Microsoft aggiorna SYNC, la piattaforma di automotive digitale

Uno degli ultimi prodotti di Redmond presentati da Bill Gates introduce novità per i guidatori e i passeggeri delle auto americane, che potranno ora avvalersi di un sistema di chiamate di emergenza e GPS. Gratis per tre anni

Presentato da Bill Gates durante il Consumer Electronics Show (CES) dell’anno scorso, Microsoft SYNC , il sistema di comunicazione integrato sviluppato in collaborazione con Ford, passa alla “next generation” giusto in occasione dell’edizione di quest’anno della fiera dell’elettronica di consumo per eccellenza. Le novità sono poche ma sostanziali per una tecnologia che, secondo i produttori, vende (e fa vendere auto) piuttosto bene.

SYNC è una piattaforma di connessione wireless che offre funzionalità di comunicazione telematica ai dispositivi mobili compatibili, siano essi smartphone o quant’altro. Disponibile da un anno su alcuni modelli di automobili marcate Ford, Lincoln e Mercury, la tecnologia si piazzerà in un milione di esemplari (con relativi veicoli) entro il terzo quadrimestre 2009, almeno per quanto riguarda Ford e il mercato americano.

Il carmaker del Michigan, che come tutti soffre gli effetti della crisi economica e il relativo crollo di ricavi, vende le auto equipaggiate con SYNC al doppio della velocità di quanto riesca a fare con gli altri veicoli, ed è quindi particolarmente interessato a portare avanti il progetto offrendo novità e upgrade alla sua utenza.

Il SYNC di nuova generazione , annunciato al CES 2009 e in via di installazione su taluni modelli 2010 di auto Ford, Lincoln e Mercury aggiungerà in particolare funzionalità di informazione sul traffico in tempo reale assieme a un localizzatore GPS . Le eventuali personalizzazioni della piattaforma apportate dagli utenti potranno poi essere trasportate da auto ad auto per una praticità di utilizzo ancora maggiore.

Certo bisognerà attendere sino al 2011 per vedere i vantaggi del progresso tecnologico rappresentato da SYNC applicati all’intero parco macchine dei produttori interessati, ma è indubbio che il software di Microsoft (basato sul codice del sistema operativo mobile Windows CE) interessi i produttori e non solo quelli statunitensi: la coreana Hyundai è l’ultima ad aver siglato un accordo con Redmond per l’installazione di un sistema di intrattenimento e informazione on-the-road da installare sulle proprie automobili.

Toyota, al contrario, è sì interessata all’automotive digitale ma ha deciso di seguire la strada dello sviluppo in-house , e presenterà le prime auto “intelligenti” e interconnesse nel corso del 2009. Usufruire del servizio SYNC sarà gratuito (solo) per i primi tre anni , mentre non si conoscono dettagli sugli eventuali costi aggiuntivi del sistema Toyota.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti