Ma tu guarda cosa TIA combina

Clamorosa decisione del Senato americano: non una lira dovrà finire nelle tasche del Dipartimento della difesa per scrutare nella testa e nei portafogli del mondo ricco, quello che usa carte di credito e internet


Roma – Inattesa e piacevole come una fresca brezza nell’afa di luglio arriva da Washington la notizia di un fondamentale voto del Senato americano che azzoppa, forse definitivamente, il più contestato programma dell’amministrazione statunitense per il controllo degli individui.

Nei giorni scorsi il Senato ha infatti deciso che nell’equivalente americano della legge finanziaria non potranno essere inclusi in nessun modo fondi dedicati alla ricerca e allo sviluppo del progetto “Total Information Awareness” , recentemente rinominato con un simpatico artificio cosmetico: “Terrorist Information Awareness”.

Il TIA, contestato negli Stati Uniti ma anche qui da noi , e già oggetto di indagini parlamentari per capirne la reale estensione, prevede di sacrificare alle esigenze della Sicurezza tutto quello che serve, a partire dalla privacy. Il tutto sfruttando una interazione totale tra i database delle diverse agenzie americane e collegando il tutto ai database privati e commerciali, per ottenere una quantità di materiale in cui giocare con strumenti di raccolta dei dati e data mining impressionanti.

La decisione dei senatori statunitensi, guidati a quanto pare dall’influente repubblicano Ted Stevens, è insolitamente radicale: “Neppure un singolo dollaro potrà essere reso disponibile o gestito dal Dipartimento della difesa o da qualsiasi altro dipartimento, agenzia o ente del Governo federale, per finanziare la ricerca e lo sviluppo del programma TIA”.

Se è vero che la decisione del Senato dovrà ora essere associata a quella della Camera, che non ha espresso alcun divieto, e che un nuovo testo salterà fuori da un Comitato dedicato a questa “associazione”, è anche vero che in tale comitato ci sarà lo stesso Stevens, elemento che secondo gli osservatori si potrebbe rivelare decisivo.

Ancora presto dunque per parlare di morte prematura del TIA, ma non si andrà per le lunghe: il Congresso conta di approvare la legge di spesa prima della pausa estiva dei lavori prevista per agosto. Sarà ancora estate, dunque, quando sapremo se Sicurezza, negli USA, fa ancora rima con Follia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    "disperdere energie[...]"

    Del resto da tempo molti si chiedono se ha ancora senso, per AOL, disperdere energie su Netscape quando ha fra le mani un erede capace di sparar fuoco come Mozilla.Peccato che Netscape dalla 6.0 derivi direttamente dal codice attuale di Mozilla.
  • Anonimo scrive:
    il monopolio che uccide ogni mercato
    "Qualcuno sostiene che questa decisione è diretta conseguenza dell'accordo stipulato pochi mesi fa fra AOL e Microsoft, un patto che, fra le altre cose, prevede per i prossimi sette anni l'adozione, nei propri servizi on-line, di Internet Explorer."ovvero: ecco l'ennesima dimostrazione che un monopolio riduce i posti di lavoro e le occazioni di sviluppo, oltre che le reali possibilità di innovazione.Per questi motivi Microsoft non potrà mai bearsi del titolo di "azienda innovatrice" .
  • Anonimo scrive:
    Farei qualcosa ma cosa?
    Netscape era un gioiello,era il miglior borwser era il simbolo di internet....Poi come sempre, ci mise la mano Microsoft, e' cosi' palese...eppure microsoft continua a fare i suoi porci comodi.Ma la colpa maggiore e' di AOL, che dopo averla comprata, non ha saputo valorizzarla e l'ha lasciata li a marcire.Tempo fa netscape.com era uno fra i siti piu' visitati al mondo...L'unica cosa che mi viene in mente per protesta e' di non usare piu' roba AOL come:- AOL IM- winamp- Icq....se ne sapete altri...CIao
  • FDG scrive:
    Le conseguenze dei siti fatti male
    Tral'altro, non rispettando le specifiche del w3c non ci si limita a fare un sito che si vede solo con IE, ma si fa di tutto perché il sito sia inaccessibile ai portatori di handicap (*).Ma tanto per voi loro non sono una minoranza? Quindi, che cosa contano?(*) http://www.w3.org/WAI/
  • paulatz scrive:
    best viewed with any browser
    Si parlava in un'altro thread di ottimizzazione per IE, così mi è venuto in mente un sito che da anni si preoccupa del problema:http://www.anybrowser.org/campaign/index.htmlciao
  • Anonimo scrive:
    Meno male che c'è internet esplorer
    ...questo funziona sempre e non chiude mai !!! E poi è leggero e veloce e poi io ne ho due installati sul desktop:- Internet explorer- collegamento a internet explorer...se non funziona uno, puoi usare sempre l'altro!Perchè allora non usate questo... pensate che memorizzo tutte le foto col mouse del pulsante due e faccio "imposta come sfondo" e poi la vedo sempre quando accenso il computerquesto internet exlorer inoltre c'è il menu con i siti che ho visto prima senza bisogno di ricordarmi i nomi e se c'è un sito porno si accende l'occhio con il divieto in basso e basta che schiacci la casa e ritorna come primase non c'è lo avete allora lo trovate nel disco con la rivista del computer
    • JP scrive:
      Re: Meno male che c'è internet esplorer
      - Scritto da: Anonimo
      ...questo funziona sempre e non chiude mai
      !!! E poi è leggero e veloce e poi io ne ho
      due installati sul desktop:

      - Internet explorer
      - collegamento a internet explorer

      ...se non funziona uno, puoi usare sempre
      l'altro!

      Perchè allora non usate questo... pensate
      che memorizzo tutte le foto col mouse del
      pulsante due e faccio "imposta come sfondo"
      e poi la vedo sempre quando accenso il
      computer

      questo internet exlorer inoltre c'è il menu
      con i siti che ho visto prima senza bisogno
      di ricordarmi i nomi e se c'è un sito porno
      si accende l'occhio con il divieto in basso
      e basta che schiacci la casa e ritorna come
      prima

      se non c'è lo avete allora lo trovate nel
      disco con la rivista del computerSei indietro, io ne ho tre sul TI-99, l''ho installato dalla cartuccia 8-).
      • Anlan scrive:
        Re: Meno male che c'è internet esplorer
        ... pensa che c'è anche la versione su cassetta C-90 che si carica dallo stereo per lo ZX-SPECTRUM.hihihihihi
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male che c'è internet esplorer
      :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male che c'è internet esplorer
      Ogni tanto c'è qualche troll che ci sa fare. Questa era divertente. 10 e lode
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male che c'è internet esplorer
      Meno male che c'è, Meno male che c'è GRAPPEGGIAAAAAAAAAAAAAAAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male che c'è internet esplorer
      arda le tette andare su e giù sul gommone,sono molto bianca perché è il primo giorno; ma figurati , io quelle abbronzate non le guardo nemmeno, tilascio il mio numero di telefono sulla magliettacompra donna moderna che ci sono dentro le ciabatteper il mare, guarda è una mucca ma perchè non ho ancora fatto la revisione alla fiat, l'olio diriso scotti fa diventare ciccioni, sei sicuro dell'efficaciadel tuo deodorante ?
  • Anonimo scrive:
    Controsenso ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Controsenso ?
      si, ma forse non sono riusciti a fare un piano strategico valido visto che la tecnologia è in rapido movimento
  • Anonimo scrive:
    il primo browser che ho visto
    era netscape 2.0 , girava su una vecchia sparcstation SUN in una auletta di informatica alla facoltà di lettere di Palermo. Parliamo del 1994/95Era la prima volta che provavo internet. Che sensazione! Adesso quella magia si è un po' persa, ci siamo abituati ad avere il mondo a portata di click. Mi spiace che netscape sia morto, per me è stato IL browser per eccellenza. Mi ricordo quando usci la versione Gold 3.1 che aveva anche l'editor html per creare le mie prime pagine web!!! Quanti bei ricordi!!R.I.P.
    • Anonimo scrive:
      Re: il primo browser che ho visto
      Il mio è stato Mosaic. Altri? Bel thread
      • kensan scrive:
        Re: il primo browser che ho visto
        - Scritto da: Anonimo
        Il mio è stato Mosaic. Altri? Bel threadAnche il mio è stato mosaic appena arrivato su UNIX, a dire la verità mi è sembrato un accrocchio, era lento, niente a che vedere con rn che mi permetteva di vedere le news sui terminali testuali...
    • Anonimo scrive:
      Re: il primo browser che ho visto
      Netscape 4.74 , ci ho fatto le mie primeesperienze di navigazione, che bei ricordi ...
    • Anonimo scrive:
      Re: il primo browser che ho visto
      - Scritto da: Anonimo
      era netscape 2.0 , girava su una vecchia
      sparcstation SUN
      ..........
      ......Parliamo del 1994/95Snif.... bei tempi ! 1991 ... in facoltà ... ftp ... telnet ... pine ... Gopher Win 3.11 con Netscape 2.0 .... sigh bei tempi :-)Ciao !
      • Anonimo scrive:
        Re: il primo browser che ho visto
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        era netscape 2.0 , girava su una vecchia

        sparcstation SUN

        ..........

        ......Parliamo del 1994/95

        Snif.... bei tempi !

        1991 ... in facoltà ... ftp ... telnet ...
        pine ... Gopher

        Win 3.11 con Netscape 2.0 .... sigh bei
        tempi :-)Io ho iniziato con IE 3.0: erano già arrivati i tempi di merda...
    • PzSniper scrive:
      Re: il primo browser che ho visto
      - Scritto da: Anonimo
      era netscape 2.0 , girava su una vecchia
      sparcstation SUN in una auletta di
      informatica alla facoltà di lettere di
      Palermo. Parliamo del 1994/95
      Era la prima volta che provavo internet. Che
      sensazione!
      Adesso quella magia si è un po' persa, ci
      siamo abituati ad avere il mondo a portata
      di click. Mi spiace che netscape sia morto,
      per me è stato IL browser per eccellenza. Mi
      ricordo quando usci la versione Gold 3.1 che
      aveva anche l'editor html per creare le mie
      prime pagine web!!! Quanti bei ricordi!!
      R.I.P.Quoto pienamente,io avevo per le mani Explorer 2.0 ma poi passai a IE 3.0... sembra ieri...con il suo programma di mail & news hehe...ma anche la versione NS 3.1 Gold con il timone d'orato era accattivante... devo ammettere che anche io se ripenso agli anni indietro ho un po di nostalgia... cmq ti suggerisco un sito in cui è possibile rivedere i vecchi siti anche quello di TIN del 97 ad esempio http://web.archive.orgEhhhh nostalgia...
  • Anonimo scrive:
    Il vero problema...
    è che la grande maggioranza degli sviluppatori, sia che si parli di semplici siti che di web applications, ormai ottimizzano solo ed eslusivamente per IE, quindi Mozzilla & C., anche se qualitativamente superiori, sono destinati ad occupare una quota molto marginale del mercato se non a scomparire, nella peggiore delle ipotesi. Il web è stato concepito per parlare un linguaggio comune, ma alla prova dei fatti i diversi browser offrono un rendering delle pagine molto differente e la cosa è peggiorata parecchio con i vari javascript, applet java, flash e compagnia bella. In questa situazione è normale che chi sviluppa si sia rotto di perdere il triplo del tempo per realizzare versione ottimizzate per ciascun browser e abbia decretato IE come lo standard di fatto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero problema...
      Si è vero, i webmaster non sanno ormai neanche più cosa sia l'HTML
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema...
        appunto... io lavoro in una sh e la politica è quella di ottimizzare per IE, anzi al momento i requisiti sono IE 5.5 o superiore... In queste condizioni ti voglio vedere a usare Mozzilla o Netscape che magari sono 10 volte meglio, ma ti fanno vedere il mio sito o la mia applicazione a ca**o... se consideri poi che lavoriamo principalmente x enti pubblici, il quadro è completo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          guarda io lavoro in un ente pubblico! non ti dico che palle ogni volta che con IE 5.0 mi viene fuori: errore javascript. Il fatto che IE5.5 o 6 siano in grado di funzionare ugualmente mi fa pensare che comunque il codice javascript sia scritto alla cazzo di cane e gli ultimi browser riescano a interpretarlo lo stesso nonostante gli errori.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          Sinceramente sia con Opera 7 che con Mozilla 1.4 ho trovato pochissime pagine che si rifiutano di funzionare a dovere e la cosa che le accomuna e' che sono comunque fatte con i piedi.
          • gian_d scrive:
            Re: Ma come si fa cadere ancora nei dial
            - Scritto da: Anonimo
            Sinceramente sia con Opera 7 che con Mozilla
            1.4 ho trovato pochissime pagine che si
            rifiutano di funzionare a dovere e la cosa
            che le accomuna e' che sono comunque fatte
            con i piedi.sono d'accordo, al massimo può capitare che non funzioni qualche script del piffero che serve a far funzionare qualche fronzolo. A dire il vero quando usavo explorer mi mandava in bestia il popup che mi notificava un errore javascript (non lo disabilitavo perché mi serviva), ma con mozilla sto problema non esiste proprio. I siti completamente inagibili sono decisamente pochi e cmq sono del tutto inutili. l'unico problema sono gli imbecilli che fanno simili boiatehttp://puntoedu.indire.it/250scuole/progetto/informatica.htmsarebbe da ROTFL ma è tragico, è così che va avanti la disinformatica nella scuola
        • FDG scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Anonimo
          appunto... io lavoro in una sh e la politica
          è quella di ottimizzare per IE, anzi al
          momento i requisiti sono IE 5.5 o
          superiore...
          In queste condizioni ti voglio vedere a
          usare Mozzilla o Netscape che magari sono 10
          volte meglio, ma ti fanno vedere il mio sito
          o la mia applicazione a ca**o... se
          consideri poi che lavoriamo principalmente x
          enti pubblici, il quadro è completo...Io sviluppo sugli standard e ti devo dire che faccio poco cross testing. Ho stabilito che il minimo per me è un browser che supporti lo standard HTML 4. Ho un buon libro su JavaScript dove è chiaramente indicata la disponibilità delle funzioni sui vari browser; non considero funzioni che siano sufficientemente standard. Chiedo che i disegnatori impostino tutte le proprietà dei CSS senza far conto dei valori di default, che cambiano da browser a browser. Il risultato è che nelle pagine che realizziamo quì non c'è praticamente nulla che si debba adattare ad un particolare browser.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero problema...
      - Scritto da: Anonimo
      è che la grande maggioranza degli
      sviluppatori, sia che si parli di semplici
      siti che di web applications, ormai
      ottimizzano solo ed eslusivamente per IE,
      quindi Mozzilla & C., anche se
      qualitativamente superiori, sono destinati
      ad occupare una quota molto marginale del
      mercato se non a scomparire, nella peggiore
      delle ipotesi. Il web è stato concepito per
      parlare un linguaggio comune, ma alla prova
      dei fatti i diversi browser offrono un
      rendering delle pagine molto differente e la
      cosa è peggiorata parecchio con i vari
      javascript, applet java, flash e compagnia
      bella. In questa situazione è normale che
      chi sviluppa si sia rotto di perdere il
      triplo del tempo per realizzare versione
      ottimizzate per ciascun browser e abbia
      decretato IE come lo standard di fatto.mmmper quel che mi riguarda un sito ottimizzato solo per IE e' stato fatto da un incapace ed un incapace non puo' fare siti validi, ne come apparenza ne come contenuto... e questo e' quantonon esiste che uno che sviluppa SERIAMENTE per il web testa la cosa solo su IE, e non sto parlando di quello che fa il sito per il benzinaio sotto casa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        è che la grande maggioranza degli

        sviluppatori, sia che si parli di semplici

        siti che di web applications, ormai

        ottimizzano solo ed eslusivamente per IE,

        quindi Mozzilla & C., anche se

        qualitativamente superiori, sono destinati

        ad occupare una quota molto marginale del

        mercato se non a scomparire, nella
        peggiore

        delle ipotesi. Il web è stato concepito
        per

        parlare un linguaggio comune, ma alla
        prova

        dei fatti i diversi browser offrono un

        rendering delle pagine molto differente e
        la

        cosa è peggiorata parecchio con i vari

        javascript, applet java, flash e compagnia

        bella. In questa situazione è normale che

        chi sviluppa si sia rotto di perdere il

        triplo del tempo per realizzare versione

        ottimizzate per ciascun browser e abbia

        decretato IE come lo standard di fatto.

        mmm
        per quel che mi riguarda un sito ottimizzato
        solo per IE e' stato fatto da un incapace ed
        un incapace non puo' fare siti validi, ne
        come apparenza ne come contenuto... e questo
        e' quanto
        non esiste che uno che sviluppa SERIAMENTE
        per il web testa la cosa solo su IE, e non
        sto parlando di quello che fa il sito per il
        benzinaio sotto casa...sarà come dici ma dimentichi un particolare... i numeri contano, eccome!se tutto il mondo, o quasi, si converte a IE tu non puoi non tenerne conto... remare contro la corrente è dispendioso (in termini di risorse ed energie) e quasi sempre anche stupido.se poi vuoi continuare a "divertirti" con i tuoi esercizi di stile fai pure ma alla fine sarà la massa a decidere anche per te e a decretare chi vince e chi perde.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          Se vuoi che le tue informazioni raggiungano chiunque ti assicuro che controllerai bene la conformità agli standard.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo
            Se vuoi che le tue informazioni raggiungano
            chiunque ti assicuro che controllerai bene
            la conformità agli standard.ed il 7% del totale secondo te a chi può interessare?soprattutto se a te costa il 30% in più, faccio un ipotesi... stai tranquillo che quel 7% non se lo fila nessuno.anche perchè diciamo la verita, di solito sono persone che usano più di un O/S (Winodws, Linux etc.).
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...
            forse non hai mai lavorato in azienda.
          • FDG scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo
            soprattutto se a te costa il 30% in più,
            faccio un ipotesi... stai tranquillo che
            quel 7% non se lo fila nessuno.Guarda che rispettando gli standard la spesa è praticamente la stessa. Devi solo far finta che i browser supportino solo quello e evitare di fare altre assunzioni sbagliate. La mia esperienza è che non cambia granché. La difficoltà sta solo nell'abituarsi al metodo. Ed è questo il problema: c'è troppa gente che conosce IE ma non conosce gli standard.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: FDG
            Guarda che rispettando gli standard la spesa
            è praticamente la stessa. Devi solo far
            finta che i browser supportino solo quello e
            evitare di fare altre assunzioni sbagliate.
            La mia esperienza è che non cambia granché.
            La difficoltà sta solo nell'abituarsi al
            metodo. Ed è questo il problema: c'è troppa
            gente che conosce IE ma non conosce gli
            standard.Parli di standard, ma gli standard contano poco se non c'è l'obbligo ad utilizzarli. Il mondo usa IE che quindi è lo standard di fatto; lo so che è una situazione spiacevole, ma è la realtà
          • FDG scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo
            Parli di standard, ma gli standard contano
            poco se non c'è l'obbligo ad utilizzarli. Il
            mondo usa IE che quindi è lo standard di
            fatto; lo so che è una situazione
            spiacevole, ma è la realtàPerò, visto che tra rispettare lo standard e non rispettarlo ci si guadagna tutti, perché non farlo? Perché si è stupidi?
        • gian_d scrive:
          Re: Ma come si fa cadere ancora nei dial
          - Scritto da: Anonimo
          se tutto il mondo, o quasi, si converte a IE
          tu non puoi non tenerne conto... remare
          contro la corrente è dispendioso (in termini
          di risorse ed energie) e quasi sempre anche
          stupido.ottima argomentazione!un mio collega usava navigator 4 su un MAC e alla fine si è rotto le scatole dei siti "ottimizzati" e si è dovuto installare explorer. dopo qualche anno è stato talmente utontizzato che non riesce più a farne a menoPer fortuna siamo ancora parecchi a non pensarla come te altrimenti il 100% dei siti sarebbe ottimizzato per gli utontiprobabilmente usi frontpage e hai scoperto che a correggere quello schifo di codice impieghi una vita, ma se scrivi direttamente il codice standard stai tranquillo che fai un sito ottimizzato per almeno una decina di browser senza perdere tempo. E gli exploriani manco se ne accorgonoContinua così che vai forte ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema...
        -
        mmm
        per quel che mi riguarda un sito ottimizzato
        solo per IE e' stato fatto da un incapace ed
        un incapace non puo' fare siti validi, ne
        come apparenza ne come contenuto... e questo
        e' quanto
        non esiste che uno che sviluppa SERIAMENTE
        per il web testa la cosa solo su IE, e non
        sto parlando di quello che fa il sito per il
        benzinaio sotto casa...mmm.. mi sa che non hai molto chiara la situazione. Non è questione di incapacità, ma di tempo e di conseguenza di soldi... La mia azienda, come scrivevo in un altro post, lavora quasi esclusivamente x enti pubblici e questi nn sanno nemmeno che esiste un'alternativa ad IE e a M$ in generale. Se poi vogliamo estendere il discorso ai siti aziendali privati, la musica nn cambia in quanto i costi necessari ad ottimizzare per i diversi browser nn sono + giustificati dalle quote di mercato dei medesimi.
        • FDG scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Anonimo
          ... la musica nn cambia in
          quanto i costi necessari ad ottimizzare per
          i diversi browser nn sono + giustificati
          dalle quote di mercato dei medesimi.Scusa, ma io contesto questa convinzione, purtroppo troppo diffusa. Quello che dici tu era vero una volta, quando c'era Netscape 4 ed IE 5. Non esisteva uno standard e quindi ci si doveva adattare ad ogni browser. Ma oggi basta solo sviluppare sugli standard del w3c e non solo sulle particolarità di IE.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        è che la grande maggioranza degli

        sviluppatori, sia che si parli di semplici

        siti che di web applications, ormai

        ottimizzano solo ed eslusivamente per IE,

        quindi Mozzilla & C., anche se

        qualitativamente superiori, sono destinati

        ad occupare una quota molto marginale del

        mercato se non a scomparire, nella
        peggiore

        delle ipotesi. Il web è stato concepito
        per

        parlare un linguaggio comune, ma alla
        prova

        dei fatti i diversi browser offrono un

        rendering delle pagine molto differente e
        la

        cosa è peggiorata parecchio con i vari

        javascript, applet java, flash e compagnia

        bella. In questa situazione è normale che

        chi sviluppa si sia rotto di perdere il

        triplo del tempo per realizzare versione

        ottimizzate per ciascun browser e abbia

        decretato IE come lo standard di fatto.

        mmm
        per quel che mi riguarda un sito ottimizzato
        solo per IE e' stato fatto da un incapace ed
        un incapace non puo' fare siti validi, ne
        come apparenza ne come contenuto... e questo
        e' quanto
        non esiste che uno che sviluppa SERIAMENTE
        per il web testa la cosa solo su IE, e non
        sto parlando di quello che fa il sito per il
        benzinaio sotto casa...Il problema e' che usi il termine sbagliato. Quelliche tu chiami "sviluppatori" non sono sviluppatori,ma semplice segretarie, che scrivono lepagine HTML con il loro editorino (sia FrontPagee Macromedia DreamWeaver) e salvanoin nella modalità di default configurata in talieditor. Tali modalità funziona su IE, perchémagari l'hanno provata, ma causa degliobbrobri come le pagine del sito "La Stampa"visualizzate da mozilla con la codifica di carattericirillica...Inoltre non ha senso affermare che un sito e' ottimizzatoper un browser. Si può ottimizzare per unacerta risoluzione o per un certo font (anche suifont poi non ne parliamo, visto che i fontdi Windows non sono disponibili, salvo aggiungerlimanualmente, per esempio su Linux).Se uno rispetta gli standard e non scrive con i piedi, un sito visualizzabile su un browser sarà perfettamente visualizzabile su tutti gli altri (a patto di non usare le figurein formato PNG, perché IE non ha ancoracapito dopo 10 anni di che formato si tratta...).
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          A proposito di IE, PNG e trasparenze vi sottopongo un link che potrà essere interessantehttp://www.alistapart.com/stories/pngopacity/c'è un workaround ma ovviamente non è una soluzione elegante. I bug di IE ci perseguiteranno a vita.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...

          Il problema e' che usi il termine sbagliato.
          Quelli
          che tu chiami "sviluppatori" non sono
          sviluppatori,
          ma semplice segretarie, che scrivono le
          pagine HTML con il loro editorino (sia
          FrontPage
          e Macromedia DreamWeaver) e salvano
          in nella modalità di default configurata in
          tali
          editor. Tu chiamali pure come vuoi, ma sta di fatto che i siti li fa questa gente e di fatto è questa gente che determina quale browser sarà lo standard.
          Tali modalità funziona su IE, perché
          magari l'hanno provata, ma causa degli
          obbrobri come le pagine del sito "La Stampa"
          visualizzate da mozilla con la codifica di
          caratteri
          cirillica...Ottimo esempio, e secondo te la maggioranza degli utenti che vogliono leggersi "La Stampa" on line che fa ? manda una mail di protesta xchè su mozzilla si vede a ca**o oppure se la legge con IE e pensa che sia mozzilla che funziona da schifo ?
          Inoltre non ha senso affermare che un sito
          e' ottimizzato
          per un browser. Si può ottimizzare per una
          certa risoluzione o per un certo font (anche
          sui
          font poi non ne parliamo, visto che i font
          di Windows non sono disponibili, salvo
          aggiungerli
          manualmente, per esempio su Linux).Giustissimo, ma il mio discorso è che nn vale + la pena perdere tempo a controllare che il sito si veda bene con tutti i browser, semplicemente xchè la stragrande maggioranza usa IE.
          Se uno rispetta gli standard e non scrive
          con i piedi, un sito visualizzabile su un
          browser sarà perfettamente visualizzabile su
          tutti gli altri (a patto di non usare le
          figure
          in formato PNG, perché IE non ha ancora
          capito dopo 10 anni di che formato si
          tratta...).Tu la fai facile, ma hai mai provato a scrivere un'applicazione web un po' complessa in asp ? A mano diventi scemo, quindi tutti usano interdev che a mio parere fa pure schifo, ma cmq fa risparmiare tempo. E' ovvio che le pagine prodotte dal soft M$ girano "bene" solo su IE
          • FDG scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo
            Tu la fai facile, ma hai mai provato a
            scrivere un'applicazione web un po'
            complessa in asp ? A mano diventi scemo,
            quindi tutti usano interdev che a mio parere
            fa pure schifo, ma cmq fa risparmiare tempo.
            E' ovvio che le pagine prodotte dal soft M$
            girano "bene" solo su IEPotresti pure usare qualcos'altro. Se ti fai assorbire dalla monocultura MS, grazie che poi non riesci a sviluppare siti secondo lo standard. Guarda, non te lo dico per fare il fanatico, ma perché ne va della tua professionalità.
          • MrFaber scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo[cut]

            Tali modalità funziona su IE, perché

            magari l'hanno provata, ma causa degli

            obbrobri come le pagine del sito "La
            Stampa"

            visualizzate da mozilla con la codifica di

            caratteri cirillica...

            Ottimo esempio, e secondo te la maggioranza
            degli utenti che vogliono leggersi "La
            Stampa" on line che fa ? manda una mail di
            protesta xchè su mozzilla si vede a ca**o
            oppure se la legge con IE e pensa che sia
            mozzilla che funziona da schifo ?Infatti il livello di ignoranza di quella che chiami "maggioranza degli utenti" non gli permette di rendersi conto della realtà: che il problema è del sito e non del browser[cut]
            Tu la fai facile, ma hai mai provato a
            scrivere un'applicazione web un po'
            complessa in asp ?Sì, ho provato a scrivere più di un'applicazione complessa in ASP 2.0
            A mano diventi scemo,
            quindi tutti usano interdev che a mio parere
            fa pure schifo, ma cmq fa risparmiare tempo.Non credo proprio, visto che ho sempre scritto "a mano" integrando codice ASP & [X]HTML (puntualmente validato dal servizio online del W3C).Non vedo dove stia la difficoltà, se non nello studiare e applicarsi con metodo ad un'attività che lo richiede per definizione.Il fatto che manchi la voglia/capacità è tutto un altro paio di maniche.
            E' ovvio che le pagine prodotte dal soft M$
            girano "bene" solo su IEEcco, è il considerarlo ovvio che ti ha portato a questo tuo esasperato disinteresse nei confronti degli standard che hanno reso Internet e il Web quello che sono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...

            Infatti il livello di ignoranza di quella
            che chiami "maggioranza degli utenti" non
            gli permette di rendersi conto della realtà:
            che il problema è del sito e non del browserSiamo d'accordo, ma la realtà è questa e nn possiamo ignorarla.

            Tu la fai facile, ma hai mai provato a

            scrivere un'applicazione web un po'

            complessa in asp ?
            Non credo proprio, visto che ho sempre
            scritto "a mano" integrando codice ASP &
            [X]HTML (puntualmente validato dal servizio
            online del W3C).

            Non vedo dove stia la difficoltà, se non
            nello studiare e applicarsi con metodo ad
            un'attività che lo richiede per definizione.La difficoltà sta nel fatto che se lo fai per passione puoi starci pure un anno a fare un sito, ma se ci sono in ballo tempo e soldi le belle intenzioni si scontrano con la dura realtà.Tanti pensano che i soft MS siano peggio delle controparti open source xchè i programmatori sono + scarsi... beh, questi discorsi fanno ridere, xchè la realtà è che quando un prodotto deve sottostare alle regole e ai tempi del marcheting farlo bene diventa dannatamente difficile....
            Ecco, è il considerarlo ovvio che ti ha
            portato a questo tuo esasperato disinteresse
            nei confronti degli standard che hanno reso
            Internet e il Web quello che sono.A parte che non ho alcun disinteresse per gli standard, anzi... cmq mi spieghi in ottica economica quale sarebbe l'interesse di MS a far si che un suo editor crei pagine che funzioanno perfettamente con browser diversi da IE ?
          • MrFaber scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo

            Infatti il livello di ignoranza di quella

            che chiami "maggioranza degli utenti" non

            gli permette di rendersi conto della
            realtà:

            che il problema è del sito e non del
            browser

            Siamo d'accordo, ma la realtà è questa e nn
            possiamo ignorarla.Invece a mio avviso è molto semplice e doveroso ignorarla (pur essendone consapevoli); basta utilizzare gli standard.


            Tu la fai facile, ma hai mai provato a


            scrivere un'applicazione web un po'


            complessa in asp ?[cut]

            Non vedo dove stia la difficoltà, se non

            nello studiare e applicarsi con metodo ad

            un'attività che lo richiede per definizione.

            La difficoltà sta nel fatto che se lo fai
            per passione puoi starci pure un anno a fare
            un sito, ma se ci sono in ballo tempo e
            soldi le belle intenzioni si scontrano con
            la dura realtà.Non sono d'accordo; ho sempre scritto siti in situazioni in cui c'erano in ballo soldi e tempo (poco), e non ho trovato difficoltà a realizzare il lavoro nei tempi previsti.[cut]
            quando un prodotto deve sottostare alle
            regole e ai tempi del marcheting farlo bene
            diventa dannatamente difficile....Nessuno ha mai detto che sia un lavoro meccanico o che non richieda un certo sforzo :)Certo è che dei tecnici *preparati* e con voglia di lavorare possano tranquillamente svolgere il lavoro *bene* e nei tempi previsti ('bene' inteso sia come conformità agli standard che aderenza alle specifiche)[cut]
            mi spieghi in
            ottica economica quale sarebbe l'interesse
            di MS a far si che un suo editor crei pagine
            che funzioanno perfettamente con browser
            diversi da IE ? In ottica prettamente economica sono d'accordo che MS ne ha tutto l'interesse, discutevo sul fatto che tu lo considerassi ovvio (mentre gli editor dovrebbero avere quanto meno un'opzione che garantisca la scrittura di codice standard).Non stiamo parlando di maschere di un DB Access, ma di pagine che andranno in Internet a disposizione di tutti, per cui sono state scritte centinaia di specifiche che ne determinano il formato...
          • FDG scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo
            La difficoltà sta nel fatto che se lo fai
            per passione puoi starci pure un anno a fare
            un sito, ma se ci sono in ballo tempo e
            soldi le belle intenzioni si scontrano con
            la dura realtà.Ma, facendo un paragone, secondo te si fa meno fatica a parlare un italiano sgrammaticato piuttosto che l'italiano corretto? Secondo me no. Certo, se si ha imparato a parlare male l'italiano, grazie che poi si fa fatica a parlare correttamente.Ripeto, una volta c'erano tante lingue del web. Ora non più. Esiste una lingua standard e non vedo perché non la si dovrebbe usare. Tanto, i costi sono gli stessi e i risultati altrettanto. Anzi, visto che gli standard sono stati sviluppati seguendo certi criteri allo scopo di ottenerne determinati benefici. Un'esempio l'ho dato in un altro thread parlando di accessibilità, che in certi ambiti (tipo pubblica amministrazione) dovrebbe essere un _dovere_. Poi, un sito che rispettata lo standard è un sito corretto sintatticamente (altrimenti non passa il test di validazione). E la correttezza della sintassi ci risparmia tempo e fatica nello sviluppo e nel debugging. Gli standard vanno verso la separazione tra contenuti e presentazione, una cosa sacra e santa. Legarsi a standard proprietari vuol dire ostacolare l'affermazione di tecnologie emergenti. Gli standard sono sufficientemente documentati e creano una base affidabilie sulla quale far crescere queste tecnologie. Una tecnologia proprietaria no. Avete visto grosse innovazioni sul web da qualche anno a questa parte? No. Eppure il w3c sforna in continuazione standard per l'espanzione delle capacità del web (annotea, semantic web, xforms, smil...). Perché nessuno li supporta?
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...

            Ma, facendo un paragone, secondo te si fa
            meno fatica a parlare un italiano
            sgrammaticato piuttosto che l'italiano
            corretto? Secondo me no. Certo, se si ha
            imparato a parlare male l'italiano, grazie
            che poi si fa fatica a parlare
            correttamente.Hai ragione, ma c'è anche chi l'italiano lo sa male e deve comunque parlare...
            Un'esempio l'ho dato in un altro
            thread parlando di accessibilità, che in
            certi ambiti (tipo pubblica amministrazione)
            dovrebbe essere un _dovere_. Non solo nn è un dovere, ma ti assicuro che purtroppo nn gliene frega assolutamente niente.
            Legarsi a standard
            proprietari vuol dire ostacolare
            l'affermazione di tecnologie emergenti. Gli
            standard sono sufficientemente documentati e
            creano una base affidabilie sulla quale far
            crescere queste tecnologie. Una tecnologia
            proprietaria no. Quello che dici è sacrosanto, ma io ho visto imporre software proprietari del costo di centinaia di milioni (non scherzo) che oltretutto funzionano malissimo, in soluzioni per cui php e mysql (oltretutto gratuiti) sarebbero andati 1000 volte meglio. Purtroppo il mondo in cui viviamo è questo anche se certe cose fanno veramente schifo.
            Avete visto grosse
            innovazioni sul web da qualche anno a questa
            parte? No. Eppure il w3c sforna in
            continuazione standard per l'espanzione
            delle capacità del web (annotea, semantic
            web, xforms, smil...). Perché nessuno li
            supporta?Per il motivo che sto ripetendo da stamattina e cioè che gli standard veri sono quelli "de facto" che impone che ha + mercato e di conseguenza + soldi e + potere
          • MrFaber scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo

            Ma, facendo un paragone, secondo te si fa

            meno fatica a parlare un italiano

            sgrammaticato piuttosto che l'italiano

            corretto? Secondo me no. Certo, se si ha

            imparato a parlare male l'italiano, grazie

            che poi si fa fatica a parlare

            correttamente.

            Hai ragione, ma c'è anche chi l'italiano lo
            sa male e deve comunque parlare...La soluzione all'ignoranza, però, non è rimanere nell'ignoranza... Sempre che la si consideri un problema...[cut]
            io ho visto
            imporre software proprietari del costo di
            centinaia di milioni (non scherzo) che
            oltretutto funzionano malissimo, in
            soluzioni per cui php e mysql (oltretutto
            gratuiti) sarebbero andati 1000 volte
            meglio. Purtroppo il mondo in cui viviamo è
            questo anche se certe cose fanno veramente
            schifo.Non è un buon motivo per continuare a scavare la fossa, anzi![cut]

            il w3c sforna in

            continuazione standard per l'espanzione

            delle capacità del web (annotea, semantic

            web, xforms, smil...). Perché nessuno li

            supporta?

            Per il motivo che sto ripetendo da
            stamattina e cioè che gli standard veri sono
            quelli "de facto" che impone che ha +
            mercato e di conseguenza + soldi e + potereChi lavora in questo settore dovrebbe essere educato, perciò, ad anteporre l'utilizzo di standard reali a quelli de facto.Non vedo perché, se ti rendi conto che un atteggiamento è sbagliato, devi giustificarlo e applicarlo con la giustificazione che lo fanno in tanti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...

            Tu la fai facile, ma hai mai provato a
            scrivere un'applicazione web un po'
            complessa in asp ? A mano diventi scemo,
            quindi tutti usano interdev che a mio parere
            fa pure schifo, ma cmq fa risparmiare tempo.
            E' ovvio che le pagine prodotte dal soft M$
            girano "bene" solo su IEio ho scritto il sito del Consiglio Nazinale dell'Economia e del Lavoro in asp a mano.guarda che tutto dipende dal tipo di studi che un "uebmaster" fa: se la sua conoscenza del Web è legata alle proprie navigazioni con IE, è chiaro che da lì non se ne esce più... ma se insegni ad un ragazzino com'è il codice xhtml vero, e come lo puoi armonizzare con il css, allora avrai una nuova generazione di pagine che andranno con tutti i browser.e quindi anche questi browser non verranno più visti come le patacche che non funzionano.ciao
          • gian_d scrive:
            Re: maddai
            - Scritto da: Anonimo
            Tu la fai facile, ma hai mai provato a
            scrivere un'applicazione web un po'
            complessa in asp ? A mano diventi scemo,
            quindi tutti usano interdev che a mio parere
            fa pure schifo, ma cmq fa risparmiare tempo.
            E' ovvio che le pagine prodotte dal soft M$
            girano "bene" solo su IEperché dici che interdev fa schifo? è la cosa migliore fatta da M$ dopo il notepad: se non usi il WYSIWYG non ti modifica un solo carattere del codicee ti colora pure i tag!di meglio c'è solo kate e quanta plus :-D
          • MrFaber scrive:
            Re: maddai
            - Scritto da: gian_d[cut]
            perché dici che interdev fa schifo? è la
            cosa migliore fatta da M$ dopo il notepad:
            se non usi il WYSIWYG non ti modifica un
            solo carattere del codice
            e ti colora pure i tag!
            di meglio c'è solo kate e quanta plus :-DHai provato HTML-Kit?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo
          Tali modalità funziona su IE, perché
          magari l'hanno provata, ma causa degli
          obbrobri come le pagine del sito "La Stampa"
          visualizzate da mozilla con la codifica di
          caratteri
          cirillica...Strano, mi pare che funzioni perfettamente, invece.Vabbe' che comunque fa schifo come giornale in se'...
        • FDG scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Anonimo
          Se uno rispetta gli standard e non scrive
          con i piedi, un sito visualizzabile su un
          browser sarà perfettamente visualizzabile su
          tutti gli altriConfermo. Purtroppo si è diffusa la convizione sbagliata che oggi sviluppare indipendentemente dai browser vuol dire sviluppare per ogni browser. Questo era vero una volta, ma oggi non lo è più.
          ... (a patto di non usare le figure
          in formato PNG, perché IE non ha ancora
          capito dopo 10 anni di che formato si
          tratta...).Heheheh... verissimo! Basterebbe solo questo a buttare nel cesso IE. Invece, ce lo dobbiamo subire. Pazienza. Per fortuna è scaduto il brevetto sulle gif.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema...
        Vedi... purtroppo succede (è successo e succederà) che chi ti commissiona il sistema ti richieda espressamente la sola compatibilità con IE da lato client, visto che utilizzano solo quello da loro (sic!).Questo (nei loro ragionamenti) vuol dire: minori esigenze di compatibilità -
        minore tempo di sviluppo -
        minore costo.E finchè quello che paga ti richiede questo, questo è quello che devi fare.Purtroppo a questo non c'è via di scampo.'Iao
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Anonimo
          Vedi... purtroppo succede (è successo e
          succederà) che chi ti commissiona il sistema
          ti richieda espressamente la sola
          compatibilità con IE da lato client, visto
          che utilizzano solo quello da loro (sic!).
          Questo (nei loro ragionamenti) vuol dire:
          minori esigenze di compatibilità -
          minore
          tempo di sviluppo -
          minore costo.
          E finchè quello che paga ti richiede questo,
          questo è quello che devi fare.
          Purtroppo a questo non c'è via di scampo.
          oohhh... finalmente qualcuno che dimostra una minima esperienza lavorativa e ha capito il senso del post !Io sono il primo a disapprovare questa politica, ma la realtà odierna è questa, che piaccia o meno.
        • MrFaber scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Anonimo
          Vedi... purtroppo succede (è successo e
          succederà) che chi ti commissiona il sistema
          ti richieda espressamente la sola
          compatibilità con IE da lato client, visto
          che utilizzano solo quello da loro (sic!).
          Questo (nei loro ragionamenti) vuol dire:
          minori esigenze di compatibilità -
          minore
          tempo di sviluppo -
          minore costo.
          E finchè quello che paga ti richiede questo,
          questo è quello che devi fare.
          Purtroppo a questo non c'è via di scampo.Forse non ti è chiaro che la compatibilità con gli standard assicura anche la compatibilità con IE...Non che si possa dire l'inverso...
          • MaurizioB scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: MrFaber
            Forse non ti è chiaro che la compatibilità
            con gli standard assicura anche la
            compatibilità con IE...Beh, potremmo avere da ridire pure su questo...Ricordi quando Hotmail bloccò l'accesso ai browser non IE perché diceva che gli altri non erano in grado di supportare gli "elevati standard" in uso sul sito e, per contro, Opera Software pubblicò la press release anche in XML che era decisamente mal visualizzato sotto IE...Saluti
        • FDG scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Anonimo
          Vedi... purtroppo succede (è successo e
          succederà) che chi ti commissiona il sistema
          ti richieda espressamente la sola
          compatibilità con IE da lato client, visto
          che utilizzano solo quello da loro (sic!).Perché pensano che la compatibilità con gli altri browser richieda ulteriore sviluppo e quindi investimento. Tral'altro, richiedere la compatibilità con IE non è di per se sufficiente. Di quale versione si sta parlando? La 4? La 5? 5.5? 6? Ad esempio, per le metodologie di sviluppo che adotto io, richiedere la compatibilità con IE 5 ha un costo aggiuntivo, con Mozilla o Netscape 7, non ha costi aggiuntivi. Insomma, se il cliente viene e mi dice: "guardi che mi interessa solo IE", io gli rispondo: "quale versione? 5? le costa un 20% in più".Come vedi le cose cambiano a seconda dei punti di vista.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          ...e' che non sai programmare o sviluppare in maniera sensata.Se sei in grado di fare senza sforzo solo pagine che funzionano con IE, hai sbagliato lavoro.Arrendetevi, siete scarsi. Punto.Anche perche' rendere una pagina compatibile con tutti i browser non richiede nessun lavoro in piu', se lo sai fare...Basta aver imparato in maniera sensata, invece di improvvisare con FrontPage...
    • SiN scrive:
      Re: Il vero problema...
      - Scritto da: Anonimo
      è che la grande maggioranza degli
      sviluppatori,"sottosviluppatori"
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema...
        io uso fondamentalmente Mozilla (sotto Windows),ogni tanto sono costretto ad usare IE per degli sciocchimotivi, per esempio perche' l'imbecille webmaster di turnoha avuto la grande idea di rendere il login o di inserire un menu compatibile solo con ie.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Anonimo

          io uso fondamentalmente Mozilla (sotto
          Windows),
          ogni tanto sono costretto ad usare IE per
          degli sciocchi
          motivi, per esempio perche' l'imbecille
          webmaster di turno
          ha avuto la grande idea di rendere il login
          o di inserire
          un menu compatibile solo con ie.Ti è mai venuto in mente che il webmaster di turno nn è x nulla imbecille, ma che per volonta sua o dell'azienda x cui lavora se ne frega di quelli che nn usano IE xchè tanto sono pochissimi e nn vale la pena perdere tempo a testare le pagine su tutti i browser ?Tu sei la dimostrazione che se ti interessa il contenuto di un sito alla fine sei costretto a usare IE anche se ti fa schifo.
          • illegalinstruct scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimonon sono quello di prima , ma quando ci vuole ci vuole :

            Ti è mai venuto in mente che il webmaster di
            turno nn è x nulla imbecille, ma che per
            volonta sua o dell'azienda x cui lavora se
            ne frega di quelli che nn usano IE xchè
            tanto sono pochissimi e nn vale la pena
            perdere tempo a testare le pagine su tutti i
            browser ?e molto probabilmente non vale neanche la pena visitare certi siti .. esperienza personale : un giorno mi feci un giro per vedere quali sono ,come genere, i siti 'ottimizzati per IE' a parte la P.A. ,che percentualmente usa per il 60% IIS e per il 30 % apache quando tutto il mondo fa il contrario( per quelli non c'e speranza ), la maggioranza dei siti MANGA /anime e ,piu in generale,rivolti agli adolescenti da accallappiare e da spremere a forza di pubblicita' sono ottimizzati per IE . le universita' e le grandi aziendeNON 'ottimizzano per IE ' . persino su microsoft.com non c'e' scritto 'best viewed with internet explorer'
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            io uso fondamentalmente Mozilla (sotto

            Windows),

            ogni tanto sono costretto ad usare IE per

            degli sciocchi

            motivi, per esempio perche' l'imbecille

            webmaster di turno

            ha avuto la grande idea di rendere il
            login

            o di inserire

            un menu compatibile solo con ie.

            Ti è mai venuto in mente che il webmaster di
            turno nn è x nulla imbecille, ma che per
            volonta sua o dell'azienda x cui lavora se
            ne frega di quelli che nn usano IE xchè
            tanto sono pochissimi e nn vale la pena
            perdere tempo a testare le pagine su tutti i
            browser ?Un ragionamento da imbecille, appunto.
          • FDG scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo
            Ti è mai venuto in mente che il webmaster di
            turno nn è x nulla imbecille, ma che per
            volonta sua o dell'azienda x cui lavora se
            ne frega di quelli che nn usano IE xchè
            tanto sono pochissimi e nn vale la pena
            perdere tempo a testare le pagine su tutti i
            browser ?Non serve testare le pagine su tutti i browser. Basta seguire gli standard e mantenere un atteggiamento difensivo.Insomma, il webmaster in questione non sarà imbecille ma certamente scarsamente preparato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...

            Ti è mai venuto in mente che il webmaster di
            turno nn è x nulla imbecille, ma che per
            volonta sua o dell'azienda x cui lavora se
            ne frega di quelli che nn usano IE Non credo che l'azienda dica "quando scopiazzila funzione js che ti fa questo e' quello da internet,fai il copia e incolla solo dei javascript scritti per IE"
            Tu sei la dimostrazione che se ti interessa
            il contenuto di un sito alla fine sei
            costretto a usare IE anche se ti fa schifo. Non e' che ie mi fa schifo, semplicementeritengo le alternative migliori di ie.Uno dei siti che non mi hanno mai creatoproblemi con Konqueror e' prorpio quello di ms.
    • SiN scrive:
      Re: Il vero problema...
      - Scritto da: Anonimo
      è che la grande maggioranza degli
      sviluppatori, sia che si parli di semplici
      siti che di web applications, ormai
      ottimizzano solo ed eslusivamente per IE,
      quindi Mozzilla & C., giusto ieri.Entro in un siteo (tra l'altro di un'azienda piuttosto nota) e mi si dice che non posso entrare, in quanto il sito è per MSIE 5 o superiori oppure Ntescape 7 o superiori.Che fo? Setto Opera 6 per spacciarsi da MSIE 5 ed entro navigo, faccio tutte le funzioni del caso...Mah...
      • sathia scrive:
        basterebbe scrivere...
        Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' per nessuna risoluzione particolare ne' impone l'uso di font particolari. Siate liberi di vederlo come vi pare e piace.ma certo bisogna buttare dreamweaver e company ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: basterebbe scrivere...
          - Scritto da: sathia
          Questo sito non e' ottimizzato per la
          visione con nessun browser particolare, ne'
          per nessuna risoluzione particolare ne'
          impone l'uso di font particolari. Siate
          liberi di vederlo come vi pare e piace.

          ma certo bisogna buttare dreamweaver e
          company ;)Più che giusto, ma sono in pochi a voler buttare l'esperienza acquisita a sviluppare sugli editor + usati tipo appunto dw o fp
          • Anonimo scrive:
            Re: basterebbe scrivere...
            Ragazzi vi ringrazio davvero tanto, leggendo questo Thread m'è venuta la curiosità, stamattina ho scaricato Opera, installato e configurato :))))))))) maròòòòòòò ma è anni luce avanti a quella ca@@ta di IE O___O, rimossi subito IE (icona, altro nn ze pò fà), express eccetra :)) non pensavo ci potesse essere così tanta differenza davvero!!Inoltre sul sito di un mio amico ho guardato le ultime 10 hit di oggi e....sarà un caso ma non è vero che IE è così monopolista3 ie61 ie51 ie41 Opera 3 Mozillamedita webmaster :))
    • FDG scrive:
      Re: Il vero problema...
      - Scritto da: Anonimo
      è che la grande maggioranza degli
      sviluppatori, sia che si parli di semplici
      siti che di web applications, ormai
      ottimizzano solo ed eslusivamente per IE,
      quindi Mozzilla & C...Togli me da questa maggioranza. Il DOM standard ha più potenzialità delle particolarità di IE.Comunque, c'è un po di pessimismo nel tuo discorso. La mia impressione è che molti sviluppatori (non tutti) mal sopportino IE che sta rapidamente invecchiando e che verrà aggiornato solo con l'arrivo del nuovo windows, quindi tra un paio d'anni, se tutto va bene.
    • MrFaber scrive:
      Re: Il vero problema...
      - Scritto da: Anonimo[cut]
      - javascript:
      non si può pretendere che un linguaggio
      inventato da Netscape (javascript) debba per
      forza essere usato anche da altri, la MS
      giustamente ha detto "ma io so fare di
      meglio" e ha fatto il JScript, la sintassi
      identica, le funzioni e gli oggetti mica
      tanto...
      il W3C dovrebbe standardizzare anche il
      Javascript, sarebbe la soluzione più
      adeguata.Non c'è già ECMAScript, con standard ECMA-262?
    • MrFaber scrive:
      Re: Il vero problema...
      - Scritto da: Anonimo[cut]
      Io sarei
      il primo ad essere ben felice di usare un
      browser migliore di IE, ma la realtà dei
      fatti non è questa."Questa" riferita a cosa, scusa?Ho provato sia Mozilla che Opera, e mi sembrano "migliori" di IE sotto moltissimi punti di vista (a partire dal supporto agli standard (vedi CSS2), fino alle funzionalità offerte dall'interfaccia grafica).Tu quali altri browser hai provato, e con quali criteri di valutazione li ritieni "peggiori" di IE?

      questo se succederà non succederà perchè

      alcuni siti si vedono male, ma direi per la

      solita pigrizia che contraddistingua chi

      lavora al computer... ma questo è una'ltro

      discorso

      Non è un altro discorso e nn ha senso
      parlare di pigrizia. L'utente medio nn è ne
      appassionato (anzi...) ne tanto meno
      esperto, di conseguenza sceglie il software
      che in assoluto gli da meno problemi, quindi
      IE, OE e compagnia bella MS...Non credo che si riferisse all'utente medio, quanto agli sviluppatori[cut]
      il W3C dovrebbe fare tante cose, ma intanto
      le cose stanno in questo modo e
      l'incompatibilità va sempre a favore di chi
      ha la posizione di mercato dominante.E a discapito degli utenti, vero?
      chi sviluppa siti oggi nn si pone nemmeno il
      problema che le sue pagine si vedano bene su
      browser diversi;Innanzitutto ti pregherei di non generalizzare, visto che ci sono molti sviluppatori che questo problema se lo pongono eccome.
      si sviluppa, si apre IE
      (min 5.5) e si fa testing li sopra, il resto
      nn esiste xchè nn è conveniente in termini
      economiciPer quanto mi riguarda non apro affatto IE (uso Opera); sono praticamente certo che ciò che scrivo verrà visualizzato correttamente anche in IE, perché utilizzo gli standard. Purtroppo devo stare alla larga da alcune funzionalità di CSS2 o di HTML perché IE non le supporta come dovrebbe (!!!)[cut]
      vai a
      spiegare a un cliente che il sito o
      l'applicazione costa il doppio xchè un 7% di
      utenti al mondo usa browser diversi da IE
      (che lui magari nn sa nemmeno che esistono)
      e tu devi farti il mazzo x farlo funzionare
      bene su tutti...La mia esperienza mi porta a dubitare del fatto che scrivere un sito conforme agli standard costi il doppio.Inoltre vorrei sapere su quale statistica ti basi per affermare che il 7% degli utenti al mondo usa browser diversi da IE.[cut]
      Ho parlato di applicazioni
      asp fatte con interdev che scrive una marea
      di codice javascript con tutte le
      incompatibilità del caso se usi browser
      diversi da IE.Ottima caratteristica che spinge all'utilizzo di un editor differente, non credi? [cut]
      Appunto, siccome ti servono per forza, sei
      costretto a usare IE tuo malgrado.Per quanto mi riguarda, IE lo uso solo per fare Windows Update.
  • Anonimo scrive:
    Open Source non vuol dire GRATIS
    l'idea di base che sta dietro al significato "open source" e' di avere il software LIBERO e cioe' che ne sia possibile vedere i sorgenti, se non mi sbaglio - se io per sviluppare del software libero pago dei programmatori non dovrei essere messo in croce ma, se non beatificato, almeno me ne si dovrebbe apprezzare lo sforzo, perche' senno' continuiamo a spalare m... su Gates ma poi tiriamo sassi su queste iniziative -- Ciccio
  • Anonimo scrive:
    [OT] Kapor o Sachs?
    Per dovere di cronaca a creare e sviluppare Lotus 1-2-3 mi risulta sia stato Jonathan Sachs che - avendo bisogno di qualcuno sgamato nel marketing - porto' nel 1981 a Kapor il codice di un foglio elettronico gia' bell' e fatto e che fece diventare nell'83 Lotus 1-2-3 quindi il mastermind e' Sachs non Kapor -- Ciccio
  • Anonimo scrive:
    open source
    Il mondo open source cosa rappresenta nel mondo reale ?Sarà si e no l'1% a dire tanto. Tutto il resto è microsoft.Quel poco che c'è in giro non è certo 'open'Io direi che invece sarebbe meglio integrare il più possibile le applicazioni fra loro, renderle meglio efficaci. E' lì la vera concorrenza e non creare delle cose morte in partenza, che nessuno userà mai, fini a se stesse.Mozilla è un esempio. Dov'è ? non come sito, ma su quanti pc ? Netscape su quanti pc è andato ? Ce l'avevo anch'io ai tempi 4.02, ma quanto è durato ?Mollate linux smanettoni che fa schifo!
    • Anonimo scrive:
      Re: open source
      - Scritto da: Anonimo
      Il mondo open source cosa rappresenta nel
      mondo reale ?
      Sarà si e no l'1% a dire tanto. Tutto il
      resto è microsoft.Fonte ? Corriere dei Piccoli ? Novella 2000 ? Macellaio sotto casa ?
      Quel poco che c'è in giro non è certo 'open'No ? Qual'e' la tua definizione di Open ? Perche' dovremmo usare la tua definizione e non quella cheusa il resto del mondo ?
      Io direi che invece sarebbe meglio integrare
      il più possibile le applicazioni fra loro,
      renderle meglio efficaci. E' lì la vera
      concorrenza e non creare delle cose morte in
      partenza, che nessuno userà mai, fini a se
      stesse.Mozilla e' morto in partenza ? Come fai a dirlo ? Fonti ?Per quel che mi concerne, su un sito di grosse dimensioni ho visto aumentare gli accessi con mozilla in amniera quasi preoccupante :-)
      Mozilla è un esempio. Dov'è ? non come sito,
      ma su quanti pc ?Su praticamente tutti i Linux e su un bel po' di Windows. 12%, per essere esatti, e chi accede al sito sopracitato (Portale finanziario) non sono sicuramente linux-smanettoni, ma utonti in giacca e cravatta.
      Netscape su quanti pc è andato ? Ce l'avevo anch'io ai
      tempi 4.02, ma quanto è durato ?Netscape e' morto con l'integrazione di IE5 in Windows. Poco male.
      Mollate linux smanettoni che fa schifo!Tua pesonale opinione o hai qualche dato reale ? Qualche ricerca che dimostri che linux fa' schifo ? Link ? Su che rivista e' stata pubblicata ?
      • kensan scrive:
        Re: open source
        - Scritto da: Anonimo
        Su praticamente tutti i Linux e su un bel
        po' di Windows. 12%, per essere esatti, e
        chi accede al sito sopracitato (Portale
        finanziario) non sono sicuramente
        linux-smanettoni, ma utonti in giacca e
        cravatta.Informazione inesatta e poco accurata, innanzi tutto sul 5% dei pc sarà installato di default Safari e quindi sarà il browser più diffuso dopo IE, poi molti utenti della mela non amano M$ e quindi se installeranno un navigatore alternativo sceglieranno Mozilla anche perché IE potrebbe non essere più prodotto per Mac.Quanti sono i Linuxari? anche se sono meno del 5% con quelli della Mela fanno un bel po' di utenti extra IE e le aziende che fanno commercio elettronico vedranno immediatamente decurtati i propri utili diciamo del 7% se non si adeguano allo standard di Mz, Konquerror, Safari, chi si può permettere di lasciare ai concorrenti una cospiqua quantità di clienti in questo periodo di recessione?
    • Anonimo scrive:
      Re: open source

      Il mondo open source cosa rappresenta nel
      mondo reale ?
      Sarà si e no l'1% a dire tanto. Tutto il
      resto è microsoft.
      Quel poco che c'è in giro non è certo 'open'
      Io direi che invece sarebbe meglio integrare
      il più possibile le applicazioni fra loro,
      renderle meglio efficaci. E' lì la vera
      concorrenza e non creare delle cose morte in
      partenza, che nessuno userà mai, fini a se
      stesse.
      Mozilla è un esempio. Dov'è ? non come sito,
      ma su quanti pc ? Netscape su quanti pc è
      andato ? Ce l'avevo anch'io ai tempi 4.02,
      ma quanto è durato ?
      Mollate linux smanettoni che fa schifo!Sei solo un poveraccio che probabilmente "lavora" sistemando i casini creati dai sw MS, sa di non avere le capacita' di imparare Linux, ha paura e di conseguenza spara offese gratuite ed infantili.
      • Vaira scrive:
        Re: open source
        Dai non essere così cattivo con maicrosoft.Dei grossi meriti ce li ha anche lei, ad esempio ha dato lavoro a tanti handicappati informatici che si sono così improvvisati sistemisti.Questi qua senza m$ avrebbero avuto davanti a loro un futuro grigio e misero in un ufficio postale con la qualifica di spugnetta per francobolli, o come aiuto uscere in comune facente funzione di zerbino all' entrata.
        • Skaven scrive:
          Re: open source
          AHAHAHAH!!grandeee! :)
        • Anonimo scrive:
          Re: open source
          - Scritto da: Vaira
          Dai non essere così cattivo con maicrosoft.
          Dei grossi meriti ce li ha anche lei, ad
          esempio ha dato lavoro a tanti handicappati
          informatici che si sono così improvvisati
          sistemisti.
          Questi qua senza m$ avrebbero avuto davanti
          a loro un futuro grigio e misero in un
          ufficio postale con la qualifica di
          spugnetta per francobolli, o come aiuto
          uscere in comune facente funzione di zerbino
          all' entrata.hei.. hei... guarda che un vero sistemista è un vero sistemista su qualsiasi piattaforma... e io ho conosciuto molti più lamer nel mondo linux che in tutte le ere windows messe assieme...tu sembri proprio uno di loro...
          • Vaira scrive:
            Re: open source

            hei.. hei... guarda che un vero sistemista è
            un vero sistemista su qualsiasi
            piattaforma... E' proprio quello che dico io. Riesce ad esserlo perchè conosce la teoria, ed ogni piattaforma non fa altro che implementare tale teoria.Ma sai quanti ne ho visti che non sanno subnettare una rete senza il toolettino grafico che c'è sotto xp che gli calcola la netmask?E poi dammi torto quando parlo di appiattimento dell' encefalogramma...
        • Anonimo scrive:
          Re: open source
          - Scritto da: Vaira
          Dai non essere così cattivo con maicrosoft.
          Dei grossi meriti ce li ha anche lei, ad
          esempio ha dato lavoro a tanti handicappati
          informatici che si sono così improvvisati
          sistemisti.
          Questi qua senza m$ avrebbero avuto davanti
          a loro un futuro grigio e misero in un
          ufficio postale con la qualifica di
          spugnetta per francobolli, o come aiuto
          uscere in comune facente funzione di zerbino
          all' entrata.ROTFL
    • Anonimo scrive:
      Re: open source
      - Scritto da: Anonimo
      Il mondo open source cosa rappresenta nel
      mondo reale ?
      Sarà si e no l'1% a dire tanto. Tutto il
      resto è microsoft.Si lo dicevano anche al bar sotto casa mia, ma non penso sia documentato da qualche parte, e neanche che sia una fonte abbastanza ufficiale
      Quel poco che c'è in giro non è certo 'open'
      Io direi che invece sarebbe meglio integrare
      il più possibile le applicazioni fra loro,
      renderle meglio efficaci.:| ??
      E' lì la vera
      concorrenza e non creare delle cose morte in
      partenza, che nessuno userà mai, fini a se
      stesse.
      Mozilla è un esempio. Dov'è ? non come sito,
      ma su quanti pc ? Netscape su quanti pc è
      andato ? Ce l'avevo anch'io ai tempi 4.02,
      ma quanto è durato ?...Cosa volevo dire...non lo so, ma ho ragione e i fatti mi cosano
      Mollate linux smanettoni che fa schifo!cosa te ne frega a te di quello che usano gli altri? Se tu sei sicuro che stai facendo la cosa giusta, ringrazia gli 'smanettoni' su linux...meno concorrenza per te, più felicità per tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: open source

      Mozilla è un esempio. Dov'è ? non come sito,
      ma su quanti pc ? Netscape su quanti pc è
      andato ? Ce l'avevo anch'io ai tempi 4.02,
      ma quanto è durato ?Se tutti fossero lassisti e pessimisti come te non avrei dubbi che Microsoft sarebbe l'unico produttore di software al mondo. Per fortuna non è così, quindi vuol dire che quelli come te non sono la maggioranza. Rassegnati.
    • Anonimo scrive:
      Re: open source
      - Scritto da: Anonimo
      Il mondo open source cosa rappresenta nel
      mondo reale ?
      Sarà si e no l'1% a dire tanto. Tutto il
      resto è microsoft.Ad esempio, quasi 26 milioni di siti Web, corrispondentia circa il 63,7 percento del totale, e in inesorabile continuacrescita (la percentuale, non il numero totale che invece è in crescita vertiginosa). Fonte: NetCraft.
      Quel poco che c'è in giro non è certo 'open'Eh già![seguono nonsense vari][conclusione]
      Mollate linux smanettoni che fa schifo!Tu hai mollato Linux perché fa schifo, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: open source
      anche il mio gatto saprebbe trolleggiare meglio...ritirati...
    • Anonimo scrive:
      Re: open source

      Mollate linux smanettoni che fa schifo!Caspita con una argomentazione cosi' veramente non capisco perche' dovrei continuare ad usarlo! ;PCiao, Krecker
    • Anonimo scrive:
      Re: open source
      - Scritto da: Anonimo
      Il mondo open source cosa rappresenta nel
      mondo reale ?
      Sarà si e no l'1% a dire tanto. Tutto il
      resto è microsoft.
      Quel poco che c'è in giro non è certo 'open'
      Io direi che invece sarebbe meglio integrare
      il più possibile le applicazioni fra loro,
      renderle meglio efficaci. E' lì la vera
      concorrenza e non creare delle cose morte in
      partenza, che nessuno userà mai, fini a se
      stesse.
      Mozilla è un esempio. Dov'è ? non come sito,
      ma su quanti pc ? Netscape su quanti pc è
      andato ? Ce l'avevo anch'io ai tempi 4.02,
      ma quanto è durato ?
      Mollate linux smanettoni che fa schifo!Ecco un altro che crede di essere bravo con i PC perche' ha imparato a disinstallare i Dialer e adesso i suoi amichetti lo considerano un mago...Studia veramente invece di sparare scemenze!Ci fosse un Albo professionale e un vero esame allegato per il settore informatico, la gente come te andrebbe a pulire le strade in tempo zero...
  • Anonimo scrive:
    Mitch Kapo'....
    ..Mozilla non ci fa un baffo.(win)ZioBill(win)***campagna mondiale contro la diffusione di linux e affini***
  • Anonimo scrive:
    Complimenti
    Per l'immagine che accompagna la notizia. Da tempo non ne vedevo una cosi' bella :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: Anonimo

      Per l'immagine che accompagna la notizia. Da
      tempo non ne vedevo una cosi' bella :-)LucaS e' tornato dalle vacanze? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti
      Ma è una battuta o cosa?!?E' un plauso all'idea di sostituire il dino con un dollaro o non conosci uno dei simboli più noti di Mozilla?www.raumwandler.net/images/mozilla.gifwww.mozilla.org/banners
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti
        - Scritto da: Anonimo
        Ma è una battuta o cosa?!?
        E' un plauso all'idea di sostituire il dino
        con un dollaro o non conosci uno dei simboli
        più noti di Mozilla?Mi piace la contraposizione tra l'iconografia comunista e il "sunto" del capitalismo (Simbolo del dollaro americano).Niente ironia oggi ?
        • Luca Schiavoni scrive:
          Re: Complimenti
          - Scritto da: Anonimo
          Mi piace la contraposizione tra
          l'iconografia comunista e il "sunto" del
          capitalismo (Simbolo del dollaro americano).
          Niente ironia oggi ?bravo, azzeccato :)d'altronde quello era l invito per la presentazione di MOzilla (sembrava un manifesto.. di quel periodo li', di quella nazione li') e persino un importante quotidiano italiano (quello li') parlo di Mozilla come di un "programma underground che ha per simbolo la stella a cinque punte". Quella stella li', tanto per cambiare ;) ma in quella stella e' spuntato un dollaro, e non solo uno ;)comunque non ero in ferie (cosa esere ferie?) ma perche' MotorWar coi truck di due giorni fa (parlando di Google e Altavista) non era abbastanza nel mio stile ? ;)ciao!LucaSps - moderatoreeee - pi pro e contro? ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Complimenti
            - Scritto da: LucaSchiavoni
            ma perche' MotorWar coi truck di due giorni
            fa (parlando di Google e Altavista) non era
            abbastanza nel mio stile ? ;)Me lo sono perso ... clickete clickete ... Uh ... Ah ! "Motor-War" ! Non l'avevo capita :-P ... Devi pensare che qui non tutti hanno il tuo QI, o fai delle immagini piu' semplici, o metti un link dove spiegi il significato :-)
            ps - moderatoreeee - pi pro e contro? ;)Ssssttt !! Non svegliarlo, nascondi il caffe', parla sottovoce ...
          • Mechano scrive:
            Re: Complimenti
            - Scritto da: LucaSchiavoni
            bravo, azzeccato :)
            d'altronde quello era l invito per la
            presentazione di MOzilla (sembrava un
            manifesto.. di quel periodo li', di quella
            nazione li') e persino un importante
            quotidiano italiano (quello li') parlo diMa oltre alle icone inventi anche gli "slogan"?Chesso' per esempio "P2P devi mori'" ecc.P.S. Sono gia' stato spammato sulla mailbox di PI da una ditta italiana che fa certificazioni ISO9000...--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Una domanda di servizio.
    In questo istante sto usando un Netscape 7.02 sotto Linux, e mi sono scaricato anche la versione 7.1 per provarla. Ho anche installato un Mozilla 1.4 ed un Mozilla Firebird. Sotto Mozilla 1.4 ho notato che i plugin del real player (i due file raclass.zip e rpnp.so nella directory plugin) non funzionano, mentre sotto Netscape 7.1 non funziona neppure il plugin Java (uso quello di Netscape 6.02 anche per i vari Mozilla, ma lì quello mi funziona). Ho dato una rapida cercata in rete, ma non ho trovato nulla che rispondesse esattamente alla mia domanda, quindi se qualcuno potesse darmi una dritta... Cosa devo fare per far andare Java e RealPlayer sotto Netscape 7.1 (o il solo Real Player sotto Mozilla 1.4)? Dove sbaglio? Ditemelo, per Favore! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda di servizio.
      1. trova la/le directory dove sono installati i vari plugin (guarda per esempio in /opt o in /usr/share)2. poi entra nella directory del browser in cui questi plugin non vengono rilevati, e nella cartella plugin/ crea un link simbolico ("ln -s") ai file dei plugin al primo puntodovrebbe andare
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda di servizio.
        grazie, ma qusto già l'ho fatto. Tengo tutte le installazioni dei vari Netscape/Mozilla in /opt, così me li ricordo. Nelle varie sottodirectory /plugin delle varie versioni ci sono i plugin, neppure con link simbolico, ma proprio copiati di peso visto che di spazio ne ho, e gli stessi plugin non funzionano tutti con tutte le versioni. Forse si tratta solo di questo. Mi scoccia un po', però dover usare un Netscape vecchio per avere il plugin di Real Player funzionante. Ma sicuramente sono io che ho fatto qualche errore. Mi vedro' meglio la documentazione ininternet. Grazie pero'. Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda di servizio.
          prova a chiedere quihttp://forum.html.it/forum/forumdisplay.php?s=&forumid=29
        • Skaven scrive:
          Re: Una domanda di servizio.
          I plugin devono essere compilati con la stessa versione del GCC con cui è stato compilato mozilla/netscape.Ho avuto lo stesso problema con il plugin java e mozilla, poi ho scoperto che era disponibile il plugin compilato in GCC 3.2 e infatti ha funzionato.saluti
        • rosco44 scrive:
          Re: Una domanda di servizio.
          Scusa, non sono particolarmente esperto ma ho scaricato ed installato il plugin per Java (j2re1.4.2) e le istruzioni di installazione dicevano chiaramente che se si copia fisicamente il file libjavaplugin_oji.so la cosa non funzia. Si DEVE creare un link simbolico per far girare la baracca.E' anche vero che poi devi usare la versione compilata con gcc3 visto che stai usando Mozilla 1.4 e/o Netscape 7.1. Vai a leggere in:http://plugindoc.mozdev.org/javalinux.htmlCheersrosco44
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda di servizio.
      prova a installare windows
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda di servizio.
      - Scritto da: Anonimo
      In questo istante sto usando un Netscape
      7.02 sotto Linux, e mi sono scaricato anche
      la versione 7.1 per provarla. Ho anche
      installato un Mozilla 1.4 ed un Mozilla
      Firebird. Sotto Mozilla 1.4 ho notato che i
      plugin del real player (i due file
      raclass.zip e rpnp.so nella directory
      plugin) non funzionano, mentre sotto
      Netscape 7.1 non funziona neppure il plugin
      Java (uso quello di Netscape 6.02 anche per
      i vari Mozilla, ma lì quello mi funziona).
      Ho dato una rapida cercata in rete, ma non
      ho trovato nulla che rispondesse esattamente
      alla mia domanda, quindi se qualcuno potesse
      darmi una dritta... Cosa devo fare per far
      andare Java e RealPlayer sotto Netscape 7.1
      (o il solo Real Player sotto Mozilla 1.4)?
      Dove sbaglio? Ditemelo, per Favore! :-)passa a win2k/xp e IE e tutto passa
      • Giambo scrive:
        Re: Una domanda di servizio.
        - Scritto da: Anonimo
        passa a win2k/xp e IE e tutto passaPassa veramente tutto, sopratutto per la pota 135:http://www.microsoft.com/technet/treeview/default.asp?url=/technet/security/bulletin/MS03-026.aspVenghino signori, entrino ad ammirare le mirabolanti prodezze del Trustworthy Computing !
  • Anonimo scrive:
    a proposito di Netscape
    qualcuno sa dove trovare la gloriosa "Netscape Navigator 3" ?
  • Anonimo scrive:
    Finanzilla
    "AOL, infatti, nei prossimi due anni ha promesso un finanzilla di almeno due milioni di dollari."Neologismo o colpo di calore?
  • Anonimo scrive:
    addio netscape...
    accidenti, e' riuscito a trascinarsi piu' di napster...era anche ora, in fondo ormai non e' che un mozilla brandizzato AOL.
    • Mechano scrive:
      Re: addio netscape...
      - Scritto da: Anonimo
      accidenti, e' riuscito a trascinarsi piu' di
      napster...

      era anche ora, in fondo ormai non e' che un
      mozilla brandizzato AOL.Per me ha fatto la storia!C'e' su qualsiasi Unix con CDE, e l'ho usato fino a l'altro ieri.Su Linux ho tutta la posta dal 1995 ad oggi, ricordi su ricordi, ed ogni versione e' riuscita ad importarmi il db della precedente.Mi spiace che faccia il botto anche perche' Mozilla non e' mai riuscito ad importarmi un db di posta cosi' grande e particolare...Provero' con Opera a che sono in tempo, che ha un ottimo client di posta che sembra poter importare quello di Netscape.--Ciao. Mr. Mechano
      • Vaira scrive:
        Re: addio netscape...
        Va bè, muore Netscape e allora?Ci sono decine di alternative open source.Vuoi usare Opera? Io uso konqueror, kmail e knode.Pensa invece (vuria mai) se dovesse morire IE.Quanti disperati ci sarebbero in giro che non sapranno più che pesci prendere per andare a guardarsi il sito porno preferito?Pensi che dopo anni di encefalogramma appiattito da software proprietari avranno ancora la capacità, non dico di scegliere tra programmi diversi, ma di cercare un altro programma alternativo?Pensi che nella loro piccola mente bacata e confusa ci sia ancora la capacità di discernere, lo spirito critico o la voglia di novità?Penso proprio di no, poveretti, che pena mi fanno.
        • Mechano scrive:
          Re: addio netscape...
          - Scritto da: Vaira
          Va bè, muore Netscape e allora?
          Ci sono decine di alternative open source.
          Vuoi usare Opera? Io uso konqueror, kmail e
          knode.
          Pensa invece (vuria mai) se dovesse morire
          IE.Io intendevo piu' bel senso che Mozilla mi sta bene e mi piace pure, ma oltre che ancora un po' pesante e buggato non m'importa tutto quel DB di mail che ho dal 1996 ad oggi.Per navigare non uso certo Netscape, preferisco molto di piu' Galeon e Firebird.Anzi col Galeon ho tutti i settaggi coi font truetype con antialiasing e altre personalizzazioni che rendono lo schermo molto piu' leggibile ed incredibilmente smooth col mouse con la rotellina. Anzi con Gnome e KDE mi pare che sia gestito meglio che con Win2000/XP che si muove a scatti e dopo un po' mi fa girare la testa (e dopo ancora un po' anche le palle)...--Ciao. Mr. Mechano
Chiudi i commenti