Mariuana.it, l'assoluzione

ADUC commenta il dissequestro del sito che era stato tirato in ballo in una operazione antidroga condotta in rete

Roma – Il sequestro del sito aveva destato grande scalpore ma ora il sito Mariuana.it è tornato “in libertà” grazie all’assoluzione del suo gestore.

Matteo Filla, di 34 anni, era infatti stato accusato di istigazione a delinquere attraverso i suoi siti web, un’accusa che lo stesso Fila aveva sempre respinto sostenendo che i propri spazi web altro non erano che informazione su cannabis e droghe leggere.

Ad applaudire all’assoluzione di Filla sono molti tra cui Antiproibizionisti.it e ADUC . Tutta la vicenda viene raccontata sul sito dedicato Mariuana.it .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • TheB scrive:
    Titolo dell'articolo errato
    Corretto sarebbe stato:Un brevetto software minaccia i desktop virtuali. Attaccate RedHat e Novell (per saggare il terreno ?).
    • trollino scrive:
      Re: Titolo dell'articolo errato
      - Scritto da: TheB
      Corretto sarebbe stato:

      Un brevetto software minaccia i desktop virtuali.
      Attaccate RedHat e Novell (per saggare il terreno
      ?).Meglio ancora Linux, sui brevetti attaccate Novell e RedHat per saggiare il terreno
  • Patrizio Tassone scrive:
    c'è chi legge cosa c'è scritto...
    Salve a tutti,Non entro nel merito dei giudizi dati alle mie citazioni, anche perché pochi le hanno lette e molti scrivono per partito preso.Due o tre utenti di questo forum hanno però insinuato io parlassi a nome di redhat o novell: la cosa mi fa sorridere, e sarei grato loro se facessero capire anche a me dove questo avviene, perché significa che abbiamo modi diversi di interpretare le parole - quando si dice che si ha sempre da imparare.Il premio miglior post comunque credo vada a Jaques Pervert, che scrive:Comunque quello che hanno fatto notare tutti e' effettivamente vero, questo tizio parla a nome di aziendechi lo ha autorizzato?se questo dovesse essere lo stile di giornalismo che viene richiesto, siamo davvero a posto: "tutti" (in 2 o 3), "è effettivamente vero" (lo ha stabilito J.P., giudice supremo senza appello), "parla a nome di aziende" (guai a citare dove questo possa essere avvenuto).Onesta intellettuale++ vedo :-)Buona serata.patrizio
    • spannocchia tore scrive:
      Re: c'è chi legge cosa c'è scritto...
      curiosità: sono stato bloccato perchè "troppo caloroso"??qualcuno per favore mi spieghi, così giusto per sapere (infatti sarebbe bello sapere precisamente perchè le risposte vengano bloccate, nel mio caso penso al possibile flame che avrei scatenato, ma meglio togliersi il dubbio..).
    • ... scrive:
      Re: c'è chi legge cosa c'è scritto...
      Patrizio, stai parlando con dei bambini e come a tutti gagni non gli devi toccare il giocattolo, bello o brutto che sia.Questi qua, non vogliono capire che se l'ecosistema linux trema violentemente ogni volta che oracle fa una dichiarazione o in alternativa una Acacia qualunque dice che tizio ha violato il suo brevetto (purtroppo in entrambi i casi sfruttando a ragione le falle progettuali e legali di questo "sistema perfetto"), CHE COSA SUCCEDERA' IL GIORNO CHE QUALCUNO DI VERAMENTE GROSSO SI MUOVERA' SUL SERIO ?Questa banda di minorenni in cuor proprio crede che in loro difesa un giorno verrà un miracolo magari direttamente l'Arcangelo Gabriele perchè si credono unti del signore e portatori di chissà quale verità suprema.Un giorno cresceranno e lo faranno prendendo a testate molte mura.
      • sotomajor scrive:
        Re: c'è chi legge cosa c'è scritto...
        - Scritto da: ...
        Patrizio, stai parlando con dei bambini e come a
        tutti gagni non gli devi toccare il giocattolo,
        bello o brutto che
        sia.
        Questi qua, non vogliono capire che se
        l'ecosistema linux trema violentemente ogni volta
        che oracle fa una dichiarazione o in alternativa
        una Acacia qualunque dice che tizio ha violato il
        suo brevetto (purtroppo in entrambi i casi
        sfruttando a ragione le falle progettuali e
        legali di questo "sistema perfetto"), CHE COSA
        SUCCEDERA' IL GIORNO CHE QUALCUNO DI VERAMENTE
        GROSSO SI MUOVERA' SUL SERIO
        ?

        Questa banda di minorenni in cuor proprio crede
        che in loro difesa un giorno verrà un miracolo
        magari direttamente l'Arcangelo Gabriele perchè
        si credono unti del signore e portatori di chissà
        quale verità
        suprema.

        Un giorno cresceranno e lo faranno prendendo a
        testate molte
        mura.intanto dai le testate tu al muro che secondo me ci stanno tutte
      • Patrizio Tassone scrive:
        Re: c'è chi legge cosa c'è scritto...
        Io lo spero per loro, nel frattempo andremo avanti per la nostra strada. :-)Buona serata e grazie per il supporto!Patrizio
    • jaques Pervert scrive:
      Re: c'è chi legge cosa c'è scritto...
      - Scritto da: Patrizio Tassone
      Salve a tutti,

      Non entro nel merito dei giudizi dati alle mie
      citazioni, anche perché pochi le hanno lette e
      molti scrivono per partito
      preso.Lei ha la sindrome di napoleone o tutti con me o tutti contro di me...Non e' un buon sintomo sa?
      Due o tre utenti di questo forum hanno però
      insinuato io parlassi a nome di redhat o novell:
      la cosa mi fa sorridere, e sarei grato loro se
      facessero capire anche a me dove questo avviene,
      perché significa che abbiamo modi diversi di
      interpretare le parole - quando si dice che si ha
      sempre da
      imparare.O scusi tanto lei cita red hat e novell e siamo noi i cretini che non capiamo i suoi voli pindarici. Patrizio Tassone, direttore editoriale della rivista Linux&C. "Red Hat, che non ha alcun accordo con Microsoft, adesso è sullo stesso piano di Novell: entrambe le società appartengono all'OIN Che ne sa che red hat ha accordi o meno con Microsoft?Lo sa? Ne e' sicuro? Come fa? partecipa alle riunioni di management di RH? No! Ecco per cui stia parecchio attento a quello che dichiara, perche' parlare a vanvera si rischia che qualcuno in america si faccia girare lo schiccherone e gli faccia passare la voglia di parlare a nome delle aziende a cui lei non APPARTIENESono stato chiaro?O vuole che le faccia il disegnino?Faccia il direttore editoriale della sua rivista
      Il premio miglior post comunque credo vada a
      Jaques Pervert, che
      scrive:

      Comunque quello che hanno fatto notare tutti e'
      effettivamente vero, questo tizio parla a nome di
      aziende
      chi lo ha autorizzato?

      se questo dovesse essere lo stile di giornalismo
      che viene richiesto, siamo davvero a posto:
      "tutti" (in 2 o 3), "è effettivamente vero" (lo
      ha stabilito J.P., giudice supremo senza
      appello), "parla a nome di aziende" (guai a
      citare dove questo possa essere
      avvenuto).Nel giornalismo si espongono I FATTI NON LE OPINIONI SU COSE CHE DIRETTAMENTE SI CONOSCONOTassone a me non mi risulta che lei lavori per RH, quindi cosa ne sa di quali sono le strategie aziendali?Lei spara idee personali e giudizi sulle aziende e le fa passare per giornalismo.Se tutti facessero giornalismo cosi, sarebbero tutti i giorni davanti al giudice.
      Onesta intellettuale++ vedo :-)Ma preghi che RH sia di buon umore, senno' le posso assicurare che se trova qualcuno dell'ufficio stampa o dell'ufficio legale che non e' proprio permissivistale fa passare un brutto quarto d'ora.Non so se la cosa le e' chiara.Faccia il direttore editoriale, non si metta a parlare di strategie che lei non conosce.
      • Patrizio Tassone scrive:
        Re: c'è chi legge cosa c'è scritto...
        ROTFL.J.P. penso tu sia particolarmente stanco.Forse è il caso che ti rileggi un bel po' di dichiarazioni, in primis proprio quelle di RH.Inoltre, ma forse ti è sfuggito, mi è stato chiesto un commento.La notizia - cioè i fatti - erano poco sopra.:-)p.s. tra l'altro, cosa ne sai tu dei miei rapporti con RH? Non sono io a dover star zitto :-)
      • Categorico scrive:
        Re: c'è chi legge cosa c'è scritto...
        - Scritto da: jaques Pervert
        - Scritto da: Patrizio Tassone[...]


        O scusi tanto lei cita red hat e novell e siamo
        noi i cretini che non capiamo i suoi voli
        pindarici.

        Patrizio Tassone, direttore editoriale della
        rivista Linux&C. "Red Hat, che non ha alcun
        accordo con Microsoft, adesso è sullo stesso
        piano di Novell: entrambe le società appartengono
        all'OIN


        Che ne sa che red hat ha accordi o meno con
        Microsoft?Finché non spaccia le sue congetture per notizie certe sta proprio facendo giornalismo, se millantasse, e non l'ha fatto, una conoscenza più diretta e certa e non fosse vero, allora sì che avremmo motivo di criticarlo.Al momento non risulta ufficialmente un accordo fra RH e MS, quindi dicendo questo Tassone riporta semplicemente quanto è attualmente noto all'esterno.Avrebbe fatto disinformazione, se non peggio, se avesse al contrario dato per certo, senza averne le prove, un qualche accordo fra RH e MS, di cui, al momento in cui è stato scritto l'articolo e tuttora, se non è trapelato qualcosa nel frattempo, non si aveva notizia.
        Lo sa? Ne e' sicuro? Come fa? partecipa alle
        riunioni di management di RH? No! Ecco per cui
        stia parecchio attento a quello che dichiara,
        perche' parlare a vanvera si rischia che qualcuno
        in america si faccia girare lo schiccherone e gli
        faccia passare la voglia di parlare a nome delle
        aziende a cui lei non
        APPARTIENE
        Sono stato chiaro?Non hai tu le idee chiare: prendi un qualsiasi giornale di economia e vedrai che i commentatori cercano di ricostruire in base alle mosse visibili all'esterno delle aziende cosa possa essere accaduto all'interno.Cercare di capire le intenzioni e le strategie delle aziende è utile in tanti campi, può essere utile all'investitore, al tutore della legge, all'ecologista, al comune cittadino, e anche a chi si interessa degli argomenti di cui si parla nell'articolo e nei commenti dei lettori.Anche noi stiamo commentando, anche tu, non te ne sei accorto?
        O vuole che le faccia il disegnino?
        Faccia il direttore editoriale della sua rivista
        E proprio da direttore editoriale, non da cronista, ha commentato.[...]


        Nel giornalismo si espongono I FATTI NON LE
        OPINIONI SU COSE CHE DIRETTAMENTE SI
        CONOSCONO
        Tassone a me non mi risulta che lei lavori per
        RH, quindi cosa ne sa di quali sono le strategie
        aziendali?
        Lei spara idee personali e giudizi sulle aziende
        e le fa passare per
        giornalismo.
        Se tutti facessero giornalismo cosi, sarebbero
        tutti i giorni davanti al giudice.
        Stai confondendo giornalista in generale con un particolare tipo di giornalista, il cronista: il cronista in particolare ha come compito principale riferire i fatti, il giornalista più in generale esprime anche commenti e opinioni, e più di tutti esprimono commenti e opinioni i direttori, che guarda caso, nei giornali, spesso scrivono l'articolo di fondo.Ma secondo te gli articoli di Montanelli, Scalfari, etc. sono pura cronaca senza commenti e opinioni?



        Onesta intellettuale++ vedo :-)

        Ma preghi che RH sia di buon umore, senno' le
        posso assicurare che se trova qualcuno
        dell'ufficio stampa o dell'ufficio legale che non
        e' proprio
        permissivista
        le fa passare un brutto quarto d'ora.
        Non so se la cosa le e' chiara.
        Faccia il direttore editoriale, non si metta a
        parlare di strategie che lei non
        conosce.Per fortuna RH non è né D'Alema, né De Mita :pSe tutte le aziende e tutte le persone in genere facessero causa a chi fa commenti sgraditi penso che alle persone con un po' di cervello converrebbe cambiare pianeta.
      • MeMedesimo scrive:
        Re: c'è chi legge cosa c'è scritto...
        ma ade' non pigliamocela con tassone. Il tassone e' stato intervistato e ha espresso un suo parere da persona informata sul mondo linux.Seguendo lo stesso metro del redattore dell'articolo alla prossima occasione daremmo la nostra opionine :Pcioe' la diatriba e' contro RH e quell'altro tipo? intervista sta gente no?? e' come se il palestinese si sfracassa contro l'israeliano e vanno a intervistare un belga o fanno commentare i fatti sportivi alla canalis... ops quella c'e' gia' LOL
  • Non authenticat scrive:
    Quadri che cadono....
    La cosa che mi pare che MOLTI (per non dire quasi nessuno) capiscono... è che tra il software scritto "per" Unix (ma anche Unix come O.S. in senso stretto) così come per il software scritto per Linux o altri sistemi che sono da DIVERSE DECINE DI ANNI sistemi essenzialmente USER SUPPORTED e PUBLICALLY supported il sistema dei brevetti (anche software) è MOLTO ma molto meno "pericoloso" di quanto non lo sia per i sistemi "closed"!Il problema è che la grande diffusione e la universale e pubblica conoscenza delle idee che sono implementate in sistemi di tale tipo sono in genere BEN conosciute e discusse (spessisimo pubblicate come lavori di ricerca)... il che rende gran parte delle suddette idee a rischio (per chi volesse brevettare) di "prior art" o di "ovvietà".Che sono cause invalidanti se se va in giudizio!Ben diversa è la questione per i sistemi closed, il rischio di non poter ricorrere a presentazionii, discussioni o documenti pubblici è molto più elevato!E quindi più elevata la probabilità di non "spuntarla" in modo "poco costoso" (tipo prior art e simili).La dimostrazione è sotto gli occhi di tutti (compresi quelli con fette di salame a pagamento):Infatti trovare una lista del tipo di quella qui in fondo a questo post, per i sistemi diciamo "User Supported"... è un pochino più difficile che per "altri tipi" di sistemi!A questo punto la domanda sorge spontanea... quali sono i quadri che cadono più spesso e con maggiori esborsi e fragori di vetri rotti?http://walkingwithelephants.blogspot.com/2007/10/dear-steve.htmlPerformance Pricing Sues Microsoft for Patent Infringement - October 2007Premier International Associates - September 2007Lo Sues Microsoft for Patent Infringement - August 2007JuxtaComm Technologies Sues Microsoft for Patent Infringement - August 2007Aloft Media Sues Microsoft for Patent Infringement - July 2007Paone Sues Microsoft for Patent Infringement - July 2007Achates Reference Publishing Sues Microsoft for Patent Infringement - June 2007Veritical Computer Systems Sues Microsoft for Patent Infringement - April 2007James Taylor Sues Microsoft for Patent Infringement - April 2007Multimedia Patent Trust Sues Microsoft for Patent Infringement - April 2007F&G Research Sues Microsoft for Patent Infringement - April 2007i4i Limited Partnership Sues Microsoft for Patent Infringement - March 2007VirnetX Sues Microsoft for Patent Infringement - February 2007Fenner Investments Sues Microsoft for Patent Infringement - January 2007Gobeli Research Sues Microsoft for Patent Infringement - December 2006Alcatel Sues Microsoft for Patent Infringement - November 2006PalTalk Holdings Sues Microsoft for Patent Infringement - September 2006Computer Acceleration Corp. Sues Microsoft for Patent Infringement - July 2006International Automated Systems, Inc. Sues Microsoft for Patent Infringement - July 2006Anascape Sues Microsoft for Patent Infringement - July 2006z4 Technologies Sues Microsoft for Patent Infringement - June 2006Veritas Operating Corp. Sues Microsoft for Patent Infringement - May 2006Triton IP Sues Microsoft for Patent Infringement - April 2006Softvault Systems Sues Microsoft for Patent Infringement - January 2006Mallory Ventures Sues Microsoft for Patent Infringement - January 2006Sklar Sues Microsoft for Patent Infringement - January 2006Visto Sues Microsoft for Patent Infringement - December 2005Data Encryption Corp. Sues Microsoft for Patent Infringement - July 2005Carlos Armando Amato Sues Microsoft for Patent Infringement - May 2005Forgent Networks Sues Microsoft for Patent Infringement - April 2005Compression Labs Sues Microsoft for Patent Infringement - April 2005American Video Graphics Sues Microsoft for Patent Infingement - March 2005Burst Sues Microsoft for Patent Infringement - March 2005Spreadsheet Automation Corp. Sues Microsoft for Patent Infringement - March 2005BTG Sues Microsoft for Patent Infringement - July 2004Lextron Systems Sues Microsoft for Patent Infringement - February 2004Motionless Keyboard Co. Sues Microsoft for Patent Infringement - Feburary 2004Immersion Sues Microsoft for Patent Infringement - 2003TC Interactive Data Sues Microsoft for Patent Infringement - May 2002Network Commerce, Inc. Sues Microsoft for Patent Infringement - December 2001Priceline.com Sues Microsoft for Patent Infringement - October 1999Eolas Sues Microsoft for Patent Infringement - February 1999Goldtouch Technologies Sues Microsoft for Patent Infringement - December 1998-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2007 17.30-----------------------------------------------------------
  • Jaques Pervert scrive:
    in risposta a tassone bloccato
    Ma chi sei tu?L'avvocato? Comunque quello che hanno fatto notare tutti e' effettivamente vero, questo tizio parla a nome di aziende chi lo ha autorizzato?Un giornalista esprime un opinione, non dice cosa fara' redhat o novell... che ne sa lui? va a cena con GLI AMMDEL?E il classico esempio italiano, tutti a parlare di come mettere in campo la nazionale.Ma qui non stiamo al bar dello sport
  • spannocchia tore scrive:
    tassone
    è VERGOGNOSO il modo in cui si sta attaccando Tassone: anche a me non sta tanto simpatico, però da qui ad offendere ce ne passa.si possono avere opinioni discordanti, ma chi passa all'offesa è STOLTO ed ha TORTO.inoltre sarebbe buona cosa ARGOMENTARE: Tassone è stupido perchè sa niente, e PI gli da voce doveva darla a qualcun'altro???ma chi siete, DIO???PI faccia quel che ritiene giusto, se è seguito così tanto è perchè ha raggiunto un buon livello di CREDIBILITA', e se ritiene giusto chiedere un OPINIONE a Tassoni per la cosa lo può fare tranquillamente. dopo giustamente ci saranno critiche perchè le scelte non sono condivise da tutti, ma l'offesa (addirittura personale) è una VERGOGNA da CANCELLARE.QUESTA E' QUESTIONE DI EDUCAZIONE.
  • Non authenticat scrive:
    uh? hoh? sogno o son desto? prior art!
    http://delivery.acm.org/10.1145/30000/24056/p211-henderson.pdf?key1=24056&key2=2773542911&coll=portal&dl=ACM&CFID=23778768&CFTOKEN=77139655Sogno o son desto?in questo PDF disponibile AL PUBBLICO e chiaramente datato luglio 1986!(prima del filing) è descritto PUBBLICAMENTE quanto oggetto del brevetto!Il che costituisce PRIOR ART!L'autore (e questo è il bello!) è lo stesso Henderson il quale doveva pur sapere di avere fatto tale PUBBLICAZIONE (e quindi aver reso noto PRIMA DEL FILING) il sistema descritto NEL 1986!N.B. per la legge americana non importa se chi ha fatto la pubblicazione è la stessa persona che fa il "filing" se la pubblicazione era disponibile al pubblico è comunque PRIOR ART!
    • gerry scrive:
      Re: uh? hoh? sogno o son desto? prior art!
      - Scritto da: Non authenticat
      N.B. per la legge americana non importa se chi ha
      fatto la pubblicazione è la stessa persona che fa
      il "filing" se la pubblicazione era disponibile
      al pubblico è comunque PRIOR
      ART!Se vai in tribunale non sai mai cosa ti capita.Intanto devi tirare fuori un mucchio di soldi per gli avvocati.Certo, se vinci te li dovrebbe ridare chi perde. Sempre che il tuo avversario li abbia. Chi ti garantisce che IP innovation ha i soldi per risarcirti? Se falliscono la causa l'hai vinta a fondo perso.Intanto ti può sempre capitare che un giudice decida di rilasciare un provvedimento restrittivo sui tuoi software, che magari ti impedisce di venderli in via cautelativa.E sono altri soldi che se ne vanno.Più il danno d'immagine.Cedere senza combattere può rivelarsi più conveniente. Loro hanno tutto da vincere e niente da perdere.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2007 16.00-----------------------------------------------------------
      • Non authenticat scrive:
        Re: uh? hoh? sogno o son desto? prior art!
        - Scritto da: gerry
        - Scritto da: Non authenticat


        N.B. per la legge americana non importa se chi
        ha

        fatto la pubblicazione è la stessa persona che
        fa

        il "filing" se la pubblicazione era disponibile

        al pubblico è comunque PRIOR

        ART!

        Se vai in tribunale non sai mai cosa ti capita.
        Infatti al momento loro hanno già perso una causa!
        Intanto devi tirare fuori un mucchio di soldi per
        gli
        avvocati.Peccato che anche quelli li debbano risarcire!
        Certo, se vinci te li dovrebbe ridare chi perde.
        Sempre che il tuo avversario li abbia. Li ha li ha... nella fattispecie!
        Chi ti garantisce che IP innovation ha i soldi
        per risarcirti? Se falliscono la causa l'hai
        vinta a fondo
        perso.Guarda il capitale! che non è poco!

        Intanto ti può sempre capitare che un giudice
        decida di rilasciare un provvedimento restrittivo
        sui tuoi software, che magari ti impedisce di
        venderli in via
        cautelativa.Con un prior art? e una causa già persa in precedenza?
        E sono altri soldi che se ne vanno.
        Più il danno d'immagine.La loro!

        Cedere senza combattere può rivelarsi più
        conveniente. Loro hanno tutto da vincere e niente
        da
        perdere.È quello che sperano loro infatti 4 hanno pagato senza fiatare e l'unico che si è opposto ha vinto!I fatti ti danno TORTO!
    • Categorico scrive:
      Re: uh? hoh? sogno o son desto? prior art!
      - Scritto da: Non authenticat
      http://delivery.acm.org/10.1145/30000/24056/p211-h

      Sogno o son desto?
      in questo PDF disponibile AL PUBBLICO e
      chiaramente datato luglio
      1986!
      (prima del filing) è descritto PUBBLICAMENTE
      quanto oggetto del
      brevetto!
      Il che costituisce PRIOR ART!
      L'autore (e questo è il bello!) è lo stesso
      Henderson il quale doveva pur sapere di avere
      fatto tale PUBBLICAZIONE (e quindi aver reso noto
      PRIMA DEL FILING) il sistema descritto NEL
      1986!
      N.B. per la legge americana non importa se chi ha
      fatto la pubblicazione è la stessa persona che fa
      il "filing" se la pubblicazione era disponibile
      al pubblico è comunque PRIOR
      ART!Anch'io avevo trovato quell'articolo, linkato da wikipedia, non osavo però citarlo come prior art proprio per la questione che è stato scritto dagli stessi ricercatori che hanno presentato la richiesta di brevetto, non sapendo cosa dice in materia la legge americana: grazie per l'ottima notizia!
      • Non authenticat scrive:
        Re: uh? hoh? sogno o son desto? prior art!
        - Scritto da: Categorico
        Anch'io avevo trovato quell'articolo, linkato da
        wikipedia, non osavo però citarlo come prior art
        proprio per la questione che è stato scritto
        dagli stessi ricercatori che hanno presentato la
        richiesta di brevetto, non sapendo cosa dice in
        materia la legge americana: grazie per l'ottima
        notizia!http://www.iusmentis.com/patents/priorart/"Prior art basically means any disclosure of the contents of a claim, prior to the application for patent....only documents published before the filing date of the application in question are considered." :)
  • uffa che scatole scrive:
    Un altro Brevetto assurdo
    Com il mio: User Interface with some red elements.Non vedo l'ora di iniziare a far causa a tutti. :DSecondo me per poter vincere una causa occorre dimostrare di aver sostenuto costi, verificabili da esperti, in ricerca altrimenti si e' solo brevettato un'idea generica venuta per caso.
  • FDG scrive:
    L'azienda che infrange di più...
    ...sembra Microsoft.http://trolltracker.blogspot.com/2007/10/adendum-to-part-1-fortune-100.htmlSe quelle 31 violazioni corrispondono ad un certo esborso di soldi, chi credete che pagherà alla fine, Microsoft? Oppure gli ignari acquirenti che si troveranno a finanziare pure gente che non produce nulla, cioè i cosiddetti patent troll?
  • FDG scrive:
    Pantent Troll Tracker
    Ho scovato questo blog che tratta l'argomento (che non investe solo il settore del software):http://trolltracker.blogspot.com/Notate questo articolo:http://trolltracker.blogspot.com/2007/10/look-at-fortune-100-and-patent_11.htmlAerospace/Defense: These were mostly competitor cases...Automotive: ... non parla di numeri ma dice che la maggior parte dei patent troll non sono collocati nei distretti produttiviFinancial/Banking/Securities: ...there were no non-troll cases. Every single one of the 16 cases in this sector were filed by patent trolls.Retail: 87 patent cases filed total, 61 by non-trolls, and 26 by trollsPharma: There are no trolls in pharmaHigh Tech/Telecom: 59 non-troll cases, 133 troll casesCioè, sembra che certi settori siano più soggetti all'azione dei pantent troll, guarda caso quei settori che hanno a che fare con realizzazioni tecnologiche immateriali. Dico bene?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2007 14.03-----------------------------------------------------------
  • Suor Assunta scrive:
    Tutto grasso che cola
    Per ingrassare le lobbies degli avvocati dei pitocchi che tentano di campare su queste miserie.
  • Tuxer scrive:
    Stallman docet.....
    E già....il visionario.....il fricchettone.......quello sporco comunista di Stallman è + avanti di tutti i quaraquà che si riempiono la bocca di software libero e open source.Chi è questo signore?Come mai ce l'ha tanto coi brevetti e con gli accordi commerciali aventi ad oggetto gli stessi...?Sarà mica Nostradamus redivivo?Quando costui andava in giro con la sua lunga chioma a dire che chiunque, compresi noi Europei, possiamo chiedere e ottenere un brevetto negli USA su uno standard "de facto" senza capire nulla di programmazione e poi denunciare chi col proprio software violerebbe tale proprietà intellettuale...........sotto quale effetto "stupefacente" si trovava?Quando scriveva la nuova GPL, cosa aveva assunto?Perché non ha diffuso il "codice sorgente" di tale droga miracolosa, cosicché ne potesse usufruire anche il Buon Torvalds di modo che la smettesse, una buona volta, di fumarsi le pinne del Pinguino?Da un lato la notizia mi fa sorridere.Primo: come diceva l'autore dell'articolo, questi sono dei troll.Secondo: Novell stipula un accordo con Microzozz, paga il pizzo, e poi viene sottoposta ad estorsione da altri "capi mandamento". Uhuh, complimentoni. Terzo.Non è dato sapere quali parti software delle distribuzioni Linux incriminate violerebbero il brevetto in questione.In Italia una richiesta di risarcimento del genere verrebbe rigettata quantomeno per vizio di forma: il "ricorrente" non indica con sufficiente chiarezza "l'oggetto del contendere", che dunque risulta "indeterminato o indeterminabile".Suvvia, dai che a breve ci faremo tutti delle sane e grasse risate.
    • spannocchia tore scrive:
      Re: Stallman docet.....
      ehm..l'oggetto del contendere è scritto nell'articolo, con tanto di brevetto violato e di cosa parla (desktop multipli).sarà una lunga battaglia, ed una soluzione extragiudiziale mi sembra la più logica..
      • Tuxer scrive:
        Re: Stallman docet.....
        ehm...ehm.....no, non è chiaro. Di chiaro c'è solo il brevetto violato, con tanto di numero. Ma non si capisce cosa o chi lo viola. Quale software incluso nelle 2 distribuzioni?Soluzione stragiudiziale? Forse Novell, conoscendo i suoi ultimi trascorsi (abbassarsi le braghe). E Red Hat? Su red hat ho i miei dubbi. Son + vicini alla community di quanto non lo sia Novell. E non saranno disposti a farsi mettere sotto da dei troll.Staremo a vedere.Io nel frattempo preparo le risate.
      • livio.morina scrive:
        Re: Stallman docet.....
        ...c'è scritto il brevetto violato, ma non come/dove avvenga questo illecito.
        • Tuxer scrive:
          Re: Stallman docet.....
          - Scritto da: livio.morina
          ...c'è scritto il brevetto violato, ma non
          come/dove avvenga questo
          illecito.Appunto ;)
          • spannocchia tore scrive:
            Re: Stallman docet.....
            vero, ma le alternative si contano sulle dita di una mano.non è come m$ che spara nel mucchio così per sport, ma qui c'è un brevetto preciso, penso non sia difficile capire cosa colpisca..comunque il giudizio chiarirà ogni cosa
          • livio.morina scrive:
            Re: Stallman docet.....
            In linux ci son molte dipendenze tra pacchetti e molte volte son sviluppate da società/persone diverse.Bisogna quindi capire se il brevetto vada a colpire l'interfaccia grafica o qualche libreria che permetta tale implementazione...Non è proprio una cosa così scontata... Quel ramo si basa proprio su questi piccoli cavilli...
  • nome e cognome scrive:
    ma Windows?
    Ma Windows non rientra anch'esso in questo brevetto?
    • ... scrive:
      Re: ma Windows?
      Non mi pare che winz abbia i desktop multipli, in tal caso comunque microsoft rispetterebbe le regole e caccerebbe fuori i dollari, di certo non con il sorriso ma per fortuna la legge non pretende pure quello.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: ma Windows?
        Ci sarebbe il Virtual Desktop Manager, se proprio vogliamo... io lo uso e mi pare proprio che sia uno dei powertoy di windows xp
        • ... scrive:
          Re: ma Windows?
          Se la cosa corrisponde a quanto descritto nel brevetto presto arriverà una lettera anche a Redmond, che problema c'è...
    • Beccamorto scrive:
      Re: ma Windows?
      - Scritto da: nome e cognome
      Ma Windows non rientra anch'esso in questo
      brevetto?La miglior protezione di Microsoft è l'amor proprio dei programmatori Xerox: nessuno di loro avrebbe lo stomaco di dire che una "fìciur" di Windows è copiata pari pari da un loro lavoro, che figura ci farebbero? (idea) :D
  • Categorico scrive:
    Chi attacca Tassone per partito preso...
    ...non fa fare una gran bella figura al mondo Open Source.Siccome ha osato criticare la GPL3, ora gli stallmaniti gnulebani gli danno addosso per partito preso qualunque cosa scriva, senza neanche cercare di capire e senza rendersi conto che quella di Tassone è un opinione come un'altra, condivisibile o meno, ma che lui ha il diritto di esprimere e lo fa senza insultare il prossimo o cercare di zittirlo.Fatevene una ragione, Tassone è su posizioni diciamo "raymondiane", a volte sono conciliabili con quelle stallmaniane, altre volte diametralmente opposte, altre ancora, come in questo caso, l'ideologia e la filosofia non c'entrano un beneamato.In ogni caso, né lui né i gnulebani rappresentano la totalità del mondo Open Source, e nessuno ha il diritto di zittire l'altro, se non vi piace quello che scrive o dice, non leggetelo.Oh, poi, se volete continuare a fare delle figure barbine, continuate pure a zittire chi non la pensa come voi, però non arrogatevi il diritto di ergervi a rappresentanti di nessun altro che voi stessi.
    • Categorico scrive:
      Re: Chi attacca Tassone per partito preso...
      - Scritto da: Categorico[...]
      Fatevene una ragione, Tassone è su posizioni
      diciamo "raymondiane", a volte sono conciliabili
      con quelle stallmaniane, altre volte
      diametralmente opposte, altre ancora, come in
      questo caso, l'ideologia e la filosofia non
      c'entrano un
      beneamato.
      In ogni caso, né lui né i gnulebani rappresentano
      la totalità del mondo Open Source, e nessuno ha
      il diritto di zittire l'altro, se non vi piace
      quello che scrive o dice, non
      leggetelo.[...]Oh, la davo talmente per scontata da non menzionarla, esiste anche un'altra possibilità, la più normale fra persone civili: se capita di leggere ciò che scrive Tassone e di non essere d'accordo, si può tranquillamente commentare, obiettare, smentire, confutare. Senza zittire e insultare.
    • ... scrive:
      Re: Chi attacca Tassone per partito preso...
      Ribadisco quanto scrissi tempo fa: Stallman è un dittatore ed i suoi galoppini degli zeloti.Tutti i dittatori sono convinti di essere gli unici portatori della verità e soprattutto della libertà ma in realtà le uniche libertà e verità che concepiscono sono quelle dove tutti possono dire e fare quello che vogliono basta che non vada in contrasto con le loro ("sacre e divine") idee.
    • memedesimo scrive:
      Re: Chi attacca Tassone per partito preso...
      ma io vorrei capire chi e' questo tipo XD e cosa cazzo centrano perche la prossima volta voglio scriverci io nellarticolo xd
  • andy61 scrive:
    come emendare il sistema dei brevetti ..
    Il sistema dei brevetti non è concettualmente sbagliato: consente a chi ha un'idea innovativa di farne tesoro, anche che non ha individualmente le risorse per realizzarla o per industrializzarla.Una volta accaparrati i diritti di sfruttamento dell'idea, diviene possibile cercare investitori per la realizzazione e la commercializzazione.Ciò che diviene ogni giorno più inappropriato è come vengano gestiti i brevetti (mi riferisco in particolare ai brevetti sul software, ma si può estendere anche ai diritti di sfruttamento delle opere d'arte).I problemi principali mi sembra che siano:1. la durata eccessiva: il mondo del software evolve ad una tale velocità che qualsiasi idea, se non sfruttata entro i primi anni, diviene obsoleta o limitante dell'evolusione della tecnologia.2. il fatto che sia possibile registrare (o acquistare, come in questo caso) dei brevetti, senza tentare in nessun modo di farli fruttare, con implementazioni o partnership finalizzate alle realizzazione ed alla commercializzazione.3. il fatto che sia un disastro (diciamo quasi impossibile, e comunque molto costoso, sia in termini economici che temporali) capire quali siano i brevetti depositati e quali non lo siano ancora - faccio comunque onore agli americani (www.uspto.gov) per aver pubblicato il catalogo dei brevetti depositati (lo si facesse anche in Italia!), che pur ha le sue limitazioni: i brevetti troppo vecchi non sono consultabile, né lo sono schemi ed allegati a quelli depositati in forma elettronica.4. l'impossibilità di essere certi che la propria idea abbia il riconoscimento del brevetto che richiediamo in un tempo breve; questo porta a due possibilità: a non spingere la propria idea, per paura di scoprire di trovarsi cause per violazione di brevetto, o di investire dei soldi in qualcosa che forse un giorno scopriremo non essere nostro.LE MIE PROPOSTE===============1. miglioramento della possibilità di verificare l'esistenza di brevetti esistenti2. certezza del tempo (breve, nell'ordine di pochi mesi) in cui un brevetto possa essere ufficialmente riconosciuto3. breve durata del periodo di sfruttamento dell'idea (5 anni?), dopodiché la detenzione dei diritti sul brevetto deve essere legata al versamento di diritti proporzionali al business ed all'impatto sulla tecnologia (un brevetto che blocca altre tecnologie deve poter essere mantenuto soltanto dietro pagamento di cospicui diritti)4. possibilità di depositare richieste di brevetto on-line, senza la necessità di intermediazione di società specializzate, con conseguente drastica riduzione dei costi di deposito5. possibilità di indicare, in fase di registrazione, se il brevetto sia destinato al pubblico utilizzo (nessuna royalty può essere richiesta da nessuno per il suo sfruttamento - vedi anche il progetto Patent Commons); in questo modo è possibile prevenire il blocco della tecnologia da parte di terzi; una volta depositato, ed anche dopo la scadenza del brevetto, la tecnologia potrà essere considerata prior art, e quindi non più brevettabile; diviene anche inutile pagare per il rinnovo della concessione del brevetto.
    • ... scrive:
      Re: come emendare il sistema dei brevetti ..
      Tutto giusto a parte il punto 4: ti metti te a scartabellare dentro miliardi di richieste di brevetto per vedere se c'è qualcosa di simile alla tua idea ?
      • andy61 scrive:
        Re: come emendare il sistema dei brevetti ..
        ... e di un bel motorino di ricerca testuale, come quello americano, che ne dici ...?Così, tanto per filtrare un po' ...... tenendo conto che fino ad oggi lo si è fatto praticamente a mano ...se poi ne avessimo voglia, potremmo anche ad iniziare a pensare di mettere in piedi un motore più evoluto, che si occupi della semantica e delle relazioni tra brevetti.
        • gerry scrive:
          Re: come emendare il sistema dei brevetti ..
          - Scritto da: andy61
          ... e di un bel motorino di ricerca testuale,
          come quello americano, che ne dici
          ...?
          Così, tanto per filtrare un po' ...Tecnicamente l'ufficio brevetti dovrebbe verificare, per ogni richiesta di deposito, che sia effettivamente originale prima di accettarla.Solo che il traffico è cresciuto cosi tanto che gli uffici brevetti vanno in crisi.
        • ... scrive:
          Re: come emendare il sistema dei brevetti ..
          Da n miliardi passi a n migliaia. Se ti accontenti si vede che il tempo non ti manca. Oltretutto un motore di ricerca testuale si basa su parole chiave non sul significato che puoi dare ad un giro di parole.Il giorno che avremo inventato una IA in grado di capire il senso delle parole avremo inventato Matrix
    • FDG scrive:
      Re: come emendare il sistema dei brevetti ..
      - Scritto da: andy61
      Il sistema dei brevetti non è concettualmente
      sbagliato...Non so se le tue proposte hanno senso o meno, comunque aggiungerei un punto: l'esistenza di una implementazione del brevetto, documentata dettagliatamente, documentazione che costituisce parte delle specifiche del brevetto, così da ridurre la distanza tra brevetto e sua realizzazione ed evitare sia interpretazioni troppo vaghe del brevetto, sia la proliferazione dei "patent troll".
  • zerouno scrive:
    Che noia...
    ... questi brevetti. Una noia mortale. Una tortura.L'ennesimo patetico tentativo di ostacolare un sano sviluppo informatico.
    • kaiserxol scrive:
      Re: Che noia...
      Ma sei scemo? Per quella gente è lavoro! Se non pagano le licenze chi gli dà i soldi per sfamare i figli? Pensae prima di dire stronzate
    • ... scrive:
      Re: Che noia...
      Non importa se ti senti annoiato o torturato. C'è una legge e la rispetti con il sorriso o il broncio.Fino a quando non si farà qualcosa di serio e legale per cambiare la situazione (fregarsene non è serio tantomeno legale) si dovrà remare così.
      • anonimo01 scrive:
        Re: Che noia...

        Fino a quando non si farà qualcosa di serio e
        legale per cambiare la situazione (fregarsene non
        è serio tantomeno legale) si dovrà remare
        così.uff, quelli del sito www.unitednuclear.com ha detto che non possono vendermi materiale fissile nucleare (per via del trasporto)...ma ups!, noto ora che hai scritto "serio e legale "...allora fa niente, come non detto(anonimo)(anonimo)(anonimo)(anonimo)(just jocking :D )
  • Bex scrive:
    Non mi sorprenderei ...
    Se qualcuno a questo punto spolverasse un vecchio brevetto su come riscaldare l'acqua e citasse in giudizio tutti i produttori di macchine da caffe, caloriferi, automobili, centrali elettriche, locomotive a vapore, ....Va bene tutto ma fare valere i propri diritti su una banalità come i desktop multipli è assurdo...Cioè uno si sveglia la mattina e dice... tutte le finestre sul desktop non mi piacciono... creano caos.. xche non mettere un bel tastino x fare sparire tutte quelle finestre e liberare il desktop e un altro tastino per tornare a quelle... lo brevetta e ora rompe le px ?E quando verrà fuori l'inventore della freccina come puntatore del mouse ? no xche ormai sono molti i sistemi che hanno una freccina come puntatore ma qualcuno sicuramente l'ha ideata per primo...W le banalità....Mi aspetto anche che verrà fuori chi ha deciso che i tasti della tastiera devono essere quadrati... xche l'ha inventato lui....
    • livio.morina scrive:
      Re: Non mi sorprenderei ...
      Dimentichi che i brevetti hanno una scadenza, quindi la freccina & co dovrebbero esser già salvi
  • mah scrive:
    e si
    http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&rd=1&item=260167845404&ssPageName=STRK:MESE:IT&ih=016
  • paoloholzl scrive:
    Risutato di una normativa da buttare
    Ecco la degenerazione di una normativa sui brevetti da rifare.IP InnovationMA MI FACCIA IL PIACERE .....ci vuole una bella faccia tosta a chiamarsi così per una società con quelle caratteristiche.
  • billygatto scrive:
    Azioni strumentali manovrate da MS
    E ti pareva! a poche ore dal rilascio ufficiale di Ubuntu Gutsy ecco che viene a galla il nuovo finto scandalo.. tanto per gettare un pò di fango e cercare di arginare le migrazioni in massa.Sappiamo benissimo chi c'è dietro tutto questo.Sappiamo che a redmond ad ogni nuovo rilascio tremano i polsi.Sappiamo, ma sappiate lì a redmond che queste burle fanno soltanto ridere e finiranno per ritorcersivi contro.Lunga vita al Gibbone Coraggioso!
  • madel28 scrive:
    Proposta di nuova definizione wikipedia
    Gli Stati Uniti d'America non sono solo una democrazia grande (grande va dopo, non è un errore ;)), ma sono anche un esportatore grande di questo prezioso strumento dei popoli. Essi sono altresì noti per una loro grandissima invenzione: la proprietà (privata) intellettuale.Stati Uniti d'America: la nazione della proprietà intellettuale, un paese in cui con i soldi ti puoi comprare l'intelligeza pur essendo un cialtrone ignorante, purché ricco.Come conseguenza, tutti gli altri onesti e non egualmente abbienti lavoratori/aziende debbono rinunciare ad usare il loro intelletto poiché buona parte è stato già comprato.Quando qualche sventurato si dimentica di passare una decina d'anni a capire quale parte dell'intelletto umano gli rimane da usare, ecco qua che si ritrova nel pasticcio delle cause brevettuali intentate contro di lui da aziende o singoli che sono gravemente minacciati nel loro onesto business di pistoleros-spara-querele.Ma a loro piace 'sta situazione, si divertono così, gli piace giocare difficile. A rovinare il loro divertimento c'è una buona parte del mondo finora addormentata che si sta svegliando, e non ha nessuna intenzione di comprare intelligenza, dato che di intelligentoni ce ne ha perfino da esportare.Americani, se volete usare Linux venite qui in Europa, qui c'è ancora un filo di libertà, ma sbrigatevi perché potrebbe non durare a lungo.Hasta luego.
    • gilgamesh_ scrive:
      Re: Proposta di nuova definizione wikipedia
      - Scritto da: madel28
      Gli Stati Uniti d'America non sono solo una
      democrazia grande (grande va dopo, non è un
      errore ;)), ma sono anche un esportatore grande
      di questo prezioso strumento dei popoli. Essi
      sono altresì noti per una loro grandissima
      invenzione: la proprietà (privata)
      intellettuale.

      Stati Uniti d'America: la nazione della proprietà
      intellettuale, un paese in cui con i soldi ti
      puoi comprare l'intelligeza pur essendo un
      cialtrone ignorante, purché
      ricco.

      Come conseguenza, tutti gli altri onesti e non
      egualmente abbienti lavoratori/aziende debbono
      rinunciare ad usare il loro intelletto poiché
      buona parte è stato già
      comprato.

      Quando qualche sventurato si dimentica di passare
      una decina d'anni a capire quale parte
      dell'intelletto umano gli rimane da usare, ecco
      qua che si ritrova nel pasticcio delle cause
      brevettuali intentate contro di lui da aziende o
      singoli che sono gravemente minacciati nel loro
      onesto business di
      pistoleros-spara-querele.

      Ma a loro piace 'sta situazione, si divertono
      così, gli piace giocare difficile. A rovinare il
      loro divertimento c'è una buona parte del mondo
      finora addormentata che si sta svegliando, e non
      ha nessuna intenzione di comprare intelligenza,
      dato che di intelligentoni ce ne ha perfino da
      esportare.

      Americani, se volete usare Linux venite qui in
      Europa, qui c'è ancora un filo di libertà, ma
      sbrigatevi perché potrebbe non durare a
      lungo.

      Hasta luego.
  • floriano scrive:
    quando scade?
    Patent number: 5072412Filing date: Mar 25, 1987Issue date: Dec 10, 1991Inventors: D. Austin Henderson, Jr., Stuart K. Card, John T. Maxwell, IIIAssignee: Xerox Corporationnel 2011?
    • Pick Indolor scrive:
      Re: quando scade?
      - Scritto da: floriano
      Patent number: 5072412
      Filing date: Mar 25, 1987
      Issue date: Dec 10, 1991
      Inventors: D. Austin Henderson, Jr., Stuart K.
      Card, John T. Maxwell,
      III
      Assignee: Xerox Corporation




      nel 2011?Secondo la legge USA, i brevetti concessi da prima del 1995 hanno durata di 20 anni dalla data della richiesta della registrazione (filing date) o 17 anni dalla data della concessione (issue date), e NON sono rinnovabili. Nel primo caso il brevetto sarebbe sicuramente bollito dal 20 marzo 2007. Nel secondo caso (17 anni) ci saremmo ancora dentro per il rotto della cuffia (exp. date dec 10 2008). Inoltre si paga una tassa di manutenzione del brevetto, mi pare ogni 4 anni. Se non pagata, il brevetto decado o comunque non può essere difeso.Ma il problema è che in questi 20 anni si sono usati i desktop multipli un po' da parte di tutti, e non so fino a che punto si può tornare indietro nel tempo per la "violazione". Magari quelli di Acacia hanno atteso l'ultimo anno utile perchè sperano di fare il botto di 20 anni di royalty a detta loro evase...
      • Alessandrox scrive:
        Re: quando scade?
        - Scritto da: Pick Indolor
        Ma il problema è che in questi 20 anni si sono
        usati i desktop multipli un po' da parte di
        tutti, e non so fino a che punto si può tornare
        indietro nel tempo per la "violazione". Magari
        quelli di Acacia hanno atteso l'ultimo anno utile
        perchè sperano di fare il botto di 20 anni di
        royalty a detta loro
        evase...Al max acacia potra' far valere il brevetto da quando lo ha acquistato...
        • Categorico scrive:
          Re: quando scade?
          - Scritto da: Alessandrox
          - Scritto da: Pick Indolor


          Ma il problema è che in questi 20 anni si sono

          usati i desktop multipli un po' da parte di

          tutti, e non so fino a che punto si può tornare

          indietro nel tempo per la "violazione". Magari

          quelli di Acacia hanno atteso l'ultimo anno
          utile

          perchè sperano di fare il botto di 20 anni di

          royalty a detta loro

          evase...

          Al max acacia potra' far valere il brevetto da
          quando lo ha
          acquistato...Mi hai rubato le parole di bocca, pardon, di tastiera!Il brevetto in origine è stato assegnato a Xerox (cosa che però lo rende più pericoloso, dato che Xerox è stata davvero la pioniera delle GUI).Il dubbio che mi sorge, però, è: a che gioco sta giocando Xerox?Vende i propri brevetti a piccole aziende specializzate nello spillare soldi con azioni legali, così incassa subito senza sporcarsi le mani?D'altra parte è consolante, in base alle date, che per via dei brevetti precedenti di Xerox, quelli di Microsoft in materia sono carta straccia (se non bastasse il fatto che MS ha palesemente copiato Gnome, arrivando ad usarne delle schermate per illustrare le proprie richieste di brevetto).
          • samu scrive:
            Re: quando scade?
            - Scritto da: Categorico
            - Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da: Pick Indolor




            Ma il problema è che in questi 20 anni si sono


            usati i desktop multipli un po' da parte di


            tutti, e non so fino a che punto si può
            tornare


            indietro nel tempo per la "violazione". Magari


            quelli di Acacia hanno atteso l'ultimo anno

            utile


            perchè sperano di fare il botto di 20 anni di


            royalty a detta loro


            evase...



            Al max acacia potra' far valere il brevetto da

            quando lo ha

            acquistato...

            Mi hai rubato le parole di bocca, pardon, di
            tastiera!
            Il brevetto in origine è stato assegnato a Xerox
            (cosa che però lo rende più pericoloso, dato che
            Xerox è stata davvero la pioniera delle
            GUI).Si e' vero, certo che bisogna vedere se fwm/fwm2 esisteva o meno prima del 1987 (o prima del 1991) su qualsiasi sistema unix o meno.. perche' anche fwm (quello oggi presente in xfce) usava gia' i desktop multipli; in questo caso vi sarebbe la prior art.
            Il dubbio che mi sorge, però, è: a che gioco sta
            giocando Xerox?
            Vende i propri brevetti a piccole aziende
            specializzate nello spillare soldi con azioni
            legali, così incassa subito senza sporcarsi le
            mani?Evidentemente hanno bisogno di soldi e visto che hanno una ricchezza immensa in termini di ricerche eseguite nel passato non vedo perche' non ne debbano approfittare, l'alternativa potrebbe essere un'interessante cordata M$/IBM etc. etc. per comprare tutti i brevetti di xerox e poi rilasciarli liberi come patrimonio dell'umanita'... ma la vedo un po' un'utopia.
            (se non bastasse il fatto che MS ha
            palesemente copiato Gnome, arrivando ad usarne
            delle schermate per illustrare le proprie
            richieste di brevetto)."pics or it didn't happen"
          • Categorico scrive:
            Re: quando scade?
            - Scritto da: samu
            - Scritto da: Categorico[...]


            (se non bastasse il fatto che MS ha

            palesemente copiato Gnome, arrivando ad usarne

            delle schermate per illustrare le proprie

            richieste di brevetto).

            "pics or it didn't happen"Facilissimo da verificare: sono le schermate allegate alla richiesta di brevetto di MS, su diverse è in bella mostra il "piedone" logo di Gnome.
  • danieleMM scrive:
    brevetti: qualcuno ha ancora il coraggio
    ... di affermare che non siano una porcata?ovviamente si parla di brevetti software!l'esistenza di questa azienda ne è l'esempio..il fatto che TUTTE le software house infrangano di continuo brevetti (è impossibile conoscerli tutti) e che per evitare cause si riempano esse stesse di brevetti da poter usare contro chi volesse attaccarle bastava come provaper i pochi idioti (evidentemente chi ha voluto il sistema di brevetti software) che ancora non l'hanno capito questi tipi di cause dovrebbero aprire un po' gli occhie magari ricordarsi il "perché" esistono i brevetti:e cioè: spingere le aziende a spendere in ricerca e sviluppo per innovare...qui ci vedete innovazioni?un brevetto software ha mai portato a qualche innovazione?brevettare il vassoio di sistema o i desktop multipli ha qualche senso????se aggiungiamo poi che i software hanno dei tempi di evoluzione rapidissimi la durata dei brevetti e a dir poco assurda! Basti pensare che se fosse stato effettuato un brevetto agli albori dell'informatica OGGI sarebbe ancora valido!
    • Adrianotiger scrive:
      Re: brevetti: qualcuno ha ancora il coraggio
      Questi americani sono così stupidi e nessuno può fermarli... Con questo sistema di brevetti si stanno rovinando da soli!Perché nel browser di IE il Flash o JavaApplet non si attiva da solo? Perché qualcuno aveva brevettato il sistema e ha fatto causa a MS perché in un browser un programma esterno non può attivarsi da solo.Alla fine é sempre colpa di MS, anche quando non c'entrano niente, ma va bé...Una cosa è chiara, con il sistema a brevetti (CHE NON VIENE DA MICROSOFT), chi ci guadagna sono tutte le ditte come appunto la Microsoft, la Apple, la HP, la IBM, Google che possono permettersi di comprare i brevetti!Conseguenza? Tutti quelli che non possono permetterseli, non hanno diritto di scrivere programmi... Bel futuro! E ribadisco: un sistema così stupido poteva venire solo da un paese di stupidi!
    • farth scrive:
      Re: brevetti: qualcuno ha ancora il coraggio
      - Scritto da: danieleMM
      ... di affermare che non siano una porcata?i brevetti garantiscono le grandi menti, le menti che lavorano e creano... e puniscono i miserabili copioni e nullafacenti, i piccoli parassiti che si nutrono del sangue delle loro vittime
      ovviamente si parla di brevetti software!
      avevo capito perfettamente
      • Adrianotiger scrive:
        Re: brevetti: qualcuno ha ancora il coraggio
        Non hai capito molto bene invece.Uno in america, può brevettare un forum con risposte ad albero. Quindi: PuntoInformatico, se questo tipo di forum, può essere condannato. Non deve averlo inventato lui, basta che lo brevetta e nessuno lo può utilizzare!Anche lo scrollbar nei programmi è proibito! Quindi se scrivi un programma (non un browser), che abbia lo scrollbar sei punibile... Ma quale grande mente? L'idea esiste da tanto, ma qualcuno lo ha brevettato. Sono brevetti che danneggiano i software, non per garantire l'invenzione all'inventore!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2007 10.53-----------------------------------------------------------
        • farth scrive:
          Re: brevetti: qualcuno ha ancora il coraggio
          - Scritto da: Adrianotiger
          Non hai capito molto bene invece.

          Uno in america, può brevettare un forum con
          risposte ad albero.credi che l'idea di un forum ad albero sia così tanto ovvia come credi?ricorda che oggi tutti ritengono ovvio che la terra sia tonda, non c'è nemmeno bisogno di fotografarla dallo spazio per capire che piatta non è... eppure per migliaia di anni nessuno se n'è mai accortoil forum ad albero è il metodo migliore e scontato per discutere in rete, ma questa idea deve premiare chi l'ha avuta per primo...ovviamente questo è solo un esempio

          Quindi: PuntoInformatico, se questo tipo di
          forum, può essere condannato. Non deve averlo
          inventato lui, basta che lo brevetta e nessuno lo
          può
          utilizzare!non è verose pippo brevetta il forum, PI ne potrà creare di identici senza infrangere il brevetto, l'importante è riconoscere le cosiddette toyalties all'inventoreti ricordo infine che la maggiorparte dei brevetti del mondo sono royalties-free, il che vuol dire che il loro scopo è solo quello di mantenere la paternità dell'invenzione, fisica o immateriale che sia

          Anche lo scrollbar nei programmi è proibito!
          Quindi se scrivi un programma (non un browser),
          che abbia lo scrollbar sei punibile... Ma quale
          grande mente? L'idea esiste da tanto, ma qualcuno
          lo ha brevettato. Sono brevetti che danneggiano i
          software, non per garantire l'invenzione
          all'inventore!se oggi tu metti la barra di avanzamento nel tuo programma, lo fai perchè qualcuno ha pensato di farlo mentre tu magari eri chiuso in bagno a farti pugnette (sto scherzando) e non perchè la barra di avanzamento sia una cosa tanto scontata come aprire la bocca per mettere qualcosa sotto i denti, o altri istinti naturali simili...i brevetti non sono messi lì per far del male gratuito, ma per dare a cesare quel che è di cesare, dal momento che qualcuno crede che quel che è di cesare gli spetti di dirittoil brevetto non ostacola lo sviluppo, anzi lo accelera e lo perfeziona, mettendo automaticamente da parte le sanguisughe illuminate, utili solo a loro stessi
      • danieleMM scrive:
        Re: brevetti: qualcuno ha ancora il coraggio
        non mi pare tu abbia capito cosa vuol dire "brevetto software"immagina solo per un secondo che si possa brevettare la musicaio potrei brevettare una "scala musicale" di note che si susseguono in ordine crescente/decrescente (es. DO RE MI FA SOL LA SI o anche RE MI FA SOL LA ecc...)da quel momento nessuno potrebbe scrivere una musica con "note crescenti"ti sembra assurdo?Bene! Perché i brevetti software hanno lo stesso identico effetto, solo meno tangibile della musica che tutti sono abituati ad ascoltare e, bene o male, comprendere
  • sicko scrive:
    tassone ma quand'e' che il quadro....
    Ti casca in testa?Boh mi verrebbe da fare una domanda all'autore dell'articolo:"egregio alessandro del rosso, perche' dai voce ad uno che nel settore IT conta quanto mia nonna che conta i fagiuoli a natale per la tombola?"E come se parlando problemi di natura legale tra grandi catene alberghiere mondiali (four seasons e crowne plaza) andassi a chiedere un opinione al manutentore della pensione a mezza stella "la catapecchia", sotto casa mia che pubblica il corrierino turistico del quartiere.Ma e' difficile fare una telefonata alla redhat italia o a novell e chiedere un loro pensiero? Poi se si chiudono in no comment chiamare qualcuno ne vuole parlare e che SIA ADDENTRO AL PROBLEMA.Caro PI non vedo a parte i quadri che cadono, non vedo che c'azzecca Tassone, con questa storia.C'entra?Non ho visto ancora partecipare alla riunione societaria RED-HAT o Novell.Mai visto sul sito red hat: "Red Hat nomina il CEO Patrizio Tassone Presidente del Consiglio di amministrazione, di cui entra a far parte anche la redazione di linux&c" Quando ne entrerà a far parte, saremo tutti contenti di sentire il suo pensiero. Per adesso sapere di quadri che cadono da parte di uno che non è nè CEO nè Manager di REDHAT o di NOVELL non c'è ne importa un FICO SECCO.salutiAh approposito io penso che le nuove scelte di Sun che si allea con Microsoft Sia un quadro che cade.Frega niente a qualcuno? Noooooo? Appunto!
    • ... scrive:
      Re: tassone ma quand'e' che il quadro....
      è ben noto che i miliardi e la ricchezza non sono somme di denaro, ma spese incontrollate)
      • Zzot! scrive:
        Re: tassone ma quand'e' che il quadro....
        è ben noto che i miliardi e la
        ricchezza non sono somme di denaro, ma spese
        incontrollate)Ma che c'entra?
    • YYYYYYYYYEE EEEEE scrive:
      Re: tassone ma quand'e' che il quadro....
      - Scritto da: sicko
      Ti casca in testa?vabbe' dai è un opinionista. Tu vedilo come Mughini che parla di calcio.
  • Ekleptical scrive:
    Ma cosa aspettano a renderli illegali?
    Non capisco perchè Apple, Microsoft, Google e compagnia non impongano via lobbismo esagerato l'abolizione dei brevetti software non detenuti da aziende software. Non ha nessun senso che un'azienda abbia un brevetto relativo a qualcosa che non produce. Va invalidato automaticamente.E' persino contrario allo spirito della costituzione americana, che vede i brevetti come mezzo per garantire uno spazio protetto a chi innova. E' evidente che non è il caso dei patent troll.Sarebbe questione da portare fino alla Corte Suprema, per farne piazza pulita una volta per tutte.
    • chiaramente scrive:
      Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
      - Scritto da: Ekleptical
      Non capisco perchè Apple, Microsoft, Google e
      compagnia non impongano via lobbismo esagerato
      l'abolizione dei brevetti software non detenuti
      da aziende software. Non ha nessun senso che
      un'azienda abbia un brevetto relativo a qualcosa
      che non produce. Va invalidato
      automaticamente.
      E' persino contrario allo spirito della
      costituzione americana, che vede i brevetti come
      mezzo per garantire uno spazio protetto a chi
      innova. E' evidente che non è il caso dei patent
      troll.
      Sarebbe questione da portare fino alla Corte
      Suprema, per farne piazza pulita una volta per
      tutte.Oh finalmente hai detto qualcosa di giusto
      • ElleKappa scrive:
        Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
        Mica tanto giusto :(Il problema non è chi possiede i brevetti ( che possono essere ceduti a terzi) ma che tipo di brevetti possiede. Se i brevetti sono di invenzioni tecnologiche tanto di cappello, se sono brevetti di idee è una truffa IMHO che siano patent troll o società di software.- Scritto da: chiaramente
        - Scritto da: Ekleptical

        Non capisco perchè Apple, Microsoft, Google e

        compagnia non impongano via lobbismo esagerato

        l'abolizione dei brevetti software non detenuti

        da aziende software. Non ha nessun senso che

        un'azienda abbia un brevetto relativo a qualcosa

        che non produce. Va invalidato

        automaticamente.

        E' persino contrario allo spirito della

        costituzione americana, che vede i brevetti come

        mezzo per garantire uno spazio protetto a chi

        innova. E' evidente che non è il caso dei patent

        troll.

        Sarebbe questione da portare fino alla Corte

        Suprema, per farne piazza pulita una volta per

        tutte.

        Oh finalmente hai detto qualcosa di giusto
    • ... scrive:
      Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
      Perchè a loro sotto sotto conviene. Un monopolio di una sola società non esiste ma un oligopolio di poche grandi sì. Si fanno la guerra solo di facciata ma in realtà collaborano dietro le quinte e se necessario si scambiano le autorizzazioni all'uso dei vari brevetti.
    • YYYYYYYYYEE EEEEE scrive:
      Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
      - Scritto da: Ekleptical
      Non capisco perchè Apple, Microsoft, Google e
      compagnia non impongano via lobbismo esagerato
      l'abolizione dei brevetti software non detenuti
      da aziende software. Non ha nessun senso che
      un'azienda abbia un brevetto relativo a qualcosa
      che non produce. Va invalidato
      automaticamente.
      E' persino contrario allo spirito della
      costituzione americana, che vede i brevetti come
      mezzo per garantire uno spazio protetto a chi
      innova. E' evidente che non è il caso dei patent
      troll.
      Sarebbe questione da portare fino alla Corte
      Suprema, per farne piazza pulita una volta per
      tutte.Lo stanno facendo infatti, stanno proponendo di parlare di violazione solo quando un gran numero di brevetti sullo stesso prodotto sono stati violati. In modo da tagliare fuori le società tipo questa dell'articolo che non producono niente, ma registrano solo brevetti. E come diceva Mark Shuttleworth non sono neanche società piccole perché hanno ingenti capitali da investire solo su questa cosa.
    • Lillo scrive:
      Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
      Perché ci marciano anche loro...E loro li hanno voluti!Aziende come questa sono parassiti che ci si sono attaccati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
      Quindi se uno ha il cervello e i mezzi di ricerca ma non l'industria e i finanziamenti, non ha un diritto ad un brevetto?
      • gerry scrive:
        Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
        - Scritto da: Anonimo
        Quindi se uno ha il cervello e i mezzi di ricerca
        ma non l'industria e i finanziamenti, non ha un
        diritto ad un
        brevetto?Lo vendi a qualcuno che li ha.Tenerli in un cassetto per poi far cassa minacciando cause a destra e a manca non è certo un esempio di innovazione.Basterebbe invalidare i brevetti che in un paio di anni non hanno portato a casa nessuna richiesta di sfruttamento, perchè chiaramente non sono innovativi o chi li ha depositati ha tutto l'interesse a non tentare nemmeno di venderli.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2007 10.46-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
          Fantastico, così nessuno te li compra e dopo 2 anni si fanno causa tra di loro su quale ufficio brevetti ha aperto per primo alla loro richiesta di brevetto.Ma per favore, non distruggiamo il diritto di brevetto addirittura a questo livello. E lasciate che i ricercatori possano fare ricerca.
          • gerry scrive:
            Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
            - Scritto da: Anonimo
            Fantastico, così nessuno te li compra e dopo 2
            anni si fanno causa tra di loro su quale ufficio
            brevetti ha aperto per primo alla loro richiesta
            di
            brevetto.Stai descrivendo un brevetto fine a se stesso, non importa a cosa serve, non importa SE serve, importa solo che sia brevettato.Se è innovativo ti conviene iniziare a produrlo piuttosto che ribrevettarlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?
            Non hai capito che con il tuo metodo impedisci solo agli inventori di sfruttare le loro ricerche, dato che l'industria può aspettare 2 anni se fa cartello senza problemi nelle tue condizioni di brevetto.
        • livio.morina scrive:
          Re: Ma cosa aspettano a renderli illegali?

          Basterebbe invalidare i brevetti che in un paio
          di anni non hanno portato a casa nessuna
          richiesta di sfruttamento, perchè chiaramente non
          sono innovativi o chi li ha depositati ha tutto
          l'interesse a non tentare nemmeno di
          venderli.Quindi se brevetto un'idea e prima di questi 2 anni qualcuno produce qualcosa che necessita di pagamento di una royality per via del mio brevetto, allora diventa legittimo?
  • tassone il sapientone scrive:
    x la redazion Tassone dice: ma chissene
    Ma chi e' questo tassone Parla di GPL3 interviene su questioni red-hat e novell?E' il CEO NOVELL?NO!E' IL CEO RED-HATNO!Allora ma che czz mi frega a me di quello che dice tassone.No dico ma da quanto in qua un editore di una rivistina su linux parla a voce di queste aziende?E un dipendente?NOE' un manager? NO!e un CEO? Noha una qualche voce in capitolo ?NO!Ma allora che azzo lo chiamate in causa a fare?Ma sai che me ne frega a me di cosa pensa tassone.
    • Yuiri scrive:
      Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
      E invece della tua opinione così elegantemente ben espressa dovrebbe importare a qualcuno?- Scritto da: tassone il sapientone
      Ma chi e' questo tassone Parla di GPL3 interviene
      su questioni red-hat e
      novell?
      E' il CEO NOVELL?
      NO!
      E' IL CEO RED-HAT
      NO!
      Allora ma che czz mi frega a me di quello che
      dice
      tassone.
      No dico ma da quanto in qua un editore di una
      rivistina su linux parla a voce di queste
      aziende?
      E un dipendente?
      NO
      E' un manager?
      NO!
      e un CEO?
      No
      ha una qualche voce in capitolo ?
      NO!
      Ma allora che azzo lo chiamate in causa a fare?
      Ma sai che me ne frega a me di cosa pensa tassone.
      • sicko scrive:
        Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
        - Scritto da: Yuiri
        E invece della tua opinione così elegantemente
        ben espressa dovrebbe importare a
        qualcuno?no ma io non rompo i cglni tutti i giorni su punto informatico per fortuna vostra e mia.una lueggeruissima differonza :D
        • ... scrive:
          Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
          Ma solo Stallman può rompere i cog...ni a tutti ? Ma chi è ? Il padre eterno ?
          • sicko scrive:
            Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
            - Scritto da: ...
            Ma solo Stallman può rompere i cog...ni a tutti ?
            Ma chi è ? Il padre eterno
            ?ma che c'entra stallman?Non c'entra una fava.Qui si parla aziende quotate nel nasdaq e che sanno il fatto loroTi risulta che tassone sia Portavoce di Red Hat Italia?A me no!A parte che leggendo l'articolo uno potrebbe pensare che RH o NVLL abbiano dato questo punto di vista (cosa che non e' assolutamente vera)Secondo poi non vedo perche' in questo paese il primo che fa una rivista sul sudoku si sente chiamato in causa per parlare dell'ipotesi di RiemannSecondo me bisogna stare parecchio attenti a parlare per voce di altri, perche' se questi "altri" hanno gli avvocati ti fanno passare la voglia di fare il professorino sò tutto io.
          • ... scrive:
            Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
            Stallman non è il portavoce di un benemerito cavolo però mette sempre il naso nelle faccende che non lo riguardano tipo il lato economico delle società impegnate nell'open source.Se lo può fare lui, lo può fare Tassone e chiunque altro.
          • innominato scrive:
            Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
            - Scritto da: ...
            Se lo può fare lui, lo può fare Tassone e
            chiunque
            altro.Anzi, Tassone lo fa anche meglio!
          • Mario scrive:
            Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
            - Scritto da: innominato
            - Scritto da: ...

            Se lo può fare lui, lo può fare Tassone e

            chiunque

            altro.

            Anzi, Tassone lo fa anche meglio!quoto
          • fap! scrive:
            Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
            - Scritto da: innominato
            - Scritto da: ...

            Se lo può fare lui, lo può fare Tassone e

            chiunque

            altro.

            Anzi, Tassone lo fa anche meglio!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!FAP! FAP! FAP! FAP! FAP!
    • Pinco Pallino scrive:
      Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene

      Ma sai che me ne frega a me di cosa pensa tassone.E allora che caxxo hai postato a fare?
      • sicko scrive:
        Re: x la redazion Tassone dice: ma chissene
        - Scritto da: Pinco Pallino

        Ma sai che me ne frega a me di cosa pensa
        tassone.

        E allora che caxxo hai postato a fare?Scusa se lui spara cxxate su cose che non sa, io non dovrei postare?Fumi roba buona tu eh?
  • Fra caxxi da Velletri scrive:
    Anche qui la Microsoft
    Dietro a questi accattoni.Si fracasserano le corna come SCO.
  • Pene in tiro scrive:
    I soliti accattoni
    Aziende vuote di tecnologia, ma piene di avvocati intenti a raccattare fumo negli occhi.Alla fine gli unici che si ingrassano come maiali sono solo i loro avvocati, finchè han soldi per poterli pagare prima di fallire.
  • ... scrive:
    Tassone, Tassone... perchè ti fai...
    ...domande delle quali conosci già la risposta ?"Possibile che nessuno avesse valutato in maniera anche solo marginale questa eventualità ?"Nel mondo open source e linux soprattutto nessuno si domanda un benemerito ca..o !I più sono convinti di essere per forza nel giusto, di essere dei novelli Neo, una squadra di eletti autorizzata da una forza superiore a fare tutto quello che gli passa per la testa con la convinzione che nessuno possa e debba dirgli niente.Quando microsoft con win 95 ha imitato (alla lontana) l'interfaccia di mac os si sono alzati strali di miserie contro Bill e le fotocopiatrici di Redmond, ma se microsoft si lamenta di KDE che imita al 100% l'interfaccia di windows gli stessi strali che si alzarono indignati contro la violazione della proprietà intellettuale della mela, si sono rivolte contro microsoft "ordinandole" di stare zitta e fare buon viso a cattivo gioco.Nella comunità linara c'è troppo fanatismo e prima o dopo, qualcuno o qualcosa lo farà saltare purtroppo non da solo...Ci vorrebbero molte più persone con i piedi piantati a terra come Tassone ed i risultati finora ottenuti avvallano chiaramente questa necessità di pragmatismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
      - Scritto da: ...
      ...domande delle quali conosci già la risposta ?

      "Possibile che nessuno avesse valutato in maniera
      anche solo marginale questa eventualità
      ?"

      Nel mondo open source e linux soprattutto nessuno
      si domanda un benemerito ca..o
      !
      I più sono convinti di essere per forza nel
      giusto, di essere dei novelli Neo, una squadra di
      eletti autorizzata da una forza superiore a fare
      tutto quello che gli passa per la testa con la
      convinzione che nessuno possa e debba dirgli
      niente.
      Quando microsoft con win 95 ha imitato (alla
      lontana) l'interfaccia di mac os si sono alzati
      strali di miserie contro Bill e le fotocopiatrici
      di Redmond, ma se microsoft si lamenta di KDE che
      imita al 100% l'interfaccia di windows gli stessi
      strali che si alzarono indignati contro la
      violazione della proprietà intellettuale della
      mela, si sono rivolte contro microsoft
      "ordinandole" di stare zitta e fare buon viso a
      cattivo
      gioco.

      Nella comunità linara c'è troppo fanatismo e
      prima o dopo, qualcuno o qualcosa lo farà saltare
      purtroppo non da
      solo...
      Ci vorrebbero molte più persone con i piedi
      piantati a terra come Tassone ed i risultati
      finora ottenuti avvallano chiaramente questa
      necessità di
      pragmatismo.Quoto al 100%Linari siete dei falliti!
      • pippopluto scrive:
        Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: ...

        ...domande delle quali conosci già la risposta ?



        "Possibile che nessuno avesse valutato in
        maniera

        anche solo marginale questa eventualità

        ?"



        Nel mondo open source e linux soprattutto
        nessuno

        si domanda un benemerito ca..o

        !

        I più sono convinti di essere per forza nel

        giusto, di essere dei novelli Neo, una squadra
        di

        eletti autorizzata da una forza superiore a fare

        tutto quello che gli passa per la testa con la

        convinzione che nessuno possa e debba dirgli

        niente.

        Quando microsoft con win 95 ha imitato (alla

        lontana) l'interfaccia di mac os si sono alzati

        strali di miserie contro Bill e le
        fotocopiatrici

        di Redmond, ma se microsoft si lamenta di KDE
        che

        imita al 100% l'interfaccia di windows gli
        stessi

        strali che si alzarono indignati contro la

        violazione della proprietà intellettuale della

        mela, si sono rivolte contro microsoft

        "ordinandole" di stare zitta e fare buon viso a

        cattivo

        gioco.



        Nella comunità linara c'è troppo fanatismo e

        prima o dopo, qualcuno o qualcosa lo farà
        saltare

        purtroppo non da

        solo...

        Ci vorrebbero molte più persone con i piedi

        piantati a terra come Tassone ed i risultati

        finora ottenuti avvallano chiaramente questa

        necessità di

        pragmatismo.

        Quoto al 100%
        Linari siete dei falliti!tutti qua i troll?
    • Torog scrive:
      Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
      - Scritto da: ...
      ...domande delle quali conosci già la risposta ?

      "Possibile che nessuno avesse valutato in maniera
      anche solo marginale questa eventualità
      ?"

      Nel mondo open source e linux soprattutto nessuno
      si domanda un benemerito ca..oBravo. Ora che hai dimostrato a tutti la tua ignoranza, vatti a guardare come è fatta una qualsiasi interfaccia grafica Unix... e magari chiediti come mai solo ora è uscita fuori una causa e solo contro Linux...
      • ... scrive:
        Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
        Hai capito proprio tutto del topic. Su da bravo va a fare la nanna che la notte porta consiglio...
        • Torog scrive:
          Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
          - Scritto da: ...
          Hai capito proprio tutto del topic. Su da bravo
          va a fare la nanna che la notte porta
          consiglio...Tu oltre che del topic non hai capito nulla neppure del commento...
    • Eric Cartman scrive:
      Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
      - Scritto da: ...
      ...domande delle quali conosci già la risposta ?

      "Possibile che nessuno avesse valutato in maniera
      anche solo marginale questa eventualità
      ?"

      Nel mondo open source e linux soprattutto nessuno
      si domanda un benemerito ca..o
      !
      I più sono convinti di essere per forza nel
      giusto, di essere dei novelli Neo, una squadra di
      eletti autorizzata da una forza superiore a fare
      tutto quello che gli passa per la testa con la
      convinzione che nessuno possa e debba dirgli
      niente.Il fatto, caro mio, è che questi qua non hanno inventato un bel niente, ma vorrebbero farsi pagare come se avessero inventato il mondo intero.Sai come funziona? così: prendono un ingegnere che non avrebbe mai passato l'esame di stato nemmeno nello zimbabwe, assieme ad un avvocato che sapppia scribacchiare in legalese, e li si mettono in una stanzina a "pensare" a una qualsiasi cosa. L'ingegnere fa un disegnino su un pezzo di carta sulla cosa che ha "pensato", realizzabile o no, dice all'avvocato che cos'è, l'avvocato legalesizza quello che ha detto l'ingegnere e va all'ufficio brevetti a farsi dare un pezzo di carta che dice: "la società X oggi ha richiesto il brevetto per l'invenzione di (cosa pensata e disegnata dall'ingegnere). Da quel momento, a norma di legge, la società X ha "inventato" una cosa. Che non realizzerà mai, dato che l'ingegnere che l'ha pensata non è arrivato al diploma di scuola radioelettra, figuriamoci la laurea del cepu. Ma se un giorno qualcuno un po' più serio non si limita a inventarsi qualcosa ma la inventa davvero, cioè fa un progetto, lo concretizza, lo collauda, lo corregge, lo ricollauda, lo perfeziona, e poi lo immette nel mondo reale e l'invenzione ha successo ecco che arriva la società X con il pezzo di carta dell'ufficio brevetti a dire "l'ho inventato io!!!!! sei un ladro, pagami o ti faccio causaaa!!!"Hai capito, anima bella? Così facendo, quelli che non hanno realizzato l'invenzione (ma hanno ottenuto il pezzo di carta che dice che l'hanno inventata loro) precluderebbero chiunque dal realizzare per davvero un'invenzione. Sei ancora convinto che i brevetti stimolino il progresso tecnologico?
      Quando microsoft con win 95 ha imitato (alla
      lontana) l'interfaccia di mac os si sono alzati
      strali di miserie contro Bill e le fotocopiatrici
      di Redmond, ma se microsoft si lamenta di KDE che
      imita al 100% l'interfaccia di windows gli stessi
      strali che si alzarono indignati contro la
      violazione della proprietà intellettuale della
      mela, si sono rivolte contro microsoft
      "ordinandole" di stare zitta e fare buon viso a
      cattivo
      gioco.Te la rigiro: Perché Microsoft può permettersi di copiare un'invenzione GIA REALIZZATA e pretendere che gli altri non facciano lo stesso nei suoi confronti?
      Nella comunità linara c'è troppo fanatismo e
      prima o dopo, qualcuno o qualcosa lo farà saltare
      purtroppo non da
      solo...Fanatismo? si... può darsi.... ma nella maggior parte dei casi io ho visto solo persone con voglia di fare e arrivare a risultati concreti e convincenti, senza mettere i bastoni tra le ruote a nessuno. Dall'altra parte della barricata, si può dire altrettanto? hmm....
      Ci vorrebbero molte più persone con i piedi
      piantati a terra come Tassone ed i risultati
      finora ottenuti avvallano chiaramente questa
      necessità di
      pragmatismo.Cioè?
      • Ekleptical scrive:
        Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
        - Scritto da: Eric Cartman
        Hai capito, anima bella? Così facendo, quelli che
        non hanno realizzato l'invenzione (ma hanno
        ottenuto il pezzo di carta che dice che l'hanno
        inventata loro) precluderebbero chiunque dal
        realizzare per davvero un'invenzione.Non conosco la legge americana, ma di quella italiana so qualcosa, visto che era parte del programma di un esame. In Italia non si possono brevettare idee. O porti progettino e balle varie o torna quando li avrai.
        • ElleKappa scrive:
          Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
          - Scritto da: Ekleptical

          Non conosco la legge americana, ma di quella
          italiana so qualcosa, visto che era parte del
          programma di un esame. In Italia non si possono
          brevettare idee. O porti progettino e balle varie
          o torna quando li
          avrai.Infatti in Italia i brevetti software in sè per fortuna non valgono niente dato che il software è coperto solo da copyright. I problemi legali sno solo negli USA ma ovviamente essendo uno dei paesi più progrediti si riflettono sull'intera comunità software mondiale
          • Categorico scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            - Scritto da: ElleKappa
            - Scritto da: Ekleptical



            Non conosco la legge americana, ma di quella

            italiana so qualcosa, visto che era parte del

            programma di un esame. In Italia non si possono

            brevettare idee. O porti progettino e balle
            varie

            o torna quando li

            avrai.

            Infatti in Italia i brevetti software in sè per
            fortuna non valgono niente dato che il software è
            coperto solo da copyright. I problemi legali sno
            solo negli USA ma ovviamente essendo uno dei
            paesi più progrediti si riflettono sull'intera
            comunità software
            mondialeFino ad un certo punto, però: quando l'IT di India e Cina sarà abbastanza sviluppata e l'allargamento della UE completato, l'IT USA si avvierà a diventare minoritario nel mondo, e a quel punto la legge sui brevetti SW si trasformerà in una palla al piede per loro.
      • ... scrive:
        Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...

        Il fatto, caro mio, è che questi qua non hanno
        inventato un bel niente, ma vorrebbero farsi
        pagare come se avessero inventato il mondo
        intero.
        Sai come funziona?...Non mi devi spiegare come funziona.Qui il discorso è molto semplice. C'è una legge che funziona così e finchè non viene abrogata va rispettata e si deve "giocare" secondo le sue regole.Il buonsenso, "quello che è giusto" può pensare e dire quello che vuole. Se quanto riporta non è in sintonia con le regole attualmente in vigore, semplicemente non conta.Tassone come al solito cerca di far capire questo discorso e come al solito masse di fanatici credono di poter cambiare il mondo fregandosene delle regole e delle leggi perchè secondo loro sbagliate.Questo è controproducente e prima o dopo succederà qualcosa di veramente spiacevole.
        Te la rigiro: Perché Microsoft può permettersi di
        copiare un'invenzione GIA REALIZZATA e pretendere
        che gli altri non facciano lo stesso nei suoi
        confronti?Microsoft ha pagato l'apple quando copiò l'interfaccia di mac os. Non mi pare abbia visto un dollaro dal team di kde.


        Nella comunità linara c'è troppo fanatismo e

        prima o dopo, qualcuno o qualcosa lo farà
        saltare

        purtroppo non da

        solo...

        Fanatismo? si... può darsi.... ma nella maggior
        parte dei casi io ho visto solo persone con
        voglia di fare e arrivare a risultati concreti e
        convincenti, senza mettere i bastoni tra le ruote
        a nessuno. Dall'altra parte della barricata, si
        può dire altrettanto?
        hmm....Quale parte del concetto "ci sono delle regole e vanno rispettate" non ti risulta chiaro ? Che piaccia o no si devono rispettare. Diversamente la si può fare franca una, due, mille volte ma arriverà la volta dove la si pagherà per tutte.


        Ci vorrebbero molte più persone con i piedi

        piantati a terra come Tassone ed i risultati

        finora ottenuti avvallano chiaramente questa

        necessità di

        pragmatismo.

        Cioè?Cioè è ora che alle "persone" che ho descritto prima, "la setta degli unti", si sostituisse un gruppo di persone vere ed intelligenti che si ponesse delle domande su come sviluppare linux senza dover rischiare di farsi pestare a sangue ogni volta da questa o quella legge.Se basta una Acacia del piffero a mettere la tremarella al sistema linux (ma in passato erano bastati due annunci di oracle per far cagare sotto redhat ed una buona fetta dei suoi investitori) cosa potrebbe succedere se invece di qualche pedina venissero mossi degli alfieri o peggio dei cavalli su questa scacchiera ?Vogliamo rischiare ? Lanciarci in un'azione potenzialmente suicida senza neanche avere un sentore di pericolo ?
        • FDG scrive:
          Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
          - Scritto da: ...
          Non mi devi spiegare come funziona.
          Qui il discorso è molto semplice. C'è una legge
          che funziona così e finchè non viene abrogata va
          rispettata e si deve "giocare" secondo le sue
          regole.Intanto per esserci una violazione qualcuno la deve denunciare. Non ci sono violazioni a priori. Altrimenti dimmi tu ora cosa puoi fare e cosa non puoi fare perché è una violazione di un brevetto. Vediamo in quanti anni ci dai questa risposta.Nota: la legge in questione non stabilisce che qualcuno è un ladro e che deve andare in galera... solo che se il brevetto è effettivamente infranto (la causa serve a stabilire questo o peggio ancora ad invalidare il brevetto) chi lo ha infranto deve solo pagare i diritti sullo sfruttamento del brevetto.Poi, le leggi sono giudicabili e possono esser ritenute sbagliate, soprattutto se è una massa, quella di cui tu parli dopo, a non condividerle e a chiederne un cambiamento. Siamo... pardon, sono in democrazia (si parla di questioni che riguardano gli Stati Uniti) e il dissenso è ammesso e se questo dissenso guadagna i numeri necessari, è il consenso necessario a provocare un cambiamento.Infine, ti trinceri dietro le leggi che vanno rispettate e figurati se ti arrischi ad esprimere un giudizio critico nei confronti di chi abusa di queste leggi per attuare strategie parassitarie che con un minimo di criterio non si fa fatica a definire immorali. Per non parlare dell'assoluta mancanza di capacità di esprimere un giudizio sugli effetti nefasti di una normativa che è evidentemente contraria all'innovazione. Le leggi sono fatte anche per esser cambiate se è evidente che provocano danni.Ah... io vivo in Italia e di certi parassiti per fortuna me ne posso altamente fregare. Visto che è di moda, un bel Vaffa a questi malandrini.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2007 03.44-----------------------------------------------------------
          • ... scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            L'hai detto te. Ci vuole una denuncia di violazione di brevetto e quella denuncia è stata fatta.Il brevetto, l'oggetto del contendere, copre il fatto che cambi desktop premendo un pulsantino numerato. Fai questa cosa con linux ? Allora violi il brevetto.Soluzione: si caccia la grana e la si pianta di voler giocare ai piccoli bolscevichi tutta ideologia ed esproprio proletario. Quelli originali erano tanti, incazzati ed avevano le atomiche. Voi semplicemente non contate un ca..o come numero e come mezzi quindi a cuccia e muti.
          • FDG scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            - Scritto da: ...
            L'hai detto te. Ci vuole una denuncia di
            violazione di brevetto e quella denuncia è stata
            fatta.La denuncia non è una condanna ma una contestazione...
            Il brevetto, l'oggetto del contendere, copre il
            fatto che cambi desktop premendo un pulsantino
            numerato. Fai questa cosa con linux ? Allora
            violi il brevetto.... che il tribunale prende in considerazione e stabilisce se valida nel merito oppure pretestuosa...
            Soluzione: si caccia la grana e la si pianta di
            voler giocare ai piccoli bolscevichi tutta
            ideologia ed esproprio proletario......sempre che il brevetto non venga invalidato perché si scopre essere stato registrato in presenza di una realizzazione antecedente.Il brevetto nasce per proteggere l'innovazione, cioè il lavoro faticoso e costoso di ricerca. Non è questo il caso. L'azienda che contesta la violazione non fa software, ma registra brevetti sull'acqua calda sfruttando un buco normativo. Parlare di "bolscevichi" è fare mistificazione...
            Quelli
            originali erano tanti, incazzati ed avevano le
            atomiche. Voi semplicemente non contate un ca..o
            come numero e come mezzi quindi a cuccia e
            muti....la mistificazione di un troll da strapazzo.Un consiglio: sfoga la tua repressione in altro modo. Il trollaggio è una malattia da cui si può guarire. Fidati, un buon supporto spicologico può essere d'aiuto.p.s.: tral'altro la questione non riguarda solo il software open source ma anche quello closed. Sono vittime di questo sistema bacato tutti gli sviluppatori indipendentemente dal software che fanno. Anche aziende come Microsoft che sono costrette a pagare questa sorta di pizzo, costo che naturalmente si ripercuote anche sul costo delle licenze e in ultima istanza sugli utenti finali. Si vede che te sei contento di pagare gli avvocati e gli investitori di una azienda che non produce nulla.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2007 13.48-----------------------------------------------------------
          • gerry scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            - Scritto da: ...
            L'hai detto te. Ci vuole una denuncia di
            violazione di brevetto e quella denuncia è stata
            fatta.Secondo me se vanno in tribunale li fanno a pezzi.Solo che fra spendere X soldi in tribunale e darne Y al "detentore del brevetto" (dove Y
          • ... scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            Ma se non succedesse (e le possibilità ci sono altrimenti non si spiega perchè apple abbia pagato: non ha dei legali che abbiano valutato la cosa ?) sarebbe cavoli amari.Bisogna imparare a valutare tutte le possibilità non solo quelle che fanno più comodo.
          • Non authenticat scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            - Scritto da: ...
            Ma se non succedesse (e le possibilità ci sono
            altrimenti non si spiega perchè apple abbia
            pagato: non ha dei legali che abbiano valutato la
            cosa ?) sarebbe cavoli
            amari.
            Bisogna imparare a valutare tutte le possibilità
            non solo quelle che fanno più
            comodo.Allora non capisci?Apple ha pagato perchè è LEI che ha implementato la violazione (se violazione c'era) del brevetto!Red hat e Novell non "hanno implementato" alcunchè si sono limitati a usare ciò che gli sviluppatori hanno implementato!
          • ... scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            Alla fine qualcuno pagherà, è questo quello che conta.
          • The Advange scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...

            Non mi devi spiegare come funziona.
            Qui il discorso è molto semplice. C'è una legge
            che funziona così e finchè non viene abrogata va
            rispettata e si deve "giocare" secondo le sue
            regole.Peccato: hai perso l'occasione per imparare ad usare il cervello per ragionare. C'è qualcuno che vuole aprirti gli occhi e tu? Vabbè non fa niente...A proposito: ho pensato ad un'auto che vola; vado negli USA a brevettarlo.Ci vediamo...
            • ... scrive:
              Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
              Impara a vivere nel mondo e fallo in fretta quel biglietto aereo prima che qualcuno ti preceda.
          • Ah si? scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            - Scritto da: Eric Cartman
            Il fatto, caro mio, è che questi qua non hanno
            inventato un bel niente, ma vorrebbero farsi
            pagare come se avessero inventato il mondo
            intero.
            Sai come funziona? così: prendono un ingegnere
            che non avrebbe mai passato l'esame di stato
            nemmeno nello zimbabwe, assieme ad un avvocato
            che sapppia scribacchiare in legalese, e li si
            mettono in una stanzina a "pensare" a una
            qualsiasi cosa. L'ingegnere fa un disegnino...E questa fantasia come nasce?Come detto nell'articolo "i suoi unici profitti derivano dalla concessione in licenza di tecnologie acquistate da terzi (quella coperta dal brevetto '412, ad esempio, fu sviluppata da Xerox)"E Xerox non sono "un ingegnere e un avvocato incompetenti".
            • ... scrive:
              Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...

              E Xerox non sono "un ingegnere e un avvocato
              incompetenti".Eggià ma dal momento che costoro OSANO mettere i bastoni tra le ruote al pinguino leninista, possono essere i più grandi inventori del pianeta ma automaticamente sono i più scarsi e indegni del pianeta.
              • Abramo scrive:
                Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
                Ma torna a leccare l'immaginetta di Sant'Emilio Fido....
          • sicko scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            - Scritto da: ...
            ...domande delle quali conosci già la risposta ?non sa le risposte il problema che non sa nemmeno le domandeIl prossimo quarter aziendale della redhatquando andra' in castro street a montain view o in north carolina a discutere il 4 quarter con Matthew Szulik ?Tassone delle tue opioni su red-hat o Novell non c'importa sega!
            • ... scrive:
              Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
              Quelle di Tassone non sono opinioni ma semplici equazioni di causa/effetto.E' proprio necessario finirci con la faccia dentro questi effetti o forse sarebbe meglio comprenderne le cause scatenanti ed evitarle ?
              • sicko scrive:
                Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
                - Scritto da: ...
                Quelle di Tassone non sono opinioni ma semplici
                equazioni di
                causa/effetto.
                E' proprio necessario finirci con la faccia
                dentro questi effetti o forse sarebbe meglio
                comprenderne le cause scatenanti ed evitarle
                ?ma non era meglio che le equazioni causa ed effetto le avesse dette qualcuno che in redhat o novell sa come e' la situazione?No eh?
                • ... scrive:
                  Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
                  Beh per constatare come redhat abbia rischiato il sedere solo perchè oracle ha fatto due dichiarazioni di troppo non ci vuole chissà quale dichiarazione ufficiale alla stampa, basta l'azione di un giornalista.Tassone s'è limitato proprio a questo.In ogni caso vorrei capire cos'è sta presunzione di dire che al mondo linux non potrà succedere mai niente di male semplicemente non riconoscendo il fatto che si parla sempre di società.
          • BSD_like scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            CDE = Common Desktop EnviromentKDE = Kommon Desktop EnviromentIl KDE non è una copia dell'interfaccia di win derivata a sua volta dall'interfaccia del Mac. Ma è un replacement in chiave open source del CDE, noto gestore di interfaccia dello storico consorzio cloded dei produttori UNIX: l'X11. Proprio quello che riprese (pagando) gli studi di Xerox che creò, riprendendo il lavoro del MIT (dove venne creato il server grafico), il server grafico moderno, quello che ha un window manager, le icone, i puntatori (come il mouse). A sua volta dall'X11 derivò il progetto open Xfree86 (anno 1986) e circa 2 anni fà dall'Xfree86 (che ancora esiste) l'Xorg che ha porta il supporto del server grafico X solo sulle schede grafiche più recenti, dato che supportare tutte le schede grafiche (come l'Xfree86) comportava degli evidenti limiti.
            • ... scrive:
              Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
              Prendi tre screenshot: uno di win, uno di cde e uno di kde.Dimmi chi assomiglia più all'altro.Win: pulsante startKDE: pulsante KCDE: Non esiste un pulsante di menu piuttosto una serie di DockWin: menu di avvio/star menu con una ben determinata disposizione ed organizzazione di programmi e pannelli di controlloKDE: paro paro, tiene le cose nello stesso ordineCDE: Beh se non c'è un menu, start o k che sia...Win: vicino al menu start ha 3/4 icone (quick launch)KDE: vicino al menu K tiene 4 pulsanti che fungono esattamente alla stessa manieraCDE: I dock funzionano in maniera un tantinello diversa e volendo migliore. Sicuramente più simili a quelli di xfce che non in kdeWin: i programmi che si riducono a icona finiscono in una barra in basso e se sono finestre di uno stesso programma si organizzano per ridurre lo spazio occupatoKDE: indovina dove finiscono i programmi ridotti a icona ? Di certo non diventano pulsanti svolazzanti come in CDECDE: v.s.Win: Orologio con data e calendario sulla destraKDE: ma che strano... pure lì nello stesso spazio un orologio con datario...CDE: Orologio e datario stanno altrove e cmq
              • ... scrive:
                Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
                CDE: Orologio e datario stanno altrove e cmq la loro posizione è libera
                • Sky scrive:
                  Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
                  Fiat Panda: ha un volante circolare che serve per sterzare le ruote anterioriPeugeot 205: ha un volante circolare che serve per sterzare le ruote anterioriFiat Panda: ha una leva centrale che si usa per cambiar marciaPeugeot 205: ha una leva centrale che si usa per cambiar marciaFiat Panda: ha degli oggetti a forma di L utilizzati come sediliPeugeot 205: ha degli oggetti a forma di L utilizzati come sediliFiat Panda: un oggetto trasparente, anteriore, protegge l'abitacolo dallo spostamento d'aria durante il moto del mezzoPeugeot 205: un oggetto trasparente, anteriore, protegge l'abitacolo dallo spostamento d'aria durante il moto del mezzoAh già... hanno entrambe un "coso" chiamato motore...Vedo già FIAT far causa a Peugeot per "uso illegale di interfaccia di guida".P.S.Non basta "sapere il nomi delle cose": sarebbe necessario anche aprire la mente sui significati degli eventi, senza farsi accecare da un uso politico di certe informazioni... o magari facciamo pure causa alla Cina per l'uso di certe interfacce nella distro RedFlag: se cerchi per forza il babau comunista parla di loro. ;)
                • ... scrive:
                  Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
                  Hanno brevettato il concetto di volante ? NoHanno brevettato il concetto di traybar ? Purtroppo sì.Potevano farlo ? La legge dice di si.
                • Sky scrive:
                  Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
                  Hanno brevettato pure l'altalena, se è per questo (incredibile ma vero): se attacchi due corde ad un ramo e ti ci dondoli infrangi un brevetto (quindi NON farlo negli USA). Se questo è buonsenso, son contento di non averne. Son contento di vivere in un'Europa che, anche se per un pelo, è riuscita (per ora) a resistere alle manovre lobbystiche di quelli che tentavano di far DIVENTARE LEGGE pure qui questo obbrobrio concettuale. Questo fino alla prossima seduta della Commissione AGRICOLTURA, dove verrà approvata la LEGGE che consentirà alle multinazionali "extracomunitarie" di metter definitivamente a 90 gradi la nostra industria del software (e non solo)... ma chiaramente, se tutto questo sarà legge... ehhh... bisognerà adeguarsi. Per dirla tutta fino in fondo: la volta che faranno una legge per cui bisognerà piegarsi a 90 gradi e "riceverlo", tu sicuramente ti piegherai e "riceverai" (e magari finirà pure per piacerti) mentre io, di certo, protesterò e mi darò alla macchia. Morale: non tutto quello che "è legge" è anche "giusto" (e conta che, in generale, io sono uno che rispetta la legge eh).
                • ... scrive:
                  Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
                  No, non è buonsenso poter brevettare qualsiasi cosa (non mettermi in bocca parole che non ho detto) ma purtroppo la legge lo concede e finchè non si potrà cambiare, si dovrà accettare di convivere con questo sistema cercando piuttosto di farla da furbi, aggirando il problema, non caricando a testa bassa dicendo "della legge me ne frego perchè ho più buonsenso di chi l'ha scritta"Le leggi sono fatte per essere rispettate, eventualmente discusse, contestate ma sempre rispettate che piacciano oppure no.
          • che buona la cedrata scrive:
            Re: Tassone, Tassone... perchè ti fai...
            Quante cose al mondo puoi fare, costruire, inventare... ma trova un minuto per meeeeeTASSONE!
          • Ce lo duro scrive:
            Una altra SCO
            Infatti anche questo accattone che cerca di racimolare grana con le royalties in perfetto style pidocchio farà la stessa fine di SCO.. FALLIRÀ come SCO!
            • nyko scrive:
              Re: Una altra SCO
              la cosa è un tantino diversa. comunque la letterina di darl macbride agli investitori dopo che la sco è stata messa in chapter 11 è commevente, così come la totale assenza nella home page delle cacchiate sull'importanza del rispetto della proprietà intellettuale e l'assenza di riferimenti alla comunità open source...
            • NC Zenigata00 0 scrive:
              Re: Una altra SCO
              Tra l'altro SCO ha per logo un'albero del tutto simile agli acacia... :-D quasi gongolo nel vedere il modo ridicolo con cui certe aziende attaccano linux. Spero solo che ci sia davvero da ridere, perche se mi tolgono pure i miei desktop multipli che tanto mi fanno comodo, inizierò davvero a prediligere la pirateria piu drastica. Vabbè che se i brevetti vietano una roba del genere, novell potrebbe risolvere mandando gli sviluppatori di GNOME in europa o in australia, dove la legge sui brevetti non vige.
          • Michele scrive:
            Tutte...
            Tutte fesserie... questa è la solita deviazione nata da leggi sbagliate.
            • ... scrive:
              Re: Tutte...
              La legge si deve rispettare a priori, che siano giuste o sbagliate. Questa è (l'amara) realtà.
              • Torog scrive:
                Re: Tutte...
                - Scritto da: ...
                La legge si deve rispettare a priori, che siano
                giuste o sbagliate. Questa è (l'amara)
                realtà.Guarda che causa e sentenza sono due cose ben diverse...
                • ... scrive:
                  Re: Tutte...
                  Sono due cose legate quindi a dire che sono diverse ce ne passa
                  • Torog scrive:
                    Re: Tutte...
                    - Scritto da: ...
                    Sono due cose legate quindi a dire che sono
                    diverse ce ne
                    passaInfatti di assoluzioni 'per non aver commesso il fatto' o perchè 'il fatto non costituisce reato' sono roba impensabile nella moderna giurisprudenza..
                  • livio.morina scrive:
                    Re: Tutte...
                    Anche software ed hardware son due cose legate, quindi "a dire che son diverse ce ne passa"
                  • Torog scrive:
                    Re: Tutte...
                    - Scritto da: livio.morina
                    Anche software ed hardware son due cose legate,
                    quindi "a dire che son diverse ce ne
                    passa"No !!! Anzi, sono praticamente la stessa cosa. Soprattutto quando ti cadono su un piede....
              • eventualmen te scrive:
                Re: Tutte...
                - Scritto da: ...
                La legge si deve rispettare a priori, che siano
                giuste o sbagliate. Questa è (l'amara)
                realtà.Si chiama positivismo giuridico, ed è alla radice delle dittature. Anche le leggi razziali erano leggi, infatti.
                • Senbee scrive:
                  Re: Tutte...
                  Esatto. Quando una legge è vista come ingiusta dalla quasi totalità della popolazione, se non viene abolita è una dittatura.Contro questo genere di soprusi c'è uno strumento nobilissimo chiamato "disobbedienza civile", di cui Gandhi fu il primo applicatore.
                  • Nome e cognome scrive:
                    Re: Tutte...
                    - Scritto da: Senbee
                    Esatto. Quando una legge è vista come ingiusta
                    dalla quasi totalità della popolazione, se non
                    viene abolita è una
                    dittatura.
                    Contro questo genere di soprusi c'è uno strumento
                    nobilissimo chiamato "disobbedienza civile", di
                    cui Gandhi fu il primo applicatore.Anche i francesi con la rivoluzione e la ghigliottina non avevano brutte idee secondo me :)
              • soulista scrive:
                Re: Tutte...
                - Scritto da: ...
                La legge si deve rispettare a priori, che siano
                giuste o sbagliate. Questa è (l'amara)
                realtà.é un periodo di leggi vergate con il caxxo e in tutta fretta che non si inseriscono nell'ecosistema delle leggi presenti, anzi. lo sconvolge, il tutto per favorire questa o quell'altra corporazione o come contentino all'opinione pubblica o per i propri desideri di denaro e potere (Bush). Spesso fai tutto secondo le regole ma da una parte violi altre leggi che vanno in contraddizione con quelle vecchie. Risultato? il caos: e solo chi ha 10 avvocati può pensare di sfruttarlo per i propri comodi. Ma c'é anche chi é abbastanza forte da potersi permetterle di violarle e portare avanti la causa anche ai piani più alti della politica, per portare alla luce la stupidità della classe dirigente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2007 10.15-----------------------------------------------------------
              • Non authenticat scrive:
                Re: Tutte...
                - Scritto da: ...
                La legge si deve rispettare a priori, che siano
                giuste o sbagliate. Questa è (l'amara)
                realtà.Chissà se qualcuno aveva avvisato gli americani di questa tua singolare teoria quando hanno scatenato una rivoluzione per una tassa sul the?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            LINUX AL TAPPETO
            Sempre a copiare le tecnologie altrui!Quando inizierete a sviluppare qualcosa di innovativo?(ammesso che vi riesca)
            • Bot anti troll scrive:
              Re: LINUX AL TAPPETO
              BIP BIP BIP BIP BIPTrollone sgamatooooooo
            • James Eearl Cash scrive:
              Re: LINUX AL TAPPETO
              - Scritto da: Anonimo
              Sempre a copiare le tecnologie altrui!
              Quando inizierete a sviluppare qualcosa di
              innovativo?
              (ammesso che vi riesca)semmai tua sorella al tappeto...e vedessi com'era contenta!! (rotfl)
            • data scrive:
              Re: LINUX AL TAPPETO
              - Scritto da: Anonimo
              Sempre a copiare le tecnologie altrui!
              Quando inizierete a sviluppare qualcosa di
              innovativo?
              (ammesso che vi riesca)Già, perdenti linuxxari, fate come la grande innovatrice apple, - che ha già pagato ... - o melgio ancora ammirate lo splendente spirito innovatore di Microsoft, che manco c'è arrivata ai più di un desktop...
              • no comment scrive:
                Re: LINUX AL TAPPETO
                non è che non ci è arrivata, è che era già a conoscenza di questo brevetto e quindi non voleva violarlo :D perchè loro sì che sviluppano prodotti innovativi ed originali
              • innominato scrive:
                Re: LINUX AL TAPPETO
                - Scritto da: data
                o melgio ancora ammirate lo splendente spirito
                innovatore di Microsoft, che manco c'è arrivata
                ai più di un
                desktop...Ah sì, mai dato un'occhiata ai powertoys per windows xp?
          • Pino La Lavatrice scrive:
            Ma NeXTSTEP...?
            Ma NeXTStep non usava desktop multipli già nell'80?E comunque (quasi?) tutti i DE e WM presenti su linux hanno i desktop multipli. GNOME e KDE sono solo i più famosi.Infine, si decidessero a riformare sto benedetto sistema dei brevetti negli USA, società come questa Acacia non avrebbero più ragione di esistere.Fortuna che qui siamo stati più furbi e tutto ciò, qui in Europa, non ci tange minimamente.
            • ... scrive:
              Re: Ma NeXTSTEP...?
              Il sistema dei brevetti porta soldi ai soliti ignoti che comandano ?Allora non si tocca niente. Qui non è questione di buonsenso ma di soldi quindi potere.
            • Categorico scrive:
              Re: Ma NeXTSTEP...?
              Come tutti, anche NeXT attinse alle idee di Xerox in materia di interfacce.Quello che mi stupisce è che Xerox abbia lasciato finire un suo brevetto così importante nelle mani di queste piattole, a meno che, avendo inventato praticamente tutto sulle interfacce grafiche, non abbia deciso che è giunto il momento di passare all'incasso e che sia meglio farlo per vie traverse per non sporcarsi il nome.
              • Sergio scrive:
                Re: Ma NeXTSTEP...?
                - Scritto da: Categorico
                Come tutti, anche NeXT attinse alle idee di Xerox
                in materia di interfacce.
                Quello che mi stupisce è che Xerox abbia lasciato
                finire un suo brevetto così importante nelle mani
                di queste piattole, a meno che, avendo inventato
                praticamente tutto sulle interfacce grafiche, non
                abbia deciso che è giunto il momento di passare
                all'incasso e che sia meglio farlo per vie
                traverse per non sporcarsi il nome.Purtroppo sono tanti i brevetti ex-Xerox passati di mano...Il brevetto è del 1987 (e concesso nel 1991), per cui sarà difficile trovare un precedente.. però se ad Apple hanno chiesto 20 milioni di dollari probabilmente la richiesta a Redhat (o meglio, il possibile accordo) sarà al massimo per quella cifra... tanto per fare un po' di cassa...
            • rockroll scrive:
              Re: Ma NeXTSTEP...?
              - Scritto da: Pino La Lavatrice
              Ma NeXTStep non usava desktop multipli già
              nell'80?

              E comunque (quasi?) tutti i DE e WM presenti su
              linux hanno i desktop multipli. GNOME e KDE sono
              solo i più
              famosi.

              Infine, si decidessero a riformare sto benedetto
              sistema dei brevetti negli USA, società come
              questa Acacia non avrebbero più ragione di
              esistere.

              Fortuna che qui siamo stati più furbi e tutto
              ciò, qui in Europa, non ci tange
              minimamente.TI QUOTOSono sempre più schifato da società parassite tipo Acacia, che non sono dia alcuna utilità, anzi solo di danno alla comunità. Possibile che negli USA, che reputavo un grande paese, ci possono essere leggi che avvallano un comportamento cosi "schifoso" di organizzazioni spudoratamente parassite? (ma d'altro canto cosa me la prendo a fare, se penso al MAXISCHIFO che protegge altrettanto spudoratamente gli interessi delle altrettanto parassite Majors dell'intrattenomento...) resoci
              • Reolix scrive:
                Re: Ma NeXTSTEP...?
                - Scritto da: rockroll
                - Scritto da: Pino La Lavatrice

                Ma NeXTStep non usava desktop multipli già

                nell'80?



                E comunque (quasi?) tutti i DE e WM presenti su

                linux hanno i desktop multipli. GNOME e KDE sono

                solo i più

                famosi.



                Infine, si decidessero a riformare sto benedetto

                sistema dei brevetti negli USA, società come

                questa Acacia non avrebbero più ragione di

                esistere.



                Fortuna che qui siamo stati più furbi e tutto

                ciò, qui in Europa, non ci tange

                minimamente.

                TI QUOTO

                Sono sempre più schifato da società parassite
                tipo Acacia, che non sono dia alcuna utilità,
                anzi solo di danno alla comunità.

                Possibile che negli USA, che reputavo un grande
                paese, ci possono essere leggi che avvallano un
                comportamento cosi "schifoso" di organizzazioni
                spudoratamente parassite? ( ma d'altro canto cosa
                me la prendo a fare, se penso al MAXISCHIFO che
                protegge altrettanto spudoratamente gli interessi
                delle altrettanto parassite Majors
                dell'intrattenomento...)

                resociAh ecco, ti stavo rispondendo ma ti sei redento 8) 8) 8)
              • ... scrive:
                Re: Ma NeXTSTEP...?
                Ma fino a quando la legge non verrà cambiata, società come Acacia potranno esistere ed agire come meglio crederanno mentre tutti gli altri dovranno per forza conviverci e rispettare quando stabilisce la legge in merito di brevetti e relativi copyright da pagare.
Chiudi i commenti