Mai più chat sparite nell'oblio

IRseekBOT, il bot che non c'era, quello che indicizza IRC. Quegli spazi in cui interagiscono milioni di utenti. La privacy? A chi importa più della privacy?

Roma – C’è un nuovo giochino in città, rivolto a chi ha un server IRC e teme l’oblìo, che vuol far indicizzare quanto avviene in chat: metta mano a robots.txt e consenta l’accesso a IRSeek , un neobot a cavallo tra antico e 2.0 . È il nome e il tool della startup israeliana che intende indicizzare tutte le “nicchie o reti” in cui circolano contenuti IRC che, pur essendo un’espressione del Web vecchia maniera, resistono impavide nell’era 2.0.

L’azienda alle spalle di IRSeek è stata fondata da Eran Cohen (CEO) e Ariel Berkman (CTO) e ha iniziato a sviluppare l’applicazione lo scorso anno. Applicazione che, oggi, indicizza i canali IRC con 6 milioni di conversazioni al giorno : fino a oggi, ne sono state immagazzinate circa 300 milioni e, salvo qualche momento di revisione dei codici, è sempre in stato “listening”.

Un servizio del genere mancava all’appello e la sua assenza, secondo alcuni, ha sottratto al patrimonio comune di conoscenza del Web decenni di dati più o meno utili, certo testimonianze di una rete e un vissuto che fu. “Vedere cosa dice la gente, per esempio, su Iphone Unlock “, bisbiglia TechCrunch , ora si può: basta eseguire una ricerca .

L’azienda fa notare che se la scansione di un canale IRC dovesse rivelare la presenza di attività di file sharing verrebbe rimosso. Assicura, inoltre, che le conversazioni private non vengono in alcun modo intercettate .

Ciò non ha impedito il sorgere di alcuni interrogativi. Non tutti sono convinti che, a dispetto di ogni possibile buona intenzione, la privacy resti intatta e tutelata. “Ciò che IRSeek fa potrebbe anche essere perfettamente legale, per cui non fraintendete i miei commenti. Il fatto di poter fare una determinata cosa sul Web, non significa che si debba farla “, dice un blogger , perplesso. Anche su Slashdot gli utenti esprimono alcune riserve, e in rete non sono i soli a dubitare.

Spesso, in chat, capita di snocciolare dati personali nella convinzione che solo una intercettazione telematica vera e propria potrebbe portarli alla luce. Ora, con l’avvento di IRSeek, lo scenario inevitabilmente cambia. La vicenda ricorda da vicino quel che è accaduto qualche anno fa quando Google fagocitò l’intero archivio Usenet di Deja e lo restituì alla visibilità in rete: sono in molti a chiedersi se la presenza di questo nuovo bot non influenzi la vita futura delle IRC. Se l’influenza sarà come quella di Google per Usenet, allora non c’è che da augurarselo.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nicola scrive:
    Ed i meccanici?
    Vi immaginate dei meccanici, che già ora hanno dovuto imparare ad usare il pc (o sono rimasti senza lavoro), divenire dei sysadmin e mettersi a strolgare come far funzionare la rete presete sull'auto a suon di comandi da riga di comando??? Mah. Sicuramente molto affascinante, ma la rete assistenziale non è ancora pronta a confrontarsi con un tipo di approccio simile alla vettura, IMHO.
  • Mik scrive:
    ma la sicurezza?
    da una parte trovo interessante usare un unico protocollo per far parlare fra loro tutti i dispositivi, magari pure gli elettrodomestici,dall'altra pericoloso usare il protocollo IPv4, ma anche l'IPv6.che succede se un dispositivo, che dovrebbe essere innocuo anche se non va, ha un trojan nel firmware programmato per lanciare all'ora X del giorno Y un attacco DOS all'impianto frenante?tamponamenti a catena in tutto il mondo?
    • ... scrive:
      Re: ma la sicurezza?
      - Scritto da: Mik
      da una parte trovo interessante usare un unico
      protocollo per far parlare fra loro tutti i
      dispositivi, magari pure gli
      elettrodomestici,
      dall'altra pericoloso usare il protocollo IPv4,
      ma anche
      l'IPv6.

      che succede se un dispositivo, che dovrebbe
      essere innocuo anche se non va, ha un trojan nel
      firmware programmato per lanciare all'ora X del
      giorno Y un attacco DOS all'impianto
      frenante?

      tamponamenti a catena in tutto il mondo?Mai sentito parlare di reti locali ?
  • motumboe scrive:
    l'hw general purpose non è adatto qui!!!
    eccheccavolo! ma siamo matti?? è proprio la sicurezza che mi preoccupa! se la progettazione è facilitata dal fatto che utilizzo dispositivi standard, dall'altro canto è vero che proprio il fatto che si può interfacciare qualsiasi cosa è un grave pericolo. Una caxo di falla di sicurezza di un sottocomponente di una macchina fotografica mi potrebbe far prendere il controllo dell'auto ad un estraneo... ma siamo pazzi?Senza che contare che un approccio black-box ai suddetti dispositivi standard senza esaminare troppo tutti i dettgali porta talvolta a qualche "problemino"...
    • J.Titor scrive:
      Re: l'hw general purpose non è adatto qui!!!
      I dispositivi automotive sono realizzati con un certo livello di sicurezza... decisamente piu elevato di quello di una macchina fotografica...Mai sentito parlare di livelli SIL ? http://www.plcforum.it/forums/index.php?showtopic=35802
      • J.Titor scrive:
        Re: l'hw general purpose non è adatto qui!!!
        intendevo questo: http://en.wikipedia.org/wiki/Safety_Integrity_Level
      • motumboe scrive:
        Re: l'hw general purpose non è adatto qui!!!
        ...appunto, intendevo dire che se adesso si 'abbassano' ad usare roba con interfaccia ip, si espongono a qualche rischio.
        • Guido La Vespa scrive:
          Re: l'hw general purpose non è adatto qui!!!
          - Scritto da: motumboe
          ...appunto, intendevo dire che se adesso si
          'abbassano' ad usare roba con interfaccia ip, si
          espongono a qualche
          rischio.Quale rischio? Come fai a dirlo?L'uso dell'IPv4 non è un rischio di per se.Semmai il rischio è se vi si possa interfacciare facilmente dall'esterno. Se il protocollo è usato solo per far comunicare i vari dispostivi della macchina non vedo tutti questi rischi....Non penso però che ci abbiano messo pure un router WiFi, o una presa ethernet vicino al tappo del serbatoio....
          • motumboe scrive:
            Re: l'hw general purpose non è adatto qui!!!
            era questo che intendevo. Certo immagino e spero che le parti piu critiche non siano così 'aperte'.
  • Wolf01 scrive:
    Speriamo non mettano windows
    ... altrimenti "l'iniettore ha eseguito un'operazione non valida, il motore deve essere riavviato, i freni e lo sterzo potrebbero non rispondere":D
    • Bombardiere scrive:
      Re: Speriamo non mettano windows
      - Scritto da: Wolf01
      ... altrimenti "l'iniettore ha eseguito
      un'operazione non valida, il motore deve essere
      riavviato, i freni e lo sterzo potrebbero non
      rispondere"
      :DCi mettessero linux cosi staranno anni a cercare le periferiche compatibili! (win) O)
      • J.Titor scrive:
        Re: Speriamo non mettano windows
        - Scritto da: Bombardiere
        - Scritto da: Wolf01

        ... altrimenti "l'iniettore ha eseguito

        un'operazione non valida, il motore deve essere

        riavviato, i freni e lo sterzo potrebbero non

        rispondere"

        :D

        Ci mettessero linux cosi staranno anni a cercare
        le periferiche compatibili! (win)
        O)E quando giri la chiave uscirà una scritta con "Ricompilazione Kernel in corso...." epotrai tranquillamente fumarti una sigaretta prima di partire
        • anonimo01 scrive:
          Re: Speriamo non mettano windows
          - Scritto da: J.Titor
          - Scritto da: Bombardiere

          - Scritto da: Wolf01


          ... altrimenti "l'iniettore ha eseguito


          un'operazione non valida, il motore deve
          essere


          riavviato, i freni e lo sterzo potrebbero non


          rispondere"


          :D



          Ci mettessero linux cosi staranno anni a cercare

          le periferiche compatibili! (win)

          O)

          E quando giri la chiave uscirà una scritta con
          "Ricompilazione Kernel in corso...." epotrai
          tranquillamente fumarti una sigaretta prima di
          partirebhe in compenso potrai usare pezzi di ricambio di tutt'altre auto...basta solo ficcare dentro il kernel i moduli.voglio l'accendisigari delle ferrari :D(linux)(apple)(amiga)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Speriamo non mettano windows
            contenuto non disponibile
          • anonimo01 scrive:
            Re: Speriamo non mettano windows

            Illuso, l'accendisigari della Ferrari è protetto
            da DRM e funziona solo sull'auto corretta e con
            l'OS
            corretto.nessun reverse engineering in previsione? :D
  • Luther Fonzero scrive:
    Perchè "mattacchioni" ???
    Non capisco l'ironia dell'autore: il protocollo IP è una delle tecnologie più collaudate del pianeta, e una delle più flessibili... nel futuro tutto sarà basato su tecnologia IP, dal frigorifero all'automobile passando per i terminali mobili.Tanto di cappello alla BMW che ci sta provando in anticipo su tutti gli altriCerto che se poi ci mettono dentro Windows CE :-

    • anonimo01 scrive:
      Re: Perchè "mattacchioni" ???
      - Scritto da: Luther Fonzero
      Non capisco l'ironia dell'autore:
      il protocollo IP è una delle tecnologie più
      collaudate del pianeta,più inflazionate del pianeta, semmai
      e una delle più
      flessibili... talmante sflessibile che hanno dovuto aggiornare protocollo e passare a range di indirizzi in esadecimale...flessibilissima, si si...
      nel futuro tutto sarà basato su
      tecnologia IP, dal frigorifero all'automobile
      passando per i terminali
      mobili.1) o NATti tutto2) o è tutto in LAN3) o si inventano qualcosina di meglio
      Tanto di cappello alla BMW che ci sta provando in
      anticipo su tutti gli
      altrianticipo...di 20 anni di ritardo
      Certo che se poi ci mettono dentro Windows CE :-

      già fatto e con risultati disastrosi: gogola un po'...
      • J.Titor scrive:
        Re: Perchè "mattacchioni" ???
        Windows CE è stato approvato soltanto come dispositivo di "interfaccia utente" per sistemi ad alta criticità.Non è e non sarà mai un sistema di controllo.Leggi come: Windows CE puo dirti la pressione del turbocompressore, ma non potrà MAI regolarla lui.
        • anonimo01 scrive:
          Re: Perchè "mattacchioni" ???
          - Scritto da: J.Titor
          Windows CE è stato approvato soltanto come
          dispositivo di "interfaccia utente" per sistemi
          ad alta
          criticità.
          Non è e non sarà mai un sistema di controllo.
          Leggi come: Windows CE puo dirti la pressione del
          turbocompressore, ma non potrà MAI regolarla
          lui.però...http://www.azpoint.net/software/software/5398/Microsoft-e-BMW-computer-di-bordo-che-crashano.asphttp://www.cellulari.it/notizie-news-cellulari/gestori/bloccati-in-auto-per-un-crash-di-windows.htmlson d'accordo poi che non sono tanto attendibili (zero fonti)...però...
      • Paolino scrive:
        Re: Perchè "mattacchioni" ???
        - Scritto da: anonimo01[cut]
        talmante sflessibile che hanno dovuto aggiornare
        protocollo e passare a range di indirizzi in
        esadecimale...flessibilissima, si
        si...Cosa c'entra l'aggiornamento con la flessibilita' del procollo??Flessibilita' non significa che non si debba mai aggiornare[cut]
  • ammatwain scrive:
    Giornali Specializzati
    La recensiranno su Traceroute 8)
  • guast scrive:
    Ma si... vai con il software
    A forza di aggiungere controlli software l'ariane 5 ha fallito il primo lancio per un bug.I russi con poco software e un budget pari a un decimo di quello dell'agenzia spaziale europea hanno ottenuto molti, ma molti pi risultati.Aggiungiamo software alle macchine, così iniziano a fare quello che vogliono loro.
    • Busana scrive:
      Re: Ma si... vai con il software
      - Scritto da: guast

      Aggiungiamo software alle macchine, così iniziano
      a fare quello che vogliono
      loro.Hanno già molto più software di quanto tu non creda... e quello che fanno oggi i motori fino a tempo fa era un sogno.Ma concordo che anche l'eccesso opposto è errato...
      • claudio1980 scrive:
        Re: Ma si... vai con il software
        qui non si parla di software, qui si parla di protocolli di comunicazione fra la centralina e tutti i vari sensori, naturalmente la centralina ha un suo software, ma è dedicato non serve per far partire PES, Office o Autocad. Il software da problemi quando si chiede una grande compatibilità, quello presente nella centralina è dedicate e deve fare cose molto semplici, se pensate che è tutto su una eeprom!Cmq questo può essere il primo passo verso una comunicazione senza fili (wifi o altro) per poter comunicare con le alte macchine, sapere attraverso il P2P (il peer è la macchina), le condizioni del traffico qualche centinaio di metri dopo, magari dopo una curva, o avere il limitatore di velocità settato automaticamente in base a quello della strada che si percorre, o regolare in tempo reale le condizioni del cambio automatico in base al tipo di strada per ottimizzare i consumi per esempio marce lunghe in autostrada e marce corte in montagna. ecc ecc
        • xfrancescox scrive:
          Re: Ma si... vai con il software
          ahò! ma si potrebbe fare tutto questo col tom tom classico! certo con frequenza maggiore di aggiornamento...ma già la tecnologia c'è, perchè pensarne altre che potrebbe essere dannopsa??
    • Paolino scrive:
      Re: Ma si... vai con il software
      - Scritto da: guast
      A forza di aggiungere controlli software l'ariane
      5 ha fallito il primo lancio per un
      bug.Senza software neanche volerebbe... fai te.E cmq si parla di protocolli di comunicazione.
      I russi con poco software e un budget pari a un
      decimo di quello dell'agenzia spaziale europea
      hanno ottenuto molti, ma molti pi
      risultati.Fonte?
      Aggiungiamo software alle macchine, così iniziano
      a fare quello che vogliono
      loro.Ma LOL... certo che l'arretratezza di certe mentalita' e' irraggiungibile.Sopratutto visto l'ipocrisia dell'opinionista che scrive usando un PC (pieno di software) e su infrastrutture basate sui protocolli ethernet (e tonnellate e tonnellate di PC e sfoware che girano...)
      • motumboe scrive:
        Re: Ma si... vai con il software
        qui è un po' ot, però da un punto di vista filosofico un po' di ragione c'è... aborro gli strumenti che fanno un po' troppe cose da soli...
      • anonimo01 scrive:
        Re: Ma si... vai con il software


        I russi con poco software e un budget pari a un

        decimo di quello dell'agenzia spaziale europea

        hanno ottenuto molti, ma molti pi

        risultati.

        Fonte? Союз(soyuz) TM - TMA
  • Mr.Bil scrive:
    Manca il Wifi e diventa un radiocomando!
    Implementando l'impianto elettrico / elettronico basato su TCP / IP, i costruttori saranno sicuramente indotti a montare anche una bella interfaccia WiFi che per forza di cose farà parte della stessa rete che gestisce il motore e i dispositivi...così a quel punto avremo veicoli sempre piu simili ai PC Desktop...lascio immaginare a voi le conseguenze...i meccanici di una volta saranno costretti ad assumere nelle loro officine, dei tecnici informatici...se attraverso l'interfaccia Wifi, dovesse esserci un attacco DOS...non oso immaginare come sarà il crash del sistema (macchina)!!!Io dico che si stava meglio quando si stava peggio!
    • fabianope scrive:
      Re: Manca il Wifi e diventa un radiocomando!
      - Scritto da: Mr.Bil
      Implementando l'impianto elettrico / elettronico
      basato su TCP / IP, i costruttori saranno
      sicuramente indotti a montare anche una bella
      interfaccia WiFi [---]
      Io dico che si stava meglio quando si stava
      peggio!mah...spero che offrano anche la possibilita' di disabilitarla.....sinceramente anch'io sono un amico del vecchio "cavo" la' dove si puo'...:=))
  • Riccardo Mottola scrive:
    ed il CAN Bus???
    "Per farlo, quasi tutte le case si affidano a costose soluzioni sviluppate su misura o quasi, che trasformano la macchina in una specie di concentrato di cavi e giunti."Ma stiamo scherzando? mai sentito parlare di BUS dati automotive? Il CAN per esempio lo usano tutti i produttori dagli anno '90...
    • Riccardo Mottola scrive:
      Re: ed il CAN Bus???
      Per i curiosi:http://en.wikipedia.org/wiki/Canbus
    • the_speck scrive:
      Re: ed il CAN Bus???

      Hai idea di che problemi ci siano con il CaN bau
      bau? Io ho idea, ci lavoro da anni, tra Can, Devicenet e Profibus. Per mia fortuna, ho fatto in tempo a vivere la realta' del cablaggio analogico, percio' non condivido *neanche* una parola di quello che hai detto. O forse sei ancora uno di quelli che rimpiange il tester per misurare i milliampere in uscita da una sonda? Su una cosa hai ragione: i bus di campo creano problemi. Ma solo agli elettricisti/meccanici ignoranti che pretendono -nel 2007- che sia ancora tutto elettromeccanico. Che peccato, non si puo' piu' improvvisarsi un lavoro... -- Ciao,Speck
    • anonimo01 scrive:
      Re: ed il CAN Bus???
      - Scritto da: Riccardo Mottola
      "Per farlo, quasi tutte le case si affidano a
      costose soluzioni sviluppate su misura o quasi,
      che trasformano la macchina in una specie di
      concentrato di cavi e
      giunti."

      Ma stiamo scherzando? mai sentito parlare di BUS
      dati automotive? Il CAN per esempio lo usano
      tutti i produttori dagli anno
      '90...ma scusate (parte seconda), i il bus I2C (i^2c) della philipps?mai sentito nemmeno quello?http://en.wikipedia.org/wiki/I%C2%B2C
      • motumboe scrive:
        Re: ed il CAN Bus???
        ma, l'I2C non mi sembra una buona idea... io lo uso tutti i giorni per le comunicazioni tra i miei micretti, però ha problemi di sensibilità ai disturbi, address space etc..Molto meglio un protocollo basato su un layer fisico meno sensibile ai disturbi, tipo RS485 o ethernet.Comunque il problema qua non è il protocollo tizio o caio, piuttosto l'utilizzo di un'architettura aperta o meno...
      • Paolino scrive:
        Re: ed il CAN Bus???
        - Scritto da: anonimo01
        - Scritto da: Riccardo Mottola

        "Per farlo, quasi tutte le case si affidano a

        costose soluzioni sviluppate su misura o quasi,

        che trasformano la macchina in una specie di

        concentrato di cavi e

        giunti."



        Ma stiamo scherzando? mai sentito parlare di BUS

        dati automotive? Il CAN per esempio lo usano

        tutti i produttori dagli anno

        '90...

        ma scusate (parte seconda), i il bus I2C (i^2c)
        della
        philipps?
        mai sentito nemmeno quello?Usarlo su una vettura??? Con cablaggi??Va bene per comunicare su un circuito stampato, non per una vettura!
        • anonimo01 scrive:
          Re: ed il CAN Bus???


          ma scusate (parte seconda), i il bus I2C (i^2c)

          della

          philipps?

          mai sentito nemmeno quello?

          Usarlo su una vettura??? Con cablaggi??
          Va bene per comunicare su un circuito stampato,
          non per una
          vettura!bho, quella volta a scuola implementammo un i2c con un cavo di 2 metri...forse in macchina i segnali saranno spurii ma dite che con una buona schermatura non si potrebbe fare?peraltro mi risulta che alcuni accrocchi digital-media-video per "haifai" car della philipps siano cablati propio in i2c...bho
      • Paolino scrive:
        Re: ed il CAN Bus???
        - Scritto da: anonimo01
        - Scritto da: Riccardo Mottola

        "Per farlo, quasi tutte le case si affidano a

        costose soluzioni sviluppate su misura o quasi,

        che trasformano la macchina in una specie di

        concentrato di cavi e

        giunti."



        Ma stiamo scherzando? mai sentito parlare di BUS

        dati automotive? Il CAN per esempio lo usano

        tutti i produttori dagli anno

        '90...

        ma scusate (parte seconda), i il bus I2C (i^2c)
        della
        philipps?
        mai sentito nemmeno quello?Usarlo su una vettura??? Con cablaggi??Va bene per comunicare su un circuito stampato, non per una vettura!
    • J.Titor scrive:
      Re: ed il CAN Bus???
      - Scritto da: Riccardo Mottola
      "Per farlo, quasi tutte le case si affidano a
      costose soluzioni sviluppate su misura o quasi,
      che trasformano la macchina in una specie di
      concentrato di cavi e
      giunti."

      Ma stiamo scherzando? mai sentito parlare di BUS
      dati automotive? Il CAN per esempio lo usano
      tutti i produttori dagli anno
      '90...Senza contare che: CAN-BUS: 3 conduttori, ETHERNET: 8 Conduttori.Quale dei due è che fa il piu grande groviglio di cavi ? questa proprio nn l'ho capita...inoltre il can funziona anche se 1 dei tre conduttori si interrompe... l'ethernet ??
    • Paolino scrive:
      Re: ed il CAN Bus???
      - Scritto da: Canbaubau

      Ma stiamo scherzando? mai sentito parlare di BUS

      dati automotive? Il CAN per esempio lo usano

      tutti i produttori dagli anno

      '90...

      Hai idea di che problemi ci siano con il CaN bau
      bau? E ogni volta c'e un problema, unaE pensi di risolverli con l'ethernet??? :-D[cut]

      Ben venga l'ethernet! altro che strumentazioni
      con can baubau o oedebe.....che costa cifra
      stratoisferica.Invece x l'ethernet te la regaleranno, vero?
    • danilo del greco scrive:
      Re: ed il CAN Bus???
      appunto!! e il CAN-BUS?? con protocollo CAN open?? niente è + affidabile di una trasmissione sul can, essendo deterministico!
  • Anonimo scrive:
    Già ce ne sono pochi
    ...e adesso altri se ne vanno nelle auto... il collasso è sempre più vicino
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Già ce ne sono pochi
      - Scritto da: Anonimo
      ...e adesso altri se ne vanno nelle auto... il
      collasso è sempre più
      vicinoMa che dici. Non è necessario che la macchina sia collegata a Internet. Quella è una LAN e userà IP locali, senza consumare nessun IP pubblico.
      • guast scrive:
        Re: Già ce ne sono pochi
        A meno che qualcuno non decida di aggiungerci la telemetria.Driiin qui è la centrale operativa. Rallenta o fondi il motore.E sticaxxi
        • J.Titor scrive:
          Re: Già ce ne sono pochi
          Driiin - Polstrada buongiorno, lei ha superato il limite di 42 Km/h si rechi immediatamente dove il gps le sta indicando per consegnare la patente.Non pensate a questo ?Io voglio una macchina senza internet.
          • longinous scrive:
            Re: Già ce ne sono pochi
            - Scritto da: J.Titor
            Driiin - Polstrada buongiorno, lei ha superato
            il limite di 42 Km/h si rechi immediatamente dove
            il gps le sta indicando per consegnare la
            patente.

            Non pensate a questo ?

            Io voglio una macchina senza internet.Senza contare la multa perché hai risposto al cellulare senza auricolare.Non importa se ce l'hai o se lo usavi, hai risposto mentre guidavi, quindi multa (rotfl)
          • ... scrive:
            Re: Già ce ne sono pochi
            - Scritto da: longinous
            - Scritto da: J.Titor

            Driiin - Polstrada buongiorno, lei ha superato

            il limite di 42 Km/h si rechi immediatamente
            dove

            il gps le sta indicando per consegnare la

            patente.



            Non pensate a questo ?



            Io voglio una macchina senza internet.

            Senza contare la multa perché hai risposto al
            cellulare senza
            auricolare.
            Non importa se ce l'hai o se lo usavi, hai
            risposto mentre guidavi, quindi multa
            (rotfl)E se non rispondi ti arrestano perchè non ti sei fermato all'ALT della polizia :-)
  • sh4d scrive:
    tombola.....
    ci mancava solo il firewall per l'auto...
Chiudi i commenti