Malaysia, gli RFID controllano le targhe

Poca avventura e molta tecnologia di controllo nell'ultima iniziativa del governo dello stato asiatico: per combattere i pirati di automobili è necessario inglobare gli RFID nelle targhe degli veicoli

Roma – Malaysia, terra di bucanieri e avventure senza tempo. La patria del coraggioso pirata nato dalla prolifica penna di Emilio Salgari continua ad avere problemi con i gran filibustieri: anche se, oggigiorno, i furfanti più operosi si sono spostati sulle strade, e le razzie che preferiscono riguardano automobili di varia fattura e provenienza . Una vera e propria piaga, tanto che il governo di Kuala Lumpur ha deciso di mettere gli RFID fra le ruote , o meglio nelle targhe delle macchine, per ostacolare i dannati ladri da strada in attività costante.

I sempre più invasivi microchip di controllo a radiofrequenza, al centro di una discussione infinita per le stringenti implicazioni sulla privacy e le infinite possibilità di sorveglianza offerte dalla tecnologia in sé, verranno installati da meccanici autorizzati nelle targhe degli autoveicoli , e permetteranno l’identificazione istantanea da parte dei bad boys malesiani: gli RFID conterranno tutte le informazioni sull’autovettura e quelle sull’identità del proprietario.

Il Dipartimento del Trasporto su Strada, responsabile dell’iniziativa, sostiene che le e-targhe (come sono state ribattezzate) equipaggeranno prima di tutto i mezzi di nuova immatricolazione, con i veicoli più anzianotti (e quindi meno desiderabili dai pirati da strada) a seguire. La semplice rimozione della targa o del microchip, una volta che il sistema sarà andato a pieno regime e avrà coperto l’interno parco macchine del paese, non servirà a nulla: passando semplicemente lo scanner sulla e-targa le forze di polizia potranno conoscere tutte le informazioni utili della macchina , identificare in un lampo il reale proprietario del mezzo o accorgersi che semplicemente qualcosa non va nel caso la lettura non vada a buon fine.

Già usate in passato nella iper-motorizzata California , in Giappone e nella patria del controllo globale al di là della Manica , le e-targhe sono la speranza tecnologica a cui il governo della Malaysia si affida per vedere finalmente ridotti gli alti indici dei crimini commessi dai ruba-macchine. La augurabile corta distanza a cui dovranno essere letti gli RFID dovrebbe altresì garantire la privacy dei guidatori , ma su questo il direttore del Dipartimento del Trasporto su Strada ha preferito evitare qualsiasi commento.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    LOL Boccaloni!
    Erano tutte balle! Le vendite di iTunes non sono in calo né, tantomeno, in crollo. A smentire le notizie catastrofiste diffuse da alcuni media è Josh Bernoff, l'autore della ricerca da cui si è sollevato tutto il polverone.http://blogs.forrester.com/devicesmedia/2006/12/itunes_sales_ar.html
  • Anonimo scrive:
    Re: OT - il difetto dell'ipod
    - Scritto da:
    Guarda, Avvelenato, questo è il motivo per cui io
    ho acquistato un iRiver, e non ho mai e poi mai
    rimpianto la mia scelta o desiderato un
    ipod.prima di proseguire ti facci una domanda: tu un iPod l'hai mai "usato"?
    Una marea di volte ho fatto uso di opzioni anche
    banali che l'ipod non ha,tipo?
    per non parlare del
    fatto che cose come radio, registratore e
    ingresso di linea io le ho di serie e non devo
    girare con nessun aggeggio
    supplementare.questi possono essere buioni motivi... ammesso che ti servano queste cose
    Il problema è che evidentemente per la stragrande
    maggioranza delle persone, quello che conta non è
    la potenza, ma la semplicità."potenza"???
    Ricordi com'era prima dell'iPod? Te lo ricordo
    io: i lettori mp3 esistevano da tempo, ma
    nessuno, dico nessuno li aveva se non i soliti
    due o tre tecnomaniaci.forse perché usavano HD grossi come una casa?
    L'iPod ha cambiato tutto per un motivo
    semplicissimo: è andato incontro alle esigenze
    del 99% delle persone, che il formato mp3 non
    sapevano neanche cosa fosse, che con il computer
    sanno fare solo le cose più banali e che non
    sarebbero state in grado di utilizzare un iRiver,
    un creative o quello che vuoi.o che forse non gliene frega una beata mazza di avere la radio su un lettore MP3 o di registrare... o forse ha bisogno di utilizzare anche uno degli infiniti accessori che ha solo l'iPod.Per esempio, l'iPod permette anche di leggere testi (anche con iperlink) e memorizzare rubrica e agenda... quante persone credi che utilizzino queste funzioni?Piuttosto c'è più gente interessata i giochini, visto che l'iPod è utilizzato anche come momento di svago...
    A queste persone l'iPod ha dato quello che
    cercavano: la possibilità di ascoltare musica con
    un apparecchio facile da usare che non richiedeva
    di investire del tempo nell'apprendimento.vero: l'iPod è il più semplice/pratico da utilizzare
    Non importa quante più funzioni possa avere un
    altro lettore rispetto all'iPod: solo una
    piccolissima parte degli utenti sarà disposta a
    fare lo sforzo mentale necessario per scoprirle,
    per capire se gli sono utili e per utilizzarle. Enon credo che sia una questione di "sforzo mentale"... più semplicemente la gente non ha bisogno di certe funzioni aggiuntive, e/o preferisce un dispositivo più semplice da usare... più semplice anche nel normale utilizzo di ascolto, non solo per le funzioni extra.
    infatti, l'unico lettore, dopo anni, che continua
    a vendere è l'iPod. Perché fa quello che la gente
    vuole: lo accendi, premi un tasto e ascolti la
    musica, senza fare nessuno sforzo mentale per
    utilizzarlo e senza dover leggere nessun
    manuale.e questo è un grande pregio
    Sul mio iRiver, anche solo per fare le cose più
    semplici (navigare fra le cartelle) bisogna
    leggere il manuale, una cosa che nessuno vuole
    fare. Per utilizzarne tutta la potenza e tutti i
    modi operativi, si devono fare i salti mortali.e questo è un grande difetto... perché se posso capire l'esigenze di funzioni extra, non ammetto assolutamente che siano difficili da usare, e ancora meno che siano difficili le funzioni "banali" per il semplice ascolto... piuttosto spendo di più per un iPod+radio_iPod+registratore_iPod
    Io sono motivato, ma il 99% degli utenti non sono
    degli informatici ma semplicemente gente che
    vuole ascoltare musica. Sono interessati al fine,
    non al mezzo. Il mezzo deve metterli in grado di
    arrivare al loro scopo con il minor sforzo
    possibile, e l'iPod lo fa.ovvio... se vuoi avere successo devi vendere quello che vuole la clientela
    Chissà perché gli informatici hanno la brutta
    abitudine di giudicare tutto dal *loro* metro di
    giudizio...
    :)non è un problema degli informatici... ognuno ha il suo metro di giudizio
  • Solvalou scrive:
    Re: DRM? Fallimento garantito
    - Scritto da:

    - Scritto da:

    Inizialmente hanno acquistato musica "legale"

    online per curiosità e per un'apparente

    commodità, ma poi con molto amarezza hanno

    capito che cambiando lettore o cambiando

    cellulare non erano più in grado di ascoltare i

    brani regolarmente pagati.Ipotesi molto valida. Ci metterei come altri fattori la concorrenza di chi vende senza drm anche se non hanno lo stesso catalogo, e la saturazione per cui una volta che ti sei preso i titoli che ti piacciono da una vita non hai tante novita' che ti invogliano ad acquistare....

    Penso che l'idea della licenza "a tappeto" sia

    una soluzione valida per pagare gli artisti,

    dovremmo pagare tutti una piccola quota, ma poi

    avremo la libertà di scaricare con il P2P musica

    senza limiti, senza essere perseguiti

    legalmente.AAAGH!
    Non ripulirebbe il mondo delle opere da tutto il
    ciarpame, ed, inoltre, visto l'introito sicuro e
    non più deciso (tu paghi anche se non scarichi,
    percui, sei costretto, anche da conto di
    scaricare quello che non ti piacerebbe, percui,
    scelta 0 e avrebbero vinto loro ancora), un
    numero sempre maggiore di finti-artisti
    inizierebbero a riversare altra poltiglia
    inutile, riducendo l'introito pro-capite e
    quindi, le major farebbero pressione
    nell'aumentare la retta mensile nei loro
    confronti. Altra rapina legalizzata, che
    coinvolgerebbe tutti, volenti o no. Chi si
    astiene, verrebbe bollato come
    evasore.Quoto. E poi, se c'e' un lato positivo alla pervasivita' della tecnologia c'e' quello di poter pagare IL GIUSTO, il forfait e' ingiusto.
    Ci sono le licenze alternative ed il boicottaggio
    di tutto ciò che è Copyright, oltre a garantire
    la diffusione (personale) delle opere, in modo
    gratuito. Tutto il resto sono soluzioni
    orrende.Attenzione, copyright e' piu' o meno il concetto di paternita' di un'opera. Se non detieni il copyright non puoi neanche rilasciare sotto licenza libera. Per quanto mi riguarda uno puo' anche vietare la diffusione per uso personale, e' roba sua, puo' farne quello che vuole, ma nel momento in cui mi sfila soldi voglio essere Proprietario di quello che compro. Copiarmelo come cavolo mi pare, prestarlo agli amici, guardarlo negli ospedali. Ecchecca22o.
  • Anonimo scrive:
    Re: OT - il difetto dell'ipod
    Scusa, ma a cosa servono i menu contestuali?Cmd+C, Cmd+V, Cmd+A, Cmd+I...Con la tastiera si risparmia tempo e fatica ;)
    • avvelenato scrive:
      Re: OT - il difetto dell'ipod
      - Scritto da:
      Scusa, ma a cosa servono i menu contestuali?
      Cmd+C, Cmd+V, Cmd+A, Cmd+I...
      Con la tastiera si risparmia tempo e fatica ;)Ho una mano sola. Un po' di rispetto, per favore.
      • Anonimo scrive:
        Re: OT - il difetto dell'ipod
        - Scritto da: avvelenato

        - Scritto da:

        Scusa, ma a cosa servono i menu contestuali?

        Cmd+C, Cmd+V, Cmd+A, Cmd+I...

        Con la tastiera si risparmia tempo e fatica ;)

        Ho una mano sola. Un po' di rispetto, per favore.Scusa, mi spiace. :
      • Anonimo scrive:
        Re: OT - il difetto dell'ipod
        - Scritto da: avvelenato

        - Scritto da:

        Scusa, ma a cosa servono i menu contestuali?

        Cmd+C, Cmd+V, Cmd+A, Cmd+I...

        Con la tastiera si risparmia tempo e fatica ;)

        Ho una mano sola. Un po' di rispetto, per favore.Hai 5 dita a mano... solo la metà delle combinazioni richiedono la seconda se nonn si desidera spostare la manina dall'altra parte...
  • Anonimo scrive:
    "Se non lavorassi in Microsoft..."
    Leggete un po' cosa afferma non un Macaco ma addirittura un pezzo grosso MShttp://www.4news.it/anteprima/view_article.asp?site=2Tech&art_id=126
    • Anonimo scrive:
      Re: "Se non lavorassi in Microsoft..."
      - Scritto da:
      Leggete un po' cosa afferma non un Macaco ma
      addirittura un pezzo grosso
      MS

      http://www.4news.it/anteprima/view_article.asp?sitSe l'esperienza di qualche anno qui su PI non mi inganna e se conosco il meccanismo degli astrotufer, allora Allichin verrà additato come un idiota, un venduto o quanto altro... aspetto di leggere le reazioni...
  • Anonimo scrive:
    Ma oggi la musica costa più del doppio!
    quando ero ragazzo:un lp Lire 14.000uno stereo da casa Lit 200.000una cassetta vergine Lit. 2.000In un anno al massimo si spendevano Lit 350.000 per la musica (comprando 5 cassette al mese, 1 disco al mese e ammortizzando lo stereo in 3 anni)oggi un "hacker" spendeinternet flat eur 36 al meseun pc modernoper scaricare eur 1.000un ipod eur 200ammortizzando pc e ipod in 3 anni vengono 832 euro all'anno!!!Il guadagno si è spostato pesantemente su Telecom e produttori hardware.Sarebbe il caso che iniziassero loro a pagare un po' di siae??? Noi abbiamo già le tasche vuote!!!
  • Anonimo scrive:
    Notizia smentita
    http://www.blackfriarsinc.com/blog/2006/12/do-math-itunes-sales-arent-collapsing.htmlDal grafico si vede che le vendite di iTunes sono in aumento, come lo sono le vendite di iPod. Quello che diminuisce è il rapporto di vendita tra iTunes e iPod che cala lievemente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Notizia smentita
      - Scritto da:
      http://www.blackfriarsinc.com/blog/2006/12/do-math

      Dal grafico si vede che le vendite di iTunes sono
      in aumento, come lo sono le vendite di iPod.
      Quello che diminuisce è il rapporto di vendita
      tra iTunes e iPod che cala
      lievemente.Uh che smentita. Apple nega e tu la chiami smentita :)
  • Anonimo scrive:
    Apple "Nessun calo di vendite per iTunes
    Apple interviene sulle voci di calo delle vendite di iTunes Store diffuse da Forrester Research: "sono semplicemente non vere". Un analista concorda con Cupertinohttp://www.macitynet.it/macity/aA26515/index.shtml
  • Anonimo scrive:
    [Mezzo OT] Zune e iPod
    sullo schermo dell'iPod : "don't steal music"sullo schermo dello Zune: "Let's get started""Let's get started"...doing what ???
  • gordo scrive:
    Non ho capito...
    ...ho postato il link ad un immagine-grafico che mostra come le vendite non siano affatto in calo, ed il messaggio è stato censuratohttp://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1808237&m_id=1808965&r=PI&d=0
  • Anonimo scrive:
    Ci vuole un bel coraggio...
    ...a dire che le vendite sono calatehttp://www.blackfriarsinc.com/blog/uploaded_images/ipods-itunes-full.jpg
  • Anonimo scrive:
    Sempre aggiornatissimi!
    Certo che voi di Punto Informatico siete sempre "sul pezzo", come si suol dire.http://www.macitynet.it/macity/aA26515/index.shtmlProvare ad informarsi prima di scimiottare le notizie del giorno prima di Slashdot, no?!
  • Anonimo scrive:
    Non è vero
    http://www.macitynet.it/macity/aA26515/index.shtmlsaranno stati pagari da MS/Zune per fare caciara
  • Anonimo scrive:
    La Suora
    2 giorni fa una suora mi chiama per l'assistenza ai pc dell'istituto mi chiama e mi chede perchè i file audio che ha generato com win xp da un cdsul comuter Desktopnon puo usarli sul portatile ,Gli ho spiegato che è il DRM di Microsoft che permette di usare quei file SOLO sul Desktopse vuole avere un formato portabile su piùpiattaforme senza restrizioni di Sorta DEVE utilizzare OGGSe riscono a capire questi concetti le suore lo possono capire gli impiegati del ministero se lo capiscono gli impiegati del ministeroforse anche il 10% dei politici che siedo alle camere potrebbero capirlo e fare delle leggi meno idiote e che tutelino il consumatore
    • Anonimo scrive:
      Re: La Suora
      - Scritto da:
      che ha generato com win xp da un cd
      sul comuter Desktop
      non puo usarli sul portatile ,

      Gli ho spiegato che è il
      DRM di Microsoft
      che permette di usare quei file SOLO
      sul Desktop


      se vuole avere un formato portabile su più
      piattaforme senza restrizioni di Sorta

      DEVE utilizzare OGGPovera suora, avresti potuto spiegarle che con Windows Media Player si possono creare file WMA -SENZA- DRM e anzi questa è l'opzione di default ormai da parecchie versioni, l'OGG come se lo ascolta se non ha un player idoneo?? e anche fra i ortatili sono pochi quelli che lo supportano (l'iRiver e pochi altri)
    • Anonimo scrive:
      Re: La Suora
      senza andare a scomodare gli ogg puoi anche usare gli mp3 basta prendere un programma tipo musicmatch...
      • Anonimo scrive:
        Re: La Suora
        l'mp3 e' proprietarioOgg nocon questo programminohttp://www.quinnware.com/si può fare il ripping e encodigcon due click
        • Anonimo scrive:
          Re: La Suora
          ma basta co sta menata della roba proprietaria o no...cosa ci devo fare? lo devo ascoltare. se uso l'mp3 lo faccio suonare dal pc e da tutti i lettori mp3 portatili che esistono al mondo. se uso l'ogg lo faccio suonare dal pc e basta. cosa sarà meglio?
    • Anonimo scrive:
      Re: La Suora
      Ma ci pensi di notte a queste fesserie?????
  • MeX scrive:
    cos'è più vantaggioso...
    avete detto:"I CD COSTANO TROPPO PER FORZA C'Ê IL P2P"e allora nacquero i digial store, un album nuovo di pacca 10"EH MA C'Ê IL DRM!"i digitali music store potranno anche levare il DRM..."EH... MA SUL P2P lo scrocco a 0,00 perchè devo pagarne 10?"
    • Anonimo scrive:
      Re: cos'è più vantaggioso...
      - Scritto da: MeX
      avete detto:
      "I CD COSTANO TROPPO PER FORZA C'Ê IL P2P"

      e allora nacquero i digial store, un album nuovo
      di pacca
      10

      "EH MA C'Ê IL DRM!"

      i digitali music store potranno anche levare il
      DRM...

      "EH... MA SUL P2P lo scrocco a 0,00 perchè devo
      pagarne
      10?"esatto, nessuno acquisterà più cd finchè li troverà gratis sul p2p a prescindere dal costocerto che se li vendessero a 2 o 3 euro qualcosina cambierebbe, ma il p2p rimarrebbe sempre in prima linea per praticità d'uso e quantità di risorse
      • Sgabbio scrive:
        Re: cos'è più vantaggioso...
        Se il prezzo massimo di un Cd sarebbe 10 euro, la gente aquisterebbe volentieriSe non ci fosserò protezioni insulse che t'impediscono l'uso del CD nelle autoradio (per esempio, ovviamente), che ti mette su win un maleware per impedirne la copia (nel caso di sony) è altre cosine fastidiose, la gente non compra.Stessa cosa vale per i brani venduti nei negozi on line. il DRM e una cosa che va contro il libero utilizzo di un bene che TU compri.C'è cmq da notare che il DRM di Apple e il più leggero e facilmente scavalcabile.Le major dovrebbero prendere spunto da un certo Sito russo.....
        • Anonimo scrive:
          Re: cos'è più vantaggioso...
          - Scritto da: Sgabbio
          Se il prezzo massimo di un Cd sarebbe 10 euro, la
          gente aquisterebbeNO !se FOSSE, aCquisterebbe, semmai.
        • MeX scrive:
          Re: cos'è più vantaggioso...
          - Scritto da: Sgabbio
          Se il prezzo massimo di un Cd sarebbe 10 euro, la
          gente aquisterebbe
          volentierisi ma a 0,00 acquisti più volentieri :)
          Se non ci fosserò protezioni insulse che
          t'impediscono l'uso del CD nelle autoradio (per
          esempio, ovviamente), che ti mette su win un
          maleware per impedirne la copia (nel caso di
          sony) è altre cosine fastidiose, la gente non
          compra.si... tutti hanno smesso di comprare per questo... non perchè la musica ormai si trova gratis
          Stessa cosa vale per i brani venduti nei negozi
          on line. il DRM e una cosa che va contro il
          libero utilizzo di un bene che TU
          compri.concordo, cmq rimane un'alternativa appetibile... pagare un CD... 10
          C'è cmq da notare che il DRM di Apple e il più
          leggero e facilmente
          scavalcabile.qualsiasi DRM, più o meno facilmente è scavalcabile... banalmente basta una buona scheda audio che ti registri l'uscita wave :)
          Le major dovrebbero prendere spunto da un certo
          Sito
          russo.....il sito russo in questione vende materiale di cui non ha nessun diritto di vendito... paghi per restare nell'illegalità...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2006 08.58-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: cos'è più vantaggioso...
      Già, perchè pagare quando puoi averlo gratis e senza quella porcheria del DRM 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: DRM? Fallimento garantito
    - Scritto da:
    solo Steve Jobs può far
    credere che si "sentono meglio dei CD originali"
    (questa stronzata fa capire quanto la Apple
    prenda per culo i suoi utenti). sono anni che mi chiedo come mai ha un seguito di fanatici che credono che qualsiasi cosa che fa quest'azienda sia il non plus ultra della qualità, e non si rendono conto che l'unica cosa che gli interessa è capitalizzare miliardi su miliardi e basta, spendendo meno possibile.... PERO' quando parla giobbe tutti Credono! Ma proprio nel senso religioso.
    • Anonimo scrive:
      Re: DRM? Fallimento garantito
      - Scritto da:

      - Scritto da:

      solo Steve Jobs può far

      credere che si "sentono meglio dei CD
      originali"


      (questa stronzata fa capire quanto la Apple

      prenda per culo i suoi utenti).

      sono anni che mi chiedo come mai ha un seguito di
      fanatici che credono che qualsiasi cosa che fa
      quest'azienda sia il non plus ultra della
      qualità, e non si rendono conto che l'unica cosa
      che gli interessa è capitalizzare miliardi su
      miliardi e basta, spendendo meno possibile....
      PERO' quando parla giobbe tutti Credono! Ma
      proprio nel senso
      religioso.In medio stat virtus.È vero che vogliono capitalizzare, ma questo è normale, altrimenti sarebbe un'azienda no-profit!Ciò non toglie che la qualità di alcuni prodotti apple è innegabile.Il fanatismo è deleterio sia in un senso (fanboy) che nell'altro (bastian-contrario).
  • Anonimo scrive:
    Re: DRM? Fallimento garantito
    Questo che tu dici è vero, ma lo sapevano tutti, dall'inizio, solo che sull'onda del "fighettismo" non si poteva NON comprare un ipod e non si poteva NON acquistare da itunes, perchè la combinazione di cose rendeva la persona automaticamente fighetta e trendy (c'è chi compra le cuffiette bianche senza avere il lettore, giusto per mettersele e farsi vedere in giro).Ora che l'ipod puzza di vecchio e naftalina stantìa come gli imac colorati di una volta, la gente semplicemente non è più interessata ad avere quell'oggetto e quel modo di comprare musica, semplicemente è fuori moda.Personalmente non ho mai comprato e non comprerò mai in vita mia una canzone on line coperta da drm (e nemmeno scarico dal p2p per scelta personale), ascolto la radio e i circa 300 cd che ho comprato fino a circa 4-5 anni fa, poi ho iniziato a fare resistenza passiva e a non comprare più, perchè le persone non sono "consumatori" e/o "mucche da latte", sono "PERSONE" che vanno rispettate e non prese in giro, e secondo me l'acquisto di musica on line (un pugno di bit), che non comporta alcuna spesa di distribuzione e produzione (come è per i cd e i supporti fisici), oltretutto coperta con il drm, rappresenta il massimo grado assoluto di presa per il culo ai danni delle persone, e quelle che abboccano, mi spiace dirlo, sono sprovvedute e immature che se lo fanno mettere in quel posto dal marketing.A.M.
    • Anonimo scrive:
      Re: DRM? Fallimento garantito
      - Scritto da:

      Questo che tu dici è vero, ma lo sapevano tutti,
      dall'inizio, solo che sull'onda del "fighettismo"
      non si poteva NON comprare un ipod e non si
      poteva NON acquistare da itunes, perchè la
      combinazione di cose rendeva la persona
      automaticamente fighetta e trendy (c'è chi compra
      le cuffiette bianche senza avere il lettore,
      giusto per mettersele e farsi vedere in
      giro).

      Ora che l'ipod puzza di vecchio e naftalina
      stantìa come gli imac colorati di una volta, la
      gente semplicemente non è più interessata ad
      avere quell'oggetto e quel modo di comprare
      musica, semplicemente è fuori
      moda.

      Personalmente non ho mai comprato e non comprerò
      mai in vita mia una canzone on line coperta da
      drm (e nemmeno scarico dal p2p per scelta
      personale), ascolto la radio e i circa 300 cd che
      ho comprato fino a circa 4-5 anni fa, poi ho
      iniziato a fare resistenza passiva e a non
      comprare più, perchè le persone non sono
      "consumatori" e/o "mucche da latte", sono
      "PERSONE" che vanno rispettate e non prese in
      giro, e secondo me l'acquisto di musica on line
      (un pugno di bit), che non comporta alcuna spesa
      di distribuzione e produzione (come è per i cd e
      i supporti fisici), oltretutto coperta con il
      drm, rappresenta il massimo grado assoluto di
      presa per il culo ai danni delle persone, e
      quelle che abboccano, mi spiace dirlo, sono
      sprovvedute e immature che se lo fanno mettere in
      quel posto dal
      marketing.

      A.M.Bah, ormai è diventato di moda andare controcorrente.Troppo facile dire "Io non compro l'ipod, è solo roba per fighetti".Pensi davvero che tu sia riuscito a sfuggire al marketing ossessivo che c'è in giro?
      • Anonimo scrive:
        Re: DRM? Fallimento garantito

        Bah, ormai è diventato di moda andare
        controcorrente.Certo, è molto più facile cedere alle pubblicità e ai trend infinocchiatori ed uniformarsi a quello che vuole il mercato delle multinazionali.
        Troppo facile dire "Io non compro l'ipod, è solo
        roba per
        fighetti".Infatti è così, poi ognuno compra quel che gli pare...
        Pensi davvero che tu sia riuscito a sfuggire al
        marketing ossessivo che c'è in
        giro?Certo che si, io ci lavoro indirettamente nel marketing e ti posso dire di conoscerlo abbastanza bene.Il marketing è un'insieme di studi e conseguenti strategie atte ad influenzare le scelte della gente, per portare le persone verso il prodotto o servizio oggetto del marketing.Sarebbe stato facile correre al centro commerciale, o nel sito web, a comprare quell'oggetto bramato da tutti quanti, perchè con quel lettore la gente si sentiva cool (ricordo i video di cantanti famosissimi che sfoggiavano in primo piano -sotto pagamento- quel lettore mp3)... ma non l'ho fatto perchè so che quella bramosia di avere quell'oggetto (che io non ho mai avuto in quanto sono capace di vedere dietro le quinte di queste strategie, quindi non mi fanno alcun effetto) è indotta da un sistema di pubblicità, articoli e recensioni fatti ad hoc (publicity) e spesso concordati col produttore, apparizioni (pagate) in programmi e serie televisive, film, video musicali, ecc, atte ad influenzare le menti medie che si fanno infinocchiare da queste cose.
        • Sgabbio scrive:
          Re: DRM? Fallimento garantito
          - Scritto da:

          Certo, è molto più facile cedere alle pubblicità
          e ai trend infinocchiatori ed uniformarsi a
          quello che vuole il mercato delle
          multinazionali.Quello che intendeva dire: "E' anche una moda essere contro corrente criticando il prodotto più in voga".
          Infatti è così, poi ognuno compra quel che gli
          pare...Ciò non significa, dare del "fighetto" chi si compra un ipod ho un iMac però, tanto per dare un esempio. Magari uno gli compra ipod perchè gli piace di suo e non tanto per essere alla moda. C'è sempre molta gente che usa la testa.
          Certo che si, io ci lavoro indirettamente nel
          marketing e ti posso dire di conoscerlo
          abbastanza
          bene.Sei fortunato, veramente ^^
          Il marketing è un'insieme di studi e conseguenti
          strategie atte ad influenzare le scelte della
          gente, per portare le persone verso il prodotto o
          servizio oggetto del
          marketing.Io ho una mia difinizione che è lunga una frase ma non l'ha dico perchè non vorrei _involontariamente_ offendere te.
          Sarebbe stato facile correre al centro
          commerciale, o nel sito web, a comprare
          quell'oggetto bramato da tutti quanti, perchè con
          quel lettore la gente si sentiva cool (ricordo i
          video di cantanti famosissimi che sfoggiavano in
          primo piano -sotto pagamento- quel lettore
          mp3)... ma non l'ho fatto perchè so che quella
          bramosia di avere quell'oggetto (che io non ho
          mai avuto in quanto sono capace di vedere dietro
          le quinte di queste strategie, quindi non mi
          fanno alcun effetto) è indotta da un sistema di
          pubblicità, articoli e recensioni fatti ad hoc
          (publicity) e spesso concordati col produttore,
          apparizioni (pagate) in programmi e serie
          televisive, film, video musicali, ecc, atte ad
          influenzare le menti medie che si fanno
          infinocchiare da queste
          cose.Purtroppo questo è vero :( Però credo che non bisogna essere lavoratori del marketing per pensare con la propia testa. Io non ho nessun lettore mp3. Poi ipod di suo non sopporta gli OGG e i Flac... formati che uso molto in questo periodo.
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM? Fallimento garantito

            Quello che intendeva dire: "E' anche una moda
            essere contro corrente criticando il prodotto più
            in
            voga".avevo capito, ma non è il mio caso, e comunque meglio essere critici verso i prodotti alla moda che comprare della roba solo perchè fa trendy.
            Ciò non significa, dare del "fighetto" chi si
            compra un ipod ho un iMac però, tanto per dare un
            esempio. Magari uno gli compra ipod perchè gli
            piace di suo e non tanto per essere alla moda.
            C'è sempre molta gente che usa la
            testa.sicuramente, ma in generale...



            Certo che si, io ci lavoro indirettamente nel

            marketing e ti posso dire di conoscerlo

            abbastanza

            bene.

            Sei fortunato, veramente ^^mah... non penso proprio... è solo che collaboro da circa 10 anni con gente che fa marketing e ho capito col tempo i vari meccanismi.



            Il marketing è un'insieme di studi e conseguenti

            strategie atte ad influenzare le scelte della

            gente, per portare le persone verso il prodotto
            o

            servizio oggetto del

            marketing.


            Io ho una mia difinizione che è lunga una frase
            ma non l'ha dico perchè non vorrei
            _involontariamente_ offendere
            te.vai tranquillo, definisci pure
            Purtroppo questo è vero :( Però credo che non
            bisogna essere lavoratori del marketing per
            pensare con la propia testa. certo, parlavo solo per esperienza e con cognizione di causa. basta informarsi un pò per vederci chiaro.le multinazionali considerano la massa di persone come una grande montagna di carte di credito da svuotare con svariate strategie, ed iniziano a plagiare psicologicamente le persone fin dall'infanzia.
            Io non ho nessun
            lettore mp3. Poi ipod di suo non sopporta gli
            OGG e i Flac... formati che uso molto in questo
            periodo.invece un sacco di persone hanno comprato quel lettore senza sapere nulla sul drm, sul fatto che per caricare le canzoni hai per forza bisogno del suo software, ecc ecc ecc, ma solo per averlo, come fosse una giacca firmata confrontata con la stessa giacca senza firma.
  • Enjoy with Us scrive:
    DRM Utili?
    Al consumatore no di certo, che ora i consumatori se ne siano accorti era da attenderselo, prima o poi dovevano imbattersi nel P2P....Agli store su internet?A quanto pare li mettera' fuori mercatoAgli artisti?Ma se raccolgono forse il 10% lordo del prezzo di vendita della loro opera...Gli unici che credono di trarne profitto sono le Major, ma si sbagliano, stanno solo spingendo la massa degli utenti verso il P2P, sarebbero ancora in tempo se eliminassero i DRM e abbattessero i costi dei CD/DVD e della musica venduta in rete.Penso che 3-5 euro per un CD/DVD possano essere considerati giusti e remunerativi per tutti (costo produzione intorno ai 50 centesimi, 2 euro all'artista, il resto al distributore (Major)/negozio. Per i brani venduti in rete penso che 20 - 30 centesimi l'uno sia piu' che adeguato, e senza DRM.Gli utenti sono pigri e davanti a prezzi onesti, non si sognerebbero mai di perdere tempo con il P2P, alle Major serve un po' di fiducia sul comportamento tendenzialmente onesto dell'utente finale
  • Anonimo scrive:
    Re: DRM? Fallimento garantito
    Guarda che dopo che hai comprato la musica protetta da iTunes puoi farti un normalissimo CD audio e poi ci fai quello che ti pare. Te la rippi in mp3 e la metti dove vuoi.
    • Anonimo scrive:
      Re: DRM? Fallimento garantito
      - Scritto da:
      Guarda che dopo che hai comprato la musica
      protetta da iTunes puoi farti un normalissimo CD
      audio Certo certo "normalissimo" proprio, con la musica compressa sai che bel cd che ti fai...
      e poi ci fai quello che ti pare. Te la
      rippi in mp3 e la metti dove
      vuoi.Ah, quindi prendiamo della musica compressa col drm, ci facciamo un cd audio, quindi un resampling, poi lo rippiamo di nuovo in mp3... evviva! facciamoci del male!Ma la qualità sonora e il piacere di ascoltare la musica, dove sono finiti!?!?!
      • Anonimo scrive:
        Re: DRM? Fallimento garantito
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Guarda che dopo che hai comprato la musica

        protetta da iTunes puoi farti un normalissimo CD

        audio

        Certo certo "normalissimo" proprio, con la musica
        compressa sai che bel cd che ti
        fai...


        e poi ci fai quello che ti pare. Te la

        rippi in mp3 e la metti dove

        vuoi.

        Ah, quindi prendiamo della musica compressa col
        drm, ci facciamo un cd audio, quindi un
        resampling, poi lo rippiamo di nuovo in mp3...
        evviva! facciamoci del
        male!

        Ma la qualità sonora e il piacere di ascoltare la
        musica, dove sono
        finiti!?!?!Non scarichi MP3 se vuoi qualità sonora!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: DRM? Fallimento garantito

          Non scarichi MP3 se vuoi qualità sonora!!!guarda che è quel che dicevo io in risposta all'altro...
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM? Fallimento garantito
            - Scritto da:


            Non scarichi MP3 se vuoi qualità sonora!!!

            guarda che è quel che dicevo io in risposta
            all'altro...Tu dicevi che facendo un CD con degli mp3 e rippandolo non si aveva la stessa qualità sonora di un normale CD. E io ti ho detto che non si comprano gli mp3 se si vuole qualità.Fare un CD e ripparlo nuovamente è un modo per eludere il DRM, non c'entra la qualità audio.
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM? Fallimento garantito
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Non scarichi MP3 se vuoi qualità sonora!!!



            guarda che è quel che dicevo io in risposta

            all'altro...

            Tu dicevi che facendo un CD con degli mp3 e
            rippandolo non si aveva la stessa qualità sonora
            di un normale CD. E io ti ho detto che non si
            comprano gli mp3 se si vuole
            qualità.

            Fare un CD e ripparlo nuovamente è un modo per
            eludere il DRM, non c'entra la qualità
            audio.si ma perchè comprare da un sito on line (con tutte le spese accessorie) per farci un cd (che costa) e ripparlo, per avere in fine degli mp3 qualità infima, ricampionato più volte a diverse frequenze? fai prima a comprarlo originale.
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM? Fallimento garantito
            Soluzione:www.emusic.com (NO DRM-Dei file scaricati puoi fare quello che vuoi)www.play.com (cd a prezzi BASSISSIMI spediti a casa via posta. Esempio: Cd appena uscito 11.99 euro A CASA MIA. Poi lo rippo quanto voglio e come voglio)saluti
  • Anonimo scrive:
    digli di comprarsi un daily
    è l'unica cosa da dire a chi ha fatto il drm.NON DI PUO STRAGUADAGNARE TASSANDO PIU DEL PREZZO DEL PRODOTTO STESSO SOPRATTUTTO SE SI TRATTA DI CULTURA!!!LA MUSICA è CULTURA E SE VENDO UN CD DI BEETOVEN O VIVALDI A 7 EURO CON 1 EURO PREZZO DI PRODUZIONE E 6 DI RICARICO RUBO ALLA GENTE!!!!!NON CHI SI SCARICA QUESTE OPERE NON LE HANNO FATTE LE MAJOR NON SONO LORO E SE UNO LE SCARICA NON DEVE SPENDERE NIENTE PERCHè NON CI SONO COSTI DI PRODUZIONE E L'AUTORE NON ESISTE PIU.FINEQUALCUNO MI DICA IL CONTRARIO!!!SCUSATE HO COMPRATO IL CD DELL'ARTISTA X SPESA 18,90 ma io dico se all'autore gli va 5(è lui che crea e ha le spese e VA sovvenzionato)come cazzzzzzz fa alla fine a costare 18???massimo 10 anche se direi 7 è il prezzo giusto!!scusate se un privato vendesse a 10 facendo i cd con il masterizzatore casalingo diventerebbe migliardario in poco tempo.e allora perchè fatto da altri deve costare di piu?se qualcuno mi da una spiegazione poi io diro che il DRM è giusto...
  • ishitawa scrive:
    Sembra ???
    il DRM sembra ai consumatori più un problema che un vantaggiochi è il genio che ha partorito questa illuminante verità????e secondo lor signori ad un utente il DRM che vantaggi dovrebbe portare? non poter sentire la musica acquistata a CARO prezzo (1 euro a canzone, quindi sui 20 euro per CD equivalente) dove voglio, probabilmente perdere tutto fra due-tre anni quando cambierò PC/lettore etc ?oppure passare ore al telefoo a qualche call-center cercando di convincerli che dopo la reinstallazione di window non si è più riusciti a sentire i brani comprati?o il non poter nemmeno più ascoltare sul lettore le conversioni in MP3 dei PROPRI LP acquistati in gioventù ? proprio dei bei vantaggi, fin che ci sarà la radio mi sa che ascolterò quella, poi boh..
  • Anonimo scrive:
    Ma smettiamola...
    ...di comprare i files (io non l'ho mai fatto e mai lo farò) che devono essere gratuiti perché immateriali !Si devono acquistare i CD. E poi, come predico fra gli artisti, non "regalate" la vostra musica a 'sti cosiddetti concentratori (vedi iTunes, MySpace, YouTube, ecc.) fate arricchire solo loro: metteteci un brano poi fidelizzate i navigatori sui VOSTRI siti, da cui potete vendere direttamente senza intermediari._QUESTO_ è l'uso corretto della rete ! Marco Ravichforart.it
    • MeX scrive:
      Re: Ma smettiamola...
      - Scritto da:
      ...di comprare i files (io non l'ho mai fatto e
      mai lo farò) che devono essere gratuiti perché
      immateriali
      !
      Si devono acquistare i CD. E poi, come predico
      fra gli artisti, non "regalate" la vostra musica
      a 'sti cosiddetti concentratori (vedi iTunes,
      MySpace, YouTube, ecc.) fate arricchire solo
      loro: metteteci un brano poi fidelizzate i
      navigatori sui VOSTRI siti, da cui potete vendere
      direttamente senza
      intermediari.
      _QUESTO_ è l'uso corretto della rete !

      Marco Ravich
      forart.itsi ti vedo a girare su 14 siti diversi per scaricare 14 artist diversi :)tu non paghi per i file musicali perchè sono immateriali! bravo!però dimmi... li paghi gli sms? paghi la connessione ad internet per visualizzare cose immateriali sullo schermo? come mai?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma smettiamola...
        - Scritto da: MeX
        si ti vedo a girare su 14 siti diversi per
        scaricare 14 artist diversi
        :)
        Mah, io giro e scarico su molti più di 14 siti... poi molti gruppi hanno 2-3 dischi al massimo mica discografie alla Morandi !E comunque: basta una mezz'oretta al massimo per metterli nel download manager...
        tu non paghi per i file musicali perchè sono
        immateriali!
        Vedi c'è un rischio ancor maggiore: nessuno può dare un valore a qualcosa di immateriale è psichicamente impossibile (un po' come quelli che dicono che scaricare non è reato). Questo vuol dire che stiamo svalutando la musica tout cur ! (te lo dico da musicista e produttore)
        però dimmi... li paghi gli sms?
        No, non mando SMS (è il sistema di comunicazione più costoso che esiste, non sono un allocco), uso le email che sono il sistema di comunicazione scritto di Internet.
        paghi la connessione ad internet per
        visualizzare cose immateriali sullo schermo?
        Io pago la connessione mic le cose... altrimenti più cose vedrei più pagherei...
        come mai?
        Lascia stare, capisco che il ragionamento non è alla tua portata (fattelo dire da uno che è on-line da 11 anni e "mastica" internet da quasi 15)...Marco Ravich
  • Anonimo scrive:
    Ipod è una porcheria
    l'unico motivo per comprarlo è che è trendy.ma se vuoi un lettore serio, che ti permetta di caricare gli mp3 così come sono senza programmini di conversione che ti impestano il pc come un cancro e pretendono di riordinarti la tua musica come vogliono loro, e che magari legge pure formati lossless come il flac, beh allora l'ipod lasciamolo ai ragazzini fighetti.Io, dopo lunghi studi sui forum mi sono comprato l'Iaudio X5.HD 20 Gb riconosciuto e utilizzato come HD esterno usb 2.0Legge mp3 wmf e flac senza transcodifica. Interfaccia che anche un bambino....e che si fotta l'ipod :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipod è una porcheria
      - Scritto da:
      l'unico motivo per comprarlo è che è trendy.
      ma se vuoi un lettore serio, che ti permetta di
      caricare gli mp3 così come sono senza programmini
      di conversione che ti impestano il pc come un
      cancro e pretendono di riordinarti la tua musica
      come vogliono loro, e che magari legge pure
      formati lossless come il flac, beh allora l'ipod
      lasciamolo ai ragazzini
      fighetti.
      Io, dopo lunghi studi sui forum mi sono comprato
      l'Iaudio
      X5.
      HD 20 Gb riconosciuto e utilizzato come HD
      esterno usb
      2.0
      Legge mp3 wmf e flac senza transcodifica.
      Interfaccia che anche un
      bambino....

      e che si fotta l'ipod :)Hai un link diretto al prodotto?Mi incuriosisce! Grazie!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ipod è una porcheria
        Hai ragione!Io ho ipod video nero da 30 giga, preso solo perchè ho avuto possibilità di cambio merce con un cliente.E' bellissimo, ma la gestione dei file e lo stesso itune sono deleteri.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipod è una porcheria
          - Scritto da:
          Hai ragione!
          Io ho ipod video nero da 30 giga, preso solo
          perchè ho avuto possibilità di cambio merce con
          un
          cliente.
          E' bellissimo, ma la gestione dei file e lo
          stesso itune sono
          deleteri.allora vendimelo! io devo farne uno a mia madre che mi ha messo in croce per Natale!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ipod non è una porcheria
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Hai ragione!

            Io ho ipod video nero da 30 giga, preso solo

            perchè ho avuto possibilità di cambio merce con

            un

            cliente.

            E' bellissimo, ma la gestione dei file e lo

            stesso itune sono

            deleteri.


            allora vendimelo! io devo farne uno a mia madre
            che mi ha messo in croce per
            Natale!io aspetto ancora un'offerta! Natale si avvicina!me lo vuoi vendere? quanto vuoi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipod è una porcheria
      - Scritto da:
      l'unico motivo per comprarlo è che è trendy.
      ma se vuoi un lettore serio, che ti permetta di
      caricare gli mp3 così come sono senza programmini
      di conversione che ti impestano il pc come un
      cancro e pretendono di riordinarti la tua musica
      come vogliono loro, e che magari legge pure
      formati lossless come il flac, beh allora l'ipod
      lasciamolo ai ragazzini
      fighetti.
      Io, dopo lunghi studi sui forum mi sono comprato
      l'Iaudio
      X5.
      HD 20 Gb riconosciuto e utilizzato come HD
      esterno usb
      2.0
      Legge mp3 wmf e flac senza transcodifica.
      Interfaccia che anche un
      bambino....

      e che si fotta l'ipod :)bravo. sei davvero un grande.......
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipod è una porcheria
      L'ipod legge mp3 (nessuna riconversione) e il suo formato loseless.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ipod è una porcheria
        - Scritto da:
        L'ipod legge mp3 (nessuna riconversione) e il suo
        formato
        loseless.ma non rispondergli neanche......non lo ha mai neppure provato lui.......
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipod è una porcheria
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          L'ipod legge mp3 (nessuna riconversione) e il
          suo

          formato

          loseless.

          ma non rispondergli neanche......

          non lo ha mai neppure provato lui.......eheee... ma ha fatto "lunghi studi sul forum"
      • Anonimo scrive:
        Re: Ipod è una porcheria
        - Scritto da:
        L'ipod legge mp3 (nessuna riconversione) e il suo
        formato
        loseless.Apple Lossless non è lossless ;)E' un formato lossy a bassissima perdita come Musepack.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipod è una porcheria
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          L'ipod legge mp3 (nessuna riconversione) e il
          suo

          formato

          loseless.

          Apple Lossless non è lossless ;)
          E' un formato lossy a bassissima perdita come
          Musepack.Vorrei fare il test doppio cieco a chi si lamenta della perdita di qualità dovuta a questi formati :@
        • avvelenato scrive:
          Re: Ipod è una porcheria
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          L'ipod legge mp3 (nessuna riconversione) e il
          suo

          formato

          loseless.

          Apple Lossless non è lossless ;)
          E' un formato lossy a bassissima perdita come
          Musepack.apple lossless è lossless (aiff)forse ti confondi con aac, che l'anonimo di prima ha dimenticato di citare, e che è un lossy di generazione successiva all'mp3 (uno dei migliori codec audio, che a 128kbps dà la merda a un sacco d'altra robaccia, figurarsi a bitrate superiori).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipod è una porcheria
      si si.io l'ipod ce l'ho.tu no.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipod è una porcheria
      - Scritto da:
      l'unico motivo per comprarlo è che è trendy.
      ma se vuoi un lettore serio, che ti permetta di
      caricare gli mp3 così come sono senza programmini
      di conversione iTunes non è un programma di conversione
      che ti impestano il pc come un
      cancro e pretendono di riordinarti la tua musica
      come vogliono loro, altro errore... puoi anche ordinarla come vuoi tu, ma evdentemente non sei capace...(che cmq il "come vogliono loro" è una divisione fatta in base ad artista e album... mica cosa strane...)
      e che magari legge pure
      formati lossless come il flac,e perché non l'Apple lossless?
      beh allora l'ipod
      lasciamolo ai ragazzini
      fighetti.brutta bestia l'invidia
      Io, dopo lunghi studi sui forum mi sono comprato
      l'Iaudio
      X5.facevi meglio a provare i prodotti invece di fare "lunghi studi"... tra l'altro viste le inesattezze che dici, direi che non hai studiato un granché
      HD 20 Gb riconosciuto e utilizzato come HD
      esterno usb 2.0figurati che l'iPod lo uso anche come disco di avvio...
      Legge mp3 wmf e flac senza transcodifica.l'unica cosa che non legge l'ipod è quella fetecchia di wmf, che è l'unica cosa che viene convertita... per il resto legge mp3, aiff, m4p, aac, e un sacco dfi altri formati
      Interfaccia che anche un
      bambino....

      e che si fotta l'ipod :)interessante giudizio, soprattutto dato da uno che l'ipod non l'ha mai usato... ha fatto solo "lunghi studi" che l'hanno portato a non capire niente...
    • Anonimo scrive:
      Comprati Zune
      Stando a quanto scrivi dovresti essere l'utente perfetto per il lettore di Redmond.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipod è una porcheria

      HD 20 Gb riconosciuto e utilizzato come HD
      esterno usb 2.0io ho l'ipod, è sia USB 2.0 che firewire (e viene venduto con l'opportuno adattatore se uno ha la porta IEEE -non-ricordo-il-numero-scusate)io ho un portatile dotato della porta IEEE di cui sopra e per qualche strano motivo di porte USB non più riconosciute cone 2.0 ma 1.1 con conseguente notevole crollo della velocità di trasferimento: collegando l'ipod con la IEEE non ho problemi, tu con l'USB al mio posto cosa avresti fatto?ps: l'ipod, come già hanno detto altri, viene riconosciuto tranquillamente come HD esterno da winXP, forse ti confondi: era lo Zen della Creative che non poteva essere usato come unità esterna (almeno, non senza passare dall'apposito programmino Creative), fidati che è così, l'ho visto di persona, non l'ho letto su un forum...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipod è una porcheria
      Per ora è l'iPod che si fotte il tuo gingillo, da mattina a sera e per 365 giorni all'anno e gli fa anche tanto male...Ricordati che l'iPod ha re-inventato un mercato che era praticamente morto e sepolto per manifesta incapacità di qualsiasi produttore di venir fuori con un prodotto minimamente utilizzabile dall'uomo herectus, e che tutti i tuoi lettorini che hai "studiato a fondo" e che forse fanno (male) 2 cosine in + (che non servono) vivono di luce riflessa come tante sanguisughe.E' facile scopiazzare, cambiare il mondo è ben altra cosa e su questo, volente o nolente, Apple non sta dietro a nessuno...a fine anno saranno oltre 100 milioni gli iPod in giro, del tuo giocattolo fra 6 mesi manco esisterà più l'azienda.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ipod è una porcheria
        Insomma, 100 milioni di potenziali sordi... Sto pensando di aprire un negozio di protesi acustiche :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipod è una porcheria
          - Scritto da:
          Insomma, 100 milioni di potenziali sordi... eccerto, perché con gli altri lettori la musica non si sente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipod è una porcheria
      - Scritto da:
      ...
      Io, dopo lunghi studi sui forum mi sono comprato
      l'Iaudio
      X5.complimenti e' veranente brutto come l'inverno a Voghera
      • Anonimo scrive:
        Re: Ipod è una porcheria
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...

        Io, dopo lunghi studi sui forum mi sono comprato

        l'Iaudio

        X5.

        complimenti e' veranente brutto come l'inverno a
        VogheraE com'é l'inverno a Voghera?
  • Anonimo scrive:
    un'altra spiegazione
    musicalmente il 2006 è stato un anno deludente (rispetto ad un 2005 più vivo) sia per la music mainstream che per quella più di nicchia
    • Sgabbio scrive:
      Re: un'altra spiegazione
      - Scritto da:
      musicalmente il 2006 è stato un anno deludente
      (rispetto ad un 2005 più vivo) sia per la music
      mainstream che per quella più di
      nicchiaDipende dai gusti, credo
      • pikappa scrive:
        Re: un'altra spiegazione
        - Scritto da: Sgabbio

        - Scritto da:

        musicalmente il 2006 è stato un anno deludente

        (rispetto ad un 2005 più vivo) sia per la music

        mainstream che per quella più di

        nicchia


        Dipende dai gusti, credoSuvvia solo perchè nel mese di dicembre sono usciti "solo" 15 greatest hits (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: un'altra spiegazione
        - Scritto da: Sgabbio

        - Scritto da:

        musicalmente il 2006 è stato un anno deludente

        (rispetto ad un 2005 più vivo) sia per la music

        mainstream che per quella più di

        nicchia


        Dipende dai gusti, credoBe', è innegabile che Britney Spears è una bocca sottratta al porno :D
        • teddybear scrive:
          Re: un'altra spiegazione
          - Scritto da:
          Be', è innegabile che Britney Spears è una bocca
          sottratta al porno A parte gli scherzi, lei è il classico esempio di come un artista si svende commercialmente solo per fare soldi anche quando avrebbe le potenzialità per cantare musica artisticamente migliore (ma meno commerciale).
        • Anonimo scrive:
          Re: un'altra spiegazione
          - Scritto da:

          - Scritto da: Sgabbio



          - Scritto da:


          musicalmente il 2006 è stato un anno deludente


          (rispetto ad un 2005 più vivo) sia per la
          music


          mainstream che per quella più di


          nicchia





          Dipende dai gusti, credo

          Be', è innegabile che Britney Spears è una bocca
          sottratta al porno
          :DE Justin Timberlake ha sottratto il culo.....
    • teddybear scrive:
      Re: un'altra spiegazione
      - Scritto da:
      musicalmente il 2006 è stato un anno deludente
      (rispetto ad un 2005 più vivo) sia per la music
      mainstream che per quella più di
      nicchiaNel 2006 ho comprato molti più CD spendendo in totale meno. Dire che è stato deludente non è vero.
      • Anonimo scrive:
        Re: un'altra spiegazione
        - Scritto da: teddybear
        Nel 2006 ho comprato molti più CD spendendo in
        totale meno. Dire che è stato deludente non è
        vero.Io pure ho comprato piu' CD original (ma quelli senza protezioni di merda) nel 2006 che non negli ultimi 5 anni passati.E ho qualcosa che posso sentire COME VOGLIO IO.
    • Anonimo scrive:
      Re: un'altra spiegazione
      - Scritto da:
      musicalmente il 2006 è stato un anno deludente
      (rispetto ad un 2005 più vivo) sia per la music
      mainstream che per quella più di
      nicchiaHai ragione.Se il prodotto fa cagare, la gente non lo compra.E vedrai che smette anche di andare al cinema.
  • avvelenato scrive:
    facciamo pagare l'ipod correttamente
    40gb=10000brani (AAC a 128kbps )10000*0.99$=9999$+ prezzo dell'hardware (300? grossomodo...)= 10299$ Ecco, ora consideriamo quello che dovrebbe costare un ipod pieno secondo chi sostiene come lecita l'attuale politica dei prezzi.Voglio vedere se ne vendevano tanti a questo prezzo!!Ora mi direte: eh, ma magari uno ci carica su i suoi dischi!Va bene:immaginiamo un disco di 15 canzoni (generoso!) che costa 15 $ (utopico!)=1$ a canzone. E siamo punto a capo.Ora immagino l'obiezione di chi mi vorrà dimostrare a tutti i costi il torto: eh ma su itunes gli album interi non costano come le singole canzoni!Avanti, fate il calcolo di quanto si spende a riempire l'ipod di album da itunes!questo per fare capire che c'è qualcosa di profondamente sbagliato nel mercato discografico: si è passati da un'economia di lusso a una di massa, e il tutto di botto, senza soluzione di continuità, prima se ne renderanno conto i proprietari dei diritti, meno perderanno soldi e riprenderanno a cavalcare l'onda del profitto, favorendo questa volta la diffusione di contenuti.
    • Anonimo scrive:
      Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
      Cosa è l' ipod?
    • Anonimo scrive:
      Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
      Tante seghini mentali quando bastava dire che nel caso di Apple iTunes, i vari brani musicali che sono protetti dalla tecnologia DRM Apple FairPlay e sono incompatibili con gran parte dei lettori diversi dall'iPod.Questo basta a far allontare da Itunes anche i tonti. O)
      • avvelenato scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da:
        Tante seghini mentali quando bastava dire che nel
        caso di Apple iTunes, i vari brani musicali che
        sono protetti dalla tecnologia DRM Apple FairPlay
        e sono incompatibili con gran parte dei
        lettori diversi
        dall'iPod.
        Questo basta a far allontare da Itunes anche i
        tonti.
        O) MA CHE COSA DICI!?!? CHE QUARZO C'ENTRA?!? Anche senza drm il discorso sarebbe identico perché verte sui PREZZI assurdi per riempire 40gb di musica LEGALE!!!Quindi non diciamo BOIATE, i drm saranno pure fastidiosi e tutto il resto, di certo vengono percepiti come un valore sottratto e non aggiunto, tuttavia il fatto è che anche senza, nessuno sano di mente e dallo stipendio nella media acquisterebbe 10000 $ di canzoni! La gente prova a comprare 10 o 20 brani, poi per lo più si stancano.
        • Anonimo scrive:
          Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da:

          Tante seghini mentali quando bastava dire che
          nel

          caso di Apple iTunes, i vari brani musicali che

          sono protetti dalla tecnologia DRM Apple
          FairPlay

          e sono incompatibili con gran parte dei

          lettori diversi

          dall'iPod.

          Questo basta a far allontare da Itunes anche i

          tonti.

          O)


          MA CHE COSA DICI!?!? CHE QUARZO C'ENTRA?!?

          Anche senza drm il discorso sarebbe identico
          perché verte sui PREZZI assurdi per riempire 40gb
          di musica
          LEGALE!!!

          Quindi non diciamo BOIATE, i drm saranno pure
          fastidiosi e tutto il resto, di certo vengono
          percepiti come un valore sottratto e non
          aggiunto, tuttavia il fatto è che anche senza,
          nessuno sano di mente e dallo stipendio nella
          media acquisterebbe 10000 $ di canzoni! La gente
          prova a comprare 10 o 20 brani, poi per lo più si
          stancano.Quoto io ho preso un creative .....ciò giocato un pò ....poi l'ho cambiato con un'autoradio mp3 la musica fa parte del mio archivio 100 CD originaliche mi sono rippato da solo ed è fermo a 15 Anni fa ...(parliamoci chiaro la musica degli ulti 20 anni FA UN EFFETTO PURGANTE come la TV)
          • MeX scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente

            (parliamoci chiaro la musica degli ulti 20 anni
            FA UN EFFETTO PURGANTE come la
            TV)si è vero i GreenDay fanno skifo, come i MUSE, GNARLS BARKLEY, Coldplay....
          • avvelenato scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            - Scritto da: MeX

            (parliamoci chiaro la musica degli ulti 20 anni

            FA UN EFFETTO PURGANTE come la

            TV)

            si è vero i GreenDay fanno skifo, come i MUSE,
            GNARLS BARKLEY,
            Coldplay....Ognuno sente quel che gli piace, a me piacciono le css che non sanno suonare e lo ammettono apertamente, siamo già fortunati in questo periodo ad avere una scelta musicale vastissima che può accontentare tutti!ma quando sento certe affermazioni mi sembra di sentire quelli ignoranti di musica che dicono parlando degli 80, di definirli "anni che non hanno dato nulla alla musica". :S
          • MeX scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            si infatti ero ironico :)
      • Anonimo scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da:
        Tante seghini mentali quando bastava dire che nel
        caso di Apple iTunes, i vari brani musicali che
        sono protetti dalla tecnologia DRM Apple FairPlay
        e sono incompatibili con gran parte dei
        lettori diversi
        dall'iPod.
        Questo basta a far allontare da Itunes anche i
        tonti.
        O)Non con la gran parte, proprio con TUTTI.Significa che se compro su iTunes, per sentire quello che ho comprato su un player senza sbattimenti e con qualita' piena, devo comprare pure un iPod. Capito perche' a Apple piacciono i DRM e ci ha speso cosi' tanto per creare la piattaforma?
    • Anonimo scrive:
      Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
      - Scritto da: avvelenato
      40gb=10000brani (AAC a 128kbps )

      10000*0.99$=9999$= 9900$ (rotfl)
      • avvelenato scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da:

        - Scritto da: avvelenato

        40gb=10000brani (AAC a 128kbps )



        10000*0.99$=9999$
        = 9900$ (rotfl)Touché (ma erano anche le 6.23 e dopo 6 ore di lavoro, perdono! :))
    • MeX scrive:
      Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
      - Scritto da: avvelenato
      40gb=10000brani (AAC a 128kbps )

      10000*0.99$=9999$

      + prezzo dell'hardware (300? grossomodo...)

      = 10299$

      Ecco, ora consideriamo quello che dovrebbe
      costare un ipod pieno secondo chi sostiene come
      lecita l'attuale politica dei
      prezzi.
      Voglio vedere se ne vendevano tanti a questo
      prezzo!!
      Ora mi direte: eh, ma magari uno ci carica su i
      suoi
      dischi!

      Va bene:
      immaginiamo un disco di 15 canzoni (generoso!)
      che costa 15 $ (utopico!)=1$ a canzone. E siamo
      punto a
      capo.

      Ora immagino l'obiezione di chi mi vorrà
      dimostrare a tutti i costi il torto: eh ma su
      itunes gli album interi non costano come le
      singole
      canzoni!

      Avanti, fate il calcolo di quanto si spende a
      riempire l'ipod di album da
      itunes!






      questo per fare capire che c'è qualcosa di
      profondamente sbagliato nel mercato discografico:
      si è passati da un'economia di lusso a una di
      massa, e il tutto di botto, senza soluzione di
      continuità, prima se ne renderanno conto i
      proprietari dei diritti, meno perderanno soldi e
      riprenderanno a cavalcare l'onda del profitto,
      favorendo questa volta la diffusione di
      contenuti.prova a calcolare in una vita quanto spendi di cellulare... e poi prova a pensare se con il p2p ti puoi scaricare le ricariche... ti sembrerà un prezzo insostenibile perchè l'alternativa è 0 :)Ai tempi del vinile c'era gente che ci lasciava ogni mese una bella parte del suo stipendio per comprarsi la musica che gli piaceva.
      • teddybear scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da: MeX
        prova a calcolare in una vita quanto spendi di
        cellulare... e poi prova a pensare se con il p2p
        ti puoi scaricare le ricariche... ti sembrerà un
        prezzo insostenibile perchè l'alternativa è 0
        :)Dodici euro all'anno di media, dal 1997 (senza considerare il canone, che all'inzio era l'unica possibilità). Spesso ho fatto la ricarica solo per non far scadere quella dell'anno precedente.
        Ai tempi del vinile c'era gente che ci lasciava
        ogni mese una bella parte del suo stipendio per
        comprarsi la musica che gli piaceva.Ora non è più tempo del vinile. Ma spendo spesso una bella cifretta per certi vinili. E compro una media di due CD al mese. Una ventina di euro comprese le spese di spedizione.I vinili ed i SACD li considero spese fuori budget. E spesso si tratta di regali.
        • MeX scrive:
          Re: facciamo pagare l'ipod correttamente

          Dodici euro all'anno di media, dal 1997 (senza
          considerare il canone, che all'inzio era l'unica
          possibilità). Spesso ho fatto la ricarica solo
          per non far scadere quella dell'anno
          precedente.mi spiace per la tua vita sociale.
          Ora non è più tempo del vinile. Ma spendo spesso
          una bella cifretta per certi vinili. E compro una
          media di due CD al mese. Una ventina di euro
          comprese le spese di
          spedizione.

          I vinili ed i SACD li considero spese fuori
          budget. E spesso si tratta di
          regali.quindi?
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            - Scritto da: MeX



            Dodici euro all'anno di media, dal 1997 (senza

            considerare il canone, che all'inzio era l'unica

            possibilità). Spesso ho fatto la ricarica solo

            per non far scadere quella dell'anno

            precedente.

            mi spiace per la tua vita sociale.Se non è il solito rompicoglioni che telefona in giro tutto il giorno, non ha una vita sociale? (rotfl)
          • MeX scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            - Scritto da: MeX






            Dodici euro all'anno di media, dal 1997 (senza


            considerare il canone, che all'inzio era
            l'unica


            possibilità). Spesso ho fatto la ricarica solo


            per non far scadere quella dell'anno


            precedente.



            mi spiace per la tua vita sociale.

            Se non è il solito rompicoglioni che telefona in
            giro tutto il giorno, non ha una vita sociale?
            (rotfl)ora non so che tariffa abbia... ma 12 all'anno... considerando i costi di ricarica... beh fai te i conti dei minuti di telefonate e la quantità di SMS :)
          • Anonimo scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            - Scritto da: MeX

            - Scritto da: nattu_panno_dam



            - Scritto da: MeX









            Dodici euro all'anno di media, dal 1997
            (senza



            considerare il canone, che all'inzio era

            l'unica



            possibilità). Spesso ho fatto la ricarica
            solo



            per non far scadere quella dell'anno



            precedente.





            mi spiace per la tua vita sociale.



            Se non è il solito rompicoglioni che telefona in

            giro tutto il giorno, non ha una vita sociale?

            (rotfl)

            ora non so che tariffa abbia... ma 12
            all'anno... considerando i costi di ricarica...
            beh fai te i conti dei minuti di telefonate e la
            quantità di SMS
            :)anchio spendo sui 10 all'anno e allora???? sarà mai preferisco parlarci di persona con le persone e mando sms proprio se sono costretto. ma forse se non si è un lobomotomizzato dei cellulari che manda 100 sms al giorno e spende centinaia di euro in suonerie ma invece si preferisce parlare di persona con la gente allora vuol dire non avere una vita sociale.... mha sarà ma io non ne sono molto convinto
          • MeX scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            beh... sarà che allora incontri facilmente gli amici al bar... io tra chiamate ai miei genitori, sorella, messaggi per mettermi d'accordo con tutti su cosa fare quella o quell'altra sera... 12 all'anno sarebbero improponibili!Fortuna che con la mia ragazza ci convivo :) sennò altre salassate :))))
          • avvelenato scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            - Scritto da: MeX

            - Scritto da: nattu_panno_dam



            - Scritto da: MeX









            Dodici euro all'anno di media, dal 1997
            (senza



            considerare il canone, che all'inzio era

            l'unica



            possibilità). Spesso ho fatto la ricarica
            solo



            per non far scadere quella dell'anno



            precedente.





            mi spiace per la tua vita sociale.



            Se non è il solito rompicoglioni che telefona in

            giro tutto il giorno, non ha una vita sociale?

            (rotfl)

            ora non so che tariffa abbia... ma 12
            all'anno... considerando i costi di ricarica...
            beh fai te i conti dei minuti di telefonate e la
            quantità di SMS
            :)Non so proprio cosa dire a uno che confonde la vita sociale con la vita telecomunicativa, a parte che deve curarsi.Ti serve un po' di sano SCOPOWER. Spegni il cellulare e vai a rimorchiare.
          • MeX scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            ...si dai adesso tutti spendono 12 all'anno...per quanto riguarda vita sociale = spesa del telefonino non mi sembra un grande azzardo!Poi sarà che essendomi trasferito a Torino città dalla provincia debba comunicare più del normale con i miei amici sparsi in provincia... poi boh non so... io ero già fiero dei miei 20 al mese... mi sorprende pensare che uno che ha una vita sociale normale possa spendere 12all'anno... equivalenti a 1 al mese... (considerando 12 pieni senza spese di ricarica)cmq... direi che l'OT sta assumendo connotati pesanti :)
          • avvelenato scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            - Scritto da: MeX
            ...si dai adesso tutti spendono 12 all'anno...
            per quanto riguarda vita sociale = spesa del
            telefonino non mi sembra un grande
            azzardo!
            Poi sarà che essendomi trasferito a Torino città
            dalla provincia debba comunicare più del normale
            con i miei amici sparsi in provincia... poi boh
            non so... io ero già fiero dei miei 20 al
            mese... mi sorprende pensare che uno che ha una
            vita sociale normale possa spendere
            12all'anno... equivalenti a 1 al mese...
            (considerando 12 pieni senza spese di
            ricarica)
            cmq... direi che l'OT sta assumendo connotati
            pesanti
            :)mah, io ricarico di 60 in 60, per non avere spese di ricarica, farò 3 o 4 ricariche all'anno (non le conto). Organizzarmi per uscire lo faccio perchè ho amici tutti dislocati in culo al mondo, ma c'è gente che ce li ha sottocasa e non è il caso di criminalizzarli, no?per quanto concerne l'ot il thread l'ho aperto io e se si va in ot o meno me ne inculo altamente! :D
          • MeX scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente

            e se si va in ot o meno me ne inculo altamente!
            :Dmi piace il tuo stile! sinceramente!Mi piace il fatto che sdrammatizzi al momento giusto :)
      • avvelenato scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da: MeX

        - Scritto da: avvelenato

        40gb=10000brani (AAC a 128kbps )



        10000*0.99$=9999$



        + prezzo dell'hardware (300? grossomodo...)



        = 10299$



        Ecco, ora consideriamo quello che dovrebbe

        costare un ipod pieno secondo chi sostiene come

        lecita l'attuale politica dei

        prezzi.

        Voglio vedere se ne vendevano tanti a questo

        prezzo!!

        Ora mi direte: eh, ma magari uno ci carica su i

        suoi

        dischi!



        Va bene:

        immaginiamo un disco di 15 canzoni (generoso!)

        che costa 15 $ (utopico!)=1$ a canzone. E siamo

        punto a

        capo.



        Ora immagino l'obiezione di chi mi vorrà

        dimostrare a tutti i costi il torto: eh ma su

        itunes gli album interi non costano come le

        singole

        canzoni!



        Avanti, fate il calcolo di quanto si spende a

        riempire l'ipod di album da

        itunes!













        questo per fare capire che c'è qualcosa di

        profondamente sbagliato nel mercato
        discografico:

        si è passati da un'economia di lusso a una di

        massa, e il tutto di botto, senza soluzione di

        continuità, prima se ne renderanno conto i

        proprietari dei diritti, meno perderanno soldi e

        riprenderanno a cavalcare l'onda del profitto,

        favorendo questa volta la diffusione di

        contenuti.

        prova a calcolare in una vita quanto spendi di
        cellulare... e poi prova a pensare se con il p2p
        ti puoi scaricare le ricariche... ti sembrerà un
        prezzo insostenibile perchè l'alternativa è 0
        :)Sono d'accordo, infatti se ci fosse il p2p dei cellulari (wimax? openspectrum?) non potrei che esserne favorevole
        Ai tempi del vinile c'era gente che ci lasciava
        ogni mese una bella parte del suo stipendio per
        comprarsi la musica che gli
        piaceva.I vinili non li duplichi facilmente. i bytes, sì.Un tempo la musica era un prodotto di lusso, da regalare, da collezionare. Adesso è un prodotto di massa. Puoi nostalgicamente rimpiangere i bei tempi di allora, però intanto ogni 5 anni ci sono 10 volte i gruppi musicali del lustro precedente: tutti dilettanti, molti incapaci, ma con tantissime idee.Forzare l'economia a rimanere su di un mercato basato sulla scarsità -artificialmente creata- quando invece l'abbondanza consente di fare profitti equivalenti, è una guerra persa!Meglio vendere brani a 0.10 centesimi o tassare la connessione internet!
      • mythsmith scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente

        Ai tempi del vinile c'era gente che ci lasciava
        ogni mese una bella parte del suo stipendio per
        comprarsi la musica che gli
        piaceva.Ai tempi dei cacciatori/raccoglitori c'era gente che ci lasciava ogni mese tutto il suo tempo per raccattare qualcosa da mangiare.
    • teddybear scrive:
      Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
      - Scritto da: avvelenatoPermettimi di fare precisazioni che non vogliono in alcun modo smentire l'idea di base del tuo discorso, che condivido e plaudo per la semplicità con cui sei riuscito ad esporla.
      40gb=10000brani (AAC a 128kbps )Comprarsi un lettore a 300 euro e poi ascoltarsi i brani a 128kb? Bleah. Io ho un lettore "mp3" (ma non solo) da 1gb. Ed uso il formato di compressione ATRAC, notoriamente qualitativamente superiore all'emmepitre, e la differenza si sente, eccome se si sente. Ovviamente compressioni a 128kb non le considero neanche.
      10000*0.99$=9999$Ti è scappato il dito sul nove. La prossima volta premi due volte il nove e due volte lo zero, è l'altro tasto, appena a fianco, con quella specie di cerchio allungato e un arco di cerchio aperto a sinistra (per chi ha una tastiera con layout internazionale)
      + prezzo dell'hardware (300? grossomodo...)Il prezzo dell'hardware? 150 $ ad esagerare. Il resto paghi il nome.
      Ora mi direte: eh, ma magari uno ci carica su i
      suoi
      dischi!Non ho mai comprato ne comprerò musica online, fino a quando non me la daranno con una qualità paragonabile ad un CD originale o ad un prezzo proporzionale alla perdità di qualità.
      Va bene:
      immaginiamo un disco di 15 canzoni (generoso!)
      che costa 15 $ (utopico!)=1$ a canzone. E siamo punto a capo.Sinceramente non comprerei mai un disco a 15$. Quelli che compro io (e non sono pochi, diciamo una media di uno ogni due settimane) costano meno. La media è di 8$ negli ultimi anni.
      Ora immagino l'obiezione di chi mi vorrà
      dimostrare a tutti i costi il torto: eh ma su
      itunes gli album interi non costano come le
      singole canzoni!Non hai torto. Anzi. Anche con le mie considerazioni arrivi a pagare il tutto la metà. Esagerando lo paghi un terzo. Ma sono sempre un bel paio di migliaia di euro.Per una generazione che è abituata ad avere i CD in Mp3 ipercompresso con su tutta la discografia di un artista. Un paio di giorni fa su un sito ho trovato un tale che si vantava di avere la discografia completa di Elvis Presley su un unico CD. Sono andato a guardare la mia raccolta di vinili. Ho 69 album. Anche ammettendo solo 30 minuti ad album si parla di 30 ore. Che cavolo di compressione ha usato? Mono (e vabbè, i primi erano in mono, vero) a 64kb ?
      • Anonimo scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        IPOD???Non comprero' mai questa grande c......a 199 euri per 4 giga di hd ma siamo matti???Via su sveglia e poi a livello di qualita via su via sveglia
        • outkid scrive:
          Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
          se sei povero non puoi fare una colpne al resto del mondo..- Scritto da:
          IPOD???Non comprero' mai questa grande c......a
          199 euri per 4 giga di hd ma siamo matti???Via su
          sveglia e poi a livello di qualita via su via
          sveglia
          • Alucard scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            - Scritto da: outkid
            se sei povero non puoi fare una colpne al resto
            del
            mondo..
            - Scritto da:

            IPOD???Non comprero' mai questa grande c......a

            199 euri per 4 giga di hd ma siamo matti???Via
            su

            sveglia e poi a livello di qualita via su via

            svegliaPiù che povero direi che usa ancora la testa.
          • outkid scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            allora trovasse un lettore tanto piccolo, esteticamente accattivante, e capiente che valga la pena di esser pagato meno.posso capire che i fissati dei formati lossless possano schifarlo.. ma spararla cosi' nn e' credibile..- Scritto da: Alucard

            - Scritto da: outkid

            se sei povero non puoi fare una colpne al resto

            del

            mondo..

            - Scritto da:


            IPOD???Non comprero' mai questa grande
            c......a


            199 euri per 4 giga di hd ma siamo matti???Via

            su


            sveglia e poi a livello di qualita via su via


            sveglia
            Più che povero direi che usa ancora la testa.
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        Ti rode che ti venga detto che tutti i soldi spesi e gli innumerevoli sacrifici fatti siano vani, eh?La qualità delle registrazioni in uno studio all' epoca di Elvis era deprimente se comparata a quella di oggi, probabilmente comparabile a un mp3 a 128k rippato ad alta velocità. Quindi che senso ha usare un formato lossless con 1000bit di quantizzazione e 1GHz come campionamento? Ti manca solo il purismo audio, ma saresti off-topic.
        • avvelenato scrive:
          Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
          - Scritto da: nattu_panno_dam
          Ti rode che ti venga detto che tutti i soldi
          spesi e gli innumerevoli sacrifici fatti siano
          vani,
          eh?

          La qualità delle registrazioni in uno studio all'
          epoca di Elvis era deprimente se comparata a
          quella di oggi, probabilmente comparabile a un
          mp3 a 128k rippato ad alta velocità. Quindi che
          senso ha usare un formato lossless con 1000bit di
          quantizzazione e 1GHz come campionamento?


          Ti manca solo il purismo audio, ma saresti
          off-topic.Per parlare con precisione, con HI-FI, alta fedeltà, si intende una resa quanto più fedele all'originale, se aggiungi alterazioni ad un originale già alterato, il risultato finale sarà ovviamente peggiore.Senza voler togliere nulla al tuo discorso, che di fatto è corretto, è inutile cercare alta fedeltà se a monte della registrazione non la si è cercata. Ma gli appassionati di HI-FI non ascoltano elvis ma registrazioni per audiofili su costosissimi impianti da minimo 15000$, rigorosamente in casa e immobili.secondo me se uno si fa prendere dalla scimmia dell'audiophilia, ne esce pazzo, tanto vale cercare una soluzione di compromesso, e le mie orecchie tollerano bene un aac a 128kbps e un mp3 a 192kbps (vbr)
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: nattu_panno_dam

            Ti rode che ti venga detto che tutti i soldi

            spesi e gli innumerevoli sacrifici fatti siano

            vani,

            eh?



            La qualità delle registrazioni in uno studio
            all'

            epoca di Elvis era deprimente se comparata a

            quella di oggi, probabilmente comparabile a un

            mp3 a 128k rippato ad alta velocità. Quindi che

            senso ha usare un formato lossless con 1000bit
            di

            quantizzazione e 1GHz come campionamento?





            Ti manca solo il purismo audio, ma saresti

            off-topic.

            Per parlare con precisione, con HI-FI, alta
            fedeltà, si intende una resa quanto più fedele
            all'originale, se aggiungi alterazioni ad un
            originale già alterato, il risultato finale sarà
            ovviamente
            peggiore.

            Senza voler togliere nulla al tuo discorso, che
            di fatto è corretto, è inutile cercare alta
            fedeltà se a monte della registrazione non la si
            è cercata. Ma gli appassionati di HI-FI non
            ascoltano elvis ma registrazioni per audiofili su
            costosissimi impianti da minimo 15000$,
            rigorosamente in casa e
            immobili.Si chiamano puristi, e non sono sani come i loro discorsi.


            secondo me se uno si fa prendere dalla scimmia
            dell'audiophilia, ne esce pazzo, tanto vale
            cercare una soluzione di compromesso, e le mie
            orecchie tollerano bene un aac a 128kbps e un mp3
            a 192kbps
            (vbr)Come tutti, apparte che ormai vedo solo formati lossy con bitrate variabile. Imho il lossless è ottimo dove cè necessità di modifiche come mixing o altro (parlo prettamente di audio).
      • avvelenato scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da: teddybear
        - Scritto da: avvelenato

        Permettimi di fare precisazioni che non vogliono
        in alcun modo smentire l'idea di base del tuo
        discorso, che condivido e plaudo per la
        semplicità con cui sei riuscito ad
        esporla.


        40gb=10000brani (AAC a 128kbps )

        Comprarsi un lettore a 300 euro e poi ascoltarsi
        i brani a 128kb? Bleah. Io ho un lettore "mp3"
        (ma non solo) da 1gb. Ed uso il formato di
        compressione ATRAC, notoriamente qualitativamente
        superiore all'emmepitre, e la differenza si
        sente, eccome se si sente. Ovviamente
        compressioni a 128kb non le considero
        neanche.
        e l'aac è ancora migliore dell'atrac, inoltre quando sono al lavoro o sul metrò non mi metto a fare sofismi sulla qualità audio, per quella posso ascoltare a casa gli originali sull'impianto, rigorosamente a valvole, da 45mila euros.

        10000*0.99$=9999$

        Ti è scappato il dito sul nove. La prossima volta
        premi due volte il nove e due volte lo zero, è
        l'altro tasto, appena a fianco, con quella specie
        di cerchio allungato e un arco di cerchio aperto
        a sinistra (per chi ha una tastiera con layout
        internazionale)
        in verità arrotondavo (anzi, srotondavo) per eccesso, tu lo sai che tutti i prezzi devono per forza finire con 99 (anzi, mi sono dimenticato di metterci i 99centesimi)

        + prezzo dell'hardware (300? grossomodo...)

        Il prezzo dell'hardware? 150 $ ad esagerare. Il
        resto paghi il
        nome.
        guarda non so adesso quanto costa un ipod o simili e ho sparato una cifra approssimativa, ma quando ho preso il mio da 40gb, 2 anni fa, l'ho pagato 400, e lettori di qualità costavano lì x lì, creative, iriver, ecc. Poi non discuto sulla scelta del singolo lettore, chi ha più features, chi meno, qual è il più figo e il più pratico, dico solo che chi si compra una cineseria due soldi poi non si lamenti se gli si apre in mano (e al centro assistenza gli raccomandino di usare un po' di attak).

        Ora mi direte: eh, ma magari uno ci carica su i

        suoi

        dischi!

        Non ho mai comprato ne comprerò musica online,
        fino a quando non me la daranno con una qualità
        paragonabile ad un CD originale o ad un prezzo
        proporzionale alla perdità di
        qualità.
        io invece li pagherei in proporzione allo sforzo in meno che ci vuole per duplicare distribuire files musicali. 10 centesimi a brano.

        Va bene:

        immaginiamo un disco di 15 canzoni (generoso!)

        che costa 15 $ (utopico!)=1$ a canzone. E siamo
        punto a
        capo.

        Sinceramente non comprerei mai un disco a 15$.
        Quelli che compro io (e non sono pochi, diciamo
        una media di uno ogni due settimane) costano
        meno. La media è di 8$ negli ultimi
        anni.
        Sì, ho capito, sei il furbo della situazione.

        Ora immagino l'obiezione di chi mi vorrà

        dimostrare a tutti i costi il torto: eh ma su

        itunes gli album interi non costano come le

        singole canzoni!

        Non hai torto. Anzi. Anche con le mie
        considerazioni arrivi a pagare il tutto la metà.
        Esagerando lo paghi un terzo. Ma sono sempre un
        bel paio di migliaia di
        euro.

        Per una generazione che è abituata ad avere i CD
        in Mp3 ipercompresso con su tutta la discografia
        di un artista. Un paio di giorni fa su un sito ho
        trovato un tale che si vantava di avere la
        discografia completa di Elvis Presley su un unico
        CD. Sono andato a guardare la mia raccolta di
        vinili. Ho 69 album. Anche ammettendo solo 30
        minuti ad album si parla di 30 ore. Che cavolo di
        compressione ha usato? Mono (e vabbè, i primi
        erano in mono, vero) a 64kb
        ?Come già detto da madonnaputt, è inutile cercare la qualità audio assoluta se l'originale è compromesso. Anche se effettivamente almeno 80kbps, per un mono io ce li metterei.
        • Anonimo scrive:
          Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
          - Scritto da: avvelenato[...]

          e l'aac è ancora migliore dell'atrac, inoltre
          quando sono al lavoro o sul metrò non mi metto a
          fare sofismi sulla qualità audio, per quella
          posso ascoltare a casa gli originali
          sull'impianto, rigorosamente a valvole, da 45mila
          euros.
          Orpo se rende fare il travesta! :o
    • Anonimo scrive:
      Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
      Semplice: l'unico modo per riempire un iPod legalmente sarebbe con la musica in abbonamento. Se esistesse.
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da:
        Semplice: l'unico modo per riempire un iPod
        legalmente sarebbe con la musica in abbonamento.
        Se
        esistesse.Non lo fa napster?
      • Anonimo scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da:
        Semplice: l'unico modo per riempire un iPod
        legalmente sarebbe con la musica in abbonamento.
        Se
        esistesse.Esiste, ma l'iPod e' incompatibile con i servizi offerti dai principali network (vedi Napster).E non e' un caso.
      • Anonimo scrive:
        Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
        - Scritto da:
        Semplice: l'unico modo per riempire un iPod
        legalmente sarebbe con la musica in abbonamento.
        Se
        esistesse.Napster in america funziona così eppure non ha per niente successo.
    • Anonimo scrive:
      Re: facciamo pagare l'ipod correttamente
      - Scritto da: avvelenato
      40gb=10000brani (AAC a 128kbps )

      10000*0.99$=9999$
      [...]A parte la moltiplicazione sbagliata ti quoto al 100%In totale, quindi, ti quoto al 99%! :DAh, non per farmi i razzi tuoi, ma quanto diavolo hai mangiato fra il precedente avatar e questo? @^ :D :D :DNon è che per quello attuale hai trovato una foto di Lich? :| :p(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    iPoi...
    ...succederà l'ovvio e inevitabile:il nuovo solito noto l'acquisirà e lo trasformerà in iGoones :D :D :D E sarà la volta che a Ballmer viene davvero l'ictus O)(geek)(cylon) @^(idea) :D(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: iPoi...
      - Scritto da:
      ...succederà l'ovvio e inevitabile:
      il nuovo solito noto l'acquisirà e lo trasformerà
      in iGoones :D :D :D

      E sarà la volta che a Ballmer viene davvero
      l'ictus O)(geek)(cylon) @^(idea)
      :D(rotfl)(rotfl)(rotfl)Se non sarà annegato prima nel frutto delle sue ascelle!!! :p :p :p
      • Anonimo scrive:
        Re: iPoi...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...succederà l'ovvio e inevitabile:

        il nuovo solito noto l'acquisirà e lo
        trasformerà

        in iGoones :D :D :D



        E sarà la volta che a Ballmer viene davvero

        l'ictus O)(geek)(cylon) @^(idea)

        :D(rotfl)(rotfl)(rotfl)

        Se non sarà annegato prima nel frutto delle sue
        ascelle!!! :p :p
        :pYuck! Ma non potreste parlare di Ballmer lontano dall'ora di pranzo? :| :| :|
  • Crazy scrive:
    i DRM vanno Contro i Consumatori
    CIAO A TUTTIe` da tempo che lo dico e ribadisco, ma i DRM andrebbero bene a patto che:1) Concedessero all'utente di Ascoltare/Guardare l'opera acquistata su qualsiasi tipo di supporto Hardware & Software2) Permettessero al compratore di effettuare un numero infinito di copie di riserva o Ripping dell'Opera acquistata al fine da assicurarsi che, in caso di smarrimento o rottura dell'originale, possa recuperare il brano tramite Copie su CD dai file rippati sul Computer3) concedessero all'utente di spostare un numero infinito di volte l'opera da un supporto all'altro e di ascoltarla, ossia, se ho la canzone su un iPod e mi compero un lettore mp3 Sony con cui ascoltarlo, devo avere il diritto di farlo, come devo avere il diritto di masterizzarmi la traccia in formato Audio per ascoltarla su qualunque tipo di lettore CDSe queste 3 regole venissero rispettate dai DRM, i DRM mi andrebbero anche bene, ma a certe aziende, vedesi iTunes ed il suo iPod, cio` non va bene.Esse vorrebber che la gente comperasse gli iPod e fosse obbligata ad ascoltare File acquistati tramite iTunes, e qual'ora il caro vecchio iPod dovesse rompersi, bisognerebbe riacquistare le licenze per tutte le canzoni, che ricordiamolo, sono ascoltabili solo dall'iPod... questo e` quello a cui cercavano di arrivare le aziende che producono lettori tipo l'iPod: incastrare l'utente per tutta la vita a rimanere con loro, pena, perdere tutti gli acquisti fatti gli anni prima...Vi immaginate se un girno la MediaSet mettesse in vendita una Televisione con cui si possa vedere solo Rete 4, Canale 5 ed Italia 1?Oh beh, esempio non azzeccato, c'e` gia` Sky che fornisce un Decoder che permette di vedere solo i loro canali... cambiamo esempio:la Universal Studios mette in vendita un lettore DVD con cui e` possibile visualizzare solo i DVD di Film Universal, se volete vederVi i Film della Paramound, dovreste comperarVi un lettore DVD paramount... ebbene, e` a questo che vorrebbero costringerci ad arrivare, e fatalita`, Sky, se glielo si chiede, ti risponde proprio cosi`: "per vedere Sky deve usare un nostro decodificatore, se poi vuole vedere altri canali, puo` sempre collegare un altro Decodificatore con cui vedere canali non Sky..."Ecco, e` questo cio` a cui vogliamo arrivare?Direi di no.Se si Bouicottano tutti i rpodotti con DRM o che impongono limitazioni tipo iPod e Decoder Sky, non ci vorra` molto tempo rpima che le aziende che li producono li riliberino dalle catene che li bloccano e ridiano la liberta` che spetta agli utenti che gia` pagano un sacco di soldi per ottenere i loro servizi.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
      Io so solo che finchè non tolgono i DRM non compro online. (punto) O)
    • Anonimo scrive:
      Re: i DRM vanno Contro i Consumatori

      1) Concedessero all'utente di Ascoltare/Guardare
      l'opera acquistata su qualsiasi tipo di supporto
      Hardware &
      SoftwareRiferito ad Apple, il file acquistato su iTunes e' chiaramente solo ascoltabile dall'iPod, pero' il Fairplay ti permette di scaricartelo su quanti iPod vuoi.
      2) Permettessero al compratore di effettuare un
      numero infinito di copie di riserva o Ripping
      dell'Opera acquistata al fine da assicurarsi che,
      in caso di smarrimento o rottura dell'originale,
      possa recuperare il brano tramite Copie su CD dai
      file rippati sul
      ComputerAncora, il DRM Apple ti permette di masterizzare il singolo file _infinite volte_
      3) concedessero all'utente di spostare un numero
      infinito di volte l'opera da un supporto
      all'altro e di ascoltarla, ossia, se ho la
      canzone su un iPod e mi compero un lettore mp3
      Sony con cui ascoltarlo, devo avere il diritto di
      farlo, come devo avere il diritto di
      masterizzarmi la traccia in formato Audio per
      ascoltarla su qualunque tipo di lettore
      CDSe quando acquisti un disco su iTunes, poi lo masterizzi in formato audio su un CD, quel CD non ha traccia di DRM . Puoi quindi ascoltarlo dove ti pare e piace.
      [CUT] e qual'ora il caro vecchio iPod
      dovesse rompersi, bisognerebbe riacquistare le
      licenze per tutte le canzoni, che ricordiamolo,
      sono ascoltabili solo dall'iPod... Falso. A parte che un backup e' consigliato per qualsiasi cosa che ciascuno ha sul proprio computer, i brani che compri _non_ sono ascoltabili solo dall'iPod, visto che li puoi ascoltare anche sul computer locale ed in piu', se fai la copia su CD (cosa che il software di consiglia appenan effettuato l'acquisto) , anche sullo stereo o l'autoradio...puoi addirittura acquisire il CD su un'altro computer .Forse sono un po' di parte ma , secondo me, il DRM Apple e' abbastanza permissivo.CiaoElMachinco
      • Anonimo scrive:
        Re: i DRM vanno Contro i Consumatori

        Riferito ad Apple, il file acquistato su iTunes
        e' chiaramente solo ascoltabile dall'iPod, ....[CUT]
        i brani che compri _non_ sono
        ascoltabili solo dall'iPod, Ehm... mi sono confuso un attimo.Per la prima frase, intendevo solo iPod come player portatili e scaricabili solo su iPod utilizzando iTunes.ciaoElMachinco
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
          Ormai le major hanno perso, la gente si e' accorta del P2P, chi mai tornera' piu' ad acquistare qualche cosa che e' disponibile gratis in rete, senza dover fornire dati sensibili tipo la carta di credito.Ora cosa faranno arresteranno in massa tutti i consumatori o cercheranno di rivedere drasticamente la loro politica di prezzi e di DRM?
      • pikappa scrive:
        Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
        - Scritto da:

        1) Concedessero all'utente di Ascoltare/Guardare

        l'opera acquistata su qualsiasi tipo di supporto

        Hardware &

        Software

        Riferito ad Apple, il file acquistato su iTunes
        e' chiaramente solo ascoltabile dall'iPod, pero'
        il Fairplay ti permette di scaricartelo su quanti
        iPod
        vuoi.
        Uhm no, ti permette di ascoltarlo se non ricordo male la combinazione, su altri 3 dispositivi tra ipod e mac/pc

        2) Permettessero al compratore di effettuare un

        numero infinito di copie di riserva o Ripping

        dell'Opera acquistata al fine da assicurarsi
        che,

        in caso di smarrimento o rottura dell'originale,

        possa recuperare il brano tramite Copie su CD
        dai

        file rippati sul

        Computer

        Ancora, il DRM Apple ti permette di masterizzare
        il singolo file _infinite
        volte_
        Ancora non corretto, fairplay permette di masterizzare una playlist circa una decina di volte, è vero che cmq una volta masterizzati i brani sono copiabili quante volte vuoi, a pato di accettare una piccola perdita di qualità


        3) concedessero all'utente di spostare un numero

        infinito di volte l'opera da un supporto

        all'altro e di ascoltarla, ossia, se ho la

        canzone su un iPod e mi compero un lettore mp3

        Sony con cui ascoltarlo, devo avere il diritto
        di

        farlo, come devo avere il diritto di

        masterizzarmi la traccia in formato Audio per

        ascoltarla su qualunque tipo di lettore

        CD

        Se quando acquisti un disco su iTunes, poi lo
        masterizzi in formato audio su un CD, quel CD non
        ha traccia di DRM . Puoi quindi ascoltarlo dove
        ti pare e
        piace.
        Si ma perdi qualità, vedi sopra

        [CUT] e qual'ora il caro vecchio iPod

        dovesse rompersi, bisognerebbe riacquistare le

        licenze per tutte le canzoni, che ricordiamolo,

        sono ascoltabili solo dall'iPod...

        Falso. A parte che un backup e' consigliato per
        qualsiasi cosa che ciascuno ha sul proprio
        computer, i brani che compri _non_ sono
        ascoltabili solo dall'iPod, visto che li puoi
        ascoltare anche sul computer locale ed in piu',
        se fai la copia su CD (cosa che il software di
        consiglia appenan effettuato l'acquisto) , anche
        sullo stereo o l'autoradio...puoi addirittura
        acquisire il CD su un'altro computer
        .
        Solito discorso sulla masterizzazione, cmq effettivamente l'ipod permette un backup delle tracce, hai cmq una copia ascoltabile sul computer e puoi tranquillamente deautorizzare l'ipod rotto e riautorizzare il nuovo

        Forse sono un po' di parte ma , secondo me, il
        DRM Apple e' abbastanza
        permissivo.
        No è vero il drm di apple è il piu permissivo ma sempre drm è, per questo io da itms non ho mai acquistato un brano! e mai lo farò finchè ci sarà drm
        • Anonimo scrive:
          Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
          - Scritto da: pikappa
          Uhm no, ti permette di ascoltarlo se non ricordo
          male la combinazione, su altri 3 dispositivi tra
          ipod e
          mac/pc5 computer diversi ed infiniti iPod.Ora, a meno che tu non faccia Ranzani di cognome, è lecito supporre che non abbia più di 5 computer a casa tua (o fra casa ed ufficio).Ovviamente nel caso li avessi potresti sempre farti un CD (senza drm) con le canzoni che hai scaricato ed ascoltartelo sul Cayenne ;-)
          • pikappa scrive:
            Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
            - Scritto da:
            - Scritto da: pikappa


            Uhm no, ti permette di ascoltarlo se non ricordo

            male la combinazione, su altri 3 dispositivi tra

            ipod e

            mac/pc

            5 computer diversi ed infiniti iPod.

            Ora, a meno che tu non faccia Ranzani di cognome,
            è lecito supporre che non abbia più di 5 computer
            a casa tua (o fra casa ed
            ufficio).
            Veramente si :-PE no, non faccio Ranzani di cognome e non ho uno schifocayenne;-)PsIn casa ho:2 pc windows di mio padre e mio fratello1 pc con Linux1 server Linux1 portatile Apple, ibookG41 portatile Linux di mia madre1 Commodore 64 (c64)1 Macintosh Classic (da riparare :'( )1 powerbook 540cpezzi vari ed eventuali (cylon)
          • Crazy scrive:
            Ne ho di piu`
            - Scritto da:
            - Scritto da: pikappa


            Uhm no, ti permette di ascoltarlo se non ricordo

            male la combinazione, su altri 3 dispositivi tra

            ipod e

            mac/pc

            5 computer diversi ed infiniti iPod.

            Ora, a meno che tu non faccia Ranzani di cognome,
            è lecito supporre che non abbia più di 5 computer
            a casa tua (o fra casa ed
            ufficio).

            Ovviamente nel caso li avessi potresti sempre
            farti un CD (senza drm) con le canzoni che hai
            scaricato ed ascoltartelo sul Cayenne
            ;-)CIAOmi spiace, ma di Computer ne ho ben piu` di 5:1 Server nella Stanza Server1 in Camera mia1 in Camera di mio Fratello1 per ciascuno dei 2 uffici di casa1 portatile, che fa la parte del fisso, che si trova nel bar del Salotto1 portatile che si trova nel Bar della CucinaCome vedi, ne ho di piu`, ma non mi chiamo Ranzani nemmeno Io, in ogni caso, non utilizzo iPod, anzi, non compro nulla perche` protetto da DRM, ma nemmeno scarico da reti P2P perche` lo ritengo sbagliato, mi accontento solo della Radio.Il DRM di iPod non permette di ascoltare il file su Infiniti iPod, ma solo su 5, e cio` non mi va bene, devo poterlo trasferire su Infiniti iPod in mio possesso, e lo stesso valesi per i Computer e per le volte che posso masterizzare il CD, se una canzone mi piace proprio tanto voglio potermela masterizzare vita natural durante alla fine di tutti i CD, ed e` mio diritto farlo visto che la ho pagata, altrimenti, non ditemi che sto comperando e datemela in affitto... ed allora non la prendo.CORDIALI SALUTI
          • Anonimo scrive:
            Re: Ne ho di piu`
            - Scritto da: Crazy

            CIAO
            mi spiace, ma di Computer ne ho ben piu` di 5:

            1 Server nella Stanza ServerSistema operativo?
            1 in Camera miaSistema operativo?
            1 in Camera di mio FratelloSistema operativo?
            1 per ciascuno dei 2 uffici di casaSistema operativo?
            1 portatile, che fa la parte del fisso, che si
            trova nel bar del
            SalottoSistema operativo?
            1 portatile che si trova nel Bar della CucinaSistema operativo?Sai, di malati di tecnologia non ce ne sono molti in giro, tu fai eccezione; in ogni caso il problema ce l'hai solo se sono macchine Windows o Macintosh. Se hai linux il problema non si pone perchè iTunes per Linux non esiste.
            non compro nulla perche` protetto da
            DRM, ma nemmeno scarico da reti P2P perche` lo
            ritengo sbagliato, mi accontento solo della
            Radio.Pippa mentale tua, va bene.
            Il DRM di iPod non permette di ascoltare il file
            su Infiniti iPod, ma solo su 5Negativo.Te lo confermo perchè io ho fatto la prova mentre tu, evidentemente, parli per sentito dire.Ma anche se fosse puoi masterizzarti i brani su cd (e Fair Play ti consente di masterizzare i brani infinite volte) ed ascoltarteli dove vuoi.
            devo poterlo trasferire su Infiniti iPod in
            mio possessoPuoi farlo, informati.
            per le volte che posso masterizzare il CD, se una
            canzone mi piace proprio tanto voglio potermela
            masterizzare vita natural durante alla fine di
            tutti i CD, ed e` mio diritto farlo visto che la
            ho pagataPuoi farlo, informati!!Informati prima di dire insesattezze.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ne ho di piu`
            - Scritto da: Crazy
            CIAO
            mi spiace, ma di Computer ne ho ben piu` di 5:

            1 Server nella Stanza Server
            1 in Camera mia
            1 in Camera di mio Fratello
            1 per ciascuno dei 2 uffici di casa
            1 portatile, che fa la parte del fisso, che si
            trova nel bar del
            Salotto
            1 portatile che si trova nel Bar della CucinaSe ne hai uno che fa da server puoi autorizzare solo quello e condividere la musica su tutti gli altri in rete locale (e ti restano altre 4 autorizzazioni libere)... se proprio proprio visto che i protatili sono portatili e potresti portateli anche in giro, puoi mettere due autorizzaioni anche lì... te ne restano cmq altre due libere
            Come vedi, ne ho di piu`, ma non mi chiamo
            Ranzani nemmeno Io, in ogni caso, non utilizzo
            iPod, anzi, non compro nulla perche` protetto da
            DRM, l'iPod non è mica protetto da DRM... puoi ascoltarci quello che vuoi
            Il DRM di iPod non permette di ascoltare il file
            su Infiniti iPod, ma solo su 5, e cio` non mi va
            bene, L'iPod non ha alcun DRM... i file acquistati su iTunes Store possono essere ascoltati su infiniti iPod (l'iPod non va mica autorizzato come i computer...). Se non sai le cose evita di dire castroneriedevo poterlo trasferire su Infiniti iPod in
            mio possesso, e lo stesso valesi per i Computer e
            per le volte che posso masterizzare il CD, La musica comprata su iTunes Store la puoi masterizzare infinite voltese una
            canzone mi piace proprio tanto voglio potermela
            masterizzare vita natural durante alla fine di
            tutti i CD, ed e` mio diritto farlo visto che la
            ho pagata,infatti è così... non capisco cosa lamenti
          • Anonimo scrive:
            sei atipico

            1 Server nella Stanza Servercioè scusa, tu usi il server per ascoltare gli mp3 nella stanza server? :smi sembra una castroneria, al limite sul server puoi fare un back-up dei file ma non vedo il bisogno di abilitare il server all'ascolto.
            1 in Camera mia
            1 in Camera di mio Fratello
            1 per ciascuno dei 2 uffici di casa
            1 portatile, che fa la parte del fisso, che si
            trova nel bar del
            Salotto
            1 portatile che si trova nel Bar della Cucinasei comunque atipico come soggettose attacchi un iPod ad "n-mila" computer puoi comunque ascoltare la musica senza dover abilitare il computer, lo sapevi?quindi puoi farti anche un iPod e attacarlo alla bisogna dove non sei autorizzato... oppure ti masterizza un CD e rippi le canzoni senza DRM (in una sala server chi si accorge della differenza?)ciao(apple)
          • Anonimo scrive:
            Re: sei atipico
            - Scritto da:
            se attacchi un iPod ad "n-mila" computer puoi
            comunque ascoltare la musica senza dover
            abilitare il computer, lo
            sapevi?più semplicemente può mettere la musica sul server e condividerla a tutti gli altri computer, usando una sola autizzazione(apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: i DRM vanno Contro i Consumatori


          il Fairplay ti permette di scaricartelo su
          quanti

          iPod

          vuoi.


          Uhm no, ti permette di ascoltarlo se non ricordo
          male la combinazione, su altri 3 dispositivi tra
          ipod e
          mac/pcTi hanno gia' risposto piu' sotto. Comunque sono 5 computer con iTunes e infiniti iPod.
          Ancora non corretto, fairplay permette di
          masterizzare una playlist circa una decina di
          volte, è vero che cmq una volta masterizzati i
          brani sono copiabili quante volte vuoi, a pato di
          accettare una piccola perdita di qualitàSi', hai ragione. Esattamente funziona che una playlist univoca e' masterizzabile solo 7 volte, mentre il file singolo lo e' infinite volte.Ho detto playlist univoca perche' e' sufficiente cambiare un file di posto per ottenere altre 7 masterizzazioni(ovvio che se e' un intero CD, magari le tracce e' meglio averle giuste, ma se e' una compilation ad hoc, forse non e' importante)
          No è vero il drm di apple è il piu permissivo ma
          sempre drm è, per questo io da itms non ho mai
          acquistato un brano! e mai lo farò finchè ci sarà
          drmOgnuno le sue scelte. Rispetto la tua , chiaramente. Per me va bene cosi', per adesso, e quindi compro da iTunes.CiaoElMachinco
          • Anonimo scrive:
            Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
            - Scritto da:

            Si', hai ragione. Esattamente funziona che una
            playlist univoca e' masterizzabile solo 7 volte,
            mentre il file singolo lo e' infinite
            volte.
            Ho detto playlist univoca perche' e' sufficiente
            cambiare un file di posto per ottenere altre 7
            masterizzazioni(ovvio che se e' un intero CD,
            magari le tracce e' meglio averle giuste, ma se
            e' una compilation ad hoc, forse non e'
            importante)Senza contare che una volta che hai masterizzato il CD puoi fare una copia con Nero o con Toast (o con qualunque altro software che ti piace).
            Ognuno le sue scelte. Rispetto la tua ,
            chiaramente. Per me va bene cosi', per adesso, e
            quindi compro da
            iTunes.Quoto.
      • Anonimo scrive:
        Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
        - Scritto da:

        1) Concedessero all'utente di Ascoltare/Guardare

        l'opera acquistata su qualsiasi tipo di supporto

        Hardware &

        Software

        Riferito ad Apple, il file acquistato su iTunes
        e' chiaramente solo ascoltabile dall'iPod, pero'
        il Fairplay ti permette di scaricartelo su quanti
        iPod
        vuoi.


        2) Permettessero al compratore di effettuare un

        numero infinito di copie di riserva o Ripping

        dell'Opera acquistata al fine da assicurarsi
        che,

        in caso di smarrimento o rottura dell'originale,

        possa recuperare il brano tramite Copie su CD
        dai

        file rippati sul

        Computer

        Ancora, il DRM Apple ti permette di masterizzare
        il singolo file _infinite
        volte_



        3) concedessero all'utente di spostare un numero

        infinito di volte l'opera da un supporto

        all'altro e di ascoltarla, ossia, se ho la

        canzone su un iPod e mi compero un lettore mp3

        Sony con cui ascoltarlo, devo avere il diritto
        di

        farlo, come devo avere il diritto di

        masterizzarmi la traccia in formato Audio per

        ascoltarla su qualunque tipo di lettore

        CD

        Se quando acquisti un disco su iTunes, poi lo
        masterizzi in formato audio su un CD, quel CD non
        ha traccia di DRM . Puoi quindi ascoltarlo dove
        ti pare e
        piace.


        [CUT] e qual'ora il caro vecchio iPod

        dovesse rompersi, bisognerebbe riacquistare le

        licenze per tutte le canzoni, che ricordiamolo,

        sono ascoltabili solo dall'iPod...

        Falso. A parte che un backup e' consigliato per
        qualsiasi cosa che ciascuno ha sul proprio
        computer, i brani che compri _non_ sono
        ascoltabili solo dall'iPod, visto che li puoi
        ascoltare anche sul computer locale ed in piu',
        se fai la copia su CD (cosa che il software di
        consiglia appenan effettuato l'acquisto) , anche
        sullo stereo o l'autoradio...puoi addirittura
        acquisire il CD su un'altro computer
        .


        Forse sono un po' di parte ma , secondo me, il
        DRM Apple e' abbastanza
        permissivo.

        Ciao
        ElMachincoEcco bravo masterizza i file di iTunes su CD così oltre ad aver pagato i diritti d'autore quando li hai comprati paghi ancora gli stessi diritti con la tassa (giusto compenso) sui CD vergini.I furbi è giusto farli pagare due volte.
        • Anonimo scrive:
          Re: i DRM vanno Contro i Consumatori

          Ecco bravo masterizza i file di iTunes su CD così
          oltre ad aver pagato i diritti d'autore quando li
          hai comprati paghi ancora gli stessi diritti con
          la tassa (giusto compenso) sui CD
          vergini.
          I furbi è giusto farli pagare due volte.Innanzitutto complimenti per il quoting...Seconda cosa: la tassa sui CD vergini, ammesso e non concesso che li prenda in Italia, la pago anche se sopra ci masterizzo le foto delle vacanze o li uso come sottobicchieri.Terza cosa : cosa intendi per furbo ? Non voglio insegnare niente a nessuno, ho solo detto che il DRM della Apple e' abbastanza permissivo.A me va bene comprare su iTunes, visto che non ho l'orecchio cosi' fine da distinguere un CD originale ( sempre ammesso che sia ben registrato) da un formato compresso.Volevo solo chiarire tre cose errate che ha detto Crazy.CiaoElMachinco
          • Anonimo scrive:
            Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
            Quello che io volevo invece far notare è la politica suicida delle major, che invece di fare una politica seria sui prezzi,preferiscono i DRM, ovvero limitare la libertà di chi la musica la compra e la paga regolarmente.Come dire che la Fiat ti vende una Punto, ma la puoi usare solo su strade normali, se provi ad andare in autostrada, appena passato il casello ti si spegne pensi che qualcuno la comprerebbe?Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: i DRM vanno Contro i Consumatori

            Quello che io volevo invece far notare è la
            politica suicida delle major, che invece di fare
            una politica seria sui prezzi,preferiscono i DRM,
            ovvero limitare la libertà di chi la musica la
            compra e la paga
            regolarmente.Hai pienamente ragione, ma il problema e' che finche' esiste gente a cui va bene comprare un CD a prezzi imposti esageratamente alti oppure comprare online file protetti da DRM (e io sono tra questi) , sicuramente loro non faranno una piega. Ma se poi , magari proprio per questi motivi, le vendite calano, basta additare il P2P e siamo a posto :sCredo che la situazione sia andata ben oltre il punto di non ritorno...
            Come dire che la Fiat ti vende una Punto, ma la
            puoi usare solo su strade normali, se provi ad
            andare in autostrada, appena passato il casello
            ti si spegne pensi che qualcuno la
            comprerebbe?
            Forse il paragone non e' azzeccato, ma rende l'idea. C'e' da dire che potrebbe essere acquistata come seconda auto da usare , appunto, non in autostrada.Il problema piu' grave, secondo me, e' il fatto che in alcuni casi le protezioni sono indicate chiaramente....in altri (sony rootkit) no.Se la protezione e' indicata, l'acquirente si regola di conseguenza(in fin dei conti, nessuno ti obbliga a comprare su iTunes o altri music store con DRM), se e' celata...buonanotte !
            CiaoCiaoElMachinco
    • Anonimo scrive:
      Re: i DRM vanno Contro i Consumatori
      www.emusic.com
  • Anonimo scrive:
    FUD
    L'idea che stia calando nelle vendite, e' solo apparente. E' quello che vogliono far credere, un po' perche' gli fa comodo, e un po' perche avevano creato delle stime di crescita del servizio semplicemente impossibili da realizzare.Questo serve solo per far abbassare la guardia all'opinione pubblica verso il pericolo dei DRM e del TC.
    • Anonimo scrive:
      Re: FUD
      - Scritto da:

      L'idea che stia calando nelle vendite, e' solo
      apparente. E' quello che vogliono far credere, un
      po' perche' gli fa comodo, e un po' perche
      avevano creato delle stime di crescita del
      servizio semplicemente impossibili da
      realizzare.

      Questo serve solo per far abbassare la guardia
      all'opinione pubblica verso il pericolo dei DRM e
      del
      TC.
      e zune?
      • Anonimo scrive:
        Re: FUD
        - Scritto da:
        e zune?Zune e' uscito ora, non sono paragonabili. E cmq vale esattamente la stessa cosa, MS e Apple da questo punto di vista (ma non solo) sono identiche.
  • Anonimo scrive:
    Il signore dei DRM
    "Un DRM per domarli,un DRM per trovarli,un DRM per germirli,e nell'ignoranza e povertà...INCATENARLI"La guerra è pace,la libertà è schiavitù,l'ignoranza è forza."
  • mario74 scrive:
    Re: DRM? Fallimento garantito
    per quanto mi riguarda spero che il futuro assomigli a Emusic :)
  • Anonimo scrive:
    DRM inutile per acquisti
    L'unica utilità del drm risiede nei servizi in abbonamento. Pago una quota mensile e scarico quanti brani voglio, se smetto di pagare la quota i brani smettono di essere leggibili. Unica utilità del DRM. Per l'acquisto di musica sono invece solo un fastidio per l'acquirente.
    • Anonimo scrive:
      Re: DRM inutile per acquisti
      - Scritto da:
      L'unica utilità del drm risiede nei servizi in
      abbonamento. Pago una quota mensile e scarico
      quanti brani voglio, se smetto di pagare la quota
      i brani smettono di essere leggibili. Unica
      utilità del DRM. Per l'acquisto di musica sono
      invece solo un fastidio per
      l'acquirente.Ciò che io acquisto, dev'essere MIO. Non esistono alternative.Sti qua fan tanto baccano perchè hanno il coltello dalla parte del manico, visto che, nella nostra società, la legge è di chi ha i soldi e la giustizia non esiste. C'è poco da arrampicarsi in una qualche speranza remota. Non esiste. Punto.
      • Anonimo scrive:
        Re: DRM inutile per acquisti
        - Scritto da:

        Ciò che io acquisto, dev'essere MIO. Non esistono
        alternative.Ma sveglia! Fatti un giro nel mondo reale e ti accorgi che di alternative ce ne sono a bizzeffe! Hai idea di quanti forme contrattuali esistano per regolare i rapporti di cessione di beni e/o servizi? Prima di acquistare, c'è un contratto ed è quello che regola l'utilizzo che puoi fare di ciò che ti ritrovi in mano.La forma più semplice è ovviamente quella che tu entri in un negozio, paghi ed esci. Ma vivaddio, ci vuole molto a capire che non è l'unica?Ah e per la cronaca, prima che tu risponda con insulti e associazioni di luoghi comuni vari: io sono contrarissimo a DRM, contratti telefonia della 3 ecc. ecc. ma se uno legge il contratto, gli sta bene (in virtù magari di un vantaggio economico o di altro genere) e vuole usufruire nelle forme proposte dalle vampiresche major, per quale strarazzo di ragione non può farlo???O dobbiamo tutti combattere "il sistema"?Boooooh....
        • Anonimo scrive:
          Re: DRM inutile per acquisti
          Ah e per la cronaca, prima che tu risponda con insulti e associazioni di luoghi comuni vari: io sono contrarissimo a DRM, contratti telefonia della 3 ecc. ecc. ma se uno legge il contratto, gli sta bene (in virtù magari di un vantaggio economico o di altro genere) e vuole usufruire nelle forme proposte dalle vampiresche major, per quale strarazzo di ragione non può farlo???O dobbiamo tutti combattere "il sistema"? Per carità, può farlo, ma oltre ad andare contro ai suoi interessi va contro gli interessi di tutta una comunità che non ha altro mezzo per impedire questi vampirismi se non quello di boicottarli.(non sono lo stesso cui hai risposto tu).Io per principio sono contrarissimo agli scioperi, vedrei tutt'altri mezzi di lotta, ma io sono ottimista ed ideslista. Però, se la comunità non ha altro mezzo per farsi sentire, non la voglio danneggiare facendo il crumiro.
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM inutile per acquisti

            Per carità, può farlo, ma oltre ad andare contro
            ai suoi interessi va contro gli interessi di
            tutta una comunità che non ha altro mezzo per
            impedire questi vampirismi se non quello di
            boicottarli.
            (non sono lo stesso cui hai risposto tu).

            Io per principio sono contrarissimo agli
            scioperi, vedrei tutt'altri mezzi di lotta, ma io
            sono ottimista ed ideslista.

            Però, se la comunità non ha altro mezzo per farsi
            sentire, non la voglio danneggiare facendo il
            crumiro.
            Quoto in pieno
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM inutile per acquisti
            - Scritto da:
            Ah e per la cronaca, prima che tu risponda con
            insulti e associazioni di luoghi comuni vari: io
            sono contrarissimo a DRM, contratti telefonia
            della 3 ecc. ecc. ma se uno legge il contratto,
            gli sta bene (in virtù magari di un vantaggio
            economico o di altro genere) e vuole usufruire
            nelle forme proposte dalle vampiresche major, per
            quale strarazzo di ragione non può
            farlo???

            O dobbiamo tutti combattere "il sistema"?

            Per carità, può farlo, ma oltre ad andare contro
            ai suoi interessi Tornando al discorso "altre forme di cessione di beni e servizi", se trovo chi mi offre tutta la musica che voglio infarcita di drm con scadenza a 10 euro al mese, perchè va contro i miei interessi sottoscrivere l'abbonamento? Meglio 10 canzoni acquistate? Chi sei tu che conosci quali sono gli interessi delle persone?
            va contro gli interessi di
            tutta una comunità che non ha altro mezzo per
            impedire questi vampirismi se non quello di
            boicottarli.
            (non sono lo stesso cui hai risposto tu).
            Se la "comunità" (chi è questa comunità? sembrano quelle parole vuote come il popolo, giusto per fare demagogia) mi impedisce di scegliere quello che io ritengo meglio per me, non fa i miei interessi. E nessuno deve essere obbligato a far proteste per gli ideali di altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM inutile per acquisti
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ah e per la cronaca, prima che tu risponda
            con

            insulti e associazioni di luoghi comuni vari: io

            sono contrarissimo a DRM, contratti telefonia

            della 3 ecc. ecc. ma se uno legge il contratto,

            gli sta bene (in virtù magari di un vantaggio

            economico o di altro genere) e vuole usufruire

            nelle forme proposte dalle vampiresche major,
            per

            quale strarazzo di ragione non può

            farlo???



            O dobbiamo tutti combattere "il sistema"?



            Per carità, può farlo, ma oltre ad andare contro

            ai suoi interessi

            Tornando al discorso "altre forme di cessione di
            beni e servizi", se trovo chi mi offre tutta la
            musica che voglio infarcita di drm con scadenza a
            10 euro al mese, perchè va contro i miei
            interessi sottoscrivere l'abbonamento? Meglio 10
            canzoni acquistate? Chi sei tu che conosci quali
            sono gli interessi delle
            persone?


            va contro gli interessi di

            tutta una comunità che non ha altro mezzo per

            impedire questi vampirismi se non quello di

            boicottarli.

            (non sono lo stesso cui hai risposto tu).



            Se la "comunità" (chi è questa comunità? sembrano
            quelle parole vuote come il popolo, giusto per
            fare demagogia) mi impedisce di scegliere quello
            che io ritengo meglio per me, non fa i miei
            interessi. E nessuno deve essere obbligato a far
            proteste per gli ideali di
            altri.
            Fate come me, smettete di comprarla, smettete anche di scaricarla, ascoltatela solo in radio se proprio non potete farne a meno, ma piuttosto andate ai concerti se avete degli artisti che vi piacciono. è il danno più ingente che si possa fare alle major, perchè si mina alla base il concetto che ha dato loro tanto potere, e che giustifica anche solo la loro esistenza, e cioè che la musica, anzi, la sua copia registrata e da loro veicolata, abbia un prezzo, un valore. Non lo ha, un valore ce l'ha solo la performance dell'artista, quella del cantante che ti canta davanti, che sforza le sue corde vocali per te che gli stai di fronte in quel momento, il resto è solo masturbazione uditiva moltiplicata per il numero di copie prodotte.
          • teddybear scrive:
            Re: DRM inutile per acquisti
            - Scritto da:
            Fate come me, smettete di comprarla, smettete
            anche di scaricarla, ascoltatela solo in radio se
            proprio non potete farne a meno,Purtroppo non conosco radio che trasmettono con una qualità "decente" (a parte i limiti del mezzo stesso). E non conosco molte radio che trasmettono la musica che piace a me. Perchè devo ascoltare qualcosa che vogliono gli altri, infarcita di pubblicità se io voglio ascoltare altro ed in santa pace?
            ma piuttosto andate ai concerti se avete degli
            artisti che vi piacciono.Certo che ci sono artisti che mi piacciono, ma non sempre è possibile andare ai loro concerti. Alle volte non ci sono proprio o sono talmente lontani che è assolutamente antieconomico rispetto già al prezzo assurdo di certi CD di musica pop, figurati poi rispetto a quelli di Jazz. E molti degli artisti che mi piacciono non ci sono più da anni, se non da decenni (Miles Davis, Duke Ellington, Jaco Pastorius, Bill Evans tanto per fare qualche nome).
            è il danno più ingente che si possa
            fare alle major, perchè si mina alla base il
            concetto che ha dato loro tanto potere, e che
            giustifica anche solo la loro esistenza, e cioè
            che la musica, anzi, la sua copia registrata e da
            loro veicolata, abbia un prezzo, un valore. Lo ha. Il problema non è che quella musica non ha un prezzo ed un valore. Ma che loro, contrariamente alle leggi del mercato, impongono i loro prezzi, fanno dei cartelli e soprattutto guadagnano dall'opera dell'artista molto più di quanto non faccia l'artista stesso. Attenzione, ho detto "guadagna" non "ricava".Sarebbe come se in una azienda il padrone, per il semplice motivo che è il padrone, guadagnasse molti più soldi dei lavoratori *indispensabili* per il proprio lavoro, in mancanza dei quali il padrone non può più continuare a guadagnare. Come? Ah, si... effettivamente è quello che succede ogni giorno. Non ho mai visto un padrone guadagnare meno di un proprio dipendente, per quanto bravo ed indispensabile esso sia.Servirebbero delle specie di procuratori. In pratica persone che si occupano della pubblicazione e della distribuzione dell'opera dell'artista, guadagnando UNA PERCENTUALE di quello che l'artista prende. E non come ora, che l'artista prende un infinitesimo di quanto guadagni la major. Conosco personalmente un cantante che è spesso nei primi dieci posti delle classifiche italiane e più di una volta mi ha detto che dalla vendita di un singolo album non guadagna più di mezzo euro. Contro i 18 al quale vengono venduti. Una volta gli chiesi se mi regalava un suo album e dice "scaricatelo, perchè con quello che lo pago io, che ne sono l'autore, ci perdo meno che se te lo scarichi e non ci guadagno nulla". E lui è uno di quelli che vengono corteggiati dalle major perchè in grado di garantire comunque una buona base di venduto.Ovviamente fa molti concerti perchè questo è l'unico modo per lui di guadagnare decentemente. (eufemismo).Mezzo euro a cd. Ammettiamo che riesca anche a vendere 1 milione di album, sono 500 mila euro. Da tassare. Certo, una enormità. Molto più di quanto persone normali riescano a guadagnare anche solo in 10 anni di lavoro normale ben pagato. Ma quanti sono gli artisti che guadagnano mezzo euro a CD? Lui dice di essere uno di quelli che prende di più. E quanti riescono a vendere un milione di copie?Le Major vedono i concerti come promozione per le vendite di CD. Gli artisti vedono i CD come promozione per i loro concerti. E le Major odiano i concerti perchè in genere sono organizzati non da loro e non hanno nessun controllo sull'artista.Gli artisti Jazz di solito vendono (quando ci riescono) poche centinaia di migliaia di copie. È anche vero che le loro vendite rimangono molto più costanti nel tempo, difficile che vendano per un mese e il mese dopo finiscano nel dimenticatoio. Le qualità delle registrazioni sono infinitamente migliori, il che fa supporre anche spese maggiori per la realizzazione dell'album. Meno copie significa un costo a copia più alto. Ed un CD lo vai a pagare solitamente meno di 10 euro. E raramente c'è un solo pezzo che ti piace ed il resto fa cacare. A parte il rootkit di sony, non ricordo altri dischi di Jazz con la protezione. Perlomeno io non ho mai avuto acuna difficoltà a fare i rip ed a trasportare il tutto sul mio lettore "mp3" o a farmi le compilation da tenere in auto. Ed un concerto al Blue Note di Milano costa 30 euro. In una sala chiusa, posti a sedere, acustica meravigliosa, e con la possibilità di bere e cenare. Se vai a vedere il concerto di Madonna, ti sorbisci roba in playback, a 120 euro, dopo ore di code per entrare, stai in piedi, al freddo, in uno stadio con acustica terrificante. Sempre che riesci a stare abbastanza vicino al palco per vedere qualcosa.Non
            lo ha, un valore ce l'ha solo la performance
            dell'artista, quella del cantante che ti canta
            davanti, che sforza le sue corde vocali per te
            che gli stai di fronte in quel momento, il resto è solo masturbazione uditiva moltiplicata per il numero di copie prodotte.Personalmente ritengo che la tua sia una esagerazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM inutile per acquisti

            Fate come me, smettete di comprarla, smettete
            anche di scaricarla, Ma neanche per sogno!W il mulo!
          • Anonimo scrive:
            Re: DRM inutile per acquisti

            Tornando al discorso "altre forme di cessione di
            beni e servizi", se trovo chi mi offre tutta la
            musica che voglio infarcita di drm con scadenza a
            10 euro al mese, perchè va contro i miei
            interessi sottoscrivere l'abbonamento? Se sei un bamba sottoscrivilo pure, io non ne voglio nemmeno.
            Meglio 10
            canzoni acquistate? Chi sei tu che conosci quali
            sono gli interessi delle
            persone?Si, meglio 10 canzoni acquistate con cui farci tutto quello che vuoi.
    • gerry scrive:
      Re: DRM inutile per acquisti
      - Scritto da:
      L'unica utilità del drm risiede nei servizi in
      abbonamento. Pago una quota mensile e scarico
      quanti brani voglio, se smetto di pagare la quota
      i brani smettono di essere leggibili. Unica
      utilità del DRM. Per l'acquisto di musica sono
      invece solo un fastidio per
      l'acquirente.Non sono d'accordo, rimarrebbe il problema di non poter cambiare fornitore.Se uno store fa un'offerta più conveniente devo riscaricarmi tutta la library?Forse potrebbe diventarlo se i tempi di scaricamento diventassero veramente irrisori e i fornitori mettessero a disposizione un servizio di "playlist portability" tra un rivenditore e l'altro.Per la seconda si può fare, per la prima non ci sono ancora i mezzi tecnici.Rimarrebbero poi sempre i problemi tecnici della portabilità della musica sui lettori.Senza considerare che per come è messo il mercato al momento è impossibile avere un fornitore unico per tutta la musica.Le canzoni per essere distribuite hanno bisogno di un accordo fra la casa discografica e il distributore. Niente accordo, niente musica.Potrebbe essere conveniente avere un abbonamento, ma se ne devo avere 2 o 3 diventa antieconomico.
      • Anonimo scrive:
        Re: DRM inutile per acquisti
        - Scritto da: gerry

        - Scritto da:

        L'unica utilità del drm risiede nei servizi in

        abbonamento. Pago una quota mensile e scarico

        quanti brani voglio, se smetto di pagare la
        quota

        i brani smettono di essere leggibili. Unica

        utilità del DRM. Per l'acquisto di musica sono

        invece solo un fastidio per

        l'acquirente.

        Non sono d'accordo, rimarrebbe il problema di non
        poter cambiare
        fornitore.

        Se uno store fa un'offerta più conveniente devo
        riscaricarmi tutta la
        library?
        Certo, essendo i brani in affitto, se cambi fornitore te li riscarichi tutti. E' il classico disagio iniziale che si ha quando si cambia fornitore di servizi (telefonia, banca, etc etc) Con le adsl attuali comunuque non è un grosso problema.
        Forse potrebbe diventarlo se i tempi di
        scaricamento diventassero veramente irrisori Già adesso con l'adsl puoi scaricarti in pochi minuti molta più musica di quanta fisicamente ne riesci ad ascoltare in una giornata intera... quindi il disagio c'è, ma IMHO è minimoe i
        fornitori mettessero a disposizione un servizio
        di "playlist portability" tra un rivenditore e
        l'altro.
        Questo sarebbe indubbiamente utile. Basterebbe un programma che si ricorda la tua playlist e che se la riscarica ogni volta che cambi fornitore.
        Rimarrebbero poi sempre i problemi tecnici della
        portabilità della musica sui
        lettori.
        Indubbiamente. Questo IMHO è molto più vero per i lettori iPod che per tutti gli altri che funzionano a WMA. Comunque essendo iPod il lettore più venduto, è indubbiamente un problema.
        Senza considerare che per come è messo il mercato
        al momento è impossibile avere un fornitore unico
        per tutta la
        musica.Vero, però i cataloghi di fornitori come iTMS o quelli di altri grossi player del settore sono veramente molto ampi. Può capitare che non trovi proprio il brano o il disco che ti interessa, ma è raro. In compenso avere a disposizione tutto il catalogo di iTMS sarebbe molto simpatico.
    • Anonimo scrive:
      Re: DRM inutile per acquisti
      - Scritto da:
      L'unica utilità del drm risiede nei servizi in
      abbonamento. Pago una quota mensile e scarico
      quanti brani voglio, se smetto di pagare la quota
      i brani smettono di essere leggibili. Unica
      utilità del DRM. Per l'acquisto di musica sono
      invece solo un fastidio per
      l'acquirente.COOOSA?? No grazie, tienteli pure.Il DRM è un fastidio in ogni caso.
  • Anonimo scrive:
    I vantaggi del DRM
    Quali sono?Qualcuno me ne dice qualcuno?Al prezzo di una minore(se non nulla) portabilità del brano, cosa si ottiene in cambio?Jukebox online sempre + denutriti?Mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: I vantaggi del DRM
      - Scritto da:
      Quali sono?
      Qualcuno me ne dice qualcuno?si fanno rinsavire i riaa e compagni vario li si fanno fallire, se continuano con questo atteggiamento aggressivo, vedano lorovuoi mettere che vantaggione ne avremo tutti
      • belze scrive:
        Re: I vantaggi del DRM
        il pane lo mangiano tutti, gli mp3 invece no.Non ho mai comprato musica su internet, e credo che molta gente una volta capito che cosa significa DRM smetterà di farlo.Allora o le case discografiche elimineranno dal commercio i supporti fisici e si metteranno a vendere musica unicamente dalla rete (con relativo DRM)oppure mi sa proprio che le cifre continueranno ad essere in discesa.Detto tra noi, non ho mai stretto la mano a nessuno che poi mi ha dichiarato di possedere musica scaricata da roba simile ad iTunes...ma forse questo dipende dal fatto che è un evento molto più sentito in USA.Ad ogni modo, io sono per l'ogg quindi la parola DRM ancora non mi tange.
        • Anonimo scrive:
          Re: I vantaggi del DRM
          - Scritto da: belze
          il pane lo mangiano tutti, gli mp3 invece no.
          Non ho mai comprato musica su internet, e credo
          che molta gente una volta capito che cosa
          significa DRM smetterà di
          farlo.
          Allora o le case discografiche elimineranno dal
          commercio i supporti fisici e si metteranno a
          vendere musica unicamente dalla rete (con
          relativo DRM)oppure mi sa proprio che le cifre
          continueranno ad essere in
          discesa.
          Detto tra noi, non ho mai stretto la mano a
          nessuno che poi mi ha dichiarato di possedere
          musica scaricata da roba simile ad iTunes...ma
          forse questo dipende dal fatto che è un evento
          molto più sentito in
          USA.

          Ad ogni modo, io sono per l'ogg quindi la parola
          DRM ancora non mi
          tange.magari si può riassumere "i polli sono di vario tipo: quelle che si fanno spennare solo una volta e quelli che non si accontentano mai!" (troll4)(troll4)(troll4)
        • pikappa scrive:
          Re: I vantaggi del DRM
          - Scritto da: belze
          il pane lo mangiano tutti, gli mp3 invece no.
          Non ho mai comprato musica su internet, e credo
          che molta gente una volta capito che cosa
          significa DRM smetterà di
          farlo.
          Allora o le case discografiche elimineranno dal
          commercio i supporti fisici e si metteranno a
          vendere musica unicamente dalla rete (con
          relativo DRM)oppure mi sa proprio che le cifre
          continueranno ad essere in
          discesa.
          Detto tra noi, non ho mai stretto la mano a
          nessuno che poi mi ha dichiarato di possedere
          musica scaricata da roba simile ad iTunes...ma
          forse questo dipende dal fatto che è un evento
          molto più sentito in
          USA.
          Io si, e quando gli ho spiegato il motivo per cui le canzoni non funzionavano sul suo nokia si è piuttosto incazzato
      • Anonimo scrive:
        Re: I vantaggi del DRM
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Quali sono?

        Qualcuno me ne dice qualcuno?

        si fanno rinsavire i riaa e compagni vari
        o li si fanno fallire, se continuano con questo
        atteggiamento aggressivo, vedano
        loroGuardate che i DRM li vuole anche e soprattutto APPLE, perche' cosi' vende MOLTI piu' iPod (perche ' solo con quello si possono leggere quei file che vende).Svegliatevi.
        • Anonimo scrive:
          Re: I vantaggi del DRM
          non è una questione solo di apple, come le videocassette anticopia, i cd e dvd anticopia, è solo un metodo in più per tutelare i profitti... che sia giusto o no è così. come da notizie precedenti un gruppo musicale canadese vende, e stra stra vende musica non protetta... l'utente capisce a chi deve dare i soldi, in italia sono tutti con la siae, se qualcuno facesse le cose trasparenti e con prezzi adeguati credo che la diffusione di musica non legalmente posseduta diminuirebbe. io personalmete se devo comprare musica uso ebay, 5 dollari da taiwan un cd identico a quello che trovo qua, spese incluse... oltre al copiright, pure altre tasse si deve pagare... bè... e poi si lamentano degli mp3...
        • Anonimo scrive:
          DRIINNNN

          Guardate che i DRM li vuole anche e soprattutto
          APPLE, perche' cosi' vende MOLTI piu' iPod
          (perche ' solo con quello si possono leggere quei
          file che
          vende).

          Svegliatevi.Svegliati tu.Se chi compra un iPod se ne fotte di iTunes, perchè si sarebbe sentito in obbligo di acquistarlo per la compatibilità DRM? ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: I vantaggi del DRM


          Guardate che i DRM li vuole anche e soprattutto
          APPLE, perche' cosi' vende MOLTI piu' iPod
          (perche ' solo con quello si possono leggere quei
          file che
          vende).

          Svegliatevi.Mica vero, io voglio un lettore MP3 che funziona con TUTTI gli MP3, non solo quelli di iTunes.Di iTunes me ne sbatto io, non me ne frega niente
    • allanon scrive:
      Re: I vantaggi del DRM
      - Scritto da:
      Quali sono?
      Qualcuno me ne dice qualcuno?
      Al prezzo di una minore(se non nulla) portabilità
      del brano, cosa si ottiene in
      cambio?
      Jukebox online sempre + denutriti?
      Mah...I vantiggi del DRM? Ma come, sono evidenti: hanno aumentato l'alfabetizzazione informatica!Da quando mettono queste porcherie su roba acquistata regolarmente la gente comincia finalmente ad ingegnarsi, ha imparato ad istallare e configurare i programmi P2P, a leggere forum tecnici, a capire il significato di misteriose sigle quali Codec, DECSS, RIP e quant'altro...Che dire, W il DRM! :D
      • meksONE scrive:
        Re: I vantaggi del DRM
        certo che se ne dicono di castronerie...per non dire altro :)i DRM che fanno comodo ad Apple? Ma quando mai... diciamo che Apple vuole tenere buone le major, assicurandogli che la roba venduta sul suo store non è facilmente copiabile, e QUINDI sono le major che obbligano Apple a integrare la tecnologia DRM Fairplay (che, fra l'altro, se la gente fosse un filo più sveglia, saprebbe come evitare in due semplici mosse).Il problema vero? Le major e le varie RIAA, SIAE (scandalosa, è il cancro della musica in italia) e compagnia bella, che sono semplici associazioni atte a fare soldi, infischiandosene degli artisti e della loro arte. Sapete quanto costa DAVVERO produrre un CD? Molto, molto poco. E distribuirlo? Poco di più. Il resto sono solo TASSE TASSE TASSE, di gente che DICE di voler tutelare la musica ma invece tutela solo il proprio conto in banca.Bah, ho il disgusto, sono 15 anni che vado solo ai concerti, dove sono certo che comunque arrivano più soldi all'artista che alla SIAE (che mostra fiera il lurido bollino sui biglietti, of course), compro il CD originale in paesi dove mi costa meno per rispetto all'artista, e basta.il DRM? la SIAE? la RIIA? tutti al rogo...e anche le major non scherzano ma questo è un altro discorso...
        • Anonimo scrive:
          Re: I vantaggi del DRM
          - Scritto da: meksONE
          i DRM che fanno comodo ad Apple? Ma quando mai...
          diciamo che Apple vuole tenere buone le major,
          assicurandogli che la roba venduta sul suo storeNon e' vero. Questo e' quello che fa credere Apple per trovare scuse, ma in realta' i DRM fanno MOLTO comodo anche ai venditori di HW, perche' vendono in esclusiva HW che legge quei contenuti venduti via Internet.Una musica comprata su iTunes su un player mp3, la leggi solo se quel player e' l'iPod (perche cosi' ha voluto Apple), per questo che Apple vuole i DRM, perche' le fa vendere piu' prodotti HW.
      • soulista scrive:
        Re: I vantaggi del DRM
        - Scritto da: allanon

        - Scritto da:

        Quali sono?

        Qualcuno me ne dice qualcuno?

        Al prezzo di una minore(se non nulla)
        portabilità

        del brano, cosa si ottiene in

        cambio?

        Jukebox online sempre + denutriti?

        Mah...

        I vantiggi del DRM? Ma come, sono evidenti: hanno
        aumentato l'alfabetizzazione
        informatica!

        Da quando mettono queste porcherie su roba
        acquistata regolarmente la gente comincia
        finalmente ad ingegnarsi, ha imparato ad
        istallare e configurare i programmi P2P, a
        leggere forum tecnici, a capire il significato di
        misteriose sigle quali Codec, DECSS, RIP e
        quant'altro...

        Che dire, W il DRM! :DWow hai ragione!
  • Anonimo scrive:
    Il DRM li ucciderà tutti
    Intendo che il DRM finalmente ucciderà tutte le MAJOR.I consumatori non sono più scemi come una volta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il DRM CI ucciderà tutti
      Un DRM per domarli, Un DRM per trovarli,Un DRM per ghermirli e nel buio incatenarli,Nella Terra della RIAA, dove l'Ombra cupa scende.LOL (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il DRM li ucciderà tutti
      Da consumatore non comprerei mai contenuti multimediali che supportino il drm, piuttosto torno ai dischi o ai nastri, all'analogico insomma. Ma stiamo scherzando? Se non posso neppure scegliere il lettore su cui leggere il mio file multimediale tanto vale che se lo tengano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il DRM li ucciderà tutti
      Il DRM???Il p2p ucciderà tutti non il DRM che il 99% degli utenti di PI condanna senza sapere VERAMENTE cos'è ma solo per la moda comunista dilagante che c'è qui di rubare tutto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il DRM li ucciderà tutti
        Sono di SX e ne sono fiero ;) ;) ;)Se voglio una canzonetta decente meno di 3 minuti ed è sul mio HD...ovviamente aggratssssssssss :DE' dai tempi delle cassette che ho detto basta agli album originali....così come ai film etc... ;)
        • teddybear scrive:
          Re: Il DRM li ucciderà tutti
          - Scritto da:
          Sono di SX e ne sono fiero ;) ;) ;)Io sono comunista, e sono convinto delle mie idee.
          Se voglio una canzonetta decente meno di 3 minuti
          ed è sul mio HD...ovviamente aggratssssssssss
          :DStrano davvero, perchè le canzonette decenti sono quelle meno condivise. E quindi più lente da scaricare.Se poi la vuoi pure in qualità decente, devi evitare l'emmepitre, e qui le cose iniziano a farsi dure.In ogni caso, posso capire che mi si dica, non puoi condividere e duplicare per altri quello che hai comprato, non puoi usarlo per farci soldi, l'idea di base è completamente giusta. Ma che mi si dica come, dove e quando usarlo, e mettere dei limiti invalicabili (si fa per dire), questo non mi va.
Chiudi i commenti