MC-link è nuovamente indipendente

La totalità della proprietà torna nelle mani dei soci fondatori. Seat Pagine Gialle si libera del suo 66 per cento
La totalità della proprietà torna nelle mani dei soci fondatori. Seat Pagine Gialle si libera del suo 66 per cento


Roma – MC-link, uno dei pionieri della rete italiana ed uno dei primi fornitori di accesso ad internet, torna interamente nelle mani dei suoi fondatori. I soci di minoranza di MC-link, che controllavano l’azienda in precedenza, hanno infatti confermato l’acquisto della partecipazione del 66% che era nelle mani di Seat Pagine Gialle.

Come si ricorderà, quest’ultima ha dovuto procedere alla dismissione perché così imposto dall’Antitrust dopo la fusione con Telecom Italia Net (TIN).

MC-link opera da più di 15 anni come uno dei principali fornitori di servizi telematici in Italia. “La cessione a Seat PG del pacchetto di controllo – si legge in una nota – aveva l’obiettivo di accelerare lo sviluppo di servizi e applicazioni orientati alle esigenze della piccola e media impresa, degli studi professionali e della clientela SOHO”.

“MC-link esce da questa vicenda rafforzata sotto il profilo finanziario – ha commentato Paolo Nuti, amministratore delegato e co-fondatore insieme a Bo Arnklit di MC-link – Intendiamo proseguire nella politica in atto nel campo degli investimenti per lo sviluppo di servizi e applicazioni avanzate a larga banda, anche attraverso il ricorso all’Unbundling del Local Loop e alla co-locazione di apparecchiature proprie nelle centrali dell’operatore dominante.”

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 09 2001
Link copiato negli appunti