Mega e Mail.ru, la sproporzione dei sequestri italiani

Il servizio di hosting e la piattaforma russa lamentano la modalità dell'intervento italiano. Che ha preferito l'inibizione ad una richiesta di rimozione circostanziata

Roma – Nelle scorse ore l’ordine di inibizione del Tribunale di Roma si è abbattuto su 24 domini, fra nomi noti della condivisione illecita, le cui diverse incarnazioni online erano già state già colpite da provvedimenti, e domini di fatto neutrali, come il servizio di file hosting Mega.co.nz e il popolarissimo dominio russo Mail.ru, snodo per contenuti e servizi di ogni genere. Mentre i responsabili di Mega e di Mail.ru tuonano nei confronti delle autorità italiane, emerge qualche dettaglio in più riguardo al procedimento che è culminato con l’inibizione.

È l’avvocato Fulvio Sarzana a chiarire la motivazione dell’inibizione: la Procura di Roma avrebbe agito su segnalazione di quello che viene definito da Sarzana “un piccolo distributore italiano indipendente che ha debuttato nel mercato nel 2012”. Si tratterebbe di Eyemoon Pictures, distributore per l’Italia di “The Congress” e di “Prossima fermata Fruitvale Station”: avrebbe denunciato la presenza dei film, sotto forma di link o di file di cui fruire, sui siti che ora risultano inaccessibili.

I responsabili di Mega e Mail.ru, che si dichiarano estranei a qualsivoglia dinamica pirata, denunciano l’inadeguatezza della misura adottata dalle autorità italiane . Il CEO di Mega Stephen Hall ritiene che il sequestro sia “illegale” e “sproporzionato” e ricorda ai propri utenti che è sufficiente cambiare DNS, scegliendo servizi diversi da quelli adottati dai fornitori di connettività italiani, per tornare a fruire della piattaforma di file hosting. Riferisce inoltre che l’azienda sta valutando di combattere il provvedimento in Tribunale, nel tentativo di abbattere i filtri disposti dalla Procura di Roma.

Mail.ru lamenta invece l’inadeguatezza del blocco comunicando che né Eyemoon Pictures né le autorità italiane avrebbero mai tentato di mettersi in contatto con il portale per chiedere la rimozione dei file condivisi illecitamente: “crediamo che questa situazione arrechi danno agli interessi dei nostri utenti e illustri chiaramente il fatto che alcune leggi nazionali in questo ambito non considerino la specificità delle aziende di Internet e non adottino una procedura chiara e trasparente per risolvere questi problemi”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Come evitare il fingerprinting
    Su panopticlick.eff.org si può vedere quanto si è facilmente distinguibili in rete in base alle impostazioni del proprio browser.Ma come si può fare per confondersi nuovamente con la massa senza rinunciare alla personalizzazione del browser?
    • krane scrive:
      Re: Come evitare il fingerprinting
      - Scritto da: Funz
      Su panopticlick.eff.org si può vedere quanto si è
      facilmente distinguibili in rete in base alle
      impostazioni del proprio browser.
      Ma come si può fare per confondersi nuovamente
      con la massa senza rinunciare alla
      personalizzazione del browser?Ci vorrebbe un cloud in cui mescolare i cookies tra gli user, ogni volta che apri una pagina scarica i tuoi cookies e ne carica random. Voglio vederlo dopo a fare statistiche :D
  • thebecker scrive:
    semplice
    Secondo me Google metterà un messaggio che indica che verranno usati i dati inseriti nel loro sito a fini promozionali, un pò come il messaggio che compare su l'utilizzo dei cookie.
    • bubba scrive:
      Re: semplice
      - Scritto da: thebecker
      Secondo me Google metterà un messaggio che indica
      che verranno usati i dati inseriti nel loro sito
      a fini promozionali, un pò come il messaggio che
      compare su l'utilizzo dei
      cookie.eh... ennesima sbroda di regolamenti inutili :Una cosa utile invece e' stata detta, ed e' l'unica che andrebbe perseguita con forza : La data redention... dopo "un po'" devi cancellare "tutto" (poi ok, magari non accade ecc... pero' se vieni scoperto sei multato, non e' roba che puoi vendere, che puo' essere usata in tribunale ecc... insomma non e' inutile)
      • Leguleio scrive:
        Re: semplice


        Secondo me Google metterà un messaggio che
        indica

        che verranno usati i dati inseriti nel loro sito

        a fini promozionali, un pò come il messaggio che

        compare su l'utilizzo dei

        cookie.
        eh... ennesima sbroda di regolamenti inutili :

        Una cosa utile invece e' stata detta, ed e'
        l'unica che andrebbe perseguita con forza : La
        data redention... Cioè la redenzione dei dati. Il momento in cui i dati da malvagi diventano angelici. O)
        • bubba scrive:
          Re: semplice
          - Scritto da: Leguleio


          Secondo me Google metterà un messaggio
          che

          indica


          che verranno usati i dati inseriti nel
          loro
          sito


          a fini promozionali, un pò come il
          messaggio
          che


          compare su l'utilizzo dei


          cookie.

          eh... ennesima sbroda di regolamenti inutili
          :



          Una cosa utile invece e' stata detta, ed e'

          l'unica che andrebbe perseguita con forza :
          La

          data redention...

          Cioè la redenzione dei dati. Il momento in cui i
          dati da malvagi diventano angelici.
          O)meglio angelici che nazi (grammar). is'nt it?
  • Leguleio scrive:
    Errore
    " L'autorità presieduta da Antonello Soro stava indagando sule pratiche adottate da Mountain View già diverso tempo "Già da diverso tempo.
    • xifkuibw scrive:
      Re: Errore
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      L'autorità presieduta da Antonello Soro stava
      indagando sule pratiche adottate da Mountain View
      già diverso
      tempo </I
      "

      Già da diverso tempo.[img]http://i2.kym-cdn.com/photos/images/original/000/534/499/984.png[/img]
    • ... scrive:
      Re: Errore
      - Scritto da: Leguleio
      " L'autorità presieduta da Antonello Soro stava
      indagando sule pratiche adottate da Mountain View
      già diverso
      tempo "

      Già da diverso tempo.quando con una mano scrivi queste correzioni... con l'altra ti masturbi, eh?
Chiudi i commenti