Merrill Lynch: Linux ci costa meno

L'azienda sostiene che se si va al total cost of ownership, allora le soluzioni Linux per le proprie necessità si rivelano le più adeguate. Una posizione che contrasta con le rilevazioni di IDC


Roma – L’importante banca d’affari Merrill Lynch è sul punto di sostituire con soluzioni Linux molti dei propri apparati di gestione aziendali, basati fino ad oggi su piattaforme Windows. E il motivo, secondo i responsabili, sta nei costi di gestione, in quel “total cost of ownership” (TCO) che si trova spesso al centro dei dibattiti sulle scelte Linux-Windows.

Secondo i responsabili IT di Merrill Lync , rispetto a Linux, Windows non rappresenta tanto un problema sul fronte delle licenze sul software quanto, appunto, sui costi di gestione dell’infrastruttura.

La ristrutturazione a cui sta pensando l’azienda si basa sullo spostamento delle proprie attività su server virtuali basati su Linux, rinunciando alle macchine Windows finora gestite in proprio. Al di fuori di questo quadro soltanto il messaging interno che continuerà ad essere gestito dalla piattaforma Exchange di Microsoft sebbene in outsourcing.

I responsabili della banca ritengono che sebbene la piattaforma Windows abbia fin qui offerto un maggior numero di funzionalità e applicazioni, la scelta Linux consentirà comunque di coprire le esigenze ritenute essenziali.

Va detto che la posizione di Merrill Lynch sui più alti costi di gestione di Windows sembra cozzare palesemente con le rilevazioni di IDC . L’autorevole osservatorio di ricerca nei mesi scorsi aveva affermato che, nel tempo, il TCO di Windows finisce per essere inferiore a quello di Linux.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    da ntt mi aspetto di tutto
    quelli gia' stanno lavorando sul 5 g
  • SymoPd scrive:
    Certo che....
    ...andare a scrivere che "interi film potranno essere scaricati in una manciata di secondi" la dice lunga ....Sarebbe stato opportuno utilizzare altri esempi e possibilità (tv on demand, film interattivi, vidoconferenze ad alta definizione, ....) ma proprio scaricare film.....Un meno per l'autore dell'articolo.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Certo che....
      - Scritto da: SymoPd
      ...andare a scrivere che "interi film
      potranno essere scaricati in una manciata di
      secondi" la dice lunga ....Un DivX da 700mbyte in quanto tempo pensi possa essere scaricato a piena banda di 1000mbit ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo che....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: SymoPd

        ...andare a scrivere che "interi film

        potranno essere scaricati in una manciata
        di

        secondi" la dice lunga ....

        Un DivX da 700mbyte in quanto tempo pensi
        possa essere scaricato a piena banda di
        1000mbit ?Io credo che scaricare film - a pagamento - sara' uno dei grandi business del futuro
      • SymoPd scrive:
        Re: Certo che....

        Un DivX da 700mbyte in quanto tempo pensi
        possa essere scaricato a piena banda di
        1000mbit ?Oè, paraocchi!Lo so benissimo che ci metti poco, ma quello che intendevo è che riportarlo come primo esempio di un utilizzo di una nuova tecnologia lo ritengo limitante.Come dire:esce una hd da 1000 Gb-Uao! Ci sta' tutta la mia collezione di divx!Bisogna per forza pensare solo agli usi illeciti di queste cose?Ma voi con internet ci scaricate e basta o ne fate anche un uso intelligente?Io lo uso come alternativa al telefono, come sistema per accedere ai miei computer da remoto quando sono in ufficio o in giro, come sistema per trovare informazioni, notizie e materiale per il mio lavoro....Scaricare divx alla fine è solo un modo per non avere nemmeno la scusa di guardare la tv....E poi, diciamolo chiaro: quanti di voi si sono scaricati un mare di film che, visti una volta, sono poi rimasti ad impolverarsi?Quanti sono quei film che vale veramente la pena avere? E questo era vero già 15 anni fa con le vhs.....Personalmente, se c'è qualche film che merita, preferisco averne il dvd (e alla fine, in 3 anni e mezzo, ne ho trovati solo una decina che mi hanno fatto dire "ok, lo compro").Vi scaricate davvero x-men2, the core, spiderman? Ah, e poi, quando uscirà , tra un anno, in tv, suppongo che li guardarete con molta attenzione....sicuro!Ma andiamo! Sono film che tra 6 mesi non valgono neppure i soldi del cd...
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo che....
        Secondo i miei calcoli più di un ora......
  • Anonimo scrive:
    100megabit?
    sono più di 10 anni che la tecnologia SDH utilizza come "fibra base" la velocità di 150mb/s (la cosiddetta STM1)Auttualmente sono già in servizio linee STM64 a 10Gigabit/sInoltre la tecnologia DWDM permette di "colorare" i laser e di farne passare fino a 16 su un unica fibra.
    • Anonimo scrive:
      Re: 100megabit?
      - Scritto da: ishitawa
      sono più di 10 anni che la tecnologia SDH
      utilizza come "fibra base" la velocità di
      150mb/s (la cosiddetta STM1)
      Auttualmente sono già in servizio linee
      STM64 a 10Gigabit/s
      Inoltre la tecnologia DWDM permette di
      "colorare" i laser e di farne passare fino a
      16 su un unica fibra.da quello che si capisce si usano le linee attuali
    • Anonimo scrive:
      Re: 100megabit?
      - Scritto da: ishitawa
      sono più di 10 anni che la tecnologia SDH
      utilizza come "fibra base" la velocità di
      150mb/s (la cosiddetta STM1)
      Auttualmente sono già in servizio linee
      STM64 a 10Gigabit/s
      Inoltre la tecnologia DWDM permette di
      "colorare" i laser e di farne passare fino a
      16 su un unica fibra.
      In effetti sono un po' stupito da questo articolo, manca qualche informazione indispensabile. Forse si riferisce all'aumento della distanza copribile a 1Gb senza ripetitori ottici. 10Gb è il limite delle interfacce router, già nel 2000 si dava per assunto di spingere la singola fibra fino a 800 Gb. Anche se ovviamente occorreva suddividere la capacità con apparati Sonet/SDH.
    • lelematt scrive:
      Re: 100megabit?
      si intanto sognate perche prima che arrivi in italia paseranno anni quindi accontentatevi di quello che si ha
    • Anonimo scrive:
      Re: 100megabit?

      Inoltre la tecnologia DWDM permette di
      "colorare" i laser e di farne passare fino a
      16 su un unica fibra.E ti dico di più: esistono già da più di un anno sistemi DWDM che arrivano anche a 80 "laser colorati" 8lambda) su singola fibra, con la possibilità di affiancare 2 bande da 80 ottenendo 160 lambda su singola fibra per 10Gbit per ogni banda.Totale: 160*10Gbit=1600 Gbit/s.Ed è tecnologia italiana :)CiaoPetz
Chiudi i commenti