. Purtroppo non sai usare linux"I: "Ma io so fare benissimo il mio lavoro. Conosco tutte le normative, ho 30 anni di esperienza, ho sempre svolto correttamente il mio lavoro..."D: "Si, ma ora c'è la moda di linux, tu non sai adeguarti e così mi tocca licenziarti."I: "Ma il computer è un mezzo. Con quello che ho i risultati sono buoni e..."D: "Fa nulla, quello che sai non è più di moda"
        • Anonimo scrive:
          Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d
          Sei troppo ottimista:
          Dirigentello 30enne ad impiegato 50enne:
          D: "Mi dispiace, devo licenziarti, ho assunto dei
          nuovi impiegati 20enni che faranno il tuo lavoro.
          Purtroppo non sai usare linux"I: guarda che io sono paraculato da $tuo_capo e mi sono anche trombato la moglie di $tuo_dirigente.D: OK, ok, stavo scherzando... paura eh!oppure:I:(come sopra)D: si, ma io mi sono trombato la figlia di $direttore_generale, quindi op op hop fora di bal!oppure:I: dai figliolo, non scherzare!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d
        - Scritto da: Anonimo

        Adesso col software Open Source quanti anni

        occorreranno ?????
        Basta LICENZIARE tutti i lavativi ritardati
        mentaliallora stai attento che da un momento all'altro rischi di ritrovarti sui binari di una ferrovia
      • Anonimo scrive:
        Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: SturmTruppen

        P.A. saranno all' altezza del compito?????

        Adesso col software Open Source quanti anni

        occorreranno ?????
        Basta LICENZIARE tutti i lavativi ritardati
        mentali e assumerne di nuovi con i cervelli
        ancora senza croste.
        Semplice la soluzione come vedi.Del resto e' successo anche con il cambio calcolatrice/ macchina da scrivere --
        PC con MsDos
        • Anonimo scrive:
          Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d


          Basta LICENZIARE tutti i lavativi ritardati

          mentali e assumerne di nuovi con i cervelli

          ancora senza croste.

          Semplice la soluzione come vedi.
          Del resto e' successo anche con il cambio
          calcolatrice/ macchina da scrivere --
          PC con
          MsDosDove?Non in Italia dove nei grandi carrozzoni esiste ancora l'ereditarietà del posto fisso... e gli altri, che si laureino dottorino masterino e chi più ne ha più ne metta per finire a lavorare all'estero (cioè per altri stati, per f*ttere commercialmente e tecnicamente l'italia) o a fare i perecari tirapiedi fino alla pensione (che non avranno).Schifo signori, schifo!E quei pochi messi a casa veramente, a fare i signori con le pensioni baby o altro tipo di indennizzi...
          • Anonimo scrive:
            Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d
            - Scritto da: Anonimo


            Basta LICENZIARE tutti i lavativi ritardati


            mentali e assumerne di nuovi con i cervelli


            ancora senza croste.


            Semplice la soluzione come vedi.

            Del resto e' successo anche con il cambio

            calcolatrice/ macchina da scrivere --
            PC con

            MsDos
            Dove?Non so dove e quando, ora vedo dirigenti 60 enni che usano il PC, avranno imparato ad usarlo al lavoro o sono nati con esso 60 anni fa ???Non vedo piu' segretarie con la macchina da scrivere ne contabili con il pallottoliere.. Secondo te questo e' successo agendo sulle linee temporali come in Enterprise o hanno dovuto imparare ad usare i nuovi mezzo ? Se hanno imparato una volta possono farlo ancora, a fronte di scelte dirigenziali di non voler avere piu' a che fare con virus, instabilita' di sistema e cose del genere.E' successo una volta e succedera' ancora
            Non in Italia dove nei grandi carrozzoni esiste
            ancora l'ereditarietà del posto fisso... e gli
            altri, che si laureino dottorino masterino e chi
            più ne ha più ne metta per finire a lavorare
            all'estero (cioè per altri stati, per f*ttere
            commercialmente e tecnicamente l'italia) o a fare
            i perecari tirapiedi fino alla pensione (che non
            avranno).
            Schifo signori, schifo!
            E quei pochi messi a casa veramente, a fare i
            signori con le pensioni baby o altro tipo di
            indennizzi...
          • Anonimo scrive:
            Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati d

            Non vedo piu' segretarie con la macchina da
            scrivere ne contabili con il pallottoliere..Io vedo ancora banche ed enti pubblici che pretendono il floppy (grazie al cielo quello da 3 1/2, non 5 1/4 o peggio), montagne di carta e burocrati dirigenti che guardano il "tennico" come se fosse una bestia strana.Vedo ancora gente di 40 anni, non vecchissimi quindi, che usano calcolatrici olivetti, negozi con gestionali in dos, della serie "noi investiamo ogni 25 anni e cascasse il mondo ci teniamo lo strumento per 25 anni", università con aule informatiche che sembrano uscite da un set del film "Lo zio di Brooklin", studenti che non sanno che cos'è una mail e che credono che Internet sia una succursale di Playman......e vivo nella ricca e colta Padania meridionale!
            Secondo te questo e' successo agendo sulle linee
            temporali come in Enterprise o hanno dovuto
            imparare ad usare i nuovi mezzo ?Secondo me quelli che hai conosciuto erano Vulcan, non umani.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati delle
      - Scritto da: SturmTruppen
      P.A. saranno all' altezza del compito?????
      Io so per certo che molti impiegati delle
      Pubbliche Amministrazioni hanno impiegato ANNI
      per imparare ad usare windows +
      office......................................
      Adesso col software Open Source quanti anni
      occorreranno ?????Non è proprio bello ammetterlo ma è la verità....bisogna tener conto sopratutto di questo nei costi di una migrazione...anni ad imparare il nuovo o.s. il nuovo sw, il nuovo office e via dicendo costano molto più dei 200 euro (office 2003 + xp professional in multilicenza da grandi volumi) ogni 4/5 anni (tempo necessario per il prossimo update sw)
      • Anonimo scrive:
        Re: L'IDEA E' OTTIMA, MA gli impiegati delle
        - Scritto da: Anonimo
        ...anni ad
        imparare il nuovo o.s. il nuovo sw, il nuovo
        office e via dicendo costano molto più dei 200
        euro (office 2003 + xp professional in
        multilicenza da grandi volumi) ogni 4/5 anni
        (tempo necessario per il prossimo update sw)dunque è proprio vero che nella PA non ci sono essiri umani, ma esseri subumani.........sei tu che lo dici, dicendo che impiegheranno ANNI......etc...etc....le scimmie imparerebbero molto prima di quello che affermi.
  • Anonimo scrive:
    ma linux non era il S.O. esente da virus

    compresi firewall, antivirus e antispamma linux non era il S.O. esente da virus?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma linux non era il S.O. esente da v
      - Scritto da: Anonimoma linux non era il S.O. esente da virus?E il tuo bucio di culo come sta a emorroidi?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma linux non era il S.O. esente da v
      - Scritto da: Anonimo
      ma linux non era il S.O. esente da virus?No. (mammamia quanta becera ignoranza)I virus non sono caratteristiche di un sistema operativo ma dei semplici software.E' evidente che basta programmarli (a prescindere dal SO), perché esistano.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma linux non era il S.O. esente da v
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        ma linux non era il S.O. esente da virus?

        No. (mammamia quanta becera ignoranza)

        I virus non sono caratteristiche di un sistema
        operativo ma dei semplici software.

        E' evidente che basta programmarli (a prescindere
        dal SO), perché esistano.Ma che CAZZOOO dici?!A me mi sembri + scemo di quello di prima!
      • Anonimo scrive:
        Re: ma linux non era il S.O. esente da v
        - Scritto da: Anonimo
        E' evidente che basta programmarli (a prescindere
        dal SO), perché esistano.beh questo e' vero.Poi pero' ci sarebbe da parlare circa la possibilita' che questi virus siano effettivamente nocivi per il sistema.Si esula molto dal tema, ma e' comunque indubbio che e' abbastanza remoto che un virus per linux, o per osx possa essere di fatto pericoloso, specialmente comparando quanto puo' succedere, o quanto succede con windows.Certo che mettere un antivirus a linux fa molto ridere.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma linux non era il S.O. esente da v

          Certo che mettere un antivirus a linux fa molto
          ridere.Bhe, io ho dovuto metterlo, essendo Linux file server con Samba per desktop Windows, meglio controllare i file :)
      • Anonimo scrive:
        Re: ma linux non era il S.O. esente da v
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        ma linux non era il S.O. esente da virus?

        No. (mammamia quanta becera ignoranza)

        I virus non sono caratteristiche di un sistema
        operativo ma dei semplici software.

        E' evidente che basta programmarli (a prescindere
        dal SO), perché esistano.io lo so benissimo ma fino a ieri non facevate altro che sbandierare linux come il sistema che poteva sopravivere anche senza antivirus mentre ms cadeva a pezziche bello cambiare le carte in tavola ad ogni post...ma ormai ci avete abituato a questo ed altro
    • Anonimo scrive:
      Re: ma linux non era il S.O. esente da v
      - Scritto da: Anonimo

      compresi firewall, antivirus e antispam
      ma linux non era il S.O. esente da virus?In teoria esisterebbero una decina di virus per unix, ma non si doffondono e non riescono ad infettare quasi mai. L'antivirus sotto linux lo metti ovviamente per proteggere le macchine windows, ad esempio se usi linux come server della posta elimini i virus in tutta sicurezza prima che le postazioni windows la scarichino.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma linux non era il S.O. esente da v
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo


        compresi firewall, antivirus e antispam


        ma linux non era il S.O. esente da virus?

        In teoria esisterebbero una decina di virus per
        unix, ma non si doffondono e non riescono ad
        infettare quasi mai. L'antivirus sotto linux lo
        metti ovviamente per proteggere le macchine
        windows,SIAMO ALLA FRUTTA!!!!:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D
        • Anonimo scrive:
          Re: ma linux non era il S.O. esente da v
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          compresi firewall, antivirus e antispam




          ma linux non era il S.O. esente da virus?



          In teoria esisterebbero una decina di virus per

          unix, ma non si doffondono e non riescono ad

          infettare quasi mai. L'antivirus sotto linux lo

          metti ovviamente per proteggere le macchine

          windows,

          SIAMO ALLA FRUTTA!!!!
          :D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:DE' notorio, basta farsi un giro nei siti che producono antivirus per linux per vedere che al massimo becchi virus per windows nelle email che ti han mandato gli amici.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma linux non era il S.O. esente da virus
      - Scritto da: Anonimo

      compresi firewall, antivirus e antispam

      ma linux non era il S.O. esente da virus?diciamo che e' piu' difficile che facciano danni....
      • Anonimo scrive:
        Re: ma linux non era il S.O. esente da virus
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        compresi firewall, antivirus e antispam



        ma linux non era il S.O. esente da virus?

        diciamo che e' piu' difficile che facciano
        danni....
        L' unico VIRUAS fatto x LINUX fu "code-red" .........e non fece eccessivi danni.Studiate IDIOTI!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma linux non era il S.O. esente da virus

      ma linux non era il S.O. esente da virus?
      Non inferire.
  • Anonimo scrive:
    dubbi e riflessioni
    premetto che non voglio fare l'avvocato del diavolo di nessuno ne' che ho a che fare con i signori dell'articolo, ma non so qui chi abbia mai avuto a che fare con grossi enti o istituzioni. Dalla mia esperienza diretta (consulenze ad alcune PA locali ed enti di formazione) posso dirvi che chi di solito vende ad enti pubblici lo fa ben sapendo che verra' pagato a 180 giorni nella migliore delle ipotesi (in certi casi si e' arrivati a 270 o 300 giorni): il fatto per cui ci siano ricarichi cosi' ingenti e' principalmente dovuto a questo fatto.So di molte aziende medio piccole che forniscono beni alle amministrazioni pubbliche che prima di fare una offerta concordano con la propria banca di appoggio il ricarico finale comprensivo degli interessi fino a liquidazione del pagamento: e se considerate quanto ladre siano le banche del belpaese su uno scoperto conto scoprirete che molti dei soldi che vedete in piu' nell'offerta finiscono a qualcuno che non e' il venditore :)Considerazioni sull'hardware poi le farei con questo principio: piuttosto di risparmiare prendendo componenti scadenti meglio prendere qualcosa di piu' solido e duraturo: tanto la vita media di una macchina nelle PA e' molto piu' lunga che altrove (in certi comuni c'e' chi usa ancora degli ibm pentium 2 e fa quello che deve fare piu' che dignitosamente) per cui affidarsi a prodotti di fascia bassa (come asrock come ho letto in alcuni interventi) mi pare un azzardo. Non parliamo poi di server critici come ad esempio quelli di anagrafi o contenenti dati sensibili o rilevanti: in quel caso il prezzo per la qualita' totale e' giustificato dai dati trattati.Personalmente trovo che l'adozione del sw libero nelle PA sia un passo veramente innovativo ma deve essere fatto a mio avviso con un approccio del tutto differente:uno dei grandi insegnamenti del sw libero oltre ad esempio all'idea di prolungare la vita di prodotti elettronici considerati ingiustamente obsoleti e' che si torna ad investire sulle conoscenze dell'utente (e quindi sull'operatore), ergo e' inutile che una azienda esterna ti venda un prodotto open dandoti assistenza: devi essere tu ente a formarti personale autonomo ed autosufficente (o ad assumerlo nella peggiore delle ipotesi: sono anni che sono bloccate le assunzioni e non mi stupisce se con la media di eta' degli statali abbondantemente sopra i 40 anni non si riesca a fare vera innovazione tecnologica): solo cosi' trai un vero beneficio dall'architettura open: altrimenti che ti si venda un prodotto m$ o apple o linux o qualsiasiOs dipendi sempre da qualcun altro e spenderai sempre le stesse cifre se non di piu'. A questo punto meglio risparmiare in licenze e con quei soldi pagare stipendi dignitosi a persone realmente in grado di gestirti internamente in una PA manutenzione, personalizzazione del software open ed in grado di poter addestrare il personale delle PA ad un uso corretto degli strumenti open.Cominciamo a pretendere che si investa in teste e competenze reali e concrete anche nelle PA e vedrete che la prossima discussione non sara' sulla "cresta" che una ditta fa ma sul quale piattaforma tecnologica e' piu' efficente per una determinata situazione all'interno di una PA.Ripeto: investire su persone preparate si puo' e si deve (e ce ne sono a mazzi in tutt'italia): basta volerlo e, da cittadini che pagano le tasse e giustamente hanno diritto a servizi efficenti, pretenderlo.
  • Le-ChuckITA scrive:
    Non sapete più cosa dire...
    Benvenuti nel mondo reale???GRAZIE! Siamo arrivati, contrariamente alle vostre previsioni. Ora non sapete più a che santo votarvi :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sapete più cosa dire...
      - Scritto da: Le-ChuckITA
      Benvenuti nel mondo reale???

      GRAZIE! Siamo arrivati, contrariamente alle
      vostre previsioni. Ora non sapete più a che santo
      votarvi :)Se tutti i concorrenti linux sono così, la microsoft può fare sogni d'oro.
  • Anonimo scrive:
    Il cacciavitaro e il margine zero
    Un'azienda che si impegna a fornire 500 (non uno, ma cinquecento) pc preconfigurati opensource a margine zero, probabilmente ha qualcosina di piu' a sua disposizione di un cacciavitaro sparasentenze che sa fare le somme:Pesate a cosa comporta:- ordinare e stoccare grossi volumi di PC- preparare e configurare i sistemi open- configurare i PC- ristoccarli- consegnare i PC- fornire una garanzia di assistenza minima (i servizi di assistenza extra sono sicuramente a parte)forse ma dico forse, una volta considerati i costi di struttura, dipendenti, mezzi di trasporto, amministrazione e spazio per le suddette operazioni, i margini possono essere molto risicati (vicini a zero) per un'azienda, il cui scopo e' avere un margine.lascio il resto ai geni delle somme e e del cacciavitecordialmenteArzigogolo
    • Anonimo scrive:
      Re: Il cacciavitaro e il margine zero

      Pesate a cosa comporta:
      - ordinare e stoccare grossi volumi di PC
      - preparare e configurare i sistemi open
      - configurare i PC
      - ristoccarli
      - consegnare i PC
      - fornire una garanzia di assistenza minima (i
      servizi di assistenza extra sono sicuramente a
      parte)
      forse ma dico forse, una volta considerati i
      costi di struttura, dipendenti, mezzi di
      trasporto, amministrazione e spazio per le
      suddette operazioni, i margini possono essere
      molto risicati (vicini a zero) per un'azienda, il
      cui scopo e' avere un margine.non penso che aprano aziende apposta per questo appalto, quindi:-un magazzino per lo stoccaggio già ce l'hanno-gli assemblatori li hanno-i corrieri li hannoe penso che questa aziende lo facciano di mestiere; preparare 1000 pc non è poi una cosa così devastante......
  • Anonimo scrive:
    Spero bene forniate anche .....
    Spero bene forniate anche i Cd o il Dvd di Suse 9.3 Professional!
  • golan77 scrive:
    prezzo eccessivo
    Il prezzo di questa macchina sembra eccessivo,inoltre non condivido la scelta di SuSE Professional.Se davvero lo chiamate "OpenPC", scegliete una distribuzione COMPLETAMENTE open source... SuSE non lo è.Tanto per fare due conti, poi, un PC da desktop può arrivare a costare circa 550 euro + IVA, monitor LCD compreso.E non parlo di prezzi per 500 pezzi, che dovrebbero essere ancora più bassi.Se aggiungiamo le spese di trasporto, comunque siamo lontani dai 780 euro più IVA chiesti da questi signori qui.Ho dei dubbi sulla validità di questa offerta, mi sembra molto "specchietto per allodole".
  • Anonimo scrive:
    E come disse stallman...
    linux verrà schiacciato dal suo stesso peso economico (anche se lo disse con parole diverse, la sostanza è questa)e questo articolo ne è la prova...guardate invece a cosa è interessato realmente il vecchio stallmanhttp://www.hurd.it/
    • Anonimo scrive:
      Re: hurd
      interessante le caratteristiche...questo si che è un kernel innovativo.Una cosa che mi sono sempre chiesto, è il perchè il kernel linux, ai tempi, abbia avuto tutto questo supporto a dispettoad esempio di kernel bsd...forse perchè era GPL ed era molto trash :)
      • Anonimo scrive:
        Re: hurd
        - Scritto da: Anonimo
        interessante le caratteristiche...
        questo si che è un kernel innovativo.

        Una cosa che mi sono sempre chiesto, è il perchè
        il kernel linux, ai tempi, abbia avuto tutto
        questo supporto a dispetto
        ad esempio di kernel bsd...

        forse perchè era GPL ed era molto trash :)effettivamente linux ha una struttura software kernel molto obsoleta (vedi incompatibilità hardware) e superata da quasi tutti gli altri SO ibridi o in microkernelevidentemente questioni ideologiche e mancanza di scelta hanno indirizzato in passato molti programmatori e soprattutto hobbisti verso il pinguino
        • Anonimo scrive:
          Re: hurd

          effettivamente linux ha una struttura software
          kernel molto obsoleta (vedi incompatibilità
          hardware) e superata da quasi tutti gli altri SO
          ibridi o in microkernelIncompatibilità?!? essere compatibili con qualcosa non ha nulla a che vedere con la struttura del kernel. Il problema, in questo caso, è l'eterna diatriba fra kernel monolitico o microkernel.Hurd è stato pensato come microkernel, Linux ha usato il "vecchio" modello del kernel monolitico, anche se oramai è diventato un sistema ibrido (kernel monolitico modulare, mi pare lo chiamino).In compenso, linux ha avuto uno sviluppo enorme e attualmente è uno dei kernel con la maggiore compatibilità hw (stai pensando che win abbia un supporto molto maggiore? prova ad installarlo su una macchina apple...).
          • Anonimo scrive:
            Re: hurd
            - Scritto da: Anonimo
            compatibilità hw (stai pensando che win abbia un
            supporto molto maggiore? prova ad installarlo su
            una macchina apple...).beh senza inserire il dito cosi' a fondo nella piaga, basterebbe capire perche' moltissime periferiche funzionano bene sotto win98 e non sono supportate da Xp...
        • Anonimo scrive:
          Re: hurd
          - Scritto da: Anonimo
          effettivamente linux ha una struttura software
          kernel molto obsoleta (vedi incompatibilità
          hardware) e superata da quasi tutti gli altri SO
          ibridi o in microkernel

          evidentemente questioni ideologiche e mancanza di
          scelta hanno indirizzato in passato molti
          programmatori e soprattutto hobbisti verso il
          pinguinoMa va', mi sembrate persone che fanno discorsi da bar basandosi su conoscenze superficiali.Quando Linux inizio' a diffondersi sui primi server di servizi GNU Hurd c'era gia' ma non dimentichiamo che era talmente innovativo che praticamente non funzionava. Sembra una battuta ma e' cosi'. Le tecnologie e l'innovativa struttura ha cozzato contro il dilemma della comunicazione interprocesso e la gestione dei segnali tra i vari moduli, il lavoro di comunicazione e sincronizzazione era un problema non da poco.Perche' in Unix esiste il concetto di pipe che lavorano con il metodo FIFO. Ma che succede se si decide di dare una priorita' maggiore ai segnali di un determinato componente come un driver di un masterizzatore o una scheda grafica che in quel momento necessita' di maggiori risorse?I problemi sono stati risolti, ma non brillantemente, e le prestazioni sono accettabili solo ora con le macchine moderne.Il microkernel e' una bella struttura ma le prestazioni sono sempre state difficili da misurare e prevedere, il che gli ha precluso tantissime applicazioni nelle quali prevedere la fine del compito di un processo e i relativi segnali per avvisare il kernel che la risorsa e' stata liberata, sono stati ostacoli insormontabili.Il kernel monolitico era quello che allora dava le migliori prestazioni e robustezza, poiche' driver e kernel spaziano facilmente nello stesso spazio di indirzzamento ma c'e' un sistema efficiente e collaudato di segnali e comunicazioni tra i driver, i processi e il kernel.Col tempo si e' visto che il kernel monolitico si stava gonfiando e sarebbe potuto collassare sul suo stesso peso.E allora ci si e' inventato il sistema modulare, caricamenti dei driver e moduli quando servono e secondo una tabella, per essere scaricati quando inutilizzati da un tempo prestabilito dal kernel o alla richiesta proritaria di memoria quando questa e' agli sgoccioli.Staremo a prenderci a coltellate su quale sia il migliore.Ma a me basta vedere che porcheria sia il microkernel di windows, e quanto invece sia efficiente e potente l'ultimo Linux 2.6.x.A me va bene cosi' e Linux funziona egregiamente.Basta prendere un disco con una Debian recente, una Ubuntu hoary, una Mepis 3.x e provare a montarlo su PC differenti. Se ci sono i driver per tutte le periferiche e schede integrate sara' impressionante come da K7 a P4, VIA o SiS, Adaptec o BusLogic, ti ritroverai dischi, USB, PCMCIA, northbridge e southbridge automaticamente configurati e perfettamente funzionanti.Fa lo stesso con windows e vedrai che succede... Continue richieste di dischi, riavvii e sempre qualche hardware che dovra' essere sistemato manualmente perche' avra' un segno giallo nel pannello di controllo impostazioni di sistema.In Linux se hai il driver c'e' poco da fare l'hardware funziona e in maniea immediata e trasparente.Non come in windows che funziona in modo approssimativo e solo in base a strane combinazioni astrali-alchimistiche, per poi guastarsi misteriosamente quando installi un gioco o un programma per masterizzare che si sono portati dietro alcuni driver...Guarda Nero ed alcuni videogame che fanno a cazzotti con i driver aspi.
          • Anonimo scrive:
            Re: hurd
            - Scritto da: Anonimo

            Quando Linux inizio' a diffondersi sui primi
            server di servizi GNU Hurd c'era gia' ma non
            dimentichiamo che era talmente innovativo che
            praticamente non funzionava. Hurd si appoggia a Mach, "il" microkernel di prima generazione (con notevoli problemi nell'area della IPC, ed una filosofia nei confronti dei driver che lo rende poco "micro", in quanto essi sono usualmente incorporati nel kernel ed eseguono in kernel space, anche per aggirare i citati problemi di IPC). Il progetto Mach è stato avviato alla Carnegie Mellon nel 1984/85. Mach 4, il più innovativo della serie, ha iniziato a circolare ufficialmente attorno al 1991. Già qualche anno prima Mach 2.x era talmente stabile ed usabile che ha "figliato" in modo così proficuo da dare origine a NextStep, poi OpenStep, oggi (in buona parte) Mac OS X.Lo sviluppo di Hurd ha avuto inizio nel 1990, a bocce già ragionevolmente ferme da un pezzo. Dunque, non si vede una sensata giustificazione storica per parlare di "eccesso di innovatività". Il mancato decollo di Hurd è ascrivibile a tutt'altre ragioni, di ordine principalmente "politico". http://www.gnu.org/software/hurd/hurd-and-linux.html
            Il microkernel e' una bella struttura ma le
            prestazioni sono sempre state difficili da
            misurare e prevedereTalmente "difficili da prevedere" che il microkernel Neutrino, ossia QNX, è il sistema deterministico hard realtime più utilizzato in assoluto per il controllo di installazioni assolutamente critiche, dalle centrali nucleari alle missioni spaziali manned, ed in linea generale nel mercato realtime fault-proof esiste UN SOLO monolitico, VxWorks: tutti gli altri sono MICROKERNEL, con varianti verticali, exokernel, ring, RT executive e poche altre.Dunque la tua asserzione, in generale, è assolutamente rovesciata. L'unico modo universalmente riconosciuto dall'industria del software critico per ottenere la necessaria predicibilità è quello di impiegare un microkernel ottimizzato, con politiche di scheduling adeguate... a maggior ragione questo vale per macchine e richieste assai meno "demanding", vista la relazione d'ordine che intercorre tra le tipologie di applicazioni.Se invece intendevi dire, in modo molto specifico, che __IN HURD__ è arduo implementare la predicibilità nello scheduling con politiche EDF, ottimizzare la IPC inserendo anche le più sofisticate primitive Posix, nonché minimizzare i tempi di context switching, allora il discorso può anche avere un senso.
      • Anonimo scrive:
        Re: hurd
        - Scritto da: Anonimo
        Una cosa che mi sono sempre chiesto, è il perchè
        il kernel linux, ai tempi, abbia avuto tutto
        questo supporto a dispetto
        ad esempio di kernel bsd...Perchè Linus Torvalds ebbe il merito di capire i processi di sviluppo Open Source... rilasci veloci, trattare gli utenti come co-sviluppatori, ascoltare i feedback e raccogliere i contributi, etc...
    • Anonimo scrive:
      Re: E come disse stallman...
      - Scritto da: Anonimo
      linux verrà schiacciato dal suo stesso peso
      economico (anche se lo disse con parole diverse,
      la sostanza è questa)

      e questo articolo ne è la prova...

      guardate invece a cosa è interessato realmente il
      vecchio stallman

      http://www.hurd.it/Il problema e' che Hurd esiste da prima di Linux ed e' ancora in beta.
      • Anonimo scrive:
        Re: E come disse stallman...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        linux verrà schiacciato dal suo stesso peso

        economico (anche se lo disse con parole diverse,

        la sostanza è questa)



        e questo articolo ne è la prova...



        guardate invece a cosa è interessato realmente
        il

        vecchio stallman



        http://www.hurd.it/

        Il problema e' che Hurd esiste da prima di Linux
        ed e' ancora in beta.
        meno male che qualcuno l'ha detto
      • Anonimo scrive:
        Re: E come disse stallman...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        linux verrà schiacciato dal suo stesso peso

        economico (anche se lo disse con parole diverse,

        la sostanza è questa)



        e questo articolo ne è la prova...



        guardate invece a cosa è interessato realmente
        il

        vecchio stallman



        http://www.hurd.it/

        Il problema e' che Hurd esiste da prima di Linux
        ed e' ancora in beta.
        Più che beta direi alfa .... :-). Comunque che un mukernel sia superiore ad un kernel modulare è tutto da dimostrarsi.
        • Anonimo scrive:
          Re: E come disse stallman...

          Più che beta direi alfa .... :-). Comunque che un
          mukernel sia superiore ad un kernel modulare è
          tutto da dimostrarsi.Il criterio che ha reso vincente linux su hurd e' che "e' meglio un kernel monolitico funzionante che un microkernel tutto da scrivere" :-P
    • TPK scrive:
      Re: E come disse stallman...
      - Scritto da: Anonimo
      linux verrà schiacciato dal suo stesso peso
      economico (anche se lo disse con parole diverse,
      la sostanza è questa)

      e questo articolo ne è la prova...

      guardate invece a cosa è interessato realmente il
      vecchio stallman

      http://www.hurd.it/Stallman e' solo invidioso di Torvalds.Prova a citargli "Linux" e non "GNU/Linux", oppure "software open source" invece di "free software" e vedi come reagisce...
      • Anonimo scrive:
        Re: E come disse stallman...
        - Scritto da: TPK
        Stallman e' solo invidioso di Torvalds.

        Prova a citargli "Linux" e non "GNU/Linux",
        oppure "software open source" invece di "free
        software" e vedi come reagisce...Ma non e' invidia. Non sono persone che provano invidia. Semmai sono ideologisti irriducibili.Guarda che di passioni e diatribe ce ne sono infinite in ogni campo.Prendi il motociclismo. Vedrai prendersi a cazzotti i sotenitori dei bicilindrici contro quelli che amano l'urlo di un quadricilindrico.Quelli che i cilindri li vogliono a V longitudinale e i guzzisti che amano quelli trasversali e non saprebbero vivere senza la coppia di rovesciamento come anche i BMWisti che preferiscono il boxer contrapposto.La moto nude e quelle carenate.Gli aeromodellisti che amano l'ala alta e quelli che preferiscono l'ala bassa.Gli automodellisti che preferiscono l'elettrico e quelli che vogliono solo il motore a scoppio.La curva nord o la tribuna.La bionda o la mora.La marjuana o l'ashish.Le bacchette o la forchetta.Il neon o l'alogena.
        • Anonimo scrive:
          Re: E come disse stallman...
          - Scritto da: Anonimo

          La bionda o la mora.

          Le bacchette o la forchetta.

          Il neon o l'alogena.Discutere di gusti e questioni puramente soggettive significa soltanto avere voglia e tempo di fare chiacchiere da bar. Con argomenti più razionali i discorsi stanno in pochi posti: un volta dimostrato in modo scientifico e sperimentalmente incontrovertibile che un certo microkernel ha un tempo di context switch di 500 nanosecondi su un PIII@600 MHz, ed un mastodonte monolitico si attesta sui 10 microsecondi sullo stesso hardware, chi continua a preferire il secondo o è un masochista, o non sa di cosa parla o si è semplicemente dimenticato di premettere che il microkernel costa 20.000 dollari più le royalties, mentre il mastodonte invece è (apparentemente) gratuito.
  • Anonimo scrive:
    Costa di meno con windows 2000.
    Non ci si crede, ... chi ha preso le mazzette ? (tanto per cambiare).Io non ho mai pagato un pc 800 euro, anzi ci compri quasi un server entry level...A questo punto potrebbero prendere i mac mini, costano la metà e occupano meno spazio.Poi la gente nella PA già tanti non fanno niente tutto il giorno, dagli anche linux per smanettare... sai che casini che creano..in bocca al lupo veramente.
  • illegalinstruct scrive:
    linare
    http://www.linare.com/linare-linux-home-office.php200 dollari per un pc con linux ,monitor escluso
    • Anonimo scrive:
      Re: linare
      bel link :)questo si che e' un pc da ufficio ;) ci hai gia' comprato?
    • Anonimo scrive:
      Re: linare
      - Scritto da: illegalinstruct
      http://www.linare.com/linare-linux-home-office.php
      200 dollari per un pc con linux ,monitor esclusoCerto che linano molto sul prezzo!
    • TPK scrive:
      Re: linare
      - Scritto da: illegalinstruct
      http://www.linare.com/linare-linux-home-office.php
      200 dollari per un pc con linux ,monitor esclusoQualcuno ha avuto dei problemi con Linare:http://www.osnews.com/story.php?news_id=10532
  • Anonimo scrive:
    TROMBONI MASTERIZZATI
    Invidiosi xchè COMPULAB ha visto giusto?Era ora che anche in ITALIA, paese degli ITALIOTI come voi PARRUCCONI MASTERIZATI con la puzza sotto il naso esperti a dragar saccocce come insegnato dal vostro leader maximo il DRAGASACCOCCE di REDMOND, vedesse giusto.Sono almeno 5 anni che lo dico, meglio tardi che mai!
    • Anonimo scrive:
      Re: TROMBONI MASTERIZZATI
      Parli come se Bill riempisse le nostre tasche e come se fossimo tutti ricchi e avidi :D
      • Anonimo scrive:
        Re: TROMBONI MASTERIZZATI
        - Scritto da: Anonimo
        Parli come se Bill riempisse le nostre tasche e
        come se fossimo tutti ricchi e avidi :DDico solo che voialtri fareste molto meglio a imparare ed a convertirvi all' Open Sorcio sia per guadagnarvi da vivere senza dover dar via il cuxo, sia x una questione di etica commerciale oltre che aziendale.Rifletteteci bene su queste parole e senza incrostazioni mentali.
  • Anonimo scrive:
    Il PC da ufficio è morto
    Il PC da ufficio in particolari contesti non ha più senso di esistere. Nella PA avrebbero molto più senso dei terminali in stile Citrix/Terminal Server. Ler "stazioni" da ufficio :1. Non invecchiano2. Non beccano virus3. Gli utonti non fanno casini4. Aggiorno il software centralmente5. ecc..Se poi voglio usare Linux c'e' anche l'alternativa NoMachine (che sono pure italiani).www.nomachine.comNella ns. organizzazione i "terminali" sono vecchi PC dal Pentium 75 al Pentium III 800. Anzichè buttarli sono piazzati là con una installazione minimale di SO (anche windows, dato che dispongono della loro licenza oem) si collegano ai terminal server e lavorano sempre con software e antivirus aggiornati.Anche la PA dovrebbe seguire questa strada, almeno l'80% dei posti di lavoro potrebbe lavorare così, il TCO subirebbe un drastico ridimensionamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il PC da ufficio è morto
      - Scritto da: Anonimo
      Il PC da ufficio in particolari contesti non ha
      più senso di esistere. Nella PA avrebbero molto
      più senso dei terminali in stile Citrix/Terminal
      Server. Ler "stazioni" da ufficio :

      1. Non invecchiano
      2. Non beccano virus
      3. Gli utonti non fanno casini
      4. Aggiorno il software centralmente
      5. ecc..Come tornare indietro di 30 anni
      • Anonimo scrive:
        Re: Il PC da ufficio è morto

        Come tornare indietro di 30 anniVERO! Ho ancora dei VT100, se qualcuno li vuole....
      • Anonimo scrive:
        Re: Il PC da ufficio è morto
        - Scritto da: Anonimo
        Come tornare indietro di 30 anniIl tizio stava parlando di Citrix e Terminal server, cose moooolto diverse dai terminal di 30 anni fa.E quoto in pieno, la soluzione più competitiva in termini di prezzo/ prestazioni/assistenza è sicuramente la soluzione terminale.Un display, una scheda lan e non hai bisogno neanche dell'hd per fare il boot
        • Anonimo scrive:
          Re: Il PC da ufficio è morto
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Come tornare indietro di 30 anni

          Il tizio stava parlando di Citrix e Terminal
          server, cose moooolto diverse dai terminal di 30
          anni fa.
          E quoto in pieno, la soluzione più competitiva in
          termini di prezzo/ prestazioni/assistenza è
          sicuramente la soluzione terminale.
          Un display, una scheda lan e non hai bisogno
          neanche dell'hd per fare il bootCambia mestiere e datti all' ippica che è molto meglio x te e x tutti gli altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il PC da ufficio è morto
            - Scritto da: Anonimo
            Cambia mestiere e datti all' ippica che è molto
            meglio x te e x tutti gli altri.Magari se mi spieghi perchè... cosi' magari se vuoi ti striscio la tua supponenza con un po' di sapienza
        • Anonimo scrive:
          Re: Il PC da ufficio è morto
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Come tornare indietro di 30 anni

          Il tizio stava parlando di Citrix e Terminal
          server, cose moooolto diverse dai terminal di 30
          anni fa.Carrozzeria nuova, sostanza identica
      • Anonimo scrive:
        Re: Il PC da ufficio è morto

        Come tornare indietro di 30 anniEvidentemente non sai di cosa si stà parlando, e non sai cosa significa amministrare una rete con più di 2 PC. Almeno documentati un po' prima di spararle.http://www.citrix.comhttp://www.microsoft.com/windowsserver2003/technologies/terminalservices/default.mspxDa me ci sono 80 terminali ("vecchi PC") distribuiti su tre server Citrix+Windows 2003 in load balancing + due file server Linux Fedora con Samba come controllori di dominio e gestori dei profili roaming (profili roaming che si "muovono" tra server windows e samba, non tra server e stazione utente).-Tieni conto che 20 di questi sono remoti e gli utenti nemmeno se ne accorgono.-Tieni conto che un utente puo' loggarsi su qualsiasi terminale e trovare sempre la stessa interfaccia e i suoi dati-Tieni conto che quando esce una patch di Windows o di Office o di che so' io, basta aggiornare i server (10 minuti?) e tutti e 80 gli utenti sono a posto-Tieni conto che le stazioni terminale andranno benissimo per un tempo che non so' determinare (un SUPER terminale Pentium III 500 con Windows2000 oem lo si trova a 60-70 euro)e via di seguito.Se questo vuol dire tornare indietro di 30 anni, viva gli anni '70 .
        • Anonimo scrive:
          Re: Il PC da ufficio è morto
          - Scritto da: Anonimo


          Come tornare indietro di 30 anni

          Evidentemente non sai di cosa si stà parlando, e
          non sai cosa significa amministrare una rete con
          più di 2 PC. Almeno documentati un po' prima di
          spararle.So perfettamente di cosa parlo, avendoci avuto a che fare. Non mi serve la lezioncina, grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il PC da ufficio è morto

      più senso dei terminali in stile Citrix/Terminal
      Server. Ler "stazioni" da ufficio :è un'ottima scelta, ma le aziende (figuriamoci le PA) sono piene di gente col culo parato a cui non puoi togliere il giocattolino da portarsi a casa per scaricarsi i pornazzi o da portare in giro perchè fa figo (magari senza collegarsi nemmeno via web alla centrale, giusto per farsi vedere con lo status symbol), raccomandati di ferro (come il loro cerebro) che pretendono di attaccare il nuovissimo gadget che il figlioletto ha trovato nei cereali, il ciddì con i calciatori allegato al giornalazzo, il ciddì col giochino pirata che gli ha passato il cuggino (o l'autocad o photoschiopp o altro sw che non sannop nemmeno da che parte lanciare) o di raccattare per i boveri sghiavi della produzione hardware di chissà dove e chissà quando rilevato dai fallimenti più impensati... quindi ecco che serve il macchinone locale per fare il figo o per parare all'ultimo momento leesigenze più inutili e balzane, per questo non potrà essere una box linux o bsd, anche col mac si rischia di essere guardati strani, poi non parliamo di win, deve assolutamente essere l'ultimissima versione e crìbbio, devi dargli l'account administrator (o root) altrimenti non riescono a fare partire Master Chess 2007 GazzettadellosportEdiscion!!!Fino a che il mondo del lavoro sarà saturo di questi COGL10*i non sarà possibile fare scelte razionali senza passare per piantagrane...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il PC da ufficio è morto
      citrix costa un'enormitàSpero proprio che nessuna pa butti tutti quei soldi, anche se ne conosco che l'hanno fatto con linux hai una soluzione terminal servermolto efficente a basso costo (si, anche nx per es)
      • Anonimo scrive:
        Re: Il PC da ufficio è morto

        citrix costa un'enormitàDipende dai punti di vista. Se consideri il costo totale della stazione utente, quindi spalmata negli anni con i suoi casini eccetera, vedrai che Citrix non ha un costo eccessivo.Comuque per piccole reti (fino a 20-25 utenti, magari solo un paio remoti) Citrix non è necessario. Windows 2003 con i ervizi terminal è sufficente.
        con linux hai una soluzione terminal server
        molto efficente a basso costo (si, anche nx per
        es)Personalmente uso NX di NoMachine solo per amministrazione remota dei server Linux (esiste anche la versione free, FreeNX) ma 500 euro per la versione unilimited mi pare proprio un prezzo stracciato.
  • Anonimo scrive:
    pura Utopia !
    Io mi domando se qualcuno prima di urlare alla rivoluzione si renda conto di cosa stiamo parlando. Linux, sistema operativo OpenSource per eccellenza -
    Suse ( distribuzione dalla qualità e stabilità + che discutibili ) -
    X-Free o X-Org ( server grafico OpenSource a bassissime prestazioni e di pochissima stabilità, probabilmente il peggiore server grafico in circolazione ) -
    Software ( sempre OpenSource ) molto molto differente da quello che un normale utente della P.A. e' abituato ad usare e sicuramente poco affidabile.800 euro ? Tantissimo .. Apple MacMini costa 599 euro, e' basato su Unix Freebsd ( forse il migliore SO open source al mondo per quello che riguarda la stabilità e la robustezza ), 1.4 ghz di processore Apple G4 con 512 mb ram ed 80 gb di disco, una interfaccia grafica che non conosce rivali al mondo e che al confronto con x-org e' come il sole e la luce di una candela. Io mi domando perche' si perda tempo e soldi dell' italiani per promuovere un prodotto che come sistema desktop non ha futuro e che nemmeno i professionisti dell' IT utilizzerebbero se non come affidabilissimo sistema server evitando accuratamente utilizzare la pessima interfaccia grafica di linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: pura Utopia !
      - Scritto da: Anonimo

      800 euro ? Tantissimo .. Apple MacMini costa 599
      euro, e' basato su Unix Freebsd ( forse il
      migliore SO open source al mondo per quello che
      riguarda la stabilità e la robustezza ), 1.4 ghz
      di processore Apple G4 con 512 mb ram ed 80 gb di
      disco, una interfaccia grafica che non conosce
      rivali al mondo e che al confronto con x-org e'
      come il sole e la luce di una candela. PIANTALA DI SCRIVERA CAZZATE!!TONTOLONE!!
      • Anonimo scrive:
        Re: pura Utopia !
        Ma come ti permetti ? Io sono un consulenti IT sono 15 anni che lavoro con i sistemi UNIX, ed ho lavorato allo sviluppo di tanti applicativi su piattaforma *nix ,la mia non e' una voce fuori dal coro. Sono esperto e sono sicuro di quello che affermo. Poveri ignoranti, continuate a pensare che babbo natale esiste e che si tromba la befana. E' grazie a gente come voi che gente che propone una soluzione cosi' alla PA puo' prosperare.
        • Anonimo scrive:
          Re: pura Utopia !
          - Scritto da: Anonimo
          Ma come ti permetti ? Io sono un consulenti IT
          sono 15 anni che lavoro con i sistemi UNIX, ed ho
          lavorato allo sviluppo di tanti applicativi su
          piattaforma *nix ,la mia non e' una voce fuori
          dal coro. Sono esperto e sono sicuro di quello
          che affermo. Poveri ignoranti, continuate a
          pensare che babbo natale esiste e che si tromba
          la befana. ...E gia', perche' cosa dovrebbe fare quel povero cristo per 363 giorni l'anno ? Farsi i folletti ?
          E' grazie a gente come voi che gente
          che propone una soluzione cosi' alla PA puo'
          prosperare.
        • Anonimo scrive:
          Re: pura Utopia !
          - Scritto da: Anonimo
          Ma come ti permetti ? Io sono un consulenti IT
          sono 15 anni che lavoro con i sistemi UNIX, ed ho
          lavorato allo sviluppo di tanti applicativi su
          piattaforma *nix ,la mia non e' una voce fuori
          dal coro. Sono esperto e sono sicuro di quello
          che affermo. Poveri ignoranti, continuate a
          pensare che babbo natale esiste e che si tromba
          la befana. E' grazie a gente come voi che gente
          che propone una soluzione cosi' alla PA puo'
          prosperare.AHOOOO.....ma come "ma come ti permetti" io sono un consulente IT.......etc...etc.....Ma vedi de ANNA' a PIJARTELO ner CUxO!!
        • Anonimo scrive:
          Re: pura Utopia !
          - Scritto da: Anonimo
          Ma come ti permetti ? Io sono un consulenti IT
          sono 15 anni che lavoro con i sistemi UNIX, ed ho
          lavorato allo sviluppo di tanti applicativi su
          piattaforma *nix ,la mia non e' una voce fuori
          dal coro. Sono esperto e sono sicuro di quello
          che affermo. Poveri ignoranti, continuate a
          pensare che babbo natale esiste e che si tromba
          la befana. E' grazie a gente come voi che gente
          che propone una soluzione cosi' alla PA puo'
          prosperare.Lascia perdere ricordati che qui da noi in italia basta avere un abbonamento a PC Professionale per considerarsi dgli esperti infallibili in informatica ....Ed è per questo che c'è gente che riesce a vendere per 800 Euro una ciofeca di macchina, su cui dovranno poi impazzire i Sistemisti delle ditte o della Pa che si erano opposti all'acquisto ma che tanto non capiscono nulla perchè sono solo degli statali rubasoldi con uno stipendio da favola etc. etc...Che tristezza di paese, e vorremmo essere all'avanguardia ...
          • Anonimo scrive:
            Re: pura Utopia !
            - Scritto da: Anonimo
            Lascia perdere ricordati che qui da noi in italia
            basta avere un abbonamento a PC Professionale per
            considerarsi dgli esperti infallibili in
            informatica ....
            Ed è per questo che c'è gente che riesce a
            vendere per 800 Euro una ciofeca di macchina, su
            cui dovranno poi impazzire i Sistemisti delle
            ditte o della Pa che si erano opposti
            all'acquisto ma che tanto non capiscono nulla
            perchè sono solo degli statali rubasoldi con uno
            stipendio da favola etc. etc...

            Che tristezza di paese, e vorremmo essere
            all'avanguardia ...E invece è proprio a causa dei TROMBONI MASTERIZZATI come voialtri che l' IUtalia l' ha da sempre pijato cer CUxO e lo sta piando ancora!Ma la misica anche nel paese degli ITALIOTI pian piano sta cambiando.L' Italia siete voi PARRUCCONI che l' avete bloccata.Finalmente la TRIPPA x GATTI anche x voi sta FINENDO!!
        • Anonimo scrive:
          Re: pura Utopia !
          si si, sei esperto ma manco sai che mac os x usa pure lui X come server grafico, vai a dormire va
          • Anonimo scrive:
            Re: pura Utopia !
            - Scritto da: Anonimo
            si si, sei esperto ma manco sai che mac os x usa
            pure lui X come server grafico, vai a dormire vaEhm... MacOS X non usa X ma un'altra interfaccia proprietaria (mi pare si chiami Quartz). Però ci si può anche installare X volendo.Un utente linux
  • Anonimo scrive:
    PC per ufficio 590 euro
    Io avrei proposto un bel Sempron 2600+ su una motherboard valida ma economica con video integrato (tanto ci gira solo il 2D) e il prezzo alla fine non supererebbe i 600 euro + iva monitor incluso !Esempio:Processore AMD Sempron 2600+ Socket 462 Boxed85?Scheda madre Gigabyte GA-7VM400MRZ51?Scheda video Integrata nella sk.madreMemoria DDR-333 512Mb PC2700 Kingmax SuperRam55?Hard diskSeagate Hd 80Gb Barracuda 2Mb 7200rpm56?MasterizzatoreNec ND352063?Scheda audio integrata nella sk madreScheda di rete integrata nella sk madreAltoparlanti Stereo 15?Monitor LG Electronics F700P 17''190?Case - Alimentatore Miditower 400W60?Mouse - Tastiera18?Totale circa 590 ?
    • Anonimo scrive:
      Re: PC per ufficio 590 euro
      Aggiungi sw linux più due anni di garanzia = 690 IVATO, per grossi volumi. Contro i 780 NON IVATI di questo pc
      • Anonimo scrive:
        Re: PC per ufficio 590 euro
        - Scritto da: Anonimo
        Aggiungi sw linux più due anni di garanzia = 690
        IVATO, per grossi volumi. Contro i 780 NON IVATI
        di questo pcbeh cosi' pero' ti recapitano solo una scatola di schede da montare....che il prezzo in se sia forse alto non discuto, confrontare pero' i prezzi dei singoli componenti e' altrettanto un errore
        • lucamascaro scrive:
          Re: PC per ufficio 590 euro
          anche reclamando sul fatto che il pc deve essere di marca... beh andiamo dal maggiore produttore al mondo, DELL, guardiamo il loro listino per le aziende con più di 3500 dipendenti e scopriamo che i prezzi partono da 475 euro per arrivare a 609 euro per il pc completo di sistema operativo (e anche se è windows voglio vedermi gli impiegati della PA alle prese con linux) con due anni di garanzia
          • Le-ChuckITA scrive:
            Non faccio il logout da 24 giorni!

            andiamo dal maggiore produttore
            al mondo, DELL, guardiamo il loro listino per le
            aziende con più di 3500 dipendenti e scopriamo
            che i prezzi partono da 475 euro per arrivare a
            609 euro per il pc completo di sistema operativo
            (e anche se è windows voglio vedermi gli
            impiegati della PA alle prese con linux) 1. dell mette anche linux, informati2. hai sparato a caso come tutti quelli che non hanno mai visto linux. Cosa vuol dire "alle prese con linux"? Una volta che il sistema è configurato non vedo proprio cosa debba fare un impiegato. Una workstation linux senza modifiche funziona senza piantamenti per tutto il tempo che vuoi e soprattutto _non si modifica da sola_. Il mio desktop kde ha 24 giorni di uptime in ufficio. No, non la macchina, il processo del desktop! Vado al lavoro, lo sblocco, vado via, metto lo screensaver, uso la macchina come server per i dati da casa. Sono 24 giorni che NON FACCIO IL LOGOUT. Il sistema è velocissimo, stabile, usabile. Non mi serve mai di intervenire per modifiche. Quanto tempo ci ho messo a installarlo? Un'oretta, compresi TUTTI gli applicativi. Senza configurare niente. Ho installato e ho fatto il login. Fallo con xp."Alle prese con linux..." TSE!
          • lucamascaro scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Le-ChuckITA
            1. dell mette anche linux, informatiho preso il primo prezzo sulle pagine di dell, era per fare un esempio
            2. hai sparato a caso come tutti quelli che non
            hanno mai visto linux. Cosa vuol dire "alle prese
            con linux"? Una volta che il sistema è
            configurato non vedo proprio cosa debba fare un
            impiegato. Una workstation linux senza modifiche
            funziona senza piantamenti per tutto il tempo che
            vuoi e soprattutto _non si modifica da sola_. Il
            mio desktop kde ha 24 giorni di uptime in
            ufficio. No, non la macchina, il processo del
            desktop! Vado al lavoro, lo sblocco, vado via,
            metto lo screensaver, uso la macchina come server
            per i dati da casa. Sono 24 giorni che NON FACCIO
            IL LOGOUT. Il sistema è velocissimo, stabile,
            usabile. Non mi serve mai di intervenire per
            modifiche. Quanto tempo ci ho messo a
            installarlo? Un'oretta, compresi TUTTI gli
            applicativi. Senza configurare niente. Ho
            installato e ho fatto il login. Fallo con xp.No mi dispiace, anche io sono un utente linux debian ma nel contempo mi occupo di usabilità, e ho visto più di una volta che gli utenti dopo anni di abitudini windozziane non riescono a ritrovarsi nei principali desktop manager per linuxIn alcune prove che ho fatto ho avuto utenti che non riuscivano neanche a cambiare la data e l'ora in KDE, quindi posso immaginare la reazione di un impiegato pubblico alle prese con un sistema operativo che non vuole (perchè spesso è così) e non gli piace.All'utente medio non gli interessa se il software è free o è a pagamento (visto che paga la PA) ma gli interessa che possa fare il suo lavoro come lo ha sempre fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: lucamascaro
            - Scritto da: Le-ChuckITA
            In alcune prove che ho fatto ho avuto utenti che
            non riuscivano neanche a cambiare la data e l'ora
            in KDE, quindi posso immaginare la reazione di un
            impiegato pubblico alle prese con un sistema
            operativo che non vuole (perchè spesso è così) e
            non gli piace.E allora gli impiegati bancari che per anni hanno usato il terminale ? Cosa vogliono anche la ferrarina per andare in ufficio perche' senno poi quando arrivano non lavorano bene ????Stiamo parlando di usare il PC per lavorare o per cazvoleggiare ?
            All'utente medio non gli interessa se il software
            è free o è a pagamento (visto che paga la PA) ma
            gli interessa che possa fare il suo lavoro come
            lo ha sempre fatto.Il suo lavoro lo puo' fare e bene, quello che gli scazvola e' non poter cazvoleggiare come fa a casuccia sua... Povero gli tocca lavorare se non trova il solitario di windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            E allora gli impiegati bancari che per anni hanno
            usato il terminale ? Cosa vogliono anche la
            ferrarina per andare in ufficio perche' senno poi
            quando arrivano non lavorano bene ????
            Gli impiegati di banca continuano molto spesso ad usare il terminale, sia per questione di software legacy che per questione di abitudine. Abitudine che voi non tenete mai in conto quando parlate di lunux
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            E allora gli impiegati bancari che per anni

            hanno usato il terminale ?

            Cosa vogliono anche la ferrarina per

            andare in ufficio perche' senno poi

            quando arrivano non lavorano bene ????
            Gli impiegati di banca continuano molto spesso ad
            usare il terminale, sia per questione di software
            legacy che per questione di abitudine. Abitudine
            che voi non tenete mai in conto quando parlate di
            lunuxAbitudine e' qualcosa che si puo' cambiare, quella che dici tu e' fossilizzarsi ed avere paura dello sconoscuto in quanto tale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            Abitudine e' qualcosa che si puo' cambiare,
            quella che dici tu e' fossilizzarsi ed avere
            paura dello sconoscuto in quanto tale.Quello che dico io è voler continuare a fare il lavoro che si è sempre fatto usando uno strumento come il pc, non cambiare le proprie abitudini perché l'ultima moda dei sistemi operativi è linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Abitudine e' qualcosa che si puo' cambiare,

            quella che dici tu e' fossilizzarsi ed avere

            paura dello sconoscuto in quanto tale.
            Quello che dico io è voler continuare a fare il
            lavoro che si è sempre fatto usando uno strumento
            come il pc, non cambiare le proprie abitudini
            perché l'ultima moda dei sistemi operativi è
            linux.Quindi se il tuo lavoro e' usare un browser per navigare, magarie nei siti interni; usare la mail, usare il terminale per connetterti all'AS400, o usare dei programmi in Java interni.... Che abitudini devi cambiare nel cambiare il SO ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo

            Che abitudini devi cambiare nel
            cambiare il SO ???Molte, solo un cieco non vedrebbe il problema.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Che abitudini devi cambiare nel

            cambiare il SO ???
            Molte, solo un cieco non vedrebbe il problema.Vero, i programmi per non vedenti per Linux sono migliori di Jows per Windows, ma continui a non rispondere alla mia domanda... Nell'esempio che ti ho fatto, peraltro molto tipico in ambito lavorativo o amministrativo, che abitudini devi cambiare al cambio del SO ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo


            Molte, solo un cieco non vedrebbe il problema.

            Vero, i programmi per non vedenti per Linux sono
            migliori di Jows per Windows, ma continui a non
            rispondere alla mia domanda... Nell'esempio che
            ti ho fatto, peraltro molto tipico in ambito
            lavorativo o amministrativo, che abitudini devi
            cambiare al cambio del SO ?Prova a dire ad un impiegato che non esiste più il disco c, che il floppy lo trova sotto /mnt/floppy ma prima di usarlo lo deve montare, che la funzione tal dei tali di word non si trova più nel menù x, ma come sottovoce del menù y, che non deve più fare doppio clic se usa kde ma solo clic, che etc etc e vedi cosa ti dice
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Molte, solo un cieco non vedrebbe il


            problema.

            Vero, i programmi per non vedenti per Linux

            sono

            migliori di Jaws per Windows, ma continui a non

            rispondere alla mia domanda... Nell'esempio

            che

            ti ho fatto, peraltro molto tipico in ambito

            lavorativo o amministrativo, che abitudini devi

            cambiare al cambio del SO ?
            Prova a dire ad un impiegato che non esiste più
            il disco c, che il floppy lo trova sotto
            /mnt/floppy ma prima di usarlo lo deve montare,
            che la funzione tal dei tali di word non si trova
            più nel menù x, ma come sottovoce del menù y,
            che
            non deve più fare doppio clic se usa kde ma solo
            clic, che etc etc e vedi cosa ti diceQuesta non l'ho capita... 1 o 2 click sono configurabili esattamente come sotto windows XP !!!!!!Quindi se per ipotesi un impiegato deve usare l'active desktop improvvisamente, secondo te impazzisce o si suicida !!!Non e un problema fare dei link simbolici che si chiamino C: !Io non ho mai parlato di Word, comunque per le operazioni piu' comuni le iconine di Openoffice sono uguali a quelle di Office.Oltretutto s'e' lavoro, e sei li anche per imparare cose nuove, non e' che se devo assumere un tornitore la prima cosa che gli chiedo e': ma tu cel'hai un tornio da 200 milioni a casa ? Perche' devi arrivare qui che sai gia' usarlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            Questa non l'ho capita... 1 o 2 click sono
            configurabili esattamente come sotto windows XP
            !!!!!!
            Era solo per farti capire che le differenze sono molte, anche piccole e sottili
            Quindi se per ipotesi un impiegato deve usare
            l'active desktop improvvisamente, secondo te
            impazzisce o si suicida !!!
            Si
            Non e un problema fare dei link simbolici che si
            chiamino C: !
            Puoi fare link simbolici quanto vuoi, che quello che c'è sotto è completamente diverso. Compreso il fatto di dover espressamente montare i dispositivi quali i floppy prima di usarli, e che se tiri via il floppy senza smontarlo rischi di perdere i dati in pendenza di scrittura.
            Io non ho mai parlato di Word, comunque per le
            operazioni piu' comuni le iconine di Openoffice
            sono uguali a quelle di Office.
            Per te che sei esperto. Ti sfido a fare il test con un impiegato normale che usa word da diversi anni.
            Oltretutto s'e' lavoro, e sei li anche per
            imparare cose nuove, non e' che se devo assumere
            un tornitore la prima cosa che gli chiedo e': ma
            tu cel'hai un tornio da 200 milioni a casa ?
            Perche' devi arrivare qui che sai gia' usarlo.Il problema è che qui non devi assumere gente nuova, hai impiegati magari di 50 o 60 anni che il computer lo hanno sempre visto con diffidenza. Il mio unico conisglio: prova a lavorare a stretto contatto con queste persone, poi ti accorgerai che problemi potrebbe comportare una migrazione a linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Questa non l'ho capita... 1 o 2 click sono

            configurabili esattamente come sotto windows

            XP !!!!!!
            Era solo per farti capire che le differenze sono
            molte, anche piccole e sottiliE non ho capito, visto che hai citato prorio una cosa uguale tra i due : su entrambi si puo' settare se lanciare i programmi con uno o due click, su entrambi selezionando un semplice flag.

            Quindi se per ipotesi un impiegato deve usare

            l'active desktop improvvisamente, secondo te

            impazzisce o si suicida !!!
            SiScusa ma con che gente lavori ? In un istituto ?

            Non e un problema fare dei link simbolici che si

            chiamino C: !
            Puoi fare link simbolici quanto vuoi, che quello
            che c'è sotto è completamente diverso. Compreso
            il fatto di dover espressamente montare i
            dispositivi quali i floppy prima di usarli, e che
            se tiri via il floppy senza smontarlo rischi di
            perdere i dati in pendenza di scrittura.Floppy ? E chi li usa piu' ? Cha ti frega se sotto e' diverso quando il "sotto" non lo vedi mai ?

            Io non ho mai parlato di Word, comunque per le

            operazioni piu' comuni le iconine di Openoffice

            sono uguali a quelle di Office.
            Per te che sei esperto. Ti sfido a fare il test
            con un impiegato normale che usa word da diversi
            anni.L'ultima volta che mi e' capitato il tipo non si e' accorto di non stare usando Word.

            Oltretutto s'e' lavoro, e sei li anche per

            imparare cose nuove, non e' che se devo

            assumere

            un tornitore la prima cosa che gli chiedo e': ma

            tu cel'hai un tornio da 200 milioni a casa ?

            Perche' devi arrivare qui che sai gia' usarlo.
            Il problema è che qui non devi assumere gente
            nuova, hai impiegati magari di 50 o 60 anni che
            il computer lo hanno sempre visto con diffidenza.E allora ? Lo vedono allo stess omodo sia che sia Win che sia Linux allora. Personalmente se sono il capo scelgo il secondo, almeno e' piu' sicuro rispetto ai danni che un utente puo' fare.
            Il mio unico conisglio: prova a lavorare a
            stretto contatto con queste persone, poi ti
            accorgerai che problemi potrebbe comportare una
            migrazione a linux.Lo faccio gia', e non obbligo nessuno, se individuo qualcuno che mi sembra usi il PC con programmi compatibili lo invito a provare gli altri liberi: OpenOffice, Firefox, ecc... Ad un certo punto gli tolgo da sotto il Windows e gli metto il Linux e se ne accorge dopo 2 o 3 giorni quando finalmente nota che non c'e' scritto "Avvio" sul pulsantino a sinistra.Di solito mi chiedono dov'e' finito il solitario ed io glie lo installo :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo
            Floppy ? E chi li usa piu' ? Cha ti frega se
            sotto e' diverso quando il "sotto" non lo vedi
            mai ?
            Sei mai entrato in una PA? Non usano certo le chiavette o i cd per scambiarsi file, il sistema tradizionale per scambiarsi documenti è il floppy, anche perché è ancora quello più retrocompatibile con i vecchi pc (e ce ne sono tanti)
            L'ultima volta che mi e' capitato il tipo non si
            e' accorto di non stare usando Word.
            Esperienze diverse. Quando l'ho installato, senza dirglielo, se ne è accorto subito perché aveva dei problemi ad impostare la pagina e mi ha chiesto esplicitamente di tornare ad office.


            tu cel'hai un tornio da 200 milioni a casa ?


            Perche' devi arrivare qui che sai gia' usarlo.

            Il problema è che qui non devi assumere gente

            nuova, hai impiegati magari di 50 o 60 anni che

            il computer lo hanno sempre visto con
            diffidenza.

            E allora ? Lo vedono allo stess omodo sia che sia
            Win che sia Linux allora. Personalmente se sono
            il capo scelgo il secondo, almeno e' piu' sicuro
            rispetto ai danni che un utente puo' fare.
            Non lo vedono allo stesso modo, è qui che sbagli. Loro vogliono rimanere con il loro vecchio sistema, che se pur odiato li rassicura. Meno cambiamenti ci sono, meglio è.
          • Le-ChuckITA scrive:
            Allora il passaggio da win98 a xp???
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Questa non l'ho capita... 1 o 2 click sono

            configurabili esattamente come sotto windows XP

            !!!!!!



            Era solo per farti capire che le differenze sono
            molte, anche piccole e sottili


            Quindi se per ipotesi un impiegato deve usare

            l'active desktop improvvisamente, secondo te

            impazzisce o si suicida !!!



            Si
            E' davvero incredibile quante fesserie si devono sentire. Allora nel passaggio da win98 a xp che ha stravolto l'interfaccia utente le banche si sono fermate?Un quarto d'ora di pratica, due bestemmie, un paio di domande al collega, una chiamata in assistenza per chiedere dov'è finito risorse del computer. E via si lavora di nuovo.Non vedo la differenza fra passare da win98 a xp e passare da xp a kde.
          • Anonimo scrive:
            Balle

            Prova a dire ad un impiegato che non esiste più
            il disco c, Cosa deve andare a fare un impiegato su c?
            che il floppy lo trova sotto
            /mnt/floppy ma prima di usarlo lo deve montare,Mai sentito parlare di supermount vero?
            che la funzione tal dei tali di word non si trova
            più nel menù x, ma come sottovoce del menù y, Poi però criticate se openoffice copia.
            che non deve più fare doppio clic se usa kde ma solo
            clic,Si può configurare singolo o doppio click sia su Windows che su kde, sei un po' indietro.
            che etc etc e vedi cosa ti diceVediamo cosa mi rispondi tu.
          • Le-ChuckITA scrive:
            Sono solo balle
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Abitudine e' qualcosa che si puo' cambiare,

            quella che dici tu e' fossilizzarsi ed avere

            paura dello sconoscuto in quanto tale.

            Quello che dico io è voler continuare a fare il
            lavoro che si è sempre fatto usando uno strumento
            come il pc, non cambiare le proprie abitudini
            perché l'ultima moda dei sistemi operativi è
            linux.Le risposte che hai dato anche sotto sono approssimative, francamente secondo me se uno in un'ora non è riuscito a passare da windows a kde è un cretino. E lo dico senza doppi sensi, è proprio un cretino.Cosa ci vuole? Clicca sull'icona e si apre? Ok, ha capito che si apre con un solo click.Clicca sul cd e si apre, ma poi non esce (a meno di mandrake che usa supermount, naturalmente)? Chiede al collega, chiamano l'assistenza, gli spiega che deve fare tasto destro.Fine. Per il resto non vedo veramente grosse differenze. Anche se kmail è diverso da outlook, non vedo come si potrebbe non capire che per allegare un file devi andare nel menu e cliccare su "allega file".Solo un idiota potrebbe non trovarcisi. Ho visto casalinghe prive di alfabetizzazione informatica passare da un desktop all'altro senza stancarsi troppo. A volte ci facciamo scudo e scusa di autentiche cavolate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!

            mio desktop kde ha 24 giorni di uptime inIo non faccio il logout da OS/400 da 4 anni, da quando è stata staccata la luce senza che l'elettricista ubriaco prevedesse un backup... altri hanno uptime molto più lunghi...
          • The_Stinger scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Le-ChuckITA
            Il mio desktop kde ha 24 giorni di uptime in
            ufficio. No, non la macchina, il processo del
            desktop! Vado al lavoro, lo sblocco, vado via,
            metto lo screensaver, uso la macchina come server
            per i dati da casa. Sono 24 giorni che NON FACCIO
            IL LOGOUT. Il sistema è velocissimo, stabile,
            usabile. Non mi serve mai di intervenire per
            modifiche. Quanto tempo ci ho messo a
            installarlo? Un'oretta, compresi TUTTI gli
            applicativi. Senza configurare niente. Ho
            installato e ho fatto il login. Fallo con xp.Lo sto facendo proprio in questo momento, proprio su una macchina Dell nel mio ufficio (sono a casa in malattia), con Windows XP Sp2.Udite udite, è in piedi da due settimane.Il processo Explorer.exe segna 203 ore di uptime.Incredibbile!!! :-)
          • Le-ChuckITA scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!

            Lo sto facendo proprio in questo momento, proprio
            su una macchina Dell nel mio ufficio (sono a casa
            in malattia), con Windows XP Sp2.

            Udite udite, è in piedi da due settimane.
            Il processo Explorer.exe segna 203 ore di uptime.

            Incredibbile!!! :-)La tua è pura fortuna, dato che io in 8 mesi di lavoro su XP di piantamenti ne ho visti eccome, quotidianamente, in tutti e 5 i pc dell'azienda. Mentre la mia è la normalità. Qui sta la differenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Le-ChuckITA

            La tua è pura fortuna, dato che io in 8 mesi di
            lavoro su XP di piantamenti ne ho visti eccome,
            quotidianamente, in tutti e 5 i pc dell'azienda.Anche io con XP ho uptime di diversi giorni. E non ho crash da circa un anno. Inoltre ho un dominio gestito da un server NT con uptime di parecchi mesi (l'ultima volta ho dovuto riavviarlo per problemi alla linea elettrica). Fortuna anche questa?
          • Le-ChuckITA scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Le-ChuckITA



            La tua è pura fortuna, dato che io in 8 mesi di

            lavoro su XP di piantamenti ne ho visti eccome,

            quotidianamente, in tutti e 5 i pc dell'azienda.

            Anche io con XP ho uptime di diversi giorni. E
            non ho crash da circa un anno. Inoltre ho un
            dominio gestito da un server NT con uptime di
            parecchi mesi (l'ultima volta ho dovuto
            riavviarlo per problemi alla linea elettrica).
            Fortuna anche questa?
            Non diciamo fesserie. Un conto è l'uptime del sistema, un conto è quello del desktop. Io quotidianamente ho assistito a blocchi che mi costringevano al logout, quando non al riavvio. E il sistema era installato di fresco e aggiornato puntualmente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non faccio il logout da 24 giorni!
            - Scritto da: Le-ChuckITA


            Anche io con XP ho uptime di diversi giorni. E

            non ho crash da circa un anno. Inoltre ho un

            dominio gestito da un server NT con uptime di

            parecchi mesi (l'ultima volta ho dovuto

            riavviarlo per problemi alla linea elettrica).

            Fortuna anche questa?



            Non diciamo fesserie. Espongo solo la mia vita.
            Un conto è l'uptime del
            sistema, un conto è quello del desktop. Nel caso di NT coincidono, nel caso di XP quasi sempre.
            Io
            quotidianamente ho assistito a blocchi che mi
            costringevano al logout, quando non al riavvio. E
            il sistema era installato di fresco e aggiornato
            puntualmente.Mai costretto al logout. Una o due volte sono stratto costretto al riavvio dal task manager. Il computer è del 2002. Fai un po' i conti di quanto frequente sia questo problema per me.
        • Anonimo scrive:
          Re: PC per ufficio 590 euro
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Aggiungi sw linux più due anni di garanzia = 690

          IVATO, per grossi volumi. Contro i 780 NON IVATI

          di questo pc

          beh cosi' pero' ti recapitano solo una scatola di
          schede da montare....
          che il prezzo in se sia forse alto non discuto,
          confrontare pero' i prezzi dei singoli componenti
          e' altrettanto un erroreIl prezzo definitivo non si discota affatto dai 690 euro. Vai a vedere sul sito della dell o di qualche altro fornitore.
    • Anonimo scrive:
      io sono arrivato PC per ufficio 370 euro

      Esempio:
      Processore AMD Sempron 2300+ 60 euro

      Scheda madre ASROCK 35 ?

      Scheda video Integrata nella sk.madre

      Memoria DDR-333 256 20?

      Hard disk
      Seagate Hd 80Gb Barracuda 2Mb 7200rpm
      56?

      Masterizzatore
      Nec ND3520
      50 ?

      Scheda audio integrata nella sk madre

      Scheda di rete integrata nella sk madre

      Altoparlanti Stereo 5?

      Monitor LG Electronics F700P 17'' 100?

      Case - Alimentatore Miditower 400W 35?

      Mouse - Tastiera 10?Totale circa 370 ?Forse ora va meglio.......
  • Anonimo scrive:
    Campo minato, solitario
    Visto che il maggior utilizzo del computer nella PA riguarda i giochini di Windows spero che ci siano le rispettive alternative in questo OpenPC.Altrimenti chi lavora nella PA non potrebbe svolgere il proprio lavoro a scapito di tutti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Campo minato, solitario
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che il maggior utilizzo del computer nella
      PA riguarda i giochini di Windows spero che ci
      siano le rispettive alternative in questo OpenPC.
      Altrimenti chi lavora nella PA non potrebbe
      svolgere il proprio lavoro a scapito di tutti...Ce ne sono ovviamente di più di uno, come nella tradizione open che vuole più alternative... KMines, GNOMine :D
  • gerry scrive:
    Il confronto prezzi è difficile
    Per curiosità sono andato a fare un giro sul primo sito che mi è venuto in mente (Dell)http://commerce.euro.dell.com/dellstore/default.asp?s=itpad&l=it&m=eur&n=&cu=itpad&v=d&cc=&ogn=&kcd=&ad=&mc=&rs=&cuid=&cg=&pch=1&demo=&gc=&sbc=itpad&co=&c=1870Si vede subito che ci sono PC più economici (509 euro), ma andando a scartavetrare le opzioni ho notato alcune cose:- Il processore è molto meno performante- Alcuni componenti (fra cui il CD/DVD rom) sono fuori dalla configurazione base- Alcuni servizi sono a parte (per es. l'installazione)- L'assistenza è aggiuntiva e solo telefonica- Ho trovato offerte per vari software, ma non office- L'opzione "dammelo senza SO" non c'èIl confronto è difficile da proporre anche perchè le specifiche hardware del PC open sono appena accennate (Monta un'unità CD? Un masterizzatore? Quanto spazio ha di HD?)Io suppongo però che, se sono davvero intenzionati a commercializzarlo, abbiano avuto l'accortezza di guardarsi un po' in giro e confrontare i prezzi. Altrimenti sono proprio fessi ;)
    • J.L.Picard scrive:
      Re: Il confronto prezzi è difficile
      Sono abbastanza d'accordo..in fin dei conti questa proposta non è tanto importante per la sua 'convenienza' ma quando per l'idea, per l'ardita iniziativa :)ragioniamo in prospettiva..se cominciano con pc linux da 800? prima o poi i prezzi scenderanno e saranno come gli altri :) l'imporantante è cominciare ;)e non dite 'bhe se cominciano così cominciano proprio male' perchè anche i cellulari hanno cominciato con prezzi esorbitanti, ma ora sono accessibili a tutti ;) e diffusi nel 90% della popolazione ehehpazientate e vedrete che anche linux avrà il suo spazio :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Il confronto prezzi è difficile
      - Scritto da: gerry
      Per curiosità sono andato a fare un giro sul
      primo sito che mi è venuto in mente (Dell)
      http://commerce.euro.dell.com/dellstore/default.as

      Si vede subito che ci sono PC più economici (509
      euro), ma andando a scartavetrare le opzioni ho
      notato alcune cose:

      - Il processore è molto meno performante
      - Alcuni componenti (fra cui il CD/DVD rom) sono
      fuori dalla configurazione base
      - Alcuni servizi sono a parte (per es.
      l'installazione)
      - L'assistenza è aggiuntiva e solo telefonica
      - Ho trovato offerte per vari software, ma non
      office
      - L'opzione "dammelo senza SO" non c'è

      Il confronto è difficile da proporre anche perchè
      le specifiche hardware del PC open sono appena
      accennate (Monta un'unità CD? Un masterizzatore?
      Quanto spazio ha di HD?)

      Io suppongo però che, se sono davvero
      intenzionati a commercializzarlo, abbiano avuto
      l'accortezza di guardarsi un po' in giro e
      confrontare i prezzi. Altrimenti sono proprio
      fessi ;)
      Ma no, qualcuno che abbocca lo trovano.
  • Anonimo scrive:
    Configurazione?
    Mi capita spesso di vedere offerte di computer completi che di nella media si aggirano tra gli 800 e i 1000? e quasi sempre c'è una cosa che mi fà scompisciare dalle risate: il processore, spesso un modello nuovo di zecca, balza subito all'occhio perchè scritto in grassetto e con un carattere + grande.....poi arriva il lato comico e cioè il resto della configurazione che nella maggior parte dei casi è una vera ciofeca.In particolare la ram, quasi sempre 256 MB che al giorno d'oggi non bastano più a far nulla, il case che spesso è mediocre ma soprattutto la scheda video.Praticamente spesso a componenti di punta ne vengono affiancati altri scarsi così si ha un pc non equilibrato che non permette di sfruttare appieno i componenti migliori (come il sottolineato processore).Questo pc Open si basa su un processore intel 2,8 GHz...ma di che tipo? E il resto della configurazione?CIAO
  • Anonimo scrive:
    Confronti
    Copio qui le caratteristiche di un pc prese dal sito di mediaworld (preso come esempio veloce, il confronto lo si può fare con qualsiasi grosso distributore). HP Compaq Presario SR1419IT+ monitor LG L1715: 799? iva inclusaIntel Pentium 4 515 (2.93 GHz, 1 MB L2, 533 MHz FSB)HD 160 GB - RAM 512 MB - Display 17" pollici LCDModem 56K - Masterizzatore DVD±R/RW Double Layer - FireWireS-Video - Card reader 9 in 1 - PCI-Express 16x - LAN 10/100Scheda video: Intel Graphics Media Accelerator 900, 224 MB CondivisaPc di marca, pc di medio/basse caratteristiche, sicuramente sufficenti per un ufficio, monitor lcd 17", processore più grosso di 2.8, regolare licenza Windows XP , suire Works 8 + MS Word ad un prezzo inferiore di quello offerto alle PA. Considerando che:togliendo il software a corredo si risparmierebbero (viste le versioni OEM) dagli 80 ai 100 euro (+iva); che il prezzo si riferisce all'acquisto di un solo e singolo pc e non a migliaia come l'offerta fatta alle PA; che le caratteristiche del computer offerto alle PA ha caratteristiche inferiori; che tutto il software open che è montato sul pc offerto alle PA non costa e dunque si può tranquillamente installare anche su quello da me portato come esempio; che i costi di installazione dei vari prodotti li si ammortizza in un attimo considerando che è possibile attuare clonazioni di disco trattandosi di macchine tutte uguali; che un contratto di assistenza di due anni per così tante macchine costa (a pc) meno di 100 eurosi evince che:CON LO SPECCHIETTO PER LE ALLODOLE DEI BUONI SENTIMENTI E DELL'OPENSOURCE CHE VA DI MODA, SE ACCETTANO LE PA VERRANNO AMPIAMENTE TRUFFATE.... tanto i soldi sono i nostri
  • Anonimo scrive:
    danke!
    i tedeschi ringraziano (e gli italiani se la pigliano into u .ulo)...anywhere
  • Anonimo scrive:
    Fuori dal guscio c'è il mondo vero
    Il mondo nel quale se non fai utili chiudi, dove l'assistenza costa, dove le spese di gestione aziendale sono rilevanti.Cari i miei linuxari, benvenuti nel mondo reale.
    • eagleone scrive:
      Re: Fuori dal guscio c'è il mondo vero
      - Scritto da: Anonimo
      Il mondo nel quale se non fai utili chiudi, dove
      l'assistenza costa, dove le spese di gestione
      aziendale sono rilevanti.

      Cari i miei linuxari, benvenuti nel mondo reale.Sai, io uso Linux, ma non pretendo che anche gli altri lo debbano usare, c'è un piccolo particolare però, ed è che la maggior parte della gente pensa che esiste solo Windows, e per dirti, molti non sanno nemmeno che esistano i Mac.Spesso, più che far conoscere Linux, sarebbe giusto far sapere che non esiste solo Windows.In quanto al "mondo reale", a parte che io ho sempre contribuito economicamente ai software che ho nei miei computer anche se sono open (ricordati che puoi dire di conoscere il mondo Open Source se sai che (open != gratis && free != gratis)), però preferisco gli utenti Linux che installano nei loro sistemi molti programmi "anche" gratuiti, ma che però si possono avere comunque onestamente, piuttosto che quella massa di ladri che installano le copie di Windows illegalmente, o che si installano decine di software che dovrebbero pagare senza pagarli, con crack e quant'altro, e, il definirli "ladri" (lo dico anche per i moderatori, prima che spostino il messaggio), non è un insulto, ma un dato di fatto per chi si comporta così.Se prima che ci fossero a disposizione moltissimi programmi a costi molto minori o nulli la cosa era in certi contesti in parte comprensibile, adesso se uno si installa, per fare un esempio, una copia di Office senza avere delle specifiche esigenze di questa suitè, vuol dire che è un ladro, perchè, sempre per fare un esempio, potrebbe installarsi OpenOffice, che andrebbe bene comunque, e questo è un tipo di esempio di cui si potrebbe fare una lunga lista.C'è da dire che anche su questo molti manco sanno che ci sono altre suitè per ufficio al di fuori di Office (suitè... ho sentito gente chiamare Office "un sistema operativo"... :( ).Ricordati che la cosa che fa più incazzare i linari :D "non estremisti" come il sottoscritto non è il fatto che tutti non usano Linux, o il fatto che quasi la maggioranza usi Windows, ma è l'ignoranza, quella mancanza nella maggior parte degli utenti (e da qui nasce il termine "utonti") di quel minimo di alfabetizzazione informatica di base che uno dovrebbe avere per usare un computer! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Fuori dal guscio c'è il mondo vero
        - Scritto da: eagleone
        Ricordati che la cosa che fa più incazzare i
        linari :D "non estremisti" come il sottoscritto
        non è il fatto che tutti non usano Linux, o il
        fatto che quasi la maggioranza usi Windows, ma è
        l'ignoranza, quella mancanza nella maggior parte
        degli utenti (e da qui nasce il termine "utonti")
        di quel minimo di alfabetizzazione informatica di
        base che uno dovrebbe avere per usare un
        computer! ;)Ebbravo galeone.Cantagliele così a sti rintronati del WC-closed.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fuori dal guscio c'è il mondo vero

        Sai, io uso Linux, ma non pretendo che anche gli
        altri lo debbano usare, c'è un piccolo
        particolare però, ed è che la maggior parte della
        gente pensa che esiste solo Windows, e per dirti,
        molti non sanno nemmeno che esistano i Mac.Questo semmai è un grande merito della Microsoft, che ha investito in marketing, e questo gli utenti lo pagano di tasca loro.Per fare un parallelo col mondo della moda, quando si acquista un prodotto di uno stilista si paga la qualità, si paga la cetena di distribuzione, si paga la pubblicità.E' un tema molto attuale questo, pensa al mercato del tessile, ormai che "tira" in Italia è l'alta moda, fose per il tessile tradizionale tutta la filiera italiana sarebbe già sepolta da un pezzo.
        Spesso, più che far conoscere Linux, sarebbe
        giusto far sapere che non esiste solo Windows.Giusto, ma chi deve pagare per questo se non chi vende Linux?
      • Anonimo scrive:
        Re: Fuori dal guscio c'è il mondo vero
        - Scritto da: eagleone

        - Scritto da: Anonimo

        Il mondo nel quale se non fai utili chiudi, dove

        l'assistenza costa, dove le spese di gestione

        aziendale sono rilevanti.



        Cari i miei linuxari, benvenuti nel mondo reale.

        Sai, io uso Linux, ma non pretendo che anche gli
        altri lo debbano usare, c'è un piccolo
        particolare però, ed è che la maggior parte della
        gente pensa che esiste solo Windows, e per dirti,
        molti non sanno nemmeno che esistano i Mac.
        Spesso, più che far conoscere Linux, sarebbe
        giusto far sapere che non esiste solo Windows.questo è un luogo comune e allo stesso tempo una giustificazione per i linari-extreme del fatto che linux non lo vuole nessuno... nemmeno aggratisprova a fare un sondaggio personale di tutti quelli che conosci e chiedigli se conoscono alternative a windows (anche solo per sentito dire)...io l'ho fatto per gioco e sono rimasto meravigliato...la massa è sempre meno ignorante di quanto si immagini... semmai, la massa, non segue ideologie bensì vantaggi personali
        • Anonimo scrive:
          Re: Fuori dal guscio c'è il mondo vero
          - Scritto da: Anonimo


          questo è un luogo comune e allo stesso tempo una
          giustificazione per i linari-extreme del fatto
          che linux non lo vuole nessuno... nemmeno
          aggratis

          prova a fare un sondaggio personale di tutti
          quelli che conosci e chiedigli se conoscono
          alternative a windows (anche solo per sentito
          dire)...

          io l'ho fatto per gioco e sono rimasto
          meravigliato...

          la massa è sempre meno ignorante di quanto si
          immagini... semmai, la massa, non segue ideologie
          bensì vantaggi personali
          Ora, non so che massa hai intervistato tu, ma io conosco frotte di persone che prima che io gli dimostrassi che esistono delle alternative pensavano che TUTTI i computer avessero Windows. E per "tutti i computer" intendo anche i mainframe IBM alla Deep Blue e i grandi cluster per il calcolo in parallelo sviluppati da università e consorzi.Che poi la gente segua solo i suoi vantaggi personali è un dato di fatto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Fuori dal guscio c'è il mondo vero
            - Scritto da: Anonimo
            E per "tutti i computer" intendo anche i
            mainframe IBM alla Deep Blue e i grandi cluster
            per il calcolo in parallelo sviluppati da
            università e consorzi.:| :| :| :| :|Sei sempre quello del computer con da 200 euro venduto a 2000? Con aneddoti del genere potresti scrivere un libro :|
  • Anonimo scrive:
    Curioso....
    Vado sul sito della compulab e tra i partners vedo Microsoft anzichè NOVELL... humm mi sa tanto di bufala!
    • Anonimo scrive:
      Re: Curioso....
      - Scritto da: Anonimo
      Vado sul sito della compulab e tra i partners
      vedo Microsoft anzichè NOVELL... humm mi sa
      tanto di bufala!HP + Microsoft: Invent the facts!;)KaysiX
  • Anonimo scrive:
    Li manda la Microsoft
    Con questi prezzi si scoprirà che sotto sotto c'è la Microsoft per dimostrare che alla fine il loro TCO è inferiore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Li manda la Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Con questi prezzi si scoprirà che sotto sotto c'è
      la Microsoft per dimostrare che alla fine il loro
      TCO è inferiore.se siano mandati da Microsoft non lo so, ma effettivamente a quei prezzi il TCO di M$ è sicuramente inferiore
      • Anonimo scrive:
        Re: Li manda la Microsoft

        se siano mandati da Microsoft non lo so, ma
        effettivamente a quei prezzi il TCO di M$ è
        sicuramente inferioreTCO vuol dire anche i costi successivi all'acquisto. Quindi la tua affermazione mi sembra proprio fuori luogo, a patto di non installare tutto il software per Windows piratato, come la maggior parte della gente fa ignorando il reato penale...
  • Anonimo scrive:
    S.O. alternativi
    Nel costo di XP nessuno ci aggiunge i costi OBBLIGATORI per antivirus, antispyware e boiate varie?
  • Anonimo scrive:
    Schermo
    Ma in questi PC gli schermi sono inclusi o no? comunque sembra molto strana come cifra.Io scrivo dalla Svizzera e vi posso dire che per certi montanti si hanno PC e schermi TFT 17'', SO compreso e anche con un buon margine di guadagno!
  • Anonimo scrive:
    Si poteva
    fare decisamente con meno euro, il costo è ancora alto, dov'è il risparmio ?
  • Anonimo scrive:
    UN FURTO !!!
    Un PC per ufficio si vende alla metà di quel prezzo, con caratteristiche molto simili e software similare.Ci si riesce perfino con XP !! Che caxxo di offerta del caxxo è ???LADRONI !!!!
  • Anonimo scrive:
    Andate in un centro commerciale
    e per 1000 euro (IVA compresa) troverete offerte molto migliori...questa gente fa fare solo brutta figura all'open source.
  • blakwolf scrive:
    Tanto in gara di appalto non vincerebbe
    Quel computer in ogni caso ha installato del software che rispetta minimamente i 10 requisiti software per l'accessibilità richiesti dalla 04/2004 quindi in gara di appalto indipendentemente dal fatto che fornisce software open source o che costa "poco" verrebbe sconfitto da qualunque altra fornitura con un sistema operativo commerciale.
    • Vide scrive:
      Re: Tanto in gara di appalto non vincere
      LOLse c'è una cosa che non si può imputare alle distro Linux è la carenza di riguardo all'accessibilità.
      • lucamascaro scrive:
        Re: Tanto in gara di appalto non vincere
        - Scritto da: Vide
        LOL
        se c'è una cosa che non si può imputare alle
        distro Linux è la carenza di riguardo
        all'accessibilità.giuro che non ho capito se indendi dire che le distro Linux sono accessibili o no
    • grassman scrive:
      Re: Tanto in gara di appalto non vincere
      - Scritto da: blakwolf
      Quel computer in ogni caso ha installato del
      software che rispetta minimamente i 10 requisiti
      software per l'accessibilità richiesti dalla
      04/2004 quindi in gara di appalto
      indipendentemente dal fatto che fornisce software
      open source o che costa "poco" verrebbe sconfitto
      da qualunque altra fornitura con un sistema
      operativo commerciale.Infatti io ho comprato solo 100 e passa pc, per la PA, senza os, su cui abbiamo installato linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto in gara di appalto non vincere
        - Scritto da: grassman
        Infatti io ho comprato solo 100 e passa pc, per
        la PA, senza os, su cui abbiamo installato linux.Questo, dopo il decreto, è un bel rischio del dirigente che autorizzerà l'installazione del sw.
        • grassman scrive:
          Re: Tanto in gara di appalto non vincere
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: grassman


          Infatti io ho comprato solo 100 e passa pc, per

          la PA, senza os, su cui abbiamo installato
          linux.

          Questo, dopo il decreto, è un bel rischio del
          dirigente che autorizzerà l'installazione del sw.Ma fammi il piacere.Voglio vedere come mettevamo in piedi il nostro cluster di 64 cpu per calcolo scientifico senza linux (e OM+MPI).Può una legge ostacolare così palesemente la ricerca?
          • lucamascaro scrive:
            Re: Tanto in gara di appalto non vincere

            Ma fammi il piacere.
            Voglio vedere come mettevamo in piedi il nostro
            cluster di 64 cpu per calcolo scientifico senza
            linux (e OM+MPI).
            Può una legge ostacolare così palesemente la
            ricerca?Non la ostacola, perchè in quel caso windows non sarebbe rientrato nel bando di gara, poichè la legge dice a pari prerequisiti soddisfatti si privilegia prima l'accessibile subito dopo l'open source, ecc...comunque contro server apple linux non può vincere la gara
  • Anonimo scrive:
    compulab il peggio sia per lin che win
    Questo compulab è da evitare qualsiasiprodotto si voglia acquistare, a prescindere.Per il resto, un pc entry level con schermolcd 17 entry level oggi come oggi si può proporrecon linux a 550/600 euro. Ma se si lavora con discrete quantità, anche a 500. Naturalmente senza contratto di assistenza.Quindi, quest'offerta è, come il corso da loroproposto a 7500 euro tempo fa su pi, fuorimercato. Ma si sa, a prescindere dal so, initalia, specie nella pa, essere competitivi nonè sempre importante.
  • Anonimo scrive:
    diciamo la verità, è troppo.
    Viene proposto un pc con specificheche io non ho trovato sul sito di compulaba meno di 1000 euro con assistenza eaggiornamento sw biennali.Tutto sommato, visto che in questo momentoun pc con xp home e office versione limitataviene venduto alle pa per poco piu di 500 eurocon lcd da 17 compreso, mi sembra troppoD'altra parte questo compulab è lo stesso cheoffre corsi a 7500 euro.Alla larga.
  • Anonimo scrive:
    poi quando dico
    che l'open source è un movimento creato unicamente per vendere hardware risparmiando sul costo del software mi ridete dietro. Ecco l'open source, lo sfruttamento dei muli per vendere l'hardware. Quest'ultimo almeno non si può open sorciare e almeno li gli impiegati li devono pagare.
    • Anonimo scrive:
      Re: poi quando dico
      - Scritto da: Anonimo
      che l'open source è un movimento creato
      unicamente per vendere hardware risparmiando sul
      costo del software mi ridete dietro. Ecco l'open
      source, lo sfruttamento dei muli per vendere
      l'hardware.
      Quest'ultimo almeno non si può open sorciare e
      almeno li gli impiegati li devono pagare.come no ?l'hw open soruce lo trovi qui http://www.opencores.org/
    • EffeElle scrive:
      Re: poi quando dico
      - Scritto da: Anonimo
      che l'open source è un movimento creato
      unicamente per vendere hardware risparmiando sul
      costo del software mi ridete dietro. Ecco l'open
      source, lo sfruttamento dei muli per vendere
      l'hardware. Sei sempre lo stesso che scrivi ste panzanate. Almeno firmati così evito i tuoi post francamente inutili.
      Quest'ultimo almeno non si può open sorciare e
      almeno li gli impiegati li devono pagare.Ah, secondo te gli operai cinesi, taiwanesi o indiani che lavorano come schiavi 12 ore al giorno ad assemblare PC sono pagati vero? Almeno i programmatori Open Source non li obbliga nessuno, il software lo fanno per passione e che software, non come i tuoi amici di redmond o rochester che fanno solo groviere...
      • Anonimo scrive:
        Re: poi quando dico
        (non sono quello che ha iniziato)Tutta la settimana fanno anche i disoccupati o i muratori per passione?
  • mattiamartinello scrive:
    Bel partner!
    Guardate un po' chi compare tra i "partner" di questa Compulab:http://www.compulabnet.it/Compulab/main.jsp?s1=partnersProprio un'azienda che appoggia l'Open Source! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bel partner!
      sono solo speculazioni per aumentare il fatturato vendendo pca caro prezzo :)Per la PA meglio le scelte fatte da Monaco, ad esempio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bel partner!
        - Scritto da: Anonimo
        sono solo speculazioni per aumentare il fatturato
        vendendo pc
        a caro prezzo :)

        Per la PA meglio le scelte fatte da Monaco, ad
        esempio.in italia c'e' la mafia con cui bisogna convivere ... meglio farli pagare cari i comp open, altrimenti tutti diranno che non valgono niente, dovrebbero mettere il prezzo al doppio e poi fare lo sconto di 200? nel caso ordinassero piu' di 10 pc, ci sarebbe la fila perche' ti fanno un grande sconto ...(linux)
      • mattiamartinello scrive:
        Re: Bel partner!
        - Scritto da: Anonimo
        sono solo speculazioni per aumentare il fatturato
        vendendo pc
        a caro prezzo :)E vogliamo parlare della serie di workshop che questa azienda ha organizzato sul tema del software Open Source?Andate a questa pagina http://www.oslearningroup.it/php/New_home.php e scaricate il PDF col modulo per l'iscrizione. Sedetevi (bene su una sedia, mi raccomando!) e guardate il prezzo del "corso": 7500 euro + IVA!!!Ma ci hanno presi per matti?? Vorrei proprio sapere come è andato questo workshop, se le sedie erano piene o vuote...Io ancora non ci credo... 15 milioni (+ IVA!)....
  • Anonimo scrive:
    Monaco
    La scelta fatta da monaco con Debian e con il supporto di società locali è la migliore per benefici e occupazione.Queste sono solo speculazioni e servono ai grandi produttori per vendere più computer a caro prezzo!Metto le mani avanti: chi mi insulta è uno stolto :)e non sono un fan di Debian!
    • Anonimo scrive:
      Re: Monaco
      - Scritto da: Anonimo
      La scelta fatta da monaco con Debian Principato di Monaco? O Munchen ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Monaco
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        La scelta fatta da monaco con Debian

        Principato di Monaco? O Munchen ?Munchen
        • teddybear scrive:
          Re: Monaco
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          - Scritto da: Anonimo


          La scelta fatta da monaco con Debian



          Principato di Monaco? O Munchen ?
          MunchenMünchen. Oppure Muenchen.Anzi, l'ultima, secondo le nuove norme della scrittura tedesca, è più corretta.PLP ;)
  • Anonimo scrive:
    Margine zero?
    Proprio oggi mi è arrivato un depliant di una nota azienda produttrice di pc; offrono, a 800 euro iva esclusa:-p4 3ghz-xp home-512 mb di ram-hd 160gb-schermo lcd 19''(!)-radeon x300se-masterizzatore dvd-scheda di rete, usb etc ...e naturalmente open office ed il resto te lo installi comunque gratis.
    • The_GEZ scrive:
      Re: Margine zero?
      Ciao Anonimo !
      Proprio oggi mi è arrivato un depliant di una
      nota azienda produttrice di pc; offrono, a 800
      euro iva esclusa:

      -p4 3ghz
      -xp home
      -512 mb di ram
      -hd 160gb
      -schermo lcd 19''(!)
      -radeon x300se
      -masterizzatore dvd
      -scheda di rete, usb etc ...Io quando mi vengono a dire che mi stanno vendendo qualche cosa senza guadagnarci mollo subito il colpo e vado da un' altra parte ... mi stanno fregando di sicuro.
  • Anonimo scrive:
    Assistenza per 2 anni...
    L'assistenza per 2 anni secondo me e' ottima..cosa che non succede con altri sistemi... il prezzo poteva forse essere ritoccato in ribasso in fondo la macchina non gli costera' molto e l'assistenza novell suse non penso che influenzi pesantemente il costo del pc...Mah.. e' gia' un bel segnale... speriamo ce ne siano altri...ciauz
    • Anonimo scrive:
      Re: Assistenza per 2 anni...
      - Scritto da: Anonimo
      L'assistenza per 2 anni secondo me e'
      ottima..cosa che non succede con altri sistemi...

      il prezzo poteva forse essere ritoccato in
      ribasso in fondo la macchina non gli costera'
      molto e l'assistenza novell suse non penso che
      influenzi pesantemente il costo del pc...
      Mah.. e' gia' un bel segnale... speriamo ce ne
      siano altri...
      ciauzCiao,concordo con l'analisi: leggendo i vari interventi, tutti si sono attivati per gridare al prezzo eccessivo e a formulare proposte alternative.Tutto sommato, credo che questo progetto, che portera' all'acquisto a migliaia di PC, non possa essere giudicato sul prezzo del singolo calcolatore. Probabilmente servono altri dati per valutare l'equita' della proposta. In primis, la decisione mi sembra strategica e destinata ad ottimizzare i costi in tempi lunghi piuttosto che sul breve periodo.Inoltre esisteranno altri indicatori, quali la "stabilita'" dell'azienda che dovra' eseguire la fornitura, l'assistenza, ...Naturalmente si suppone che siano tutti in buona fede ....
      • Anonimo scrive:
        Re: Assistenza per 2 anni...
        - Scritto da: Anonimo
        Tutto sommato, credo che questo progetto, che
        portera' all'acquisto a migliaia di PC, Le premesse sono tutte da verificare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Assistenza per 2 anni...

        Naturalmente si suppone che siano tutti in buona
        fede ....buhauhuahuhauauauahua
  • Anonimo scrive:
    mi sento preso in giro...
    Sto pc e' na cavolata... il prezzo e' alto e ingiustificato...mi farebbe piacere un pc con gnu/linux preinstallato soprattutto se poi fanno la versione portatile..ma al momento la loro offerta non mi sembra niente vantaggiosa... Da stimatore dell'opensource e di gnu/linux penso che si stanno approfittando troppo della posizione che gnu/linux sta rosicchiando piano piano... sono commercianti alla fine loro vendono la macchina ma il prezzo resta ingiustificato..
  • Anonimo scrive:
    Perché questo computer?
    Per gli stessi soldi potrete prendervi il medesimo computer dotato di windows xp e metterci sopra la vosta distro linux preferita, se volete.Differenza: una licenza di windows, che ha un prezzo superiore a zero.
  • TPK scrive:
    Pentium 4 a 2,8 GHz
    E il resto cos'e'?Il mio PC: Athlon 2.6 GHz, RAM 512 MB, HD 80 GB, Radeon 9500.Prezzo 770.Due anni fa.
    • The_GEZ scrive:
      Re: Pentium 4 a 2,8 GHz
      Ciao TPK !
      Il mio PC: Athlon 2.6 GHz, RAM 512 MB, HD 80 GB,
      Radeon 9500.
      Prezzo 770.Già ...E tra l' altro per un PC destinato a fare girare OpenOffice perchè mettere un processore costoso come il P4 ... mah !
    • Anonimo scrive:
      Re: Pentium 4 a 2,8 GHz
      il mio athlon 3200+, asus a8n-sli deluxe, 1 gb di ram, ali tt 480w real-power, 6800GT, hd samsung sata 180, case chieftechpagato 930 euro, ovviamente senza quello skifo di windows.:D,in definitiva quel pc è una soLa dato che da essedi li vendono a 200 euro con il software open source.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pentium 4 a 2,8 GHz
      - Scritto da: TPK
      E il resto cos'e'?

      Il mio PC: Athlon 2.6 GHz, RAM 512 MB, HD 80 GB,
      Radeon 9500.
      Prezzo 770.

      Due anni fa.Già.Io avrei proposto un bel Sempron 2600+ su una motherboard valida ma economica con video integrato (tanto ci gira solo il 2D) e il prezzo alla fine non supererebbe i 600 euro + iva monitor incluso !Processore AMD Sempron 2600+ Socket 462 Boxed85?Scheda madre Gigabyte GA-7VM400MRZ51?Scheda video Integrata nella sk.madreMemoria DDR-333 512Mb PC2700 Kingmax SuperRam55?Hard diskSeagate Hd 80Gb Barracuda 2Mb 7200rpm56?MasterizzatoreNec ND352063?Scheda audio integrata nella sk madreScheda di rete integrata nella sk madreAltoparlanti Stereo 15?Monitor LG Electronics F700P 17''190?Case - Alimentatore Miditower 400W60?Mouse - Tastiera18?Totale circa 590 ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Pentium 4 a 2,8 GHz
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: TPK

        E il resto cos'e'?



        Il mio PC: Athlon 2.6 GHz, RAM 512 MB, HD 80
        GB,

        Radeon 9500.

        Prezzo 770.



        Due anni fa.

        Già.
        Io avrei proposto un bel Sempron 2600+ su una
        motherboard valida ma economica con video
        integrato (tanto ci gira solo il 2D) e il prezzo
        alla fine non supererebbe i 600 euro + iva
        monitor incluso !

        Processore AMD Sempron 2600+ Socket 462 Boxed
        85?

        Scheda madre Gigabyte GA-7VM400MRZ
        51?

        Scheda video Integrata nella sk.madre

        Memoria DDR-333 512Mb PC2700 Kingmax SuperRam
        55?

        Hard disk
        Seagate Hd 80Gb Barracuda 2Mb 7200rpm
        56?

        Masterizzatore
        Nec ND3520
        63?

        Scheda audio integrata nella sk madre

        Scheda di rete integrata nella sk madre

        Altoparlanti Stereo 15?

        Monitor LG Electronics F700P 17''
        190?

        Case - Alimentatore Miditower 400W
        60?

        Mouse - Tastiera
        18?

        Totale circa 590 ?Marca del PC?Forse non lo sai, ma le grandi aziende (tra cui le PA) scelgono solo Brand per vari motivi:1) Richiedono che le parti di ricambio siano disponibili per alcuni anni (almeno la durata della garanzia, chiesta come minimo per 3 anni, spesso anche di 5) questo sui pc assemblati come quello che proponi tu è impossibile2) Richiedono che TUTTI i pc comprati siano con lo stesso HW, stessa scheda video, stessa MatherBoard, stesso chipset, per tutto il periodo di fornitura3) L'assistenza è compresa nel prezzo...Tutte queste cose il pc che proponi NON le ha
        • Anonimo scrive:
          Re: Pentium 4 a 2,8 GHz
          - Scritto da: Anonimo
          Marca del PC?
          Forse non lo sai, ma le grandi aziende (tra cui
          le PA) scelgono solo Brand per vari motivi:
          1) Richiedono che le parti di ricambio siano
          disponibili per alcuni anni (almeno la durata
          della garanzia, chiesta come minimo per 3 anni,
          spesso anche di 5) questo sui pc assemblati come
          quello che proponi tu è impossibile
          2) Richiedono che TUTTI i pc comprati siano con
          lo stesso HW, stessa scheda video, stessa
          MatherBoard, stesso chipset, per tutto il periodo
          di fornitura
          3) L'assistenza è compresa nel prezzo...


          Tutte queste cose il pc che proponi NON le haSe tu potessi fare un giro sul sito della consip scopriresti che i pc per le PA, nonostante siano di marca, costano meno o quasi di quello assemblato dal cacciavitaro sotto casa (a te).
  • Anonimo scrive:
    Un pc per ufficio a 800 euro?
    Ma chi lo vuole? Che se lo tengano. Mi sembra che il sw opensource sia solo una scusa per lucrare maggiormente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.
      Mi sembra che il sw opensource sia solo una scusa
      per lucrare maggiormente.Infatti è proprio così. Questi guadagnano più di chi vende PC con installato XP e Office.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.

        Mi sembra che il sw opensource sia solo una
        scusa

        per lucrare maggiormente.

        Infatti è proprio così. Questi guadagnano più di
        chi vende PC con installato XP e Office.
        La soddisfazione di avere un SO open è compresa nelprezzo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
          - Scritto da: Anonimo
          La soddisfazione di avere un SO open è compresa
          nel
          prezzo.Bravo, vedo che sei il tipico pollo che è il target di queste offerte. Loro lucrano suoi tuoi principi oltre che sul software open source. Open source sì, ma non se qualcuno ci deve lucrare in questo modo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Bravo, vedo che sei il tipico pollo che è il
            target di queste offerte. Loro lucrano suoi tuoi
            principi oltre che sul software open source. Open
            source sì, ma non se qualcuno ci deve lucrare in
            questo modo.guarda genio che "open source" non ha mai voluto significare "gratis". non pensare da comunista.pbx
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Bravo, vedo che sei il tipico pollo che è il

            target di queste offerte. Loro lucrano suoi tuoi

            principi oltre che sul software open source.
            Open

            source sì, ma non se qualcuno ci deve lucrare in

            questo modo.


            guarda genio che "open source" non ha mai voluto
            significare "gratis". non pensare da comunista.
            Mai detto che debba essere gratis. Ma siccome ho una SuSE, pagata, ed ho pure pagato XP, so perfettamente qual'è il prezzo delle cose. E questi ci lucrano sopra gli ideali delle persone.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Bravo, vedo che sei il tipico pollo che è il

            target di queste offerte. Loro lucrano suoi tuoi

            principi oltre che sul software open source.
            Open

            source sì, ma non se qualcuno ci deve lucrare in

            questo modo.


            guarda genio che "open source" non ha mai voluto
            significare "gratis". non pensare da comunista.

            pbxmai detto che debba essere gratis...solo che fino a ieri ci spaccavate i maroni che open source nella p.a. avrebbe significato taglio di spese!e ti risparmio tutto il discorso del tco perchè tanto è inutile, qui solo il computer con sw open source (e pensa che openoffice è pure free) costa il doppio di un pc con windows e ms office + norton inetrnet security (antivirus, firewall etc)..ma tanto basta che abbia a che fare con open source che immediatamente anche la me**a diventa cioccolato...
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?


          - Scritto da: Anonimo


          Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.


          Mi sembra che il sw opensource sia solo una

          scusa


          per lucrare maggiormente.



          Infatti è proprio così. Questi guadagnano più di

          chi vende PC con installato XP e Office.


          La soddisfazione di avere un SO open è compresa
          nel
          prezzo.Ah! Scusa, a questo non avevo pensato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
          - Scritto da: Anonimo



          La soddisfazione di avere un SO open è compresa
          nel
          prezzo.senti ciccio, io uso solo linux dal 98 e in dual boot dal 94, ma nella PA a me non mi frega una cippa della soddisfazione dell'operatore! I soldi sono i miei e voglio che ne vengano spesi meno possibile con i massimi risultati possibile. Riga! Se poi l'operatore è soddisfatto che il SO è open, m'importasega!
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            senti ciccio, io uso solo linux dal 98 e in dual
            boot dal 94, ma nella PA a me non mi frega una
            cippa della soddisfazione dell'operatore! I soldi
            sono i miei e voglio che ne vengano spesi meno
            possibile con i massimi risultati possibile.
            Riga! Se poi l'operatore è soddisfatto che il SO
            è open, m'importasega!Dimentichi una cosa fondamentale per tutte le aziende, anche per le PA: gli impiegati insoddisfatti sono meno produttivi e si ammalano più spesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            Dimentichi una cosa fondamentale per tutte le
            aziende, anche per le PA: gli impiegati
            insoddisfatti sono meno produttivi e si ammalano
            più spesso.Tranquillo, in Italia si ammalano lo stesso, anche se gli metti davanti un megaPC con un megaOS.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Dimentichi una cosa fondamentale per tutte le

            aziende, anche per le PA: gli impiegati

            insoddisfatti sono meno produttivi e si ammalano

            più spesso.

            Tranquillo, in Italia si ammalano lo stesso,
            anche se gli metti davanti un megaPC con un
            megaOS.Bravo, complimenti per il luogo comune !
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            Ma siete impazziti? Pensate che normalmente 800? o quasi si spendono SOLO PER LE LICENZE SOFTWARE (Windows + Office + vari ed eventuali)!!!E considerate che questi computer sono almeno come dei 2.8GHz. Non mi sembra proprio che ci lucrino così tanto.Cosa pensate che significhi "a margine zero"???Non riesco a credere a quel che leggo... dire che 800? per un 2.8 GHz equipaggiato con i migliori sw è un prezzo vergognosamente alto... ma dove vivete, che vi vengo a trovare?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Cosa pensate che significhi "a margine zero"???
            Non riesco a credere a quel che leggo... dire che
            800? per un 2.8 GHz equipaggiato con i migliori
            sw è un prezzo vergognosamente alto... ma dove
            vivete, che vi vengo a trovare?"A margine zero" sicuramente non è una qualità di questo fantomatico PC.Sono un consulente IT, e ho accesso ai listini dei distributori di hardware, e quella macchina all'ingrosso costerà al massimo 400/500 euro...Proprio a margine zero!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            SCUSATE....QUALCUNO SA DIRMI IL PREZZO DEI SOFTWARE MS O DI ALTRI PRODUTTORI NON OPEN ED I CUI CORRISPONDENTI OPEN SI TROVANO SU QUESTO TIPO DI PC ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            SCUSATE....

            QUALCUNO SA DIRMI IL PREZZO DEI SOFTWARE MS O DI
            ALTRI PRODUTTORI NON OPEN ED I CUI CORRISPONDENTI
            OPEN SI TROVANO SU QUESTO TIPO DI PC ?Partiamo dal dire i prezzi di sw open il cui equivalente si trova in questo tipo di pc: 90 euro. Compresa manualistica e assistenza. Senza sconti dovuti ai grossi volumi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            Se mi dai 450? te l'assemblo io con lo stesso identico processore e software, senza essere un riveditore.Volendo si può fare anche per meno....
          • J.L.Picard scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Se mi dai 450? te l'assemblo io con lo stesso
            identico processore e software, senza essere un
            riveditore.Volendo si può fare anche per meno....Braaavissimovedo che hai tapico tutto :Pse tu fossi un'azienda che fornisce PC e facessi così falliresti dopo un mese perchè non avresti nessun guadagno ;)il concetto di questo pc è di spingere e far capire che con Linux poi non pagherai nessun altro software.. all'ingrosso assembli questo pc a 400/500?? si.. ma all'ingrosso però.. un ufficio avrà si e no 3-4 pc se è di piccole/medie dimensioni.. 800? non sono per niente molti, se conti anche che ti installano un sistema operativo testato e funzionante al meglio, e senza contare i vari test hardware..non è che se 400/500? è il prezzo dei componenti del pc, vuol dire che quello sia effettivamente il costo finale dello stesso.. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            se tu fossi un'azienda che fornisce PC e facessi
            così falliresti dopo un mese perchè non avresti
            nessun guadagno ;)Omioddio! Qualcuno deve avvisare Dell e HP prima che falliscano! Loro vendono PC da ufficio (a volume, come serve alle PA, con sw e garanzia e l'assistenza la fanno i ced) proprio a quei prezzi!Ma è terrrribbile!Avvisiamoli prima che sia troppo tardi!Forza, avanti a warp 9 e stiamo attenti a non entrare nella fascia plaid!
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            all'ingrosso assembli questo pc a 400/500?? si..
            ma all'ingrosso però.. un ufficio avrà si e no
            3-4 pc se è di piccole/medie dimensioni.. 800?
            non sono per niente molti, se conti anche che ti
            installano un sistema operativo testato e
            funzionante al meglio, e senza contare i vari
            test hardware..ahahahhahaah questo e' veramente ridicolo .. sostenere che linux con Suse ( la peggiore distribuzione in circolazione ), server grafico X-org dalla orribili e umilianti prestazioni ( forse tra le + basse al mondo ), dal software instabile e totalmente diverso da quello a cui un semplice impiegato della PA e' da sempre abituato, sia una valida alternativa e' ha unicamente del comico. Prima di tutto finiamola con il sostenere che Linux e' un ottimo sistema Desktop, non lo e' assolutamente e' nato come server e il suo lavoro lo svolge benissimo, ma dal punto di vista grafico e' tra i + scadenti sul mercato, inoltre il suo server grafico e' tristemente noto da sempre per le sue enormi e iper sfruttate falle di sicurezza.800 euro ? Apple MacMini - 599 euro - processore PPC 1.4 ghz e 512 mb ram - sistema operativo Unix Freebsd ( OpenSource signori .. mai sentito parlare del progetto Darwin ? suppongo di no .. ) - equipaggiato con Quartz il migliore server grafico al mondo , dalle impressionanti prestazioni - software già installato di facilissimo utilizzo anche da un mongoplettico ( informaticamente parlando ) della PA.Pensare che un impiegato che deve rilasciarmi una certificazione, di qualunque tipo sia, dovrà farlo su Linux ( che e' ribadisco un sistema operativo per esperti e solo per loro ), mi fa accapponare la pelle.SalutiFrancesco
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            ahahahhahaah questo e' veramente ridicolo ..
            sostenere che linux con Suse ( la peggiore
            distribuzione in circolazione ), ahhh MBECILLE! Ma chi ti paga?!Il DRAGA il il MELARO!Ma che cazzo stai a dì!Ruffiano!Vattelo a pijà ner CUXO!
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            ahahahhahaah questo e' veramente ridicolo ..

            sostenere che linux con Suse ( la peggiore

            distribuzione in circolazione ),


            ahhh MBECILLE! Ma chi ti paga?!
            Il DRAGA il il MELARO!
            Ma che cazzo stai a dì!
            Ruffiano!
            Vattelo a pijà ner CUXO!Prego ? Apparte che questo e' un forum in lingua italiana, queste parole le riservi per quella *roia della tua donna ( ammesso che lei ne abbia una ). Quello che dico e' assolutamente giusto e viene in base all' esperienza di 15 anni di consulenza nel mondo unix italiano e americano.Prima di lasciare che certi bambinetti esprimano la propia opinione bisognerebbe mettere dei controlli a questo forum.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Prego ? Apparte che questo e' un forum in lingua
            italiana, queste parole le riservi per quella
            *roia della tua donna ( ammesso che lei ne abbia
            una ). Quello che dico e' assolutamente giusto e
            viene in base all' esperienza di 15 anni di
            consulenza nel mondo unix italiano e americano.
            Prima di lasciare che certi bambinetti esprimano
            la propia opinione bisognerebbe mettere dei
            controlli a questo forum.Non farci caso, è alien. I suoi non sono veri insulti, quando lo leggi devi pensare a quei vecchietti bevuti che ci sono nelle osterie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            ahahahhahaah questo e' veramente ridicolo ..


            sostenere che linux con Suse ( la peggiore


            distribuzione in circolazione ),





            ahhh MBECILLE! Ma chi ti paga?!

            Il DRAGA il il MELARO!

            Ma che cazzo stai a dì!

            Ruffiano!

            Vattelo a pijà ner CUXO!

            Prego ? Apparte che questo e' un forum in lingua
            italiana, queste parole le riservi per quella
            *roia della tua donna ( ammesso che lei ne abbia
            una ). Quello che dico e' assolutamente giusto e
            viene in base all' esperienza di 15 anni di
            consulenza nel mondo unix italiano e americano.
            Prima di lasciare che certi bambinetti esprimano
            la propia opinione bisognerebbe mettere dei
            controlli a questo forum.AHHOOOO HA PARRUCCONE MASTERIZZATO con 15 anni di esperienza in presevativi anche USA!A rivattelo a pijà ver CUxo!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            ahahahhahaah questo e' veramente ridicolo ..
            sostenere che linux con Suse ( la peggiore
            distribuzione in circolazione ), ???
            server grafico
            X-org dalla orribili e umilianti prestazioni (
            forse tra le + basse al mondo ), allora perché un cad come ProE in fase di rendering con linux va fino a 5 volte più veloce che con MS Windows sulla stessa macchina?
            dal software
            instabile:))))ma perché corro dietro a questi troll?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo


            all'ingrosso assembli questo pc a 400/500?? si..

            ma all'ingrosso però.. un ufficio avrà si e no

            3-4 pc se è di piccole/medie dimensioni.. 800?

            non sono per niente molti, se conti anche che ti

            installano un sistema operativo testato e

            funzionante al meglio, e senza contare i vari

            test hardware..

            ahahahhahaah questo e' veramente ridicolo ..
            sostenere che linux con Suse ( la peggiore
            distribuzione in circolazione ), server grafico
            X-org dalla orribili e umilianti prestazioni (
            forse tra le + basse al mondo ), dal software
            instabile e totalmente diverso da quello a cui un
            semplice impiegato della PA e' da sempre
            abituato, sia una valida alternativa e' ha
            unicamente del comico. Prima di tutto finiamola
            con il sostenere che Linux e' un ottimo sistema
            Desktop, non lo e' assolutamente e' nato come
            server e il suo lavoro lo svolge benissimo, ma
            dal punto di vista grafico e' tra i + scadenti
            sul mercato, inoltre il suo server grafico e'
            tristemente noto da sempre per le sue enormi e
            iper sfruttate falle di sicurezza.
            800 euro ? Apple MacMini - 599 euro - processore
            PPC 1.4 ghz e 512 mb ram - sistema operativo Unix
            Freebsd ( OpenSource signori .. mai sentito
            parlare del progetto Darwin ? suppongo di no .. )
            - equipaggiato con Quartz il migliore server
            grafico al mondo , dalle impressionanti
            prestazioni - software già installato di
            facilissimo utilizzo anche da un mongoplettico (
            informaticamente parlando ) della PA.
            Pensare che un impiegato che deve rilasciarmi una
            certificazione, di qualunque tipo sia, dovrà
            farlo su Linux ( che e' ribadisco un sistema
            operativo per esperti e solo per loro ), mi fa
            accapponare la pelle.

            Saluti

            Francesco Tu sei il classico "parlo per dare aria alla bocca" dal tuo post si vede quanto superficiale e quanto ignorante sei in materia
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: J.L.Picard

            - Scritto da: Anonimo

            Se mi dai 450? te l'assemblo io con lo stesso

            identico processore e software, senza essere un

            riveditore.Volendo si può fare anche per
            meno....


            Braaavissimo
            vedo che hai tapico tutto :P

            se tu fossi un'azienda che fornisce PC e facessi
            così falliresti dopo un mese perchè non avresti
            nessun guadagno ;)

            il concetto di questo pc è di spingere e far
            capire che con Linux poi non pagherai nessun
            altro software..


            all'ingrosso assembli questo pc a 400/500?? si..
            ma all'ingrosso però.. un ufficio avrà si e no
            3-4 pc se è di piccole/medie dimensioni.. 800?
            non sono per niente molti, se conti anche che ti
            installano un sistema operativo testato e
            funzionante al meglio, e senza contare i vari
            test hardware..

            non è che se 400/500? è il prezzo dei componenti
            del pc, vuol dire che quello sia effettivamente
            il costo finale dello stesso..

            ;)No vedo che non hai capito a quel prezzo lo assemblo io a casetta mia senza sbattermi tanto dovessi farlo all'ingrosso andrei a spendere sui 300?, senza lesinare troppo sull'hardware, tagliando anche meno.... 800? è prezzo esagertamete alto. ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Ma siete impazziti? Pensate che normalmente 800?
            o quasi si spendono SOLO PER LE LICENZE SOFTWARE
            (Windows + Office + vari ed eventuali)!!!
            E considerate che questi computer sono almeno
            come dei 2.8GHz.
            Non mi sembra proprio che ci lucrino così tanto.

            Cosa pensate che significhi "a margine zero"???

            Non riesco a credere a quel che leggo... dire che
            800? per un 2.8 GHz equipaggiato con i migliori
            sw è un prezzo vergognosamente alto... ma dove
            vivete, che vi vengo a trovare?Sul discorso delle licenze, nulla da eccepire.Ma dire che io privato posso acquistare un macchina attuale, da ufficio, senza S.O. a meno di 250EUR, aggiungi il servizio di installazione e configurazione, poniamo 100EUR, fanno un totale di 350EUR. Giusto manca un monitor, facciamo LCD 15", dovremmo andare sui 500EUR su per giù.Perchè sprecare 800-500=300EUR di denaro pubblico in questo modo? Con quei soldi, potrei utilizzarli per il servizio di assistenza, ecc...ciao, cacao74
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            ti sei dimenticato quello che normalmente è presente su un qualsiasi pc della PA: sistema operativo e l'onnipresente office. che la PA paga.Mi sa che gli 800 ? li hai superati, e da un pezzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            -
            Perchè sprecare 800-500=300EUR di denaro pubblico
            in questo modo? Con quei soldi, potrei
            utilizzarli per il servizio di assistenza, ecc...
            leggi l'articolo prima di scrivere:"comprenderà sia l'assistenza che un aggiornamento trimestrale del software per 2 anni"
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            -

            Perchè sprecare 800-500=300EUR di denaro
            pubblico

            in questo modo? Con quei soldi, potrei

            utilizzarli per il servizio di assistenza,
            ecc...



            leggi l'articolo prima di scrivere:

            "comprenderà sia l'assistenza che un
            aggiornamento trimestrale del software per 2
            anni"giá, visto che si fattura: 78 euro +IVA/ ora + chiamatale 300 Euro fai fuori con un (max due) interventi
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            giá, visto che si fattura: 78 euro +IVA/ ora +
            chiamata
            le 300 Euro fai fuori con un (max due) interventiGaranzia, questa sconosciuta...E poi se invece li chiamate perchè vi si è incastrato il tasto di accensione, altro che 78?/ora, 780 ve ne dovrebbero fare pagare!
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            "comprenderà sia l'assistenza che un
            aggiornamento trimestrale del software per 2
            anni"Allora tanto vale mandare a casa i tecnici dei ced delle PA e prendere tutto in noleggio?Evidentemente se nessuno lo fa è perchè questi servizi a "valore aggiunto" non valgono quanto ti dice l'oste che prova a rifilarteli.Prima di tutto sono aggiornamenti gratuiti che chiunque può scaricare ed installare, loro non stanno certo a sviluppare ogni singolo prodotto che mettono in macchina, anche se "è open!" quindi quando i trattorini di un dato progetto si rompono di non essere pagati e dismettono il supporto il cliente pagante può benissimo andare a quel paese.Secondo, qualunque rivenditore per legge è tenuto a dare una garanzia di almeno due anni, puoi anche optare per averla con ritiro e riconsegna in loco.
          • TPK scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Non riesco a credere a quel che leggo... dire che
            800? per un 2.8 GHz equipaggiato con i migliori
            sw è un prezzo vergognosamente alto... ma dove
            vivete, che vi vengo a trovare?Se il software e' free me lo scarico da solo...Ma dove compri i PC, che evito quel negozio?780 + iva fa 936...
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            Sei sicuro?Alla pubblica Amministrazione il sistema operativo costa 66 Euro e office poco più del doppio, senza contare che OpenOffice te lo installa chiunque a costo zero.
          • Anonimo scrive:
            Ma dove vivi?

            Non riesco a credere a quel che leggo... dire che
            800? per un 2.8 GHz equipaggiato con i migliori
            sw è un prezzo vergognosamente alto... ma dove
            vivete, che vi vengo a trovare?Vienici a trovare su un qualunque listino di un produttore serio. In bundle con la macchina win costa una sciocchezza, office in bundle con le macchine E in grandi volumi costa una sciocchezza.Una macchina da ufficio di quel tipo con un monitor decente e tutte le licenze closed di equivalenti al sw offerto ad un cliente grosso come una PA (poi se le PA fanno delle manovre strane per fregare i soldi dei contribuenti non mi stupirei) deve costare 500-550 euro tutto incluso, 450-500 con una SUSE e tutto il sw open che contiene, e già non è a margine zero.Certo, questi fanno bene a venderli al doppio fino a che ci sono cantinari disposti ad abboccare!
          • gattosiamese scrive:
            Re: Ma dove vivi?
            - Scritto da: Anonimo

            Non riesco a credere a quel che leggo... dire
            che

            800? per un 2.8 GHz equipaggiato con i migliori

            sw è un prezzo vergognosamente alto... ma dove

            vivete, che vi vengo a trovare?
            Vienici a trovare su un qualunque listino di un
            produttore serio.
            In bundle con la macchina win costa una
            sciocchezza, office in bundle con le macchine E
            in grandi volumi costa una sciocchezza.
            Una macchina da ufficio di quel tipo con un
            monitor decente e tutte le licenze closed di
            equivalenti al sw offerto ad un cliente grosso
            come una PA (poi se le PA fanno delle manovre
            strane per fregare i soldi dei contribuenti non
            mi stupirei) deve costare 500-550 euro tutto
            incluso, 450-500 con una SUSE e tutto il sw open
            che contiene, e già non è a margine zero.
            Certo, questi fanno bene a venderli al doppio
            fino a che ci sono cantinari disposti ad
            abboccare!quoto in pienola ente non è mai entrata in un negozio di computercon 800? ci si fa un portatile (schifoso)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma dove vivi?

            quoto in pieno
            la ente non è mai entrata in un negozio di
            computer
            con 800? ci si fa un portatile (schifoso)Devo rincarare la dose, all'ultima valutazione dei fornitori, di questa settimana, ho diverse offerte di portatili a 700 euro con XP preinstallato, Centrino 1,6, 256 o 512 MB di ram, 40GB di HD, garanzia di due anni, DVD con il mirror di ripristino (corporate, da non attivare, tanto per mettere a tacere alcuni nostalgici di win3.11) adattissimi da ufficio e nemmeno troppo scarsi come materiale. Ah, era una gara per
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Ma siete impazziti? Pensate che normalmente 800?
            o quasi si spendono SOLO PER LE LICENZE SOFTWARE
            (Windows + Office + vari ed eventuali)!!!licenza xp home = ? 84,72 licenza Norton Internet Security 2005 = ? 74,04licenza office 2003 = ? 193,44questi oltretutto sono i prezzi al dettaglio, da sempre esistono le multilicenze e i cooporate i cui prezzi sono significativamente più bassiaggiungi che con 630 compro un mega pc ultima generazione (socket 775) a 3 ghz con un giga di ram scheda video asus-nvidia 5500 (256mb), masterizatore dvd sony dual layer e monitor 17 pollici, hd 80gb udma 133, motherboard asus p5p800fatti 2 conti (forse) così di rendi conto che la scheda video pompata non serve (e neanche c'è) nell'openpc, il processore e datato, la scheda madre chissà che ciofeca sarà, l'hd è sicuramente più piccolo....già così spendo molto ma molto meno degli 800 a cui ti riferisci, se poi leggi megli ti accorgi che si parla di 780 euro Iva esclusa = 936 euro iva inclusa UN FURTO!inoltre l'offerta vale solo per le prime 500 macchine le successive 2500 costeranno 1000 euro + iva = 1200 euro.non so tu ma farmi fregare soldi (sono anche le mie tasse) perchè sti furbacchioni sbandierano open di qua e open di là non mi va proprio...poi c'è gente che sente open source e open pc e scollega il cervello...
            E considerate che questi computer sono almeno
            come dei 2.8GHz.
            Non mi sembra proprio che ci lucrino così tanto.COSAAAAAA?ma dove vivi?

            Cosa pensate che significhi "a margine zero"???

            Non riesco a credere a quel che leggo... dire che
            800? per un 2.8 GHz equipaggiato con i migliori
            sw è un prezzo vergognosamente alto... ma dove
            vivete, che vi vengo a trovare?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Non riesco a credere a quel che leggo... dire che
            800? per un 2.8 GHz equipaggiato con i migliori
            sw è un prezzo vergognosamente alto... ma dove
            vivete, che vi vengo a trovare?Vogliamo risparmiare nella PA? E allora NON compriamo computer con processori da 2.8Ghz.A che diamine ti serve un processore da 2.8Ghz in un ufficio, se devi far funzionare giusto un qualsiasi Office la posta elettronica?Una potenza di calcolo simile ti serve giusto per far girare Quake VII... (oppure video editing, cad avanzato, etc etc... ma di certo non il lavoro d'ufficio del classico impiegato comunale)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            Io lavoro al Comune di Milano dove nel 1994 tentarono di utilizzare Linux sul server della Direzione del secondo Settore (oltre 5000 dipendenti).Lo tolsero prima del 1995.Servono soluzioni diverse altrimenti alla prima che va' storta diventa colpa del sistema operativo e magari anche di Dio che non li assiste.Comunque obiettivamente nel 1994 Linux era una ciofeca e tuttora non è lo stato dell'arte, però funziona.A questi prezzi la pubblica Amministrazione non li acquisterà mai.
          • ilGimmy scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            cippa della soddisfazione dell'operatore! I soldi
            sono i miei e voglio che ne vengano spesi meno
            possibile con i massimi risultati possibile.Scusa, ma tu cosa pensi che spenda la PA per un PC da ufficio?Secondo te spendono meno di mille euro????Rientra nel mondo reale per favore :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Scusa, ma tu cosa pensi che spenda la PA per un
            PC da ufficio?
            Secondo te spendono meno di mille euro????

            Rientra nel mondo reale per favore :)1000 euro per un PC da ufficio!!!Ma ci faccia il piacere... hw 200-300 euro al max, sw win+office+antivirus a volume 200 euro al max compresa installazione, configurazione e creazione di mirror di ripristino automatico, garanzia 2 anni in loco compresa nel prezzo.Se è per questo quando le ferrovie erano statali ad una trasmissione sul tre avevano mostrato come risultasse dalle fatture che costruire un cesso su un eurostar (tazza + boccia d'acqua + buco per terra...) costasse mezzo miliardo di vecchie lire di qualche anno fa, quindi non mi stupirei se oggi le PA pagassero 1000 euro quello che a qualsiasi PMI costa, con minori sconti a volume, la metà.
          • ilGimmy scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            1000 euro per un PC da ufficio!!!Perchè no?
            Ma ci faccia il piacere... hw 200-300 euro al
            max, sw win+office+antivirus a volume 200 euro al
            max compresa installazione, configurazione e
            creazione di mirror di ripristino automatico,Ok, ci può stare (anche se il ghost di ripristino probabilmente non te lo fanno se non esplicitamente richiesto).
            garanzia 2 anni in loco compresa nel prezzo.Questa non è per niente obbligatoria, in quanto 2 anni di garanzia sono per il consumatore.La PA in quanto azienda ha diritto a 1 anno di garanzia (salvo accordi).
            Se è per questo quando le ferrovie erano statali
            ad una trasmissione sul tre avevano mostrato come
            risultasse dalle fatture che costruire un cesso
            su un eurostar (tazza + boccia d'acqua + buco per
            terra...) costasse mezzo miliardo di vecchie lire
            di qualche anno fa, quindi non mi stupirei se
            oggi le PA pagassero 1000 euro quello che a
            qualsiasi PMI costa, con minori sconti a volume,
            la metà.Se devo essere sincero non credo che tu trovi 20 PC moderni (P4 a 3,2 GHz) completi di dotazione software (Win+office) e assistenze onsite a 10.000 euro (cioè solo 500 euro l'uno).
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?


            1000 euro per un PC da ufficio!!!
            Perchè no?Perchè necessitano di componenti di fascia bassissima.
            Ok, ci può stare (anche se il ghost di ripristino
            probabilmente non te lo fanno se non
            esplicitamente richiesto).I PC di marca hanno qualcosa di equivalente compreso nel prezzo, cmq farlo è una ca**ata da un attimo.
            La PA in quanto azienda ha diritto a 1 anno di
            garanzia (salvo accordi).Mi fa piacere che facciano i fenomeni con i ns soldi. CMQ la maggior parte dei produttori vendono le linee da ufficio con 3 anni di garanzia on site compresa nel prezzo; se non c'è metterla a volume non costa certo una esagerazione, cmq è una delle cose da guardare quando si confrontano i prezzi per queste macchine, non certo vedere se ha 100MHz in più... e poi sempre parlando di acquisti di macchine gemelle a volume comincia a diventare concorreniale prendere ad ogni buon conto una macchina in più ogni tot perchè è facilmente stimabile la probabilità di guasti, quindi con le garanzie non possono nemmeno alzare più di tanto la cresta con chi acquista a volume.
            Se devo essere sincero non credo che tu trovi 20
            PC moderni (P4 a 3,2 GHz) completi di dotazione
            software (Win+office) e assistenze onsite a
            10.000 euro (cioè solo 500 euro l'uno).Dicevo in altro post che portatili da ufficio con Centrino si trovano per PMI a lotti di 5 o meno (salendo crescono gli sconti) a 700 euro da diversi fornitori degni di fiducia, con sistema; a volume (se parliamo come fai tu di almeno 20 macchine) ci sono ulteriori sconti che coprono in buona parte l'acquisto di Office e antivirus dipartimentale. Per i PC fissi i prezzi si riducono di un 200 euro circa ad unità.Se parliamo di lotti di centinaia di macchine come potrebbe acquisire la PA i prezzi calano ancora, specialmente per i software.Quindi mi dispiace ma sono i tuoi 1000 euro ad essere fuori mercato.
          • ilGimmy scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Dicevo in altro post che portatili da ufficio conLetto.Onestamente non pensavo (effettivamente al supermercato si trovano dei bei centrino a 900 euro, però senza assistenza 2 anni onsite e senza office).Considerando i due anni di assistenza mi sembrava un buon prezzo.
            Quindi mi dispiace ma sono i tuoi 1000 euro ad
            essere fuori mercato.Se si può spendere di meno, speriamo che lo facciano ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Se è per questo quando le ferrovie erano statali
            ad una trasmissione sul tre avevano mostrato come
            risultasse dalle fatture che costruire un cesso
            su un eurostar Quando le ferrovie erano statali l'ETR-500, cioè l'eurostar, non era ancora stato neppure progettato...
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Quando le ferrovie erano statali l'ETR-500, cioè
            l'eurostar, non era ancora stato neppure
            progettato...La trasmismissione di cui parlavo era del 99, e in quegli anni l'eurostar lo prendevo. Non so che ordinamento avessero le ferrovie, ma erano e sono ancora il classico carrozzone foraggiato da sovvenzioni pubbliche e i dati che erano emersi da quella ricerca, evidentemente precedente, confermavano quello che ho postato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: ilGimmy

            cippa della soddisfazione dell'operatore! I
            soldi

            sono i miei e voglio che ne vengano spesi meno

            possibile con i massimi risultati possibile.

            Scusa, ma tu cosa pensi che spenda la PA per un
            PC da ufficio?
            Secondo te spendono meno di mille euro????

            Rientra nel mondo reale per favore :)Convenzione CONSIP per la PA scaduta a marzo 2004:PC COMPLETO con monitor CRT 17" AMD Athlon XP 2600+ 3 anni GARANZIA ON-SITE Next Businnes Day [Fujitsu Siemens ] con servizi di pre-configurazione, installazione e manutenzione WIN XP (senza attivazione) PREZZO 519,28 Euro IVA esclusaLINUX (già allora disponibile in scelta)PREZZO 408,29 Euro IVA esclusaQuesto è il mondo reale per le PA....
          • Masque scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Se poi l'operatore è soddisfatto che il SO
            è open, m'importasega!ma fatta bene? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            senti ciccio, io uso solo linux dal 98 e in dual
            boot dal 94si, e io c'ho la playstation3 da 2 anni...pbx
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            senti ciccio, io uso solo linux dal 98 e in dual

            boot dal 94


            si, e io c'ho la playstation3 da 2 anni...

            pbxTecnicamente è possibile. Conosco persone che lo avevano dal '94-'95. Io stesso lo usai per la prima volta nel '96, con il kernel 2.0
          • barney scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            senti ciccio, io uso solo linux dal 98 e in dual
            boot dal 94, ma nella PA a me non mi frega una
            cippa della soddisfazione dell'operatore! I soldi
            sono i miei e voglio che ne vengano spesi meno
            possibile con i massimi risultati possibile.
            Riga! Se poi l'operatore è soddisfatto che il SO
            è open, m'importasega!dunque secondo te è meglio buttarci sopra un 7-800 euro di win + MSoffice?????ab--
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: barney

            dunque secondo te è meglio buttarci sopra un
            7-800 euro di win + MSoffice?????Facciamo 6-700 euro, compreso di Office, ovviamente. La risposta è si.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: barney

            - Scritto da: Anonimo




            senti ciccio, io uso solo linux dal 98 e in dual

            boot dal 94, ma nella PA a me non mi frega una

            cippa della soddisfazione dell'operatore! I
            soldi

            sono i miei e voglio che ne vengano spesi meno

            possibile con i massimi risultati possibile.

            Riga! Se poi l'operatore è soddisfatto che il SO

            è open, m'importasega!

            dunque secondo te è meglio buttarci sopra un
            7-800 euro di win + MSoffice?????

            ab

            --secondo me e meglio che i linari (senza nessuna offesa per i fruitori di linux ma solo come distinzione per i fanatici racconta balle) chiudano il becco.xp home in un negozio al dettaglio (no multilicenza no prezzi di favore per p.a. che sono molto più vantaggiosi) costa 84 eurooffice 2003 circa il doppio e norton internet security 74 euro...un pc x ufficio (anche molto performante) assemblato dal privato costa si e no 300 euro conta poi la legge dei grandi volumi....E? un furto fatto passare sull'onda emotiva del: che bello è open!secondo me e meglio smetterla di eccitarsi subito appena si sente la parla open altrimenti sti lucratori ci vanno a nozze!
          • awerellwv scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            xp home in un negozio al dettaglio (no
            multilicenza no prezzi di favore per p.a. che
            sono molto più vantaggiosi) costa 84 eurocerto e nella PA lo prendi lo scarti e lo butti via perche' UDITE UDITE windows xp home e' talmente limitato che non puo' fare parte di un dominio!!!!Complimenti genio!!!
            office 2003 circa il doppio e norton internet
            security 74 euro...clamav centralizzato sul server di posta (su server linux) e un buon firewall centrale e il gioco e' quasi fatto... tenendo conto che puoi creare un server antivirus con tutti i cient montati in samba e fare la scansione in remoto da quello abbatti anche i costi di un costosissimo antivirus di rete commercialecosto ? 0 il software e allunghi un premio in + al sistemista di turno....
            un pc x ufficio (anche molto performante)
            assemblato dal privato costa si e no 300 eurocerto e l'assistenza ??? 2 anni con servizio nest businness day per una PA non sono una sciocchezza...
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: awerellwv
            certo e nella PA lo prendi lo scarti e lo butti
            via perche' UDITE UDITE windows xp home e'
            talmente limitato che non puo' fare parte di un
            dominio!!!!
            La versione professional per grossi volumi di licenza ha un prezzo di poco superiore a quanto esposto.
            clamav centralizzato sul server di posta (su
            server linux) e un buon firewall centrale e il
            gioco e' quasi fatto...
            tenendo conto che puoi creare un server antivirus
            con tutti i cient montati in samba e fare la
            scansione in remoto da quello abbatti anche i
            costi di un costosissimo antivirus di rete
            commerciale

            costo ? 0 il software e allunghi un premio in +
            al sistemista di turno....
            Con quello che risparmi su due di questi pc ti prendi anche un bell'antivirus corporate.

            un pc x ufficio (anche molto performante)

            assemblato dal privato costa si e no 300 euro

            certo e l'assistenza ??? 2 anni con servizio nest
            businness day per una PA non sono una
            sciocchezza...Inutile che insistete: per le PA un pc completo con tre, dico tre anni di assistenza e windows + antivirus + office viene di gran lunga meno che non questo schifo con SuSE
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: awerellwv

            - Scritto da: Anonimo



            xp home in un negozio al dettaglio (no

            multilicenza no prezzi di favore per p.a. che

            sono molto più vantaggiosi) costa 84 euro

            certo e nella PA lo prendi lo scarti e lo butti
            via perche' UDITE UDITE windows xp home e'
            talmente limitato che non puo' fare parte di un
            dominio!!!!
            la professional costa poco in più..poi per grandi volumi il prezzo cala vertiginosamente arrivando a circa i 90euro della suse
            Complimenti genio!!! complimenti pi*la


            office 2003 circa il doppio e norton internet

            security 74 euro...

            clamav centralizzato sul server di posta (su
            server linux) e un buon firewall centrale e il
            gioco e' quasi fatto...
            tenendo conto che puoi creare un server antivirus
            con tutti i cient montati in samba e fare la
            scansione in remoto da quello abbatti anche i
            costi di un costosissimo antivirus di rete
            commercialema che abbatto ma allora non capisci niente!ti ho citato a posta soluzioni senza abbatiemento di prezzi per farti notare che costano meno delle fandonie che dite voi open source ad abbatimento di prezzi....se come no e poi un pc da ufficio costa 936 euro in offerta (già perchè dopo i primi 500 costerà 1200)io abbatterei te e tutti i fanatici come te che a furia di eccitarsi al suono 'open' permettono a sti lucratori di abbattere i loro prezzi (open office è gratuito ma poi il pc con su oo costa + di quello con office 2003) e di arricchirsi sulle spalle della gente....

            costo ? 0 il software e allunghi un premio in +
            al sistemista di turno....


            un pc x ufficio (anche molto performante)

            assemblato dal privato costa si e no 300 euro

            certo e l'assistenza ??? 2 anni con servizio nest
            businness day per una PA non sono una
            sciocchezza...si svegliati non sono neanche 636 euro al pc...fermo restando che 1 anno di assistenza già te lo danno anche i cani (per legge credo)..
        • Masque scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
          - Scritto da: Anonimo
          La soddisfazione di avere un SO open è compresa
          nel prezzo.cavoli! deve essere una soddisfazione molto salata! :-D
      • ilGimmy scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

        Infatti è proprio così. Questi guadagnano più di
        chi vende PC con installato XP e Office.Eh, già...prendi un virus con xp e chiama il "tennico".sono botte di 50 euro all'ora per (nel 99% dei casi) svuotare il pc e perdere tutti i dati.Qui invece c'è un numero di ore di assistenza gratuita.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

          Eh, già...
          prendi un virus con xp e chiama il "tennico".
          sono botte di 50 euro all'ora per (nel 99% dei
          casi) svuotare il pc e perdere tutti i dati.
          Qui invece c'è un numero di ore di assistenza
          gratuita.Non so nella PA, ma in una qualsiasi azienda con più di 50 computer quando succede qualcosa NON si chiama il "tennico" del negozio.
          • ilGimmy scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Non so nella PA, ma in una qualsiasi azienda con
            più di 50 computer quando succede qualcosa NON si
            chiama il "tennico" del negozio.Se hai una azienda con più di 10 computer probabilmente hai un tecnico interno o un contratto di assistenza.Però in questi casi non hai un pc da 800 euro del supermercato.Nelle aziende dove i pc si comprano al supermercato (e quindi si riesce a spendere così poco) è abitudine chiamare il tennico o lo smanettone di turno ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Se hai una azienda con più di 10 computer
            probabilmente hai un tecnico interno o un
            contratto di assistenza.
            Però in questi casi non hai un pc da 800 euro del
            supermercato.Si, appunto, si hanno e i sistemisti e dei PC HP o Dell con sw pari requisiti con quello descritto a 450-500 euro o 700 per portatili, aggiungi 300 euro se vuoi la stessa identica minestra rimarchiata dall'IBM.800 euro per quella roba li spende solo uno che non sa nulla di quanto costino a volume (leggi, per PA e aziende) l'hw e i sw, di più li spende solo uno che ha grossa Grisi esistenziale.
          • ilGimmy scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Si, appunto, si hanno e i sistemisti e dei PC HP
            o Dell con sw pari requisiti con quello descritto
            a 450-500 euro o 700 per portatili, aggiungi 300
            euro se vuoi la stessa identica minestra
            rimarchiata dall'IBM.
            800 euro per quella roba li spende solo uno che
            non sa nulla di quanto costino a volume (leggi,
            per PA e aziende) l'hw e i sw, di più li spendeEvidentemente è troppo tempo che sono fuori dal giro...
            solo uno che ha grossa Grisi esistenziale.perchè con la G maiuscola? non ho capito la battuta!
          • Anonimo scrive:
            Re: OT - Un pc per ufficio a 800 euro?

            perchè con la G maiuscola? non ho capito la
            battuta!L'importante è capire Quando stiamo andando, Quando stiamo facendo... c'è grossa Grisi... la Risposta è dentro di tè... epperò è Sbagliata!
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
          - Scritto da: ilGimmy

          Infatti è proprio così. Questi guadagnano più di

          chi vende PC con installato XP e Office.

          Eh, già...
          prendi un virus con xp e chiama il "tennico".
          sono botte di 50 euro all'ora per (nel 99% dei
          casi) svuotare il pc e perdere tutti i dati.
          Qui invece c'è un numero di ore di assistenza
          gratuita.E quindi è giusto far pagare di più per un prodotto che dovrebbe costare di meno?
      • Anonimo scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

        Questi guadagnano più di
        chi vende PC con installato XP e Office.Forse vi siete persi il "Due anni di assistenza e aggiornamenti".Avete un'idea di quanto si paghi per l'assistenza a livello professionale (non le risposte a venti giorni dei contratti home)?
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

          Forse vi siete persi il "Due anni di assistenza e
          aggiornamenti".Forse ti sei perso il fatto che dalle PMI in su esiste una figura chiamata sistemista e che un centesimo del suo tempo è spesa anche per fare quel tipo di assistenza, oltre che per fare da supporto psicologico a scimmie utonte che sanno appena infilarsi le dita nel naso, non diciamo su una tastiera (e sono so-indipendent).O chi si vuole completamente scaricare da costi ed incerti di assistenza (anche il sistemista migliore una scheda bruciata non se la tira fuori dal c*lo, anche se i SUSL lo pensano) prende l'hw in comodato, non in acquisto come questa roba qui.PS: PC da ufficio con sw e garanzia in loco di 2 anni 500 euro;PPS: portatile pari caratteristiche 7-800 euro;PPPS: aggiornamenti: generalmente sono gratuiti e automatici;PPPPS: quando una macchina in una rete fatta bene e configurata bene l'assistenza per guasti hw/sw imputabili al fornitore è 1/100 del tempo per il sistemista, il resto è per supporto agli utonti e degli accrocchi applicativi interni.
      • barney scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
        - Scritto da: Anonimo
        Infatti è proprio così. Questi guadagnano più di
        chi vende PC con installato XP e Office.DAI CHE CI SEI!!!!!vediamo se si capisce che in questo modo il cliente risparmia e te ci guadagni di più... dai, fai i tuoi conti e comincia ad offrirlo anche te!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
          - Scritto da: barney

          DAI CHE CI SEI!!!!!

          vediamo se si capisce che in questo modo il
          cliente risparmia e te ci guadagni di più... Il cliente non risparmia, il cliente paga più del dovuto.
          dai,
          fai i tuoi conti e comincia ad offrirlo anche
          te!!!!Bravo, con la concorrenza a 500 euro in gara d'appalto. Tu si che hai capito come vendere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.

        Mi sembra che il sw opensource sia solo una
        scusa

        per lucrare maggiormente.

        Infatti è proprio così. Questi guadagnano più di
        chi vende PC con installato XP e Office.Ma sono l'unico che ha interpretato questo topic con ironia? :/
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
          - Scritto da: Anonimo
          Ma sono l'unico che ha interpretato questo topic
          con ironia? :/Sono l'autore: non era ironico
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Ma sono l'unico che ha interpretato questo topic

            con ironia? :/

            Sono l'autore: non era ironicoQuesto dice tutto.Complimenti per il flame...
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            Sono l'autore: non era ironico
            Questo dice tutto.
            Complimenti per il flame...Quanto hai pagato per il tuo pc?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Sono l'autore: non era ironico


            Questo dice tutto.

            Complimenti per il flame...

            Quanto hai pagato per il tuo pc?Non ho un PC, ho un Mac e non ho assolutamente voglia di discutere - credo che ci siano già abbastanza thread.
    • Madder scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      Sarebbe molto più trasparente avere il prezzo dell'hardware, il prezzo del software (suse costa 90 EUR circa) e il prezzo dell'assistenza promessa. Maddero
    • Anonimo scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      A questi prezzi le pubbliche amministrazioni non li compreranno mai. Per 500 Euro compro un PC decente con la licenza di XP compresa, ci metto OpenOffice e Firefox. Ho speso meno ed ho montato gli stessi applicativi sw.
    • Anonimo scrive:
      w Linuc$ e Open $ource
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.
      Mi sembra che il sw opensource sia solo una scusa
      per lucrare maggiormente.Non ci sono parole :-(
      • Vide scrive:
        Re: w Linuc$ e Open $ource
        ROTFLma perchè intervengono i cacciavitari masterizzati di periferia in questi thread?? "te lo assemblo io", "ti installio io il programma"...nella PA? NELLA PA???? ma ci avete mai lavorato? ma sapete che nelle PA si comprano solo PC di marca con conseguente contratto di assistenza sul luogo (e che contratti!) così che il dirigente di turno abbia il culo parato in qualsiasi caso? la PA in toto è la più grande azienda italiana, ma chi è lo sveglio che pensa che si comprino PC assemblati da mio cugggino?
        • Anonimo scrive:
          Re: w Linuc$ e Open $ource
          Una catena informatica italiana offre questo:PC SELECTA OPEN 2400 MProcessore AMD 2400+Scheda Madre Asus A7V400MXMemoria 256MBHard Disk 40GBFloppyLettore DVDModemSistema Operativo Linux Mandrake 10.1Software Open Office Prezzo 99 ?, ma vale solo per ragazzi di 16 anni.Ciao
          • J.L.Picard scrive:
            Re: w Linuc$ e Open $ource
            - Scritto da: Anonimo
            Una catena informatica italiana offre questo:

            PC SELECTA OPEN 2400 M
            Processore AMD 2400+
            Scheda Madre Asus A7V400MX
            Memoria 256MB
            Hard Disk 40GB
            Floppy
            Lettore DVD
            Modem
            Sistema Operativo Linux Mandrake 10.1
            Software Open Office

            Prezzo 99 ?, ma vale solo per ragazzi di 16 anni.

            CiaoBell'intervento.. anche la licenza studendi di Win XP costa 80?.. anche Macromedia Flash se lo usi per scopi non professionali puoi usare la versione di prova..per i professionisti è tutto un altro mondoapri la finestra e guardaci attraverso, vedrai il mondo così come è ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: w Linuc$ e Open $ource

            apri la finestra e guardaci attraverso, vedrai il
            mondo così come è ;)Si, a volume PC di marca con l'equivalente commerciale di quei sw e garanzia di tre anni a 500 euro.Il resto sono chiacchere da gente che compra i celeron al supermerkato.
        • Masque scrive:
          Re: w Linuc$ e Open $ource
          - Scritto da: Vide
          ma sapete che nelle PA si comprano
          solo PC di marca con conseguente contratto di
          assistenza sul luogo (e che contratti!)molto spesso, però, fanno anche dei concorsi per le aziende locali e non capita di rado che alla fine, si ritrovino con i classici assemblati e contratto di assistenza con l'azienda che glieli ha forniti.
          ma chi è lo sveglio che pensa
          che si comprino PC assemblati da mio cugggino?ah beh questo di sicuro no... a meno di non schiavizzare il cuggino per fargli assemblare qualche centiaio di pc in tempi ragionevoli ed obbligarlo successivamente a fornire assistenza :-D
        • Anonimo scrive:
          Re: w Linuc$ e Open $ource
          - Scritto da: Vide
          ROTFL

          ma perchè intervengono i cacciavitari
          masterizzati di periferia in questi thread?? "te
          lo assemblo io", "ti installio io il
          programma"...nella PA? NELLA PA???? ma ci avete
          mai lavorato?SI
          ma sapete che nelle PA si comprano
          solo PC di marca con conseguente contratto di
          assistenza sul luogo (e che contratti!)Nelle PA si comprano scarti di magazzino di marca con signori contratti di assistenza dotati di numero verde dove hai fortuna se ti rispondono dopo un attesa di un'ora al telefono raccontandoti quattro baggianate,Ovviamente il tutto pagando prezzi stratosferici.
          così che
          il dirigente di turno abbia il culo parato in
          qualsiasi caso? Cosa? Nelle PA? Nelle PA tutti hanno il culo parato, dall'ultimo dei segretari, al megacapogenerale, al fornitore. In qualsiasi caso non è mai colpa di qualcuno, ecco cosa succede nelle PA.
    • Masque scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.
      Mi sembra che il sw opensource sia solo una scusa
      per lucrare maggiormente.Ma infatti... chi glielo fa fare di spendere 800? quando ad un pezzo decisamente più basso ci si può far prepare un assemlatone con sopra una bella Ubuntu o Debian......oppure un Mac Mini a 500? circa...oppure, dalla YellowTab, a 298?, un pc con queste caratteristiche:* Motherboard: ASRock K7S41 con LAN, Sound, 6 USB 2.0 * CPU: AMD Sempron 2200+ * RAM: 256 MB PC3200 * scheda grafica: MSI MX4000 (nVidia GeForce MX4000) 64MB uscite VGA e S-Video Out * Hard disk: 40 GB 7200 U/Min * drive: CD-RW / DVD-ROM 52x 32x 52x + 16x * periferiche: tastiera e mouse * sistema operativo: Zeta Neo preinstallato...che se poi non ti piace Zeta, ci puoi sempre installare qualcos'altro...
      • Anonimo scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
        si, verissmo, considerando i prezzi di oggi 800 euri sono veramente tanti. ha sorpreso anche me l'offerta di YellowTab. Zeta è ancora molto giovane come sistema operativo, ma il loro computer sembra perfetto per una installazione di Linux, come ad esempio la bella Kubuntu! :)
        Ma infatti... chi glielo fa fare di spendere 800?
        quando ad un pezzo decisamente più basso ci si
        può far prepare un assemlatone con sopra una
        bella Ubuntu o Debian...
        ...oppure un Mac Mini a 500? circa
        ...oppure, dalla YellowTab, a 298?, un pc con
        queste caratteristiche:
        * Motherboard: ASRock K7S41 con LAN, Sound, 6 USB
        2.0
        * CPU: AMD Sempron 2200+ * RAM: 256 MB PC3200
        * scheda grafica: MSI MX4000 (nVidia GeForce
        MX4000) 64MB uscite VGA e S-Video Out
        * Hard disk: 40 GB 7200 U/Min
        * drive: CD-RW / DVD-ROM 52x 32x 52x + 16x
        * periferiche: tastiera e mouse
        * sistema operativo: Zeta Neo preinstallato

        ...che se poi non ti piace Zeta, ci puoi sempre
        installare qualcos'altro...
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
          - Scritto da: Anonimo

          si, verissmo, considerando i prezzi di oggi 800
          euri sono veramente tanti. ha sorpreso anche me
          l'offerta di YellowTab. Zeta è ancora molto
          giovane come sistema operativo, ma il loro
          computer sembra perfetto per una installazione di
          Linux, come ad esempio la bella Kubuntu! :)per me, debian e gentoo forever ma... non puoi buttare via Zeta per un linux qualunque! :Ppbx
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            eheh in effetti sono prorpio curioso di vedere/usare Zeta. ho provato per una settimana BeOS 5 Max Edition, è davvero un peccato che il suo sviluppo si sia interrotto per tanti anni. è rimasto molto indietro, ma rimane tutt'ora una alternativa molto interessante... speriamo che i tedeschi facciano un buon lavoro. Se riesco a trovare le iso lo provo con vmware ;)

            per me, debian e gentoo forever ma... non puoi
            buttare via Zeta per un linux qualunque! :P

            pbx
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            eheh in effetti sono prorpio curioso di
            vedere/usare Zeta. ho provato per una settimana
            BeOS 5 Max Edition, è davvero un peccato che il
            suo sviluppo si sia interrotto per tanti anni. è
            rimasto molto indietro, ma rimane tutt'ora una
            alternativa molto interessante... speriamo che i
            tedeschi facciano un buon lavoro. Se riesco a
            trovare le iso lo provo con vmware ;)
            Curioso concetto, molto indietro ma interssantissimo.Chissà se era molto avanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo

            Curioso concetto, molto indietro ma
            interssantissimo.
            Chissà se era molto avanti.Ai suoi tempi sì, avrebbe potuto divenire quello che ora è OS X. Peccato, la storia insegna che non sempre i prodotti migliori vincono sui concorrenti
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            Ai suoi tempi sì, avrebbe potuto divenire quello
            che ora è OS X. Peccato, la storia insegna che
            non sempre i prodotti migliori vincono sui
            concorrenti
            ...e a rosicchiare sono sempre i perdenti :)
          • Masque scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            Se riesco a trovare le iso lo provo con vmware ;)mi sa che caschi male... ora, non so Zeta, ma BeOS 5 e Dano0 si sono sempre rifiutati di funzionare in vmware...il meglio che si poteva ottenere, era un sistema che andava al rallentatore...
          • Masque scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
            - Scritto da: Anonimo
            per me, debian e gentoo forever ma... non puoi
            buttare via Zeta per un linux qualunque! :Pnon pensavo di trovare tanti estimatori di BeOS (e parenti vari)! :-)per il resto, non so nemmeno io come faccia la YT a vendere quel pc a quel prezzo... a meno che non ci sia qualcosa di losco sotto... :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.
      Mi sembra che il sw opensource sia solo una scusa
      per lucrare maggiormente.MA VATTELO A PIJA NER CUxO!BAMBA!!E pure RINTRONATO!
    • Anonimo scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      hai idea di quanto la PA paga mediamente i pc che acquista? altro che 1000 euro, spende molto di piu' (la roba la paga 3 volte il suo valore, indovina perche')
      • Anonimo scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
        - Scritto da: Anonimo
        hai idea di quanto la PA paga mediamente i pc che
        acquista? altro che 1000 euro, spende molto di
        piu' (la roba la paga 3 volte il suo valore,
        indovina perche')Le PA pagano per un pc di questo genere 500 euro circa, prezzo CONSIP. Il resto sono solo chiacchiere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
          - Scritto da: Anonimo
          Le PA pagano per un pc di questo genere 500 euro
          circa, prezzo CONSIP. Il resto sono solo
          chiacchiere.ahahahaha ma ci ci crede?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un pc per ufficio a 800 euro?

            - Scritto da: Anonimo

            Le PA pagano per un pc di questo genere 500 euro

            circa, prezzo CONSIP. Il resto sono solo

            chiacchiere.
            ahahahaha ma ci ci crede?Chiunque abbia comprato un pc negli ultimi tre anni, anche a volumi ben inferiori...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.
      Mi sembra che il sw opensource sia solo una scusa
      per lucrare maggiormente.Mi sembra invece che sia una buona offerta. Windows+Office+Antivirus+Antispyware+Assistenza non ti costano sicuramente di meno. L'importante è che l'assistenza sia all'altezza e risolva gli inevitabili problemi che in tutti i sistemi software possono verificarsi anche se per mia esperienza un sistema Linux se ben configurato è molto molto più stabie di Windows.Non dimentichiamo poi che l'utilizzo di software open riduce i costi di tutti evitando la formazione che aziende detengano l'esclusiva (e quindi il monopolio) del software.Non è comunque in discussione il principio della libera impresa, io ti fornisco un PC con software libero testato e assistito ma voglio il mio quadagno. Se il costo è troppo alto il mercato penserà a ridimensionare le pretese di queste aziende.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.

        Mi sembra che il sw opensource sia solo una
        scusa

        per lucrare maggiormente.

        Mi sembra invece che sia una buona offerta.
        Windows+Office+Antivirus+Antispyware+Assistenza
        non ti costano sicuramente di meno. Invece si, tramite CONSIP una PA paga meno un computer del genere con XP + Office + Antivirus + Assistenza che questo pc con SuSE. E anche parecchio di meno.
        Non è comunque in discussione il principio della
        libera impresa, io ti fornisco un PC con software
        libero testato e assistito ma voglio il mio
        quadagno. Se il costo è troppo alto il mercato
        penserà a ridimensionare le pretese di queste
        aziende.Su questo hai perfettamente ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.
      Mi sembra che il sw opensource sia solo una scusa
      per lucrare maggiormente.SIIII
    • Anonimo scrive:
      Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi lo vuole? Che se lo tengano.
      Mi sembra che il sw opensource sia solo una scusa
      per lucrare maggiormente.mah, io meno di un anno fa ho visto un ufficio pubblico comprare degli althlonxp 2000+ 128mb di ram e xp home a 2000 euro cadaunodopo che ho fatto notare ad un po' di gente che se la stavano prendendo allegramente nel didietro al massimo mi rispondevano che avevano sempre preso tutto da loro quindi non volevano "offenderli"in confronto quel pc mi sembra una figata
      • Anonimo scrive:
        Re: Un pc per ufficio a 800 euro?
        - Scritto da: Anonimo
        mah, io meno di un anno fa ho visto un ufficio
        pubblico comprare degli althlonxp 2000+ 128mb di
        ram e xp home a 2000 euro cadauno
        dopo che ho fatto notare ad un po' di gente che
        se la stavano prendendo allegramente nel didietro
        al massimo mi rispondevano che avevano sempre
        preso tutto da loro quindi non volevano
        "offenderli":| :| :| :| :| :|
  • Anonimo scrive:
    La gente sa scegliere
    siete davvero sicuri che solo chi sceglie Linux conosca le alternative?C'è chi conosce Linux e sceglie Windows. Fatevene una ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: La gente sa scegliere
      - Scritto da: Anonimo
      C'è chi conosce Linux e sceglie Windows. CERRRRRTOOOO.....................SOLO I PIRLA COME TE!!FATTENE 2 DI RAGIONI!
      • Anonimo scrive:
        La gente puo scegliere?
        se davvero _CONOSCI_ linux eviti di usare windows ;) ognuno e' libero di scegliere di ispendere i propri soldi come vuole, ma vale solo per chi ha deciso di usare windows, la possibilita' di avere un portatile senza sistema operativo (chi conosce linux sa che e' meglio installarlo da soli) invece e' vicina allo zero, ben venga un mercato piu' libero in cui i sistemi operativi si scelgono, anche chie sceglie di restare ad usare windows avra i suoi vantaggi economici non indifferenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: La gente puo scegliere?
          - Scritto da: Anonimo
          se davvero _CONOSCI_ linux eviti di usare windows
          ;)
          ognuno e' libero di scegliere di ispendere i
          propri soldi come vuole, ma vale solo per chi ha
          deciso di usare windows, la possibilita' di avere
          un portatile senza sistema operativo (chi conosce
          linux sa che e' meglio installarlo da soli)
          invece e' vicina allo zero, ben venga un mercato
          piu' libero in cui i sistemi operativi si
          scelgono, anche chie sceglie di restare ad usare
          windows avra i suoi vantaggi economici non
          indifferenti.
          Mi sembra che vorresti che i soldi li spendessero come vuoi tu :)
          • Anonimo scrive:
            Re: La gente puo scegliere?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            se davvero _CONOSCI_ linux eviti di usare
            windows

            ;)

            ognuno e' libero di scegliere di ispendere i

            propri soldi come vuole, ma vale solo per chi ha

            deciso di usare windows, la possibilita' di
            avere

            un portatile senza sistema operativo (chi
            conosce

            linux sa che e' meglio installarlo da soli)

            invece e' vicina allo zero, ben venga un mercato

            piu' libero in cui i sistemi operativi si

            scelgono, anche chie sceglie di restare ad usare

            windows avra i suoi vantaggi economici non

            indifferenti.


            Mi sembra che vorresti che i soldi li spendessero
            come vuoi tu :)no li puoi spendere come vuoi..BASTA che tu li spenda in linux poi hai piena libertà di scegliere tra i 19.897.653.289.221 tipi di distro diverse che fanno molto folkore e creano alternative :D
      • Anonimo scrive:
        Re: La gente sa scegliere
        - Scritto da: Anonimo
        CERRRRRTOOOO.....................SOLO I PIRLA
        COME TE!!
        FATTENE 2 DI RAGIONI!L'ASINO SAPIENTE HA RAGLIATO !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: La gente sa scegliere
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          CERRRRRTOOOO.....................SOLO I PIRLA

          COME TE!!

          FATTENE 2 DI RAGIONI!


          L'ASINO SAPIENTE HA RAGLIATO !!!MA VAI A DORMIRE! SMANDRAPPATO!
          • Anonimo scrive:
            Re: La gente sa scegliere
            A leggere i commenti sembrerebbe che ai pro linux spetti la palma dell'ignoranza.
          • Anonimo scrive:
            Re: La gente sa scegliere
            - Scritto da: Anonimo
            A leggere i commenti sembrerebbe che ai pro linux
            spetti la palma dell'ignoranza.DIfatti sono loro gli smandrappati facinorosi e barricaderi che, dopo il crollo dell'URSS nell'89, hanno abbracciato un'altra religione politica, per rifarsi della cocente delusione rossa.Sono sempre i soliti individui: cambiano ideale ma la polpa è sempre la stessa: oppressori. Come i loro cugini oltrecortina, si riempiono la bocca di libertà, quando altro non è che una oppressione ideologica che non ammette eccezioni.Per farla breve: sono peggiori di coloro che contestano.
          • Anonimo scrive:
            Re: La gente sa scegliere
            non capisco cosa c'è di oppressivo nei confronti degli altri nell'usare linux... non riesco a seguire il filo logico...
          • EffeElle scrive:
            Re: La gente sa scegliere
            - Scritto da: Anonimo
            non capisco cosa c'è di oppressivo nei confronti
            degli altri nell'usare linux... non riesco a
            seguire il filo logico...Filo logico chi usa Windows ne ha veramente poco, bisogna capirli.
          • Anonimo scrive:
            Re: La gente sa scegliere

            Filo logico chi usa Windows ne ha veramente poco,
            bisogna capirli.Complimenti per l'affermazione razzista.
          • paperinox scrive:
            Re: La gente sa scegliere
            - Scritto da: Anonimo

            Filo logico chi usa Windows ne ha veramente
            poco,

            bisogna capirli.

            Complimenti per l'affermazione razzista.fà il paio con questa:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=991628&tid=991424&p=1se sei a corto di argomenti, non buttarti sul razzismo, che in questi casi non c'entra nulla....
          • Anonimo scrive:
            Re: La gente sa scegliere
            - Scritto da: Anonimo
            non capisco cosa c'è di oppressivo nei confronti
            degli altri nell'usare linux... non riesco a
            seguire il filo logico...Non sono le persone a cui si riferiva. Quelli sono i linari, e non usano il loro sistema operativo e basta. Devono evangelizzare il mondo, cosa ben diversa.Quelli a cui ti riferisci tu sono gli utenti linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: La gente sa scegliere
      - Scritto da: Anonimo
      siete davvero sicuri che solo chi sceglie Linux
      conosca le alternative?
      C'è chi conosce Linux e sceglie Windows. Fatevene
      una ragione.a dire il vero conoscendo sia linux sia windows alla fine ho scelto apple...
      • Anonimo scrive:
        Re: La gente sa scegliere
        Credo che alla fine ognuno debba scegliere quello che ritiene + valido sia sotto il profilo lavorativo che quello di svago, per quanto rigurada questo accanimento di chi usa linux nei confronti di chi usa windows...me fà ride...me lo installi tu linux..visto che non ci capisco una mazza di pc????
        • Anonimo scrive:
          Re: La gente sa scegliere
          hai toccato il tasto dolente...windows viene (al 99.9%)"imposto" nel momento in cui compri una macchina.....io conosco persone che dopo esser passate a linux non sopportano + windows,altre(che non hanno retto il passaggio)non fanno altro che dire fa schifo....ma è "normale",Siete(siamo..) " abituati " a windows e ci sembra normale che per aggiornare un singolo programma si debba cancellare la precedente,riavviare,installare 2000 librerie inutili,e riavviare.per me non è più normale ciò..linux è totalmente differente...non è windows figo,è normale che chi passa e non è in grado di intestardirsi una settimana perchè non conosce apt ... poi una volta scoperto che i programmi si installano con 1 solo comando(clic con synaptic)...bhè incominciano aa scoprire un mondo nuovo.AH: cosa ha a che fare linux con il comunismo???????non hai altr documentazioni??
  • Anonimo scrive:
    continuiamo "sfruttamento open"
    dai forza!! ora i produttori hardware forniranno sistemi che costano meno nel software perche' ci son programmatori che lavorano gratisforza facciamo la solita rissa!
  • Anonimo scrive:
    caruccio,nel senso di caro :-)
    Considerando che il costo del software è zero e che essendo macchine per ufficio non avranno certo schede grafiche a scopo ludico o l'ultimo Hd uscito sul mercato la cifra mi sembra discutibile. Da utente SUSE trovo molto discutibile l'adozione della 9.3 che è piena di software in beta a cominciare da openoffice 2 che qualche problemino di gioventù ce l'ha,per non parlare dei file odt di default. Della serie 9.X ad oggi la più riuscita IMO è la 9.1. Non vorrei la cosa si trasformasse in un boomerang dando l'idea all'utilizzatore di un prodotto non maturo.
    • Anonimo scrive:
      Re: caruccio,nel senso di caro :-)
      - Scritto da: Anonimo
      Considerando che il costo del software è zero e
      che essendo macchine per ufficio non avranno
      certo schede grafiche a scopo ludico o l'ultimo
      Hd uscito sul mercato la cifra mi sembra
      discutibile. Da utente SUSE trovo molto
      discutibile l'adozione della 9.3 che è piena di
      software in beta a cominciare da openoffice 2 che
      qualche problemino di gioventù ce l'ha,per non
      parlare dei file odt di default. Della serie 9.X
      ad oggi la più riuscita IMO è la 9.1. Non vorrei
      la cosa si trasformasse in un boomerang dando
      l'idea all'utilizzatore di un prodotto non
      maturo.SPARI CAZZZATE!PIRLONE!!
      • Anonimo scrive:
        Re: caruccio,nel senso di caro :-)
        Accomodati nel forum delle x-rosse non ho tempo da perdere.
        • Anonimo scrive:
          Re: caruccio,nel senso di caro :-)
          - Scritto da: Anonimo
          Accomodati nel forum delle x-rosse non ho tempo
          da perdere.VAFFANCULO!PRETORIANO!!
          • Anonimo scrive:
            Re: caruccio,nel senso di caro :-)
            Vai a nanna che domani c'è scuola su da bravo.
          • Anonimo scrive:
            Re: caruccio,nel senso di caro :-)
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Accomodati nel forum delle x-rosse non ho tempo

            da perdere.

            VAFFANCULO!
            PRETORIANO!!Ciao ALIEN ! Perchè non torni su CA a fare confusione?
      • Anonimo scrive:
        Re: caruccio,nel senso di caro :-)
        per fortuna che qualcuno argomenta le proprie posizioni con motivazioni totalmente inattaccabili...
    • Anonimo scrive:
      Re: caruccio,nel senso di caro :-)
      - Scritto da: AnonimoDa utente SUSE trovo molto
      discutibile l'adozione della 9.3 che è piena di
      software in beta a cominciare da openoffice 2 che
      qualche problemino di gioventù ce l'ha,per non
      parlare dei file odt di default. Della serie 9.X
      ad oggi la più riuscita IMO è la 9.1. Non vorrei
      la cosa si trasformasse in un boomerang dando
      l'idea all'utilizzatore di un prodotto non
      maturo.Mah, sai, credo che qualsiasi versione avessero installato sarebbe stata giudicata immatura dagli utenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: caruccio,nel senso di caro :-)
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo
        Da utente SUSE trovo molto

        discutibile l'adozione della 9.3 che è piena di

        software in beta a cominciare da openoffice 2
        che

        qualche problemino di gioventù ce l'ha,per non

        parlare dei file odt di default. Della serie 9.X

        ad oggi la più riuscita IMO è la 9.1. Non vorrei

        la cosa si trasformasse in un boomerang dando

        l'idea all'utilizzatore di un prodotto non

        maturo.

        Mah, sai, credo che qualsiasi versione avessero
        installato sarebbe stata giudicata immatura dagli
        utenti.Non vedo il perchè la 9.1 è molto stabile la 9.2 nella media,qualche problemino niente più,la 9.3 è moolto sperimentale.Hp non a caso ha adottato la 9.1.
        • Anonimo scrive:
          Re: caruccio,nel senso di caro :-)
          - Scritto da: Anonimo


          Non vedo il perchè la 9.1 è molto stabile la 9.2
          nella media,qualche problemino niente più,la 9.3
          è moolto sperimentale.Hp non a caso ha adottato
          la 9.1.Io credo che nessun PC di marca potrà mai adottare l'ultimissima versione. I grandi produttori hanno bisogno di troppo tempo per la progettazione, la pubblicità e la commercializzazione dei loro prodotti.
          • Anonimo scrive:
            Re: caruccio,nel senso di caro :-)


            Io credo che nessun PC di marca potrà mai
            adottare l'ultimissima versione. I grandi
            produttori hanno bisogno di troppo tempo per la
            progettazione, la pubblicità e la
            commercializzazione dei loro prodotti.E' senz'altro vero ma in questo caso c'è una questione di opportunità, puntare su software in beta non mi sembra una grande idea. Di recente ho installato una Xandros ad un amico e devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla "pulizia" dell'OS nonostante non sia certo con l'ultimo software uscito.
        • Anonimo scrive:
          Re: caruccio,nel senso di caro :-)

          Non vedo il perchè la 9.1 è molto stabile la 9.2
          nella media,qualche problemino niente più,la 9.3
          è moolto sperimentale.Hp non a caso ha adottato
          la 9.1.
          Se fai ad un utente, o utonto se più ti piace, "normale" un discorso del genere torna al pallottoliere.
          • Anonimo scrive:
            Re: caruccio,nel senso di caro :-)
            - Scritto da: Anonimo

            Non vedo il perchè la 9.1 è molto stabile la 9.2

            nella media,qualche problemino niente più,la 9.3

            è moolto sperimentale.Hp non a caso ha adottato

            la 9.1.


            Se fai ad un utente, o utonto se più ti piace,
            "normale" un discorso del genere torna al
            pallottoliere.L'utonto, [ non mi piace :-) ], che poi sarebbe un utente che non sa nulla di pc, si agita molto di più se causa bug nella beta perde i documenti.Già mi ha lasciato mooolto perplesso il mettere tutto quel software in beta in una distro, ma da parte di un assemblatore non mi sembra una scelta azzeccata. Non a caso nella distro di punta Novell ha fatto scelte diverse.
    • castigo scrive:
      Re: caruccio,nel senso di caro :-)
      tu sai quando pagano le pa, vero?alle calende greche, al meglio.se io imprenditore devo aspettare il corso burocratico normale, allora per non perderci troppo il prezzo aumenta di conseguenza.è come se la pa chiedesse soldi in prestito a te che vendi: che fai, l'altruista e non chiedi gli interessi??
      • Anonimo scrive:
        Re: caruccio,nel senso di caro :-)
        - Scritto da: castigo
        tu sai quando pagano le pa, vero?
        alle calende greche, al meglio.
        se io imprenditore devo aspettare il corso
        burocratico normale, allora per non perderci
        troppo il prezzo aumenta di conseguenza.
        è come se la pa chiedesse soldi in prestito a te
        che vendi: che fai, l'altruista e non chiedi gli
        interessi??Perfetto, allora sei fuori mercato per le PA, visto che i tuoi concorrenti faranno un prezzo sicuramente inferiore
        • castigo scrive:
          Re: caruccio,nel senso di caro :-)
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: castigo

          tu sai quando pagano le pa, vero?

          alle calende greche, al meglio.

          se io imprenditore devo aspettare il corso

          burocratico normale, allora per non perderci

          troppo il prezzo aumenta di conseguenza.

          è come se la pa chiedesse soldi in prestito a te

          che vendi: che fai, l'altruista e non chiedi gli

          interessi??

          Perfetto, allora sei fuori mercato per le PA,
          visto che i tuoi concorrenti faranno un prezzo
          sicuramente inferiorenon credo.è pratica comune, accettata da entrambe le parti, gonfiare il prezzo per i motivi di cui sopra, e ad oggi non si è ancora visto nulla che indichi un'inversione di tendenza.non hai mai sentito parlare di sconto cassa per le aziende che pagano subito?io personalmente ho dovuto aspettare quasi 2 anni per avere pagate alcune docenze, e tutti i miei colleghi erano nelle mie identiche condizioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: caruccio,nel senso di caro :-)
            - Scritto da: castigo


            Perfetto, allora sei fuori mercato per le PA,

            visto che i tuoi concorrenti faranno un prezzo

            sicuramente inferiore

            non credo.
            è pratica comune, accettata da entrambe le parti,
            gonfiare il prezzo per i motivi di cui sopra, e
            ad oggi non si è ancora visto nulla che indichi
            un'inversione di tendenza.Fatti un giro sul sito della consip e guarda i prezzi dei pc. Poi dimmi se non sei fuori mercato
            io personalmente ho dovuto aspettare quasi 2 anni
            per avere pagate alcune docenze, e tutti i miei
            colleghi erano nelle mie identiche condizioni.Direi che sei stato particolarmente sfortunato: sono lenti, ma di solito entro massimo 6 mesi ti pagano
          • castigo scrive:
            Re: caruccio,nel senso di caro :-)
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: castigo




            Perfetto, allora sei fuori mercato per le PA,


            visto che i tuoi concorrenti faranno un prezzo


            sicuramente inferiore



            non credo.

            è pratica comune, accettata da entrambe le
            parti,

            gonfiare il prezzo per i motivi di cui sopra, e

            ad oggi non si è ancora visto nulla che indichi

            un'inversione di tendenza.

            Fatti un giro sul sito della consip e guarda i
            prezzi dei pc. Poi dimmi se non sei fuori mercatocito dal sito: Consip gestisce servizi e progetti a valore aggiunto ? consulenziali, tecnologici, di project management ? per il MEF e per altre strutture della Pubblica Amministrazione: amministrazioni centrali, locali, sanità, università.Le sue attività fanno riferimento a due aree principali:1 ? Gestione e sviluppo dei servizi informatici per il MEF (Area Economia), fornendo consulenza tecnica e progettuale2 ? Realizzazione, per conto del MEF, del Programma di razionalizzazione della spesa pubblica per beni e servizi, attraverso l?utilizzo di tecnologie informatiche e di modalità innovative per gli acquistiTali compiti sono stati progressivamente affidati a Consip attraverso vari interventi normativi che hanno riguardato: * le attività informatiche della Pubblica Amministrazione, anche in materia finanziaria e contabile ( D. L.vo 19 novembre 1997 n° 414) (file PDF, 5,24KB) * la gestione e lo sviluppo dei servizi informatici del Ministero dell?Economia e delle Finanze ( Decreti del Ministero del Tesoro del 22 dicembre 1997 (file PDF, 7,50KB) e del 17 giugno 1998 (file PDF, 7,60KB) * le aggiudicazioni, su delega ricevuta, delle forniture di beni e servizi per la Pubblica Amministrazione, nonché la gestione di apposite convenzioni con i fornitori per la razionalizzazione della spesa e la predisposizione in via telematica degli atti e degli strumenti contrattuali necessari * la realizzazione e la gestione di un sistema di e-procurement per l'automazione degli acquisti della Pubblica Amministrazione ( Decreti del Ministero del Tesoro del 24 febbraio 2000 (file PDF, 2,37KB) e del 2 maggio 2001 (file PDF, 2,18KB) Il rapporto tra Consip ed il Ministero dell?Economia e delle Finanze è regolato da un particolare strumento contrattuale: la convenzione. Ciò sia per quanto riguarda le attività informatiche che per gli acquisti di beni e servizi. La convenzione è regolata da accordi di servizio sottoscritti dal Ministero e dalla Consip, nei quali vengono concordate e pianificate con l?Amministrazione le attività da svolgere, i progetti da realizzare, i livelli di performance da raggiungere.----------------------------ora mi spieghi cortesemente cosa c'entra con il discorso che si stava facendo circa le lungaggini burocratiche nei pagamenti e la pratica di includere nei prezzi gli interessi da ritardato pagamento, applicata non solo alla parte puramente informatica....


            io personalmente ho dovuto aspettare quasi 2
            anni

            per avere pagate alcune docenze, e tutti i miei

            colleghi erano nelle mie identiche condizioni.

            Direi che sei stato particolarmente sfortunato:
            sono lenti, ma di solito entro massimo 6 mesi ti
            paganosicuramente è una sfortuna ricorrente, mia e di altri colleghi, che regolarmante veniamo pagati con ritardi che superano l'anno.
          • Anonimo scrive:
            Re: caruccio,nel senso di caro :-)


            sicuramente è una sfortuna ricorrente, mia e di
            altri colleghi, che regolarmante veniamo pagati
            con ritardi che superano l'anno.Scusate se mi intrometto ma quando si firmano i contratti si possono introdurre anche delle penali. Questo con il prezzo finale del prodotto non c'entra nulla.Se firmi un contratto con la PA che prevede il pagamento alla consegna,il pagamento va fatto alla consegna. che ritardino non è una noviSenza considerare il fatto che se venisse provato che i listini sono govianti chi firma quel contratto rischia grosso.
          • Anonimo scrive:
            Re: caruccio,nel senso di caro :-)
            - Scritto da: castigo

            ora mi spieghi cortesemente cosa c'entra con il
            discorso che si stava facendo circa le lungaggini
            burocratiche nei pagamenti e la pratica di
            includere nei prezzi gli interessi da ritardato
            pagamento, applicata non solo alla parte
            puramente informatica....
            Che le PA comprano i computer tramite consip. La consip ha un catalogo di prodotti, con tanto di prezzo, che offre alle PA. Nonostante tutte le lungaggini burocratiche, gli interessi o quello che vuoi, il costo dei pc (sul sito consip) con relativo software è di gran luna inferiore a 780 euro non ivati. Se fai un prezzo superiore, sei fuori dal mercato delle PA.

            Direi che sei stato particolarmente sfortunato:

            sono lenti, ma di solito entro massimo 6 mesi ti

            pagano

            sicuramente è una sfortuna ricorrente, mia e di
            altri colleghi, che regolarmante veniamo pagati
            con ritardi che superano l'anno.Non ho mai avuto ritardi di pagamento superiori ad un paio di mesi, e comunque è possibile aggiungere clausole al contratto per evitare che ti paghino dopo due anni.
      • Anonimo scrive:
        Re: caruccio,nel senso di caro :-)
        Il prezzo è fuori mercato e la PA non compra, se poi il software è instabile ha una ragione in più per rivolgersi ad altri.Ragazzi una beta è una beta.
  • Anonimo scrive:
    Ma ci gira Half Life 2?
    C'e' qualche emulatore per farci girare Half Life 2 e i giochi recenti? Perche' senno' e' una fregatura. In ufficio giochiamo solo a Counterstrike.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ci gira Half Life 2?
      TransGaming -
      Cedega.Ma funziona anche con wine ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ci gira Half Life 2?
      - Scritto da: Anonimo

      C'e' qualche emulatore per farci girare
      Half Life 2 e i giochi recenti? Perche' senno'
      e' una fregatura. In ufficio giochiamo solo
      a Counterstrike.
      Half life no ma il SO credo ci giri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ci gira Half Life 2?
      - Scritto da: Anonimo

      C'e' qualche emulatore per farci girare
      Half Life 2 e i giochi recenti? Perche' senno'
      e' una fregatura. In ufficio giochiamo solo
      a Counterstrike.MA VATTELO A PIJA' NER CULO!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ci gira Half Life 2?

      C'e' qualche emulatore per farci girare
      Half Life 2 e i giochi recenti? Perche' senno'
      e' una fregatura. In ufficio giochiamo solo
      a Counterstrike.(rotfl) (rotfl) lavorare no? (rotfl) (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ci gira Half Life 2?
        - Scritto da: Anonimo

        C'e' qualche emulatore per farci girare

        Half Life 2 e i giochi recenti? Perche' senno'

        e' una fregatura. In ufficio giochiamo solo

        a Counterstrike.

        (rotfl) (rotfl) lavorare no? (rotfl) (rotfl) "Lavorare stanca" :-)
  • Anonimo scrive:
    Faranno la fila per comprarli:-)
    immagino che andranno a ruba...
    • Anonimo scrive:
      Re: Faranno la fila per comprarli:-)
      - Scritto da: Anonimo
      immagino che andranno a ruba...ANCHE TU SORELLA!
      • Anonimo scrive:
        Re: Faranno la fila per comprarli:-)
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        immagino che andranno a ruba...

        ANCHE TU SORELLA!Alien, perché no torni ad occuparti del tuo "bellissimo" sito?
        • Anonimo scrive:
          Re: Faranno la fila per comprarli:-)
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          immagino che andranno a ruba...



          ANCHE TU SORELLA!

          Alien, perché no torni ad occuparti del tuo
          "bellissimo" sito?e te xchè non vai a pijarlo in CUKO!
          • Anonimo scrive:
            Re: Faranno la fila per comprarli:-)
            facci vedere come lo pigli tu che noi un lo si sa miha... :|
  • Anonimo scrive:
    CODICE APERTO
    CA condivide la proposta di Linus Torvalds, di PHP, di MySql contro la legge dei brevetti SW allo studio al Parlamento Europeo ed è schierato contro i lobbisti delle Multinazionali del SWmandandoli allegramente a pijarselo ner CUxO!Segue link della"No Software Patents" nel quale troverete tutte le motivazioni per opporsi a questa legge liberticida e oscurantista voluta dall'Impero dei dollari (loro...sich!) delle lobbies Multinazionali:
  • Anonimo scrive:
    open pc
    costerà 780 euro, Iva esclusa. e poi 1000 + iva?se li assemblo su www.pcword.it con tanto di software closed (per sendere di più) mi viene molto molto meno...vabbè sono le contradizioni quando si parla di open source il sw dovrebbe costare di meno ma poi il prezzo è più alto (ibm docit).....poi scusa non lo sanno questi che il firewall con linux non serve?bastava consultare tutti post degli invasiti di p.i. per saperlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: open pc
      - Scritto da: Anonimo
      costerà 780 euro, Iva esclusa.
      e poi 1000 + iva?
      se li assemblo su www.pcword.it con tanto di
      software closed (per sendere di più) mi viene
      molto molto meno...
      vabbè sono le contradizioni quando si parla di
      open source il sw dovrebbe costare di meno ma poi
      il prezzo è più alto (ibm docit).....poi scusa
      non lo sanno questi che il firewall con linux non
      serve?
      bastava consultare tutti post degli invasiti di
      p.i. per saperlo...
      Costa giustamente di più avendo un sistema operativonettamente superiore a winzozz.
    • Anonimo scrive:
      Re: open pc
      trollalero lallero :P
    • Anonimo scrive:
      Re: open pc
      - Scritto da: Anonimo
      costerà 780 euro, Iva esclusa.
      e poi 1000 + iva?
      se li assemblo su www.pcword.it con tanto di
      software closed (per sendere di più) mi viene
      molto molto meno...SPARATI!PIRLA!!
    • Le-ChuckITA scrive:
      "Con linux il firewall non serve"
      - Scritto da: Anonimo
      .poi scusa
      non lo sanno questi che il firewall con linux non
      serve?
      bastava consultare tutti post degli invasiti di
      p.i. per saperlo..."Non serve" comprarlo a parte e spenderci 200-300 euro. Infatti è integrato nel kernel. Questo forse volevano dirti ma tu non sei riuscito a capirlo. Vuoi fare un confronto prezzi del software tra una installazione linux e una windows? non devi metterci solo win, ma anche office, firewall, antivirus, server vari... Mi sa che ne esci spellato!
      • Anonimo scrive:
        Re: "Con linux il firewall non serve"
        - Scritto da: Le-ChuckITA

        - Scritto da: Anonimo

        .poi scusa

        non lo sanno questi che il firewall con linux
        non

        serve?

        bastava consultare tutti post degli invasiti di

        p.i. per saperlo...

        "Non serve" comprarlo a parte e spenderci 200-300
        euro. 200 - 300 euro per un firewall? Ma dove vivi?
        • Anonimo scrive:
          Re: "Con linux il firewall non serve"
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Le-ChuckITA



          - Scritto da: Anonimo


          .poi scusa


          non lo sanno questi che il firewall con linux

          non


          serve?


          bastava consultare tutti post degli invasiti
          di


          p.i. per saperlo...



          "Non serve" comprarlo a parte e spenderci
          200-300

          euro.

          200 - 300 euro per un firewall? Ma dove vivi?in cantina!un pc da ufficio costa 300/350 euro...winxp home 84 euro, norton internet security (firewall+antivirus) 74 euro, office 2003 circa 140 euro fai le somme e spiegami perchè il tuo openpc debba costare 780 euro + IVAsveglia cantinaro la mania del'open serve solo arricchire gente (solo che ci rimetto anche io perchè la p.a. acquista con i soldi delle tasse) e tutto questo perchè qualcuno possa bagnarsi a pensare che in p.a. adesso si usa sw open..ma andate a quel paese
      • Anonimo scrive:
        Re: "Con linux il firewall non serve"
        - Scritto da: Le-ChuckITA

        - Scritto da: Anonimo

        .poi scusa

        non lo sanno questi che il firewall con linux
        non

        serve?

        bastava consultare tutti post degli invasiti di

        p.i. per saperlo...

        "Non serve" comprarlo a parte e spenderci 200-300
        euro. Infatti è integrato nel kernel. Questo
        forse volevano dirti ma tu non sei riuscito a
        capirlo. il firewall di windows è decisamente meglioi numeri parlanohttp://www.zone-h.org/linux è un colabrodo

        Vuoi fare un confronto prezzi del software tra
        una installazione linux e una windows? non devi
        metterci solo win, ma anche office, firewall,
        antivirus, server vari... Mi sa che ne esci
        spellato!
  • Anonimo scrive:
    PC Portatili con Linux, ma....
    Ho notato in alcuni grandi ipermercati in vendita PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con che distribuzione) a prezzi molti inferiori. Parlando con un amico commesso sono rimasto sorpreso nello scoprire che quasi tutti quelli che lo compravano chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!Mah....
    • Anonimo scrive:
      Re: PC Portatili con Linux, ma....
      - Scritto da: Anonimo
      Ho notato in alcuni grandi ipermercati in vendita
      PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con che
      distribuzione) a prezzi molti inferiori. Parlando
      con un amico commesso sono rimasto sorpreso nello
      scoprire che quasi tutti quelli che lo compravano
      chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!

      Mah....nel mercato consumer un forte traino sono i videogames...o detto tutto!
    • Anonimo scrive:
      Re: PC Portatili con Linux, ma....
      - Scritto da: Anonimo
      Ho notato in alcuni grandi ipermercati in vendita
      PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con che
      distribuzione) a prezzi molti inferiori. Parlando
      con un amico commesso sono rimasto sorpreso nello
      scoprire che quasi tutti quelli che lo compravano
      chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!

      Mah....Questa è la dimostrazione che anche quando gli utenti possono scegliere liberamente scelgono Windows.
      • Anonimo scrive:
        Re: PC Portatili con Linux, ma....


        Scritto da: Anonimo

        Ho notato in alcuni grandi ipermercati in vendita

        PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con che

        distribuzione) a prezzi molti inferiori. Parlando

        con un amico commesso sono rimasto sorpreso nello

        scoprire che quasi tutti quelli che lo compravano

        chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!



        Mah....
        Questa è la dimostrazione che anche quando gli utenti possono
        scegliere liberamente scelgono Windows.utonti, no utenti!
        • Anonimo scrive:
          Re: PC Portatili con Linux, ma....



          Questa è la dimostrazione che anche quando gli
          utenti possono
          scegliere liberamente scelgono
          Windows.

          utonti, no utenti!Clienti, non utonti. E sono i clienti che determinano il successo o il fallimento di un'azienda, non le vostre dottrine.
          • Anonimo scrive:
            Re: PC Portatili con Linux, ma....
            - Scritto da: Anonimo






            Questa è la dimostrazione che anche quando gli

            utenti possono
            scegliere liberamente scelgono

            Windows.



            utonti, no utenti!
            Clienti, non utonti. E sono i clienti che
            determinano il successo o il fallimento di
            un'azienda, non le vostre dottrine.ed e' proprio questo il nostro punto di forza, GNU/Linux non e' un'azienda. Noi saremo sempre qui con il bello e il cattivo tempo, saremo sempre inevitabilmente il tuo incubo :D.Con questo non voglio iniziare con la solita guerra di religione...ma ognuno ha il sistema operativo che si merita.
          • Anonimo scrive:
            Re: PC Portatili con Linux, ma....

            ed e' proprio questo il nostro punto di forza,
            GNU/Linux non e' un'azienda. Noi saremo sempre
            qui con il bello e il cattivo tempo, saremo
            sempre inevitabilmente il tuo incubo :D.
            Con questo non voglio iniziare con la solita
            guerra di religione...ma ognuno ha il sistema
            operativo che si merita.
            Forse ti è sfuggito IL FATTO che l'artico parla di una AZIENDA che vende PC.
          • Anonimo scrive:
            Re: PC Portatili con Linux, ma....
            - Scritto da: Anonimo
            Forse ti è sfuggito IL FATTO che l'artico parla
            di una AZIENDA che vende PC.Infatti vende PC, non crea sistemi operativi a finestre.Se fallisce altre aziende venderanno PC e Linux sara' sempre presente.GNU/Linux non puo' fallire, perche' e' una filosofia non un prodotto commerciale.
          • Anonimo scrive:
            Re: PC Portatili con Linux, ma....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Forse ti è sfuggito IL FATTO che l'artico parla

            di una AZIENDA che vende PC.

            Infatti vende PC, non crea sistemi operativi a
            finestre.
            Se fallisce altre aziende venderanno PC e Linux
            sara' sempre presente.
            GNU/Linux non puo' fallire, perche' e' una
            filosofia non un prodotto commerciale.
            non può fallire... ma può passare nel dimenticatoio... come tutti i movimenti anarchici finora esistiti, anche gnu/linux sarà presto storia
          • Anonimo scrive:
            Re: PC Portatili con Linux, ma....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo










            Questa è la dimostrazione che anche quando
            gli


            utenti possono
            scegliere liberamente scelgono


            Windows.





            utonti, no utenti!

            Clienti, non utonti. E sono i clienti che

            determinano il successo o il fallimento di

            un'azienda, non le vostre dottrine.

            ed e' proprio questo il nostro punto di forza,
            GNU/Linux non e' un'azienda. Noi saremo sempre
            qui con il bello e il cattivo tempo, saremo
            sempre inevitabilmente il tuo incubo :D.
            Con questo non voglio iniziare con la solita
            guerra di religione...ma ognuno ha il sistema
            operativo che si merita.infatti... io con windows faccio tutto, te invece ti limiti a navigare e smanettare senza uno scopo precisoognuno ha ciò che merita
      • Anonimo scrive:
        Re: PC Portatili con Linux, ma....
        Ma finalmente chi vuole usare windows non dovrà ricomprarlo ogni volta che cambia pc e potrà finalmente usare la licenza che ha pagato!
      • Anonimo scrive:
        Re: PC Portatili con Linux, ma....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ho notato in alcuni grandi ipermercati in
        vendita

        PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con
        che

        distribuzione) a prezzi molti inferiori.
        Parlando

        con un amico commesso sono rimasto sorpreso
        nello

        scoprire che quasi tutti quelli che lo
        compravano

        chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!



        Mah....

        Questa è la dimostrazione che anche quando gli
        utenti possono scegliere liberamente scelgono
        Windows.
        Credo che in base ai dettami della filosofia opensourcesarà possibile acquistarlo anche con windows altrimentisi potrebbe dire che parlano bene e razzolano male.
        • carobeppe scrive:
          Re: PC Portatili con Linux, ma....

          Credo che in base ai dettami della filosofia
          opensource
          sarà possibile acquistarlo anche con windows
          altrimenti
          si potrebbe dire che parlano bene e razzolano
          male.credo che in base ai dettami del mercato, se vuoi averci windows lo compri e lo metti, sennò risparmi soldi e ti ci metti quello che ti pare come sarebbe giusto... se compro un computer perché devo avere già un OS preinstallato? se compro un'autoradio mica ho già un CD di giggggggi d'alessio pagato oro e che non vale un cavolo preinserito nel lettore!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: PC Portatili con Linux, ma....
            - Scritto da: carobeppe

            Credo che in base ai dettami della filosofia

            opensource

            sarà possibile acquistarlo anche con windows

            altrimenti

            si potrebbe dire che parlano bene e razzolano

            male.
            credo che in base ai dettami del mercato, se vuoi
            averci windows lo compri e lo metti, sennò
            risparmi soldi e ti ci metti quello che ti pare
            come sarebbe giusto... se compro un computer
            perché devo avere già un OS preinstallato? se
            compro un'autoradio mica ho già un CD di
            giggggggi d'alessio pagato oro e che non vale un
            cavolo preinserito nel lettore!!!!
            Veramente l'articolo parla di un PC con il SO preinstallato.
      • Anonimo scrive:
        Re: PC Portatili con Linux, ma....

        Questa è la dimostrazione che anche quando gli
        utenti possono scegliere liberamente scelgono
        Windows.Forse perché non conoscono le varie alternative
        • Anonimo scrive:
          Re: PC Portatili con Linux, ma....
          - Scritto da: Anonimo

          Questa è la dimostrazione che anche quando gli

          utenti possono scegliere liberamente scelgono

          Windows.

          Forse perché non conoscono le varie alternative
          O forse perchè le conoscono.
      • Anonimo scrive:
        Re: PC Portatili con Linux, ma....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ho notato in alcuni grandi ipermercati in
        vendita

        PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con
        che

        distribuzione) a prezzi molti inferiori.
        Parlando

        con un amico commesso sono rimasto sorpreso
        nello

        scoprire che quasi tutti quelli che lo
        compravano

        chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!



        Mah....

        Questa è la dimostrazione che anche quando gli
        utenti possono scegliere liberamente scelgono
        Windows. Questa invece è la constatazione che l'utente vuole risparmiare, tanto poi ci mette windows piratato. Vagli a spiegare che poi si deve scaricare tutti i drivers per configurare correttamente tutte le periferiche del portatile. Poi, scusa, una volta messo win piratato, che ci fa? Ci mette pure office piratato, no? Ecco la gente come questa io non la sopporto, vuoi usufruire del prodotto allora lo devi pagare. Ti danno un laptop completamente configurato con tutte le periferiche, ma che ti vai a buttare di nuovo su windows? E mamma mia facciamolo sto piccolo sforzo intelletuale di provare qualcosa di diverso, di premere invece che il pulsante START l'icona K di KDE... in questo specifico caso si parla di vera e propria pigrizia mentale. Se poi non ti sei trovato bene, puoi sempre acquistare una l WindowsXP+Office, e farti configurare il pc da qualche amico. CiaoPS: felicissimo possessore di un Laptop Presario2500 configurato con Slackware 10.1, un bijoux :-)
        • eagleone scrive:
          Re: PC Portatili con Linux, ma....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Ho notato in alcuni grandi ipermercati in

          vendita


          PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con

          che


          distribuzione) a prezzi molti inferiori.

          Parlando


          con un amico commesso sono rimasto sorpreso

          nello


          scoprire che quasi tutti quelli che lo

          compravano


          chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!





          Mah....



          Questa è la dimostrazione che anche quando gli

          utenti possono scegliere liberamente scelgono

          Windows.

          Questa invece è la constatazione che l'utente
          vuole risparmiare, tanto poi ci mette windows
          piratato. Vagli a spiegare che poi si deve
          scaricare tutti i drivers per configurare
          correttamente tutte le periferiche del portatile.

          Poi, scusa, una volta messo win piratato, che
          ci fa? Ci mette pure office piratato, no? Ecco la
          gente come questa io non la sopporto, vuoi
          usufruire del prodotto allora lo devi pagare.

          Ti danno un laptop completamente configurato
          con tutte le periferiche, ma che ti vai a buttare
          di nuovo su windows? E mamma mia facciamolo sto
          piccolo sforzo intelletuale di provare qualcosa
          di diverso, di premere invece che il pulsante
          START l'icona K di KDE... in questo specifico
          caso si parla di vera e propria pigrizia mentale.

          Se poi non ti sei trovato bene, puoi sempre
          acquistare una l WindowsXP+Office, e farti
          configurare il pc da qualche amico.

          Ciao

          PS: felicissimo possessore di un Laptop
          Presario2500 configurato con Slackware 10.1, un
          bijoux :-)Sottoscrivo tutto il tuo messaggio, purtroppo la maggior parte degli utenti nemmeno sa cosa sia Linux, e, sembra strano, ma ce ne sono moltissimi che nemmeno conoscono il Mac, cioè, per loro esiste solo Windows, e sono gli stessi a cui se dici che tu hai un computer pieno di software non piratato ti guardano come se fossi lo sfigato di turno che vuole fare il puritano.Ah, per esperienza personale, magari ti prendono per i fondelli come se volessi fare il di più perchè usi "qualcosa che non è Windows", se non poi chiamarti un giorno sì e l'altro anche per sistemargli il loro Windows, magari perchè non sono riusciti a craccare bene l'aggiornamento del Norton, o non hanno scaricato l'ultimo aggiornamento di Windows (e questi sono quelli già più evoluti!) perchè hanno paura che MS scopra che hanno lo stesso Windows, Office e altri 1000 e passa programmi piratati, e si sono beccati l'ennesimo virus! ;)Per la cronaca, sono il felice possessore di un Toshiba M30-801 con installata Slackware 10.1, con la quale funziona tutto perfettamente, anche meglio che con il SO installato di default! ;)Ciao :)
      • Anonimo scrive:
        Re: PC Portatili con Linux, ma....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ho notato in alcuni grandi ipermercati in
        vendita

        PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con
        che

        distribuzione) a prezzi molti inferiori.
        Parlando

        con un amico commesso sono rimasto sorpreso
        nello

        scoprire che quasi tutti quelli che lo
        compravano

        chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!



        Mah....

        Questa è la dimostrazione che anche quando gli
        utenti possono scegliere liberamente scelgono
        Windows.perche' secondo te quelli la comperano la licenza di windows o scaricano l'OS dal p2p
      • Anonimo scrive:
        Re: PC Portatili con Linux, ma....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ho notato in alcuni grandi ipermercati in
        vendita

        PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con
        che

        distribuzione) a prezzi molti inferiori.
        Parlando

        con un amico commesso sono rimasto sorpreso
        nello

        scoprire che quasi tutti quelli che lo
        compravano

        chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!



        Mah....

        Questa è la dimostrazione che anche quando gli
        utenti possono scegliere liberamente scelgono
        Windows.No. Scelgono Windows piratato. Stiamo parlando di utenti da supermercato, qualcuno li chiamerebbe 'utonti', cosa ti aspettavi ?
    • Anonimo scrive:
      e' semplice...
      comprano il pc a meno e poi ci mettono windows scopiazzato come fanno molti utenti windows :Ppeccato che non sanno cosa si perdono :) anzi una cosa si .. i giochi :)
      • Anonimo scrive:
        Re: e' semplice...
        - Scritto da: Anonimo
        comprano il pc a meno e poi ci mettono windows
        scopiazzato come fanno molti utenti windows :P
        peccato che non sanno cosa si perdono :)
        anzi una cosa si .. i giochi :)
        A meno? 780+iva con il SO gratuito e un PC dauffico ti sembrano pochi?
        • Anonimo scrive:
          Re: e' semplice...
          - Scritto da: Anonimo
          A meno? 780+iva con il SO gratuito e un PC da
          uffico ti sembrano pochi?Credo che sia completo di display LCD...
        • Anonimo scrive:
          Re: e' semplice...
          ma li leggi i post? immagino di no... e cmq OPENSOURCE != GRATIS mettetevelo in testa...Se vi fosse letti qualcosa di piu' forse capireste perche' ci sono dei "pazzi" che credono in qualcosa che non e' solo un sistema operativo ma un "movimento" di una comunita' e un modo di pensare differente...
          • Anonimo scrive:
            Re: e' semplice...
            ma da quando OPENSOURCE significa GRATIS?forse, ad esempio, SUSE è gratis?prima di aprire bocca e sentenziare informati.OPEN SOURCE significa solo che hai a disposizione i sorgenti, e che quindi puoi accertarti che il tuo lavoro non verrà inviato in tempo reale a Microsoft o a qualche ente governativo statunitense.sei certo che ciò non succeda con WINDOWS e OFFICE?e se mi prendi per un maniaco ricordati cosa è successo con i boeing venduti al governo cinese... e pensa che a fare la stessa cosa con un SO è molto più semplice.
          • Anonimo scrive:
            Re: e' semplice...
            la dicitura != sta per not equal ovvero diverso :)ovvio che intendessi che opensource non vuol dire gratis...
    • Anonimo scrive:
      Re: PC Portatili con Linux, ma....
      - Scritto da: Anonimo
      Ho notato in alcuni grandi ipermercati in vendita
      PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con che
      distribuzione) a prezzi molti inferiori. Parlando
      con un amico commesso sono rimasto sorpreso nello
      scoprire che quasi tutti quelli che lo compravano
      chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!

      Mah....Ne sto cercando giusto uno.Non è che mi dai il nome della catena ed il prezzo ,thanks. :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: PC Portatili con Linux, ma....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ho notato in alcuni grandi ipermercati in
        vendita

        PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con
        che

        distribuzione) a prezzi molti inferiori.
        Parlando

        con un amico commesso sono rimasto sorpreso
        nello

        scoprire che quasi tutti quelli che lo
        compravano

        chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!



        Mah....

        Ne sto cercando giusto uno.Non è che mi dai il
        nome della catena ed il prezzo ,thanks. :-)Ormai... li avranno esauriti tutti. So che andavano a ruba.
        • Anonimo scrive:
          Re: PC Portatili con Linux, ma....

          Ormai... li avranno esauriti tutti. So che
          andavano a ruba.Promette bene per il prezzo,che catena era ?
          • Anonimo scrive:
            Re: PC Portatili con Linux, ma....
            - Scritto da: Anonimo


            Ormai... li avranno esauriti tutti. So che

            andavano a ruba.
            Promette bene per il prezzo,che catena era ?Secondo me è una catena di S.Antonio...
    • Anonimo scrive:
      Re: PC Portatili con Linux, ma....
      - Scritto da: Anonimo
      Ho notato in alcuni grandi ipermercati in vendita
      PC Portatili con Linux, (non ricordo ora con che
      distribuzione) a prezzi molti inferiori. Parlando
      con un amico commesso sono rimasto sorpreso nello
      scoprire che quasi tutti quelli che lo compravano
      chiedevano "ma ci posso installare Windows?"!

      Mah....SONO UTONTI MISERABILI.NON L' HAI ANCORA CAPITO?SEI TARDO, COME LORO!STRONZO!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Alien, come mai a te è permesso?
        - Scritto da: Anonimo

        SONO UTONTI MISERABILI.
        NON L' HAI ANCORA CAPITO?
        SEI TARDO, COME LORO!
        STRONZO!!Come mai in questo forum ad Alien è consentito insultare? Le regole di PI per Alien non valgono? E' raccomandato, è il PR di PI?
        • TPK scrive:
          Re: Alien, come mai a te è permesso?
          - Scritto da: Anonimo


          Come mai in questo forum ad Alien è consentito
          insultare? Le regole di PI per Alien non valgono?
          E' raccomandato, è il PR di PI?La redazione di PI ha comprato un nuovo T-1000 XP ed ora stanno telefonando per l'attivazione...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 23.27-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Alien, come mai a te è permesso?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo




          SONO UTONTI MISERABILI.

          NON L' HAI ANCORA CAPITO?

          SEI TARDO, COME LORO!

          STRONZO!!

          Come mai in questo forum ad Alien è consentito
          insultare? Le regole di PI per Alien non valgono?
          E' raccomandato, è il PR di PI?Te devi essere MOLTO SVITATO!
        • Anonimo scrive:
          Re: Alien, come mai a te è permesso?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo




          SONO UTONTI MISERABILI.

          NON L' HAI ANCORA CAPITO?

          SEI TARDO, COME LORO!

          STRONZO!!

          Come mai in questo forum ad Alien è consentito
          insultare? Le regole di PI per Alien non valgono?
          E' raccomandato, è il PR di PI?TE C'HAI SERI PROBBLEMI!
        • Anonimo scrive:
          Re: Alien, come mai a te è permesso?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo




          SONO UTONTI MISERABILI.

          NON L' HAI ANCORA CAPITO?

          SEI TARDO, COME LORO!

          STRONZO!!

          Come mai in questo forum ad Alien è consentito
          insultare? Le regole di PI per Alien non valgono?
          E' raccomandato, è il PR di PI?http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=25664
  • Anonimo scrive:
    re:ohhhhhhh!!!!!!!!!!!!!!!!!
    era ora p)
Chiudi i commenti