Maxtor a 100GB, ed è di nuovo record

Il colosso sforna il primo hard disk ATA da 100 GB che utilizza la nuova tecnologia da 40 GB per singolo piatto. Sfida a Seagate e a tutti coloro che sono disponibili a sfruttare un simile mostro. Ce la faranno?
Il colosso sforna il primo hard disk ATA da 100 GB che utilizza la nuova tecnologia da 40 GB per singolo piatto. Sfida a Seagate e a tutti coloro che sono disponibili a sfruttare un simile mostro. Ce la faranno?


Milpitas (USA) – Maxtor riconquista quel primato provvisorio già fatto lo suo lo scorso anno con il DiamondMax da 80 GB . Il colosso dello storage, che pochi mesi fa ha inghiottito Quantum HDD , ha svelato una nuova famiglia di hard disk DiamondMax in grado di raggiungere i 100 GB, la capacità attualmente più alta per un hard disk in standard ATA.

La grossa differenza fra questa nuova famiglia di DiamondMax e quella precedente è l’adozione della nuova tecnologia che permette a Maxtor di raddoppiare la densità di memorizzazione per singolo piatto: mentre il DiamondMax da 80 GB dell’anno scorso era composto da 4 piatti da 20 GB l’uno, il nuovo modello 536DX è composto da soli 2 piatti da 40 GB.

Con i suoi 29.4 Gbit per pollice quadrato di densità di memorizzazione, Maxtor si pone subito dietro alla tecnologia di Seagate, che proprio la scorsa settimana ha annunciato di essere in grado di “stipare” 32,6 Gbit su di un pollice quadrato. Seagate, fra l’altro, afferma di non aver rilasciato modelli più capienti di 80 GB unicamente per scelte di mercato, ma si è dichiarata già pronta per produrre dischi da 160 GB (4 piatti di 40 GB l’uno).

La guerra fra Maxtor, Seagate e IBM si fa dunque sempre più incandescente e soprattutto benefica per l’utente finale, che potrà contare su hard disk sempre più capienti ed economici.

Il modello DiamondMax 536DX da 100 GB utilizza 3 piatti e, come gli altri membri della sua nuova famiglia, ha una velocità di 5.400 RPM, anche se presto sono attesi nuovi modelli da 7.200 RPM.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 06 2001
Link copiato negli appunti