Memorie, Flash-killer da 100 GB entro due anni

Per il 2010 una società americana ha promesso di completare lo sviluppo di un nuovo tipo di memoria non volatile capace di moltiplicare densità e velocità delle attuali memorie flash
Per il 2010 una società americana ha promesso di completare lo sviluppo di un nuovo tipo di memoria non volatile capace di moltiplicare densità e velocità delle attuali memorie flash

Palo Alto – Moltiplicare per otto l’attuale densità di memorizzazione dei chip flash, incrementarne significativamente le performance e ridurne i costi di produzione dalle due alle quattro volte. Il tutto entro due anni. L’annuncio arriva dalla startup americana Nanochip , che afferma di aver messo a punto una tecnologia alternativa a quella NAND flash, che le ha già permesso di costruire minuscoli chip di memoria non volatile da svariati gigabyte.

Nel 2010 l’azienda conta di produrre un prototipo di memoria non volatile da 100 GB capace di fornire velocità di lettura e scrittura dei dati “decine di volte superiori” a quelle delle flash.

Rispetto alle memorie non volatili tradizionali, le memorie di Nanochip promettono poi una maggiore durata e la possibilità di eseguire delle operazioni di scrittura su indirizzi singoli della memoria. Queste stesse caratteristiche potrebbero in futuro renderle competitive anche nei confronti delle memorie DRAM, oggi impiegate sulla quasi totalità dei computer.

Che la tecnologia di Nanochip sia promettente sembra dimostrarlo il fatto che, tra gli investitori di questa società, figura anche un colosso come Intel .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 01 2008
Link copiato negli appunti