Mac mini si accomoda in salotto

Mac mini si accomoda in salotto

Presentata una nuova versione: fra le principali novità porta HDMI e scheda grafica che promette prestazioni due volte superiori. Perse le tracce di Apple TV
Presentata una nuova versione: fra le principali novità porta HDMI e scheda grafica che promette prestazioni due volte superiori. Perse le tracce di Apple TV

Apple ha annunciato il nuovo Mac mini, che afferma essere stato completamente riprogettato.

Le novità iniziano dall'esterno: il guscio d'alluminio contiene l'alimentatore (stavolta interno: ciao ciao mattoncino), e il pannello rimovibile nella parte inferiore consente di accedere velocemente ai componenti interni e aggiornare così la memoria senza bisogno di dover recuperare attrezzi particolari (qualcuno ha detto spatola?) per forzare l'apertura.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, il nuovo Mac mini è dotato di un processore 2,4 GHz o 2,66 GHz Intel Core 2 Duo , è disponibile con tagli di HD da 320 o 500GB, ed è dotato di una scheda video nvidia GeForce 320M, che promette prestazioni grafiche fino a due volte superiori alla precedente versione.

Inoltre, oltre alle connessioni BlueTooth e WiFi (AirPort Extreme 802.11n), dispone di svariate porte che permettono di collegarla a quasi tutte le altre periferiche digitali che si hanno in casa, come altri Mac, schermi, tastiere, mouse, o anche al televisore HD: è infatti anche dotato di una porta HDMI (e di adattatore HDMI-to-DVI). Ha, infine, quattro porte USB, una firewire, ingresso Ethernet e lo slot per SD Card.

Viene fornito con Snow Leopard e il pacchetto iLife.

La possibilità di vederlo accanto al televisore del salotto, di contenere film e altri contenuti multimediali (o semplicemente le foto o i filmati scaricati dalle proprie fotocamere o videocamere) sembrano mettere il nuovo Mac mini in diretta concorrenza con l'hobby di Cupertino: Apple TV .

Il prezzo non è tuttavia certo quello dell'acquisto d'impulso: a partire da 799 euro (IVA inclusa) il modello base, la versione “aziendale” dotata di Snow Leopard Server arriva a costare 1149 euro. Mouse e tastiera (e monitor) esclusi: un iMac, per dare un'idea, costa 1.100 euro circa (il modello da 21 pollici.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti