Messico, disconnesso hub DC

Le autorità impongono ad un ISP di staccare la spina ad un noto hub. Nessuna indagine a carico dei gestori?

Roma – Le isole di DirectConnect , longevo e popolare ambiente di sharing dei file, vanno diminuendo nel Mondo: l’ultima aggressione legale ad un nodo frequentato dagli scambisti è avvenuta in Messico.

Stando alle cronache l’ufficio del procuratore generale del Messico ha imposto ad un provider di staccare la spina a Sunnydale , hub DirectConnect che gestiva 1,5 terabyte di materiale.

Secondo l’industria dell’intrattenimento, che ha segnalato l’hub e ne ha chiesto la chiusura, gran parte di quel materiale sarebbe pirata e sarebbe stato continuamente alimentato dagli utenti i quali, per utilizzarlo, erano tenuti a condividere almeno 2 gigabyte di materiale, certo non una novità per un hub DirectConnect.

La vera novità, però, se venisse confermata la notizia, è che non vi sarebbero indagini a carico dei gestori dell’hub.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mah scrive:
    Sbaglio o...
    ...il simulatore si muove veramente troppo? Non mi risulta che un'auto (specialmente se sportiva) ha delle oscillazioni delle sospensioni di più di mezzo metro :|
Chiudi i commenti