Mandrakelinux, stagione 2005

Mandrakesoft rivela come entro l'anno darà vita ad un un sistema operativo per metà nuovo che si avvarrà di certe caratteristiche della neo acquisita distribuzione Conectiva. Tutti i particolari


Parigi – A ridosso della recente acquisizione della società brasiliana Conectiva , MandrakeSoft ha annunciato importanti cambiamenti in corsa alla propria roadmap e alle proprie strategie commerciali.

La prima novità riguarda il piano dei rilasci della distribuzione Mandrakelinux, che d’ora in avanti seguirà un ciclo annuale: ciò significa che nell’arco di un anno uscirà una sola major release del sistema operativo. La società franco-americana ha motivato questa decisione con la volontà di incontrare le richieste di partner e distributori e di focalizzare maggiori risorse “nello sviluppo di nuove funzioni e funzionalità”.

In particolare, Mandrakesoft conta di spendere il maggior tempo a sua disposizione per fondere il proprio sistema operativo con quello di Conectiva e “costruire un nuovo prodotto – si legge in un comunicato – che integri le migliori feature di ciascuna delle due distribuzioni”.

A seguito di questi cambiamenti, Mandrakesoft ha deciso di modificare anche lo schema di denominazione della propria distribuzione desktop: al posto del numero di versione, come l’attuale 10.1, verrà messo l’anno. E così è già possibile sapere che la prossima major release si chiamerà Mandrakelinux 2006. Prima di questa, però, farà capolino una versione “di transizione”, l’ultima prima delle nozze con Conectiva, che porterà il nome Limited Edition 2005 .

Mandrakelinux LE 2005 debutterà nel corso della primavera e rappresenterà un mero aggiornamento dell’attuale versione 10.1: tra i pacchetti inclusi si troveranno KDE 3.3, GNOME 2.8 e Firefox 1.0.1. La nuova distribuzione sarà disponibile esclusivamente on-line attraverso il Mandrakestore (su CD e DVD), il Mandrakeclub e come download gratuito.

Sebbene nell’annuncio di Mandrakesoft non venga specificato, il co-fondatore di Mandrakesoft Gaël Duval ha confermato a Punto Informatico che l’edizione LE 2005 sarà di fatto quella che in origine avrebbe dovuto chiamarsi Mandrakelinux 10.2: di quest’ultima è stata rilasciata la prima release candidate proprio la scorsa settimana. Ciò spiega anche l’assenza, dalla prossima release, delle più recenti versioni di KDE (la 3.4 ) e di GNOME (la 2.10 ).

Verso la fine dell’anno verrà invece lanciata l’edizione 2006, la prima ad integrare le tecnologie di Conectiva con i servizi on-line di Mandrakesoft. Quest’ultima verrà distribuita anche sul canale retail e sarà accompagnata da un completo servizio di supporto.

Sia l’edizione LE 2005 che la 2006 saranno rilasciate anche in versione a 64 bit.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    A Roma, il 2K è a...
    la Casa del Cinemahttp://www.abitarearoma.net/giornale/ottobre2-04/-cc-casaCinema.htmeventi di marzo:http://www.casadelcinema.it/eventi.htm
  • Anonimo scrive:
    Il digitale è un furto
    Grazie ai brevetti la tecnologia digitale è diventata un modo che i dententori dei diritti usano per spillare soldi ai concorrenti più piccoli. La casa cinematografica XYZ per poter proiettare il proprio film dovrà pagare la concorrenza per:- convertire il film nel formato digitale- crittografare il file- trasmetterlo via satellite- decrittare il film- decodificarlo e proiettarloProbabilmente dovrà anche firmare qualche bel contrattino...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il digitale è un furto
      - Scritto da: Anonimo
      Grazie ai brevetti la tecnologia digitale è
      diventata un modo che i dententori dei diritti
      usano per spillare soldi ai concorrenti più
      piccoli. La casa cinematografica XYZ per poter
      proiettare il proprio film dovrà pagare la
      concorrenza per:
      - convertire il film nel formato digitale
      - crittografare il file
      - trasmetterlo via satellite
      - decrittare il film
      - decodificarlo e proiettarlo
      Probabilmente dovrà anche firmare qualche bel
      contrattino...in compenso il film non dovrà essere trasportato e subire danneggiamenti e/o ritardiprobabilmente avrà una risma di DRM da quintale ... e "scadrà" dopo un tot di tempokeppello
  • Anonimo scrive:
    http://www.multiplexarcadia.com/
    http://www.multiplexarcadia.com/me ne sono già visti un pò...
    • StarKnight scrive:
      Re: http://www.multiplexarcadia.com/
      E' dai tempi di Atlantis della Disney, nel Dicembre del 2001, primissimo film presentato in D-Cinema in Italia all'Arcadia quando gli altri cinema neppure sapevano cosa fosse il cinema digitale che posso godermi questo nuovo formato. Seguito dai vari "Star Wars Episode II", "The Day After Tomorrow", "Pinocchio", "Io Robot" e altri...Ora con il nuovo proiettore Christie 2K ad affiancare il Barco pure in Sala Energia ho potuto godermi "Gli Incredibili", "Constantine", "Shark Tale" e "Shrek 2" e domani sera "I Robot".A chiunque non abbia mai visto film in digitale posso solo dire che la differenza qualitativa che passa fra una pellicola tradizionale ed un film in D-CInema è la stessa che c'è fra una vecchia VHS di seconda o terza copia ed un recentissimo DVD. Praticamente immagini perfette e contrastate senza la più piccola imperfezione... che poi nei film realizzati in CGI significa un passaggio diretto dai computer che li hanno generati/elaborati/rimontati ed il suporto digitale su cui vengono memorizzati.Provare per credere.L'URL dell'Arcadia ve l'hanno comunicato...Non conosco altri cinema in Italia attrezzati per il digitale... se ce ne sono altri segnalateli.==================================Modificato dall'autore il 23/03/2005 9.24.52
  • Anonimo scrive:
    Isola britannica?
    Non mi risulta che l'Irlanda sia un'"Isola Britannica" ?!Forse l'articolista e' un inglese nostalgico dei tempi in cui l'Irlanda ERA ancora sotto il dominio della Regina ;-))))Per favore state attenti quando scrivete queste cose, qualche "irishman" potrebbe veramente andare su di giri :-))))))
    • Anonimo scrive:
      Re: Isola britannica?
      - Scritto da: Anonimo
      Non mi risulta che l'Irlanda sia un'"Isola Britannica" ?!Geograficamente UK e Irlanda sono chiamate "Isole britanniche".Però volendo si può chiamare l'Irlanda con il suo nome latino, "Hibernia", oppure con il nome gaelico "Erin" o "Eirinn"
      Forse l'articolista e' un inglese nostalgico dei
      tempi in cui l'Irlanda ERA ancora sotto il
      dominio della Regina ;-))))Veramente ai tempi della lotta per l'indipendenza (1921-21) c'era un Re, non una una regina a Londra.
      Per favore state attenti quando scrivete queste
      cose, qualche "irishman" potrebbe veramente
      andare su di giri :-))))))EhehehehehehehehehErin go bragh!
      • Sandino scrive:
        Re: Isola britannica?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Non mi risulta che l'Irlanda sia un'"Isola
        Britannica" ?!

        Geograficamente UK e Irlanda sono chiamate "Isole
        britanniche".
        Però volendo si può chiamare l'Irlanda con il suo
        nome latino, "Hibernia", oppure con il nome
        gaelico "Erin" o "Eirinn"propendo per ERIN


        Forse l'articolista e' un inglese nostalgico
        dei

        tempi in cui l'Irlanda ERA ancora sotto il

        dominio della Regina ;-))))

        Veramente ai tempi della lotta per l'indipendenza
        (1921-21) c'era un Re, non una una regina a
        Londra.


        Per favore state attenti quando scrivete queste

        cose, qualche "irishman" potrebbe veramente

        andare su di giri :-))))))

        Eheheheheheheheheh
        Erin go bragh!26+6 =1 la Partition presto finira !TIOCHFAID AR LA :D
  • ElfQrin scrive:
    Il futuro è in 3D
    Se vi capita di andare a Londra non rinunciate di vedere un film in 3D all'IMAX. Il prezzo del biglietto è un po' caro (ma cosa non lo è a Londra?), però ne vale la pena. Le dimensioni dello schermo sono impressionanti: 20 metri di altezza (quanto un palazzo di 7 piani) per 26 di larghezza e anche l'audio non è da meno con 44 altoparlanti sistemati un po' dapertutto, dietro lo schermo e nel resto della sala.In passato avevo visto solo un paio di filmati dimostrativi, comunque abbastanza impressionanti, ma il mese scorso ho visto un film vero e proprio, Polar Express, ed è stata un'esperienza unica che ha rivoluzionato la mia concezione di cinema Inoltre prima della proiezione in programma hanno mostrato una preview del prossimo film di James Cameron, girato in 3D sotto il mare.Peraltro, i maggiori registi si stanno convertendo alla "terza dimensione" :http://uk.news.yahoo.com/050318/325/feho5.htmlGeorge Lucas is such a fan of the latest 3-D technology that he is planning to remaster all of the "Star Wars" films for rerelease in 3-D.Appearing as part of a sextet of high-profile directors promoting 3-D and digital cinema at film industry convention ShoWest on Thursday, Lucas said he hadn't yetcommitted to a precise schedule but hoped to have the first film ready for the 30th anniversary of the original "Star Wars" movie in 2007 and that he would then rereleaseone "Star Wars" film per year in 3-D.Lucas was joined by James Cameron, Robert Zemeckis, Robert Rodriguez and Randal Kleiser. Peter Jackson joined the group via a pretaped 3-D segment. They all implored theexhibition community to invest in digital projectors, which would allow theatres to show their upcoming movies in 3-D.[...]Jackson screened remastered portions from the "Lord of the Rings" trilogy that featured a looming Gollum and battle dust that virtually fell onto the audience."I'm a man on a mission when it comes to 3-D," Cameron said. "I will be making all of my films in 3-D in the future. We need exhibition to come in to own a big chunk ofthe (emerging 3-D) market."==================================Modificato dall'autore il 23/03/2005 2.21.30
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro è in 3D
      Non serve arrivare a Londra, l'IMAX c'è anche a Riccione:http://www.imaxriccione.it/home.html
      • ElfQrin scrive:
        Re: Il futuro è in 3D
        - Scritto da: Anonimo
        Non serve arrivare a Londra, l'IMAX c'è anche a
        RiccioneBuono a sapersi... comunque a me capita più spesso di andare a Londra che a Riccione... e un volo per la capitale britannica costa sicuramente meno a chi abita lontano dalla costa romagnola.D'altra parte c'è da considerare che a Londra il film è ovviamente in lingua inglese, e il prezzo del biglietto per l'IMAX di Riccione è più economico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro è in 3D
      Cosa intendi per 3D ?Intendi film in stereoscopia ?Perchè se è così a parte che non sapevo esistesse una versione in stereoscopia di "Polar Express"... l'unico "film" in stereoscopia di cui io conosca l'esistenza è l'ormai stravecchio "Squalo 3D" e comunque vorrei proprio vedere come i registi possono rimasterizzare vecchi film in stereoscopia visto che servono le immagini di tutte le scene prese da due angolazioni equidistanti. Per quelli interamente generati al computer non è un grosso ostacolo, pasta far rigenerare tutte le sequenza variando l'angolatura. Ma per i film "reali" quali Star Wars dubito proprio esista il materiale necessario.
      • ElfQrin scrive:
        Re: Il futuro è in 3D
        - Scritto da: Anonimo
        Cosa intendi per 3D ?

        Intendi film in stereoscopia ?Sì, ma la tecnica si è affinata dai tempi dello squalo in 3D. Nei cinema IMAX non si usano gli occhialini anaglifici colorati, ma occhiali che filtrano la luce opportunamente polarizzata ricevendo così un'immagine diversa per ogni occhio, e senza alterarne i colori.Per un film in computergrafica 3D come appunto "Polar Express", la conversione in "formato IMAX" è abbastanza semplice dato che basta renderizzare il filmato da due angolazioni leggermente distanziate, mentre per i film "dal vivo" servono telecamere particolari.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il futuro è in 3D
          In questo caso mi sarebbe veramente piaciuto guardare quel film in stereoscopia con luce polarizzata.Peccato che in Italia che mi risulti non sia mai arrivato in 3D e l'IMAX di Riccione a parte che in programma ha giusto qualche documentario e basta ma neppure parla di proiezioni 3D :-(((
        • Anonimo scrive:
          Re: Il futuro è in 3D

          Sì, ma la tecnica si è affinata dai tempi dello
          squalo in 3D. Nei cinema IMAX non si usano gli
          occhialini anaglifici colorati, ma occhiali che
          filtrano la luce opportunamente polarizzata
          ricevendo così un'immagine diversa per ogni
          occhio, e senza alterarne i colori.Scusate la domanda stupida, ma questi occhialini si possono indossare sopra un paio di occhiali da vista o bisogna ricordarsi di mettere le lenti a contatto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Il futuro è in 3D
            - Scritto da: Anonimo


            Sì, ma la tecnica si è affinata dai tempi dello

            squalo in 3D. Nei cinema IMAX non si usano gli

            occhialini anaglifici colorati, ma occhiali che

            filtrano la luce opportunamente polarizzata

            ricevendo così un'immagine diversa per ogni

            occhio, e senza alterarne i colori.

            Scusate la domanda stupida, ma questi occhialini
            si possono indossare sopra un paio di occhiali da
            vista o bisogna ricordarsi di mettere le lenti a
            contatto?funzionano con gli occhiali da vista. provato. l unici prob e' che danno un po fastidio, ma quello.. a tutti pensoZarek
          • Anonimo scrive:
            Re: Il futuro è in 3D

            funzionano con gli occhiali da vista. provato.
            l unici prob e' che danno un po fastidioconfermo
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro è in 3D
      - Scritto da: ElfQrin
      ma il mese scorso ho visto un film vero e
      proprio, Polar Express, ed è stata un'esperienza
      unica che ha rivoluzionato la mia concezione di
      cinema Inoltre prima della proiezione in
      programma hanno mostrato una preview del prossimo
      film di James Cameron, girato in 3D sotto il
      mare.il 3d come e' ora fa venire mal di testa, perche' il cervello lo rifiuta. La stereoscopia non e' l'unico modo con cui gestiamo il 3d, ma anche la focalizzazione, le ombre, i colori. Questo la stereoscopia non te lo da.Inoltre, moltissimi trucchi cinematografici (pensa solo ai pugni) si basano sulla visione 2d. Metti il 3d e molti trucchi non funzionano piu'. Con questo non voglio dire che non ci si arrivera'. solo che la strada per una visione 3d rilassante come una 2d e' ancora molto lunga.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il futuro è in 3D


        il 3d come e' ora fa venire mal di testa, perche'
        il cervello lo rifiuta. a me l'imax non ha fatto nessun effetto strano.è bellissimo togliersi gli occhiali e guardare gli spettatori, c'è sempre qualcuno che allunga la mano per cercare di toccare lo "schermo". io ci sono andato 3-4 volte e devo dire che è impossibile resistere alla tentazione di allungare le mani...cmq gli imax ci sono anche in molte altre città europee e americane
  • Anonimo scrive:
    dsitribuzione Furlan anche (cinecity)
    www.cinecity.itlo fanno anche loro.giovedì mi vedo robots.è in ITALIA.:-D
    • marcodilenardo scrive:
      Re: dsitribuzione Furlan anche (cinecity
      - Scritto da: Anonimo
      www.cinecity.it

      lo fanno anche loro.

      giovedì mi vedo robots.

      è in ITALIA.


      :-DSperiamo che facciano piu film in digitale e che adeguino anche le altre 11 sale.==================================Modificato dall'autore il 23/03/2005 1.10.00
  • Anonimo scrive:
    [OT] ma non era il trifoglio??
    il portafortuna "ufficiale" irlandese??
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] ma non era il trifoglio??
      - Scritto da: Anonimo
      il portafortuna "ufficiale" irlandese??Non è "il portafortuna", ma il simbolo stesso del paese.La tradizione narra che St Patrick uso il trifoglio per spiegare agli Irish il mistero della Trinità.Bye
  • Anonimo scrive:
    broadcatching rss+torrent
    io credo che la famosa convergenza tv+pc saràancora una volta merito di sviluppatori open sourcee menti brillanti.freevo.sf.netwww.bittorrent.orgazarous.sf.netla convergenza è gia qui :)
    • Anonimo scrive:
      Re: broadcatching rss+torrent
      - Scritto da: Anonimo
      io credo che la famosa convergenza tv+pc sarà
      ancora una volta merito di sviluppatori open
      source
      e menti brillanti.
      freevo.sf.net
      www.bittorrent.org
      azarous.sf.net

      la convergenza è gia qui :)tipo la "versione video" del podcasting?
Chiudi i commenti