Mandrake si trasforma in un CD

Ispirandosi ad altre distribuzioni Linux avviabili interamente da CD, MandrakeSoft rilascia con una nuova versione del suo OS su singolo CD e senza necessità di installazione. Chiavetta USB in dotazione

Parigi (Francia) – Strizzando l’occhio agli utenti che desiderano provare Linux senza installarlo su hard disk, o che hanno la necessità di portarsi dietro un sistema operativo sempre pronto all’uso e personalizzato con le proprie impostazioni, MandrakeSoft ha rilasciato MandrakeMove , una versione della propria distribuzione di Linux desktop interamente avviabile da CD.

Come altre distribuzioni di questo tipo, fra cui la famosa Knoppix , MandrakeMove risiede su di un unico CD e non necessita di installare alcun file sull’hard disk.

Fra le caratteristiche peculiari del nuovo fratellino di Mandrake Linux vi è la possibilità di espellere il CD, così da consentire l’accesso al contenuto di un altro disco, e quella di archiviare, anche in forma criptata, i file di configurazione del sistema e i dati personali su di una penna USB inclusa nella versione retail del prodotto. La penna permette di ovviare ad una delle maggiori limitazioni delle distribuzioni “live”: quella di perdere, a meno di non memorizzarle su hard disk, tutte le impostazioni personalizzate ad ogni riavvio del sistema.

La possibilità di espellere il CD permette poi di poter utilizzare MandrakeMove per ascoltare musica o riprodurre film.

Dal punto di vista del software applicativo, MandrakeMove non è altro che un sottoinsieme di Mandrake Linux 9.2, con la quale condivide il desktop environment KDE, tutti i principali strumenti per Internet, la suite per l’ufficio OpenOffice 1.1 e diversi giochi.

MandrakeMove è già stata rilasciata, come versione beta, nell’edizione gratuita Download: questa può essere scaricata liberamente da qui anche in lingua italiana. L’edizione commerciale, chiamata Boxed, verrà rilasciata alla fine del periodo di beta testing e includerà, oltre alla penna USB e al relativo software di supporto, applicazioni commerciali come i driver Nvidia, Acrobat Reader, RealPlayer, FlashPlayer e la documentazione.

Di recente anche una delle più diretti avversarie di MandrakeSoft sul mercato desktop, Lindows.com, ha lanciato una versione avviabile da CD del proprio LindowsOS.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Più che criminali...
    Più che criminali, questi sono FESSI...
  • Anonimo scrive:
    Io sono stato fidanzato con una 16enne
    Io sono stato fidanzato con una 16enne. Mi arrestate? Abbiamo fatto di tutto e di più... e le piaceva da morire! Andavo a pranzo dalla famiglia e voleva sposarmi.L'altra sera nella mia città mi fermo da una prostituta palesemente minorenne... e le chiedo appassionatamente: come mai questo lavoro, chi ti sfrutta, cambia vita, guarda che dopo impazzisci a pensare a quello che hai fatto solo per voglia di sesso giovanile, ecc ecc. e lei: ma scherzi, mi piace e guadagno da matti!!Prima cosa: incominciamo a spostare la maggiore età almeno a 16 anni e puniamo Erika e compagnia col massimo della pena come le persone mature senza troppe storie. A me piacciono le teenagers pur avendo 27 anni. A volte capita di fare la ricerca di teen e di trovare ragazzette di 13-14 anni (credo, chi me lo dice?) nude: le guardo per sbaglio ma non mi dicono nulla; a volte mi capita la 16enne carina nuda, la guardo e dico: però potrei innamorarmi di una così, e magari la sposerei, anzi nella vita magari mi capitasse una così.Morale: le indaggini si facciano anche ma in completo anonimato, perchè si è innocenti fino al processo; la polizia che diffondesse i nomi deve essere a sua volta "arrestata". Per il resto: w l'amore vero, anche verso una bella 16enne!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sono stato fidanzato con una 16enne
      - Scritto da: Anonimo
      Io sono stato fidanzato con una 16enne. Mi
      arrestate? Abbiamo fatto di tutto e di
      più... e le piaceva da morire! Andavo a
      pranzo dalla famiglia e voleva sposarmi.


      L'altra sera nella mia città mi fermo da una
      prostituta palesemente minorenne... e le
      chiedo appassionatamente: come mai questo
      lavoro, chi ti sfrutta, cambia vita, guarda
      che dopo impazzisci a pensare a quello che
      hai fatto solo per voglia di sesso
      giovanile, ecc ecc. e lei: ma scherzi, mi
      piace e guadagno da matti!!

      Prima cosa: incominciamo a spostare la
      maggiore età almeno a 16 anni e puniamo
      Erika e compagnia col massimo della pena
      come le persone mature senza troppe storie.

      A me piacciono le teenagers pur avendo 27
      anni. A volte capita di fare la ricerca di
      teen e di trovare ragazzette di 13-14 anni
      (credo, chi me lo dice?) nude: le guardo per
      sbaglio ma non mi dicono nulla; a volte mi
      capita la 16enne carina nuda, la guardo e
      dico: però potrei innamorarmi di una così, e
      magari la sposerei, anzi nella vita magari
      mi capitasse una così.

      Morale: le indaggini si facciano anche ma in
      completo anonimato, perchè si è innocenti
      fino al processo; la polizia che diffondesse
      i nomi deve essere a sua volta "arrestata".

      Per il resto: w l'amore vero, anche verso
      una bella 16enne!complimenti....non c'è che dire
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sono stato fidanzato con una 16enne

      L'altra sera nella mia città mi fermo da una
      prostituta palesemente minorenne... e le
      chiedo appassionatamente: come mai questo
      lavoro, chi ti sfrutta, cambia vita, guarda
      che dopo impazzisci a pensare a quello che
      hai fatto solo per voglia di sesso
      giovanile, ecc ecc. e lei: ma scherzi, mi
      piace e guadagno da matti!!La ragazza di un mio amico è venuta in italia dalla Russia, gli avevano promesso lavoro, ma al secondo giorno che l'han messa a battere in strada è fuggita in un convento, da lì l'hanno mandata in una casa-famiglia e da lì dopo un anno l'hanno reinserita in una vita normale, ha conosciuto il mio amico eccetera eccetera.Un'anno dopo che è fuggita dalla strada, la mafia Russa gli ha ucciso il padre, e il resto della famiglia ha dovuto fuggire in Moldavia.Sogna bambino, sogna
      Prima cosa: incominciamo a spostare la
      maggiore età almeno a 16 anni e puniamo
      Erika e compagnia col massimo della pena
      come le persone mature senza troppe storie. per i crimini sessuali la maggiore età per la "compiacenza" mi sembra sia già 16 anni... mi sembra.
      A me piacciono le teenagers pur avendo 27
      anni. A volte capita di fare la ricerca di
      teen e di trovare ragazzette di 13-14 anni
      (credo, chi me lo dice?) nude: le guardo per
      sbaglio ma non mi dicono nulla; a volte mi
      capita la 16enne carina nuda, la guardo e
      dico: però potrei innamorarmi di una così, e
      magari la sposerei, anzi nella vita magari
      mi capitasse una così.Un consiglio: cresci un po'
      Morale: le indaggini si facciano anche ma in
      completo anonimato, perchè si è innocenti
      fino al processo; la polizia che diffondesse
      i nomi deve essere a sua volta "arrestata". concordo, ma siamo in Italia
      Per il resto: w l'amore vero, anche verso
      una bella 16enne!amen
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sono stato fidanzato con una 16enne
      - Scritto da: Anonimo
      Io sono stato fidanzato con una 16enne. Mi
      arrestate? Abbiamo fatto di tutto e di
      più... e le piaceva da morire! Andavo a
      pranzo dalla famiglia e voleva sposarmi.la legge 609 cp dice che e' legale da 14 anni (16 se l'adulto e' il suo tutore anche temporaneo)leggete il codice! lo trovate nelle biblioteche.
      A me piacciono le teenagers pur avendo 27
      anni. A volte capita di fare la ricerca di
      teen e di trovare ragazzette di 13-14 anni
      (credo, chi me lo dice?) nude: le guardo per
      sbaglio ma non mi dicono nulla; a volte mi
      capita la 16enne carina nuda, la guardo e
      dico: però potrei innamorarmi di una così, e
      magari la sposerei, anzi nella vita magari
      mi capitasse una così.a 16anni molte sembrano tutto meno che bambine.
      Morale: le indaggini si facciano anche ma in
      completo anonimato, perchè si è innocenti
      fino al processo; la polizia che diffondesse
      i nomi deve essere a sua volta "arrestata". giusto!
      Per il resto: w l'amore vero, anche verso
      una bella 16enne!ci mancherebbe... io conosco 16enni e ti assicuro che gente piu' vecchia di te, tira di quelle occhiate...è normale!spesso le 16enni sono attratte dai 30enni o piu' e viceversa. è naturale!!! basta con i perbenisti! sono la rovina della societa' tutto questo inutile stupore e proibizionismo crea solo inutili nevrosi nelle persone.
  • Anonimo scrive:
    Non vi preoccupate!!!
    Tanto in italia si depenalizza tutto!Un pregiudicato che ha gia' ucciso un poliziotto, gira con una calibro 357 e uccide un carabiniere a Ceresole d'Alba (Cuneo).Insomma, se costui e' uscito ed era libero di andare a rapinare una banca, cosa volete che facciano a questi piccoli pervertiti ? Secondo voi li mettono in gattabuia, con tutte le celle che scoppiano ?Ma no', gli daranno una multa, uno scapaccione, e li manderanno a casa.Abbiamo gli assassini che vanno tranquillamente in giro, che cacchio volete che gli facciano a questi tizi ? Un Lord auberon amareggiato
  • Anonimo scrive:
    Verrà il giorno in cui
    ...sarò arrestato se mi beccheranno a guardare delle foto di mio figlio. Io non comprendo sinceramente tutta questa paura e obbrobrio relativamente a questo fenomeno. Come non comprendo la leggerezza con la quale viene condannata una azione descritta in termini troppo vaghi.Mi spiego, può capitare l'idiota che mi spedisce un'immagine porno di un minore per farmi uno scherzo (senza alcun dubbio di pessimo gusto), e che rimanga li nel mio pc per dei mesi magari... un giorno passa in azienda un controllo della finanza, magari alla ricerca di illeciti nell'installazione di software piratato e mentre sfogliano tra le cartelle...Poff!! e questa? oh mio Dio.... una pedofoto !!!! tiè, scatta immediata denuncia o eventuale condanna per pedofilia. Pensate quanto sarebbe semplice, molto semplice, far finire nei guai chiunque semplicemente piazzando qua e la foto di questo genere nei pc di gente a cui vogliamo fare un torto pesante. Altro esempio: mi sbaglio a scrivere l'indirizzo di hotmail su explorer, e per errore scrivo hootmail.com (fino a qualche tempo fa era un dominio realmente esistente) ...Poff!! un sito con immagini pedopornografiche, che rimangono allegramente nella mia cache per un tempo indefinito (potrei essere un user inesperto che manco sa cosa sia la cache, ne come cancellarla). Passa il solito controllo della finanza e..... La legge così com'è é imperfetta, e necessita di ampie correzioni, al fine di meglio e più duramente perseguire gli autori di aberranti crimini contro i minori ma anche di preservare o quantomeno in parte tutelare i fruitori occasionali o per meglio dire involontari delle sopracitate immagini. Ricordiamoci che non è una denuncia per schiamazzi notturni, ma un pendente BEN più pesante; io non userei una tale leggerezza. Infine mi sorge un ulteriore dubbio....si fa un gran parlare della piaga pedofilia su internet, ma se la memoria non mi inganna è un fenomeno venuto a galla negli ultimi anni, in maniera decisamente improvvisa.Come mai? prima il fenomeno non esisteva? ma per favore...diciamo che al di la del fine benefico è uno spauracchio che ha fatto comodo per facilitare la censura di tanti contenuti scomodi e la chiusura repentina di certi siti che 'davano fastidio'. Ricordo lo scandalo mucca pazza di qualche anno fa, saltato agli occhi dell'opinione pubblica con la stessa rapidità: che fine han fatto ora le mucche pazze? il prione killer è stato debellato a colpi di bacchetta magica? sarà che da un pò di tempo si vendeva troppo manzo e poco maiale, dunque hanno usato questa geniale pensata per invertire le tendenze di mercato. Geniale davvero...E la lista di casi come questo continua....Ah un'altra cosa... se proprio la stampa vuole essere tecnica e descrittiva delle metodiche che hanno permesso di acciuffare i criminali, che scrivesse meno balordaggini... ho sentito castronerie che farebbero vergognare chiunque abbia un minimo di infarinatura informatica: su una rivista tipo panorama lessi nell'articolo di un famigerato "sito con autotracciamento dell'indirizzo web personale". Puah..Peccato per il rovescio della medaglia: i veri responsabili di questa piaga continuino indisturbati a perpetrare violenza e far soffrire chi in questo triste minimondo è realmente l'ultima ruota del carro. The ShadowMan
    • Anonimo scrive:
      Re: Verrà il giorno in cui
      tante belle cose hai scritto, ma anche molto leggere se vogliamo.Se credi e vuoi credere a cospirazioni, fa pure, ne sei libero ma a volte le ragioni sono altre.Perchè il fenomeno pedofilia è diventato scottante solo di recente si spiega con un semplice "internet è recente". internet ha permesso il dilagare di questo fenomeno che prima esisteva ma era molto più contenuto, è normale, internet ha permesso comunicazionic he fino a solo 20 anni fa erano impensabili. Pedofilia e pornografia hanno trovato un valido e anonimo mercato in cui fiorire e sebbene la pornografia secondo me sia del tutto lecita in quanto una persona adulta deve essere libera anche di farsi seghe con foto porno, la pedofilia no.Il problema si aggrava poi sulla spinta dell'ignoranza della gente che usa i pc e permette ai propri figli minorenni e magari anche di 10/11 anni di navigare senza controllo in rete. Questa gente poi scopre cosa succede sulla rete e invece di mettere freni ai figli o affiancarsi ad essi nella navigazione chiede allo stato di intervenire. Oggi le famiglie non svolgono più il ruolo di educatori e formatori della persona ma delegano a piene mani questo ruolo sempre più allo stato e alle istituzioni che volenti o nolenti sono obbligate a farsene carico. Chi non ricorda frasi del tipo "lo stato ci deve dare....; la scuola deve educare.....; lo stato deve intervenire....; a volte sono giuste a volte no sopratutto quando si tratta dei nostri figli.I.nostro sistema giudiziario fa acqua da tutte le parti e nei paesi civili è il peggiore, eppure nessuno vuole toccare i giudici e vuole cambiare veramente il sistema, anche perchè la magistratura non vuole cambiamenti, va bene così a loro. Dove è finita la responsabilità personale dei giudici? La legge esiste perchè il CSM non al fa rispettare?Ciò nonostante in numerose campagne contro la pedfilia chi non aveva commesso il fatto ne è sempre uscito pulito, certo se capito su un sito per errore mi conviene segnalarlo alla polizia e chiedere che cosa devo fare, amici esperti di pc ce ne sono sempre chiediamo a loro come cancellare la cache, ma non è la cache che incastra una persona, una foto o un sito, ma migliaia di foto e di siti in cache forse si
      • Anonimo scrive:
        Re: Verrà il giorno in cui
        - Scritto da: Anonimo

        tante belle cose hai scritto, ma anche molto
        leggere se vogliamo.
        Mi pare che la leggerezza (per giunta imperdonabile) stia prorio nelle tue affermazioni.La pedofilia non e' foto e tantomeno "maniaci seg..oli".La pedofilia (purtroppo) e' vendita di minori (fisici non foto) in albania e tailandia o in brasile.La pedofilia e' il mercato del turismo sessuale di gente dal portafoglio ben pieno (che non si accontenta certo di una foto).La pedofilia e' fatta di migliaia di violenze subite in silenzio tra le mura domestiche.La pedofilia e' fatta certo anche di complici che si comunicano notizie sulle vittime (come certo hanno fatto sempre e continuano a fare oggi con telefono internet mms e qualunque altra cosa)Ma la pedofilia non (ripeto NON) e' ne la comunicazione tra pedofili ne internet ne il telefono ne l'MMS.Se questi strumenti sono usati in funzione di supporto a un reato vanno trattati come quello che sono supporto (non reato).Di internet non si muore e non si viene violentati invece di pedofilia si!Fossi in te mi vergognerei almeno un po!
  • Anonimo scrive:
    ASSURDO
    Assurdo stiamo arrivando all'assurdo. Ma quelli della polpost sanno che Internet è piena di dialer che si infiltrano dappertutto. Io so di denunce perfino di dialer infiltrati in PC di alcune questure italiane. Come si può essere colpevoli solo se inconsapevolmente ti si infila un dialer???Stiamo all'ASSURDO.Sembra una caccia alle streghe degli anni 2000.Mi auguro solo che chi fa queste indagini si adoperi di veri esperti, altrimenti è facile far finire gente che non centra niente..
    • Anonimo scrive:
      Re: ASSURDO
      - Scritto da: Anonimo
      Assurdo stiamo arrivando all'assurdo. Ma
      quelli della polpost sanno che Internet è
      piena di dialer che si infiltrano
      dappertutto. Io so di denunce perfino di
      dialer infiltrati in PC di alcune questure
      italiane. Come si può essere colpevoli solo
      se inconsapevolmente ti si infila un
      dialer???

      Stiamo all'ASSURDO.
      Sembra una caccia alle streghe degli anni
      2000.
      Mi auguro solo che chi fa queste indagini si
      adoperi di veri esperti, altrimenti è facile
      far finire gente che non centra niente..non sei colpevole se scarichi erroneamente un dialer, ma se lo usi epr scaricare materiale pedoporno. Forse ti sfugge che a questi interessava il materiale porno e lo pagavano via dialer, che il nome del dialer era tutto un programma, che il dialer non era autoinstallante, che l'immagine che convinceva a scaricare e installare il dialer era pedoporno. Se qualcuno di fronte a un una foto che ti invita ad installare un dialer dal nome incest per scaricare materiale pedoporno mette si al disclaimer... beh scusa quello non è innocente.
  • Anonimo scrive:
    Metodi discutibili, fine discutibile
    Metodi come i siti civetta che sono al limite della legalità dovrebbero essere utilizzati in casi eccezionali per reprimere crimini gravi e non per scoprire quello che, in mancanza di un collegamento delle foto in questione a un vero abuso, si configura come un atto immorale e nient'altro. Ma d'altraparte questa legge l'abbiamo voluta, accettata e approvata anni fa sull'onda della reazione emotiva ai primi casi di pedofilia e ora ecco che si mostra per ciò che è, ovvero una legge che vuole moralizzare più che impedire abusi, e che potrebbe drasticamente peggiorare in futuro.Alberto
    • SymoPd scrive:
      Re: Metodi discutibili, fine discutibile
      - Scritto da: Anonimo
      Metodi come i siti civetta che sono al
      limite della legalità dovrebbero essere
      utilizzati in casi eccezionali per reprimere
      crimini gravi e non per scoprire quello che,
      in mancanza di un collegamento delle foto in
      questione a un vero abuso, si configura come
      un atto immorale e nient'altro. Ma
      d'altraparte questa legge l'abbiamo voluta,
      accettata e approvata anni fa sull'onda
      della reazione emotiva ai primi casi di
      pedofilia e ora ecco che si mostra per ciò
      che è, ovvero una legge che vuole
      moralizzare più che impedire abusi, e che
      potrebbe drasticamente peggiorare in futuro.

      AlbertoNon si è mica parlato di siti civetta
    • vegeta scrive:
      Re: Metodi discutibili, fine discutibile
      - Scritto da: Anonimo
      Metodi come i siti civetta che sono al
      limite della legalità dovrebbero essere
      utilizzati in casi eccezionali per reprimere
      crimini gravi e non per scoprire quello che,
      in mancanza di un collegamento delle foto in
      questione a un vero abuso, si configura come
      un atto immorale e nient'altro. Ma
      d'altraparte questa legge l'abbiamo voluta,
      accettata e approvata anni fa sull'onda
      della reazione emotiva ai primi casi di
      pedofilia e ora ecco che si mostra per ciò
      che è, ovvero una legge che vuole
      moralizzare più che impedire abusi, e che
      potrebbe drasticamente peggiorare in futuro.

      Albertosinceramente io non vedo il problema.vero ke si tratta di siti civetta ma, se uno ci finisce per caso è una coosa, se si mette li e si guarda le immagini(cosa che si può controllare)il discorso è diverso.perchè fai tanti problemi?
      • francescone scrive:
        Re: Metodi discutibili, fine discutibile
        Hai scritto:"sinceramente io non vedo il problema.vero ke si tratta di siti civetta ma, se uno ci finisce per caso è una coosa, se si mette li e si guarda le immagini(cosa che si può controllare) il discorso è diverso.perchè fai tanti problemi?"Premetto che, pur passando ore ed ore quotidianamente su Internet, non mi sono mai imbattuto (per fortuna!) in foto od altro materiale per pedofili. Ma mi sembra un'assurdità considerare reato il guardare un'immagine. E' un precedente troppo pericoloso. Altre sono le vie efficaci per combattere questa piaga, non la caccia alle streghe stimolata da fattori emotivi.
        • francescone scrive:
          Re: Metodi discutibili, fine discutibile
          Hai scitto:"Il reato non e' guardare l'immagine, ma collezionarla, o peggio comprarla, alimentando cosi' un mercato di abusi su bambini. Dimmi, ti sembra giusto comprare una autoradio rubata perche' costa meno? Il concetto e' lo stesso, pagando un qualcosa alimenti un mercato criminale. "Chiunque abbia un minimo di esperienza nella programmazione web ti può confermare come il guardare e scaricare nella cache locale un file non può costituire un indice attendibile in indagini di questo tipo. Io non parlavo naturalmente (rileggi il mio post) di acquisti, che sono cosa e procedura ben diversa. Nel caso dell'acquisto sono al 100% d'accordo con te.
          • Anonimo scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            - Scritto da: francescone
            Hai scitto:
            "Il reato non e' guardare l'immagine, ma
            collezionarla, o peggio comprarla,
            alimentando cosi' un mercato di abusi su
            bambini.
            Dimmi, ti sembra giusto comprare una
            autoradio rubata perche' costa meno? Il
            concetto e' lo stesso, pagando un qualcosa
            alimenti un mercato criminale. "

            Chiunque abbia un minimo di esperienza nella
            programmazione web ti può confermare come il
            guardare e scaricare nella cache locale un
            file non può costituire un indice
            attendibile in indagini di questo tipo. Io
            non parlavo naturalmente (rileggi il mio
            post) di acquisti, che sono cosa e procedura
            ben diversa. Nel caso dell'acquisto sono al
            100% d'accordo con te.Credo tu si in errore. Intanto anche se sei capitato per "caso" e hai solo "guardato" (sempre per caso....) sul tuo PC rimarranno le tracce del tuo passaggio con relative foto, anche se decidi di formattare l'hard disk (si elimina tutto solo con una formattazione a basso livello, che non è quella che abitualmente tutti noi facciamo periodicamente grazie a zio Bill). Il metodo più efficace e sbrigativo è mettere l'HD nel forno a micro-onde per 30'.Quindi se ti indagano, ti beccano nel PC le foto e ti fanno un c..o tondo come un mandolino......
          • francescone scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: francescone

            Hai scitto:

            "Il reato non e' guardare l'immagine, ma

            collezionarla, o peggio comprarla,

            alimentando cosi' un mercato di abusi su

            bambini.

            Dimmi, ti sembra giusto comprare una

            autoradio rubata perche' costa meno? Il

            concetto e' lo stesso, pagando un qualcosa

            alimenti un mercato criminale. "



            Chiunque abbia un minimo di esperienza
            nella

            programmazione web ti può confermare come
            il

            guardare e scaricare nella cache locale un

            file non può costituire un indice

            attendibile in indagini di questo tipo. Io

            non parlavo naturalmente (rileggi il mio

            post) di acquisti, che sono cosa e
            procedura

            ben diversa. Nel caso dell'acquisto sono
            al

            100% d'accordo con te.

            Credo tu si in errore. Intanto anche se
            sei capitato per "caso" e hai solo
            "guardato" (sempre per caso....) sul tuo PC
            rimarranno le tracce del tuo passaggio con
            relative foto, anche se decidi di formattare
            l'hard disk (si elimina tutto solo con una
            formattazione a basso livello, che non è
            quella che abitualmente tutti noi facciamo
            periodicamente grazie a zio Bill). Il
            metodo più efficace e sbrigativo è mettere
            l'HD nel forno a micro-onde per 30'.
            Quindi se ti indagano, ti beccano nel PC le
            foto e ti fanno un c..o tondo come un
            mandolino......Forse c'è un equivoco. Io so benissimo che le tracce rimangono, quello che voglio distinguere è il peso da attribuire ad esse.La presenza dei files in questione non può essere (a mio avviso) sufficiente per rovinare una persona. La mia opinione: la mera presenza dei files (prova del passaggio sulle pagine in questione) non può essere automaticamente considerata una prova valida (dal punto di vista morale, non tecnico). Ribadisco che nel caso di un acquisto (procedura e motivazioni da parte dell'utente sono indici molto più espliciti) sono al 100% d'accordo con te.Un saluto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile

            Forse c'è un equivoco. Io so benissimo che
            le tracce rimangono, quello che voglio
            distinguere è il peso da attribuire ad esse.
            La presenza dei files in questione non può
            essere (a mio avviso) sufficiente per
            rovinare una persona. La mia opinione: la
            mera presenza dei files (prova del passaggio
            sulle pagine in questione) non può essere
            automaticamente considerata una prova valida
            (dal punto di vista morale, non tecnico).
            Ribadisco che nel caso di un acquisto
            (procedura e motivazioni da parte
            dell'utente sono indici molto più espliciti)
            sono al 100% d'accordo con te.
            Un saluto.poche tracce non dicono nulla, anche la polizia sa che può capitare che uno finisca per errore su un sito pedo, ma molte tracce di molti siti sono cosa diversa. il peso da dare alle due situazioni è diverso. Poche tracce è un errore occorso, tante tracce è una volontà di cercare detti siti. mi pare ovvio o non si spiega perchè non mi è mai successo.Quanto al formattare a basso livello per ricaricare Windows, Zio bill non impedisce in nessun modo questa formattazione, per cui chi vuole è libero di farla.
          • francescone scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            Grazie tante che chiunque è libero di farla, ma non stiamo parlando di questo. Nel caso le tracce sull' HD siano rimaste, è lecito o no perseguire la semplice navigazione? Un saluto.PS: Come ho detto in un altro post, nessuno con 1000 foto di questo genere in cache potrà convincermi di averle per caso, quello che vorrei porre all'attenzione è il problema visto dal punto di vista legale. Sarebbe interessante sentire un parere tecnico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            Sono quello di prima, (l'esempio dell'autoradio)Quello che avevo capito dal post originario era che fosse sbagliato perseguire chi capitava sui siti pedoporno per mezzo dei dialer.Ora, io immagino che la polizia possa distinguere tra chi ci e' capitato per caso e chi acquistava regolarmente il servizio (usare il dialer e' imho a tutti gli effetti come comprare un servizio...vedi 166 & co) basta guardare l'estratto della bolletta e vedere se la connessione era una occasionale o se era una cosa volontaria e abitudinaria. (x es. se mi "becco" un dialer e finisco su un pedoporno, mi scollego subito, e vado alla ricerca del dialer...viceversa se mi collego tutti i giorni al sito, forse sono interessato ai contenuti...)Quindi, dando per scontato che le persone sotto accusa facessero utilizzo regolare di tali dialer, ritengo giusto (e credo anche te) non solo rovinargli la reputazione, ma anche appenderli per le palle.Le persone che ci sono finite "per caso", invece, le obbligherei a un bel corso per sapere come funziona accesso remoto, in modo da controllare quale numero viene effettivamente composto al momento della connessione.Ciaociao
          • francescone scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            Punto centrale della mia opinione: attenzione a non perseguire il mero passaggio sui siti in questione perchè si tratterebbe di un precedente pericoloso.- Scritto da: Anonimo
            Sono quello di prima, (l'esempio
            dell'autoradio)
            Quello che avevo capito dal post originario
            era che fosse sbagliato perseguire chi
            capitava sui siti pedoporno per mezzo dei
            dialer.
            Ora, io immagino che la polizia possa
            distinguere tra chi ci e' capitato per caso
            e chi acquistava regolarmente il servizio
            (usare il dialer e' imho a tutti gli effetti
            come comprare un servizio...vedi 166 & co)
            basta guardare l'estratto della bolletta e
            vedere se la connessione era una occasionale
            o se era una cosa volontaria e abitudinaria.
            (x es. se mi "becco" un dialer e finisco su
            un pedoporno, mi scollego subito, e vado
            alla ricerca del dialer...viceversa se mi
            collego tutti i giorni al sito, forse sono
            interessato ai contenuti...)

            Quindi, dando per scontato che le persone
            sotto accusa facessero utilizzo regolare di
            tali dialer, ritengo giusto (e credo anche
            te) non solo rovinargli la reputazione, ma
            anche appenderli per le palle.In questo caso non posso che essere d'accordo, si tratta dell'utilizzo di un servizio ben diverso dalla normale (e spesso disordinata) navigazione.
            Le persone che ci sono finite "per caso",
            invece, le obbligherei a un bel corso per
            sapere come funziona accesso remoto, in modo
            da controllare quale numero viene
            effettivamente composto al momento della
            connessione.Il che non sarebbe certo male.
            CiaociaoUn saluto.
          • francescone scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            Sorry, ho postato 2 volte.==================================Modificato dall'autore il 04/12/2003 14.29.14
          • Anonimo scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile

            Credo tu si in errore. Intanto anche se
            sei capitato per "caso" e hai solo
            "guardato" (sempre per caso....) sul tuo PC
            rimarranno le tracce del tuo passaggio con
            relative foto, anche se decidi di formattare
            l'hard disk (si elimina tutto solo con una
            formattazione a basso livello, che non è
            quella che abitualmente tutti noi facciamo
            periodicamente grazie a zio Bill). Il
            metodo più efficace e sbrigativo è mettere
            l'HD nel forno a micro-onde per 30'.
            Quindi se ti indagano, ti beccano nel PC le
            foto e ti fanno un c..o tondo come un
            mandolino......ma forse se ti informassi con un legale sul fatto che avere foto sulla cache costituisca o no reato sarebbe meglio. avete tutti el idee molto confuse
          • Anonimo scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile

            Credo tu si in errore. Intanto anche se
            sei capitato per "caso" e hai solo
            "guardato" (sempre per caso....) sul tuo PC
            rimarranno le tracce del tuo passaggio con
            relative foto, anche se decidi di formattare
            l'hard disk (si elimina tutto solo con una
            formattazione a basso livello, che non è
            quella che abitualmente tutti noi facciamo
            periodicamente grazie a zio Bill). Il
            metodo più efficace e sbrigativo è mettere
            l'HD nel forno a micro-onde per 30'.
            Quindi se ti indagano, ti beccano nel PC le
            foto e ti fanno un c..o tondo come un
            mandolino......ma forse se ti informassi con un legale sul fatto che avere foto sulla cache costituisca o no reato sarebbe meglio. avete tutti el idee molto confuse
          • Anonimo scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile


            Chiunque abbia un minimo di esperienza nella
            programmazione web ti può confermare come il
            guardare e scaricare nella cache locale un
            file non può costituire un indice
            attendibile in indagini di questo tipo. Io
            non parlavo naturalmente (rileggi il mio
            post) di acquisti, che sono cosa e procedura
            ben diversa. Nel caso dell'acquisto sono al
            100% d'accordo con te.avere immagini su cache non costituisce reato in se, si sa bene che i browser registrano i siti sulla cache, non è collezionare quello, anche perchè le foto in questione non sono in una cartella ben organizzate. Certo se tu hai qualche immagine tratta da un sito che per caso hai visitato nessuno ti dice nulla ma se hai la cache piena solo di quelle foto e di quei siti se mi permetti..... c'è molta differenza
          • francescone scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            Certo che è diverso, siamo d'accordo. Ma attenzione, quello che è pericoloso è il precedente. Non sono un giurista e non mi avventuro in disquisizioni tecniche, esprimo solo un'opinione da cittadino: iniziare a perseguire il mero passaggio su un sito è una strada che non mi piace. Se poi hai nella cache 1000 immagini di questo tipo, e vuoi convencermi che siano là per caso, ti mando al diavolo. Ma questo lo posso fare sul piano personale, gli aspetti legali sono più complessi.Un saluto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Metodi discutibili, fine discutibile

          Premetto che, pur passando ore ed ore
          quotidianamente su Internet, non mi sono mai
          imbattuto (per fortuna!) in foto od altro
          materiale per pedofili. Ma mi sembra
          un'assurdità considerare reato il guardare
          un'immagine. E' un precedente troppo
          pericoloso. Altre sono le vie efficaci per
          combattere questa piaga, non la caccia alle
          streghe stimolata da fattori emotivi.appunto hai premesso, per incappare in siti pedoporno bisogno quanto meno cercare siti porno, e anche li poi se capita di incappare in un sito pedoporno, lo comunichi alla polizia e stop. non si finisce in siti pedoporno così, io navigo 8 ore alg iorno dal 95 e non mi è mai capitato ne mi è capitato di avere fastidi da siti porno se non quando ogni tanto li cercavo. Virus o spam poco. Certo in rete se uno vuole il porno è sua libertà cercarlo a questo punto deve sapere che deve fare attenzione. Come se faccio retromarcia con al macchina, devo sapere che avrò sempre torto come se tampono l'auto davanti, se guido devo sapere che posso avere incidenti. Se navigo su aree con siti porno devo sapere che può capitare e devo essere pronto a a denunciare il tutto.Assurdo considerare reato guardare immagini? forseAssurdo considerare reato consumare droga? forsema se non c'è mercato non c'è offerta e se se c'è un mercato libero c'è offerta, e l'offerta come al crei senza prodotto? se guardi foto istighi alla pedofilia.Poi parlando con un avvocato che aveva un cliente implicato in un caso di pedofilia via internet, ho spiegato coem funziona la rete e lui mi ha confessato che essere condannati in italia oggi per pedofilia (su internet) è praticamente impossibile se l'evento è stato occasionale. Figurati quindi chi ci va per caso.
          • francescone scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=494489
          • Anonimo scrive:
            Re: Metodi discutibili, fine discutibile
            -
            Assurdo considerare reato guardare immagini?
            forse
            Assurdo considerare reato consumare droga?
            forse
            ma se non c'è mercato non c'è offerta e se
            se c'è un mercato libero c'è offerta, e
            l'offerta come al crei senza prodotto?
            se guardi foto istighi alla pedofilia.
            Dovresti ripassarti i sillogismi!! (E anche io, cacchio ci faccio qui? devo studiareeeeeee!)se guardi le foto senza pagarle, non istighi alla pedofilia....non fai del male a nessuno, tranne che a te stesso. E solo un reato morale. Se le paghi invece si e' come comprare droga, fai del male a te stesso e finanzi le mafie! poi certo le teorie antiproibizioniste dr valgono valgono anche qui...cmq e' tutto uno schifo.
        • vegeta scrive:
          Re: Metodi discutibili, fine discutibile
          - Scritto da: francescone
          Hai scritto:
          "sinceramente io non vedo il problema.vero
          ke si tratta di siti civetta ma, se uno ci
          finisce per caso è una coosa, se si mette li
          e si guarda le immagini(cosa che si può
          controllare)
          il discorso è diverso.perchè fai tanti
          problemi?"

          Premetto che, pur passando ore ed ore
          quotidianamente su Internet, non mi sono mai
          imbattuto (per fortuna!) in foto od altro
          materiale per pedofili. Ma mi sembra
          un'assurdità considerare reato il guardare
          un'immagine. E' un precedente troppo
          pericoloso. Altre sono le vie efficaci per
          combattere questa piaga, non la caccia alle
          streghe stimolata da fattori emotivi.beh guardare è una cosa...conservare nè è un'altra.infatti se leggi spesso i giornali...saprai che c sono migliaia di segnalazione da parte dei naviganti della rete...che però, si limitano a guardare una foto segnalarla e inifne cancellarla.....(si fa per dire ovviamente)
  • Anonimo scrive:
    vittime del dialer e pure pedofili
    vedremo in quanti saranno poi realmente condannati... siamo sicuri che non ci siano pure UTONTI del dialer, caduti dalla padella alla brace nelle maglie della pedofilia?
    • warrior666 scrive:
      Re: vittime del dialer e pure pedofili
      ok che è facile per un utonto cercare una scheda video e ritrovarsi explorer pieno d'immagini porno...però se ti capita d'imbatterti in immagini pedofile, sicuramente le hai cercate in qualche modo.. ma poi tutto è possibile....
      • vegeta scrive:
        Re: vittime del dialer e pure pedofili
        - Scritto da: warrior666
        ok che è facile per un utonto cercare una
        scheda video e ritrovarsi explorer pieno
        d'immagini porno...però se ti capita
        d'imbatterti in immagini pedofile,
        sicuramente le hai cercate in qualche modo..
        ma poi tutto è possibile....+ volte ho scritto sul sito che a volte kapita di trovare cose oscene anche se non le si cerca.....si legga rotten,ogrish etc etc
      • Anonimo scrive:
        Re: vittime del dialer e pure pedofili
        - Scritto da: warrior666
        ok che è facile per un utonto cercare una
        scheda video e ritrovarsi explorer pieno
        d'immagini porno...???????facile? io so dia vvocati che hanno provato a cercare siti pedofili per portare in tribunale la tesi che capita involontariamente, mi hanno chiesto consulenze, ma nessuno ci è riuscito e sono tutti utonti e lo ammettono pure.
    • vegeta scrive:
      Re: vittime del dialer e pure pedofili
      - Scritto da: Anonimo
      vedremo in quanti saranno poi realmente
      condannati... siamo sicuri che non ci siano
      pure UTONTI del dialer, caduti dalla padella
      alla brace nelle maglie della pedofilia?
      che un utonto si possa trovare un dialer porno sul pc è una cosa....il discorso è se una volta collegato resta su quelle pagine e non chiama la polizia....
    • Anonimo scrive:
      Re: vittime del dialer e pure pedofili
      - Scritto da: Anonimo
      vedremo in quanti saranno poi realmente
      condannati... siamo sicuri che non ci siano
      pure UTONTI del dialer, caduti dalla padella
      alla brace nelle maglie della pedofilia?
      qualcuno sicuramente ma tutti no, se credete nella bonta e nella generosità della gente, forse avete vissuto su un altro pianeta.
  • Anonimo scrive:
    e i complici?
    Si, perché se da una parte si discute di renddere responsabili i provider d'accesso per ciò che pubblicano i propri utenti, dall'altra non possiamo far finta di non comprendere che oltre a queste società, a guadagnarci, sicuramente c'erano le compagnie telefoniche, come ad es. la nostra cara Telecom Italia, ovvero i complici.E' ora di finirla con queste vergogne, e credo sia ora di mettere pubblicamente alla gogna le compagnie che gonfiano i propri ricavi grazie a tali vergogne.Soldi che in molti casi sono rubati ad ignari utenti.
    • warrior666 scrive:
      Re: e i complici?
      Mi sembra una grossa stronz@@@ mettere la telecom in complicità con questi soggetti..La telecom è solo uno dei mezzi, con cui questa gente si scambia dati e informazioni. I veri complici sono tutti quegl'utenti che non si sporcano le mani, ma che accedendo a questi dati a pagamento, stimolano la richiesta di questo ignobile mercato..
      • Anonimo scrive:
        Re: e i complici?
        - Scritto da: warrior666
        Mi sembra una grossa stronz@@@ mettere la
        telecom in complicità con questi soggetti..
        La telecom è solo uno dei mezzi, con cui
        questa gente si scambia dati e informazioni.

        I veri complici sono tutti quegl'utenti che
        non si sporcano le mani, ma che accedendo a
        questi dati a pagamento, stimolano la
        richiesta di questo ignobile mercato..anche perchè se usati bene i dialer potevano essere veramente un ottimo mezzo di pagamento su internet per certi servizi, senza carta di credito. PS certe banche (es Intesa) offrono carte di credito virtuali ricaricabili e appoggiate a uan carta di credito vera che generano numeri differenti di volta in volta per ogni acquisto, si può dare un importo massimoe si può rendere la carta virtuale valida per un solo acquisto. Più sicuro di così...
Chiudi i commenti