Macromedia Flash entra nei telefonini

Nell'obiettivo di rimpiazzare del tutto l'HTML e di portare la sua tecnologia su ogni piattaforma, Macromedia mira ad integrare Flash con i Web service di MS.NET
Nell'obiettivo di rimpiazzare del tutto l'HTML e di portare la sua tecnologia su ogni piattaforma, Macromedia mira ad integrare Flash con i Web service di MS.NET


Tokyo (Giappone) – Macromedia ha grandi, grandissime ambizioni riguardo a Flash, una tecnologia che in questi anni è divenuta uno standard de facto e che oggi è utilizzata in maniera diffusa per animare le pagine Web o creare filmati multimediali a sé stanti.

Stephen A. Elop, vice presidente esecutivo di Macromedia, sostiene che uno dei primi obiettivi della propria azienda è quello di proporre Flash come un’interfaccia utente Web che possa del tutto rimpiazzare il vetusto HTML.

Per raggiungere questo obiettivo, Macromedia conta di aggiungere maggiore interazione fra Flash ed i Web service costruiti con la tecnologia.NET di Microsoft.

“Gli sviluppatori – ha dichiarato Elop – saranno in grado di creare un sito Web utilizzando una certa varietà di Web service sviluppati in Flash, e non scrivendo pagine Web con i tag HTML. Per questo motivo sarà cruciale per noi seguire il concetto di Microsoft.NET”.”

Elop ha fatto l’esempio di un sito che intenda fornire sulle proprie pagine un servizio meteorologico: in questo caso gli sarà sufficiente integrare nelle proprie pagine un Web service fornito da una società di previsioni meteorologiche.

Elop ha poi citato una nuova generazione di banner interattivi scritti in Flash che, se cliccati, danno la possibilità all’utente di accedere ad un menu dal quale poter prenotare un viaggio, acquistare un prodotto o consultare informazioni dinamiche di varia natura.

Macromedia ha svelato di aver pianificato il rilascio, il prossimo anno, di una nuova versione di ColdFusion Server che sarà in grado di interagire sia con Flash sia con.NET.

Attraverso il concetto di Web service Macromedia intende espandere la propria tecnologia verso una certa gamma di piattaforme e dispositivi, come telefoni cellulari, PDA e console da gioco.

“Lo scorso maggio abbiamo già preso accordi – ha detto Elop – con Sony Computer Entertainment per incorporare Flash nella Playstation 2. E questo è solo un primo passo verso il futuro multipiattaforma di Flash”.

Il passo seguente sarà quello di partire alla conquista dei PDA – dove Macromedia già offre una versione di Flash per Pocket PC – e dei telefoni cellulari: in tal senso, l’azienda ha già preso accordi con NTT DoCoMo, J-Phone ed altri soggetti della telefonia mobile.

“La nostra strategia di base – ha detto Elop – è quella di rendere Flash un’esperienza fruibile dalla stragrande maggioranza degli utenti del Web. Nel nome della “Macromedia Experience”, abbiamo in programma di fornire agli utenti delle applicazioni Web che possano interfacciarsi con una grande varietà di client server”.

Elop sostiene che con l’entrata nell’era della larga banda è necessario fornire agli utenti front-end verso il Web sempre più sofisticati e sempre più ricchi di contenuti multimediali. E, secondo Macromedia, lo standard di questa nuova era sarà Flash.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 11 2001
Link copiato negli appunti