Microsoft all'attacco sulle piccole imprese

Microsoft coglie l'occasione del rilascio della release candidate di Windows Server 2003 SMB per svelare nuovi dettagli sulla piattaforma che avrà il compito di fronteggiare Linux là dove il Pinguino è più forte


Milano – La scorsa settimana Microsoft ha annunciato la disponibilità della prima release candidate di Microsoft Windows Small Business Server 2003, una nuova edizione del suo giovane sistema operativo che avrà il compito di battagliare con le piattaforme open source sul mercato delle piccole imprese, un segmento dove Linux è ormai fortemente radicato e diffuso.

“Nel realizzare Windows Small Business Server 2003 abbiamo considerato attentamente le esigenze delle piccole imprese e delle società che le supportano nell?adozione delle nuove tecnologie”, ha dichiarato Fedra Paganoni, product manager dell’Infrastructure Server Small Medium Business Market Products & Solutions Marketing Group di Microsoft Italia.

Ad un prezzo inferiore alle edizioni maggiori, Windows Small Business Server 2003 fornirà alle piccole imprese gli strumenti necessari per proteggere, organizzare e gestire i propri dati, promettendo inoltre tempi d’installazione inferiori ai 15 minuti, wizard che aiutano gli amministratori a configurare il sistema seguendo le più comuni best practice, un processo di backup dei dati end-to-end e la disponibilità dell?accesso utente da remoto.

Microsoft, che ha recentemente annunciato il rilascio in produzione di Exchange Server 2003, sostiene che “le sinergie derivanti dall?utilizzo congiunto delle tecnologie Windows Server 2003 ed Exchange Server 2003 all’interno di Windows Small Business Server” per le piccole imprese significano puntare su sicurezza, produttività e “controllo dello spam”.

Windows Small Business Server 2003 arriverà sul mercato verso l’inizio dell’autunno in due differenti edizioni: la Standard Edition, che comprende le tecnologie di Exchange Server 2003, e la Premium Edition, che comprende anche le tecnologie di SQL Server 2000 e ISA (Internet Security and Acceleration) Server.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gerry scrive:
    E quando avrai la tua cassettina HDTV...
    te lo andrai a comprare lo stesso il DVD 8)?
    • Anonimo scrive:
      Re: E quando avrai la tua cassettina HDTV...
      con i masterizzatori DVD che adesso costano meno di 200 euro non vedo perchè ricorrere alle cassette.
  • Anonimo scrive:
    esiste già da 2 anni
    questa cosa esiste già da 2 anni nel mercato PRO Broadcast.L'ho vista con schermo al plasma da 50 pollici della Panasonic.....praticamente come andare al cinema.....quasi la stessa definizione, anche nelle grandi inquadrature....forse ci siamo.Bisognerà vedere il costo. Comunque sono ancora per il nastro.....è un pò come avere in mano la pellicola......ogni centimetro (pardon, millimetro) ci sono impressi dei fotogrammi........I dischi saranno pratici, ma che freddi......:)Giò
  • Anonimo scrive:
    E il blu-ray?
    Sono perplesso di fronte a una notizia del genere... ma non stavano per lanciare il blu-ray? :|Staff di blu-ray.it
  • Anonimo scrive:
    basta con le tecnologie obsolete!
    Ma è possibile che si continuino a buttare soldi per dei nastri magnetici ????Ancora si cerca di sfruttare un media che ha più di 30 anni di vita ???Il prossimo videorecorder o telecamera che comprerò sarà solo ed esclusivamente su supporto ottico registrabile, le cassette magnetiche che le vadano a vendere in Africa.....Tamerlano
    • Anonimo scrive:
      Re: basta con le tecnologie obsolete!
      Per me durano di più... :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: basta con le tecnologie obsolete!

      Ma è possibile che si continuino a buttare
      soldi per dei nastri magnetici ????sono il miglior supporto esistente e per ora non esiste alcuna alternativa, neanche in via di studio...
      Il prossimo videorecorder o telecamera che
      comprerò sarà solo ed esclusivamente su
      supporto ottico registrabile, bravo, contento tu di prendere un prodotto scadente e non affidabile, i nastri magnetici sono perfetti per il video... te lo dice uno che lavora nel mondo del video broadcast, dove di supporti ottici esistono solo per venderli agli utenti consumer, mai visto un supporto ottico in nessuno studio di registrazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: basta con le tecnologie obsolete!

        broadcast, dove di supporti ottici esistono
        solo per venderli agli utenti consumer, mai
        visto un supporto ottico in nessuno studio
        di registrazione.in effetti anche per i backup sono migliori, è evidente che la quantità dei dati essendo vincolata anche alla superfice su cui si scrivono è enormemente superiore in un nastro che non in un disco; un backup su dvd lo vedrei al massimo per un utente casalingo, e giusto un backup dei lavori, per cui di solito basta anche un cdrom o uno zip, non certo per un backup di sistema (oggi); se poi ci sono grandi quantità di dati da scaricare, tipo appunto filmati, un dvd mostra già i suoi limiti come capacità, meglio un hd esterno se non ci si può permettere una cassetta; certo è meno costoso scriversi una ventina di dvd+-rw ma tenerci dietro per aggiornarli (e periodicamente testarli) è un incubo, con un hd esterno firewire o al peggio usb2 backuppare è un gioco.
        • Anonimo scrive:
          Re: basta con le tecnologie obsolete!

          certo è meno
          costoso scriversi una ventina di dvd+-rw ma
          tenerci dietro per aggiornarli (e
          periodicamente testarli) è un incubo, con un
          hd esterno firewire o al peggio usb2
          backuppare è un gioco.il mio attacco è diretto esclusivamente contro il nastro, la tecnologia degli harddisk è ancora ben lungi dall'essere superata e per backup frequenti visti i costi ormai bassissimi, un harddisk esterno è come suggerisci un'ottima idea.Ma i nastri magnetici..... vade retro.....Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: basta con le tecnologie obsolete!

            il mio attacco è diretto esclusivamente
            contro il nastro, la tecnologia degli
            harddisk è ancora ben lungi dall'essere
            superata e per backup frequenti visti i
            costi ormai bassissimi, un harddisk esterno
            è come suggerisci un'ottima idea.
            Ma i nastri magnetici..... vade retro.....daccordo col tuo altro intervento nel tread, i dischi come contropartita sono più portati alla ricerca e meno all'usura, ma guarda che oggi su un buon nastro i tempi di ricerca vengono abbattuti... non è mica come il mangianastri dell'auto! :)su un backup di 40-80GB il tempo di ricerca di un file con una cassetta di ultima generazione neanche grossissima è molto inferiore che ricercarselo su 10-20 dvd, certo superiore che cercarselo su un singolo dvd sapendo quale cercare, certo superiore che su un hd, certo il nastro è la soluzione più costosa delle tre, ma se hai diverse decine o centinaia di GB da backuppare giornalmente (un esigenza nemmeno tanto spinta, diciamo da media azienda o piccola casa che lavora nel multimedia, o da powerpowerpower user) il nastro è di sicuro l'unica scelta ragionevole, più che tenersi qualche centinaio di dvd+-rw sparsi o una decina di hd esterni (che secondo me per un utente casalingo a cui piaccia il multimedia oggi sono la soluzione migliore, altrimenti se è per office bastano i cd!).In pratica il nastro da una certa quantità e frequenza del backup in avanti diventa l'unica scelta praticabile, quindi volenti o nolenti i difetti intrinseci, su cui si è migliorato molto ma concordo che ancora ci sono, ce li dobbiamo tenere.
      • Anonimo scrive:
        Re: basta con le tecnologie obsolete!

        bravo, contento tu di prendere un prodotto
        scadente e non affidabile, i nastri
        magnetici sono perfetti per il video...la critica ai produttori è riferita esclusivamente al mercato consumer, che è quello prevalente e più consistente.In tale mercato le differenze di qualità tra supporto ottico e magnetico sono di fatto inesistenti semplicemente perchè non sono apprezzabili dall'utente non solo comune ma anche semi-pro.I vantaggi per contro sono notevoli, pensa solo alla facilità ed alla velocità di editing, di search, di controllo delle funzioni del player, sia esso un camcorder o un videorecorder.Pensare ancora di dover usare una cassetta a nastro magnetico per registrare un film nel 2005 mi fa venire il latte alle ginocchia.Nei mercati high-end professionali peculiarità come la compattezza e costo dei supporti hanno minor importanza e le aziende possono continuare a fare grossi profitti con tecnologie vecchie di 30 anni, facendo dei semplici make-up ogni 5-6 anni di una tecnologia che fondamentalmente è minestra riscaldata.Del resto ci sono ancora aziende che fanno profitti vendendo valvole agli audiofili....Tamerlano
        • Anonimo scrive:
          Re: basta con le tecnologie obsolete!
          - Scritto da: Anonimo

          bravo, contento tu di prendere un prodotto

          scadente e non affidabile, i nastri

          magnetici sono perfetti per il video...

          la critica ai produttori è riferita
          esclusivamente al mercato consumer, che è
          quello prevalente e più consistente.

          In tale mercato le differenze di qualità tra
          supporto ottico e magnetico sono di fatto
          inesistenti semplicemente perchè non sono
          apprezzabili dall'utente non solo comune ma
          anche semi-pro.

          I vantaggi per contro sono notevoli, pensa
          solo alla facilità ed alla velocità di
          editing, di search, di controllo delle
          funzioni del player, sia esso un camcorder o
          un videorecorder.

          Pensare ancora di dover usare una cassetta a
          nastro magnetico per registrare un film nel
          2005 mi fa venire il latte alle ginocchia.

          Nei mercati high-end professionali
          peculiarità come la compattezza e costo dei
          supporti hanno minor importanza e le aziende
          possono continuare a fare grossi profitti
          con tecnologie vecchie di 30 anni, facendo
          dei semplici make-up ogni 5-6 anni di una
          tecnologia che fondamentalmente è minestra
          riscaldata.

          Del resto ci sono ancora aziende che fanno
          profitti vendendo valvole agli audiofili....Beh, almeno le valvole hanno un reale vantaggio per quanto riguarda il rapporto guadagno/rumore.
          Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    la JVC la commercializza già ora....
    la JVC ha già in commercio una telecamera che registra in HDTV su nastri miniDV, non vedo dove stia la notizia, quando la JVC ha commercializzato questa tecnologia da più di 3 mesi.http://pro.jvc.com/prof/Attributes/features.jsp?model_id=MDL101394
    • Anonimo scrive:
      Re: la JVC la commercializza già ora....
      inoltre adesso che un masterizzatore DVD costa meno di 200 euro a chi interessano piu' le ingombranti e poco sicure videocassette ? Tenendo conto che esistono x dispositivi portatili anche dei mini-hardisk che possono memorizzare gigabytes di dati a poco prezzo ed in uno spazio ridotto.
Chiudi i commenti