Ma i veri pirati (s)fuggono?

Lo sostiene un lettore che racconta quel che succede sulle bancarelle di Torvaianica, e che succede un po' ovunque. Ha senso prendersela con il peer-to-peer?


Roma – Buongiorno, vi scrivo per esprimervi una riflessione sulla pirateria e sul P2P. Sento sempre più spesso parlare, sia dalle varie associazioni degli editori sia dagli stessi autori che il male del momento che causa il calo nelle vendite di musica, film eccetera è, in definitiva, il peer-to-peer.

Giorni fa, volendo acquistare il DVD del Padre della Sposa (commedia di una decina di anni or sono), sono andato su vari siti on line per vedere quale fosse il prezzo. Non ho trovato nulla sotto i 20 euro, 40mila lire per un film neppure di nuova, o recente, uscita. E ho rinunciato all’acquisto aspettando tempi migliori.

Ieri passeggiando per Torvaianica (piccolo centro marino a ridosso di Roma) sul marciapiede incontro decine (e non sto esagerando) di extracomunitari che vendono CD e DVD masterizzati di film usciti appena due giorni prima, come Matrix Revolutions , ad appena 8 euro (per inciso al cinema, una persona, paga tra i 6 e gli 8 euro).

I soldi che girano con questi venditori abusivi, in un solo pomeriggio di sole, sono di sicuro più di quanti ne girino sui network di P2P. In pochi minuti, in cui ho potuto osservare questi venditori, e solo a Torvaianica, ho visto vendere almeno 5 o 6 DVD.

A fronte di quanto descritto sopra vorrei sgomberare i dubbi sul fatto che non sto cercando di assolvere il P2P, lungi da me questa idea, penso soltanto che qui qualcuno sta mentendo sapendo di mentire. Cerco sempre di acquistare DVD e CD originali, reputandone la qualità superiore a quelli masterizzati. Quello che penso, pero’ e che se si vuole combattere la pirateria seriamente, iniziamo a mandare vigili e polizia a fare sequestri, fino a quando vendere CD, DVD e software pirata diventi troppo “costoso” per le organizzazioni criminali.

Fino a quando non si agirà contro la pirateria “vera”, contro chi lucra sulle vendite, qualsiasi altra accusa, al P2P o a qualsiasi altro mezzo, non sarà che un modo, neppure troppo elegante, per giustificare i prezzi di vendita (abnormi) di opere e software altrimenti non giustificabile.

Cordiali saluti
Alessandro M.

Gentile Alessandro
va detto ad onor del vero che le autorità da tempo combattono la pirateria musicale diciamo “industriale” e molte sono le operazioni condotte contro riproduttori clandestini e laboratori illegali di masterizzazione, anche in virtù delle più recenti e severe leggi sulla protezione del diritto d’autore.

Al di fuori di questo il dibattito è senz’altro aperto, perché l’impressione di tanti è che al calo delle vendite contribuiscano, in modo molto maggiore rispetto ai pirati, i prezzi elevati delle opere in vendita.

Un saluto,
Adele Chiodi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mijato scrive:
    Due miliardi e rotti per un portale???
    Hanno speso 1,2 milioni di euro in un anno (2 miliardi e mezzo, quasi) guadagnandone anche meno per far funzionare quel portale??Va bene, si vede che c'è gente a tempo pieno, un robo così non si tira su solo con i volontari a tempo perso ma....... ragazzi, sono 100,000 euro al mese!Quanti stipendi di scribacchini e webmaster, quanti server dedicati con banda sufficente e quanti affitti di sede ci tiri su? Che altre spese ci sono per un portale?Già mi sembra un miracolo che un portale, fosse pure Clarence, incassi 700k euro di pubblicità... e questi vanno a spendere il doppio?
  • Anonimo scrive:
    Ironico rap
    Son tornati da noi, questa volta con dei versi,per dire ciò che pensano usando strofe e versi,ed anch?io sono pronto sempre ironicamente,utilizzando senza vergogna il loro rap deficiente.Clarence,ci sarà stato ieri e oggi come dite,Ma a volte con le parole forse vi tradite.Chi se ne è andato ha lasciato un messaggioNon proprio felice del loro mancato ingaggioL?invidia, sì è sempre una brutta bestia,ma anche, a volte parlare con falsa modestiaNon sempre chi scappa, non ha nulla da direMa è da chi scappa, che vuole fuggire.Intrallazioni, bari, e strane fusioniForse è di questo che s?è rotto i coglioniScaveremo a fondo, senza fermarci all?apparenzaSperando che non sia un inutile sofferenzaNon è la faccia che a noi interessa, cari angiolettiMa i forti contenuti liberi e mai protetti.E se davvero non volete ascoltare la voce dei padroni,che la satira sia completa non solo su Berlusconi,dimostrate che non siete gente maldestracreate casini sia a sinistra che a destraOra basta con i Dialer, pubblicità e con il pornoFate un sito che a visitarlo sia un dolce soggiornoFate si che tutto quello che vi abbiamo datoNon sia stato invano e del tutto buttato Si son passato sulle vostre pagine staseraMa quel template era la votra bandieraMi abituerò presto ai nuovi autoriSperando che non siano semplici attori Non mi perdo se mi spostano una rubrica,non mi sento né spaesato né soffro di faticail portale a cui ero abituato, sì sarà cambiatoma Ironico se ne frega, e da poco che è nato!http://ironico.splinder.it
  • Anonimo scrive:
    Le ragioni della crisi
    Conosco Clarence dal 1997. Conosco Gianluca Neri ed ho seguito le vicende dell'acquisto di Spray prima, del riacquisto delle quote da parte dei fondatori poi, ed infine della vendita a Dada.Non visito piu' Clarence da un paio d'anni, da quando da sito satirico (con buona parte dell'eredita' del mai troppo rimpianto "Cuore") e' diventato un sito per lo piu' erotico.Non capisco se le cifre riportate dall'articolo (fatturato di 700mila euro e costi per 1,2 milioni di euro) si riferiscano a tutto il 2003. Fatto sta che la crisi di Clarence mi sembra diretta conseguenza della crisi dei dialer.Clarence ha puntato eccessivamente su una fonte di guadagno ad orologeria e senza futuro, senza sviluppare fonti alternative di reddito.Probabilmente questa strategia e' conseguenza delle necessita' di cassa del gruppo controllante.Settimane fa ho letto delle dimissioni dell'intera vecchia redazione e questo mi ha intristito. Ricordo con grande simpatia la rubrica "noia portale", dove si prendeva per i fondelli la frebbe da niu' economi che colpi' il Web tra il 1999 ed il 2000. Sarebbe crudele se il destino riservasse a Clarence la stessa fine di Ciaoweb (solo per citarne uno).Spero che Clarence ritorni cio' che era. Altrimenti meglio il ricordo che una brutta copia malriuscita.
    • Ekleptical scrive:
      Re: Le ragioni della crisi

      Sarebbe crudele se il destino riservasse a
      Clarence la stessa fine di Ciaoweb (solo per
      citarne uno).Mi viene spontanea una domanda: ma sui portaloni come Libero o Tiscali la gente che ci va a fare????Il fatto che la mail di Libero sia ora solo via Web mi suggerisce la risposta, però non c'è veramente un tubo degno di nota su quei siti! Boh?
  • Anonimo scrive:
    Quei bravi ragazzi di Clarence
    Visto che è saltato fuori il discorso Clarence e visto che ho spesso frequentato il portale stesso e la chat , vi voglio RICOPIARE paripari come mi è stato risposto dopo una mia lamentela verso i responsabili/gestori di Clarence.Dicevano sempre :" Scriveteci , suggeriteci per costruire un portale migliore ". Non l'avessi mai fatto , è stata la prima e ultima volta che ho scritto/esternato un mio parere , ma comunque molto educatamente. Quanto segue è cio' che mi hanno risposto dal portale in questione .-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-Data della mail.Subject: Critiche Costruttive ??????Date: Thu, 4 Nov 1999 02:20:25 +0100 Testo della mail:Caro ***** (o era piuttosto ******* ??),e' difficile immaginare che uno di voi pezzenti possosolo lontanamente comprendere il senso del concetto di"costruire". Lo so bene io, ***** ******, che hocominciato a costruire, sin dai tempi del quaternariosuperiore, squallidi quartieri di palafitte popolariper i trogloditi di cui tu sembri essere un degnoerede. All'epoca venivano usati tam-tam e segnali difumo. Il fatto che vi siate evoluti ad usare la chatnon testimonia di un aumentato volume della vostrascatola cranica. Scriteriato Menefreghista? Dafarabutto privo di scrupoli quali sono, la tuadefinizione mi suona offensiva! Se la chat non tifunziona non posso che fare a meno di compiacermidell'ennesimo fallimento di quel maledetto pezzente delsindaco Bailey e dei suoi sforzi di fare giocare gratissul mio server (l'ipoteca e' quasi scaduta) un brancodi fannuloni perdigiorno con niente di meglio da fareche pigiare tasti a vanvera.Con disprezzo***** ******Fine testo della mail.Con questo ho finito , è giusto notare che comunque risale al 1999 e ne è passsata dell'acqua sotto i ponti. Ho omesso appositamente i nick/nomi .Grazie per la vostra attenzione.P.SNOTA : non voglio assolutamente accusare,offendere nessuno dei responsabili di Clarence , ho - ripeto - solo ricopiato la risposta che mi fu data da un non meglio precisato supposto proprietario (?) di allora.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quei bravi ragazzi di Clarence

      ho - ripeto - solo ricopiato
      la risposta che mi fu data da un non meglio
      precisato supposto proprietario (?) di
      allora.Bene, adesso facci il favore di ricopiare anche la mail che gli hai mandato e che ha dato origine a quella risposta.Altrimenti non sapremo mai se c'e' un motivo per il quale ti hanno assalito in quel modo.A me Clarence non piace e non vado mai sul loro sito, ma non per questo puoi accusarli senza averci prima fatto leggere anche la tua mail.Sbaglio se penso che quello che tu gli avevi scritto non era un misto di gentilezza e cortesia?Attendiamo fiduciosi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quei bravi ragazzi di Clarence
        Guarda a me non mi viene in tasca nulla di tutta sta storia.Che ci crediate o meno non è mia abitudine conservare tutte le mie mail (scritte da me) e neanche quelle degli altri ; in questa occasione vista la veemenza con la quale mi fu risposto la conservai. Quindi non sono in grado di riportare esattamente cio' che scrissi io se non una lamentela circa certi utenti della chat che venivano a disturbare . Ah , forse perchè tu hai letto "scriteriato menefreghista" ma ti assicuro che era indirizzato ai disturbatori. Ti ripeto e ti assicuro che comunque una tale risposta fu veramente e del tutto ingiustificata , cioè se lui aveva un' ipotecao delle beghe economiche sue, lui si sfogo' anche su di me senza che io gli avessi rivolto la benchè minima offesa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quei bravi ragazzi di Clarence
          Scusami, senza voler per forza darti torto, ma risulta evidente dal testo di risposta (siccuramente sopra le righe), che l'autore (a torto o a ragione) aveva interpretato quel "scriteriato menefreghista", come indirizzato a lui. Questo spiega perché (sempre a torto o a ragione), ti abbia risposto in modo aggressivo.
    • Anonimo scrive:
      50%
      Abbiamo una versione, servirebbe l'altra. Così ha poco senso.
  • Anonimo scrive:
    Clarence? No Grazie!!
    Un sito inutile, propagandistico, fazioso, realizzato dai soliti sinistri frustrati e rosiconi...La SATIRA non è dare addosso a solo a Berlusconi e Bush, come pensano i poveri sinistri sinistrati, ma fustigare i potenti, di qualunque parte politica essi siano... :@Ah già, scusate, dall'altra parte, a sinistra, ci sono solamente i buoni....:Continuate pure a ridere, ma ricordate che ride bene chi ride ultimo, sinistrelli... 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Clarence? No Grazie!!
      Ti sei risposto da solo. Secondo te oggi in Italia chi sono i più potenti?? Ah già, scusa, l'85 % dei giornali è contro Berlusconi, dimenticavo.....dovrò imparare a leggere tra le righe di Rakam e Donna Moderna evidentemente.......
    • Anonimo scrive:
      Re: Clarence? No Grazie!!
      - Scritto da: Anonimo
      Un sito inutile, propagandistico, fazioso,
      realizzato dai soliti sinistri frustrati e
      rosiconi...
      La SATIRA non è dare addosso a solo a
      Berlusconi e Bush,apriti undizionario prima di dare un significato alle parole
      come pensano i poveri
      sinistri sinistrati,"sinistri sinistrati" ... certo che anche tu fai ammazzare dalle risate...
      ma fustigare i potenti,
      di qualunque parte politica essi siano... :@ripeto, apri un dizionario, anzi, compratelo, perchè ho l'impressione che tu non ce l'abbia
      Ah già, scusate, dall'altra parte, a
      sinistra, ci sono solamente i buoni....:
      Continuate pure a ridere, ma ricordate che
      ride bene chi ride ultimo, sinistrelli... 8)no comment
  • Anonimo scrive:
    Attenti a non far ridere troppo
    State attenti a non farci ridere troppo ...E' finito il periodo dei dialer....tutte le strutture pesanti ... con redazioni numerose e gente fanullona che fa finta di lavorare dovrà sempre di più fare i conti della serva... e vedere il proprio bilancio ...Finchè c'è qulcuno che finanzia vabbè .. ma quando tocca fare i conti con la cruda realtà .... lìè dura ragzziciao ciao
  • Anonimo scrive:
    "non ascoltare la voce dei padroni"
    "Saremo gli stessi, con le stesse fissazioni: quella di non ascoltare la voce dei padroni"See, come no. Clarence fa quel tipico misto di gossip e satira bonaria degna dei peggiori salottini della domenica pomeriggio, ed e` per questo che e` giusto che vada fallito.Altro che "propaganda comunista", questi sono dei farisei convinti di non esserlo! La satira deve essere feroce per definizione, tipo un Guzzanti o un Luttazzi, mica uno scherzetto da debosciati come cio` che fa Clarence.
    • Anonimo scrive:
      Re: "non ascoltare la voce dei padroni"
      :oma se vincono le elezioni i comunisti loro diventano di destra?:|:|:|
      • Anonimo scrive:
        Re: "non ascoltare la voce dei padroni"

        ma se vincono le elezioni i comunisti loro
        diventano di destra?

        :|:|:|Quello che hai scritto e' meno paradossale di quanto sembra.... Se gia' adesso non riescono a campare facendo un sito contro il centro destra, cosa accadra' quando la sinistra' tornera' al potere, come penseranno di farci ridere se la loro satira ha solo un obbiettivo?????
        • Anonimo scrive:
          Re: "non ascoltare la voce dei padroni"
          Quello che ha scritto è paradossale di per sé, visto che si sostiene che in Italia possano andare al potere i "comunisti", certo...e i cosacchi abbevereranno i loro cavalli alle fontane di Piazza del Popolo.E' desolante vedere come qualche anno di potere televisivo incontrastato sia già bastato a far passare idiozie politiche come verità (sia pure di parte)
          • Anonimo scrive:
            Re: "non ascoltare la voce dei padroni"
            - Scritto da: Anonimo
            Quello che ha scritto è paradossale di per
            sé, visto che si sostiene che in Italia
            possano andare al potere i "comunisti",
            certo...e i cosacchi abbevereranno i loro
            cavalli alle fontane di Piazza del Popolo.
            E' desolante vedere come qualche anno di
            potere televisivo incontrastato sia già
            bastato a far passare idiozie politiche come
            verità (sia pure di parte)spiacente ma bertinotti (rifondazione COMUNISTA) è stato al governo x 2 anni.e dopo di lui cossutta (COMUNISTI italiani).Ma loro non sono comunisti, non dobbiamo far caso al parola "comunista" presente nel nome del loro partito, nè al fatto che nel loro simbolo ci sia la falce e il martello, nè che parlano e pensano esattamente come 20 anni fa.nota a margine:lo scorso governo di sinistra ha fatto cose talmente a destra che persino questo governo non si sognerebbe neppure di pensare.Vedi il concetto di flessibilità del lavoro grazie al famigerato co.co.co.
          • Anonimo scrive:
            Re: "non ascoltare la voce dei padroni"
            Siorsiori volevo sottolineare una cosa che già sapete.Destra, sinistra, centro , centrodestra, centrosinistra , centrocentro , sinistrini sinistrati ..... prendono tutti in media almeno 10000 euro al mese , possono andare in pensione dopo pochi anni e percepire degli stipendi da capaogiro.E poi parlano di finanziaria, tagli , mica tagli.......Treconti, Fazio ecc ecc.....si tagliassero i loro stipendi, i loro sprechi , da Fausto a Silvio da Gianfranco a Ferdinando......sono tutti uguali .SVEGLIA!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: "non ascoltare la voce dei padroni"
            Svegliati tu! Il qualunquismo (Giannini docet) è già un'ideologia (di destra), che tu te ne renda conto o meno....
          • Anonimo scrive:
            Re: "non ascoltare la voce dei padroni"
            - Scritto da: Anonimo
            Svegliati tu! Il qualunquismo (Giannini
            docet) è già un'ideologia (di destra)di destra?eccone un altro che ama etichettare tutto e tutti...:-D
          • Anonimo scrive:
            Re: "non ascoltare la voce dei padroni"

            che c'entra quello che hai scritto?semplice qualcuo ha ricordato che il qualunquismo e' unideologia di destra qualcuno lo ha accusato di etichettare sempre tutto e io ho raccontato la storia del qualunquismo

            sono comunque contento che quel partito di
            estrema destra sia durato poco.ma poi ne nacque un altro...PEGGIORE
            peccato che non sia successo altrettanto per
            gli analoghi partiti di estrema sinistra.in italia NESSUN partito o movimento di sinistra radicaleha mai avuto organizzazioni paramilitari ...il MSI aveva rapporti stretti con NAR e ORDINE NUOVOil PCI,DP ma anche AO, AUT OP,POTOP,MLS, LC non hanno MAI avuto rapporti con organizzazioni terroristiche anche se ne avevano con alcuni eserciti di liberazione nazionale che praticavano la guerriglia contro un governo corrotto o un occupante straniero in paesi ove vi erano condizioni particolari, diverse erano le BR che erano un'avanguardia che praticava un'aberrazione come la propaganda armata,senza un vero seguito popolare anche se prima dell'arresto di CURCIO una certa simpatia la suscitavano...OpenCurcioNe Con lo STATO Ne Con le BR
  • marcocavicchioli scrive:
    clarence rap
    ma l'avete veramente letto il "clarence rap"???? mi sembra semplicemente il modo migliore per dire che clarence non sarà mai più quello di una volta. è EVIDENTE. sarà un'altra cosa, magari simile, ma tutta un'altra cosa....
  • Anonimo scrive:
    Clarence mi fa schifo
    Clarence mi fa schifo con la sua propaganda di regime comunista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Clarence mi fa schifo
      Almeno loro un messaggio da trasmettere ce l'hanno :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Clarence mi fa schifo
      - Scritto da: Anonimo
      Clarence mi fa schifo con la sua propaganda
      di regime comunista.regime comunista? mah..cagata allucinante per 2 motivi1 se per comunista intendi d'alema e l'ulivo allora ti sbagli di grosso perche non son definibili nemmeno socialdemocratici2 comunque l'ulivo e' all'opposizione e un "regime" dove i "detentori del regime" sono all'opposizione e la "vittima del regime" non solo e' al governo ma controlla la quasi totalita delle TV puo esistere solo nelle dichiarazioni LISERGICHE di BOSSI o BERLUSCONIOpenCurcio
      • Anonimo scrive:
        Re: Clarence mi fa schifo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Clarence mi fa schifo con la sua
        propaganda

        di regime comunista.
        regime comunista?
        mah..cagata allucinante per 2 motiviCoda di paglia, eh?
        • Anonimo scrive:
          Re: Clarence mi fa schifo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Clarence mi fa schifo con la sua

          propaganda


          di regime comunista.

          regime comunista?

          mah..cagata allucinante per 2 motivi

          Coda di paglia, eh?nessuna coda di paglia..ho argomentato benissimo...sul perche in italia se si puo parlare di regime...si puo parlare di berlusconismo...studiate studiate... d'alema al governo non mise in piedi un regime comunista..anzi ne regime ne comunista d'alema e' un liberaldemocratico moderato che ha anche paura di reprime l'evasione fiscale e contributiva..e di fare una vera legge antitrust.....OpenCurcio
  • Anonimo scrive:
    non ci vado da una vita...
    ...da quando sms sono a pagamento o se gratis non arrivano mai.Lucrare su tutto alla fine non porta a nulla
    • opazz scrive:
      Re: non ci vado da una vita...
      Sembra che sia colpa di clarence se hanno introdotto il costo di interconnessione, gli operatori GSM.
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    Chiunque parli di...
    ... "consolidare la propria brand awareness" non può avere il senso dell'umorismo :-(Addio Clarence...
  • Anonimo scrive:
    Servizi per i blogger? Mah...
    Quello che io ho visto è che aprire un blog con loro è al momento (parlo dell'ultimo mese, non solo di oggi) IMPOSSIBILE, dato che una volta registrati su clarence blog non si può far altro che modificare le proprie impostazioni. E da quello che leggo nei commenti del blog di help, sono mesi che il loro supporto latita.Mi sa tanto che dovranno rimboccarsi le maniche e mettersi a lavorare seriamente, piuttosto (o OLTRE) che fare tagli di personale e ristrutturazioni varie.
  • Anonimo scrive:
    Che desolazione
    "perdite per 500mila euro a fronte di un fatturato di 700mila."azz!! E' messo così male il web in Italia? Se questo è l'andazzo di uno dei più popolari siti italiani, mi chiedo come facciano gli altri a campare!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che desolazione
      Ha tutti questi debiti perché ragiona come un portale di 5 anni fa. Anzi, è come un portale di 5 anni fa.Ci sono altre realtà che hanno saputo cambiare il proprio modello per rimanere nel web a testa alta.Società come mother technologies ad esempio sono passate da modelli di business basati sulla pubblicità a servizi agli utenti finali facendo crescere i propri fatturati e continuando ad offrire servizi interessanti.Provare per credere:http://www.pronto.ithttp://www.wide.ithttp://www.smskit.it
  • Anonimo scrive:
    Clarence è forte ma è di parte
    Chi di noi no nsi è fatto un bel giro sulla sezione calda di clarence (Big)? Pochi, vista la marea di calendari :). Clarence come portale l'ho sempre trovato troppo di parte, seppur ben confezionato e redatto. Però è come andare in edicola e comprare Panorama o l'Espresso. La posizione è chiara. Sinceramente online preferisco portali disimpegnati, per politica, antiBush e antiBerlusca ci sono fin troppi posti dove andare a cercare materiale.Ciao Clarence!
    • Anonimo scrive:
      Re: Clarence è forte ma è di parte
      - Scritto da: Anonimo
      Però è come andare in edicola e comprare
      Panorama o l'Espresso. La posizione è
      chiara.
      ma dai che stai a di... clarence non è di parte è solo libero... si... libero di fare politica sinistroide...
  • Anonimo scrive:
    Satira...mah...
    io fino ad ora ho letto solo articoli e satira imperniata sull'antiberlusconismo, sull'antiamericanismo, sul no global, etc etc . Più che satira mi pare una difesa di una ben precisa posizione. non nego che a volte fanno ridere, ma sicuramente non è satira bipartissan, equilibrata ed intelligente. IMHO
    • Anonimo scrive:
      Re: Satira...mah...
      - Scritto da: Anonimo
      [...] Più che satira mi pare una difesa di
      una ben precisa posizione. non nego che a
      volte fanno ridere, ma sicuramente non è
      satira bipartissan, equilibrata ed
      intelligente. Perché? La satira deve essere bipartisan o politically correct? Ma stiamo scherzando??? Che satira sarebbe, allora?Tutti possono fare satira, siano essi di destra o di sinistra, ma a satira si fa sulla parte politica avversa, mica su tutti indiscriminatamente! Quello è un sito di satira prevalentemente di sinistra. Punto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Satira...mah...

        Perché? La satira deve essere bipartisan o
        politically correct? Ma stiamo scherzando???
        Che satira sarebbe, allora?
        Tutti possono fare satira, siano essi di
        destra o di sinistra, ma a satira si fa
        sulla parte politica avversa, mica su tutti
        indiscriminatamente! Quello è un sito di
        satira prevalentemente di sinistra. Punto.Ebbene si, la satira deve essere svincolata e bipartisan... mi dispiace per te ma non hai idea di cosa sia la satira veramente. Ti parlo di una questione di "termini usati"...quella non ha più la caratteristica di satira, diventa ironia di sinistra oppure ironia sulla destra (dipende, non è detto che chi fa ironia sulla dx sia di sx) Quindi non entro nella qualità e nella qualità di satira, bensì nell utilizzo del suddetto termini...se fosse "ironia" andrebbe molto ma molto meglio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Satira...mah...
          Credo che sia tu a sbagliare, non siamo dinanzi ad un sito di approfondimento, la satira non è necessariamente bipartisan, la satira colpisce il potere punto. Il resto viene da se.
          • Anonimo scrive:
            Re: Satira...mah...
            - Scritto da: Anonimo
            Credo che sia tu a sbagliare, non siamo
            dinanzi ad un sito di approfondimento, la
            satira non è necessariamente bipartisan, la
            satira colpisce il potere punto. Il resto
            viene da se.
            Bravo...il potere...hai detto bene. Primo il potere non è nelle mani solo di colui che formalmente comanda...conosci il Gov della Banca d'Italia? il segretario DS? (potere non istituzionale ma mediatico ed imprenditoriale, visto che il partito ha una miriade di società) i sindaci (ce ne sono di alcuni che fanno il bello e cattivo tempo ed a volte sparano cavolate) e molti molti molti altri... Il potere non sta solo da un aparte. Intendiamoci, liberissimi di colpire chi è sotto i riflettori (e molte volte se le tira da se) ma il termine *satira* non ci sta bene, è ironia, di parte se vuoi ma sempre e solo ironia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Satira...mah...
          - Scritto da: Anonimo
          Ebbene si, la satira deve essere svincolata
          e bipartisan... mi dispiace per te ma non
          hai idea di cosa sia la satira veramente. Ora, con buona pace tua, la Satira e' bipartisan, e' tripartisan, svincola, vincola e fa quel cazzo che le pare."Forse e' il caso di chiarire una volta per tutte a scanso di equivoci: Satira e' quando prendi in giro chi e' piu' ricco di te.Parodia e' quando prendi in giro chi e' piu' intelligente di te.Avanspettacolo e' quando fai entrambe le cose calandoti le brache"Quindi tecnicamente quella di Clarence e' Satira."Dato che berlusconi e' la centesima nazione piu' ricca della Terra."-- _r_
          • Anonimo scrive:
            Re: Satira...mah...
            non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire... Agnelli che era? De benedetti? chi sono? tutti gli altri mprenditori? i noti politici milionari? (in euro) Il ns amatissimo Presidente con tre pensioni milionarie e 800 lacchè che lo servono? La satira va contro il potere! prende in giro il potere! e non sempre! quando c'è il margine di ironia o di dovuta incazzagione! Clarence non fa questo! Clarence fa una ironia politica! indirizzata e finalizzata! di una nota parte per giunta! legittimo, ripeto, ma che non si ripari dietro la bella parola di SATIRA!
          • Anonimo scrive:
            Re: Satira...mah...
            - Scritto da: Anonimo
            non c'è peggior sordo di chi non vuol
            sentire... Agnelli che era? De benedetti?
            chi sono? tutti gli altri mprenditori? i
            noti politici milionari? (in euro) Il ns
            amatissimo Presidente con tre pensioni
            milionarie e 800 lacchè che lo servono? La
            satira va contro il potere! prende in giro
            il potere! e non sempre! quando c'è il
            margine di ironia o di dovuta incazzagione!
            Clarence non fa questo! Clarence fa una
            ironia politica! indirizzata e finalizzata!
            di una nota parte per giunta! legittimo,
            ripeto, ma che non si ripari dietro la bella
            parola di SATIRA!Invece fa satira. Rassegnati e continua a rodere :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Satira...mah...
      - Scritto da: Anonimo
      ma sicuramente non è
      satira bipartissan, equilibrata ed
      intelligente.
      IMHOAh, la satira che piace a Berlusconi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Satira...mah...
      la satira ben equilibrata e bipartisan è già disponibile in abbondanza nelle sei reti di proprietà dell'appartenente alla P2 Sig. Berlusconi.Rai1, Rai2, Rai3, Canale 5, Rete 4, Italia 1.Per vederle è sufficiente accendere la TV e sintonizzarla.Buona satira
      • Anonimo scrive:
        Re: Satira...mah...

        la satira ben equilibrata e bipartisan è già
        disponibile in abbondanza nelle sei reti di
        proprietà dell'appartenente alla P2 Sig.
        Berlusconi.
        Rai1, Rai2, Rai3, Canale 5, Rete 4, Italia 1.
        Per vederle è sufficiente accendere la TV e
        sintonizzarla.Che peccato che non fa ridere ... le manca SOLO questo per essere satira perfetta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Satira? no
      - Scritto da: Anonimo
      io fino ad ora ho letto solo articoli e
      satira imperniata sull'antiberlusconismo,
      sull'antiamericanismo, sul no global, etc
      etc . Più che satira mi pare una difesa di
      una ben precisa posizione. non nego che a
      volte fanno ridere, ma sicuramente non è
      satira bipartissan, equilibrata ed
      intelligente.
      IMHOè semplicemente il solito abbaiare di sinistra.il livello è simile a battutine di bambini delle elementari.ovviamente poi è "satira" a senso unico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Satira...mah...
      - Scritto da: Anonimo
      io fino ad ora ho letto solo articoli e
      satira imperniata sull'antiberlusconismo,
      sull'antiamericanismo, sul no global, etc
      etc . satira di parte....di sinistra...non d'alemiana...
      Più che satira mi pare una difesa di
      una ben precisa posizione. non nego che ano la difesa di una precisa posizione e' un articolo giornalistico ulivista su repubblica, di sinistra su unita liberazione e manifesto... confindustriale sul corsera di destra su libero il giornale tg1 tg5 tg4 studio aperto ecc.
      volte fanno ridere, ma sicuramente non è
      satira bipartissan, equilibrata ed
      intelligente. la satira di clarence e' satira di parte non equilibrata politicamente scorretta e intelligente d'altronde la satira non puo essere bipartisan...la satira bipartisan non e' satira al massimo e' sberleffo ...sempre che esista....qualcosa di bipartisan ..Vauro --
      sinistra(PdCI)Luttazzi--
      sinistraForattini--
      destraGuzzanti bros. --
      sinistraIene --
      sinistraGrillo --
      sinistra non istituzionaleBagaglino --
      destraVincino --
      destra(d'alemiano)OpenCurcio
Chiudi i commenti