Masterizzatori DVD 16X entro il 2004

Lo promette Mitsubishi che ha recentemente annunciato lo sviluppo di un nuovo laser semiconduttore in grado di quadruplicare la velocità degli attuali masterizzatori di DVD


Tokyo (Giappone) – Mitsubishi Electric ha annunciato un nuovo laser semiconduttore che a suo dire consentirà di spingere sul mercato nel 2004 una nuova generazione di masterizzatori di DVD con velocità di scrittura pari a 16X.

Secondo il colosso giapponese, il nuovo laser è in grado di fornire impulsi di luce con una potenza di 200 milliwatt, esattamente il doppio di quella dei laser impiegati oggi nelle unità 4X. Una potenza maggiore nell’emissione del fascio di luce utilizzato per scrivere i dati su di un disco ottico è fattore basilare, secondo gli esperti, per permettere l’incremento della velocità di scrittura. Per fare un esempio, i primi masterizzatori di DVD utilizzavano laser da 50 milliwatt mentre gli imminenti drive 8X adotteranno potenze nell’ordine dei 140 milliwatt.

I masterizzatori 16X saranno in grado, secondo Mitsubishi, di scrivere 176 Mbit di dati per secondo: questo significa che la creazione di un DVD da 4,7 GB richiederà circa 3 minuti e mezzo per essere completata. Gli attuali drive 4X impiegano, per scrivere la stessa quantità di dati, poco meno di un quarto d’ora.

Mitsubishi consegnerà ai produttori i primi campioni del nuovo laser durante il prossimo giugno, in tempo perché i primi masterizzatori 16X di DVD arrivino sul mercato per la fine dell’anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Bill & Berlusca :)
    Già me lo vedo Berlusca "this is my friend Bill" (si, parla l'inglese come un bambino delle medie! [*] :)))...e sottosotto magari Bill passerà "una bella mandola" al suo nuovo friend :)Ovviamente sto scherzando! Cmq sarebbe positivo se oltre a Bill venisse poi convocato un dirigente di qualche azienda open source di successo (ad esempio la trolltech www.trolltech.com).[*] (battuta copiata a Grillo) :)
  • Anonimo scrive:
    W microsoft! No all'open source!
    e chi si puo invitare nel mondo dell'open source! è già tanto se riesce a pagarsi il iglietto aereo per arrivare a Roma!
    • Anonimo scrive:
      Re: W microsoft! No all'open source!
      - Scritto da: Anonimo
      e chi si puo invitare nel mondo dell'open
      source! è già tanto se riesce a pagarsi il
      iglietto aereo per arrivare a Roma!
      Non ti preoccupare glielo pagherà IBM. La quale è assolutamente contraria alla globalizzazione e al predominio della multinazionali americane nel campo dell'informatica.
      • Anonimo scrive:
        Re: W microsoft! No all'open source!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        e chi si puo invitare nel mondo dell'open

        source! è già tanto se riesce a pagarsi
        il

        iglietto aereo per arrivare a Roma!



        Non ti preoccupare glielo pagherà IBM. La
        quale è assolutamente contraria alla
        globalizzazione e al predominio della
        multinazionali americane nel campo
        dell'informatica. Ma perchè invece di sparare stronzate, non vi fate furbi tutti e due ?
        • Anonimo scrive:
          Re: W microsoft! No all'open source!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          e chi si puo invitare nel mondo
          dell'open


          source! è già tanto se riesce a
          pagarsi

          il


          iglietto aereo per arrivare a Roma!






          Non ti preoccupare glielo pagherà IBM. La

          quale è assolutamente contraria alla

          globalizzazione e al predominio della

          multinazionali americane nel campo

          dell'informatica.


          Ma perchè invece di sparare stronzate, non
          vi fate furbi tutti e due ?Perché vogliamo vedere quanti coglioni ci rispondono
        • Anonimo scrive:
          Re: W microsoft! No all'open source!

          Ma perchè invece di sparare stronzate, non
          vi fate furbi tutti e due ?E diventiamo "furbi" come te? no grazie.
  • Emilio scrive:
    Nessuna manifestazione e' giustificata
    Uno puo' anche odiarlo Gates ma e' indubbio che sia il + competente a parlare di globalizzazione!!
  • Ekleptical scrive:
    Re: Italia usa la testa parte seconda

    Permettemi però di esprimere qualche
    perplessità sull'ideologia portata avanti da
    Stallmann. Ho notato negli ultimi tempi
    un'inasprirsi delle posizioni sulle
    soluzioni software che hanno perso il
    marchio della purezza Open Source.Guarda che non si è inasprito un bel niente!Stallman e il suo Free Software Movement sono sempre stati dei radicali intransigneti. E' che gli tocca mangiare la pagnotta di Linux, per ora, visto che l'Hurd è da sempre che la smenano ma ancora non sono risuciti a crearlo! (E il che è tutto dire sulla genialità programmatoria del movimento e di Stallman stesso, visto che ci lavorano da 10-15 anni!!!! Tempo più che sufficiente per creare qualsiasi SO, direi!).Stallman ha sempre odiato a morte il software closed. E' nato come hacker visionario e fondamentalista e tale è rimasto!Il problema di fondo è che tutti quelli che hanno abbracciato la GPL come la Bibbia del nuovo millennio, le interviste a Stallman e le sue idee bacate non le hanno mai lette!E' un totalitario estremista ben peggiore di Bill Gates!Ma ai GPLari non importa! A loro basta programmare e usare i programmi free. Che poi siano l'armata più o meno inconsapevole di un pazzo pericoloso per loro è secondario!Quantomeno i seguaci nazisti e comunisti avevano idea di quello che facevano, loro manco se ne rendono conto! (E' un'iperbole, ovviamente, ma perfettamente aderente)Cervelli persi dietro un listato di codice...
    • Anonimo scrive:
      super -ekleptical
      meno male che c' e gentecome te che salvera'il mondo ...non ti piace la gpl ? non usarecodice rilasciato sotto quella licenza. punto.
      • Ekleptical scrive:
        Re: super -ekleptical

        meno male che c' e gente
        come te che salvera'il mondo ...
        non ti piace la gpl ? non usare
        codice rilasciato sotto quella licenza.
        punto.Infatti! E' esattamente quella la cosa inconcepibile ed inammissibile per la Free Software Foundation, per Richard Stallman e per la GPL.Leggiti l'intervista va, così almeno capisci con che gente sei coinvolto e quali folli stai appoggiando e promuovendo:http://zdnet.com.com/2100-1104-976005.html
        • Ekleptical scrive:
          Re: stallman ?

          stallman puo' dire quello che vuole , ma
          solo per il fatto che io
          usi la gpl (che e' una licenza che impedisce
          che altri lucrino sul codice che io ho
          scritto ) non vuol dire che credo a tutto
          quello che dice ...La GPL l'hanno inventata Stallman e la sua Free Software Foundation per i loro scopi finali!!! Sono loro che la amministrano e sono loro a crearne le varie versioni!Il tuo discorso è paragonabile a dire: io mi affido al Manifesto del Partito Comunista, ma questo cosa c'entra con Marx? Mica sono Marxista!SVEGLIAAAA!!!! Portare avanti la GPL è portare avanti le idee di Stallman! Sono le 2 facce della medaglia! Quand'è che lo capirete?Mollate giù la paginata di codice e iniziate a riflettere!Non per niente da tempo si vocifera di una futura GPL 3 talebana che prevederà l'impossibilità di usare altro che software libero. Sarà (dalle parole di RSM in altre interviste) la futura licenza di Hurd: non solo i derviati, ma anche i semplici programmi che si appoggiano per l'esecuzione a delle librerie GPL3 dovranno essere GPL3, driver compresi. In poche parole TUTTO quello che girerà su Hurd dovrà e potrà essere solo GPL3.Stallman & fanatici accoliti sono sempre più irritati dallo spuntare di applicazioni commerciali per Linux. Se ne stanno servendo come testa di ponte per imporre al mondo la loro idea. Appena Hurd sarà pronto (magari anche prima, impediti come sono) butteranno fuori la GPL3 e molti attuali sviluppatori sprovveduti GPL2 si faranno fregare senza pensare saltando sulla sua barca GPL3 estremista (Linux o Hurd che siano)!Per questo RSM è l'uomo più pericoloso che esista in campo informatico, altro che Bill Gates!Questo è il suo piano e il suo scopo esplicito, che ti piaccia o meno. E se contribuisci alla GPL non fai che portare avanti il suo scopo.Il resto sono solo chiacchiere da coda di paglia!E poi non volevate portarlo in parlamento come rappresentante del Free Software? :)Ora che leggete le sue parole e una volta tanto vi rendete conto di chi è, rimangiate?Portatelo, ripeto!! Lo vogliamo tutti in Parlamento Stallman, soprattuto chi la GPL non la vuole! Posso raccogliere le firme? Daiiiii! :))
        • Anonimo scrive:
          il super-tecnico
          ..ha parlato ....p.s: nessuno ti obbliga a contribuire a un sw open source ,come nessuno ti obbliga a comprare la red hat
  • approximation scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)
    unado si parla di Microsoft gli animi si scaldano e le polemiche tecnologiche (win vs Unix) o "politiche" (Open vs Closed) diventano roventi. Mi sono sforzato di capire perchè:vi chiedo se vi riconoscete a livello di sensazione epidermica in queste considerazioni contrastanti:1) negli ultimi due o tre anni si ha l'impressione di vivere nell'era del grande fratello fra spyware, sistemi molto closed di cui non ci si fida, politiche di mercato spietate ai limiti della vessazione da parte delle aziende di software (Microsoft in primis), nonchè una vera e propria persecuzione da parte delle multinazionali che producono contenuti (Case discografiche, major di hollywood, produttori di audiovivsivi e videogiochi) che impongono prezzi assurdi alle loro produzioni e restrizioni odiose alla loro fruizione.Sembra abbastanza evidente che si è arrivati ad una totale divaricazione tra l'interesse dei produttori di tecnologia (il profitto e basta) e l'interesse dei consumatori (la fruizione di servizi e contenuti).2) rileggendo vecchie riviste e libri di informatica (con più di 10 anni) ci si rende conto che un tempo la libertà di espressione via rete (con le BBS e la prima diffusione di internet) poteva sembrare maggiore per l'assenza dei vari carnivore e sicuramente c'era una maggiore vivibilità e vivacità culturale dovuta all'assenza della parte commerciale che oggi domina la rete. Ma contemporaneamente ci si rende conto che l'uso di questa comunicazione era ristretto ad un numero così piccolo di individui che parlare di libertà intesa come diritto di una comunità (magari mondiale) è ridicolo.D'altra parte, almeno nel mondo degli Home, dei Personal e dei Minicomputer non esistevano alternative credibili al software commerciale, che in molti casi costava cifre improponibili considerando anche ciò che effettivamente poteva essere realizzato con quei prodotti. Per non parlare dell'atteggiamento vessatorio di alcuni produttori che inserivano dei veri e propri virus nei propri prodotti come protezione dalla copia (ci fu una celebre sentenza negli Stati Uniti a questo proposito). Per farla breve se si guarda con oggettività "all'informatica che fù" non c'è da stare allegri.E allora?Perchè una parte della comunità infotelematica (quella Open) ha i nervi così scoperti proprio oggi che dispone di una libertà nella produzione di software e contenuti che non ha paragoni rispetto al passato?Come si spiega una tale virulenza contro il Closed quando si ha finalmente la libertà di scegliere?Una spiegazione c'è ed è la seguente:Microsoft non è malvista perchè i suoi prodotti sono sempre scadenti (non è vero) o perchè applica rigidamente uno schema di produzione e commercializzazione Closed (infatti potremmo dire la stessa cosa di altre aziende ultimamente convertite al verbo di Linux).Microsoft costituisce un problema perchè assorbe una quota di mercato così forte su tutti i principali settori dell'informatica e negli ultimi tempi anche della comunicazione e della distribuzione di informazione che è in grado di condizionare non solo la tecnologia che usiamo per scrivere o leggere la posta ma anche le modalità stesse di comunicazione imponendo la propria filosofia (che è ovviamente orientata al puro profitto) a qualunque manifestazione del pensiero; in questo senso forma e contenuto, tecnologia e politica, si confondono. Ripensiamo ad alcune (troppe) scelte di microsoft: dalla Microsoft Network (che doveva essere una specie di internet chiusa per utenti windows) alla Java Machine che è stata modificata per impedire agli utenti di altri browser di usufruire di applicazioni ottimizzate per IE; dalla estensioni Frontpage incompatibili con altri browser ai formati multimediali proprietari che tagliano fuori dalla fruizone di contenuti i sistemi non graditi a Bill (oltre ad essere assurdamente vessatori nei confronti degli utenti con la storia della gestione delle licenze); allla piattaforma dotnet che ha perfino cambiato i linguaggi di programmazione (il c++ è stato sostituito dal c#) per rendere più propietarie e il meno portabili possibile le innovazioni tecnologiche che qusta piattaforma porta con se. La lista può continuare all'infinito ma il punto è sempre lo stesso: la politica di Microsoft è quella di creare un intero mondo compatibile solo con se stesso e con la propria filosofia (o ideologia). In molti casi gli standard e i prodotti Microsoft si sono sono affermati perchè eccellenti, ma in quanti casi si sono invece imposti prodotti scadenti o in certi casi pericolosi perchè Microsoft ha usato (in maniera tutt'altro che politically correct) la sua influenza politica e commerciale?Nel momento in cui non esisteranno alternative ai prodotti Microsoft e qualunque esigenza (e questo vale anche per le esigenze della Pubblica Amministrazione) dovranno passare per il vaglio (e la voglia) di Bill saremmo veramente contenti? Non crediamo che il monopolista sarà in grado di rifiutare le nostre richieste solo perchè non abbastanza redditizie per lui? O peggio saremmo costretti a esborsare cifre esorbitanti per pagare i servizi di cui non possiamo fare a meno? O peggio ancora renderemo difficile o impossibile il dialogo con altri paesi che non possono permettersi di pagare zio Bill?A questo punto la domanda sorge spontanea: è giusto che un consiglio di amministrazione abbia il potere di condizionare gli standard di comunicazione, di produzione dell'informazione e dei contenuti di un intero paese? O del mondo intero?Il punto è questo: i poveri che abitano in occidente avranno gli stessi diritti di produzione, comunicazione e fruizione dei concittadini ricchi? d'altra parte i cittadini ricchi su cui (si spera) grava l'onere del mantenimento dello stato dovranno pagare i servizi in base ad un costo di mercato o in base alla decisione di un singolo consiglio di amministrazione (con sede a Redmond U.S.A.)? E infine quelli più sfigati di tutti e cioè gli abitanti dei paesi non occidentali dovranno ancora una volta essere cancellati dalla storia (perchè chi non può comunicare di fatto non esiste) perchè non hanno i soldi per pagare le licenze Eula di Bill?Cari amici, Microsoft non è più cattiva degli altri e segue semplicemente la propria natura di soggetto volto alla produzione di profitto a tutti i costi. E' giusto che sia così perchè il nostro sistema economico politico funziona così e le altre aziende non sono diverse. Il problema è che è cresciuta troppo ed il suo potere può condizionare degli ambiti che travalicano l'aspetto meramente informatico. L'Open Source è UNA delle soluzioni che si possono adottare per bilanciare questo squilibrio.
    • Ekleptical scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)

      La lista può continuare all'infinito ma
      il punto è sempre lo stesso: la politica di
      Microsoft è quella di creare un intero mondo
      compatibile solo con se stesso e con la
      propria filosofia (o ideologia).Ah beh, perchè la GPL no?E' altrettanto vessatoria nella propria ideologia!Tutto quello che entra in GPL rimane GPL. Fuoriusciute non sono possibili.A quel punto è solo una scelta di campo, come quando si va allo stadio. C'è chi ama una squadra, chi un'altra e fra loro litigano e si prendono in giro.Esattamente come succede qua! :)La dignità e gli scopi di fondo sono uguali per entrambi i soggetti. Il sogno di entrambi è il monopolio.
  • Anonimo scrive:
    Re: usala tu la testa (non torval)
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    per carita esaminiamo pure le proposte del

    bill (qualche meritino lo ha ) ma
    ESAMINIAMO

    ASSOLUTAMENTE l'open source



    windows vuol dire dar soldi

    all'america(bill),rendersi dipendenti
    peggio

    perchè in microsoft italia ci lavorano
    americani?Perchè Microsoft Italia sviluppa sw ? Al massimo, forse, qualche localizzazione.........
    ehehehehhehheheehhe perchè se tu usi apache
    pensi di non dipendere da nessuno, se domani
    chi sviluppa apache decide di non continuare
    a svilupparlo tu rimani in braghe di tela,
    come vedi si è sempre dipendenti da
    qualcuno.E se domani è la Microsoft che decide di non sviluppare più IIS ?
    quello che importa a questo modo non è
    fidelizzarsi a un solo prodotto open o close
    che sia ma avere l'elasticità mentale per
    usare questo o quello, ma ovviamente uno che
    scrive un post cosi non sa neanche cosa
    significa.Questo in risposta a chi scrive "per carita esaminiamo pure le proposte del bill (qualche meritino lo ha ) ma ESAMINIAMO ASSOLUTAMENTE l'open source", mi sa tanto di un "scegliamo il prodotto migliore fra quelli Microsoft"....
  • Anonimo scrive:
    Tutti al senato!
    Essì. oggigiorno se non ti ospitano al senato non sei nessuno. Passi per il papa, ma billgheits che cazzo c'entra? In quale veste ha il diritto di usare il senato della Repubblica Italiana per dire quello che gli pare? E dato che è il padrone di un colosso informatico la sua concorrenza non avrebbe un pari diritto? E' vero che ci stiamo abituando ad essere governati dal padrone delle televisioni senza batter ciglio, è vero che questo paese merdoso sta sprofondando in un grigio e tristissinmo declino, ma i concorrenti di billgheits che cos'hanno in meno per non essere ascoltati dai nostri rappresentanti? E lasciamo stare le polemiche tipo se è meglio fotosciòp o un programma di grafica per linux, se è più professionale emmeesseoffis o openoffis, che ciascuno ha il diritto di scegliersi il sw che può o che gli piace, gratis o a pagamento.Quello che non deve accadere è di rimanere legati mani e piedi ad un sw proprietà di una sola società, legata a filo doppio con un governo straniero (e gli USA sono ancora, vivaddio, un paese straniero) e che nessuno sa fino in fondo cosa cazzo fa esattamente quando lo faccio girare.Un'ultima parola andrebbe detta all'on. Pera, ma non la dico sennò mi "moderano".The Monnezz
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti al senato!

      E dato che è il padrone di un colosso
      informatico la sua concorrenza non avrebbe
      un pari diritto? Chi e' la concorrenza?
      • Anonimo scrive:
        monopolio
        apple e linux ?
        • Anonimo scrive:
          Re: monopolio
          - Scritto da: Anonimo
          apple e linux ?Ok per apple sappiamo chi chiamare (Jobs?)ma per linux chi si chiama?
          • Anonimo scrive:
            monopolio
            red hat italia ?mandrake italia ?IBM ?
          • Anonimo scrive:
            Re: monopolio
            - Scritto da: Anonimo
            red hat italia ?
            mandrake italia ?
            IBM ?Tutte? ... magari anche SUSE, Lindows,Debian, Slackware...................Purtroppo manca un portavoce unico.....
          • Anonimo scrive:
            Re: monopolio
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            apple e linux ?

            Ok per apple sappiamo chi chiamare (Jobs?)

            ma per linux chi si chiama?Linus Torvalds?
          • Anonimo scrive:
            Re: monopolio
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            apple e linux ?



            Ok per apple sappiamo chi chiamare (Jobs?)



            ma per linux chi si chiama?

            Linus Torvalds?E cosa spiega al senato come funziona uno schedulatore?Poi perchè un dipedente di Trasmeta deve parlare di Linux....
          • Anonimo scrive:
            Re: monopolio
            - Scritto da: Anonimo
            E cosa spiega al senato come funziona uno
            schedulatore?Ha fatto numerose conferenze... e ha quasi sempre parlato di open source e di come sia stato fondamentale per i progressi di Linux
            Poi perchè un dipedente di Trasmeta deve
            parlare di Linux....Bah... forse perche' lo ha creato?
          • Anonimo scrive:
            Re: monopolio


            Poi perchè un dipedente di Trasmeta deve

            parlare di Linux....

            Bah... forse perche' lo ha creato?Infatti per commercializzare/presentare dei prodotti e soluzioni vengono sempre inviati dei programmatori.....
          • Anonimo scrive:
            Re: monopolio
            Beh, anche Bill Gates è un programmatore, cmq esistono persone nell'ambito Opensource che godono di forte rappresentanza, come lo stesso Stallman o Alan Cox.Il punto comunque non è qui, il succo del problema non è chi invitare della controparte, ma il perchè è stato invitato Bill Gates. In Italia siamo popolo di eroi santi navigatori poeti ed inventori, ma anche di creduloni.Traspare una certa ignoranza per quanto concerne la filosofia dell'opensource, e a qualcuno fa un po' paura, come se fosse la ribalta tecnologica del comunismo. In effetti non lo è, l'opensource è qualcosa che non è mai esistito prima, e se vuol essere paragonato, può essere paragonato solo al processo scientifico, che nei secoli, ci ha portato dalla clava all'IT. Se chi avesse scoperto il fuoco se lo fosse tenuto per se, probabilmente ora non sarei qua a scrivere su una tastiera e voi a leggere su uno schermo.Gnu
  • Anonimo scrive:
    la pirateria software diminuisce..
    - Scritto da: Anonimo

    ehehehehhehheheehhe perchè se tu usi apache
    pensi di non dipendere da nessuno, se domani
    chi sviluppa apache decide di non continuare
    a svilupparlo tu rimani in braghe di tela,
    come vedi si è sempre dipendenti da
    qualcuno.alla faccia dell' ignoranza ...
    • Ekleptical scrive:
      Re: la pirateria software diminuisce..
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo




      ehehehehhehheheehhe perchè se tu usi
      apache

      pensi di non dipendere da nessuno, se
      domani

      chi sviluppa apache decide di non
      continuare

      a svilupparlo tu rimani in braghe di tela,

      come vedi si è sempre dipendenti da

      qualcuno.

      alla faccia dell' ignoranza ...
    • Ekleptical scrive:
      Re: la pirateria software diminuisce..

      alla faccia dell' ignoranza ...Beh, Apache non è in licenza GPL, ma una tutta loro.Tecnicamente non puoi sviluppare Apache senza il permesso della Apache Software Foundation! Quantomeno non puoi più chiamarlo Apache! :))
      • Anonimo scrive:
        Re: la pirateria software diminuisce..
        - Scritto da: Ekleptical

        alla faccia dell' ignoranza ...

        Beh, Apache non è in licenza GPL, ma una
        tutta loro.
        Tecnicamente non puoi sviluppare Apache
        senza il permesso della Apache Software
        Foundation! Quantomeno non puoi più
        chiamarlo Apache! :))Ma questo vale per qualunque software GPL.Se io, che non sono nel team di sviluppo di Linux, prendo il suo codice e lo modifico, poi la mia versione modicata non la posso più chiamare "Linux".
      • Anonimo scrive:
        Re: la pirateria software diminuisce..
        ciai raggione ciai, se apasc non lo chiami apasc sono cazzi amari!
  • Anonimo scrive:
    Re: Italiani fatevi usare da Windows
    - Scritto da: Anonimo
    Ringrazio invece la massa utonta che tanto
    ci serve per abbassare i prezzi dell'HW, del
    SW e delle connessioni internet.da come quoti amico mi sa che l'utontone sei tu
  • Anonimo scrive:
    Re: Italiani fatevi usare da Windows
    - Scritto da: AdessoBasta................mi ma quante banalità hai sparato in un solo post, si vede che sei il solito flammaro con la paghetta di mamma in tasca, quando dovrai portare avanti una famiglia, probabilmente la penserai allo stesso modo ma sicuramente avrai meno tempo per sparar fesserie.cercati un lavoro barbun
  • Anonimo scrive:
    Re: Italiani fatevi usare da Windows
    Ti dimentichi che1. il 100% delle banche italiane tengono i soldi (quindi TUTTI I SOLDI ITALIANI) su database closed source. Un conto in banca ce l'hai?2. fino all'altro ieri tutte le informazioni che giravano sia nella PA che altrove erano su software closed source3. che nel campo sia della PA che negli altri, il ruolo di Microsoft sul lato server è intorno al 25-30%. Perché quindi ti scagli tanto su Microsoft e per nulla sul restante 70-75% tutto RIGOROSAMENTE CLOSED SOURCE?Credo che sia il caso che tu ti renda conto del lavaggio del cervello che hai inopinatamente subito...3dots
    • aragorno scrive:
      Re: Italiani fatevi usare da Windows
      bah a riguardo di banche ho un pò di esperienza, dovendo mettere ogni giorno mano nei server e client di una grossa banca italiana. A parte il fatto che dal lato server fino ad adesso usavano un altro sistema closed non microsoft e che presto passeranno a mamma microsoft, ti dico che francamente io tremo a sapere che i miei soldi sono tenuti in quei sistemi... o almeno tremo nel pensare che passeranno totalmente a microsoft, visto la facilità con cui si può entrare nei loro sistemi di sicurezza in molte filiali. Detto questo, è chiaro che dopo anni di utilizzo di un particolare sistema anche closed le norme di sicurezza migliorino, cmq sono sistemi lenti, soggetti a impressionanti tempi di down e abbastanza insicuri; inoltre sono molto costosi e non certo solo per l'hardware che fà girare il tutto, ma anche per le licenze e l'abnorme mole di manutenzione che và fatta: se un sistema è down o lento, sono pile di quattrini che svolazzano nel vuoto. Perchè non si affidano a sistemi open? Principalmente due: il primo è la mancanza di conoscenza dei sistemi open, problema che si potrebbe risolvere abbastanza facilmente visto il bagaglio intellettuale che portano avanti; il secondo è più subdolo ma è la causa principale: queste banche firmano contratti preconfezionati, dove un grande distributore fornisce hw, manutenzione, assistenza e sistemi. Quindi non è la banca che decide, ma si affida in toto a una o più aziende. Cosa non li porta a ricercare altri tipi di contratti da altri fornitori? Semplicemente non esiste la concorrenza, o meglio esiste ma è come se non esistesse, perchè quei pochi che possono permettersi di gestire determinati tipi di contratti hanno politiche aziendali tutte identiche l'una con l'altra e che rifiutano in toto l'open source. Ma perchè lo rifiutano? Beh semplicemente perchè in questo modo riescono a chiudere contratti ben più lucrosi, visto che la parte forte di questi accordi stà nell'assistenza e con windows ci vanno a nozze, dovendo gestire un maggior numero di problematiche e quindi sistematicamente guadagnandoci di più... ripeto, in questo campo (come in tantissimi altri d'altronde) la concorrenza non porta a risultati migliori ma peggiora la situazione, visto che tutti i concorrenti offrono servizi simili e formalmente concordano nel ricercare la via a loro + lucrosa... rendo l'idea?
      • Anonimo scrive:
        Re: Italiani fatevi usare da Windows
        - Scritto da: aragorno
        bah a riguardo di banche ho un pò di
        esperienza, dovendo mettere ogni giorno mano
        nei server e client di una grossa banca
        italiana. A parte il fatto che dal lato
        server fino ad adesso usavano un altro
        sistema closed non microsoft e che presto
        passeranno a mamma microsoft, ti dico che
        francamente io tremo a sapere che i miei
        soldi sono tenuti in quei sistemi... o
        almeno tremo nel pensare che passeranno
        totalmente a microsoft, visto la facilità
        con cui si può entrare nei loro sistemi di
        sicurezza in molte filiali. In realtà se le cose sono fatte come si deve non dovresti temere nulla: se un sistema è gestito correttamente non è più vulnerabile di uno Unix o di un Linux. Il vero problema è che, siccome lo skill minimo richiesto per gestire un sistema Windows è più basso di quello minimo richiesto per gestire uno *x, spesso i gestori di Windows sono meno preparati. Da cui deriva il fatto che (come è successo per Code Red) si verificano problemi relativi a vulnerabilità per le quali la patch è già disponibile magari da mesi.Detto questo, è
        chiaro che dopo anni di utilizzo di un
        particolare sistema anche closed le norme di
        sicurezza migliorino, cmq sono sistemi
        lenti, soggetti a impressionanti tempi di
        down e abbastanza insicuri; Mi sfugge la fonte da cui trai queste conclusioni. Che un sistema closed sia più lento o più soggetto a tempi di down o abbastanza insicuro è una di quelle bugie che, ripetute più volte, diventano verità. Tra l'altro mi sembra di interpretare una tua sottointesa conicidenza tra closed e Microsoft. A parte il fatto che nemmeno limitando a Microsoft le tue affermazioni (intrinsecamente più lento, meno affidabile e meno sicuro) ottieni una verità.
        molto costosi e non certo solo per
        l'hardware che fà girare il tutto, ma anche
        per le licenze e l'abnorme mole di
        manutenzione che và fatta: se un sistema è
        down o lento, sono pile di quattrini che
        svolazzano nel vuoto. Perchè non si affidano
        a sistemi open? Principalmente due: il primo
        è la mancanza di conoscenza dei sistemi
        open, problema che si potrebbe risolvere
        abbastanza facilmente visto il bagaglio
        intellettuale che portano avanti; il secondo
        è più subdolo ma è la causa principale:
        queste banche firmano contratti
        preconfezionati, dove un grande distributore
        fornisce hw, manutenzione, assistenza e
        sistemi. Ti dimentichi quello più importante: IBM, Sun, Oracle e anche Microsoft sono aziende consolidate che costituiscono un punto di riferimento certo e visibile, anche se il loro business principale è sul closed source. E, perché no, anche un capro espiatorio se la tua applicazione ti scoppia in faccia. Se tu fossi un CIO preferiresti scommettere il tuo posto di lavoro su IBM o sulla Pizza&Fichi s.n.c.?Quindi non è la banca che decide,
        ma si affida in toto a una o più aziende.
        Cosa non li porta a ricercare altri tipi di
        contratti da altri fornitori? Semplicemente
        non esiste la concorrenza, o meglio esiste
        ma è come se non esistesse, perchè quei
        pochi che possono permettersi di gestire
        determinati tipi di contratti hanno
        politiche aziendali tutte identiche l'una
        con l'altra e che rifiutano in toto l'open
        source. Non mi pare che IBM rifiuti l'open source, anzi ci sta dedicando un sacco di energie e soldi. Ma chissà perché questi soldi che investe non li fa sull'open source, ma sul closed source (leggi mainframe)Ma perchè lo rifiutano? Beh
        semplicemente perchè in questo modo riescono
        a chiudere contratti ben più lucrosi, visto
        che la parte forte di questi accordi stà
        nell'assistenza e con windows ci vanno a
        nozze, dovendo gestire un maggior numero di
        problematiche Il numero di problematiche non dipendono dal sistema ma dalle funzionalità che esso svolge.3dots
  • Anonimo scrive:
    Che tristi quelli dell'open-source
    Piu' passa il tempo meno se ne sente parlare (di linux, open e amenita' varie).Il mondo che lavora e' con Microsoft.Grazie BillZioBill***no linux and no open source software were used to write this post***
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source
      - Scritto da: Anonimo....
      ZioBill
      ***no linux and no open source software were
      used to write this post***Toh... chi si rivede... ZerbinoBill....
    • pikappa scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source
      - Scritto da: Anonimo
      Piu' passa il tempo meno se ne sente parlare
      (di linux, open e amenita' varie).Strano a me e' parso proprio il contrario, e basta fare un giretto sul web per accorgersene, dai perso gli amichetti di Bill della Unisys(ricordi...wehaveawayout...) stanno pensando di offrire soluzioni basate su Linux
      Il mondo che lavora e' con Microsoft.Non sempre questo e' vero, ci sono ancora tante persone che lavorano con UNIX e molte che stanno ad usare Linux, e' questione di tempo, forse non riuscira' mai a far scomparire M$ dal mercato, ma di sicuro si guadagnera' una buona fetta di mercato(probabilmente a scapito degli UNIX di cui sopra)
      Grazie Billcosa dovrei dire qui? grazie Linux o grazie Richard :-PPP
      ZioBill
      ***no linux and no open source software were
      used to write this post***
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source
      La tua è una opinione assolutamente personale. Forse sei uno che lavora in una società che distribuisce soluzioni basate su MS - ovviamente il mondo open ti "mangia" una quota di mercato. Ti garantisco che le cose non vanno come dici tu: molte delle persone che conosco io vorrebbero passare a linux ma hanno paura di non riuscire a trovare persone competenti. Un pò, forse, hanno ragione e la venuta di Gates in Parlamento è una minaccia al liberismo puro in favore del monopolismo. In pratica farà finta di elemosinarci qualcosa per le Università, sapendo bene che chi ne uscirà sarà poi legato ai prodotti che ha imparato ad usare durante gli studi. E questo, credimi, anche uno zuccone come te potrebbe riuscire a capirlo.
      • OpenCurcio scrive:
        Re: Che tristi quelli dell'open-source
        Un pò, forse,
        hanno ragione e la venuta di Gates in
        Parlamento è una minaccia al liberismo puro
        in favore del monopolismoin realta..il liberismo..libero....tende a creare monopoli...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source
      - Scritto da: Anonimo
      Piu' passa il tempo meno se ne sente parlare
      (di linux, open e amenita' varie).
      Il mondo che lavora e' con Microsoft.

      Grazie Bill

      ZioBill
      ***no linux and no open source software were
      used to write this post***parole limpide come l'acqua*****open sorcio: no grazie devo mantener la famiglia*****
      • Anonimo scrive:
        Re: Che tristi quelli dell'open-source
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Piu' passa il tempo meno se ne sente
        parlare

        (di linux, open e amenita' varie).

        Il mondo che lavora e' con Microsoft.



        Grazie Bill



        ZioBill

        ***no linux and no open source software
        were

        used to write this post***

        parole limpide come l'acqua

        *****open sorcio: no grazie devo mantener la
        famiglia*****"Tana" per Ekleptical dietro il monitor :-)
        • Ekleptical scrive:
          Re: Che tristi quelli dell'open-source

          "Tana" per Ekleptical dietro il monitor :-)ROTFL! Veramente non c'entro niente!! :DE non potrei mai usare quella firma, visto che scrivo da dietro il caro Linux box per la rete interna! :PIo in genere propongo qualche argomentazione, condivisibile o meno... (va beh, la battuta su Stallman ci voleva! :P)
        • Anonimo scrive:
          Re: Che tristi quelli dell'open-source
          Ho letto la pi grande balla informatica dell'anno:"chi lavora usa Microsoft" ha ha ha ha Forse chi ha visto solo Microsoft pensa che lavorare sia quello......e se provassimo anche sistemi operativi più stabili, software per l'editing di testi che - a differenza di word - non pensano per te e che ti permettono di impaginare come credi...... io penso differente, io penso Apple e credo di lavorare sul serio!Chi ha imparato a spegnere il computer cliccando su avvio e dice "io lavoro sul computer ne..." dovrebbe prima provare le alternative e capire perché chi ha fatto altre scelte forse non aveva tutti i torti.Ciao a tutti.
    • Giambo scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source
      - Scritto da: Anonimo
      Piu' passa il tempo meno se ne sente parlare
      (di linux, open e amenita' varie).
      Il mondo che lavora e' con Microsoft.Uh, chi si rivede. Passato buone feste ? Babbo Natale ti ha portato ancora del carbone ? Eppure questa volta "intelligenza" l'avevi scritto giusto sulla letterina, o sbaglio :) ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ?
      - Scritto da: Anonimo
      Il mondo che lavora e' con Microsoft.tu non hai alcun titolo per rappresentare il "mondo che lavora". Sei solo un insieme di bytes.Come me, del resto. Ma almeno io non pretendo di rappresentare una categoria o di esserne delegato. mi basta smontare le tue pretese illogiche e indimostrate.Ai lettori di questi forum: diffidate delle pretese dei sedicenti conoscitori del web e del mondo del lavoro. (zap)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source
      Se qua c'è sintomo di tristezza, coincide con te.Sono per la libertà di espressione, ma questo è un forum, non una fermata dei bus dove scrivere slogan.Almeno argomentarle le proprie idee
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source

      ***no linux and no open source software were
      used to write this post***Non è questa la vera sig. di ZioBill :))))) ahahahahahah tutti truffatori siete. Ho capito che sei lo stesso che ho bastonato l'altra volta ma ancora non ci siamo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source
      Non capisco questa avversione contro MIcrosoft; io personalmente lavoro, gioco e se devo scegliere scelgo prodotti Microsoft.Chi ha detto che Windows non è stabile? 10 anni fa per cambiare ho provato OS/2 ed è stata una cavolata pagata a caro prezzo (in tutti sensi). Meglio Windows, W Windows e la Microsoft che ha contributo alla grande a far esplodere il pc in tutto il mondo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che tristi quelli dell'open-source
        - Scritto da: Anonimo
        tutti sensi). Meglio Windows, W Windows e la
        Microsoft che ha contributo alla grande a
        far esplodere il pc in tutto il mondo.IL pc o I pc ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristi quelli dell'open-source
      - Scritto da: Anonimo
      Piu' passa il tempo meno se ne sente parlare
      (di linux, open e amenita' varie).
      Il mondo che lavora e' con Microsoft.

      Grazie Bill

      ZioBill
      ***no linux and no open source software were
      used to write this post***ovviamente puoi dimostrare di aver pagato le licenze del programma e del S.O. che hai usato per quotare?
    • Anonimo scrive:
      Che tristi quelli del software pirata
      Che tristi quelli che vedi aggirarsi nei mercatini o nei retrobottega di quelli che "devono mantenere la famiglia" per avere l'ultima copia di XP o altro i casa M$Chi usa Open Source non deve preoccuparsi di fare le cose "di nascosto" e al contrario lo porta come vanto e bandiera.Il mondo che lavora usa *nix /Gnu LinuxNo_CQRT
  • pikappa scrive:
    Rientro caldo!!! :-)
    Che bei flame!!Decisamente un buon modo per rientrare dalle vacanze e scaldarsi un po con questo freddo(arrivato decisamente in ritardo)Ma torniamo al tema della notizia, non credo sia sbagliato sentire quello che ha da dire lo Zio Bill, ma per tutte le cose credo sia giusto sentire anche un altra campana, i monopoli non fanno bene a nessuno(in entrambi i casi) le guerre di religione sono stupide e non giovano a nessuno, per l'Italia, che per l'informatica e' roba terzo mondo, sarebbe molto meglio auspicare ad una integrazione delle due(o piu') piattaforme e delle soluzioni(sia Open Source che proprietarie)
  • Anonimo scrive:
    Re: Italiani fatevi usare da Windows

    Ringrazio invece la massa utonta che tanto
    ci serve per abbassare i prezzi dell'HW, del
    SW e delle connessioni internet.Io invece ringrazio te per come quoti
  • Anonimo scrive:
    Filosofia.....
    Non capisco perchè Stallman...Se Bill Gates e quindi Microsoft può disporre di una infrastruttura completa Stallman cosa puo' rappresentare?Chi invoca la presenza di stallman vuole discutere la filosofia.... io invece preferirei avere di fronte persone che possono garantirmi anche la parte pratica...Di filosofi molto teorici e poco pratici l'italia ne è piena......
    • Anonimo scrive:
      Re: Filosofia.....
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco perchè Stallman...

      Se Bill Gates e quindi Microsoft può
      disporre di una infrastruttura completa
      Stallman cosa puo' rappresentare?

      Chi invoca la presenza di stallman vuole
      discutere la filosofia.... io invece
      preferirei avere di fronte persone che
      possono garantirmi anche la parte pratica...Forse dimentichi che Stallman ha programmato di persone praticamente tutte le applicazioni del progetto GNU.
      Di filosofi molto teorici e poco pratici
      l'italia ne è piena......Vero :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Filosofia.....


        Forse dimentichi che Stallman ha programmato
        di persone praticamente tutte le
        applicazioni del progetto GNU.Motivo in più per non centrare nulla....il kernel di Linux, Apache, Mozilla, OpenOffice sono tutti progetti di successo che non centrano nulla con GNU(gli ultimi tre non sono neanche sotto GPL)Figurati poi se la nostra democratica maggioranza invita un comunistone come stallman...

        Di filosofi molto teorici e poco pratici

        l'italia ne è piena......

        Vero :-)purtroppo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Filosofia.....
          - Scritto da: Anonimo



          Forse dimentichi che Stallman ha
          programmato

          di persone praticamente tutte le

          applicazioni del progetto GNU.

          Motivo in più per non centrare nulla....

          il kernel di Linux, Apache, Mozilla,
          OpenOffice sono tutti progetti di successo
          che non centrano nulla con GNU
          (gli ultimi tre non sono neanche sotto GPL)se è per questo neanche internet, l'html, bind e sendmail c'entrano nulla... ma il gcc? quanti degli sviluppatori dei progetti che hai (e ho) nominato hanno mai usato un altro cc per compilare? Quanti di loro non rinuncerebbero mai al loro Emacs? e poi Linux senza GNU non esiste, GNU senza Linux si!Come "comunicatore" da portare in senato, non ce lo vedo neanch'io, ma non venirmi a dire che è un filosofo molto teorico e poco pratico, perchè è uno dei "giganti" sulle cui spalle si è costruita (e si continua a costruire) la storia softwareSe poi tu alle "spalle dei giganti", preferisci il deposito di Paperon de Paperoni....SCENDI SUBITO!!!! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Filosofia.....

        Forse dimentichi che Stallman ha programmato
        di persone praticamente tutte le
        applicazioni del progetto GNU.Peccato che tu stia dimenticando una cosa ancor piu'importante: se vedi qualche pagina del man di Linuxnoterai molti commenti su MOLTISSIMI comandi inversione GNU che non vengono usati perche'ESTREMAMENTE BUGGATI :'-(Dato che ci sono, un'altra nota: emacs e' disumano, va controogni regola di buonsenso, e' tutt'altro che usabile... poi, percarita', che ci si possa fare di tutto non lo nego, ... pero' ... :-)

        Di filosofi molto teorici e poco pratici

        l'italia ne è piena......

        Vero :-)Verissimo
  • Anonimo scrive:
    Errore di fondo
    Il problema non è la sfida closed vs open, il problema è che Bill Gates viene considerato monopolista da molte persone. Io continuo da sempre a dire che la gran parte dei frequentatori di questo forum sono estremisti e sputano sul piatto su cui mangiano o che hanno mangiato.A volte mi piacerebbe vedere dove i paladini dell'open e del free spendano i loro soldi, giusto per capire cosa giustificano e cosa trovano intollerabile...
    • Anonimo scrive:
      Re: Errore di fondo
      Il problema e' che il SW Microsoft si paga, le controparti OpenSource no.E allora trovo ingiusto che chi sostiene l'OS debba difendere le sue opinionie chi sostiene MS non sia tenuto a farlo. Siccome paghiamo le tasse,per quanto riguarda la PA bisogna parlare di TCO e basta.E su quest'ultimo argomento la Microsoft ha dei seri problemi ultimamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Errore di fondo
        - Scritto da: Anonimo
        Il problema e' che il SW Microsoft si paga,
        le controparti OpenSource no.
        E allora trovo ingiusto che chi sostiene
        l'OS debba difendere le sue opinioni
        e chi sostiene MS non sia tenuto a farlo.
        Siccome paghiamo le tasse,
        per quanto riguarda la PA bisogna parlare di
        TCO e basta.Assolutamente no, nella PA sono fondamentali soprattutto i formati aperti e l'OpenSource e solo in seconda battuta il TCO (leggasi a tal proposito l'illumiminante articolo di Andrea Monti su "Linux & C.", anno 4 numero 28 pagg. 80-81, dal titolo "Cosa sta succedendo all'OpenSource?").
  • CoccoBillo scrive:
    Chiudere i cancelli
    a Guglielmo Cancellisbarrare portee chiavistellise poi al Senatoè invitato da Peraperché non chiamareanche la Mela?se infine di truffa si sente il puzzo,allora chiamiamoanche Linuzzo!per evitare Casiniaprire Finestre e finestrinie invitare il Leggero Piccolissimoad andarsene prestissimosarà forse la volta buonache ci togliamo dai Maronianche il caro B......oni?
  • Tony Sarnano scrive:
    Una parte del mondo
    Premetto di essere elettore del centro-sinistra e utente Linux (oltre a MacOS X).Mi duole notare che gli esponenti politici del centro-sinistra, quando erano al governo, non erano certo meno asserviti del governo attuale al mondo M$, tanto che il sig. Paolucci è di casa a Palazzo Chigi ormai da parecchi anni.E' curioso che i vantaggi dell'open-source nella PA vengano scoperti dai vari Cortiana e Folena soltanto ora che stanno all'opposizione.Certo, meglio tardi che mai. Il sospetto però è che un argomento serio come questo sia trattato dagli esponenti politici con una certa superficialità, e limitandosi troppo spesso a slogan demagogici.Cortiana evidenzia giustamente che "Bill Gates rappresenta un mondo e un modo dell'informatica, non il mondo e il modo. Da tempo, con il free software e l'open source, è in atto un approccio diverso, aperto e plurale [...]". Nulla da eccepire. Peccato che poi la sua proposta "antagonista" verso l'invito di Bill Gates in Senato è quella di aggiungere un invito per Richard M. Stallman , che, aggiungo io, del mondo e del modo dell'open-source rappresenta soltanto una parte, non il mondo e il modo , quella che si riconosce nella Free Software Foundation.A titolo di esempio si pensi che un progetto open-source celebrato e celeberrimo come Apache è estraneo alla FSF e alla licenza GPL, e non è il solo, tanto che Free Software non è sinonimo di Open Source .Certo che se si ama la demagogia e lo slogan un po' facilone fa molta scena uno Stallman che, travestito da Sant'iGNUzio, si aggira tra i banchi del Senato ('nzacco alternativo!) e delizia gli astanti col suo solito predicozzo, retribuito a tariffa.Peccato che l'introduzione dell'open-source nella PA sia un tema delicato e di drammatica attualità: si pensi alle conseguenze dell'utilizzo di formati proprietari (dunque non standard anche se leader di mercato) nella PA anche alla luce del progetto Palladium.Per favore, più informazione e competenza, meno demagogia e faciloneria.
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)
    - Scritto da: Ekleptical
    Linux è un buon prodotto per le reti e
    quindi solo quello conoscono. (Anche perchè
    per altri soft di qualità sotto Linux
    l'unica è pagare il closed! Altra cosa
    inconcepibile!)Visto che tu ti senti così ferrato sicuramente avrai provato linux in varie configurazione o parli solo per sentito dire?Facciamo un semplice esperimento, scarica e installa knoppix (http://www.knoppix.net/) che è una distribuzione che boota da cd e gira in ram senza obbligarti a trovare spazio su disco.Quando lo avrai provato prova a fare delle critiche sensate, non questo software mi fa schifo altrimenti non fai che dimostrare il tuo basso livello culturale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)
      - Scritto da: Anonimo....
      Quando lo avrai provato prova a fare delle
      critiche sensate, non questo software mi fa
      schifo altrimenti non fai che dimostrare il
      tuo basso livello culturale.Quello lo ha già dimostrato ampiamente...
    • Ekleptical scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)

      Visto che tu ti senti così ferrato
      sicuramente avrai provato linux in varie
      configurazione o parli solo per sentito
      dire?Lo uso regolarmente ogni giorno, fai te.. :))
      Facciamo un semplice esperimento, scarica e
      installa knoppix (http://www.knoppix.net/)
      che è una distribuzione che boota da cd e
      gira in ram senza obbligarti a trovare
      spazio su disco.Ho già Mu-Linux che boota e funziona addirittura da floppy!E allora? Che c'entra col mio discorso?
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia usa la testa (non bill)
        - Scritto da: Ekleptical

        Facciamo un semplice esperimento, scarica e

        installa knoppix (http://www.knoppix.net/)

        che è una distribuzione che boota da cd e

        gira in ram senza obbligarti a trovare

        spazio su disco.
        Ho già Mu-Linux che boota e funziona
        addirittura da floppy!La dotazione di software è un po' diversa...
        E allora? Che c'entra col mio discorso?Confuto la tua ipotesi secondo cui linux è buono solo per le reti...
  • Ekleptical scrive:
    Stallman in parlamento? Magari!
    Ma invitatelo subito!Quando si presenterà in parlamento senza scarpe, ma coi calzini variopinti ai piedi, barbone, sfatto e con un'aria da fattone stralunato totalmente assente (tutti fatti reali, già successi in molte altre sue conferenze, mica propaganda!) vedrete che figurone che farà il software libero!E' la volta buona che il Berlusca inorridito lo mette al bando per legge! :DFatelo venire, vi prego!! Dove devo firmare? :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Stallman in parlamento? Magari!
      LOL, l'ho pensato anche io, stallman non ha un aria gran che "professionale", diciamo. Tuttavia quelli come te mi fanno pena. Non riuscirei mai a insultare uno come te, sarebbe come sparare sulla crocerossa.Saluti.- Scritto da: Ekleptical
      Ma invitatelo subito!
      Quando si presenterà in parlamento senza
      scarpe, ma coi calzini variopinti ai piedi,
      barbone, sfatto e con un'aria da fattone
      stralunato totalmente assente (tutti fatti
      reali, già successi in molte altre sue
      conferenze, mica propaganda!) vedrete che
      figurone che farà il software libero!

      E' la volta buona che il Berlusca inorridito
      lo mette al bando per legge! :D

      Fatelo venire, vi prego!! Dove devo firmare?
      :P
    • ACD scrive:
      Re: Stallman in parlamento? Magari!
      Intanto Stallman, per quanto possa essere "poco professionale", si certo non e' un fesso. Ti ricordo che lavorava al MIT e ha avuto il coraggio di licenziarsi per portare avanti la sua idea, che a molti pareva folle... In realta' i risultati positivi dell'idea di Stallman sono sotto gli occhi di tutti quelli che usano i programmi open source, non di quelli che criticano senza provare...
      • Ekleptical scrive:
        Re: Stallman in parlamento? Magari!

        Intanto Stallman, per quanto possa essere
        "poco professionale", si certo non e' un
        fesso.Infatti, è un genio ad aver elaborato una teoria delirante che suscita fascino e fa abboccare una marea di fessi che credono alle sue baggianate!E' un santone (ne ha anche il look). Peccato che le sue idee siano attendibili quanto quelle di molte altre sette.
        Ti ricordo che lavorava al MIT e ha
        avuto il coraggio di licenziarsi per portare
        avanti la sua idea, che a molti pareva
        folle...E infatti lo è...vedi tutte le distro Linux in rosso prennemente sull'orlo del fallimento.
        In realta' i risultati positivi
        dell'idea di Stallman sono sotto gli occhi
        di tutti quelli che usano i programmi open
        source, non di quelli che criticano senza
        provare...Io uso Linux da 5 anni, come più detto e ti sto scrivendo da dietro il mio firewall Linux configurato da me a manina.Ciò non di meno ritengo Stallman *IL* pericolo dell'informatica mondiale, altro che Bill Gates!E piantatela uan buona volta col "se attacchi Linux non lo conosci" (peraltro potrei dire con molta più attendibilità che chi ama Linux conosce gran poco Windows, sia da conoscenze personali, che dalle castronerie su questi Forum).La volete capire o no che Linux lo conoscono TUTTI quelli che con l'informatica hanno dimestichezza da tempo, ma POCHISSIMI lo usano veramente? Ti regalano distro come se piovesse da anni, cazzarola! TUTTI quelli che conosco (e in grado) l'hanno installato!A livello desktop ha la penetrazione massima! Tutti quelli in grado di provarlo e usarlo l'hanno già fatto! Ma continuano a preferire Windows! Per diffonderlo ancora di più dovete raschiare la fascia dell'utonto alle prime armi, che odiate tanto e magari pre-installargli Linux per obbligo, come Billy!E' un SO che a livello desktop o diventa banale come Windows o ha già raggiunto il top! (che è il suo 2-3% di utenza).Usare Linux non vuole affatto dire amarlo! Anzi! Suscita più facilmente la reazione opposta, visto che la maggior parte della gente non ha un odio atavico e preconcetto contro Bill Gates! E del monopolio Microsoft se ne frega!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Stallman in parlamento? Magari!
          - Scritto da: Ekleptical
          Usare Linux non vuole affatto dire amarlo!
          Anzi! Suscita più facilmente la reazione
          opposta, visto che la maggior parte della
          gente non ha un odio atavico e preconcetto
          contro Bill Gates! E del monopolio Microsoft
          se ne frega!!!solo finche ' potra piratare win .. grazie al cielola guardia di finanza sta facendo un buon lavoro ultimamente (vedi notizia di oggi)
          • Ekleptical scrive:
            Re: Stallman in parlamento? Magari!

            la guardia di finanza sta facendo un buon
            lavoro ultimamente
            (vedi notizia di oggi)Guarda che per avere Windows originale basta comprare un computer!!
          • Anonimo scrive:
            la pirateria software diminuisce..
            lo sai quanto costa un computer "di marca "rispetto a un assemblato ?costa di piu' ,anche perche c'e la licenza di win inclusa nel prezzo
          • Ekleptical scrive:
            Re: la pirateria software diminuisce..

            lo sai quanto costa un computer "di marca "
            rispetto a un assemblato ?
            costa di piu' ,anche perche c'e la licenza
            di win inclusa nel prezzoE allora? Alla maggior parte della gente sta bene così, anche perchè OEM Windows non è che costi 'sta cifrona!
          • Anonimo scrive:
            la pirateria software diminuisce..
            alla maggior parte .. ma secondo me se la pirateriafosse zero linux sul desktop al 10-15% ci arriverrebbe tranquillamente,user-friendly o meno che sia
          • Anonimo scrive:
            Re: la pirateria software diminuisce..
            - Scritto da: Anonimo
            alla maggior parte .. ma secondo me se la
            pirateria
            fosse zero linux sul desktop al 10-15% ci
            arriverrebbe tranquillamente,
            user-friendly o meno che siaprendendo per valida la tua ipotesi di un mondo senza pirateria (imho irrealizzabile), parte di pirati finirebberosu linux, parte su win e parte su altro...Con i nuovi introiti (parecchi, visti la diffusione di win piratato) M$ potrebbe abbassare i prezzi dei suoi prodotti, invogliando + gente verso gli stessi. In pratica se non ci fosse la pirateria è MS e non linux ad acquistare potenza e diffusione.
          • Anonimo scrive:
            re: la pirateria software diminuisce..
            - Scritto da: Anonimo



            prendendo per valida la tua ipotesi di un
            mondo senza pirateria (imho irrealizzabile),pero la mia personale esperienza e' che negli anni' 90vedevo _molte_ meno licenze in giro ..
            parte di pirati finirebbero
            su linux, parte su win e parte su altro...
            Con i nuovi introiti (parecchi, visti la
            diffusione di win piratato) M$ potrebbe
            abbassare i prezzi dei suoi prodotti,
            invogliando + gente verso gli stessi. secondo me li userebbe piuttosto per finanziare penetrazioniin nuovi mercati (telefonia mobile ? videogames ?)e lascerebbe i prezzi di windows e office invariati (d'altronde e' da li'che vengono i soldi .. abbassare quei prezzi sarebbe controproducente per M$)
          • Anonimo scrive:
            Re: la pirateria software diminuisce..

            Con i nuovi introiti (parecchi, visti la
            diffusione di win piratato) M$ potrebbe
            abbassare i prezzi dei suoi prodotti,
            invogliando + gente verso gli stessi. In
            pratica se non ci fosse la pirateria è MS e
            non linux ad acquistare potenza e
            diffusione. Non esiste solo il sistema operativo, includi Office, programmidi grafica, di disegno, giochi e poi vedi se non passi a linuxinvece di sborsare migliaia di euro.
      • maks scrive:
        Re: Stallman in parlamento? Magari!

        Intanto Stallman, per quanto possa essere
        "poco professionale", si certo non e' un
        fesso. Ti ricordo che lavorava al MIT e hastallman come tutti i programmatori non e' un gran comunicatoremi ricordo una sua conference anni fa al forte prenestino a Roma..io stavo per addormentarmi... e molta gente e' rimasta solo perche' "e' stallman" non perche' quello che diceva la interessasse in qualche modo...che non vuol dire che e' un fesso... ma che non e' il massimo in fatto di public relations...
        avuto il coraggio di licenziarsi per portarenon mi vorrei sbagliare, ma fu cacciato o costretto a licenziarsi..ciao
    • Giambo scrive:
      Re: Stallman in parlamento? Magari!
      - Scritto da: Ekleptical
      Quando si presenterà in parlamento senza
      scarpe, ma coi calzini variopinti ai piedi,
      barbone, sfatto e con un'aria da fattone
      stralunato totalmente assente (tutti fatti
      reali, già successi in molte altre sue
      conferenze, mica propaganda!) vedrete che
      figurone che farà il software libero!Mentre Bill Gates con il maglioncino firmato che balbetta di computer evaniscenti, di experieze mistiche e spergiura di mai e poi mai aver ordinato la morte di Netscape, a lui si' che bisogna stendere il tappeto rosso e donare qualche miliardo di Euro ...Speriamo che non tutti siano superficiali come te, gente che _prima_ guarda se i calzini sono intonati con la cravatta e _poi_ (Magari) accende il cervello e si mette ad ascoltare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Stallman in parlamento? Magari!
        - Scritto da: Giambo
        - Scritto da: Ekleptical

        Quando si presenterà in parlamento senza

        scarpe, ma coi calzini variopinti ai piedi,

        barbone, sfatto e con un'aria da fattone

        stralunato totalmente assente (tutti fatti

        reali, già successi in molte altre sue

        conferenze, mica propaganda!) vedrete che

        figurone che farà il software libero!

        Mentre Bill Gates con il maglioncino firmato
        che balbetta di computer evaniscenti, di
        experieze mistiche e spergiura di mai e poi
        mai aver ordinato la morte di Netscape, a
        lui si' che bisogna stendere il tappeto
        rosso e donare qualche miliardo di Euro ...

        Speriamo che non tutti siano superficiali
        come te, gente che _prima_ guarda se i
        calzini sono intonati con la cravatta e
        _poi_ (Magari) accende il cervello e si
        mette ad ascoltare.Ma stai a rispondere a Ekleptical?Lascialo stare, è un caso perso oramai, nessuno su questo forum ci fa più caso alle sue sparate.E' quasi peggio di ZioBill (altro caso disperato di questo forum :-))
      • Ekleptical scrive:
        Re: Stallman in parlamento? Magari!

        Speriamo che non tutti siano superficiali
        come te, gente che _prima_ guarda se i
        calzini sono intonati con la cravattaNon credo che Stallman abbia mai usato in vita sua la cravatta, quindi il problema non si pone! :PE personalmente del look me ne frego alla grande!Il problema è che i suoi calizini variopinti sono la cosa migliore che può proporre. Sono molto più interessanti delle sue bacate idee.
        • Anonimo scrive:
          Re: Stallman in parlamento? Magari!

          Il problema è che i suoi calizini variopinti
          sono la cosa migliore che può proporre. Sono
          molto più interessanti delle sue bacate
          idee.Che sono comunque migliori delle tue
        • Giambo scrive:
          Re: Stallman in parlamento? Magari!
          - Scritto da: Ekleptical
          Il problema è che i suoi calizini variopinti
          sono la cosa migliore che può proporre. Sono
          molto più interessanti delle sue bacate
          idee.Ah si ? Per esempio ?
          • Ekleptical scrive:
            Re: Stallman in parlamento? Magari!


            Il problema è che i suoi calizini
            variopinti

            sono la cosa migliore che può proporre.
            Sono

            molto più interessanti delle sue bacate

            idee.

            Ah si ? Per esempio ?In che senso? Quali sono le sue idee? vai su gnu.org e cerca un po' di interviste online che ce ne sono svariate, da leggere. O vai agli articoletti di commento che ogni tanto scrive sul suo sito ufficiale.Io le trovo deliranti e comiche.Poi ognuno ha i suoi gusti ed è libero di farsi imbambolare da chi vuole.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stallman in parlamento? Magari!
            - Scritto da: Ekleptical


            Il problema è che i suoi calizini

            variopinti


            sono la cosa migliore che può proporre.

            Sono


            molto più interessanti delle sue bacate


            idee.



            Ah si ? Per esempio ?

            In che senso? Quali sono le sue idee? vai su
            gnu.org e cerca un po' di interviste online
            che ce ne sono svariate, da leggere. O vai
            agli articoletti di commento che ogni tanto
            scrive sul suo sito ufficiale.
            Io le trovo deliranti e comiche.
            Poi ognuno ha i suoi gusti ed è libero di
            farsi imbambolare da chi vuole.Non sarà un grande comunicatore ma è una persona onesta, gli italiani invece si sono fatti imbambolare da un abilissimo comunicatore mafioso.
          • Giambo scrive:
            Re: Stallman in parlamento? Magari!
            - Scritto da: Ekleptical


            Il problema è che i suoi calizini

            variopinti


            sono la cosa migliore che può proporre.

            Sono


            molto più interessanti delle sue bacate


            idee.



            Ah si ? Per esempio ?

            In che senso? Quali sono le sue idee? vai su
            gnu.org e cerca un po' di interviste online
            che ce ne sono svariate, da leggere. O vai
            agli articoletti di commento che ogni tanto
            scrive sul suo sito ufficiale.Conosco le sue idee.
            Io le trovo deliranti e comiche.Appunto, vorrei sapere cosa trovi delirante/comico.
            Poi ognuno ha i suoi gusti ed è libero di
            farsi imbambolare da chi vuole.Vedi che leggendo gnu.org ci sei arrivato pure tu ? Ancora un piccolo sforzo, dai !
      • maks scrive:
        Re: Stallman in parlamento? Magari!

        Speriamo che non tutti siano superficiali
        come te, gente che _prima_ guarda se i
        calzini sono intonati con la cravatta e
        _poi_ (Magari) accende il cervello e si
        mette ad ascoltare.
        io stallman l'ho visto e sentito...e' quasi peggio che ascoltare enrico ghezzi che parla (fuorisincrono ovviamente, anche dal vivo) della cinematografia cinese del primo dopoguerra...e' pallosetto...ciao
        • Giambo scrive:
          Re: Stallman in parlamento? Magari!
          - Scritto da: maks

          Speriamo che non tutti siano superficiali

          come te, gente che _prima_ guarda se i

          calzini sono intonati con la cravatta e

          _poi_ (Magari) accende il cervello e si

          mette ad ascoltare.

          io stallman l'ho visto e sentito...Pure io.
          e' quasi peggio che ascoltare enrico ghezzi
          che parla (fuorisincrono ovviamente, anche
          dal vivo) della cinematografia cinese del
          primo dopoguerra...Si, forse non ha la parlantina da politico, il sorriso smagliante e la zucca pelata che riflette i flash dei fotografi, pero' ...
          e' pallosetto...... pero' non posso essere d'accordo con te. Se leggesse un articolo di C. Sagan o di I. Asimov, lo troveresti ancora palloso ?
          • maks scrive:
            Re: Stallman in parlamento? Magari!


            e' pallosetto...

            ... pero' non posso essere d'accordo con te.
            Se leggesse un articolo di C. Sagan o di I.
            Asimov, lo troveresti ancora palloso ?non e' tanto quello che dice.... e' come lo dice...i suoi argomenti a volte sono validi, ma batte sempre sugli stessi punti.Da un programmatore non mi aspetto proselitismi ne politica...ciao
    • freenetizen scrive:
      Re: Stallman in parlamento? Magari!
      - Scritto da: Ekleptical
      Ma invitatelo subito!
      Quando si presenterà in parlamento senza
      scarpe, ma coi calzini variopinti ai piedi,
      barbone, sfatto e con un'aria da fattone
      stralunato totalmente assente (tutti fatti
      reali, già successi in molte altre sue
      conferenze, mica propaganda!) vedrete che
      figurone che farà il software libero!

      E' la volta buona che il Berlusca inorridito
      lo mette al bando per legge! :D A me preoccupa piu' il makeup del berlusca, lo strato di cerone sulla faccia per sembrare 10 anni piu' giovane, il rialzo nelle scarpe per superare l'altezza di un nano, il parrucchino (di qualche anno fa) per coprire la sua alopecia areata.
  • avvelenato scrive:
    ma perchè sempre questi litigi inutili?
    allora:al senato pensano che Bill gates abbia da dire frasi importanti. E quindi l'hanno invitato.poi qualcuno ha notato come esisteva un tipo, un certo Stallman, che aveva da dire frasi importanti, idee contrastanti quelle di Bill. E ben venga anche lui.il dibattito fa sempre bene. Valutare più idee è la strada migliore per evitare di commettere errori.però la storia del picchetto contro bill gates nn mi va giù. ma perchè? sarà pure un taccagno spilorcio fregasoldi, ma ha diritto anche lui a dire la sua!e pure stallman!e poi non vedo perchè non si possano scegliere, dei due modelli di sviluppo (in realtà ce ne sono ben +, ma per semplificazione parliamo di closed ed open), il modello + adatto alle esigenze del momento.magari a qualche categoria professionale servirà GIMP mentre altre pretenderanno di dover usare PHOTOSHOP, magari ci saranno segretarie che riusciranno benissimo a fare il loro lavoro con Openoffice, e altre che avranno bisogno di prodotti di diverso tipo, e così via..l'importante è avere sempre la mente aperta e non lasciarsi andare alla faziosità fine a sè stessa. E ASCOLTARE TUTTI. anche bill gates.avvelenato che ce ne ha fin sopra i capelli di 'ste dispute openVSclosed.
    • AlexBravo scrive:
      Re: ma perchè sempre questi litigi inutili?
      sono d'accordo. io propongo il bipartisaning anche in questo campo: right or not is my computer. o meglio: agree or not is IT. il che tradotto potrebbe essere: io sto dalla mia parte ma faccio di tutto perchè tutti i sistemi chiusi o aperti possano continuare a svilupparsi. perchè ogni volta la diattriba open-close/linux-ms deve diventare politica? che c'entra la politica?sinceramente non capisco neanche l'amico che inizia l'intervento dicendo: "sono elettore del centro-sinistra".linux è solo per elettori del centro-sinistra? è solo per i no-global? ms è solo per gli imprenditori, capitalisti elettori del centro-destra? l'informatica è di tutti. e tutti dobbiamo contribuire al suo sviluppo. sviluppo che avviene sia grazie a microsoft che grazie a linux.w l'amore.
  • DPY scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)

    identificami 5 prodotti opensource usati in
    ambito professionale che sostituiscono
    completamente il
    loro rispettivo closed.
    Parlo a livello professionale e di una
    copertura totale.Stavo giusto pensando oggi a come questo argomento venga usato e abusato per proporre la favola della soluzione assoluta , buona per tutte le esigenze, dalla piccola azienda alla multinazionale. Peccato che neanche Microsoft, ormai, usi questo argomento, si è semplicemente accorta che è insufficiente e controproducente: ripetere che i software aperti non sono all'altezza del loro compito, quando vengono usati in molte applicazioni in modo soddisfacente, serve solo a dare al cliente l'impressione di essere preso in giro. L'unico argomento valido è quello del TCO, ossia provare che la soluzione chiusa ha un costo complessivo inferiore di quella aperta .Pwggio ancora, è illogico parlare delle soluzioni prima di conoscere il problema: esistono problemi diversi e le esigenze di uno non sono necessariamente uguali a quelle di un altro. A questo punto la domanda che si pone è la seguente: chi è che propone ancora ai clienti delle simili argomentazioni? Il tuo punto di vista è quello di un professionista o di un dilettante?
  • Anonimo scrive:
    LINUX non è sinonimo di OPEN SOURCE !!!!
    Dio quanto siete poco ferrati in materia Open Source !!Esiste anche OpenBeOS, Syllabe e tanti altri !!Prego a tutti di documentarsi e in particolare a quei ragazzini che bazzicano il forum di non parlare di argomenti che non conoscono (sia che siano Linuxari o meno).GRAZIE
  • enzogupi scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)

    identificami 5 prodotti opensource usati in
    ambito professionale che sostituiscono
    completamente il loro rispettivo closed.
    Parlo a livello professionale e di una
    copertura totale.
    Non di programmini da dilettanti che coprono
    sì e no la metà del rispettivo closed.Allora, io non so affatto dove vuoi arrivare conuna domanda così, ma se credi che il softwareOS sia da dilettanti, allora ho motivo di credereche tu non lo conosca affatto.Io utilizzo in ambito PROFESSIONALE (perlavoro - work - travaille) quasi solo software OSe non trovo corrispettivi altrettanto validi e conun rapporto qualità prezzo. I sw che uso everydaysono emacs+gcc+ddd+SDL+gimp e sinceramentenon riuscirei a sostituirli con niente di altrettantoefficente (programmo videogiochi, per la cronaca).
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)
    E questo sarebbe software professionale?Ti salvo solo apache.
    • godzilla scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)
      - Scritto da: Anonimo
      E questo sarebbe software professionale?

      Ti salvo solo apache.perché PHP, MySQL e Zope (senza menzionare i vari server di mail, tanto per dirne una) fanno cagare, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)
      - Scritto da: Anonimo
      E questo sarebbe software professionale?
      Ti salvo solo apache.Bene, vogliamo mettere a confronto BIND con ilservizio DNS di Win2k?PHP e Tomcat(jsp) con ASP?gli altri servizi SMTP/FTP con i corrispettivi forniti da M$?OK fermiamoci a questi: dimmi una sola funzionalita' di quelli Closed che non sia contenuta in quelli OPEN.Con l' aggiunta che quelli Open funzionano molto bene.Tieni conto che la maggiorparte dei servizi DNS di internet e' basata su BIND...Un motivo ci sara' a preferirlo al servizio DNS di M$...Per il resto, come applicazioni Office (SOffice, OpenOffice Koffice), Grafica(GIMP), CAD (RHINO, molto completo anche se no come AUTOCAD), 3D ci sono e qualitativamente non hanno nulladi meno dei corrispettivi Closed, hanno solo una quantita' di funzioni minore della controparte ma tieni conto che le controparti Close sono diverse versioni piu' avanti . Anzi ad esempio OO genera dei files di dimensioni assai minori dei corrispettivi di MSOffice a parita' di contenuto, quindi sono anche piu' efficenti.Un mio amico che progetta vele da imbarcazione e conosce AUTOCAD benissimo sta' provando RHINO ed ammette che e' un' ottimo prodotto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia usa la testa (non bill)
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        E questo sarebbe software professionale?


        Ti salvo solo apache.

        Bene, vogliamo mettere a confronto BIND con
        ilservizio DNS di Win2k?Diciamo il "disservizio" DNS di Win2K :-)
        PHP e Tomcat(jsp) con ASP?Per favore, non confondiamo gli stracci (ASP) con la seta (PHP e JSP)
        gli altri servizi SMTP/FTP con i
        corrispettivi forniti da M$?Ma M$ fa ancora queste cose? Ma non si è ancora ritirata? :-)
        OK fermiamoci a questi: dimmi una solaGià, torniano seri, basta barzellette (i prodotti Windows)...
        funzionalita' di quelli Closed che non sia
        contenuta in quelli OPEN.

        Con l' aggiunta che quelli Open funzionano
        molto bene.
        Tieni conto che la maggiorparte dei servizi
        DNS di internet e' basata su BIND...
        Un motivo ci sara' a preferirlo al servizio
        DNS di M$...Forse perché è decisamente superiore? :-)
        Per il resto, come applicazioni Office
        (SOffice, OpenOffice Koffice),Appena nati ma promettono già molto bene .-)
        Grafica(GIMP), CAD (RHINO, molto completo
        anche se no come AUTOCAD), 3D ci sono e
        qualitativamente non hanno nulladi meno dei
        corrispettivi Closed, hanno solo una
        quantita' di funzioni minore della
        controparte ma tieni conto che le
        controparti Close sono diverse versioni piu'
        avanti . Anzi ad esempio OO genera dei files
        di dimensioni assai minori dei corrispettivi
        di MSOffice a parita' di contenuto, quindi
        sono anche piu' efficenti.File che spesso nemmeno MSOffice riesce a leggere :-)
        Un mio amico che progetta vele da
        imbarcazione e conosce AUTOCAD benissimoScusa, ma il tuo amico progetta vele con Autocad???? O_O
        sta' provando RHINO ed ammette che e' un'
        ottimo prodotto.Sì, ma Autocad, Rhino ecc. sono CAD da disegnino scolastico.Nulla a che vedere con i CAD meccanici 3D seri (Catia, Pro/E ecc.).Che ovviamente girano su sistemi Unix.
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia usa la testa (non bill)*
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          E questo sarebbe software
          professionale?
          Sì, ma Autocad, Rhino ecc. sono CAD da
          disegnino scolastico.
          Nulla a che vedere con i CAD meccanici 3D
          seri (Catia, Pro/E ecc.).
          Che ovviamente girano su sistemi Unix.Si ma Catie e ProE et simila (di pari livello) non mi pare siano OPen...e tra l' altro nemmeno Rhino, per quanto non ne sia del tutto sicuro....San Dokan
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)*
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            E questo sarebbe software

            professionale?


            Sì, ma Autocad, Rhino ecc. sono CAD da

            disegnino scolastico.

            Nulla a che vedere con i CAD meccanici 3D

            seri (Catia, Pro/E ecc.).

            Che ovviamente girano su sistemi Unix.

            Si ma Catie e ProE et simila (di pari
            livello) non mi pare siano OPen...
            e tra l' altro nemmeno Rhino, per quanto
            non ne sia del tutto sicuro....Lo so, ma la mia era una risposta a chi ha scritto: "Ha segnalato tutti i programmi che reputa essere professionali non essendo assolutamente a conoscenza di cosa ci fanno i professionisti.... su windows. (...) Autocad, Solid Works e altri: Cad di vario tipo per la progettazione. "E ribattevo appunto che i professionisti veri non usano Autocad o SolidWorks o altri "caddini" da scuola media ma ben altri programmi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia usa la testa (non bill)
        - Scritto da: Anonimo
        Per il resto, come applicazioni Office
        (SOffice, OpenOffice Koffice),
        Grafica(GIMP), CAD (RHINO, molto completo
        anche se no come AUTOCAD), 3D ci sono e
        qualitativamente non hanno nulladi meno dei
        corrispettivi Closed, hanno solo una
        quantita' di funzioni minore della
        controparte ma tieni conto che le
        controparti Close sono diverse versioni piu'
        avanti . Rhino e' un modellatore e autocad e' un CAD :) Ma sai di cosa stai parlando? Rhino poi e' free? Da quando?Che 3D Open ci sarebbero?Anzi ad esempio OO genera dei files
        di dimensioni assai minori dei corrispettivi
        di MSOffice a parita' di contenuto, quindi
        sono anche piu' efficenti.
        Un mio amico che progetta vele da
        imbarcazione e conosce AUTOCAD benissimo
        sta' provando RHINO ed ammette che e' un'
        ottimo prodotto.continua a parlare di office che e' meglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)


    Era piuttosto chiaro.

    Intendevo sw usato in ambito
    professionale.

    per esempio?
    che professione?Di grafico, gimp mi sembra un pò scarso per sostituire degnamente photoshop.



    Teo, contento?





    no. registrati.

    Spiacente.

    va bene. ma guarda che prima o poi ci si
    stanca.Prima devo pensare a cosa mettere nel profilo, e Teo è già stato preso.
    • godzilla scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)
      - Scritto da: Anonimo


      Era piuttosto chiaro.


      Intendevo sw usato in ambito

      professionale.



      per esempio?

      che professione?

      Di grafico, gimp mi sembra un pò scarso per
      sostituire degnamente photoshop.vedo che restringi il campo... gli altri sono di serie A, B o C? :)e poi, si può sapere cosa c'entra il lavoro di grafico con la qualità del software?in ogni caso, riporto dalla notizia di oggi "GTK+ in salsa di Mac" (http://punto-informatico.it/p.asp?i=42631):- GTK+OSX, disponibile in versione 0.1 alpha, è stato- sviluppato dallo stesso team che sta dietro al progettone- open source Film Gimp, un software che estende le- funzionalità di disegno e fotoritocco di Gimp con strumenti- adatti all'industria cinematografica. Film Gimp, la cui prima- versione è stata rilasciata lo scorso luglio, è già stato- utilizzato nella produzione di film come "Harry Potter" e- "Scooby-Doo".ti sembra abbastanza professionale? e siamo alla 0.1!(e cmq, per dovere di cronaca, ti comunico che anch'io sono un utilizzatore entusiasta di photoshop e so benissimo che Gimp, al momento, non può sostituirlo degnamente, anche se la versione 1.3.x è davvero eccezionale!)




      Teo, contento?







      no. registrati.


      Spiacente.



      va bene. ma guarda che prima o poi ci si

      stanca.

      Prima devo pensare a cosa mettere nel
      profilo, e Teo è già stato preso.a parole tueciao
  • hoff scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)

    Siamo arrivati al 2003!Ecco appunto, lo sapevo che il computer lo usate solo per quello...Ho letto che su Linux Quake 3 va più veloce del 300%, questo dovrebbe convincerti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)
      - Scritto da: hoff


      Siamo arrivati al 2003!

      Ecco appunto, lo sapevo che il computer lo
      usate solo per quello...Solo x quello COSA?Per sapere in che anno siamo?No, per quello usiamo i calendari!
      Ho letto che su Linux Quake 3 va più veloce
      del 300%, questo dovrebbe convincerti.Convincere di cosa?Che sai leggere?Guarda che non lo dubitavo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)
      - Scritto da: hoff


      Siamo arrivati al 2003!

      Ecco appunto, lo sapevo che il computer lo
      usate solo per quello...

      Ho letto che su Linux Quake 3 va più veloce
      del 300%, questo dovrebbe convincerti.eheh bella questa :) come puoi convincere qualcuno sparando queste stupidaggini? Convincere a fare cosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia usa la testa (non bill)
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: hoff




        Siamo arrivati al 2003!



        Ecco appunto, lo sapevo che il computer lo

        usate solo per quello...



        Ho letto che su Linux Quake 3 va più
        veloce

        del 300%, questo dovrebbe convincerti.

        eheh bella questa :) come puoi convincere
        qualcuno sparando queste stupidaggini?
        Convincere a fare cosa?Lascia stare, questo qui è l'unico che a capodanno ha festeggiato il 2000!^______^
  • godzilla scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)
    - Scritto da: Anonimo

    Siamo arrivati al 2003!
    Questi linuxari arrivano sempre con qualche
    anno di ritardo!
    ^__^ahahah(e non abbiamo neanche senso dell'umorismo, vedi?)
  • hoff scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)

    identificami 5 prodotti opensource usati in
    ambito professionale che sostituiscono
    completamente il
    loro rispettivo closed.
    Parlo a livello professionale e di una
    copertura totale.
    Non di programmini da dilettanti che coprono
    sì e no
    la metà del rispettivo closed.
    Open Office, KOffice, Star Office, AbiWord, Gnumeric, Mozilla... ops, sono già andato oltre, senza contare che i primi 3 sono pacchetti... credevi che solo Ms sapesse scrivere software? Ma va... non hanno inventato loro nemmeno quello che sanno fare meglio, cioè i bug, figuriamoci il software...
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)
      - Scritto da: hoff


      identificami 5 prodotti opensource usati
      in

      ambito professionale che sostituiscono

      completamente il

      loro rispettivo closed.

      Parlo a livello professionale e di una

      copertura totale.

      Non di programmini da dilettanti che
      coprono

      sì e no

      la metà del rispettivo closed.



      Open Office, KOffice, Star Office, AbiWord,
      Gnumeric, Mozilla... ops, sono già andatoStavo parlando di programmi per lavorare, ti è chiaro?L'unica cosa che hai elencato è un sw per segretarie...Mozilla?E che lavoro professionale ci fai?
      oltre, senza contare che i primi 3 sono
      pacchetti... credevi che solo Ms sapesse
      scrivere software? Ma va... non hanno
      inventato loro nemmeno quello che sanno fare
      meglio, cioè i bug, figuriamoci il
      software...Mozilla ha 200000 segnalazioni (non tutti, ma molti sono bug)...
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia usa la testa (non bill)
        - Scritto da: Anonimo
        Stavo parlando di programmi per lavorare, ti
        è chiaro?
        L'unica cosa che hai elencato è un sw per
        segretarie...
        Mozilla?
        E che lavoro professionale ci fai?te lo spiego io: da quando usa linux si sente un professionista e siccome passa tutto il tempo a navigare... Ha segnalato tutti i programmi che reputa essere professionali non essendo assolutamente a conoscenza di cosa ci fanno i professionisti.... su windows.Illustrator, Photoshop, Zbrush e altri: illustratori, artisti, grafici in genere.Autocad, Solid Works e altri: Cad di vario tipo per la progettazione.Protools, Cubase, Acid e altri: Musica, composizione arrangiamento, campionatori etc. etc.Houdini, Maya, 3DStudio Max, Lightwave, Cinema 4D, Softimage e compositing vari tipo Shake, combustion, afterFX e simili: simulazione, gaming, animazione per il cinema e la televisione, effetti speciali.Naturalmente bisogna trovare la controparte in prodotti Open Source non commerciali.non ne aggiungo altri perche' i professionisti che conosco utilizzano questi tipi di software ma sono sicuro che esistono anche altre esigenze che non ho nominato.Per l'ufficio c'ha azzeccato invece.Peccato che alle segretarie non credo serva farsi una cultura informatica applicata alla shell e a linux in genere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia usa la testa (non bill)
          - Scritto da: Anonimo[CUT]
          Houdini, Maya, 3DStudio Max, Lightwave,
          Cinema 4D, Softimage e compositing vari tipo
          Shake, combustion, afterFX e simili:
          simulazione, gaming, animazione per il
          cinema e la televisione, effetti speciali.

          Naturalmente bisogna trovare la controparte
          in prodotti Open Source non commerciali.

          non ne aggiungo altri perche' i
          professionisti che conosco utilizzano questi
          tipi di software ma sono sicuro che esistono
          anche altre esigenze che non ho nominato.che tutto questo non c'entri una mazza con la cultura informatica e con la *qualità* del software non fa testo, vero?
        • godzilla scrive:
          Re: Italia usa la testa (non bill)
          - Scritto da: Anonimo[CUT]
          Naturalmente bisogna trovare la controparte
          in prodotti Open Source non commerciali.e perché?
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: godzilla

            - Scritto da: Anonimo
            [CUT]

            Naturalmente bisogna trovare la
            controparte

            in prodotti Open Source non commerciali.

            e perché?perche' si parlava di software di serie A e di serie B.Software commerciale di serie A e OpenSource di Serie B.Senza offesa per quelli che lavorano gratis per la comunita'.
          • kensan scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: Anonimo
            perche' si parlava di software di serie A e
            di serie B.Scusa ignoto ma si fanno paragono tra software della stessa categoria, vero?
            Software commerciale di serie A e OpenSource
            di Serie B.Secondo me se si sta parlando di Bill si dovrebbe parlare dei suoi programmi, al massimo si può parlare dei software che girano sul suo sistema operativo ma allora si va fuori del seminato.Se si parla di programmi grafici si dovrebbe paragonare Gimp con un analoga programma di grafica, photoshop mi pare sia superiore e non paragonabile.Dal confronto tra simili si può parlare del migliore. Inutile paragonare Autocad col Cimatron che gira sotto unix ma sono su due livelli differenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: kensan
            Secondo me se si sta parlando di Bill si
            dovrebbe parlare dei suoi programmi, al
            massimo si può parlare dei software che
            girano sul suo sistema operativo ma allora
            si va fuori del seminato.

            Se si parla di programmi grafici si dovrebbe
            paragonare Gimp con un analoga programma di
            grafica, photoshop mi pare sia superiore e
            non paragonabile.

            Dal confronto tra simili si può parlare del
            migliore. Inutile paragonare Autocad col
            Cimatron che gira sotto unix ma sono su due
            livelli differenti.Cimatron gira anche sotto Windows.
          • godzilla scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: Anonimo

            Cimatron gira anche sotto Windows.ma sapete dire altro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            che palle ma voi grafici siete cosi' lobotomizzati da credere che i computer siano nati e servano solo a farci grafica?? (imho l'utilizzo piu' insulso per una macchina e' proprio quello) per cortesia uno di voi lobotomizzati mi potrebbe fare un esempio di un software equivalente ad openmosix per windows?
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia usa la testa (non bill)
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Stavo parlando di programmi per lavorare, ti

          è chiaro?

          L'unica cosa che hai elencato è un sw per

          segretarie...

          Mozilla?

          E che lavoro professionale ci fai?

          te lo spiego io: da quando usa linux si
          sente un professionista e siccome passa
          tutto il tempo a navigare...

          Ha segnalato tutti i programmi che reputa
          essere professionali non essendo
          assolutamente a conoscenza di cosa ci fanno
          i professionisti.... su windows.

          Illustrator, Photoshop, Zbrush e altri:
          illustratori, artisti, grafici in genere.Beh, se vogliamo essere pignoli tutti gli studi grafici non usano né Linux né Windows, ma Mac.Comunque ti concedo il punto visto che i programmi Adobe per ora hanno una marcia in più.
          Autocad, Solid Works e altri: Cad di vario
          tipo per la progettazione.Ahahahah, Autocad ahahahah (non che Solidworks sia poi granché meglio ma tra una gara di asini vince l'asino migliore, in questo caso SolidWorks, ma semnpre asino rimane).Nel CAD meccanico 3D professionale non c'è OpenSource o Windows che tengano.Autocad, SolidWorks, Rhino sono programmini per la scuola, l'industria usa ben altro sotfware (CATIA, Pro/E, EDS Unigraphics Nx, che è la convergenza tra UGS Unigraphics e SDRC I-Deas o, soprattutto nelle PMI, OneSpaceDesigner, ex CoCreate SolidDesigner ecc.).Solo che questi programmi hanno o avranno la versione Linux, visto che ovviamente girano tutti su Unix, mentre altrettanto ovviamente non potranno mai avere la versione per il "giocattolino" di Redmond.
          Protools, Cubase, Acid e altri: Musica,
          composizione arrangiamento, campionatori
          etc. etc.Beh, i programmi musicali non hanno bisogno di grandi risorse (fino a qualche anno fa il riferimento del settore era l'Atari con il suo sterminato numero di software di composizione musicale) e quindi i programmi professionali girano soprattutto su Windows e non hanno concorrenti OpenSource.Comunque Cubase (del quale salvo solo l'ultima versione, la SX, mentre fino alla VST 5 era inguardabile), lo metto dietro a Arturia Storm Music Studio e Cakewalk SONAR.Se invece parliamo di workstation musicali dedicate allora non solo l'OpenSource ma anche Windows non esiste (e poi è sempre il solito discorso, i programmi seri girano su Unix e quindi potranno avere la versione Linux prima o poi, ma mai la versione Windows).
          Houdini, Maya, 3DStudio Max, Lightwave,
          Cinema 4D, Softimage e compositing vari tipo
          Shake, combustion, afterFX e simili:
          simulazione, gaming, animazione per il
          cinema e la televisione, effetti speciali.Tutti (o quasi) programmi nati su Unix, però devo ammettere che le "riduzioni" per Windows, sono venute davvero bene.In particolare Maya e 3DStudio Max fanno la loro egregia figura anche su windows mentre di OpenSource c'è il vuoto.Altro discorso, come al solito, è invece se andiamo a considerare le versioni degli stessi per Linux, ma stiamo parlando di closed contro open e non di Unix contro Windows e quindi ti do un altro punto a favore.A parziale scusante dell'OpenSource è la sua giovane età.Vedremo tra qualche anno se la situazione sarà la stessa.
          Naturalmente bisogna trovare la controparte
          in prodotti Open Source non commerciali.

          non ne aggiungo altri perche' i
          professionisti che conosco utilizzano questi
          tipi di software ma sono sicuro che esistono
          anche altre esigenze che non ho nominato.Sì, quegli stessi "professionisti" che usano Autocad :-)Buon "lavoro" :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: Anonimo
            Beh, se vogliamo essere pignoli tutti gli
            studi grafici non usano né Linux né Windows,
            ma Mac.Anche Mac. Visto che i software che ci sono su Mac esistono anche per Windows e ci girano meglio.Non vedo poi come potrebbero fare del 3D su mac con la potenza dell'architettura x86 e la quantita' di software che esiste per windows. E uno studio grafico oggi ha quasi sempre workstation 3D.
            Comunque ti concedo il punto visto che i
            programmi Adobe per ora hanno una marcia in
            più.certo e sotto windows hanno anche una velocita' di esecuzione superiore... :)
            Ahahahah, Autocad ahahahah (non che
            Solidworks sia poi granché meglio ma tra una
            gara di asini vince l'asino migliore, in
            questo caso SolidWorks, ma semnpre asino
            rimane).
            Nel CAD meccanico 3D professionale non c'è
            OpenSource o Windows che tengano.
            Autocad, SolidWorks, Rhino sono programmini
            per la scuola, l'industria usa ben altro
            sotfware (CATIA, Pro/E, EDS Unigraphics Nx,
            che è la convergenza tra UGS Unigraphics e
            SDRC I-Deas o, soprattutto nelle PMI,
            OneSpaceDesigner, ex CoCreate SolidDesigner
            ecc.).Ah! Bravo, vedo che conosci i CAD piu' costosi e potenti, utilizzata da una ristretta cerchia di professionisti. Ma non sai pero' che girano anche sotto windows.. :)Le opengl esistono da Win 3.51 mica come sul tuo mac che sono appena arrivate.

            Houdini, Maya, 3DStudio Max, Lightwave,

            Cinema 4D, Softimage e compositing vari
            tipo

            Shake, combustion, afterFX e simili:

            simulazione, gaming, animazione per il

            cinema e la televisione, effetti speciali.

            Tutti (o quasi) programmi nati su Unix, però
            devo ammettere che le "riduzioni" chissa' perche' le "riduzioni" sono piu' performanti delle versioni che girano su workstation unix.Mai visto il sito spec.org ?
            Sì, quegli stessi "professionisti" che usano
            Autocad :-)Ci sono piu' professionisti che usano Autocad di Pro/E.E' logico riassumere in 3 nomi per il CAD quelli tra i piu' utilizzati e accessibili. Ed era anche per fare un confronto Closed vs Open senza andare a tirar fuori Software High End poco conosciuti.
          • Cirio scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)


            Beh, se vogliamo essere pignoli tutti gli

            studi grafici non usano né Linux né Windows,

            ma Mac.

            Anche Mac. Visto che i software che ci sono
            su Mac esistono anche per Windows e ci
            girano meglio.beh, questo "ci girano meglio" è un'affermazione campata un po' in aria, mi pare...spiegati!e sii convincente, che per ora hai fatto una magra figura.. ;o)
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: Cirio

            Anche Mac. Visto che i software che ci
            sono

            su Mac esistono anche per Windows e ci

            girano meglio.

            beh, questo "ci girano meglio" è
            un'affermazione campata un po' in aria, mi
            pare...
            spiegati!
            e sii convincente, che per ora hai fatto una
            magra figura.. ;o)c'e' poco da spiegare, i mac sono lenti. Non c'e' nulla da dimostrare.
          • Cirio scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)

            c'e' poco da spiegare, i mac sono lenti. Non
            c'e' nulla da dimostrare.vabbè, quello che dici non ti qualifica molto.I mac con le img robe varie *non* sono lenti, anzi danno la polvere a qualsiasi pc...se sei di padova o dintorni vieni da me che facciamo la prova e vediamo chi vince...
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: Cirio

            c'e' poco da spiegare, i mac sono lenti.
            Non

            c'e' nulla da dimostrare.

            vabbè, quello che dici non ti qualifica
            molto.
            I mac con le img robe varie *non* sono
            lenti, anzi danno la polvere a qualsiasi
            pc...
            se sei di padova o dintorni vieni da me che
            facciamo la prova e vediamo chi vince...ah beh.. allora qualifica te. :)sei ancora rimasto un po' indietro... non c'e' bisogno di fare prove basta andare sul sito pro-mac http://www.barefeats.com/pentium4.htmle poi c'e' da considerare che i nuovi P4 a 533mhz di bus vanno molto meglio dei 2ghz vecchi e siamo a 3ghz. e gli athlon girano a frequenze quasi doppie. buona lettura :)
          • Ekleptical scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)

            Beh, i programmi musicali non hanno bisogno
            di grandi risorse (fino a qualche anno fa il
            riferimento del settore era l'Atari con il
            suo sterminato numero di software di
            composizione musicale)ROTFL! Questa è fantastica! O sei rimasto a 5 anni fa o non hai mai usato il Cubase VST che critichi tanto (per la cronaca il sequencer più difusso professionalmente d'Europa!!).Usa un po' gli strumenti virtuali e poi ne riparliamo!
            e quindi i programmi
            professionali girano soprattutto su WindowsMac... Il più usato fra i musicisti è il Mac!! Con gli stessi programmi che ci sono per Windows, nel 95% dei casi. Ma il Mac fa più "artista"! Qualsiasi concerto vai vedrai che il tastierista o il musicista elettornico usa un PowerBook o un G4. Qualcuno usa Windows (che i programmi son gli stessi e come CPU al momento sta staccando sempre più il Mac).Nessuno usa Unix.
            Comunque Cubase (del quale salvo solo
            l'ultima versione, la SX, mentre fino alla
            VST 5 era inguardabile)Ah beh, se lo dici te! Strano che metà mondo musicale non se ne sia mai accorto...ma può essere questione di gusti.
            , lo metto dietro a
            Arturia Storm Music Studio e Cakewalk SONAR.Seeeee va beh..... Passi per Sonar, che probabilmente è il più diffuso in USA! (Lo era la precedente versione, quindi presumo ci sia stato un upgrade generale). Ok se mi avessi citato Logic (così abbiamo completato il trittico d'oro dei sequencer).Ma Arturia Storm (che peraltro non è un sequencer vero, ma un synth virtuale con un limitato sequencer incorporato e quindi c'entra come i cavoli a merenda!)!
            Se invece parliamo di workstation musicali
            dedicate allora non solo l'OpenSource ma
            anche Windows non esiste (e poi è sempre il
            solito discorso, i programmi seri girano su
            Unix e quindi potranno avere la versione
            Linux prima o poi, ma mai la versione
            Windows).Quali sarebbero i programmi musicali da workstation dedicate (cosa sarebbero?) che non girano su Windows (e Mac)? Più che altro, quali sono quelli che girano su Unix?Sono molto curioso!!

            Houdini, Maya, 3DStudio Max, Lightwave,

            Cinema 4D, Softimage e compositing vari
            tipo

            Shake, combustion, afterFX e simili:

            simulazione, gaming, animazione per il

            cinema e la televisione, effetti speciali.
            Tutti (o quasi) programmi nati su UnixLightwave e Cinema 4D sono nati su Amiga.3D Studio su Windows.After FX, Shake e Combustion su Apple (o Windows).Di tutti i programmi citati esistono versioni Unix solo di Maya, Softimage (che peraltro, se non sbaglio, è una controllata Microsoft) e Houdini, che credo siano nati tutti sotto lo Unix flavour dell'Irix dei Silicon Graphics.
            devo ammettere che le "riduzioni" per
            Windows, sono venute davvero bene.
            In particolare Maya e 3DStudio MaxGuarda che 3D studio è l'originale, non una riduzione. Esiste SOLO per Windows....sigh...
            A parziale scusante dell'OpenSource è la sua
            giovane età."Solo" quei 10 anni, su 30 di informatica "personale"....
            Vedremo tra qualche anno se la situazione
            sarà la stessa.Scommettiamo che sarà così? :)
            Sì, quegli stessi "professionisti" che usano
            Autocad :-)Che infatti è usato professionalmente da un sacco di persone, in una marea di piccoli studi!Te ne presento un po', se vuoi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: Ekleptical

            Beh, i programmi musicali non hanno
            bisogno

            di grandi risorse (fino a qualche anno fa
            il

            riferimento del settore era l'Atari con il

            suo sterminato numero di software di

            composizione musicale)

            ROTFL! Questa è fantastica! O sei rimasto a
            5 anni fa o non hai mai usato il Cubase VSTInfatti ho scritto "fino a qualche anno fa il riferimento del settore era l'Atari (...)", leggi bene.E il Cubase VST (anche la 5.1 ultima versione prima della SX 1.0) non solo l'ho usato, ma lo uso quotidianamente.
            che critichi tanto (per la cronaca il
            sequencer più difusso professionalmente
            d'Europa!!).Anche il VHS è il formato di videoregistrazione più diffuso ma il peggiore tecnicamente.Comunque, *per me* Cubase VST è inguardabile, che sia diffuso o meno il mio personale giudizio non cambia.
            Usa un po' gli strumenti virtuali e poi ne
            riparliamo!



            e quindi i programmi

            professionali girano soprattutto su
            Windows

            Mac... Il più usato fra i musicisti è il
            Mac!! Con gli stessi programmi che ci sono
            per Windows, nel 95% dei casi. Ma il Mac fa
            più "artista"! Qualsiasi concerto vai vedrai
            che il tastierista o il musicista
            elettornico usa un PowerBook o un G4.
            Qualcuno usa Windows (che i programmi son
            gli stessi e come CPU al momento sta
            staccando sempre più il Mac).Per forza, non dimenticare che il primo home computer "musicale" è stato il leggendario Apple II/e dei primi anni '80.E tutti i musicisti che hanno superato la 40ina hanno vissuto per quasi due decenni prima con Apple e poi con Atari senza aver mai la possibilità di avere programmi ed hardware decenti per PC.Il mondo della computer music è stato completamente estraneo al mondo "Wintel" fino a poco più di un lustro fa (quante lettere ho scritto durante i primi anni '90 alle case produttrici di software musicale per sollecitar loro il porting dei loro prodotti su PC, Dio solo lo sa :-))
            Nessuno usa Unix.Errato, le workstation musicali dedicate (tipo il mitico FairLight CMI e suoi successori e rivali) hanno da sempre girato sotto Unix.E fino a che i PC o i Mac non hanno raggiunto una potenza decente, erano solo quelle che venivano usate negli studi di registrazione professionali (per quelli casalinghi il discorso cambia).

            Comunque Cubase (del quale salvo solo

            l'ultima versione, la SX, mentre fino alla

            VST 5 era inguardabile)

            Ah beh, se lo dici te! Strano che metà mondo
            musicale non se ne sia mai accorto...ma può
            essere questione di gusti.Già.

            , lo metto dietro a

            Arturia Storm Music Studio e Cakewalk
            SONAR.

            Seeeee va beh..... Passi per Sonar, che
            probabilmente è il più diffuso in USA! (Lo
            era la precedente versione, quindi presumo
            ci sia stato un upgrade generale). Ok se mi
            avessi citato Logic (così abbiamo completato
            il trittico d'oro dei sequencer).Accidenti, hai ragione, come dimenticarsi del Logic, ti chiedo venia.
            Ma Arturia Storm (che peraltro non è un
            sequencer vero, ma un synth virtuale con un
            limitato sequencer incorporato e quindi
            c'entra come i cavoli a merenda!)!Limitato?Ma di che versione parli scusa?

            Se invece parliamo di workstation musicali

            dedicate allora non solo l'OpenSource ma

            anche Windows non esiste (e poi è sempre
            il

            solito discorso, i programmi seri girano
            su

            Unix e quindi potranno avere la versione

            Linux prima o poi, ma mai la versione

            Windows).

            Quali sarebbero i programmi musicali da
            workstation dedicate (cosa sarebbero?) che
            non girano su Windows (e Mac)? Più che
            altro, quali sono quelli che girano su Unix?
            Sono molto curioso!!Mi ripeto, tutti i programmi che sono nati su FairLight (oppure sulla serie Indy di SGI ad esempio) e che poi sono stati trasposti anche ad altre archiettture e sistemi operativi (tutti i programmi Opcode hanno fatto questa trafila ad esempio).


            Houdini, Maya, 3DStudio Max, Lightwave,


            Cinema 4D, Softimage e compositing vari

            tipo


            Shake, combustion, afterFX e simili:


            simulazione, gaming, animazione per il


            cinema e la televisione, effetti
            speciali.


            Tutti (o quasi) programmi nati su Unix

            Lightwave e Cinema 4D sono nati su Amiga.
            3D Studio su Windows.
            After FX, Shake e Combustion su Apple (o
            Windows).
            Di tutti i programmi citati esistono
            versioni Unix solo di Maya, Softimage (che
            peraltro, se non sbaglio, è una controllata
            Microsoft) e Houdini, che credo siano nati
            tutti sotto lo Unix flavour dell'Irix dei
            Silicon Graphics.?

            devo ammettere che le "riduzioni" per

            Windows, sono venute davvero bene.

            In particolare Maya e 3DStudio Max

            Guarda che 3D studio è l'originale, non una
            riduzione. Esiste SOLO per
            Windows....sigh...Ah sì? Non lo sapevo, grazie dell'informazione (non uso personalmente quel programma, l'ho visto solo girare).

            A parziale scusante dell'OpenSource è la sua

            giovane età.

            "Solo" quei 10 anni, su 30 di informatica
            "personale"....Quella è l'età di GNU/Linux, ma da quanto tempo ci si sta dedicando allo sviluppo di applicativi professionali (o al loro porting da Unix proprietari) per Linux? Due anni? Tre?

            Vedremo tra qualche anno se la situazione

            sarà la stessa.

            Scommettiamo che sarà così? :)Vedremo.

            Sì, quegli stessi "professionisti" che
            usano

            Autocad :-)

            Che infatti è usato professionalmente da un
            sacco di persone, in una marea di piccoli
            studi!
            Te ne presento un po', se vuoi!Non sto parlando dell'archietto che fa un progettino a casa ma di grandi aziende di meccanica o aeronautica ecc.Prova a progettare la Ferrari di Formula 1 o il caccia F19 Stealth con Autocad e poi ne riparliamo :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia usa la testa (non bill)
          e' strano ma noto sempre la medesima cosa, e cioe' che l'idiozia e l'ignoranza sono punti d'accumulazione per chi fa' grafica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia usa la testa (non bill)
            - Scritto da: Anonimo
            e' strano ma noto sempre la medesima cosa, e
            cioe' che l'idiozia e l'ignoranza sono punti
            d'accumulazione per chi fa' grafica.I grafici possono anche essere ignoranti sulle cose che tu ritieni essere di fondamentale cultura. Da cio' si deduce che tu non sei un grafico e quindi un completo ignorante per quanto riguarda la grafica ma ti senti autorizzato a dare dell'idiota ai grafici :))Secondo me solo uno sbruffoncello idiota e' in grado di fare certe affermazioni.Senza offesa! Non sei l'unico.Io cercherei di accumulare qualche etto di materia grigia invece di contare i punti d'accumulazione dei grafici.
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia usa la testa (non bill)
        - Scritto da: Anonimo
        Mozilla ha 200000 segnalazioni (non tutti,
        ma molti sono bug)...Ok, e allora? Vediamo un po' quanto ti sei documentato. Quanti di quelle segnalazioni sono wish? Quanti sono i bug ripetuti? Quanti sono i bug ancora aperti?
  • hoff scrive:
    Re: Italia usa la testa (non bill)

    preciserei con: Ignoranti sull'argomento
    *nix in genere.Rispondere a questa singola frase dovrebbe bastare per far capire che non hai la minima competenza sull'argomento.1) Unix non è Open Source.2) Unix è già utilizzato ovunque, tranne che sui desktop. Tu dirai: i deskop sono la maggior parte. Forse, ma se ci fossero solo quelli non esisterebbero nè Internet nè le banche nè la ricerca scientifica. Tranne che su server molto semplici (come quelli Internet) non si usa Windows non per motivi ideologici, ma perchè sarebbe impossibile anche solo installarlo.Che cazzo, io non so niente di taglio e cucito ma mica vado sui forum a scrivere come bisogna impugnare l'uncinetto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia usa la testa (non bill)
      - Scritto da: hoff

      preciserei con: Ignoranti sull'argomento

      *nix in genere.

      Rispondere a questa singola frase dovrebbe
      bastare per far capire che non hai la minima
      competenza sull'argomento.

      1) Unix non è Open Source.Ma chi ha detto che e' Open Source?
      2) Unix è già utilizzato ovunque, tranne che
      sui desktop. Tu dirai: i deskop sono la
      maggior parte. Forse, ma se ci fossero solo
      quelli non esisterebbero nè Internet nè le
      banche nè la ricerca scientifica. Tranne che
      su server molto semplici (come quelli
      Internet) non si usa Windows non per motivi
      ideologici, ma perchè sarebbe impossibile
      anche solo installarlo.cosa centra con quello che ho detto io?
      Che cazzo, io non so niente di taglio e
      cucito ma mica vado sui forum a scrivere
      come bisogna impugnare l'uncinetto..non sai cucire ma nemmeno interpretare quello che ho scritto!
  • godzilla scrive:
    quale università?

    Richard Stallman sarà a Marzo a Roma per una
    conferenza presso l'Universitàqualcuno sa specificare quale? c'è una data precisa?ho già cercato con google ma niente :(grazie in anticipogodzilla
  • Anonimo scrive:
    macche' stallman
    bisogna invitare bradley kun, il suo delfino .. quello sa come parlarecon stallman ci si fa solo figuracce (a meno che la platea non sia composta di ragazzini) ...stallman ritorna a scrivere emacs che e' meglio
    • hoff scrive:
      Re: macche' stallman
      Forse qualche volta Stallman fa delle sparate esagerate, ma messaggi così stupidi non li scrive nemmeno lui :)
Chiudi i commenti